Sei sulla pagina 1di 64

Laurea in ING.

MECCANICA, ENERGETICA, AEROSPAZIALE


METODI DI RAPPRESENTAZIONE TECNICA
G. Colombo

Sezioni e Norme di rappresentazione

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


... nella prima lezione

Metodi di Rappresentazione
§  le proiezioni

Metodo Europeo

Metodo Americano

Metodo delle frecce

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


... in questa lezione

Tagli (sezioni)

§  il problema

§  definizione

§  indicazioni convenzionali

§  come si eseguono

§  classificazione

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Il problema (1/3)

Con il metodo delle proiezioni ortogonali l’interno di un pezzo


cavo non può essere visto, ma può essere rappresentato
tracciandone i contorni con linee a tratti

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Il problema (2/3)

Problemi di comprensione della forma del pezzo nel caso di cavità


di forma complessa e ricche di dettagli

... un esempio semplice

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Il problema (3/3)

soluzione

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Sezioni: definizione

UNI 3971
“sezione è la rappresentazione, secondo il metodo delle
proiezioni ortogonali, di una delle due parti in cui viene
diviso l’oggetto da un taglio ideale eseguito secondo
uno o più piani o altre superifici”

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


... come si eseguono (1/2)

B A

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


... come si eseguono (2/2)

traccia
piano di sezione

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Indicazioni convenzionali

§  la traccia del piano o della superficie secante


deve essere indicata con una linea mista fine
con gli estremi ingrossati
§  in corrispondenza dei tratti ingrossati
vengono poste due frecce che devono essere
perpendicolari alla traccia ed orientate
secondo il verso di proiezione
§  a fianco delle frecce devono essere scritte
lettere maiuscole uguali
§  le zone sezionate vengono messe in evidenza
mediante tratteggio (campitura) A- A

§  tratteggio eseguito con linee continue sottili,


parallele, a passo costante, inclinate di 45°
rispetto assi del pezzo o linee di contorno più
significative
A A
§  la sezione deve essere contrassegnata dalla
scritta:
–  X-X: lettera maiuscola posta agli estremi della traccia
SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT
Sezioni (1/2)

Con le sezioni, i corpi cavi o le cavità in corpi massicci vengono


descritti in modo semplice, univoco e di immediata
comprensione, con la possibilità di sopprimere anche qualche
vista
Il piano di sezione è un piano ideale col quale si immagina di
tagliare il pezzo che rimane integro e come tale deve essere
rappresentato nelle viste
La sezione è ottenuta immaginando di asportare la parte di pezzo
compresa tra piano di sezione e osservatore e proiettando sul
piano di proiezione scelto la rimanente parte del pezzo
Per distinguere una sezione da una vista, è necessario mettere in
evidenza la superficie piana tagliata dal piano di sezione

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Sezioni (2/2)

Se nel disegno, oltre alla sezione, sono presenti viste, la traccia del
piano di sezione su di esse va indicata con linea mista
contraddistinta da estremità ingrossate e la direzione e il senso
secondo i quali è effettuata la sezione devono essere indicati
mediante frecce, con lettere maiuscole identificatrici
Le sezioni vengono disegnate e disposte secondo le norme alle
quali sono assogettate le viste
Quando si disegna un pezzo in sezione, gli spigoli nascosti devono
essere rappresentati solo se indispensabili alla comprensione

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Disposizione delle sezioni (1/2)

A-A

B
B-B

A A A A
B

FACOLTA’ DI INGEGNERIA DEI SISTEMI


Giorgio Colombo POLITECNICO DI MILANO 13
Disposizione delle sezioni (2/2)

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Scelta dei piani

Sezione corretta ma inutile Sezione corretta e utile

A A

A A

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


... alcune considerazioni (1/3)

DA EVITARE
evitare l’impiego di linee tratteggiate

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


... alcune considerazioni (2/3)
un errore tipico

Errata Corretta

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


... alcune considerazioni (3/3)

un errore tipico

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Classificazione

Secondo l’elemento secante


§  un solo piano
§  due o più piani paralleli
§  piani concorrenti
§  con una superficie di forma qualsiasi
Secondo l’estensione
§  semisezioni
§  sezioni parziali
Secondo la posizione
§  in loco
§  in vicinanza
§  sezioni successive

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Secondo un solo piano

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Secondo due o più piani paralleli

B B

A A

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Secondo due piani consecutivi o concorrenti (1/2)

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Secondo due piani consecutivi o concorrenti
(2/2)

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Secondo una superficie di forma
qualsiasi

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Semisezioni

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Sezioni parziali (1/2)

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Sezioni parziali (2/2)

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Sezioni in loco e vicinanza

In
vicinanza

In loco

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Sezioni successive

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Knowledge
Aided
Engineering
Manufacturing and DISEGNO &
Related FONDAMENTI DI MECCANICA
Technologies

