Sei sulla pagina 1di 171

UD1

L’informatica e la struttura di un
elaboratore
Ud 1: Concetti introduttivi
 Concetti generali
 Informazione e trasmissione
 Struttura generale di un elaboratore
 Hardware e software
 Struttura di un elaboratore
 La tastiera
 Il monitor
Concetti Generali 1.1
 Informatica: Elaborazione automatica dell ’informazione
(Informazione + elaborazione automatica)
 Oggi un computer non è più visto come uno strumento in grado di
risolvere un problema specifico (solo programmazione o
Elaborazione), ma piuttosto è un elemento in grado di comunicare,
rendendo ininfluenti le distanze geografiche nei rapporti tra le
persone, le aziende, ecc...
 Quindi, Oggi il computer serve per la:
 programmazione (scrittura dei programmi)
 elaborazione (esecuzione dei programmi),
 ma è anche usato per comunicare, rendendo ininfluenti le
distanze geografiche nei rapporti tra le persone, le aziende, ec c...
Informazione
 Tutto ciò che possiede un significato per l ’uomo e
che viene comunicato o conservato in vista di una
utilità pratica.
 Le informazioni si presentano in varie forme:
 Caratteri
 Numeri
 Immagini
 Luce
 suoni
 Ecc…
Trasmissione delle
informazioni
 Affinchè 2 entità possano comunicare è necessario che
riescano a capirsi (esempio 2 persone che parlano lingue
diverse).
 Allora occorre che siano stabiliti e rispettati:
 Il CODICE della trasmissione, cio è le regole secondo
cui viene TRADOTTO il messaggio prima dell ’invio (es.
alfabeto comune e le parole in italiano)
 La TECNICA di trasmissione (es. telefono)
 Il PROTOCOLLO della trasmissione, cio è le Regole
per uno scambio corretto delle informazioni (es. regole
grammaticali per creare frasi che abbiano un senso
compiuto in Italiano)
Esempio
 Giochiamo a carte: a poker
 Il codice sono il tipo di carte (francesi)
 Il protocollo sono le regole del poker
 La tecnica: visualizzazione delle carte
 Se decido di giocare a Texas Holdem => modifico il protocollo

regole
Esempio 2
 Giochiamo a carte: a briscola
 Il codice è diverso (carte napoletane o siciliane)
 Il protocollo sono le regole della briscola
 Se decido di giocare a scopa => modifico il protocollo

regole
Trasmissione delle informazioni(2)
 I caratteri e i simboli che compongono il
Messaggio e che vengono trasformati per
viaggiare sul mezzo trasmissivo sono detti
SEGNALI
 I Segnali possono essere:
 DIGITALI: se associati a cifre binarie (0,1)

 ANALOGICI: se sono rappresentati da


grandezze che variano con continuit à nel
tempo
Trasmissione delle informazioni(3)

0110011001110011

Comunicazione Digitale

Comunicazione Analogica
Hardware, software, tecnologia
dell’informazione
 ICT: Information and communication
technology (tecnologie della comunicazione e
dell’informazione).
 L’Informatica si divide in 2 rami principali:
 L’Informatica teorica: studio per la risoluzione
di problemi e realizzazione di algoritmi
 L’Informatica applicata : si occupa dello
sviluppo:
 dell’Hardware (dispositivi fisici ed elettronici)
 e del Software (insieme dei programmi per
l’elaborazione dei dati)
Struttura generale di un sistema di
elaborazione
 Un computer deve:
 Poter eseguire operazioni Aritmetico/logiche
 Poter trattare anche Caratteri e non solo numeri
(codifica ASCII, UNICODE, ecc…
 Saper elaborare una grande quantit à di dati e con
elevata velocità
 Saper acquisire dati dall ’esterno (input) e produrre
risultati (output)

INPUT OUTPUT
Struttura generale di un sistema di
elaborazione
 Si chiama anche Sistema di Elaborazione
perché costituito da varie Risorse
classificabili in:
 Hardware
 Software
L’Hardware e il Software (1)
Hardware
Il termine hardware (ferraglia) indica tutte le componenti
fisiche ed elettroniche di un computer , che possono essere
toccate con mano.

Esempi tipici di hardware sono:


• lo schermo,
• la tastiera,
• il mouse,
• la stampante,
• il case (Tower o Desktop)
• e tutti i dispositivi
• elettronici (scheda madre, processore, RAM,
schedevideo, schede audio, schede modem /fax)
• ed elettromeccanici (floppy disk, hard disk, CDROM ).
L’Hardware e il Software (2)
Software
Con il termine software vengono identificati i programmi e la
Documentazione
I programmi sono una sequenza di operazioni elementari,
dette istruzioni, che rispettano la sintassi di un dato
linguaggio di programmazione, e permettono ad un computer
di funzionare come fornitore di servizi per l ’utente.

Tra i programmi più diffusi ci sono:


• i Programmi di Base : Sistemi Operativi, i Compilatori
per linguaggi di programmazione
• i Programmi Applicativi : gli elaboratori di testo, i
programmi per la grafica, i video giochi, ecc …
Le parti di un Computer
La configurazione di base di un computer si presenta
suddivisa in tre parti fondamentali:
· lo schermo, o monitor o video o terminale (OUTPUT);
· la coppia tastiera e mouse (INPUT)
· il case (in italiano scatola), che è il computer vero e
proprio.

Vediamo cosa sono…


Visione complessiva
Modello di Von Neumann. Modello di funzionamento di
un pc
Unità centrale
Perferiche CPU Mem.Centr Perferiche
INPUT (CU –ALU) (RAM–ROM)
OUTPUT

Memorie
di MASSA
Concetti di base

Che cos'è un pixel?


 un pixel è il più piccolo componente discreto di una
immagine sullo schermo
 normalmente un punto con colore

Che cos'è la risoluzione video?


 la risoluzione è il numero di pixel (o punti) per
pollice dpi (dots per inch)

17
Risoluzione
 Esempio i mosaici

Più piccoli sono i tasselli maggiore è la qualità


l’immagine
Concetti di base
Schermi
I due più importanti standard sono:
 CRT (cathode-ray tube / tubo a raggi catodici)

 LCD (liquid crystal display / schermo a cristalli


liquidi)

 TFT: è un LCD standard di alta qualità

19
Concetti di base

La risoluzione video - Un
0 esempio 800

 800 x 600
0
 1024 x 768
 1600 x 1400
 proporzione 4 : 3

600

20
MONITOR
CARATTERISTICHE
• Pollici: unità di misura della
dimensione dello schermo
• Pixel: il più piccolo elemento che
viene visualizzato sullo schermo
Standard • Risoluzione: numero di pixel che
grafici possono essere visualizzati
contemporaneamente
• Hercules
• Dot pitch: distanza fra due pixel
768 x 348 Pixel - 2 colori
• Refresh: (si misura in Hz) indica
• CGA (Color Graphic Adapter)
il numero di volte che l ’immagine
320 x 200 Pixel - 16 colori
sullo schermo viene rinfrescata in
• EGA (Enhanced Graphic Adapter)
un secondo
640 x 350 Pixel - 16 colori
• VGA (Video Graphic Adapter)
1024 x 768 Pixel - 256 colori
• SVGA (Super VGA)
1280 x 1024 Pixel 16 milioni di colori
Riassunto: Schermo o Monitor (OUTPUT)
Lo schermo di un computer è assimilabile ad un normale televisore (tubo a raggi
catodici oppure LCD a cristalli liquidi).

Il monitor è caratterizzato dalla DIMENSIONE, dalla QUALITA’ e dal PREZZO.

La dimensione di uno schermo si misura in pollici (da 14 ad oltre 24): diagonale


dello schermo stesso;

la qualità dipende del monitor dipende da 2 fattori:


• dalla risoluzione, misurata in pixel (per es.: 800X600, 1024x768,
1280x1024, ecc…)
• dalla frequenza di scansione , misurata in Hertz (per es.: 70 Hz): maggiore
è la risoluzione e la frequenza di scansione dello schermo, maggi ore è la
sua qualità.

Il prezzo dello schermo è proporzionale alla qualit à e alla dimensione.


OSSERVAZIONE: Prezzi pi ù alti per gli schermi piatti basati sulla tecnologia dei
cristalli liquidi (LCD). Questi schermi sono stati introdotti pe r i computer portatili
(laptop) ma hanno ormai soppiantato i CRT anche per normali PC.
La tastiera (INPUT)
È costituita da un insieme di tasti la cui pressione provoca l ’invio di
segnali interpretati dal computer come caratteri o come comandi.

