Sei sulla pagina 1di 188

Mailinglist

Buon Pomeriggio, sono le 13:39 di Sabato 3 Luglio 104.


BENVENUTI ....BIENVENU....WELCOME.....BIENVENIDO....WILLKOMMEN

LavoriI & Lavoretti Chi fa da se fa per tre ..ma prima consulta


da eseguire in garage,in giardino,in soffitta ,in www.fai-date.it
cantina e in ogni SITO della casa

Non solo fai da te • ALCUNE ANTICIPAZIONI.......... Occorre sapere che.......


.Cose per la casa e i suoi..
....Oltre alle schede tecniche dei diversi lavori su fai-date
Il meteo troverete consigli sull'utilizzo dei diversi materiali impiegati , .Lavori in legno
EVA SUPER nel web modalità di impiego e curiosità attinenti ai materiali e agli utensili
.Legnami esotici
impiegati.......alcune anticipazioni?.......
Oreficeria fai da te
.Lo sapevate che?
Concerti in toscana
Per rimuovere una vecchia vite da legno...di solito una con la .Tipi di compensato<new>
Yoghi in rete
testa con unico intaglio..(dopo aver provato con i classici piccoli .Mese in corso&spigolature
Curiamo lo spirito colpi di mazzuolo sulla testa di un cacciavite messo nell'intaglio
della vite stessa) provate a riscaldare la vite con un saldatore .Le vernici
La famiglia pure elettrico...e una volta raffreddata si toglierà facilmente.
Per il terzo mondo .Togliere l'umidità <new>

Le api e l'alveare Dovete riparare una grossa fenditura o una scheggiatura .Per murare
Tutto sulla borsa in un mobile o un tavolo o..ecc..ecc... un modo semplice e .Varie fai da te
economico... prendere della segatura preferibilmente del solito
Internet al femminile legno del mobile da riparare... impastare con della colla .Riparare rubinetto
trasparente tipo vinavil ...mettere nella zona da riparare ..
attendere che asciughi bene e poi carteggiare per rifinire e/o .Tasselli espansione
pareggiare e al termine verniciare o trattare come tutto il resto
del mobile........ .per altre notizie e curiosità... vai vai

SCRIVIMI

CALENDARIO DEL PERFETTO FAI DA TE


• •
GIUGNO:

Zappate frequentemente intorno alle piante e annacquare con acqua


recuperata dai lavaggi della verdura che dovete cuocere .. se non
avete a disposizione acqua di pozzo. Lo sapevate che per fare 1/2
KG di miele un'ape deve percorrere 80000km 2 volte il giro della
terra....

LUGLIO:

Se avete acqua a disposizione proveniente da un pozzo personale


non annacquate mai quando c'e il sole ma la sera altrimenti
rischiate di "bruciare" il prato o le piante .A luna nuova potete
seminare in cassetta i fiori
d'inverno(cinerarie,primule,ciclamini,pratoline ecc).

----------------------------------------------------------------------
-

Per togliere un vecchio chiodo arrugginito da una parete ..molte


volte insieme al chiodo viene via anche un pezzo di intonaco..per
evitare quanto sopra ..stringere il chiodo con una pinza e farlo
ruotare dolcemente attorno al proprio asse ..e sempre dolcemente
estrarlo senza torcerlo...e la prossima volta mettere chiodi di
ottone

http://www.fai-date.it/index.html (1 di 2) [03/07/2004 13.39.54]


Mailinglist

----------------------------------------------------------------------
Nome
Prima di verniciare... passate la mano sopra le setole dei
E-mail pennelli.. avanti e indietro .. in modo da rimuovere la polvere le
eventuali setole staccate .. .Pulire il coperchio del contenitore per
Nuovo membro evitare che la polvere e altro sporco cadano nella vernice........
-----------------------------------------------------------------------

Invia e mail iscriviti alla La lana d'acciaio o paglietta di lana d'acciaio è un articolo
mailing list ti aggiornerò sulle utilissimo che può servire per molti lavori ..dalla rimozione di
novità di www.fai-date.it vecchie vernici negli angoli più nascosti di un mobile alla levigazioni
di superfici restaurate...esiste in commercio in diverse "misure"
dallo 00 allo 0000 finissima e ha un altro pregio.... è molto
economica

----------------------------------------------------------

Scartavetratura manuale se dovete scartavetrare manualmente


una finestra o una porta ..avvolgere un pezzo di carta vetrata ad un
listello di legno in modo da avere la superficie della carta ben tesa
...che a contatto del legno sarà più efficace...anche per
scartavetrare in angoli o zone difficili da arrivare ..avvolgere la carta
su dei legni sagomati

-----------------------------------------------------------

Per diminuire il consumo... du acqua ad ogni scarico

della cassetta dello sciacquone del w.c. . .......

www.fai-date.it non è responsabile dei siti recensiti ad esso collegati e di Ideato e curato da ptnnde provider dada spa Firenze
eventuali errori ed omissioni presenti nel sito e declina ogni responsabilità

ULTIMO AGGIORNAMENTO GIUGNO 2004

http://www.fai-date.it/index.html (2 di 2) [03/07/2004 13.39.54]


Nuova pagina 2

.Notizie utili
.Gli incastri
.Candele
.Rilegare
.Vernici
.Silicone
NOTIZIE UTILI
.Pennelli-vernici
.Rulli x vernici Per applicare vernici spesse su superfici
.Chiodi&bullette metalliche è consigliabile usare il pennello
.Viti La vernice avanzata deve essere lasciata nel conosciuto con il termine ovalino.Per
barattolo ben chiuso e capovolto (assicurarsi applicare su legno vernici lucide si
.Puntexlegno che sia ben chiuso)..... adoperano le pennellesse che sono pennelli
.Puntexmuratura larghi e piatti disponibili in svariate
dimensioni...
.Puntexmetalli
.Punte-speciali L'acquaragia è il diluente per eccellenza
.<<<<<< ,rende più facile e scorrevole
.<<<<<< Quando un metallo e' esposto all'aria e agli l'applicazioni di smalti e vernici.Può
agenti atmosferici reagisce con l'ossigeno e /o essere usato per altre moltissime cose
.E-MAIL l'acqua formando un ossido idrato(ruggine) ..per diluire cere lucidare superfici
.Home che pur conservando le caratteristiche del
ferro diventa friabile e poroso per cui o
vetrose e smaltate,per togliere macchie
.<<<<<< usiamo materiali tipo alluminio o acciaio inox di vernici e naturalmente per pulire i
.<<<<<< oppure ,metodo più economico ,trattare il pennelli.Attenzione c'è sempre un però...è
.<<<<<<
ferro vernici e protezioni antiruggine una sostanza tossica facilmente
infiammabile e deve essere trattato con
attenzione.Per cui ATTENZIONE

Il diluente comunemente usato noto come acquaragia e' il risultato di distillazioni di


oleoresine ricavate da varie conifere in italia la principale fonte e'il pino negro "pinus nigra".

IMPIALLACCIATURA: NEW

Dicesi mobile impiallacciato............(come direbbe il Fantozzi) il mobile costruito con legno


compensato,truciolato o legno di poco valore ricoperto da un sottile strato di legno
pregiato(detto piallaccio).I sopracitati mobili possono avere un aspetto bello e robusto...ma
sono in effetti più delicati in quanto sensibili all'umidità che può rigonfiare o screpolare alcune
zone dell'impiallacciatura.

Si possono naturalmente riparare ...argomento che inserirò quanto prima

RITORNA HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/variefaidate.htm [03/07/2004 13.39.57]


Nuova pagina 5

NOTIZIE UTILI

Per applicare vernici spesse su superfici metalliche è


La vernice avanzata deve essere lasciata nel barattolo consigliabile usare il pennello conosciuto con il
ben chiuso e capovolto (assicurarsi che sia ben termine ovalino.Per applicare su legno vernici lucide
chiuso)..... si adoperano le pennellesse che sono pennelli larghi e
piatti disponibili in svariate dimensioni...

L'acquaragia è il diluente per eccellenza ,rende


più facile e scorrevole l'applicazioni di smalti e
Quando un metallo e' esposto all'aria e agli agenti
atmosferici reagisce con l'ossigeno e /o l'acqua vernici.Può essere usato per altre moltissime cose
formando un ossido idrato(ruggine) che pur ..per diluire cere lucidare superfici vetrose e
conservando le caratteristiche del ferro diventa friabile smaltate,per togliere macchie di vernici e
e poroso per cui o usiamo materiali tipo alluminio o naturalmente per pulire i pennelli.Attenzione c'è
acciaio inox oppure ,metodo più economico ,trattare il sempre un però...è una sostanza tossica
ferro vernici e protezioni antiruggine
facilmente infiammabile e deve essere trattato
con attenzione.Per cui ATTENZIONE

Il diluente comunemente usato noto come acquaragia e' il risultato di distillazioni di oleoresine ricavate da
varie conifere in italia la principale fonte e'il pino negro "pinus nigra".

IMPIALLACCIATURA: NEW

Dicesi mobile impiallacciato............(come direbbe il Fantozzi) il mobile costruito con legno


compensato,truciolato o legno di poco valore ricoperto da un sottile strato di legno pregiato(detto piallaccio).I
sopracitati mobili possono avere un aspetto bello e robusto...ma sono in effetti più delicati in quanto sensibili
all'umidità che può rigonfiare o screpolare alcune zone dell'impiallacciatura.

Si possono naturalmente riparare ...argomento che inserirò quanto prima

RITORNA HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/variefaidatecentro.htm [03/07/2004 13.39.59]


Nuova pagina 3

TIPI DI INCASTRI
Gli incastri nelle costruzioni in legno
sono moltissimi ....i più comunemente
usati sono :

-MORTASA e TENONE dove per


tenone si indica la parte sagomata a
maschio e tenone quella femmina
sagomata ved. figura 1

- CODA DI RONDINE che non ha


bisogno di spiegazione forse il più
famoso ved. figura 2

-A MEZZO LEGNO ved. figura 3

e moltissimi altri che aggiungerò di


volta in volta

Per i lavori
in legno

<VAI>

Ritorna home page

http://www.fai-date.it/variefaidateincastri.htm [03/07/2004 13.40.00]


Nuova pagina 2

Introduzione
Tipi di legno
Legnami
esotici
Lavoraz.legno
Compensati
Chiodi
Viti per legno
Libreria
Copri
termosifoni
Sgabello INTRODUZIONE
Portarotoli
Piattaia
Casa volatili
Cuccia cani Lavorare il legno può essere un'esperienza piacevole e divertente che, però,
presuppone almeno una modesta conoscenza di questo materiale. Il miglior punto
Scala
di partenza, per quanto riguarda l'acquisto, è quello di affidarsi a uno dei molti
multiuso magazzini del legno dove si trova una scelta vastissima sia del legname grezzo sia
Gommalacca del legno semilavorato. Di fronte però a un assortimento così vasto è possibile non
antitarlo sapere che "pesci prendere" se non si hanno già le idee abbastanza chiare su cosa
comperare.
Spine di legno
Le varietà di legno sono moltissime, da quelle più tenere come il legno di balsa
Lavori fatti che, leggerissimo e particolarmente adatto per il modellismo, al legno-ferro così
da... duro da far concorrenza ai metalli. Tra il primo e il secondo c'è tutta una gamma
Finiture vastissima che solo un esperto è in grado di riconoscere da alcune caratteristiche
superfici come la venatura, il peso, e così via. Un aiuto lo potrai trovare IN
CARATTERISTICHE DEL LEGNO dove troverai il legname più comunemente
usato e le relative caratteristiche.

Se vi siete cimentati in qualche piccola costruzione (o grossa) mandate la foto della


vs opera in formato GIF o JPEG con qualche rigo di descrizione verrà messa in rete
in una pagina apposita

http://www.fai-date.it/lavorilegno.htm [03/07/2004 13.40.01]


Nuova pagina 5

INTRODUZIONE

Lavorare il legno può essere un'esperienza piacevole e divertente che, però, presuppone
almeno una modesta conoscenza di questo materiale. Il miglior punto di partenza, per quanto
riguarda l'acquisto, è quello di affidarsi a uno dei molti magazzini del legno dove si trova una
scelta vastissima sia del legname grezzo sia del legno semilavorato. Di fronte però a un
assortimento così vasto è possibile non sapere che "pesci prendere" se non si hanno già le
idee abbastanza chiare su cosa comperare.
Le varietà di legno sono moltissime, da quelle più tenere come il legno di balsa che,
leggerissimo e particolarmente adatto per il modellismo, al legno-ferro così duro da far
concorrenza ai metalli. Tra il primo e il secondo c'è tutta una gamma vastissima che solo un
esperto è in grado di riconoscere da alcune caratteristiche come la venatura, il peso, e così
via. Un aiuto lo potrai trovare IN CARATTERISTICHE DEL LEGNO dove troverai il legname
più comunemente usato e le relative caratteristiche.

Se vi siete cimentati in qualche piccola costruzione (o grossa) mandate la foto della vs opera
in formato GIF o JPEG con qualche rigo di descrizione verrà messa in rete in una pagina
apposita

http://www.fai-date.it/legnocentro.htm [03/07/2004 13.40.02]


Le varietà di legno sono moltissime ecco qui di seguito quelle più usati per alcuni lavori di falegnameria

Le varietà di legno sono moltissime..... eccone alcune di quelle più usate per alcuni
lavori di falegnameria.
ABETE.

Abete bianco (con venature rossastre) molto "nodoso"


tenero e lavorabilissimo molto elastico.... colore giallo
chiaro e : è adatto per mobili di tipo rustico e di poca ABETE Kg/dm3 0,35-0,
"importanza"molto usato dai carpentieri muratori per il
basso costo e facilità di lavorazione

L'abete Douglas : colore rossiccio, venatura


compatta senza nodi , molto resistente, molto usato in
edilizia, per infissi e rivestimenti esterni , adatto per
accessori di arredamento.

Il pitch-pine:

Pino giallo proveniente dal sud degli Stati Uniti e


dell'America centrale

è un legno dal colore giallo rossiccio , resinoso a lenta


crescita

presenta spesso delle fibre sollevate

E' compatto, a fibre sottili, molto resinoso. . ....

Si comporta bene in ambienti umidi.........

è duro e si incurva bene, ma si lascia lavorare molto


difficilmente a causa della resina.

Ha tendenza ad attorcigliarsi e si ritira


considerevolmente

Si usa per la costruzione di imbarcazioni e di infissi

ACERO.

legno duro , colore variabile secondo pianta e


stagionatura, dal bianco-rossiccio al bianco-giallino al
rosato. Lavorabile agevolmente con tutti gli attrezzi ,,,,,,
fai-date.Si mantiene bene all'asciutto, teme l'umidità ,
assume un aspetto setoso dopo levigatura e lucidatura.
Impiegato per mobili e impiallacciature.

http://www.fai-date.it/varietalegno.htm (1 di 3) [03/07/2004 13.40.04]


Le varietà di legno sono moltissime ecco qui di seguito quelle più usati per alcuni lavori di falegnameria

CASTAGNO. È un legno leggero, non troppo duro,


resistente e facile da lavorare.

Colore giallastro o bruno con venature più scure, non


adatto per ambienti con sbalzi di temperatura .Non e'
attaccato dai tarli e' bellissimo per mobili rustici.

CASTAGNO 0,7-0,85 Kg/dm3


Assume un colore gradevole e caldo nei mobili antichi

CIRMOLO.

Colore : chiaro, di tono rossiccio senza venature.

Tenero, si può lavorar e segare meglio eesendo privo di


venature.

Uso: mobili (anche di tipo rustico)e accessori


d'arredamento e rivestimenti pareti.

FAGGIO.

Colore :giallo rossastro, con struttura regolare, fibra


diritta.

Duro e compatto, lavorabilissimo.

FAGGIO EVAPORATO trattamento che lo rende molto più


resistente .

utilizzato per rivestimenti di pareti., mobili di ogni tipo e


pavimenti

http://www.fai-date.it/varietalegno.htm (2 di 3) [03/07/2004 13.40.04]


Le varietà di legno sono moltissime ecco qui di seguito quelle più usati per alcuni lavori di falegnameria

FRASSINO.

colore bianco-avorio con venature madreperlacee.

Compatto,molto flessibile ed elastico ,duro.

Adatto per mobili e impiallacciature

PANNELLI DI COMPENSATO......

PANIFORTE LISTELLARE altro materiale , più


PANNELLI DI COMPENSATO Leggeri, robusto , indeformabile e più economico del
indeformabili e anche più resistenti del legno compensato, ( necessita la rifinitura dei bordi in
massiccio, a parità di spessore. Si possono usare per quanto si può scheggiare durante il taglio o la
lavorazione).....è perciò indicato per la costruzione di
rivestimenti (nel tipo più sottile) che per mobili .
tavoli e ripiani che devono sopportare carichi o se
esposti agli agenti atmosferici.

COMPENSATI PLACCATI, con impiallacciature di essenze dure o pregiate, pronti per essere verniciati o
lucidati.

Attenzione pannelli dalle due facce .....quella esterna è priva di difetti, l'altra è grezza e può presentare delle
irregolarità.

COMPENSATI FENOLICI:Sono derivati del legno


composti da sfogliati incrociati .....i vari strati
vengono incollati adoperando collanti fenolici
resistenti all’acqua..... questo tipo di compensati ha
caratteristiche e prestazioni superiori rispetto ai
compensati tradizionali.....con ottimi requisiti
meccanici ed una eccellente resistenza agli attacchi
degli agenti atmosferici e dei parassiti
Il loro utilizzo è consigliato in ambienti dove è
presente umidità e dove sono richieste elevate
caratteristiche meccaniche e fisiche

pag.>2 MAIL TOP RITORNA HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/varietalegno.htm (3 di 3) [03/07/2004 13.40.04]


Le varietà di legno sono moltissime ecco qui di seguito quelle più usati per alcuni lavori di falegnameria

Le varietà di legno sono moltissime.........pagina 2


Ciliegio: E' diffuso in tutta Europa ad eccezione del
Nord della Scandinavia. in Italia è presente allo stato
spontaneo e come albero da frutto ...è un legname
molto ricercato e costoso in quanto la sua crescita è
lenta e per il suo utilizzo come legname occorrono molti
anni .E' molto usato nella fabbricazione di mobili,
strumenti musicali ecc..i mobili costruiti in ciliegio sono
bellissimi con sfumature rossastre caratteristiche del
ciliegio

LARICE. ,

colore giallo-rossastro , compatto e resistente.

Può essere impiegato per usi esterni in quanto sopporta


bene l'acqua,per cui è impiegato rivestimenti esterni,
pavimenti,travature, recinzioni. I caratteristici mobili
tirolesi

sono in questo bel legno .Legno pregiato

MOGANO.

Colore rossastro che tende a diventare bruno con


bellissimi riflessi , quando è "invecchiato" all'aria, . Di
grana fine e lucente ...brillantissimo dopo levigatura.

I tarli con il mogano hanno vita dura non riescono infatti


ad attaccarlo...lavorabilissimo.

MOGANO Utilizzato per rivestimenti e mobili

Legno molto pregiato ( vedere legnami esotici )

NOCE.

Colore bruno, con venature di colore più scuro, diritte o


ondulate.

Anche se duro si lavora bene.

Legno elastico e resistente, usato per mobili di vario


genere.
NOCE 0,6-0,81Kg/dm3
Rarissimi i mobili di noce"nostrale"....e quindi
ricercatissimi...è un legno che valorizza i mobili con esso
costruiti

http://www.fai-date.it/varietalegno2.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.40.05]


Le varietà di legno sono moltissime ecco qui di seguito quelle più usati per alcuni lavori di falegnameria

ROVERE.

Colore bruno chiaro, fibre diritte e regolari, pochissimi


nodi, abbastanza facile da lavorare anche se duro e
resistente. Usato per per mobili di vario
tipo,rivestimenti pareti. Esistevano bellissime scrivanie
(forse ci saranno ancora..)in rovere ora sostituite da
freddi moduli metallici

ROBINIA. Viene erroneamente chiamata acacia ma


non lo è.La robinia raggiunge a volte notevoli dimensioni
sia in altezza che come diametro..il legno si secca
lentamente e quando è levigato è di una lucentezza
giallo oro con gradevoli venature .Viene usato per lavori
con tornitura tipo ciottoli o oggetti da cucina e in
impieghi tipo ballatoi o ringhiere nelle case rurali e nei
fienili,ha una fibra compatta e non è facile da inchiodare
o piallare. I suoi fiori sono bianchi e a grappoli e sono
graditissimi dalla api.

<<pag.1 MAIL TOP RITORNA HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/varietalegno2.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.40.05]


LEGNAMI ESOTICI

LEGNAMI ESOTICI -africani-


Alcuni tipi di legno ..diciamo cosi esotici in questo
caso provenienti dall'AFRICA non
particolarmente conosciuti ma impiegati per la
costruzione di mobili ,pavimenti o scale dalle
caratteristiche particolari e dai colori più vari dal
nero al rosa

BERCHEMIA ZEYHERI:(PINK IVORY)

Dal nome mai sentito ..preferisco il pink ivory


...nome derivante dal suo colore... questo legno dal
colore rosa proviene dal sud africa e viene
impiegato per la costruzione di mobili particolari
e di lusso .Molto pesante .. Kg 993 al m3 con il 10-
12% di umidità ..la sua stagionatura è lunga con il
rischio di deformazioni.Per la sua lavorazione
occorrono utensili di qualità..direi di acciaio è
comunque un bellissimo legno

IROKO: (Chlorophora Excelsea)

Il legno forse più conosciuto della serie africana


viene impiegato per la costruzione di scale o
pavimenti essendo molto resistente all'usura
superficiale .Pesa .. Kg 650 al m3 con il 10-12% di
umidità ..la sua stagionatura è veloce e il rischio
di deformazioni è bassissimo ..legno non durissimo
..per la sua lavorazione occorrono utensili e
accorgimenti particolari r la sua lavorazione
occorrono utensili di qualità..direi di acciaio è
.Proviene dall'AFRICA
orientale,occidentale,centrale....praticamente da
tutta l'africa... escluso i deserti.

PAU FERRO- CIMBE: (Swartizia


Madagascariensis)

Legno rossastro con toni castani anche , la foto a


lato non rappresenta degnamente le
venature.................pesantissimo .. Kg 1010 al m3
con il 10-12% di umidità è durissimo ,per cui il suo
taglio è difficile ...la sua stagionatura è lenta con
rischio deformazioni bassissimi viene impiegato
per mobili e pavimentazioni..

(mai visto un mobile di pau ferro) proviene da


Sud Africa, Zaire , Gabon, Congo, Costa D'Avorio
,Mozambico.

http://www.fai-date.it/varietalegnoesotico.htm (1 di 3) [03/07/2004 13.40.06]


LEGNAMI ESOTICI

PAU PRETO- AFRICAN BLACKWOOD:


(Dalbergia melanoxylon)

Legno dal colore nero e pesantissimo .. Kg 1250 al


m3 con il 10-12% di umidità (galleggia in acqua?) e
durissimo ma ,stranamente, facile da lavorare ,.la
sua stagionatura è lenta con rischio
deformazioni e fessure impiegato per costruzioni
di tavoli da scacchi,artigianato manici
coltelli,strumenti musicali......quando vediamo delle
statuine in legno nero dell'artigianato africano
potrebbero essere di pau ferro ..forse

provenienza Africa occidentale e orientale

MAHOGANY: (Khaya Nyasica)

Mogano (già citato in tipi di legno n.d.r) dopo il


taglio e la sua esposizione all'aria prende il
caratteristico e bellissimo colore rosso castano
.....pesa Kg 800 circa al m3 con il 10-12% di
umidità legname molto duro .. necessita di
utensili particolarmente affilati per la sua
lavorazione stagionatura lenta senza rischio di
deformazioni. Utilizzato per mobili
,porte,finestre,articoli per l'industria
navale,parquet

provenienza Africa Centrale, Africa


Occidentale,Africa Orientale.

PANGA-PANGA: (Millettia Stuhlmannii)

Legname molto scuro..caratteristica di molti


legnami africani...varia dal castano scuro al nero
.....pesa

Kg 800-860 circa al m3 con il 10-12%di umidità


stagionatura lenta senza rischio di
deformazioni.Per il taglio occorrono utensili
affilatissimi, utilizzato per mobili e pavimenti in
legno..

provenienza Africa orientale

http://www.fai-date.it/varietalegnoesotico.htm (2 di 3) [03/07/2004 13.40.06]


LEGNAMI ESOTICI

TRANSVAL-TEAK: (Pterocarpus Angolensis)

TEAK legno di colore chiaro con macchie di


castano stagionatura rapida senza rischio di
deformazioni. Utilizzato per mobili per
l'industria navale

La sua lavorazione e taglio è abbastanza semplica

provenienza Tanzania, , Mozambico,


Zimbambwe,Zambia e Sud Africa

Lebombo, IronWood: ( Androstachys johnsonii)

Legno dal colore castano chiaro pesa Kg 920 circa


al m3 con il 10-12% di umidità è molto duro per
cui la tagliaturae la lavorazione sono difficili
stagionatura lenta senza rischio di
deformazioni. Utilizzato per l'industria navale

e pavimenti.Provenienza africa orientale

http://www.fai-date.it/varietalegnoesotico.htm (3 di 3) [03/07/2004 13.40.06]


Lavorare il legno

Prima di acquistare degli attrezzi per lavorare il


legno è bene sapere cosa dobbiamo fare e quali
livelli di finitura vogliamo per i nostri lavori,è
buona norma comunque avere degli attrezzi base
da integrare in seguito con utensili specifici.

Per l'acquisto dell'attrezzatura conviene sempre


affidarsi alle marche migliori, o su articoli già
acquistati e collaudati da nostri amici .

PER FORARE

Trapano elettrico (numerosi sono i modelli in


commercio ) con punte adatte per il legno,

Succhiello. Ha la punta a elica che, , riesce a


bucare il legno con un pò di pazienza.
Trapano a manovella. Adatto per fori più
profondì, è dotato di un ingranaggio e pazienza
Alcuni degli attrezzi più comunemente come sopra.
usati
Girabecchino (o trapano a collo d'oca).Consente
di forare qualunque elemento, dal più sottile al più
spesso.

Il succhiello,il trapano a manovella e il


girabecchino sono attrezzi che vengono più usati
i raramente perchè soppiantati dal trapano
elettrico con i suoi molteplici accessori

http://www.fai-date.it/lavorazionelegno.htm (1 di 3) [03/07/2004 13.40.08]


Lavorare il legno

PER TAGLIARE

Sega a telaio. Ha la lama lunga e sottile.


Segaccio. Con la lama trapezoidale e robusta
impugnatura , serve per tagli diritti anche su
pezzi di un certo spessore.
Sega a dorso. È chiamata così perchè è tenuta
rigida da un profilo a U situato sul dorso.

PER INTAGLIARE

Scalpello. È lo strumento più conosciuto tutti lo


conoscono Sgorbia. È un piccolo scalpello con lama
sagomata a sezione curva.

PER AGGIUSTARE

Raspa. raspa piatta; raspa mezzotonda; raspa a


coda di topo.

Pialla. La più classica ha il corpo in legno e le altre


parti in acciaio. Ma ci sono anche pialle tutte
metalliche. La lama, inserita nel blocco di legno o
di metallo, deve sporgere di quel tanto che solo
l'esperienza del falegname può valutare...con il
tempo e ..tante piallate

Vi sono poi altri innumerevoli attrezzi dai più


svariati morsetti ai cacciachiodi .Per non parlare
di tutta la serie di attrezzi elettrici ...levigatrice
orbitale ,sega a disco,seghetto
alternativo,piallatrice ecc.. ecc..

