Sei sulla pagina 1di 138

Igor Sardi

400 esercizi di
livello avanzato
per basso elettrico

1
Prefazione
Questo metodo didattico è rivolto a tutti quei bassisti che vogliono
perfezionare e portare ad un livello molto avanzato la loro tecnica e
conoscenza dello strumento. Troverete quindi in questo libro una vastissima
serie di esercizi per ogni argomento trattato (indipendenza e fluidità mano
sinistra, velocità e pulizia della mano destra, dinamiche, accenti,
scomposizioni ritmiche ecc). Noterete che negli esercizi proposti non è
indicata alcuna velocità di esecuzione. Sarete voi a decidere e trovare quella
giusta, partendo ovviamente in modo lento col metronomo, arrivando ad
aumentare gradualmente la velocità mantenendo sempre l’esercizio pulito e
perfettamente a tempo. Potrete ricevere gli esempi audio di ogni esercizio e
le basi semplicemente visitando questo link:

https://www.dropbox.com/sh/litei7mbpyccxsy/AACYFD2YJloDOTCaFmWz6lgPa?
dl=0

oppure inviandomi una mail a igorsardi@gmail.com richiedendomi gli stessi.


Sono sempre disponibile anche per qualsiasi chiarimento e dubbio riguardo
al contenuto del libro!

Per tutti gli aspetti riguardanti teoria, armonia, accordi, scale ecc, potete
trovare tutto nel mio primo metodo didattico “Teoria e pratica del basso
elettrico volume 1” (Edizioni Momenti) che potete acquistare sia in formato
cartaceo (https://www.amazon.it/Teoria-pratica-del-basso-
elettrico/dp/8897629520) che digitale (https://gum.co/llbXb )

2
1 Esercizi per la mano sinistra
In questa prima parte del libro mi sono voluto soffermare molto sulla mano
sinistra, ed ho scritto molti esercizi con i quali acquisterete maggior fluidità,
una migliore indipendenza e perché no una maggiore capacità di
allargamento della stessa. La prima parte comprende una serie di esercizi per
l’indipendenza della mano. Eseguiteli lentamente stando molto attenti il
timing e soprattutto alla pulizia dell’esecuzione. Ho scritto per ragioni di
spazio solo le prime parti di ogni esercizio, ma potete poi voi continuare
lungo tutta la tastiera. Nell’ultima parte del capitolo troverete alcuni esercizi
(per me fondamentali) per l’allargamento della mano (utilissimi ad esempio
per chi come me suona il basso fretless) e per finire alcuni esercizi per
prendere padronanza e rinforzare anche le nostre due dita più deboli,
l’anulare ed il mignolo. Ricordate sempre di partire lentamente con ogni
esercizio stando concentrati sul metronomo e aumentate poi gradualmente
la velocità.

3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
2 Esercizi per la mano destra
Adesso una vastissima serie di esercizi pensati per il perfezionamento della
tecnica della nostra mano destra. Troverete quindi diversi tipi di esercizi,
dalle ghost, agli ottavi staccati, ai salti di corda, alle diverse scomposizioni
ritmiche e alle dinamiche. Sono tutti esercizi che vi aiuteranno a migliorare la
pulizia del tocco, la velocità, a capire l’importanza che ha la mano sulle
dinamiche ecc. Il consiglio è sempre quello di fare ogni esercizio molto
lentamente, curando ogni dettaglio, e aumentare la velocità in modo
graduale. Cercate di non tralasciarne alcuno, perché anche quelli che vi
possono sembrare più semplici hanno sempre la loro importanza!

35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
57
58
59
60
61
62
63
64
3 esercizi sugli arpeggi
Adesso una serie di esercizi su molti tipi di accordi (triadi, quadriadi ecc).
Anche se noi bassisti difficilmente eseguiamo gli accordi sul basso, è
fondamentale conoscerli per essere sempre consapevoli di cosa suoniamo, e
su cosa suoniamo. In realtà se ci pensate quando suoniamo un arpeggio,
anche se suoniamo una nota alla volta stiamo comunque suonando un
accordo. Facciamo quindi un riassunto degli accordi principali che possiamo
trovare in un brano e vediamo da quali intervalli e quali note sono composti.
Gli esempi saranno in Fa.

