Sei sulla pagina 1di 19

ISTRUZIONI D’USO

CZ 200
Prima di iniziare ad operare con l’arma, prendere conoscenza delle presenti istruzioni, e soprattutto delle
seguenti disposizioni di sicurezza.
Una manovra non corretta o incuria dell’arma potrebbero causare un colpo non voluto con successive lesioni, morte di
persone o danni alle cose. Gli stessi effetti si potrebbero avere con modifiche abusive, corrosioni o l’uso di cartucce non
originali o danneggiate. In tal caso il costruttore non sarà responsabile per i danni verificatisi.
Prima di immettere l’arma sul mercato, quest’ultima è stata verificata, accuratamente collaudata ed imballata. La CZ non
ha la possibilità di controllare l’uso dell’arma dopo che quest’ultima è uscita dallo stabilimento. Per tanto nella fase
dell'acquisto verificare che l’arma non sia carica e non sia danneggiata.
Il presente manuale contenente le istruzioni dovrebbe accompagnare sempre l’arma, anche nei casi di un prestito o
successiva vendita a terzi.

CONTENUTO

DISPOSIZIONI DI SICUREZZA 4 Rimontaggio 11


DESCRIZIONE DELL’ARMA AD ARIA Pulizia dell’arma 12
COMPRESSA E TERMINOLOGIA 5 Pulizia dell’alesatura e camera delle
ISTRUZIONI DI USO 7 cartucce 12
Munizioni 7 Pulizia delle restanti parti del fucile 13
Riempimento del container 7 Lubrificazione 13
Impostazione degli organi di mira 9 Trattamento dei rifiuti 13
Impostazione della velocità del proiettile 9 ELENCO DEI COMPONENTI CZ 200T 14
Impostazione del meccanismo del grilletto. 9 ELIMINAZIONE DEI GUASTI FUNZIONALI 15
Caricamento dell’arma ad aria compressa 10 DATI TECNICI 16
ISTRUZIONI PER LA MANUTENZIONE 11 ELENCO FIGURE 17
Smontaggio a scopo della pulizia 11
3
DISPOSIZIONI DI SICUREZZA

Per garantire la vostra sicurezza e delle altre persone, attenersi scrupolosamente alle disposizioni di sicurezza.
1. In ogni caso maneggiare l’arma come se fosse carica.
2. Non puntare mai l’arma contro oggetti contro i quali potrebbe essere pericoloso sparare.
3. Non fidarsi mai delle dichiarazioni da parte di terzi che le pistole non sono cariche.
4. Prima di riporre la pistola o consegnare quest’ultima ad altra persona, verificare sempre che non sia carica.
5. Depositare l‘arma non carica con meccanismo di percussione nella posizione bassa.
6. Non utilizzare mai l’arma per scopi diversi che non siano il tiro.
7. Non lasciare mai l’arma carica incustodita.
8. Prima di caricare l’arma, verificare che l’alesatura della canna, camera e carrello-otturatore siano puliti e senza ostruzioni. Dopo i
tiri pulire quanto prima l’arma sporca.
9. Utilizzare esclusivamente munizioni di alta qualità, pulite, asciutte, originali, nello stato soddisfacente, adatte al calibro della vostra
arma.
10. Prima e durante il tiro non consumare bibite alcoliche e non fare uso di droghe.
11. Non premere mai il grilletto e non mettere le dita nel paragrilletto prima di aver eseguito il puntamento del bersaglio e di essere
pronti per il tiro.
12. Prima di premere il grilletto, verificare nuovamente il proprio bersaglio e lo spazio posteriore di quest’ultimo. La traiettoria della
pallottola, una volta attraversato o passata a fianco del bersaglio, può proseguire ancora alcune centinaia di metri dopo il
bersaglio.
13. Non sparare mai contro superfici d’acqua oppure contro superfici dure, per esempio contro un sasso.
14. Non “scherzare mai impropriamente” con l’arma in mano.
15. Prima della pulizia, stoccaggio o trasporto verificare sempre che l’arma non sia carica.
16. Stoccare l’arma e le munizioni in un luogo separato e chiuso a chiave, fuori dalla portata dei bambini e dalle persone non
autorizzate.

4
17. Non modificare mai i componenti dell’arma. Potrebbe verificarsi una violazione grave del corretto funzionamento o della sicurezza
di quest’ultima.
18. Ricordarsi che la corrosione, l’utilizzo di cartucce difettose, caduta accidentale dell’arma su una superficie dura oppure altre
“manipolazioni improprie” potrebbero causare un danno a prima vista non rilevabile. Nel caso si verifichi una di queste situazioni,
far verificare l’arma da uno specialista.

