Sei sulla pagina 1di 126

2018

IL MERCATO ITALIANO
DEL PRIVATE EQUITY, VENTURE CAPITAL
E PRIVATE DEBT
2018
IL MERCATO ITALIANO
DEL PRIVATE EQUITY, VENTURE CAPITAL
E PRIVATE DEBT
Segui VentureUp su:

DALL’IDEA
ALLA STARTUP
WWW.VENTUREUP.IT

In collaborazione con:
Events Private debt
K4G – FINANZA ALTERNATIVA PER L’IMPRESA

Il nuovo portale promosso da AIFI, denominato “K4G – FINANZA ALTERNATIVA PER L’IMPRESA”,

M&A
intende rappresentare uno strumento divulgativo finalizzato alla diffusione di una cultura finanzia-
ria più estesa e, al tempo stesso, maggiormente consapevole per quanto concerne il segmento del
private capital.
Venture capitalSito in costruzione
INTRODUZIONE

Nel 2018 l’ammontare investito nel mer- soprattutto, nei volumi investiti. a completamento del ciclo di attività degli
cato italiano del private equity e venture L’attività di raccolta sul mercato dei sog- operatori di private debt.
capital ha raggiunto il valore più alto di getti privati è cresciuta nel 2018 e ha visto Nelle prossime pagine vengono presentati
sempre, grazie ad alcune operazioni di il closing di oltre 25 operatori: da sottoline- e descritti i principali dati del mercato ita-
dimensione significativa che si sono re- are che i fondi pensione e le casse di previ- liano del private equity, venture capital e
gistrate non solo nel segmento dei buy denza hanno rappresentato la prima fonte private debt nel 2018.
out, ma anche in quello delle infrastrut- per ammontare. Oltre al glossario, sono riportati i nomi e i
ture, che negli ultimi anni sta ricoprendo Per quanto riguarda i disinvestimenti, in- riferimenti sitografici di Associati e Ade-
un ruolo sempre più di rilievo. Anche al fine, si è registrato un lieve rallentamento renti, che ringraziamo per il prezioso con-
netto dei large e mega deal, il mercato dell’attività. tributo.
nel corso dell’anno ha raggiunto valori Il mercato del private debt ha mantenuto Ogni altra informazione su AIFI o sul mer-
record in termini di ammontare. Il com- il trend positivo degli ultimi anni, con una cato è reperibile visitando il sito www.aifi.it.
parto del venture capital, in particolare, è crescita significativa degli investimenti. Per
stato caratterizzato da un marcato incre- la prima volta, inoltre, all’interno del re-
mento, sia nel numero di operazioni sia, port, sono stati analizzati anche i rimborsi,

• 5
SOMMARIO

AIFI - Associazione Italiana del Private Equity, Venture Capital e Privare Debt . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9
IL MERCATO ITALIANO DEL PRIVATE EQUITY E VENTURE CAPITAL . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13
Database “European Data Cooperative” .. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 16
Premessa metodologica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17
Operatori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19
Raccolta .. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 25
Investimenti .. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 35
Disinvestimenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 63
IL MERCATO ITALIANO DEL PRIVATE DEBT .. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 71
Premessa metodologica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 73
Operatori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 75
Raccolta .. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 79
Investimenti .. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 83
Rimborsi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 99
Glossario .. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 105
Associati AIFI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 109
Aderenti AIFI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 115
AIFI - Associazione Italiana del Private Equity, Venture Capital e Private Debt

