Sei sulla pagina 1di 4

LE PIAI\TE OFFICII\ALI

I\EGLI T]SI DOMESTICI


DOTT. EMMA ROVESTI

Nell'ultimo Congressointernazionale di er- sempliei, reperibile nelle singole Nazioni, e sul


boristeria, tenutosi a Parigi, il compianto Prof. fiorire di ditte etboristiche numerose (di dro-
Perrot ebbea rimarcare comela donna di ca- She,di tisane, ecc.),che sopperisconoalla ri-
sa sia la determinantepiù cospicuaper un in- chiesta notevoleche questo amore determina.
cremento di consumo di piante officinali, at- rl quale amore, radicato da una sicura co-
traverso gli usi diversi che se ne possonofare scienza culturale e da sagge consuetudini an-
nell'economiadomestica. cestrali, è per tutte quelle popolazioni la mi-
--In tutta I'Europa settentrionale infatti, do- glior forma di pubblicÍtà per le piante offici-
ve le piante medicinali ed aromatichesono te- nali.
nute in assai maggiore valore che da noi, sia
per Xp4{izione ehe per una maggiore cono- Le quali così,per entrare capillarmente nel-
scenzacoscientedelle loro proprietà, la donna Ie case,non hanno affatto bisogno di richia-
mantiene alti i livelli di consumo interno er- mi visivi o sonori come fosserodetersivi o fri-
goriferi o specialità medieinali qualsiasi, ma
boristico e contribuisce intensamente a crea- sono scelte per elezione istintiva, direi quasi
re quel favore di applicazioni che si rifletto- congenialecon Ia natura stessaordinata e ra-
no capillarmente su tutta I'economiainterna zionale di quelle massaie.
dei rispettivi paesi,
Indubbiamente, occoruedirlo subito, da noi E'per questaragione di esserela nostra flo-
ra fitofarmaceutica ormai pressochèdissueta
le tradizioni si sono in questo settore in gran e dimenticata dalle nostre donne (talehè i bel-
parte perdute e le conoscenzespecifiche sulle lissimi studi dello Zanetti e del Paezini ci ap-
proprietà delle piante officinali sono presso paiono quali gli ultimi epigoni di quell'antico
le nostre donne scarsee frammentarie. meraviglioso nostro patrimonio fltoterapico)
Basta avere effettuati alcuni soggiorni al- che è stato più volte proposto un insegnargen-
l'estero, per constatare come sia molto diver- to erboristico nelle scuole elementari e questa
so il concetto in cui queste stesseconoscenze proposta, per rinnovare conoscen;ze su specie
fitologiche vengono tenute, come siano più ed applicazioni, mi pare ottima specialmente
numerose le relative applicazioni pratiche e per portare nuovamente nelle case,attraverso
come sia ben più producente il clima che le i tigti, una fresca rivalorízzazionedelle piante
riguarda. officinali.
Can mia grande meraviglia ho notato come I diversi impieghi di essenell'economia do-
siano comuni le possibilità e le capacità d.i i- rnestica sono descritti da molti AA. e, fra Ie
dentiflcazionedelle principali piante officinali molte decine di opere di volgaúzzazione che
tra donne di tutte le categorie sociali (Ger- ho consultato, specialmenteinglesi e tedesche,
mania, Inghilterra, Francia, Svizzera,Austria è difficile scegliereun paradigma (osservotra
e, per referati, Cecoslovacchia,Polonia, ecc.), parentesi ehe fra i testi di volgatízzazioneche
mentre è notorio che da noi sono assai più circolano in ltalia, pubblicati in questi ulti-
frequenti questeeonoscenzetra donne del'po- mi anni, ci si è tenuti il più delle volte ad una
polo (dove ancora permane in favore la medi- *attazione quanto mai impropria e superfi-
cina popolare)che tra donne colte e di classi ciale, a ricette spessocervellotiche ed fitazio-
agiate. Questo amore deIla donna per Ie offi- na1i,talchè occorredire che le massaiesonoal-
cinali si riflette'su una vasta letteratura sui lettate, sÌ, dalle cure con le erbe vantate nelle