TIPI DI TASTIERA:
• Diverse in base alla lingua: su quella italiana ci sono tasti c he
non sono presenti su quella americana e viceversa, ecc…
• tastiere sempre più ergonomiche (facilitano il lavoro
prolungato)
• e in alcuni casi possono associare tasti particolari a funzioni
complesse (es. la connessione in Internet).
La tastiera (INPUT)
 La Tastiera: costituita da tasti; quando questi vengono battuti come
conseguenza macroscopica si ha un ritorno nel video.
In una tastiera tradizionale si hanno 4 zone:
1 - tastierino numerico (sulla destra)
2 - tasti dattilografici (zona sinistra e centrale)
3 - tasti direzionali di movimento (fra la zona 1 e 2)
4 - tasti funzione posti in alto
Esc Tasti funzione Tasti speciali

Tastiera alfanumerica Tastierino numerico


La tastiera
 Tastiera alfanumerica : caratteri, numeri, simboli
di punteggiatura
 Shift: assieme a un carattere => Maiuscolo.
Stampa anche il simbolo superiore nei tasti con
2 simboli
 Caps Lock: rende maiuscoli tutti i caratteri
alfabetici (accende la lucetta)
 Tab (tabulatore): permette di spostare il cursore
verso destra a distanza fisse o impostate
dall’utente (arresti di tabulazione)
La tastiera
 Backspace (tasto di ritorno): cancella i caratteri
a sinistra del cursore
 Esc: consente di uscire da un men ù, da una
finestra, senza conferma
 Ctrl (control): in combinazione con altri tasti
attiva particolari comandi a seconda
dell’applicazione (ad esempio Ctrl+C, Ctrl+V)
 Alt (alternate): in combinazione con altri tasti
per svariate azioni
 Alt Gr (Alt grafico): abilita la scrittura dei simboli
posti a destra nel tasto ( ad esempio @)
La tastiera
 Invio (return): ritorno a capo, confermare
comando.
 Stamp (print screen): memorizza un’area della
videata negli appunti (la finestra attiva con Alt)
 Canc (Del): cancella a destra del cursore
 Ins: consente Scrittura a inserimento o la
sovrscrittura.
 Home: sposta il cursore a inizio riga ( +Ctrl
a inizio documento)
 Fine: sposta il cursore all’ultimo carattere
della riga o della pagina (+ Ctrl)
esercitazione
 01_Esercitazione fine Ud1.doc
UD 2: il case
 Il case
 Processore
 Memoria centrale
 Memorie di massa
 Prestazioni di un computer
Concetti di base

A prima vista... Alimentazione


Lettore
DVD PC e Monitor

Porte Ps/2

Porte USB

Lettore e Porte seriali


masterizzatore
CD Porta parallela

Uscite Video

Drive
Floppy disk Porta joystick
Uscite scheda
audio
Pulsante di (microfono,casse,
accensione cuffie)

Pulsante di Scheda di rete


reset

davanti dietro
30
Concetti di base

Componenti hardware
 Motherboard
 Processori
 CPU (central processing unit)
 Chipsets (altri processori, e.g. video chip)

 Memorie
 centrale RAM (random access memory) o interna
 di massa o esterna (hard disk, CD, etc.)

 Bus per veicolare le informazioni tra le diverse


componenti
 Porte di comunicazione di input/output
 Dispositivi di ingresso, e.g. tastiera, mouse,
scanner, etc.
 Dispositivi di uscita, e.g. schermo e stampante 31
Concetti di base
e.g.: Intel Pentium Core 2 Duo e.g.: HP desktop PC
e.g.: 256 MB-2 GB RAM

Hardware architettura principale Computer


Motherboard
CPU
control bus
Unità di controllo indirizzo bus
data bus

Unità arimetico Memoria centrale Unità I/O


logica RAM (ingresso/uscita)

Porte

Dispositivi

32
e.g.: 160-1000 GB hard disk
La mainboard
Il case è la scatola metallica che contiene la scheda madre ( main-board) sulla quale sono
montate le principali componenti di un computer (CPU, Memorie, e cc… vedremo dopo)
La SCHEDA MADRE

La motherboard e' il componente base di un PC.


Si tratta di un circuito stampato dove sopra sono montati:
1. CPU: Microprocessore
2. Memoria ROM Di sola lettura (BIOS)
3. Memoria RAM Di lettura/scrittura (memoria volatile)
4. Circuiti delle periferiche di controllo: Tastiera, mouse
5. Circuiti delle periferiche esterne: Stampante, joystick!?
6. Controllore dei dischi
7. Canale di comunicazione tra dispositivi PCI
Di tipo PCI (Peripheral Component Interface)

34
Esercitazione
 Cosa contiene il Case?
 Cos’è la scheda la madre?
 Cosa c’è montato nella scheda madre?
 Com’è collegata la CPU con le memorie e le
periferiche?
 Come si collegano le periferiche con il case?
Le fondamentali unit à dell’informazione memorizzata

L’unità di informazione di base è chiamata Bit (binary dig it, in


italiano cifra binaria = 0/1). Qualunque tipo di informazione
memorizzata e/o elaborata in un computer viene rappresentata
tramite una sequenza di Bit.

Esempio: le lettere dell’alfabeto per la lingua italiana, i bit per il computer

Una sequenza di otto Bit viene identificata con il termine Byte


=> 1 byte = 8 bit
Multipli del Byte sono il:
•· 1 KiloByte (KB) =1.024 Byte;
•· 1 MegaByte (MB) = 1.024 KiloByte = 1.048.576 Byte;
•· 1 GigaByte (GB) = 1.024 MegaByte = 1.073.741.824 Byte.
•· 1 Terabyte (TB) = 1024 GigaByte = 1.099.511.627.776 Byte.
Concetti di base - memoria
Che cosa sono bit, byte, KB, MB, GB?
 1 bit = la più piccola unità di memoria, o "1" o "0"
 1 byte = un gruppo di 8 bit (e.g. 01001001)
 1 KB (kilobyte) = 1.024 bytes (circa mille di byte)
 1 MB (megabyte) = 1.048.576 bytes (circa un milione di byte)
 1 GB (gigabyte) = 1.073.741.824 bytes (circa un miliardo di
byte)
 1 TB (terabyte) = 1.099.511.627.776 bytes (circa mille miliardi
di byte)
Esempi
 un file di testo: 20 - 2000 KB
 un file di musica (MP3): 3 - 6 MB
 un file video: 500 KB - 1.5 GB
 un CD: 640 MB
 la memoria centrale degli attuali PC: 256 MB - 1 GB
 l'hard disk degli attuali PC: 160 GB – 1 TB
37
Il processore (CPU)
La CPU (Central Processing Unit) o, in italiano l’unità centrale di
elaborazione del computer, è il vero cervello di un calcolatore elettronico. È
detta anche Microprocessore.
Il suo compito è di elaborare ed eseguire tutte le operazioni che svolge un
computer.

Le sue dimensioni sono veramente ridotte (poche decine di centim etri quadrati)
ed è corredato da una piccola ventola per evitarne il surriscaldamen to.

È composto di due unità:


• l’ unità di controllo che sovrintende le operazioni da farsi
• l’ unità aritmetico-logica (ALU- Arithmetic Logical Unit) che ha invece la
funzione di effettuare calcoli, operazioni logiche e confronti r ichiesti dall’unità di
controllo.

Le istruzione che deve eseguire la CPU le preleva dalla memoria RAM


LA CPU: PARAMETRI
 il parametro fondamentale per giudicare le prestazioni di un
microprocessore e’ la sua velocita’ di calcolo che viene misurata
in mips (milioni di istruzioni al secondo).

 la velocita’ di calcolo è proporzionale alla frequenza del clock della


cpu

 l’unità di misura della frequenza (inverso di un tempo) è Hz e


quantifica il numero di operazioni elementari in un secondo
(multipli: MHz o GHz)

 i microprocessori dell ’ultima generazione hanno raggiunto una


frequenza dell’ordine del giga hertz (3 ghz), ovvero miliardi di tick
del clock in un secondo.

 I microprocessori di ultima generazione hanno 2 o 4 core cioè


come se fossero più processori in uno.
LA CPU: PARAMETRI
 ALTRI PARAMETRI DELLA CPU SONO:

 DIMENSIONE DEI REGISTRI (32, 64 BIT)

 DIMENSIONE DELLA CACHE DI PRIMO LIVELLO OVVERO


DENTRO IL PROCESSORE STESSO (32 O 64 KB)
 NELLA SCHEDA MADRE ESISTE UNA CACHE DI SECONDO
LIVELLO (L2) DI DIMENSIONI MAGGIORI (256, 512 KB)
 ARCHITETTURA:
 CISC (COMPLEX INSTRUCTION SET COMPUTER).
HANNO UN SET DI ISTRUZIONI MOLTO COMPLETO
 RISC (REDUCED INSTRUCTION SET COMPUTER).
RIESCONO A SVOLGERE POCHE OPERAZIONI, MA IN
MANIERA MOLTO VELOCE. LE ISTRUZIONI PI Ù
COMPLESSE SI OTTENGONO DALLA COMPOSIZIONE DI
ISTRUZIONI SEMPLICI
1) Tipo di processore
Per tipo di processore si intende la marca e modello di processore installato
• Intel: 8086, 80286, 80386, 80486, PENTIUM I (MMX), PENTIUM II, III e IV.
• OGGI: Intel Pentium 4 D925, 3.2 GHz Intel Pentium Core 2 Duo – Quad Core
3 GHz
•AMD: K5, K6, Duron, Athlon
•Cyrix: 5x86, 6x86

A partire dai PENTIUM I 200 si è adottata la tecnologia MMX nel cui set di istruzioni ne
compaiono alcune dedicate alla elaborazione di informazioni multimediali . (per grafica
3D, suoni e video)

È stata inserita la memoria CACHE (sul chip del processore o sulla zoccolo della stessa
scheda) => incremento della velocità di accesso ai dati (PRESTAZIONI) e aumento del
costo del processore.
La INTEL ha commercializzato il CELERON (senza Cache) con prezzi e prestazioni
ridotte rispetto ai PENTIUM.
l’Athlon (AMD) è più veloce del Pentium III perch è usa meglio la memoria cache!!
Concetti di base - velocità
La velocità di CPU
 grazie al segnale di clock è possibile sincronizzare
tutte le funzioni del processore. Il valore della
frequenza delle oscillazioni del clock determina la
velocità di elaborazione.
Che cosa sono Hz, MHz, GHz?
 1 Hz (Hertz) = una oscillazione al secondo

 1 MHz (mega Hertz) = un milione di Hz

 1 GHz (giga Hertz) = un miliardo di Hz

Esempio
 Una CPU single core ha circa: 3 -3.7 GHz . Una CPU
dual core degli attuali PC unisce 2 o 4 processori
indipendenti montati su un unico package con clock
sotto i 3 GHz 42
Esercitazione
 Qual è il parametro che misura le prestazioni
di una CPU?
 Qual’è l’Unità di misura di velocità di una
CPU?
 Cos’è la memoria cache?
 Come si misura lo spazio di memoria?
La Memoria

Con il termine memoria si intende generalmente la memoria


centrale di un elaboratore dove risiedono i dati ed i
programmi del calcolatore

La memoria di un calcolatore è raffigurabile ad un enorme


casellario, ove ciascuna casella contiene un ’informazione e
ove ciascuna casella è referenziabile mediante la sua
posizione nel casellario, ovvero mediante il suo indirizzo.

