Sei sulla pagina 1di 103

DURABILITÀ

DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

NUOVE NORME TECNICHE DELLE


COSTRUZIONI
LA DURABILITÀ DELLE OPERE PUBBLICHE
Prof. Ing. Giuseppe Andrea FERRO
Ordinario di Scienza delle Costruzioni
Politecnico di Torino
Membro del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici

TORINO 17 MAGGIO 2018


1
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
DURABILITÀ DELLE COSTRUZIONI
La storia delle costruzioni consta di realizzazioni ultracentenarie di
maestri quali Hennebique, Maillart, Freyssinet e Nervi.
Ancora oggi molte delle loro opere si presentano in modo
pressoché intatte.
SALGINATOBEL BRIDGE- Maillart

Veurdre Bridge (72.5 m span) (1911-1912)


- Freyssinet
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
DURABILITÀ DELLE COSTRUZIONI

Diversamente, opere ben più recenti hanno dimostrato nel


volgere di uno o due decenni una vecchiezza precoce, quasi
assurgendo a simboli di una vera e propria involuzione nel sapere
costruttivo. L’abnorme costo di tutto ciò è indubbio.

Nei prossimi decenni si dovrà provvedere a riparare (o demolire)
piuttosto che costruire.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
DURABILITÀ DELLE COSTRUZIONI

Cause:
•  eccesso di confidenza nei materiali impiegati senza una loro
adeguata conoscenza;
•  forsennata rincorsa ad una pseudo-economia legata al minor
costo immediato con la vanificazione del confronto sul piano della
qualità e del costo globale per la collettività;
•  evidente carenza di cultura tecnica e tecnologica da parte degli
addetti ai lavori accompagnata dalle deresponsabilizzazioni
dettate da una certezza di vera e propria impunità.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
CASO DEL PALAVELA
Torino 1961-2006
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
DURABILITÀ

Il concetto di durabilità (inteso come fenomeno di degrado o


dissesto) ha cominciato a palesarsi dalla seconda metà del 19 secolo,
con l’avvento di tecnologie costruttive basate sull’impiego di nuovi
materiali (acciaio, calcestruzzo).
Cominciarono allora a manifestarsi fenomeni di fragilizzazione nei
ponti di ghisa.
Più recenti sono i fenomeni di fessurazione del calcestruzzo e la
corrosione dell’acciaio.
A partire dagli anni ‘50, per l’impellente necessità di ricostruire in
breve tempo quanto era stato distrutto durante la seconda guerra
mondiale, furono impiegati nuovi materiali senza un’adeguata
conoscenza fondata su un supporto di sperimentazione.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
DURABILITÀ Wabash Avenue Bridge
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
DURABILITÀ

Wabash Avenue Bridge


DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
DURABILITÀ
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
DURABILITÀ
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
DURABILITÀ

Negli ultimi decenni, il progredire dei metodi dell’analisi strutturale,


unitamente ad un’accentuata creatività architettonica e ad un uso
talvolta eccessivo della prefabbricazione, ha comportato il frequente
impiego di spessori sottili e di dimensioni ridotte senza un’adeguata
cura nello studio dei dettagli costruttivi (ANAS, 1988).

A tutto ciò si è aggiunta una scarsissima manutenzione, per cui
costruzioni anche concepite con un corretto impianto strutturale si
sono degradate nello spazio di un paio di decenni con conseguenti
pesanti oneri di riparazione
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Vulnerabilità patrimonio edilizio


Criticità: Calcestruzzo armato Fonte: Pedeferri
(2000)
Esempi di degrado
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
Vulnerabilità patrimonio edilizio
Criticità: Calcestruzzo armato
Fonte: Pedeferri
(2000)
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
Vulnerabilità patrimonio edilizio
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Vulnerabilità patrimonio edilizio


DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
DURABILITÀ

Viadotto Petrulla
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
DURABILITÀ
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
DURABILITÀ

Viadotto Morandi (AG)


DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
DURABILITÀ

Viadotto Morandi (AG)


DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
DURABILITÀ
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
DURABILITÀ
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
DURABILITÀ
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
DURABILITÀ

Negli ultimi anni si è sviluppata una conoscenza costruttiva a livello


professionale e un senso di responsabilità dei vari operatori nei
riguardi della rispondenza temporale dell’opera alla sua concezione
originaria, nonché alla sua destinazione d’uso anche in relazione alle
implicazioni tecnologiche.