Iniziamo dalle triadi, che possono essere di 4 tipi (più ovviamente i loro -
rivolti)

Per comodità scriviamo le note con la nominazione inglese (A=La, B=Si,


C=Do, D=Re, E=Mi, F=Fa, G= Sol)

Maggiore –T (tonica) 3M (terza maggiore) 5G (quinta giusta). = F – A - C

Minore –T – 3m (terza minore) - 5G= F – Ab - C

Diminuita –T – 3m – 5dim (quinta diminuita) = F – Ab - Cb

Aumentata – T – 3M – 5Aug (quinta aumentata) = F – A – C#

Adesso occupiamoci di accordi a 4 e più voci

Maj7 – T – 3M – 5G – 7M = F – A – C – E

Min7 – T – 3m – 5G – 7m = F – Ab – C – Eb

7 – T – 3M – 5G – 7m = F – A – C – Eb

m7(b5) – T – 3m – 5dim – 7m = F – Ab – C -Eb

Dim7 – T – 3m – 5dim – 7dim – F – Ab – Cb –Ebb

Maj7(#5) T – 3M – 5aug -7M = F – A – C# - E

Maj7 (#11) – T – 3M – 5 – 7M - #11 = F – A – C – E – A#

Maj7 (b5) – T – 3M – 5dim – 7M = F – A - Cb - E

65
Maj13 – T – 3M – 5G – 7M – 9M – 11G – 13M = F – A –C –E –G – Bb - D

Min7 (b9) – T – 3m - 5G – 7m – 9m = F - Ab - C - Eb - Gb

Min7 (#11) – T – 3m – 5G – 7m – #11 = F - Ab- C - Eb - B

Min (maj7) – T – 3m – 5G – 7M =F - Ab- C – E

Min13 – T – 3m – 5G – 7m – 9M – 11G – 13M = F - Ab- C - Eb- G - Bb- D

Min11 (b13) – T – 3m – 5G – 7m – 9M – 11G – 13m = F - Ab- C - Eb- G - Bb- Db

7 (b9) – T – 3M – 5G – 7m – 9m = F – A – C - Eb - Gb

7 (#9) – T – 3M – 5G – 7m -9aug = F – A – C - Eb- G#

7 (#11) – T – 3M – 5G – 7m - #11 – F – A – C - Eb- B

7 (b9,#5) – T – 3M – 5aug – 7m – 9m = F – A – C# - Eb - Gb

7 (#11,#5) – T – 3M – 5aug – 7m - #11 = F – A – C# - Eb- B

7 (b13) – T – 3M – 5G – 7m – 13m = F – A – C - Eb- Db

66
67
68
69
70
71
72
73
74
75
76
77
78
79
80
4 esercizi sulle scale maggiori
Adesso concentriamoci sulla scala maggiore, esplorandola in tutte le sue
parti e scomponendola con una serie di esercizi che comprendono patterns,
modi ecc. La scala maggiore si costruisce con la seguente successione di toni
e semitoni:

tono-tono-semitono-tono-tono-tono-semitono

Vediamo adesso quali scale modali e quali accordi si ottengono da questa


scala. Facciamo un esempio in RE maggiore. Le note che la formano sono D-
E-F#-G-A-B-C# e questo è il primo modo, ionico. Suonando queste sette note
partendo da ogni grado della scala otterremo altri sei modi, che sono i
seguenti

Mi dorico = E-F#-G-A-B-C#-D – T-2M-3m-4G-5G- 6M-7m

Fa diesis frigio = F#-G-A-B-C#-D-E – T -2m-3m-4G-5G-6m-7m

Sol lidio = G-A-B-C#-D-E-F# - T-2M-3M-4#-5G-6M-7M

La misolidio = A-B-C#-D-E-F#-G- T-2M-3M-4G-5G-6M-7m

Si eolio = B-C#-D-E-F#-G-A – T-2M-3m-4G-5G-6m-7m (relativa minore)