RUOLO DI AIFI GOVERNANCE

AIFI - Associazione Italiana del Private PRESIDENTE COMMISSIONI TECNICHE


Equity, Venture Capital e Private Debt, è Innocenzo Cipolletta E GRUPPI DI LAVORO
stata istituita nel maggio 1986 ed è inter- Commissione M&A
nazionalmente riconosciuta per la sua at- CONSIGLIO DIRETTIVO Commissione Private Debt
tività di rappresentanza istituzionale e di Marco Canale Commissione Private Equity Big Buy Out
promozione dell’attività di private equity, Fabrizio Carretti e operatori paneuropei
venture capital e private debt in Italia. AIFI Giuseppe Donvito Commissione Private Equity Mid Market
associa e rappresenta istituzioni finanzia- Stefano Ghetti Commissione Tax & Legal
rie che, stabilmente e professionalmente, Giovanni Landi Commissione Venture Capital
effettuano investimenti in imprese, con Massimiliano Magrini Tavolo Corporate Venture Capital
un attivo coinvolgimento nello sviluppo Eugenio Morpurgo Tavolo Turnaround
delle medesime, oltre a radunare un im- Leone Pattofatto
portante network di istituzioni, investitori Filippo Penatti
istituzionali e professionisti che suppor- Stefano Romiti  
tano tale attività. Mauro Roversi
Il sito dell’Associazione, www.aifi.it, con- Lorenzo Stanca
tiene le directory delle società associate e Luisa Todini
aderenti, la documentazione di corporate Renato Vannucci
governance, le ricerche, le principali pub-
blicazioni e un quadro della normativa di DIRETTORE GENERALE
riferimento, nonché i comunicati stampa e Anna Gervasoni
il materiale di interesse sul settore.
SOCIETÀ DI REVISIONE
KPMG S.P.A.
• 9
PRINCIPALI ATTIVITÀ E STRUTTURA Attività di analisi e ricerca istituzionali italiani con gli operatori di priva-
ORGANIZZATIVA • Analisi annuale e semestrale del mer- te equity, venture capital e private debt
cato italiano del private equity, venture • Promozione di eventi internazionali per
Attività istituzionale capital e private debt attrarre l’interesse degli investitori verso
• Confronto con le istituzioni sulle normati- • Analisi annuale dei rendimenti del pri- il nostro Paese
ve di rilievo per il settore e gli strumenti di vate equity e venture capital in Italia Rapporti con gli Investitori Istituzionali
incentivo per raggiungere un quadro nor- • Collaborazione con le altre associazioni Barbara Passoni
mativo chiaro e certo per gli intermediari europee sulla metodologia di analisi e
• Confronto con gli organi di vigilanza l’elaborazione di statistiche Attività di comunicazione
sulla regolamentazione per condividere • Elaborazione di analisi e statistiche ad hoc • Contatti con le principali testate gior-
standard e accelerare le procedure per Soci, testate giornalistiche e istituzioni nalistiche italiane e internazionali per
• Dialogo con le associazioni nazionali del Ufficio Studi e Ricerche promuovere l’informazione sul settore e
settore in altri Paesi per la condivisione Alessia Muzio l’attività svolta dall’Associazione, anche
di obiettivi comuni di policy Giovanni Fusaro attraverso conferenze stampa dedicate
• Coordinamento della Commissione Tax Maria Teresa Di Grado • Pubblicazione della newsletter quotidia-
& Legal e delle attività di approfondi- na Private Capital Today
mento giuridico, legale e fiscale Rapporti con gli investitori istituzionali • Comunicazione relativa agli eventi volti
• Rapporto con gli Associati su temi • Confronto con gli investitori istituzionali a consolidare il ruolo del settore a livello
specifici e su dubbi relativi agli ambiti italiani (fondi pensione, casse di previ- nazionale e internazionale
operativi denza e assicurazioni) e internazionali Ufficio Stampa e Comunicazione
Ufficio Tax & Legal e Affari Istituzionali • Organizzazione di tavoli tecnici, nell’ambi- Annalisa Caccavale
Alessandra Bechi to di Invest AIFI, per esaminare le criticità
Valentina Lanfranchi legate all’investimento in fondi alternativi Segreteria Generale
Guglielmo Pascarelli • Promozione di eventi a livello nazionale per Sonia Cavestro
fare incontrare la comunità degli investitori Filippo Manera

• 10
PRINCIPALI EVENTI ANNUALI AIFI
• Convegno Annuale AIFI
• Private Debt Award
• Presentazione IRR
• Eventi VentureUp
• Meeting con gli investitori istituzionali domestici
• Meeting con gli investitori istituzionali internazionali
• Assemblea dei Soci
• Private Capital Conference
• Premio Claudio Demattè Private Equity of the Year®
• Incontri sul territorio in collaborazione con le associazioni imprenditoriali
• Incontri AIFI Young
• Tax webinar
• Breakfast tax & legal
CORSI E ATTIVITÀ AIFI R&F
Costituita nel 1996, AIFI Ricerca e Formazione offre servizi di consulenza, ricerca e formazione
in campo economico, giuridico e finanziario, con particolare riferimento alle attività correlate al
settore del private capital.