DESCRIZIONE DELL’ARMA AD ARIA COMPRESSA E TERMINOLOGIA

La denominazione di tutti i componenti dell’arma ad aria compressa sono indicati nel capitolo “Elenco dei componenti”.

La serie delle armi pneumatiche ad aria precompressa - CZ 200 è il risultato della stretta collaborazione tra la società Česka
zbrojovka e il rinomato costruttore inglese delle armi ad aria compressa Air Arms.
Queste armi comprendono il sistema di culatta compatto con il contenitore estraibile di aria compressa, si distinguono con una
precisione, consistenza nella velocità del tiro e il colpo in ritardo minimo. Queste caratteristiche vengono apprezzate soprattuto da parte
dei giovani tiratori esordienti.
La versione base dell’arma ad aria compressa CZ 200 S viene costruita nel calibro 4,5 mm oppure 5,5 mm, oltre allo scopo sportivo
può essere utilizzato per l'eliminazione dei piccoli animali nocivi (se consentito), in quanto l’energia del proiettile alla bocca può essere
regolata fino a 16 Joule.
La versione dell’arma ad aria compressa a bersaglio CZ 200 T è costruita in calibro 4,5 mm è destinata al tiro d’allenamento e di
gara al livello base. La costruzione dell’arma ad aria compressa soddisfa le regole dell’ISSF.

5
L’arma ad aria compressa della serie CZ 200 sono basate sul concetto componibile formato dai seguenti sottogruppi (fig. 1):
• Blocco del carrello-otturatore (A) è formato dal meccanismo regolabile del grilletto, meccanismo del caricamento e
meccanismo di percussione regolabile. Il corpo del carrello-otturatore consente il montaggio o sostituzione di vari
particolari. I prodotti attuali non sono dotati della sicura manuale.
• Container dell’aria compressa (B) può essere riempito con aria compressa attraverso un giunto rapido oppure, in caso
della versione dotata di manometro, attraverso l’entrata della valvola di troppo pieno. L’aria compressa nella fase del
colpo passa attraverso un circuito pneumatico complicato.
• Assieme della canna (C) è basata sulle canne costruita in forgiatura rotativa precisa a 12 righe in calibro di 4,5 mm
oppure 5,5 mm con la strozzatura conica, consente il montaggio di vari mirini oppure accessori della bocca.
• Calcio doppio (D) è costruito in legno faggio pregiato per la versione fissa o regolabile, formato da calciolo regolabile,
guancialetto e listello davanti per gli accessori.
• Organi di mira non fanno parte integrante dell’arma ad aria compressa. Il cliente ha la possibilità di scegliere tra una
vasta gamma di tipi, da mirini meccanici aperti, attraverso i diottrici fino ad ottici. L’unica condizione è l'installazione
adeguata alla rigatura 3/8".
AVVERTENZE:
Il container per l’aria compressa è stato da parte del costruttore accuratamente montato, regolato e verificato come un serbatoio a
pressione. Per tanto al cliente non è consentito eseguire nessun smontaggio. Non riempire il container con aria compressa se vengono
verificati i danneggiamenti superficiali oppure ammaccature. Non appoggiare l’arma ad aria compressa nei luoghi ad alta temperatura ed
istanze di questi ultimi. In caso di guasto riguardante il container per l’aria compressa consegnare quest’ultimo ad un’officina di
riparazione autorizzata. Il costruttore non è responsabile dei danni causati dalle manovre non consentite. E’ assolutamente necessario
attenersi alle regole di sicurezza.

6
ISTRUZIONI DI USO

Munizioni
Per il tiro utilizzare esclusivamente la munizione di calibro 4,5 mm oppure 5,5 mm, di alta qualità, in conformità alle Istruzioni di
sicurezza riportate nell'articolo 9.