Do diesis locrio = C#-D-E-F#-G-A-B – T-2m-3m-4G-5dim-6m-7m

Gli accordi di tredicesima che otteniamo da queste scale (armonizzazione)


sono i seguenti:

primo grado - Dmaj13

secondo grado – Em13

terzo grado – F#m11(b9,b13)

quarto grado – Gmaj13(#11)

quinto grado – A13

sesto grado – Bm11(b13)

settimo grado – C#m7(b5,b13),9,11

81
Per comprendere in modo corretto l’uso, la funzione ed il corretto senso
delle scale modali vi rimando al mio primo manuale “Teoria e pratica del
basso elettrico volume 1”, adesso limitiamoci ad usarli per esercitarci.

82
83
84
85
86
87
88
89
90
5 esercizi sulle pentatoniche
Adesso esercitiamoci sulle scale pentatoniche. La scala pentatonica maggiore
è una scala di cinque note composta da tonica-seconda maggiore-terza
maggiore-quinta giusta-sesta maggiore. Semplicemente partendo dalla sesta
troveremo la relativa pentatonica minore (che è quindi composta da tonica-
terza minore-quarta giusta-quinta giusta e settima minore). Ne deduciamo
che ogni pentatonica maggiore “ha” la sua relativa minore un tono e mezzo
sotto. La sua caratteristica principale è la mancanza di intervalli di semitono.
Per questo motivo è una scala usata in moltissimi generi musicali, sia per
l’improvvisazione che per composizioni. Per esempio la scala pentatonica
maggiore di Do è composta dalle seguenti note:

C-D-E-G-A = t-2M-3M-5G-6M

Si può utilizzare su qualsiasi triade maggiore, sugli accordi maj7 e sugli


accordi di settima.

La scala pentatonica minore di Do è invece formata dalle seguenti note:

C-Eb-F-G-Bb = t -3m-4g-5g-7m

Si può utilizzare su tutte le triadi minori, sugli accordi minori settima e sugli
accordi di settima. Aggiungendo una nota (la quarta aumentata) alla
pentatonica minore si costruisce la cosidetta scala blues. Le note che
compongono la scala blues di Do sono le seguenti:

C-Eb-F-F#-G-Bb = t-3m-4g-4#-5g-7m

Come la pentatonica minore la scala blues si può utilizzare su tutte le triadi


minori, sugli accordi minori settima e sugli accordi di settima

91
92
93
94
6 esercizi sulla minore armonica
Occupiamoci adesso di una scala molto particolare, la scala minore
armonica. Possiamo vederla come una scala minore con la settima maggiore.
La sequenza intervallare è questa:

semitono-tono-tono-tono-semitono,tono e mezzo,semitono.

Per esempio la scala di Re minore armonica ha queste note: D-E-F-G-A-Bb-


C#. La particolarità di questa scala è l’intervallo di un tono e mezzo tra il
sesto ed il settimo grado. Come per la scala maggiore suonando le stesse
note partendo da ogni grado della scala si costruiranno altre sei scale (modi
della scala minore armonica)

Mi locrio sesta maggiore –T-2m-3m-4G-5dim-6M-7m – E-F-G-A-Bb-C#-D


Fa ionico quinta diesis – T-2M-3M-4G-5#-6M-7M – F-G-A-Bb-C#-D-E
Sol dorico quarta diesis – T-2M-3m-4#-5G-6M-7m – G-A-Bb-C#-D-E-F
La frigio terza maggiore - T-2m-3M-4G-5G-6m-7m- A-Bb-C#-D-E-F-G
Si bemolle lidio seconda aumentata – T-2aug-3M-4#-5G-6M-7M – Bb-C#-D-E-F-G-
A
Do diesis superlocrio diminuito – T-2m-3m-4b-5dim-6m-7dim

Armonizzando la scala minore armonica otteniamo i seguenti accordi di


tredicesima: Dm11(maj7,b13)

