Sei sulla pagina 1di 67

Geobiologia e geobioedilizia:

Metodologie innovative di indagini


biofisiche sperimentali e geologico-
geobiologiche

SERGIO Dr. Ing. BERTI


Vice Presidente Associazione ARCHITETTURA & GEOBIOLOGIA
19-24 Ottobre 2009
Lezione al Corso di perfezionamento in GEOLOGIA MEDICA
UNIVERSITA’ degli STUDI di URBINO Campus Scientifico
Indagini biofisiche strumentali

 Una metodologia innovativa di indagine biofisica strumentale ,che stiamo


sperimentando da oltre un anno e mezzo,è la misura e l’analisi spettrale
della Heart Rate Variability che consente di ottenere importanti
informazioni oggettive sulla tipologia di interazioni che si instaurano tra
uomo e ambiente, permettendo , cosi , di evidenziare quanto l’ ambiente è in
grado di stimolare il sistema nervoso autonomo e di valutare il livello di
bilanciamento indotto tra il sistema Simpatico ed il sistema Parasimpatico.

 È possibile, quindi, individuare strumentalmente luoghi che


stimolano il sistema Simpatico e luoghi dove l’attività dello stesso si
riduce al di sotto del livello normale minimo, con predominanza
dell’attività Parasimpatica .
Indagini geofisiche e biofisiche
strumentali
 La misura e l’ analisi spettrale HRV è molto utile e
complementare a indagini strumentali
tipicamente geofisiche e geobiofisiche che
impiegano metodologie di indagine di tipo :

 A) Magnetometrico
 B) Geoelettrico
 C) Georadioelettrico
 D) Radioattivo (Radon)
 E) Dinamometrico
Il sistema nervoso autonomo

 Le variabili ambientali esterne interagiscono con il nostro


sistema nervoso autonomo Simpatico e Parasimpatico che
ci consente di raggiungere un equilibrio dinamico che è
sempre in continuo cambiamento ad ogni successiva
variazione ambientale .

 Il sistema Simpatico ed il Parasimpatico sono antagonisti e


gestiscono congiuntamente, ma in concorrenza, la maggior
parte dei nostri sottosistemi funzionali tra cui il cuore e le
ghiandole endocrine e, di conseguenza, i rispettivi livelli
ormonali.
Il sistema nervoso autonomo
Il sistema nervoso autonomo Simpatico

Il sistema nervoso Simpatico, quando viene attivato, produce una serie di


effetti sull’organismo umano, quali :
 -accelerazione del battito cardiaco
 -dilatazione dei bronchi
 -aumento della pressione arteriosa
 -vasocostrizione periferica
 -dilatazione pupillare
 -aumento della sudorazione
I mediatori chimici di queste risposte vegetative sono: la noradrenalina,
l’adrenalina, corticotropina e altri tipi diversi di corticosteroidi.
Il sistema nervoso autonomo Simpatico

 L’ attivazione del Sistema Simpatico è la


normale risposta dell’organismo umano ad una
situazione di allarme, lotta e stress.
 Alla sua attivazione contribuiscono molto le
ghiandole surrenali che contrariamente agli
altri organi interessati non sono
controbilanciate dal sistema Parasimpatico.
Il sistema nervoso autonomo Parasimpatico

Al contrario, il sistema nervoso Parasimpatico, a cui corrisponde


un’attività denominata Vagale, quando viene attivato produce :
 - rallentamento del battito cardiaco
 - aumento del tono muscolare bronchiale
 - dilatazione dei vasi sanguigni
 - diminuzione della pressione sanguigna
 - rallentamento della respirazione
 - aumento del rilassamento muscolare
 - riscaldamento delle mani,dei piedi e dei genitali
Agisce attraverso un mediatore chimico denominato acetilcolina.
Il sistema nervoso autonomo Parasimpatico