247
copertine, ma poi se ne allontanano per le ca* di minestre e bevandevarie fatte con piante
renze dei risultati ottenuti, ottenendosi in tal depurative per le cure primaverili, tra cui si
modo un effetto controproducente per l'erbo- notano iL prezzemolo,il limone, le cipolle, Ia
risteria) scorzonera,il rabarbaro, il marrubio, Ia cen-
n Knantrs, di Il. Hertwig, il più recente ed
taurea minore, il millefoglie, la bardana,il la-
pazio,ecc.
aggiornato libro di casa tedesco sulle cure na-
turali a base di erbe, indica quattro principali Sopra questi imponenti consumi erboristi-
direttrici di impiego delle piante officinali nel- ci primavèrili deve essererichiamata l'atten-
Ia casa: cure primaverili, utilizzazione dei zione e la nostra stampa dovrebbefar cono-
frutti silvestri, preparazione di tisane, messa scere i vantaggi di queste cure ben piu di
a punto d.i una efficiente farmacia domesti- quanto non abbía fatto fin'ora.
ca. Accennerò brevemente ad ognuno di que-
sti singoli punti, che mi sembra inquadrino L'utilizzazionedei frutti silvestri.
benissimo I'argomento.
L'usanza di prepararsi in casa sciroppi' mar-
[e cureprimaverili. mellate, compóste, liquori, exsiccata a base di
frutta va sempre più perdendosi da noi, som-
Poco prima dell'inizio della primavera, non mersa rlalia repeiiUitità oei prodotti offerti
-conserviera
c'è rivista di divulgazione deLl'Europa meclio- dalte Industrie e liquoristica. An-
settentrionale che. non dedichi lunghi articoli che qui, quanto diverse le tendenze delle con-
a queste cure, a base di piante officinali. sorelle d'oltralpe!
Una lunga tradizione fa consumare nel pe- Basta andare soltanto in Svizzera od in Au-
riodo primaverile quantitativi enormi di pro- stria e vedere quanto intensamente siano a
dotti freschi e secchi a scopo disintossicante, questo scopo utilizz,ati mirtilli, lamponi, more,
purificatore det sangue; rigeneratore delle e- fragole, bacche di rosa canina, sorbe, bacche
nergie. La medicina ufficial.e ha riconoscinto d.i sambuco, di ginepro, di biancospino, ecc.,
la razionalità di queste cure, che da noi sono sotto Ie forme più svariate che per noi sono
usate quà e 1à e spessosenza convinzione. soltanto ricordi, associati alle nostre mamme
Le specie più usate sono, in insalata, il ta- od alle nostre nonne!
rassaco,la cicoria, il crescione,la fumaria, ecc. Pure, il fascino di queste preparazioni ea-
Ma poi, i succhi di ginepro bacche e di be- salinghe, di assoluta genuinità e di ftagranza
tulla, di farfara, di malva, di verbasco, di ipe- partiòolare, non è ora che una prerogativa di
rico, ecc. àlcune specialità regionali o di poche massaie
Esiste una splendida e copiosa ricettazione di provincia.

t
1
I

Copertina del Kna-


ars tedesco di erbo-
risteria casalinga.
In questo Iibro sul-
l'uso delle piante
offlcinali nell'econo-
rnia domestica, ag,-
giornato e moderno,
sono ricordate e de- NIN IIAI]SBUTHI}SR NATURHBITKUNI}B
scritte nei loro usi
casalinghl oltre 200 VSIYHT'S{}HNNTWIC
piante.

248
Si pensi anche quÌ al contributo che potreb-
be dare la donna aILa soluzione dei problemi
del sottobosco, ad esempio, se preferisse il.€tta,-
mente a moìte confetture generiche e miste
quelle a specie silvestri nette, che tra I'altro
hanno contenuti più alti di vitamina C.
Ho potuto constatare come vengano prepa-
rate marmellate dietetiche e medicinali a base
di erbe (Baviera, Austria) e come nella alimen-
ta,zione queste abbiano sempre una importan-
te funzione di complemento.

La preparazione di tisane.