Em13(b9,b5)
Fmaj13(#5)
Gm13(#11)
A11(b9,b13)
Bbmaj13(#9,#11)
C#dim7 (b9,b11,b13)

95
96
97
98
99
100
7 esercizi sulla minore melodica
La scala minore melodica è una scala minore con il sesto ed il settimo grado
maggiori. La sequenza intervallare è questa:

tono-semitono-tono-tono-tono-tono-semitono

Per esempio la scala minore melodica di Re ha queste note: D-E-F-G-A-B-C#

Come per le altre, suonando le stesse note partendo da ogni grado della
scala si costruiranno altre sei scale (modi della scala minore armonica)

Mi dorico nona bemolle – t-2m-3m-4G-5G-6M-7m- E-F-G-A-B-C#-D


Fa lidio aumentato – t-2M-3M-4#-5#-6M-7M – F-G-A-B-C#-D-E
Sol lidio di dominante – t-2M-3M-4#-5G-6M-7m – G-A-B-C#-D-E-F
La misolidio sesta minore – t-2M-3M-4G-5G-6m-7m – A-B-C#-D-E-F-G
Si locrio seconda maggiore – t-2M-3m-4G-5dim-6m-7m – B-C#-D-E-F-G-A
Do diesis superlocrio – t-2m-3m-4b-5dim-6m-7m – C#-D-E-F-G-A-B

Armonizzando la scala minore melodica otteniamo i seguenti accordi di


tredicesima:

Dm13(maj7)
Em13(b9)
Fmaj13(#5,#11)
G13(#11)
A11(b13)
Bm11(b5,b13)
C#alt

101
102
103
104
105
106
8 esercizi sulla scala esatonale
La scala esatonale è una scala esatonica, è cioè composta da sei note, tutte a
distanza di un tono l’una dall’altra. Tutte le note della scala possono essere
considerate tonica. Ne deduciamo che la sua formula intervallare è la
seguente:

tono-tono-tono-tono-tono

Le dodici scale possono quindi essere riassunte in due modelli di riferimento.

La scala esatonale di Do = C-D-E-F#-G#-A#

La scala esatonale di Si = B-C#-D#-F#-A

In questa scala tutte le triadi che si formano sono aumentate. Per esempio
sulla scala esatonale di Do, al primo grado troviamo un Caug , sul secondo un
Daug e così via. Se ne trova largo utilizzo in quasi tutti gli stili musicali, dalla
classica al jazz. Concentriamoci adesso su una serie di esercizi utilizzando
questa scala

107
108
109
110
9 Esercizi sulle scale diminuite
La scala diminuita è una scala composta da 8 note diverse all’interno della
stessa ottava. Esistono due tipi di scale diminuite, la cosiddetta Semitono-
tono (s/t) e la tono-semitono (t/s). La formula intervallare della prima è la
seguente:

s-t-s-t-s-t-s-t – esempio in Do = C-Db-Eb-Fb-Gb-G-A-Bb -t-2m-3m-4b-5dim-5#-6M-


7m

La formula intervallare della seconda è invece la seguente:

t-s-t-s-t-s-t-s– esempio in Do = C-D-Eb-F-Gb-Ab-A-B- t-2M-3m-4g-5dim-6m-6M-


7M

Possiamo utilizzare la prima sugli accordi di settima,sugli accordi alterati ecc.

La seconda è molto utilizzata sugli accordi diminuiti e diminuita settima.

Per approfondimenti armonici vi rimando ancora una volta al mio primo


metodo didattico “Teoria e pratica del basso elettrico volume 1”.