 L’ attivazione del Sistema Parasimpatico


corrisponde alla normale risposta di un
organismo umano ad una situazione di
calma, riposo, tranquillità ed assenza di
pericoli e di stress.
Il Cuore
 Il cuore è uno degli organi
tipicamente responsivi al
bilanciamento Simpatico e
Parasimpatico

 Nel cuore la capacità del


ventricolo di generare pressione
è controllata dal sistema
nervoso Simpatico e l’ormone
che maggiormente contribuisce
alla contrattilità ventricolare è
l’adrenalina.
Il cuore
Il cuore
La frequenza cardiaca di base viene
generata dalle cellule autoritmiche
del nodo del seno-atriale (sistema di
controllo intrinseco ) e modulata da
un sistema di controllo estrinseco
formato da :
a) Il sistema nervoso Simpatico
b) Il sistema nervoso Parasimpatico
c) Il sistema endocrino
Il Cuore
 Il sistema Parasimpatico invece ha effetto deprimente sul cuore:
esso rallenta la conduzione dell’impulso e così diminuisce la
velocità di contrazione del cuore e la forza di contrazione
cardiaca.
 Infatti l’acetilcolina, secreta dai neuroni parasimpatici, rallenta
la conduzione dei potenziali d’azione e la frequenza cardiaca.
Il cuore può essere, quindi, un organo da utilizzare
come sensore per comprendere come l’ambiente
esterno è in grado di influenzare l’organismo
umano attraverso l’equilibrio tra sistema Simpatico
e Parasimpatico
Analisi HRV (Heart Rate Variability)

 Mediante la misura dell’Heart Rate Variability (HRV) e altre analisi


relative è possibile valutare lo stato reciproco di attività simpatica e
parasimpatica del sistema nervoso autonomo.

 Per la misura dell’HRV si utilizza un’apparecchiatura dotata di sensore


fotopletismografico, applicato al dito indice o medio della mano, in
grado di rilevare le variazioni cicliche di conduttanza conseguenti alla
prevalenza di uno dei due sistemi.

 L’ apparecchiatura utilizzata si avvale di un sistema di


condizionamento & elaborazione segnali e di un Software relativo.
Analisi HRV (Heart Rate Variability)

 E’ possibile quindi rilevare e registrare il


livello di attività Simpatico & Parasimpatico,
di un soggetto seduto comodamente e a
riposo, andando ad effettuare l’analisi
spettrale del relativo segnale cardiaco.

 E’ possibile, inoltre, rilevare la frequenza


cardiaca, la Heart Rate Variability e lo stato
del bilanciamento dei due sistemi autonomi
nel tempo nonchè una serie di altri parametri
riguardanti l’attività cardiaca.
Analisi HRV (Heart Rate Variability)

Tramite questa metodologia di rilevazione, è


possibile avere indicazioni al riguardo della
influenza ambientale del luogo dove viene
effettuata l’analisi (ad es.: un’ area edificabile, la
camera da letto, il luogo di lavoro, la scrivania )
in modo strumentalmente ripetibile.
Vedremo di seguito alcuni esempi
Sistema di misura e analisi HRV

Sistema di condizionamento

Sensore

Personal computer e
Sw
Esempi di misura mediante la tecnica HRV
Di seguito saranno illustrati alcuni esempi di misura mediante la
tecnica HRV e precisamente :
- Misure HRV sull’ influenza da parte dei terreni

- Misure HRV dei trends di influenza dei terreni

- Misure HRV per la ricerca di acquiferi produttivi

- Misure HRV per la individuazione della funzionalità di un


luogo

- Misure HRV sui letti

- Misure HRV congiunte al livello di gas radon


Soggetto in prova HRV
Esempio di interazione in Toscana (Paterno FI )
Esempio di interazione in Toscana ( Prato )
Esempio di interazione presso La Spezia
Esempio di interazione a Milano
Esempio di interazione presso Belluno
Esempio di interazione presso Seminario Vescovile
Pistoia
Luogo con tendenza ad attivare il
sistema simpatico
Luogo con tendenza alla predominanza
dell’ attività parasimpatica
Luogo con tendenza al bilanciamento dei due
sistemi Simpatico e Parasimpatico
Utilizzo delle analisi HRV per ricerche
idriche
Analisi HRV in assenza di acquifero

