Sei sulla pagina 1di 828

DAILY CNG

MANUALE PER LE RIPARAZIONI


MECCANICO
ELETTRICO/ELETTRONICO
”La presente pubblicazione fornisce i dati, le caratteristiche, le
istruzioni e la metodologia per effettuare gli interventi
riparativi sul veicolo e sui suoi componenti.
La presente pubblicazione è comunque rivolta a personale
qualificato e specializzato.
Il personale della rete commerciale ed assistenziale Iveco
nonché tutti i punti di assistenza autorizzati Iveco sono
specificatamente qualificati ed attrezzati per effettuare gli
interventi riparativi indicati nella presente pubblicazione.
Prima di effettuare qualsiasi intervento verificare di avere a
disposizione la pubblicazione relativa al modello di veicolo su
cui si sta per intervenire ed assicurarsi altresì che tutti i
dispositivi antinfortunistici quali, indicativamente, occhiali,
casco, guanti, scarpe, ecc. nonché le attrezzature di lavoro, di
sollevamento e di trasporto ecc., siano disponibili ed efficienti
ed assicurarsi inoltre che il veicolo sia posto in condizioni da
potere intervenire in sicurezza.
L’esecuzione degli interventi in stretta osservanza delle
indicazioni qui fornite, nonché l’impiego delle attrezzature
specifiche indicate, garantisce il corretto intervento riparativo,
il rispetto delle tempistiche di esecuzione e la sicurezza degli
operatori.
Ogni intervento riparativo deve essere finalizzato al ripristino
delle condizioni di funzionalità, efficienza e sicurezza previste
da Iveco.
Ogni intervento sul veicolo finalizzato alla modifica, alterazione
o altro non autorizzato da Iveco comporta l’esclusione di ogni
responsabilità in capo ad Iveco e, in particolare, qualora il
veicolo sia coperto da garanzia, comporta l’immediata
decadenza della garanzia.
È esclusa la responsabilità di Iveco nella effettuazione degli
interventi riparativi.
Iveco è a disposizione per fornire tutti i chiarimenti necessari
per l’esecuzione degli interventi nonché per fornire le
indicazioni nei casi e nelle situazioni non previste dalla presente
pubblicazione.
I dati e le informazioni contenute in questa pubblicazione
potrebbero risultare non aggiornate in conseguenza di
modifiche adottate da Iveco, in qualsiasi momento, per ragioni
tecniche o commerciale o per la necessità di adattare il veicolo
ai requisiti di legge dei diversi paesi.
In caso di discordanza tra quanto qui riportato e quanto
riscontrato effettivamente sul veicolo si prega di contattare la
rete Iveco prima di procedere alla effettuazione di qualsiasi
intervento.”
I dati contenuti in questa pubblicazione potrebbero risultare
non aggiornati in conseguenza di modifiche adottate dal
Costruttore, in qualunque momento, per ragioni di natura
tecnica o commerciale nonché per adattamento ai requisiti di
legge nei diversi Paesi.
È vietata la riproduzione anche parziale del testo e delle
illustrazioni.

Produced by:

Publication Edited by:


IVECO S.p.A.
Customer Service
Lungo Stura Lazio, 15
B.U. TECHNICAL PUBLISHING
10156 Torino (TO) - Italy
Iveco Technical Publications
Lungo Stura Lazio, 15
Print 603.93.438 - 1st Ed. 2005 10156 Torino (TO) - Italy
PREMESSA
I manuali per le riparazioni sono suddivisi in Sezioni ognuna delle quali è contraddistinta da un numero ed il cui contenuto è indicato
nell’indice generale.
Ogni sezione è generalmente dedicata ad un Gruppo principale (es: motore, cambio, impianto elettrico, etc.).
Le sezioni dai contenuti meccanici presentano i dati tecnici, le raccolte delle coppie di serraggio, le liste degli attrezzi, gli stacchi -
riattacchi dei gruppi dal veicolo, le revisioni al banco e i relativi troubleshooting.
Sulla sezione impianto elettrico/elettronico sono presenti le descrizioni della rete elettrica e dei sistemi elettronici del veicolo, gli
schemi elettrici, le caratteristiche elettriche dei componenti, le codifiche componenti e i troubleshooting relativi alle centraline specifi-
che dell’impianto elettrico.
Il manuale utilizza nelle sue descrizioni appropriata simbologia il cui fine è quello di classificare l’informazione riportata. In particolare
è stata definita una serie di simboli per classificare le avvertenze ed una per le operazioni di assistenza.

SIMBOLI - AVVERTENZE

Pericolo per le persone


La mancata od incompleta osservanza di queste prescrizioni può comportare pericolo grave per l’incolumità delle persone.

Pericolo di danno grave per il veicolo


La parziale o completa inosservanza di queste prescrizioni comporta il pericolo di seri danni al veicolo e talvolta può
provocare anche la decadenza della garanzia.

Pericolo generico
! Accumula i pericoli di ambedue i segnali sopra descritti.

Salvaguardia dell’ambiente
Indica i corretti comportamenti da tenere affinché l’uso del veicolo sia il più rispettoso possibile dell’ambiente.

NOTA Indica una spiegazione aggiuntiva per un elemento di informazione.

Print 603.93.438 I Base - Giugno 2005


SIMBOLI - OPERAZIONI DI ASSISTENZA

Stacco
Aspirazione
Scollegare

Riattacco
Scarico
Collegare

Smontaggio
Funzionamento
Scomposizione

Montaggio
Composizione
ρ Rapporto di compressione

Tolleranza
Chiudere a coppia
Differenza di peso

Chiudere a coppia + valore angolare Coppia di rotolamento


α

Acciaccare o cianfrinare Rotazione

Registrazione Angolo
Regolazione Valore angolare

Controllo visivo
Precarico
Controllo posizione di montaggio
Misurazione
Quota da rilevare
Controllo Numero di giri

Attrezzatura Temperatura

Superficie da lavorare
Pressione
Finito di lavorazione bar
Maggiorato
Interferenza
Maggiore di .....
Montaggio forzato
Massimo
Minorato
Spessore
Minore di .....
Giuoco
Minimo
Lubrificare Selezione
Umettare Classi
Ingrassare Maggiorazioni
Temperatura < 0o C
Sigillante
Freddo
Collante
Inverno
Temperatura > 0o C
Spurgo aria Caldo
Estate
Sostituzione
Ricambi originali

Base - Giugno 2005 II Print 603.93.438


CODICE PRODOTTO
Ogni titolo o sottotitolo inerente le operazioni che si eseguono è preceduto da un numero di sei cifre denominato CODICE PRO-
DOTTO.
Questo numero rappresenta il CODICE PRODOTTO che trova riscontro con l’operazione di riparazione riportata nei TEMPARI
DI RIPARAZIONE e nella pubblicazione CODICE INCONVENIENTI.
Per pronto riferimento riportiamo qui di seguito i principi di lettura di questo codice (ved. anche Temparo delle Riparazioni).

5 0 7 6
Codice Prodotto:
PRODOTTO GRUPPO SOTTOGRUPPO PRODOTTO GRUPPO SOTTOGRUPPO
COMPONENTE COMPONENTE

La prima e la seconda cifra identificano il PRODOTTO nell’ambito dell’autoveicolo.


Esempio:
Prodotto 50 = Autotelaio;
Prodotto 52 = Assali;
Prodotto 53 = Cambio;
Prodotto 76 = Impianto elettrico.

0 1 0 3
Codice Gruppo:
PRODOTTO GRUPPO SOTTOGRUPPO PRODOTTO GRUPPO SOTTOGRUPPO
COMPONENTE COMPONENTE

La terza e la quarta cifra identificano il GRUPPO di appartenenza nell’ambito del PRODOTTO


Esempio:
Prodotto 50 = Autotelaio;
Gruppo 01 = Telaio;
Gruppo 02 = Paraurti-Antiincastro;
Gruppo 03 = Alternatore.

Codice Sottogruppo:
4 0 1 3
PRODOTTO GRUPPO SOTTOGRUPPO PRODOTTO GRUPPO SOTTOGRUPPO
COMPONENTE COMPONENTE

La quinta e la sesta cifra identificano esattamente il SOTTOGRUPPO e il Componente di un Gruppo nell’ambito di un PRODOTTO.
Esempio:
Prodotto 50 = Autotelaio;
Gruppo 01 = Telaio;
Sottogruppo 40 = Traverse telaio;
Sottogruppo 13 = Rotore.

Print 603.93.438 III Base - Giugno 2005


AVVERTENZE GENERALI

Le attenzioni riportate non possono essere rappresentative di tutte le situazioni di pericolo che si possono verificare.
! Pertanto si consiglia di consultare il diretto superiore qualora si verifichi una situazione di pericolo non descritta.
Utilizzare l’attrezzature specifiche e generiche secondo prescrizioni dei rispettivi libretti di uso e manutenzione. Verificare
lo stato d’uso e l’idoneità degli attrezzi non soggetti a verifica periodica.
La movimentazione manuale dei carichi deve essere valutata preventivamente perchè è funzione oltre che dal peso
anche delle sue dimensioni e del percorso.
La movimentazione mediante mezzi meccanici deve essere realizzata con sollevatori appropriati sia per peso che forma
e volume. I sollevatori, le funi e i ganci impiegati devono presentare indicazioni chiare sulla portata massima ammissibile.
L’uso di detti attrezzi è tassativamente consentito solo al personale autorizzato. Stazionare a debita distanza dal carico
e comunque mai sotto di esso.
Nelle operazioni di smontaggio attenersi sempre a tutte le prescrizioni previste, evitare nelle fasi di estrazione di partico-
lari meccanici che questi possano colpire accidentalmente il personale di officina.
Le attività di officina svolte in coppia devono essere sempre svolte in massima sicurezza; evitare operazioni che potreb-
bero essere pericolose per il collaboratore per assenza di visibilità o per sua posizione non corretta.
Tenere lontano dalla zona di lavoro il personale non addetto alle operazioni.
Apprendere le necessarie nozioni di funzionamento e di sicurezza relative al veicolo prima di ogni intervento su di esso.
Attenersi scrupolosamente a tutte le segnalazioni di sicurezza presenti sul veicolo. Apporre idonei segnali per i veicoli
in riparazione. Ad intervento riparativo ultimato, prima di avviare il veicolo, eseguire tutti i controlli indicati nel paragrafo
“Controlli a cura dell’utente” del libretto Uso e Manutenzione.
In mancanza di visibilità nell’eseguire manovre da veicolo incaricare una persona a terra per l’assistenza. Non lasciare
incustodito il veicolo in moto durante gli interventi riparativi.
Immobilizzare il veicolo con opportune calzatoie.
In caso di interventi su veicolo sollevato da terra controllare che sia ben saldo sugli appositi cavalletti di sostegno e che
le sicurezze manuali/automatiche siano attivate in caso di sollevamento a mezzo ponte sollevatore.
Quando si necessita intervenire su veicoli con alimentazioni a metano attenersi oltre alle indicazioni riportate all’interno
del documento anche a tutte le normative di sicurezza specifiche previste.
Rimuovere il tappo del radiatore solo quando il motore è freddo svitandolo con cautela per permettere alla pressione
residua dell’impianto di fuoriuscire.
I combustibili infiammabili e tutti i fluidi e i liquidi devono essere maneggiati con cura, secondo quanto riportato sulle
schede 12 punti dei materiali nocivi. Il rifornimento deve avvenire all’aperto con motore spento, evitando sigarette
accese, fiamme libere o scintille per evitare improvvisi incendi/esplosioni. Conservare fluidi e liquidi infiammabili, corrosivi
ed inquinanti adeguatamente secondo quanto previsto dalle normative vigenti. Evitare tassativamente l’uso di recipienti
idonei per gli alimenti per conservare liquidi nocivi. Evitare di forare o bruciare i contenitori pressurizzati e gettare in
idonei contenitori stracci impregnati di sostanze infiammabili.
I particolari usurati, danneggiati o di consumo devono essere sostituiti con ricambi originali Iveco.
Durante l’attività di officina mantenere sempre pulito il posto di lavoro; liberare o pulire tempestivamente i pavimenti
da accidentali macchie di liquidi e oli. Le prese elettriche e le apparecchiature elettriche necessarie ad eseguire gli inter-
venti riparativi devono soddisfare le norme di sicurezza.
Per ogni intervento sugli impianti idraulici, pneumatici, di condizionamento e sui sistemi AIR - BAG del veicolo attenersi
scrupolosamente alle indicazioni specificate riportate nelle relative sezioni del manuale.

Base - Giugno 2005 IV Print 603.93.438


AVVERTENZE GENERALI

Indossare, dove richiesto dall’intervento, gli indumenti e le protezioni previste nelle norme antinfortunistiche; il contatto
con parti in movimento può provocare lesioni gravi. Utilizzare indumenti idonei, preferibilmente attillati ed evitare di
indossare gioielli, sciarpe, ecc.
Non lasciare il motore in moto nei locali d’officina dove non sia previsto il tubo di evacuazione gas di scarico all’esterno.
Evitare di respirare fumi provenienti da riscaldamento o saldature della vernice perché possono causare danni alla salute;
operare all’aperto o in zone ben areate. Indossare un appropriato respiratore in presenza di polveri di vernice.
Evitare il contatto con acqua calda o vapori provenienti dal motore, radiatore e tubazioni perché potrebbero provocare
gravi ustioni. Evitare il contatto diretto con i liquidi e i fluidi presenti negli impianti del veicolo; a contatto accidentale
avvenuto fare riferimento alle schede 12 punti per le disposizioni da prendere.

Procedere alla pulizia dei gruppi o dei complessivi staccati dal veicolo ed alla accurata verifica della loro integrità prima
di procedere alla revisione. Riporre in maniera ordinata e in appositi contenitori i particolari staccati o smontati con i
relativi elementi di fissaggio (viti, dadi ecc.)
Controllare l’integrità dei particolari che evitano lo svitamento delle viti: rondelle spaccate, coppiglie, fermagli, ecc . I dadi
autobloccanti con inserto in nylon devono essere sempre sostituiti.
Evitare il contatto delle parti in gomma con gasolio, benzina o altre sostanze non compatibili.
Prima di procedere al lavaggio in pressione di parti meccaniche proteggere i connettori elettrici e le eventuali centraline.
Il serraggio delle viti e dei dadi deve essere sempre realizzato secondo prescrizione; la rete commerciale ed assistenziale
IVECO è a disposizione per fornire tutti i chiarimenti necessari per l’esecuzione degli interventi riparativi non previsti
dalla presente pubblicazione.
Prima di procedere con saldature:
- Scollegare tutte le centraline elettroniche e staccare il cavo di potenza dal terminale positivo della batteria (colle-
garlo alla massa telaio) e i connettori.
- Rimuovere la vernice utilizzando appropriati solventi o sverniciatori e pulire le superfici interessate con acqua e
sapone.
- Attendere circa 15 minuti prima di procedere con le saldature.
- Munirsi di idonei ripari resistenti al fuoco per proteggere tubi flessibili o altri componenti in cui scorrono fluidi o altri
materiali facilmente infiammabili quando si eseguono saldature.
Qualora il veicolo dovesse essere sottoposto a temperature superiori agli 80˚C (forni essiccatori) smontare le centraline
elettroniche di comando .

Lo smaltimento di tutti i liquidi e dei fluidi deve essere realizzato nel pieno rispetto delle norme specifiche vigenti

Print 603.93.438 V Base - Giugno 2005


AVVERTENZE GENERALI SULL’IMPIANTO ELETTRICO

Dovendo intervenire sull’impianto elettrico/elettronico staccare le batterie dall’impianto, scollegando sempre per primo
! il cavo di massa telaio dal terminale negativo delle batterie stesse.

Prima di collegare le batterie all’impianto assicurarsi del buon isolamento di quest’ultimo.


Scollegare l’apparecchio di ricarica esterno dalla rete civile prima di rimuovere le pinze del medesimo dai terminali delle
batterie.

Non provocare scintille per verificare la presenza di tensione in un circuito.

Non utilizzare una lampada test per verificare la continuità di un circuito ma utilizzare unicamente apparecchi di controllo
adeguati.
Assicurarsi che i cablaggi dei dispositivi elettronici (lunghezza, tipo di conduttore, dislocazione, fascettatura, collegamento
della calza di schermatura, messa a massa ecc.) siano conformi all’impianto IVECO e che siano ripristinati con cura dopo
interventi riparativi o manutentivi.

Le misurazioni nelle centraline elettroniche di comando, nei collegamenti a spina e negli allacciamenti elettrici ai compo-
nenti, possono essere effettuate solo su linee di collaudo appropriate, con apposite spine e bussole a spina. Non usare
in nessun caso mezzi impropri come fili metallici, cacciaviti, fermagli e simili. Oltre al pericolo di cortocircuito si potreb-
bero danneggiare in questo modo i collegamenti a spina, e ciò provocherebbe successivamente problemi di contatto.

Per avviare il motore non usare caricatori rapidi. L’avviamento deve solo essere effettuato con batterie separate o con
apposito carrello.
L’errata polarizzazione della tensione di alimentazione delle centraline elettroniche di comando (per esempio la polariz-
zazione errata delle batterie) può portare alla loro distruzione.
Scollegare le batterie dall’impianto durante la carica delle stesse con apparecchio esterno.

Nella fase di allacciamento avvitare i dadi a risvolto dei connettori (sensori di temperatura, pressione ecc.) esclusiva-
mente con la coppia di serraggio prescritta.
Prima di scollegare il connettore di giunzione da una centralina elettronica, isolare l’impianto.

Non alimentare direttamente i componenti asserviti da centraline elettroniche con la tensione nominale del veicolo.

I cavi devono essere disposti in modo da risultare paralleli al piano di riferimento, ossia il più vicino possibile alla struttura
telaio/scocca.
Ad intervento sull’impianto elettrico concluso ripristinare connettori e cablaggi secondo la disposizione originale.

Le procedure di memorizzazioni chiavi sono influenzate dai disturbi elettromagnetici (cellulari, ecc.). Pertanto durante
la memorizzazioni chiavi:
1 Attenzione che in cabina o in prossimità delle chiavi non vi siano delle fonti di disturbo.
2. Le chiavi che non sono inserite nel quadro devono essere almeno ad 1 metro di distanza.

NOTA I connettori presenti sono visti dal lato cavo. Le viste dei connettori riportate sul manuale sono rappresentative del lato
cavo.

Base - Giugno 2005 VI Print 603.93.438


Masse e schermature
I conduttori negativi collegati ad un punto di massa impianto devono essere i più brevi possibili e connessi tra di loro a “stella”, cer-
cando quindi che il loro serraggio sia effettuato in modo ordinato e adeguato (Fig. 1 rif. M).

Inoltre, per la componentistica elettronica le seguenti avvertenze sono da osservare tassativamente:

— Le centraline elettroniche devono essere collegate alla massa impianto quando sono provviste di involucro metallico.

— I cavi negativi delle centraline elettroniche devono essere collegati sia a un punto di massa impianto, per esempio massa vano
cruscotto (evitando i collegamenti “seriali” o a “catena”), sia al terminale negativo della batteria/e.

— Le masse analogiche (sensori), pur non essendo collegate alla massa impianto/terminale negativo batteria/e, devono presentare
un ottimo isolamento. Di conseguenza, una particolare cura deve essere prestata alle resistenze parassite dei capicorda: ossida-
zioni, difetti di aggraffatura ecc.

— La calza metallica dei circuiti schermati deve essere in contatto elettrico solo dall’estremità rivolta verso la centralina in cui entra
il segnale (Fig. 2).

— In presenza di connettori di giunzione il tratto non schermato d, in prossimità di essi, deve essere il più breve possibile (Fig. 2).

— I cavi devono essere disposti in modo da risultare paralleli al piano di riferimento, ossia il più vicino possibile alla struttura telaio/
scocca.

Figura 1

1. COLLEGAMENTO A “STELLA” DI CAVI NEGATIVI ALLA MASSA IMPIANTO M

Figura 2

88039

2. SCHERMATURA TRAMITE CALZA METALLICA DI UN CAVO A UN COMPONENTE ELETTRONICO - C. CONNETTORE


d. DISTANZA ! 0

Print 603.93.438 VII Base - Giugno 2005


INSTALLAZIONI OPTIONAL ELETTRO-MECCANICI
Montaggi accessori, aggiunte e modifiche sul veicolo vanno eseguite in conformità alle direttive di montaggio IVECO (è disponibile
presso le officine della Rete Assistenziale la pubblicazione specifica “Direttive per la trasformazione e gli allestimenti”).
Si rammenta che, specialmente per quanto riguarda l’impianto elettrico, diverse prese elettriche sono previste di serie (o opzionali)
per semplificare e regolarizzare gli interventi elettrici a cura degli allestitori.
Per qualunque deroga alle direttive di montaggio è necessaria l’autorizzazione IVECO.
L’inosservanza delle prescrizioni sopra descritte, comporta la decadenza della garanzia.

È assolutamente vietato effettuare modifiche o allacciamenti ai cablaggi delle centraline elettriche, in particolare la linea
d’interconnessione dati tra centraline (linea CAN) è da considerarsi inviolabile.

CONVERSIONI TRA LE PRINCIPALI UNITÀ DI MISURA DEL SISTEMA INTERNAZIONALE E


LE GRANDEZZE DERIVATE DI PIÙ COMUNE IMPIEGO

Potenza
1 kW = 1.36 Cv
1 kW = 1.34 HP
1 Cv = 0.736 kW
1 Cv = 0.986 HP
1 HP = 0.746 kW
1 Hp = 1.014 Cv
Coppia
1 Nm = 0.1019 Kgm
1 Kgm = 9.81 Nm
Numero di giri
1 rad/s = 1 rpm x 0.1046
1 rpm = 1 rad/s x 9.5602
Pressione
1 bar = 1.02 Kg/cm2
1 Kg/cm2 = 0.981 bar
1 bar = 105 Pa
(le unità Nm e bar vengono convertite per semplicità secondo i rapporti 10:1 e 1:1)
1 Kgm = 10 Nm
1 Kg/cm2 = 1 bar
Temperatura
0° C = 32° F
1° C = (1x1,8+32)° F

Base - Giugno 2005 VIII Print 603.93.438


DAILY CNG

Print 603.93.438 - 1a edizione


Base - Giugno 2005

DATI DI AGGIORNAMENTO

Sezione Descrizione Pagina Data revisione

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


Base - Giugno 2005 Print 603.93.438
INDICE DELLE SEZIONI

Sezione

Generalità 1

Motore 2

Frizione 3

Cambi di velocità 4

Alberi di trasmissione 5

Ponti 6

Assali 7

Sospensioni 8

Ruote e pneumatici 9

Sterzo 10

Impianto idropneumatico- Freni 11

Manutenzione programmata 12

Impianto elettrico/elettronico 13

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


Base - Giugno 2005 Print 603.93.438
DAILY CNG GENERALITÀ 1

Print 603.93.283

SEZIONE 1
Generalità

Pagina

DATI PER L’IDENTIFICAZIONE . . . . . . . . . . . . . 3

- Targhetta identificazione veicolo . . . . . . . . . . . 3

COMPOSIZIONE DEI MODELLI . . . . . . . . . . . . 4

CODIFICAZIONE ALFANUMERICA DI
IDENTIFICAZIONE VEICOLO . . . . . . . . . . . . 5

CODIFICAZIONE ALFANUMERICA DI
IDENTIFICAZIONE AUTOBUS . . . . . . . . . . . 9

RIFORNIMENTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


2 GENERALITÀ DAILY CNG

Print 603.93.283

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG GENERALITÀ 3

DATI PER L’IDENTIFICAZIONE


PRINT 603.93.283

Targhetta identificazione veicolo IVECO SPA


Legenda targhetta
a)

a) Marcatura del numero di omologazione, b) Kg


codice del costruttore e indicazioni caratteristiche generali c) Kg
del veicolo.
b) Massa complessiva motrice. d) 1- Kg
c) Massa complessiva motrice + rimorchio (se previsto). e) Kg
d) Massa limite ammessa sull’asse anteriore.
2-
e) Massa limite ammessa sull’asse intermedio (se previsto). f) 3- Kg
f) Massa limite ammessa sull’asse posteriore. g) 4- Kg
g) Massa limite ammessa sul 4º asse (se previsto). Type No of axles
h) Identificazione specifica del tipo. h) n)
i) Passo in mm. Wheelbase Cor-
rected
l) Tipo motore. i) absorp-
tion

m) Potenza motore. Engine type Engine power KW


value

n) Numero assi. l) m)
o) Luogo di produzione. Made in

o)

Valore ammesso
di fumosità

Targhetta del costruttore


Per l’identificazione
del veicolo secondo
direttiva C.E.E.
(sulla traversa anteriore).

Motore
Telaio Stampigliatura
Stampigliatura (lato destro
(anteriormente sul basamento).
sul longherone
destro del telaio).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


4 GENERALITÀ DAILY CNG

PRINT 603.93.283/A

COMPOSIZIONE DEI MODELLI


MODELLI

A50C11G (BUS)
35 C11G
35 S11G

40C11G

65C11G
50C11G

60C11G
GRUPPI

8149.03 (106 CV) o o o o o o o

Monodisco 10” 1/2 o o o o o

Monodisco 11” o o

5S 200 o o o

6S 300 o o o o

5817 o

5819 o o o o

5823 o o

450210 o

450311/1 - 450511 o o o o

450517/2 o o

Idroguida A cremagliera o o o o o o o
MECCANICHE ANTERIORI:
o
indipendenti con molla a balestra trasversale (MK3)
indipendenti con barre di torsione o o o o o o
MECCANICHE Paraboliche
o V V V V V V
POSTERIORI monolama
Semiellittiche o o o o o o

PNEUMATICHE POSTERIORI V V V V V V V

o Serie
V In alternativa

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG GENERALITÀ 5

PRINT 603.93.283

CODIFICAZIONE ALFANUMERICA DI IDENTIFICAZIONE VEICOLO


VEICOLO PERSONALIZZATO (V.P.)

VEICOLO DI MERCATO (V.M.)

VEICOLO BASE (V.C.B.)

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

GAMMA

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

A VEICOLI STRADALI LEGGERI

FAMIGLIA DI PROGRAMMAZIONE

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14
29 L
1 L 30
35 S

35 C
2 L 35
40 C
CABINATI E DERIVATI
50 C
3 L 50
45 C

60 C
4 L 65
65 C

29 L
5 L 30 A
35 S

35 C
6 L 35 A
40 C
FURGONI E DERIVATI
50 C
7 L 50 A
45 C

60 C
8 L 65 A
65 C

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


6 GENERALITÀ DAILY CNG

PRINT 603.93.283/A

MOTORIZZAZIONE

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

N 8149.03 - 106 CV

SOSPENSIONE

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14
A Sospensione meccanica: anteriore con molla balestra trasversale
B Sospensione meccanica: anteriore con barre di torsione
C Sospensione anteriore meccanica con molla a balestra trasversale - Sospensione
posteriore pneumatica
D Sospensione anteriore meccanica con barre di torsione - Sospensione posteriore
pneumatica

VERSIONE

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

1 CABINATO

6 CABINATO
6 1
6+1

0 SCUDATO

SCUDATO
R
RIDOTTO

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG GENERALITÀ 7

PRINT 603.93.283/A

VERSIONE

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

A CUT - AWAY

4 FURGONE

FURGONE
V
SEMIVETRATO

FURGONE
U CITY VERSION
VENDOR

PASSO

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

3 3300 mm (L30A - L35A - L50A - L65A)

3 3450 mm (L30 - L35 - L50 - L65)

4 3750 mm (L30 - L35 - L50 - L65)

4 3950 mm (L30A - L35A - L50A - L65A)

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


8 GENERALITÀ DAILY CNG

PASSO

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14
6 4750 mm (L50 - L65)

7 4350 mm (L50 - L65)

8 3950 mm (L30 - L35)

CAMBIO DI VELOCITÀ

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14
A 5 MARCE (5 S 200 - 5 S 270)

B 6 MARCE (6 S 300)

GUIDA - ALTEZZA INTERNO VANO DI CARICO

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14
GUIDA A SINISTRA 1

GUIDA A DESTRA A

OPTIONALS DI MERCATO OBBLIGATORI

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14
OPTIONALS RICHIESTI DAL CLIENTE

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14
Base - Giugno 2005 Print 603.93.438
DAILY CNG GENERALITÀ 9

PRINT 603.93.283

CODIFICAZIONE ALFANUMERICA DI IDENTIFICAZIONE AUTOBUS


VEICOLO PERSONALIZZATO (V.P.)

VEICOLO DI MERCATO (V.M.)

VEICOLO BASE (V.C.B.)

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14
GAMMA

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

A VEICOLI STRADALI LEGGERI

FAMIGLIA DI PROGRAMMAZIONE

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14
A LBU1 35 S

B LBU2 40 C

C LBU2 50 C

MOTORIZZAZIONE

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

N 8149.03 - 106 CV

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


10 GENERALITÀ DAILY CNG

PRINT 603.93.283

SOSPENSIONE

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14
A Sospensione meccanica: anteriore con molla balestra trasversale
B Sospensione meccanica: anteriore con barre di torsione
C Sospensione anteriore meccanica con molla a balestra trasversale - Sospensione
posteriore pneumatica
D Sospensione anteriore meccanica con barre di torsione - Sospensione posteriore
pneumatica

VERSIONE

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

V VENDOR VETRATO LBU2

LBU1
F FURGONE VETRATO
LBU2

2 MINIBUS LBU2

3 NOLEGGIO LBU2

I SCUOLE ELEMENTARI LBU2

M SCUOLE MEDIE LBU2

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG GENERALITÀ 11

CAMBIO DI VELOCITÀ - PASSO

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14
5 MARCE
A LBU1
3000 L mm

6 MARCE LBU1
B
3300 mm LBU2

6 MARCE
C LBU2
3950 mm

GUIDA - ALTEZZA INTERNO VANO DI CARICO

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

GUIDA A SINISTRA E ALTEZZA INTERNA VANO


2
DI CARICO H1 = 1900 mm (LBU1 - LBU2)

GUIDA A DESTRA E ALTEZZA INTERNA VANO


B
DI CARICO H2 = 1900 mm (LBU1 - LBU2)

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


12 GENERALITÀ DAILY CNG

PRINT 603.93.283/A

RIFORNIMENTI
LUBRIFICANTI CONSIGLIATI DA IVECO PARTI DA RIFORNIRE Quantità
Litri kg
Motore 8149.03

Sostituzione periodica
SELENIA 10W40

7,0 6,3

5,9 5,3

Capacità totale motore a secco 7,6 6,8


Cambio di velocità
Tutela TRUCK GEARLITE ZF 5S 200 2 1,8
ZF 6S 300 2,7 2,43
Ponti posteriori:
Tutela W140/M-DA
W140/M DA (SAE 85W140) 450210 18
1,8 1,5
15

Tutela W140/M-DA (SAE 85W140) 450311/1 1,9 1,65

Tutela W140/M-DA (SAE 85W140) 450511 1,9 1,65

Tutela W140/M-DA (SAE 85W140) 450517/2 3 2,7

Tutela GI/A Idroguida 1,4 1,3

Tutela TRUCK DOT SPECIAL Circuito freni 1,11 1

Arexons DP1 Lavacristallo 5 4,5

Paraflu11 * Impianto di raffreddamento 9 -

* = Anticongelante protettivo (concentrazione 50% punto di congelamento -35oC).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG GENERALITÀ 13

PRINT 603.93.283

Denominazione internazionale lubrificanti Prodotti Fiat Lubrificanti


Olio motore
Soddisfa le specifiche: A3-96 e B3-96 Selenia (SAE 10W40)
Olio per differenziale e mozzi ruote soddisfa le specifiche:
API GL 5 a base minerale SAE 85W140 Tutela W 140/M - DA
API GL 5 a base minerale SAE 80W90 Tutela W 90/M - DA(1)
Olio per cambi di velocità meccanici contenente additivi anti usura non EP
Tutela Truck Gearlite
Soddisfa le specifiche API GL 4 SAE 75W80
Olio per idroguide e trasmissioni idrostatiche
Tutela GI/A
Soddisfa le specifiche: A.T.F. DEXRON II D
Grasso per ingrassaggio generale
Tutela MR 2
a base di saponi di litio consistenza N.L.G.I. n. 2
Grasso specifico per cuscinetti e mozzi ruote
Tutela MR 3
a base di saponi di litio consistenza N.L.G.I. n. 3
Fluido per freni idraulici e comando frizione
Conforme alle norme N.H.T.S.A. N. 116, ISO 4925 Tutela TRUCK DOT SPECIAL
Standard SAE J 1703, Iveco Standard 18-1820
Liquido per lavacristalli
Tutela Professional SC 35
Miscela di alcoli, acqua e tensioattivi CUNA NC 956-11
Fluido protettivo concentrato per radiatori
a base di glicole etilenico contenente inibitori di corrosione, Paraflu11 (2)
conforme alla norma Iveco Standard 18-1830
(1) Specifico per climi freddi.
(2) Paraflu al 100% da diluire al 50% con acqua.

95 35

50 10 SAE 40
32 0 SAE 30

SAE
14 -10 20W

SAE
5 -15
15W/40
SAE SAE 5W 30
-13 -25 10W
oF oC

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


14 GENERALITÀ DAILY CNG

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 1

Print 603.93.283

SEZIONE 2
5401 Motore

Pagina Pagina
CARATTERISTICHE GENERALI . . . . . . . . . . . . . 3
DATI - GIUOCHI DI MONTAGGIO . . . . . . . . . 6 - Coperchio posteriore albero motore . . . . . . . 43

COPPIE DI SERRAGGIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12 - Coperchio anteriore albero motore . . . . . . . . 43

ATTREZZATURA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14 VOLANO MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44

IMPIANTO DI ALIMENTAZIONE . . . . . . . . . . . 21 - Sostituzione cuscinetto di supporto albero entrata


moto cambio di velocità . . . . . . . . . . . . . . . . . 44
- Descrizione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 21
- Sostituzione corona dentata volano motore . . 44
STACCO/RIATTACCO DEL MOTOPROPULSORE 22
COMPLESSIVO BIELLA-STANTUFFO . . . . . . . . 44
- Stacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 22
- Stantuffi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 45
- Riattacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 27
- Misurazione diametro stantuffi . . . . . . . . . . . . . 45
- Riempimento impianto raffreddamento e
spurgo aria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 27 - Perni stantuffi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 45

- Verifiche e controlli . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 28 - Condizioni per un corretto accoppiamento


perni-stantuffi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46
SILENZIATORE CATALITICO . . . . . . . . . . . . . . 29
- Anelli elastici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46
- Descrizione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29
INTERVENTI RIPARATIVI . . . . . . . . . . . . . . . . . . 47
SMONTAGGIO DEL MOTORE AL BANCO . . 30
- Bielle . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 47
INTERVENTI RIPARATIVI . . . . . . . . . . . . . . . . . . 35
- Boccole . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 48
GRUPPO CILINDRI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 35
- Controllo bielle . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 48
- Controlli e misurazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 35
- Controllo torsione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 48
- Controllo superficie appoggio testa su gruppo
cilindri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 36 - Controllo flessione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 48

- Montaggio canne cilindri fornite di ricambio . . 36 - Montaggio complessivo biella-stantuffo . . . . . . 49

ALBERO MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38 - Accoppiamento bielle-stantuffi . . . . . . . . . . . . . 49

- Misurazione perni di banco e di biella . . . . . . . 38 - Controllo quadratura biella-stantuffo . . . . . . . . 49

- Controllo albero motore . . . . . . . . . . . . . . . . . 40 - Montaggio anelli elastici . . . . . . . . . . . . . . . . . . 49

- Sostituzione anello di centraggio albero - Montaggio complessivi biella stantuffo


entrata moto cambio di velocità . . . . . . . . . . . 41 nelle canne cilindri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 50

- Sostituzione ingranaggio comando - Rilievo giuoco di montaggio perni di biella . . . . 50


distribuzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 41 - Messa in fase volano . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 51
MONTAGGIO DEL MOTORE . . . . . . . . . . . . . 41
TESTA CILINDRI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 51
- Montaggio cuscinetti di banco . . . . . . . . . . . . . 41
- Smontaggio albero di distribuzione . . . . . . . . . 51
- Rilievo giuoco di montaggio perni di banco . . . 42
- Controllo alzata eccentrici e controllo
- Controllo giuoco di spallamento albero allineamento perni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 52
motore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43
PUNTERIE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 53
- Controllo allineamento puleggia albero
motore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43 - Smontaggio valvole . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 53

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


2 MOTORE DAILY CNG

Pagina Pagina
- Controllo tenuta idraulica testa cilindri . . . . . . 54
- Messa in fase della distribuzione . . . . . . . . . . . 71
- Controllo superficie di appoggio testa cilindri . 54
- Montaggio e messa in fase del distributore . . . 73
VALVOLE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 54
- Montaggio e regolazione tensione cinghia comando
- Disincrostazione controllo e rettifica valvole . . 54 alternatore - pompa acqua - ventilatore . . . . . 75

- Controllo giuoco fra stelo valvola guidavalvole - Completamento motore . . . . . . . . . . . . . . . . . 75


e centratura valvole . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 55
- Sensore giri distribuzione - Sensore giri motore 76
GUIDAVALVOLE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 55
COMPRESSORE DEL CONDIZIONATORE
- Sostituzione dei guidavalvole . . . . . . . . . . . . . . 55 (per veicoli dove previsto) . . . . . . . . . . . . . . . 77

- Alesatura dei guidavalvole . . . . . . . . . . . . . . . . 55 - Stacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 77

SEDI VALVOLE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 56 - Riattacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 77

- Ripassatura - sostituzione sedi valvole . . . . . . . 56


MOLLE VALVOLE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 57
MONTAGGIO TESTA CILINDRI . . . . . . . . . . . . 57
- Montaggio valvole . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 57
- Montaggio punterie . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 58
- Montaggio albero distribuzione . . . . . . . . . . . . 58
- Registrazione giuoco punterie . . . . . . . . . . . . . 58
- Riattacco testa cilindri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 60
GRUPPO ORGANI AUSILIARI . . . . . . . . . . . . . . 61
- Smontaggio gruppo organi ausiliari . . . . . . . . . 61

- Valvola di regolazione pressione olio . . . . . . . . 62


POMPA OLIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 62
- Montaggio gruppo organi ausiliari . . . . . . . . . . 63
LUBRIFICAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 65
- Generalità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 65
- Impianto di ricircolo totale vapori olio . . . . . . . 67
RAFFREDDAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 68
- Descrizione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 68
- Funzionamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 68
- Puleggia elettromagnetica . . . . . . . . . . . . . . . . 69
- Pompa acqua . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 69
- Termostato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 69
- Coperchio anteriore albero moto . . . . . . . . . . 70
COMANDO A CINGHIA DENTATA DELLA
DISTRIBUZIONE E SENSORE DI FASE . . . . . 70

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 3

CARATTERISTICHE GENERALI

Tipo 8149.03

Ciclo 4 tempi

Alimentazione gas metano

Numero cilindri 4 in linea


Alesaggio mm 94,4

Corsa mm 100

+ + +.. = Cilindrata totale cm3 2800

ρ Rapporto di compressione 12,2:1

Potenza massima KW 78
(CV) 106

Giri/min. 3800

Coppia massima Nm
220

Giri/min 2200

Regime minimo del


motore a vuoto
Giri/min 800  50
Regime massimo del
motore a vuoto
Giri/min 4100 ± 50

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


4 MOTORE DAILY CNG

Tipo 8149.03

A
DISTRIBUZIONE

inizio prima del P.M.S. A
48°
fine dopo il P.M.I. B
B

inizio prima del P.M.I. D 48°

fine dopo il P.M.S. C 8°


D

Per controllo messa in fase

mm 0,5 ± 0,05
X
mm 0,5 ± 0,05
X
Di funzionamento

mm 0,5 ± 0,05
X
mm 0,5 ± 0,05

IMPIANTO GAS
Elettrovalvola intercettazione gas alta pressione montata TARTARINI
su riduttore - 12 V
TARTARINI 2 stadi - (1º stadio da 200 a 14 bar)
Riduttore di pressione CNG
(2º stadio da 14 a 7 bar)
Iniettori WEBER IAW003
Sensore di pressione assoluta PRT 03 - MARELLI
Attuatore minimo WEBER B02
Sensore di giri BOSCH
Sensore di fase MARELLI SFA 100A
Sensore temperatura acqua JAEGER tipo 401930
Sensore temperatura aria JAEGER tipo ATS04
Sonda Lambda NTK OZ A112 - A1
Valvola a farfalla (corpo farfallato) WEBER Tipo 54 CFA 26
Potenziometro farfalla WEBER Tipo PF1C
IMPIANTO DI ACCENSIONE
Bobina di accensione CHAMPION tipo BAE 920A
Fasatura accensione statica
CANDELE
Candela di accensione CHAMPION RC7 Y CC (gap 0,8 mm)-rip. Platino
Cavi candela CAVIS

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 5

Tipo 8149.03

Forzata mediante pompa ad ingranaggi, valvola limitatrice


LUBRIFICAZIONE
di pressione, filtro olio a doppia filtrazione
Pressione olio
bar a motore caldo:
al regime minimo bar 0,8
al regime massimo bar ≥3,5
Mediante pompa centrifuga, termostato per regolazione,
RAFFREDDAMENTO:
elettro ventilatore, radiatore
Comando pompa acqua: Mediante cinghia POL Y-V
Termostato:
inizio apertura: 79 ºC ± 2 ºC
apertura massima: 110 ºC
RIFORNIMENTO
Capacità totale
1o riempimento
litri 7,6
kg 6,8 ± 0,4
Capacità per sostituzione
periodica:
SELENIA 10W40 - coppa motore
litri 5,9
kg 5,3
- coppa motore + filtro
litri 7
kg 6,2 ± 0,4
- coppa motore
Livello massimo litri 5,9
kg 5,3 ± 0,2
- coppa motore
Livello minimo litri 4,2
kg 3,8 ± 0,2
Pendenza massima superabile dal veicolo, in salita o discesa
30%
con olio in coppa a livello minimo.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


6 MOTORE DAILY CNG

DATI - GIUOCHI DI MONTAGGIO

Tipo 8149.03

GRUPPO CILINDRI E ORGANI


mm
DEL MANOVELLISMO
∅1

Sedi canne cilindri ∅1 97,39÷97,45 *

∅ Canne cilindri: **

L diametro esterno ∅ 97,47 ÷ 97,50

lunghezza L 167,00 ÷ 167,30


Canne cilindri -
sedi basamento 0,02 ÷ 0,11
(interferenza)

Diametro esterno ∅2 0,2

∅3
Canne cilindri:
X

diametro interno ∅3 94,402 ÷ 94,432

Stantuffi: forniti di ricambio


∅1 MONDIAL PISTON
tipo
X quota di misurazione X 12
diametro esterno ∅1 94,321 ÷ 94,335
∅2 sede per perno ∅2 32,000 ÷ 32,005
Stantuffo - canne cilindro 0,067 ÷ 0,111

Diametro stantuffi ∅1 0,4

∅3 Perno stantuffi ∅3 31,990 ÷ 31,996

Perno stantuffi - sede perno 0,004 ÷ 0,015

* Diametro da ottenere in sede assistenziale per il montaggio delle canne cilindro fornite di ricambio.
* Fornite di ricambio.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 7

Tipo 8149.03

GRUPPO CILINDRI E ORGANI


mm
DEL MANOVELLISMO
tipo di stantuffo MONDIAL PISTON
X1 1,540 ÷ 1,560
X1
Cave anelli elastici X2 2,050 ÷ 2,070
X2
X3 X3 2,540 ÷ 2,560

S 1 S1 1,475÷1,490
S 2 Anelli elastici S2 1,970 ÷ 1,995
S 3
S3 2,470 ÷ 2,490
Tipo stantuffo MONDIAL PISTON
1 0,050 ÷ 0,085
Anelli elastici - cave 2 0,055 ÷ 0,100
3 0,050 ÷ 0,090

Anelli elastici 0,4

X1 Apertura estremità anelli


elastici nella canna cilindri:
X2
X1 0,30 ÷ 0,55
X3
X2 0,30 ÷ 0,55
X3 0,30 ÷ 0,55
∅1 Sede boccola piede di biella
35,460 ÷ 35,490
Ø1*
Sede cuscinetti di biella
Ø2* 60,341 ÷ 60,348
∅2
*Fornito di ricambio
∅ 4 Diametro boccola piede
di biella
esterno ∅4 35,570 ÷ 35,595
∅3
interno ∅3 32,010 ÷ 32,020

S
Semicuscinetti di biella
1,875 ÷ 1,884
fornito di ricambio S
Boccola piede di biella -
0,08 ÷ 0,135
sede
Perno stantuffo - boccola 0,014 ÷ 0,03

Semicuscinetti di biella 0,254 - 0,508

X
Quota di misurazione X -

Massimo errore sul


parallelismo degli assi
di biella 0,09

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


8 MOTORE DAILY CNG

Tipo 8149.03

GRUPPO CILINDRI E ORGANI


mm
DEL MANOVELLISMO
∅1 ∅2 80,182 ÷ 80,208 *
Perni di banco ∅1
86,182 ÷ 86,208 **
Perni di biella ∅2 56,515 ÷ 56,538
Semicuscinetti di banco
S1* 2,165 ÷ 2,174
S1 S 2 Semicuscinetti di biella
S2* 1,875 ÷ 1,884
* fornito di ricambio

84,588 ÷ 84,614 *
∅3 Supporti di banco ∅3
90,588 ÷ 90,614 **

Semicuscinetti -
perni di banco 0,032 ÷ 0,102
Semicuscinetti -
0,035 ÷ 0,083
perni di biella
Semicuscinetti di banco 0,254 - 0,508
Semicuscinetti di biella 0,254 - 0,508

Perno di banco
per spallamento X1 31,000 ÷ 31,100

X 1

Supporto di banco
per spallamento X2 26,500 ÷ 26,550

X 2
X3
Semianelli di
spallamento X3 30,900 ÷ 30,950

Spallamento
0,060 ÷ 0,310
albero motore
* Perni di banco n° 1-2-3-4
** Perno di banco n° 5

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 9

Tipo 8149.03

GRUPPO CILINDRI E ORGANI


mm
DEL MANOVELLISMO
∅ 1

Sedi guidavalvole
sulla testa cilindri ∅1 12,950 ÷ 12,985

∅ 2

∅2 8,023 ÷ 8,038
Guidavalvole
∅3 13,012 ÷ 13,025
∅ 3

Guidavalvole e sedi sulla


0,027 ÷ 0,075
testa

Guidavalvole 0,05 - 0,10 - 0,25

∅ 4 Valvole:

∅4 7,985 ÷ 8,000
α 60° 15′ ± 7′ 30″
∅4 7,985 ÷ 8,000
α
α 60° 15′ ± 7′ 30″
Stelo valvole e relativa
0,023 ÷ 0,053
guida
Sede sulla testa per sede
valvola:

∅1 44,025÷44,075
∅ 1
∅1 37,380 ÷ 37,415
Diametro esterno sede
∅ 2 valvola; inclinazione sedi
valvole sulla testa cilindri: 44,145÷44,160
∅2
α 60° ± 5′

∅2 37,495 ÷ 37,510
α α 60° ± 5′

X 1,15 ÷ 1,45

X Infossamento X 1,00 ÷ 1,30

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


10 MOTORE DAILY CNG

Tipo 8149.03

TESTA CILINDRI - DISTRIBUZIONE mm

Fra sede valvola 0,070 ÷ 0,135


e testa
0,080 ÷ 0,130

Sedi valvole

Altezza molla esterna


valvole:
molla libera H 52
H H1 sotto un carico di:
H 2 kg 43,8 ± 2,5 H1 38,5
kg 77,4 ± 4 H2 28,5
Altezza molla interna
valvole:
molla libera H 45,5
H sotto un carico di:
H1
H2 kg 16,4 ± 1 H1 33,5
kg 30 ± 1,5 H2 23,5