Corso di formazione continua Mifid II in modalità e-learning:


30 ore di formazione
27 video-lezioni
29 professionisti coinvolti
Materiale consultabile in modalità e-learning su piattaforma dedicata
con esecuzione del test finale in aula

Corsi di approfondimento tax & legal

Formazione in house per il CDA delle SGR

Corso annuale per investitori istituzionali*

(*) prossimo corso in programma


nel mese di ottobre 2019 Per informazioni sul programma dei corsi 2019 scrivere a: segreteria@aifirefsrl.it
2018
IL MERCATO ITALIANO
DEL PRIVATE EQUITY E VENTURE CAPITAL
Crowd Events Private debt

Crowdfunding
Venture capital

Turnaround
M&A
Startup

Crowdfunding
Events

Turnaround
Studies & Researches
Startup

Startup
Venture capitalStartupVenture capital
Crowdfunding
Studies
Studies&
& Researches Events
ResearchesPrivate equity
Events Tax & Legal
Venture capit
M&A

artup
EventsTaxPrivate
Private debt
Tax & Legal
Crowdfunding

& Legal debt Turnaround


debt Events
M&A

Studies & Researches

Startup
M&A
Tax & Legal
Private Capital Today: newsletter quotidiana che racconta ciò che succede nel mondo del private

M&A
equity, venture capital e private debt. L’iscrizione è gratuita, basta inserire il proprio nome e indirizzo
mail nel box in home page.

www.aifi.it/private_capital_today Venture capital


DATABASE “EUROPEAN DATA COOPERATIVE”

A partire dal 2016 la raccolta dei dati relativi I vantaggi della nuova piattaforma: ciazioni ma non propri, riducendo così
al mercato italiano del private equity e ven- • Unico punto di accesso per gli opera- la necessità di effettuare stime da fonti
ture capital viene realizzata attraverso un tori Soci di molteplici Associazioni, con pubbliche
nuovo database, “European Data Coopera- la possibilità di creare account “locali”
tive – EDC”, comune alle principali Associa- per contattare gli uffici dei singoli Paesi, • Analisi più articolate, grazie a nuove do-
zioni di categoria europee. La piattaforma, evitando situazioni di double-counting mande, nuove categorie di operazioni,
infatti, è stata realizzata congiuntamente nuovi strumenti utilizzati e a maggiori
da AIFI, ASCRI (Spagna), BVCA (Regno Uni- • Personalizzazione delle survey per livelli di dettaglio, in modo da fornire
to), BVK (Germania), France Invest (Francia), le singole Associazioni, che possono statistiche complete e precise
NVP (Olanda), SVCA (Svezia) e Invest Europe continuare a raccogliere i dati e pro-
(Europa), al fine di consentire ai soggetti in- durre statistiche nazionali, utilizzando • Metodologia condivisa a livello europeo,
ternazionali presenti in più Paesi di avere un anche domande specifiche per il pro- che consente di produrre dati robusti e
unico punto di accesso per l’inserimento dei prio mercato confrontabili tra i Paesi e statistiche eu-
propri dati, permettendo al tempo stesso alle ropee coerenti e complete
singole Associazioni di continuare a racco- • Elevati standard di riservatezza e con-
gliere le informazioni ed elaborare le proprie fidenzialità • Migrazione nella piattaforma di tut-
statistiche nazionali. La metodologia condi- ti i dati relativi all’attività a partire dal
visa a livello europeo consente di produrre • Ricezione da parte di ciascuna Asso- 2007, in modo da avere lo storico delle
statistiche robuste e confrontabili tra i Paesi, ciazione, in forma anonima, delle in- informazioni e del portafoglio
nel rispetto di elevati standard di riservatezza formazioni relative ai deal realizzati nel
e confidenzialità. proprio mercato da Soci di altre Asso-

