Sei sulla pagina 1di 1

“Nell’eterna illusione

dell’esistere, cerchiamo”
L’evento di musica e poesia intitolato “Nell’eterna illusione dell’esistere, cerchiamo” nasce, quasi per caso,
durante il Semestre Invernale 2017 a Salisburgo. Carmine Catalano, chitarrista ed ‘alumnus’ del Conservatorio
Statale di Musica di Benevento, e Marianna Ciullo, poetessa, entrambi studenti del Corso di Laurea Magistrale
in Giurisprudenza presso l’Università del Sannio e compagni di viaggio durante l’Erasmus nella città di Mozart,
hanno scoperto che nonostante si dedicassero a due cose ben diverse, queste loro passioni, la musica e la
poesia, avevano in realtà molto in comune. Le poesie di Marianna Ciullo danno voce infatti a una necessità di
ricerca che già innumerevoli volte è stata espressa anche attraverso la musica. L’idea, quindi, di unire musica
e poesia è nata proprio da questo, poiché la Ricerca che ognuno di noi intraprende non riguarda solo un
aspetto della nostra vita, bensì ha un valore assoluto. Ecco perché l’unione di musica e poesia, impegnate
entrambe a dare voce a questo sentimento che ci spinge costantemente a cercare, cercare, cercare…, rende
giustizia a qualcosa che ha valore totalizzante nella nostra vita. Carmine e Marianna hanno già proposto questo
evento presso l’Associazione Kinetta di Benevento, al dipartimento di Romanistica della Università ‘Paris
Lodron’ di Salisburgo e presso la Bäckerei – Kulturbackstube di Innsbruck con il patrocinio dell’Istituto di
Romanistica dell’Università ‘Leopold Franzens’ di Innsbruck, ottenendo degli ottimi riscontri.
La performance consiste nell’alternarsi di poesie scritte proprio da Marianna Ciullo e di brani musicali di J.S.
Bach, Angelo Gilardino e Poulenc interpretati alla chitarra da Carmine Catalano. Per vivere al meglio questa
fusione di musica e poesia, si chiede di lasciarsi trasportare sia dalle parole che dalla musica e di prestare
ascolto non tanto al loro significato letterale, quanto piuttosto al senso che queste suscitano nell’animo e che
la musica dovrebbe riuscire ad amplificare. Ci si augura di riuscire a trasmettere lo stesso senso di continuo
divenire, che anima poesia e musica e che si realizza nella continuità tra le due arti.

Carmine Catalano nasce a Benevento nel 1995. Si avvia allo studio della chitarra classica con la Prof.ssa
Silvia Cavalli presso la Scuola Media Statale “G. Mazzini” di Ceppaloni (BN). Nel febbraio 2017 si diploma
sotto la guida del M° Paolo Lambiase con massimo dei voti, lode e menzione d’onore presso il Conservatorio
Statale di Musica “Nicola Sala” di Benevento. Ha seguito Masterclass con docenti e concertisti di chiara fama
tra cui Lorenzo Micheli, Pavel Steidl, Carles Trepat, Giampaolo Bandini, Mario Fragnito. Perfeziona gli studi
cameristici sotto la guida del Duo Lambiase Viti presso l’Accademia AEMAS di Napoli e per il triennio
accademico 2014/2015-2016/2017 è allievo effettivo del corso di perfezionamento annuale tenuto dal M°
Christian Saggese presso il Conservatorio di Benevento.
Nell’ultimo biennio è stato ammesso in qualità di allievo effettivo al corso di perfezionamento di chitarra
tenuto da Eliot Fisk e Zaira Meneses nell’ambito della “Internationale Sommerakademie” della Università
“Mozarteum” di Salisburgo. Qui è selezionato per esibirsi oltre che nei concerti della classe di chitarra nella
Bösendorfersaal e nel Kleines Studio dell’Università “Mozarteum”, anche nelle esibizioni degli allievi più
meritevoli della manifestazione presso la Wiener Saal della Stiftung Mozarteum Salzburg e Schloss Höch
(Flachau). Studia Giurisprudenza presso l’Università del Sannio.

Marianna Ciullo è nata a Benevento nel 1994. Studentessa di Giurisprudenza presso l’Università del Sannio,
ha partecipato a diversi premi letterari, reading pubblici, spettacoli teatrali anche di rilevanza nazionale. In
particolare, la poesia " Fra intendimenti" è stata pubblicata nell'antologia del "Concorso Nazionale Guido
Zucchi 2016" e la poesia "L'ago della bussola" è stata selezionata dalla redazione della Lupi Editore per essere
inserita nella raccolta del premio " Versus Sulmona 2016/2017". Inoltre il componimento
“FratturAdolescenziale” è stato pubblicato nell'antologia "Tra un fiore colto e l'altro donato" (Aletti Editore,
2015). Altre sue pubblicazioni cartacee, in ambiti diversi dalla poesia e collettivamente con altri autori, sono il
romanzo "Gli sposi non promessi" (Romanzieri per caso, Edizioni Realtà Sannita, Benevento, 2008) e la pièce
teatrale "Clandestini" (La fabbrica degli Specchi, Edizioni Millennium, Bologna, 2010.