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 11

Tipo 8149.03

TESTA CILINDRI - DISTRIBUZIONE mm


Sedi per perni albero
distribuzione
normale ∅ 33,985 ÷ 34,015
∅ ∅ ∅ maggiorato ∅ 34,185 ÷ 34,215
∅ 2 ... ∅ 5 Perni di supporto dell’albero
distribuzione:
normale ∅1 33,934 ÷ 33,950
∅ 2 ..... ∅ 5 33,930 ÷ 33,954
∅1
maggiorato ∅ 34,134 ÷ 34,150
Fra sedi e perni di supporto
su:
normale ∅1 0,035 ÷ 0,081
∅ 2 ..... ∅ 5 0,031 ÷ 0,084
maggiorato ∅ 0,035 ÷ 0,081

Sedi punterie su testa


∅ cilindri ∅ normale 44,000 ÷ 44,025
∅ maggiorato 44,200 ÷ 44,225

punterie ∅ normale 43,950 ÷ 43,970


∅ maggiorato 44,150 ÷ 44,170

Fra punterie e sedi 0,030 ÷ 0,075

da 3,25 a 4,45 mm
Piattello
con progressione di 0,05
Alzata utile eccentrici:

H
H 10,5

H 10,5

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


12 MOTORE DAILY CNG

COPPIE DI SERRAGGIO

PARTICOLARE COPPIA
Nm Kgm
Vite flangiata fissaggio testa cilindri
prima fase: preserraggio 60 ± 5 6 ± 0,5
seconda fase: preserraggio 60 ± 5 6 ± 0,5
terza fase: angolo 180° ± 10°
Vite flangiata fissaggio basamento inferiore al basamento superiore
Preserraggio 50 ± 5 5 ± 0,5
Angolo 90° ± 5°
Vite flangiata fissaggio cappelli di biella
Preserraggio 50 ± 5 5 ± 0,5
Angolo 63° ± 2°
Vite fissaggio volano motore
Preserraggio 30 ± 3 3 ± 0,3
Angolo 90° ± 2°
Dado autobloccante fissaggio giunto elettromagnetico su pompa acqua
Preserraggio 40 4
Angolo 110° ± 10°
Tappo otturatore condotto principale olio motore M18 25 2,5
Vite fissaggio coppa olio al basamento motore 20 2
Tappo otturatore condotti olio supporto organi ausiliari 25 2,5
Vite flangiata fissaggio supporto organi ausiliari M12 60 6
Vite fissaggio supporto organi ausiliari M8 25 2,5
Vite fissaggio coperchio anteriore supporto organi ausiliari 25 2,5
Vite fissaggio coperchio posteriore supporto organi ausiliari 18 1,8
Vite ad esagono fissaggio coperchio posteriore (Rotostat) tenuta olio albero motore 25 2,5
Vite ad esagono incassato fissaggio coperchio anteriore (Rotostat) albero motore 7,5 0,75
Dado fissaggio coperchio anteriore albero distribuzione 7,5 0,75
Dado fissaggio tubo pompa acqua al collettore di aspirazione 25 2,5
Dado e viti fissaggio coperchio posteriore testa cilindri 25 2,5
Dado fissaggio staffe sollevamento motore 18 1,8
Dado fissaggio collettore di aspirazione e scarico 25 2,5
Vite fissaggio gomito al collettore di aspirazione 15 1,5
Vite fissaggio puleggia conduttrice all’ albero motore 250 25
Dado fissaggio cappelli albero distribuzione 18 1,8
Vite fissaggio ingranaggio comando albero distribuzione 25 2,5
55 5,5
Dado fissaggio boccola dentata { M12
M14 83 8,3
Fissaggio filtro olio 25 2,5
Vite fissaggio succhieruola olio 25 2,5

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 13

PARTICOLARE COPPIA
Nm Kgm
Tappo molla valvolina pressione olio 65 6,5
Bocchettone per ugello raffreddamento stantuffo 40 4
Vite flangiata fissaggio corpo pompa acqua al basamento 50 5
Dado fissaggio magnete su pompa acqua 7,5 0,75
Vite fissaggio bocchettone termostato acqua testa cilindri 20 2,0
Vite fissaggio puleggia condotta al mozzo pompa acqua 25 2,5
Vite fissaggio supporto alternatore al basamento inferiore 50 5
Vite fissaggio alternatore al supporto 75 7,5
Vite fissaggio tubo uscita acqua su termostato 18 1,8
Dado fissaggio pompa servosterzo 35 3,5
Vite M6 fissaggio depressore 12 1,2
Vite flangiata M8 fissaggio depressore 18 1,8
Tappo su coperchio anteriore gruppo organi ausiliari 35 3,5
Dado autobloccante fissaggio staffa tenditore alternatore 45 4,5
Dadi fissaggio staffa sostegno alternatore a pompa acqua 40 4
Vite fissaggio supporto cuscinetto galoppino superiore 30 3,0
Dado fissaggio supporto tendicinghia al basamento 25 2,5
Dado autobloccante fissaggio coperchio punterie 10 1
Dado fissaggio cuscinetto tendicinghia 40 4
Vite flangiata fissaggio supporto scarico olio al basamento inferiore 50 5
Fissaggio bocchettone olio su condotto principale basamento 45 4,5
Fissaggio interruttore e trasmettitore pressione olio su bocchettone 40 4
Vite flangiata fissaggio leva acceleratore 7,5 0,75
Fissaggio trasmettitore (conico) temperatura acqua a gruppo termostato 30* 3
Bocchettone scarico acqua dal basamento 35 3,5
Dado fissaggio tubazione entrata acqua alla pompa 25 2,5
Vite fissaggio coperchio su scatola termostato 18 1,8
Candele M14x1,25 35 3,5
Viti M7x1 fissaggio corpo farfallato 15 1,5
Sensore temperatura aria M14x1,5 20 2
Raccordo ingresso metano M18x1,5 su collettore aspirazione 80 8
Tappo M18x1,5 su collettore di aspirazione 65 6,5
Viti di fissaggio compressore condizionatore 25 2,5
Sospensione gruppo motopropulsore
Viti fissaggio tassello elastico su traversa cambio 23,5 ±2,5 2,35 ±0,3
Dado fissaggio traversa cambio al telaio 92 ±9 9,2 ±0,9
Dado fissaggio tasselli elastici a mensola motore e mensola telaio 49 ±4 4,9 ±0,4
Dado fissaggio mensola cambio su tassello elastico traversa posteriore 49 ±4 4,9 ±0,4
Dado fissaggio mensola motore su telaio 52,5 ±5,5 5,25 ±0,6
Vite fissaggio supporto cambio su cambio 46,5 ±4,5 4,65 ±0,5

* La filettatura deve essere preventivamente spalmata con sigillante Loctite 245 Iveco 2992504

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


14 MOTORE DAILY CNG

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

Cassetta con apparecchiatura completa di utensili per ripassatura


99305018 sedi valvole

99305047 Apparecchio per controllo carico molle

Cavalletto telescopico rotativo per revisione gruppi


99322205 (portata 1000 daN, coppia 120 daNm)

99340035 Estrattore per puleggia elettromagnetica

99340205 Estrattore a percussione

99348004 Estrattore universale per interni da 5 a 70 mm

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 15

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

Chiave per rotazione albero distribuzione durante la regolazione


99350114 giuoco valvole (operazione al banco)

Chiave a bussola (16 mm) per candele


99358024

99360091 Attrezzo per smontaggio filtro olio (motore)

99360183 Pinza per smontaggio e rimontaggio anelli elastici stantuffi


(65-110 mm)

99360268 Attrezzo per smontaggio e rimontaggio valvole motore

99360288 Battitoio per smontaggio guidavalvole

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


16 MOTORE DAILY CNG

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99360291 Battitoio per rimontaggio guida valvole (usare con 99360288)

99360292 Calettatore per montaggio guarnizione su guida valvole

99360306 Attrezzo per ritegno volano motore

Attrezzo ritegno punterie per sostituzione piattello durante


99360309 la registrazione giuoco valvole

Supporto per fissaggio gruppo ausiliario durante la revisione


99360363 al banco

99360508 Anello per sollevamento gruppi cilindri

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 17

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99360550 Bilancino per stacco e riattacco motore

99360605 Fascia per introduzione stantuffo nella canna cilindro (60-125 mm)

99360607 Particolari per controllo piantaggio albero conduttore pompa olio

99360608 Attrezzo per messa in fase distribuzione e volano motore

99361004 Supporto per sostegno testa cilindri durante la regolazione punterie


(usare con 99365014)

99361029 Staffe fissaggio motore al cavalletto rotativo 99322205


oppure 99322230

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


18 MOTORE DAILY CNG

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99365014 Supporto orientabile

99370006 Impugnatura per battitoi intercambiabili

Base portacomparatore per rilievi vari (usare con 99395603)


99370415

Calettatore per montaggio guarnizione tenuta olio sul coperchio


99374336 anteriore albero distribuzione e su gruppo ausiliario
(usare con 99370006)

99387001 Pinza per recupero piattelli gioco valvole

99390310 Lisciatoio per guida valvole

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 19

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99395214 Calibro per posizionamento volano motore

Coppia di misuratori per il serraggio angolare con attacco quadro


99395216 da 1/2” e da 3/4”

99395220 Goniometro/inclinometro universale

99395363 Squadra completa per controllo quadratura bielle

99395604 Comparatore (0 ÷ 10 mm)

99395683 Dispositivo controllo compressione cilindri motori benzina

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


20 MOTORE DAILY CNG

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99395687 Alesametro (50 ÷ 178 mm)

Apparecchio per controllo tensione cinghie


99395849 (frequenza da 10 a 600 Hz)

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 21

IMPIANTO DI ALIMENTAZIONE Figura 1


Descrizione
La gestione dell’impianto è comandata da una centralina elet-
tronica che controlla l’iniezione e l’accensione del gas.
Vari sensori inviano alla centralina elettronica le informazioni
che, opportunamente elaborate, determinano i parametri di
comando degli attuatori.
Il gas è stoccato a bordo alla pressione di 200 bar in apposite
bombole munite di dispositivi di sicurezza e tramite un ridutto-
re di pressione il motore è alimentato ad una pressione di
7 bar.

Legenda
1. Valvola di carica NGVI-P30.
2. Tubazione flessibile di alta pressione.
3. Riduttore di pressione completo di sensore di pressione.
4. Tubazione di flessibile di media pressione.
5. Rail metano completo di elettroiniettori.
6. Centralina elettronica.
7. Elettrovalvola. 102800
8. Elettrovalvola con valvola di non ritorno.
9. Bombola per metano (vedi tabella).
10. Bombola per metano (vedi tabella).
11. Bombola per metano (vedi tabella).
12. Bombola per metano (vedi tabella).
13. Bombola per metano (vedi tabella).
*Optional
A. Zona bassa pressione 7 bar.
B. Zona alta pressione 200 bar.
C. Variante autobus.
D. Variante scudato.

Rif. Capacità bombole a metano


(litri)
Modello 9 10 11 12 13
Carri e furgoni 35S Passi 3300 - 3450 - 56 28 56 56
Carri 35C - 65C Passi 3450 - 3750 30 54 28 56 54
Carri 35C - 65C Passo 4350 30 80 28 56 80
Furgoni 35C - 65C Passo 3300 - 54 28 56 54
Furgoni 35C - 65C Passo 3950 30 80 28 56 80
Scudati 60C - 65C Passi 3450 - 3750 30 54 28 56 54
Scudati 60C - 65C Passi 3450 - 3750 con - 54 28 30 54
rallentatore Telma
Scudati 60C - 65C Passo 4350 30 80 28 56 80
Scudati 60C - 65C Passo 4350 con - 80 28 30 80
rallentatore Telma
Autobus 50C Passo 3950 30 54 28 56 80
Autobus 50C Passo 3950 con rallentatore - 54 28 30 80
Telma

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


22 MOTORE DAILY CNG

STACCO/RIATTACCO DEL Figura 2


MOTOPROPULSORE
Stacco
Di seguito sono descritte le operazioni di stacco del
motore.

- Disporre il veicolo sulla fossa o sul ponte sollevatore;


- Aprire il cofano anteriore (1), svitare le viti (2) e rimuover-
lo completo di cerniere ed asta di sostegno (19);
- Scollegare il cavo negativo (18) dalla batteria;
- Staccare il cavo (5) dopo averlo sganciato dai dispositivi
di apertura e chiusura del cofano motore e rimosso le
graffe di ritegno;
- Scollegare le connessioni elettriche (4 e 16) dai proiettori;
- Agendo sui fissaggi laterali (17), rimuovere la calandra (6);
- Agendo da sotto, rimuovere i ripari laterali inferiori (11 e
13) agendo sui fissaggi (10 - 12 e 14);
- Svitare le viti di fissaggio (8 - 9 e 15), staccare il paraurti
(7) per agevolare le operazioni di stacco del motopropul-
sore;
- Rimuovere il tappo (1) dal serbatoio di espansione (2);
- Rimuovere il risuonatore (20) e disimpegnarlo dal radia-
tore (3).

105126

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 23

Scollegare le seguenti tubazioni: Figura 3


- Vapori olio (20) dal manicotto (5) e dal filtro vapori olio;
- Il convogliatore d’aria (5) dal corpo farfallato (3) e dal filtro
aria (4);
- Scaricare il liquido di raffreddamento dal radiatore, trami-
te il tappo (8);
- Staccare le tubazioni (2 - 10 e 11) del liquido di raffredda-
mento dal radiatore (9);
- Scollegare la connessione elettrica (6) del sensore posto
sul radiatore;
- Rimuovere il radiatore (9) ed il convogliatore d’aria (7)
agendo sui fissaggi (12 e 13);
- Rimuovere la vaschetta di espansione (1) per facilitare
l’estrazione del motopropulsore come di seguito descrit-
to;
- Scollegare il tubicino (14) del liquido refrigerante;
- Scollegare le tubazioni (15 - 16 - 18) del liquido refrigeran-
te e disimpegnarle dalle fascette (17) poste sul collettore
di aspirazione, spostarle a lato del vano motore in modo
che non interferiscano con l’estrazione del motore;
- Agendo sui fissaggi (19) smontare la vaschetta di espan-
sione (1) ed estrarla dal vano motore.

105127

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


24 MOTORE DAILY CNG

- Chiudere tutti i rubinetti sulle bombole metano; Figura 4


- Scollegare la tubazione di mandata metano (6);
- Scollegare le tubazioni acqua (8) dalla riduttrice metano
(5);
- Scollegare le tubazioni idroguida (3);
- Scollegare la tubazione pompa vuoto (4);
- Scollegare le connessioni elettriche (7) dalla riduttrice
metano;
- Scollegare il tubo del sensore di pressione assoluta (11)
e la relativa connessione elettrica (10);
- Scollegare il cavo acceleratore (1);
- Scollegare la sonda Lambda (2);
- Scollegare il cavo motore (9) dalle bobine, dal sensore di
fase, dal motorino di avviamento, dagli interruttori di tem-
peratura acqua, dai sensori di pressione olio e livello,
dall’elettroventilatore, dal corpo farfallato, dall’alternato-
re, dal sensore aria sul collettore, dagli iniettori e dal sen-
sore di giri sul volano, disimpegnarlo dalle fascette e ripor-
lo accuratamente a lato motore, fissandolo opportuna-
mente.

75933

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 25

Da sotto il veicolo, procedere come segue: Figura 5


- Togliere le sigillatura dalla ghiera (1), svitarla e scollegare
il cavo comando tachimetro;
- Scollegare la connessione elettrica (2) dall’interruttore lu-
ce di retromarcia;
- Rimuovere i ripari (10 e 12) agendo sui fissaggi (7 - 11 e
13....);
- Svitare le viti di fissaggio (4) dell’albero di trasmissione (3)
al cambio di velocità e assicurare opportunamente l’albe-
ro di trasmissione al telaio del veicolo;
- Rimuovere il riparo calore (23) agendo sugli appositi fis-
saggi;
- Svitare le viti di fissaggio (22), la vite di fissaggio (5) e ri-
muovere la traversa (6) di sostegno cambio velocità com-
pleta di tassello;
- Scollegare la tubazione di scarico (8) dal collettore di sca-
rico agendo sui fissaggi (9);
- Scollegare le viti di fissaggio (16 e 18) delle staffe (15 e 17)
e scollegare i “bowden” (14 e 19) dal cambio di velocità;
- Svitare le viti di fissaggio (20), spostare il cilindro di coman-
do frizione (21) completo di staffa ed assicurarlo al telaio.

105128

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


26 MOTORE DAILY CNG

- Applicare ai ganci di sollevamento sul motore il bilancino Figura 6


99360550 (1), agganciarlo al paranco e mettere in leggera
trazione il motore;
- Rimuovere i fissaggi (2 - 5) dalle staffe (3 - 4) di supporto;
- Sollevare il gruppo motopropulsore completo di cambio
di velocità;
- Estrarre parzialmente dal vano motore il gruppo comple-
to fino a che sia possibile scollegare eventuali collegamenti
elettrico-meccanici dimenticati;
- Estrarre completamente il gruppo motopropulsore.

Staccare il cambio di velocità dal motore operando come se-


gue:
- Appoggiare il motore su di un banco di lavoro in modo
che risulti sufficientemente fermo e che l’apertura di ispe-
zione del cambio sia accessibile;
- Staccare il motorino di avviamento;
- Togliere le viti di fissaggio cambio di velocità al motore;
- Togliere il coperchio di ispezione sotto la parte anteriore
del cambio di velocità;
- Disporre su un sollevatore idraulico il supporto 99370629
e applicare il medesimo al cambio di velocità;
- Mediante apposite pinze divaricare l’anello elastico (6) di
ritegno manicotto reggispinta (7) all’anello spingidisco (8)
della frizione, contemporaneamente, un altro operatore,
stacca il cambio di velocità dal motore.

102800

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 27

Riattacco Figura 7
Per il riattacco del gruppo motore cambio invertire le
operazioni descritte per lo stacco usando particolare
attenzione alle manovre necessarie per l’installazione
del gruppo nel vano motore e attenendosi alle se-
guenti avvertenze:
- controllare le condizioni dei manicotti o tubazioni del li-
quido di raffreddamento e dei convogliatori aria, riscon-
trandoli deteriorati procedere alla loro sostituzione;
- controllare i supporti elastici dei gruppi: motore e cambio
di velocità, riscontrandoli deteriorati procedere alla loro
sostituzione;
- controllare i particolari della tubazione di scarico che non
45142
siano deteriorati, o in procinto di deteriorarsi in tal caso
sostituirli, così pure gli elementi elastici per il fissaggio della
medesima; Le operazioni di riempimento devono essere esegui-
te a motore freddo.
- serrare le viti o i dadi alla coppia prescritta; Per evitare la formazione di sacche d’aria nell’impian-
- controllare scrupolosamente le condizioni della tubazio- to, il travaso del liquido deve essere eseguito lenta-
ne per depressione, essa non deve presentare: screpola- mente (portata indicativa 8 litri/min).
ture, tagli, incisioni o punti schiacciati, al minimo dubbio
sulla sua integrità procedere alla sostituzione. Al montag-
gio accertarsi che la tubazione non vada a contatto con - togliere il tappo (1) dalla vaschetta di espansione (2);
parti metalliche taglienti o spigoli vivi o con punti partico- - immettere nella vaschetta di espansione (2) il liquido di
larmente caldi. Inoltre, una volta montata, la tubazione raffreddamento fino al totale riempimento di quest’ultima.
non deve presentare piegature o strozzature, il suo raggio - avviare il motore e mantenere il regime di giri di poco su-
di curvatura deve essere ampio e deve essere fissata al periore al minimo per 5 min.
raccordo del depressore mediante idonea fascetta;
- dall’interno cabina, attaccare il supporto leva comando in- Se durante questi primi minuti la vaschetta si svuota
nesto e selezione marce al cambio di velocità dopo aver completamente, fermare il motore e rabboccare la
spalmato le superfici di unione con «Loctite 518»; medesima con una velocità di riempimento inferiore
a quella precedente.
- riempire l’impianto di raffreddamento con liquido di raf- Riavviare il motore.
freddamento ed eseguire lo spurgo aria come descritto
nel paragrafo relativo; - trascorsi 5 min. di funzionamento, ripristinare eventual-
- collegare le tubazioni del metano alla riduttrice; mente il livello del liquido nella vaschetta di espansione;
- riempire il circuito dell’idroguida e eseguire lo spurgo aria - chiudere il bocchettone di introduzione della vaschetta di
come descritto nel paragrafo relativo (501030); espansione con l’apposito tappo (1).
Portare il regime di rotazione del motore al massimo in
- controllare il livello olio del motore e del cambio di velocità. modo che il liquido di raffreddamento raggiunga veloce-
mente la temperatura di massima apertura del termosta-
to (~90º C) e mantenerlo in tale condizione sino a com-
pleto spurgo dell’aria dall’impianto.
NOTA Verificare, prima del loro reimpiego, che gli olii e il Questo si riscontra verificando che nella vaschetta non ci
liquido di raffreddamento non contengano impurità, sia presenza di schiuma o bollicine d’aria.
in caso affermativo filtrare con idonei filtri a rete; per Il tempo massimo necessario per il completo spurgo
i vari tipi di olio, che dovessero necessitare per i rab- dell’aria dall’impianto è di circa 15 minuti dall’istante in cui
bocchi, consultare la tabella dei RIFORNIMENTI alla il termostato si apre (inizio apertura 79ºC±2ºC).
sezione «GENERALITÀ».
Non togliere il tappo di chiusura del bocchettone del-
! la vaschetta di espansione fino a quando il liquido
dell’impianto non si è completamente raffreddato.
Eventuali rabbocchi devono essere effettuati solo a
motore freddo.
Riempimento impianto raffreddamento e Questo per evitare:
spurgo aria
Aprire completamente il rubinetto del liquido di riscaldamen- - ustioni all’operatore;
to posto in cabina. - danni al motore, in quanto la pressurizzazione
dell’impianto di raffreddamento si crea solo con
Applicare al radiatore un foglio di cartone per abbreviare il il riscaldamento del liquido a partire dalla condi-
tempo occorrente al raggiungimento della temperatura di fun- zione di motore freddo.
zionamento motore (~90º C.).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


28 MOTORE DAILY CNG

Verifiche e controlli

Avviare il motore, lasciarlo in moto ad un regime di


giri di poco superiore al minimo e attendere che la
temperatura del liquido di raffreddamento raggiunga
il valore per l’apertura del termostato quindi, control-
lare che:

- non esistano perdite d’acqua dai manicotti di collegamen-


to delle tubazioni dei circuiti di raffreddamento motore
e di riscaldamento interno cabina provvedendo eventual-
mente a serrare ulteriormente i collari di bloccaggio;
- non esistano perdite d’olio tra coperchio e testa cilindri,
tra coppa olio e basamento, tra filtro olio e relativa sede
e tra le varie tubazioni del circuito di lubrificazione;
- non esistano perdite di gas metano dalle tubazioni della
riduttrice e dagli elettro iniettori provvedendo, se neces-
sario, a chiudere i relativi raccordi;
- accertarsi del corretto funzionamento delle spie lumino-
se sulla plancia porta strumenti e degli apparecchi che so-
no stati scollegati all’atto dello stacco del motore.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 29

MOTORE

SILENZIATORE CATALITICO
Descrizione

Figura 8

75936

Il motore brucia una miscela di aria e metano ed emette dei gas inquinanti:
- Idrocarburi incombusti (HC)
- Monossido di carbonio (CO)
- Ossidi di azoto (NOx)
mentre aumenta il valore dell’anidride carbonica (CO2).
Il catalizzatore (1) riceve dal motore i gas inquinanti e li trasforma in elementi non nocivi per l’ambiente:
N2 = Azoto
O2 = Ossigeno
H2O= Acqua

All’uscita del catalizzatore viene montato un sensore di temperatura in grado di segnalare, tramite un cicalino in cabina, il supera-
mento della soglia limite di temperatura dei gas di scarico.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


30 MOTORE DAILY CNG

SMONTAGGIO DEL MOTORE AL BANCO Figura 11


Di seguito sono riportate le operazioni di: smontaggio-con-
trollo e montaggio del motore 8149.03.

Figura 9

51622
51620

Applicare al basamento le staffe 99361029 (1) e fissare me-


Per poter applicare al basamento motore le staffe 99361029 diante quest’ultime, il motore al cavalletto rotativo 99322230
di fissaggio motore al cavalletto per la revisione, occorre stac- (2). Scaricare l’olio motore togliendo il tappo dalla coppa.
care dal lato sinistro del motore il condensatore vapori olio (3) Staccare la ventola (3) dal giunto elettromagnetico.
completo di tubazioni (1-2-4).

Figura 12

Figura 10

51732

Smontare:
- il collettore di aspirazione (3) completo di guarnizione
- gruppo farfallato (5)
- iniettori (7)
51621
- sensore temperatura aria (2)
- attacco sensore pressione assoluta (1)
Dal lato destro: - il collettore di scarico (6) completo di guarnizione e sonda
lambda (4).
- Svitare la vite (1).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 31

Figura 13 Figura 15

51624

- Sganciare i fermagli (2) e rimuovere il coperchio riparo 51626

candele (3).
- Con la chiave (3) agire nel senso della freccia e rimuovere
- Svitare le viti (1) e rimuovere il riparo insonorizzante (4). la cinghia (2) comando pompa acqua, alternatore e co-
mando ventilatore.
- Smontare il coperchio superiore (1) comando distribu-
zione.

Figura 14

Figura 16

51625

51627

- Scollegare la connessione dei cavi (3) alle candele (4).


- Con chiave 99358024 togliere le candele (4). Bloccare la rotazione della puleggia (1), con chiave svitare il da-
- Svitare le viti (6) e togliere il distributore di accensione (7) do (3) di ritegno mozzo fissaggio ventilatore (4) all’alberino
completo di cablaggio. della pompa acqua (2) e sfilarlo. Svitare le viti e sfilare la puleg-
gia (1).
- Togliere il riparo (5).
- Svitare il dado (2) e sfilare il bocchettone introduzione NOTA La filettatura del dado (3) di ritegno mozzo è sinistror-
olio (1). sa.
- Svitare il dado (9) e sfilare l’asta livello olio dalla tubazione
(8) ed estrarre quest’ultima dal basamento.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


32 MOTORE DAILY CNG

Figura 17 Figura 19

45063

50659 Allentare le viti di fissaggio ingranaggi (1-7). Inserire tra il puntale


(3) e il cilindro (4) del tendicinghia, un apposito spessore (5) in
modo di annullare la tensione del tendicinghia. Allentare il dado
Con l’attrezzo 99360306 (3) applicato come illustrato in figu- (2). Smontare il coperchio inferiore (6). Smontare la cinghia
ra, bloccare la rotazione dell’albero motore e allentare le viti dentata (8).
(1) fissaggio volano (2). Togliere le viti (5) staccare il supporto
(6) completo di sensore giri (4).

Figura 20

Figura 18

51629

Smontare i seguenti particolari:


- Coperchio punterie (1).

51628
- Pompa acqua (5) completa di tubo (4) e gruppo
termostato (3).
- Togliere la vite fissaggio puleggia (2) e sfilare quest’ultima
- Supporto tendicinghia fisso (2).
dall’albero motore.
- Supporto tendicinghia mobile (6).
- Staccare dal basamento inferiore il supporto completo di
alternatore (1). - Supporto tendicinghia automatico (7).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 33

Figura 21 Figura 23

102802

Ruotare il motore di 180º e togliere la coppa olio (1). Togliere


la succhieruola (2) di aspirazione olio motore.
51723 Figura 24

Staccare il gruppo organi ausiliari (1) completo di:


- puleggia dentata
- pompa idroguida
- distributore
- depressore
- filtro olio

41090

Togliere l’attrezzo 99360306 per bloccaggio rotazione volano.


Ruotare di 90º il motore e allentare le viti (3) dei cappelli di
biella (1) mediante apposita chiave (2).

NOTA Per poter sfilare il cappello di biella (1) dello stantuffo


n. 4, portare lo stesso al P.M.S.

Figura 25

Figura 22

51724

Togliere le viti fissaggio cappelli di biella, asportare gli stessi e


sfilare gli stantuffi (1) dalla parte superiore del basamento.

Mantenere i semicuscinetti nei rispettivi alloggiamenti,


41794
poiché, in caso di un loro utilizzo, dovranno essere
Svitare le viti ritegno testa cilindri (1) e rimuovere la stessa con montati nella posizione riscontrata allo smontaggio.
la relativa guarnizione.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


34 MOTORE DAILY CNG

Figura 26 Figura 29

23022

Togliere il basamento inferiore (1) unitamente alla guarnizio-


ne.

51708 Annotare la posizione di montaggio dei semicuscinet-


ti inferiori e superiori, poiché, in caso di un loro riutiliz-
Ruotare nuovamente il motore, mediante chiave (3) togliere
zo, dovranno essere montati nella posizione riscon-
le viti (2) di ritegno volano motore (1) e smontare lo stesso
trata allo smontaggio.
dall’albero motore.
Figura 30
Figura 27

23023

18832 Con l’ausilio di un paranco e di una fune rimuovere l’albero


motore (1).
Togliere il coperchio posteriore (1) albero motore completo
di guarnizione paraolio. Figura 31

Figura 28

19183
18833
Recuperare i semicuscinetti di banco (2).
Con chiave (2) svitare le viti (1) di fissaggio basamento inferio- Raddrizzare le piegature delle piastrine di sicurezza e smonta-
re a quello superiore. re gli spruzzatori dell’olio (1).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 35

INTERVENTI RIPARATIVI Le misurazioni devono essere effettuate per ogni singolo cilin-
GRUPPO CILINDRI dro, a tre altezze diverse della canna e su due piani perpendi-
colari fra di loro: l’uno parallelo all’asse longitudinale del moto-
Controlli e misurazioni re (A) e l’altro perpendicolare (B); su quest’ultimo piano ed
in corrispondenza della prima misurazione si riscontra in gene-
Figura 32 re la massima usura.
Riscontrando una ovalizzazione, conicità o comunque un’usu-
ra, procedere all’alesatura/rettifica e finitura a plateau median-
te smerigliatura delle canne cilindri. La ripassatura delle canne
cilindri, deve essere eseguita in relazione al diametro degli
stantuffi forniti di ricambio maggiorati di 0,4 mm del valore no-
minale e al giuoco di montaggio prescritto. Riscontrando la ne-
cessità di alesare la canna cilindri ad un diametro superiore la
suddetta maggiorazione, è possibile montare una canna cilindri
fornita di ricambio procedendo come descritto nel capitolo
relativo.

Figura 34
18836 18837

Eseguito lo smontaggio del motore, procedere a un’accurata


pulizia del gruppo cilindri-basamento.
Per il trasporto del gruppo cilindri utilizzare gli anelli 99360508.
Controllare accuratamente che il basamento non presenti in-
crinature.
Controllare le condizioni dei tappi di lavorazione. Se arrugginiti
o al minimo dubbio sulla loro tenuta, sostituirli.
Esaminare le superfici delle canne cilindri; esse non devono
presentare tracce di ingranamento, rigature, ovalizzazioni, co-
nicità e usure eccessive.
Il controllo del diametro interno delle canne cilindri, per accer-
tare l’entità dell’ovalizzazione, della conicità e dell’usura, si ese-
gue con l’alesametro 99395687 (1) munito di comparatore
preventivamente azzerato sul calibro ad anello (2) del diame-
tro della canna cilindri.

NOTA Non avendo a disposizione il calibro ad anello utiliz-


zare per l’azzeramento un micrometro.

Con l’alesametro 99395687 (1) munito di comparatore cen-


tesimale azzerato come descritto in precedenza, controllare
il diametro interno delle canne cilindri, per accertare l’entità
dell’ovalizzazione, della conicità e dell’usura.
62067

Figura 33 A-B= Asse longitudinale supporti di banco.


* Parametri di rugorosità della superficie:
R1 = 4 ÷ 10 µm;
Rz = 3 ÷ 8 µm;
Ra = 0,3 ÷ 0,6 µm;
1a misurazione
W1 < 2 µm.

2a misurazione Porosità superficiali ammesse a cilindro lavorato


ZONA B1 = Zona di maggiore sollecitazione mec-
canica contatto segmenti/canna: sono C
ammesse nº 2 porosità non continue
max 0,5 x 0,5 100%
3a misurazione

ZONA B2 = Superficie interessata dallo strisciamento


dei segmenti: sono ammesse nº 2 poro- C
61689 sità non contigue max 1 x 0,8 100%

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


36 MOTORE DAILY CNG

Controllo superficie appoggio testa su gruppo cilindri


Figura 35 Figura 36

18839

Esaminare che il piano di appoggio della testa, sul gruppo cilin- SEZIONE A-A
62068
dri, non presenti deformazioni.
Questo controllo si può eseguire, previa estrazione dei grani * Piano basamento
(1), con un piano di riscontro spalmato di nerofumo o con una ** Piano lamato Ø 111
riga calibrata (2) e calibro a spessori (3). A spianatura effettuata ripristinare la lamatura e lo smusso del-
Dopo aver accertato le zone di deformazione eseguire la spia- le canne cilindri come indicato in figura.
natura della superficie di appoggio mediante una rettificatrice. Controllare le sedi per cuscinetti di banco procedendo come
segue:
- montare il basamento inferiore su quello superiore, senza
cuscinetti e guarnizioni;
NOTA La spianatura del basamento potrà essere eseguita
solo dopo essersi assicurati che, a lavoro ultimato, - chiudere le viti di fissaggio alla coppia prescritta;
la sporgenza dello stantuffo dalla canna cilindro non - con appropriato comparatore per interni, controllare che
il diametro delle sedi sia del valore prescritto.
sia superiore al valore prescritto.
Riscontrando un valore superiore sostituire il basamento.
Montaggio canne cilindri fornite di ricambio
Figura 37
0,4 ÷ 1

61688

B = Asse longitudinale supporti di banco Realizzare nel basamento le sedi canne cilindri alesando il basamen-
to alle misure indicare in figura in modo da ottenere il diametro me-
dio misurato secondo le modalità descritte di seguito.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 37

Figura 38 Figura 39

1a misurazione

2a misurazione

3a misurazione

61690

Le misurazioni devono essere effettuate per ciascuna delle SEZIONE A-A


quattro sedi canna a tre altezze diverse e su due piani perpen-
dicolari fra loro: l’uno parallelo all’asse longitudinale del moto-
62069
re (A) e l’altro perpendicolare (B) come indicato nello schema.
Il diametro medio D1med deve essere calcolato secondo la
seguente formula: *piano basamento - ** piano lamato ∅ 111 mm

- accertarsi del perfetto appoggio del bordino della canna


A (10) + A 1(50) + A 1(142) + B 1(10) + B 1(50) + B 1(142) nella sede sul basamento onde evitare rotture:
D 1 med = 1 la canna cilindri non deve sporgere sopra al bassofondo
6
di 0,005.
− 0, 05 Qualora non si verifichi quanto sopra descritto, la canna deve
Esso deve risultare di 97, 500 + 0, 11 , inoltre, la differenza tra essere sostituita.
il diametro massimo Dmax e il diametro minimo Dmin deve
risultare: Dmax — Dmin = ≤ 0,03 mm. Dopo il piantaggio delle canne cilindri eseguire la lavorazione
delle stesse secondo i valori di tolleranza e rugorosità indicati
nel capitolo “Controlli e misurazioni”.

NOTA Il valore fra parentesi corrisponde al punto di misu-


razione dal filo superiore basamento.

Figura 40

Il montaggio delle canne nel gruppo cilindri, dopo la realizza-


zione delle relative sedi, si esegue usando una pressa idraulica
e l’apposita piastra, attenendosi a quanto prescritto:
- controllare che il valore del diametro esterno delle canne
cilindri sia del valore prescritto.
Evitare assolutamente l’uso di olio o di grasso durante il
piantaggio;
- imboccare la canna nella sede del basamento e controllare
che a 80 mm di piantaggio di carico sia di ≥ 1300 daN;
- proseguire nel piantaggio e controllare che a operazione
ultimata il carico risulti di ≥ 5000 daN;

20767

X=Dm 97,390 ÷ 97,450


Y = ∅ esterno canna 97,470 ÷ 97,500
Z = ∅ interno canna 92,700 ÷ 92,900
£ 94,402 ÷ 94,432
£ Quota da ottenere dopo il piantaggio della canna nel
basamento alla fine della lavorazione.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


38 MOTORE DAILY CNG

5408 ALBERO MOTORE


NOTA È consigliabile riportare i valori rilevati su una tabellina.
540810 Misurazione perni di banco e di biella Vedere Figura 42.

Figura 41

Le classi di minorazione sono di:


0,254 - 0,508 mm.

NOTA I perni di banco e di biella devono essere sempre


rettificati tutti alla stessa classe di minorazione.
La minorazione eseguita, sui perni di banco o di biella,
dovrà essere contraddistinta da apposita stampiglia-
tura eseguita sul fianco del braccio di manovella n. 1.
Per i perni di biella minorati lettera M.
Per i perni di banco minorati lettera B.
Per i perni di biella e di banco minorati lettere MB.

50709

Avendo riscontrato sui perni di banco e di biella tracce di grip-


paggio, rigature o ovalizzazioni eccessive, è necessario proce-
dere alla ripassatura dei perni mediante rettifica. Prima di pro-
cedere all’operazione di rettifica dei perni (2), misurare con
micrometro (1) i perni dell’albero, onde stabilire a quale dia-
metro occorre ridurre i perni.

Figura 42
VALORE VALORE
NOMINALE NOMINALE

Ø MINIMO
Ø MASSIMO

VALORE
NOMINALE
Ø MINIMO
Ø MASSIMO

44035

TABELLA SU CUI RIPORTARE I VALORI RELATIVI DELLA MISURAZIONE DEI PERNI DI BANCO
E DI BIELLA DELL’ALBERO MOTORE

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 39

Figura 43

BANCO LATO DISTRIBUZIONE


BANCHI INTERMEDI

Prima della
rullatura
Dopo rullatura Dopo rullatura

PERNI DI BIELLA BANCO LATO VOLANO


Prima della

Prima della
rullatura

rullatura
Dopo rullatura
Dopo rullatura

102803

DATI PRINCIPALI DEI PERNI DI BANCO E DI BIELLA

NOTA Poiché durante le minorazioni di 0,254 o 0,508 mm sul - giri di rullatura: 3 di accostamento, 12 effettivi, 3 di uscita;
diametro dei perni di biella e sul diametro dei perni di
- velocità di rullatura: 56 giri/min;
banco, può essere intaccata la parte rullata delle gole la-
terali dei perni, bisogna eseguire la tornitura delle gole - diminuzione profondità gole perni di biella dopo rullatura
attenendosi ai dati in figura e di effettuare la rullatura at- 0,15 ÷ 0,30* mm;
tenendosi alle norme di seguito descritte.
- diminuzione profondità gole perni di banco dopo rullatu-
Forza di rullatura: ra 0,15 ÷ 0,35* mm.
- 1° perno di banco 925 ±25 daN; * Misurata con rullini calibrati ∅ 2,5 mm.
- 2°-3°-4°-5° perno di banco 1850 ±50 daN;
- 1°-4° perno di biella 1850 ±50 daN;
- 2°-3° perno di biella 2040 ±50 daN;

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


40 MOTORE DAILY CNG

Controllo albero motore


Figura 44

102804

PRINCIPALI TOLLERANZE DELL’ALBERO MOTORE

TOLLERANZE CARATTERISTICA OGGETTO DI TOLLERANZA SIMBOLO GRAFICO


Circolarità ○
DI FORMA
Cilindricità
Parallelismo
DI ORIENTAMENTO
Perpendicolarità ⊥
DI POSIZIONE Concentricità o coassialità
Oscillazione circolare ↗
DI OSCILLAZIONE
Oscillazione totale ↗↗

CLASSE DI IMPORTANZA ATTRIBUITA ALLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO SIMBOLO GRAFICO


CRITICA E
IMPORTANTE ⊕
SECONDARIA ⊝

Figura 45
NOTA I controlli delle tolleranze indicate nelle figure devo-
no essere effettuate dopo l’eventuale rettifica dei
perni dell’albero motore.

SIMMETRIA FRA PERNI DI BANCO E DI BIELLA


1. Perni di biella.
2. Perni di banco.
Corsa 100 ± 0,125

3. Posizione normale.
Terminata l’operazione di rettifica, attenersi alle seguenti av-
vertenze:
- arrotondare gli spigoli della sbavatura dei fori per la lubrifi-
cazione di perni di banco e di biella;
- togliere i tappi (1, Figura 46) di chiusura condotto olio, ri-
passare le sedi con fresa appropriata per asportare la cian-
frinatura, lavare accuratamente i condotti, montare i tappi
mediante idoneo battitoio e cianfrinarli sulle relative sedi;
- controllare che i tappi non presentino perdite sotto una
45066 pressione interna di 1,5 bar.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 41

Sostituzione anello di centraggio albero Figura 48


entrata moto cambio di velocità

Figura 46

18569

Con l’ausilio del gancio 99360508 (1) sollevare il basamento


motore (2) e fissarlo al cavalletto rotativo 99322205 tramite
le staffe 99361029 (3).
Figura 49
61886

Lo smontaggio dell’anello di centraggio (2) albero d’entrata


cambio di velocità dell’albero motore (3) si effettua mediante
un estrattore 99348004.
Per il montaggio utilizzare un generico battitoio.
Sostituzione ingranaggio comando
distribuzione
Figura 47 18919

Ruotare il basamento, montare gli spruzzatori olio (2) con le


rispettive piastrine di sicurezza e chiudere le viti con chiave di-
namometrica (1) alla coppia prescritta.
Piegare sulle viti le piastrine di sicurezza.

Montaggio cuscinetti di banco


Figura 50

61712

Riscontrando danneggiamenti o usure ai denti dell’ingranaggio


comando distribuzione, smontarlo dall’albero procedendo nel
seguente modo:
- praticare sull’ingranaggio (1) due fresature nei punti indi-
cati dalle frecce, scaldare l’ingranaggio ad una temperatura
non superiore ai 350°C, quindi procedere all’estrazione
dell’ingranaggio mediante estrattore 99348001 (2) e
blocchetto (3).
18920
Il montaggio dell’ingranaggio nuovo sull’albero motore di ese-
gue riscaldando l’ingranaggio stesso in modo che fra i due par-
ticolari esista una differenza di temperatura di ≥200°C, e fa- NOTA Non avendo riscontrato la necessità di sostituire i
cendo coincidere l’incavo presente sull’ingranaggio con la chia- cuscinetti di banco, occorre rimontare gli stessi
vetta riportata sull’albero. nell’identico ordine e posizione riscontrati allo
A montaggio eseguito, l’ingranaggio, sotto un carico di 900N, smontaggio.
non si deve sfilare dall’albero motore.
I cuscinetti di banco (1) vengono forniti di ricambio minorati
NOTA La massima temperatura di riscaldamento dell’ingra- sul diametro interno di 0,254 - 0,508 mm.
naggio è di 350°C.
NOTA Non effettuare operazioni di adattamento sui cusci-
MONTAGGIO DEL MOTORE netti.

Al montaggio devono essere sempre sostituiti con particolari


nuovi: gli anelli elastici di sicurezza, gli anelli e guarnizioni di te- Sistemare i semicuscinetti di banco (1) aventi il foro per la lu-
nuta. brificazione nelle rispettive sedi.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


42 MOTORE DAILY CNG

540811 Rilievo giuoco di montaggio perni Figura 54


di banco

Figura 51

23034

- Avvitare le viti (2) e serrarle in due fasi successive:


- 1a fase, con chiave dinamometrica (1) alla coppia di
50 ±5 Nm;
23023 - 2a fase, chiusura con angolo di 90° ±5° seguendo lo sche-
Montare l’albero motore (1). ma riportato nella figura successiva.
Controllare il giuoco tra i perni di banco dell’albero motore e Figura 55
i rispettivi cuscinetti operando come segue:
- pulire accuratamente i perni;
- applicare sui perni di banco un filo calibrato.

Figura 52

6447

A. Lato distribuzione B. Lato volano motore


Schema dell’ordine di serraggio delle viti di fissaggio basa-
mento inferiore al basamento superiore.
Figura 56

18922

- Sul basamento inferiore sistemare le guarnizioni di tenuta


in gomma (1) e i semicuscinetti di banco (2).

Figura 53

18518

- Smontare il basamento inferiore.


Il giuoco fra i cuscinetti di banco ed i relativi perni si rileva com-
parando la larghezza assunta dal filo calibrato, nel punto di
maggior schiacciamento, con la graduazione della scala ripor-
tata sull’involucro contenente il filo calibrato.
I numeri riportati sulla scala indicano il giuoco in millimetri
dell’accoppiamento e deve risultare di 0,032 ÷ 0,102 mm.
18923 Riscontrando il giuoco diverso da quello prescritto, sostituire
- Montare il basamento inferiore su quello superiore con- i semicuscinetti e ripetere il controllo; ottenuto il giuoco pre-
trollando che i segni di riferimento (1) corrispondano, in scritto, lubrificare i cuscinetti di banco e montare definitiva-
quanto le parti componenti il basamento non sono inter- mente il basamento inferiore serrando le viti di fissaggio come
cambiabili. descritto precedentemente.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 43

MOTORE

Controllo giuoco di spallamento albero 540460 Coperchio posteriore albero motore


motore
Figura 59
Figura 57

45068
18519

Il controllo del giuoco di spallamento si effettua disponendo NOTA Il coperchio posteriore (3) e il coperchio anteriore
un comparatore (1) a base magnetica sull’albero motore (2) (1, Figura 60) dell’albero motore hanno integrato la
come indicato in figura; il normale giuoco di montaggio è di guarnizione di tenuta tipo “ROTOSTAT”.
0,060 ÷ 0,310 mm. I coperchi sono forniti di ricambio completi di calzatoio (2). Il
Riscontrando un giuoco superiore, sostituire i semicuscinetti calzatoio (2) non deve essere rimosso dalla guarnizione prima
di banco posteriori portanti reggispinta e ripetere il controllo che quest’ultima sia montata sull’albero motore.
del giuoco fra perni albero motore e semicuscinetti di banco. Inoltre, lo spessore del coperchio è diverso da quella di primo
montaggio.
Questo per evitare che il labbro di tenuta della stessa, si posizio-
Controllo allineamento puleggia albero ni sul codolo dell’albero motore nell’identico punto dove po-
motore trebbe risultare usurato.