Nota : il terreno sottostante è


formato da argilliti
(complesso di Monte VERI )
Analisi HRV in presenza di acquifero di
scarsa emungibilità
Analisi HRV in presenza di acquifero di
buona emungibilità
Esempio di ricerca idrica per via Biofisica & Ricevitore Vlf & Analisi HRV
Scorrimenti per via biofisica
Scorrimenti per via biofisica e ricevitore Vlf
Grafici HRV relativi alla zona 1
Grafici relativi alla zona 2
Esempio di funzionalità del tipo di terreno nei pressi della
Serra - Lerici La Spezia

Luogo per riposare

Uliveto

Luogo per pregare


Funzionalità del tipo di terreno nei pressi della Serra
- Lerici La Spezia
Luogo per pregare
Luogo di riposo
Uliveto
Il letto
Letto con predominanza del sistema
Parasimpatico
Letto con i due sistemi Simpatico e
Parasimpatico bilanciati
Letto con sistema Simpatico
predominante
Misuratore di gas Radon
Carta tettonica ligure - toscana
Luogo di misura HRV e Gas Radon

Luogo di misura
HRV e gas Radon
Eventi sismici dal 01 giugno al 06 giugno 2009 in Italia
Livello gas radon rilevato nella piccolo locale non ventilato a
piano terra ( via Ruini 1 Prati Vezzano Ligure SP)
Periodo temporale dal 31 Maggio al 18 Giugno 2009

Attività Simpatica

Livello gas radon (etto Bq /m3)

Potenza totale cuore

31/05 18/06

Gradiente gas radon


( Bq / m3/ora)

Evento sismico a Reggio E. (95KM)


Evento sismico in val Trebbia ( 50 km)
Evento sismico en Valle Trebbia el 03 Junio 2009

epicentro

Stazione misura radon e HRV


Nivel del gas radòn y nùmeros de eventos sismicos en Italia ( Mediciones en Via Ruini
1 Prati di Vezzano SP Italia en el periodo: 16 agosto -:- 01 setiembre 2009 )

Bq/m3/10
Nivel del gas
radòn 450

350

18/08 22/08
Alpi Marittime 31/08
Parma
D= 150 KM Alpi Marittime
D=100Km D=150Km

Nùmeros de eventos sismicos en Italia por


dìa
Nùmeros de eventos sismicos en Italia
PROGETTO ED ESECUZIONE DEL
RILIEVO GEOLOGICO-GEOBIOLOGICO
METODOLOGIA DEL RILIEVO GEOLOGICO

La modalità di rilievo geologico ricerca ed identifica:

i caratteri litologici
stratigrafici
geomorfologici
Idrogeologici

di potenziale interazione biofisica,attraverso :

rilevamenti geologici
analisi aereofotointerpretativa
prospezioni geofisiche
APPROCCIO AL RILIEVO GEOLOGICO FINALIZZATO AGLI STUDI
GEOBIOLOGICI

 RICOSTRUZIONE DELLA SITUAZIONE GEOLOGICA SU SCALA REGIONALE DA


BIBLIOGRAFIA SCIENTIFICA (FORMAZIONI RINVENIBILI E CONTATTI
INTERFORMAZIONALI, TETTONICA E GEOMORFOLOGIA GENERALE)
IL CASO DEL CORTILE D’ONORE DEL PALAZZO DUCALE DI URBINO
E LA DESCRIZIONE DEL RILIEVO GEOLOGICO

SITUAZIONE TETTONICA E STRATIGRAFICA -


RILIEVO A GRANDE SCALA
IL CASO DEL CORTILE D’ONORE DEL PALAZZO DUCALE DI URBINO
E LA DESCRIZIONE DEL RILIEVO GEOLOGICO

SITUAZIONE TETTONICA E STRATIGRAFICA - RILIEVO A MASSIMO


DETTAGLIO

NORD
METODOLOGIA DEL RILIEVO GEOBIOLOGICO

Il rilievo geobiologico viene eseguito secondo una metodologia che tiene


conto sia dei parametri biofisici che di quelli strumentali.