Due parole per la...Carta vetrata.serve per


levigare il legno e prepararlo alle successive
lavorazioni tipo verniciatura o altro.Vi sono
numerosi tipi di cartavetrata definiti da un
numero ..più alto è il numero e più fine è la
cartavetrata. .

http://www.fai-date.it/lavorazionelegno.htm (2 di 3) [03/07/2004 13.40.08]


Lavorare il legno

UN CONSIGLIO:Lavorate in ambienti luminosi e


arieggiati ...se potete ,comunque sempre con
addosso i mezzi di protezione

TOP

http://www.fai-date.it/lavorazionelegno.htm (3 di 3) [03/07/2004 13.40.08]


Le varietà di legno sono moltissime ecco qui di seguito quelle più usati per alcuni lavori di falegnameria

PANNELLI DI COMPENSATO......

PANNELLI DI COMPENSATO Leggeri,


indeformabili e anche più resistenti del legno massiccio,
a parità di spessore...composti da tre strati disposti con
le fibre perpendicolari tra loro incollati a caldo
..solitamente ....si possono usare per rivestimenti (nel
tipo più sottile) che per mobili .

LISTELLARE composto da due superfici di


compensato e un inserto di listelli di abete , robusto ,
indeformabile e più economico del compensato, .....è
indicato per la costruzione di tavoli e ripiani che devono
. sopportare carichi o se esposti agli agenti atmosferici.

COMPENSATI PLACCATI, con impiallacciature di


essenze dure o pregiate, pronti per essere verniciati o
lucidati.

Attenzione pannelli dalle due facce .....quella esterna è


priva di difetti, l'altra è grezza e può presentare delle
irregolarità.

COMPENSATO MULTISTRATO

Composto da almeno 5 strati di sfogliati disposti


...sempre ..con le fibre perpendicolari tra loro.. si può
trovare in commercio con spessore fino a 50mm.Se
incollato con collanti fenolici resistenti all'acqua è
resistente agli agenti atmosferici e può essere utilizzato
in ambienti umidi .Gli impieghi sono molteplici dato la
sua ottima resistenza meccanica e stabilità

http://www.fai-date.it/varietalegnocompensati.htm (1 di 3) [03/07/2004 13.40.10]


Le varietà di legno sono moltissime ecco qui di seguito quelle più usati per alcuni lavori di falegnameria

LAMELLARE MASSICCIO:

Costituito da legni pregiati e composto da numerosi


listelli di uguale spessore e larghezza uniti e incollati di
testa ..di ottimi effetti ottici con effetto "massello" viene
utilizzato per piani di lavoro rivestimenti murali ante
ecc....in commercio si trova fino allo spessore di 55mm

LAMINATO

Pannelli a base di legno... normalmente


truciolato...rivestiti da un sottile foglio di laminato
plastico..i pannelli di laminato possono essere usati in
numerosissime applicazioni dai mobili ad piccole ante o
settori di divisione..per aumentare la durata e
preservarlo da infiltrazioni di umidità è bene rivestire i
lati non placcati dal laminato plastico

TRUCIOLATO:

Composto da grossi trucioli per tutto lo spessore ...è il


più "spartano" dei derivati del legno di scarsa resistenza
meccanica e sensibilissimo all'umidità..viene usato in
zone non sottoposte a carichi e come materiale isolante

IMPIALLACCIATI :

L'impiallacciatura è un'arte che risale all'epoca


rinascimentale ..gli artigiani rivestivano pannelli in
legno di poco valore con lastre di legno pregiato
spessore 5-6 millimetri che poi incollavano o fissavano
con invisibili chiodini...con l'avvento di nuove macchine
..il tronco non viene tagliato ma sfogliato ..e utensili
molto taglienti riescono a fare fogli dallo spessore 0,5-1
millimetro ..che poi vengono incollati sui pannelli di
altro legname...se l'incollatura non è ben fatta può
causare sgradevoli sorprese come la figura a lato

http://www.fai-date.it/varietalegnocompensati.htm (2 di 3) [03/07/2004 13.40.10]


Le varietà di legno sono moltissime ecco qui di seguito quelle più usati per alcuni lavori di falegnameria

MAIL TOP RITORNA HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/varietalegnocompensati.htm (3 di 3) [03/07/2004 13.40.10]


I chiodi o bullette come sono chiamati in molte zone compreso dove abito io

CHIODI CHIODI

I chiodi o bullette come sono chiamati in molte zone


compreso dove abito io ..forse erroneamente......
hanno un'ampia applicazione per la loro versatilità e
facilità d'uso.

Molti sono i tipi di chiodi esistenti in commercio adatti


per lavori veloci e vari...in seguito sono rappresentati
alcuni dei tipi più comunemente usati non solo per
lavori in legno ma per altre applicazioni..tanto per
essere aggiornati prima di accingersi a "piantare un
chiodo " frase dalle molteplici interpretazioni in questo
caso specifico azione da eseguire con un martello
adatto all'uso.

Chiodi testa piatta in acciaio "dolce"termine


non molto tecnico per indicare un acciaio dalle
caratteristiche limitate in fatto di
resistenza...dicevo ..chiodi testa piatta ,forse i
più usati per lavori in legno o fissaggi vari

Chiodi testa striata...come sopra ma con


testa striata...per evitare lo scivolamento del
martello .

Chiodi testa piccola in acciaio "dolce" per


lavori più accurati in quanto avendo la testa
piccola possono essere inseriti completamente
nel legno ed avere quindi una superficie liscia
..dopo stuccatura ..naturalmente..

Chiodi senza testa o spilli di piccolo diametro e


diverse lunghezze in acciaio "dolce" per fissare
pannelli di chiusura e/o rivestimento tipo faesite
compensati di piccolo spessore ecc...

Chiodi per cemento in acciaio temperato dal


colore blu o nero ...possono penetrare in
manufatti di cemento...ma attenzione si
spezzano facilmente per cui è consigliabile
l'uso degli occhiali di protezione.

Chiodi per tappezzeria in acciaio dal colore blu o


nero...grazie alla sua forma penetra facilmente nel
legno.. adatti per fissare rivestimenti e tappezzerie

http://www.fai-date.it/lavorilegnochiodi.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.40.12]


I chiodi o bullette come sono chiamati in molte zone compreso dove abito io

Semenze in acciaio dal colore bluastro adatte per


lavori di tappezzeria di piccole dimensioni venivano
molto usate dai calzolai .

Chiodi di guarnizione lo dice la parola stessa


..servono a rifinire un rivestimento di una poltrona o
altre cose...

Caviglie in acciaio dolce servono per fissare al


muro...dei cavetti elettrici o telefonici o qualche cosa
di simile

http://www.fai-date.it/lavorilegnochiodi.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.40.12]


Nuova pagina 1

VITI PER LEGNO


La vite....non la pianta che produce l'uva....ma
l'utilissimo accessorio metallico che ci permette di
assiemare singoli o multipli componenti di oggetti
in legno e/o metallici rendendo il tutto più stabile e
robusto.

In questa pagine troverete il disegno di alcune viti


per legno..quelle usate più comunemente...che si
differenziano da quelle utilizzate per assiemare
parti metalliche dal tipo e dal passo del
"filetto"..cioè...per filetto si intende la traccia
elicoidale della vite.

Come si può intuire facilmente ..le viti per legno


e/o pannelli truciolari ..... devono lavorare in
materiali di teneri e di facile rottura per cui l'elica
della vite deve essere a passo largo per
interessare e "stringere" tra un passo e l'altro più
materiale..per passo si intende la distanza tra un
filetto e l'altro...

Nella prima figura in alto a destra sono indicati i


tipi di intaglio e ... di conseguenza i relativi
cacciavite da usare.... che troviamo in commercio..
i più usati e anche molto più pratici sono gli intagli
a croce mentre l'intaglio contrassegnato con il
numero 1 è quasi abbandonato da tutti i
costruttori di viti...

Nelle altre figure sono rappresentate delle viti con


diverso tipo di testa..testa piana ..testa
svasata..testa svasata con calotta ..tutte con
intaglio a croce ..in commercio si possono trovare
di diverso diametro e lunghezze diverse ..in
acciaio,acciaio zincato,acciaio bronzato e anche in
acciaio inossidabile ...per tutte le esigenze di
lavoro

http://www.fai-date.it/lavorilegnoviti.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.40.15]


Nuova pagina 1

Nelle due figure finali sono rappresentati delle viti


per legno con testa esagonale ..chiamate
normalmente "tirafondi" per impieghi particolari o
per unire grossi spessori o fissaggi particolari......si
possono trovare di diametro e lunghezze diverse
in acciaio e acciaio zincato

TOP home page

http://www.fai-date.it/lavorilegnoviti.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.40.15]


LIBRERIA

COSTRUZIONE LIBRERIA:

LUNGHEZZA 312cm ALTEZZA 200cm PROFONDITA' 30+5 cm

La costruzione della libreria in oggetto e' relativamente facile in quanto composta da 4 montanti con
dei tagli a merlo dove vengono incastrati i ripiani.(Riferimento 1 della figura 1)

Il legname da usare potrebbe essere di due tipi dai colori contrastanti ,scuro quello dei montanti
(castagno), chiaro quello dei ripiani( pino) oppure platano e pino o tutto di castagno che trattato a cera
sara' molto bello.

Come si puo' vedere dal DISEGNO figura 1 la linea e' semplice

le proporzioni si possono meglio notare nella figura 2 essendo in scala

i particolari di assiemaggio sono nelle figure 4 ,5.

I ripiani si possono montare a proprio gusto personale vedi figura 3 dove la tavola " A "ha tutti i lati
ortogonali l'uno a l'altro e la tavola "B" ha un lato con un raggio di curvatura di 110 cm. Nella suddetta
figura nelle tavole dei ripiani ,dato la larghezza 35 cm .(Riferimento 2 della figura 1-e riferimento 2
della figura 3 secondo il tipo di ripiano scelto)

L'eventuale giunzione prevista e' da usare solo in casi estremi quando cioe' non troviamo delle tavole
della larghezza indicata.

Nella parte bassa centrale della libreria possiamo fare due sportelli tipo piccola vetrinetta oppure
lasciarlo "pieno" come indicato sul disegno.

Una volta terminata la costruzione di tutti i pezzi :

-lucidare a CERA D'API tutti i pezzi

http://www.fai-date.it/libreria.htm (1 di 5) [03/07/2004 13.40.17]


LIBRERIA

-iniziare il montaggio della libreria che puo' essere eseguito anche nella stanza dove andra' la stessa -
ritoccare lucidando con la cera tutte le zone opacizzate

-mettere la libreria nella posizione prescelta e bloccarla alla parete con 3 o 4 viti ad espansione
vedi figura 6

P.S. Si presuppone che ...volendo costruire una libreria "il fai da te" sia in possesso di un minimo di
attrezzzatura che gli permette di fare intagli , scartavetrare ,forare e tagliare .....operazioni semplici
ma necessarie per costruire la libreria in oggetto

http://www.fai-date.it/libreria.htm (2 di 5) [03/07/2004 13.40.17]


LIBRERIA

http://www.fai-date.it/libreria.htm (3 di 5) [03/07/2004 13.40.17]


LIBRERIA

piani divisori che possono


essere montati.

i piani divisori sono assiemati al montante


dall'incastro sullo stesso + 2 spine di legno
diametro 1cm per lato

sistema di fissaggio della libreria alla


parete

http://www.fai-date.it/libreria.htm (4 di 5) [03/07/2004 13.40.17]


LIBRERIA

SPECIFICA MATERIALI

N°4

montanti 30x200 spessore 3cm -riferimento 1

N°18

ripiani 35x106 spessore 3cm-riferimento 2

scegliere ripiano tipo A o B Figura 3

RITORNA HOME PAGE

http://www.fai-date.it/libreria.htm (5 di 5) [03/07/2004 13.40.17]


FINITURE

FINITURE

FINITURA A CERA D'API

Si deve acquistare della cera vergine, cera d'api, nei negozi di ferramenta, meglio sarebbe da
un apicultore (di solito non la vendono...infatti io che ho alcune arnie non la vendo ma la
utilizzo per i miei lavori). Questa è di un colore giallo scuro. Poi acquistate della cera di
Carnauba che serve per dare un po' di brillantezza in più al prodotto finale,potete provare
anche senza carnauba......

.La proporzione è: 150 grammi di cera di Carnauba /1 kg di cera d'api. Poi occorre
dell'essenza di trementina, per rendere "pastosa"la cera 1 litro per 250/300 grammi di cera
d'api

● Preparazione

Riscaldare a bagnomaria (un recipiente con acqua a contatto con il fuoco e dentro
l'acqua un recipiente con cera d'api e carnauba) a fuoco lento circa 250-300 gr di cera
d'api con della Carnauba. Quando questa è liquida SI TOGLIE il recipiente dal fornello
( SPENGERE IL FORNELLO ) aggiungere un litro di essenza di trementina, mescolare
e lasciare raffreddare.

PRONTO

● Applicazione

Con un pennello piatto si cosparge la cera fluida sulla superficie da trattare (piccole
zone per volta)se dovete trattare un tavolo una gamba per volta e cosi via. Lasciare
agire per un pò il tanto che non perda il suo stato pastoso e con un panno di lana si
strofina energicamente ..come si suol dire olio di gomiti a volontà....fino ad ottenere
quella lucentezza e trasparenza che solo con la lucidatura a cera (di api) si può
ottenere

La cera causa sfregamento, il tempo,il legno stesso che la assorbe ecc. perde la sua
azione per cui ogni tanto occorre ripetere la lucidatura ,ma in questo modo
manterrete un mobile..... che a voi stà a cuore....nelle migliori condizioni possibili

Un altro sistema per la preparazione della cera ...ancora più sicuro ..nel senso che
non viene usato alcun fornello .. eliminando il pericolo di fiammate causate dai vapori
caldi dell'essenza di trementina... è il seguente :

Tagliare la cena a scaglie più fini possibile .....metterle in recipiente di vetro


,aggiungere trementina e lasciar agire .. mescolando il tutto ogni tanto ..fino ad
ottenere una massa più o meno liquida .. secondo le vostre esigenze.....aspettare
qualche ora in modo di far penetrare la cera nelle fibre del legno ...e poi lavorare come
descritto precedentemente.....

http://www.fai-date.it/finiture.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.40.17]


FINITURE

Mordente noce ,castagno,rovere ecc... ecc...

E' costituito da grani cristallini da diluire in acqua calda. Per le quantità di mordente da
sciogliere in un litro di acqua, le indicazioni sono contrastanti....... per cui.... vanno fatte
delle prove per rendersi conto degli effetti sul legno grezzo.
La preparazione è semplice basta aggiungere all'acqua calda la dose di grani, in
percentuale secondo la quantità dell'acqua,poi si mescola bene e si lascia raffreddare.

COME SI APPLICA:

-per piccoli ritocchi ......la cosa non è semplice .... essendo difficile ma non
impossibile... rifare il colore originale che cambia con il tempo.

-per la colorazione di interi mobili...... conviene usare o un pennello piatto con


setole molto morbide oppure una spugna . In tutti i casi occorre fare attenzione nello
spandere bene il mordente per evitare il ristagno dello stesso che causa macchie più
scure .... come pure le sgocciolature che sono causa del solito problema.

Un consiglio che posso dare ...... prima di iniziare a trattare un mobile o altra piccola
costruzione , fate delle prove su delle tavole (piccoli avanzi)del legno usato per la
costruzione in oggetto in modo da valutare bene ...potrete schiarire o rinforzare il colore
o cambiare radicalmente il tipo di mordente.

Cambiare a lavoro finito è ...un ..........ci siamo capiti

Un altro sistema molto più semplice ma anche molto più costoso è quello di utilizzare
del liquido impregnante colorato..che ha il pregio di fare ...oltre a dare il colore
desiderato....un trattamento di conservazione del legno stesso preservandolo da tarli e
dai deterioramenti dovuti al tempo ..ha solo una controindicazione ...è relativamente
costoso rispetto al mordente

BUON LAVORO

P.S. lavorare sempre con mezzi di protezione personali e in ambienti arieggiati

HOME PAGE

http://www.fai-date.it/finiture.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.40.17]


Nuova pagina 2

Se avete uno o più termosifoni che volete nascondere alla


vista ...il lavoro sotto descritto è quello che fa per voi in
quanto semplice ed economico ed esteticamente valido.
-Materiale da usare :tavole spessore 2 cm di abete (se
proprio volete spendere poco) ...altrimenti noce o castagno ..
Il piano superiore vi potrà servire come appoggio di
soprammobili e cose varie
dimensioni vedere figura 1 riferimento 1,2 .

-Listelli , a sezione stondata o altro tipo di vostro


gradimento ,riferimento 3,3a per telaio fissa lamiera
(vedere insieme di montaggio)di materiale uguale alle
tavole se possibile ,altrimenti prendeteli di altro materiale e
con del mordente "riprendete il colore ".

-Lamiera forata di ottone riferimento 4 spessore mm0,8-


0,5 max mm1 ne esistono diversi tipi in commercio con
forature varie.

La costruzione è semplice e l'assiemaggio dei pezzzi potete


farlo con colla e viti a scomparsa ricoperte con stucco.
Applicare sempre le più elementari norme di sicurezza per la
prevenzione infortuni...durante l'esecuzione del lavoro......
Terminato il lavoro trattate il legno con un impregnante o
turapori dopodichè date del mordente o lucidate a cera
guanti occhiali ecc...ecc...

SPECIFICA
MATERIALI :

N°.1

tavola 93x22x2

riferimento 1

N°.2

tavole
108x20x2

riferimento 2

N°.2

listelli 2x1x100

riferimento 3a

N°.2

http://www.fai-date.it/copritermosifoni.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.40.19]


Nuova pagina 2

listelli 2x1x85

riferimento 3

N°.1

lamiera forata

99,5x84,5
riferim.4

PER VEDERE I DISEGNI PIU GRANDI... CLICCA ----- RITORNA PAGINA CON FRAME..CLICCA

Figura 1

vista laterale del


copritermosifone
e particolari
dello stesso

misure espresse
in cm

TOP

http://www.fai-date.it/copritermosifoni.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.40.19]


PICCOLO SGABELLO

PICCOLO SGABELLO
Un piccolo sgabello dalla semplice costruzione da
utilizzare per stare seduti in occasione di lavoretti da
eseguire in posizione bassa e scomodi.....per metterci
un vaso di fiori sopra per fare sedere vostro figlio ,
vostro nipote o per quello che volete voi.

MATERIALE OCCORRENTE

N°1 Tavola 30 cm x 35 cm particolare 1

N°2 Tavole 28,5 cm x 27 cm particolare 2

N°1 Tavola 31 cm x 7 cm particolare 3

Materiale: ABETE ,CASTAGNO,NOCE

secondo il vs budget disponibile

N° 6 viti 3 x 4 cm testa svasata impronta a croce


brunite

Colla vinavil ,Carta vetrata,

Se per fare il particolare 1 non trovate in commercio


delle tavole delle dimensioni indicate fare delle
giunzioni con incastro

come indicato nella figura

http://www.fai-date.it/lavorilegnosgabello.htm (1 di 3) [03/07/2004 13.40.20]


PICCOLO SGABELLO

Il particolare 1 è forse la parte più complicata da


eseguire ..avendo i lati sagomati ..ma può essere
fatto senza lavorazioni particolari per renderlo ancora
più semplice .

Eseguire delle scanalature (nella parte sottostante non


a vista della tavola ) profonde 0,5 cm per le parti
contrassegnate partic.2 e sei fori per le viti di
assiemaggio .

l particolari 2,3 sono semplici.... è sufficiente tracciare


bene gli archi eseguire i tagli rifinendoli
successivamente con una raspa e con carta vetrata.

Tutti i pezzi devono essere rifiniti accuratamente con


una levigatrice orbitale e carta vetrata fine..(se non
avete una piallatrice elettrica) prima del loro
montaggio

http://www.fai-date.it/lavorilegnosgabello.htm (2 di 3) [03/07/2004 13.40.20]


PICCOLO SGABELLO

Assiemare i pezzi con le viti e uno strato di vinavil


negli incastri ...lasciare asciugare .

Se avete usato come legno l'abete rifinire con del


mordente

vedi FINITURE ...oppure può essere verniciato


con colori a proprio piacimento secondo l'uso che
verrà fatto dello sgabello.

Nel caso di legni più pregiati potrebbe andare bene


una finitura a GOMMALACCA

Naturalmente ..usare indumenti


,guanti,occhiali e protezioni antinfortunistiche
adeguate all'utilizzo dell'attrezzatura da
impiegare.

http://www.fai-date.it/lavorilegnosgabello.htm (3 di 3) [03/07/2004 13.40.20]


PICCOLO SGABELLO

PORTAROTOLI
Un lavoro semplicissimo di veloce esecuzione e
nessuna difficoltà di costruzione..un portarotoli...di
carta multiuso che di solito viene usata in cucina come
tovagliolo o per asciugare il fritto dall'olio eccessivo o
per pulore qualche attrezzo che viene usato da chi
armeggia intorno ai fornelli.

Il rotolo della suddetta carta che ho preso per esempio


è delle seguenti dimensioni

larghezza: 23 cm

diametro: 12 cm

foro interno: 4 cm

per cui prima di eseguire il lavoro verificate le


dimensioni dei rotoli che normalmente usate e agite in
conseguenza

MATERIALE OCCORRENTE

N°1 Tavola 28 cm x 7,5 cm spessore 2 cm Fig.1

N°2 Tavole15 cm x 7,5 cm spessore 2


cm Fig.2

N°1 albero diametro 3 cm l=23cm


Fig.3

N°6 spine in legno diametro 5 mm lunghe 4 cm

Materiale: CASTAGNO,NOCE.....comunque un
legno compatto

http://www.fai-date.it/lavorilegnportarotoli.htm (1 di 3) [03/07/2004 13.40.22]


PICCOLO SGABELLO

Colla vinavil ,Carta vetrata,

Preparare il pezzo dalla dimensioni come indicato


nella figura 1

con i fori..non passanti..delle spine in legno avendo


cura di arrotondare tutti gli angoli e spigoli
...levigare accuratamente tutto il pezzo con
levigatrice orbitale..fino ad avere una superfice
liscia e uniforme

Costruire due pezzi come figura 2 con scanalature per


iserimento albero portarotolo e fori per spine di
legno..anche per questi pezzi eseguire un accurata
levigatura come per il pezzo precedente .Per
l'esecuzione delle scanalature potreste usare delle
frese applicate ad un trapano opportunamente fissato
a delle guide oppure un attrezzo specifico come
indicato nella figura 4..eseguire le scanalature prima di
sagomare la tavola.

Ultimo pezzo da costruire è un albero ..nome un pò


altisonante ...su cui dovrà girare il rotolo di carta ..per
la cui costruzione occorrerebbe un tornio ..ma potrete
ovviare acquistando un bastone del diametro di 3 cm
da cui ricaverete le appendici laterali di 1 cm .Quando
avrete tutti i pezzi pronti eseguire l'assiemaggio
..inserendo le spine di legno e spargendo del vinavil
sulle parti a contatto ....serrare con dei morsetti e
lasciare asciugare.

http://www.fai-date.it/lavorilegnportarotoli.htm (2 di 3) [03/07/2004 13.40.22]


PICCOLO SGABELLO

Come ultima operazione rifinire il tutto con una mano


di mordente a cera del colore desiderato...in confezioni
pronte all'uso..oppure con mordente e cera d'api fai da
te... lasciare asciugare e fissare alla parete con delle
piccole squadrette in metallo inserite in posizione
interna non visibili

fig.4

Naturalmente ..usare indumenti ,guanti,occhiali e protezioni antinfortunistiche adeguate


all'utilizzo dell'attrezzatura da impiegare.

TOP

http://www.fai-date.it/lavorilegnportarotoli.htm (3 di 3) [03/07/2004 13.40.22]


COSTRUZIONE PIATTAIA

COSTRUZIONE PIATTAIA:90cm x 70cm

MATERIALE OCCORRENTE:

N° 2 Tavole 90 x 12 x 2 riferimento 1

N° 1 Tavola 70 x 8 x 1 riferimento 3

N° 3 Tavole 70 x 12 x 1 riferimento 2

N° 2 Tavole 2 x 1 x L=70 riferimento 4

N° 2 Tavole 1 x 1 x L=70 riferimento 5

mt. 1 Tondo diametro 5 mm per spine

Tavole in noce (se lo trovate) altrimenti in pino trattato poi con mordente color noce e
trattamento di finitura a CERA D'API

La piattaia e' per tenere in bellamostra i piatti antichi e altre cose simili...da inserire in ambienta
adatto

Figura 1 montanti laterali

Figura 2 schema di montaggio

Costruzione molto semplice e di" tutto riposo"

http://www.fai-date.it/piattaia.htm (1 di 3) [03/07/2004 13.40.23]


COSTRUZIONE PIATTAIA

N°2 MONTANTI LATERALI PIATTAIA

http://www.fai-date.it/piattaia.htm (2 di 3) [03/07/2004 13.40.23]


COSTRUZIONE PIATTAIA

SCHEMA DI
MONTAGGIO
PIATTAIA

http://www.fai-date.it/piattaia.htm (3 di 3) [03/07/2004 13.40.23]


CASETTA PER PICCOLI VOLATILI

CASETTA PER PICCOLI VOLATILI

Sta arrivando la primavera gli uccellini sono tutti


indaffarati a preparare il nido.....diamo loro un
aiuto costruendo una piccola casa da mettere su
un albero del giardino e perché no su un nostro
terrazzo dove qualche passerotto può nidificare
magari attratto da qualche briciola di pane o da
dei semi che noi possiamo mettere per attirarli .

Se avremo successo .....facciamo finta di nulla ma


saremo soddisfatti forse più dei nostri figli o
nipoti

La costruzione della casetta è molto semplice e


può essere costruita con poca attrezzatura...il
legno da usare è l'abete per cui di basso costo .

QUANTITATIVO MATERIALE:

1) 18cmx18cm spessore 1cmm N°1 Pezzo

2) 29cmx16cm spessore 1cmm N°2 Pezzi

3) 27cmx18cm spessore 1cmm N°1 Pezzo

4) 29cmx18cm spessore 1cmm N°1 Pezzo

5) 25cmx20cm spessore 1cmm N°1 Pezzo

6) Tondo diam.1 cm L=13 cm N°1 Pezzo

7) 28X4 spessore 1 cm N°2 Pezzi

Occorrono 2 piccole cerniere di ottone ,viti con


testa svasata intaglio a croce, colla vinavil ,carta
vetrata , stucco ,un pennello e un pò (non il fiume)
nel senso di poca vernice verde.

http://www.fai-date.it/casettaperpiccolivolatil.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.40.24]


CASETTA PER PICCOLI VOLATILI

Nelle figure 3 e 4 vi sono i pezzi da costruire le


misure sono espresse in cm per i quantitativi
occorrenti vedi il punto "quantitativo materiale".

Nel frontale riferimento 3 devono essere fatti


due fori uno diametro 8 cm di ingresso -uscita
volatili uno 1,2 cm ...in cui infilare il pezzo
riferimento 6 che serve da posatoio all'esterno e
all'interno .I pezzi riferimento 7 sono indicativi
e vanno costruiti secondo la posizione dove andrà
fissata la casetta

Dopo aver tagliato a misura le tavole stendere uno


strato di vinavil sulle parti da unire e fissare
successivamente con delle viti .. incernierare la
parte superiore "il tetto riferimento 5" in modo
da avere la possibilità di visitare l'interno della
casetta e eventualmente pulirla

Terminato il lavoro dare una mano di vernice verde acrilica in modo da mimetizzare la casetta ..se
dovrà essere messa su di un albero che comunque la preserverà dall'usura degli agenti atmosferici.

NON dare degli impregnati il cui odore allontanerebbe gli uccellini...dopodichè quando tutto è ben
asciutto fissare la casetta su di un albero e/o dove volete voi.