Una casella di memoria, detta in genere “cella”, è la più


piccola unità indirizzabile ed è costituita da un insieme di bit
(unit digit).

Il contenuto di una cella viene normalmente detto byte.


Memoria Centrale
La CPU è in grado di leggere e scrivere esclusivamente dalla
memoria centrale che ha quindi il compito di contenere i
programmi ed i dati che la CPU deve elaborare.
•RAM (Random access memory): usata in lettura e scrittura
permette al S.O. di accedere direttamente ai dati . E’ di tipo
volatile.

•ROM (Read only memory): usata solo in lettura serve a


contenere il BIOS.
La capacità di memoria si misura in Byte (8 BIT) e suoi
multipli:
KB (1 kilobye = 1024 byte); MB (1 megabyte = 1024 KB);
GB (1 gigabyte = 1024 MB); TB (1 terabyte = 1024 GB).
La memoria RAM
La Random Access Memory (Memoria ad Accesso Casuale) è una
memoria di lavoro
è il dispositivo in cui risiedono i dati e i programmi elaborati dal
processore. La CPU ha bisogno della RAM per “RICORDARSI”
dei dati e delle istruzioni che deve elaborare
La sua denominazione deriva dal fatto che può essere immaginata
come un nido di api in cui il contenuto delle celle può essere
letto/scritto in maniera casuale.
Fisicamente sono dei chip (Schede SIMM e DIMM) montate sulla
scheda madre

Tempo di Accesso
Il tempo di accesso (lettura o scrittura) di una cella della RAM è espresso in
nanosecondi (nsec = 10 -9 secondi, MILIARDESIMI di Secondo)
La ROM-BIOS

La Read Only Memory (ROM) è una memoria (anch’essa CENTRALE) che viene
scritta una volta sola dal costruttore del computer ed è di sola di sola lettura (a
differenza della RAM).
La ROM CONTIENE il FIRMWARE:
1. Il Programma per l’avvio (Bootstrap) che permette il caricamento del Sistema
Operativo in memoria RAM.
• Esso viene cercato nel lettore di floppy disk, nell ’hard disk oppure nell’unità
CD-ROM (ordine di boot).
• La sequenza nella quale viene eseguita la ricerca può essere dec isa
dall’utente. Una sequenza tipica è: floppy disk, CD-ROM, hard disk.
2. Il programma di autodiagnostica che effettua un test delle parti del computer e
un test delle periferiche;
3. Il Setup BIOS (Basic Input Output System ) che gestisce le periferiche e la loro
configurazione
Esercitazione
 Cos’è la memoria?
 Quanti tipi di memoria conosciamo?
 Cos’è la RAM e cosa è l’acronimo RAM?
 Cos’è la ROM e cosa contiene?
L’organizzazione logica dei dati
File (in italiano: archivio)
Un file è un’informazione strutturata che è stata salvata su di un dispositivo
di memoria e alla quale è stata assegnato un nome.

Quando per esempio si salva un documento realizzato con un progr amma di


elaborazione di testi (lettera, relazione, ecc.), dando ad esso un nome, si crea
un file. Quando si installano programmi su di un computer, quest i vengono
salvati sull’hard disk come file.

Directory
Analogamente a quello che succede per i documenti cartacei, anch e i file
possono essere raccolti in cartelle (directory) a cui è possibile assegnare
un nome identificativo. Le directory si possono inoltre immaginare come
delle tabelle che forniscono informazioni su dove risiedono i fi le.
Cartelle e struttura dei file

Analogie con lo schedario

• risorse del computer = schedario;


• unità (A,B,C,D) = cassetti;
• insiemi di documenti = cartella;
• documenti interni ad altri documenti = sottocartelle;
• documento = file.
Record e Campi
RECORD
In molti casi la struttura interna di un file è del tutto libera, in altri casi sono strutturati a
blocchi (record) di lunghezza fissa o variabile. Un record è un insieme di informazioni tra
loro collegate che si riferiscono al medesimo oggetto o entit à.

CAMPI
A loro volta i record sono costituiti dai campi di dati. Per ese mpio i campi di un record
utilizzato per descrivere una persona sono: Nome, Cognome, Resid enza, Luogo di nascita,
ecc…

Esempio: un record di uno Studente:


nome fabio
cognome cantaro
residenza viale …..
ecc…
La struttura a directory
L’organizzazione dei documenti e dei programmi all ’interno del computer può
essere descritta da un albero

I documenti vengono raccolti in cartelle (directory) sulla base di un criterio di


omogeneità.

Le cartelle sono ulteriormente raggruppate in cartelle seguendo successivi


criteri di affinità stabiliti dall’utente.

Il principio è esattamente analogo a quello di un qualsiasi sistema di


archiviazione (cataloghi, schedari d ’ufficio ecc.). Questo tipo di struttura
facilita il ritrovamento di dati e programmi nell ’hard disk
La memoria di massa
Scopo: consentire la memorizzazione di informazioni a lungo termine,
anche a seguito dello spegnimento del computer ed esisteranno finchè
noi non le cancelleremo.

memorizzati in modo permanente i File e il software di un


computer, i quali, al momento del loro utilizzo, saranno copiati
nella RAM per essere eseguiti.

Le memorie di massa utilizzano componenti non totalmente


elettronici (ad esempio dispositivi elettromeccanici) che
rallentano notevolmente i tempi di accesso.

Più CAPACITA’ ma MENO VELOCITA ’ rispetto alla RAM


Concetti di base
Memorie di massa
 Floppy drive

 Hard disk (HD)


Ci sono diversi standard:
(1) IDE (Integrated Drive Electronics )
 CD (es. Ultra DMA o Ultra ATA)
 DVD (2) SCSI (Small Computer System Interface)
 ZIP drive
(3) SATA (Serial ATA)

 USB pen
testino di
IDE Drive (es. hard disk) lettura/scrittura

IDE channel

PC Controller
scheda madre

disco

54
cavo di collegamento (piattina)
La memoria di massa
Tipi di memorie di massa :
• i dischi rigidi (hard disk):
• i floppy disk :
• i Zip Disk:

• i CD-ROM (Compact Disk-Read Only Memory)


VANTAGGI : grande capacità di memorizzazione (circa 650 MB) e sono rimovibili.
SVANTAGGIO: possono essere scritti una volta soltanto mediante i masterizzatori.
Questo difetto sta comunque scomparendo grazie ai CD -ROM riscrivibili, il cui costo è
ormai accessibile;
• le cartucce magnetiche: sono, come i floppy disk, memorie magnetiche rimovibili ma
a differenza di questi ultimi hanno una maggiore capacit à di memoria (alcuni GB) e un
costo per MB minore rispetto alle altre memorie di massa. Il lor o scopo principale è
quello di creare delle copie di sicurezza ( BACKUP) dell’intero software di un
computer o di una banca dati.
Hard disk (disco rigido)
Il disco rigido è una memoria di massa.
Si usa per memorizzare:
• i programmi e i file usati dall ’utente,
• il Sistema Operativo

CARATTERISTICHE:
• Capacità: centinaia di GB.
• Ne esistono Interni ed Esterni al Case
• tempo di accesso dell’ordine dei millisecondi (msec = 10 -3 secondi).
• memoria virtuale: l’hard disk viene visto dai programmi in esecuzione
come una enorme RAM
• Non è volatile
• Si può leggere e scrivere => è sia di Input che di Output (I/O )
Hard Disk
 Ha componenti meccanici
 Un disco ricoperto di sostanza magnetica che gira a velocit à
vertiginosa
 Una testina di lettura
che “galleggia” su di
un cuscinetto di aria
 Diviso in settori
(cluster)
 Adopera Controller e
Buffer
 Rotazione da 5400
RPM a 10000 RPM
 Dimensione oltre
100 GB
 IDE, SCSI o SATA
Le Unità a DISCO magnetico
Pila di dischi magnetici che ruotano attorno ad un asse
comune. La capacità rappresenta la quantit à di informazione
memorizzabile.

Le informazioni sono memorizzate in:


•TRACCE concentriche suddivise in
SETTORI separati da GAP.
• ogni settore ha la stessa
dimensione (normalmente 512 byte)
• Le informazioni sono raggruppati in Blocchi
• Durante il funzionamento il disco si mantiene sempre in
movimento a velocità costante
Esercitazione
 Cos’è la memoria di massa?
 Elencare alcuni esempi di memoria di massa.
 Elencare alcuni standard.
 L’HD è di input o di output?
 Dimensione tipica e velocit à di accesso un
HD?
Drive o lettore di floppy disk
E’ il dispositivo per operare in lettura e in scrittura (I/O) sui floppy disk che
sono supporti magnetici aventi capacit à di circa 1,5 Mbyte. Un computer può
avere anche più di un drive per floppy.