I concetti di DURABILITÀ e MANUTENZIONE sono entrati a far parte
anche del patrimonio culturale-tecnico delle pubbliche
amministrazioni.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
NTC 2018

§2 SICUREZZA E PRESTAZIONI ATTESE


§2.1 PRINCIPI FONDAMENTALI
Le opere e le componenti strutturali devono essere progettate,
eseguite, collaudate e soggette a manutenzione in modo tale da
consentirne la prevista utilizzazione, in forma economicamente
sostenibile e con il livello di sicurezza previsto dalle presenti norme.

La sicurezza e le prestazioni di un’opera o di una parte di essa
devono essere valutate in relazione agli stati limite che si possono
verificare durante la vita nominale di progetto, di cui al § 2.4. Si
definisce stato limite una condizione superata la quale l’opera non
soddisfa più le esigenze elencate nelle presenti norme.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
NTC 2018

§2.1 DURABILITÀ
durabilità: capacità della costruzione di mantenere, nell’arco della
vita nominale di progetto, i livelli prestazionali per i quali è stata
progettata, tenuto conto delle caratteristiche ambientali in cui si
trova e del livello previsto di manutenzione;

DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
NTC 2018

2.3 VALUTAZIONE DELLA SICUREZZA


Per la valutazione della sicurezza delle costruzioni si devono adottare
criteri probabilistici scientificamente comprovati….
Nel metodo semiprobabilistico agli stati limite (metodo di primo livello), la
sicurezza strutturale deve essere verificata tramite il confronto tra la
resistenza e l’effetto delle azioni.
Per la sicurezza strutturale, la resistenza dei materiali e le azioni sono
rappresentate dai valori caratteristici, Rki e Ekj definiti, rispettivamente,
come il frattile inferiore delle resistenze e il frattile (superiore o inferiore)
delle azioni che minimizzano la sicurezza. In genere, i frattili sono assunti
pari al 5%... La verifica della sicurezza nei riguardi degli stati limite ultimi di
resistenza si effettua con il “metodo dei coefficienti parziali” di sicurezza
espresso dalla equazione formale:
Rd ≥ Ed
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

L ’ i n t r o d u z i o n e n e l l a n o r m a t i v a d e l m e t o d o
semiprobabilistico agli stati limite, con il quale si richiede
un controllo dell’opera non solo nei riguardi della sicurezza
al collasso ma anche delle condizioni di esercizio, ha
rappresentato una prima risposta a tali problemi.
Tale metodo, seppur in maniera non del tutto completa,
può rappresentare una verifica di alcuni requisiti di
durabilità.

DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Durabilità come l’attitudine di un’opera a sopportare attacchi di


agenti aggressivi di diversa natura mantenendo inalterate le
caratteristiche meccaniche e funzionali (FIB-CEB).

Questa definizione, che fa riferimento al comportamento del


materiale nelle condizioni ambientali e di esercizio, equivale ad
esprimere la durabilità come una proprietà a lungo termine,
legata quindi alla perdita di funzionalità nel tempo.
Il concetto di durabilità deve quindi estendersi dal materiale
intrinseco, agli elementi strutturali, fino alle opere nel loro
complesso.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Più propriamente per le strutture si dovrebbe usare il termine di


efficienza, nel senso di corrispondenza tra la durata funzionale
e il tempo di vita della struttura stessa.