Durante l'esecuzione del lavoro adoperare gli attrezzi con attenzione e con le protezioni di
sicurezza del caso

TOP
HOME

http://www.fai-date.it/casettaperpiccolivolatil.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.40.24]


GRIGLIA PER BARBECUE

CUCCIA PER CANI


Costruire una cuccia per il nostro cane non è
troppo difficile anche se occorre un minimo di
attrezzatura specifica per la lavorazione del
legno .Prima di tutto dobbiamo definire le
dimensioni in base al cane che abbiamo ...un
barboncino o un alano penso non siano la solita
cosa ........

i modelli sono unificati e sono classificati nel


seguente modo:

A x B x C cm 45x55 altezza 50cm (PICCOLA)

A x B x C cm 60x80 altezza 65cm (MEDIA)

A x B x C cm 80x100 altezza 82cm (GRANDE)

A x B x C cm80x120 altezza 90cm (EXTRA)

Naturalmente la cuccia è solo un ricovero


provvisorio per la notte, se il cane dorme fuori
casa ,ed è buona norma lasciare in libertà..nella
nostra proprietà sia essa un giardino e/o
appartamento... il nostro amico che sarà felice di
starci vicino e noi con lui.

MATERIALE OCCORRENTE:

-Tavole abete spessore 1,5 cm per pareti

-Tavole abete spessore 1 cm per falde tetto

-Montanti abete 6 cm x 6 cm

-Fondo unico pezzo in multistrato fenolico

adatto per essere ben pulito

-Tegole canadesi per copertura tetto...oppure


"guaina catramata"

http://www.fai-date.it/lavorilegnocuccia.htm (1 di 3) [03/07/2004 13.40.26]


GRIGLIA PER BARBECUE

-Viti brunite intaglio a stella ..vinavil

-Per la costruzione di una cuccia per barboncino


lo spessore delle tavole è sufficiente 1 cm ..e i
montanti possono essere messi più piccoli

-Per la costruzione di una cuccia per alani è


consigliabile mettere i montanti 8cm x 8 cm

L'esecuzione dei montanti è il lavoro più delicato


e importante , come indicato nella figura
sopra,devono essere fatte delle scanalature per
l'inserimento delle tavole per le pareti laterali e
il fondo( attenzione i montanti non sono uguali ma
speculari )...vedere figura a lato... badando bene
di lasciare 5cm in basso per avere il fondo cuccia
rialzato rispetto al terreno.

Per prima cosa fissare il fondo, con viti , ai 4


montanti finiti di lavorazione ..mettere
successivamente le tavole delle pareti
perimetrali..

Per le pareti perimetrali si possono usare anche le


cosiddette perlinature di adeguato
spessore,montate orizzontalmente si incastrano
bene l'una all'altra

Prima di mettere il tetto tracciare l'apertura per


l'ingresso dentro la cuccia e successivamente
tagliare con un seghetto alternativo..mettendo
dei rinforzi interni se la tagliatura spezza le
tavole compromettendo la resistenza delle stesse.

-Mettere le falde del tetto fissandole con viti

- Proteggere il tetto con delle tegoline canadesi

http://www.fai-date.it/lavorilegnocuccia.htm (2 di 3) [03/07/2004 13.40.26]


GRIGLIA PER BARBECUE

e relativo copricolmo ...si può usare anche della


guaina catramata ma il risultato in estetica non è
lo stesso.

-Montare i copribordo alle falde del tetto con viti


e vinavil.

-Montare un profilato di pvc come bordatura di


rifinitura all'apertura di ingresso cuccia

Trattare il legno con impregnante per preservare


il tutto dall'umidità e dagli agenti
atmosferici...scartavetrare leggermente dopo 24
ore ..e passare una o due mani di finitura
trasparente..... coppale resistente ai raggi uv o
simile,oppure vedere trattamento legno

Naturalmente lavorare sempre con mezzi e


protezioni personali adatti tipo occhiali ,guanti
ecc....dimenticavo che rimane la cosa più
difficile..convincere il vostro cane ad alloggiare
nella vostra opera d'arte

http://www.fai-date.it/lavorilegnocuccia.htm (3 di 3) [03/07/2004 13.40.26]


PICCOLO SGABELLO

SCALA MULTIUSO

Costruiamo una semplicissima scala multiuso figura 1


da utilizzare per accedere a ripiani relativamente alti
per la pulizia vetri ecc.. ...e quando non è utilizzata
può essere messa in terrazzo o in giardino e con
fantasia può diventare un portavasi.un portaoggetti..o
quello che volete voi ...

MATERIALI E DIMENSIONI

Per il tipo di legno può andare bene dell'abete


stagionato,del pitch-pine,abete douglas ecc..

consideriamo di fare tre scalini per un altezza totale di


60 cm.

larghezza scala 60 cm.

profondità scalino 30 cm.

per cui occorrono tre tavole di 60x30x2 cm in


massello (misure a lavoro finito)

-mt.9-10 (secondo la lunghezza delle barre)


figura1
di listelli 5 cmx2cm o simili

spine di legno,viti,colla vinavil,carta vetrata ecc..ecc..

http://www.fai-date.it/lavorilegnoscalamultiuso.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.40.27]


PICCOLO SGABELLO

Rifinire bene gli scalini smussando gli angoli e gli


spigoli...tagliare a misura i listelli per preparare
l'intelaiatura di sostegno..

Per l'assiemaggio dell'intelaiatura di sostegno è


cosigliabile fare degli incastri a tenone e mortasa
utilizzando , scalpello ,sega e raspa..oppure utilizzare
delle spine di legno..figura2 3

in tutti e due i metodi incollare con vinavil.

Dopo avere costruito l'intelaiatura verificarne la


stabilità e fissare con delle viti di lunghezza adeguata li
scalini ..il lavoro è terminato ..secondo il legno usato
figura 2 potete dare del mordente del colore desiderato o della
semplice coppale resistente all'usura per rifinire il tutto

Lavorare sempre con mezzi di protezione


personali adeguati al lavoro in esecuzione
....valutare tutti i lavori e le operazioni da
eseguire prima dell'esecuzione nell'ottica della
sicurezza personale e verso terzi

figura 3

http://www.fai-date.it/lavorilegnoscalamultiuso.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.40.27]


GRIGLIA PER BARBECUE

Anzi tutto cos'è la gommalacca ?? La gommalacca


è una resina organica secreta da un piccolo
insetto( che vive in india e zone limitrofe) della
famiglia dei comuni afidi che produce questa
sostanza per proteggersi costruendosi una specie
di scudo di colore diverso secondo la pianta dove
preleva resina utilizzata .Viene usata in occidente
dal 1600 ...la finitura a gommalacca veniva usata
da Stradivari per i suoi famosissimi violini...e per
altri impieghi in campo farmaceutico e alimentare
(dolci).Si trova in commercio in scaglie
trasparenti di colore paglierino . Il trattamento a
gommalacca dei mobili, serve a rendere il mobile
liscio e brillante come uno specchio.... non è un Gommalacca in scaglie
trattamento facile da eseguire e necessita un
minimo di esperienza in materia

MATERIALE OCCORRENTE:

-Gommalacca in scaglie

-Alcool etilico al 94

-Lana d'acciaio finissima

-Un barattolo di turapori

-Un pennello(se volete dare il prodotto con il


pennello)

-Stracci per fare un tampone lino


esterno,cotone interno,

non usare stoffe colorate

-Oppure un tampone come figura a lato dove la


soluzione di gommalacca può essere inserita nel
manico cavo..e dopo che il tampone è inumidito
..con movimenti lenti e circolari si spande il
prodotto..(in commercio a £.12000 circa)

http://www.fai-date.it/trattamentolegnogommalacca.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.40.28]


GRIGLIA PER BARBECUE

Fare soluzione in alcool etilico 94° ..........100


grammi di gommalacca in un barattolo di vetro a
chiusura ermetica e 1 litro di alcool mescolare e
agitare, attendere 24 meglio 48 ore .Prima
dell'uso sarebbe consigliabile filtrare il prodotto
con una garza ....agitare

LEGNO NUOVO : su legno nuovo, grezzo,


applicare una mano di Fondo Turapori. Rifinire la
superficie con lana d’acciaio finissima ...pulire
bene. Se si vuole la tradizionale finitura
gommalacca non è necessario tingere il legno. La
tinta finale dipenderà dalla tonalità-base del
legno. Fare magari una prova preliminare.

APPLICAZIONE GOMMALACCA:

Molti artigiani passano una do due mani di


gommalacca con un pennello morbido e che
assorbe molto prodotto ...per impregnare bene le
fibre del legno(durante la stesura non passare
due volte dal solito posto),dopo quando il prodotto
è asciutto carteggiare con cartavetrata finissima
e passare alla fase finale di lucidatura con
tampone

CONSIGLI:

Inumidire la parte interna del tampone senza che


il tessuto goccioli ...incominciare a "tamponare"
con movimenti circolari abbastanza veloci e
continui senza interruzioni uscendo sempre ai lati
della superficie trattata...ripetere una seconda
mano e una terza appena... la precedente e
asciutta ...e ammirate il vostro lavoro.....vedi a
lato la lucentezza che si ottiene con il
trattamento a gommalacca.Fare delle prove su
parti non a vista e lavorare con mezzi di
protezione..guanti di gomma e vestiti adatti

Riporre il tampone in un barattolo a chiusura


stagna

HOME

http://www.fai-date.it/trattamentolegnogommalacca.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.40.28]


http://www.fai-date.it/tarlo.htm

TRATTAMENTO ANTITARLO
In casa nostra in qualche mobile ben riparato
dentro una galleria da lui scavata avremo
sicuramente qualche tarlo ......un coleottero
xitofago di piccole dimensioni ..lunghezza max 12
mm diametro 1-2 mm,può vivere fino ad otto anni
e la femmina deposita uova da cui nasceranno
delle nuove larve ...molte larve ,troppe e essendo
una specie non protetta e non in via di estinzione
(anzi...) cerchiamo di eliminarne il più possibile
dai nostri mobili.

Per verificare l'esistenza dei tarli nei mobili


occorre verificare i forellini ..se l'ingresso è ben
definito e pulito e se ci sono piccoli residui di
finissima segatura ....allora ci sono.

Se i forellini sono parzialmente ostruiti da


polvere o cere ...allora sono caverne
abbandonate...comunque onde evitare spiacevoli
sorprese è bene fare un bel trattamento
preventivo.

TRATTAMENTO ANTITARLO:

Pulire il meglio possibile il mobile (sedia


,panca,comodino ...) e con un pennello morbido
date una mano di liquido antitarlo cercando di
fare assorbire più profondamente possibile
l'antitarlo. Con una siringa fare delle "iniezioni" Se non potete togliere lo strato superficiale
in qualche foro in modo da avvelenare più della lavorazione ..a cera a spirito(cioè riportare
profondamente possibile il legno.Se il mobile è a legno) cercare di impregnare più possibile il
piccolo avvolgetelo in un sacco di nailon per 24- legno dando l'antitarlo nelle parti interne non a
48 ore ..e dei tarli non resterà che segatura ..la vista del mobile dove normalmente il legno è
loro. lasciato al naturale e fare diverse iniezioni con
siringa
Il veleno antitarlo non è particolarmente
pericoloso ma è bene tenerlo lontano dai bambini
...e lavorate in ambienti arieggiati.

http://www.fai-date.it/tarlo.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.40.30]


http://www.fai-date.it/tarlo.htm

OTTURARE I FORI:

Esistono due metodi per otturare i fori

con stick e colla + segatura

Con stick:acquistare uno stick di cera del solito


colore del legno da trattare e passare lo stesso
si fori diverse volte fino a tapparli...trattamento
veloce ma che dura poco in quanto la cera può
essere rimossa da successive lucidature o
trattamenti.

Colla + segatura :preparare una miscela a caldo


di colla animale con del mordente in modo da
avvicinarsi al colore del mobile ..poi con un
pennello morbido stendere la colla nelle zone da
trattare (mettere la superficie
orizzontalmente...se possibile) con una spugnetta
umida su cui avete messo un pizzico di segatura
finissima cercate di far penetrare colla e
segatura nei fori dei tarli...lasciare asciugare ...

e il mobile è pronto per essere lavorato o


trattato come volete voi

Quanto sopra descritto non è l'inizio di un corso di restauro ma un insieme di notizie che il fai date
deve sapere
HOME

http://www.fai-date.it/tarlo.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.40.30]


Nuova pagina 1

"SPINE"IN LEGNO
Le spine o perni in legno sono degli utilissimi
accessori per assiemaggio o giunzioni di pannelli in
legno massello o truciolari

..e come si può vedere nella figura sotto sono dei


pezzi di legno duro a sezione cilindrica e dalla
superficie rigata ..di diverso diametro e lunghezza da
utilizzare quando non vogliamo fare vedere il tipo di
accoppiamento .......si trovano in commercioin barre
lunghe 1 mt. e di diverso diametro

La scelta del diametro dei perni in legno è in


funzione dello spessore delle tavole da assiemare
..vedere tabella indicativa sotto......

la lunghezza viene determinata di volta in volta


secondo la profondità dei fori eseguiti nelle tavole

Diametro
6 8 10
spine mm

Spessore
da 12 a da 16 a
tavole super.19
15 19
mm

IL tipo di montaggio è molto semplice ..e per una buona riuscita del lavoro occorre definire con precisione la
posizione dei fori dove andranno inserite le spine e i corrispondenti fori di assiemaggio.... vedere disegno
sotto

http://www.fai-date.it/lavorilegnospine.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.40.31]


Nuova pagina 1

per eseguire i fori utilizzare punte adeguate e per


legno......... per esempio spina diametro 6 foro punta
diametro 6 mm

Prima dell'accoppiamento delle tavole cospargere di


colla (vinavil) le spine in legno e i corrispondenti fori
dopo di che con leggeri colpi di mazzolo unire i pezzi
stringere con morsetti e lasciare asciugare ..

TOP home page

http://www.fai-date.it/lavorilegnospine.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.40.31]


PICCOLO SGABELLO

LAVORI LEGNO FATTI DA....


Alcuni lavori eseguiti da un amico di

www.fai-date.it (che si definisce rigorosamente


hobbysta) che ci ha inviato le sottostanti foto con
alcune righe di spiegazione ..lavori a quanto sembra
ben curati e rifiniti...se vi interessano le tecniche e/o
le modalità di esecuzione ..scrivete a
ibastoni@yahoo.it

- la sedia adirondack, tipica dei laghi americani del


nord, davvero molto comoda come seduta e per
alzarsi, in cedro finito naturale

un bastone da collezione con la testa di cobra, ricavato


a mano da pezzi di susino selvatico e faggio (anche la
canna), finito con mordente e vernice lucida

HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/lavorilegnofattida.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.40.32]


PICCOLO SGABELLO

http://www.fai-date.it/lavorilegnofattida.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.40.32]


IL MESE IN CORSO

mese in corso

pag. 1 Mi chiamo GIUGNO.... riempio le ceste di turgida frutta .. la scuola finisce con tanta allegria
pensando a vacanze al mare o in montagna.. i giorni son lunghi e con il sole splendente
tutto è più bello ....

Segni zodiacali nel mese

GEMELLI: dal 21Maggio ore 7 49'

al 21Giugno ore 13 47'

CANCRO dal 21 Giugno ore 13 48'

al 23 Luglio ore 2 44'

http://www.fai-date.it/mese_in_corso.htm (1 di 5) [03/07/2004 13.40.36]


IL MESE IN CORSO

BELLA DI NOTTE.....
Pianta che fiorisce in questo periodo .. i suoi semi .. sono
tossici... attenzione ai bambini che potrebbero
inavvertitamente masticarli

NEW Secondo la leggenda


Romolo uccise il fratello
gemello Remo perché
attraversò per sfida il solco
che indicava la nascita di
ROMA ...ma le cose non
andarono come narra la
Erba cipollina-Alliaceae
leggenda ....testimoni di quel
tempo dicono che ....Romolo e
Remo scelsero due colli il
Palatino e l'Aventino come Bulbosa perenne originaria dell'Europa e del continente
luoghi dove gli dei dovevano Americano. cresce in densi ciuffi di foglie tubolari, strette e
far apparire gli auspici dai quali lunghe, dal profumo pungente di cipolla, alte generalmente
si doveva decidere chi dei due 30-40 cm; in primavera produce decorativi fiorellini di colore
doveva dare il nome alla nuova
città...a Remo ,per rosa o porpora. si utilizza fresca aggiungendola alla
primo,apparvero sei avvoltoi e normale insalata (normalmente è esente da parassiti ) ....
a Per le quantità e le dosi consultare un buon
Romolo,successivamente,dodici
avvoltoi..Remo si sentiva libro e/o uno specialista in materia
prescelto in quanto per primo
aveva avuto il segnale
..Romolo controbatteva sul
numero degli avvoltoi..e nella
feroce lite successiva Remo
cadde trafitto dal fratello ......e APPARTAMENTO
Romolo chiamò la nuova città
ROMA
Se non lo avete ancora fatto è arrivato il momento di portare all’esterno le nostre piante,
avendo cura di non posizionarle in luoghi troppo soleggiati. In tal modo potranno ricevere
luce ed aria migliore di quella hanno ricevuto durante il periodo invernale. Le foglie delle
piante da interno possono essere pulite con uno straccio imbevuto d'acqua o di birra. E'
molto importante in questo periodo controllare sempre bene che le nostre piante non siano
attaccate da parassiti fungini o animali. In particolare in questo periodo proliferano afidi ed
acari. Intervenire prontamente può consentire di ridurre di molto i danni. Annaffiature:
Annaffiare frequentemente le piante da interno. Evitate comunque il ristagno di acqua nei
sottovasi che potrebbe provocare l'insorgenza di marciumi radicali e compromettere la
crescita vegetativa e la fioritura.....per ulteriori informazioni .....vai

http://www.fai-date.it/mese_in_corso.htm (2 di 5) [03/07/2004 13.40.36]


IL MESE IN CORSO

PER L'ORTO E IL GIARDINO.... Se non lo abbiamo ancora fatto è oramai arrivato il momento
di portare all'esterno le piante che avevamo ricoverato in casa o in serra fredda durante il
periodo invernale.Per chi possiede arbusti ornamentali o siepi (es. siepe di lauro ceraso,
pyracantha, photinia), ripetere od effettuare (per chi non vi ha ancora provveduto) un trattamento
preventivo antiparassitario da ripetersi dopo 15 giorni utilizzando dell’olio minerale con
l’aggiunta di insetticidi specifici reperibili presso i consorzi agrari o nei garden center. Il
trattamento va effettuato rispettando le norme di sicurezza ed avendo l’accortezza di non
utilizzare il prodotto in giornate ventose.
Possiamo effettuare la semina a condizione che la temperatura si mantenga sopra i 10° gradi.
Tosare il prato (ogni 10 gg. circa) rimuovendo le erbe infestanti prima che maturino e producano
semi. Concimate il tappeto verde preferibilmente con prodotti a lenta cessione.
Annaffiare il giardino durante le ore serali o al mattino presto. Chi possiede un impianto
d'irrigazione può programmare l'annaffiatura delle piante verdi e del prato nelle ore
notturne.Giugno è il mese delle malattie. Attacchi da parte di ...per ulteriori informazioni .....vai

Lo sapevate che.......
NEW MORTE DI CICERONE...

-Cicerone fu ucciso il 7dicembre del 43 a.c. aveva 64 anni....furono i sicari di Antonio che lo
rintracciarono grazie all'indicazioni di un certo Filologo che indicò loro la strada ..si dice
che...Cicerone proibì ai suoi servi, che volevano difenderlo, di fare uso delle armi, fece
fermare la lettiga, e portando al mento, com'era solito fare, la mano sinistra, guardò in viso i
sicari come per invitarli a colpire; poi sporse la testa e offrì il collo a Erennio che tagliò la
gola del vecchio oratore

Era vissuto in un periodo tempestoso della storia di Roma..... studioso, pieno di vivissimo
ingegno, uomo politico accorto ed ambizioso, egli si era illuso di raggiungere nella politica di
Roma quel primato che si era acquistato nel foro.

http://www.fai-date.it/mese_in_corso.htm (3 di 5) [03/07/2004 13.40.36]


IL MESE IN CORSO

NEW I "PRESTITI" DELL'IMPERATORE TRAIANO

Nel 105 d.c. . L'imperatore Traiano con saggi provvedimenti trasforma la


giustizia e l'urbanistica ed emana dei provvedimenti a dir poco stupefacenti per
larghezza di vedute per quei tempi..... fa ad esempio distribuire aiuti ai
disoccupati e agli anziani bisognosi .. ai giovani che si vogliono sposare
concede un donativo come dote (circa mille sesterzi... mille euro attuali)
somma che permetteva di creare una famiglia e mettere al mondo dei figli..tale
provvedimento interessò in un anno circa 5000 coppie di sposi.......ma il più
innovativo provvedimento fu quello di dare prestiti a chi intraprendeva attività
commerciali al tasso del 6%...e gli interessi non venivano incamerarti
dall'erario ma alimentavano il fondo che erogava i mutui ai nuovi
imprenditori....a

NEW LE PAGHE dei soldati romani..

I pretoriani (che erano volontari) avevano una paga annua di settecentotrenta dinari che
venivano utilizzati anche per le spese del proprio equipaggiamento, si obbligavano ad una
ferma di sedici anni e all'atto del congedo ricevevano un premio di ventimila sesterzi (circa
20000 euro).Eccettuato questo contingente di pretoriani l'Italia venne esentata dal
reclutamento militare
Gli altri legionari erano reclutati fra gli uomini liberi delle province, ricevevano una paga
annua di duecentoventotto dinari e al termine della ferma , che durava dai venti ai
venticinque anni, dodicimila sesterzi.... e con tutte le guerre che venivano fatte erano pochi
i soldati che riuscivano ad ottenere il congedo e il relativo premio.....

PAGINA2

http://www.fai-date.it/mese_in_corso.htm (4 di 5) [03/07/2004 13.40.36]


IL MESE IN CORSO
ultimo aggiornamento Giugno 2004

RITORNA HOME PAGE TOP

http://www.fai-date.it/mese_in_corso.htm (5 di 5) [03/07/2004 13.40.36]


mese in corso

Pagina 2

-Chi è , chi era o cosa significa ....POLLUCE..???...Un dito pollice particolarmente


luminoso....un corpo della polizia di stato specializzato a scovare chi ruba luce e energia
elettrica ?? ...niente di tutto questo ... era il fratello di ELENA di Troia bellissima e famosa
donna che fù una delle cause che scatenò la altrettanta famosa guerra di Troia ..... ...... il
saperlo vi farà dormire sicuramente sonni sereni .

Un pescatore e un
cacciatore raccontano le
loro "bravate" al bar...
La fontana di Trevi ROMA
il pescatore ..

ieri sono andato al lago e


ho catturato un anguilla
enorme ..era lunga 10 E' la più famosa fontana di Roma,
metri con un diametro di opera dell'architetto Salvi che la
20 cm ..per portarla a casa realizzò nel 1735 sotto il pontificato
ho dovuto chiamare un
camion...
di Clemente XII. E' considerata una
delle più belle fontane del mondo. Il
palazzo che fa da sfondo alla
il cacciatore ..
fontana è quello dei Duchi di Poli
........
ieri sono andato a caccia e
ho ucciso 20 fagiani, 30
lepri, 5 cinghiali, 600 tordi
,400 colombacci .. PER ULTERIORI NOTIZIE

il pescatore >
...esagerato!

il cacciatore >

..o scorci l'anguilla o io


faccio una strage... -Per verniciare la torre EIFFEL occorrono 33753 litri di vernici .e trenta verniciatori impiegano
otto mesi(ogni 7 anni)-

Gustave Eiffel mori a 91 anni nel 1950 ..la sua famosa torre era stata terminata il 30 marzo
1889

-il più famoso droghiere arabo: Ali Mentari

-il più celebre italiano : Rino Mato

-il più boy-scout russo : Andrey Peribosky

-il più grande barbiere giapponese : Tora Sato

http://www.fai-date.it/mese_in_corso2.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.40.38]


mese in corso

-Tra signore: mio marito e' un vero fanatico del fai da te

ogni volta che gli chiedo di farmi qualche cosa ribatte

" fai da te"

NEW MATEMATICA CURIOSA

Moltiplicando 111.111.111 x 111.111.111 si ottiene


12.345.678.987.654.321

NEW - Strano ma vero..

....É impossibile starnutire con gli occhi aperti (provare per credere).....

NEW

-Un cane e un'oca passeggiano

-ho la pelle d'oca dice il cane..

-è vero fa un freddo cane dice l'oca..

NEW INDOVINELLO -Il Papa ce l' ha e non l'adopera, il prete ce l' ha e non lo dà a
nessuno, l'uomo ce l' ha e lo dà alla donna, la donna quando è sposata lo prende.Che
cos'è?..........

IL COGNOME..!!!

PAGINA 1

ultimo aggiornamento Maggio 2004


TOP RITORNA HOME PAGE

http://www.fai-date.it/mese_in_corso2.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.40.38]


Nuova pagina 2

ELENCO LAVORI
INTRODUZIONE
BARBECUE
RENA &GHIAIA
LATERIZI-
Blocchi per pareti
Piccole riparazioni
Tasselli espansione
Pozzetti acque

Cemento armato
Attrezzi per il muratore
Togliere l'umidità
Parete mattoni
LA PAGINA MURATURA di www.fai-date.it
Per il trapano
Riparaz.intonaco
<
< tratterà piccoli lavori che possono essere fatti con una relativa conoscenza dell'arte muraria con
un'attrezzatura minima.....
<

( vedi anche la pagina attrezzi) composta da una livella ,una cazzuola e/o mestola ,una paiola ,una
pala,un martello ,uno scalpello,un recipiente adatto per fare la calcina(se non la volete fare in terra) un
grosso pennello,una spatola per intonacare....e tanta pazienza...

per avere un buon impasto cemento -rena la proporzione e' : 2 pale di rena e una di cemento e per
'eventuale armatura clikka sulla voce cemento armato del menu a sinistra .per grossi lavori (non sarà
nel nostro caso) le gettate di cemento devono essere fatte riposare in gergo "maturare" per 20 giorni,
per piccole cose e' sufficiente aspettare 24-48 ore secondo la temperatura esterna e la stagione.

se dovete intonacare una parete grezza e volete fare da voi (senza prendere intonaci, gia pronti in ballini
da 25 kg,) procedete come segue:
impasto per "arriccio"- 2 parti di rena 1 di calcina

impasto di finitura-2 parti di calcina 1 di rena fine.

acqua q.b. (quanto basta) il tanto per ottenere un impasto non troppo fluido ma pastoso.

per arriccio si intende il primo strato da applicare alla superficie grezza della parete in modo da dare alla
parete una continuità eliminando avvallamenti e imperfezioni.

http://www.fai-date.it/murature.htm [03/07/2004 13.40.41]


LA PAGINA MURATURA DI WWW

LA PAGINA MURATURA di www.fai-date.it

tratterà piccoli lavori che possono essere fatti con una relativa conoscenza dell'arte muraria con
un'attrezzatura minima.....