Riempimento del container


UTILIZZARE ESCLUSIVAMENTE UN’ARIA COMPRESSA PULITA, FILTRATA E SECCA.
Per il riempimento del container con aria compressa utilizzare esclusivamente le bombole, i compressori oppure le pompe
meccaniche con limite d’esercizio fino a 230 bar, corrispondenti alle prescrizioni del specifico paese riferite alla manipolazione di questi
impianti. Il container viene da parte del costruttore collaudato idraulicamente ad una pressione aumentata a 300 bar, è vietato superare
il valore di pressione dell’aria corrispondente 200 bar. Esiste il rischio di danneggiamento irriparabile del container e di
conseguenza dell’arma come assieme completo. Con riferimento alla sicurezza il container per l'aria compressa è stato progettato in
modo che la protezione intervenga nella fase del riempimento dell'aria al livello di 250 bar. In caso d’intervento della protezione (indicato
dalla deformazione dell’estremità del cilindro), il container viene eliminato dall’esercizio ed è necessario a sostituire il cilindro.
Nota: Il riempimento del container a pressione superiore di quella indicata non comporta l’aumento delle prestazioni, invece potrebbe
causare le anomalie funzionali. Il riempimento a pressione più bassa non comporta la riduzione di prestazioni, soltanto la riduzione del
numero di colpi. In caso che l’arma ad aria compressa viene utilizzata in modo permanente, l’aria rimanente può fuoriuscire in modo
spontaneo dalla canna, nonostante la pressione è più bassa rispetto il valore di riempimento (inferiore a circa 60 bar). Questo effetto non
è negativo, comunque può sorprendere l’utilizzatore o visitatori.
Nota: Nella fase di sostituzione o riempimento del container l’arma non deve essere caricata.

7
Riempimento del container attraverso il giunto rapido (fig. 2)
Questo tipo del container (montato soltanto sull'arma ad aria compressa tipo AA S 200) può essere riempito sull'arma dopo
l'estrazione del coperchio.
- Collegare il terminale del flessibile (A) della bombola dell’aria compressa (oppure di un altra fonte dell’aria compressa) sul
terminale montato sul container.
- Verificare che la vite di spurgo aria (C) dell’adattatore di riempimento (B) sia chiuso.
- Aprire lentamente la valvola (D) della bombola a pressione e riempire il container con aria finché l’indicatore del pressostato
(E) sul dispositivo di riempimento raggiunga i valori approssimativi a 190 bar.
- Chiudere immediatamente la valvola della bombola.
- Dal flessibile di collegamento far fuoriuscire attraverso la vite di spurgo aria l’aria eccedente.
- Scollegare i terminali del giunto rapido.
Il container con aria compressa ed arma sono ora pronti per uso.

Riempimento del container pressostato (fig. 3)


Questo tipo del container deve essere prima smontato (svitato) dall’arma.
- Avvitare il container (A) sull’adattatore (B) collegato alla valvola della bombola con aria compressa.
- Verificare che la vite di spurgo aria sull’adattatore sia serrato.
- Aprire lentamente la valvola della bombola a pressione e contemporaneamente verificare il valore indicato dall’indicatore del
pressostato. Nel momento in cui il valore si avvicina a 170 bar (per la versione CZ 200 T), ovvero a 190 bar (per la versione
CZ 200 S), chiudere la valvola.
- Verificare il valore indicato sul manometro.
- Dall’adattatore far fuoriuscire attraverso la vite di spurgo aria l’aria eccedente.
- Svitare con prudenza il container dall’adattatore.
Il container è pronto per essere avvitato nel blocco del carrello-otturatore. Successivamente l’arma ad aria compressa è pronta per
uso.

8
Impostazione degli organi di mira
Possono essere utilizzati gli organi di mira adatti al montaggio sulla rigatura 3/8". Nella fase del regolazione procedere secondo le
istruzioni del costruttore.

Impostazione della velocità del proiettile


Sul tipo CZ 200 l’energia del proiettile alla bocca può essere regolata fino a 16 Joule. Sulla base dello scopo d’utilizzo la funzione
può essere ottimalizzata per la specifica munizione attraverso il controllo della velocità del proiettile alla bocca sul cronografo.
Sul tipo CZ 200 T l’energia del proiettile alla bocca è stata regolata al valore di 7,5 Joule.
Vista l’importanza, la modifica dell’impostazione dell’energia del proiettile alla bocca dovrebbe essere consultata con il
rappresentante del venditore.

AVVERTENZE! Tenere l’arma senza la relativa licenza è una grave contravvenzione.

Impostazione del meccanismo del grilletto.


Impostazione dell’esplosione
Il meccanismo del grilletto è da parte del costruttore regolato alla resistenza a due livelli, il valore del primo livello corrisponde a 3N,
il valore del secondo livello supera 5 N. E’ sconsigliato modificare i valori originali della profondità della presa della leva del grilletto e
della resistenza del primo livello. Tale modifiche dovrebbero essere affidate ad un’officina specializzata.