Analisi geobiofisica :

 Rilievo della eventuale presenza di emergenze


acquifere
 Rilievo di eventuali interazioni di tipo tettonico
 Rilievo della rete di Hartmann
 Rilievo delle reti di Curry e di Benker
 Rilievi biofisici
 Prove chinesiologiche
 Rilievo dei piani di Hartmann e Benker
 Verifica di eventuali anomalie magnetiche
 Analisi Heart Rate Variability
 Rilievi dinamometrici
METODOLOGIA DEL RILIEVO GEOBIOLOGICO

Misure strumentali :
Rilievi magnetometrici e dei potenziali spontanei
Rilievo della radioattivita’ di fondo
Rilievo del livello di radon
Rilievo dei campi elettromagnetici in banda 1 Mhz-:-
3Ghz ,2,6Ghz-:-11 Ghz
Ricevitore VLF WADI
Rilievi campi elettrici ELF ( 10 Hz-:-400 KHz )
Rilievi dell’induzione magnetica ELF ( 10 Hz-:-400KHz)

Compilazione dei questionari :

SF 36
AG 24
Esempio : SINTESI DE DELLE INTERAZIONI TOTALI SUL
CORTILE D ’ ONORE

FEMMINE MASCHI
Bibliografia
 S.Berti-Misure dell’Heart Rate Variability (HRV) come indicatore attendibile dell’ interazione
tra uomo e ambiente - www.architetturageobiologia.it
 Elemaya srl- Manuale di uso e manutenzione strumento per misura HRV
 H. Curtis- N.S. Barnes – Le scienze biologiche –Edizioni Zanichelli
 S.Berti- Il rilievo geologico-geobiologico del Palazzo Ducale di Urbino:un approccio
scientifico—Convegno presso l’Abbazia Benedettina di Praglia PADOVA 24 Novembre 2007
 S.Berti- M.Zanicchi- Metodologie operative per la esecuzione di determinazioni strumentali
nell’ ambito dei rilievi geologico-geobiologici Convegno presso la Fiera ENERGETHICA
GENOVA 08 Marzo 2008
 S.Berti –D.Ambrosini- I rilievi strumentali applicati alla geobiologia - Terzo Convegno
Nazionale ―Bioarchitettura&Geobiologia&Legno‖ Riomaggiore LA SPEZIA 20 Giugno 2008
 S . Berti- Misura dell’Heart Rate Variability (HRV) come indicatore attendibile delle
interazioni tra uomo e ambiente-4° Salone delle energie rinnovabili e sostenibili
ENERGETHICA 2009 Fiera Genova
 S . Berti- Medicion de la variabilidad de la frecuencia cardiaca como indicador fiable de la
interaccion del ser humano con el medio ambiente-GEA Asociacion De Estudios
Geobiologicos
 S.Berti –Metodologie innovative di indagini biofisiche sperimentali – Quarto Convegno
Nazionale ―Bioarchitettura&Geobiologia&Legno‖ EXPO LA SPEZIA 19-20 Giugno 2009
 E.Silvestre Fortea-Geobiologìa y Biohabitabilitad:la salud a travès del hàbitat-Cuadernos
monogràficos GEA 1
Grazie per l’ attenzione!
“Siamo cosi ’ lontani dal
conoscere tutte le forze della
natura e le modalità delle loro
azioni,che non sarebbe
degno di un filosofo negare
un fenomeno semplicemente
perché è inspiegabile allo
stato attuale delle nostre
conoscenze .Più è difficile
riconoscerne l’ esistenza, più
noi dobbiamo studiare con
attenzione”

Pierre Simon de Laplace