•Rispetto al Disco Fisso, un dischetto floppy ha una bassa capaci tà (giga byte)
contro 1,5 Mbyte ed è molto più lento nella lettura/scrittura.
• i Floppy disk sono esterni e vanno inseriti nel drive
•capacità di 1,44 MB.
• Utilizzati per piccoli prg o documenti dell ’utente.
• punto di forza: essere rimovibili e facilmente trasportabili, a nche se di capacità
ridotte.
• Punto di debolezza: ridotte capacit à (ormai soppiantato dalle Pen Drive) e
fragilità (soffrono il calore e la presenza di campi magnetici)
• è possibile proteggerli da accidentali cancellazioni tramite una linguetta presente
nella faccia posteriore del floppy stesso
• Formattazione: operazione per renderli leggibili per un certo S istema Operativo.
Altri Dischi magnetici rimovibili
 Floppy disk, può contenere al massimo 1.44 MB
 Iomega ZIP fino a 250 MB
 Iomega Jaz fino a 2 GB
 Tempo di accesso superiore rispetto all ’hard disk

 Pro: economicità - diffusione


 Contro: bassa capacità - deteriorabilità
Drive o lettore di CD-ROM
Sono i dispositivi in cui vengono inseriti i CD -ROM.
Permette solo la lettura, non è possibile scrivere sul CD.

Similmente, anche per la scrittura ci sono i


MASTERIZZATORI che utilizzano particolari dischi CD che
possono essere scritti una (gold) o pi ù volte (silver).

In base alla velocità di lettura ci sono lettori CD-ROM a 4X,


8X,16X,24X,32X.
Attulamente i più diffusi sono i 52X, dove X=150 KBps
(KiloByteper secondo) ma sono già in produzione lettori ancora
più veloci.
CD Rom
 Tipo di lettura: ottica
 Tipo di accesso: sequenziale
 Capacità: 650Mb CD – 470Gb DVD
 Pro: diffusione - economicità

• E’ un disco di plastica inciso da un laser;


• ha una sola traccia a forma di spirale, la lettura dei dati avv iene
in modo sequenziale;
• esistono anche supporti scrivibili (CD -R) mediante
appositi apparecchi detti masterizzatori o CD-Writer;
• esistono anche CD riscrivibili pi ù volte (CD-RW).
DVD-ROM
 Esternamente del tutto simili ai CD
 Nato per contenere Film
 Possono contenere diversi GB di dati (4.7GB al
momento, ma fino a 17GB in futuro)

 Adesso anche “masterizzabili”


Nastri
 Tipo di lettura: magnetica
 Tipo di accesso: sequenziale
 Capacità: 150 Gb e oltre
 Pro: capacità - economicità
 Contro: deteriorabilità
 Evoluzioni future: Capienza maggiore

 è un nastro di plastica con un sottile strato di ferrite in super ficie


avvolto in due bobine che ne permettono lo scorrimento
 sono contenuti in un involucro di plastica e alluminio

 utilizzati per l’archiviazione dei dati di grandi quantit à di dati

 lentezza nella lettura dei dati

Ancora oggi la maniera pi ù affidabile per il back-up


Gerarchie di memoria ( in funzione della velocit à)
Esercitazione
 Quali memorie di massa sono magnetiche e
quali a laser?
 Differenza tra CDROM e DVD?
 Differenza tra Floppy, Iomega ZIP e nastri?
 Per scrivere un CD o un DVD cosa mi serve?
 Ordine di velocità delle memorie.
Le prestazioni di un computer (1)
Fattori influiscono sulla prestazione di un computer
In linea generale tre fattori pesano sulla prestazione di un PC:
1) tipo di processore ( IL PARAMETRO FONDAMENTALE PER
GIUDICARE LE PRESTAZIONI DI UN MICROPROCESSORE E ’ LA SUA
VELOCITA’ DI CALCOLO CHE VIENE MISURATA IN MIPS (MILIONI DI
ISTRUZIONI AL SECONDO). );

2) frequenza di clock;
3) capacità e tempo di accesso della RAM .
4) Il numero di applicazioni eseguite contemporaneamente
(Multitasking)
Le prestazioni di un computer(2)
2) La frequenza di clock

La F. di clock è un altro fattore che gioca nelle prestazioni:


maggiore è la frequenza di clock => maggiore è la velocità
del processore nell’eseguire le operazioni elementari.
Misura della Frequenza di clock:
si misura in MegaHertz (1 MHz = 10 6 Hz) che significa il
numero di operazioni elementari eseguite in un secondo.
Frequenza di clock dei nuovi processori: dai 100 MHz ad oltre
1000 MHz (1 GHz) cioè possono eseguire sino ad un miliardo di
operazioni in un secondo.
L’alimentatore
È il componente che tramite un cavo è collegato ad una presa di
corrente elettrica.
Ha il ruolo di fornire l’energia elettrica (alimentare) necessaria
al funzionamento del computer.
VERIFICA SCRITTA

 02_Dopo_Ud1-Ud2-Ud3.doc
UD 3: porte e periferiche
 Porte
 Periferiche di input
 Periferiche di output
 Periferiche di input/ouput
Concetti di base
0, 1, 1, 0, 1, ...
Porta seriale Unità 1 Unità 2

 una linea di comunicazione dati che trasmette un


singolo bit per volta su un unico filo di trasmissione

Porta parallela
• una linea di comunicazione dati che trasmette più
bit per volta su tanti fili di trasmissione quanti sono i
bit trasmessi contemporaneamente
0, 1, 1, 0, 1, ...
1, 0, 1, 0, 0, ...
0, 0, 1, 1, 1, ...
Unità 1 Unità 2
73
Concetti di base
L'unità per la velocità di comunicazione è il bps
 Kbps (Kbits/sec): kilo bits per secondo
 Mbps (Mbits/sec): mega bits per secondo
 1 Kbps = 1000 bits per secondo
 1 Mbps = 1 milione bits per secondo

Inoltre:
 KB/s: kilo bytes per secondo

 MB/s: mega bytes per secondo

74
Concetti di base
Le porte di un PC
Porta Utilizzo Velocità

Seriale RS 232
Modem, mouse, PC-PC 115 Kbits/sec
COM1, COM2, ..., COM4

Parallela
Stampante 800 Kbits/sec
LPT1, LPT2, LPT3

PS/2
Tastiera, mouse 256 Kbits/sec
(seriale)
Tastiera, mouse,
USB
periferiche di nuova 12 Mbits/s
(Universal Serial Bus)
generazione
Periferiche di nuova
USB 2.0 480 MBits/s
generazione

Firewire (IEEE 1394) Periferiche di nuova


800 Mbits/s
(high-speed serial bus) generazione

75
Concetti di base
Le porte di un PC (rete)
 seriale RS-232 (COM ports, 115 Kbps)

 Telefono / Modem (56.6 Kbps)

 USB (12 Mbps)

 USB 2.0 (480 Mbps)

 Ethernet - 10BaseT; twisted pair (10 Mbps)

 Ethernet - 100BaseT (100 Mbps)

 Ethernet - 1000BaseT (1000 Mbps)

 radiotrasmissione (wireless); es. Bluetooth (2 Mbps)

 irDA; infrarossi (4-100 Mbps)

76
Concetti di base

Le porte di un PC (grafico e schermo)


 VGA (video graphics array): porta standard per lo
schermo; e una porta di video analogico
 SVGA (super VGA) lo standard moderno
 AGP (accelerated graphics port): 2133 MB/s
la porta tra la scheda madre e la scheda grafica
 PCI Express 16x: 8 GB/s di bandwidth

AGP scheda VGA


grafica

es. ATI Rage 3D 77


Scheda video
È una scheda che viene inserita in uno slot sulla scheda
madre.
Serve per eseguire i calcoli necessari per “DISEGNARE”
sullo schermo del computer.
Scheda video
Maggiore è la qualità della scheda video, maggiore è la
qualità dell’immagine che visualizziamo sullo schermo
sia in termini di colore che di risoluzione (DPI numero
di PIXEL per pollice)

Le schede video contengono processori dedicati ad


eseguire sofisticati calcoli necessari per la
visualizzazione 3D. Contengono anche banchi di
memoria (più memoria => più velocità di per
visualizzare immagini complesse)
Scheda audio
E’ collegata a casse acustiche. Elabora i segnali provenienti dall a
CPU e invia il suono o la musica generata alle casse acustiche.

Quindi è da considerarsi un dispositivo di Output, anche se la


presenza di linee di ingresso (per collegare microfono o linee d i
un hi-fi) lo rendono anche un dispositivo di Input => I/O

Come la scheda video, questa scheda viene infilata su di slot della


scheda madre
Scheda di rete
Serve per connettere il proprio PC ad altri PC all ’interno di una
rete locale.

E’ una scheda Hardware che p uò essere inserita in uno slot della


scheda madre proprio come le schede audio e video
Interna (su BUS PCI) o integrata sulla scheda madre
Scheda SCSI

Lo standard SCSI (pronuncia " scasi"): è un protocollo di


comunicazione tra il computer e i dispositivi di I/O.

Una scheda SCSI è quindi necessaria per gestire in modo


ottimale alcuni tipi di dispositivi come hard disk, masterizzato ri
e scanner che supportino tale standard.

Nei normali PC viene usato lo standard IDE che è un altro protocollo


di comunicazione tra il computer e i dispositivi di I/O.