Si potrebbe ancora definire la durabilità come attitudine di una


struttura a conservare la sua destinazione funzionale originaria
in condizioni normali di esercizio e manutenzione, durante
l’intero periodo di vita attesa nel progetto.
Vengono chiamati in causa altri parametri strettamente legati
alla definizione di durabilità.

Affidabilità – intesa come la probabilità che le funzioni


assegnate ad un’opera siano portate a termine con successo
nella maniera e nelle condizioni d’uso previste.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Alla definizione di durabilità si accompagna quella più


moderna di vita nominale, intesa come quel periodo,
successivo alla costruzione dell’opera, durante la quale
tutte le proprietà mantengono i valori minimi accettabili
nelle ordinarie condizioni di servizio.
Pertanto durabilità e vita nominale sottendono esigenze
progettuali da soddisfare per un prefissato periodo di
tempo.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Progettare per la durabilità deve tradursi in una durata tecnica


(periodo di tempo oltre il quale viene raggiunta una condizione di
servizio inaccettabile) dell’opera maggiore o uguale alla vita di
servizio funzionale (periodo di tempo oltre il quale la struttura
diventa obsoleta dal punto di vista funzionale) ed alla vita di servizio
economica (periodo di tempo oltre il quale una sostituzione totale
della struttura è economicamente più vantaggiosa rispetto al suo
mantenimento in servizio attraverso manutenzioni o ripristini).
Si introduce così una relazione di dipendenza della vita delle
costruzioni da fattori funzionali o economici.
La durata di servizio dipenderà da un lato dalle proprietà del
materiale e delle caratteristiche strutturali, dall’altro dalle condizioni
ambientali, da esigenze funzionali ed economiche, nonché dalla
manutenzione effettuata.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Il fattore tempo entra nella filosofia della concezione


strutturale, dovendosi garantire la conservazione del
margine di sicurezza iniziale durante l’intera vita di
servizio, il che implica la conservazione nel tempo della sua
integrità.

Questo aspetto impone di considerare la manutenzione in
un’accezione più estesa dell’usuale, comprendendo la
necessità di controlli, riparazioni, sostituzioni quali attività
a cura del proprietario dell’opera strettamente connesse
alla garanzia di durabilità dell’opera stessa.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Peraltro, mentre la sicurezza strutturale, considerata a


prescindere dal suo mantenimento nel tempo, appare ben
codificata, data la buona conoscenza delle azioni, delle
caratteristiche dei materiali, delle leggi costitutive e del
comportamento strutturale, non altrettanto può dirsi
allorché entra in gioco, nella valutazione, il fattore tempo.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

La durabilità nelle nuove norme è vista come presupposto


fondamentale nelle fasi di:
•  Pianificazione
•  Progetto
•  Esecuzione
•  Periodo d’uso

Per il raggiungimento dell’obiettivo prefissato è
assolutamente necessaria una stretta cooperazione tra
proprietario, progettista, costruttore, direttore dei lavori e
utilizzatore, ciascuno dei quali deve assolvere il proprio
ruolo in accordo con gli altri.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

I documenti di progetto non dovrebbero limitarsi ad


elaborati grafici corredati da specifiche tecniche per
l’esecuzione, ma dovrebbero altresì comprendere
piani di controllo e manutenzione dell’opera.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
Le conseguenze di un mancato controllo possono comportare
ammaloramenti o addirittura il collasso dell’opera.
La vita di servizio di una struttura, in situazioni di sicurezza, è
strettamente correlata col numero di interventi di ripristino che,
migliorando le condizioni di servizio di una struttura tuttavia non
restituiscono mai le prestazioni iniziali.

[courtesy of E. Siviero et al.]


DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
Un utile riferimento può essere costituito dalla cosiddetta legge del
cinque (De Sitter) che individua nella vita di una struttura 4 fasi:
•  A. progettazione ed esecuzione
•  B. manutenzione ordinaria
•  C. manutenzione straordinaria
•  D. riparazioni generalizzate con ripristini strutturali
Considerando uguale ad 1 l’extracosto per una buona progettazione
e corretta esecuzione nella fase A, la mancata attivazione di
quest’ultima determina un extracosto:
•  nella fase B pari a 5
•  nella fase C pari a 25
•  nella fase D pari a 125

[courtesy of E. Siviero et al.]


DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

L’acciaio è un materiale molto


versatile e dalle comprovate
prestazioni ma

va assolutamente protetto dalla
corrosione
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Le NTC prevedono al paragrafo 4.2.9.6 che:



gli elementi delle strutture in acciaio “devono essere
adeguatamente protetti”.

Qualsiasi costruzione in acciaio non può prescindere
dall’attuazione di un’opportuna pianificazione anti
corrosione e previsione della durata della protezione
offerta dal metodo adottato.

Occorre una valutazione propedeutica con la redazione di
piani di monitoraggio e manutenzione.

DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Le NTC prevedono i criteri da adottare (§ 4.2.10)



“La durabilità deve assicurare il mantenimento nel tempo della
geometria e delle caratteristiche dei materiali della struttura,
affinché questa conservi inalterate funzionalità, aspetto estetico e
resistenza”.


Al fine di garantire tale persistenza in fase di progetto devono
essere presi in esame … le misure protettive e deve essere definito
un piano di manutenzione.”

DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Il Piano di Manutenzione prevede:



La programmazione di ispezioni, operazioni manutentive e loro
pianificazione.

La copertura temporale si estende a tutta la “vita utile” del
manufatto, intendendo con questo la relativa durata di utilizzo.

Si tratta dunque di un concetto attinente al ciclo di vita delle opere
che dovrebbe basarsi su criteri di risparmio di risorse economiche,
energetiche e materiali.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Le soluzioni per la protezione delle opere in acciaio dalla corrosione


dovrebbero idealmente:

•  Durare senza esigenza di manutenzione per tutta la “vita utile”
del manufatto;

•  Avere caratteristiche di affidabilità e robustezza;

•  Non comportare un aggravio dei carichi energetici ed ambientali,


anzi contribuire alla loro riduzione;

•  Essere economicamente sostenibili.


DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Assicurare la protezione dalla corrosione per la vita utile:



La soluzione ottimale prevede un minimo degli interventi di
manutenzione della protezione.
Idealmente nessun intervento strutturale straordinario.

Ciò deve essere garantito anche contro eventuali ritardi o mancanze
nell’attuazione dei piani di manutenzione o difetti dei controlli.

La protezione dovrebbe funzionare in maniera “automatica”,
robusta ed affidabile.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Protezione affidabile dell’acciaio – La zincatura a caldo



•  protegge con meccanismi diversificati e tutti robusti:

Effetto barriera – si frappone tra la superficie dell’opera e


l’ambiente aggressivo con continuità, evitando il contatto con le
specie ossidanti (anche all’interno di profili cavi).

Protezione attiva – esercita un’azione di protezione che supera
la presenza di scalfitture, graffi e piccoli danneggiamenti dovuti
al tempo o ad imperfezioni, proteggendo le aree scoperte.

Auto-sigillatura – con la capacità che auto-ripari i graffi, tagli e
piccole abrasioni, senza che costituiscano inneschi di corrosione.

COSTRUIRE OGGI IN ACCIAIO PER IL DOMANI

Protezione affidabile dell’acciaio – La zincatura a caldo



•  Il rivestimento metallico costituito da strati di leghe Fe-Zn è
impermeabile alle specie aggressive (non consente diffusione di
ossigeno ed acqua al proprio interno come accade per le vernici);

•  La differenza di potenziale elettrochimico tra Fe e Zn determina un
comportamento catodico del Fe che non si corrode anche nelle
zone scoperte nell’intorno del rivestimento;

•  I prodotti della corrosione dello zinco sono compatti e tali da
riuscire a riempire le falle dovute a piccoli danneggiamenti