Impostazione via libera, resistenza e posizione del grilletto


La via libera del grilletto viene impostata attraverso la vite M3x6 posizionata sulla parte anteriore della base del grilletto (fig. 4).
Dopo l’utilizzo frequente nel tempo potrebbe verificarsi allentamento di quest’ultimo (senza influenzare la funzionalità dell’arma). La
superficie della vite appoggia sulla linguetta installata nel blocco del carrello-otturatore. Avvitando la vite viene ridotto il gioco.
Il secondo livello della resistenza del grilletto può essere regolato impostando la vite dietro il paragrilletto.

9
La posizione della linguetta del grilletto può essere regolata con lo spostamento sulla rigatura della base dopo l'allentamento della
vite sul grilletto stesso.

AVVERTENZE: Nella fase di regolazione procedere con prudenza in quanto esiste rischio di colpo.

Caricamento dell’arma ad aria compressa


NELLA FASE DEL CARICAMENTO DELL’ARMA MIRARE LA CANNA VERSO UNO SPAZIO SICURO.
Prima di sparare, verificare che il container con aria compressa dotato di manometro sia carico.
Impugnare in modo sicuro l’arma ad aria compressa con una mano, con l’altra mano girare la leva del meccanismo di caricamento
nel senso antiorario, tirare verso dietro fino alla posizione di finecorsa posteriore dove la leva viene bloccata con conseguente apertura
del meccanismo di caricamento ed attivazione del meccanismo del grilletto.
Se il caricatore viene bloccato con il police sul lato opposto rispetto la leva di caricamento, l'operazione di caricamento stesso
diventa più semplice (fig. 5).
Inserire la pallottola del relativo calibro nella canaletta d’introduzione (fig. 6). Far attenzione al corretto orientamento.
Con mano destra premere la leva nella posizione anteriore e bloccare quest’ultima girandola verso basso. La pallottola viene
introdotta nella canna e il meccanismo di percussione viene teso. Verificare che la leva di tensione è stata, con azione della molla della
leva di tensione, rimessa nella posizione originale. Se sì, l’arma è pronta per il tiro.

AVVERTENZE:
L’arma non è dotata della sicura del grilletto. Non introdurre il proprio dito nel paragrilletto del grilletto nella fase della tensione e
caricamento.

10
ISTRUZIONI PER LA MANUTENZIONE

Smontaggio a scopo della pulizia


NELLA FASE DELLO SMONTAGGIO DELL’ARMA MIRARE LA BOCCA DELLA CANNA VERSO UNO SPAZIO SICURO.
Le armi ad aria compressa della serie CZ 200 sono progettate sul concetto componibile formato dai seguenti sottogruppi indicati
sulla figura: 1. Nella fase dello smontaggio in singoli sottogruppi proseguire secondo le indicazioni sotto riportate:
- Con la chiave a barra esagonale allentare la vite dell’astina davanti (fig. 7). Una volta svitata quest’ultima è possibile estrarre
l’astina verso davanti.
- Il container dell’aria compressa può essere svitato a mano.
- Estrarre l’assieme della canna allentando le due viti M5x6 ad esagono interno, posizionate nella parte superiore del blocco
del carrello-otturatore (fig. 8).
- Il particolare posteriore del calcio può essere smontato allentando la vite laterale del calcio stesso (con il cacciavite) sul lato
destro e dado (con la specifica chiavetta in dotazione) posizionato nell’impugnatura della pistola (fig. 9).

Così l’arma è pronta per essere pulita.

AVVERTENZE:
E’ vietato smontare i singoli sottoassieme, in quanto questi ultimi sono stati regolati nello stabilimento del costruttore ed un
intervento non autorizzato potrebbe causare un’alterazione della regolazione oppure il danneggiamento dell’arma.

Rimontaggio
- Inserire l’assieme della canna nel blocco del carrello-otturatore e fissare con due viti.
- Avvitare a mano il container con aria compressa.
- Installare l’astina davanti e bloccare quest’ultima con la vite.
- Inserire la parte posteriore del calcio e bloccare quest’ultima con la vite laterale e con il dado nell’impugnatura.