( vedi anche la pagina attrezzi) composta da una livella ,una cazzuola e/o mestola ,una paiola ,una
pala,un martello ,uno scalpello,un recipiente adatto per fare la calcina(se non la volete fare in terra) un
grosso pennello,una spatola per intonacare....e tanta pazienza...

per avere un buon impasto cemento -rena la proporzione e' : 2 pale di rena e una di cemento e per
'eventuale armatura clikka sulla voce cemento armato del menu a sinistra .per grossi lavori (non sarà
nel nostro caso) le gettate di cemento devono essere fatte riposare in gergo "maturare" per 20 giorni, per
piccole cose e' sufficiente aspettare 24-48 ore secondo la temperatura esterna e la stagione.

se dovete intonacare una parete grezza e volete fare da voi (senza prendere intonaci, gia pronti in ballini da
25 kg,) procedete come segue:
impasto per "arriccio"- 2 parti di rena 1 di calcina

impasto di finitura-2 parti di calcina 1 di rena fine.

acqua q.b. (quanto basta) il tanto per ottenere un impasto non troppo fluido ma pastoso.

per arriccio si intende il primo strato da applicare alla superficie grezza della parete in modo da dare alla
parete una continuità eliminando avvallamenti e imperfezioni.

http://www.fai-date.it/bassamuratura.htm [03/07/2004 13.40.42]


fai

COSTRUZIONE DI UN BARBECUE IN
MATTONI

MATERIALE OCCORRENTE:

- MATTONI COMUNI UNI 6x12x25 cm CIRCA 130

-TAVELLONI 80X25X6 cm N.3

-TAVELLONI 50X25X6 cm N.3

-RETE ELETRROSALDATA MAGLIA 6x6 cm

FILO DIAMETRO 3-4 mm -N.1 PEZZO 100x170 cm

-1 BALLINO DI CEMENTO

-4 CARRETTE DI RENONE (PER LA PLATEINA)

-3 PAIOLE DI RENA FINE

-MATERIALE REFRATTARIO 1 SACCHETTO

-DOPO AVER ESEGUITO UN PICCOLO SCAVO 1X2 METRI


PROFONDO 20 cm METTETE DELLE TAVOLE PER DELIMITARE
LA GETTATA SIA PERIMETRALMENTE CHE IN ALTEZZA
POSIZIONARE LA RETE ELETTROSALDATA PIEGATA AI LATI
COME INDICATO IN POSIZIONE 4 DELLA FIGURA 1 FARE
PREVEDERE UNA COPERTURA CON LEGNO L'IMPASTO DEL CALCESTRUZZO ABBASTANZA
VERNICIATO O LAMIERINO ZINCATO DELLA MORBIDO,ESEGUIRE LA GETTATA SPIANARE BENE CON UN
PARTE FOCOLARE DA METTERE A BARBECUE LISTELLO DI LEGNO ( NON IMPORTA AVERE UNA RIGA DI
"FERMO ".POTETE VARIARE A PIACERE LE MISURE ALLUMINIO) E LASCIAR RIPOSARE PER ALMENO 24-48 ORE.
DEL FOCOLARE DIMINUENDO O AUMENTANDO
LA ZONA DI APPOGGIO DI PIATTI VASSOI E
ALTRO

LA PARTE SOTTOSTANTE AL FOCOLARE VI PUO' -COSTRUIRE LE 3 "PARETI" DIVISORIE NON COLLEGATE,


SERVIRE PER METTERCI LA LEGNA DA ARDERE I BADANDO BENE DI INTERPORRE TRA I MATTONI (BAGNATI)
SACCHETTI DI CARBONE ECC.. 1cm DI CALCINA ,CONTORNARE CON TAVOLE ,POSIZIONARE
I TAVELLONI POSIZIONE 2 E 3 FIGURA 1, ESEGUIRE LA
GETTATA PER IL PIANO INTERMEDIO (SAREBBE
CONSIGLIABILE METTERE DEI TONDINI DIAMETRO 5mm
PERIMETRALMENTE ALLE TAVELLE) CHE SERVIRA' PER
SOSTENERE IL FOCOLARE DA UN LATO E DA UN LATO PER
APPOGGIO DI PIATTI BOTTIGLIE E DI COSA OCCORRE
DURANTE LA COTTURA DEI CIBI.ATTENDERE 24-48 ORE.

http://www.fai-date.it/barbecue.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.40.43]


fai

COSTRUIRE IL FOCOLARE COME INDICATO NELLA FIGURA 2.

-INTONACARE INTERNAMENTE IL FOCOLARE CON CALCINA


REFRATTARIA ABBONDANTEMENTE ALMENO 3-4cm

-RIFINIRE TUTI I COMMENTI TRA UN MATTONE E L'ALTRO E


QUANDO E' TUTTO BEN ASCIUTTO VERNICIARE DI BIANCO IL
PIANO INTERMEDIO...METTERE UNA BELLA GRIGLIA E....BUON
APPETITO.

PER LA GRIGLIA VI CONSIGLIO DI CONSULTARE LA PAGINA DI


COSTRUZIONE METALLICHE DI WWW.FAI-DATE.IT VE NE
TROVERETE UNA PERSONALIZZATA(QUANTO PRIMA) COME IL
BARBECUE APPENA DESCRITTO NON IL SOLITO IN
COMMERCIO SENZA CONTARE LA SODDISFAZIONE DI " LO
FATTO IO"

RITORNA HOME PAGE

http://www.fai-date.it/barbecue.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.40.43]


I MATERIALI PER MURARE

I MATERIALI PER MURARE


Un materiale necessario per murare ..insieme naturalmente
al cemento ..è la rena che ci viene proposta in molte taglie
e granulometrie..in questa pagina cercherò di darvi delle
indicazioni in materia ......

Quando chiediamo comunemente ...1 metro cubo di rena o


ghiaino ci viene fornito della rena dalla granulometria
sconosciuta ma potremmo avere ......

TIPI DI RENA TIPI DI GHIAIA

Sabbia fine per intonaco Ghiaia 0/15

Sabbia mediofine inferiore 0,5mm Ghiaia 0/25

Sabbia grossa da 2mm--->0,5mm Ghiaino frantumato 3/6

Ghiaino da 8--->12 mm Ghiaino tondo 8/15

ghiaietto superiore 8 mm Ghiaino tondo 15/30

Misto per gettate Ghiaione tondo 30/70

Ghiaione frantumato 30/70

Ghiaione tondo 30/150

MISTO PER GETTATE GHIAINO 8/15 GHIAINO 15/30

CEMENTO

http://www.fai-date.it/muraturemateriali.htm (1 di 3) [03/07/2004 13.40.46]


I MATERIALI PER MURARE

Determinante per fare l'impasto necessario per murare è


il cemento senza il quale non si potrebbero fare molte delle
opere di alta ingegneria che possiamo ammirare nelle
nostre città..un "invenzione" che ha cambiato il modo e la
tecnica di costruzione.

Alcune notizie a carattere generale:

La scoperta delle caratteristiche del cemento viene fatta


nel XVIII secolo, quando l'inglese J. Parker ricavò dalla
cottura di particolari calcari e dopo... ...moltissimi impasti
...... un materiale che presentava una notevole rapidità di
presa.... ..

MATERIE PRIME PER LA PRODUZIONE DEL CEMENTO

CALCARI,TUFI,ARGILLE,MARNE,SCISTI

ALCUNI TIPI DI CEMENTO:

Cemento pozzolanico

-Quello che troviamo e usiamo normalmente

Cemento alluminoso-

Viene usato per applicazioni refrattarie e resiste alle alte


temperature..1300-->1600 gradi

Cemento per sbarramenti di ritenuta-

Viene usato per isolare e proteggere da allagamenti


cantieri e settori di miniere

http://www.fai-date.it/muraturemateriali.htm (2 di 3) [03/07/2004 13.40.46]


I MATERIALI PER MURARE

Cemento a pronta presa- Calci idrauliche-


Le calci idrauliche sono calci che contengono dei
Indicato quando necessiti un fissaggio rapido di piastrelle, componenti idraulicamente attivi; hanno questo nome
zanche, tasselli, tubi idraulici, inferriate o altri manufatti, perché fanno presa a contatto con l'acqua.

inizio presa 2 minuti ...fine presa max 30 minuti

Cemento bianco-

Indicato per intonaci e stucchi,stuccare rivestimenti


ceramici,sigillare sanitari ecc..

TOP
HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/muraturemateriali.htm (3 di 3) [03/07/2004 13.40.46]


I LATERIZI PIU

I LATERIZI PIU' COMUNEMENTE USATI

Mattone Pieno Comune Tavella Rossa Rigata


cm.6x12x25 cm.25x50x3 peso Kg/mq 28

peso 3 Kg n. pezzi/mq 64 n. pezzi mq 8

Mattone Comune Doppio UNI


cm.12x12x25 Tavella Rossa Liscia
cm.25x50x3 peso Kg/mq 28
peso 4 Kg n. pezzi/mq 32
n. pezzi mq 8

Mattone Comune UNI


cm.6x12x25
Tavella Gialla Liscia
peso 2 Kg n. pezzi/mq 64 cm.25x50x3 peso Kg/mq 28

n. pezzi mq 8

Forato a 6 Fori cm.8x16x33

peso 2,8 Kg n. pezzi/mq 18


Tavellone Liscio cm.(80-
100)x25x6

Forato a 10 Fori cm.8x25x25


Campigiana Incisa Liscia
cm.25x50x6
peso 2,65 Kg n. pezzi/mq 16

http://www.fai-date.it/laterizi.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.40.49]


I LATERIZI PIU

Blocco 16 Fori cm.20x25x25


Tavellone Rigato cm.(50-
200)x25x6
peso 6,9 Kg n. pezzi/mq 16

BLOCCHI TERMICI E ANTISISMICI


Blocco Termico da
Tamponamento Blocco Termico da
cm.25x25x25 Tamponamento
cm.30x25x25 peso 8,70 Kg
peso 6,9 Kg
Blocco Termico da Tamponamento Blocco Termico Portante Antisismico
ad Incastro cm.30x25x25 cm.18x25x30

peso 10.6 Kg peso 10,5 Kg


Blocco Termico Portante Antisismico Blocco Termico Portante Antisismico
per Muratura Armata cm.18x30x33 cm.18x30x22

peso 15 Kg peso 9.2 Kg


Blocco Termico Portante Antisismico Blocco Termico Portante Antisismico
ad Incastro cm.18x30x45 cm.18x30x45

peso 19.5 Kg peso 19.5 Kg


RITORNA HOME PAGE

http://www.fai-date.it/laterizi.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.40.49]


I LATERIZI PIU

I BLOCCHI PIU COMUNEMENTE USATI


Nelle sottostanti tabelle sono rappresentati alcuni tipi di blocchi ..in cemento e argilla espansa di uso
comune che si trovano in commercio ..tanto per arricchire la documentazione riguardante il materiale
da costruzione edile presente sul settore murature di www.fai-date.it

Blocchi in cemento

da intonaco realizzati con cemento(e ghiaino) vibrocompresso)

economici e di facile montaggio


Blocco in cemento cm.10x50x20 Blocco in cemento cm.10x40x20

peso 10 Kg n. pezzi/mq 10 peso Kg 8,5

n. pezzi mq 12,5

Blocco in cemento cm.12x48x24 Blocco in cemento cm.15x40x20

peso 9 Kg n. pezzi/mq 10 peso Kg 12

n. pezzi mq 12,5

Blocco in cemento cm.12x50x20


Blocco in cemento cm.20x40x20
peso 13 Kg n. pezzi/mq 10
peso Kg 17

n. pezzi mq 12,5

http://www.fai-date.it/muratureblocchi.htm (1 di 3) [03/07/2004 13.40.52]


I LATERIZI PIU

Blocco in cemento cm.20x50x20 Blocco in cemento cm.30x40x20

peso 20 Kg n. pezzi/mq 10 peso Kg 24

n. pezzi mq 10

Blocco in cemento cm.25x50x20 Blocco in cemento cm.30x40x20

peso 28 Kg n. pezzi/mq 10 peso Kg 25

n. pezzi mq 12

Blocco in cemento cm.30x40x20

peso 25 Kg n. pezzi/mq 12

Blocchi in argilla espansa

realizzati con argilla espansa adatti per protezione caldo-freddo

fuoco , rumore

Blocco in argilla espansa


Blocco in argilla espansa cm.12x50x20
cm.10x50x20
peso 8 Kg
peso 6,1 Kg

Blocco in argilla espansa Blocco in argilla espansa


cm.20x50x20 cm.25x50x20

peso 14,5 Kg peso 18,8 Kg

http://www.fai-date.it/muratureblocchi.htm (2 di 3) [03/07/2004 13.40.52]


I LATERIZI PIU

Blocco in argilla espansa


cm.30x50x20

peso 21 Kg
Blocco a facciavista Blocco a facciavista

cm.40x12x20 cm.40x20x20

http://www.fai-date.it/muratureblocchi.htm (3 di 3) [03/07/2004 13.40.52]


UNA MATTONELLA ROTTA

UNA MATTONELLA ROTTA


Si è incrinata una mattonella del
rivestimento del bagno e deve
essere sostituita ?...semplice
chiamiamo un
muratore.......(scherzavo)

Per un intervento semplice come


questo non conviene e lo possiamo
fare da noi risparmiando
sicuramente .

materiale necessario:

-Una mattonella uguale a quella


rotta

-un trapano con punta al vidia diam


6-8 mm

-martello

-pinze

-spatola

-colla per mattonelle

Eseguire dei fori da 6 o 8 mm con il


trapano nella mattonella incrinata in
corrispondenza dell'incrinatura come
Prima di iniziare l'asportazione della
indicato nella fig. 1....
mattonella che risulterà già forata- è
consigliabile eliminare lo stucco cementizio
poi procedere come indicato a lato ---- che si mette dopo la posatura. la funzione di
-> questo stucco è quella di riempire gli
interstizi
tra le mattonelle. dopo la sua asciugatura
tale stucco risulta particolarmente duro,
toglierlo eviterebbe la rottura di altre
piastrelle vicine a quella che dovrà essere
sostituita. per tale operazione servirsi di
una spatolina in acciaio -corta e rigida- che

http://www.fai-date.it/muraturemattonella.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.40.53]


UNA MATTONELLA ROTTA

dovrà essere affilalata bene prima


dell'uso......

dopodichè con un piccolo colpo di martello


(non troppo forte ) in corrispondenza di
alcuni fori ravvicinati cercate di
frammentare ancora di più l'incrinatura ......
togliete i frammenti aprendo un varco più
grande (attenzione la ceramica taglia come
un rasoio) fino ad eliminare tutta la
mattonella.

Ripulire bene tutto lo spazio che accoglieva


la vecchia mattonella ..stendere uno strato
nuovo di colla .

e mettere la nuova mattonella.

p.s. ho ripetuto molte volte mattonella ..ma è


una mattonella che dobbiamo cambiare

HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/muraturemattonella.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.40.53]


Calcestruzzo OTTIMALE

TASSELLI AD ESPANSIONE
FISSAGGI LEGGERI
FISSAGGI PESANTI
FISSAGGI CHIMICI

In queste pagine di www.fai-date.it vi presento alcuni


tipi di tasselli per applicazioni domestiche ..alcuni
ripeto ...dei più comuni con una piccola presentazione.
Aggiornerò periodicamente i modelli con inserimento
delle ultime novità immesse sul mercato

I tasselli classificati per applicazioni leggere sono da impiegare per fissare mensole ,lampadari,quadri
,appendiabiti ecc..tutto quello che vogliamo purché non sia troppo pesante e particolarmente sollecitato ..per
sfruttare a pieno le loro caratteristiche devono essere installati bene seguendo alcuni accorgimenti :

I fori nel manufatto dove verranno installati devono essere fatti con la punta consigliata

Non devono "girare " su se stessi

Se installati in pareti intonacate acquistarli più lunghi 1 cm del necessario

Scegliere il tassello adeguato al lavoro da fare

Da tenere presente ....che i modelli che si espandono con il cono di richiamo sono indicati per materiali con
possibili cavità tipo mattoni forati ecc.. gli altri sono adatti per materiali più compatti......e che esistono
un'infinità di modelli e è possibile installarli anche sul polistirolo per cui c'è senz'altro quello adatto al nostro
lavoro

I tasselli classificati per applicazioni leggere sono da impiegare per fissare mensole ,lampadari,quadri
,appendiabiti ecc..tutti quello che vogliamo purché non sia troppo pesante e particolarmente sollecitato

Calcestruzzo

OTTIMALE

Mattone
Pieno
Tassello in nylon
OTTIMALE
Uno dei tasselli più usati per le
applicazioni domestiche

dotato di alette antirotazione


per applicazioni su murature
piene e vuote . La gamma si

http://www.fai-date.it/muraturetasselli.htm (1 di 5) [03/07/2004 13.40.57]


Calcestruzzo OTTIMALE

Pietra completa con molti accessori


Naturale quali: viti truciolari, viti con
testa esagonale, ganci, occhioli,
e molteplici misure da 6 mm a
OTTIMALE
20 mm di diametro.Si pensi che
per estrarre uno di questi
Doppio UNI tasselli del diametro di 6x35
mm se ben installato in un
manufatto in
OTTIMALE
cemento..occorrono 110 Kg di
forza
Forato

Cemento

BUONO
Spugno

cemento

BUONO

Calcestruzzo

OTTIMALE

Mattone
Pieno
Tassello universale in nylon
OTTIMALE

Tassello in nylon per fissaggi


Pietra universali, assicura un eccellente
Naturale ancoraggio in tutti i materiali dove
viene applicato come si può vedere
OTTIMALE dalla tabella a lato e per estrarre uno
di questi tasselli di 6mm di diametro e
35mm di lunghezza occorrono 100Kg di
Doppio UNI forza l'importante è ben installarlo.

OTTIMALE Alcune caratteristiche ..ha delle alette


che impediscono la rotazione e la sua
espansione a blocco riempe le
Forato intercapedini dei mattoni e/o forati.

Cemento

OTTIMALE

http://www.fai-date.it/muraturetasselli.htm (2 di 5) [03/07/2004 13.40.57]


Calcestruzzo OTTIMALE

Spugno

cemento

OTTIMALE

Forato in
Poroton
Tassello ad ancora
OTTIMALE

Forato
Cemento
Tassello adatto per essere montato in
soffitti dove vi sono tavelloni o pignatte
OTTIMALE con cavità.Per il montaggio forare con
punta diametro indicato sulla confezione
Cartongesso e infilare il tassello che si aprirà nella
prima cavità trovata. Esistono in
commercio con occhiello chiuso o aperto
OTTIMALE o a gambo filettato.

Pannelli/Lastre

OTTIMALE

Il tassello in poliammide di
ridotte dimensioni è lungo solo
22 mm è ideale per fissaggi su
cartongesso di lampade,
battiscopa, interruttori e binari
per tende.
Il tassello non è adatto per
fissaggi su pannelli di
fibrocemento e su pannelli di
cartongesso con rivestimenti
sintetici. Per applicazioni su
pannelli di spessore superiore a
15 mm è necessario preforare.

http://www.fai-date.it/muraturetasselli.htm (3 di 5) [03/07/2004 13.40.57]


Calcestruzzo OTTIMALE

Tassello che si espande grazie


al richiamo del cono, si
presta particolarmente per
applicazioni su mattoni forati.
Il cono terminale in nylon le
alette laterali del cono
impediscono inoltre la sua
fuoriuscita dalle guide
longitudinali del tassello
durante la fase di richiamo
per avvitamento.

Il tassello in acciaio ideale per


il fissaggio di elementi leggeri su
pareti vuote e in particolare sul
cartongesso.
È corredato di una vite con
impronta a taglio combinato
sostituibile, dopo l’espansione,
con diversi accessori ....gancio,
occhiolo... provvisti di
filettatura metrica.
La struttura del corpo del
tassello si apre tipo ombrello
durante l'espansione e due
piolini presenti nella rondella
bloccano il tutto impedendo la
rotazione..... è perfetto per
l’applicazione di: lampade,
mensole, interruttori, aste per
tende, canaline per tubi, quadri,
appendiabiti, serramenti.

Altri due tipi di tasselli che si


espandono grazie al richiamo
del cono che avremo già usato...il
primo in nailon il secondo in
acciaio corredati da una
vastissima gamma di accessori:
occhiolo, gancio, vite con testa
barra filettata, paracolpo in
gomma ecc..ecc...

Per altri tipi di tasselli per carichi leggeri consultare


http://www.fischeritalia.it/Italiano/Prodotti/Meccanici/Leggeri.asp

HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/muraturetasselli.htm (4 di 5) [03/07/2004 13.40.57]


Calcestruzzo OTTIMALE

http://www.fai-date.it/muraturetasselli.htm (5 di 5) [03/07/2004 13.40.57]


FISSAGGI PESANTI

TASSELLI AD ESPANSIONE-fissaggi pesanti-

I tasselli ad espansione per fissaggi pesanti sono articoli ad utilizzo particolare da impiegare per sostenere
carichi anche elevati ...ad esempio un tassello da 12 mm di diametro inserito per 50-60 mm ...sempre se
installato correttamente......ha un carico di estrazione di 1000Kg circa per cui da usare tranquillamente per
piccole carpenterie, ringhiere,ancoraggi particolari .....per appendere un prosciutto d'elefante (scherzavo) ecc..
ecc..in seguito sono riportati con una breve descrizione di utilizzo alcuni tipi aggiornabili di volta in volta
secondo le novità del mercato.I tipi sotto descritti sono adatti a materiali compatti tipo cemento o pietra.

Utilizzare tasselli adeguati e attenzione alla marcatura CE

Tassello per applicazioni di


carpenteria metallica come: profili,
ringhiere, travi, ecc. Adatto per
ancoraggi su pietra naturale
,calcestruzzo, e tutti i supporti
compatti.in acciaio con corpo
interamente filettato,

Tassello ad elevate prestazioni


viene utilizzato per ancoraggi a
distanza minima dai bordi in
quanto..cosi dice il produttore..la
distribuzione del carico è
omogenea ed evita tensioni nel
calcestruzzo....

adatto per costruzioni pesanti in


acciaio, puntelli, ringhiere, scale,
travi in legno, ecc. Disponibile da un
diametro di 10 mm ad un diametro
di 24

http://www.fai-date.it/muraturetassellipesanti.htm (1 di 3) [03/07/2004 13.40.59]


FISSAGGI PESANTI

Tassello di facilissima
applicazione...è sufficiente
battere con un martello sulla
spina inserita nell'asse del
tassello e il gioco è
fatto..consigliato per carichi
medio pesanti.Questo tipo
come del resto gli altri
consentono lo smontaggio
dell'oggetto fissato con
facilità.

Un tassello di questo tipo da

6x55 mm inserito per 35 mm


se ben installato nel
calcestruzzo ha un valore di
estrazione di 500 Kg circa

Tassello in acciaio per


fissaggi pesanti, filettato
sull'asse della vite il
sistema di espansione è
ottenuto mediante il
richiamo del cono

antirotazione, si può
trovare con diversi
accessori: vite testa
esagonale, ganci, occhioli,
barra filettata, paracolpo
ecc..... il costruttore
consiglia di togliere la
polvere dal foro prima di
inserire il tassello

http://www.fai-date.it/muraturetassellipesanti.htm (2 di 3) [03/07/2004 13.40.59]


FISSAGGI PESANTI

Tassello realizzato in
acciaio, dispone di un
sistema di espansione
che consente di ridurre
drasticamente qualsiasi
tensione. Il sistema
sfrutta infatti la cavità
conica ottenuta con
l’apposita punta nel
calcestruzzo. Ottimo se
impiegato nel
calcestruzzo,mattoni
pieni e pietra

per altri modelli e/o tipologie vi


tasselli applicazioni
tasselli chimici consiglio di consultare
leggere
www.fisheritalia.it

HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/muraturetassellipesanti.htm (3 di 3) [03/07/2004 13.40.59]


TASSELLI CHIMICI

TASSELLI AD ESPANSIONE; fissaggi chimici

Gli ancoranti chimici sono adatti per ogni tipo di applicazione nelle più diverse condizioni di posa, su materiali
tipo calcestruzzo, mattone pieno ecc.. e su materiali forati , mattone doppio uni, mattone forato ecc.

consentendo fissaggi a distanze minime dai bordi, senza creare tensione sulle pareti del foro...con elevati
valori di estrazione

.I sistemi di fissaggio chimico sono di due tipi:

FISSAGGIO CHIMICO IN FIALA:Le fiale con


barra filettata sono costituite da una fiala in
vetro contenente la resina , l'induritore e
granuli di quarzo...e naturalmente una barra
filettata con dado e rosetta .....il fissaggio
chimico in fiala è particolarmente adatto per
materiali compatti tipo cemento pietra o mattoni
pieni.

FISSAGGIO CHIMICO A INIEZIONE:Le cartucce


a iniezione sono costituite da due serbatoi
contenenti rispettivamente...una resina
chimica e l'indurente per la polimerizzazione
(indurimento) del prodotto.

Questo tipi di fissaggio è particolarmente


adatto(con particolari tecniche) in materiali con
cavità con forti carichi a distanza minima dai
bordi

http://www.fai-date.it/muraturetassellichimici.htm (1 di 3) [03/07/2004 13.41.01]


TASSELLI CHIMICI

A sinistra la sequenza di
montaggio di un tassello
chimico in fiala su materiale
compatto...... foratura ,pulizia
foro iniezioni prodotto
chimico,introduzione barra
filettata .

Sotto un esempio di
installazione di arpione
sostegno anta porta o finestra

A lato un altro esempio di tassello chimico in


fiala in materiale compatto

..tanto per avere un idea uno di questi


tiranti diametro 1 cm di acciaio..se ben
installato in un manufatto in cemento ha un
carico ammissibile di Kg400 circa...meditate
gente meditate

fissaggio chimico a iniezione


A sinistra la sequenza di un
fissaggio chimico a iniezione
con inserimento nel foro di una
calzetta di contenimento
resine che espandendosi
durante la polimerizzazione
creano la stabilità del
montaggio.

Sotto un esempio di
installazione di un gancio in
mattone con ampie cavità

http://www.fai-date.it/muraturetassellichimici.htm (2 di 3) [03/07/2004 13.41.01]


TASSELLI CHIMICI

La soprastante applicazione diametro vite


1cm se ben installata in un mattone doppio
uni ha un carico consigliato di Kg 190

tasselli applicazioni tasselli applicazioni per altri modelli e/o tipologie vi consiglio
leggere pesanti di consultare www.fisheritalia.it

TOP

http://www.fai-date.it/muraturetassellichimici.htm (3 di 3) [03/07/2004 13.41.01]


Nuova pagina 1

POZZETTO ACQUE PLUVIALI

Per le piccole opere in muratura in questa pagina


sono indicate le modalità o per meglio dire ..i
consigli per la costruzione e la messa in opere di
un pozzetto di smistamento acque pluviali
scaricate da un tetto o una tettoia

Nella figura a lato una sezione


tipica del pozzetto con la tubazione
di ingresso e di uscita .

Come preparazione alla costruzione


del pozzetto dopo avere eseguito lo
scavo va bene del ghiaino o
direttamente sul terreno ..la sabbia
come indicato dal riferimento 1 è
un lusso .

1)Eseguire una piccola gettata di


calcestruzzo 45x45 cm alta 12-15
cm ( 2 della figura) con pendenza
verso la tubazione di uscita.

2) Impostare le tubazioni di arrivo


e uscita pozzetto .

3) Costruire le pareti perimetrali(


3 della figura) con mattoni

l'ingombro esterno deve essere


40cm x 40 cm per un altezza di
.....variabile e determinata dalla
pendenza e posizione delle
tubazioni di arrivo e uscita.

4) Mettere (murare) il coperchio


prefabbricato in cemento 40x40
con tappo asportabile (4 della
figura ) .

http://www.fai-date.it/muraturepozzetti.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.02]


Nuova pagina 1

alcune note tecniche per il buon


funzionamento (svuotamento )del
pozzetto.

1) La pendenza della tubazione di


uscita deve essere minimo 2% cioè
2 cm ogni 100 minimo meglio se
maggiore .

2) se le tubazioni di ingresso sono 2


e di diametro 8 cm la tubazione di
uscita deve essere minimo il doppio
cioè 12 cm di diametro .....

-tubazione diametro 8 cm
superficie= 50 cm2 x2=100cm2

-tubazione diametro 12 cm
superficie= 113 cm2

-tubazione diametro 12 di difficile


reperibilità in commercio per cui
mettere tubazione da 15cm di
diametro.

Esistono dei pozzetti in cemento


prefabbricati ma difficilmente si
adattano alle nostre esigenge in
materia di profondità di tubazioni
ecc...

Naturalmente lavorate con arnesi


adatti e protezione personale tipo
guanti e abbigliamento adeguato

RITORNA HOME PAGE

http://www.fai-date.it/muraturepozzetti.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.02]


ATTREZZI SPORCHI

CEMENTO ARMATO

CEMENTO ARMATO

Fare opere in cemento armato non è


certo consigliabile con mezzi di fortuna
o con attrezzature limitate che un
"bricoleur" ..termine francese per
indicare un amante del fai da te...può
avere a disposizione,possiamo però fare
alcuni semplici manufatti in cemento
armato .