Figura 58
Nei punti indicati dalle frecce, rifilare l’eventuale eccedenza di
guarnizione.
Lubrificare il codolo dell’albero motore (1). Montare il coper-
chio posteriore (3) e serrare le viti di fissaggio alla coppia pre-
scritta. Togliere il calzatoio (2).
540440 Coperchio anteriore albero motore
Figura 60

102805

Spingere l’albero motore (1) verso il lato volano in modo da


mantenere lo spallamento dell’albero motore a contatto del
cuscinetto reggispinta.
In tali condizioni misurare la distanza X fra il basamento (3) e
l’estremità dell’ingranaggio (2). Se la distanza X risulta di
53,82 ÷ 54,55 occorrerà interporre fra l’ingranaggio (2) e pu- 46668
leggia (4) un distanziale n 98428488 (5) (spessore
0,5 ±0,05 mm). Se la distanza X risulta di 54,56 ÷ 55,12, non Nei punti indicati dalle frecce, rifilare l’eventuale eccedenza di
interporre il distanziale. guarnizione.
Montare la puleggia (4). Lubrificare il codolo dell’albero motore. Montare il coperchio
Misurare fra l’estremità della puleggia (4) e il basamento, nelle anteriore (1) e serrare le viti di fissaggio (3) alla coppia prescrit-
due posizioni estreme di giuoco assiale dell’albero motore, la ta. Togliere il calzatoio (2).
distanza Y.
Y = 89,67 ÷ 91,03 mm. NOTA Le restanti viti di fissaggio dovranno essere montate
dopo aver posizionato il riparo cinghia.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


44 MOTORE DAILY CNG

540850 VOLANO MOTORE 5408 COMPLESSIVO


Figura 61
BIELLA-STANTUFFO
Figura 63

41095

Controllare che su tutta la superficie evidenziata del volano


motore (1) indicata dalla freccia non ci siano bolli, incisioni o
danneggiamenti di alcun genere; in caso contrario, sostituire il
volano motore.
Controllare la superficie di appoggio disco frizione. Se pre- 51710
senta rigature è necessario procedere alla tornitura.
COMPLESSIVO STANTUFFO-BIELLA
1. Stantuffo - 2. Perno - 3. Anello elastico -
NOTA Lo spessore nominale del volano motore è di 39 mm. 4. Anello di tenuta - 5. Anello raschiaolio -
6. Anello raschiaolio a feritoie con molla a spirale -
7. Corpo biella - 8. Semicuscinetti - 9. Cappello di biella -
540852 Sostituzione cuscinetto di supporto 10. Viti fissaggio cappello
albero entrata moto cambio
di velocità Controllare gli stantuffi, non devono presentare tracce di grip-
paggio, rigature, crettature o usure eccessive; in caso contrario
Lo smontaggio e il montaggio del cuscinetto (3) di supporto sostituirli.
albero d’entrata cambio di velocità si effettua mediante un ge-
nerico battitoio.
Figura 64
540853 Sostituzione corona dentata volano
motore
Controllare le condizioni dei denti della corona dentata (2), ri-
scontrando rotture o usure eccessive dei denti smontarla dal
volano motore (1) con un battitoio generico e montare la nuo-
va, preventivamente riscaldata ad una temperatura di 150°C
per 15’ ÷ 20’. Lo smusso, praticato sul diametro interno della
corona dentata dev’essere rivolto verso il volano motore.

Figura 62

51711

Smontare gli anelli elastici (1) dallo stantuffo (2) mediante


pinza 99360183 (3).

Figura 65

50659

- Montare il volano motore (2) senza serrare le viti (1) di


fissaggio.
- Montare il supporto (6) completo di sensori di giri (4) fis-
sandolo con le viti (5).

NOTA Prima di riutilizzare le viti di fissaggio volano motore


misurare con micrometro che il diametro della filet- 51712
tatura delle viti non sia inferiore a mm 10,8 in qual- Smontare lo stantuffo (1) dalla biella togliendo l’anello elastico
siasi punto; in caso contrario sostituirle. (2) e sfilando il perno (3).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 45

Figura 66

102806

DATI PRINCIPALI DEGLI STANTUFFI, DEI PERNI E DEGLI ANELLI ELASTICI DEL MOTORE

540840 Stantuffi 540841 Perni stantuffi


Misurazione diametro stantuffi
Figura 69
Figura 67

51713

Misurare, mediante micrometro (2), il diametro dello stantuffo 2


(1) per determinare il giuoco di montaggio; il diametro dev’es-
sere rilevato al valore indicato nella tabella di pag. 6.
18857

Figura 68
Misurazioni del diametro del perno stantuffo (1) mediante
micrometro (2).
1

51714

Il giuoco fra stantuffo e canna cilindro si può controllare, anche


mediante calibro a spessori (1), come illustrato in figura.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


46 MOTORE DAILY CNG

Condizioni per un corretto accoppiamento Figura 73


perni-stantuffi
Figura 70

51715 51716

Controllare il giuoco fra gli anelli di tenuta (2) e le relative sedi


Lubrificare con olio motore il perno (1) e la relativa sede sui sullo stantuffo (3) con calibro a spessori (1).
mozzetti dello stantuffo (2); il perno si deve inserire nello stan-
tuffo con una leggera pressione delle dita e non deve sfilarsi
dallo stesso per gravità.
Figura 74
540842 Anelli elastici
Figura 71 1

18858

74947
Controllo dell’apertura fra le estremità degli anelli elastici (2)
Gli anelli elastici di tenuta trapezoidale (1a cava) e gli anelli ra- introdotti nella canna cilindri mediante calibro a spessori (1).
schiaolio (2a cava) hanno inciso la scritta TOP; al montaggio
degli stessi sullo stantuffo, detta scritta va rivolta verso l’alto.

Figura 72
Figura 75

51762
16552

Gli stantuffi (4) sono forniti di ricambio nel diametro standard


Controllare lo spessore degli anelli di tenuta (2) mediante mi- normale e maggiorati di 0,4 mm completi di anelli (1), perno
crometro (1). (3) e anelli di sicurezza (2).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 47

INTERVENTI RIPARATIVI
Bielle
Figura 76

102807

DATI PRINCIPALI DELLA BIELLA, DELLA BOCCOLA, DEL PERNO STANTUFFO E DEI SEMICUSCINETTI.
* Quota del diametro interno da ottenere dopo il piantaggio nel piede di biella e ripassatura con alesatore.
** Quota non misurabile allo stato libero.
A= Valore minimo e massimo del ∅ testa di biella.

NOTA Ogni biella è contrassegnata:


- sul corpo e sul cappello da un numero indicante il loro accoppiamento;
- sul cappello di biella, da una lettera: O oppure X indicanti la classe del diametro della testa di biella montata in produ-
zione;
- sul cappello di biella, da un numero indicante la classe di peso della biella montata in produzione;
- inoltre, potrebbe essere stampigliato il numero del cilindro nel quale viene montata.

In caso di sostituzione è pertanto necessario procedere alla numerazione della biella nuova con lo stesso numero di
quella sostituita.
La numerazione deve essere eseguita sul lato opposto agli incavi di ritegno semicuscinetti.
Di ricambio le bielle sono fornite con il diametro della testa di biella di 60,341 ÷ 60,348 mm contrasse-
gnata con la lettera O e la classe di peso contrassegnata con il numero 33.
Le bielle devono risultare tutte della stessa classe di appartenenza.
Sostituire tutte e quattro le bielle anche quando l’anomalia riguarda una sola di esse ad eccezione che, il numero indicante
la classe di peso delle bielle smontate, corrisponda a quella fornita di ricambio.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


48 MOTORE DAILY CNG

540834 Boccole Controllo torsione


Figura 77 Figura 79

18529

Controllare che la boccola (2) nel piede di biella non sia allen-
tata e che sia esente da rigature o tracce di grippaggio. In caso
contrario procedere alla sua sostituzione.
Lo smontaggio e il montaggio si eseguono con idoneo batti-
61694
toio (1).
Nel piantaggio osservare scrupolosamente che i fori per il pas-
saggio dell’olio sulla boccola e sul piede di biella coincidano. Controllare la torsione della biella (5) confrontando due punti
Mediante alesatrice 99301044 ripassare la boccola in modo da (A e B) dello spinotto (3) sul piano orizzontale dell’asse della
ottenere il diametro di 32,010 ÷ 32,020 mm. biella.
Posizionare il supporto (1) del comparatore (2) in modo che
quest’ultimo si precarichi di µ 0,5 mm sullo spinotto (3) nel
punto A e azzerare il comparatore (2). Spostare il mandrino
(4) con la biella (5) e confrontare sul lato opposto (B) dello
spinotto (3) l’eventuale scostamento: la differenza tra A e B
Controllo bielle non deve essere superiore a 0,08 mm.
Figura 78 Controllo flessione
Figura 80

61695

61696 Controllare la flessione della biella (5) confrontando due punti


C e D dello spinotto (3) sul piano verticale dell’asse della biella.
Posizionare il supporto verticale (1) del comparatore (2) in
modo che quest’ultimo appoggi sullo spinotto (3) punto C.
Controllare il parallelismo degli assi delle bielle (1) mediante
l’apparecchio 99395363 (5) operando come segue: Fare oscillare la biella in avanti ed indietro cercando la posizio-
ne più alta dello spinotto e nella suddetta condizione azzerare
- montare la biella (1) sul mandrino dell’attrezzo 99395363 il comparatore (2).
(5) e bloccarla con la vite (4); Spostare il mandrino con la biella (5) e ripetere sul lato oppo-
- disporre il mandrino (3) sui prismi a “V” appoggiando la sto D dello spinotto (3) il controllo del punto più alto. La diffe-
biella (1) sulla barretta di arresto (2). renza fra il punto C ed il punto D non deve essere superiore
a 0,08 mm.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 49

Montaggio complessivo biella-stantuffo Controllo quadratura biella-stantuffo


Accoppiamento bielle-stantuffi Figura 84

Figura 81

51761

Sul cielo dello stantuffo sono indicati nel riferimento (1); il tipo
di motore la selezione della classe e il fornitore (Y).
102808
Y = MONDIAL PISTON
Dopo aver assemblato il complessivo biella-stantuffo, control-
Figura 82 lare la quadratura del medesimo mediante l’apparecchio
99395363 (8) operando come segue:
- montare la biella (7) completa di stantuffo (3) sul mandri-
no (4) dell’attrezzo 99395363 (8) e bloccarla con la vite
(5);
- appoggiare la biella (7) sulla barretta (6);
- posizionare il supporto (1) del comparatore (2) in modo
che quest’ultimo si disponga nel punto A dello stantuffo
con un precarico di 0,5 mm e azzerare il comparatore (2);
- spostare il mandrino (4) in modo da posizionare il compa-
ratore (2) nel punto B dello stantuffo (3) e verificare
l’eventuale scostamento.

51760
Montaggio anelli elastici
Collegare lo stantuffo (1) alla biella (2) in modo che il riferi-
mento di montaggio dello stantuffo e i numeri (3) della biella Figura 85
si osservino come indicato in figura.

Figura 83

51711

Montare gli anelli elastici (1) sullo stantuffo (2), utilizzando la


51712
pinza 99360183 (3).

Posizionare lo stantuffo (1) sulla biella, inserire il perno (3) e


vincolarlo mediante gli anelli elastici (2).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


50 MOTORE DAILY CNG

Montaggio complessivi biella stantuffo 540831 Rilievo giuoco di montaggio perni


nelle canne cilindri di biella
Figura 86 Figura 88

18534

Per il rilievo del giuoco eseguire le seguenti operazioni:


- pulire accuratamente i particolari ed eliminare ogni traccia
di olio;
51709
- disporre sui perni (4) dell’albero motore uno spezzone di
Lubrificare bene gli stantuffi, compresi gli anelli elastici e l’inter- filo calibrato (3);
no delle canne cilindri. Figura 89
Con l’ausilio della fascia 99360605 (2), montare i complessivi
biella-stantuffo (1) nelle canne cilindri, controllando che:
- Il numero di ogni biella corrisponda al numero di accop-
piamento del cappello.

Figura 87
α

18927

- montare i cappelli di biella (2) con i relativi semicuscinetti.

NOTA Il montaggio del cappello di biella del cilindro n. 4 è


possibile solo quando lo stantuffo è nella posizione
di P.M.S.

- serrare le viti, preventivamente lubrificate con olio UTDM,


51759 con chiave dinamometrica (1) alla coppia di 50 Nm +
angolo di 63° ± 2°;
SCHEMA PER IL MONTAGGIO DEL COMPLESSIVO
BIELLA-STANTUFFO NEL CILINDRO NOTA Per la chiusura angolare utilizzare l’attrezzo
1. Stantuffo - 2. Gruppo organi ausiliari - 3. Zona 99395216.
di stampigliatura del numero di accoppiamento biella
e cappello - A stantuffo del motore - smontare il cappello (2, Figura 88) e determinare il giuoco
- Le aperture degli anelli elastici siano sfasate tra di loro di esistente comparando la larghezza del filo calibrato (3,
Figura 88) con la graduazione della scala riportata sulla
120°;
bustina (2, Figura 88) che conteneva il filo stesso. Riscon-
- gli stantuffi siano tutti dello stesso peso; trando un giuoco diverso da quello prescritto, sostituire
- A: l’ideogramma stampigliato sul cielo degli stantuffi sia ri- i semicuscinetti e ripetere il controllo.
volto verso il volano motore; o l’incavo ricavato sul man- Ottenuto il giuoco prescritto, lubrificare i semicuscinetti
tello degli stantuffi corrisponda alla posizione degli spruz- di biella e montarli definitivamente serrando le viti di fis-
zatori olio. saggio cappelli di biella come descritto.

NOTA Non avendo riscontrato la necessità di sostituire i NOTA Le viti per fissaggio cappelli di biella al montaggio
cuscinetti di biella, occorre rimontare gli stessi definitivo devono essere sempre sostituite.
nell’identico ordine e posizione riscontrati allo
smontaggio. Controllare manualmente che le bielle scorrano assialmente
sui perni dell’albero motore.
Base - Giugno 2005 Print 603.93.438
DAILY CNG MOTORE 51

Messa in fase volano Figura 91


Figura 90

41135

Applicare l’attrezzo 99360306 (3).


Serrare le viti (2) di fissaggio volano motore (1) in due fasi:
41134 - 1ª fase, serraggio con chiave dinamometrica alla coppia
30 ± 3 Nm;
Assicurarsi che le viti (4) di fissaggio volano siano lente.
- 2ª fase, chiusura con angolo 90° ± 2°.
Applicare al basamento motore il calibro 99395214 (3).
Ruotare l’albero motore in modo da portare lo stantuffo (1)
del cilindro n. 1 al P.M.S.
Ruotare l’albero motore nel senso opposto a quello di rota-
zione di ~ 90° (89° 25’). NOTA La chiusura ad angolo si esegue con l’attrezzo
Mediante apposito comparatore (2) determinare l’esatto 99395216 (4).
punto di bilanciamento degli stantuffi del 1° e 2° cilindro, ope-
rando nel seguente modo:
azzerare il comparatore (2) sullo stantuffo del cilindro n. 1;
spostare il comparatore così azzerato sullo stantuffo del cilin-
dro n. 2 e rilevare lo scostamento.
Se non si rileva scostamento significa che gli stantuffi dei cilindri 560610 TESTA CILINDRI
1 e 2 sono perfettamente bilanciati. 541210 Smontaggio albero di distribuzione
In caso contrario, occorre ripartire il valore dimezzato dello
scostamento rilevato ruotando opportunamente l’albero mo-
tore. Figura 92

Esempio
- Se lo scostamento è per difetto, es.: 0,2 mm prima del punto
di azzeramento, occorre ruotare l’albero motore nel senso
opposto a quello di rotazione, in modo che lo scostamento
risulti dimezzato, cioè 0,1 mm; 1
- se lo scostamento è per eccesso, es.: 0,2 mm dopo il punto
di azzeramento, occorre ruotare l’albero motore nel suo
senso di rotazione di ~ 1/4 di giro per recuperare i giuochi 2
del manovellismo, invertire quindi il senso di rotazione fino a
che lo scostamento risulti dimezzato, cioè 0,1 mm.
Determinato così il bilanciamento degli stantuffi, senza muo- 3
vere l’albero motore, orientare il volano motore in modo che
il perno dell’attrezzo 99395214 (3) si inserisca nella fresatura 18876
(→) del volano motore.
Serrare leggermente le viti (4). Sistemare sul supporto orientabile 99365014 l’attrezzo
Togliere l’attrezzo 99395214. 99361004 e fissare su quest’ultimo la testa cilindri.
Serrare quindi le viti (4) di fissaggio volano motore secondo Togliere il coperchio (3), svitare i dadi di fissaggio cappelli (1)
le procedure descritte nella figura successiva. dell’albero distribuzione (2), togliere i cappelli e rimuovere l’al-
bero.

NOTA Per evitare flessioni eccessive all’albero distribu-


zione, allentare i dadi di fissaggio cappelli (1) in modo
graduale e uniforme.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


52 MOTORE DAILY CNG

Figura 93

102809

DATI PRINCIPALI DELL’ALBERO DISTRIBUZIONE, DEI RELATIVI SUPPORTI E CAPPELLI SULLA TESTA CILINDRI
(* Diametro nominale)

L’albero della distribuzione, sistemato nella testa cilindri, è Figura 94


sostenuto da 5 supporti con relativi cappelli e prende il moto
tramite cinghia dentata dall’albero motore.
Le superfici dei perni di supporto dell’albero e quelle degli
1
eccentrici devono essere levigatissime; se invece presentano
tracce di ingranamento e rigature, conviene sostituire l’albero.

541211 Controllo alzata eccentrici e


controllo allineamento perni 2

Disporre l’albero su contropunte e, mediante comparatore


centesimale disposto sul supporto centrale, controllare che
l’errore di allineamento non sia superiore a 0,04 mm; in caso
contrario sostituire l’albero. Controllare inoltre l’alzata degli 18868
eccentrici: essa deve risultare di 10,5 mm sia per quelli di sca-
rico che per quelli di aspirazione; riscontrando valori diversi, Misurare con micrometro (1) il diametro dei perni (2) dell’al-
sostituire l’albero. bero di distribuzione e con micrometro per interni il diametro
del foro definito dall’unione dei cappelli ai relativi supporti sulla
testa cilindri; dalla differenza si ricaverà il reale giuoco esistente,
che dovrà essere di 0,035 ÷ 0,081 mm per il primo perno e
di 0,031 ÷ 0,084 per i perni rimanenti.
In caso contrario sostituire le parti interessate.
Riscontrando la necessità di sostituire tappi a scodellino sulle
estremità sull’albero di distribuzione, utilizzare per lo smontag-
gio - montaggio un idoneo battitoio.

NOTA Prima del montaggio dei tappi applicare, sulla super-


ficie di tenuta dei medesimi, sigillante.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 53

541224 PUNTERIE Figura 97


Figura 95
1

43,950 ÷ 43,970

44,000 ÷ 44,025 2
18891

Controllare mediante micrometro (2) il diametro delle punte-


rie (1) e con micrometro per interni il diametro delle relative
sedi sulla testa cilindri; essi devono corrispondere a quelli
riportati in Figura 95.
Il normale giuoco di montaggio fra il diametro massimo delle
punterie e quello delle sedi di 0,030 ÷ 0,075 mm.
La sostituzione delle punterie, per eccessivo giuoco nelle sedi,
comporta il montaggio di punterie maggiorate dopo l’alesa-
tura delle sedi mediante appropriato alesatore.

25227
540662 Smontaggio valvole
DATI PRINCIPALI SULLE PUNTERIE E DELLA
RELATIVA SEDE SULLA TESTA CILINDRI Figura 98

Figura 96

1
41113

Lo smontaggio delle valvole si esegue con l’attrezzo 99360268


(1) esercitando una pressione sul piattello (3) in modo che,
comprimendo le molle (4 e 5), sia possibile togliere i semiconi
(2). Togliere quindi: il piattello superiore (3), le molle (4 e 5),
18877
il piattello inferiore (6).
Sfilare le punterie (1) complete di piattelli di registro, dispo- Ripetere l’operazione su tutte le valvole.
nendole in un contenitore secondo l’ordine riscontrato allo Capovolgere la testa cilindri e sfilare le valvole (7).
smontaggio.
La superficie laterale della punteria deve essere levigatissima
ed esente da ammaccature.
Lievi ammaccature possono essere eliminate con una pietra
abrasiva finissima.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


54 MOTORE DAILY CNG

Controllo tenuta idraulica testa cilindri

Figura 99
540662 VALVOLE
Figura 101

18542

Controllare la tenuta idraulica mediante idonea attrezzatura ASPIRAZIONE SCARICO


(1-2-3-4). 102810
Immettere, tramite pompa, acqua riscaldata a ~90°C e alla
pressione di 2 ÷ 3 bar. DATI PRINCIPALI DELLE VALVOLE DI ASPIRAZIONE
Riscontrando perdite dai tappi a scodellino procedere alla loro E SCARICO E DELLE GUIDAVALVOLE
sostituzione utilizzando, per lo smontaggio - montaggio dei
medesimi, un idoneo battitoio.
Disincrostazione controllo e rettifica valvole
NOTA Prima del montaggio dei tappi, applicare sulla super-
ficie di tenuta dei medesimi sigillante. Figura 102

Riscontrando perdite dalla testa cilindri occorre procedere alla


sua sostituzione.
Controllo superficie di appoggio testa cilindri

Figura 100

18625

Procedere alla asportazione dei depositi carboniosi delle val-


vole usando l’apposita spazzola metallica.
Controllare che le valvole non presentino segni di grippaggio,
crettature o bruciatura. Rettificare, se necessario, le sedi sulle
valvole con rettificatrice asportando la minor quantità possi-
bile di materiale.

18879

Il controllo del piano della superficie d’appoggio della testa (1) al


gruppo cilindri si effettua mediante una riga (2) e un calibro a
spessori (3). Riscontrando una deformazione, misurare lo spes-
sore della testa cilindri il cui valore nominale è di 150 ±0,1 mm.
Se al controllo risulta che l’asportazione di materiale occor-
rente alla spianatura della testa cilindri è superiore a 0,4 mm
occorre sostituire la testa cilindri.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 55

Figura 103 Figura 106

2 2

18882 18885

Scaldare la testa cilindri a 80° ÷ 100° C e, mediante battitoio


Con micrometro (2) misurare lo stelo delle valvole (1): esso 99360288 (1) corredato di particolare 99360291 (2), mon-
deve risultare di 7,985 ÷ 8,00 mm. tare i nuovi guidavalvole (3) preventivamente raffreddati in
azoto liquido.
Controllo giuoco fra stelo valvola guidavalvole
e centratura valvole
Figura 104 Figura 107
1 2

41116

41842
Montaggio guidavalvole.
I controlli si eseguono con un comparatore (1) a base magne-
tica posizionato come illustrato. Il giuoco di montaggio è di
0,023 ÷ 0,053 mm.
Facendo ruotare la valvola (2) controllare che l’errore di cen-
tratura non sia superiore a 0,03 mm. Alesatura dei guidavalvole
540667 GUIDAVALVOLE Figura 108
Sostituzione dei guidavalvole
Figura 105

1
1

18886
18883

Smontare i guidavalvole (2) con il battitoio 99360288 (1). Dopo aver piantato le guidavalvole, procedere alla loro ripas-
satura con il lisciatoio 99390310 (1).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


56 MOTORE DAILY CNG

SEDI VALVOLE
Ripassatura - sostituzione sedi valvole
Figura 109

102811
DATI PRINCIPALI DELLE SEDI VALVOLE
A. Scarico - B. Aspirazione - (C). Quota di riferimento
Figura 110 Figura 112

18887

Controllare le sedi valvole (2). Riscontrando leggere rigature 18890


o bruciature, ripassarle con l’attrezzo 99305019 (1) secondo Montare le valvole e le candele.
i valori di inclinazione indicati in Figura 108. Controllare la tenuta delle valvole e rispettive sedi mediante
Dovendole sostituire, con lo stesso attrezzo e facendo atten- attrezzi (1-2).
zione a non intaccare la testa cilindri, asportare la maggior
quantità possibile di materiale delle sedi valvole, fino a che, con A prova ultimata togliere le candele.
un punzone, sia possibile estrarre le medesime dalla testa cilin-
dri.
Figura 113
Figura 111

18888

Scaldare la testa cilindri a 80° ÷ 100°C e, mediante idoneo bat- 51758


titoio (1), montare nella stessa le nuove sedi valvole (2), pre-
ventivamente raffreddate in azoto liquido.
Mediante l’attrezzo 99305019 ripassare le sedi valvole Controllare con il comparatore (1) che dal piano della testa
secondo i valori di inclinazione riportati in Figura 109. cilindri l’infossamento delle valvole sia del valore prescritto.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 57

540665 MOLLE VALVOLE MONTAGGIO TESTA CILINDRI


Figura 114 Figura 116

62071

Qualora dalla testa cilindri (3) si fosse smontato il coperchio


posteriore (1), al montaggio del medesimo, interporre la nuo-
va guarnizione (2) e serrare i dadi di fissaggio alla coppia pre-
scritta.
62386

Prima del montaggio, controllare la flessibilità delle molle val-


Montaggio valvole
vole mediante l’attrezzo 99305047. Confrontare i dati di Figura 117
carico e di deformazione elastica con quelli delle molle nuove
indicati nella figure seguenti.

Figura 115

41122

Lubrificare lo stelo delle valvole e inserirle nei relativi guidaval-


vole.
Con l’attrezzo 99360292 (1) montare l’anello di tenuta (2) sul
guidavalvole di aspirazione e scarico (3).
Figura 118

50676

DATI PRINCIPALI PER IL CONTROLLO DELLE MOLLE


PER VALVOLE DI ASPIRAZIONE E SCARICO

MOLLA ESTERNA MOLLA INTERNA


Altezza Sotto un carico di Altezza
mm kg mm
H 52 Libera H 45,5
41113
H1 38,5 P 43,8  2,5 P1 16,4  1 H1 33,5
Posizionare sulla testa cilindri: il piattello inferiore (6), le molle
H2 28,5 P1 77,4  4 P1 30  1,5 H2 23,5 (4 e 5) e il piattello superiore (3); mediante attrezzo 99360268
(1) comprimere le molle (4 e 5) e vincolare i particolari alla
valvola mediante i semiconi (2).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


58 MOTORE DAILY CNG

Montaggio punterie Figura 122


Figura 119

45081

18877 Montare nel coperchio anteriore (4) l’anello di tenuta (3)


Lubrificare le sedi punterie e montare le punterie (1) complete completo di calzatoio, usando il calettatore 99374336 (2) e
di piattello di registro, secondo l’ordine riscontrato allo smon- l’impugnatura 99370006 (1).
taggio. Lubrificare il codolo dell’albero distribuzione.
Applicare sulla superficie di attacco del coperchio anteriore
(4) sigillante IVECO 1905685 e montarlo sulla testa cilindri.
Montaggio albero distribuzione Serrare i dadi di fissaggio (5) alla coppia prescritta.
Togliere il calzatoio.
Figura 120
NOTA L’anello di tenuta (3) è fornito di ricambio completo
di calzatoio; esso non deve essere rimosso dall’anel-
lo di tenuta prima che il coperchio anteriore (4) non
sia montato sulla testa cilindri.

Registrazione giuoco punterie


Figura 123

41123

Lubrificare i supporti sulla testa cilindri dell’albero distribuzione


(1) e montare quest’ultimo.
Montare i cappelli (2) sui relativi supporti verificando che i
numeri riportati su cappelli siano rivolti dalla stessa parte di
quelli riportati sulla testa cilindri.

Figura 121

102812

DIAGRAMMA DELLA DISTRIBUZIONE


La registrazione del giuoco delle punterie deve essere eseguita
scrupolosamente per non alterare il prescritto diagramma
della distribuzione, come avverrebbe se il giuoco fosse supe-
riore o inferiore a quanto prescritto.
Infatti, un giuoco eccessivo provoca rumorosità o ritarda
41124 l’apertura e anticipa la chiusura delle valvole, mentre il giuoco
insufficiente provoca l’effetto opposto; se poi il giuoco è addi-
Avvitare i dadi (1) di fissaggio cappelli (2) alla testa cilindri in
rittura nullo, le valvole restano sempre un po’ aperte, con con-
modo graduale e uniforme fino a portare i cappelli a contatto
seguenze dannosissime per la durata delle valvole stesse e
della testa cilindri.
delle loro sedi.
Serrare quindi i dadi (1) alla coppia prescritta.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 59

Figura 124 Figura 126

18894
23030
- con pistola (3), dirigere un getto d’aria compressa nelle
Per la registrazione del giuoco delle punterie procedere nel fresature (2) in modo da sollevare il piattello di registro
modo seguente: (1) da sostituire;
- sulle viti fissaggio di comando distribuzione inserire la - togliere il piattello di registro mediante le pinze
chiave 99350114 (2) e con essa ruotare l’albero distribu- 99380701.
zione sino a portare in posizione di chiusura le valvole;
Figura 127
- controllare con un calibro a spessori (1) che il giuoco fra
punterie ed eccentrici di aspirazione e scarico sia di
0,5 ±0,05 mm. 1

2
18895

Il valore dello spessore dei piattelli di registro (1) è stampigliato


su una delle due superfici. Qualora non fosse leggibile, misu-
Figura 125 rare mediante micrometro (2) lo spessore.
Al montaggio del piattello di registro, il valore incisivo va rivolto
verso la punteria.

NOTA I piattelli di registro giuoco punterie sono forniti di


ricambio nei seguenti spessori: 3,25 - 3,30 - 3,35 -
3,40 -3,45 - 3,50 - 3,55 - 3,60 - 3,65 - 3,67 - 3,70 -
3,72 - 3,75 - 3,77 - 3,80 - 3,82 - 3,85 - 3,87 - 3,90
- 3,92 - 3,95 - 3,97 - 4,00 - 4,02 - 4,05 - 4,10 - 4,15
- 4,20 - 4,25 - 4,30 - 4,35 - 4,40 - 4,45 mm.

23031
NOTA Dovendo registrare il giuoco punterie con la testa
Dovendo eseguire la sostituzione dei piattelli di registro, per cilindri montata sul motore, prima di comprimere la
ottenere il giuoco di funzionamento prescritto, procedere punteria mediante l’attrezzo 99360309 (1,
come segue: Figura 125), ruotare il motore con l’appropriato
- ruotare le punterie in modo che le fresature sul bordo attrezzo, in modo da portare l’eccentrico della val-
siano orientate verso i condotti di aspirazione e scarico; vola di aspirazione del cilindro interessato alla regi-
strazione delle punterie, approssimativamente
- inserire l’attrezzo 99360309 (1) tra le punterie di aspira- rivolto verso l’alto; in queste condizioni lo stantuffo
zione e scarico e fare leva sul medesimo fino che le punte- si troverà 10-13 mm dal P.M.S., evitando così l’im-
rie siano completamente compresse. puntamento dello stesso con le valvole.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


60 MOTORE DAILY CNG

Riattacco testa cilindri Avvitare le viti di fissaggio e serrarle in tre fasi successive,
Figura 128 seguendo l’ordine e le modalità indicate nella figura successiva.

NOTA La chiusura ad angolo si esegue mediante attrezzo


99395216 (1).

Figura 130

6448

102813
Schema dell’ordine di serraggio delle viti di fissaggio della testa
Posizionare lo stantuffo del cilindro n. 1 al P.M.S. e mantenerlo cilindri:
in tale condizione bloccando la rotazione del volano motore
(4), applicando al basamento l’attrezzo 99392214 (3). - 1a fase: pre-serraggio, con chiave dinamometrica alla cop-
Tale condizione è necessaria per la messa in fase della distribu- pia di 60 ± 5 Nm;
zione. - 2a fase: ripassare alla coppia di 60 ± 5 Nm;
Verificare che il piano di attacco della testa cilindri e quella sul - 3a fase: chiusura con angolo di 180° ± 10°.
basamento siano puliti.
Non imbrattare la guarnizione della testa cilindri. Figura 131
Sistemare la guarnizione (2) per la testa cilindri dello spessore
determinato nel paragrafo “controllo sporgenza stantuffi” con
la scritta “ALTO” (1) rivolta verso la testa stessa.
La freccia indica il punto in cui è riportato lo spessore della
guarnizione montata.
NOTA È assolutamente necessario tenere la guarnizione
sigillata nella propria confezione e liberarla dall’invo-
lucro poco prima del montaggio.

Figura 129

62072

Riempire i vani A tra il coperchio posteriore (6) e la testa cilin-


dri (5) con sigillante IVECO 1905685.
Sistemare sul coperchio punterie (1) la guarnizione di tenuta
(2). Applicare negli angoli (⇒) del coperchio punterie sigillante
IVECO 1905685 (~ 10g). Montare il coperchio punterie (1)
α sulla testa cilindri e serrare i dadi (7) di fissaggi alla coppia pre-
scritta.
Montare le staffette (8) ritegno tubazioni e cavi elettrici e ser-
41144
rare i dadi (5) di fissaggio alla coppia prescritta.
Ruotare l’albero della distribuzione (2) in modo che le valvole Montare il sensore (4) con il supporto sul coperchio punterie
del cilindro n. 1 risultino chiuse. controllando il traferro come descritto nel capitolo relativo.
Montare la testa cilindri (3). Montare il collettore di aspirazione (3).

NOTA Prima di riutilizzare le viti di fissaggio testa cilindri, mi-


surare con micrometro che il diametro della filetta-
tura delle viti, in qualsiasi punto non sia inferiore a
mm 11,5, in caso contrario sostituirle.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 61

GRUPPO ORGANI AUSILIARI Figura 134


Figura 132

51697

Staccare la pompa idroguida (1); togliere le viti (2) e sfilare la


puleggia dentata (3).
51631
Figura 135
Gli organi ausiliari sono raccolti in un unico supporto (1) fissato
sul fianco del basamento superiore del motore ed azionati
dalla cinghia dentata che comanda l’albero di distribuzione.
Sul supporto sono ricavati i condotti per la circolazione
dell’olio di lubrificazione dei vari organi.
1
Sul supporto sono montati i seguenti componenti:
sensore di fase, pompa olio e valvole di regolazione, depres-
sore per servofreno e pompa del servosterzo, filtro olio a dop-
pia filtrazione.

51633

- Svitare i dadi (1) e togliere il sensore di fase (2).

Figura 136

Smontaggio gruppo organi ausiliari


Figura 133

51634

- Svitare le viti (3), togliere il supporto (4) e il giunto di ac-


51632 coppiamento (5)
- Svitare le viti (1) e togliere il depressore (2) completo di
Fissare il gruppo organi ausiliari al supporto 99360363 (3) pre-
guarnizione.
cedentemente fissato in morsa.
Con l’attrezzo 99360091 (1) svitare il filtro dell’olio (2). - Staccare il coperchio superiore (6).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


62 MOTORE DAILY CNG

Figura 137 503010 POMPA OLIO


Figura 140

51635

- Svitare il dado (1), le viti (3), togliere il coperchio posterio-


re (2) della pompa olio completo di valvola di regolazione
pressione olio. 51699

Mediante riga (2) e spessimetro (1) controllare il giuoco tra il


piano superiore degli ingranaggi (3) ed il piano di appoggio del
543075 Valvola di regolazione pressione olio
coperchio che deve risultare di 0,065 ÷ 0,131 mm, in caso
contrario sostituire i particolari usurati.
Figura 138

Figura 141

1
41812

Svitare il tappo (5), sfilare la molla (4) e la valvola di regolazione


costituita da stantuffo (3) e cilindretto (2).
Controllare che: lo stantuffo (3) scorra liberamente nel cilin-
51698
dretto (2) e non presenti rigature, la molla (4) non sia rotta o
snervata. Sfilare l’ingranaggio condotto pompa olio (1).
Taratura di regolazione pressione alla temperatura dell’olio di
100 °C:
- regime minimo 0,8 bar Figura 142
- regime massimo 3,8 bar.

Figura 139

74971
51697

DATI PRINCIPALI PER IL CONTROLLO DELLA MOLLA Svitare le viti e togliere il coperchio anteriore (1).
PER VALVOLA DI REGOLAZIONE PRESSIONE OLIO

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 63

Figura 143 Figura 146

51757
51696

Sfilare l’albero con l’ingranaggio conduttore (1) pompa olio. Controllare la coppia resistenza alla rotazione fra l’ingranaggio
condotto e l’albero conduttore pompa olio procedendo nel
Figura 144 seguente modo:
- applicare l’attrezzo 99360607 (2), per bloccare la rotazio-
ne dell’ingranaggio (5);
2 - tracciare due segni di riferimento sull’albero (4) e sull’in-
granaggio (5);
- applicare all’albero conduttore tramite chiave dinamome-
1 3 trica e l’attrezzo 99360607 una coppia di 64 Nm;
- verificare che i segni di riferimento siano perfettamente al-
lineati, in caso contrario sostituire i particolari.

18559

Smontare l’ingranaggio condotto (1) solo se si riscontra una


usura eccessiva dello stesso e dell’albero conduttore completo
(3); l’operazione si deve eseguire sotto pressa idraulica (2).
Montaggio gruppo organi ausiliari
Figura 145
1
Figura 147

18561
Per il montaggio del gruppo organi ausiliari invertire le opera-
zioni descritte per lo smontaggio osservando le indicazioni di
seguito descritte e illustrate.
Il montaggio dell’ingranaggio condotto (2) sull’albero condut-
tore (3) va eseguito mediante pressa idraulica (1), riscaldando
l’ingranaggio e raffreddando l’albero in modo che fra i due par-
ticolari vi sia una differenza di temperatura di ~270 °C.
51755
A piantaggio ultimato controllare che fra i piani esterni degli
ingranaggi vi sia la quota di 88 - 0,2 mm. Montare l’albero (1) con l’ingranaggio condotto pompa olio.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


64 MOTORE DAILY CNG

Figura 148 Figura 151

51700

51754 Pulire e sgrassare le superfici di accoppiamento del coperchio


(1) e della scatola supporto organi ausiliari.
Montare l’albero (1) con l’ingranaggio conduttore.
Applicare sulla superficie di tenuta del coperchio posteriore
(1), indicata dalla zona più scura, sigillante IVECO 1905685, in
Figura 149 modo omogeneo e privo di discontinuità.

NOTA Il coperchio posteriore deve essere montato entro


10 minuti dall’applicazione del sigillante.

74949

Figura 152
Con calettatore 99374336 (2) e impugnatura 99370006 (1),
montare la guarnizione di tenuta (3) sul coperchio anteriore
(4).

Figura 150

51701

- Montare il coperchio posteriore (1) e serrare le viti (3) alla


coppia prescritta.
52378

Montare il coperchio anteriore (2) con la guarnizione (1) sulla - Montare il depressore (2) completo di guarnizione.
scatola supporto organi ausiliari e serrare le relative viti (3) di - Montare il coperchio superiore (5) completo di guarnizio-
fissaggio alla coppia prescritta. ne e serrare le viti (4).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 65

Figura 153 Figura 155

51702

74950
Montare la puleggia dentata (2) e serrare le viti (1) alla coppia
Montare il gruppo organi ausiliari (2) interponendo la guarni-
prescritta.
zione. Chiudere le viti di fissaggio con chiave dinamometrica
Montare la pompa idroguida (3). (3) alla coppia di serraggio prescritta.

NOTA Di ricambio le viti (1) sono fornite con la filettatura


pretrattata con sigillante LOCTITE 506.
Nel caso di riutilizzo delle stesse, pulire accurata-
mente la filettatura e applicare nel tratto della mede-
sima indicato in figura, sigillante IVECO 1905683.

Figura 154

1
5050 LUBRIFICAZIONE
2
Generalità
La lubrificazione del motore è del tipo a circolazione forzata
ed è realizzata dai seguenti organi:
- una pompa olio ad ingranaggi incorporata nel gruppo
organi ausiliari, una valvola di regolazione pressione incor-
porata nel coperchio posteriore del gruppo organi ausiliari.
- un filtro olio e doppia filtrazione con valvola di sicurezza
incorporata.
51703

Lubrificare con olio motore l’anello di tenuta e posizionarlo sul


Funzionamento (vedere Figura 156)
filtro olio (1). Avvitare il medesimo sul raccordo e mediante L’olio motore viene aspirato dalla coppa mediante la pompa
attrezzo 99360091 (2) bloccarlo alla coppia di serraggio di olio ad ingranaggi (7) tramite la succhieruola (8).
25 Nm. L’olio prosegue attraverso il filtro olio (4). e inviato a lubrificare
gli organi interessati tramite canalizzazioni o tubazioni.
L’olio, terminato il ciclo di lubrificazione, ritorna nella coppa
per caduta. Il filtro dell’olio può essere escluso dalla valvola di
sicurezza incorporato nello stesso, in caso di suo intasamento.

NOTA Per lo smontaggio-controllo e montaggio dei parti-


colari componenti la pompa olio e la valvola di rego-
lazione pressione olio vedere il capitolo “GRUPPO
ORGANI AUSILIARI”.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


66 MOTORE DAILY CNG

Figura 156

51515

SCHEMA DELL’IMPIANTO DI LUBRIFICAZIONE MOTORE R 8149.03


METANO
1. Condotto mandata olio all’albero distribuzione - 2. Condotto mandata
olio principale - 3. Gruppo organi ausiliari con incorporato sede pompa
olio (G.O.A.) vedi lente esploso - E. Mandata olio al motore - F. Aspira-
zione olio dalla coppa 4. Filtro olio a doppia filtrazione con valvola di sicu-
rezza incorporata di esclusione filtro intasato - 5. Depressore - 6. Valvola
di regolazione pressione olio - 7. Ingranaggi pompa olio - 8. Succhieruola
aspirazione olio 9. Ugello spruzzatore olio per raffreddamento cielo stan-
tuffo - 10. Distanziale.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 67

Impianto di ricircolo totale vapori olio


Figura 157

102801

1. Convogliatore di aspirazione - 2. Tubazione di mandata - 3. Uscita vapori olio dal motore -


4. Tubazione scarico olio - 5. Condensatori vapori olio

I vapori olio che si formano nella coppa olio durante il funzio- Eventuali eccedenze di vapori olio vengono inviate tramite la
namento del motore passando dal bocchettone di introduzio- tubazione (3) al convogliatore di aspirazione.
ne olio (1), vengono canalizzati dalla tubazione (2) e raccolti
nel condensatore (4) dove i vapori condensati, vengono scari-
cati nella coppa olio attraverso la tubazione (5) e rimessi in cir-
colo.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


68 MOTORE DAILY CNG

5432 RAFFREDDAMENTO
Figura 158

19534

SCHEMA IMPIANTO DI RAFFREDDAMENTO


1. Vaschetta di espansione - 2. Radiatore - 3. Pompa acqua

Descrizione Funzionamento
L’impianto di raffreddamento del motore è del tipo a circola- La pompa acqua azionata tramite cinghia trapezoidale dell’al-
zione forzata a circuito chiuso ed è costituito dai seguenti bero motore invia il liquido di raffreddamento nel basamento
organi: e con maggior prevalenza nella testa cilindri.
Quando la temperatura del liquido raggiunge e supera la tem-
- un serbatoio di espansione il cui tappo ha incorporato due
peratura di funzionamento provoca l’apertura del termostato
valvole: una di sovrapressione e una di ritorno, che rego-
e da questo il liquido viene canalizzato al radiatore e raffred-
lano la pressione dell’impianto;
dato dalla ventola.
- un radiatore che ha il compito di dissipare il calore sot- La pressione all’interno dell’impianto dovuta alla variazione
tratto al motore dal liquido di raffreddamento; della temperatura è regolata dalle valvole di sovrapressione e
- una pompa acqua del tipo centrifuga incorporata nel basa- di ritorno incorporate nel tappo di introduzione del serbatoio
mento motore e su cui viene calettato l’elettroventilatore; di espansione.
- un elettroventilatore costituito da un giunto elettroma- La valvola di sovrapressione ha una duplice funzione:
gnetico sul cui albero ruota folle un mozzo dotato di una
piastra metallica mobile assialmente, e sul quale è montata - mantenere l’impianto in leggera pressione in modo da ele-
la ventola; vare il punto in ebollizione del liquido refrigerante;
- un termostato a 3 vie che regola la circolazione del liquido - scaricare in atmosfera l’eccesso di pressione che si deter-
di raffreddamento; mina in caso di elevata temperatura del liquido refrige-
rante.
- un interruttore termometrico montato alla base del radia-
tore comanda l’inserimento-disinserimento dell’elettro- La valvola di ritorno ha la funzione di permettere il travaso del
ventilatore. liquido di raffreddamento dal serbatoio di espansione al radia-
tore, quando, all’interno dell’impianto, si crea una depressione
Temperatura liquido di raffreddamento per: dovuta alla riduzione di volume del liquido di raffreddamento
- inserimento elettroventola: 92° ± 2°C; in conseguenza dell’abbassamento di temperatura dello
stesso.
- disinserimento elettroventola: 87° ± 2°C.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 69

543212 Puleggia elettromagnetica


Figura 161
Figura 159

41128

Controllare con calibro a spessori (3) che la distanza tra


girante (1) e guarnizione di tenuta (2) sia di 0,56 ÷ 1,08 mm.
Controllare inoltre che non vi siano cricche sul corpo pompa;
in caso contrario sostituire la pompa acqua completa.
50685
543250 Termostato
Figura 162
SEZIONE PULEGGIA ELETTROMAGNETICA

Quando la temperatura del liquido di raffreddamento rag-


giunge il valore di 92° ± 2 °C, l’interruttore termometrico per-
mette l’alimentazione dell’elettromagnete (1) il quale magne-
tizzandosi, attira la piastra mobile (2) rendendo solidale il
mozzo (6) con il giunto elettromagnetico (3).

543210 Pompa acqua


50822

Figura 160 Il termostato (1) di tipo by-pass è inserito nel supporto (2) fis-
sato alla testa cilindri e non necessita alcuna regolazione.
Qualora sussistano dubbi sul funzionamento, sostituirlo.

Figura 163

50686

SEZIONE LONGITUDINALE DELLA POMPA ACQUA 50687


1. Corpo pompa - 2. Vite di bloccaggio cuscinetto - A. Inizio corsa 79° ± 2 °C.
3. Albero comando pompa completo di cuscinetto - B. Corsa a 94° ≥ 7 mm
4. Guarnizione di tenuta - 5. Girante Corsa a 110° ≤ 10,5 mm
La corsa di 7 in meno di 60”
Trafilamento acqua a termostato chiuso e valvolina chiusa
A = 0,56 ÷ 1,08 mm; giuoco di montaggio fra la girante e la ≤ 2 L/H
guarnizione di tenuta per corpo pompa acqua.
Print 603.93.438 Base - Giugno 2005
70 MOTORE DAILY CNG

540440 Coperchio anteriore albero moto COMANDO A CINGHIA DENTATA DELLA


DISTRIBUZIONE E SENSORE DI FASE
Figura 164
Figura 166

46667

Il coperchio anteriore (1) dell’albero motore è costituito da


una guarnizione tipo “ROTOSTAT”. 6449

PARTICOLARI COMPONENTI IL COMANDO ALBERO


DISTRIBUZIONE ED ORGANI AUSILIARI
NOTA La guarnizione è fornita di ricambio completa di calza-
toio (2). 1. Puleggia dentata comando albero distribuzione -
2. Rullo per tendicinghia fisso - 3. Vite fissaggio supporto
Il calzatoio (2) non deve essere rimosso dalla guarnizio- rullo per tendicinghia fisso alla testa cilindri - 4. Supporto
ne prima che quest’ultima sia montata sull’albero mo- rullo per tendicinghia fisso - 5. Dado fissaggio supporto
tore. rullo per tendicinghia al basamento - 6. Supporto rullo
per tendicinghia - 7. Puntale con molla di reazione
per tendicinghia - 8. Cinghia dentata - 9. Puleggia dentata
comando organi ausiliari -10. Ingranaggio conduttore
calettato sull’albero motore - 11. Dado fissaggio rullo
per tendicinghia registrabile al supporto -
Figura 165 12. Rullo per tendicinghia

46668

Nei punti indicati dalle frecce rifilare l’eventuale eccedenza


della guarnizione.
Montare il coperchio anteriore (1) e serrare le viti (3) di fissag-
gio alla coppia prescritta. Togliere il calzatoio (2).

NOTA Le restanti viti di fissaggio dovranno essere montate


dopo aver posizionato il riparo cinghia.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 71

Figura 167 Figura 168

51706 51707

Montare la puleggia dentata (1), bloccare la sua rotazione e ser- Inserire tra il cilindretto (1) e il puntale (2) un’apposita chiave
rare le viti di fissaggio della stessa alla coppia prescritta. (3) in modo da annullare la pressione di quest’ultimo sul rullo
tendicinghia mobile (4).
Montare:
- la pompa acqua (3) e il gruppo termostato (2);
- il supporto tendicinghia fisso (5);
- il supporto tendicinghia mobile (7) senza bloccare il dado
(6);
- il supporto tendicinghia automatico (4).

NOTA Di ricambio le viti di fissaggio della pompa acqua (3) Messa in fase della distribuzione
sono fornite con la filettatura pretrattata con sigillan-
te LOCTITE 506. Figura 169
Nel caso di riutilizzo delle stesse, pulire accurata-
mente la filettatura e applicare sui primi 15 mm della
medesima sigillante IVECO 1905683.