Un consurno alto di officinali si ha attraver-


so questa forma di consumo domestico, che
sottolinea più precisarnente e specificamente
I'amore della massaia per le piante aromati-
che e medicinali.
Su questo argomento già riferisce altro rela-
tore e sorvolerò sulle moltissime specie usabi-
li, sia a scopo di avere a disposizione delle sem-
plici bevande calde digestive o corroboranti,
sia a vero e proprio scopo dietetico e curativo.
Per \a prima categoria di piante, basterà
scorrere l'unico lavoro italiano in materia:
rrPiante italiane succedanee'del thè r' di G.
Roaesti. Per la seconda categoria, non baste-
rebbe un volume per contenere tutte le for-
mulazioni e 1e indicazioni di tisane dissetanti,
dietetiche e curative, ''che ricorda la lettera-
tura.

La farmaciadomestica.

n costituire nella casa una farmacia, per


quanto modesta, a base di piante officinali,
presuppone anzitutto una buona conoscenza
di esse.delle loro proprietà, de1le loro princi-
pali indicazioni. della loro pcsologia: del mo-
do preciso in cui vanno in:.p:egate
Molte donne straniere rannc piu ir, -a. :àl-
colgono o fanno raccogliere, essieca!.o € cct-
dizionano esse stesse le piante medicinali ::i-
digene che useranno durante un anno nella
A sin. - FOXGLOYE (Di.gitulis Tru,rpureo). June onwards to loio farmacia domestica.
the end of summer. A tall biennial, sometimes perennial,
In occasione de1 Iil Cr:ngresso Internazio-
growlng in dry wood.s and waste places. The leaves are '29
rrruch !Írinkled and very soft and downy on the underside.
nale di Erboristeria, tenutosi a Padova nel
Lower leaves stalked. The t'hole plants is poisonous, but
Ia Dottoressa March.esin presento un modello
the leaves are used for medicinal purposes, razionale di arrnadietto farmaceutico domesti-
co e che su dettaglio conteneva q.uanto descrit-
A des. ' GIIEAT MULLEIN, HAG'S TAPER (Verbq,seum. to in nota (1). Senza giungere a questa vegeta-
thctpsus). June to October. A stout-stemmed. biennial gro- lizzaztone farmaceutica notevole, è indubbio
rving up to four fett high or more. To be found in dry, che le piante ed i loro derivati potrebbero tro-
sandy soil, pinevroods, banks, ete. Generally speaking there vare assai più largo posto neila farmacia do-
are more leaves on the stem than in the Foxglove. Tlrey mestica di quanto non I'abbiano ora.
are much more downy; indeed the whole plant is thiekly
covered rvith fi.ne hairs.
A,ltreapplicazioni.

Liquori domestici. Pur occupandosi altro re-


latore di q.uesta argomentazione, ricordo co-
Una delle illustrazioni di un volume di propaganda me si sia perduta ormai I'abitudine di prepa-
fuso in Inghilterra sulle piante medicinali, rare in casa Nocino, Gineprino, Limoncina,
A. Paxton ChadwÍck - Puffin Pict. Book 81, Cedrata, Grappa alla ruta, Laurino, Ratafià,

249
Rosoli vari da aromatiche officinali, Scir:oppi Disposilivo E (Bottigliette)
cli bacche Silvestri, aperitivi vari a base di cor- l. Enteroclisma - 2. Termsfel'6 - 3. Pinza anatomica --
tecce e radici amare, liquori tonici e dige- 4. Irlnza emostatica - 5. Pinza chirurgica - 6. Forbice
chirurgica - 7. Sonda __ 8. Specillo - 9. Siringa 2 c,c. -
stivi. Talvolta, si cerca di surrogare con ano* 10. Siringa 4 c.e. 11. Bacinella 1:er siringa -_ 12. Inie-
nime e discutibili miscele di estratti de1 com- zioni di canfora, ergotina, caffeina -_ 13. Biechierino per
mercio, che si vendono sfusi e a dosi pronte occhi --- 14. 'I'ermometro - 15. Sapone antisettico al lauro.
per la preparazione di liquori casalinghi, ma
Cassetti
che differenza !
1. Digitale -- f. iVfrllefoglie - 2. Fetce maschia - 2. Fo-
glie noce .- 3. Petali papavero - 3. IVIenta piperita - 4.
Camomilla - 4. Gramigna - 5. Seme colchico - 5. Fi-
LAttEIltgl*#J$*ErALn nocchio - 5. Bardana - 5. Arancio amaro - 6. Viola -
6. Genziana - 6. Assenzio - 6. Rosmarino - 7. Fior tiglio
ta DoMEóTI
*íP'ecoirtcrrvr -- 7. Lichene - 8. Altea - 8. l\{alva - 9. Liquirizia -
9. Brionia.