Di seguito viene riportata una breve descrizione di alcune


apparecchiature esterne che possono essere facilmente collegate ad
un computer.
Scheda di rete

drive floppy

disco fisso
periferiche interne

scheda audio
drive cd rom e
masterizzatore

cavi schermati per la


connessione dei dischi

scheda video

scheda madre

RAM
componenti essenziali

ventola di
CPU raffreddamento
Modem (I/O)
Il modem (abbreviazione di modulatore-demodulatore) è un
dispositivo utilizzato per collegare i computer alla rete telefo nica
Infatti il PC manipola segnali digitali, mentre la linea telefon ica è
adatta per segnali analogici (voce) => in mezzo ci sta il modem

In pratica il modem trasforma i segnali telefonici in segnali


interpretabili dal computer e viceversa.

Uso più comune: connettersi a Internet dalla propria abitazione

Interno od esterno
Stampante (Output)
La stampante consente di stampare su carta delle informazioni
provenienti dal computer (testi, immagini, liste o grafici).

Tipi di stampante
• ad AGHI (a impatto)
• a GETTO d’INCHIOSTRO
• al LASER

Tra quelle a Getto d’Inchiostro ci sono quelle a colori e quelle che


permettono di stampare su materiali diversi dalla carta come luc idi
o cartoncini.
Concetti di base
...E che cos'è l'unità di risoluzione per stampante?
 anche pixel (o punti) per pollice dpi (dots per inch)

 risoluzioni tipiche: 300 dpi oppure 600 dpi

Altre caratteristiche importanti per schermi e stampanti


 dimensione (es. A4 per stampante; 1024x768 per
schermo)
 colori (es. scale di grigio per stampante; Milioni di colori
per schermo)

86
Le stampanti ad Aghi
Stampanti a contatto (ad Aghi)
• i caratteri stampati sono ottenuti premendo una testina
(con degli aghi) sulla carta che stampa dei puntini
ravvicinati a formare il carattere.
• tra la testina e la carta è interposto un nastro colorato
• la carta era a moduli continui con fori laterali
• La velocità di stampa viene misurata in numero di caratteri
stampati al minuto e il formato di stampa viene espresso in
colonne (in genere 80 o 126).

CARATTERISTICHE
• Le stampanti a contatto hanno una bassa qualità di stampa,
• sono molto rumorose e sono utilizzate in ambiti dove necessita una
grande quantità di stampati di bassa qualit à (solo testo o semplici grafici)
• anticamente basso costo oggi costose (solo per commercialisti)
Le stampanti senza impatto (Laser e
a Getto di inchiostro)

• l’immagine viene riprodotta su carta senza alcun contatto di parti


meccaniche come aghi o dischi rotanti.
• Le tecniche utilizzate sono principalmente basate sull ’elettrostatica
e la fotostatica. Queste stampanti garantiscono una maggiore
qualità di stampa rispetto alla categoria precedentemente
analizzata, anche se i loro costi di gestione sono più elevati.
• La velocità di stampa viene misurata in numero di pagine al
minuto (ppm) e la qualità in dpi (dot per inch = punti per pollice).
• I formati di stampa dipendono dal formato della carta (A3, A4,
ecc.).
Stampanti Getto di inchiostro
1) le stampanti a getto d ’inchiostro (ink jet printers)
• I caratteri sulla carta vengono formati spruzzando da una testin a
inchiostro quando e dove necessario.
• Sono veloci e silenziose e permettono di raggiungere un buon
rapporto qualità prezzo. C’è anche la possibilità di avere stampe a
colori di qualità fotografica, utilizzando una carta speciale;
• L’inchiostro (Liquido) è contenuto in apposite Cartucce sostituibili
(montate nella testina)
STAMPANTI LASER (1)
• le stampanti laser (laser printer) sono cosi chiamate perch é
l’immagine viene:
• prima ricostruita in memoria
• Poi ricostruita elettrostaticamente da un raggio laser su un
Tamburo a cui adersice il Rullo rivestito di inchiostro in polvere
(toner)
• Quindi l’inchiostro viene fatto aderire a caldo sulla carta
STAMPANTI LASER (2)

CARATTERISTICHE
• sono ancora più veloci e silenziose di quelle a getto d’inchiostro
• producono stampe di qualità elevata (oltre 1000 dpi)
• costi elevati di gestione (toner costo circa 80 €)
• Usate normalmente in UFFICIO
• L’inchiostro è contenuto in cartucce chiamate TONER
La scheda di rete
Dispositivo di input/output

 Ha la funzione di collegare il personal computer alla


rete locale

 Interna (su BUS PCI) o integrata sulla scheda madre


I computer portatili

I computer portatili sono caratterizzati dal fatto che sono


leggeri e di poco ingombro e possono essere utilizzati senza
una presa di corrente. Negli ultimi anni i computer portatili
hanno raggiunto standard di qualit à per schermi, potenza di
calcolo e capacità di connessione paragonabili ai normali
PC. Il principale problema di tali computer è il loro costo
elevato. Un secondo problema dei computer portatili è la
difficoltà di effettuare la manutenzione e il miglioramento
(upgrade) visto l’alto grado di integrazione delle
componenti.
Il problema della compatibilit à
Esiste un problema di compatibilit à tra le varie parti componenti un
computer realizzate da differenti case costruttrici
=> Occorrerebbero Gli STANDARD

In effetti non c’è un totale standardizzazione, es. i processori della


Intel e AMD che sfruttano tecnologie diverse

RISCHIO OPPOSTO
La Microsoft ha quasi monopolizzato il mercato dei
Sistemi operativi (WINDOWS). Con l ’integrazione di IE il
garante Americano ha diviso tale societ à
L’impatto ambientale e il risparmio
energetico
Da diverso tempo nella progettazione di componenti per
computer si tiene conto anche delle ripercussioni dirette e
indirette che il loro uso ha sull ’ambiente.
Vengono cosi realizzati circuiti a basso consumo di corrente ( è
possibile far spegnere automaticamente gli schermi o mettere
l’intero computer in stato di attesa dopo qualche minuto di
inattività) con relativo risparmio energetico.
Dal punto di vista dei materiali si stampano sempre meno
manuali cartacei sul funzionamento dei programmi trasferendo
il loro contenuto nei programmi stessi
si realizzano cartucce di inchiostro o toner ricaricabili.
Dispositivi di Input
Oltre alla Tastiera ci sono molti altri dispositivi (periferiche ) di
input:
 Puntamento
 Mouse

 Trackball

 Touchpad

 Tavoletta grafica

 Multimediali
 Microfono

 Video camera

 Scanner
Periferiche di INPUT
 Penna Ottica  Tavoletta grafica

 Scanner
 Telecamera
Digitale
Il mouse (topo) (INPUT)
il mouse è un dispositivo di puntamento: muovendolo si fa muovere un punta tore sullo
schermo e cliccando i vari oggetti grafici sullo schermo possiam o interagire col PC

Ci sono 2 TIPI di mouse:

• mouse a sfera rotante:


una sfera è a contatto con un apposito tappetino ( mouse-pad). Al
movimento del mouse, la sfera ruotando trasmette a due sensori l e
informazioni per determinare la posizione del puntatore sullo schermo

• mouse ottici:
la sfera è sostituita da un led (diodo ad emissione di luce). Il mouse scivola
su una speciale tavoletta riflettente. La luce emessa dal led, r iflettendosi
sulla tavoletta, viene raccolta da un sensore che determina la p osizione del
puntatore sul video.
Trackball
 Ha le stesse funzionalit à del mouse
 Una sfera viene adoperata per muovere il puntatore
 Adoperato per esigenza di spazio o ergonomicità:
 Computer portatili

 Sale di controllo

 Console centri di elaborazioni


Touchpad
 Costituita da una superficie rettangolare sensibile alla
pressione

 Spesso adoperato nei computer portatili


Tavoletta grafica
 Puntamento simile al touchpad, su di una superficie
maggiore e di miglior precisione

 Si adopera una “penna” (stilo)

 Maggiormente adoperato:
 Grafica

 CAD/CAM
Scanner (input)
È un dispositivo molto simile ad una fotocopiatrice
Esso acquisisce un documento o una immagine e il risultato
è di ottenere un’immagine digitale che può essere elaborata
successivamente con un qualsiasi programma di grafica o
inserita in un documento testuale.

Un’applicazione molto utile dello scanner è il


riconoscimento testi. Può capitare di avere una gran
quantità di dati su carta e di avere la necessit à di rielaborarli
al computer; attraverso l ’uso combinato dello scanner e di
programmi conosciuti con il nome di OCR (Optical
Character Recognition), si può trasformare l’immagine del
testo in un documento digitale.
Scanner
 Permette di trasformare il contenuto di fogli o
fotografie in formati digitali trattabili elettronicamente
(OCR)

 Funzionamento simile ad una fotocopiatrice


UPS (gruppo di continuit à)
 Gli UPS (Uninterruptible Power Supplies )
garantiscono una tensione di alimentazione
affidabile, esente da disturbi di rete
 Sono dotati di batteria: quando va via la
corrente => per qualche minuto ci permette di
alimentare il PC => abbiamo il tempo di
salvare e spgnere
Altre periferiche di Output
 Oltre ai monitor e alle stampanti
 Casse Acustiche
 PLOTTER:
 grosse stampanti per tracciare disegni
 Usato da Ingegneri e tipografie
Esercitazione:
Cosa ci è rimasto?
 Cosa sono le Porte e a cosa servono?
 Differenza tra porte Seriali, Parallele e USB?
 Cos’è e come funziona il modem?
 Quali tipi di stampante conosciamo?
 Differenze tra stampanti ad Aghi, Getto
d’inchiostro e Laser!!!
 Cos’è lo scanner? A cosa serve?