61900

Controllare che lo stantuffo del cilindro n. 1 sia al P.M.S..


Tale condizione si realizza quando il perno (2) dell’attrezzo
99395214 (1) è inserito nella feritoia (⇒) del volano motore
(3) e il foro (5) dell’ingranaggio comando distribuzione (4) è
rivolto verso il basso;

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


72 MOTORE DAILY CNG

Figura 170 Figura 173

45074

- far coincidere la tacca (1) incisa sulla puleggia dentata


comando albero distribuzione, con quella (2) incisa sul
coperchio punterie. 61900

Figura 171 - liberare la feritoia 〈⇒) del volano motore (3) dal perno (2)
dell’attrezzo 99395214 (1);
- ruotare lentamente l’albero motore nel suo senso di rota-
zione di due giri e verificare che: con la cinghia dentata in
tensione, con il foro (5) dell’ingranaggio (4) rivolto verso
il basso e il perno (2) dell’attrezzo (1) inserito nella feritoia
(→) del volano motore (3), le tacche (1 e 2, Figura 170)
risultino allineate.

41820

- orientare la puleggia dentata (1) sulla pompa alta pressio-


ne bloccandone la rotazione mediante l’attrezzo Figura 174
99360608 (2).

Figura 172

86144
51756
- montare la cinghia dentata (1);
- montare il coperchio inferiore (4) e serrare le viti e il dado
di fissaggio alla coppia prescritta; - bloccare il tendicinghia (2) serrando il dado di fissaggio
alla coppia di 37 ÷ 45 Nm.
- togliere la chiave (3) in modo che il puntale (2), agendo sul
tendicinghia (8), metta in tensione la cinghia dentata (1); Con l’apparecchio 99395849, controllare la tensione della cinghia
- sfilare l’attrezzo 99360608 (7) dalla puleggia. dentata (1) nel punto A, essa deve risultare di 90 ÷ 115 Hz.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 73

MOTORE

Montaggio e messa in fase del distributore

Figura 175

51721

Calettare il distributore (4) sul gruppo organi ausiliari procedendo come segue:
- controllare l’esatta messa in fase della distribuzione;
- montare il giunto di accoppiamento (1) facendo collimare la scanalatura ricavata all’interno dell’albero comando distributore
con il risalto del giunto di accoppiamento (1);
- montare il supporto (2) e avvitare le viti (3);
- portare il cilindro 1 al P.M.S. (compressione) calettare il distributore assicurandosi che la tacca (5) sul corpo (7) coincida con
la tacca (6) del gruppo organi ausiliari e bloccare le viti (8).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


74 MOTORE DAILY CNG

Figura 176
NOTA La filettatura del dado di bloccaggio mozzo (2) è sini-
strorsa. Il dado deve essere sostituito ad ogni smon-
taggio.

1a fase, serraggio con chiave dinamometrica alla coppia di


40 Nm;
2a fase, chiusura con angolo 110° ± 10° .

NOTA La chiusura ad angolo si esegue con l’attrezzo


99395216.

Figura 179
51731

Montare il coperchio superiore (1).

Figura 177

51728

Mediante calibro a spessori (1) controllare il traferro, che deve


risultare di 0,25 ÷ 0,45 mm.

51730

Calettare la puleggia (1); bloccare la rotazione del volano mo-


tore mediante attrezzo 99360306 e chiudere la vite di ritegno,
mediante chiave dinamometrica alla coppia prescritta.

Figura 178
Figura 180

51729 41825
Montare sulla pompa acqua, il giunto elettromagnetico (1) con
la relativa puleggia fissandolo con i quattro dadi (⇒). Montare Ruotare il motore, montare la succhieruola dell’olio (1), siste-
il mozzo (2) e serrare il dado di fissaggio in due fasi. mare la guarnizione di tenuta (2) e montare la coppa olio.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 75

Montaggio e regolazione tensione cinghia Completamento motore


comando alternatore - pompa acqua -
ventilatore
Figura 181 Figura 182

51722 102814

Montare il supporto completo di alternatore (3). Annullare Montare:


l’azione del tenditore automatico (2) agendo con appropriato
- La connessione elettrica dei cavi (3) alle candele (4);
attrezzo nel senso della freccia.
- Con chiave 99358024 montare le candele (4);
Montare la cinghia di comando (1) avendo cura di posizionare
correttamente i RIBS della stessa nelle rispettive gole delle pu- - Montare il distributore di accensione (7) completo di ca-
legge; rilasciare il tenditore automatico (2). Ruotare l’albero blaggio (3), avvitare le viti (6);
motore di 1 giro per assestare la cinghia.
- Montare il riparo (5);
Con apparecchio 99395849 misurare la tensione della cinghia
- Montare il bocchettone introduzione olio (1), avvitare il
(1) nel tratto A pompa acqua - alternatore che deve risultare
dado (2);
di 140 ± 5 Hz.
- Montare la tubazione (8) per asta livello olio e avvitare il
dado (9).

Figura 183

51732

Montare:
- il collettore di aspirazione (3) completo di guarnizione -
gruppo farfallato (5) - iniettori (7) - sensore temperatura
aria (2) - attacco sensore pressione assoluta (1);
- il collettore di scarico (6) completo di guarnizione e sonda
lambda (4).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


76 MOTORE DAILY CNG

Figura 184 Figura 187

Montare: 51624
51621

- il riparo insonorizzante (4), avvitare le viti (1);


- il coperchio riparo candele (3) chiudere i fermagli (2). Avvitare dal lato destro la vite (1).

Figura 185

NOTA Le descrizioni e il funzionamento dei componenti


elettrici (sensori, candele, bobina,......) sono descritte
nella SEZIONE (13) IMPIANTO ELETTRICO.

764264 Sensore giri distribuzione


764266 Sensore giri motore
51705
Figura 188
Montare la ventola (3) al giunto elettromagnetico.
Applicare sugli appositi ganci di sollevamento, il bilancino
99360550 e staccare il motore dal cavalletto rotativo (2)
smontare dal motore le staffe 99361029 (1).
5
Rifornire il motore di olio lubrificante della qualità e quantità 2 3
prescritta.
1
6
Figura 186
7

50723

Controllare il traferro dei sensori, esso deve risultare:


- 0,8 ÷ 1,5 mm, fra puleggia (1) albero distribuzione e sen-
sore (2).
Riscontrando un valore diverso allentare il dado (3) e agire sul
supporto (4).
102815 - 0,8 ÷ 1,5 mm, fra volano motore (5) e sensore (6).

Montare dal lato sinistro il condensatore vapori olio (3) com- Riscontrando valori diversi, allentare le viti (7) e agire sul sup-
pleto di tubazioni (1-2-4). porto (8).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG MOTORE 77

COMPRESSORE DEL CONDIZIONATORE (per veicoli dove previsto)

Figura 189

102902

Stacco Riattacco
Di seguito sono riportate le operazioni per lo stacco ed il riat- - Montare il gruppo del compressore del condizionatore
tacco del gruppo compressore del condizionatore per i veicoli (8) sul supporto dell’alternatore senza serrare le viti di fis-
che prevedono la presenza di tale gruppo. saggio (7).
- Allentare le viti di fissaggio (1 e 2) del tendicinghia (3). - Verificare che la quota di controllo tra il filo anteriore ba-
samento ed il rasamento esterno della puleggia sia com-
- Allentare il dado (4) ed agendo sulla vite di registro (5)
preso tra 106,96 e 108,56 mm.
annullare la tensione della cinghia di comando (6).
- Serrare le viti di fissaggio (7) con una coppia di 25 Nm.
- Rimuovere la cinghia dentata (6).
- Montare la cinghia Poly-V (6) posizionando correttamen-
- Svitare le viti (7) che fissano al supporto dell’alternatore
te i ribs della stessa nelle rispettive gole della puleggia.
il gruppo compressore del condizionatore (8).
- Agendo sulla vite di registro (5) tensionare leggermente
- Rimuovere il gruppo compressore del condizionatore.
la cinghia (6).
- Effettuare un giro completo ed inserire il sensore dell’ap-
parecchio 99395849 nel tratto A compressore-albero
motore.
- Agire sulla vite di registro (5) fino a che la tensione della
cinghia risulti ad una frequenza di 160 ±10 Hz.
- Serrare le viti di fissaggio (1 e 2) del tendicinghia con una
coppia di 25 Nm.
- Allontanare di circa due giri la vite (5) e serrare il dado (4)
con una coppia di 25 Nm.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


78 MOTORE DAILY CNG

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG FRIZIONE 1

SEZIONE 3
5052 Frizione

Pagina

DESCRIZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3

DIAGNOSTICA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4

CARATTERISTICHE E DATI . . . . . . . . . . . . . . . . 7

COPPIE DI SERRAGGIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10

ATTREZZATURA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10

STACCO E RIATTACCO FRIZIONE . . . . . . . . . 11

- Stacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11

CONTROLLI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11

- Riattacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12

STACCO - RIATTACCO
CUSCINETTO REGGISPINTA . . . . . . . . . . . . 12

COMANDO FRIZIONE IDRAULICO . . . . . . . . 13

STACCO - RIATTACCO COMANDO IDRAULICO


FRIZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15

- Stacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15

- Riattacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15

STACCO - RIATTACCO PEDALIERA . . . . . . . . 17

- Stacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17

- Riattacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17

PEDALIERA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 18

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


2 FRIZIONE DAILY CNG

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG FRIZIONE 3

DESCRIZIONE
Il complessivo frizione é composto da: L’introduzione di una molla a diaframma (o molla a tazza) co-
me elemento elastico di spinta consente di ottenere impor-
- un disco condotto - rivestito su entrambe le facce con
tanti vantaggi quali:
guarnizioni anulari di attrito e munito al centro di un moz-
zo. Inoltre per rendere più elastico e più dolce l’innesto - minore ingombro assiale e ridotta sensibilità alla forza cen-
é previsto di molle parastrappi; trifuga, dovuti all’assenza delle leve di disinnesto;
- un anello spingidisco - fissato al coperchio o corpo del - maggiore precisione costruttiva dovuta al ridotto numero
meccanismo innesto a frizione per mezzo di piastrine che dei componenti;
gli permettono lo spostamento assiale allorché, la molla
- migliore raffreddamento dovuto alla ridotta superficie di
a diaframma viene azionata dal cuscinetto reggispinta;
contatto tra diaframma e spingidisco;
- una molla a diaframma costituita da un certo numero di
- minore squilibrio;
lamelle disposte a raggiera.
- facile manutenzione dovuta a:
- un cuscinetto reggispinta montato sulla molla a diaframma
e vincolato alla stessa mediante anello elastico. 1. assenza di regolazione per la ripresa del giuoco;
Con questa soluzione non é più necessaria la registrazione
2. eliminazioni delle regolazioni per mettere in piano l’anello
del giuoco fra cuscinetto reggispinta e molla a diaframma
spingidisco.
in quanto i due particolari sono a contatto.
Inoltre l’azione di disinnesto della frizione avviene per tra- Resta infine da segnalare che la caratteristica non lineare della
zione del cuscinetto reggispinta. molla a diaframma offre una minore variazione dello sforzo di
disinnesto man mano che si completa la corsa del pedale di
comando e, con un carico allo spingidisco non inferiore a quel-
lo nominale anche a guarnizioni usurate.

Figura 1

52233

COMPLESSIVO FRIZIONE

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


4 FRIZIONE DAILY CNG

DIAGNOSTICA

Principali anomalie di funzionamento della frizione:


4 - La frizione non stacca;
1 - Rumorosità quando il pedale viene abbassato;
5 - La frizione slitta;
2 - Rumorosità quando il pedale viene rilasciato;
6 - Anormale usura guarnizioni disco condotto.
3 - La frizione strappa;

RUMOROSITÀ QUANDO IL PEDALE


1
VIENE ABBASSATO

Cuscinetto reggispinta eccessivamente usurato, dan- Sostituire il cuscinetto reggispinta.


neggiato o scarsamente lubrificato. SI

NO

Giuoco eccessivo tra le scanalature dell’albero entrata Sostituire l’albero e, se necessario, anche il disco condot-
cambio e la sede relativa sul mozzo del disco condotto. SI to.

2 RUMOROSITÀ QUANDO IL PEDALE


VIENE RILASCIATO

Molle del disco condotto rotte od eccessivamente de- Sostituire il disco condotto.
boli. SI

NO

Albero di entrata cambio usurato. Sostituire l’albero e, se necessario, il disco condotto.


SI

NO

Cuscinetto reggispinta che presenta giuoco sul mani- Sostituire il cuscinetto reggispinta.
cotto di innesto. SI

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG FRIZIONE 5

3 LA FRIZIONE STRAPPA

Olio o grasso sul volano motore, o sulle guarnizioni del Eliminare l’inconveniente che determina l’imbratta-
disco condotto. SI mento; pulire accuratamente il volano, quindi sostituire
il disco condotto.

NO

Anello spingidisco deformato. Sostituire la frizione.


SI

NO

Guarnizioni d’attrito consumate irregolarmente per Sostituire il disco condotto.


scentratura del disco condotto. SI

NO

Molla a diaframma della frizione debole oppure con la- Sostituire il disco condotto.
melle rotte. SI

NO

Molle parastrappi disco condotto rotte o snervate. Sostituire il disco condotto.


SI

4 LA FRIZIONE NON STACCA

Olio o grasso sulle guarnizioni del disco condotto. Eliminare l’inconveniente che determina l’imbratta-
SI mento e sostituire il disco condotto.

NO

Scanalature dell’albero entrata cambio deteriorate in Sostituire l’albero e, se necessario, anche il disco con-
modo da impedire lo scorrimento del disco condotto. SI dotto.

(Segue)

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


6 FRIZIONE DAILY CNG

Altezza pedale frizione non regolata (solo comando Registrare l’altezza del pedale frizione.
meccanico). SI

NO

Comando idraulico disinnesto frizione inefficiente. Sostituire il comando idraulico.


SI

5 LA FRIZIONE SLITTA

Guarnizioni del disco condotto usurate o bruciate. Sostituire il disco condotto.


SI

NO

Molla a diaframma della frizione debole oppure con la- Sostituire la frizione.
melle rotte. SI

NO

Olio o grasso sulle guarnizioni del disco condotto. Eliminare l’inconveniente che determina l’imbratta-
SI mento e sostituire il disco condotto.

ANORMALE USURA GUARNIZIONI


6
DISCO CONDOTTO

Il guidatore mantiene, durante la guida, il piede appoggia- Il guidatore deve evitare l’abitudine errata ed appoggiare
to sul pedale frizione. SI il piede sul pedale frizione solo all’occorrenza.

NO

Molla a diaframma con lamelle snervate o rotte. Sostituire la frizione.


SI

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG FRIZIONE 7

CARATTERISTICHE E DATI
Modelli 35S - 35C -40C
FRIZIONE DA 9 ” 1/4 VALEO
Tipo Monodisco a secco

Meccanismo di innesto A tiro con molla a diaframma

Disco condotto Con guarnizioni di attrito

Mozzo disco condotto Con doppio parastrappi

0
Ø esterno guarnizioni mm 235 −1

0
Ø interno guarnizioni mm 165 −1

Spessore disco (nuovo) mm 7,7 ± 0,3

Sotto un carico N 6000


Spessore minimo per usura mm 1,25

Max. scentramento disco


condotto mm ~ 0,3

Carico minimo
su spingidisco N 6800

Carico massimo
di disinnesto
a 9 mm di disinnesto N 1500

Alzata minima spingidisco


a 9 mm di disinnesto mm 1,4

Corsa di distacco mm 9+1

Corsa di consumo max. mm 12

Comando disinnesto idraulico

Tipo di olio -

NOTA I valori sono riferiti a frizione nuova

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


8 FRIZIONE DAILY CNG

Modelli 50C

FRIZIONE DA 10” 1/2 VALEO


Tipo Monodisco a secco

Meccanismo di innesto A tiro con molla a diaframma

Disco condotto Con guarnizioni di attrito

Mozzo disco condotto Con doppio parastrappi

0
Ø esterno guarnizioni mm 267 -1

+1
Ø interno guarnizioni mm 171 - 0,5

Spessore disco (nuovo) mm 8,5 ± 0,3

Sotto un carico N 8000


Spessore minimo per usura mm 1,5

Max. scentramento disco


condotto mm ~ 0,2

Carico minimo
su spingidisco N 6800

Carico massimo
di disinnesto
a 9 mm di disinnesto N 1850

Alzata minima spingidisco


a 9 mm di disinnesto mm 1,5

Corsa di distacco mm 9+1

Corsa di consumo max. mm 12,6

Comando disinnesto idraulico

Tipo di olio -

NOTA I valori sono riferiti a frizione nuova

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG FRIZIONE 9

Modelli 60C - 65C

FRIZIONE DA 11” VALEO


Tipo Monodisco a secco

Meccanismo di innesto A tiro con molla a diaframma

Disco condotto Con guarnizioni di attrito

Mozzo disco condotto Con doppio parastrappi

+0
Ø esterno guarnizioni mm 280 -1

+1
Ø interno guarnizioni mm 170 -0,5

Spessore disco (nuovo) mm 8,5 ± 0,3

Sotto un carico N 8000


Spessore minimo per usura mm 1,5

Max. scentramento disco


condotto mm ~ 0,2

Carico minimo
su spingidisco N 7000

Carico massimo
di disinnesto
a 9 mm di disinnesto N 1850

Alzata minima spingidisco


a 9 mm di disinnesto mm 1,5

+2
Corsa di distacco mm 9 -0

Corsa di consumo max. mm 13,6

Comando disinnesto idraulico

Tipo di olio -

NOTA I valori sono riferiti a frizione nuova

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


10 FRIZIONE DAILY CNG

COPPIE DI SERRAGGIO
COPPIA
PARTICOLARE
Nm kgm
Vite fissaggio frizione al volano motore 46,5 4,7
Vite fissaggio supporto cilindro operatore alla scatola cambio 10 ± 1 1 ± 0,1
Vite fissaggio supporto pedaliera - -
Vite fissaggio supporto leva disinnesto frizione al coperchio anteriore cambio di velocità 23,5 ± 2,5 2,3 ± 0,2

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99370205 Perno di guida per centraggio disco condotto frizione

Figura 2

52230

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG FRIZIONE 11

505210 STACCO E RIATTACCO FRIZIONE


Stacco CONTROLLI
Operazione complessiva di:
- stacco-riattacco alberi di trasmissione (vedere sezione re- I controlli da eseguire sono i seguenti:
lativa 505620);
- La superficie d’appoggio, sul volano motore, del disco
- stacco-riattacco cambio di velocità (vedere sezione relati- condotto non deve essere particolarmente usurata e pre-
va 530210). sentare eccessive rigature;
- la dentatura della corona dentata del volano motore, non
Figura 3 deve essere deteriorata o eccessivamente usurata.
In caso contrario, procedere allo smontaggio del volano moto-
re (operazione 540850) come descritto nel paragrafo relativo
della sezione 2.
Procedere sul volano motore come descritto nel paragrafo re-
lativo (operazione 540853) della sezione 2.
Controllare inoltre che non esistano perdite anche lievi di lu-
brificante nell’anello di tenuta del coperchio posteriore albero
motore: in tal caso smontare il volano come descritto nel para-
grafo relativo. Smontare il coperchio posteriore completo di
anello di tenuta e sostituirlo come descritto nella sezione 2.
Controllare che il cuscinetto o boccola di supporto albero en-
trata moto del cambio di velocità montato sull’albero motore,
44570
non sia usurato o deteriorato, in tal caso sostituirlo come de-
scritto nel paragrafo relativo (540852).
Inserire il perno di centraggio 99370205 (1) nel cuscinetto di
Controllare le condizioni dello spingidisco, esso non deve pre-
supporto albero entrata cambio, per facilitare le operazioni di
sentare sulla superficie di appoggio disco condotto deforma-
stacco frizione.
zioni, usure o tracce di surriscaldamento, la molla o diaframma
Togliere le viti (2) di fissaggio e staccare lo spingidisco (3) dal dello stesso deve risultare integra.
volano motore.
Controllare le condizioni del disco condotto:
- le guarnizioni di attrito non devono essere eccessivamen-
te usurate, né presentare traccia di surriscaldamento, o di
imbrattamento di olio o grasso;
- il mozzo del medesimo non deve avere eccessivo giuoco
sull’albero di entrata cambio;
- le molle parastrappi del mozzo non devono ruotare nelle
loro sedi o risultare rotte.
Riscontrando una qualsiasi anomalia sostituire il particolare in-
teressato.
La frizione completa é fornita di ricambio in kit.
Figura 4
Singolarmente sono forniti:
- il disco condotto e il cuscinetto reggispinta.
In questo caso occorre montare i particolari nuovi della stessa
fornitura della molla spingidisco che si riutilizza.

44571

Togliere il disco frizione (3) sfilando il perno di centraggio


99370205 (2).
Grano (1) di centraggio spingidisco ubicato sul volano motore.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


12 FRIZIONE DAILY CNG

Figura 5 - estrarre il perno di guida;


- riattaccare il cambio di velocità dopo aver spalmato l’albe-
ro scanalato con del grasso Molikote al bisolfuro di molib-
deno; come descritto nella sezione 4;
- registrare l’altezza del pedale frizione come descritto nel
paragrafo relativo (operazione).

Prima di montare un disco condotto nuovo occorre controlla-


re la centratura dello stesso nel seguente modo:
Posizionare il disco condotto (1) su di un tornio, quindi usu-
fruendo di un comparatore a base magnetica (2), verificare
che la superficie del disco non presenti scentrature.
Massima scentratura ammessa del disco condotto é di 0,20
mm.
505254 STACCO - RIATTACCO
Figura 6
CUSCINETTO REGGISPINTA

Figura 7

Nel caso vi fossero delle scentrature del disco usare una chiave
a forcella (1) come indicato in figura.
36800

Riattacco
Operazione comprensiva di:
Riattaccare il complessivo frizione invertendo le operazioni
descritte per lo stacco e osservando le seguenti avvertenze: - stacco-riattacco alberi trasmissione (vedere sezione rela-
tiva operazione 505620);
- pulire accuratamente la superficie di appoggio del - stacco-riattacco cambio di velocità (vedere sezione relati-
disco frizione del volano motore mediante al- va operazione 530210).
cool, benzina; riscontrando lievi rigature sulla me- Usando appropriate pinze aprire l’anello elastico di sicurezza
desima, eliminarle mediante tela abrasiva; (1) estrarre il cuscinetto reggispinta (2) dallo spingidisco.
- posizionare il disco condotto (3, Figura 4), facendo sem- Al montaggio invertire le operazioni, eseguite per lo stacco.
pre uso del perno di guida (2, Figura 4) per ottenere la
perfetta centratura ad evitare dannose sollecitazioni al
mozzo all’atto del riattacco del cambio di velocità;
- posizionare l’anello spingidisco facendo combinare i fori con
i grani (1, Figura 4) di centraggio esistenti sul volano motore; NOTA Il particolare nuovo deve essere della stessa fornitura
- montare e bloccare le viti di fissaggio dello spingidisco alla dello spingidisco che si riutilizza.
coppia prescritta;

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG FRIZIONE 13

505260 COMANDO FRIZIONE IDRAULICO


Figura 8

50967

Il comando idraulico frizione è costituito da:


- un cilindro maestro (1) montato sulla pedaliera e collega-
to al pedale frizione (5), con serbatoio olio (3) integrato;
- un cilindro operatore (7) fissato alla scatola cambio (6);
- una tubazione olio (4).

NOTA I componenti del comando idraulico non devono es-


sere in alcun modo smontati o separati fra loro.
Il coperchio (2) del serbatoio olio (3) non deve essere
rimosso.
Il gruppo non richiede manutenzione e il circuito
idraulico non deve essere disaerato.
In caso di difettosità occorre sostituire tutto il gruppo
completo così come fornito di ricambio, operando
come descritto nel capitolo relativo.
La fascetta (8) di ritegno puntale (9) presenta sul
gruppo fornito di ricambio non deve essere smontata
o tagliata.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


14 FRIZIONE DAILY CNG

Figura 9

62090

CARATTERISTICHE E DATI

Diametro cilindro maestro 18 mm


Sezione cilindro maestro 254,47 mm2
Diametro cilindro operatore 22 mm
Sezione cilindro operatore 346,36 mm2
Rapporto pedale frizione 5,85
Rapporto idraulico 1,36
Rapporto leva disinnesto frizione 1,67
Rapporto totale di demoltiplicazione 13,28
X corsa massima di disinnesto Y (99) F (99) J (98.7) mm
Y corsa massima di usura Y (70) F (70.8) J (69,1) mm
Y FRIZIONE 9 ” 1/4
F FRIZIONE 10 ” 1/2
J FRIZIONE 11”

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG FRIZIONE 15

STACCO - RIATTACCO COMANDO IDRAULICO FRIZIONE


Figura 10

50968

Riattacco
Stacco
Per il riattacco, invertire le operazioni eseguite per lo stacco,
osservando le seguenti avvertenze:
Disporre il veicolo sulla fossa o sul ponte sollevatore. - Non agire sul pedale frizione fino a riattacco completato.
Dall’interno cabina, con un cacciavite, sganciare la testa a sno-
do (2) del puntale cilindro maestro dal perno (3) d’articolazio- - Durante il montaggio manovrare con cura i particolari.
ne pedale frizione. - Lubrificare le superfici di contatto della leva disinnesto fri-
zione con il manicotto spingidisco e il puntale cilindro
operatore.
NOTA Non agire sul perno (3) per evitare che lo stesso si sfili
dalla pedaliera (1). - Lubrificare la superficie di contatto della testa a snodo ci-
lindro maestro con il perno di articolazione pedale frizio-
ne.
- Dopo aver riattaccato il supporto cilindro operatore al
cambio di velocità controllare che il puntale del cilindro
sia allineato con l’alloggiamento della leva disinnesto frizio-
Operando dal vano motore, ruotare verso destra il cilindro ne.
maestro (4) (~ 1/8 di giro) fino ad allineare il quadrato del foro - Nei casi di sostituzione con gruppo comando idraulico
(A) della pedaliera (1) con il quadrato (B) del corpo cilindro nuovo, a riattacco ultimato agire con forza sul pedale fri-
maestro e sfilarlo dalla pedaliera (1). zione in modo da rompere o svincolare la fascetta (9) di
Operando sotto il veicolo, disimpegnare il cilindro operatore ritegno puntale.
(8 dettaglio C) svitando le viti (6 dettaglio C) di fissaggio del - Sollevare manualmente il pedale frizione con una forza
supporto cilindro (7 dettaglio C) dal cambio di velocità. non superiore a 5 daN fino a battuta e mantenerlo nella
Rimuovere il gruppo comando idraulico frizione dal veicolo. suddetta posizione per almeno cinque secondi in modo
che l’olio del serbatoio alimenti il cilindro maestro; se ne-
cessario ripetere l’operazione.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


16 FRIZIONE DAILY CNG

Figura 11

52235

CILINDRO MAESTRO

Figura 12

52236

CILINDRO OPERATORE
Figura 13

87895

Il cilindro operatore recupera l’usura del disco condotto segnando con un aumento di carico sul pedale in fase di disinnesto, quando
si arriva ad avere un’usura del 90% del disco condotto.
Posizione massima di disinnesto a nuovo a = 121,8 mm. a1 = 112,7 mm
Posizione di innesto a nuovo b = 99,3 ± 5,8 mm b1 = 89,7 mm.
Posizione minima con disco usurato c = 73,3 mm. c1 = 63,7 mm

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG FRIZIONE 17

502601 STACCO - RIATTACCO PEDALIERA


Stacco Figura 16

Figura 14

52240

52238 Rimuovere i quattro dadi (2) di fissaggio servofreno (3) e stac-


Disporre un apposito recipiente sotto le tubazioni freni (4) e care quest’ultimo dal vano motore.
scollegare le stesse dalla pompa freni (1) del servofreno a de- Solo per veicoli con iniezione elettronica
pressione (3). Scollegare la connessione elettrica (1) dal sensore sul pedale
frizione e la connessione elettrica (4) dal sensore sul pedale
Durante lo scarico dell’olio freni, fare attenzione che freno; scollegare la connessione elettrica (5) dall’interruttore
lo stesso non vada a contatto della persona, degli in- sul pedale freno.
dumenti o delle parti verniciate.
Figura 17
Scollegare la connessione elettrica (2) dal tappo del serbatoio
liquido freni.

Figura 15

52241
Scollegare il cilindro maestro (1) comando frizione dalla peda-
liera come descritto nel capitolo relativo e accantonarlo op-
portunamente nel vano motore avendo cura di non danneg-
giare o piegare la tubazione olio.
Rimuovere i dadi (2) e staccare la pedaliera (3).

Riattacco
52239
Dall’interno cabina: Per il riattacco invertire le operazioni descritte per lo stacco
Solo per veicoli con iniezione elettronica attenendosi alle seguenti avvertenze:
Staccare il riparo laterale (7), scollegare la connessione elettri- - serrare i dadi/viti alla coppia di serraggio prescritta nel ca-
ca (6) dal pedale acceleratore (4); rimuovere le viti (5) e stac- pitolo relativo;
care il pedale acceleratore (4) dalla pedaliera.
- riattaccare il cilindro comando frizione come descritto nel
Solo per veicoli con pompa iniezione meccanica e
capitolo relativo;
comando frizione meccanico
Scollegare il cavo acceleratore e il cavo disinnesto frizione dai - riempire il serbatoio liquido freni della quantità e qualità
rispettivi pedali. prescritta e eseguire lo spurgo aria (operazione 784010)
come descritto nel capitolo relativo della sezione freni;
Rimuovere il fermaglio (1) e scollegare dalla forcella servofre-
no (3) il pedale freno (8) sfilando il perno (2). - dopo aver collegato le connessioni elettriche, controllare
l’efficienza dei componenti ad esse collegati.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


18 FRIZIONE DAILY CNG

PEDALIERA
Figura 18

102915

NOTA Gli unici interventi riparativi sulla pedaliera sono:


- sostituzione del pedale acceleratore;
- sostituzione sensori.
Per ogni altro inconveniente sostituire la pedaliera riutilizzando, se efficienti, i componenti sopracitati.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBI DI VELOCITÀ 1

Print 603.93.283/A

SEZIONE 4
5302 Cambi di velocità

Pagina

DIAGNOSTICA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3

STACCO-RIATTACCO CAMBIO DI VELOCITÀ 7

- Stacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7

- Riattacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7

COMANDO MARCE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8

CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 . . . . . . . . . . . . . . 9

CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 . . . . . . . . . . . . 43

PRESE DI FORZA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 83

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


2 CAMBI DI VELOCITÀ DAILY CNG

Print 603.93.283

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBI DI VELOCITÀ 3

Print 603.93.283

DIAGNOSTICA
Principali anomalie di funzionamento del cambio: 3 - Disinnesto spontaneo delle marce
1 - Cambio di velocità rumoroso 4 - Difficoltà nell’innesto o selezione delle marce
2 - Cambio di velocità rumoroso solo in retromarcia 5 - Perdite di lubrificante.

1 CAMBIO DI VELOCITÀ RUMOROSO

Insufficiente livello dell’olio Aggiungere olio TUTELA TRUCK GEARLITE ri-


SI pristinando l’esatto livello

NO

Viti di fissaggio cambio di velocità al basamento allenta- Serrare adeguatamente le viti allentate
te SI

NO

Giuoco eccessivo fra gli ingranaggi Revisionare il cambio e sostituire gli ingranaggi usurati
SI

NO

Ingranaggi, cuscinetti, anelli sincronizzatori e manicotti Sostituire i particolari usurati o danneggiati.


scorrevoli usurati. Molle rotte. SI

2 CAMBIO DI VELOCITÀ RUMOROSO


SOLO IN RETROMARCIA

Ingranaggio retromarcia o ingranaggi collegati danneggiati Revisionare il cambio di velocità


SI

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


4 CAMBI DI VELOCITÀ DAILY CNG

3 DISINNESTO SPONTANEO DELLE


MARCE

Molla per sfera scatto in posizione asta selezione inne- Smontare il tappo e sostituire la molla
sto marce snervata o rotta SI

NO

Molle per posizionamento manicotti scorrevoli, snerva- Smontare il cambio e sostituire le molle
te o rotte SI

DIFFICOLTÀ E DUREZZA D’INNESTO


4
DELLE MARCE

Disinnesto irregolare della frizione Controllare il comando o sostituire la frizione


SI

NO

Qualità inadatta dell’olio nella scatola. Insufficiente livel- Scaricare l’olio e rifornire con olio TUTELA TRUCK
lo olio SI GEARLITE.
Ripristinare il livello dell’olio.

NO

Manicotti scorrevoli ostacolati nello spostamento. Smontare la scatola del cambio e ricercare la causa ed
Forcelle, manicotti scorrevoli, anelli sincronizzatori usu- SI eseguire le opportune riparazioni
rati

NO

Montaggio leve su aste per comando selezione e/o in- Controllare e/o montare le leve come descritto nel ca-
nesto marce errato SI pitolo relativo

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBI DI VELOCITÀ 5

5 PERDITE DI LUBRIFICANTE

Livello dell’olio troppo alto Ripristinare l’esatto livello


SI

NO

Sfiato intasato Pulire lo sfiato


SI

NO

Anelli di tenuta, degli alberi di entrata e/o uscita moto, Sostituire gli anelli di tenuta
usurati SI

NO

Allentamento delle viti e/o dadi di fissaggio: coperchi, Smontare il particolare interessato; pulire le superfici di
e/o supporti alla scatola SI attacco. Spalmare sulle medesime sigillante LOCTITE
5206, rimontare e serrare le viti e/o dadi alla coppia pre-
scritta.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


6 CAMBI DI VELOCITÀ DAILY CNG

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBI DI VELOCITÀ 7

Print 603.93283/A

STACCO-RIATTACCO CAMBIO DI VELOCITÀ


Stacco Figura 1
Di seguito sono riportate le operazioni di stacco-riattacco cambio di velocità
6 S 300 che, salvo diversa indicazione, sono valide anche per cambio di velocità
5 S 200.
Disporre il veicolo sulla fossa o su ponte sollevatore o su appositi cavalletti di
sostegno.
Dal vano motore togliere ile viti di fissaggio motorino di avviamento al
coperchio anteriore scatola cambio.
Staccare il motorino di avviamento e riporlo opportunamente nel vano motore.
Da sotto il veicolo:
- staccare i ripari fonoassorbenti;
- staccare riparo calore (21);
- scollegare la tubazione di scarico (12) da quella del turbocompressore.
Togliere la sigillatura dalla ghiera (20), svitarla e scollegare il cavo comando
tachimetro.
Scollegare la connessione elettrica (17) della luce di retromarcia.
Svitare le viti di fissaggio (18) dell’albero di trasmissione (19) al cambio di
velocità. Assicurare opportunamente l’albero di trasmissione al telaio.
Svitare le viti di fissaggio (4 e 6) delle staffe (5 e 7) e scollegare i bowden (3 e
8) delle leve del cambio di velocità.
Svitare le viti di fissaggio (2), spostare il cilindro (1) comando frizione completo
di staffa e assicurarlo opportunamente al telaio.
Mediante cricco idraulico, posizionare sotto il cambio di velocità la staffa
99370629; appoggiare sul cambio di velocità la catena e sistemare un anello
della medesima nell’asola della staffa. Avvitare il dado in modo da vincolare
saldamente tramite la catena, il cambio di velocità alla staffa. Togliere le viti (15)
di fissaggio scatola cambio al basamento motore.
Svitare le viti di fissaggio (14), la vite di fissaggio (16) tassello e rimuovere la
traversa (13) di sostegno cambio completa di tassello.
Arretrare il cambio di velocità fino a che l’albero di entrata del cambio di velocità
si è sfilato dal mozzo del disco frizione; abbassare quindi il cricco idraulico,
verificando contemporaneamente che il cambio di velocità, nella discesa, non
urti o rimanga impigliato in qualche particolare.

Riattacco
NOTA Prima del riattacco del cambio di velocità, controllare il montaggio
delle leve di selezione e innesto marce, come descritto alle pagine 24
e 60.

Il riattacco del cambio non presenta particolari difficoltà, è sufficiente pertanto


eseguire, in ordine inverso, le operazioni descritte per lo stacco. Soltanto nella
fase di accoppiamento della frizione al cambio, è necessario seguire le seguenti
avvertenze.
Usando appropriate pinze, aprire l’anello elastico di sicurezza (11) ed estrarre
dalla molla a diaframma (9) della frizione il cuscinetto spingidisco (10). Montare
quest’ultimo sul canotto del coperchio albero entrata moto, collegandolo alla
leva, di disinnesto frizione. Spalmare di grasso Molikote al bisolfuro di molibdeno
l’albero d’entrata cambio.
Inserire una marcia per permettere la rotazione dell’albero primario ruotando
la flangia attacco albero di trasmissione. Spingere al fondo il cambio di velocità
in modo che il cuscinetto spingidisco (10) si innesti correttamente nella molla
a diaframma.
Nel collegare l’albero di trasmissione utilizzare nuovi dadi per le viti di fissaggio
delle relative flange. Tutta la bulloneria deve essere chiusa alle prescritte coppie
di serraggio riportate nelle relative tabelle.
Registrare l’altezza del pedale comando frizione come descritto nel paragrafo
relativo (veicoli con comando frizione meccanico). Completato il riattacco del
cambio di velocità controllare che il collegamento dei cavi elettrici sia corretto.
Controllare che le marce si innestino correttamente in caso contrario operare
come descritto nel capitolo comando marce.

102904

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


8 CAMBI DI VELOCITÀ DAILY CNG

PRINT 603.93.283

COMANDO MARCE Figura 2

Il comando marce è realizzato con due cavi di Bowden. Il cavo


(6) con il marchio IVECO di colore blu comanda la leva (4)
per l’innesto marce.
Il cavo (1) con il marchio IVECO di colore bianco comanda
la leva (8) per la selezione marce.
La lunghezza dei cavi misura fra gli interassi delle teste a snodo
deve risultare:
- 780 ± 2 mm cavo di innesto (6);
- 1280 ± 2 mm cavo di selezione (1).
La leva di selezione (8) e innesto (4) devono essere montate
sui rispettivi alberi in modo che:
- fra l’interasse del perno della leva (8) per collegamento
testa a snodo e il lato esterno della staffa (2) ci sia una
distanza X di 134 ± 0,75 mm;
- fra l’interasse del perno della leva (4) per collegamento
testa a snodo (3) e il lato esterno della staffa (5) ci sia una
distanza Y di 135 ± 0,75 mm.

NOTA Lubrificare prima del montaggio i punti di


collegamento delle teste a snodo dei cavi Bowden
con grasso TUTELA MRM2.

- Cavo di innesto (6):


¤ veicoli guida sinistra, 758,5 ± 2 mm;
¤ veicoli guida destra, 1058,5 ± 2 mm.
- Cavo di selezione (1):
¤ veicoli guida sinistra, 1216 ± 2 mm;
¤ veicoli guida destra, 1566,5 ± 2 mm.
Solo per i veicoli cambio di velocità 6S300 con R.M.
sincronizzata.
REGISTRAZIONE CAVO DI SELEZIONE (1).
Rimuovere la vite (13) e staccare il rivestimento (12) dal
supporto comando marce.
Innestare la 1a o 2a velocità e controllare che tra la leva
comando marce (10) e l’arresto (9) ci sia una distanza di 2
mm, in caso contrario operare nel seguente modo:
- rimuovere la testa a snodo (14) del perno sferico (15)
di collegamento;
- allentare il dado di fissaggio (16);
- posizionare uno spessore (11) di 2 mm tra l’arresto (9)
e la leva (10);
- mantenendo a contatto: leva (10), spessore (11) e
arresto (9), ruotare opportunamente la testa a snodo
(14) fino a che si renda possibile l’aggancio di quest’ultima
al perno sferico (15);
- ad aggancio eseguito, verificare il corretto innesto di
tutte le marce;
- serrare il dado di fissaggio (16); 85960

- riattaccare il rivestimento (12) e serrare la vite di fissaggio


(13).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 9

Print 603.93.283/A

Cambio di velocità
5 S 200

Pagina

GENERALITÀ . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11

COMANDO DI SELEZIONE ED INNESTO MARCE 12

DISPOSITIVI DI SICUREZZA . . . . . . . . . . . . . . . . 13

- Dispositivo di bloccaggio innesto . . . . . . . . . . . 13

- Dispositivo di anti inserimento retromarcia . . . 13

CARATTERISTICHE E DATI . . . . . . . . . . . . . . . . 14

COPPIE DI SERRAGGIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 16

ATTREZZATURA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17

REVISIONE CAMBIO DI VELOCITÀ . . . . . . . . . . 23

- Scatola comandi cambio . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23

- Smontaggio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23

- Montaggio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23

- Controllo montaggio leve . . . . . . . . . . . . . . . . . 24

- Smontaggio scatola cambio . . . . . . . . . . . . . . . 25

- Smontaggio cuscinetti coperchio posteriore . . . 27

- Smontaggio cuscinetti scatola cambio . . . . . . . . 27

- Smontaggio albero primario . . . . . . . . . . . . . . . 28

- Albero entrata moto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 30

- Smontaggio albero secondario . . . . . . . . . . . . . 30

CONTROLLI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 33

- Scatola cambio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 33

- Mozzi - manicotti scorrevoli - forcelle . . . . . . . 33

- Cuscinetti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 33

- Alberi - ingranaggi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 33

- Sincronizzatori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 33

- Montaggio albero secondario . . . . . . . . . . . . . . 34

- Montaggio albero primario . . . . . . . . . . . . . . . . 34

- Aste - forcelle - selezionatore - trascinatore . . . 37

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


10 CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 DAILY CNG

Pagina

- Smontaggio - montaggio . . . . . . . . . . . . . . . . . 37

- Montaggio scatola cambio . . . . . . . . . . . . . . . . 37

- Registrazione giuoco assiale cuscinetti albero


secondario . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 37

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 11

GENERALITÀ
Print 603.93.283/A

Il cambio di velocità 5 S 200 é di tipo meccanico con innesto Gli ingranaggi calettati sull’albero primario e quello sull’albero
marce avanti sincronizzato. della retromarcia ruotano folli su gabbie a rulli cilindrici.
È costituito da una scatola in lega leggera (che funge anche da L’albero di entrata moto e l’albero primario sono supportati,
coperchio frizione), da un coperchio posteriore (dove allog- nella scatola cambio, da cuscinetti a sfere a tenuta stagna, non
giano i ruotismi e i comandi dell’innesto velocità) e da una sca- registrabili.
tola comandi.
L’albero secondario è supportato, nella scatola cambio, da cu-
Sulla scatola cambio è ricavata lateralmente una apertura per scinetti a rulli conici registrabili assialmente, mediante spessori
l’eventuale applicazione di una presa di forza. ad anello.
La trasmissione del moto è realizzata mediante una serie di in- La sincronizzazione dell’innesto marce è realizzata mediante
granaggi sempre in presa a dentature elicoidali sia per le marce sincronizzatori ad anello libero mono cono per la Va - IVa - IIIa
avanti che per la retromarcia. velocità - R.M. e doppio cono per la Ia - IIa velocità
Gli ingranaggi, calettati o ricavati di lavorazione sono disposti Il comando interno del cambio è realizzato da quattro aste:
su quattro alberi: entrata moto, primario, secondario e retro-
- un’asta principale per la selezione e l’innesto marce;
marcia.
- tre aste dotate di forcelle per l’innesto marce.
La leva esterna di innesto è dotata di due masse contrapposte;
esse hanno il compito di attenuare la spinta di innesto del cavo
di comando (BOWDEN) e di conseguenza la rumorosità.

Figura 1

51380

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


12 CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 DAILY CNG

COMANDO DI SELEZIONE ED INNESTO MARCE


L’azione combinata delle leve di selezione(2) e innesto (1), determinano in due fasi susseguenti la rotazione e /o spostamento assiale
dell’asta (4), innestando tramite una delle aste (9, 8 e 7) la marcia voluta.
Prima fase
A seconda della posizione angolare della leva di selezione (2), il trascinatore (3) (ad essa solidale) ruota con l’asta (4) il selezionatore
(5) (tra di loro collegati), predisponendo quest’ultimo sull’asta della marcia scelta.
Seconda fase
A seconda del movimento impresso alla leva d’innesto (1), il trascinatore (3) (ad essa solidale) sposta assialmente con l’asta (4) il
selezionatore (5) (già predisposto) e di conseguenza l’asta d’innesto della marcia prescelta.

Posizione di cambio in folle e/o predisposizione sele- Predisposizione Ia/IIa velocità


zione IIIa/IVa velocità

Figura 2 Figura 3

SEZIONE A - A SEZIONE A - A

49373 49372

1. Leva innesto marce - 2. Leva selezione marce - 3. Trascinatore - 4. Asta comando selezione/innesto marce - 5. Selezionatore -
6. Trascinatore - 7. Asta per forcella innesto IIIa/IVa velocità - 8. Asta per forcella innesto Ia/IIa velocità - 9. Asta per forcella inne-
sto Va velocità/R.M.

La posizione di cambio in folle coincide con la predisposizione La predisposizione suddetta si realizza spostando la leva di se-
di selezione IIIa/IVa velocità. lezione (2) in senso antiorario di 7,1º rispetto l’asse del coman-
do, che corrisponde ad una variazione angolare in senso orario
In questo caso l’asse verticale della leva di selezione (2) è esat-
dell’asta (4) di 10º.
tamente a 90º dall’asse orizzontale del comando, corrispon-
dente a nessuna variazione angolare dell’asta (4).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 13

Predisposizione selezione Va velocità/R.M.


Figura 4 DISPOSITIVI DI SICUREZZA
Il cambio di velocità è dotato di due dispositivi meccanici di si-
curezza:
dispositivo di bloccaggio innesto, per impedire l’inserimento
contemporaneo di più marce;
dispositivo anti inserimento retromarcia nel passaggio dalla Vª
velocità alla IVª velocità.

SEZIONE A - A
Dispositivo di bloccaggio innesto

Figura 5

49374
49375

Il dispositivo è costituito da una piastrina (1), alloggiata nel co-


1. Leva innesto marce - 2. Leva selezione marce - 3. Trasci- perchio posteriore, azionata dall’asta (2) di comando selezio-
natore - 4. Asta comando selezione/innesto marce - 5. Se- ne/innesto marce. L’asta (2) nel selezionare /innestare la mar-
lezionatore - 6. Trascinatore - 7. Asta per forcella innesto cia, ruota contemporaneamente la piastra (1) nella quale è in-
IIIa/IVa velocità - 8. Asta per forcella innesto Ia/IIa velocità - serita. In questo modo la piastrina (1) si libererà dalla fresatura
9. Asta per forcella innesto Va velocità/R.M. dell’asta interessata all’innesto e bloccherà le altre due aste, in-
serendosi nelle fresature delle stesse.

La predisposizione suddetta si realizza spostando la leva di se-


lezione (2) in senso orario di 7,1º rispetto l’asse verticale del Dispositivo di antinserimento retromarcia
comando, che corrisponde ad una variazione angolare in sen-
so antiorario dell’asta (4) di 10º. Figura 6

51381

Il dispositivo è costituito da una piastra (8) e da una molla (7) alloggiati nella scatola cambio. Passando dalla posizione di IVª marcia
(figura A) alla posizione di Vª marcia (figura B), il trascinatore (9), spostandosi nel senso della freccia, disimpegna la piastra (8), la quale,
sotto l’azione della molla (7) si dispone sul trascinatore (9) impedendo che nella manovra inversa si innesti la retromarcia.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


14 CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 DAILY CNG

CARATTERISTICHE E DATI

CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200

Tipo Meccanico

Coppia in entrata Nm 250


Peso (massa) kg 44,6

5 marce avanti
Marce
1 retromarcia

Comando delle marce Meccanico

Presa di forza A richiesta

Innesto marce:

Marce avanti:
Sincronizzatore mono cono
- Va / IVa / IIIa
Sincronizzatore a doppio cono
- IIa / Ia
Si
Sincronizzatore
i t mono cono
Retromarcia Ritenuta dei manicotti scorrevoli mediante nottolini e
molle.