Per fare i suddetti è forse sapere


alcune nozioni fondamentali sul
cemento armato dall'impasto
all'armatura e dagli attrezzi necessari

UTILIZZAZIONE

Cemento Cemento Cemento


Dosaggio
magro armato armato

M cemento 50 Kg 50 Kg 50 Kg
A
T 60 50
E sabbia 80 litri
litri litri
R
I 110 95 - 100
A Ghiaino 160 litri
litri litri
L
E
Utilizzazione Riempimenti Platee Fondazioni

http://www.fai-date.it/muraturecementoarmato.htm (1 di 3) [03/07/2004 13.41.02]


ATTREZZI SPORCHI

Come si può vedere dalla tabella le


proporzioni sono sempre 1 a 3 ..escluso
per il cemento magro... solo che per il
cemento armato e per grossa quantità
..1 o 2 metri cubi per un lavoretto
casalingo sono già abbastanza...viene
usato il ghiaino che "rende" di più e il
manufatto finale è senza dubbio più
resistente e compatto.

Per mescolare bene i componente


sarebbe opportuno usare una
betoniera sarà molto più facile e meno
fatico ..in commercio ne esistono
svariati modelli ..anche piccoli e alla
portata di tutti .

L'ARMATURA

La cosiddetta armatura è composta da


una parte "portante e resistente"
composta da profilati prevalentemente
tondini di diametro variabile ..secondo il
tipo di costruzione dalla superficie
rugosa tecnicamente chiamata ..ad
aderenza migliorata ...e da staffe che
legano il tutto ..e contribuiscono
anch'esse alla resistenza del
manufatto..come si può vedere nella
figura.

http://www.fai-date.it/muraturecementoarmato.htm (2 di 3) [03/07/2004 13.41.02]


ATTREZZI SPORCHI

Le staffe e l'armatura devono essere


ricoperte da uno strato di cemento (
minimo di 3 cm )per evitare
rigonfiamenti del ferro e conseguenti
screpolature e distaccamento di parti
di cemento.Dopo la gettata il cemento
deve essere lasciato "maturare" per 20
giorni prima di applicarvi carichi...per
cui per tale periodo non vanno tolte
casseforme in legno e puntellature varie
servite per eseguire il lavoro.
Per l'esecuzione platee di piccola
dimensione di rifinitura di un angolo del
giardino o altro ..valgono le regole
sopradescritte solo che per "armarle"
si trova in commercio della rete a
maglia quadra con il filo di diametro più
o meno grosso ..che può essere
inglobata nel getto in calcestruzzo
dando allo stesso resistenza ..vedi
figura a lato.

Lavorare sempre con mezzi di


protezione personali adeguati al
lavoro in esecuzione ....valutare tutti
i lavori le operazioni da eseguire
prima dell'esecuzione nell'ottica
della sicurezza personale e verso
terzi
TOP

http://www.fai-date.it/muraturecementoarmato.htm (3 di 3) [03/07/2004 13.41.02]


ATTREZZI SPORCHI

MURATURA ATTREZZI
ATTREZZI

Alcuni ..non tutti..ma i più ..utili e/o necessari


attrezzi per ben eseguire lavori in muratura di
dimensioni limitate che un bricoleur può fare in casa
in giardino ecc..

Pala e carretta indispensabili per trasportare


materiale raccogliere fare calcina ecc..

Scalpello con protezione per la mano...molto utile e


vi salverà da qualche martellata sulle mani ..esiste
con punta piatta come figura e con punta ..diciamo
..più acuminata

Mazzetta per battere lo scalpello della figura


soprastante , per demolire o per altre operazioni
dove occorre una certa "massa"..comunque molto
utile insieme al martello da muratore

Livella..in alluminio pressofuso leggerissima e di costo


contenuto ,indispensabile insieme a un filo a
piombo(che si può ottenere con del filo resistente e
peso legato ad una estremità)

Mestola...o cazzuola l'attrezzo del muratore.... di


diversa forma e dimensioni..di un buon muratore si
dice ..una buona mestola....e carretta

Praticamente indispensabile

Mestola piatta adatta per spandere bene e dare una


prima livellata a piccoli getti di diverse grandezze e
con manici più o meno lunghi

http://www.fai-date.it/muraturecementoarmatoattrezzi.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.04]


ATTREZZI SPORCHI

Vasca in materiale plastico ..per avere a portata di


mano della calcina o altri impasti già pronto all'uso .

Di diverse dimensioni e forme

Riga in alluminio lunga due metri ..per spianare piccoli


getti tipo platee ecc..si può ovviare con una tavola
ben diritta e non deformata lunga 2 metri circa e di
12cm x 2 cm

Betoniera ..un attrezzo professionale posseduto da


chi frequentemente esegue lavori in muratura ..vale
la pena acquistarla prima di un lavoro consistente
dove necessitano 2 o più metri cubi di calcina .

Esistono dei modelli adatti ad uso diciamo


familiare...di prezzo e dimensioni contenuti

I sopra riportati attrezzi non sono certo tutti gli


occorrenti ma alcuni dei più utili ....per cui questa
pagina verrà aggiornata periodicamente

Lavorare sempre con mezzi di protezione personali adeguati al lavoro in


esecuzione ....valutare tutte le operazioni da eseguire prima
dell'esecuzione nell'ottica della sicurezza personale e verso terzi
TOP

http://www.fai-date.it/muraturecementoarmatoattrezzi.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.04]


Umidità pareti

Umidità pareti

L'umidità nelle pareti ..è facile averla difficilissimo


toglierla ..vediamo come viene e alcuni metodi per
eliminarla...Le cause possono essere molteplici ..ma
la più comune è quella causata dal contatto delle
fondamenta con il terreno che trasmette umidità alle
opere in muratura che a sua volta per capillarità
trasportano umidità in alto ..molte volte questo
fenomeno è di tale intensità da impregnare il muro per
tutto lo spessore indebolendo le caratteristiche di
portata e resistenza dello stesso. Come si può vedere
dalla figura a lato ..i muri esterni a contatto con il
terreno sono facilmente attaccati dall'umidità...un
semplice rimedio è quello di avere un intercapedine tra
muri esterni e terreno chiamato( nella zona dove abito
io ) "scannafosso" ......vedere figura sottostante

Molte volte però in abitazioni esistenti e di vecchia


costruzione...non è possibile costruire i sopra citati
"scannafossi" ..per cui bisogna ricorrere a rimedi vari
che non sempre risolvono completamente il problema
.......Prendiamo in esame l'umidità trasmessa per
capillarità (la più diffusa)come si manifesta e agisce nei
diversi materiali che compongono la struttura
della casa ...
i mattoni pieni assorbono molta acqua 4
volte in più rispetto alla malta e si diffonde
in modo uniforme

nei mattoni forati l'acqua penetra


principalmente nella malta e nell'intonaco

I blocchi prefabbricati in calcestruzzo hanno


scarsa capillarità ..l'umidità sale attraverso
l'intonaco non deteriorando la parte
portante della parete
Marmi I marmi non sono molto indicati
rivestimenti in zone umide ..mentre i
travertini avendo molte piccole cavità
contrastano la capillarità

Travertini

I vecchi muri costruiti a pietra resistono


Pietra all'umidità che riesce però ad infiltrarsi
nella malta di collegamento

http://www.fai-date.it/muratureumidita.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.05]


Umidità pareti

Esistono molte e innovative tecniche per fermare e


prevenire l'avanzare dell'umidità....dalle barriere
chimiche all'elettrosmosi...per prima cosa preferisco
presentare dei metodi semplici che un buon fai date
può eseguire per conto proprio senza spendere grosse
cifre..

--->Intonaci di aerazione --->Pareti ventilate 1


-->Barriera chimica --->Pareti ventilate 2
--->Sifone atmosferico
--->umidità pavimenti

RITORNA HOME PAGE

http://www.fai-date.it/muratureumidita.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.05]


Umidità pareti

Umidità pareti (intonaci di aerazione)

Gli intonaci di aerazione sono delle miscele già


pronte da miscelare con acqua come i normali intonaci
...ma dalle struttura ricca di cavità alveolari
(microporosa) in parole povere hanno il potere di
lasciare traspirare .. e favorire il passaggio del vapore
acqueo verso l'esterno della parete in quantità tale da
interrompere il flusso capillare dell'umidità....come si
può capire dalla figura a lato

Metodo di applicazione dell' intonaco di


aerazione

1) Rimuovere tutto il vecchio intonaco per almeno 1


metro sopra le macchie di umidità fino a scoprire la
parte portante della parete sia essa in mattoni o pietra
LINK UTILI PER RICERCA PRODOTTI o blocchi

http://www.rapidmix.it/capitolato/inton.htm

2)Lavare con acqua la parete ..e lasciare asciugare


http://www.promotec1.it/risan.htm

http://www.show.it/provera/casa02.htm
3) Togliere tutte le parti sfarinanti

4) Applicare l'intonaco macroporoso ...(seguire


attentamente le indicazioni) sulla confezione
stendendolo come un normale intonaco....per uno
spessore 2cm

5) Eseguire strato di rifinitura con materiale adatto e


dalle caratteristiche simili allo strato sottostante

http://www.fai-date.it/muratureumiditaintaer.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.07]


Umidità pareti

L'umidità che sale per capillarità contiene dei sali che


..diciamo cosi...preleva dal terreno ..per effetto
dell'evaporazione questi sali si cristallizzano e
aumentano di volume rompendo e distaccando
l'intonaco.Questo fenomeno avviene con intonaci
tradizionali molto compatti dove pori e cavità sono
piccoli...mentre nell'intonaci aeranti i sali trovano
spazio sufficiente per cristallizzarsi senza fare danni

Lavorare sempre con mezzi di protezione


personali adeguati al lavoro in esecuzione
....valutare tutti i lavori e le operazioni da
eseguire prima dell'esecuzione nell'ottica della
sicurezza personale e verso terzi

Ritorna a umidità

RITORNA HOME PAGE

http://www.fai-date.it/muratureumiditaintaer.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.07]


Umidità pareti

PARETI VENTILATE 1 (Umidità pareti)

La ricerca e l'iniziativa delle imprese specializzate nel


settore ha portato delle innovative e originali soluzione
per risolvere il fastidioso fenomeno dell'umidità nelle
pareti dovuto alla risalita capillare di acqua.Un metodo
per far asciugare le pareti è quello di favorire la
circolazione dell'aria favorendo l'evaporazione
dell'acqua ...e per fare questo l'ingegno umano ha
costruito delle strutture rigide che si possono
facilmente fissare alla parete ed hanno una struttura e
un disegno che favoriscono la circolazione dell'aria che
asciuga la parete evitando ristagni e macchie sulla
stessa.Come si può dedurre dalle immagini
successive... l'applicazione e il "funzionamento" è
molto semplice,,,

Nella figura 1 è rappresentato un pannello di lamiera


che ha delle dimensioni di 80 cm x 210 cm circa e
pesa 7,5kg....deve essere fissato alla parete con viti
a pressione e successivamente intonacato.....come si
può vedere nella fig. 2 chiaramente rimangono liberi
dei "canali" dove l'aria può circolare liberamente

Nella figura 3 si può vedere una vista frontale del


pannello con una parte è finita e intonacata e una zona
ancora da finire.....

Al pavimento e al soffitto vengono montati dei


distanziatori per favorire la circolazione dell'aria ......
trattare

iL COSTO di queste lamiere grecate ..compreso la loro


installazione ....è 31 ..circa ....al mq...

http://www.fai-date.it/muratureumiditparetivtl1.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.08]


Umidità pareti

Lavorare sempre con mezzi di Link utili


protezione personali adeguati al lavoro
in esecuzione ....valutare tutti i lavori e
le operazioni da eseguire prima www.hedar.it/html/tecnologie_ita/settore_speciali_ita.html
dell'esecuzione nell'ottica della
sicurezza personale e verso terzi

--->..UMIDITÀ PARETI

RITORNA HOME PAGE

http://www.fai-date.it/muratureumiditparetivtl1.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.08]


Umidità pareti

BARRIERA CHIMICA (Umidità pareti)


Un metodo per interrompere il flusso ascendende
dell'umidità è quello di inserire, nella parete
interessata da questo spiacevole fenomeno, una
barriera chimica composta da miscele di resine
sigillanti.

La tecnica di inserimento della barriera non è molto


complicata e può essere fatta anche con mezzi e
strumenti di facile utilizzo..lavorando sempre con
attenzione tenendo presente che queste miscele sono
composti molto alcalini...per cui è raccomandabile
indossare guanti di gomma ed occhiali protettivi
durante l'impasto e l'applicazione.

Nelle figure a lato sono indicate alcune delle molteplici


situazioni di pareti su cui inserire la barriera chimica.

Come indicazione a carattere generale è bene operare


solo su murature fuori terra ..per cui se la parete è
interrata anche se solo parzialmente ..la barriera
chimica deve essere inserita come minimo a 15 cm
sopra il livello del terreno.

Per i casi indicati nelle figure 2 e 4 è consigliato un


trattamento superficiale per evitare la penetrazione
laterale dell'umidità

METODO DI APPLICAZIONE

Eseguire dei fori del diametro di 22 mm...per cui vi


occorre un trapano molto potente ....inclinati di 30°
fig.5 alla distanza di 11-12 cm e profondi 5 cm meno
dello spessore della parete (non passanti)..per pareti
molto spesse eseguire fori da ambo le parti profondi
come metà della larghezza parete

Eseguire la " foratura" della parete a piccoli tratti

http://www.fai-date.it/muratureumiditabchimica.htm (1 di 3) [03/07/2004 13.41.10]


Umidità pareti

...aspettare che le resine siano essiccate e poi


eseguire altri fori.

Lavare i fori con getto d'acqua a pressione, in modo da


eliminare ogni traccia di polvere ed umidificare la
zona da trattare

L'iniezione delle resine sigillanti si può eseguire con


una pistola manuale per sigillature o un imbuto
collegato con un tubo rigido o flessibile dal diametro e
lunghezza adatto ai fori da riempire..... introdurre il
tubo sino in fondo al foro e ritirarlo lentamente man
mano che il composto riempie il foro.
attendere qualche minuto e riempire nuovamente i
fori .

Chiudere i fori con della malta della solita linea-


prodotti del sigillante..

Ultimato l'iniezione delle resine ..stonacare 50 cm


circa sopra la macchia di umidità e fare asciugare per
90-100 giorni prima di intonacare nuovamente con
prodotto traspirante

Costi:Per muro di 30cm di larghezza ..compreso


verifiche prima e dopo l'intervento escluso rimozione e
ripristino intonaco

euro 90/metro circa..se lo fate da voi il solo costo del


materiale (consultare link)più attrezzatura mancante
che resta per altri lavori

Link utili

Lavorare sempre con mezzi di protezione


http://www.petercoxitalia.it/biglietto.asp personali adeguati al lavoro in esecuzione
....valutare tutti i lavori e le operazioni da
eseguire prima dell'esecuzione nell'ottica della
http://www.mursansrl.it sicurezza personale e verso terzi

http://www.raster.it

http://www.edilio.it

http://www.fai-date.it/muratureumiditabchimica.htm (2 di 3) [03/07/2004 13.41.10]


Umidità pareti

--->..INTONACI DI AERAZIONE

--->..UMIDITÀ PARETI

RITORNA HOME PAGE

http://www.fai-date.it/muratureumiditabchimica.htm (3 di 3) [03/07/2004 13.41.10]


Umidità pareti

PARETI VENTILATE 2 (Umidità pareti)


La ricerca e l'iniziativa delle imprese specializzate nel
settore ha portato delle innovative e originali
ecc..ecc... non voglio ripetere le solite cose dette in
"pareti ventilate 1"..per cui un'altro metodo simile
ma più economico è quello di montare delle membrane
,di materiale plastico, sulle pareti da trattare in modo
da favorire la circolazione dell'aria..tra l'intonaco di
finitura e la parete umida

Queste membrane ..vendute in rotoli vengono fissate


alla parete con delle viti a pressione ed hanno una
striscia bituminosa su di un lato per garantire una
perfetta continuità tra un pannello e l'altro.

Dopo avere fissato le membrane si passa ad


intonacare le stesse ....l'intonaco non viene a contatto
con la parete umida e l'aria può circolare liberamente
favorendo cosi l'asciugatura di residui di umidità..

Il costo...7 circa ..al mq (da verificare)

Nella figura 2 e nella figura 3 alcuni particolari


costruttivi e di montaggio delle membrane descritte in
questo articolo.. r

Lavorare sempre con mezzi di protezione personali


adeguati al lavoro in esecuzione ....valutare tutti i lavori e
le operazioni da eseguire prima dell'esecuzione nell'ottica
della sicurezza personale e verso terzi

Link utili

www.brunobasso.com/gutta.asp?menu=05&sottomenu=01

http://www.fai-date.it/muratureumiditparetivt2.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.12]


Umidità pareti

--->..UMIDITÀ PARETI

RITORNA HOME PAGE

http://www.fai-date.it/muratureumiditparetivt2.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.12]


Umidità pareti

Umidità pareti (sifone atmosferico)

Un metodo semplice ..per togliere o per lo meno


ridurre drasticamente l'umidità a risalita capillare ..è
quello di inserire nella parete dei particolari sifoni che
favoriscono la circolazione di aria umida sostituita con
aria secca facendo cosi asciugare la parete......come si
può capire anche dalla figura a lato

Metodo di applicazione

1) Eseguire dei fori a 20 cm circa dal pavimento del


diametro di 16 mm inclinati di 20°-30° verso il basso
alla distanza di 20 cm l'uno dall'altro

2)Inserire i sifoni ..intonacare la parete lasciando


liberi i fori entrata -uscita aria

Come dicevo un sistema molto semplice dal costo


contenuto ...il materiale per mt.8 di parete costa
130 euro circa...... (più spese spedizione) per il
risultato... purtroppo non ho provato questo tipo di
prodotto ..il fornitore assicura ottimi risultati ...dicendo
che con questo sistema si risolve per sempre il
problema umidità ......per meglio potete consultare

http://www.humidity-stop.com/

http://guide.supereva.it/bricolage_e_fai_da_te/

Lavorare sempre con mezzi di protezione


personali adeguati al lavoro in esecuzione
....valutare tutti i lavori e le operazioni da
eseguire prima dell'esecuzione nell'ottica della
sicurezza personale e verso terzi

http://www.fai-date.it/muratureumiditasifone.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.13]


Umidità pareti

Ritorna a umidità

RITORNA HOME PAGE

http://www.fai-date.it/muratureumiditasifone.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.13]


Umidità pareti

Umidità pavimenti
Non solo le pareti vengono "attaccate"
dall'umidità...anche i pavimenti di seminterrati o
stanze al piano terreno sono a volte interessate da
noiosi e poco salubri infiltrazioni di umidità che si
manifesta con macchie ..e nei casi più gravi con
affioramento di acqua.Per risolvere questi problemi
..occorre costruire un cosiddetto "vespaio" sotto il
pavimento per favorire la circolazione dell'aria
eliminando l'umidità. La moderna tecnologia ci offre
delle soluzioni che facilitano enormemente la
costruzione dei sopra citati vespai

Metodo di applicazione

1) Demolizione dell'attuale pavimento ..e asportazione


del sottostante terreno per cm .....(secondo l'altezza
dell'elemento modulare usato)

2)Costruzione di platea in calcestruzzo armata con


rete metallica

3)Inserimento di elementi modulari in prolipropilene a


calotta con 4 appoggi come figura a lato dal costo di
15 circa al metro quadro..in tutta la superficie

4)Posa di rete metallica di armatura per cemento

5)Gettata in calcestruzzo... di riempimento e


livellamento fino alla sommità degli elementi modulari

6)Ripristino pavimento

Come si può vedere nel montaggio della


figura a lato gli elementi modulari
creano un intercapedine per la circolazione
dell'aria....

nel presente articolo è rappresentato un


tipo di elemento modulare ..ma vi sono
molti altri tipi di forma e dimensione varia
che si possono adattare a tutti i casi di
montaggio e a tutte le esigenze.

Questo tipo di intervento per eliminare


l'umidità dai pavimenti non è dei più
semplici da attuare e comporta senz'altro
delle conoscenze più specializzate dell'arte
muraria ..che possono essere superate da

http://www.fai-date.it/muratureumiditapavimenti.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.14]


Umidità pareti

un volenteroso fai da te....

Lavorare sempre con mezzi di protezione


Link utili : www.daliform.it/tecniche.htm
personali adeguati al lavoro in esecuzione
....valutare tutti i lavori e le operazioni da
eseguire prima dell'esecuzione nell'ottica della
sicurezza personale e verso terzi

Ritorna a umidità

RITORNA HOME PAGE

http://www.fai-date.it/muratureumiditapavimenti.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.14]


ATTREZZI SPORCHI

PARETE IN MATTONI PAGINA 1

Dobbiamo costruire una parete in mattoni "a vista" non intonacata per
delimitare un confine in giardino ..per abbellire un angolo dello stesso di
rifinitura ad una scala ecc.... ecco alcuni piccoli accorgimenti e consigli
per ben eseguire il lavoro sempre con lo spirito del fai da te...
fig. 1

Per prima cosa occorre fare la fondazione in calcestruzzo con funzione di


piano di appoggio e sostegno della paretina....per cui eseguire uno scavo
minimo 40 cm per 40 cm se la parete in questione è di limitate
dimensioni e con dimensioni più grandi se la parete è di grosse
dimensioni...comunque se lo scavo viene eseguito con pala e piccone
scavare tanto da trovare terra ben compatta eliminando eventuale
terreno di riporto e poco consistente.

La fondazione può essere delimitata con tavole come figura 1 oppure fig. 2
"gettata" direttamente contro il terreno ..se lo stesso è di natura
consistente vedi figura 2 ...dopo aver definito percorso e tipo di
fondazione...è buona regola mettere della rete elettro saldata dentro lo
scavo..per tutta la lunghezza dello stesso ..avendo l'accortezza di tenere
alzata la rete di 5 cm dal fondo dello scavo appoggiando la stessa a
spessori di mattone o pietra .

Fare l'impasto di calcestruzzo con proporzioni 1 a 3... cioè 3 palate di


ghiaino (in questo caso) e 1 di cemento..se l'impasto è di grosse
dimensioni ...una piccola betoniera aiuterebbe moltissimo aggiungere
acqua fino ad ottenere un impasto abbastanza liquido e poi con una
carriola gettare nello scavo.

Pareggiare con una riga e lasciare asciugare per due tre giorni....secondo
la stagione in cui eseguite il lavoro

per grosse opere occorrerebbe lasciar "maturare per 20 giorni..ma non è


certo il ns caso.

http://www.fai-date.it/muratureparetemattoni1.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.15]


ATTREZZI SPORCHI

Nell'attesa ...oltre ad approvvigionare eventuale


materiale mancante ...preparare con dei listelli di legno
inchiodati ..una guida ..coma indicato nella figura 3
che aiuterà moltissimo ad andare dritti e al tempo
stesso verticali ..durante la costruzione della parete
..guida non necessaria se siete già pratici del filo a
piombo e Alla livella..ma che consiglio comunque
..almeno all'inizio del lavoro

FIGURA 3

Lavorare sempre con mezzi di


protezione personali adeguati al
lavoro in esecuzione ....valutare tutti
i lavori le operazioni da eseguire
prima dell'esecuzione nell'ottica
della sicurezza personale e verso
terzi
TOP

>> PAG. 2

http://www.fai-date.it/muratureparetemattoni1.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.15]


ATTREZZI SPORCHI

PARETE IN MATTONI PAGINA 2

Come mattone potrebbe andare bene il mattone con


tanti piccoli fori sulla parte più grande ..mattone
comune UNI con dimensioni 6 x 12 x 25 cm ..nei
piccoli fori andrà un della malta cementizia
aumentando cosi la stabilità della parete......come
impasto 2,5 palate di rena e 1 di cemento e acqua
q.b.(quanto basta come dicono i cuochi famosi)

Come si può vedere nelle prime due figure 4-5 ..per prima cosa stendere un a o due mestolate di impasto
"lavorarlo " e poi mettere il mattone o ..pressandolo con il manico della mestola e/o cazzuola quel tanto da
ottenere uno strato di circa 1 cm di calcina tra la fondazione e il mattone e successivamente tra un mattone e
l'altro(togliere la calce in più che fuoriesce ) ..procedere come descritto verificando sempre la direzione e la
perpendicolarità della parete..

fig.4 fig.5

Nella figura 6 ..possiamo vedere chiaramente come vengono messi i mattoni in modo alternato..tale sistema
conferisce alla parete una consistente stabilità...notare inoltre lo spessore della calce di circa 1 cm in tutti i
sensi.Nella figura 7 ..oltre ai mattoni messi per "ritto" che danno alla parete un senso di finito ..possiamo
notare dei fili messi a misura sulla guida in legno ..che aiutano l'operatore poco esperto... a costruire in
maniera corretta e precisa la parete stessa

fig.6 fig.7

http://www.fai-date.it/muratureparetematton2.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.17]


ATTREZZI SPORCHI

Nelle figure 8-9 ..due esempi di come si può terminare una paretina in mattoni e come si possono mettere i
mattoni in caso di un incrocio di pareti.Terminato il lavoro ..di costruzione del muro ...occorre ... riempire bene
tutti gli spazi (commenti) tra un mattone e l'altro.... con un impasto di cemento e rena da intonaco ..per avere
un lavoro accurato e professionale ( operazione lunga e noiosa ma necessaria )

fig.8 fig.9

Lavorare sempre con mezzi di


protezione personali adeguati al
lavoro in esecuzione ....valutare tutti
i lavori le operazioni da eseguire
prima dell'esecuzione nell'ottica
della sicurezza personale e verso
terzi

TOP

>>>PAG. 1

http://www.fai-date.it/muratureparetematton2.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.17]


I chiodi o bullette come sono chiamati in molte zone compreso dove abito io

PUNTE PER MATERIALE CERAMICO E MURATURA

Le punte per il trapano..accessori indispensabile per


ecc...ecc....le punte per forare il materiale ceramico e
la muratura si riconoscono dal riporto in materiale
diverso e dalla forma della punta .."diversità"
necessaria al tipo di materiale con il quale viene
usata

in questa pagina alcuni parametri per la scelta di una


buona attrezzatura e come usarla ...è sottinteso che
per usare una punta da trapano ..occorre un trapano
............(brrr che freddura...)

figura 1 Punta TCT ISO5468 in carburi


metallici sinterizzati ad alte temperature.
Adatta a forare cemento, marmo, mattoni, e
i materiali più duri come la pietra.
fig.1

figura 2 Punta TCT DIN8039 punta in


acciaio speciale per alte temperature . Adatta
per spessori considerevoli di cemento,
marmo, mattoni...... fig.2

figura 3 Punta TCT DIN8039 punta in acciaio


speciale per forare cemento armato e mattoni

fig.3

figura 4 Punta TCT- SDS punta in acciaio


particolarmente resistente agli urti usata con
attrezzature professionali quali trapani con fig.4
alta frequenza di percussione

http://www.fai-date.it/lavorileg&variepuntetrapano2.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.18]


I chiodi o bullette come sono chiamati in molte zone compreso dove abito io

Materiali Diametro Velocità Punte NOTE


Mattoni - di 6 mm + di 800 g/m Per le piastrelle
Cemento + di 6 mm - di 800 g/m avviare lentamente
Punte vedi
Pietra figure
(500 a 600 giri/min
e fare punto di
incisione)

Lavorare sempre con mezzi di protezione personali e con attrezzatura adeguata al


lavoro da eseguire

TOP

http://www.fai-date.it/lavorileg&variepuntetrapano2.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.18]


Umidità pareti

RIPARAZIONE FESSURE E/O PARTI DI INTONACO


Causa umidità o usura del tempo .. si possono
creare delle fessure sull'intonaco esterno della casa
...cosa sgradevole alla vista ma più ancora alla
"salute" della parete in quanto si può infiltrare
dell'umidità... La riparazione delle suddette fessure è
un operazione semplice che possiamo fare da noi
con comodità senza il bisogno di esperti in materia

Per prima cosa munirsi di una martellina(vedere


figura 1) con punta e ripulire tutta la zona togliendo
anche parte dell'intonaco ancora buono fino a
mettere a nudo la parete ...la suddetta operazione FIGURA 1
deve essere fatta molto bene e accuratamente da
essa dipende il buono esito della riparazione... e
assicurare la futura durata della riparazione

Dopo aver accuratamente pulito tutta la zona


interessata.....con una grossa pennellessa dare della
resina di "aggrappaggio" sulla parete scoperta e
preparare l'intonaco .. per la modalità vai ....
preparare anche un impasto di cemento e rena fine
più liquido del solito e stenderlo con una grossa
spazzola ( figura 2 ) ....