•  Tutte le caratteristiche del rivestimento fanno si che non si possa


avere la corrosione sotto pelle che determina la precoce disfatta di
altri sistemi protettivi.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Le normative e la previsione di durata della protezione ottenibile


con la zincatura

La norma di riferimento è la UNI EN ISO 14713 parte 1 che fornisce
le durate attese in relazione alla categoria dell’ambiente aggressivo

La norma offre supporto per la programmazione della protezione
dell’acciaio (parte 1) e per la predisposizione delle opere alla
zincatura (parte2)
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

BARRE ZINCATE

La protezione di barre d’armatura attraverso un rivestimento di


zinco ottenuto mediante zincatura a caldo è una tecnologia diffusa
in Italia a partire dagli anni 70 e si inserisce nel vasto ambito della
ricerca sulla prevenzione contro il degrado delle strutture in c.a.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

BARRE ZINCATE

Tale processo consente di ottenere, mediante l’immersione delle


barre d’armatura nello zinco fuso a una temperatura di 445-460 °C,
un rivestimento costituito da composti intermetallici.
Il rivestimento ottenuto lascia esternamente uno strato di zinco
puro sulla parte esterna (a contatto con l’ambiente esterno e con il
calcestruzzo) mentre all’interno si formano degli strati intermetallici
in lega (zinco di interfase) che rivelano una durezza superiore a
quella dell’acciaio di base.
Il ricoprimento risulta particolarmente aderente per la presenza di
un legame intermetallico tra i due componenti che aumenta la
possibilità di ancoraggio del film al substrato di ferro.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

BARRE ZINCATE

Il duplice strato di zinco e leghe forma una barriera protettiva per


l’acciaio dello spessore medio di 85-100 micron che lo isola dagli
agenti corrosivi.
Parallelamente all’effetto barriera (di tipo fisico) si ottiene anche
una protezione di tipo elettrochimico (o galvanico) che consiste
essenzialmente nel passaggio di corrente che si verifica quando due
metalli (ferro e zinco) tra loro collegati si trovano immersi in un
elettrolita (calcestruzzo in presenza di acqua).
Il metallo che nella scala dei potenziali elettrochimici occupa il
posto più elettronegativo (zinco) si sacrifica comportandosi da
anodo a protezione di quello più elettropositivo (ferro).


DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

BARRE ZINCATE

Tali protezioni si sommano a quella derivante dai prodotti della


dissoluzione dello zinco dello strato superficiale a contatto con i
composti alcalini della matrice fresca del calcestruzzo
Lo strato insolubile, continuo e perciò passivizzante che si deposita
sul rivestimento zincato mantiene la propria stabilità fino ad un
pH=13,3
(i cementi portland in genere non superano un pH=12,5)
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

BARRE ZINCATE

I prodotti di corrosione dello zinco mantengono pressoché invariato


il volume del metallo originale (tendono ad essere solubili nella
pasta cementizia).
Il calcestruzzo pertanto non è soggetto a sforzi di trazione per
l’aumento di volume delle barre corrose.
Infine la cosiddetta ruggine bianca dovuta all’ossidazione dello zinco
non genera macchie di color marrone comunemente riscontrate
nell’acciaio nero in presenza di corrosione.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

BARRE ZINCATE

Il processo di zincatura delle barre può avvenire su barre o


preformate o non piegate.
La barra può venire in seguito tagliata esponendo così il pezzo
sezionato non zincato.
È stato provato che tali soluzioni di continuità non riducono
l’efficienza della barra nei confronti della corrosione in quanto è
attiva la protezione catodica dello zinco sull’acciaio scoperto (in
ogni caso si suggerisce la ripresa mediante vernici ad alto tenore di
zinco).
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