Antidisinnesto marce

Ingranaggi A denti elicoidali sempre in presa

Rapporto ingranaggi 4,99


Prima 2,60
Seconda 1,52
Terza 1,00
,
Quarta 0,78
,
Quinta (overdrive) 4,51
Retromarcia

Cuscinetti alberi:
primario a sfere a tenuta stagna
secondario a rulli conici

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 15

CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200

Giuoco assiale cuscinetti alberi secondario 0 ÷ 0,05 mm

Registrazione giuoco assiale cuscinetti albero


mediante spessori
secondario

Spessori anelli di registro giuoco assiale cusci- 2,00 - 2,30 - 2,45 mm


netti albero secondario con progressione di 0,05 mm
Albero primario
Temperature di montaggio:
mozzi per manicotti scorrevoli 150 oC
boccole ingranaggio IIa IIIa velocità e distanziale 170 ºC ÷ 160 ºC
distanziale ingranaggio Va velocità 90 ºC
Albero secondario
Temperature di montaggio:
cuscinetti 80 ºC (max 120 ºC)
ingranaggio Va velocità 140 ºC ÷ 170 ºC
carico di piantaggio ingranaggio Va velocità 31 kN
carico di estrazione ingranaggio Va velocità 50 kN
Albero entrata moto
Temperature di montaggio:
cuscinetto anteriore* 80 ºC (max 120 ºC)

Giuoco assiale ingranaggi:


1a - 111a - 1Va - RM - Va velocità 0,15 ÷ 0,3 mm
11a velocità 0,25 ÷ 0,4 mm

Giuoco assiale anello elastico di ritegno mozzo


0 ÷ 0,05 mm
per manicotto scorrevole IIIa - IVa velocità

Spessore anello elastico di ritegno mozzo per


2 - 2,85 mm con progressione di 0,05 mm
manicotto scorrevole IIIa - IVa velocità

Giuoco assiale anello elastico di ritegno cusci-


0 ÷ 0,05 mm
netto posteriore albero secondario

Spessore anello elastico di ritegno cuscinetto 2,05 ÷ 2,45 mm


posteriore albero secondario con progressione di 0,05 mm
242
Sigillante
g LOCTITE 510
5206

Tipo di olio: TUTELA TRUCK GEARLITE


Quantità 2 litri.
1,8 kg
* = Per il riscaldamento del cuscinetto non utilizzare apparecchio ad aria calda

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


16 CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 DAILY CNG

COPPIE DI SERRAGGIO
Figura 7

* *

50969

COPPIA
PARTICOLARE
Nm kgm
1 Campana frizione, vite per fissaggio campana frizione al basamento 80 8
2 Vite fissaggio staffa sostegno cavo di comando 23 ± 15% 2,3 ± 15%
3 Vite fissaggio coperchio albero sempre in presa 23±15% 2,3±15%
4 Tappo ritegno molla 32 ± 10% 3,2 ± 10%
5 Grano fissaggio settore selezione marce all’asta 60 ±15% 6 ±15%
6** Vite fissaggio coperchio laterale presa di forza 46 ± 15% 4,6 ± 15%
7 Tappo 28 ÷ 30 ± 15% 2,8 ÷ 3 ± 15%
8 Vite fissaggio alberino R.M. 22 ± 15% 2,2 ± 15%
9 Vite fissaggio coperchio posteriore 23 ± 15% 2,3 ± 15%
10 Vite bloccaggio manicotto per attacco trasmissione sul primario 120 ± 15% 12 ± 15%
11D Vite fissaggio semi anello ritegno cuscinetto a sfere 9,5 ± 15% 0,9 ± 15%
12 Vite fissaggio staffa sostegno cavo di comando 23 ± 15% 2,3 ± 15%
13 Vite fissaggio supporto comando marce 23 ± 15% 2,3 ± 15%
14 Dado per vite fissaggio leva all’asta di comando 34 ± 15% 3,4 ± 15%
15 Dado fissaggio perno di articolazione alla leva di comando 23 ± 15% 2,3 ± 15%
16 Dado per vite fissaggio leva all’asta di comando 34 ± 15% 3,4 ± 15%
17 Sfiato vapori olio 10 ± 15% 1 ± 15%
18 Dado per fissaggio perno di articolazione alla leva di comando 23 ± 15% 2,3 ± 15%
* Applicare sulle superfici di contatto sigillante LOCTITE 5206
D Applicare sulla filettatura LOCTITE 242
* * Applicare sulla filettatura LOCTITE 510

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 17

ATTREZZATURA
N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99322205 Cavalletto rotativo per revisione gruppi

99322225 Supporto per sostegno gruppi (usare con cavalletto 99322205)

99340205 Estrattore a percussione

99341002 Ponte a semplice effetto

99341003 Ponte a semplice effetto

99341004 Ponte a semplice effetto

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


18 CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 DAILY CNG

ATTREZZATURA
N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99341012 Coppia staffe

99341015 Strettoio

99341017 Coppia di staffe con foro

99341019 Coppia tiranti con appigli

99341025 Appligli

99345003 Estrattore semiscatola anteriore scatola cambio di velocità

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 19

ATTREZZATURA
N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99348001 Estrattore con dispositivo di bloccaggio

99348004 Estrattore universale per interni da 5 a 70 mm

99360521 Attrezzo per estrazione e introduzione albero primario, secondario


e gruppo aste - forcelle

99370006 Impugnatura per battitoi intercambiabili

99370007 Impugnatura per battitoi intercambiabili

99370234 Attrezzo per montaggio albero primario nel cuscinetto posteriore


e montaggio flangia uscita moto su albero primario cambio

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


20 CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 DAILY CNG

ATTREZZATURA
N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99370317 Leva di reazione con prolunga per ritegno flange

99370629 Supporto per sostegno cambio di velocità durante lo stacco e il riat-


tacco dal veicolo

99371057 Staffa per sostegno cambio di velocità durante la revisione (usare


con 99322205-99322225)

99374091 Battitoio per montaggio piste esterne cuscinetti (ø 55-69 mm) (usa-
re con 99370007)

99374452 Calettatore per montaggio guarnizione sul coperchio posteriore


cambio di velocità (usare con 99370006)

99374453 Calettatore per montaggio guarnizione su scatola cambio di velocità

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 21

Figura 8

102905

SEZIONE LONGITUDINALE

Figura 9 Figura 10

47371 47369

SEZIONE TRASVERSALE SUL PUNTALE DI SEZIONE TRASVERSALE SUL DISPOSITIVO DI


POSIZIONAMENTO ASTA SELEZIONE/INNESTO MARCE ANTI INSERIMENTO RETROMARCIA

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


22 CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 DAILY CNG

Figura 11

102906

SEZIONE SUI NOTTOLINI DI POSIZIONAMENTO ASTE INNESTO MARCE

Figura 12

49368

SEZIONE TRASVERSALE SULLA SCATOLA COMANDI INTERNI

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 23

530210 REVISIONE CAMBIO DI VELOCITÀ


Figura 13 Figura 16

74954

Togliere il tappo e scaricare l’olio di lubrificazione.


51385

Con punzone (3) smontare la spina elastica (4) e sfilare l’alberi-


L’olio deve essere smaltito secondo le normative vi- no (2) dalla leva interna (1).
genti. Ripetere le stesse operazioni per l’altro alberino.
Applicare al cambio di velocità (1) la staffa 99371057 (4) e fis-
sare quest’ultima alle staffe 99322225 (3) disposte sul cavallet- Figura 17
to rotativo 99322205 (2).
530220 Scatola comandi cambio
Smontaggio
Figura 14

51386

Con un punzone agire nel punto indicato dalla freccia ed espel-


lere dalla scatola (1) gli anelli di tenuta e le bussole a rullini (2).
51383
Montaggio
Rimuovere le viti di fissaggio (1) e staccare la scatola (2) co-
mandi cambio.
Figura 18
Figura 15

51384
51387
Contrassegnare la posizione di montaggio della leve (2 e 7) sui ri-
spettivi alberini (1 e 8); allentare i dadi (3) per viti (6) di ritegno. Pulire accuratamente lo sfiato vapori olio (3).
Sfilare le leve (2 e 7) dagli alberini (1 e 8) e questi ultimi dalla scatola Con idoneo battitoio montare le gabbie a rullini (1) nella sca-
(5). Togliere i cappucci (4). tola (2).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


24 CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 DAILY CNG

Figura 19 Figura 22

51388
Con idoneo battitoio montare nella scatola (2) gli anelli di te- 51391
nuta (1), posizionandoli alla quota indicata.
Riempire con grasso lo spazio vuoto fra anello di tenuta e cu- Pulire accuratamente le superfici di attacco della scatola co-
scinetto a rullini mando marce (2) e applicare sulle medesime sigillante LOCTI-
TE 5206.
Figura 20 Montare la scatola (2) sul cambio di velocità facendo attenzio-
ne che le leve e gli alberi si posizionino correttamente nelle ri-
spettive sedi.
Serrare le viti (1) alla coppia prescritta.

Controllo montaggio leve

Figura 23
87896

Montare le leve (1) di innesto e di selezione sui rispettivi alberi-


ni (2) e vincolarli con le spine elastiche (3).

NOTA La spina elastica (3) deve essere posizionata con il ta-


glio in posizione orizzontale. Nella spina elastica (3)
della leva di innesto, montare la spina elastica (4) con
il taglio posizionato a 180° da quello della spina (3).

Figura 21

51392

Controllare il montaggio delle leve di selezione (6) e di innesto


(3); la leva di selezione (6) e innesto (3) devono essere monta-
te sui rispettivi alberi in modo che:
- fra l’interasse del perno (5) della leva di selezione (6) e il
lato esterno della staffa (1) ci sia una distanza X di 134
mm;
- fra l’interasse del perno (2) della leva leva di innesto (3)
e il lato esterno della staffa (4) ci sia una distanza Y di 135
51390
mm.
Lubrificare con grasso TUTELA MR3 le gabbie a rullini (1, Fig.
19) e montare gli alberini (3 e 6) completi di leve interne (4 Riscontrando un valore diverso orientare opportunamente la
e 5) nella scatola (2) montare i cappucci (8 e 9) e le leve (1 leva interessata sul rispettivo alberino.
e 10) sugli alberini (3 e 6) nella posizione contrassegnata allo Serrare quindi i dadi (7) per viti (8) alla coppia di serraggio pre-
smontaggio e senza serrare i dadi per vite (7) di fissaggio. scritta.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 25

Smontaggio scatola cambio


Figura 24 Figura 27

51393 51396

Smontare la scatola comando cambio come descritto nel capi- Rimuovere le viti (1) e smontare il coperchio (2) riparo albero
tolo relativo. entrata moto (3).
Smontare la piastrina (2) arresto retromarcia e la molla (1).

Figura 25 Figura 28

74955 51397

Bloccare la rotazione del manicotto (1) applicando al medesi- Forare l’anello di tenuta (2).
mo la leva 99370317 (3); con bussola (2) smontare la vite (5)
Con idoneo gancio e estrattore (1) smontare l’anello di tenuta
con la sottostante rondella (4).
(2) dalla scatola cambio.
Togliere la leva 99370317 (3).
Figura 29
Figura 26

51398
74956

Applicare al manicotto (3) il ponte 99341003 (1) e appigli


99341017 (2). Smontare l’anello elastico (2) ritegno cuscinetto anteriore (3)
Estrarre il manicotto (3) dall’albero primario. all’albero entrata moto (1).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


26 CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 DAILY CNG

Figura 30 Figura 33

51399

Togliere il tappo con la rondella (1), sfliare le molle (2 e 3) e


il puntale (4); rimuovere la vite (6) fissaggio albero retromarcia
alla scatola cambio (5). Spingere verso il basso le due spine (7)
di centraggio fino a liberarle dalla scatola cambio (5). Rimuove-
re le viti (8) fissaggio coperchio posteriore (9) alla scatola cam-
bio (5).
Figura 31

51402

Inserire una chiave a brugola (2) nella piastra bloccaggio inne-


sto (5); ruotare la chiave a brugola (2) fino a posizionare la pia-
stra bloccaggio innesto (5) fuori dalle fresature (⇒) delle aste
di innesto (1, 3 e 4).

Figura 34

74957

Calzare sull’albero entrata moto (1) l’attrezzo 99345003 (2)


e fissare quest’ultimo alla scatola cambio (4) con le viti (3). Av-
vitare la vite (5) dell’attrezzo (2) fino a sfilare la scatola cambio
dal cuscinetto (6).
Figura 32

74959

Montare sulle aste (4, 5 e 6), sull’albero entrata moto (1) e


sull’albero secondario (10) l’attrezzo 99360521 (3); vincolare
l’attrezzo 99360521 (3) sull’albero entrata moto (1) con
l’anello elastico (2) e con la vite (9) all’albero secondario (10).
Agganciare l’attrezzo 99360521 (3) al sollevatore; applicare al
coperchio posteriore (7) l’estrattore costituito da ponte
74965 99341004 (13) e tiranti 99341012 (12). Agire sulla vite del
Rimuovere la vite (3) e sfilare l’albero (1) dal coperchio poste- ponte (13) e contemporaneamente sul sollevatore in modo
riore (4). Rimuovere l’ingranaggio R.M. (2). Forare gli scodellini da sfilare l’albero primario (11) dal cuscinetto posteriore. Di-
(10) avvitare negli stessi un’apposita vite; agendo sulla vite, sporre sul banco di lavoro il gruppo così staccato. Togliere l’at-
estrarre gli scodellini (10) dal coperchio posteriorre (4). Sfilare trezzo 99360521 (3) e separare l’albero dall’albero primario:
le molle (9) e i nottolini (8). Sfilare l’asta (7) completa di sele- l’albero secondario (10), l’albero entrata moto con il relativo
zionatore (5) e trascinatore (6). anello sincronizzatore, le aste (4, 5 e 6).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 27

Smontaggio cuscinetti coperchio posteriore


Figura 35 Figura 38

51404 74961

Rimuovere le viti (2) fissaggio piastrine (3). Capovolgere il coperchio posteriore (3); togliere l’anello di te-
nuta (1) e la “ruota fonica” (2). Con idoneo battitoio smontare
Togliere le piastrine (3) e la piastrina (1) di bloccaggio innesto. il cuscinetto a sfere (4, Figura 36); smontare il sensore (5) per
tachigrafo e l’interruttore (4) per luci retromarcia.
Figura 36 Smontaggio cuscinetti scatola cambio
Figura 39

74960

Con estrattore universale 99348004 (1) estrarre l’anello 74962

esterno (2) del cuscinetto albero secondario. Con estrattore universale 99348004 (1) estrarre l’anello
esterno (2) del cuscinetto albero secondario.
Figura 37
Figura 40

51406

51409

Con estrattore a percussione 99340205 (1) e particolare Con estrattore a percussione 99340205 (1) e particolare
99348004 (2) estrarre la bussola con gabbie a sfere (3). 99348004 (2) estrarre la bussola con gabbie a sfere (3)

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


28 CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 DAILY CNG

Figura 41 Smontaggio albero primario

NOTA Contrassegnare la posizione di montaggio di ogni sin-


cronizzatore sui rispettivi ingranaggi.

Figura 44

51410

Rimuovere le viti (1) di fissaggio piastrine (2).


Togliere le piastrine (2).
51413

Serrare l’albero primario (1) in morsa; smontare il cuscinetto


Figura 42 a rulli (2) e l’anello sincronizzatore (3). Smontare dal mozzo
(5) il manicotto scorrevole (6) di innesto IIIª-IVª velocità e, fa-
cendo attenzione alla fuoriuscita dei tasselli (8) con le relative
sfere (9) e molle (7), recuperare gli stessi.
Figura 45

51411

Capovolgere la scatola cambio.


Con idoneo battitoio smontare il cuscinetto a sfere (1).
51414

Smontare l’anello elastico (4, Figura 44); con estrattore


99348001 (1) estrarre il mozzo (2).
Figura 43
Figura 46

51412 51415

Con estrattore a percussione 99340205 (1) e particolare Smontare l’anello sincronizzatore (1), l’ingranaggio IIIª velocità
99348004 (2) estrarre la gabbia a rullini (3). (2) la gabbia a rulli (3).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 29

Figura 47 Figura 50

76010

51419
Con ponte 99341003 (1), tiranti 99341019 (2), appigli
Con ponte 99341003 (1), tiranti 99341012 (2) e strettoio
99341025 (4) e strettoio 99341015 (3), estrarre l’ingranaggio
99341015 (3), estrarre: l’ingranaggio Iª velocità (6), completo
IIª velocità (7), distanziale (6) e boccola (5).
di anello sincronizzatore (7), anello intermedio (8) e anello (9),
mozzo (5) e boccola (4). Smontare la gabbia a rullini (10).
NOTA Forza di estrazione della boccola (4) 40 kN.
NOTA Forza di estrazione della boccola (4) 40 kN.

Figura 48 Figura 51

51417 51420

Togliere l’anello sincronizzatore (4) l’anello intermedio (3), Capovolgere l’albero primario (1); togliere l’anello distanziale
l’anello (2) e la gabbia a rullini (1). (2) e smontare l’ingranaggio Vª velocità (3).

Figura 49 Figura 52

51418
51421
Smontare dal mozzo (1) il manicotto (2) d’innesto Iª-IIª veloci-
tà e, facendo attenzione alla fuoriuscita dei tasselli (5) con rela- Rimuovere le semi gabbie a rullini (1), l’anello sincronizzatore
tive sfere (3) e molle (4), recuperare gli stessi. (3) e l’anello elastico (4) di ritegno mozzo (2).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


30 CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 DAILY CNG

Figura 53 Figura 56

51425

Riscontrando danneggiamenti all’anello dentato (2) dell’ingra-


75416
naggio Vª velocità (1), togliere l’anello elastico di ritegno (3),
sostituire l’anello dentato (2) e rimontare l’anello elastico (3).
Con ponte 99341003 (1), tiranti 99341012 (2) e strettoio
99341015 (3), estrarre l’ingranaggio retromarcia (5) e il grup- Albero entrata moto
po sincronizzatore (4).
Figura 57

Figura 54

51426

Riscontrando danneggiamenti all’anello dentato (2) dell’ingra-


naggio (1) albero entrata-moto, togliere l’anello elastico (3),
51423 sostituire l’anello dentato (2) e rimontare l’anello elastico (3).
Rimuovere la gabbia a rullini (1). Smontaggio albero secondario
Figura 58
Figura 55

5
51427
51424

Togliere l’anello elastico (1) ed estrarre l’anello interno (2) del


Smontare dal mozzo (1) il manicotto scorrevole (2) di innesto cuscinetto posteriore; capovolgere l’albero (3) e estrarre
retromarcia - Vª velocità facendo attenzione alla fuoriuscita dal l’anello interno (4) del cuscinetto anteriore.
mozzo dei tasselli (3) con relative sfere (4) e molle (5), recupe- L’eventuale smontaggio dell’ingranaggio (5) dell’albero (3) si
rare gli stessi. esegue con pressa idraulica; carico di spiantaggio 50 kN.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 31

Figura 59

102907

COMPLESSIVO ALBERO ENTRATA MOTO

Figura 60

102908

COMPLESSIVO ALBERO PRIMARIO

Figura 61

51430

COMPLESSIVO ALBERO SECONDARIO

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


32 CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 DAILY CNG

Figura 62

51431

GRUPPO SINCRONIZZATORE A DOPPIO CONO Iª - IIª VELOCITÀ

Figura 63

75414

GRUPPO SINCRONIZZATORE A MONO CONO IIIª - IVª - Vª VELOCITÀ E RM

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 33

CONTROLLI

Scatola cambio Alberi - ingranaggi


La scatola cambio e i relativi coperchi non devono presentare Le sedi sugli alberi, per cuscinetti, non devono risultare dan-
incrinature. neggiate o usurate. Le dentature degli ingranaggi non devono
Le superfici di contatto tra coperchi e scatola cambio non de- risultare danneggiate o usurate.
vono risultare danneggiate o deformate, asportare dalle stesse
gli eventuali residui del sigillante. Sincronizzatori
Le sedi: dei cuscinetti, dell’albero retromarcia e delle aste di Controllare l’usura degli anelli sincronizzatori (3 Figura 64)
comando marce, non devono risultare danneggiate o eccessi- operando nel seguente modo:
vamente usurate.
- posizionare l’anello sincronizzatore (3) sul rispettivo anel-
Mozzi - manicotti scorrevoli - forcelle lo dentato (2, 7, 8, 9, e 11, Figura 64);
Le scanalature sui mozzi e sui relativi manicotti scorrevoli non - ruotare l’anello sincronizzatore in modo da assicurare un
devono risultare danneggiate. Il manicotto scorrevole deve corretto accoppiamento sulla superficie conica dell’anello
scorrere liberamente sul mozzo. I tasselli e le sfere di posizio- dentato dell’ingranaggio;
namento manicotto scorrevole non devono risultare danneg-
- Mediante calibro a spessori, controllare su due punti dia-
giati o usurati. Le dentature d’innesto dei manicotti scorrevoli
metralmente opposti la distanza A.
non devono essere danneggiate. Le forcelle devono risultare
Se il valore medio A riscontrato è inferiore a 0,5 mm sosti-
integre e non devono avere un giuoco assiale, nella gola radiale
tuire l’anello sincronizzatore.
del manicotto, superiore a 1 mm.

Cuscinetti
I cuscinetti a rulli o le gabbie a rulli devono essere in perfette NOTA Gli anelli sincronizzatori dopo il controllo , devono es-
condizioni e non presentare tracce di usura o surriscaldamen- sere contrassegnati sui rispettivi ingranaggi per evitare
to. Gli stessi devono essere smontati solo nel caso di sostitu- al montaggio di scambiare la loro posizione.
zione

Figura 64

87897

SINCRONIZZATORI Iª - IIª VELOCITÀ SINCRONIZZATORI IIIª - IVª VELOCITÀ SINCRONIZZATORE Vª VELOCITÀ


A. Riserva di sincronizzazione A. Riserva di sincronizzazione A. Riserva di sincronizzazione
Iª-IIª velocità 1,4 +0,25
-0.35
mm IIIª-IVª velocità 1,15 + 0,2 mm Vª velocità 1,15 + 0,2 mm
B. Giuoco rilascio Iª-IIª velocità 0,9 +0,6
-0.35
mm B. Giuoco rilascio IIIª-IVª velocità 1,40 + 0,65 mm B. Giuoco rilascio Vª velocità 1,10 + 0,4 mm

Sforzo di scorrimento dei manicotti scorrevoli 80 ÷ 95 Nm.


Usura massima consentita dei sincronizzatori, quota A - 0,5 mm

1. Manicotto scorrevole - 2. Anello dentato ingranaggio Iª velocità - 3. Anello sincronizzatore - 4. Anello intermedio -
5. Anello - 6. Mozzo - 7. Anello dentato ingranaggio IIª velocità - 8. Anello dentato ingranaggio IIIª velocità - 9. Anello dentato
ingranaggio IVª velocità - 10. Ingranaggio retromarcia - 11. Anello dentato ingranaggio Vª velocità.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


34 CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 DAILY CNG

Montaggio albero secondario


Figura 65 Figura 68

5
51433
75418
L’eventuale montaggio dell’ingranaggio (5) sull’albero (3) si
Scaldare il mozzo (2) per manicotto scorrevole innesto Vª -
esegue, dopo aver scaldato l’ingranaggio a 140 ºC ÷ 170 ºC,
retromarcia ad una temperatura non superiore a 150 ºC e
con pressa; carico di piantaggio 31 kN.
montarlo sull’albero primario mediante idoneo battitoio (1).
Scaldare gli anelli interni (2 e 4) dei cuscinetti a rulli conici alla
temperatura di ~ 80 ºC e, con idoneo battitoio (1), montarli
sull’albero secondario (3). NOTA Assicurarsi nel montaggio, che i risalti (3) dell’anello
sincronizzatore si posizionino correttamente nel
Figura 66 mozzo (2).

Figura 69

51434

Montare l’anello elastico (1), il cui spessore realizzi un giuoco 51437


assiale del medesimo nella propria sede di 0 ÷ 0,05 mm
Montare l’anello elastico (1) il cui spessore realizza un giuoco
Montaggio albero primario nullo del medesimo nella rispettiva sede
Controllare il giuoco assiale dell’ingranaggio retromarcia (2),
NOTA Montare gli anelli sincronizzatori sui rispettivi ingra- esso deve risultare di 0,15 ÷ 0,3 mm.
naggi secondo i contrassegni eseguiti allo smontaggio Figura 70
o in caso di sostituzione al controllo.

Figura 67

51438

75417 Montare sul mozzo (4), il manicotto scorrevole (5) rivolto co-
Serrare in morsa l’albero primario (1) e montare sul medesi- me indicato in figura.
mo: la gabbia a rulli (2), l’ingranaggio retromarcia (4) e l’anello Introdurre nelle sedi del mozzo (4), le molle (3), i tasselli (1)
sincronizzatore (3). e le sfere (2) assestandoli sotto il manicotto scorrevole.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 35

Figura 71 Figura 74

51439

51441

Posizionare l’anello sincronizzatore (2) e le semi-gabbie a rulli Montare l’ingranaggio Iª velocità (1).
(1). Lubrificare con grasso TUTELA MR3 l’anello (4), l’anello inter-
medio (3), l’anello sincronizzatore (2) e montarli sull’ingranag-
gio (1).
Figura 72
NOTA Assicurarsi che le alette degli anelli (2 e 3) si posizioni-
no correttamente nelle rispettive sedi.

Figura 75

51420

Montare l’ingranaggio Vª velocità (3).


Scaldare l’anello distanziale (2) a 90 ºC e montarlo.
Capovolgere l’albero primario (1).

Figura 73

51442

Scaldare il mozzo (1) per manicotto scorrevole Iª - IIª velocità


ad una temperatura non superiore a 150 ºC e con battitoio
idoneo, montarlo sull’albero primario.

NOTA Nel montaggio assicurarsi che le alette degli anelli (3


51440
e 4 Figura 74) e i risalti dell’anello sincronizzatore (2)
si posizionino correttamente nel mozzo (1).
Controllare che il giuoco assiale dell’ingranaggio Iª ve-
locità (3); esso deve risultare di 0,15 ÷ 0,30 mm.
Posizionare la gabbia a rullini (2) sull’albero primario (1).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


36 CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 DAILY CNG

Figura 76 Figura 78

51443 51445

Scaldare la boccola (2) ad una temperatura non superiore a Montare l’ingranaggio 2a velocità (4).
170º C e montarla sull’albero primario (1). Scaldare il distanziale (3) ad una temperatura non superiore
Montare sul mozzo (3), il manicotto scorrevole (4). a 170º C. e montarlo sull’albero primario (1).
Introdurre nelle sedi del mozzo (3): Controllare il giuoco assiale dell’ingranaggio 2a velocità (4) es-
so deve risultare di 0,15 ± 0,30 mm.
le molle (7), i tasselli (5) e le sfere (6), assestandoli sotto il ma-
nicotto scorrevole (4). Scaldare la boccola (2) ad una temperatura non superiore a
170º C. e montarla sull’albero primario (1).

Figura 77 Figura 79

51417 51446

Lubrificare con grasso TUTELA MR3 l’anello sincronizzatore Montare la gabbia a rullini (1) l’ingranaggio 3a velocità (3) e po-
(4), l’anello intermedio (3) e l’anello (2). sizionare su quest’ultimo l’anello sincronizzatore (2).

NOTA Assicurarsi che le alette degli anelli (2 - 3) e risalti


dell’anello sincronizzatore (4) si posizionino corretta-
mente nelle relative sedi.

Montare la gabbia a rulli (1).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 37

Figura 80 Aste - forcelle - selezionatore - trascinatore


Smontaggio - montaggio
Figura 82

51447
51449
Scaldare il mozzo (2) ad una temperatura non superiore a
150º C. e montarlo sull’albero primario (1) verificando che i Per la sostituzione delle forcelle del selezionatore e del trasci-
risalti (3) dell’anello sincronizzatore si posizionino nei vani del natore dalle rispettive aste di comando é sufficiente sfilare con
mozzo (2). punzone idoneo le spine elastiche di ritegno.
Per il montaggio invertire le operazioni sostituendo le spine
Montare l’anello elastico (4) il cui spessore determini un giuo- elastiche.
co assiale del medesimo nella sede di 0 ÷ 0,05 mm.
Controllare il giuoco assiale dell’ingranaggio 3a velocità (5) es- NOTA Le spine elastiche devono essere posizionate con il ta-
so deve risultare 0,15 ÷ 0,3 mm. glio in posizione orizzontale.

Montaggio scatola cambio


NOTA Al montaggio devono essere sempre sostituiti con
particolari nuovi: le guarnizioni, gli anelli elastici e gli
anelli di tenuta, le spine elastiche, le piastrine di sicu-
rezza e le molle.
I dadi e le viti devono essere serrati alla coppia prescritta salvo
diversa indicazione con la filettatura asciutta e sgrassata.

Registrazione giuoco assiale cuscinetti albero


secondario
Figura 83

Figura 81

51413

Montare sul mozzo (5) il manicotto scorrevole (6), introdurre


nelle sedi del mozzo (5), le molle (7), i tasselli (8) e le sfere (9)
assestandoli sotto il manicotto scorrevole (6). 51450
Determinare lo spessore S dell’anello (1) registro giuoco as-
Lubrificare il cuscinetto a rulli (2) con grasso e montarlo sull’al- siale cuscinetto (2) albero secondario operando come segue:
bero primario (1). - misurare la distanza A tra l’estremità della scatola cambio
Posizionare l’anello sincronizzatore (3) sul mozzo (5). (3) e la sede dell’anello del cuscinetto anteriore (2).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


38 CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 DAILY CNG

Figura 84 Figura 86

51451

- Misurare la distanza B tra l’estremità del coperchio poste-


riore (1) e la sede dell’anello del cuscinetto posteriore.

41452

Posizionare nella scatola cambio (1), l’anello di registro (1,


Figura 83) dello spessore determinato nella precedente misu-
razione.
Scaldare le sedi cuscinetti della scatola (1) alla temperatura di
~ 80º C. e montare con:
- battitoio 99374091 e impugnatura 99370007 l’anello
esterno (6) del cuscinetto a rulli conici anteriore;
- battitoio generico il cuscinetto a sfere (7);
- battitoio generico, la bussola con gabbie a sfere (4) e la
gabbia a rullini (5).
Posizionare le piastrine di ritegno (3) e fissarle alla scatola ser-
rando le viti (2) alla coppia prescritta.
Figura 85

NOTA Applicare sulla filettatura delle viti (2, Figura 86 e 5,


Figura 87) LOCTITE 242.

Figura 87

51452A

- Montare gli anelli interni (2 - 4) dei cuscinetti a rulli conici


sull’albero secondario (5).
- Posizionare sugli anelli interni (2 - 4) quelli esterni (1 - 3);
- Applicare sugli anelli esterni (1 - 3) un carico F di
100 ÷ 120 N.
- in tali condizioni misurare la distanza C fra l’estremità degli
anelli (1 - 3).
51453
- Lo spessore S dell’anello di registro giuoco assiale cusci-
Scaldare le sedi cuscinetti della scatola (1) ad una temperatura
netti è dato da :
di ~ 80º C. e montare con:
- battitoio 99374091 e impugnatura 99370007 l’anello
S = A + B − C − 0, 10 esterno (7) del cuscinetto a rulli conici;
- battitoio generico il cuscinetto a sfere (4) e la bussola con
Dove: gabbie a sfere (2).
A - B - C = sono i valori rilevati Posizionare in sede la piastrina di bloccaggio innesto (3) e le
piastrine di ritegno (6).
0,10 = valore costante, comprensivo della deformazione degli
anelli esterni (1 - 3) dopo il loro piantaggio nelle proprie sedi Fissare quest’ultime alla scatola serrando le viti (5) alla coppia
e del giuoco assiale dei cuscinetti di 0,05 mm. prescritta.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 39

Figura 88 Figura 90

51454

Serrare l’albero primario in morsa.


Montare l’albero entrata moto (8) sull’albero primario (4) e
accoppiare a quest’ultimo l’albero secondario (5).
Montare l’attrezzo 99360521 (6) sugli alberi (8 e 5) vincolan-
dolo con l’anello elastico (9) all’albero entrata moto (8) e con
la vite (7) all’albero secondario (5).
Posizionare sui manicotti scorrevoli le forcelle con le relative
aste (1 - 2 - 3) e vincolarlo con i manicotti dell’attrezzo
99360521(6).
74964

Con chiave a brugola (2) posizionare la piastra di bloccaggio


innesto (5) in modo che nella successiva operazione le aste di
comando (1 - 3 - 4) non interferiscano con la stessa.
Avvitare nel foro dell’albero di uscita moto (6), il perno (11)
dell’attrezzo 99370234, montare su quest’ultimo la boccola
(8) e il distanziale (9). Avvitare il dado (10) e contemporanea-
mente abbassare il paranco fino a che l’albero di uscita moto
(6) si posiziona a battuta del cuscinetto a sfere (7). Togliere
l’attrezzo 99360521 e i particolari (8 - 9 - 10 - 11) dell’attrezzo
99370234.
Figura 89
Figura 91

74965

74963
Montare l’asta (7) completa di selezionatore (5) e trascinatore
Agganciare il paranco all’attrezzo 99360521 (1), sollevare il (6). Introdurre nel coperchio posteriore (4) i nottolini (8) e le
gruppo (2) come assemblato in precedenza, montarlo nel co- molle (9). Montare gli scodellini (10).
perchio posteriore (3). Montare l’ingranaggio di rinvio retro marcia (2) con l’albero (1)
e fissare quest’ultimo al coperchio posteriore (4) serrando la
Nell’operazione controllare che l’albero uscita moto (7) si in- vite (3) alla coppia prescritta.
serisca nel cuscinetto a sfere di supporto e le aste di comando Applicare sulle superfici di attacco scatola cambio sigillante
(4 - 5 - 6) imbocchino le rispettive sedi. LOCTITE 5206.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


40 CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 DAILY CNG

Figura 92 Figura 94

74966 51398

Scaldare l’anello interno (→) del cuscinetto a sfere alla tempe- Montare l’anello elastico (2) ritegno cuscinetto anteriore (3)
ratura di 80°C e montare la scatola cambio (1) sul coperchio sull’albero entrata moto (1).
posteriore verificando che gli alberi e le aste di comando si po-
sizionino correttamente nelle rispettive sedi.

Figura 95

Figura 93

51461

Con calettatore 99374453 (1) montare l’anello di tenuta (2).

Figura 96

51459

Inserire le spine (⇒) di centraggio nel coperchio posteriore


(5).
Avvitare le viti (11) di fissaggio coperchio posteriore (5) alla
scatola cambio (3) e serrarle alla coppia prescritta.
Serrare alla coppia prescritta la vite (4) fissaggio albero ingra-
naggio di rinvio retromarcia alla scatola cambio (3).
Inserire il puntale (6) le molle (7 - 8) e serrare il tappo (10) con
una nuova guarnizione (9) alla coppia prescritta. 51396

Qualora fosse stato rimosso il coperchio laterale (1), applicare


sulla superficie di attacco sigillante LOCTITE 5206 e serrare Montare il coperchio (2) riparo albero entrata moto (3) e ser-
le viti (2) alla coppia di serraggio prescritta. rare le viti (1) alla coppia prescritta.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 41

Figura 97 Figura 99

74969
74967
Con l’attrezzo 99370234 (2) montare la flangia (1) uscita mo-
Montare la ruota fonica (2) sull’albero primario (3). to sull’albero primario.
Montare l’interruttore luci R.M. (4) ed il sensore (1) per tachi- Smontare l’attrezzo 99370234 (2).
grafo.

Figura 98 Figura 100

74968 74970

Montare la rondella (3) e avvitare la vite (4).


Con calettatore 99374452 (1) e impugnatura 99370007 (2),
Bloccare la rotazione della flangia (1) con la leva 99370317 (2)
montare l’anello di tenuta (3) nel coperchio posteriore (4).
e serrare la vite (4) alla coppia prescritta.
Montare la scatola comandi come descritto nel capitolo relati-
vo.
Riempire la scatola cambio dell’olio lubrificante nella quantità
e qualità prescritta.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


42 CAMBIO DI VELOCITÀ 5 S 200 DAILY CNG

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 43

Print 603.43.353

Cambio di velocità 6 S 300

Pagina

GENERALITÀ . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 45

COMANDO DI SELEZIONE E INNESTO MARCE 46

CARATTERISTICHE E DATI . . . . . . . . . . . . . . . . 48

COPPIE DI SERRAGGIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . 50

ATTREZZATURA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 51

REVISIONE CAMBIO DI VELOCITÀ . . . . . . . . . 59

- Scatola comandi cambio . . . . . . . . . . . . . . . . . 59

- Smontaggio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 59

- Montaggio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 59

- Controllo montaggio leve . . . . . . . . . . . . . . . . 60

- Smontaggio scatola cambio . . . . . . . . . . . . . . . 61

- Smontaggio cuscinetti coperchio posteriore . . 64

- Smontaggio cuscinetti scatola cambio . . . . . . . 64

- Smontaggio albero primario . . . . . . . . . . . . . . . 65

- Smontaggio albero entrata moto . . . . . . . . . . . 66

- Smontaggio albero secondario . . . . . . . . . . . . . 66

CONTROLLI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 71

- Scatola cambio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 71

- Mozzi - manicotti scorrevoli - forcelle . . . . . . . 71

- Cuscinetti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 71

- Alberi - ingranaggi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 71

- Sincronizzatori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 71

- Montaggio albero secondario . . . . . . . . . . . . . . 73

- Montaggio albero primario . . . . . . . . . . . . . . . . 74

- Aste - forcelle - selezionatore - trascinatori . . . 77

- Smontaggio - montaggio . . . . . . . . . . . . . . . . . 77

- Montaggio scatola cambio . . . . . . . . . . . . . . . . 77

- Registrazione giuoco assiale cuscinetti albero


secondario . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 77

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


44 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 45

Print 603.43.353/D

GENERALITÀ
Il cambio di velocità 6 S 300 è di tipo meccanico con innesto L’albero di entrata moto e l’albero primario sono supportati,
marce avanti sincronizzato. nella scatola cambio, da cuscinetti a sfere a tenuta stagna, non
registrabili.
È costituito da una scatola in lega leggera (che funge anche da
coperchio frizione), da un coperchio posteriore (dove allog- L’albero secondario è supportato, nella scatola cambio, da cu-
giano i ruotismi e i comandi dell’innesto velocità) e da una sca- scinetti a rulli registrabili, assialmente, mediante spessori ad
tola comandi. anello.
Sulla scatola cambio è ricavata lateralmente una apertura per La sincronizzazione dell’innesto marce è realizzata mediante
l’eventuale applicazione di una presa di forza. sincronizzatori ad anello libero monocono, per la VIª - Vª - IVª
- IIIª velocità e R.M. (su cambio di velocità nuova versione) e
La trasmissione del moto è realizzata mediante una serie di in-
doppio cono per la Iª - IIª velocità.
granaggi sempre in presa a dentature elicoidali sia per le marce
avanti che per la retromarcia. Il comando interno del cambio è realizzato da cinque aste: una
principale per la selezione e l’innesto marce; quattro dotate di
Gli ingranaggi, calettati o ricavati di lavorazione sono disposti
forcelle per l’innesto marce.
su quattro alberi: entrata moto, primario, secondario e retro-
marcia. La leva esterna di innesto è dotata di due masse contrapposte.
Esse hanno il compito di attenuare la spinta di innesto del cavo
di comando (BOWDEN) e di conseguenza la rumorosità.

Figura 1

85939

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


46 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

COMANDO DI SELEZIONE E INNESTO MARCE


L’azione combinata delle leve di selezione (2) e innesto (1), determinano in due fasi susseguenti la rotazione e lo spostamento assiale
dell’asta (4), innestando attraverso una delle aste (8-7-6 e 9) la marcia voluta.

Predisposizione cambio in folle e/o Predisposizione selezione e innesto Ia/IIIa


predisposizione selezione e innesto IIIa/IVa velocità
velocità
Figura 2 Figura 3

84147

Selezione IIIa - IVa velocità 84148

A seconda della posizione angolare della leva di selezione (2), La predisposizione suddetta, si realizza spostando la leva di se-
il trascinatore (3) (ad essa solidale) ruota con l’asta (4), il sele- lezione (2) in senso antiorario. In questo modo il selezionatore
zionatore (5), predisponendo quest’ultimo sull’asta (9) della (4) si inserisce nell’asta (5) dell’asta di innesto Ia/IIa velocità.
marcia IIIa e IVa, al tempo stesso, il trascinatore (3) sposta l’asta Spostando la leva (1) il trascinatore (3) sposterà assialmente
(10) di impedimento contemporaneo di più marce in modo l’asta (5) di innesto Ia/IIa velocità.
da mantenere libera l’asta di innesto della marcia prescelta IIIa
e IVa (9) e impedire lo spostamento delle altre, inserendosi
nelle fresature delle medesime.
Innesto IIIa - IVa velocità
A seconda del movimento impresso alla leva di innesto (1), il
trascinatore (3) (ad essa solidale) sposta assialmente con l’asta
(4), il selezionatore (5) (già predisposto) e di conseguenza
l’asta di innesto della marcia prescelta IIIa e IVa (9).
La posizione di cambio in folle coincide con la predisposizione
di selezione IIIa/IVa velocità.
In questo caso l’asse verticale della leva di selezione (2) è esat-
tamente a 90º dall’asse orizzontale del comando corrispon-
dente a nessuna variazione angolare dell’asta (4).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 47

Predisposizione selezione e innesto Va/VIa Predisposizione selezione e innesto


velocità retromarcia
Figura 4 Figura 5

84150

84149
La predisposizione suddetta, si realizza spostando la leva di se-
lezione (2) in senso antiorario. In questo modo il selezionatore
La predisposizione suddetta, si realizza spostando la leva di se- (4) si inserisce nell’asta (5) dell’asta di innesto retromarcia.
lezione (2) in senso orario. In questo modo il selezionatore (4) Spostando la leva (1) il trascinatore (3) sposterà assialmente
si inserisce nell’asta (5) dell’asta di innesto Va/VIa velocità. l’asta (5) di innesto retromarcia.
Spostando la leva (1) il trascinatore (3) sposterà assialmente
Dispositivo di sicurezza
l’asta (5) di innesto Va/VIa velocità.
Il cambio di velocità è dotato di un dispositivo di bloccaggio
innesto, per impedire l’inserimento contemporaneo di più
marce.
Esso è costituito da un’asta (6) opportunamente sagomata
montata trasversalmente nella scatola del cambio.

Il trascinatore (3), sotto l’azione della leva (2), sposta l’asta (6).
In questo modo mantiene libera l’asta di innesto della marcia
prescelta e impedisce lo spostamento delle altre inserendosi
nelle fresature delle medesime.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


48 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

Print 603.43.353/D

CARATTERISTICHE E DATI

CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300

Tipo Meccanico

Coppia in entrata 320 Nm


Peso (massa) 63 kg

6 marce avanti
Marce
1 retromarcia

Comando delle marce Meccanico

Presa di forza A richiesta

Innesto marce:

Marce avanti:

- Va / VIa - IIIa / IVa Sincronizzatore mono cono

- Ia / IIa Sincronizzatore a doppio cono

Ad innesto rapido, sul cambio nuova


Retromarcia
versione sincronizzatore monocono

Antidisinnesto marce Ritenuta dei manicotti scorrevoli mediante


nottolini e molle.

Ingranaggi A denti elicoidali sempre in presa

Rapporto ingranaggi
Prima 6,73
Seconda 3,95
Terza 2,56
Quarta 1,78
Quinta 1,29
Sesta 1,00
Retromarcia 6,06
Cuscinetti alberi:
primario a sfere a tenuta stagna
secondario a rulli conici

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 49

CARATTERISTICHE E DATI

Precarico assiale: cuscinetti alberi secondario 0 ÷ - 0,05 mm

Registrazione giuoco assiale cuscinetti albero


mediante spessori
secondario

Spessori anelli di registro giuoco assiale cusci-


-
netti albero secondario
Albero primario
Temperatura di montaggio:
- mozzi per manicotti scorrevoli 80° ÷ 110oC
- boccole ingranaggi Ia - RM e anello distanziale 80° ÷ 110oC
- cuscinetto anteriore* 90° ÷ 110oC
Albero secondario
Temperatura di montaggio:
- cuscinetti 80°C (max 120oC)
- ingranaggi Vª - IVª velocità 170°÷160oC
Giuoco assiale ingranaggi:
Iª - IIIª - IVª - RM - Vª velocità 0,15 ÷ 0,40 mm
IIª velocità 0,25 ÷ 0,5 mm

Giuoco assiale anello elastico di ritegno mozzo


0 ÷ 0,15 mm
per manicotto scorrevole Va - IVa velocità

Spessore anello elastico di ritegno mozzo per


-
manicotto scorrevole Va - IVa velocità
Giuoco assiale anello elastico di ritegno:
- cuscinetto anteriore albero secondario 0 ÷ 0,1 mm
- cuscinetto a rullini su albero primario 0 ÷ 0,1 mm
Spessore anello elastico di ritegno cuscinetto
-
posteriore albero secondario
LOCTITE 510
Sigillante LOCTITE 242
LOCTITE 5206

Tipo di olio: TUTELA TRUCK GEARLITE


Quantità 2,7 Litri
2,43 kg
* = Per il riscaldamento del cuscinetto non utilizzare apparecchio ad aria calda.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


50 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

Print 603.43.353

COPPIE DI SERRAGGIO
Figura 6

52506

COPPIA
PARTICOLARE
Nm kgm
1 Tappo ritegno molla e puntale indurimento RM 32±10% 3,2±10%
2 Tappo M 22 x 1,5 50 5
3D Perni di articolazione forcella IIIa e IVa velocità 45D 4,5
4 Tappi per asta impedimento innesto marce 32 3,2
5 Campana frizione, vite per fissaggio campana frizione al basamento 80 8
6 Vite fissaggio coperchio albero sempre in presa 23±15% 2,3±15%
7J Vite fissaggio coperchio laterale presa di forza 46±15% 4,6±15%
8 Vite fissaggio staffa sostegno cavo di comando 23±15% 2,3±15%
9 Vite fissaggio alberino R.M. 23±15% 2,3 ±15%
11 Tappo laterale su coperchio posteriore 35 3,5
12* Vite fissaggio coperchio posteriore 23±15% 2,3±15%
13 Fissaggio trasmettitore per tachigrafo 50 5
14 Vite bloccaggio manicotto per attacco trasmissione sul primario 235 23,5
15 Fissaggio interruttori e luci retromarcia 40 4
16D Vite fissaggio semi-anello ritegno cuscinetto a sfere 9,5±15% 0,9±15%
17 Dado per vite fissaggio leva all’asta di comando 34±15% 3,4±15%
18 Vite fissaggio supporto comando marce 23±15% 2,3±15%
19 Sfiato vapori olio 10±15% 1±15%
20D Vite fissaggio trascinatore all’asta principale 9,5D 0,9

: Applicare sulle superfici di contatto sigillante LOCTITE 5206


F Applicare alla filettatura LOCTITE 242
J Applicare alla filettatura LOCTITE 510

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 51

ATTREZZATURA
N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99322205 Cavalletto rotativo per revisione gruppi

99322225 Supporto per sostegno gruppi (usare con cavalletto 99322205)

99340205 Estrattore a percussione

99341002 Ponte a semplice effetto

99341003 Ponte a semplice effetto

99341004 Ponte a semplice effetto

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


52 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

ATTREZZATURA
N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99341012 Coppia staffe

99341015 Strettoio

99341017 Coppia di staffe con foro

99341019 Coppia tiranti con appigli

99341025 Appligli

99345003 Estrattore semiscatola anteriore scatola cambio di velocità

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 53

ATTREZZATURA
N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99348001 Estrattore con dispositivo di bloccaggio

99348004 Estrattore universale per interni da 5 a 70 mm

99360522 Attrezzo per estrazione e introduzione albero primario, secondario


e gruppo aste - forcelle

99370006 Impugnatura per battitoi intercambiabili

99370007 Impugnatura per battitoi intercambiabili

99370234 Attrezzo per montaggio albero primario nel cuscinetto posteriore


e montaggio flangia uscita moto su albero primario cambio

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


54 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

ATTREZZATURA
N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99370317 Leva di reazione con prolunga per ritegno flange

99370629 Supporto per sostegno cambio di velocità durante lo stacco e il riat-


tacco dal veicolo

99371057 Staffa per sostegno cambio di velocità durante la revisione (usare


con 99322205-99322225)

99374091 Battitoio per montaggio piste esterne cuscinetti (ø 55-69 mm) (usa-
re con 99370007)

99374452 Calettatore per montaggio guarnizione sul coperchio posteriore


cambio di velocità (usare con 99370006)

99374453 Calettatore per montaggio guarnizione su scatola cambio di velocità

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 55

SEZIONI LONGITUDINALI

Figura 7

87899

Figura 8

C-C

87881

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


56 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

SEZIONI LONGITUDINALI
Figura 9

M-M

87900

Figura 10

G-G

87901

Figura 11
P-P

87902

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 57

SEZIONI TRASVERSALI CAMBIO DI VELOCITÀ

Figura 12

E-E

Figura 14

F-F
87885

Figura 13

N-N
87888

87903

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


58 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

SEZIONI TRASVERSALI CAMBIO DI VELOCITÀ

Figura 15

D-D

87889

Figura 16

A-A

87890

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 59

Print 603.43.353/D

530210 REVISIONE CAMBIO DI VELOCITÀ


Figura 17 Figura 20

51385
85940
Applicare al cambio di velocità (1) la staffa 99371057 (5) e fis- Con punzone (3) smontare la spina elastica (4) e sfilare l’alberi-
sare quest’ultima alle staffe 99322225 (3) disposte sul cavallet- no (2) dalla leva interna (1).
to rotativo 99322205 (2). Ripetere le stesse operazioni per l’altro alberino.
Togliere il tappo (4) e scaricare l’olio di lubrificazione.