Fare la verifica intermedia: 02_Dopo_Ud1-Ud2-Ud3.doc


UD 4: Classi di computer
 Varie tipologie di computer
Classi di Computer
• Personal Computer (PC): ad uso personale. In ufficio collegati in rete. Per la
Dimensione chiamati DESKTOP
• Portatili (Laptop o notebook):2-3 KG.
• Micro e Mini computer: elaboratori Multi-Utente (più utenti accedono tramite
terminali stupidi)
• Workstation: Stazione di lavoro ad uso personale e collegate in rete. Più
potente di un PC.
• Mainframe:Simili ai MINI computer ma molto pi ù potenti. Consentono di gestire
moltissimi utenti (che accedono tramite terminali). Usati in ban che e grosse aziende
• Supercalcolatori: Utilizzati per pesanti elaborazioni scientifiche. Costo
elevatissimo
•Elaboratori paralleli: hanno più processori che svolgono diversi compiti
parallelamente. Usati in ambienti scientifici

• CONSIDERAZIONE: Micro, Mini calc. Ormai in disuso. Mainframe solo in


banche e grosse aziende. Si stanno diffondendo PC in RETE.
Multitasking
Capacità di un elaboratore di servire più lavori
(task), dando a ciascuno l ’impressione di
utilizzare la macchina reale e mettendo invece a
disposizione solo il servizio di una macchina
virtuale. Il multitasking simula quindi la presenza
di più elaboratori all’interno di uno stesso
sistema.
Multiutenza
Modalità in base alla quale più utenti collegati
possono contemporaneamente contendersi
l’uso delle risorse del sistema.
Terminali
Posti di lavoro privi di capacit à di calcolo
autonoma; si differenziano dai PC che,
connessi in un sistema complesso tipico delle
architetture più recenti, diventano a loro volta
terminali “intelligenti” di un elaboratore
centrale.
Supercalcolatori
Elaboratori molto potenti, progettati per
raggiungere altissime velocit à. Sono dispositivi
dotati di più unità centrali e si basano su
particolari architetture parallele ; vengono
utilizzati per specifici problemi, come nel settore
delle previsioni del tempo o in campo militare.
Mainframe
Questi sistemi vengono utilizzati dalle grandi
aziende, soprattutto quelle che si estendono
sul territorio, come le banche o le imprese di
assicurazioni, che hanno la necessit à di
conservare grosse moli di dati in un ’unica
sede, consentendo nel contempo a tutte le
proprie filiali di accedere agli archivi centrali.

Sono in grado di supportare migliaia di posti


di lavoro e capaci di memorizzare milioni di
byte.

Nella maggior parte dei casi, utilizzano le


linee di comunicazione ( reti) e sono collegati
anche a terminali remoti
Minicomputer
Sono in grado di eseguire sia il multitasking
che la multiprogrammazione e capaci di
supportare numerosi posti di lavoro.

Sono impiegati nelle aziende di piccole e


medie dimensioni.
Personal Computer
Elaboratore originariamente dedicato ad un solo
utente; grazie all’evoluzione dei sistemi operativi
(DOS, OS/2, Windows, Macintosh, etc.) sono in
grado di effettuare diversi livelli di multitasking.

In passato, i processi eseguiti in contemporanea


erano in ogni caso lanciati da un unico utente.

 Desktop/Tower
 Laptop/Notebook
 PalmTop
PDA
( Palmare o Personal Digital Assistant)

Computer di dimensioni ridotte dotati di risorse


limitate e di un sistema operativo apposito, in
grado di connettersi ad altri computer

Hanno funzione di PIM (Personal Information


Management) fornendo funzioni come agenda,
lista task, calcolatrice, sveglia/allarme

Integrazione con telefonia mobile


Network Computer
Computer con risorse limitate che necessita di
un collegamento alla rete Internet per poter
funzionare.

Tentativo di creare computer semplici ed


economici adatti ad un modello di business Pay
per use
U.D. 5 : il software
 Sistemi operativi
 Software applicativi
 Esempi in commercio
Il Software (1)
Con il termine software vengono identificati i programmi e la Documentazione
TIPI DI SOFTWARE:
•Programmi di Base: Sistemi Operativi, i Compilatori per linguaggi di programmazio ne
•Programmi Applicativi: elaboratori di testo, programmi per la grafica, videogiochi, e cc…

Il SISTEMA OPERATIVO
E’ essenziale per il funzionamento del PC:
• Comprende dei PROGRAMMI che permettono all ’utente di
comunicare con la macchina.
• Gestisce l’Hardware e i programmi che intendono utilizzarlo
S.O.
Il Sistema operativo si occupa di gestire:
- l’unità centrale
- la distribuzione della memoria fra pi ù programmi
- le unità di input/output
- le operazioni di lettura e scrittura sulle memorie di massa
Es. di S.O. Ms-Dos, Windows, Linux, Unix ,Aix, OS2 ecc…
I primi S.O., di tipo testuale, erano in grado di eseguire un
programma alla volta(programma utente).
Un s.o. si dice testuale quando l ’attivazione di un programma è
subordinata alla digitazione da parte dell ’utente di un comando
mnemonico ben preciso.
Il Software (2)
Funzioni principale del Sistema Operativo:
• Programmi Inizializzazione del del sistema (controlli sullo sta to del sistema)
• Prg di Interprete dei comandi: programma che interpreta i coman di dell’utente.
- In ambiente grafico (GUI: Graphichs User Interface) click del mouse,
- In ambiente a SHELL (DOS, Linux) l’utente digita i comandi.
• Prg per il Controllo delle periferiche
• Prg di utilità: formattazione dischi, gestione dei files, ecc…
• Prg di diagnosi: Identificazione e segnalazione di errori (es. uso improprio della
memoria di sistema da parte di qualche applicativo)

OSS: la GUI: esempio WINDOWS.


Vantaggi: facilità d’uso, anche per inesperti
Il Software (3)
Il SOFTWARE APPLICATIVO
Comprende diversi programmi per soddisfare le esigenze di una va sta utenza.

Tipi di applicativi più usati:


• WORD PROCESSOR: prg per videoscrittura ed elaborazione testi
• DATABASE: prg di raccolta dati per la gestione degli archivi
• SPREED-SHEET: prg “Fogli Elettronici” per la gestione di calcoli, grafici, analisi
dei dati, ecc…
• PRESENTAZIONE (Power point: quello che stiamo usando)
•Applicazioni MULTIMEDIALI (video e suoni)
• prg di tipo DIDATTICO EDUCATIVO
• prg di COMUNICAZIONE (navigazione, email, ecc…)\
Produzione del Software

1) Analisi: studio del mondo reale


2) Progettazione: costruzione schema senza entrare nei dettagli
3) Programmazione (implementazione): si stila il programma, si
implementano i dettagli
4) Testing: verifica programmata del corretto funzionamento del
software
UD 6: Comunicazione tra
computer
 Reti informatiche
 Topologie di rete
 Internet
 La posta elettronica
Reti Informatiche
 Gli elaboratori elettronici possono essere collegati fra
loro per comunicare e condividere risorse (rete
informatica)
 Per poter comunicare tutti i nodi parte della rete
devono concordare (ed adoperare) sulle “regole” da
seguire: PROTOCOLLI
 La comunicazione avviene adoperando:
 Cavo coassiale
 Doppino telefonico
 Fibra ottica
 Onde radio a bassa frequenza
 Microonde “terrestri”
 Microonde satelittari
 Wireless LAN (802.11, Bluetooth)
 Mobile Computing
Le RETI Informatiche (1)
Si intende un insieme di macchine collegate e comunicanti tra lo ro
LAN (Local Area Network)
• Se i PC in rete sono dislocati in una stanza o in un edificio s i parla di LAN.
• Permettono di CONDIVIDERE elaboratori, risorse e dati.

Vantaggi : Risparmio di risorse, Maggiore sicurezza (replica dei dati), facilità di


comunicazione tra gli utenti in rete (lavoro di grupp o) , maggiore
potenza di calcolo

……….
Topologie di rete
 Si riferiscono alla forma fisica del collegamento:
 Multipunto or Bus

 Punto-Punto

 Stella

 Anello

 Mesh (Reticolare)
Multipunto or bus
 Multipunto o Bus – tutti i dispositivi sono collegati ad un
mezzo condiviso (bus)
Punto-Punto
 La topologia più semplice, consiste in un collegamento
diretto fra due computer
Stella
 Gli elaboratori sono connessi a “stella” ad un dispositivo
centrale (concentratore)
Anello
 Di solito i dati viaggiano in una sola direzione
Mesh
Questa (Reticolo)
architettura ha molti nodi connessi con diversi
collegamenti
Le RETI Informatiche (2)
WAN (Wide Area Network)
• Permettono di collegare Elaboratori e LAN dislocate in varie cit tà, regioni, nazioni o
continenti.
• INTERNET ne è un esempio (Anticamente ARPANET)