FIGURA 2

-Subito dopo stendere il preparato con una mestola


e/o cazzuola badando bene di riempire bene tutte le
eventuali cavità formatisi durante la pulizia
stendendo il preparato con la punta dell'attrezzo (
figura 3 )

-Con una riga di legno o di alluminio "pareggiare lo


strato di intonaco con movimenti ondulatori come
indicato nella

( figura 4 )

-Con il preparato di finitura" piallettare" tutta la zona


con movimenti circolari bagnando frequentemente la
spugna del pialletto ( figura 5 )
FIGURA 3

http://www.fai-date.it/muratureriparazintonaco.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.20]


Umidità pareti

-Lasciare asciugare completamente qualche


giorno... secondo le condizioni atmosferiche.... ..
applicare uno strato di vernice impermeabilizzante
lasciare asciugare e dare la vernice di finitura
badando bene di riprendere il colore della vernice
esistente..... ( figura 6-7 ) cosa difficilissima per cui è
conveniente riverniciare tutto intorno alla zona
riparata se non tutta la parete......

fig. 4-5

fig. 6-7

Lavorare sempre con mezzi di protezione personali adeguati al lavoro in esecuzione ....valutare tutti i
lavori e le operazioni da eseguire prima dell'esecuzione nell'ottica della sicurezza personale e verso
terzi
RITORNA HOME PAGE

http://www.fai-date.it/muratureriparazintonaco.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.20]


Nuova pagina 2

• PARTI IN LEGNO
HOME LAV.LEGNO
PARTI
• METALLICHE
MURATURE VARIE&VARIE
LAV.
• SPUGNATURE E-MAIL
METALLICI
Tinteggiatura
• pareti
• Tipi di legno
CANCELLI (metallici) RINGHIERE (metalliche) TERMOSIFONI
• VERNICI

• PENNELLI
PROTEZIONE PERSONALE
• RULLI

Verniciare Durante l’esecuzione del lavoro



con il rullo indossate SEMPRE gli occhiali di
da sapere X
protezione ,una piccola scaglia di

verniciare vernice in un occhio vi rovina la
craquele
giornata e il lavoro per cui non

conviene rischiare e...dimenticavo

anche i guanti da lavoro fanno
• parte dell'abbigliamento del
• perfetto fai-da te

• Quando acquistate la vernice o
attrezzatura da consumo includete anche
occhiali o visiere....che vi rimarranno e
potrete riutilizzare per altri lavori

ATTREZZI MATERIALI OCCORRENTI:


Dopo aver definito il tutto si puo' iniziare
l'opera ...per esempio i cancelli ma spazzola metallica ,carta abrasiva grana
potrebbe essere la ringhiera o altro....la grossa,raschietto,trapano con
prima operazione da eseguire e' togliere la "platorello",guanti, occhiali di
ruggine, utilizzando un raschietto o meglio
protezione,mascherina per polveri
un trapano con il pratorello e un disco di
tela smeriglio molto grossolana, lavorando
"di punta" per ben eliminare tutta la
ruggine,il lavoro ideale sarebbe togliere
tutta la vernice vecchia e riportare
a"ferro" il cancello ..la ringhiera o ecc.......
e In aiuto a chi vuol fare veramente a
regola d'arte esistono in commercio molti
attrezzi ,piu' specializzati del trapano, con
i quali si puo' pulire anche negli angoli piu'
remoti e nascosti tipo lime meccaniche e
spazzole metalliche che costano poco e
comunque vi rimangono per successivi Antiruggine(minio),diluente
lavori....... sintetico,smalto brillante il tutto secondo il
lavoro da fare ,consigliatevi con il
negoziante di ferramenta dove
acquisterete il tutto.Per i termosifoni
usate dello smalto ad acqua specifico
News proprio per termosifoni inodore che
potrete dare anche in ambienti poco
.Quando un metallo e' esposto all'aria e agli ventilati(due mani alla distanza di 12-18

http://www.fai-date.it/verniciature.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.22]


Nuova pagina 2

agenti atmosferici reagisce con l'ossigeno ore)..........resa 0,5 kg per 7 mq di superfice.


e /o l'acqua formando un ossido
idrato(ruggine) che pur conservando le
caratteristiche del ferro diventa friabile e
poroso per cui o usiamo materiali tipo
alluminio o acciaio inox oppure ,metodo piu' News
economico ,trattare il ferro come consiglia
fai-date.it nella presente pagina Il diluente comunemente usato noto come
acquaragia e' il risultato di distillazioni di
oleoresine ricavate da varie conifere in
italia la principale fonte e'il pino negro
"pinus nigra".

PAGINA 2 3

TOP

http://www.fai-date.it/verniciature.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.22]


CONSIGLI

CONSIGLI

Tenete presente che il legno e’ un materiale


,che se trattato bene, puo’ durare moltissimo
tempo con risultati sorprendenti tanto da
sembrare “vivo”.Una piccola premessa per
dirvi quanto puo’ essere bello lavorarlo o
semplicemente trattarlo…

. VEDI TIPI E VARIETA' LEGNO

Nel caso nostro specifico cioe’ la


tinteggiatura(chiamiamola cosi’) delle parti in
legno usare materiali adatti e relativa
attrezzatura specifica di buona marca e di
provata efficienza ( come sempre n.d.r )

Se potete smontate le finestre e/o la porta


mettendola su due caprette (comprate
precedentemente per poche migliaia di lire)
dove potrete lavorare in condizioni ideali e in
altri ambienti tipo garage,giardino,cortile o
terrazzo.

Prima di rimontarle (a verniciatura


terminata)aspettate che siano ben essiccate
onde evitare cattivi odori in casa, causati dai
solventi, e leggeri mal di testa per i piu'
sensibili.

http://www.fai-date.it/trattamento_legno.htm (1 di 4) [03/07/2004 13.41.24]


CONSIGLI

MATERIALI OCCORRENTI:
Carta abrasiva grana media e grana fine,
raschietto ,levigatrice orbitale,impregnante o
turapori,smalto brillante o coppale marina
,diluente sintetico,smalto brillante il tutto
secondo il lavoro da fare ,consigliatevi con il
negoziante di ferramenta dove acquisterete il
tutto o andate a....VERNICI.Per la coppale
prendete quella di marca uguale
all'impregnante e con protezione ai raggi "uv"
avra' maggiore durata .

Non dimenticate naturalmente di indossare..

Guanti, occhiali di protezione,mascherina


per polveri

TRATTAMENTO......a

Se dovete tingere delle persiane con dello


smalto e non a coppale ,il mio consiglio e' di
togliere il vecchio strato di vernice e poi dare
una mano di lino cotto con della polvere di
minio (1 kg di lino cotto +1 etto di polvere di
minio ben sciolto) fare essiccare per 24 ore e
dare una o due mani di finitura di smalto del
colore che volete.E' un trattamento che
durera' nel tempo e la vernice restera'
brillante come appena data.Quanto sopra
descritto vale anche per porte e comunque
per tutti gli infissi esposti agli agenti
atmosferici...anche se personalmente
preferisco il trattamento con vernici
trasparenti che mettono in risalto le venature
e il colore del legno.

http://www.fai-date.it/trattamento_legno.htm (2 di 4) [03/07/2004 13.41.24]


CONSIGLI

TRATTAMENTO.....b

Come dicevo nel trattamento ...a ..il legno e'


bello quando si possono apprezzare il colore
naturale e le venature per cui se dovete
rifare infissi o porte trattate con coppale il
mio consiglio e' fare come segue.

Togliere il vecchio strato di coppale ,che nel


tempo si e' "sfogliato " cioe' non e' piu' uno
strato uniforme ma ha fatto innumerevoli
scagliette rialzate,per fare questo utilizzate
una levigatrice orbitale nei punti piani e a
mano nei punti difficili.Per aiutarvi
nell'operazione di scartavetratura a mano vi
consiglio di avvolgere dei pezzi di carta
vetrata a delle tavolette opportunamente
sagomate( figura 1) con le quali potrete
arrivare in tutti gli angoli con piu' forza.Il
sopracitato consiglio vi sara' utile per
scartavetrare il telaio della porta o
dell'infisso che e' murato nella parete e che
va' ripulito con attenzione e altrettando bene
anche se ...per quanto mi riguarda..e' la parte
piu difficile e noiosa..Tolto tutta la vecchia
copertura date una mano di impregnante che
preservera' il legno dai tarli e dall'azione di
invecchiamento dovuto agli agenti
atmosferici.Come potrete vedere
l'impregnante viene assorbito dal legno..e
dare una mano a una finestra e/o porta e'
facile e veloce. Il giorno dopo
scartavetrate molto leggermente a mano
l'infisso o la porta quel tanto da opacizzare lo
strato essiccato
dell'impregnante....dopodiche' dare la prima
mano di turapori nella parte interna
dell'infisso e una mano di coppale nella parte
esterna (preferibilmente della solita marca
dell'impregnante) ,cercando di stendere bene
con un pennello morbido.Se ci sono dei
vetri..preparate un cartone abbastanza rigido
..da mettere tra il vetro e il pennello(fig.2)
per evitare schizzi e pennellate. Dopo 5 ore
circa con temperatura 20 gradi la coppale
sara' essicata (al tatto...) ma e' bene
attendere il giorno dopo( 10-12 ore )prima di
dare la seconda mano ..eventuale.Poi rimontate
l'infisso o la porta ...badando bene a non
lasciare manate o impronte qua' e la' e fate
gli ultimi ritocchi in opera.Se e' possibile fate
circolare l'aria nelle stanze dove ci sono gli

http://www.fai-date.it/trattamento_legno.htm (3 di 4) [03/07/2004 13.41.24]


CONSIGLI

infissi trattati.

RITORNA HOME
PAGE

http://www.fai-date.it/trattamento_legno.htm (4 di 4) [03/07/2004 13.41.24]


Certo

Certo ..districarsi in un' infinità di


prodotti che ci vengono proposti da
innumerevoli fornitori non è facile...per
cui o ci fidiamo dell'abituale fornitore
(ferramente o negozio specializzato) o
dei consigli di un amico oppure cerchiamo
di farci una cultura in materia..nel tal
caso vi posso dare alcune indicazioni.

Una delle cose da controllare è la


certificazione ISO9001 che attesta la
qualità del prodotto e della ditta
fornitrice ...dopo di chè in base aquello
che dovete fare sceglierete.......

-
PITTURE MURALI-----------------Ecologiche PITTURE MURALI-----------------Per esterni

Bianche

Colorate

ANTIRUGGINE -----------------Acrilica SMALTI ----------------Speciali

Sintetica A solvente

- ecc..

PER LEGNO -----------------Acrilico PRODOTTI DI FONDO -----------Fissanti

Tradizionale Turapori

- -

http://www.fai-date.it/verniciaturevernici.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.25]


Certo

PITTURE MURALI Ecologiche PITTURE MURALI Per esterni


Pitture con particolari caratteristiche alla
Pitture ottenute con materie prime farina di quarzo con finitura liscia e
selezionate nel rispetto dell'uomo e compatta con alta resistenza agli agenti
dell'ambiente ,raccomandate per ambienti a atmosferici e forte potere mascherante si
lunga permanenza e camere bambini.Le applica su intonaco trattato con mano di
suddetti vernici non rilasciano sostanze fissante
volatili sia durante la fase applicativa sia
successivamente

ANTIRUGGINE Acrilica SMALTI.Speciali

Anticorrossivo a base di resine Vernici di uso particolare ...alcuni si


acriliche in soluzione acquosa ,inodore possono dare direttamente sul
applicabile in ambienti chiusi supporto senza l'antiruggine altri
danno un'effetto antichizzante o
Antiruggine sintetica ..anticorrosivo efeftto martellato o sono
più potente adatto per impieghi superaderentie cosi via
professionali
Smalti a solvente.

Vernici lucide o satinate adatte a


legno o metallo a cui conferiscono una
buona resistenza agli agenti
atmosferici

LEGNO PRODOTTI DI FONDO.

Acrilico Tutti quei prodotti che servono per la


preparazione della superfice trattata e per
Trattamenti impregnanti , di finitura opaca preparara un fondo alla mano finale ...per
o brillante,finitura effetto cera.. con cui fissante,stucco,turapori per legno,fondo
sostanze a formula acrilica all'acqua per finiture a smalto,centite ecc..ecc..
inodore da dare anche in ambienti chiusi.

Tradizionale.

tutto come sopra ma liquidi non all'acqua


per cui da dare in ambienti ventilati .

RITORNA HOME PAGE

http://www.fai-date.it/verniciaturevernici.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.25]


CANCELLI

CANCELLI (metallici) RINGHIERE (metalliche) TERMOSIFONI

PROTEZIONE PERSONALE

Durante l’esecuzione del lavoro


indossate SEMPRE gli occhiali di
protezione ,una piccola scaglia di
vernice in un occhio vi rovina la giornata
e il lavoro per cui non conviene rischiare
e...dimenticavo anche i guanti da lavoro
fanno parte dell'abbigliamento del
perfetto fai-da te

Quando acquistate la vernice o attrezzatura da


consumo includete anche occhiali o visiere....che
vi rimarranno e potrete riutilizzare per altri
lavori

ATTREZZI MATERIALI OCCORRENTI:


Dopo aver definito il tutto si puo' iniziare l'opera
...per esempio i cancelli ma potrebbe essere la spazzola metallica ,carta abrasiva grana
ringhiera o altro....la prima operazione da eseguire grossa,raschietto,trapano con "platorello",guanti,
e' togliere la ruggine, utilizzando un raschietto o
occhiali di protezione,mascherina per polveri
meglio un trapano con il pratorello e un disco di
tela smeriglio molto grossolana, lavorando "di
punta" per ben eliminare tutta la ruggine,il lavoro
ideale sarebbe togliere tutta la vernice vecchia e
riportare a"ferro" il cancello ..la ringhiera o
ecc....... e In aiuto a chi vuol fare veramente a
regola d'arte esistono in commercio molti
attrezzi ,piu' specializzati del trapano, con i quali
si puo' pulire anche negli angoli piu' remoti e
nascosti tipo lime meccaniche e spazzole
metalliche che costano poco e comunque vi
rimangono per successivi lavori.......
Antiruggine(minio),diluente sintetico,smalto
brillante il tutto secondo il lavoro da fare
,consigliatevi con il negoziante di ferramenta dove
acquisterete il tutto.Per i termosifoni usate dello
News smalto ad acqua specifico proprio per termosifoni
inodore che potrete dare anche in ambienti poco
.Quando un metallo e' esposto all'aria e agli ventilati(due mani alla distanza di 12-18
agenti atmosferici reagisce con l'ossigeno e /o ore)..........resa 0,5 kg per 7 mq di superfice.
l'acqua formando un ossido idrato(ruggine) che
pur conservando le caratteristiche del ferro
diventa friabile e poroso per cui o usiamo

http://www.fai-date.it/verniciatbasso1.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.25]


CANCELLI

materiali tipo alluminio o acciaio inox oppure News


,metodo piu' economico ,trattare il ferro come
consiglia fai-date.it nella presente pagina Il diluente comunemente usato noto come
acquaragia e' il risultato di distillazioni di
oleoresine ricavate da varie conifere in italia la
principale fonte e'il pino negro "pinus nigra".

PAGINA 2 3

TOP

http://www.fai-date.it/verniciatbasso1.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.25]


CANCELLI

CANCELLI (metallici) RINGHIERE (metalliche) TERMOSIFONI PAGINA 2

CONSIGLI

vernici,antiruggine di buona marca..non conviene risparmiare in quanto tali lavori


vengono fatti ogni uno due anni (4....5 anni nel caso mio ) per cui i prodotti
impiegati devono essere buoni per essere duraturi.Per i pennelli idem in quanto
una buona setola spande bene la vernice e non si "impasta" durante la
verniciatura .........usare pennelli diversi per antiruggine e per smalto per evitare
il pericolo di inquinare il colore dello smalto.Mettere tutto il materiale dentro
una cassetta di legno o cartone robusto e tenerlo a portata di mano per evitare
la continua ricerca per la casa o il giardino degli attrezzi mancanti e seminati nei
piu' svariati siti ( non web) .Per i termosifoni il lavoro deve essere fatto quando
l'impianto di riscaldamento e' spento( a fine stagione) in modo da far ben
essiccare la nuova vernice .

RIFINITURE
Il giorno dopo quando la prima mano e' essiccata valutate se vale la pena di dare una seconda
passata o mano per completare l'opera ...dopodiche' ammirate il lavoro terminato ..non prima di aver
messo bene in vista il cartello NON toccare VERNICE FRESCA ...i vicini di casa e/o condomini
debbono sapere .......

Non rimane che riporre tutta l'attrezzatura e mettere i pennelli usati dentro un barattolo con del
solvente . Il giorno dopo potrete toglierli asciugandoli con uno straccio e saranno pronti per essere
riutilizzati. Dimenticavo ….prima assicuratevi se occorrono dei piccoli ritocchi che completeranno il
lavoro.

I barattoli di vernice che ( avanzata) chiudeteli bene e capovolgeteli si ..capovolgeteli la vernice si


mantiene meglio per un ulteriore utilizzo

http://www.fai-date.it/verniciaturepag2.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.26]


CANCELLI

TERMOSIFONI

Per i termosifoni l'ideale sarebbe di smontarli proprio ...ma cio' comporta di svuotare le tubazioni
dell'impianto di riscaldamento senza contare il successivo rimontaggio con tutte le guarnizioni e il
relativo pericolo di perdite..... per cui se potete lasciateli in opera........ .Eseguire tutte le operazioni
necessarie.....eliminazione ruggine con spazzola metallica mano di antiruggine e una o più mani di
smalto( vedi nota su "materiali occorrenti pagina 1) se i termosifoni sono di ghisa........... per
l'alluminio e' sufficiente sgrassare accuratamente le superfici prima di dare lo smalto (2 mani)
.Lavorare con finestre aperte per respirare il meno possibile i solventi presenti nelle vernici usate.

RITORNA HOMEPAGE
TOP
RITORNA PAGINA 1

http://www.fai-date.it/verniciaturepag2.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.26]


Nuova pagina 2

MATERIALE OCCORRENTE:

COSA E' LA...

Prendiamo ad esempio la
spugnatura di una o piu' sedie
metalliche
L a spugnatura e' un operazione
di rifinitura e a complemento di 1 barattolo di 1KG di smalto
una verniciatura di brillante .
sottofondo.....per cui si utilizzano
vernici di uguali caratteristiche
3 barattoli da 1/2 KG (o piu'
tecniche e colori secondo i propri
piccoli se ne esistono in
gusti personali......contrastanti
commercio) di celeste di diverse
l'uno con l'altro oppure scalature
gradazioni.
del solito colore. La spugnatura
viene fatta frequentemente su
oggetti tipo sedie , tavoli da Pennello di buona qualita'.
giardino , porte delle camerette
di bambini o l'interno porta di un 2-3 spugne di media grandezza
bagno dagli accessori non ma NATURALI.(non la
ultramoderni.....e dove volete..... bomboletta come la figura a
lato)

Diluente,stracci,guanti di
protezione ,raschietto...e
pazienza.

Il materiale dell'oggetto da spugnare va prima trattato e preparato come per una normale
verniciatura ved. verniciature metalliche e trattamento legno fate ben essiccare la vernice di fondo
24-36 ore...dopodiche' si puo'iniziare la spugnatura......

fate prima delle prove su un pezzo di compensato per rendervi conto degli effetti e per prendere la
mano a spugnare..........

Con le spugne a disposizione ,una per colore ,iniziate a dare dei piccoli tocchi con leggera pressione
della spugna per ottenere gli effetti desiderati.

La vernice che vi serve per "spugnare" non diluitela ma e' meglio usarla piu' densa.

Buon lavoro e mandatemi qualche foto formati gif delle vs opere

http://www.fai-date.it/vernicspugnature.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.27]


Nuova pagina 2

RITORNA HOME PAGE

http://www.fai-date.it/vernicspugnature.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.27]


Nuova pagina 3

TINTEGGIATURA PARETI

CONSIGLI

Avete proprio deciso di imbiancare una


MATERIALI OCCORRENTI:
o piu' stanze della vostra abitazione?
Idropittura murale traspirante per bene............alcuni consigli per far bene
interni e esterni resa per 1 litro 11mq il lavoro.Per prima cosa il lavoro deve
intervallo tra le mani 6 ore (rispettate essere fatto con stagione secca ,la
le dosi per la diliuzione riportate sulla vernice asciugherà velocemente
confezione) adatta per ambienti dove .Scegliete un colore simile a quello già
si formano condense.Stucco per muri esistente non avrete bisogno di dare
per chiudere piccoli fori o due o tre mani per ben coprire il
crepe,pennellessa o rullo di buona
vecchio strato.Usate idropittura
marca piccolo pennello per le rifiniture
,nastro "da carrozziere"raschietto, teli traspirante antimuffa di buona qualità
e vecchi giornali per proteggere mobili ...vale la pena di spendere qualche
e pavimento ...antimuffa da dare cosa in più.......l'imbiancatura non e' un
prima dell'imbiancature nelle zone lavoro che fate spesso e perciò deve
particolarmente macchiate, guanti di durare nel tempo.Prima di iniziare
protezione , occhiali e uno scaleo verificate la consistenza
robusto per i punti piu' alti. dell'imbiancatura esistente e se
presenta screpolature e rigonfiamenti
...con un raschietto o una spazzola
metallica togliete il piu' possibile.

PREPARAZIONE E...

Liberate le pareti da tutti i quadri e da


tutto quello che vi avete
appeso,smontate i lampadari, le prese
e gli interruttori( e' sufficente togliere
solo il telaino di copertura) mettete il
mobilio al centro della stanza ben

http://www.fai-date.it/pareti.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.28]


Nuova pagina 3

coperto e avvolgete con giornali i


termosifoni Con il nastro da
carrozziere proteggete il battiscopa e i
telai degli infissi e delle porte Anche
se perderete un po' di tempo non
avrete dopo da togliere" le pennellate"
e il lavoro procederà più
velocemente.Per imbiancare io
personalmente preferisco il rullo con
un piccolo serbatoio incorporato.Con il
quale potete fare diverse passate
senza stare ad intingere
continuamente come quando usate il
pennello ma..... attenzione
inevitabilmente il rullo genererà
migliaia di invisibili schizzi ...perciò e'
importante coprire tutto quello che e'
nella stanza. Mentre per le rifiniture e'
senz'altro consigliabile un piccolo
pennello. Mettete una prolunga al rullo
o al pennello ..da terra lavorerete
meglio .

Ora che tutto e' pronto ...forza e


coraggio ...aprite le finestre per fare
circolare l'aria sintonizzatevi su un
buon programma radio ascoltate
della buona musica e BUON
LAVORO

http://www.fai-date.it/pareti.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.28]


PICCOLO SGABELLO

I PENNELLI
I pennelli per verniciare o imbiancare........di svariate
forme e dimensioni con manici lunghi o corti..con peli
di martora o di cinghiale ..ma comunque e
rigorosamente di qualità..dato che le operazioni di
verniciatura o imbiancatura vengono fatte
....diciamo......non frequentemente.....per cui pennelli
e vernici devono essere di qualità per fare un buon
lavoro che duri nel tempo

MATERIALE UTILIZZATO PER I PENNELLI

Vengono utilizzati peli animali e peli sintetici:

Peli animali

bue- peli delle orecchie hanno buone


caratteristiche di robustezza ed elasticità, il colore
dal marrone chiaro al nero.
Per il suo ottimo rapporto tra prestazioni e prezzo
sono apprezzati per l'hobby , per la pittura ad
olio,per la pittura a tempera.

Pennello
Maiale piatto
Questi pennelli vengono prodotti utilizzando i peli
della schiena, che hanno caratteristiche di elasticità
e si dividono in più punte dando un alto grado di
assorbimento al pennello.
pennelli generalmente economici, di buon livello Pennello tondo o
ma non professionali..... usati principalmente per la ovalino
pittura a tempera, per l'hobby.

Discorso simile per i pennelli con peli di cinghiale


che sono però più resistenti e duraturi

Peli sintetici

Dopo un meticoloso studio le migliori case pennelli


hanno prodotto dei pennelli con peli sintetici
decisamente validi, che affiancano la resa di
pennelli naturali di medio livello.
Molto utilizzati per tempera, acrilico e per
l'hobbistica.

(esistono delle speciali setole sintetiche coniche, e


cave all'interno, per potere convenientemente
applicare i nuovi prodotti ecologici all'acqua.)

http://www.fai-date.it/verniciaturepennelli.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.29]


PICCOLO SGABELLO

Pennelli piegati per radiatori o per


arrivare in angoli "difficili"durante
l'imbiancatura delle case

Pennellesse o plafoncini..i più utilizzati per


imbiancare di svariate misure..antigoccia
con manici in legno o plastica ..con gancio
ecc.....scegliere sempre la buona qualità
per evitare che perdano i peli durante
l'imbiancature

Esistono poi moltissimi altri tipi di pennelli con peli di animali ricavati da martora ,puzzola,tasso,vaio(un tipo di
scoiattolo) che trovano applicazione in svariati campi..dalla pittura ad olio ,acquerelli,rifiniture varie ecc...

HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/verniciaturepennelli.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.29]


PICCOLO SGABELLO

I RULLI PER VERNICIARE

I rulli per verniciare o imbiancare........di svariate forme e dimensioni con manici lunghi o corti..di spugna,lana
merinos o nylon ..ma comunque e rigorosamente di qualità....regola valida anche in questo caso..come
per i pennelli

http://www.fai-date.it/verniciaturerullo.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.32]


PICCOLO SGABELLO

Come si può vedere dalle figure soprastanti ..molti sono i rulli per verniciare e imbiancare ...di forma e
dimensione diversa....

con il rullo di materiale adatto al lavoro da fare da adoperare con tecniche adeguate alla vernice usata

HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/verniciaturerullo.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.32]


ATTREZZI SPORCHI

VERNICIARE CON IL RULLO

VERNICIARE CON....

Un metodo veloce per verniciare è... senza


dubbio...usare un buon rullo.. per la scelta del tipo
andare alla pagina < i rulli > ......dopo avere ben
definito il tipo del rullo e la vernice da usare ...sempre
e comunque di buona marca sia la vernice sia il rullo..e
avere preparato la stanza o le stanze da verniciare
con accorgimenti vari( vedi pagina )si può
finalmente iniziare....

Versare una certa quantità di vernice ..( diluita


secondo le istruzioni trovate sulla confezione)..in una
vaschetta per 2 cm circa di altezza ... passare il rullo figura 1
facendolo scorrere diverse volte avanti e indietro
vedere figura 1 poi per togliere la vernice eccedente
passare il rullo su un apposita griglia che viene
venduta insieme alle confezioni di vernici...