L’olio deve essere smaltito secondo le normative vi- NOTA La leva di innesto è vincolata all’alberino da due spine
genti. elastiche.

530220 Scatola comandi cambio


Smontaggio
Figura 18 Figura 21

85941

Disporre il cambio di velocità in folle. 51386


Rimuovere le viti di fissaggio (1) e staccare la scatola (2) co- Con un punzone agire nel punto indicato dalla freccia ed espel-
mandi cambio. lere dalla scatola (1) gli anelli di tenuta e le bussole a rullini (2).
Figura 19 Montaggio
Figura 22

85942

Contrassegnare la posizione di montaggio della leve (1 e 7) sui ri- 51387


spettivi alberini (2 e 6); allentare i dadi (4) per viti (5) di ritegno. Pulire accuratamente lo sfiato vapori olio (3).
Sfilare le leve (1 e 7) dagli alberini (2 e 6) e questi ultimi dalla Con idoneo battitoio montare le gabbie a rullini (1) nella sca-
scatola (8). Togliere i cappucci (4). tola (2).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


60 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

Figura 23 Figura 26

51388

Con idoneo battitoio montare nella scatola (2) gli anelli di te-
nuta (1), posizionandoli alla quota indicata. 85941
Riempire con grasso lo spazio tra anello di tenuta e cuscinetto
a rullini.
Pulire accuratamente le superfici di attacco della scatola co-
Figura 24 mando marce (2) e applicare sulle medesime sigillante LOCTI-
TE 5206.
Montare la scatola (2) sul cambio di velocità facendo attenzio-
ne che le leve e gli alberi si posizionino correttamente nelle ri-
spettive sedi.
Serrare le viti (1) alla coppia prescritta.

Controllo montaggio leve


Figura 27

87896

Montare le leve di innesto (1) e di selezione sui rispettivi alberi-


ni (2) e vincolarli con le spine elastiche (3).

NOTA La spina elastica (3) deve essere posizionata con il ta-


glio in posizione orizzontale. Nella spina elastica (3)
della leva di innesto, montare la spina elastica (4) con
il taglio posizionato a 180° da quello della spina (3).

Figura 25

85943

Controllare il montaggio delle leve di selezione (6) e di innesto


(3).
La leva di selezione (6) e innesto (3) devono essere montate
sui rispettivi alberi in modo che:
- fra l’interasse del perno (5) della leva di selezione (6) e il
lato esterno della staffa (1) ci sia una distanza X di 134
mm;
- fra l’interasse del perno (2) della leva leva di innesto (3)
51390 e il lato esterno della staffa (4) ci sia una distanza Y di 135
Lubrificare con grasso TUTELA MR3 le gabbie a rullini (1, mm.
Figura 23) e montare gli alberini (3 e 6) completi di leve inter- Riscontrando un valore diverso orientare opportunamente la
ne (4 e 5) nella scatola (2); montare i cappucci (8 e 9) e le leve leva interessata sul rispettivo alberino.
(1 e 10) sugli alberini (3 e 6) nella posizione contrassegnata allo
smontaggio e senza serrare i dadi per vite (7) di fissaggio. Serrare quindi i dadi per viti fissaggio leve alla coppia di serrag-
gio prescritta.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 61

Smontaggio scatola cambio


Figura 28 Figura 31

1
1

51924
Disporre il cambio di velocità in folle. 51927
Smontare la scatola comando cambio come descritto nel capi-
tolo relativo. Sfilare il manicotto (3) dall’albero primario.

Smontare i due tappi laterali (1-3). Togliere la vite (2) di fissag- NOTA In caso di difficoltà, estrarre il manicotto (3) con
gio trascinatore (4) all’asta (5). l’estrattore costituito da ponte 99341003 (1) e appigli
99341017 (2).
Figura 29
Figura 32

51928
51925

Contrassegnare la posizione di montaggio dell’asta (1) di im-


pedimento innesto contemporaneo di più marce, e sfilarla dal- NOTA Nel riporre il manicotto (1) fare attenzione a non
la scatola cambio. danneggiare la ruota fonica (→) ricavata di lavorazio-
ne sul medesimo.
Figura 30
Figura 33

1
1

51926

Bloccare la rotazione del manicotto (1) applicando al medesi-


mo la leva 99370317 (3). Con la bussola (2) smontare la vite 51829

(5) con la sottostante rondella (4).


Rimuovere le viti (1) e smontare il coperchio (2) riparo albero
Togliere la leva 99370317 (3). entrata moto (3).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


62 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

Figura 34 Figura 37

51930
51933

Forare l’anello di tenuta (2) con idoneo gancio e estrattore a Smontare i due perni (1) di articolazione forcella comando IIIa
percussione 99340205 (1) smontare l’anello di tenuta dalla - IVa velocità.
scatola cambio.
Figura 38
Figura 35

1
1

51931 51934

Smontare l’anello elastico (2) ritegno cuscinetto anteriore (3) Spingere verso il basso le due spine (2) di centraggio fino a libe-
all’albero entrata moto(1). rarle dalla scatola cambio (1).
Rimuovere le viti (3) fissaggio coperchio posteriore (4) alla
scatola cambio (1).

Figura 36 Figura 39

74957
51932
Calzare sull’albero entrata moto (1) l’attrezzo 99345003 (2)
e fissare quest’ultimo alla scatola cambio (4), con le viti (3); av-
Togliere il tappo (4) con rondella (3) e sfilare la molla (2) e vitare la vite (5) dell’attrezzo (2) fino a sfilare la scatola cambio
puntale (1). dal cuscinetto (6).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 63

Print 603.43.353

Figura 40 Figura 43

51936

Forare gli scodellini (2) avvitare negli stessi una apposita vite 74973

Agendo sulla vite estrarre gli scodellini (2) dal coperchio po- Montare sulle aste (4-5-6), sull’albero entrata moto (1) e
steriore (1). Sfilare le molle (3) e i nottolini(4). sull’albero secondario (9), l’attrezzo 99360522 (3).
Figura 41 Vincolare l’attrezzo 99360522 (3) all’albero entrata moto (1)
con l’anello elastico (2) e all’albero secondario (9) con la vite (8).
Introdurre il particolare (13) della staffa (11) nell’ingranaggio
RM (14) e serrare la vite (12).
Agganciare l’attrezzo 99360522 (3) al sollevatore.
1
Applicare al coperchio posteriore (7) l’estrattore costituito da:
ponte 99341004 (16) e dai tiranti 99341012 (15).

NOTA Al fine di non danneggiare il coperchio posteriore (7)


interporre tra il medesimo e i tiranti (15) apposite
protezioni.

Agendo sull’albero primario (10) con la vite dell’estrattore e


contemporaneamente con il sollevatore, sfilare l’albero prima-
rio (10) dal cuscinetto a sfere posteriore e rimuovere il gruppo
51937 alberi-aste dal coperchio posteriore (7).

Sfilare l’asta (1) comando IIIa / IVa velocità e l’asta principale (2)
dal coperchio posteriore (3).
Figura 44
Figura 42
1

74988

Disporre sul banco di lavoro il gruppo così staccato.


51938
Togliere l’attrezzo 99360522 (6), separare dall’albero prima-
rio (4) l’ingranaggio RM (8) completo di cuscinetti a rullini, l’al-
Rimuovere la vite (3) e smontare l’albero R.M. (1) con il sop- bero secondario (5), l’albero entrata moto (7) con il relativo
porto (2) dal coperchio posteriore (4). anello sincronizzatore e le aste (1-2-3).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


64 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

Smontaggio cuscinetti coperchio posteriore Figura 48

Figura 45

51944

51951a Capovolgere il coperchio posteriore (4).


Rimuovere le viti (1) di fissaggio piastrine (2). Togliere l’anello di tenuta (6).
Togliere le piastrine (2). Con idoneo battitoio, smontare il cuscinetto a sfere (5), smon-
Capovolgere il coperchio posteriore (4) e smontare il cusci- tare il sensore (7) per tachigrafo, e l’interruttore (1) per luci
netto (3). retromarcia con la rondella (2) e sfilare il puntale (3).

Figura 46 Smontaggio cuscinetti scatola cambio


Figura 49

74960
74962
Con estrattore universale 99348004 (1), estrarre l’anello
esterno (2) del cuscinetto albero secondario. Con estrattore universale 99348004 (1), estrarre l’anello
esterno (2) del cuscinetto albero secondario.
Figura 47 Figura 50

1
1

51943 51946

Con estrattore a percussione 99340205 (1) e particolare Con estrattore a percussione 99340205 (1) e particolare
99348004 (2) estrarre la bussola con gabbie a sfere (3). 99348004 (2) estrarre la bussola con gabbie a sfere (3).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 65

Print 603.43.353/D

Figura 51 Figura 54

51410

Rimuovere le viti (1) fissaggio piastrine (2).


85945
Togliere le piastrine (2).
Smontare dal mozzo (1) il manicotto scorrevole (2) innesto
Capovolgere la scatola cambio e con idoneo battitoio smonta- Vª - VI ª velocità e facendo attenzione alla fuoriuscita dei tasselli
re il cuscinetto a sfere (3). (5), delle molle (3) e delle sfere (4), recuperare gli stessi.
Figura 52
Figura 55

51948

Con estrattore a percussione 99340205 (1) e particolare


99348004 (2) estrarre le gabbie a rullini (4-3). 85946

Smontaggio albero primario Con estrattore 99348001 (6) applicato come illustrato in figu-
ra, estrarre dall’albero primario (1), l’ingranaggio Va velocità
(7), l’anello sincronizzatore (5), il mozzo (4) , l’anello elastico
NOTA Contrassegnare la posizione di montaggio di ogni sin- (3) e il cuscinetto a rulli (2).
cronizzatore sul rispettivo ingranaggio.

Figura 56
Figura 53

85944 85947

Serrare l’albero primario (1) in morsa. Rimuovere l’anello sin-


cronizzatore (4) e l’anello elastico (2). Rimuovere l’anello ela- Smontare le semi-gabbie a rullini (1).
stico (3) dalla propria sede.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


66 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

Figura 57 Figura 60

85948 51424

Con pressa idraulica smontare dall’albero primario (1): l’ingra- Smontare dal mozzo (1) il manicotto scorrevole (2) innesto
naggio Iª velocità (10) il distanziale (9), la boccola (8), la gabbia Iª - IIª velocità e facendo attenzione alla fuoriuscita dal mozzo
rullini (7), per il cambio senza R.M. sincronizzata: l’ingranaggio dei tasselli (3) con le relative sfere (4) e molle (5), recuperare
R.M. (6); il manicotto scorrevole (5), l’anello con dentatura gli stessi.
esterna (4), l’anello con dentatura interna (3), e l’anello distan-
ziale (2), per il cambio con R.M. sincronizzata: l’ingranaggio
Smontaggio albero entrata moto
R.M. (11) completo di particolari di innesto, l’anello sincroniz-
zatore (12) e l’anello dentato (13).
Figura 61
Figura 58

1
51956

85949
Per la sostituzione dell’anello dentato (1), utilizzare per lo
Smontare dal mozzo dell’ingranaggio R.M. (1) il manicotto smontaggio del medesimo mezzi generici e per il montaggio,
scorrevole (2) innesto R.M. e facendo attenzione alla fuoriusci- scaldarlo alla temperatura di 80 ºC.
ta dal mozzo (1) dei tasselli (3) con le relative sfere (4) e molle
(5), recuperare gli stessi.
Smontaggio albero secondario
Figura 62
Figura 59

51954

Togliere la gabbia a rullini (1), l’anello sincronizzatore (4),


l’anello intermedio (3) e l’anello (2).
Con pressa idraulica smontare: l’ingranaggio IIª velocità, (10) 51957
l’anello (9), l’anello intermedio (8), l’anello sincronizzatore (7),
il gruppo sincronizzatore (6) e la boccola (5). Togliere la gabbia
Togliere l’anello elastico (1) ritegno ingranaggio VIª velocità (2).
a rulli (11).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 67

Print 603.43.353/D

Figura 63 Figura 66

1
1

51958 51961

Con mezzi generici, estrarre dall’albero secondario (1) l’anello Smontare l’ingranaggio IIIª velocità (1) e la gabbia a rullini (2).
interno (2) del cuscinetto a rulli conici posteriore. Smontare l’anello sincronizzatore (3). Smontare l’anello elasti-
co (5) ritegno mozzo (4).

Figura 64 Figura 67

1
1

51962
51959

Con pressa idraulica, estrarre l’ingranaggio VIª velocità (2) e Con pressa idraulica, smontare l’ingranaggio IVª velocità (3)
l’anello interno (1) del cuscinetto a rulli conici, dall’albero se- l’anello sincronizzatore (2) e il gruppo sincronizzatore (1).
condario. Rimuovere le semi-gabbie a rullini (4).

Figura 65 Figura 68

1
1

51424
51960
Smontare dal mozzo (1) il manicotto (2) di innesto IIIª-IV ª ve-
Con pressa idraulica, smontare ingranaggio Vª velocità (2) locità e facendo attenzione all fuoriuscita dei tasselli (3) con le
dall’albero secondario (1). relative sfere (4) e molle (5), recuperare gli stessi.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


68 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

Print 603.43.353

Figura 69

11
1
1

1
1
1

51964

COMPLESSIVO ALBERO SECONDARIO


1. Complessivo albero secondario - 2. Cuscinetto a rulli conici - 3. Albero secondario con dentatura R.M. (A),
Iª velocità (B), IIª velocità (C) - 4. Gabbia a rulli - 5. Ingranaggio IVª velocità - 6. Anello sincronizzatore -
7. Manicotto scorrevole - 8. Sfera - 9. Molla - 10. Tassello - 11. Mozzo - 12. Anello elastico - 13. Semigabbie a rullini -
14. Ingranaggio IIIª velocità - 15. Ingranaggio Vª velocità - 16. Ingranaggio VIª velocità.
Figura 70

52509

COMPLESSIVO ALBERO ENTRATA MOTO


1 - Albero entrata moto - 2. Anello dentato

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 69

Print 603.43.353/D

Figura 71

90233

COMPLESSIVO ALBERO PRIMARIO


1. Anello sincronizzatore mono cono - 2. Cuscinetto a rulli - 3. Anello elastico - 4. Manicotto scorrevole - 5. Tassello -
6. Sfera - 7. Molla - 8. Mozzo - 9. Ingranaggio Vª velocità - 10. Albero primario con dentario IIIª velocità (A), dentatura IVª veloci-
tà (B) - 11. Gabbia a rullini - 12. Ingranaggio IIª velocità - 13. Sincronizzatore a doppio cono - anello interno C, anello intermedio
D, anello sincronizzatore E - 14. Boccola - 15. Ingranaggio Iª velocità - 16. Anello distanziale - 17*. Ingranaggio R.M. -
18*. Anello con dentatura esterna - 19*. Anello con dentatura interna - 20*. Anello distanziale.
21•. Ingranaggio R.M. — 22•. Anello sincronizzatore — 23•. Anello dentato.
* Cambio con R.M. non sincronizzata
• Cambio con R.M. sincronizzata

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


70 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

Figura 72

85977

GRUPPO SINCRONIZZATORE A DOPPIO CONO Iª / IIª VELOCITÀ.


Figura 73

85978

GRUPPO SINCRONIZZATORE MONO CONO IIIª / IVª / Vª / VIª VELOCITÀ.

Figura 74

86130

GRUPPO SINCRONIZZATORE MONO CONO R.M.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 71

Print 603.43.353/D

CONTROLLI
Scatola cambio Con calibro a spessori, controllare su due punti diametralmen-
La scatola cambio e i relativi coperchi non devono presentare te opposti la distanza S.
incrinature. Se il valore S riscontrato è inferiore a 0,8 mm sostituire l’anello
Le superfici di contatto tra coperchi e scatola cambio non de- sincronizzatore.
vono risultare danneggiate o deformate, asportare dalle stesse
gli eventuali residui del sigillante. Ruotare l’anello sincronizzatore (1) in modo da assicurare un
Le sedi: dei cuscinetti, dell’albero retromarcia e delle aste di corretto accoppiamento sull’anello dentato.
comando marce, non devono risultare danneggiate o eccessi-
vamente usurate.
Mozzi - manicotti scorrevoli - forcelle
Le scanalature sui mozzi e sui relativi manicotti scorrevoli non
devono risultare danneggiate. Il manicotto scorrevole deve
scorrere liberamente sul mozzo. I tasselli e le sfere di posizio-
namento manicotto scorrevole non devono risultare danneg-
giati o usurati. Le dentature d’innesto dei manicotti scorrevoli
non devono essere danneggiate. Le forcelle devono risultare
integre e non devono avere un giuoco assiale, nella gola radiale
del manicotto, superiore a 1 mm.

Cuscinetti
I cuscinetti a rulli o le gabbie a rulli devono essere in perfette
condizioni e non presentare tracce di usura o surriscaldamen-
to. Gli stessi devono essere smontati solo nel caso di sostitu-
zione

Alberi - ingranaggi
Le sedi sugli alberi, per cuscinetti, non devono risultare dan-
neggiate o usurate. Le dentature degli ingranaggi non devono
risultare danneggiate o usurate.

Sincronizzatori
Controllare l’usura degli anelli sincronizzatori operando nel se-
guente modo: Sincronizzatori doppio cono tipo D per ingranaggi Ia / IIa ve-
locità

Gli anelli sincronizzatori dopo il controllo , devono es- Figura 76


! sere contrassegnati sui rispettivi ingranaggi per evitare
al montaggio di scambiare la loro posizione.

- Verificare visivamente che la superficie di attrito non risulti


ondulata.
Sincronizzatori monocono tipo BK per ingranaggi IIIª /IVª /Vª
/VIª velocità.
Figura 75
4

52511

Posizionare sull’anello conico dentato (4) dell’ingranaggio:


l’anello interno (3), l’anello intermedio (2) e l’anello sincroniz-
zatore (1).
Ruotare l’anello sincronizzatore (1) in modo da assicurare un
corretto accoppiamento tra i particolari.
52510
Esercitando una forza uniforme di 50 N sull’anello sincronizza-
tore (1), con calibro a spessori, rilevare su due punti diametral-
Posizionare l’anello sincronizzatore (1) sull’anello conico den- mente opposti la distanza S.
tato (2) dell’ingranaggio relativo o sull’anello conico dentato
per R.M. Se il valore medio S riscontrato è inferiore a 1,5 mm sostituire
tutti gli anelli.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


72 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

Figura 77 Figura 79

85916
85918

SINCRONIZZATORI VIa - Va VELOCITÀ SINCRONIZZATORI Ia - IIa VELOCITÀ

A. Riserva di sincronizzazione VIa - Va velocità: 1 ÷ 1,4 mm A. Riserva di sincronizzazione Ia - IIa velocità: 1,6 ÷ 2,0 mm
B. Giuoco rilascio VIa - Va velocità: 0,3 ÷ 0,7 mm B. Giuoco rilascio Ia - IIa velocità: 0,9 ÷ 1,5 mm
Figura 78 Figura 80

85917 85919

SINCRONIZZATORI IIIa - IVa VELOCITÀ SINCRONIZZATORE RM

A. Riserva di sincronizzazione IIIa - IVa velocità: 1 ÷ 1,4 mm A. Riserva di sincronizzazione RM 0,9 ÷ 1,4 mm
B. Giuoco rilascio IIIa - IVa velocità 0,3 ÷ 0,7 mm B. Giuoco rilascio RM 0,35 ÷ 0,85 mm

1. Mozzo - 2. Anello dentato VIa velocità - 3. Anello sincronizzatore - 4. Manicotto scorrevole - 5. Anello dentato ingranaggio Va
velocità - 6. Anello dentato ingranaggio IIIa velocità - 7. Anello dentato ingranaggio IVa velocità - 8. Anello dentato ingranaggio IIa
velocità - 9. Anello dentato ingranaggio Ia velocità - 10. Anello intermedio - 11. Anello - 12. Ingranaggio R.M. -
13. Anello dentato R.M.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 73

Montaggio albero secondario


Figura 81 Figura 84

51969
51966 Montare l’anello elastico (1) il cui spessore realizza un gioco
Serrare in morsa l’albero secondario (1) e posizionare sul me- assiale nullo del medesimo nella propria sede.
desimo le semi-gabbie a rullini (2).
Controllare il giuoco assiale dell’ingranaggio IVª velocità (2), es-
Figura 82 so deve risultare di 0,15 ÷ 0,40 mm.

Figura 85

1
1

51967
51970

Montare l’ingranaggio IVª velocità (2) e posizionare su


quest’ultimo l’anello sincronizzatore (1). Montare sul mozzo (2) il manicotto scorrevole (1). Introdurre
nelle sedi del mozzo (2): le molle (5), i tasselli (3) e le sfere (4)
Figura 83 assestandoli sotto il manicotto scorrevole (1).

Figura 86

1
1

51968 51971

Scaldare il mozzo (2) ad una temperatura di 110º ÷ 150ºC e


montarlo sull’albero secondario (1), facendo attenzione che Posizionare sul mozzo (3) l’anello sincronizzatore (2) in modo
i risalti (3) dell’anello sincronizzatore si posizionino corretta- che i risalti di quest’ultimo si inseriscano sulle sedi del mozzo
mente nelle sedi del mozzo (2). (3). Montare la gabbia a rulli (1).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


74 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

Figura 87 Figura 90

1 1

51977

Montare l’anello elastico (1) il cui spessore realizza un gioco


assiale nullo del medesimo nella propria sede.
51974
Figura 91
Montare l’ingranaggio IIIª velocità (1).
1
Figura 88

51978

Scaldare gli anelli interni (1-3) dei cuscinetti a rulli conici, alla
temperatura di ~ 80ºC e con idoneo battitoio, montarli
sull’albero secondario (2).
51975
Montaggio albero primario
Con pressa idraulica, montare l’ingranaggio Vª velocità (1) pre-
riscaldato a ~ 170ºC.
NOTA Montare gli anelli sincronizzatori sui rispettivi ingra-
Controllare il giuoco assiale dell’ingranaggio IIIª velocità (2), es- naggi secondo i contrassegni eseguiti allo smontaggio
so deve risultare di 0,15 ÷0,40 mm. o in caso di sostituzione, al controllo.

Figura 89 Figura 92

51976
51973

Con pressa idraulica, montare l’ingranaggio VIª velocità (1) Serrare l’ albero primario (1) e posizionare sul medesimo la
preriscaldato a 170ºC. gabbia a rulli (2).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 75

Figura 93 Figura 95

51982
51980
Montare sul mozzo (1) il manicotto scorrevole (2). Introdurre
Montare l’ingranaggio IIª velocità (4) e posizionare su quest’ul- nelle sedi del mozzo (1): le molle (5), i tasselli (4) e le sfere (3)
timo l’anello (3), l’anello intermedio (2) e l’anello sincronizza- assestandoli sotto il manicotto scorrevole (2).
tore (1), facendo attenzione, che le alette (→) dell’anello in-
termedio (2). Si inseriscano nelle feritoie (→) dell’ingranaggio
(4). Figura 96

51983

Posizionare sul mozzo (4) l’anello sincronizzatore (3), l’anello


intermedio (2) e l’anello (1) facendo attenzione che le alette
Figura 94 (→) dell’anello (1) e i risalti (→) dell’anello (3) si inseriscano
nelle sedi del mozzo (4).

Figura 97

51981

Scaldare il mozzo (2) ad una temperatura di 80º ÷ 110 ºC e


montarlo sull’albero primario (1), facendo attenzione che i ri-
salti (3) dell’anello sincronizzatore e le alette (→) dell’anello
(3, Figura 93) si posizionino correttamente nelle sedi del moz- 51984

zo (2).
Posizionare la gabbia a rulli (2). Montare l’ingranaggio Iª veloci-
Controllare il giuoco assiale dell’ingranaggio (4), esso deve ri- tà (1) facendo attenzione che le alette (3) dell’anello interme-
sultare di 0,25 ÷0,5 mm. dio si inseriscano nelle feritoie dell’ingranaggio (1).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


76 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

Figura 98 Per il cambio di velocità con R.M. sincronizzata operare


come segue
Figura 101

85961

Scaldare l’anello distanziale (2) alla temperatura di ~ 80º ÷ 85950

110ºC e montarlo sull’albero primario (1). Controllare il giuo- Montare l’ingranaggio R.M. (1).
co assiale dell’ingranaggio (4), esso deve risultare di 0,15 ÷0,3 Montare sul mozzo (1) dell’ingranaggio R.M. il manicotto scor-
mm. revole (2).
Scaldare la boccola (3) alla temperatura di 80º ÷ 110ºC e Introdurre nelle sedi del mozzo (1): le molle (5), i tasselli (3)
montarlo sull’albero primario (1). e le sfere (4), assestandoli sotto il manicotto scorrevole (2).
Montare la gabbia a rullini (5).
Figura 102
Per il cambio di velocità senza R.M. sincronizzata operare
come segue
Figura 99

85951

Montare l’anello sincronizzato (2).


Scaldare l’anello dentato (3) alla temperatura di 110º ÷ 150ºC
51988
e montarlo sull’albero primario (1).
Montare l’ingranaggio R.M. (4) scaldare Iil mozzo (2) alla tem- Controllare il giuoco dell’ingranaggio R.M. (4), esso deve risul-
peratura di 80º ÷110ºC e montarlo sull’albero primario (1). tare di 0,15 ÷0,4 mm.
Controllare il giuoco dell’ingranaggio (4) esso deve risultare
di 0,15 ÷0,4 mm. Figura 103
Montare il manicotto scorrevole (3).
Figura 100 1

51952
51989

Capovolgere l’albero primario e posizionare sul medesimo le


Scaldare l’anello con dentatura interna (3) e l’anello distanziale semi-gabbie a rullini (3).
(2) alla temperatura di ~ 80º ÷ 110ºC e montarli sull’albero Montare l’ingranaggio Va velocità (2) e posizionare sul medesi-
primario (1). mo l’anello sincronizzatore (1).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 77

Print 603.43.353/D

Figura 104 Aste - forcelle - selezionatore - trascinatori


Smontaggio - montaggio
Figura 107

51990

Scaldare il mozzo (2) alla temperatura di ~ 80º÷110ºC e


montarlo sull’albero primario (1) facendo attenzione che i ri-
salti (3) dell’anello sincronizzatore, si posizionino nelle sedi del
mozzo (2).
51992
Montare l’anello elastico (4) il cui spessore realizzi un giuoco
assiale nullo del medesimo nella propria sede. 1. Asta con forcella innesto IIIª / IVª velocità - 2. Tasselli -
3. Asta con forcella innesto Vª / VIª velocità -
Figura 105 4. Asta principale - 5. Asta con forcella innesto R.M. -
6. Asta con forcella innesto Iª / IIª velocità.
1

Controllare le condizioni dei tasselli (2) della forcella innesto


IIIª / IVª velocità riscontrandoli usurati sostituirli.
Per la sostituzione delle forcelle, del selezionatore e del trasci-
natore dalle rispettive aste di comando è sufficiente sfilare con
punzone idoneo la spine elastiche di ritegno.
Per il montaggio invertire le operazioni sostituendo la spine
elastiche.

51991 NOTA Le spine elastiche devono essere posizionate con il ta-


glio in posizione orizzontale.
Montare il manicotto scorrevole (2).
Inserire nelle sedi del mozzo (1): le molle (3), i tasselli (5) e le
sfere (4) e posizionarli sotto il manicotto scorrevole (2).
Figura 106 Montaggio scatola cambio

NOTA Al montaggio devono sempre essere sostituiti con


particolari nuovi: le guarnizioni e gli anelli di tenuta, le
spine elastiche, le piastrine di sicurezza e le molle.
I dadi e le viti devono essere serrati alla coppia pre-
scritta e salvo diversa indicazione, con la filettatura
asciutta e sgrassata.

Registrazione giuoco assiale cuscinetti albero


secondario

NOTA La registrazione del giuoco assiale dei cuscinetti albe-


85952
ro secondario, si esegue solo nel caso siano stati sosti-
tuiti: i cuscinetti, gli ingranaggi dell’albero secondario,
Scaldare il cuscinetto (2) alla temperatura di 80º÷110ºC e l’albero secondario, la scatola cambio, il coperchio
montarlo sull’albero primario (1). Montare l’anello elastico (4) posteriore o avendo riscontrato eccessivo giuoco.
e l’anello sincronizzatore (3).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


78 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

Figura 108 Dove:


A = giuoco assiale riscontrato es. 0,18 mm;
B = valore medio precarico cuscinetti es. 0,02 mm
C = valore di registro impiegato per il rilievo 1,65 mm
S = 0, 18 + 0, 02 + 1, 65 = 1, 85 mm
Rismontare quindi il, coperchio posteriore, l’albero secondario
e l’anello esterno del cuscinetto anteriore.

Figura 110

51993

Determinare lo spessore S dell’anello (1) registro giuoco as-


siale cuscinetti albero secondario operando come segue:
- posizionare nella sede della scatola cambio (3) l’anello di
registro (1) di minor spessore: 1,65 mm;
- scaldare la sede del cuscinetto (2) a ~ 60 ºC, con battitoio
99374091 e impugnatura 99370007 montare l’anello
esterno del cuscinetto (2), vedere Figura 110;
51996
- montare l’albero secondario completo di anelli interni dei
cuscinetti rulli conici; Posizionare l’anello di registro (1, Figura 108) dello spessore
determinato nella precedente misurazione . Scaldare le sedi
- montare nel coperchio posteriore l’anello esterno del cu- dei cuscinetti della scatola alla temperatura di ~ 80ºC e
scinetto posteriore in modo analogo a quello anteriore montare con:
(vedere Figura 111);
- battitoio 99374091 (2) e impugnatura 99370007 (1)
- montare sulla scatola cambio il coperchio posteriore; l’anello esterno (3) del cuscinetto a rulli conici anteriore;
- avvitare le 8 viti di fissaggio in modo che tra una vite e l’al- - battitoio generico, il cuscinetto a sfere (6);
tra ci sia un foro per vite libero e serrarle alla coppia pre-
scritta; - battitoio generico, la bussola con gabbie a sfere (9) e le
gabbie a rullini (4-5).
- ruotare l’albero secondario in modo da assestare i cusci-
netti; Posizionare le piastrine di ritegno (7) e fissarle alla scatola ser-
rando le viti (8) alla coppia prescritta.
Figura 109 Figura 111

51997

52512 Scaldare le sedi cuscinetti del coperchio posteriore (1) ad


- attraverso l’apertura per attacco presa di forza rilevare una temperatura di ~ 80ºC e montare con:
con il comparatore (2), azzerato sulla dentatura della Va - battitoio 99374091 (2) e impugnatura 99370007 (1)
velocità dell’albero secondario (1) il giuoco assiale A di l’anello esterno (3) del cuscinetto a rulli conici;
quest’ultimo e annotarlo.
- battitoio generico, il cuscinetto a sfere (4) e la bussola con
Lo spessore S risulterà di: gabbie a sfere (7);
S=A+B+C Posizionare le piastrine di ritegno (6). Fissare queste ultime al
coperchio posteriore serrando le viti (5) alla coppia prescritta.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 79

Figura 112 Nell’operazione controllare che l’albero uscita moto si inseri-


sca nel cuscinetto a sfere di supporto e le aste di comando
(3 - 4 - 5) imbocchino le rispettive sedi.

Figura 114

52000

Avvitare nel foro dell’albero di uscita moto (2) il perno (7)


dell’attrezzo 99370234, montare su quest’ultimo la boccola
(4) e il distanziale (5).
Avvitare il dado (6) e contemporaneamente abbassare il pa-
ranco fino a che l’albero di uscita moto (2) si posiziona a battu-
ta del cuscinetto a sfere posteriore (3).
74989A Togliere gli attrezzi 99360522 (1) e 99370234 (4 - 5 - 6 - 7).
Serrare l’albero primario (4) in morsa .
Montare sull’albero entrata moto (1) l’attrezzo 99360522 (6)
e vincolarlo con l’anello elastico (7).
Accoppiare l’albero secondario (9) all’albero primario (4) e
vincolarli avvitando la vite (8) dell’attrezzo (6).
Montare la forcella di innesto IIIa/IVa velocità (14) sul relativo
manicotto scorrevole. Figura 115
Posizionare sui manicotti scorrevoli le forcelle con le relative
aste (2 - 3 - 5) e vincolarli con i manicotti dell’attrezzo
99360522 (6).
Accoppiare agli alberi (4 e 9) l’ingranaggio RM (13) e vincolarlo
ai medesimi con il particolare (12) della staffa (10), serrare la
vite (11).

Figura 113

52001

Posizionare nell’ingranaggio RM i cuscinetti a rullini.


Montare l’alberino (2) e il supporto (1) in modo che i rispettivi
74990
fori per vite di fissaggio risultino allineati con il relativo foro del
Agganciare il paranco all’attrezzo 99360522 (1), sollevare il coperchio posteriore (4).
gruppo (2) come assemblato in precedenza e introdurlo nel Avvitare la vite (3) fissaggio alberino (2) e supporto (1) al co-
coperchio posteriore (6). perchio posteriore (4) e serrarla alla coppia prescritta.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


80 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

Figura 116
NOTA Durante il montaggio della scatola cambio verificare
che gli alberi, le aste di comando si posizionino corret-
tamente nelle rispettive sedi e che l’asta (2,
Figura 116) non si scolleghi dalla forcella (1) innesto
IIIª - IVª velocità.

Figura 119

52004

Montare nel coperchio posteriore (4) l’asta (2) di comando IIIª


/ IVª velocità, collegandola alla relativa forcella (1), e l’asta prin-
cipale (3).
Figura 117

1
51933

Applicare sulla filettatura dei perni (1) LOCTITE 242.


Avvitare i perni (1) nella scatola verificando che l’estremità de-
gli stessi si inserisca nel foro di articolazione forcella innesto
IIIª-IVª velocità (1, Figura 116) e serrarli quindi alla coppia pre-
scritta.

NOTA Se durante le precedenti operazioni di montaggio, la


forcella (1, Figura 116) si fosse svincolata dall’asta di
comando, non sarà possibile il montaggio dei perni (1)
51936
se non dopo averla ricollegata.

Introdurre nel coperchio posteriore (1) i nottolini (4) le molle


(3) e con idoneo battitoio piantare gli scodellini (2) di ritegno. Figura 120
Applicare sulla superficie di attacco statola cambio LOCTITE
5206.
Figura 118

52003

Avvitare le viti (2) fissaggio coperchio posteriore (3) alla scato-


la cambio (1) senza serrarle a fondo.
90230

Scaldare l’anello interno (1) del cuscinetto anteriore a Montare la spine di centraggio (4) nel coperchio posteriore (3)
90÷110°C e montare la scatola cambio (2) sul coperchio po- e nella scatola cambio (1).
steriore. Serrare le viti (2) alla coppia prescritta.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 81

Figura 121 Figura 124

51932 52006

Montare il puntuale (1), la molla (2) e avvitare il tappo (4) con Montare il coperchio (1) riparo albero entrata moto e serrare
una nuova rondella (3), serrandolo alla coppia prescritta. le viti (2) alla coppia prescritta.

Figura 122 Figura 125

51931
52007
Montare un nuovo anello elastico (2) di ritegno cuscinetto an-
Con calettatore 99374454 (4) e impugnatura 99370006 (3)
teriore (3) all’albero entrata moto (1).
montare l’anello di tenuta (2) nel coperchio posteriore (1).

Figura 123 Figura 126

52008
Montare sull’albero uscita moto il manicotto (1) di attacco al-
52005 bero di trasmissione.
Con calettatore 99374455 (3) montare l’anello di tenuta (2) In caso di interferenza, utilizzare per il montaggio l’attrezzo
nella scatola cambio (1). 99370234 (2) e la leva 99370317 (3) per il bloccaggio del ma-
nicotto.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


82 CAMBIO DI VELOCITÀ 6 S 300 DAILY CNG

Figura 127 Figura 129

52009 51924

Montare la rondella (3) e avvitare la vite (4). Applicare alla filettatura dei tappi (1-3) sigillante, avvitarli nella
scatola serrandoli alla coppia prescritta.
Bloccare la rotazione della flangia (1) con la leva 99370317 (5)
e serrare la vite (4) alla coppia prescritta. Posizionare sull’asta (5) il trascinatore (4).
Montare il sensore (2) per tachigrafo e l’interruttore per luci Fissarlo con la vite (2) dopo aver applicato sulla filettatura della
R.M. medesima LOCTITE 242.

Figura 128 Figura 130

51925
52118
Montare l’asta (1) di impedimento innesto contemporaneo di Montare sulla scatola cambio una nuova guarnizione (1).
più marce, nella posizione contrassegnata allo smontaggio.
Applicare alla filettatura delle viti (2) LOCTITE 510.
Montare il coperchio laterale (3) e serrare le viti (2) di fissaggio
alla coppia prescritta.
Montare la scatola comandi come descritto nel capitolo relativo.
Montare il tappo di scarico olio serrandolo alla coppia prescritta.
Riempire la scatola cambio dell’olio lubrificante nella quantità
e qualità prescritta.
Montare il tappo di controllo livello e introduzione olio serran-
dolo alla coppia prescritta.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PRESE DI FORZA 83

Prese di forza

Pagina

CARATTERISTICHE E DATI . . . . . . . . . . . . . . . 85

COPPIE DI SERRAGGIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . 86

NORME DI MONTAGGIO . . . . . . . . . . . . . . . . 87

ATTUATORE ELETTRICO COMANDO


PRESA DI FORZA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 88

- Descrizione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 88

- Funzionamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 88

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


84 PRESE DI FORZA DAILY CNG

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PRESE DI FORZA 85

CARATTERISTICHE E DATI

TIPO Hidrocar 20 Z1 Hidrocar 20 Z2


Applicazione 5 S 200 6 S 300
Rapporto I, numero di giri uscita P.T.O. * numero di giri ingres-
1 0,910
so P.T.O. (*) normale
Coppia nominale all’uscita P.T.O. * a 1500 giri/min. (Nm) 120 180
Durata prevista alla coppia nominale e a 1500 giri/min. ore 500
Senso di rotazione (rispetto al motore) Contrario
Comando Elettrico
Lato di montaggio (rispetto al senso di marcia) Sinistro
Coppia prelevabile dal cambio di velocità (Nm) 175 303
Capacità olio (litri) ~ 0,6 ÷ 0.4

(*) = Presa di forza

Giuoco assiale cuscinetti a rulli conici ingranag-


0 - 0,1mm
gio ingresso moto

Registrazione giuoco assiale cuscinetti a rulli


mediante spessori
conici ingranaggio ingresso moto

Spessori anelli di registro giuoco assiale cusci-


0,1 - 0,2 - 0,3 - 0,5 mm
netti a rulli conici ingranaggio ingresso moto

Figura 1

62092

Le prese di forza sono applicate all’albero secondario sulla parte laterale sinistra del cambio di velocità al posto del coperchio (1)

NOTA Eseguire il riempimento e il controllo del livello olio dal cambio di velocità

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


86 PRESE DI FORZA DAILY CNG

COPPIE DI SERRAGGIO
Figura 2

62181

COPPIA
PARTICOLARE
Nm kgm
1 Codolo M16x1,5 fissaggio attuatore 50 5
2 Fissaggio interruttore 50 5
3* Vite fissaggio flangia 25 2,5
Dadi M10 fissaggio presa di forza alla scatola cambio 35 ÷ 39 3,5 ÷ 3,9

* Applicare sulla filettatura della vite LOCTITE 242

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PRESE DI FORZA 87

Figura 3

62093

PARTICOLARI COMPONENTI LA PRESA DI FORZA

Figura 4

NORME DI MONTAGGIO
I particolari (*): anelli di tenuta e cuscinetti, devono essere lu-
brificati con grasso POLIMER 400.
Lo spessore degli anelli di registro (♦) devono assicurare un
giuoco assiale dei cuscinetti a rulli conici di 0 ÷ 0,1 mm.
La filettatura della vite (•) deve essere spalmata con Loctite
242.
L’ anello di tenuta (1) deve essere montato con un infossa-
mento di 6 mm dal piano della scatola presa di forza (2).

62094

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


88 PRESE DI FORZA DAILY CNG

ATTUATORE ELETTRICO COMANDO PRESA DI FORZA


Descrizione

Figura 5

62095

L’attuatore lineare (1) fornisce il movimento sull’asta di co- Funzionamento


mando (5) che genera l’innesto ed il disinnesto della presa di
forza. INNESTO DELLA PRESA DI FORZA
Esso viene fissato alla presa di forza tramite il fondello (2) avvi- L’innesto della P.T.O. (Figura 5) si articola in due fasi distinte:
tando il medesimo sulla scatola P.T.O. La prima consiste nell’avanzamento della vite senza fine (7),
La movimentazione dell’asta di comando è generata da un si- dell’asta (5) e del manicotto (3) il quale, entrando in contatto
stema composto da motore elettrico e vite senza fine (7) la con la dentatura dell’albero (4), genera il fermo assiale
quale, essendo bloccata in rotazione, si sposta linearmente dell’asta e vite senza fine in una posizione intermedia rispetto
nei due sensi di avanzamento atti ad innestare e disinnestare alla corsa totale da compiere.
la presa di forza. Il blocco assiale della vite senza fine (7) precarica la molla in-
Il carico assiale di propulsione è controllato da una molla, in- terna dell’attuatore e spegne il motore elettrico; la molla pre
terna all’attuatore (1), che fornisce una forza di circa 350 N tensionata energizza l’asta di comando (5) e mantiene il cari-
sull’asta di comando (5) della presa di forza. co assiale anche dopo lo spegnimento del motore elettrico.
La seconda fase consiste nel proseguimento della corsa qua-
lora la dentatura del manicotto (3) subisca una rotazione re-
lativa rispetto alla dentatura dell’albero (4) e cessi pertanto
la condizione di blocco assiale precedentemente stabilita dal
contrasto tra le due dentature.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PRESE DI FORZA 89

Figura 6

62096

In tal caso la molla interna dell’attuatore, precedentemente Risulta pertanto possibile installare su P.T.O. aventi valori di
precaricata, fornisce un primo movimento agli elementi (7, 5 corsa diversi senza modificare o aggiungere elementi di com-
e 3) e determina la partenza del motore elettrico preceden- pensazione.
temente fermato. DISINNESTO DELLA PRESA DI FORZA
Successivamente la corsa riprende sino all’incontro del nuo- La fase di disinnesto della P.T.O. (Figura 6) si articola in due
vo ostacolo rappresentato dalla battuta di fine corsa dell’asta movimenti:
(5) sulla scatola P.T.O.
Il primo consiste nel rientro della vite senza fine (7) per opera
A questo punto si ricrea una condizione di blocco assiale e dell’inversione eseguita sul motore elettrico.
si ripete l’operazione sopra descritta: tensionamento dell’asta
Il secondo consiste nella retrocessione dell’asta di comando
(5) e spegnimento del motore elettrico.
(5) per opera della molla (6) e conseguente disinnesto del
Per tutto il tempo in cui le dentature d’innesto della P.T.O. manicotto (3) dell’albero (4).
rimangono in contatto tra di loro il motore elettrico rimane
spento perché la pressione sulle dentature (3 e 4) viene man-
tenuta dalla molla interna dell’attuatore. NOTA Ilmovimento diretrocessionedellavite senzafine
(7) è indipendente dal medesimo spostamento
Il carico assiale sulle dentature d’innesto risulta calibrato (cir- che esegue l’asta di comando (5); questo garanti-
ca 350 N) e di graduale applicazione perché la molla di azione sce, in caso di impossibilità di sgancio del manicot-
(interna all’attuatore) compie una certa corsa prima di cari- to (3), l’arretramento immediato della vite senza
carsi completamente; pertanto gli imbocchi delle dentature fine (7) senza provocare sovraccarichi al motore
(3 e 4) vengono salvaguardati da urti violenti assicurando, ri- elettrico.
spetto ad un sistema tradizionale meccanico o pneumatico,
La P.T.O. si disinnesterà in un secondo tempo al
una minore usura degli elementi d’innesto e quindi un mag-
cessare della condizione di blocco.
gior numero di innesti realizzabili prima del deterioramento
dei componenti. Questa eventualità si può verificare se durante la
richiesta di disinnesto l’albero (4)risulta ancorain
La funzionalità risulta più efficiente in quanto l’innesto è più rotazione o pre tensionato da una coppia residua.
dolce e silenzioso rispetto ai termini tradizionali.
Il fine corsa della vite senza fine (7) è determinato dal carico
assiale e dalla distanza percorsa dall’asta di comando (5).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


90 PRESE DI FORZA DAILY CNG

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG ALBERI DI TRASMISSIONE 1

Print 603.93.283

SEZIONE 5
5056 Alberi di trasmissione

Pagina

CARATTERISTICHE E DATI . . . . . . . . . . . . . . . . 3

DIAGNOSTICA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5

COPPIE DI SERRAGGIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6

ATTREZZATURA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6

STACCO E RIATTACCO ALBERO DI


TRASMISSIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7

- Stacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7

- Riattacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7

CONTROLLO ALBERI DI TRASMISSIONE


SU VEICOLO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


2 ALBERI DI TRASMISSIONE DAILY CNG

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG ALBERI DI TRASMISSIONE 3

CARATTERISTICHE E DATI
Figura 1

ALBERO DI COLLEGAMENTO FISSO TIPO DANA 50827

Figura 2

102912
ALBERO DI COLLEGAMENTO SCORREVOLE TIPO DANA

Figura 3

50826
ALBERO DI TRASMISSIONE ARTICOLATO TIPO DANA

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


4 ALBERI DI TRASMISSIONE DAILY CNG

Lunghezza albero di trasmissione

MODELLO VERSIONE PASSO (mm) anteriore centrale posteriore

Figura 1 Figure 1-2 Figura 3

L (mm) L (mm) L1 (mm) L (mm)

FURGONE 3300 730 - 608 1660-1745

35S11G

CABINATO 3450 730 - 607 1815-1900

3300 891 - 343 1540-1625


FURGONE
3950 680 1120-1230 - 900-1010
35C11G
40C11G
50C11G
3450 680 - 607 1815-1900

CABINATO 3750 680 - 652 2110-2195

50C11G 4350 680 746 772 1965-2050

3450 670 - 629 1790-1875

670 970-1080 - 825-935


3750
60C11G CABINATO
670 - 660 2085-2170
65C11G SCUDATO

670 970-1080 - 1385-1505


4350
670 801 724 1885-1970

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG ALBERI DI TRASMISSIONE 5

PRINT 603.93.283

DIAGNOSTICA
Principali anomalie di funzionamento dell’albero di trasmis-
sione :
1- Rumorosità e vibrazione della trasmissione.