Rete Telefonica e Computer
Per collegare computer a grandi distanze occorre ricorrere a
infrastrutture già esistenti => RETE TELEFONICA
Per fare ciò possiamo utilizzare:
• linea COMMUTATA (PSDN o ISDN)
• linea DEDICATA
1) PSDN (Public Switched Data Network)
È la normale linea telefonica ANALOGICA che utilizziamo tramite m odem: Un
esempio d’uso è la connessione ad internet tramite Modem
2) ISDN (Integrated Service Digital Network)
• E’ una rete DIGITALE che offre contemporaneamente pi ù servizi: (ad esempio, il
telefono, la trasmissione dati, l'accesso a videoteche in rete, il teleacquisto, la
videoconferenza, ecc…)
• Offre 2 linee a 64 KB/s: una per il telefono e l ’altra ad es. per collegarsi ad internet

3) ADSL(Asymmetrical Digital Subscriber Line): Linea ad alta velocità; si


chiama così perché utilizza velocità asimmetriche (downlink da 1,5-20 Mbps,
in Uplink da 640 Kbps a 2 Mbps). Occorre un Modem ADSL
Via Satellite
Oltre che i cavi si possono utilizzare i satelliti per collegare reti e pc

Possibili usi:
1) Scheda nel PC per ricezione ad alta velocit à
2) I Satelliti come DORSALI

Dorsali
Allo scopo di permettere a grosse quantit à di dati di percorrere facilmente
lunghi tratti (ad esempio la traversata oceanica), sono inoltre stati
predisposti dei tratti di rete speciali, detti dorsali (o backbones), che
collegano tra loro punti molto distanti con un mezzo fisico (che può essere
un cavo, ma anche un ponte via satellite!) capace di trasportare
velocemente grandi quantità di dati
La Posta Elettronica (email)
Sono messaggi elettronici che possiamo inviare dal nostro PC ad un
destinatario anch’esso nella rete

Cosa serve?
1) Essere collegati ad internet (tramite Modem o da rete locale)
2) Avere un indirizzo di posta elettronica (sia Mittente che destin atario)
Occorre registrarsi presso un sito che offre spazio di posta (no rmalmente chi ci
offre l’accesso ad internet). Saremo cosi titolari di un nostro indirizz o di email,
unico in internet: ad esempio nel sito TISCALINET ho registrato il mio.
Possiamo avere più indirizzi di email: fcantaro@tiscali.it
3) Avere un programma (non è essenziale) per la gestione delle Email
Dal sito TISCALINET, inserendo USER ID (identificativo: FCANTARO ) e
PASSWORD, posso controllare chi mi ha scritto e posso inviare email.
Se uso un programma sul mio PC (es. OUTLOOK) occorre configurarl o.
Vedremo meglio nel modulo 7
Caratteristiche della e -mail
- Trasferimento dei messaggi inviati in tempi brevissimi,
indipendentemente dalla distanza.
- Costo praticamente nullo
- Possibilità di allegare e trasmettere oltre ai messaggi anche
documenti, immagini, suoni programmi.
- I messaggi ricevuti vengono memorizzati nella casella di posta
elettronica avendo la possibilit à di leggerle sia attraverso
programmi tipo outlook o anche attraverso il browser ( WebMail)
da qualsiasi punto nel mondo
- Invio dello stesso messaggio a piú utenti contemporaneamente
Svantaggi:
- pericolo trasmissione virus
- possibilità che terzi intercettino i messaggi trasmessi
INTERNET
E’ un insieme di Calcolatori e LAN eterogenee collegate in rete: d a
qui “RETE DELLE RETI”
Originariamente era ARPANET, nata in casi di emergenza nel
periodo della guerra fredda
USI di INTERNET
Sono innumerevoli: posta elettronica, Comunit à virtuali (chat, newsgroup, mailing
list), Aste on line, Scaricare Software e Dispense, telelavoro, Siti personali e
aziendali, Corsi di formazione online, Commercio Elettronico, Se rvizi Pubblici (es.
pagare tasse, bollette, iscriversi all ’Università), ecc…

Vantaggi Economici
Qualche esempio: se dovessi mandare 100 lettere per posta (qui E MAIL)? Per
parlare con 20 persone in Asia quanto mi costerebbe (qui CHAT)? Se dovessi fare
pubblicità ad un mio prodotto? Se volessi aprire un negozio quanto spender ei se non
avessi la casa e i mobili (qui e -commerce)? Ecc…
Internet
Definita la rete delle reti permette di collegare tra loro reti di
tipo diverso sparse nel mondo.
Evoluzione:
• introduzione della posta elettronica
• introduzione del concetto di ipertesto e pagine web
• definizione del protocollo TCP/IP: stabilisce le regole per la
trasmissione dei dati nella rete
Pagine web:
Si tratta di documenti che possono contenere testo, immagini,
suoni, filmati collegati tra loro attraverso i Link;
La struttura di pagine collegate fra loro secondo uno schema
non sequenziale viene denominato www (World Wide Web).
Le pagine web possono essere visualizzate attraverso un
software chiamato browser (Internet Explorer, Firefox, Opera,
Mosaic)
...internet
Usi principali di Internet
- posta elettronica
- Navigazione (protocollo HTTP) : possibilità di consultare
documenti ipertestuali attraverso i link presenti in uno di essi
- ricerca di informazioni attraverso i motori di ricerca: un
motore di ricerca é un programma che cerca nella rete
documenti a partire da delle parole usate come chiavi
- trasferimento di file (protocollo FTP)
- NewsGrop, forum e chat
- E-commerce: un utente può acquistare attraverso il suo
browser, pagando con carta di credito e scegliendo attraverso
delle vetrine virtuali.
Internet, Intranet ed Extranet
 Internet rete di reti interconnesse

 Intranet rete aziendale (o comunque privata) che


fornisce servizi “Internet” per i nodi connessi

 Extranet servizi “Internet” forniti dalla rete Intranet


accessibili (previa autenticazione ed autorizzazione) da
altri nodi di Internet non nella Intranet
Esercitazione (45 min – 1h)
 03_Verifica_dopo_ud4 -Ud5_Ud61.doc
UD 7: il computer e la casa,
sicurezza e legalità
 Possibili usi del pc
 Sicurezza
 Virus
 Computer ed ergonomia
 copyright
Il Computer e la casa
Possibili usi domestici:
• Video Scrittura
• Gestione Familiare
• hobbies e passatempo (io ci compongo musica)
• lavoro a domicilio
• internet e posta elettronica: Molte cose che spiego qui le ho t rovate in rete
• biglietti da visita
• preparazione del lavoro che serve in ufficio: ad esempio questa dispensa l’ho
fatta a casa
• Giochi per bambini e programmi istruttivi
• imparare l’inglese
•Commercio elettronico
• e molto altro…
Il computer nel lavoro
Tipiche applicazioni
• in ufficio: - Video scrittura (anziché la macchina da scrivere)
- Fogli elettronici: indispensabili ai ragionieri
- Database: es. archivi comunali o banche, inventari di magazzini
• pubblicità su internet
• uso didattico: presentazione, esempi di FISICA con applicazioni multimediali,ecc…
• In Industria: controllo dei processi industriali (es. FIAT, con trollo dei Robot), nonché
le cose su elencate

UOMO vs COMPUTER
Il Computer è uno strumento e come tale aiuta l ’uomo, non lo sostituisce. Il computer
non sa decidere, non ha emozioni, è stupido, però è veloce e preciso.
L’uomo sa progettare, comporre musica, inventare, creare. L ’uomo si serve del
Computer per facilitare i propri compiti e per avere l ’immensa memoria e velocità del
PC.
Il computer nella vita quotidiana
Lo usiamo e incontriamo ovunque:
• In biblioteca
• al supermercato
• dal meccanico
• in uffici pubblici e privati
• dal medico
• le SMART CARD: ormai sono ovunque. Bancomat, Skill Card, carte
di credito, ecc… Contengono un piccolo chip e memoria, cosi
verranno inseriti ad esempio i nostri dati personali e le materi e che
supererete ad esempio per l’ECDL.
• ecc…
IT (information Technology) e società

1) Società dell’informazione
2) Computer e ergonomia: Corretta posizione di schermo, tastiera
e sedia, illuminazione ambientale adeguata, pausa dopo 1 or a
• COMPUTER E SALUTE: collegamento sicuro dei cavi, Non ci
dev’essere sovraccarico, quanto detto nel punto 2).
Sicurezza dei dati
• Copie di backup in memoria di massa removibile
• problemi di privacy e uso delle password
• e se manca l’energia elettrica? Cosa succede ai nostri dati?
MALWARE
 Virus
 Worm (vermi)
 Trojan horse
 Backdoor
 Spyware
 Dialer
 Hijacker
 Rootkit
 Rabbit
Uso dei Malware
 (in particolare trojan e worm) utilizzati per
inviare grandi quantit à di email pubblicitarie
non richieste (spam)
 per rubare dati personali, in particolare:
 numeri di carte di credito, che potrebbero essere
rimasti salvati nella cache dei browser,
 indirizzi email; quest'ultimi vengono solitamente
venduti agli spammer.
I Virus
• Non sono altro che dei PROGRAMMI
• Cosi come i Virus normali, essi contagiano il nostro PC: Da qua lche Floppy
infettato, da internet tramite email o scaricando files da internet, da CD, ecc..