C a s s e t t o( l 0 )
1. Cotone - 2. I.'ascie mussola - 3. Spilli sicurezza - 4.
Bacinelia ferro - 5. Laccio emostatico -- 6. Pera gomma
- 7. Cerotto adesivo ._ 8. Carte senapate - 9. Pennello
per gola - 10. - Pennello -- 11. Gr.rttaperca laminata..

Dispositivo F (Smacchiatori
)
esdrug.
-J{.!G9.!Q- 1. Acido acetico -- 2. Smacch. metalli lrreziosi _- 3. PoI-
vere acetosella -- 4. Ammoniaea - 5. Iposolflto di soda. -
6. Smacch.. alluminio, nichel, stagno, latta -- 7, Smacch.
marrno, tela cerata. legno -- 8. Alcool rettificato - 9. Peile
di daino.

Dispositivo G
1. Acqua ossigenata - 2, Smacch. rame - 3. Smacch, ot-
tone -- 4. Essenza trementina - 5. Aequa di cloro - 6.
Borace - 7. Creta - 8. Benzina - 9. Carte asciuganti.

Dispositivo H
1. Saponaria - 2. Calce viva - 3. Solfo, zolfanelli - 4.
Sapone bianco.

Dispositivo I
1. Soda Solway.

Varie. Ricorderò }a saponaria, ormai quasi


abbandonata; I'acetosella per le macchie di
ruggine; la scilla per preparare il veleno pei
La Farmacia domestica progettata clalla prof: Marchesin,
esposta iD occasione d.el Congr. Int, piante Medicinali di
topi; il piretro per preparare insetticidi, ecc.
Padova del 1929. ecc., con moltissimi altri impieghi oggi devo-
luti come preparazioni alf industria o abban-
DispositivoA {Vasetti)
donati per altri surrogati.
1. Pasticche menta - 2. Fari'a ireos - B. Ivranna'ostrale
- 4. Carbone pioppo - b. Cenere tiglio - 6. Miele rosa-
to - ?. Saiep - B, Essenza camomilla - g. Laudano.

DispositivoB {Vasetti) Alla fine di questa breve fuattazione sulle


1. Farina lino -- 2. Falina senapc -- B. Talco veneto _ 4. possibilità di impiego numerose e quantitati-
Radici e foglie ar.omatiche - b. Licopodio polverato* vamente importanti che le piante hanno nel-
6. Lievito di bÌrra - T. Grasso di lauro - g, Carbonaro
la economia domestica, faccio appe[o alla clas-
di ammonio -- 9. Ljsoformio al timo.
se insegnante, aIIa sta;mpa, agli organismi
D i s p o s i t i v oC { B o t t i g l i e t t e } preposti all'incremento della nostra economia
1. Acqua distillata di rosa _- 2. Acqua dtstillata di me- ed infine a}le donne italiane tutte affinchè ri-
lissa -- 3, Acqua d.i colonia Friuli - 4. Tintura d'arnica - portino su un piano di avvaloramento e di
5. Tintura valeriana - 6. Tintura bellaclonna giusquiamo
- 7. Tintura centaurea minore - consumo domestico, attraverso le forme esa-
8. Aceto aromatico -_
L Oleolito iperico, minate, quelle stesse piante officinali che i
nostri padri hanno usato con successo per
Dispositivo D (Bottigliette)
cosÌ lungo tempo e che la natura ci fornisce
1. Elisir montano - 2. Grappa alla ruta-genziana - B. cosÌ generosamente.
Acqua antisterica'clelle grazie - 4. Essenza di lavanda
5. Olio di ricirro - 6. Alcool canfot'ato - T. Alcool retti-
flcato - 8. Odontalgico - L Emostatico. Milano Giugno 1954,

250