Quotatura

Prof. Giorgio Colombo


Dipartimento di Meccanica

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


... in questa lezione

Quotatura
§  Linee di quotatura e quote
§  Disposizione delle linee di quotatura
§  Disposizione e leggibilità delle quote
§  Classificazione

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Quotatura

Insieme delle informazioni che definiscono le


dimensioni e le disposizioni degli elementi geometrici
di un oggetto o di un componente
La quotatura può essere diversa in funzione della finalità
del disegno
§  quotatura funzionale (per il montaggio dei particolari)
§  quotatura tecnologica (per la lavorazione dei particolari)
§  quotatura di collaudo (per la verifica dei particolari prodotti)

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Linee di quotatura e quote
UNI 3974, UNI 3975
quota
linea di misura
linea di riferimento
50

φ20
Linee di quotatura §  Quote
§  2 linee di riferimento –  indicate in mm (o in
§  linea di misura con pollici)
frecce terminali tracciate
con linea continua fine
(B)

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Disposizione linee di quotatura
(1/5)

Gli assi di simmetria e le linee


del contorno non devono MAI
essere utlizzati come linee di
misura, ma possono essere
utilizzati come linee di
riferimento

X X

X
SI

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Disposizione linee di quotatura
(2/5)

X
X
NO SI

Evitare intersezioni con linee di contorno e di riferimento


Distanziare linee in modo uniforme

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Disposizione linee di quotatura
(4/5)

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Disposizione linee di quotatura
(5/5)
... nelle viste e sezioni di pezzi simmetrici

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Disposizione e leggibilità quote
(1/4)

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Disposizione e leggibilità quote
(2/4)

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Disposizione e leggibilità quote (3/4)

50
50

φ20
φ20

NO NO

50

φ20

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Disposizione e leggibilità quote
(4/4)

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Dimensioni lineari (1/2)

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Dimensioni lineari (2/2)

.... in mancanza di spazio

.... quote che vengono modificate senza volere modificare il


disegno

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Quote di angoli, archi e corde

Angoli Archi Corde

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Quotatura cerchi e cilindri (1/2)

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Quotatura cerchi e cilindri (2/2)

circonferenze disegnate interrotte

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Quotatura di raggi

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Quotatura di sfere

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Smussi e quadri

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Elementi ripetitivi (1/3)

4 x 25 = 100

10 n. 5 fori

15

12 x 15 = 180

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Elementi ripetitivi (2/3)

A
A

A A

A = 4 15
B B = 2 18

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Elementi ripetitivi (3/3)

15 4 fori

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


... alcuni errori comuni (1/2)

X X

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


... alcuni errori comuni (2/2)

X X X

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Classificazione

punto di vista geometrico


§  quote di grandezza
§  quote di posizione
§  quote di collegamento
disposizione: sistemi di quotatura
§  in serie
§  in parallelo
§  combinata
§  con quote sovrapposte
§  in coordinate
in base allo scopo
§  funzionale
§  tecnologica
§  di collaudo

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Quotatura di grandezza e
posizione

P
G

P
P

G = quote di grandezza
P = quote di posizione

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Quote di collegamento

M2
M1

M3
1

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Quotatura in serie

quando si vuole dare importanza


predominante alla distanza
tra due elementi contigui e gli
errori costruttivi, e loro
accumulo, non hanno grave
influenza

(Aux.)

(Aux.)
(Aux.)

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Quotatura in parallelo

quando un gruppo di quote nella stessa direzione ha un unico


riferimento
vantaggio: si evita l’accumulo di errori costruttivi

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Quotatura a quote
sovrapposte

0 135 270 360


135

270

360
0

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Quotatura combinata

quando è necessario ricorrere a più di un elemento di riferimento


e si possono utilizzare la quotatura in serie ed in parallelo
contemporaneamente

a b

(Aux.)

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Quotatura in coordinate

in coordinate cartesiane 0 x
in coordinate polari
0
in coordinate polari con rullo
1 5
di misura y 8

2 7

6
1 2 3 4 5 6 7 8
x 16 18 21 51 55 60 98 105
y 14 86 36 57 14 103 86 20
φ Coordinate cartesiane
16 10,5 8,4 8,4 10,5 13 12 10,5

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Documentazione

Sito Web
§  http://www.kaemart.it/dis-mecc/leonardo/colombo
Manuali UNIMI: “Norme per il Disegno Tecnico”, Vol I. e Vol.
II, U.N.I., Milano
E. Chirone, S. Tornincasa, “Disegno Tecnico Industriale”, Vol.
1, 2, Edizioni Il Capitello, Torino, 1997

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT


Disposizione linee di quotatura (3/5)

Disposte preferibilmente all’esterno


nel limite del possibile, non devono
attraversare zone sezionate (vale
anche per le frecce terminali)

Da evitare

SCUOLA ING. INDUSTRIALE E INFORMAZIONE – MRT