111
112
113
114
10 il walking bass

Walking bass è un termine con il quale si intende, di norma, in relazione al


contrabbasso, il tipico accompagnamento jazzistico con la scansione dei
quarti che definisce l'armonia del brano (o se ne allontana in modo più o
meno forte). Con l'utilizzo del Walking, il musicista tipicamente suona la
tonica dell'accordo in battere, sul primo tempo della misura (in genere in
4/4); sul terzo tempo e, nel caso in cui lo stesso accordo si prolunghi per più
di una misura, anche sul battere delle misure successive, invece
predominano le altre note caratteristiche dell'accordo: terza, quinta,
settima, specialmente quando quest'ultima è minore. Sui tempi deboli
possiamo invece trovare generalmente quasi tutte le altre note sotto forma
di tensioni (none, undicesime e tredicesime); particolarmente utili risultano
essere anche i passaggi cromatici, specie nei cambi d'accordo: è di buon
effetto infatti arrivare alla tonica del nuovo accordo cromaticamente, cioè
introducendola con una nota posta un semitono più in alto o più in basso.
Infine, perché l'accompagnamento in Walking risulti gradevole all'orecchio,
devono evitarsi intervalli eccessivi fra note consecutive e il range
d'esecuzione non deve superare, in genere, l'ottava e mezzo circa.

In questo ultimo capitolo troveremo una serie di esercizi per addentrarci


pian piano in questo mondo, costruendo delle linee di walking utilizzando
prima le note fondamentali di ogni accordo (tonica,terza,quinta e settima) in
tutti i modi possibili, poi aggiungendo tutte le note della scala di riferimento
di ogni accordo (aggiungendo quindi nona,undicesima e tredicesima) ed
infine introduceremo l’uso delle note di passaggio e le note cromatiche.

115
116
117
118
119
120
121
122
123
124
125
126
127
128
Ringraziamenti
Ringrazio in primis la mia compagna di vita, Diletta, per il suo continuo
sostegno ed incoraggiamento in tutto ciò che faccio nel campo musicale.
Ringrazio Daniele Landi, Federico Dreoni e Cristiano Isola per le foto e
Daniela Said per la preziosa traduzione del testo in inglese. Un grazie speciale
a Chiara Nardi per la copertina e per tutto quello che ha fatto per la
realizzazione di questo libro. Per finire ringrazio tutti voi che avete acquistato
questo metodo, per la fiducia che mi avete dato, sperando possa esservi
davvero utile e che vi possa trasmettere qualcosa di prezioso per la vostra
carriera di musicisti!

129
Indice
Prefazione .......................................................................................................2
1 Esercizi per la mano sinistra ...................................................................3
Indipendenza ...................................................................................................................4
Allargamenti .....................................................................................................................31
Legature ...........................................................................................................................32
Rinforzo dita mano sinistra (indice e medio) ...................................................................33
Rinforzo dita mano sinistra (medio e anulare) ................................................................33
Rinforzo dita mano sinistra (anulare e mignolo) .............................................................33

2 Esercizi per la mano destra .....................................................................35


Arpeggi in sedicesimi ........................................................................................................36
Intervalli di sesta ..............................................................................................................37
Modi scala maggiore in gruppi di 4 note ..........................................................................38
Modi scala maggiore in gruppi di 3 note .........................................................................38
Esercizi sulle ghost notes..................................................................................................38
Salti di corda ....................................................................................................................47
Scomposizione arpeggio maj7(#11) .................................................................................48
Arpeggi in sedicesimi sui vari gradi della scala maggiore ................................................49
Terzine su scala maggiore.................................................................................................49
Quintine su scala maggiore .............................................................................................50
Sestine su scala maggiore.................................................................................................50
Settimine su scala maggiore ............................................................................................51
Scomposizioni ritmiche su scala maggiore ......................................................................57
Dinamiche ........................................................................................................................58
Differenza tra ottavi staccati e “normali” ........................................................................59
Accenti .............................................................................................................................59
Altre scomposizioni ritmiche ...........................................................................................61
130
Intervalli di undicesima ....................................................................................................61