RUMOROSITÀ E VIBRAZIONE DELLA


1
TRASMISSIONE

Deformazione dell’albero. Procedere alla sostituzione dell’albero.


SI

NO

Albero non equilibrato. Eseguire il controllo dell’equilibratura e determinare i


SI punti dove saldare le piastrine di equilibratura.

NO

Giuoco eccessivo tra i profili scanalati. Sostituire l’albero.


SI

NO

Allentamento delle viti e dei dadi per fissaggio albero Provvedere, previo accurato controllo, al serraggio a
ai manicotti sul cambio o sul ponte posteriore. SI fondo delle viti e dei dadi che risultano allentati, even-
tualmente sostituire i particolari danneggiati.

NO

Giunti cardanici dell’albero di trasmissione grippati o Revisionare o sostituire i giunti cardanici


eccessivamente usurati. SI

NO

Insufficiente lubrificazione delle parti. Procedere alla lubrificazione agendo sugli appositi in-
SI grassatori.

NO

Viti di fissaggio del supporto elastico allentate. Serrare le viti alla coppia prescritta.
SI

(Continua)

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


6 ALBERI DI TRASMISSIONE DAILY CNG

Tassello elastico del supporto centrale deteriorato. Sostituire il supporto.


SI

NO

Cuscinetto del supporto elastico centrale deteriorato Sostituire il supporto.


o con giuoco eccessivo. SI

NO

Viti o ghiere di fissaggio flangia sul codolo dell’albero Serrare le viti o le ghiere alla coppia prescritta.
di trasmissione allentate. SI

COPPIE DI SERRAGGIO

COPPIA
PARTICOLARE
Nm kgm
Dado per fissaggio ghiera su albero di collegamento 250 ± 25 25,4 ± 2,5
M10 x 1,5 63,5 ± 6,5 6,5 ± 0,6
Dado per vite fissaggio flange albero di trasmissione
M12 x 1,25 116,5 ± 11,5 11,8 ± 1,2
Dado per vite fissaggio supporto albero di collegamento alla traversa telaio 62,5 ± 6,5 6,3 ± 0,6

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99370618 Supporto per stacco-riattacco albero di trasmissione

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG ALBERI DI TRASMISSIONE 7

505620 STACCO E RIATTACCO ALBERO DI TRASMISSIONE


Figura 4

105086

Stacco CONTROLLO ALBERI DI TRASMISSIONE


SU VEICOLO
NOTA Dovendo eseguire la revisione della trasmissione ini-
ziare sempre dallo stacco dell’albero posteriore.
Figura 5
Disporre sul cricco idraulico il supporto 99370618 e applica-
re quest’ultimo all’albero di trasmissione.
Togliere i bulloni di fissaggio delle flange e staccare l’albero;
per l’albero intermedio e anteriore, staccare anche il suppor-
to di sostegno alberi al telaio.

Riattacco
Eseguire, in modo inverso le operazioni eseguite per lo stacco
osservando le seguenti avvertenze:
- Controllare che le frecce riportate sulla parte scorrevole
e sull’albero siano allineate;
- Controllare che i fori della flangia anteriore siano allineati
52124
con quelli della flangia posteriore;
- i dadi per le viti d’unione flange non devono essere riuti- Le piastrine saldate agli alberi di trasmissione sono piastrine
lizzati ma sostituiti; per l’equilibratura.
- le viti d’unione delle flange devono inserirsi nei fori della In caso di mancanza di piastrine è necessario equilibrare di
flangia dalla parte del giunto cardanico; nuovo l’albero.
Agendo sull’albero di trasmissione e contemporaneamente,
- i dadi e le viti devono essere chiusi alla coppia di serraggio in modo inverso, sul manicotto scorrevole, controllare che
prescritta; non esista giuoco eccessivo tra gli scanalati.
- la flangia della parte scorrevole dell’albero di trasmissione Agendo sulle forcelle dei manicotti verificare che le crociere
dev’essere collegata alla flangia d’uscita moto. non siano usurate; in caso contrario sostituirle.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


8 ALBERI DI TRASMISSIONE DAILY CNG

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTI 1

Print 603.93.283/A

SEZIONE 6
5250 Ponti

Pagina

DIAGNOSTICA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3

PONTE 450210 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5

PONTI 450311/1 - 450511 . . . . . . . . . . . . . . . . . 35

PONTE 450517/2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 61

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


2 PONTI DAILY CNG

Print 603.93.283

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTI 3

Print 603.93.283

DIAGNOSTICA
Principali anomalie di funzionamento del ponte:

1 - Rumorosità mozzi ruote;


2 - Rumorosità ponte;
3 - Rumorosità al rilascio;
4 - Rumorosità sul tiro;
5 - Rumorosità in curva.

1 RUMOROSITÀ MOZZI RUOTE

Insufficiente lubrificazione. Controllare che non esistano perdite dalle guarnizioni o


SI dalla scatola ponte e ripristinare il livello.

NO

Cuscinetti mozzi ruote inefficienti. Procedere allo smontaggio del mozzo ed alle sostituzioni
SI necessarie.

NO

Cuscinetti mozzi ruote sregistrati. Effettuare la registrazione dei cuscinetti.


SI

2 RUMOROSITÀ PONTE

Insufficiente livello dell’olio lubrificante. Controllare che non esistano perdite dalle guarnizioni o
SI dalla scatola ponte e ripristinare il livello.

NO

Scanalature d’accoppiamento dei semialberi con gli ingra- Revisionare il ponte e sostituire i particolari usurati o dan-
naggi planetari del differenziale danneggiate. SI neggiati.

NO

Cuscinetti mozzi ruota sregistrati. Effettuare la registrazione del giuoco dei cuscinetti.
SI

(Continua)

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


4 PONTI DAILY CNG

Inesatta registrazione o deterioramento degli ingranaggi Localizzare l’inconveniente ed eseguire la revisione del
o dei cuscinetti del gruppo differenziale. SI complessivo.

3 RUMOROSITÀ AL RILASCIO

Inesatto giuoco d’accoppiamento fra pignone e corona Staccare il coperchio ispezione ruotismi ed eseguire la re-
conica. SI gistrazione del giuoco fra pignone e corona.

4 RUMOROSITÀ SUL TIRO

Insufficiente lubrificazione. Controllare che non esistano perdite dalle guarnizioni o


SI dalla scatola ponte e ripristinare il livello.

NO

Cuscinetti scatola ruotismi sregistrati o deteriorati. Procedere alla revisione del gruppo.
SI

NO

Inesatto contatto dei denti fra pignone e corona conica Procedere alla registrazione del contatto.
SI

5 RUMOROSITÀ IN CURVA

Giuoco gruppo satelliti planetari inesatto. Revisionare o sostituire il gruppo.


SI

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450210 5

Print 603.93.283

Ponte 450210

Pagina

STACCO - RIATTACCO PONTE POSTERIORE 7

- Stacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7

- Riattacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7

DESCRIZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9

CARATTERISTICHE E DATI . . . . . . . . . . . . . . . 10

COPPIE DI SERRAGGIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12

ATTREZZATURA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 16

REVISIONE COMPLESSIVO
PONTE POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20

- Smontaggio - montaggio sfiato aria . . . . . . . . . 20

- Revisione mozzi ruote . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20

- Montaggio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 21

RIPARAZIONE DIFFERENZIALE . . . . . . . . . . . . 23

- Smontaggio gruppo differenziale . . . . . . . . . . . 23

- Smontaggio scatola ruotismi . . . . . . . . . . . . . . 24

- Controllo dei particolari componenti


il differenziale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26

- Montaggio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26

- Montaggio scatola ruotismi . . . . . . . . . . . . . . . 27

- Montaggio gruppo pignone conico . . . . . . . . . 28

- Montaggio gruppo differenziale . . . . . . . . . . . . 31

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


6 PONTE 450210 DAILY CNG

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450210 7

525010 STACCO - RIATTACCO PONTE Figura 1


POSTERIORE
Stacco

Posizionare il veicolo sul terreno piano e bloccare le ruote


anteriori.
Allentare le viti di fissaggio ruote posteriori.
Sollevare posteriormente il veicolo e posizionarlo su cavalletti
di sostegno.
Posizionare sotto le ruote posteriori il carrello idraulico
99321024, togliere le viti di fissaggio ruote, il riparo e staccare
le medesime.
Svitare il dado (2) di registro tiranteria freno a mano, svincolare
i cavi dal telaio del veicolo sganciando le mollette ritegno (1).
Svitare le viti (3) per dadi di fissaggio dell’albero di trasmissione
(4).
Scollegare il cavi elettrici per segnalazione usura guarnizioni
frenanti (8) e dei sensori giri se presenti.
Scollegare il tirante (10) di registro correttore di frenata dalla
scatola ponte.
Staccare dalla scatola ponte le tubazioni (9) impianto idraulico
freni.
Scollegare la tubazione (11) dallo sfiato vapori olio scatola
ponte.
Posizionare un cricco idraulico munito di supporto 99370617
sotto il ponte.
Svitare i dadi (6) delle staffe (7) di fissaggio ponte alla molla a
balestra (5).
Abbassare il cricco idraulico ed estrarre il ponte.

Riattacco
Per il riattacco invertire le operazioni descritte per lo stacco
attenendosi alle seguenti avvertenze:
- controllare la filettatura delle staffe d’unione delle molle a
balestra al ponte; riscontrando anomalie ripassare la
filettatura (operazione 500412) oppure sostituire le staffe.
- eseguire lo spurgo aria dell’impianto idraulico freni come
descritto nella sezione relativa (operazione 784010).
- eseguire la registrazione della tiranteria comando freno a
mano come descritto nella sezione relativa (operazione
502710);
- chiudere i dadi o le viti alla coppia di serraggio prescritta;
- i dadi autobloccanti non devono essere riutilizzati;
- l’olio lubrificante della scatola ponte sia a livello;
- controllare le condizioni dei tamponi elastici (12),
riscontrandoli deteriorati sostituirli (operazione 500417).
102913

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


8 PONTE 450210 DAILY CNG

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450210 9

PRINT 603.93.283/A

DESCRIZIONE La registrazione della coppia di rotolamento dei cuscinetti si


effettua tramite anelli di registro interposti tra la scatola e gli
Il ponte é del tipo portante a semplice riduzione con coppia
anelli distanziali.
conica (pignone - corona) ippoidale.
Il giuoco tra pignone e corona si registra variando lo spessore
La scatola ponte é di lamiera in acciaio stampato con bracci
e/o la posizione degli anelli di registro, fermo restando, che
piantati a caldo.
lo spessore totale deve risultare uguale a quello degli anelli
La parte centrale, sede del gruppo differenziale é dotata di di registro smontati.
alette di raffreddamento.
La scatola ruotismi può risultare di due dimensioni diverse a
Il pignone conico é supportato da due cuscinetti a rulli conici seconda del rapporto della coppia conica..
pre-rodati per mantenere maggiormente il precarico dei cu-
Il gruppo ruotismi del differenziale é costituito da quattro in-
scinetti.
granaggi satelliti oppure nella nuova versione da due ingra-
I cuscinetti sono lubrificati all’origine dal produttore con olio naggi satelliti e da due ingranaggi planetari.
protettivo antiruggine.
I semialberi sono supportati all’interno dei bracci della scatola
La registrazione della coppia di rotolamento dei cuscinetti del ponte, da cuscinetti “UNIT - BEARING” a lubrificazione per-
pignone conico si effettua variando lo spessore dell’anello di manente (For - Life) che non richiedono registrazione.
registro posto tra i due cuscinetti a rulli conici.
I freni sono a disco con pinze freno flottanti.
Inoltre si può regolare la posizione del pignone conico rispet-
I dischi freno sono calettati sull’estremità dei semialberi e fis-
to alla corona conica, variando lo spessore dell’anello inter-
sati con perni che fungono anche da centraggio dei cerchi
posto tra la scatola ponte e l’anello esterno cuscinetto poste-
ruota.
riore pignone conico.
Le pinze freno sono fissate a flange saldate sull’estremità dei
La scatola ruotismi é supportata da due cuscinetti a rulli conici
bracci della scatola ponte.
anch’essi pre-rodati e lubrificati con olio protettivo antiruggi-
ne. Le pinze freno sono dotate del dispositivo freno di staziona-
mento.
Figura 2

51857

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


10 PONTE 450210 DAILY CNG

PRINT 603.93.283

CARATTERISTICHE E DATI

Tipo di ponte:
450210
Portante a semplice riduzione
GRUPPO DIFFERENZIALE

Rapporto di riduzione coppia


conica (no di denti: pignone/coro- 12/43 - 11/49 (1/4,45) - 9/44 (1/4,88) - 8/41 (1/5,12)
na)

Cuscinetti pignone conico. 2 a rulli conici

Coppia di rotolamento cuscinetti


pignone conico (cuscinetti lubrifica-
ti e senza guarnizione). Nm 2,3 ÷ 3,3
Cuscinetti nuovi
kgm 0,23 ÷ 0,33
Registrazione precarico cuscinetti
mediante anello di registro
pignone conico

Spessori anelli di registro precarico 5,125 ÷ 6,150 mm


> cuscinetti pignone conico con progressione di 0,025 mm
Temperatura di montaggio anello
cuscinetto interno su pignone coni- -
co

Posizionamento pignone conico ri-


mediante anello di registro
spetto alla scatola differenziale

Spessore anelli di registro interposti 3,2 ÷ 4,1 mm


> tra pignone conico e scatola diffe-
renziale con progressione di 0,05 mm

Cuscinetti per scatola ruotismi 2 a rulli conici

Coppia di rotolamento totale con


rapporti di riduzione (cuscinetti lu-
brificati e senza guarnizione):
- 11/49 - 9/44
- 8/41:
DaNm 0,26 ÷ 0,37
kgm 0,26 ÷ 0,37

Registrazione coppia di rotolamen-


mediante anelli di registro
to cuscinetti scatola differenziale

Spessore anelli di registro coppia di 2,550 ÷ 3,350 mm


> rotolamento cuscinetti scatola dif-
ferenziale con progressione di 0,025 mm

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450210 11

Tipo di ponte:
450210
Portante a semplice riduzione

Registrazione giuoco fra pignone e Mediante anelli di registro


corona

Giuoco fra satelliti e planetari 0,05 ÷ 0,15 mm

MOZZI RUOTE

Cuscinetti mozzi ruote UNIT-BEARING

Giuoco assiale cuscinetti mozzi -

Coppia di rotolamento cuscinetti


mozzi ruota Nm --
kgm --

Registrazione giuoco assiale cusci- Non registrabile


netti mozzi ruote Serraggio a coppia ghiera di fissaggio
Olio ponte TUTELA W140/M-DA (SAE 85 W 140)
Quantità Litri 1,85
Peso a secco del ponte :
- con ABS kg 112,1
- senza ABS kg 110,6
- portata massima (GRW) kg 2240

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


12 PONTE 450210 DAILY CNG

PRINT 603.93.283/A

COPPIE DI SERRAGGIO
Figura 3

102914

SEZIONE SUL DIFFERENZIALE DEL PONTE 450210

COPPIA
PARTICOLARE
Nm kgm
1 Dado di ritegno pignone conico 400 ÷ 500 40 ÷ 50
2 Vite di fissaggio semiscatola e corona conica 89 ÷ 108 8,9 ÷ 10,8
3** Tappo riempimento olio 49 ÷ 62 4,9 ÷ 6,2
4 Vite di fissaggio cappelli alla scatola differenziale 100 ÷ 120 10 ÷ 12
5 Vite di fissaggio coperchio ispezioni ruotismi alla scatola ponte 80 ÷ 95 8 ÷ 9,5
6 Vite di fissaggio coperchio ispezione ruotismi alla scatola ponte 31,5 ÷ 38,5 3,15 ÷ 3,85
(montaggio in alternativa)
*** Tappo scarico olio 49 ÷ 62 4,9 ÷ 6,2
* = Applicare sulla scatola LOCTITE 5910
** = Applicare sulla filetattura del tappo LOCTITE 577
*** = Applicare su entrambi i lati della guarnizione LOCTITE 573

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450210 13

PRINT 603.93.283/A

Figura 4

SEZIONE A-B SEZIONE A-A


(vedi Figura 3) (vedi Figura 3)

51813

SEZIONE SUL DIFFERENZIALE DEL PONTE 450210 CON QUATTRO PLANETARI

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


14 PONTE 450210 DAILY CNG

PRINT 603.93.283/A

Figura 5

SEZIONE A-B SEZIONE A-A


(vedi Figura 3) (vedi Figura 3)

49359

SEZIONE SUL DIFFERENZIALE DEL PONTE 450210 CON DUE PLANETARI

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450210 15

PRINT 603.93.283/A

Figura 6

87906

SEZIONE SUL MOZZO RUOTA 450210

COPPIA
PARTICOLARE
Nm kgm
1 Vite fissaggio ruota 160 16
2 Vite di fissaggio coperchio e riparo in lamiera alla scatola ponte 64 ÷ 79 6,4 ÷ 7,9
3 Vite di fissaggio disco e semialbero 13 ÷ 21 1,3 ÷ 2,1
4 Vite di fissaggio coperchio e riparo in lamiera 10 ÷ 16 1 ÷ 1,6
5 Vite di fissaggio pinza freno 176 ÷ 217 17,6 ÷ 21,7
6 Ghiera di fissaggio semialbero 575 ÷ 625 57,5 ÷ 62,5

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


16 PONTE 450210 DAILY CNG

PRINT 603.93.283

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99305121 Apparecchio ad aria calda

99322215 Cavalletto per revisione ponti e assali

99340204 Attrezzo per estrazione cuscinetto e semialbero dalla scatola ponte

99341003 Ponte a semplice effetto

99341009 Coppia staffe

99341011 Coppia staffe

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450210 17

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99341015 Strettoio

99345057 Blocchetto di reazione per estrattori

99348001 Estrattore con dispositivo di bloccaggio

99355176 Chiave per ghiera ritegno cuscinetto semialbero

99370006 Impugnatura per battitoi intercambiabili

99370007 Impugnatura per battitoi intercambiabili

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


18 PONTE 450210 DAILY CNG

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99370241 Attrezzo per montaggio cuscinetto semialbero

Attrezzo per determinazione spessori di registro pignone conico


99370286 (usare con 99395728)

99370317 Leva di reazione con prolunga per ritegno flange

Supporto universale per sostegno ponti durante lo stacco e


99370617 riattacco

99372236 Attrezzo per arretramento pistone pinza freno

Battitoio per montaggio piste esterne cuscinetti


99374091 (55 - 69) (usare con 99370007)

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450210 19

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

Battitoio per montaggio piste esterne cuscinetti


99374092 (69 - 91) (usare con 99370007)

Calettatore per montaggio guarnizione pignone conico differenziale


99374456 (usare con 99370006)

99389819 Chiave dinamometrica (0 ÷ 10 Nm) con attacco quadro 1/4”

Comparatore con supporto da usare con gli attrezzi per


99395728 determinare lo spessore di registro del pignone conico

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


20 PONTE 450210 DAILY CNG

PRINT 603.93.283

525010 REVISIONE COMPLESSIVO 525030 Revisione mozzi ruote


PONTE POSTERIORE
Figura 9

Le operazioni di stacco e riattacco semialberi - stac-


! co e riattacco pinze e dischi freno stacco e riattacco
sfiato aria - stacco e riattacco differenziale, sono ese-
guibili anche con il gruppo montato sul veicolo.

Prima di posizionare il complessivo ponte sul cavalletto per


la revisione, scaricare l’olio svitando il tappo laterale della sca-
tola ponte.

Figura 7
51802

Rimuovere le viti (1) e staccare la pinza freno (2) completa


di guarnizioni frenanti, dal supporto.

La pinza non deve essere sottoposta ad urti violenti


! o a cadute.
Evitare il contatto delle cuffie in gomma con utensili
metallici appuntiti.
Non sporcare o umettare le cuffie in gomma con olii o grassi
minerali.
Non imbrattare le pastiglie con liquidi o grassi.
51800

Sistemare il ponte completo sul cavalletto 99322215. Non azionare la leva del freno di stazionamento prima del
montaggio sul disco.
Questa operazione fa fuoriuscire il pistone, riducendo la luce
I dati di identificazione del gruppo ponte posteriore tra le due guarnizioni frenanti e compromettendo la calzabilità
! sono riportati sulla targhetta (1) fissata vicino al sup- sul disco.
porto attacco balestra.
Qualora questa operazione venisse eseguita inavvertitamen-
te, é necessario smontare le guarnizioni frenanti e fare arretra-
re il pistoncino con l’attrezzo 99372236 osservando le avver-
tenze indicate nella sezione FRENI.

525013 Smontaggio - montaggio sfiato aria


Figura 10

Figura 8

51803

Rimuovere i perni (1 - 2) di centraggio/fissaggio disco freno


75002
(3) al semialbero (4) e staccare il disco freno (3).

Controllare che lo sfiato aria (1) non sia intasato, in caso con-
NOTA Controllare il disco freno come descritto nella se-
trario smontarlo, pulirlo accuratamente e rimontarlo.
zione Freni. Nel riporre il disco freno non danneg-
giare la dentatura della ruota fonica (se presente).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450210 21

Figura 11 Figura 14

51804 51807

Rimuovere le viti (2) fissaggio riparo (1) e coperchio (3) alla Con chiave 99355176 (1), rimuovere la ghiera (2) ritegno cu-
scatola ponte (4). scinetto (4) al semialbero (3).

Figura 12 Figura 15

51805 51808

Estrarre il semialbero (2) dalla scatola ponte (1). Disporre opportunamente sulla pressa idraulica il semialbero
(1) e con l’estrattore 99348001 (3) estrarre il cuscinetto (2).
In caso di difficoltà utilizzare per l’estrazione del semialbero
(2) l’attrezzo 99340204 (3) applicato come illustrato in figura.

Figura 13 Figura 16

51809

Togliere la vite (1) e smontare il coperchio (3) dal riparo (2).


51806
Montaggio
Serrare il semialbero (1) in morsa.
Posizionare il riparo (2) sul coperchio (3) e serrare le viti di
Sollevare l’acciaccatura (⇒) della rondella sulla ghiera (2). fissaggio (1) alla coppia prescritta.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


22 PONTE 450210 DAILY CNG

Figura 17 Figura 19

51810 51812

Disporre l’attrezzo 99370241 (4) sulla pressa e posizionare Montare sulla scanalatura anulare del cuscinetto (4) un nuo-
sul medesimo il cuscinetto (3) e il riparo (2) con il coperchio. vo anello di tenuta (3).
Introdurre nel cuscinetto (3) il semialbero (1) e con l’azione Lubrificare con grasso TUTELA MR3 l’anello di tenuta (3) e
della pressa (carico di piantaggio 3300 ÷ 18000 N) inserirlo la superficie esterna del cuscinetto (4).
fino a battuta.
Montare il semialbero (2) così assemblato nella scatola ponte.
Serrare le viti di fissaggio (1) alla coppia prescritta.
NOTA Il cuscinetto (3) non deve essere riscaldato.

Figura 18

Figura 20

51811

Montare la rondella (2) e la ghiera (1).


51803
Con la chiave 99355176 (3) serrare la ghiera (1) alla coppia
prescritta.
Acciaccare la rondella (2) (⇒) sulla fresatura della ghiera (1) Montare il disco freno (3) sul semialbero (4) e serrare i perni
come illustrato in figura. (1 - 2) di fissaggio alla coppia prescritta.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450210 23

PRINT 603.93.283/A

Figura 21 Figura 23

51816

51802 Contrassegnare la posizione dei cappelli (1 e 2), togliere le viti


(3) e smontarli.
NOTA La guarnizione frenante con segnalatore di usura
deve essere montata dalla parte del pistoncino del-
la pinza freno.

Appoggiare la pinza freno (2) con le guarnizioni frenanti sul


supporto.

NOTA Riscontrando la necessità di arretrare il pistoncino


della pinza freno utilizzare per lo scopo l’attrezzo
99372236, osservando le avvertenze indicate nella
sezione FRENI.

Serrare le viti (1) di fissaggio pinza (2) alla coppia prescritta.


Al termine del montaggio riempire la scatola ponte di olio
TUTELA W140/M - DA della quantità e qualità prescritta.

526210 RIPARAZIONE DIFFERENZIALE


Smontaggio gruppo differenziale
Figura 24
NOTA Prima di eseguire la riparazione del differenziale è
necessario provvedere allo scarico dell’olio e allo
smontaggio dei semialberi, come descritto nel capi-
tolo revisione mozzi ruota (operazione 525030).

Figura 22

101972

Estrarre dalla scatola ponte il gruppo differenziale (1).

51815
NOTA Annotare la posizione di montaggio degli anelli di
registro (2 - 4), dei distanziali (3 - 5), degli anelli
Svitare le viti (1) complete di rosette di sicurezza e rondelle esterni (6) e dei cuscinetti a rulli conici per posizio-
elastiche (se presente) e togliere il coperchio (2) ispezione narli al montaggio nella stessa posizione.
ruotismi completo di guarnizione (se presente).

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


24 PONTE 450210 DAILY CNG

Smontaggio scatola ruotismi Figura 28


Figura 25

18224

51818
Usando un battitoio generico espellere dalla scatola ruotismi
Con ponte 99341003 (1) staffe 99341009 (2), strettoio (1) il perno lungo (2) e per il differenziale con 4 satelliti i due
99341015 (3) e blocchetto di reazione 99345057 (4) estrar- perni corti (3).
re gli anelli interni (5 - 7) dei cuscinetti a rulli conici dalla scato- Figura 29
la ruotismi (6).

Figura 26

18222

20378
NOTA Contrassegnare il coperchio (1) e la scatola ruoti-
smi (4).
Per il differenziale con 4 satelliti, togliere dalla scatola ruotismi
la crociera (1) ed i 4 satelliti (2) oppure i due satelliti con le
Svitare le viti (2), togliere la corona conica (3) ed il coperchio relative rondelle di spallamento (3).
(1) per scatola ruotismi (4).
Figura 30
Figura 27

62099

Togliere dalla scatola ruotismi (1) il planetario (2) lato coper- 18226
chio completo di rondella di spallamento (3).
Usando un battitoio generico espellere dalla scatola ruotismi Togliere il planetario (1) lato scatola ruotismi completo di
(1) il perno lungo (4) ed i due perni corti (5). rondella di spallamento.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450210 25

Figura 31 Figura 34

51824 61866

Sollevare l’acciaccatura (⇒) del dado (3) di ritegno flangia (1). Togliere l’anello di tenuta (1) e l’anello interno (2) del cusci-
netto anteriore.
Con l’attrezzo 99370317 (2) bloccare la rotazione del mani-
cotto (1).
Smontare il dado (3).
Figura 35

Figura 32

51828

Con punzone smontare gli anelli esterni (3 - 4) dei cuscinetti


a rulli conici dalla scatola ponte (1) e rimuovere lo spessore
51825 di registro (2).
Estrarre la flangia (1) dal pignone conico (2).

Figura 36
Figura 33

51826 74727

Con un battitoio in bronzo, battere nel senso indicato dalla Con ponte 99341003 (2), staffe 99341011 (1), strettoio
freccia sino ad espellere dalla scatola ponte (2) il pignone co- 99341015 (5) estrarre l’anello interno (3) del pignone co-
nico (1), completo di cuscinetto posteriore, distanziale fisso nico (4).
ed anello di registro.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


26 PONTE 450210 DAILY CNG

Figura 37

61868

PARTICOLARI COMPONENTI IL GRUPPO DIFFERENZIALE


1. Dado - 2. Manicotto attacco trasmissione - 3. Anello di tenuta - 4. Cuscinetto anteriore - 5. Anello di spessoramento pigno-
ne - 6. Distanziale fisso - 7. Anello fisso - 8. Anello di registro - 9. Cuscinetto posteriore - 10. Pignone conico -
11. Corona conica - 12. Anello fisso - 13. Anello di registro - 14. Cuscinetto - 15. Scatola ruotismi - 16. Rondella di spallamen-
to per planetario - 17*. Crociera - 18. Planetario - 19. Coperchio scatola ruotismi - 20. Vite - 21. Anello fisso -
22. Anello di registro - 23. Cuscinetto - 24. Rondella di spallamento per satellite - 25. Satellite - 26*. Perno corto -
27. Perno lungo.
* solo per differenziale con 4 satelliti
Controllo dei particolari componenti il
differenziale NOTA Qualora si dovesse sostituire la corona o il pignone,
è necessario sostituire entrambi in quanto i partico-
Pulire accuratamente i singoli pezzi componenti il differenziale. lari vengono forniti di ricambio accoppiati.
Lubrificare i cuscinetti e far ruotare liberamente la gabbia por-
ta-rulli, la rotazione deve essere regolare e non presentare
indurimenti. Controllare le superfici di appoggio della corona Controllare i satelliti con relative rondelle di spallamento, il
conica e del piano di battuta della semiscatola affinché la co- perno ed i planetari con le rondelle di spallamento.
rona vi aderisca perfettamente. Deformazioni di detti piani, Sostituire, con particolari nuovi, tutti gli elementi di tenuta, il
determinerebbero vibrazioni delle viti fissaggio corona, com- dado di ritegno per pignone conico e la ghiera di registrazione
promettendo il buon funzionamento del gruppo. cuscinetti scatola ruotismi.
Montaggio
NOTA Pulire accuratamente tutte le filettature onde ot-
tenere delle registrazioni esatte e delle coppie di NOTA I cuscinetti a rulli conici sono forniti di ricambio lu-
serraggio precise. brificati con olio antiruggine.
Essi non devono essere puliti lavati o scaldati per
il montaggio.
Controllare che il tratto scanalato per il calettamento della I cuscinetti di supporto scatola differenziale devono
flangia sul pignone non presenti usure eccessive, nel qual caso essere entrambi dello stesso fornitore.
sostituire il pignone.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450210 27

Montaggio scatola ruotismi Figura 41


Figura 38

18237
18226

Montare il coperchio facendo coincidere le bulinature prati-


Posizionare il planetario (1), lato scatola ruotismi, completo cate durante lo smontaggio; montare la corona conica e bloc-
di rondella di spallamento nella propria sede. carla alla semiscatola mediante le viti di fissaggio.
mediante l’uso di una chiave dinamometrica (1) serrare le viti
Figura 39 (2) di fissaggio alla coppia prescritta.

Figura 42

2
20379

Posizionare i due satelliti (1) completi di rondelle di spalla-


mento, la crociera (2) solo per il differenziale con 4 satelliti
e quindi inserire il perno lungo (3).
18240

Figura 40 Solo per i ponti con bloccaggio differenziale.


Scaldare con l’attrezzo 99305121 l’anello (1) di spallamento
alla temperatura di 120ºC÷150ºC per 15’ e montarlo sulla
scatola ruotismi (2) dalla parte del bloccaggio differenziale.

20380

Solo per il differenziale con 4 satelliti posizionare gli altri 2 sa-


telliti (1) completi di rondelle di spallamento e quindi inserire
i 2 perni (2) corti.
Far ruotare il gruppo satelliti-planetari e controllare che la ro-
tazione sia libera e non presenti indurimenti.
Montare l’altro planetario completo di rondella di spallamento.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


28 PONTE 450210 DAILY CNG

Figura 43 Figura 46

51837

Con battitoio 99374091 (3) e impugnatura 99370006 (4) 101977


montare l’anello esterno (2) del cuscinetto a rulli conici nella Montare sul falso pignone 99370286 (1) la rondella di dota-
scatola ponte (1). zione (3), l’anello interno (2) del cuscinetto a rulli conici.

NOTA I cuscinetti nuovi sono lubrificati con olio antiruggi-


ne e pertanto non devono essere lavati o scaldati
per il montaggio.

Figura 44

51838
Figura 47
Posizionare nella scatola ponte (5) l’anello di registro (4)
rimosso allo smontaggio.
Con battitoio 99374092 (2) e impugnatura 99370007 (1),
montare l’anello esterno (3) del cuscinetto a rulli conici.
Montaggio gruppo pignone conico
Figura 45

51839

Posizionare il falso pignone 99370286 (1) assemblato come


in Figura 46 sull’anello esterno (2) del cuscinetto a rulli conici.
Sul lato opposto, montare sul falso pignone (1) l’anello inter-
18241 no (3) del cuscinetto a rulli conici e la flangia (4) di attacco
Azzerare, su un piano di riscontro (2), un comparatore (1) po- albero di trasmissione.
sto sul supporto 99395728 (3) e precaricarlo leggermente. Avvitare il dado (5) in modo che il falso pignone ruoti libera-
mente senza giuoco assiale.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450210 29

Figura 48 Figura 49

51840 18246

Montare il supporto 99395728 (2) completo di comparatore


(1) sul falso pignone 99370286 (3).
NOTA Se il valore inciso sul pignone è preceduto dal se-
Orientrare il comparatore, precedentemente azzerato, in gno positivo (+) esso deve essere sottratto al valo-
modo da posizionare l’astina sulla parte più bassa della sede re ricavato dalla somma divisa per due delle sedi,
del cuscinetto di supporto scatola ruotismi e annotare lo sco- mentre deve essere aggiunto se è preceduto dal se-
stamento A1. gno negativo (-).
Ripetere la medesima operazione sulla sede dell’altro cusci-
netto ed annotare lo scostamento A2.
Svitare il dado di ritegno, la flangia attacco trasmissione e sfila-
Lo spessore S da sommare algebricamente allo spessore dell’ re la medesima e il cuscinetto dal falso pignone.
anello di registro (4, Figura 50) utilizzato per la misurazione,
per posizionamento pignone si ottiene applicando la seguen- Togliere dalla scatola ponte il falso pignone completo di sup-
te formula: porto 99395728, comparatore e cuscinetto posteriore.

S = A1 + A2 − ( B)
2
A1 indica il valore rilevato sulla sede destra.
A2 indica il valore rilevato sulla sede sinistra.
B indica il valore inciso sul pignone conico (vedere Figura 49).
Figura 50

Esempio:

S = 1, 05 + 1, 10 − (− 0, 05) = 2, 15 + 0, 05 = 1,125
2 2

Il risultato della formula deve essere sommato algebricamente


al valore dell’anello di registro utilizzato per la misurazione.
Esempio:
se il valore dell’anello di registro utilizzato è 3,00 mm sostituirlo
con una da 4,125 mm (3,00 + 1,125).
51838

Se necessario, sostituire l’ anello di registro (4) con un altro


avente lo spessore calcolato dopo aver smontato con battitoio
l’ anello esterno (3) del cuscinetto dalla scatola ponte (5).
Montare quindi il nuovo anello di registro (4) , nella scatola
ponte (5).
Con battitoio 99374092 (2) e impugnatura 99370007 (1)
montare l’anello esterno (3) del cuscinetto a rulli conici.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


30 PONTE 450210 DAILY CNG

PRINT 603.93.283

Figura 51 Figura 54

18251
51845
Con idoneo battitoio (1) e pressa idraulica montare, l’anello
interno (2) del cuscinetto a rulli conici sul pignone conico (3). Montare il pignone conico (1) nella scatola ponte in modo
da imboccare l’anello interno (2) del cuscinetto a rulli conici.
Figura 52 Battere sulla sommità del pignone (1) fino a rendere possibile
il montaggio del dado ritegno flangia (3) attacco albero di tra-
smissione.

18252

Posizionare sul pignone conico (1) il distanziale fisso (3) e


l’anello di registro (2) usato in precedenza per ottenere la
coppia di rotolamento prescritta.

Figura 53

Figura 55

62097

Posizionare la scatola ponte come indicato in figura. 51846

Montare l’anello interno (1) del cuscinetto a rulli conici e la


Con l’attrezzo 99370317 (2) bloccare la rotazione della
flangia (2) di attacco albero di trasmissione.
flangia (1).
Disporre sul cavalletto un tubo (3) di diametro e lunghezza
tali da consentire un solido appoggio alla flangia (2) ed al so- Con chiave dinamometrica (3), serrare il dado di ritegno pi-
vrastante anello interno (1) del cuscinetto a rulli conici. gnone conico alla coppia prescritta.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450210 31

PRINT 603.93.283/A

Figura 56 Figura 58

74728 51849

Con chiave dinamometrica 99389819 (1), rilevare la coppia


di rotolamento del pignone conico. NOTA Posizionare i cappelli (2) facendo coincidere i con-
trassegni praticati durante lo smontaggio.
NOTA La coppia di rotolamento deve essere rilevata con
temperatura ambiente di 25º C, facendo ruotare il
pignone ad una velocità di 50 giri/minuto dopo che Avvitare le viti (1) e con chiave dinamometrica (3), serrarle
il medesimo ha compiuto 10 giri. alla coppia prescritta.

Riscontrando un valore diverso da quello prescritto, smonta-


re pignone (1, Figura 54), sostituire l’anello di registro (2,
Figura 52) con un’altro di spessore adeguato. Montare nuo-
vamente il pignone come già descritto e ripetere il controllo
della coppia di rotolamento.

Montaggio gruppo differenziale

NOTA Nel montaggio del gruppo differenziale, attenersi


scrupolosamente alle coppie di serraggio prescritte
utilizzando la chiave dinamometrica. Figura 59

Figura 57

74728

Eseguire il controllo della coppia di rotolamento totale con


la chiave dinamometrica 99389819 (1).

NOTA La coppia di rotolamento deve essere rilevata con


102972 temperatura ambiente di 25º C, facendo ruotare il
pignone ad una velocità di 50 giri/minuto dopo che
Montare nella scatola ponte il gruppo differenziale (1) con i il medesimo ha compiuto 10 giri.
cuscinetti di supporto (4).
Montare i distanziali e anelli di registro nella stessa quantità,
spessore e posizione riscontrati allo smontaggio, nel seguen- Riscontrando un valore diverso da quello prescritto, sostitui-
te ordine: l’anello di registro (2), distanziale (3 e 5) e l’anello re gli anelli di registro (2 e 4, Figura 57) con altri di spessore
di registro (4). adeguato.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


32 PONTE 450210 DAILY CNG

PRINT 603.93.283

Figura 60 Figura 62

51850
Contatto corretto
Posizionare il comparatore 99395684 (1) a base magnetica
e rilevare il giuoco tra pignone e corona su quattro denti con- 44604
trapposti della corona dentata, (2).
La media dei valori rilevati deve corrispondere al valore pre-
Figura 63
scritto.
Riscontrando un giuoco diverso smontare nuovamente i cap-
pelli (3) e invertire la posizione di montaggio degli anelli di re-
gistro (1 e 3 Figura 57).
Qualora questo non fosse sufficiente sostituire gli anelli di re-
gistro con altri di spessore diverso, fermo restando che lo
spessore totale deve essere uguale a quello degli anelli di regi-
stro smontati.
Questo per non variare la coppia di rotolamento totale.
Applicare, con un pennello un leggero strato di blu di Prussia
sui denti della corona.
Ruotare il pignone e rilevare l’impronta del contatto dei denti Eccessivo contatto sulla
del pignone sui denti della corona. parte inferiore o fianco del
dente.
Di seguito sono illustrati i possibili contatti con le correzioni
per ottenere un esatto accoppiamento della coppia conica. Allontanare il pignone dalla
corsa ed avvicinare poi la
corona al pignone per
regolare il giuoco. 44605

Figura 64
Figura 61

Eccessivo contatto sul cal-


cagno del dente.
44603
Avvicinare la corona al pi-
A = Profondità d’innesto E = Base maggiore gnone ed allontanare poi il
B = Cresta F = Calcagno
pignone dalla corona per
C = Fianco G = Punta regolare il giuoco.
D = Giuoco H = Superficie di contatto
44606
I = Superficie laterale

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450210 33

Figura 65 Figura 68

Eccessivo contatto nella


parte superiore o cresta
del dente.
51852
Avvicinare il pignone alla Lubrificare il labbro interno dell’anello di tenuta (1).
corona ed allontanare poi la
corona del pignone per re- Con caletattore 99374456 (2) e impugnatura 99370006 (3)
golare il giuoco. 44607 montare l’anello di tenuta nella scatola ponte.

Figura 69
Figura 66

Eccessivo contatto sulla


punta del dente.
51846
Allontanare la corona dal
pignone ed avvicinare poi il Montare la flangia (1) e con l’attrezzo 99370317 (2) bloccare
pignone alla corona per re- la sua rotazione con chiave dinamometrica (3).
golare il giuoco. 44608 Serrare il dado di ritegno pignone conico alla coppia prescrit-
ta.
Figura 67 Figura 70

51851

Dopo aver determinato il giuoco di accoppiamento prescritto, 51853


l’attrezzo 99370317 (2) bloccare la rotazione della flangia (1). In corrispondenza della fresatura del pignone conico (2), ese-
Svitare il dado di ritegno e sfilare la flangia (1) dal pignone co- guire l’acciaccatura del collarino del dado (1) come rappre-
nico. sentato in figura.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


34 PONTE 450210 DAILY CNG

Figura 71 Figura 73

62098

51854
Secondo l’ordine indicato in figura serrare le viti alla coppia
Pulire accuratamente la flangia della scatola ponte. di:
Applicare sulla flangia della scatola ponte sigillante LOCTITE - viti flangiate (per soluzione senza guarnizione) 80 ÷ 95
5910 in modo da formare un cordolo di ~ 5 mm. di diametro. Nm;
Esso deve risultare uniforme (nessun grumo), privo di bolle - viti con rosetta (per soluzione con guarnizione) 31,5 ÷
d’aria, zone sottili o discontinuità. 38,5 Nm;
Eventuali imperfezioni devono essere corrette nel più breve Completare il montaggio osservando le seguenti prescrizioni:
tempo possibile.
Montare i semialberi come descritto nel capitolo “525030 re-
Evitare di usare materiale in eccesso per sigillare il giunto. visione mozzi”.
Troppo sigillante tenderebbe a fuoriuscire su entrambi i lati Applicare sulla filettatura del tappo scarico olio frenafiletto
del giunto. LOCTITE 577, avvitarlo nella scatola ponte serrandolo alla
coppia prescritta.
Dopo aver completato l’applicazione del sigillante, i giunti ri-
chiedono un assemblaggio immediato (10 - 20 minuti). Introdurre attraverso l’apposito foro l’olio di lubrificazione
della qualità e quantità prescritta.
Per sigillature successive è disponibile il prodotto 21623 in
grado di ammorbidire o sciogliere il sigillante sopracitato. Applicare sulla filettatura del tappo di controllo, frenafiletto
LOCTITE 577, avvitarlo nella scatola ponte serrandolo alla
La pulizia della superficie da sigillare è necessaria e imprescin-
coppia prescritta.
dibile al fine di ottenere buone sigillature successive.
Togliere il gruppo dal cavalletto.

NOTA Il gruppo deve essere riposto su apposito sostegno


per evitare che si danneggino i ripari parapolvere
e/o dischi freno.

Figura 72

51855

Montare il coperchio (1) e avvitare le viti (2).


- viti flangiate (per soluzione senza guarnizione);
- viti con rosetta (per soluzione con guarnizione).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTI 450311/1 - 450511 35

PRINT 603.93.283/A

Ponti 450311/1
450511

Pagina

STACCO - RIATTACCO PONTE . . . . . . . . . . . 37

- Stacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 37

- Riattacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 37

DESCRIZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 39

CARATTERISTICHE E DATI . . . . . . . . . . . . . . . 40

COPPIE DI SERRAGGIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43

ATTREZZATURA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 45

REVISIONE COMPLESSIVO PONTE POSTERIORE 48

- Revisione mozzi ruote . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 48

- Sostituzione cuscinetto mozzo ruota . . . . . . . 49

RIPARAZIONE DIFFERENZIALE . . . . . . . . . . . . 52

- Stacco bloccaggio differenziale . . . . . . . . . . . . 52

- Smontaggio bloccaggio differenziale . . . . . . . . 52

- Montaggio bloccaggio differenziale . . . . . . . . . 52

- Riattacco bloccaggio differenziale . . . . . . . . . . 52

- Registrazione bloccaggio differenziale . . . . . . . 53

- Smontaggio gruppo differenziale . . . . . . . . . . . 53

- Smontaggio scatola ruotismi . . . . . . . . . . . . . . 54

- Montaggio scatola ruotismi . . . . . . . . . . . . . . . 56

- Montaggio gruppo pignone conico . . . . . . . . . 56

- Montaggio gruppo differenziale . . . . . . . . . . . . 57

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


36 PONTI 450311/1 - 450511 DAILY CNG

PRINT 603.93.283

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTI 450311/1 - 450511 37

PRINT 603.93.283

STACCO - RIATTACCO PONTE


Stacco Figura 1

Posizionare il veicolo sul terreno piano e bloccare le ruote anteriori.


Allentare i dadi di fissaggio ruote posteriori.
Sollevare posteriormente il veicolo e posizionarlo su cavalletti di
sostegno.
Posizionare sotto le ruote posteriori il carrello idraulico 99321024,
togliere i dadi di fissaggio ruote e staccare le medesime.
Svitare il dado (4) di registro tiranteria freno a mano, svincolare i cavi
della traversa del veicolo, sganciando le mollette di ritegno (3).
Svitare le viti (6) di fissaggio dell’albero di trasmissione.
Scollegare i cavi elettrici per segnalazione usura guarnizioni frenanti
(2) e (13) dei sensori giri ABS, se presenti.
Scollegare il tirante (14) di registro correttore di frenata dalla scatola
ponte.
Svitare i dadi (5) di fissaggio degli ammortizzatori.
Staccare dal raccordo fissato alla scatola ponte la tubazione olio (1),
Svitare le viti (9) di fissaggio della barra stabilizzatrice (10) al ponte.
Scollegare la tubazione (16) dallo sfiato vapori olio della scatola
ponte.
Solo per il ponte con bloccaggio differenziale
Sganciare la molla (17) e staccare dalla scatola ponte la staffa (19) di
sostegno tirante flessibile (18) per comando bloccaggio differenziale.
Staccare il cavo elettrico del trasmettitore (15) di segnalazione
bloccaggio differenziale inserito.
Per tutti i veicoli
Posizionare un cricco idraulico munito di supporto 99370617 sotto
il ponte.
Svitare i dadi (7) delle staffe (8) di fissaggio ponte alla molla a balestra
(11).
Abbassare il cricco idraulico ed estrarre il ponte.