11
Pulizia dell’arma
L’arma dovrebbe essere pulita nei seguenti casi
- in tutti i casi di umidità
- in condizioni climatiche miti almeno una volta all’anno
- in condizioni climatiche sfavorevoli almeno una volta al mese

Pulizia dell’alesatura e camera delle cartucce


Per conservare la massima precisione, è necessario pulire e lubrificare regolarmente la canna.
E’ importante utilizzare i materiali idonei a questo scopo, per tanto utilizzare esclusivamente i prodotti consigliati dagli specialisti alle
arme ad aria compressa nei singoli paesi. I detergenti ed oli adatti per le armi da fuoco non devono necessariamente essere adatti per le
armi ad aria compressa. Per la pulizia è consigliato il seguente procedimento:
- Tagliare un pezzo del filo da pesca in nylon (o ricoperto di nylon) (da 10 kg) in lunghezza corrispondente a 3 lunghezze della
canna, piegare a metà e unire le estremità a nodo.
- Aprire il meccanismo del caricamento.
- Introdurre l'estremità libera verso basso attraverso la canna nel senso dalla bocca finchè non fuoriesca l’estremità piegata.
- Far passare un pezzo della stoffa morbida attraverso la maglia sporgente, spruzzare il "detersivo per le armi" oppure l'alcool
puro, rovesciare l'arma con la bocca verso basso e far passare il filo attraverso la canna.
- Ripetere due passi sopra descritti finché lo straccio rimane pulito.
- Ripetere i due passi sopra descritti ancora una volta senza il detersivo con lo scopo di asciugare bene la canna.
- Ripetere i due passi sopra descritti con un panno imbevuto nell' "olio per le armi".

12
Pulizia delle restanti parti del fucile
Pulire con un panno secco, morbido le restanti parti del fucile, per il calcio utilizzare un lucidante adatto.

Lubrificazione
Eseguire la lubrificazione del meccanismo interno in occasione della manutenzione ordinaria effettuata una volta all’anno (fig. 10).
E’ possibile applicare una piccola parte del “Grasso lubrificante per le armi” (A) sulla staffa di caricamento e leva di caricamento.
Muovere queste ultime davanti ed indietro. Una piccola goccia dell’ “olio per le armi” (B) può essere applicata sul percussore. Prima del
tiro asciugare l’alesatura della canna e la camera.
Immagazzinare l’arma nel luogo asciutto e privo di polvere. Una cura regolare e giusta manipolazione dell’arma garantisce l’aspetto
e funzionalità perfetta di quest’ultima.

Trattamento dei rifiuti


I materiali utilizzati per la costruzione del prodotto ed imballo di quest’ultimo, in caso di utilizzo corretto, non influenzano in modo
negativo ne la salute dell’uomo, ne l’ambiente. In caso di necessità di eliminare il prodotto oppure l’imballo di quest’ultimo, depositare i
singoli particolari metallici (in acciaio o metalli non ferrosi), plastica, legno, carta e cartone negli specifici contenitori della raccolta
differenziata.

13
ELENCO DEI COMPONENTI CZ 200T

1 Allunga alla bocca 26 Puleggia - bussola 50 Vite dela guida della leva 78 Dado cilindrico
2 Vite M4x5 27 - 51 Leva di tensione 79 Calcio con guancialetto
3 Canna 28 Rosetta 4 oppure 8 52 Perno della leva di tensione 80 Calciolo regolabile
4 Base della tacca di mira oppure 10 53 Bussola con madrevite 88 -
5 Vite M5x6 29 Puleggia 54 Molla della leva di tensione 89 Madrevite del box
6 Vite dela guida del 30 Manometro 55 Piolo flessibile ∅ 1,6x8 91 Vite M4x10
proiettile 31 Anello ad O del tubo ∅21x2 56 Vite di fissaggio 92 Vite M4x10
7 Guida del proiettile 32 Cilindro a pressione 57 Anello di tenuta ∅ 4x8 94 Rosetta ∅ 5,3
8 Vite M3x12 33 Box 58 Rosetta a linguetta 95 Dado M4
9 - 34 Valvola 59 Vite del grilletto 96 Vite M5x5
10 Vite di bloccaggio della 35 Molla della valvola 60 Molla del grilletto
pallottola 36 Anello di tenuta 61 Vite di regolazione Particolari diversi CZ 200S
11 Molla della pallottola 37 Valvola di tenuta 62 Paragrilletto 81 Calcio fisso
12 Pallottola in acciaio 38 Corpo della valvola 63 Leva del grilletto 82 Calciolo aerato
13 Corpo 39 Anello ad O ∅ 6,5x2 64 Distanziale 83 Astina davanti singola
14 Anello ad O del caricatore 40 Piolo della punta del 65 Piolo 90 Vite M4x16
15 Caricatore percussore 66 Base del grilletto 93 Allunga alla bocca
16 Vite M4x4 41 Molla del piolo 67 Vite M3x6
17 Puleggia - bussola 42 Anello di bloccaggio della 68 Molla della base del grilletto Particolari diversi AA S 200
18 Vite del caricatore staffa ∅ 1,9 69 Rosetta di bloccaggio
81 Calcio fisso
19 Madrevite 43 Supporto dell'astina 70 Vite di regolazione
82 Calciolo aerato
20 Leva davanti 71 Grilletto
83 Astina davanti singola
21 - 44 Astina davanti 72 Vite laterale del calcio
84 Connettore di
22 Vite di regolazione 45 Listello dell'astina davanti 73 Rosetta ∅ 5
riempimento
23 Molla di percussione 46 Tuffo 3,9x9,5 74 Calcio
85 Valvola di chiusura
24 Guida della molla di 47 Rosetta 75 Rosetta ∅ 6
86 Coperchio del connettore
percussione 48 Vite dell’astina davanti 76 Vite di collegamento
87 Rosetta
25 Percussore 49 Guida della leva di tensione 77 Vite M5x45
93 Allunga alla bocca