Che danni provoca? Dipende dal virus


• Alcuni sono Virus innocui => solo paura
• Alcuni alterano solo qualche tipo di file
• Altri possono cancellare l’intero Hard Disk => perdita di tutti i nostri dati
Come difendersi
• Usare gli ANTIVIRUS
• Periodicamente BACKUP dei dati importanti
• utilizzare meno possibili floppy o CD di provenienza sconosciut a
•Scaricare files solo da Siti “Sicuri”, anche se la sicurezza assoluta non esiste
Quindi i Virus
• programmi che se eseguiti si diffondono (copia) in altri
programmi provocando delle vere e proprie “epidemie”.
• possono provocare danni notevoli, alterando la struttura
ed il contenuto di file, cambiando il contenuto del BIOS,
danneggiando fisicamente l ’hardware.
• programmi antivirus: Sfruttando la caratteristica che la
sequenza di istruzioni (impronta virale) che i virus
innestano nella parte di programma infetto è sempre la
stessa si riesce a riconoscerli e contrastarli attraverso
I Virus
• Si diffondono attraverso:
• scambio di programmi (.exe, .com, .ovr, .ovl,.sys,.doc,.xls) ,
• email
• scaricando files da internet
• Come difendersi
• ANTIVIRUS
• Periodicamente BACKUP dei dati importanti
• utilizzare meno possibili floppy o CD di provenienza sconosciut a
•Non eseguire programmi che non si conoscono
• Scaricare files solo da Siti “Sicuri”, anche se la sicurezza assoluta non
esiste
• Proteggere in scrittura dischetti con eseguibili o file di sist ema
• Non utilizzare server come postazione di lavoro
Virus e Macro
 Nuova categoria di virus che sfruttano le numerose
falle dei programmi Microsoft
 Adoperano il complesso linguaggio per scrivere Macro

 Non “colpiscono” più solo gli eseguibili, ma anche


documenti
 Si trasmettono attraverso il programma di posta
elettronica Outlook
Precauzioni
 Aggiornare l’antivirus

 Usare PDF e RTF quando possibile

 NON usare Microsoft Outlook


Vermi (Worms)

 hanno come scopo primario il blocco della


rete attraverso un anomalo uso delle risorse
 non hanno bisogno di infettare altri file per
diffondersi
 Tentano di replicarsi sfruttando per lo pi ù
Internet e le reti informatiche
Cavalli di Troia

 software “normali” possono contenere


istruzioni dannose (invio di files, apertura di
backdoors)
 vengono eseguite all'insaputa
dell'utilizzatore
 Non possiedono funzioni di auto -replicazione =>
per diffondersi devono essere consapevolmente
inviati alla vittima
Backdoor
 letteralmente "porta sul retro".
 programmi che consentono un accesso non
autorizzato al sistema su cui sono in
esecuzione
 diffondono in abbinamento ad un trojan o ad
un worm
Spyware
 software usati per raccogliere informazioni
dal sistema => trasmetterle ad un
destinatario interessato
 informazioni carpite:
 abitudini di navigazione
 password
 chiavi crittografiche di un utente
Dialer
 rischio per Dial-Up
 modificando il numero telefonico chiamato

=> connessione predefinita con uno a


tariffazione speciale
Rabbit
 programmi che esauriscono le risorse del
computer
 creano copie di sé stessi (in memoria o su
disco) a grande velocit à
Copyright
• Il software è “un’opera dell’ingegno” ed è tutelato dalla legge sul
DIRITTO D’AUTORE (come la musica) => non va copiato per scopi
di lucro: si rischia la galera
• Anche se compro un Software non posso installarlo ovunque: si
comprano le LICENSE D’USO
• Anche scaricando dalla rete, molti software occorre successivam ente
comprarli

3 tipi di software:
• FREEWARE: completamente gratuito
• SHAREWARE: gratuito per un periodo di prova
• Da comprare, eheheh
Computer ed Ergonomia
Il Decreto Legislatvo della Legge 626/1994 si occupa della protezione
dei lavoratori contro i rischi da lavori ai videoterminali.
Il lavoro al computer, e lo stare seduti per molte ore davanti a l monitor,
fa si che i dischi intervertebrali siano sottoposti ad una compr essione pari
a 2 volte superiore rispetto alla posizione eretta.
Accorgimenti per migliorare le cose:
- utilizzare una sedia con giusto sostegno dorsale e regolabile i n altezza
- assumere una posizione con schiena eretta
- alternare lo stare seduti ad un po ’ di movimento
- regolare l'altezza della sedia in maniera che la coscia formi c on la
gamba un angolo retto.
- inclinare il sedile della sedia leggermente in avanti
- regolare l'altezza del monitor in maniera tale che la parte alt a sia
allineata con gli occhi
..ergonomia
Per ridurre l'affaticamento della vista
- regolare luminosità e contrasto dello schermo
- illuminare l'ambiente con lampade antiriflesso ed usare piani e
pareti antiriflesso
- evitare l'illuminazione diretta del monitor
- impostare i parametri della scheda video in maniera da evitare
sfocature e sfarfallii
- utilizzare monitor e risoluzioni adeguate all' attivitá che si
svolge
Per evitare stress per mani polsi e braccia utilizzare dispositi vi
di input ergonomici
Computer e Salute
Gli elaboratori elettronici devono rispettare delle norme
concernenti la sicurezza. Si devono comunque osservare delle
precauzione a garanzia della salute di chi utilizza lo strumento :
- pulizia e manutenzione: deve essere fatta regolarmente e con
prodotti detergenti fatti appositamente
- In caso di incendio non utilizzare acqua per lo spegnimento
- Evitare cambi repentini di temperatura per non far formare
della condensa
- installare il p.c. in maniera che i cavi di alimentazione arriv ino
ai dispositivi comodamente
- evitare di installarlo vicino a fonti di calore o fonti
elettromagnetiche
- evitare, se non esperti, la rimozioni di coperchi e comunque
farlo a alimentazione scollegata, proteggendosi da eventuali
cariche elettrostatiche
Sicurezza dei dati
- Backup
- Protezione
- Perdita di dati
Backup
Tutti i dispositivi di un p.c. possono essere soggetti a guasti.
Questo, come anche la cancellazione accidentale di file, causa
perdita di dati. E’ buona norma pertanto fare periodicamente
delle copie dei dati; tale operazione prende il nome di Backup.
In genere tali copie vengono effettuate su supporti rimovibili
che poi si archiviano in luoghi sicuri.
L’operazione di ripristino di dati da copie di backup prende il
nome di Restore.
…sicurezza
Protezione
Per evitare che persone non autorizzate possano accedere ad
informazioni riservate e memorizzate su p.c., è possibile
utilizzare un Ideintificato Utente (username) e una parola di
accesso denominata password.
Perdita di dati
Quando si lavora al computer, l ’interruzione di energia elettrica
provoca la perdita di tutti i dati presenti in memoria centrale
(RAM). Per proteggersi da questi inconveniente, ed anche da
eventuali sovratensioni, si può utilizzare uno strumento
chiamato gruppo di continuità che si connette direttamente
alla rete elettrica e ad esso si connette il p.c. In caso di
interruzione garantisce quei minuti necessari ad effettuare il
salvataggio dei dati e spegnere in maniera normale il p.c.
Copyright
La pirateria oltre che per i prodotti musicali
esiste anche per il software.
Infatti tutte le software house tutelano il loro
diritto a impedire la copiatura dei loro
programmi. Esiste per altro una normativa
europea che, considerando software come
opera dell’ingegno, riconosce il diritto d ’autore
a chi lo sviluppa.
Software e diritti di autore
 Il software è tutelato dalle leggi sul diritto
di autore e sul copyright
 NON è possibile riprodurre e
distribuire il Software senza il
consenso dell’autore
 Politiche di licensing:
1. A pagamento (commerciale)
2. Freeware, libera distribuzione ma i proprietari
mantengono comuqneu i diritti.
3. Shareware, a prova per un periodo limitato di
tempo dopodichè occorre pagare la licenza
d’uso.
4. Copyleft/Open Source (GPL, BSD, etc…)
LICENZE D'USO
Il software utilizzato sui calcolatori può essere classificato a nche il base al
tipo di licenza d'uso:
 Software commerciale : software sviluppato da un'azienda allo scopo
di guadagnare dal suo uso. Ad esempio gran parte software Micros oft
(Windows , MS Office, VisualStudio, ecc) e' commerciale.
 Freeware e Shareware : Software distribuito senza codice sorgente e
che può essere ridistribuito (tipicamente via Internet).
 Il Freeware non prevede costi nell'utilizzo . La licenza Freeware viene molto
utilizzata dalle aziende come manovra per vendere software comme rciale
(versione “Professional”) propagandato mediante la distribuzione Freeware
di una versione con caratteristiche limitate (spesso denominata “Light”). Ad
esempio Acrobat e' software commerciale, mentre “Acrobat Reader”
(permette solo la lettura di documenti PDF) e' Freeware
 Lo Shareware impone un costo per il suo uso dopo un periodo di prova..
 Open Source: sotto questo nome si intendono diversi tipi di licenze che
hanno però il comune obiettivo di diffondere liberamente lo scam bio di
idee e informazioni e vengono quindi utilizzate prevalentemente negli
ambiti scientifici per software senza fini di lucro. Le regole p rincipali
sono: il software deve essere libero, deve includere il codice sorgent e
(Open Source) e deve essere modificabile e ridistribuibile .
Privacy
La tutela dei dati personali e la relativa legge sulla privacy (n.
675 del 31 Dicembre 1996 ) coinvolge il mondo di internet ed in
generale della ICT per la grande mole di informazioni che negli
anni i database e le banche dati hanno raccolto.
La suddetta legge ha introdotto il principio secondo cui
l’utilizzazione di dati personali può avvenire esclusivamente
con il consenso della persona fisica e/o giuridici interessata, e
sempre dopo aver specificato lo scopo ed il metodo con cui i
dati verranno trattati.
Test Finale (1h)
 04_Verifica_fine_modulo_1.doc