3 Esercizi sugli arpeggi ...............................................................................65


Arpeggi maggiori a 2 ottave per successioni di quinte ....................................................67
Arpeggi maggiori discendenti per quarte ........................................................................68
Arpeggi minori a due ottave per successioni di quinte ...................................................69
Esercizi su triadi maggiori con voicing 1-5-3 ....................................................................69
Esercizi su triadi maggiori con voicing 3-1-5 ....................................................................70
Esercizi su triadi maggiori in secondo rivolto ...................................................................71
Triade in secondo rivolto alternata con relativa triade a un tritono di distanza ............72
Triade (tonica-quinta-decima) alternata con relativa triade a un tritono di distanza ....73
Accordo minore11 alternato ad accordo maj7(#11) un semitono sotto .........................73
Esercizi su accordi diminuiti settima ...............................................................................74
Arpeggi aumentati per quarte .........................................................................................75
Arpeggi diminuiti per quarte ...........................................................................................76
Rivolti triadi maggiori ......................................................................................................76
Rivolti triadi minori ..........................................................................................................77
Arpeggi di nona su scala maggiore .................................................................................77
Arpeggi di undicesima su scala maggiore.........................................................................78
Arpeggi di tredicesima su scala maggiore ........................................................................78

4 Esercizi sulle scale maggiori.....................................................................81


Patterns su scale maggiori................................................................................................83
Scala maggiore a gruppi di 4 note ....................................................................................85
Scala maggiore per terze ..................................................................................................86
Modi scala maggiore estesi fino all’undicesima ...............................................................88
Gruppi di sei note partendo dall’undicesima su scale maggiori ......................................89

5 Esercizi sulle scale pentatoniche .............................................................91


Esercizi su pentatonica maggiore ....................................................................................92

131
Esercizi su pentatonica minore ........................................................................................92
Pentatonica maggiore in terzine .....................................................................................93
Pentatonica maggiore in terzine a gruppi di 5 note ........................................................93

6 Esercizi sulla scala minore armonica .......................................................95


Arpeggi di settima su scala minore armonica ..................................................................96
Arpeggi di nona su scala minore armonica ......................................................................96
Arpeggi di undicesima su scala minore armonica ............................................................97
Arpeggi di tredicesima su scala minore armonica ...........................................................97
Esercizio sui modi della scala minore armonica ..............................................................97
Modi scala minore armonica per terze ............................................................................98
Modi scala minore armonica estesi fino all’undicesima ..................................................99

7 Esercizi sulla scala minore melodica .......................................................100


Arpeggi di settima su scala minore melodica ..................................................................102
Arpeggi di nona su scala minore melodica ......................................................................102
Arpeggi di undicesima su scala minore melodica ............................................................103
Arpeggi di tredicesima su scala minore melodica ...........................................................103
Esercizio sui modi della scala minore melodica ...............................................................103
Modi scala minore melodica per terze ............................................................................104
Modi scala minore melodica estesi fino all’undicesima ..................................................105

8 Esercizi sulla scala esatonale ..................................................................107


Scala esatonale in terzine ................................................................................................108
Scala esatonale a gruppi di 4 note ...................................................................................108

9 Esercizi sulle scale diminuite ..................................................................111


Esercizi su scala diminuita tono/semitono ......................................................................112
Esercizi su scala diminuita semitono/tono ......................................................................112
Scala diminuita semitono/tono in terzine .......................................................................112
Scala diminuita semitono/tono in gruppi di 4 note .........................................................113

132
Scala diminuita semitono/tono in quintine .....................................................................113

10 Il walking bass ............................................................................................115


Esercizi sul II-V-I maggiore ..............................................................................................116
Esercizi sul II-V-I minore ..................................................................................................117
Esercizi walking con approccio scalare ............................................................................119
Il walking su due accordi per battuta ..............................................................................120
Esercizi su uno standard (All the things you are) .............................................................120
Variazioni ritmiche al walking bass ..................................................................................123
Applicare i concetti studiati..............................................................................................124

Ringraziamenti .................................................................................................128

133
Finito di stampare nel Novembre 2018

Copertina e retro a cura di Chiara Nardi

Contatti:

Mail - igorsardi@gmail.com

Pagina facebook – https://www.facebook.com/Igor-sardi-bassista-


1416684485217457/

Profilo facebook - https://www.facebook.com/igor.sardi

Youtube – https://www.youtube.com/watch?v=poTXuxCBWUg

ISBN 978 – 0 – 244 – 42996-6-

134
135