BARRE ZINCATE

PROPRIETÀ MECCANICHE E TECNOLOGICHE


Le caratteristiche meccaniche dell’acciaio zincato da c.a. non risultano
alterate.
Non vengono rilevate prescrizioni o comportamenti particolari delle
barre d’armatura zincate con riferimento a condizioni esecutive quali
ad esempio il taglio, la piegatura e la giunzione delle barre se non
quella di riprendere le eventuali cricche verificatesi sul rivestimento
con vernici ad alto tenore di zinco.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

BARRE ZINCATE

DURABILITÀ
La zincatura costituisce un mezzo per incrementare la durabilità
dell’armatura e allontanare l’inizio di un’aggressione significativa.
È tuttavia difficile quantificare a priori con precisione l’allungamento
della vita di servizio di un’opera protetta mediante zincatura.
Le conclusioni di indagini effettuate negli anni ‘70 presso enti di
ricerca statunitensi portarono a ipotizzare una durata del
rivestimento di circa 80 anni prima dell’innesco della corrosione
dell’acciaio.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

BARRE ZINCATE

DURABILITÀ
•  Le barre di acciaio zincato tollerano concentrazioni di cloruri assai
più elevate di quelle delle barre ordinarie.
•  In strutture esposte all’atmosfera marina il degrado del copriferro
è fortemente ritardato con l’uso dell’acciaio zincato.
•  La zincatura migliora in larga misura la durabilità e le
caratteristiche di aderenza delle barre stoccate in cantiere.

DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

BARRE ZINCATE
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

BARRE ZINCATE

ADERENZA BARRE ZINCATE-CALCESTRUZZO


L’aderenza nel caso di armature zincate dipende dal tempo.
Esistono due fattori che la influenzano e che si compensano
reciprocamente in modo da restituire valori uguali o superiori a quelli
dell’acciaio nero.
•  Il primo è lo sviluppo di idrogeno durante le prime ore dopo il
getto: le bolle di gas restano imprigionate tra l’armatura ed il cls
riducendone l’effettiva area di contatto (pare però che sia un
fenomeno sottovalutabile per la bassa quantità).
•  Il secondo è viceversa funzione del tempo: i prodotti di reazione
dello zinco diffondono parzialmente nella pasta cementizia
ancorandola al metallo.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

BARRE ZINCATE

Local Pull out Tests


(by Dr. R.D.G. Rankine)

50
45
40
Failure Load (kN)

35
30
25
20
15
10
5 Uncoated Steel
0 HDG Steel
S1 S2 S3 S4 S5 S6 Mean
Sample No.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

BARRE ZINCATE

CAMPI DI APPLICAZIONE
L’acciaio zincato quale armatura nel c.a. trova applicazione, a livello
strutturale, quando risulti necessario conferire durabilità ed integrità
a strutture:
•  Strategiche (vita nominale ≥ 100 anni)
•  Caratterizzate da particolari soluzioni tecnologiche e morfologico-
progettuali
•  Inserite in ambienti aggressivi di particolare entità (urbani, marini,
industriali) e in tutti quegli ambienti ritenuti a rischio, come i
componenti esterni di facciate, dove il degrado ed il successivo
progredire dei fenomeni di corrosione comportino interventi di
ripristino estesi a tutta la struttura, con conseguente abbattimento
del livello di sicurezza della stessa.
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

In C3 – ambiente urbano - con zincatura a caldo (ISO 1461) si


possono superare agevolmente i 100 anni senza manutenzione
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

ponte pedonale da abbattere per


esigenze funzionali
Port Elisabeth – Sud Africa
Aprile 2005
Il mare è a circa 50 metri
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

L’aggressività dell’ambiente è
evidente dai segni lasciati
intorno Corrosione di un palo di cemento
vicino
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Stato del tondino zincato


dopo 40 anni di esposizione
ad ambiente marino
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Il Costo della Protezione


Costo orientativo del Tondino in acciaio zincato (UNI 10622):
Ø 8 - €/ton 1.150,00
Ø 10 - €/ton 1.030,00
Ø 12 - €/ton 970,00
>= Ø14- €/ton 900,00
Costo orientativo del Tondino in acciaio inox AISI 304:
>= Ø12- da 2.400, a 2.600 €/ton