Riattacco
Per il riattacco invertire le operazioni descritte per lo stacco
attenendosi, per la chiusura delle viti e/o dei dadi alle coppie di
serraggio prescritte.
Al termine verificare che:
- controllare la filettatura delle staffe d’unione delle molle a
balestra al ponte; riscontrando anomalie ripassare la filettatura
(operazione 500412) oppure sostituire le staffe;
- eseguire lo spurgo aria dell’impianto idraulico freni come
descritto nella sezione relativa (operazione 784010);
- eseguire la registrazione della tiranteria comando freno a mano
come descritto nella sezione relativa (operazione 502710);
- chiudere i dadi e le viti alla coppia di serraggio prescritta;
- i dadi autobloccanti non devono essere riutilizzati;
- controllare le condizioni dei tamponi elastici (12), riscontrandoli
deteriorati sostituirli (operazione 500417);
52121
- l’olio lubrificante della scatola ponte sia a livello.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


38 PONTI 450311/1 - 450511 DAILY CNG

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTI 450311/1 - 450511 39

PRINT 603.93.283

DESCRIZIONE Il giuoco tra pignone e corona si registra variando lo spessore


e/o la posizione degli anelli di registro, fermo restando, che
Il ponte é del tipo portante a semplice riduzione con coppia
lo spessore totale deve risultare uguale a quello degli anelli
conica (pignone - corona) ipoidale.
di registro smontati.
La scatola ponte é di lamiera in acciaio stampato con bracci
La scatola ruotismi è costituita da due semi-scatole.
piantati a caldo.
Essa può risultare di due dimensioni diverse a seconda del
La parte centrale, sede del gruppo differenziale é dotata di
rapporto della coppia conica..
alette di raffreddamento.
Il gruppo ruotismi del differenziale é costituito da quattro in-
Il pignone conico é supportato da due cuscinetti a rulli conici
granaggi satelliti e da due ingranaggi planetari.
prerodati per mantenere maggiormente il precarico dei cu-
scinetti. I mozzi ruota sono caletatti, con cuscinetti “UNIT - BEA-
RING” a lubrificazione permanente (Long Life) sui bracci del-
La registrazione della coppia di rotolamento dei cuscinetti del
la scatola ponte.
pignone conico si effettua variando lo spessore dell’anello di
registro posto tra i due cuscinetti a rulli conici. I cuscinetti non necessitano di registrazione.
Inoltre si può regolare la posizione del pignone conico rispet-
I freni sono a disco con pinze freno flottanti.
to alla corona conica, variando lo spessore dell’anello inter-
posto tra la scatola ponte e l’anello esterno cuscinetto poste-
riore pignone conico. I dischi freno sono calettati sui mozzi ruota.

La scatola ruotismi é supportata da due cuscinetti a rulli coni- Le pinze freno sono supportate da flange fissate ai bracci del-
ci. lal scatola ponte.
La registrazione della coppia di rotolamento dei cuscinetti si
effettua tramite anelli di registro interposti tra gli anelli distan- Il freno di stazionamento è del tipo a tamburello, incorporato
ziali e gli anelli esterni dei cuscinetti medesimi. nel disco freno.

Figura 2

51858

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


40 PONTI 450311/1 - 450511 DAILY CNG

CARATTERISTICHE E DATI
Tipo di ponte:
450311/1 450511
Portante a semplice riduzione
Bloccaggio differenziale meccanico a comando elettrico a richiesta
15/44(1/2,93) - 14/43 (1/3,07) -
GRUPPO DIFFERENZIALE 13/41 (1/3,15) - 13/43 (1/3,30)
- 14/47 (1/3,35)
(1/3 35) - 13/47 13/43(1/3,30) - 14/47(1/3,35)
(1/3,61) - 12/47 (1/3,91) - - 13/47(1/3,61) -
Rapporto di riduzione coppia 11/46(1/4,18) - 9/40(1/4,44) - 12/47(1/3,91) - 11/46(1/4,18)
conica (no di denti: pignone/coro- 9/44(1/4,88) - 9/46(1/5,11) - 9/40(1/4,44) - 9/44(1/4,88) -
na) - 9/47(1/5,22) - 8/45(1/5,62) - 9/47(1/5,22) - 8/45(1/5,62)
7/41(1/5,85)

Cuscinetti pignone conico. 2 a rulli conici

Coppia di rotolamento cuscinetti


pignone conico (cuscinetti e guarni-
zione lubrificati). Nm 1,2 ÷ 2,4
Cuscinetti nuovi
kgm 0,12 ÷ 0,24
Registrazione precarico cuscinetti
mediante anelli di registro
pignone conico

> Spessori anello di registro precarico 1 ÷ 1,975 mm


cuscinetti pignone conico con progressione di 0,025 mm
Temperatura di montaggio anello
cuscinetto interno su pignone coni- 80 °C ÷ 90 °C
co

Posizionamento pignone conico ri-


mediante anelli di registro
spetto alla scatola differenziale

Spessori anello di registro 1 ÷ 1,975 mm


> interposto tra cuscinetto pignone
conico e scatola differenziale con progressione di 0,025 mm

Cuscinetti per scatola ruotismi 2 a rulli conici

Coppia di rotolamento cuscinetti


scatola differenziale
Nm 2 ÷ 2,8
kgm 0,20 ÷ 0,28

Registrazione coppia di rotolamen-


mediante anelli di registro
to cuscinetti scatola differenziale

Spessori anello di registro coppia di 1 ÷ 1,95 mm


> rotolamento cuscinetti scatola dif-
ferenziale con progressione di 0,05 mm

Giuoco fra pignone e corona 0,15 ÷ 0,20 mm

Registrazione giuoco fra pignone e mediante anelli di registro


corona

Giuoco fra satelliti e planetari 0,12 ÷ 0,18 mm

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTI 450311/1 - 450511 41

Tipo di ponte:
450311/1 450511
Portante a semplice riduzione

MOZZI RUOTE

Cuscinetti mozzi ruote Unit-Bearing

Giuoco assiale cuscinetti mozzi -

Coppia di rotolamento cuscinetti


mozzi ruota Nm --
kgm --

Registrazione giuoco assiale cusci- Non registrabile


netti mozzi ruote Serraggio a coppia ghiera di fissaggio

Olio ponte TUTELA W140/M-DA


Quantità Litri 1,9
Peso a secco del ponte :
- con ABS kg 154,6
- senza ABS kg 153
- portata massima (GRW) kg 3100 3700

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


42 PONTI 450311/1 - 450511 DAILY CNG

Figura 3

51862

SEZIONE SUL DIFFERENZIALE

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTI 450311/1 - 450511 43

COPPIE DI SERRAGGIO
Figura 4

44588

SEZIONE SUL DIFFERENZIALE DEL PONTE CON BLOCCAGGIO DIFFERENZIALE

COPPIA
PARTICOLARE
Nm kgm
1 Dado di ritegno pignone conico 400 ÷ 500 40 ÷ 50
2 Vite di fissaggio semiscatola e corona conica 200 ÷ 210 20 ÷ 21
3 Vite di fissaggio supporto per bloccaggio differenziale alla scatola ponte o fissaggio 21 ÷ 25 2,1 ÷ 2,5
coperchio per sede supporto bloccaggio differenziale
4 Vite fissaggio coperchio ispezione ruotismi alla scatola ponte 21 ÷ 26 2,1 ÷ 2,6
5 Vite di fissaggio cappelli alla scatola ponte 96 ÷ 117 9,6 ÷ 1,17

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


44 PONTI 450311/1 - 450511 DAILY CNG

Figura 5

87907

SEZIONE SUL MOZZO RUOTA

COPPIA
PARTICOLARE
Nm kgm
1 Dado di fissaggio ruota 290 ÷ 349 29 ÷ 34,9
2 Vite di fissaggio semialbero al mozzo ruota 63 ÷ 76 6,3 ÷ 7,6
3 Ghiera ritegno cuscinetto mozzo ruota 618 ÷ 667 61,8 ÷ 66,7
4 Vite fissaggio disco freno al mozzo ruota 69 ÷ 76 6,9 ÷ 7,6
5 Vite fissaggio supporto pinza al supporto ganasce 180 ÷ 220 18 ÷ 22
6 Vite fissaggio supporto ganasce alla scatola ponte 85 ÷ 97 8,5 ÷ 9,7
7 Vite fissaggio riparo 8 0,8
** Vite fissaggio supporto sensore 5÷7 0,5 ÷ 0,7
* Spalmare la superficie di unione semialbero - mozzo ruota con ermetico tipo “B”
** Al montaggio delle viti di fissaggio dal supporto sensore distributore alcune gocce di frenafiletto “Loctite 245” sul filetto dei
fori corrispondenti della staffetta saldata sul braccio ponte

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTI 450311/1 - 450511 45

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99305121 Apparecchio ad aria calda

99321024 Carrello idraulico per stacco-riattacco ruote

99322215 Cavalletto per revisione ponti e assali

99341001 Ponte a doppio effetto

99341005 Ponte di reazione

99341010 Coppia di staffe

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


46 PONTI 450311/1 - 450511 DAILY CNG

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99345056 Blocchetto di reazione per estrattori

Chiave poligonale ø 65 mm per smontaggio - montaggio ghiera fissaggio


99355087 mozzo ruota

99370006 Impugnatura per battitoi intercambiabili

Attrezzo per determinazione spessori di registro pignone conico (usare


99370309 con 99395728)

99370317 Leva di reazione con prolunga per ritegno flange

99370497 Attrezzo per montaggio mozzo ruota

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTI 450311/1 - 450511 47

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99370498 Attrezzo per montaggio cuscinetto e ruota fonica mozzo ruota

99370617 Supporto universale per sostegno ponti durante lo stacco e il riattacco

Calettatore per montaggio guarnizione pignone conico differenziale


99374022 (usare con 99370006)

99389819 Chiave dinamometrica (0-10 mm) con attacco quadro 1/4”

Comparatore con supporto da usare con gli attrezzi per determinare


99395728 lo spessore di registro del pignone conico.

99348001 Estrattore con dispositivo di bloccaggio.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


48 PONTI 450311/1 - 450511 DAILY CNG

PRINT 603.93.283/A

525010 REVISIONE COMPLESSIVO Figura 8


PONTE POSTERIORE
In questo capitolo sono trattate le operazioni di revisione che
differiscono da quelle descritte per il ponte 450210.
I dati di registrazione, le coppie di serraggi e le attrezzature
sono quelle indicati nel presente capitolo.
Figura 6

44611

Togliere le guarnizioni frenanti (1). Togliere le viti (⇒) e stac-


care il supporto (2).

Figura 9
44609

Sistemare il ponte completo sul cavalletto 99322215.

I dati di identificazione del gruppo ponte posteriore


! sono riportati sulla targhetta (1) fissata vicino al sup-
porto sinistro stacco balestra.

525030 Revisione mozzi ruote


Figura 7
44612

Togliere le viti (⇒) e smontare il semialbero (1).

Figura 10

101965

Staccare la tubazione (2) dalla staffetta di sostegno (1).


Rimuovere i tappi (3), togliere le viti (4) e staccare la pinza
freno (5) dal sopporto (6).

44613

NOTA La filettatura delle viti fissaggio pinza freno é trattata


con adesivo, pertanto, le stesse, non devono essere
riutilizzate, ma sostituite con altre nuove a ogni loro Sollevare l’acciaccatura (⇒) della ghiera (1). Con chiave
smontaggio. 99355087 (2) smontare la ghiera (1), togliere la rondella e sfi-
lare i mozzi ruota.(3).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTI 450311/1 - 450511 49

PRINT 603.93.283

525031 Sostituzione cuscinetto mozzo Figura 14


ruota
Figura 11

45164
44614 Il montaggio del cuscinetto nuovo nel mozzo ruota deve es-
Nel caso di mozzo provvisto di ruota fonica (2), estrarre la sere eseguito con pressa e attrezzo 99370498.
medesima con estrattore (1) 99341001 costituito come in
figura. Diversamente, togliere l’anello riparo cuscinetto. Figura 15

Figura 12

44617

Montare il disco freno (1) sul mozzo ruota (2) e serrare le


44615 viti di fissaggio (⇒) alla coppia prescritta.
Togliere le viti (⇒) e staccare il disco freno (1) dal mozzo
ruota. Controllare il disco freno come descritto nella sezione Figura 16
Freni.
Figura 13

44618

44616
Dovendo sostituire le colonnette del mozzo ruota (1) assicu-
Lo smontaggio del cuscinetto (1) dal mozzo ruota, si esegue rarsi, prima del montaggio di quelle nuove, che il piano d’ap-
con l’uso di un comune battitoio. poggio della testa delle colonnette sia esente da: scorie, bava-
ture o bollature.
Il piantaggio delle colonnette dev’essere eseguito applicando
un carico, sulla testa delle stesse, non superiore a 2000 kg.
NOTA Il carico di piantaggio del cuscinetto (1) è di A piantaggio ultimato controllare che le colonnette siano
2100÷5000 kg. perfettamente a battuta sul mozzo: tolleranza massima
sull’ortogonalità 0,2 mm.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


50 PONTI 450311/1 - 450511 DAILY CNG

Figura 17 Figura 20

44619

Appoggiare il cuscinetto del mozzo ruota (2) su apposito


supporto che consenta la rotazione. Con comparatore a ba-
44621
se magnetica (1) controllare la scentratura del disco freno su
entrambi i lati.
La scentratura massima non deve essere superiore a. 0,1 mm NOTA Controllare e eventualmente registrare il giuoco fra
ganasce e tamburo freno di stazionamento come
Figura 18
descritto nella sezione freni.

Montare sul canotto l’immettitore 99370497 (2).


Lubrificare con olio TUTELA W140/M-DA il canotto e calet-
1 tare il mozzo ruota (1).

45165

Il montaggio della ruota fonica (2), nel mozzo deve essere ef-
fettuato con battitoio 99370498 (1), assicurandosi, a montag-
gio ultimato, che la ruota “fonica” appoggi perfettamente sulla
sede del mozzo.
Figura 21
Figura 19

44622
44620

Controllare l’ortogonalità della ruota fonica (2) operando nel


seguente modo:
Posizionare il palpatore del comparatore a base magnetica
(1) sulla ruota fonica. Montare la rondella (1) una nuova la ghiera (2) e con la chiave
99355087 (3), serrare la ghiera (2) alla coppia prescritta.
Facendo ruotare il mozzo ruota (3), controllare che l’errore
massimo di ortogonalità della ruota fonica (2) non sia supe- In corrispondenza della fresatura del braccio scatola ponte
riore di 0,1 mm. eseguire l’acciaccatura della ghiera di fissaggio (2).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTI 450311/1 - 450511 51

PRINT 603.93.283/A

Figura 22 Dovendo arretrare il pistoncino pinza freno attenersi a


quanto descritto nella sezione FRENI.

Montare esclusivamente viti (2, Figura 24) nuove.


! Ogni qualvolta vengono smontate le stesse devono
essere sostituite.

Figura 25

44623

Montare il supporto (2) e serarre le viti (1) di fissaggio alla


coppia prescritta.

Figura 23

101962

Montare nuovi tappi di protezione (3).


Collegare la tubazione (2) alla staffetta di sostegno (1).

44611

Montare le guarnizioni frenanti (1).

La guarnizione frenante con segnalatore di usura de-


! ve essere montata dalla parte del pistoncino della
pinza freno.

Figura 26
Figura 24

44626

Applicare sigillante IVECO 1905685 sulle superfici di contat-


101971 to del semialbero (2) col mozzo (1) ruota.
Montare il semialbero (2) nel canotto.
Applicare al supporto (2) la pinza freno (3) e con chiave dina-
mometrica (4), serrare le viti (1) di fissaggio alla coppia di 32 Serrare le viti (3) di fissaggio semialbero (2) al mozzo (1), alla
÷ 36 Nm. coppia prescritta.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


52 PONTI 450311/1 - 450511 DAILY CNG

PRINT 603.93.283

526210 RIPARAZIONE DIFFERENZIALE Montaggio bloccaggio differenziale


526260 Stacco bloccaggio differenziale Assemblare il dispositivo bloccaggio differenziale invertendo
le operazioni descritte per lo smontaggio.
Riattaccare il dispositivo bloccaggio differenziale alla scatola
Figura 27 ponte come segue.

Riattacco bloccaggio differenziale

Figura 29

61869

Staccare la molla (1).


Svitare e togliere le 4 viti (2) complete di rondelle e quindi
staccare il dispositivo (3) per il bloccaggio del differenziale.
Nel caso fosse necessario scomporre il gruppo come descrit-
to di seguito.
61869

Montare una nuova guarnizione di tenuta sul piano attacco


bloccaggio differenziale.
Posizionare il supporto (3) precedentemente assemblato in
modo da inserire la leva di comando nella scanalatura ricavata
sul manicotto scorrevole.
Inserire le 4 viti (2) complete di rosette e rondelle elastiche
e serrare le viti alla coppia di 23 Nm (2,35 kgm).
Montare la molla (1).
Eseguire la registrazione del dispositivo per il bloccaggio del
differenziale agendo come di seguito descritto.

Smontaggio bloccaggio differenziale

Figura 28

23227

Togliere la guarnizione (4).


Mediante un battitoio generico espellere la spina elastica (2),
sfilare la leva (1) completa di anello e rosetta.
Togliere infine, dal supporto (5), la leva di comando (3).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTI 450311/1 - 450511 53

Figura 30

61871

PARTICOLARI COMPONENTI IL DISPOSITIVO BLOCCAGGIO DIFFERENZIALE


1. Staffa supporto tirante flessibile (Bowden) - 2, Scatola ponte - 3. Molla - 4. Guarnizione - 5. Anello di tenuta -
6. Guarnizione - 7. Leva comando manicotto (9) - 8. Spina elastica fissaggio leva (7) alla leva (12) - 9. Manicotto scorrevole
bloccaggio differenziale - 10. Piastrina per attacco molla (11) - 11. Molla di richiamo leva (12) - 12. Leva di rinvio -
13. Dado vite di regolazione - 14. Vite di regolazione - 15. Corpo dispositivo bloccaggio differenziale

Registrazione bloccaggio differenziale Figura 31

Innestare il manicotto scorrevole (9). Ad innesto avvenuto


allentare il dado (13), agire sulla vite di regolazione (14) por-
tandola a contatto della leva di comando (7). Terminata que-
sta operazione, svitare la vite di regolazione di 9,5 giri (corri-
spondenti a 9,5 mm di corsa della vite) e bloccarla con l’appo-
sito dado (13).

Smontaggio gruppo differenziale

NOTA Prima di eseguire la riparazione del differenziale è


necessario provvedere allo scarico dell’olio, allo 18216
smontaggio dei semialberi, e per il ponte che ne è
previsto, allo smontaggio del bloccaggio differenzia- Svitare le viti (1) complete di rosette di sicurezza e rondelle
le come descritto nei paragrafi relativi. elastiche e togliere il coperchio (2) ispezione ruotismi com-
pleto di guarnizione.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


54 PONTI 450311/1 - 450511 DAILY CNG

Figura 32 Smontaggio scatola ruotismi


Figura 34

44600
44598
Estrarre gli anelli interni (3 e 5) cuscinetti di supporto e l’anel-
Contrassegnare la posizione dei cappelli (1 e 2) e smontarli. lo di spallamento (2) dalla scatola ruotismi e con estrattore
99348001 (4) blocchetto di reazione (1).

NOTA L’anello di spallamento (2) è presente solo sui ponti


con bloccaggio differenziale.

Figura 35

18222

Figura 33
NOTA Contrassegnare il coperchio (1) e la scatola ruoti-
smi (4).

Svitare le viti (2), togliere la corona conica (3) ed il coperchio


(1) per scatola ruotismi (4).
Figura 36

44599a

Estrarre la scatola ruotismi (1).


Annotare la posizione di montaggio degli anelli di registro (3)
e rimuoverli dalla scatola assieme agli anelli distanziali (2).
62099

NOTA Nel caso di riutilizzo, non invertire la posizione di Togliere dalla scatola ruotismi (1) il planetario (2) lato coper-
montaggio degli anelli esterni (4) dei cuscinetti a chio completo di rondella di spallamento (3).
rulli conici. Usando un battitoio generico espellere dalla scatola ruotismi
(1) il perno lungo (4) ed i due perni corti (5).

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTI 450311/1 - 450511 55

Figura 37 Figura 38

20378 18226

Togliere il planetario (1) lato scatola ruotismi completo di


Togliere dalla scatola ruotismi la crociera (1) ed i 4 satelliti (2)
rondella di spallamento.
con le relative rondelle di spallamento (3).

Figura 39

51863

PARTICOLARI COMPONENTI IL GRUPPO DIFFERENZIALE


1. Dado - 2. Manicotto attacco trasmissione - 3. Anello di tenuta - 4. Cuscinetto anteriore - 5. Anello di spessoramento pi-
gnone - 6. Distanziale fisso - 7. Anello distanziale - 8. Anello di registro - 9. Cuscinetto posteriore - 10. pignone conico -
11. Corona conica - 12. Anello fisso - 13. Anello di registro - 14. Cuscinetto - 15. Anello di spallamento (ponte con bloccag-
gio differenziale) - 16. Scatola ruotismi - 17. Rondella di spallamento per planetario - 18. Crociera - 19. planetario -
20. Coperchio scatola ruotismi - 21. Vite - 22. Rondella di spallamento per satellite - 23. Satellite - 24. Perno corto -
25. Perno lungo.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


56 PONTI 450311/1 - 450511 DAILY CNG

PRINT 603.93.283/A

Montaggio scatola ruotismi Figura 43


Figura 40

18237

18226 Montare il coperchio facendo coincidere le bulinature prati-


cate durante lo smontaggio; montare la corona conica e bloc-
Posizionare il planetario (1), lato scatola ruotismi, completo carla alla semiscatola mediante le viti di fissaggio.
di rondella di spallamento nella propria sede. Mediante l’uso di una chiave dinamometrica (1) serrare le viti
(2) di fissaggio alla coppia prescritta.
Figura 41 Figura 44

18240

Solo per i ponti con bloccaggio differenziale.


20379 Scaldare l’anello (1) di spallamento alla temperatura di
Posizionare i due satelliti (1) completi di rondelle di spalla- 120ºC÷150ºC per 15’ e montarlo sulla scatola ruotismi (2)
mento, la crociera (2) e quindi inserire il perno lungo (3). dalla parte del bloccaggio differenziale.

Montaggio gruppo pignone conico


Figura 42
Differisce dal montaggio del gruppo pignone conico del diffe-
renziale ponte 450210 per quanto segue.

Figura 44/1

20380

Posizionare gli altri 2 satelliti (1) completi di rondelle di spalla-


mento e quindi inserire i 2 perni (2) corti.
Far ruotare il gruppo satelliti-planetari e controllare che la ro- 101977
tazione sia libera e non presenti indurimenti.
Montare l’altro planetario completo di rondella di spallamento. Montare sul falso pignone 99370309 (1) la rondella di dota-
zione (3), l’anello interno (2) del cuscinetto a rulli conici.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTI 450311/1 - 450511 57

PRINT 603.93.283

Montaggio gruppo differenziale


Figura 47
Figura 45

62100 18252

Piantere nella scatola ponte (1), mediante battitoio idoneo, Riscaldare alla temperatura di 80ºC ÷ 90ºC per 15’ circa,
completo di impugnatura, l’anello esterno (4) per cuscinetto l’anello interno (4) del cuscinetto a rulli conici e piantarlo, con
anteriore. un battitoio idoneo sul pignone conico (1).
Posizionare l’anello distanziale (2) spessore 2 mm e mediante Posizionare sul pignone conico (1) l’anello distanziale (3) e
un battitoio idoneo eseguire il piantaggio dell’anello esterno l’anello di registro (2) calcolato in precedenza per ottenere
(3) cuscinetto posteriore. la coppia di rotolamento prescritta.
Determinare lo spessore di registro posizione pignone coni-
co come descritto per il ponte 450210.
Smontare l’anello esterno (3) del cuscinetto a rulli conici.
Posizionare sull’anello distanziale (2) l’anello di registro (5)
avente lo spessore calcolato.
Montare nuovamente l’anello esterno (3) del cuscinetto a
rulli conici.

Figura 46

Figura 48

51865

Lubrificare l’anello interno del cuscinetto anteriore e posizio-


narlo nella scatola.
Con calettatore 99374022 (1) e impugnatura 99370006 (2)
montare l’anello di tenuta prelubrificato.
Determinare l’anello di registro coppia di rotolamento pigno-
ne conico come descritto per il ponte 450210. 51866

Posizionare la scatola ponte come indicato in figura.


NOTA La coppia di rotolamento del pignone conico deve Disporre sul cavalletto un tubo (3) di diametro e lunghezza
essere misurata con cuscinetti e anelli di tenuta lu- tali da consentire un solido appoggio alla flangia (2) ed al so-
brificati. vrastante anello interno (1) del cuscinetto anteriore, già
montato nella scatola ponte.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


58 PONTI 450311/1 - 450511 DAILY CNG

Figura 49 Figura 51

20384
4
Posizionare nella scatola ponte il manicotto scorrevole per
51867
innesto bloccaggio del differenziale (se presente). Montare gli
Introdurre nell’anello interno del cuscinetto anteriore (2) e anelli esterni (1) per cuscinetti di supporto scatola ruotismi
nella flangia (3), il pignone conico (1) assemblato come illu- e quindi, posizionare la scatola ruotismi precedentemente
strato in figura. montata, nella scatola ponte.

NOTA Battere sulla sommità del pignone conico sino a Figura 52


quando diventa possibile il montaggio del dado (1,
Figura 50) ritegno flangia (3).
Togliere il tubo di appoggio (4).
Completare il montaggio del pignone serrando a
fondo il dado.

Bloccare la rotazione della flangia attacco trasmissione me-


diante l’attrezzo di ritegno 99370317.
Serrare mediante una chiave a bussola adeguata e la chaive
dinamometrica, il dado (1, Figura 50) di ritegno pignone coni-
co alla coppia prescritta.
Verificare per sicurezza, mediante il dinamometro 99389819, 44594
la coppia di rotolamento del pignone conico.
Montare i distanziali e anelli di registro nella stessa quantità,
spessore e posizione riscontrati allo smontaggio, nel seguen-
te ordine: distanziale (1), anello di registro (2), anello di regi-
stro (4) e distanziale (3).

Figura 50

51868

In corrispondenza della fresatura del pignone conico (2), ese-


guire un intaglio sul collarino del dado (1) come rappresenta-
to in figura.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTI 450311/1 - 450511 59

PRINT 603.93.283/A

Figura 53

18262

Completare il montaggio eseguendo il controllo della coppia


di rotolamento totale e il giuoco di accoppiamento pignone
corona come descritto per il ponte 450210.
Posizionare una nuova guarnizione di tenuta sul piano attac-
co coperchio ispezione ruotismi.
Montare il coperchio (3), inserire le viti (2) di fissaggio com-
plete di rosette di sicurezza e rondelle elastiche.
Serrare le viti (2) mediante chiave dinamometrica (1) alla
coppia prescritta.

NOTA Non serrare le viti ad una coppia superiore al valore


indicato in quanto si pregiudicherebbe la tenuta
della guarnizione posta tra il piano d’attacco ed il
coperchio ispezione ruotismi.

Montare (se presente) il bloccaggio differenziale e registrarlo


come descritto nel capitolo relativo.
Montare i semialberi come descritto nel capitolo “525030
Revisione mozzi”.
Avvitare il tappo di scarico olio e serrarlo alla coppia prescrit-
ta.
Introdurre attraverso l’apposito foro l’olio di lubrificazione
della qualità e quantità prescritta.
Avvitare il tappo per introduzione olio e serrarlo alla coppia
prescritta.
Togliere il gruppo dal cavalletto.

NOTA Il gruppo deve essere riposto su apposito sostegno


per evitare che si danneggino i ripari parapolvere
e/o dischi freno.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


60 PONTI 450311/1 - 450511 DAILY CNG

Print 603.93.283

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450517/2 61

Print 603.43.353

Ponte 450517/2

Pagina

STACCO - RIATTACCO PONTE . . . . . . . . . . . 63

- Stacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 63

- Riattacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 63

DESCRIZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 65

CARATTERISTICHE E DATI . . . . . . . . . . . . . . . . 66

COPPIE DI SERRAGGIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . 68

ATTREZZATURA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 70

REVISIONE COMPLESSIVO PONTE POSTERIORE 74

- Smontaggio - montaggio sfiato aria . . . . . . . . . 74

- Revisione mozzi ruote . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 74

- Stacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 74

- Sostituzione colonnette . . . . . . . . . . . . . . . . . . 76

- Montaggio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 76

- Riattacco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 77

RIPARAZIONE DIFFERENZIALE . . . . . . . . . . . . 79

- Bloccaggio differenziale . . . . . . . . . . . . . . . . . . 79

RIPARAZIONE DIFFERENZIALE . . . . . . . . . . . . 80

- Smontaggio gruppo differenziale . . . . . . . . . . . 80

- Smontaggio scatola ruotismi . . . . . . . . . . . . . . . 80

- Controllo dei particolari componenti


il differenziale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 82

- Controllo scatola ponte . . . . . . . . . . . . . . . . . . 82

- Montaggio scatola ruotismi . . . . . . . . . . . . . . . 82

- Montaggio gruppo differenziale . . . . . . . . . . . . 86

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


62 PONTE 450517/2 DAILY CNG

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450517/2 63

Print 603.43.353

STACCO - RIATTACCO PONTE


Stacco Figura 1

Posizionare il veicolo sul terreno piano e bloccare le ruote anteriori.


Allentare i dadi di fissaggio ruote posteriori.
Sollevare posteriormente il veicolo e posizionarlo su cavalletti di
sostegno.
Posizionare sotto le ruote posteriori il carrello idraulico 99321024,
togliere i dadi di fissaggio ruote e staccare le medesime.
Svitare il dado (4) di registro tiranteria freno a mano. Svincolare i cavi
(2): dalla traversa del veicolo, sganciando le mollette di ritegno (5) e
dalle staffe presenti sui longheroni svitando le viti di fissaggio fascette
(3).
Svitare le viti (6) di fissaggio dell’albero di trasmissione.
Liberare il cablaggio dalle fascette e scollegare i cavi elettrici per
segnalazione usura guarnizioni frenanti (1) e (7) dei sensori giri ABS,
se presenti.
Svitare i dadi (16) di fissaggio degli ammortizzatori (14).
Svitare le viti (17) di fissaggio della barra stabilizzatrice (10) al ponte.
Scollegare le tubazioni olio freni dal raccordo (13) e fissarli al telaio
in modo da non scaricare l’olio dall’impianto.
Scollegare la tubazione (15) dallo sfiato vapori olio della scatola
ponte.
Posizionare un cricco idraulico munito di supporto 99370617 sotto
il ponte.
Svitare i dadi (8) delle staffe (9) di fissaggio ponte alla molla a balestra
(10).
Abbassare il cricco idraulico ed estrarre il ponte.

Riattacco
Per il riattacco invertire le operazioni descritte per lo stacco
attenendosi, per la chiusura delle viti e/o dei dadi alle coppie di
serraggio prescritte.
Al termine verificare che:
- controllare la filettatura delle staffe d’unione delle molle a
balestra al ponte; riscontrando anomalie ripassare la filettatura
(operazione 500412) oppure sostituire le staffe;
- eseguire lo spurgo aria dell’impianto idraulico freni come
descritto nella sezione relativa (operazione 784010);
- eseguire la registrazione della tiranteria comando freno a mano
come descritto nella sezione relativa (operazione 502710);
- chiudere i dadi e le viti alla coppia di serraggio prescritta;
- i dadi autobloccanti non devono essere riutilizzati;
- controllare le condizioni dei tamponi elastici (12), riscontrandoli
deteriorati sostituirli (operazione 500417);
61988
- l’olio lubrificante della scatola ponte sia a livello.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


64 PONTE 450517/2 DAILY CNG

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450517/2 65

Print 603.43.353

DESCRIZIONE Il giuoco tra pignone e corona si registra variando lo spessore


e/o la posizione degli anelli di registro, fermo restando, che lo
Il ponte é del tipo portante a semplice riduzione con coppia
spessore totale deve risultare uguale a quello degli anelli di re-
conica (pignone - corona) ipoidale.
gistro smontati.
La scatola ponte é di lamiera in acciaio stampato con bracci
La scatola ruotismi è costituita da due semi-scatole.
piantati a caldo.
Essa può risultare di due dimensioni diverse a seconda del rap-
La parte centrale, sede del gruppo differenziale é dotata di
porto della coppia conica..
alette di raffreddamento.
Il gruppo ruotismi del differenziale é costituito da quattro in-
Il pignone conico é supportato da due cuscinetti a rulli conici
granaggi satelliti e da due ingranaggi planetari.
prerodati per mantenere maggiormente il precarico dei cusci-
netti. I mozzi ruota sono supportati da due cuscinetti tipo “SET
RIGHT” posti sul cannotto.
La registrazione della coppia di rotolamento dei cuscinetti del
pignone conico si effettua variando lo spessore dell’anello di I cuscinetti non necessitano di registrazione.
registro posto tra i due cuscinetti a rulli conici.
Inoltre si può regolare la posizione del pignone conico rispetto I freni sono a disco con pinze freno flottanti.
alla corona conica, variando lo spessore dell’anello interposto
tra la scatola ponte e l’anello esterno cuscinetto posteriore pi- I dischi freno sono calettati sui mozzi ruota.
gnone conico.
Le pinze freno tipo Perrot sono supportate da flange saldate
La scatola ruotismi é supportata da due cuscinetti a rulli conici. ai bracci della scatola ponte.
La registrazione della coppia di rotolamento dei cuscinetti si
effettua tramite anelli di registro interposti tra gli anelli distan- Il freno di stazionamento è del tipo a tamburello, incorporato
ziali e gli anelli esterni dei cuscinetti medesimi. nel disco freno.

Figura 2

62983

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


66 PONTE 450517/2 DAILY CNG

CARATTERISTICHE E DATI

Tipo di ponte:
Portante a semplice riduzione con 450517/2
bloccaggio del differenziale a co-
mando meccanico
GRUPPO DIFFERENZIALE

Rapporto di riduzione coppia


1/3,91 (11/43) - 1/4,30 (10/43)* -
conica (no di denti: pignone/corona)
1/4,56 (9/41)* - 1/5,13 (8/41)*
a richiesta

Cuscinetti pignone conico. 2 a rulli conici

Coppia di rotolamento cuscinetti pi-


gnone conico (cuscinetti e guarni-
zione lubrificati). Nm 2÷3
Cuscinetti nuovi
kgm 0,20 ÷ 0,30
Registrazione precarico cuscinetti
mediante anelli di registro
pignone conico

> Spessori anelli di registro precarico 1∗ - 2 mm


cuscinetti pignone conico ∗ con progressione di 0,025 mm

Temperatura di montaggio anello


80 °C ÷ 90 °C
cuscinetto interno su pignone conico

Posizionamento pignone conico


Mediante spessori di registro
rispetto alla scatola differenziale

Spessore anelli di registro interposti 3,45 ÷ 4,35 mm


> tra pignone conico e scatola diffe-
renziale con progressione di 0,025 mm

Cuscinetti per scatola ruotismi 2 a rulli conici

Coppia di rotolamento cuscinetti


scatola differenziale
Nm 2,6 ÷ 3,9
kgm 0,26 ÷ 0,39

Registrazione coppia di rotolamen-


Mediante anelli di registro
to cuscinetti scatola differenziale

Spessore anelli di registro coppia di 2,65 ÷ 3,20 mm


> rotolamento cuscinetti scatola diffe-
renziale con progressione di 0,05 mm

Giuoco fra pignone e corona 0,15 ÷ 0,20 mm

Registrazione giuoco fra pignone e Mediante anelli di registro


corona

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450517/2 67

Print 603.43.353/D

Tipo di ponte: 450517/2

MOZZI RUOTE

Cuscinetti mozzi ruote Due a rulli conici tipo “SET - RIGHT”

Giuoco assiale cuscinetti mozzi 0,16 max.

Coppia di rotolamento cuscinetti


mozzi ruota Nm 0÷4
kgm 0 ÷ 0,4

Registrazione giuoco assiale cusci-


Serraggio a coppia dado fissaggio
netti mozzi ruote

Olio ponte Tutela W140/M-DA (SAE 85 W140)


Quantità Litri 3
kg 2,7
Portata massima GAW kg 5000

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


68 PONTE 450517/2 DAILY CNG

Print 603.43.353

COPPIE DI SERRAGGIO
Figura 3

62879

SEZIONE SUL DIFFERENZIALE PONTE 450517/2 (R0537)

COPPIA
PARTICOLARE
Nm kgm
1Dado di ritegno pignone conico 533 ÷ 589 53,3 ÷ 58,9
2Vite fissaggio coperchio ispezione ruotismi alla scatola ponte* 26 ÷ 21 2,6 ÷ 2,1
Vite di fissaggio corona dentata alla semiscatola 12RDAC5* 309,5 ÷ 342,5 30,9 ÷ 34,2
3
Vite di fissaggio corona dentata alla semiscatola 10RDAC5 266 ÷ 294 26,6 ÷ 29,4
4 Vite di fissaggio semiscatole 61 ÷ 74 6,1 ÷ 7,4
5 Vite fissaggio dispositivo bloccaggio differenziale o coperchio 23 2,3
6 Vite di fissaggio cappelli alla scatola ponte 102 ÷ 113 10,2 ÷ 11,3
*Prima di avvitare le viti applicare ai fori filettati delle medesime sigillante IVECO nº 1905683

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450517/2 69

Figura 4

74729

Figura 5

62878
VERSIONE ABS

COPPIA
PARTICOLARE
Nm kgm
1 Dado fissaggio ruota 238,8 ÷ 342,6 28,3 ÷ 34,2
2** Vite fissaggio semialbero al mozzo ruota 56 ÷ 69 5,6 ÷ 6,9
3 Ghiera ritegno cuscinetti mozzi ruota 441 ÷ 540 54 ÷ 44,1
4 Vite di sicurezza 9,5 ÷ 11,5 0,9 ÷ 1,1
5 Vite fissaggio disco freno al mozzo ruota 54 ÷ 59 5,4 ÷ 5,9
6 Vite fissaggio pinza freno al ponte 150 ÷ 177 15 ÷ 17,7
7 Vite fissaggio supporto ganasce freno alla scatola ponte 68 ÷ 75 6,8 ÷ 7,5
8*** Vite fissaggio supporto sensore giri 5÷7 0.5 ÷ 0,7
* Spalmare la superficie di unione semialbero-mozzo ruota con sigillante IVECO 1905685
** Applicare sulla filettatura delle viti che fanno da tappo sigillante IVECO 1905683
*** Applicare sulla filettatura dei fori LOCTITE 243

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


70 PONTE 450517/2 DAILY CNG

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99305121 Apparecchio ad aria calda

99306004 Gru idraulica 300 kg

99306010 Apparecchio per spurgo aria impianto frani e frizione

99321024 Carrello idraulico per stacco e riattacco ruote

99322215 Cavalletto per revisione ponti e assali

99345056 Blocchetto di reazione per estrattori

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450517/2 71

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99348001 Estrattore con dispositivo di bloccaggio

99357080 Chiave (91,5 mm) per dado registro cuscinetto mozzi ruote

99370006 Impugnatura per battitoi intercambiabili

99370007 Impugnatura per battitoi intercambiabili

Attrezzo per determinazione spessori di registro pignone conico


99370296 (usare con 99395728)

99370317 Leva di reazione con prolunga per ritegno flange

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


72 PONTE 450517/2 DAILY CNG

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99370617 Supporto universale per sostegno ponti durante lo stacco e riattacco

Battitoio per montaggio piste esterne cuscinetti (91-134)


99374093 (usare con 99370007)

Calettatore montaggio guranizione interna mozzi ruote


99374132 (usare con 99370006)

99374201 Calettatore per montaggio guarnizione pignone conico differenziale

99389819 Chiave dinamometrica (0-10 Nm) con attacco quadro 1/4”

Attrezzo per controllo coppia di rotolamento dei mozzi


99395026 (usare con chiave dinamometrica)

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450517/2 73

ATTREZZATURA

N. ATTREZZO DENOMINAZIONE

99395684 Comparatore con piedistallo magnetico

Comparatore con supporto da usare con gli attrezzi per determina-


99395728 re lo spessore di registro del pignone conico

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


74 PONTE 450517/2 DAILY CNG

525010 REVISIONE COMPLESSIVO PON- 525013 Smontaggio - montaggio sfiato aria


TE POSTERIORE
Figura 8

NOTA Le operazioni di: stacco e riattacco semialberi; stacco


e riattacco pinze e dischi freno; stacco e riattacco
sfiato aria; stacco e riattacco differenziale, sono ese-
guibili anche con il gruppo montato sul veicolo.

Figura 6

62882

Controllare che lo sfiato aria (1) non sia intasato, in caso con-
trario smontarlo, pulirlo accuratamente e rimontarlo.

525030 Revisione mozzi ruote


62880 Stacco
Prima di posizionare il complessivo ponte sul cavalletto per la
revisione, scaricare l’olio svitando il tappo della scatola ponte. Figura 9
Staccare le tubazioni (2) liquido freni dalle pinze freno (1) e
dalla scatola ponte e tubazioni (3) dalla scatola ponte.

Figura 7

62883

Rimuovere le viti (1) e staccare la pinza freno (2) completa di


guarnizioni frenanti, dal supporto.

La pinza non deve essere sottoposta ad urti violenti


! o a cadute.
62881
Evitare il contatto delle cuffie in gomma con utensili
Sistemare il ponte completo sul cavalletto 99322215. metallici appuntiti.
Non sporcare o umettare le cuffie in gomma con olii
o grassi minerali.
NOTA I dati di identificazione del gruppo ponte posteriore
sono riportati sulla targhetta (1) fissata vicino al sup- Non imbrattare le pastiglie con liquidi o grassi.
porto attacco balestra. Controllare le condizioni della pinza freno e delle rela-
tive guarnizioni frenanti come descritto nella sezione
freni.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450517/2 75

Figura 10 Figura 13

62889
62892
Ruotare il mozzo ruota (1) in modo da portare una delle due
viti (2), poste tra i rilievi del mozzo stesso, in basso; togliere le Svitare la ghiera (1, Figura 12) ritegno cuscinetti con la chiave
stesse e scaricare completamente l’olio dal lato ruota. Togliere 99357080 (1).
le altre viti di fissaggio semialbero (3) al mozzo ruota (1).

Figura 14

Figura 11

62893

62890 Togliere la rosetta di sicurezza (1).

Togliere il semialbero (2) dal mozzo ruota (1).

Figura 15
Figura 12

62891 62894

Togliere la vite (2) di sicurezza ghiera (1). Imbracare il disco freno (1) con fune e con sollevatore, togliere
il mozzo ruota (2) completo di disco freno (1), di cuscinetti
anteriore (3) e posteriore, dell’anello di tenuta, del distanziale.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


76 PONTE 450517/2 DAILY CNG

Sostituzione colonnette
Figura 16 Figura 19

62884
62887
Togliere l’anello interno del cuscinetto anteriore (1) ed il di-
stanziale (2). Dovendo sostituire le colonette del mozzo ruota (1) assicu-
Togliere le viti (4) e staccare il disco freno (5) dal mozzo ruota rarsi, prima del montaggo di quelle nuove, che il piano d’ap-
(4). poggio della testa delle colonnette sia esente da: scorie, bava-
ture o bollature.
NOTA Controllare il disco freno come descritto nella sezio- Il piantaggio delle colonnette dev’essere eseguito applicando
ne Freni. un carico, sulla testa delle stesse, non superiore a 2000 kg.
A piantaggio ultimato controllare che le colonnette siano per-
fettamente a battuta sul mozzo: tolleranza massima sull’orto-
gonalità 0,2 mm.
Figura 17

Montaggio

Figura 20

62885

Se presente, togliere con mezzi idonei la ruota fonica (1).


Togliere dal mozzo ruota (3), l’anello di tenuta (2) ed il sotto-
stante anello interno (4) del cuscinetto posteriore.
Figura 18

62888

Montare nel mozzo ruota gli anelli esterni dei cuscinetti a rulli
conici utilizzando l’impugnatura 99370007 (1) e il battitoio
99374093 (2).
32445
NOTA L’operazione si esegue sotto l’azione di una pressa
Spiantare l’anello esterno (1) del cuscinetto a rulli conici po- fino a posizionare gli anelli a 5 mm. dalla loro battuta,
steriori, con un appropriato punzone. Ripetere l’operazione completando poi manualmente il montaggio dei
per spiantare l’anello esterno del cuscinetto rulli conici ante- medesimi.
riore.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450517/2 77

Riattacco
Figura 21 Figura 23

62932
62938
Lubrificare l’anello interno (4) del cuscinetto a rulli conici po-
steriore con olio SAE W 140 M-DA e montarlo nel mozzo
ruota (5). NOTA Controllare e eventualmente registrare il giuoco fra
Montare, col calettatore 99374132 (2), munito di impugnatu- ganasce e tamburo freno di stazionamento come
ra 99370006 (1), l’anello di tenuta (3). descritto nella sezione freni.

NOTA Utilizzare il lato del calettatore 99374132 (2) in mo-


do da ottenere il posizionamento dell’anello di tenu- Lubrificare con olio TUTELA W140/M-DA (SAE 85W140) il
ta (3) a 1,5 mm dalla superficie laterale del mozzo cannotto e l’anello (1) di appoggio anello di tenuta.
ruota.

Se presente, montare la ruota fonica sul mozzo.

NOTA Il montaggio della ruota fonica, dev’essere effettuato


previo riscaldamento della stessa alla temperatura di
150ºC.
A montaggio ultimato, assicurarsi che la ruota fonica Figura 24
appoggi perfettamente sulla sede del mozzo.
Controllare l’ortogonalità e l’oscillazione della ruota
fonica non sia superiore a 0,2 mm.

Figura 22

62897

Con idonea imbragatura e sollevatore montare il mozzo ruota


(1) sul cannotto (4).
Lubrificare con olio Tutela W140/M-DA il distanziale (2)
l’anello interno (3) del cuscinetto esterno, e calettatore i me-
desimi sul cannotto (4).
62896

Montare il disco freno (3) sul mozzo ruota (1) e serrare le viti
di fissaggio (2) alla coppia prescritta.

Print 603.93.438 Base - Giugno 2005


78 PONTE 450517/2 DAILY CNG

Figura 25 Figura 28

62891

62898 Dopo aver eseguito i controlli del giuoco assiale e coppia di


rotolamento verificare che uno dei fori del dado di registro (1)
Montare la rosetta di sicurezza (3) in modo che il fermaglio sia coincida con uno dei fori situati sulla rosetta di sicurezza altri-
correttamente guidato nel vano scanalato del cannotto della menti svitare il dado di registro (1) sino a permettere l’inseri-
scatola ponte. mento della vite di fissaggio (2). Serrare la vite di fissaggio (2)
Avvitare la ghiera (4) con chiave 99357080 (1) e con chiave di- del dado di registro alla coppia prescritta.
namometrica (2), serrare la nuova ghiera (4) alla coppia pre-
scritta. Figura 29

Figura 26

62902

Spalmare ermetico IVECO 1905685 la superficie di contatto


tra il semialbero (3) e il mozzo ruota (1).
62899 Inserire, il semialberi (3) avvitare e le viti di fissaggio (2), tranne
quelle comprese fra i due rilievi del mozzo ruote (vedere
Posizionare il comparatore a base magnetica 99395684 (1) Figura 30) con l’attrezzo 99370317 (4) bloccare la rotazione
sul mozzo ruota (3) e appoggiare l’astina sul cannotto (2). del mozzo ruota (1).
Controllare che il giuoco assiale del mozzo ruota sia compre-
so tra 0 ÷ 0,16 mm. Figura 30

Figura 27

62903

Posizionare i due fori (1), posti fra i rilievi del mozzo ruota, oriz-
62900 zontalmente al terreno, ed inserire dagli stessi 0,2 lt di olio tipo
Controllare che la coppia di rotolamento del mozzo ruota sia W140 M-DA, su ogni lato ruota.
compresa tra 0 ÷ 4 Nm (0 ÷ 0,4 kgm) con l’attrezzo Applicare sulla parte filettata delle viti con funzione di tappo
99395026 (2) e con chiave dinamometrica 99389819 (1). del sigillante IVECO 1905683 e serrare alla coppia prescritta.

Base - Giugno 2005 Print 603.93.438


DAILY CNG PONTE 450517/2 79

526210 RIPARAZIONE DIFFERENZIALE


Figura 31 526260 Bloccaggio differenziale
Figura 33

62904