.. naturalmente gli angoli e tutti i punti dove il rullo


non arriva vanno fatti con un pennello adatto.... per la
scelta vedere pagina...--->

Finalmente ...dopo avere ben preparato tutto come


detto..sopra.......possiamo iniziare dal soffitto
mettendo una prolunga al rullo (soluzione pratica e
veloce) oppure uno scaleo stabile e sicuro..procedere
con movimenti in direzione incrociata come indicato
nella figura 3 in modo da ben coprire il colore
sottostante...con il solito sistema tinteggiare le pareti e
avremo un lavoro ben fatto e veloce...
figura 2

http://www.fai-date.it/verniciaturaconrullo.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.33]


ATTREZZI SPORCHI

..ALCUNI CONSIGLI E/O ACCORGIMENTI

- Prima di versare la vernice dentro la bacinella


rivestirla con un foglio di alluminio e/o una pellicola
per alimenti..per rendere la pulizia facile e veloce

-Non "inzuppare " troppo il rullo ..eviterete


sgocciolature e schizzi..

-Munirsi di un cappello..durante la tinteggiatura del


soffitto...il rullo farà inevitabilmente ..un pulviscolo
invisibile di vernice che sporcherà voi e tutta la roba
figura 3 sottostante per cui...

TOP HOME PAGE

http://www.fai-date.it/verniciaturaconrullo.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.33]


ATTREZZI SPORCHI

DA SAPERE..... PER VERNICIARE

SEQUENZA LAVORO

Non esiste una regola fissa e obbligatoria per eseguire


i lavori di imbiancatura ..per cui ognuno può
organizzarsi come meglio crede ..i sottostanti consigli
sono fatti per avere una sequenza pratica ...per cui
meditate gente meditate...come si può vedere nella
figura a lato ...iniziare dal soffitto n.1 per poter
imbiancare, poi ,sugli schizzi eventuali che vanno sulle
pareti..procedere a strisce di 1 metro quadro per
volta......

Per le pareti n.2..sempre con strisce di 1 mq


circa...iniziare dall'alto verso il basso..se siete destri
iniziare dall'angolo destro se siete sinistri iniziare
dall'angolo sinistro per avere la mano libera in
direzione della zona
non........tinteggiata...elementare..come direbbe un
famoso detective... figura 1

Le posizioni n.3 n.4 eventuale battiscopa e cornici


vanno pitturati separatamente e idem per n.5 n.6
porte e le finestre.....

VALUTARE la quantità di vernice


necessaria...

-1litro di vernice diluita secondo istruzione ricopre 15


mq circa di parete..

-1 litro di vernice più densa ricopre 12 mq circa di


parete

-se imbiancate una superficie intonacata di fresco


conviene dare una mano con vernice più diluita per
farla ben assorbire dall'intonaco e una mano
successiva di finitura

Leggere comunque attentamente le istruzioni riportate


sulle confezioni vi possono essere indicazioni
interessanti mirate al prodotto particolare

http://www.fai-date.it/verniciaturedasapere.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.34]


ATTREZZI SPORCHI

Per il calcolo delle superfici......

Soffitto uguale al pavimento a meno che non sia


inclinato o un soffitto particolare..

pareti lunghezza per altezza meno superficie di porte


e finestre....naturalmente abbondate e acquistate una
confezione adeguata tenendo conto del costo litro della
confezione...

Proteggete scrupolosamente tutto quello che non


volete verniciare tenendo presente che la migliore
soluzione è quella di togliere gli oggetti che non volete
sporcare tipo ..tappeti tavoli ecc....proteggete il
pavimento con cartoni e/o teli

Lavorate con mezzi di protezione personali


occhiali..indumenti,guanti scale..ecc adeguati al lavoro
che state facendo...

TOP HOME PAGE

http://www.fai-date.it/verniciaturedasapere.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.34]


ATTREZZI SPORCHI

VERNICIATURA EFFETTO Craquelè

VERNICIATURA EFFETTO
CRAQUELE'

Se avete degli oggetti a cui dovete dare un


aspetto antico e "vissuto" un metodo di
finitura di sicuro effetto è il craquelè ...
(screpolato ) che si ottiene utilizzando
particolari vernici facilmente reperibili in
commercio e di facile applicazione. Per prima
cosa acquistare un barattolo pittura ad
effetto screpolato colorata o trasparente
secondo cosa dovete fare ...e un barattolo di
gel per effetto screpolato.

Se ad esempio dovete "screpolare" la


superficie di vassoio procedere come segue:
Mescolare bene la pittura dentro il
barattolo.... pulire la superficie da trattare..
applicare la pittura con un pennello morbido e
di forma piatta ... lasciare asciugare per 2 ore
circa.... dopo applicare delicatamente uno
strato di gel ad effetto screpolante .. lasciare
asciugare per circa un ora .. il gel lattiginoso
al momento dell'applicazione diventa
trasparente quando asciuga restando
appiccicoso. Applicare quindi il secondo strato
di pittura ad effetto screpolante .. di solito di
colore diverso dal primo.

Se invece dovete dare un effetto antico su


oggetti con disegni come rappresentato sulla
soprastante figura procedere come segue:

Se si applica la vernice con il flatting ancora Stendere sulla superficie una mano di flatting
bagnato si ottengono crepe più grandi e a olio .. quando non è asciugato
distanziate .. al contrario se troppo asciutto... completamente (appiccicoso al tatto) dare
più piccole e ravvicinate .. è comunque una mano di vernice screpolante .. attendere
difficilissimo ottenere due craquelè uguali per due ore circa.. e si formeranno delle crepe ..
cui .. fare sempre alcune prove.. con un panno sporco di vernice ad olio .di
colore grigio o nero (fare delle
prove)stendere sulla superficie subito dopo
con un panno pulito togliere la vernice non
penetrata nelle crepe .. finire con mano di
flatting trasparente e/o cera d'api...

http://www.fai-date.it/verniciaturacraquele.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.35]


ATTREZZI SPORCHI

TOP HOME PAGE

http://www.fai-date.it/verniciaturacraquele.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.35]


CANDELE DI CERA D

CANDELE DI CERA D'API

Con poco tempo e poca spesa si possono fare delle


meravigliose candele di pura cera d’api….

Materiale occorrente per 10 candele: 5 fogli cerei


da nido di cm41x26

Sono dei fogli in pura c’era d’api che gli apicoltori


inseriscono nei telaini dell’arnia per fare in modo
che le api costruiscano regolarmente le celle
,pesano 100 grammi ciascuno e costano circa
£.1700 e hanno un odore gradevolissimo.

Tagliateli in modo da ricavare per ogni foglio cereo


due strisce di cm 41x13.

Poi semplicemente arrotolateli( vedi figura a lato)


inserendo prima uno spago abbastanza grosso che
servirà da stoppino, il calore delle vostre mani li
renderà malleabili ..e le vostre mani saranno
morbide e profumate.

Con delle piccole strisce ,preparate prima, potete


fare delle roselline ( vedi figura a lato) che
adorneranno le candele.

Usatele come soprammobile o accendetele sulla


tavola imbandita per festeggiare il santo Natale o
quando volete voi

CANDELE DI "PATATA"
Prendere una o più patate di forma abbastanza
regolare

Tagliare la parte superiore- vedi figura 1-

Con un cucchiaino scavare un piccolo cratere e fare


un piccolo foro con un ferro da calza della
profondità di 2 cm

Preparare un po’ di cera o paraffina fusa e colatela


nel piccolo cratere inserendo uno stoppino di spago.

Adornare la patata con fiori di garofano e piccoli


ravanelli rossi aperti a spicchi tipi petali come
fosse un fiore....... fissati alla patata con degli

http://www.fai-date.it/lavorinatalizi.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.38]


CANDELE DI CERA D

stecchini….e avrete fatto delle candele senz’altro


originali e sorprenderete gli ospiti

RITORNA HOME

http://www.fai-date.it/lavorinatalizi.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.38]


Nuova pagina 1

In casa abbiamo sicuramente dei vecchi libri da rilegare o


delle raccolte di riviste o inserti varie da mettere 1) Morsetto
insieme.......
2) Colla Vinavil
Con pochissima spesa e un'attrezzatura minima possiamo
eseguire delle rilegature da professionisti. 3) Garza

Lo strumento indispensabile per eseguire dei lavori 4) Taglierino


soddisfacenti è il morsetto........due listelli di legno e due
viti come disegno
5) Righello -per rifilare-

6) Seghetto a legno

...e altri comuni attrezzi come indicato nella figura a lato --


->

Per prima cosa mettere insieme le pagine del libro o della rivista da
rilegare..con un righello (5) e il taglierino (4) rifilare le pagine
ripulendole da frastagliature varie ,mettere quattro fogli bianchi( di
dimensioni uguali alle pagine da rilegare) due all'inizio e due alla fine del
libro,compattare accuratamente le pagine e inserirle nel morsetto
facendole sporgere di 2-3mm......e stringere bene.

Attenzione al taglierino usare con cautela

http://www.fai-date.it/rilegarelibro.htm (1 di 3) [03/07/2004 13.41.41]


Nuova pagina 1

Eseguire dei tagli inclinati profondi 2mm


con il seghetto (6)dall'andamento alternato
come indicato nelle figure 1- 2 abbastanza
vicini passo 2 cm circa.
Il libro nel morsetto delle foto è un formato
A4 cioè 210mm x 297 mm.

Mettere una puntina all'inizio del listello


fissare alla stessa un filo fine ma resistente
e iniziare a inserirlo nei tagli badando bene
di tenerlo teso figura 3 ...arrivati al
termine delle tracce precedentemente
fatte ..fermare il filo a un altra puntina
fissata sul listello di legno,sempre badando
che il filo sia ben teso.Stendere il vinavil su
tutta la costola da rilegare badando bene
che penetri nei tagli dove c'è il filo e tra le
pagine figura 4.

Dopo aver dato la colla ..prendere della


comune garza vedi figure 5-6 e stenderla
sulla costola del libro.(5 cm per lato più
larga)

Dare un nuovo strato di vinavil sulla garza

spandendola uniformemente figura 7.

Lasciare asciugare il tutto per 2-3 ore

Nell'attesa che la colla asciughi


..preparare la copertina del libro con del
cartoncino colorato su cui potete
scrivere il titolo o cosa volete vedi figura
8.

Nel punto dove la copertina si dovrà


aprire fate dei leggerissimi ho detto
leggerissimi inviti alla piegatura con il
taglierino.

Esistono comunque nelle cartolerie delle


copertine a voi la scelta.....

http://www.fai-date.it/rilegarelibro.htm (2 di 3) [03/07/2004 13.41.41]


Nuova pagina 1

-Quando la colla è essiccata ,nel nostro caso il vinavil è -Inserire le pagine rilegate facendo aderire la garza alla
trasparente. copertina

-Togliere il libro dal morsetto -Incollare la prima e l'ultima pagina bianca alla copertina
in modo da rifinire il tutto.
-Tagliare la parte eccedente dei fili di rilegatura
-Mettere il tutto nel morsetto per 3-4 ore
-Rifilare la garza nella lunghezza .
-......Ammirate la vs opera
-Stendere uno strato di vinavil sulla parte interna della
copertina

HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/rilegarelibro.htm (3 di 3) [03/07/2004 13.41.41]


I SILICONI

I SILICONI

Silice,quarzo,silicati..sostanze diffusissime sulla


terra sono i componenti principali dei Siliconi...un
prodotto di larga diffusione dall'utilizzo e
dall'applicazione comune anche nei nostri lavori di
bricolage fai da te.

Molto semplicemente cercherò di spiegare come


si usano ..che tipo conviene usare e le
caratteristiche tecniche.

Alcune curiosità...possono resistere(alcuni tipi)


fino a 1500° centigradi mantenendo le
caratteristiche di flessibilità come andare a -
80°...sono idrorepellenti e buoni isolanti elettrici
,non vengono modificati da solventi e
carburanti....incollano anche il vetro ..un vero e
proprio toccasana.

Esistono due categorie di silicone ACETICI e


NEUTRI .

I primi polimerizzano .....induriscono in parole


povere e dai 5 a 60 minuti si possono toccare
senza modificarli.

Durante l'applicazione del silicone è consigliabile


usare guanti per evitare contatti con la pelle
..comunque in caso di contatto non succede nulla è
sufficiente lavarsi con acqua e sapone o con
sgrassanti specifici.

Per l'odore pungente che sviluppano è sufficiente


arieggiare i locali dove viene usato .

Per la loro applicazione esistono in commercio


alcune "pistole" dalla forma di grosse silinghe
dove vengono inserite le cartucce di silicone da
utilizzare...possiamo vederne un tipo a
lato.......dove :

1) sblocca pistone

2)leva scorrimento pistone

3)impugnatura per scorrimento prodotto

http://www.fai-date.it/variefaidatesiliconi.htm (1 di 3) [03/07/2004 13.41.43]


I SILICONI

UNIVERSALE REFRATTARIO

Odore acido... serve a Resiste fino a 1500°


sigillare materiali più gradi centigradi. Dopo
diversi dal mattone al l'indurimento, che
vetro avviene per essicamento,
il prodotto assume una
consistenza rigida non si
si trova in commercio spezza, non si
colore neutro e bianco è deforma.Utilizzato per
forse il tipo più sigillare forni di cottura
utilizzato avendo un caminetti testate di
campo di applicaziomne caldaie ecc.. non
molto vasto sopporta vibrazioni

ANTIMUFFA
PER L'EDILIZIA
Lo dice la parola
Per lavori di restauro ..contiene sostanze
e/o manutenzione..per fungicide ..per cui viene
sigillare fessure tra utilizzato per locali
porte e finestre per umidi e per sigillare
incollaggio giunti ottime giunti di vasche da bagno
proprietà di adesione ,sanitari tipo water
anche su legno..se lavandini ecc.. e perdite
trattato con vernici da piscine Non è
vetrificanti. verniciabile.
Non utilizzare il Silicone
Antimuffa per Sanitari
per sigillare acquari e
montare specchi.

SIGILLANTE
ACRILICO

Il Sigillante Acrilico è
ADESIVO DI
un prodotto a base di
MONTAGGIO
resine acriliche , privo di
solventi. Dopo la
polimerizzazione assume
buone caratteristiche di
elasticità alle alte e L’Adesivo di montaggio è
basse temperature, adatto per una vasta
resistenza gamma di applicazioni
all’invecchiamento e tipo:
adesione sui materiali più incollaggio di profili,
usati in edilizia come battiscopa, pannelli in

http://www.fai-date.it/variefaidatesiliconi.htm (2 di 3) [03/07/2004 13.41.43]


I SILICONI

calcestruzzo, laterizi, legno e in materiali


intonaco, cartongesso, sintetici e davanzali in
legno. pietra su calcestruzzo,
Non contiene sostanze muratura, intonaco,
corrosive ed è quindi cartongesso;
adeguato per e per il fissaggio di
applicazioni su metallo. perlinature, rivestimenti
Per sigillare cassonetti ecc..ecc..
avvolgibili Adatto in .
generale per giunti con
dilatazioni ridotte

COME SI APPLICA

- Pulire la zona di applicazione


- Tagliare il beccuccio della cartuccia ad un diametro pari, alla larghezza del giunto.
- Applicare con la pistola il sigillante lungo il giunto
- Livellare con una spatola per silicone e pulire con un detergente diluito con acqua.

- I siliconi per uso casalingo sono confezionati in tubetti da 60-100 cm3 oppure in cartucce da 310 cm3
,esistono cartucce anche di 390 cm3.

Finito il lavoro chiudere ermeticamente il tubetto altrimenti il silicone a contatto con l'ossigeno indurisce e non
è più utilizzabile e comunque non avrà la fluidità del tubetto appena aperto per cui valutare bene il
quantitativo occorrente

RITORNA HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/variefaidatesiliconi.htm (3 di 3) [03/07/2004 13.41.43]


ATTREZZI SPORCHI

VARIE VERNICI &PENNELLI

ATTREZZI SPORCHI

Al termine di una faticosa giornata


passata ad imbiancare una o più stanze
..dovete interrompere per riprendere il
giorno dopo...ma rimane un'ultima
operazione..sciacquare tutti i pennelli
rulli barattoli ecc...e ne fareste
volentieri a meno.... ma niente paura....è
sufficiente mettere il tutto in un sacco
di nailon e chiudere bene.

L'umidità della vernice non


disperdendosi contribuirà a mantenere i
pennelli pronti per l'uso la mattina
successiva

Per togliere le macchie di vernice sulla


pelle evitando detersivi corrosivi ..è
sufficiente un batuffolo di cotone
imbevuto di olio

PENNELLI INDURITI

Avete dei pennelli induriti dai residui di


vernice..o ricorrete al solito rimedio
tenendoli in bagno per uno o due giorni
in acqua ragia o lasciateli in bagno per
una o due ore in aceto bollente.

http://www.fai-date.it/varievernicipennelli.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.44]


ATTREZZI SPORCHI

per non perdere i peli del pennello


...lasciarlo in bagno per 24 ore in acqua
normale ..prima di utilizzarlo.

Se continuerà a perdere i peli


..acquistatene uno di migliore marca.

PER I TIPI DI PENNELLO >> TOP

http://www.fai-date.it/varievernicipennelli.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.44]


I chiodi o bullette come sono chiamati in molte zone compreso dove abito io

PUNTE PER FORARE IL LEGNO

Le punte per il trapano..accessori indispensabile per


eseguire un'infinità di lavori da usare con il legno con
il metallo o in muratura ..per cui poter scegliere la
punta adatta per il materiale da forare è importante
..anche se molte volte in mancanza della punta
specifica ..... abbiamo forato il legno o del materiale
plastico con una punta per l'acciaio...chi è senza
"colpa" lanci la prima pietra..

in questa pagina alcuni parametri per la scelta di una


buona attrezzatura e come usarla ...è sottinteso che
per usare una punta da trapano ..occorre un trapano
............(brrr che freddura...)

PUNTE PER FORARE IL LEGNO


figura 1 la classica punta per forare il legno
con la parte terminale acuminata per ben
centrare la posizione del foro in in acciaio
speciale con 5% di cromo e vanadio
Adatta a forare legno anche duro e dove
fig.1
occorre una maggiore pulizia del taglio

figura 2

punta in normale acciaio temperato adatta a


forare travi in legno di grande spessore fig.2

figura 3

punta in acciaio speciale con 5% di cromo e


vanadio classica da utilizzare per fori lunghi fig.3
ma di piccolo diametro

http://www.fai-date.it/lavorileg&variepuntetrapano1.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.45]


I chiodi o bullette come sono chiamati in molte zone compreso dove abito io

figura 4

punta o fresa economica per fori di diametro


superiore a 16 mm in legnami teneri
fig.4

figura 5

punta o fresa per fori di diametro superiore a 16 mm


adatta per le sedi delle cerniere delle ante di mobili da
cucina ecc..

fig.5

Materiali Diametro Velocità Punte NOTE


Legno - di 10 mm + di 2000 g/m
Con una punta piatta è
Punte vedi consigliabile
figure ridurre della metà la velocità
+ di 10 - di 2000 g/m di perforazione
mm

Lavorare sempre con mezzi di protezione personali e con attrezzatura adeguata al


lavoro da eseguire

TOP

http://www.fai-date.it/lavorileg&variepuntetrapano1.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.45]


I chiodi o bullette come sono chiamati in molte zone compreso dove abito io

PUNTE PER METALLI

Le punte per il trapano..accessori indispensabile per


ecc...ecc....per ben utilizzare le punte per metalli
sarebbe opportuno utilizzare un trapano a colonna
vedi figura a lato...con il quale si forare a bassa
velocità ma esercitare una forte pressione..(nella
figura ..più che un trapano a colonna ..è
rappresentato un supporto per trapani normali che
possono essere guidati come quelli a colonna) e
comunque utilizzando un normale trapano
ricordiamoci di disabilitare la funzione di percussione

in questa pagina alcuni parametri per la scelta di una


buona attrezzatura e come usarla ...

figura 1 Punta Tin HSS DIN338 di


materiale speciale.... contiene titanio
evaporato in atmosfera di azoto.... . Questo
trattamento conferisce al materiale una
caratteristica ricopertura di colore dorato ed è
molto più resistente dell'acciaio al carbonio
temprato.
adatte a velocità di taglio leggermente più fig.1
alte circa il 10%del normale hanno una
migliore penetrazione

figura 2 Punta HSC DIN338 punta in


acciaio acciaio al cobalto ..adatta per alte
velocità di taglio viene usata per lavorare
acciai temprati ,acciaio inox ,leghe di
alluminio e materiali non ferrosi fig.2

figura 3 Punte HSS DIN338 punte in


acciaio al cromo vanadio adatte per le
normali operazioni di taglio su materiali di
impiego normale , materiali non ferrosi e fig.3
plastica

http://www.fai-date.it/lavorileg&variepuntetrapano3.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.46]


I chiodi o bullette come sono chiamati in molte zone compreso dove abito io

Materiali Diametro Velocità Punte NOTE


Ghisa Ferro forgiato - di 6 mm + di 1000 g/m Lubrificare le punte
Inox Acciaio durante la foratura con
Ottone Alluminio olio
Punte vedi
Rame + di 6 mm bloccare saldamente il
- di 1000 g/m figure
pezzo da forare
(meglio utilizzare il
trapano a colonna)

Lavorare sempre con mezzi di protezione personali e con attrezzatura adeguata al


lavoro da eseguire

TOP

http://www.fai-date.it/lavorileg&variepuntetrapano3.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.46]


I chiodi o bullette come sono chiamati in molte zone compreso dove abito io

PUNTE PER LAVORAZIONI SPECIALI

Per forare dei materiali particolari tipo il


vetro..occorrono delle punte particolari...come quella
indicata nella fig.1..il cui uso non è dei più facili e
deve essere usata con attenzione .

Come tutte le cose...con il continuo uso delle punte


suddette si assimila una certa dimestichezza e
sicurezza nell'uso della punta ..occorre tenere sempre
presente il tipo del materiale da lavorare
..estremamente fragile ..e pericoloso.

.e come sempre indossare protezioni personali occhiali


guanti ecc..

Figura 1 Punta TCT adatta per materiali tipo


vetro e ceramica ,deve essere usata a bassa
velocità in un solo senso di rotazione e con poca
pressione(disabilitare la percussione) Fig.1

Figura 2 Punta speciale per acciaio con la


quale si possono fare diverse operazioni
..forare ,filettare,svasare....una sola punta al
posto di tre diversi utensili..

Fig.2

Materiali Diametro Velocità Punte NOTE

Un solo senso di
rotazione con poca
VETRO Tutti i Da 800 a 1200 g/m pressione e
Punte a lancia
diametri raffreddare con
essenza di
acquaragia

Lavorare sempre con mezzi di protezione personali e con attrezzatura adeguata al


lavoro da eseguire

TOP

http://www.fai-date.it/lavorileg&variepuntetrapano4.htm [03/07/2004 13.41.48]


Nuova pagina 2

ELENCO LAVORI

Sostegno
multiuso
Griglia
Porta legna
Guarnizione
rubinetto
CONSIGLI...
Consigli validi per eseguire tutti i piccoli lavori con materiali metallici diversi utili per la cantina per il
<<<< giardino , per eseguire riparazioni e/o sostituzioni nei punti più vari della nostra abitazione .
<<<<
<<<< Come attrezzatura "di base" occorrerebbe ......
<<<<
<<<<
Un tavolo da lavoro con una morsa ,che si può ottenere anche con una tavola e due cavalletti ..il tutto
smontabile a lavoro terminato.
<<<<
HOME PAGE Smerigliatrice-levigatrice con disco da taglio e disco da smerigliare
MAIL FAI-DATE
Saldatrice elettrica da 140 Amper minimo, se maggiore e' ancora meglio ma attenzione,se il vostro impianto
elettrico di casa e' di 3KW, non potrete sfruttarne in pieno tutte le potenzialità in quanto vi scatterà il
termico che salvaguardia l'impianto.

Per far partire al primo colpo di elettrodo l'arco di saldatura ed evitare i noiosi lampi che "accecano "per
qualche secondo il saldatore, occorre che: le parti da unire siano ben pulite ,la messa a terra sia vicina al
punto di saldatura e la tensione adeguata al diametro elettrodo (vedi prospetto sulla cassa della
saldatrice).

Maschera di protezione( normalmente fornita con la saldatrice)elettrodi diametro 2,5 mm,martellina per
togliere le scorie e pinza di bloccaggio a scatto.

Seghetto con lama per metallo,lima a sgrossare,trapano con punte di vario diametro e una squadra (a 90
gradi ..non di operai)

Guanti ,occhiali di protezione da usare OBBLIGATORIAMENTE durante le operazioni di taglio o


smerigliatura,pantaloni lunghi e scarpe ..per evitare bruciature quando salderete

http://www.fai-date.it/lavorimetallici.htm [03/07/2004 13.41.49]


SOSTEGNO MULTIUSO

SOSTEGNO MULTIUSO

COSTRUZIONE SOSTEGNO

Come si può vedere nel disegno a lato il sostegno da


costruire è un semplice panchetto di angolare di
L40x40x4 per il sostegno di cosa volete voi ...io lo ho
costruito per la cantina e per sostenere una damigiana di
vino da 50 litri ed e' alto 50 cm per permettere di
l'infiascaggio del vino in bottiglie da 1 o 2 litri senza
alzare ulteriormente la damigiana.Il materiale usato e'
angolare 40x40x4 mm dal peso di KG 2,42/metro per cui
il sostegno in oggetto, comprese la 4 piastre di appoggio
,pesa circa KG 12 più 1 KG di legno a copertura del piano
.....quindi spostabile e maneggevole senza tanta
fatica.Tutti i tagli da eseguire sono a squadra per cui la
preparazione del materiale dovrebbe essere facile e
veloce...facendo sempre attenzione a quello che fate
specialmente se usate la mola per tagliare( mettete gli
occhiali di protezione) .Quando avrete tutto il materiale
pronto iniziate la costruzione come segue:

1) imbastite ...con punti di saldatura il piano di appoggio


con controllo dell'ortogonalità (se sono a squadra)dei
profilati .

2)Appuntate le 4 gambe di appoggio con controllo


successivo se tutto e' a squadra.

3) Saldate le 4 piastre di appoggio e poi procedete alla


saldatura del rimanente cercando sempre di saldare in
piano ...otterrete cordoni di saldatura uniformi...Se
qualche saldatura vi viene male prima di ripassarla
molatela cercando di togliere la parte venuta male.

4)Togliete tutte le scorie delle saldature ,molate tutte


le eventuali gocciole di saldature e verniciatelo secondo
le modalità indicate su "VERNICIATURE" tenendo
presente, se e' materiale nuovo, che potete passare
subito l'antiruggine (mano di finitura colore deciso tipo
giallo o rosso)

5)Mettete sul piano una tavola fermata agli angolari con


4 bulloni .... renderà più stabile lo sgabello.

HOME PAGE LAVORI METALLICI

http://www.fai-date.it/sostegno_multiuso.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.50]


SOSTEGNO MULTIUSO

http://www.fai-date.it/sostegno_multiuso.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.50]


GRIGLIA PER BARBECUE

GRIGLIA PER BARBECUE


Una semplice griglia di facile costruzione per la
cui costruzione non necessitano particolari
capacità di saldatore o di carpentiere.

Le dimensioni sono per una griglia da montare nel


barbecue che www.fai-date.it ha pubblicato nella
sezione murature

per cui dovrete verificare le misure secondo gli


spazi del vostro barbecue

Come potete vedere a lato la griglia consigliata ..


è composta da una zona dove viene acceso il
carbone o la legna ..più dei sostegni laterali..a
diverse altezze.. per il sostegno di una griglia per
la giusta cottura di bistecche , pesci ,salsicce
ecc....ecc.

La griglia dove verrà acceso il fuoco è composta


di ferro piatto 30x5 sia il perimetro sia le
divisioni che devono avere una luce max di 1
cm..per cui si devono preparare molti piatti della
solita lunghezza da saldare al telaio esterno.