• 16
PREMESSA METODOLOGICA

I dati presentati in questa analisi sono stati dente, ma ricevono i capitali dalla casa- altri operatori (follow on).
raccolti ed elaborati da AIFI, in collabora- madre. La dimensione globale del mercato è costi-
zione con PricewaterhouseCoopers Tran- Nelle statistiche relative alla raccolta non tuita da:
saction Services, nell’ambito delle survey vengono, invece, inclusi gli operatori in- • investimenti effettuati in aziende italia-
semestrali sul mercato italiano del private ternazionali, in quanto non prevedono una ne e non, da operatori “locali”;
equity e del venture capital. L’analisi, effet- formale pre-allocazione delle risorse di- • investimenti effettuati in aziende ita-
tuata attraverso la piattaforma EDC, studia sponibili tra i diversi Paesi target di investi- liane da operatori internazionali, a pre-
le attività di raccolta di nuovi capitali, inve- mento, ad eccezione dei casi in cui ricevano scindere dal fatto che abbiano una base
stimento e disinvestimento poste in esse- da soggetti istituzionali capitali specifica- formale in Italia, inclusi i fondi sovrani e
re nel corso del 2018, con riferimento alla tamente da destinare all’Italia o costitui- gli altri investitori internazionali che re-
data del closing. scano un veicolo dedicato esclusivamente alizzano operazioni di private equity o
Di seguito si riportano alcune indicazioni ad investimenti nel mercato italiano. venture capital.
metodologiche, al fine di facilitare la lettura Con riferimento a questi ultimi, gli opera-
e l’interpretazione dei dati. INVESTIMENTI tori Soci di più Associazioni possono com-
Per quanto concerne l’attività di investi- pilare un unico questionario, tipicamente
RACCOLTA mento, i dati aggregati si riferiscono alle dall’headquarter europeo, mentre AIFI può
Sulla base della metodologia internaziona- operazioni in equity e quasi equity (pre- contattare gli uffici locali o i team italiani
le, l’attività di fundraising riguarda: valentemente prestiti obbligazionari con- per la raccolta delle informazioni sulle ope-
• gli operatori indipendenti aventi focus vertibili) realizzate da parte degli operatori razioni realizzate in Italia.
specifico di investimento sul mercato e non al valore totale della transazione. Se gli operatori non sono Soci AIFI ma sono
italiano (SGR e investment company); Vengono considerati sia i nuovi investi- Soci di una o più altre Associazioni dell’EDC,
• gli operatori captive italiani, che non menti (initial) sia gli interventi a favore di AIFI riceve i dati in forma anonima, in modo
effettuano attività di raccolta indipen- aziende già partecipate dallo stesso o da da rispettare la confidenzialità delle infor-

• 17
mazioni inserite nella piattaforma. Per gli al prezzo di vendita. alizzano operazioni di private equity o
operatori che non fanno parte di alcuna Anche in questo caso la dimensione globa- venture capital.
Associazione, invece, vengono utilizzate le del mercato è costituita da: In materia di write off, si fa qui riferimento
fonti pubbliche. • disinvestimenti effettuati in aziende ita- ai soli casi di abbattimento totale o parziale
liane e non da operatori “locali”; del valore della partecipazione detenuta, a
DISINVESTIMENTI • disinvestimenti effettuati in aziende ita- seguito della perdita di valore permanente
I dati aggregati relativi all’attività di disin- liane da operatori internazionali, a pre- della società partecipata ovvero della sua
vestimento riguardano, infine, il valore scindere dal fatto che abbiano una base liquidazione o fallimento, con conseguente
delle dismissioni considerate al costo di formale in Italia, inclusi i fondi sovrani e riduzione della quota detenuta o uscita de-
acquisto della partecipazione ceduta e non gli altri investitori internazionali che re- finitiva dalla compagine azionaria.