Sola zincatura per carpenterie strutturali:


300 €/ton (prezzo medio franco zincheria)
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
•  Industrial warehouse

Innovative
strategies for
seismic risk
reduction

67
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

68
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

69
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

70
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Principali di vulnerabilità dei collegamenti

71
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Collegamenti previsti dalle linee guida

72
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

73
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

74
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Sistemi innovativi di APPENSIONE

75
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Cinture di Sicurezza
Sismiche

Prof. Ing. G.A. Ferro


Arch. L. Restuccia
Ing. A. Reggio
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

VULNERABILITÀ SISMICA DEI CAPANNONI


PREFABBRICATI
IN CEMENTO ARMATO
q Perdita di appoggio tra elementi strutturali;
q Collasso di elementi di tamponatura esterni;
q Danni ai pilastri;
q Cedimenti delle fondazioni e/o rottura dei
bicchieri prefabbricati;
q  Danni alle scaffalature (caduta degli
elementi portati);
Cinture di Sicurezza Sismiche
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
VULNERABILITÀ SISMICA DEI CAPANNONI
PREFABBRICATI
IN CEMENTO ARMATO
q Perdita di appoggio tra
elementi strutturali
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
VULNERABILITÀ SISMICA DEI CAPANNONI
PREFABBRICATI
IN CEMENTO ARMATO
L'apparato di
appensione permette
di ridurre il rischio
sismico preservando la
struttura originaria,
garantendo quindi la
continuità delle
attività produttive
Cinture di Sicurezza Sismiche
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Il sistema di appensione "Cinture di sicurezza sismiche" è in


grado di meccanismi di collasso per perdita di appoggio,
ritenendo gli elementi di copertura mediante cavi a funi o
fili paralleli in metallo ancorati a strutture ausiliarie esterne
ed adiacenti all'edificio.

La tecnologia consente una significativa riduzione del


RISCHIO SISMICO senza la necessità di ulteriori interventi di
rafforzamento strutturale, garantendo la SALVAGUARDIA
DELLA VITA e dei BENI ESPOSTI nonchè la continuità
operativa dell'attività industriale.
Cinture di Sicurezza Sismiche
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
Cinture di Sicurezza Sismiche

1) Tipologia di appensione -
CAVI
- tecnologia minimamente
invasiva
- lavorazioni sono esterne
all'edificio
- NO rinforzo della struttura
preesistente
- continuità produttiva in ogni
fase di lavorazione
- tempi e costi contenuti
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Cinture di Sicurezza Sismiche


2) Tipologia di appensione -
PENDINI
- tecnologia minimamente
invasiva
- lavorazioni sono esterne
all'edificio
- NO rinforzo della struttura
preesistente
- continuità produttiva in ogni
fase di lavorazione
- tempi e costi contenuti
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Cinture di Sicurezza Sismiche


3) Tipologia di appensione -
STRALLI
- tecnologia minimamente
invasiva
- lavorazioni sono esterne
all'edificio
- NO rinforzo della struttura
preesistente
- continuità produttiva in ogni
fase di lavorazione
- tempi e costi contenuti
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Innovative
strategies for
seismic risk
reduction

84
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Innovative
strategies for
seismic risk
reduction

85
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Innovative
strategies for
seismic risk
reduction

86
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Innovative
strategies for
seismic risk
reduction

87
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Innovative
strategies for
seismic risk
reduction

88
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Innovative
strategies for
seismic risk
reduction

89
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Innovative
strategies for
seismic risk
reduction

90
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

Innovative
strategies for
seismic risk
reduction

91
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI
•  Exoskeleton

Innovative
strategies for
seismic risk
reduction

92
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

93
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

94
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

95
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

96
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

97
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

98
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

99
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

100
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

101
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

102
DURABILITÀ DELL’ACCIAIO: COSTRUIRE PER IL DOMANI

103