Saldare poi ai piatti di sostegno

http://www.fai-date.it/lavorimetallicigriglia.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.52]


GRIGLIA PER BARBECUE

I 4 piatti di sostegno sono sempre 30x5 piegati


come figura a lato..saldare gli angolari 30x30x3 ai
sopracitati piatti a diverse altezze in modo da
poter spostare la griglia porta cibo secondo
l'intensità del fuoco ed avere quindi una buona
cottura

La griglia dove verrà acceso il fuoco è consigliabile saldarla rialzata come rappresentato nella figura
..sia per la circolazione dell'aria sia per togliere la cenere..dimenticavo..durante le operazioni di
taglio materiali e successiva saldatura indossare indumenti adatti e di protezione personale
compreso occhiali...e smussate tutti gli angoli vivi darete un tocco da professionisti alla vostra
opera...e buon appetito

http://www.fai-date.it/lavorimetallicigriglia.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.52]


GRIGLIA PER BARBECUE

PORTALEGNA
Un semplice portalegna di facile costruzione per
la cui costruzione non necessitano particolari
capacità di saldatore o di carpentiere.( mi sembra
di averlo già detto ...comunque)

Le dimensioni sono per un portalegna da montare


nel barbecue che www.fai-date.it ha pubblicato
nella sezione murature

per cui dovrete verificare le misure secondo gli


spazi del vostro barbecue

Come potete vedere a lato il portalegna


consigliato .. è costruito interamente con del
profilato in acciaio a sezione quadrata 1,5x1,5 cm
per cui la difficoltà maggiore è la piegatura dei
suddetti profilati .

Per eseguire le piegature tutte uguali costruitevi


una "maschera" ..cioè un percorso delle piegature
su di una grossa tavola e dei tondini .

Adoperare delle barre più lunghe per facilitare le


operazioni di piegatura e tagliare poi a misura.

Assiemare saldando il tutto.

Durante le operazioni di piegatura ,taglio materiali e successiva saldatura indossare indumenti adatti
e di protezione personale compreso occhiali...e smussate tutti gli angoli vivi darete un tocco da
professionisti alla vostra opera...

http://www.fai-date.it/lavorimetalliciportalegna.htm [03/07/2004 13.41.53]


GRIGLIA PER BARBECUE

RIPARARE UN RUBINETTO
Un rubinetto dell'acqua gocciola insistentemente
e come primo intervento stringiamo più forte il
pomello ...ma inesorabilmente dopo alcuni giorni la
situazione peggiora perché evidentemente la
guarnizione di tenuta si è deformata e ha perso le
caratteristiche che le permettevano di ben
aderire alla sede interna del rubinetto.

Occorre cambiare la guarnizione ..operazione


semplicissima e veloce se fatta con attenzione e
con arnesi adatti....

Materiale : cacciavite

chiave inglese apertura 18 mm (da


verificare)

guarnizione di ricambio

Per prima cosa chiudere il rubinetto centrale


che alimenta l'impianto acqua
dell'appartamento...vuotare le tubazioni
,tenendo aperto un rubinetto qualsiasi ..meglio
se quello situato nel punto più basso
dell'impianto e procedere come segue .......

Togliere il tappo riferimento 1 della figura


.....facendo leva con un piccolo cacciavite.

Svitare la vite 2

Togliere il pomello 3 aiutandosi con dei leggeri


colpi di martello ..a volte rimane incastrato
nell'appendice del pezzo

4 .

Svitare il pezzo 4 con chiave inglese del 18 ..e

http://www.fai-date.it/lavorimetallicriprubinetto.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.53]


GRIGLIA PER BARBECUE

sostituire la guarnizione in fondo al pezzo stesso.

Guarnizione Rimontare il tutto (badando bene di rimettere a


posto la guarnizione 4a) e il lavoro è
terminato..non stringere troppo il pomello per
chiudere il rubinetto ..con la nuova guarnizione la
tenuta sarà perfetta ..
materiale :gomma

colore: nero

Lavorare con attenzione con mezzi e protezioni adeguati al lavoro in corso

http://www.fai-date.it/lavorimetallicriprubinetto.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.53]


CONSIGLI

CONSIGLI...
Consigli validi per eseguire tutti i piccoli lavori con materiali metallici diversi utili per la cantina per il
giardino , per eseguire riparazioni e/o sostituzioni nei punti più vari della nostra abitazione .

Come attrezzatura "di base" occorrerebbe ......

Un tavolo da lavoro con una morsa ,che si può ottenere anche con una tavola e due cavalletti ..il tutto
smontabile a lavoro terminato.

Smerigliatrice-levigatrice con disco da taglio e disco da smerigliare

Saldatrice elettrica da 140 Amper minimo, se maggiore e' ancora meglio ma attenzione,se il vostro
impianto elettrico di casa e' di 3KW, non potrete sfruttarne in pieno tutte le potenzialità in quanto vi
scatterà il termico che salvaguardia l'impianto.

Per far partire al primo colpo di elettrodo l'arco di saldatura ed evitare i noiosi lampi che "accecano
"per qualche secondo il saldatore, occorre che: le parti da unire siano ben pulite ,la messa a terra sia
vicina al punto di saldatura e la tensione adeguata al diametro elettrodo (vedi prospetto sulla cassa
della saldatrice).

Maschera di protezione( normalmente fornita con la saldatrice)elettrodi diametro 2,5 mm,martellina


per togliere le scorie e pinza di bloccaggio a scatto.

Seghetto con lama per metallo,lima a sgrossare,trapano con punte di vario diametro e una squadra (a
90 gradi ..non di operai)

Guanti ,occhiali di protezione da usare OBBLIGATORIAMENTE durante le operazioni di taglio o


smerigliatura,pantaloni lunghi e scarpe ..per evitare bruciature quando salderete

http://www.fai-date.it/lavorimetalliciframecentro.htm [03/07/2004 13.41.54]


Nuova pagina 2

PICCOLE
TROVATE
PER...
LA CASA
PERSONALI
MANUTENZIONE
INTRODUZIONE
GIARDINO
BRICOLAGE
VARIE
HOME PAGE In queste pagine troverete dei piccoli accorgimenti e
trovate della serie fai da te da usare nelle più varie
applicazioni dagli elettrodomestici alla nostra persona
che ricordano tanto i sistemi usati dai nostri
nonni...quando non esistevano un'infinità di prodotti
chimici che ci risolvono si... i problemi ..ma che
contribuiscono ad inquinare nel loro piccolo questo già
inquinatissimo mondo

Chi vuol collaborare ...si faccia avanti con un e-


mail ..che inseriremo con le generalità dell'autore.......

<<<<<

HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/cosecasa.htm [03/07/2004 13.41.55]


CASA

CASA
CATTIVI ODORI DALLO SCARICO DELL'ACQUAIO

CATTIVO ODORE NEL FRIGORIFERO

Quando apro il frigorifero sento un cattivo odore


derivato dal "melange" degli odori dei diversi alimenti Un metodo semplice per eliminare i cattivi odori
esistenti come posso fare per eliminarlo ? provenienti dallo scarico dell'acquaio..?

...bene..cioè male...alcuni rimedi antichi e ....sempre


nello spirito del fai da te ....sono:

Mettere due cucchiai grossi di fondi di caffè nello


1) Mettere o un bicchiere di latte(senza tappo)
scarico e subito dopo aprire l'acqua e fare scorrere ...il
caffè assorbirà i cattivi odori...
2) Un recipiente scoperto con due cucchiai grossi di
bicarbonato o caffè macinato

3) Mezzo limone

4) Un bicchiere (scoperto) di aceto...che però ..essendo


un odore troppo forte può dare noia

io personalmente preferisco la soluzione con il


bicarbonato

provare per credere......

----------------------------------------------------

LAVATRICE

Per liberare dalle incrostazioni la serpentina e i tubi


della lavastoviglie fare periodicamente ...a cestello
vuoto senza stoviglie ...un ciclo di lavaggio con 4 litri di
aceto...e risolverete il problema,la serpentina senza
incrostazioni avrà un maggiore rendimento e i tubi
scaricheranno meglio

http://www.fai-date.it/cosecasacasa7.htm (1 di 3) [03/07/2004 13.41.56]


CASA

CAFFETTIERA SPORCA Per togliere le macchie superficiali dai sanitari è


sufficiente sfregarvi sopra un limone tagliato..per le
Abbiamo una vecchia caffettiera con la quale facciamo macchie scure di ruggine..mescolare succo di limone e
un ottimo caffè ma è incrostata all'interno ..e borace e sfregare.......il lavabo è ingiallito? ..lavare
vorremmo pulirla con una soluzione di sale e trementina

come facciamo???i casi sono due o ne acquistiamo una


nuova ..ma non è un comportamento da fai da te
..oppure:

Mettere due dita di aceto sul fondo, riempire d'acqua.


lasciare agire per una notte..senza scaldare ne bollire la
miscela.

La mattina successiva sciacquare bene con acqua


corrente, riempire d'acqua mettere sul fuoco e far
uscire come se fosse caffè. L'odore va via e la
caffettiera è pulita.

Per sicurezza...non bere.. il primo caffè ottenuto con la


caffettiera pulita

MENO ACQUA CONSUMATA... QUADRO INCLINATO....

Non è proprio un consiglio per chi ama il bricolage Appendere un quadro a una parete è un'operazione
...ma è sempre un accorgimento che rispecchia lo facile ...quasi sempre...in alcuni casi il quadro non vuol
spirito del fai da te ... per diminuire il consumo stare orizzontale e un angolo "pende" nonostante i
dell'acqua ad ogni scarico della cassetta dello tentativi di raddrizzarlo ...in questi casi si dovrebbe
sciacquone del WC .... in maniera semplice senza togliere l'occhiello di aggancio del quadro e
mettersi a piegare l'asta della valvola a galleggiante riposizionarlo in modo esatto...ma possiamo ovviare in
con il rischio di rompere qualche cosa ... è sufficiente maniera molto più facile....è sufficiente mettere un
mettere una bottiglia da un litro (in vetro o di plastica) feltrino autoadesivo (di quelli da mettere sotto le
piena di acqua dentro la cassetta dello sciacquone in gambe delle sedie ) nell'angolo "pendente del quadro"
una posizione che non interferisce con la corsa del ..quindi posizionare orizzontalmente il quadro che
galleggiante che aziona la valvola ingresso-uscita rimarrà stabilmente in posizione
acqua...e ad ogni scarico consumerete un litro di acqua
in meno... moltiplicate per quante volte al giorno per
quanti giorni all'anno ... e i litri risparmiati saranno
molti........

http://www.fai-date.it/cosecasacasa7.htm (2 di 3) [03/07/2004 13.41.56]


CASA

PAGINA

HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/cosecasacasa7.htm (3 di 3) [03/07/2004 13.41.56]


CASA

PERSONALI
LAVATA DI TESTA CONTRO L'INSOLAZIONE

Se avete capelli "stressati" e fragili da continui e Un metodo ..diciamo ...antico e sempre nello spirito del
frequenti lavaggi...lavateli e sciacquateli con acqua di fai da te..per evitare l'insolazione durante le giornate
saponaria e nell'ultimo lavaggio aggiungete del succo di calde ... collocare una foglia verde di cavolo o di vite
limone e dell'aceto Per ottenere dell'acqua saponosa è sotto il cappello..la verdura assorbirà buona parte dei
sufficiente bollire la saponaria con dell'acqua e poi raggi solari e la testa sentirà subito refrigerio.
filtrare
In questa epoca tecnologica proporre un simile
accorgimento farà ridere ...ma provare non costa
nulla

La saponaria è una pianta rustica che termina il ciclo


vegetativo a ottobre e si trova lungo i fossi e i corsi
d'acqua ...non lasciare macerare nell'acqua
preparare e utilizzare subito ..classificata tossica
se usata dopo macerazione

PELLE SCREPOLATA MAL DI MARE

Un antico e efficiente rimedio contro la pelle secca e Un ottimo rimedio contro il mal di mare ..è quello di
screpolata ...frequente nei periodi invernali è il comprimere la bocca dello stomaco con una stretta
seguente.....Prendere della cera vergine d'api..se non fasciatura di ovatta e flanella ...un asciugamani può
la trovate in blocchetti..si può acquistare nei consorzi andare benissimo...provare per credere ...
agrari in fogli di 100 grammi cadauno (fogli cerei da
nido per api) sciogliere il quantitativo desiderato a
bagnomaria in un recipiente di forma squadrata
...aggiungere dell'olio..mescolando ..una volta
raggiunto la consistenza di crema si lascia
raffreddare.Tagliare a blocchetti e sfregare su mani e
labbra..il risultato sarà straordinario abbinato ad odore
gradevole..

naturalmente in mancanza di farmaci adatti di cui


conoscete gli effetti

-----------------------------------------------------------

IL LIMONE

http://www.fai-date.it/cosecasacasa8.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.58]


CASA

Un frutto reperibile per tutto l'anno dal costo contenuto


e dai molteplici usi è senza dubbio il limone ....eccone
alcuni:

Gargarismi di acqua e succo di limone sono disinfettanti


e il succo di limone aggiunto all'acqua dell'ultima
risciacquatura rende i capelli soffici e morbidi

Una bella limonata zuccherata è un ottimo dissetante


disinfettante astringente ecc..ecc..ecc..
---------------------------------------------------

MACCHIE DI VINO

Macchie di vino sul vestito??? cospargere subito la


macchia con abbondante bicarbonato ..lasciare
asciugare e spazzolare energicamente

PAGINA

HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/cosecasacasa8.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.58]


CASA

MANUTENZIONE pagina1

PULIZIA SEDIE CON SEDUTA IN PAGLIA PULIZIA SEDIE IN PAGLIA DI VIENNA

Per pulire le classiche sedute in paglia delle sedie è Per la pulizia di sedie rivestite in paglia di Vienna ...il
sufficiente lavarle bene con molta acqua e poco procedimento potrebbe essere simile a quelle in paglia
detersivo per bucato a mano ..lavare sotto e sopra la tradizionale ..anche se molti consigliano di:
seduta ....lasciare asciugare al sole in modo che la
paglia ritirandosi ritorna ben tesa ...per il tocco finale
Spolverare bene con un pennello...quindi lavare ..solo
alcuni spennellano con del succo di limone ma io non
la paglia e non il legno...usando sempre un
ho mai provato per cui se volete provate nella parte
pennello...con soluzione di acqua calda ,circa un litro ,e
sotto della seduta per vedere i risultati.....
una manciata di sale grosso ..finita la pulitura lasciare
asciugare .

Se volete schiarire il colore usare una soluzione di


acqua calda e acqua ossigenata in proporzione di
1/10.......fare delle prove nella parte sottostante della
seduta per non avere sgradite sorprese

PULIZIA OGGETTI IN RAME PULIZIA ORO

Mettete in un piccolo barattolo di vetro le vostre collane


,bracciali,anelli ,orecchini ecc.. con dell'acqua e un
pizzico di bicarbonato di soda, agitare delicatamente .
Preparare 250 grammi di farina ,200 grammi di sale
fine,1/4 di litro di aceto...mescolare in modo da
ottenere una soluzione densa e a "pastosa".

Stendere la soluzione sull'oggetto in rame..strusciando


con movimenti lenti e circolari..lasciare asciugare e
sciacquare con acqua...lucidare con un panno morbido

Con uno spazzolino da denti pulite le zone dove vi è


dello sporco..rimettere nella soluzione acqua-
bicarbonato...e risciacquare con acqua pulita asciugare
con panno morbido.

http://www.fai-date.it/cosecasacasa9.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.41.59]


CASA

SCARPE LUCIDE (SPLENDENTI) COME NUOVE SCARPE "DURE" E LEGGERMENTE STRETTE

1)Bagnare la spazzola delle scarpe con dell'aceto ... Le scarpe nuove hanno le suola dure ...e volete
poi prendere la ceretta e spazzolare le ammorbidirle? .. un metodo semplice è quello di
scarpe..attendere 2-3 minuti e strofinare con un panno mettere all'interno della scarpa del cotone idrofilo
di lana e le scarpe brilleranno. imbevuto di alcol del tipo normale disinfettante al
90%..per tutta la notte ..ripetere l'operazione più volte

2)Per le scarpe color cuoio provare con la parte interna


della banana ...in mancanza della banana provare con
la parte interna dell'arancio

Per le scarpe leggermente strette..ripeto


leggermente..e di cuoio ..provare a calzarle bagnate e
a camminare normalmente ..ripetere l'operazione più
volte

PAGINA
2

HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/cosecasacasa9.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.41.59]


CASA

MANUTENZIONE pagina2

ASPIRAPOLVERE CONDIZIONATORE

Togliere la spina di alimentazione elettrica del


condizionatore pulire i filtri ...seguendo le istruzioni del
libretto allegato...per la suddetta operazione usare
Aspirapolvere di qualsiasi marca e tipo ..ricordarsi di prodotti sgrassanti e igienizzanti per eliminare
cambiare il sacchetto dello sporco ..quando è pieno eventuali batteri e spore ..verificare il livello del liquido
richiede più potenza al motore che si potrebbe refrigerante . In estate, prima di mettere in funzione
surriscaldare inutilmente..non aspirare mozziconi l'apparecchio disinfettare con l' apposita bomboletta
accesi di sigaretta o spilli......verificare sempre la per i filtri dei condizionatori (da comprare in
lunghezza del cavo ..dare dei forti strappi può farmacia)... avremo l'aria profumata. ..e elimineremo
danneggiare la presa di corrente alla parete della casa i batteri..dimenticavo..nel periodo di in'attività togliere
e l'attacco elettrico all'aspirapolvere.... le pile dal telecomando per evitare di rovinare i circuiti
con una fuoriuscita eventuale dell'acido.

MICROONDE MACCHINA CAFFÈ

Non usare contenitori di metallo ..leggere attentamente Assicurarsi di avere un buon livello di acqua per evitare
le istruzioni..non mettere le uova intere ..potrebbero surriscaldamenti..pulire i componenti con acqua e aceto
scoppiare pulire periodicamente le guarnizioni per evitare residui di calcare ..risciacquare
assicurarsi le feritoie di ventilazione non siano ostruite abbondantemente.

http://www.fai-date.it/cosecasacasa9a.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.42.01]


CASA

SPREMIAGRUMI TOSTAPANE

Lo spremiagrumi si sporca facilmente ed è costruito in Evitare di pulirlo quando è ancora caldo..staccare


modo da smontarsi facilmente per facilitare le sempre la spina elettrica non infilare coltelli e/o
operazioni di pulizia..per cui lavare solo i componenti cacciaviti dalle feritoie di ingresso potreste rovinare i
staccabili e non la parte a elettrica....... circuiti interni,i moderni tostapane hanno una
sofisticata programmazione elettronica ..attenersi al
libretto di istruzioni...a meno ché non sia in
giapponese o arabo

PAGINA
1

HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/cosecasacasa9a.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.42.01]


CASA

GIARDINO
FRUTTO ANTI -TARME

Il frutto dell'ippocastano... vedere immagini sottostanti


è un ottimo antitarme .. prendere il frutto molto simile
alla castagna tagliarlo in due pezzi e metterlo in un
sacchetto di garza ...... appendere dentro il
guardaroba tra i vestiti ...

PAGINA

HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/cosecasacasa10.htm [03/07/2004 13.42.01]


CASA

BRICOLAGE pag.1
TAGLIO NETTO DI UNA LASTRA DI VETRO Se avete fatto un foro troppo grande e non avete il
tassello della misura giusta ....potete avvolgere attorno
al tassello piccolo della carta igienica imbevuta di colla
(vinavil) o cemento liquido..infilare nel foro e serrare
la vite prima che la colla o il cemento facciano
presa...se si verifica il caso contrario ..foro piccolo
Se dovete tagliare una lastra di vetro con i classici
tassello grande e non avete una punta per allargare il
tagliavetro con rotellina metallica del tipo
economico...come figura sottostante ma ottenete un foro ..assottigliare con una lima il tassello...
taglio tutto scheggiato ..è sufficiente versare del
petrolio nel tratto da tagliare ..e il taglio sarà netto e
deciso...provare per credere

Per togliere un vecchio chiodo arrugginito da una Le forbici tagliano poco..provare a tagliare dei pezzi
parete ..molte volte insieme al chiodo viene via anche di tela smeriglio o carta vetrata di grana molto
un pezzo di intonaco..per evitare quanto sopra fine..oppure prendere un pezzo di foglio di alluminio da
..stringere il chiodo con una pinza e farlo ruotare cucina piegarlo in quattro e tagliuzzarlo finché potete
dolcemente attorno al proprio asse ..e sempre ...e le forbici taglieranno più di prima
dolcemente estrarlo senza torcerlo...e la prossima volta
mettere chiodi di ottone

Tagliare o scorciare un bullone...nel fare tale


operazione con un seghetto o una mola Volete togliere della vecchia vernice ma non avete
..inevitabilmente viene danneggiata la filettatura e per una pistola termica....non ci sono problemi..prendere
rimettere il dado non è sempre semplice.....per evitare un vecchio ferro da stiro elettrico e quando è caldo
quanto sopra è sufficiente lasciare il dado nella parte passatelo sulla vernice da togliere fino ad ottenere il
che rimane del bullone...scorciare il bullone e svitare il risultato desiderato..dopo di chè con un raschietto
dado che ripristinerà la filettatura nella zona di taglio completate l'opera ..se il ferro da stiro non è da buttare
ma deve essere riutilizzato ..proteggetelo con un foglio
di alluminio

Per togliere vecchie sigillature di silicone esiste


un prodotto di una nota ditta specializzata in materia
che scioglie il silicone permettendo facilmente di
toglierlo.Dobbiamo prima asportare la parte più
consistente del "cordone" con una lametta ..quindi
applicare il prodotto ..lasciare agire ..e togliere con una
spatola.... pulire con acqua ragia..leggere attentamente
le istruzioni sulla confezione

http://www.fai-date.it/cosecasacasa11.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.42.02]


CASA

PAGINA
2

HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/cosecasacasa11.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.42.02]


CASA

BRICOLAGE pag.2

VERNICE IN ECCESSO....

Per togliere la vernice in eccesso da un pennello dopo


averlo"inzuppato" nel recipiente della vernice ...è
sufficiente mettere un pezzo di filo attraverso il secchio
o/e barattolo ......quindi immergere nella pittura il
pennello per circa la metà della lunghezza delle
setole..e poi passare il pennello sul filo di ferro
togliendo la vernice in eccesso

Quando imbiancate nelle pause di lavoro ..se state


usando un rullo o dei pennelli avvolgete gli stessi con
del foglio di alluminio o della pellicola di plastica o
metteteli dentro un sacchetto di plastica ..eviterete che
il colore si secchi...

SEGNO DEL BICCHIERE SUL TAVOLO....

Per togliere il classico segno tondo lasciato da un


bicchiere di liquore o altro su di un tavolo di
legno...strofinare subito la parte interessata con uno
straccio bagnato di essenza di trementina......se non
basta provare con una miscela di olio e alcool metilico
.Se quanto sopra non basta passare della carta vetrata
finissima e/o della lana d'acciaio in modo leggero e
uniforme il tanto da far scomparire il segno del
bicchiere ..dopo con della cera colorata o con del
mordente riprendere il colore...per cui se avete un bel
tavolo in legno ..... comprate dei sottobicchieri...

VITI IN PARETI FRIABILI .....


VITI E CHIODI BLOCCATI.....
Dovendo inserire una vite in una parete friabile e/o
vecchia con molto intonaco dalla consistenza "farinosa"
prima di correre il rischio di fare molti fori per
ottenerne uno buono... è opportuno acquistare un
Per fissare definitivamente una vite è sufficiente tortiglione in plastica come figura e avvitarlo in un foro
bagnare la stessa con dell'aceto o con dell'ammoniaca (fatto con il trapano) dal diametro inferiore alla
e dopo avvitare normalmente...in questo modo la vite dimensione del tortiglione e ...successivamente
non si sviterà più o comunque più difficilmente .....la avvitarvi la vite per sostenere quello che
stessa cosa è valida anche per i chiodi .. provare per volete
credere .. operazione semplice e poco costosa con
grandi risultati....

http://www.fai-date.it/cosecasacasa11a.htm (1 di 2) [03/07/2004 13.42.03]


CASA

TOGLIERE RESIDUI DI PITTURA SUL


VETRO..........

Gli infissi sono stati pitturati ma sono rimasti dei residui


di pittura sui vetri .. come toglierli ?.....un metodo
molto semplice è quello di inserire una o mezza
lametta su di un tappo di sughero (attenzione a non
tagliarsi ) come figura sottostante ...attendere che la
pittura sia ben asciutta e poi grattare con la lametta
per togliere tutti i residui .. con questo sistema si può
togliere e rifinire anche gli angoli .. cosa più difficile da
eseguire con uno straccio imbevuto di solvente
...metodo da usare per grossi residui di vernice

PAGINA
1

TOP HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/cosecasacasa11a.htm (2 di 2) [03/07/2004 13.42.03]


CASA

....VARIE ....
EQUIVALENZE FORMICHE

Guardando dei film o leggendo libri di provenienza Per eliminare le formiche esistono in commercio molti
anglosassone sentiamo ..ho bevuto una pinta di birra prodotti efficacissimi ...ma io preferisco i metodi
...ti sparo un'oncia di piombo ecc.. vediamo a cosa antichi e senza ombra di dubbio meno inquinanti ...ad
corrispondono paragonati al nostro sistema di misura. esempio

-1 pinta =0,568 litri

-1 gallone =4,54 litri

-1 barile =143 litri le foglie di pomodoro essiccate e ridotte in polvere


possono essere utilizzate come insetticida..come pure
l'acqua di macerazione delle stesse può essere utile per
-------------------------------------------------------- allontanare le formiche annidate in casa.

-1 oncia =28,35 grammi Un altro sistema ..usato da alcuni apicoltori... è quello


di mettere del comune sale da cucina sui tappi delle
arnie dove facilmente le formiche si annidano...
-1 libbra =453 grammi

e per incanto ..questi simpatici e laboriosi animaletti


--------------------------------------------------------
sloggeranno senza lasciare traccia

-1pollice =2,54 centimetri


Provare per credere....

--un monitor da 17 pollici ha una diagonale


17x2,54=43,18 centimetri ..dovrebbe ..ma sono più
piccoli

-1piede =30 centimetri

-1yard =91 centimetri

ecc..ecc..ecc..

http://www.fai-date.it/cosecasacasa12.htm (1 di 3) [03/07/2004 13.42.04]


CASA

GOMME DA DISEGNO INDURITE

Le gomme da disegno troppo indurite,si possono VERNICE SPLENDENTE


rendere come nuove,facendole bollire per pochi secondi
in acqua addizionata a soda al 5%....è vero che costa
poco comprarle nuove ..ma la soddisfazione personale
del fai da te dove la mettete..?
Un semplice e economico accorgimento per rendere la
vernice della vostra autovettura lucida e proteggerla
dagli agenti atmosferici..è il seguente..

lavare normalmente la carrozzeria con acqua e spugna


...quando terminato eseguire un ultimo lavaggio con
acqua e tre o quattro gocce di normale gasolio...e
asciugare normalmente..

il gasolio ..anche se in in quantità minima lascia una


sottilissima patina oleosa che rende brillante la
carrozzeria......

un metodo che usa sempre un mio amico carrozziere


per cui..ad intenditore poche parole

SPUGNA MISURE

Per togliere alle spugne(naturali) la vischiosità del In questa era tecnologica .....in tutte le case esistono
sapone ...sciacquarle periodicamente in acqua salata bilance elettroniche ,ma è bene sapere che:
calda .......oppure con acqua e ammoniaca ..ma è più
ecologico il metodo con acqua salata calda .
Una cucchiaiata di olio di oliva = 15grammi

Una cucchiaiata di farina = 20 grammi

Una cucchiaiata di formaggio grattugiato =15


grammi

Una cucchiaiata di pastina da brodo = 20 grammi

http://www.fai-date.it/cosecasacasa12.htm (2 di 3) [03/07/2004 13.42.04]


CASA

grammo più grammo meno........

PAGINA

HOMEPAGE

http://www.fai-date.it/cosecasacasa12.htm (3 di 3) [03/07/2004 13.42.04]