Sei sulla pagina 1di 5

Appendice 2: Richiami di Matematica

APPENDICE 2: RICHIAMI UTILI DI MATEMATICA (27.5.14)

1. ALCUNE SOMMATORIE

n
n(n1)
k (12..n) 
k1 2
(nota anche come “relazione di Gauss”)

n
n(n1)(2n1)
k (12 ..n ) 
k1
2 2 2
6

n1 n
2 n1 1q
 qk
 (1 q .. q ) 
1 q
, q
k0

2. ALCUNI SVILUPPI IN SERIE E LIMITI

 1
qk (1q2 ..qn ...) 1q, se| q|1 (questo è il limite della somma parziale di cui alla fine
k0
dell'elenco precedente, se |q|<1).


xk
exp x    , x  
k 0 k!

x n
exp (x)  lim (1  ) , uniformemente rispetto ad x in 
n   n

3. ALCUNI INTEGRALI UTILI CON FUNZIONI GAUSSIANE

Le prime quattro relazioni definiscono funzioni Gaussiane utilizzate nelle relazioni successive.
Gli integrali nella 5a, 6a e 7a relazione si possono ottenere anche mediante la funzione Gamma,
illustrata al punto successivo.
1  x2 
 (x)  exp   (pdf Gaussiana standard)
2  2 

x u2
1 2
 (x)   e du (cdf Gaussiana standard)
 2π
 u2
1 
Q(x)   2π
e 2 du  1   (x) (funzione complementare della cdf Gaussiana standard)
x
Appendice 2: Richiami di Matematica
(-x) = 1- (x) = Q(x)

 exp( t / 2) dt   / 2
2

 exp(t ) dt  (1 / 2) 
2

 
2 2
 exp(t / 2)dt  t exp(t 2 / 2)dt  2
 


 u (u)du  (x) 
x

 Q(u)du  (x) - xQ(x)


x

 u  (u)du Q( x)  x (x)


2

4. LA FUNZIONE GAMMA DI EULERO, (x), ed integrali risolubili


attraverso essa
Tale funzione speciale, di cui qui ci si limita alla definizione ristretta al solo campo dei reali
positivi, è definita da:

 (x)   t ( x 1) exp( t ) dt x0
0

Alcuni valori notevoli della funzione Gamma:



(1)=(2) =1; (x+1) = x(x) ;
(k+1) = k(k) = k!, se k è intero positivo
(1/2) = √

Dalle relazioni precedenti, si ricava anche che:
(3/2) = (1+ 1/2) = √


Utilizzando la funzione Gamma sono ottenibili alcuni notevoli integrali, tra cui i seguenti utili
nella teoria dell’Affidabilità. Il 1° rappresenta la media di una v.a. Esponenziale, il 2°
rappresenta la media di una v.a. Weibull, il 3° il suo momento k-simo. Per note proprietà della
media statistica, il 2° e 3° integrale coincidono quando k=1 ( a 1°membro appare una pdf
Appendice 2: Richiami di Matematica
Weibull). Nell'ultima relazione appare (x), pdf Gaussiana standard (definita in precedenza); la
relazione vale anche per r=0..
Nel ricavare le formule può essere opportuno utilizzare la relazione (che deriva da una
proprietà della funzione Gamma sopra riportata:
(x+1) = x(x) → 

 

 at exp(  at )dt   exp(  at ) dt


0 0
 1/ a



 exp((t /  ) ) dt  (1  1 /  ) 
0

 -1

   x    x  
f(x) =    
   
exp  -   
    
→ t k f (t )dt   k (1  k /  ) 
0


(  )
 0
t  1 exp(t )dt 



 1
(  )
0

t  1 exp((  s )t )dt 
t
(1  ) 


2 r / 2 ( r  1)
t
r
 (t ) dt 
0 

5. LA FUNZIONE SPECIALE BETA, B(r,s), ed integrali risolubili attraverso


essa

 ( r ) ( s )
B(r , s)  , r  0, s  0
(r  s )
B(r,s) = B(s,r)

B(1,1) = 1

B(0.5, 0.5) = 

1
( r 1) ( s 1)
x (1 x)  B(r , s)
0
Appendice 2: Richiami di Matematica

1 x r 1
 (r  s)
 B(r , s) 
0 (1 x)

6. IMPULSO DI DIRAC
L’impulso (o "funzione Delta” ) di Dirac δ(x) non è una funzione ordinaria, ma una funzione
generalizzata o, più precisamente, una "distribuzione". Qui se ne riportano le proprietà operative,
senza il rigore matematico che richiederebbe l’uso della teoria delle distribuzioni.

b
 f ( x) ( x)dx  f (0), se 0  ( a, b)
a
b
 f ( x) ( x)dx  0, se 0  ( a, b)
a

  ( x ) dx  1


f ( x) ( x  c)  f (c) ( x  c)

d
 ( x)  U ( x) (U(x)= Funzione gradino unitario)
dx

x
U ( x)    (u ) du


Definizione di δ(x) come limite. L’impulso di Dirac δ(x) , sulla base del 3° integrale di cui
sopra, può essere interpretato come una particolare ("molto particolare") pdf; infatti essa, come si
è visto nel testo e si ricava in particolare dalla sua definizione come derivata di U(x), è la pdf di
una variabile aleatoria X costante con unico valore x=0. Più in generale, se X assume l'unico
valore x=c, allora:
d
 ( x  c)  U ( x  c)
dx

Da quanto sopra segue che l'impulso di Dirac δ(x-) centrato sul valore x= può essere
considerato come funzione limite di una successione di pdf centrate in x= , al tendere a zero della
loro "base" e all'infinito della loro "altezza", rimanendo (ovviamente) unitaria la loro altezza. Un
esempio elementare di tali pdf è quello di pdf Uniformi nell’intervallo (-T/2,  T/2), aventi
altezza T, al variare di T. Se T tende a zero, il limite di tale successione può essere definito come
l'impulso di Dirac δ(x-). Un altro esempio, cui si è fatto riferimento nel testo, è quello di pdf
Gaussiane al tendere a zero della varianza (in tal caso infatti la variabile aleatoria sottostante
tende alla costante con probabilità 1):
Appendice 2: Richiami di Matematica

1   (x   ) 2 
lim e xp 
2
   (x  )
  2 
 2  
 0

NOTE COMPUTAZIONALI
In Matlab, i valori della funzione Gamma sono ottenibili con la funzione “gamma(x)”; quelli
della funzione Beta con la funzione “beta(r,s)”; la pdf e cdf Normale (o Gaussiana) standard
con le funzioni “normpdf(x)” e “normcdf(x)” rispettivamente.