14
ELIMINAZIONE DEI GUASTI FUNZIONALI

In condizione di uso e manutenzione appropriati la probabilità di guasto è minima. In caso si verifichi tale situazione, seguire le
seguenti istruzioni.
ATTENZIONE - in caso si verifichi un guasto funzionale nella fase di tiro, la probabilità di un colpo accidentale aumenta
notevolmente. Per tanto, nella fase di eliminazione del guasto, attenersi alle istruzioni di sicurezza indicate nel precedente capitolo.
Indirizzare sempre arma verso lo spazio sicuro, non rivolgere l'arma contro il proprio corpo, nemmeno contro altre persone, non
posizionare le mani davanti la bocca della canna!

Guasto Probabile causa Modalità di eliminazione

Mancato colpo Mancata tensione del meccanismo di percussione. Tirare nuovamente il meccanismo di percussione.
dopo la pressione Inserimento non corretto del proiettile nella canna. Smontare la canna ed eliminare con prudenza il proiettile.
del grilletto
Pressione insufficiente dell’aria nel container. Riempire il container con aria compressa.
Una volta tirata la
leva nella posizione
posteriore, il Il meccanismo del grilletto è danneggiato oppure è Affidare la riparazione dell’arma ad un’officina
meccanismo di stata modificata la regolazione di quest’ultimo. specializzata.
percussione non
viene bloccato.

Nel caso che il guasto non possa essere eliminato in nessuno dei modi sopra indicati, affidare l’arma per la revisione e riparazione
all’officina specializzata.

15
DATI TECNICI

Tipo CZ 200 S CZ 200 T

Calibro [mm] 4,5 oppure 5,5 4,5

Lunghezza totale [mm] 907 872 - 928

320 - 336 ... calcio corto


Distanza del grilletto (nella posizione posteriore)
360 340 - 356 ... calcio medio
misurato dall’estremità del calcio [mm]
360 - 376 ... calcio lungo

Altezza (senza organi di mira) [mm] 165 180

Larghezza totale [mm] 53 53

Lunghezza canna [mm] 485 485

Rigatura 12 righe destre 12 righe destre

Passo della rigatura [mm/filetto] 450 450

Peso totale [kg] circa 2,80 circa 3,0 max

Volume del container [ml] 122 122

Pressione di riempimento [bar] 190 170

Energia alla bocca [Joule] max. 16 max. 7,5

Resistenza del grilletto a 2 livelli, regolabie a 2 livelli, regolabile

16
ELENCO FIGURE

1. Sottoassieme principali dell’arma


2. Riempimento del container attraverso il giunto rapido
3. Riempimento del container dotato del manometro
4. Impostazione via libera e resistenza del grilletto
5. Tensione del meccanismo di percussione
6. Caricamento
7. Vite di smontaggio dell’astina davanti
8. Vite di fissaggio della canna
9. Vite e dado per smontaggio calcio
10. Punti di lubrificazione

Il costruttore si riserva il diritto di eseguire le modifiche da lui ritenute necessarie per il miglioramento dei propri modelli oppure per la soddisfazione
delle richiesti di carattere produttivo o commerciale.

17