• 18
OPERATORI

Il database European Data Cooperative to all’attività di raccolta, i soggetti per i comparto dell’early stage (42 operatori).
monitora complessivamente oltre 3.000 quali è stata registrata attività di fundrai- Gli operatori che hanno realizzato alme-
operatori attivi in Europa, sia con ufficio sing indipendente sono stati 32 (28 se si no un investimento di expansion, invece,
nel continente sia senza una stabile pre- escludono i soggetti regionali/pubblici/ sono stati 23.
senza sul territorio. istituzionali)1, contro i 21 dell’anno prece- Al 31 dicembre 2018 le società nel por-
Tutti i soggetti che svolgono attività in dente (16 al netto degli istituzionali priva- tafoglio complessivo degli operatori mo-
Italia sono inclusi nella presente analisi, ti), mentre 123 operatori hanno realizzato nitorati nel mercato italiano risultavano
che comprende, quindi, oltre agli Asso- almeno un investimento, contro i 105 del più di 1.200, per un controvalore, al costo
ciati AIFI, alcuni investitori e istituzioni fi- 2017 (+17%). Il 49% degli operatori che storico d’acquisto, di circa 33 miliardi di
nanziarie italiane che non rientrano nella hanno investito in Italia nel 2018 è inter- Euro, di cui 21 miliardi investiti da soggetti
compagine associativa di AIFI, nonché gli nazionale (60 soggetti, di cui 39 senza un internazionali (Grafico 3). Nel 95% dei casi
operatori internazionali non Soci AIFI, con ufficio in Italia). Infine, 62 operatori hanno le imprese sono localizzate nel nostro Pa-
o senza un advisor stabile sul territorio disinvestito (anche parzialmente) almeno ese e il 71% delle target è stato oggetto
italiano, che hanno realizzato operazioni una partecipazione, contro i 71 del 2017 di investimenti realizzati da operatori di
nel nostro Paese. (-13%) (Grafico 1). matrice privata (Grafico 4).
Nel dettaglio, nel corso del 2018 gli ope- Relativamente all’attività di investimento Alla stessa data, il commitment disponibi-
ratori che hanno svolto almeno una delle (Grafico 2), come negli anni precedenti, il le stimato per investimenti, al netto delle
attività di investimento, disinvestimen- segmento di mercato per il quale è stato disponibilità degli operatori internazionali
to o raccolta di capitali sul mercato sono rilevato il maggior numero di investitori e captive, ammontava a circa 10,3 miliardi
stati 149, in crescita del 6% rispetto ai attivi è stato quello dei buy out (67 ope- di Euro (5,2 miliardi se si escludono i sog-
140 dell’anno precedente. Con riferimen- ratori, di cui 33 internazionali), seguito dal getti istituzionali).

1 - Sono inclusi in questa categoria CDP Equity, F2i, Fondo Italiano di Investimento, FSI, Invitalia Ventures, QuattroR e altri soggetti regionali

• 19
GRAFICO 1 Evoluzione degli operatori attivi nelle diverse fasi di attività

2017 2018
123

105

71
62

32
21

Numero operatori Numero operatori Numero operatori


che hanno raccolto sul mercato che hanno investito che hanno disinvestito

• 21
GRAFICO 2 Operatori che hanno effettuato investimenti nei diversi segmenti

2017 2018
67

56
33
26 Operatori
Operatori internazionali 42
internazionali

23 24 23
30 34
Operatori Operatori
italiani italiani
8 7 8
5 5 4

Buy out Early stage Expansion Replacement Infrastrutture Turnaround

• 22
GRAFICO 3 Portafoglio al costo al 31 dicembre 2018

≈ 21.000

≈ 33.000

≈ 12.000

Portafoglio al costo operatori Portafoglio al costo operatori Portafoglio al costo totale


domestici (Euro Mln) internazionali (Euro Mln) (Euro Mln)

• 23
GRAFICO 4 Composizione del portafoglio degli operatori al 31 dicembre 2018

Italia Estero Operatori privati Operatori regionali/pubblici/istituzionali


1.254 1.254
66

361

1.188

893

Numero società Numero società

• 24
RACCOLTA

Nel corso del 2018 le risorse complessiva- il valore complessivo delle risorse dispo- a 1.248 milioni di Euro, ha rappresentato il
mente raccolte sono risultate pari a 3.630 nibili sul mercato2. Nel caso in cui i capitali 64%, mentre il peso di quella estera è stato
milioni di Euro (Grafico 5), contro i 6.263 investiti da questi ultimi, nel corso del 2018, del 36% (703 milioni di Euro) (Grafico 8).
milioni dell’anno precedente, valore risulta- venissero assunti come risorse raccolte, L’analisi della raccolta per tipologia di fonte
to fortemente influenzato dall’attività di al- l’ammontare dei capitali affluiti nel nostro (Grafici 9 e 10) evidenzia che fondi pensio-
cuni soggetti istituzionali, che nel corso del Paese sarebbe pari a 7.393 milioni di Euro ne e casse di previdenza hanno rappresen-
2017 avevano effettuato closing di signifi- (Grafico 6). tato la prima fonte di capitale (24%), seguiti
cative dimensioni. Gli operatori che hanno Escludendo i soggetti regionali/pubblici/ da investitori individuali e family office (15%)
effettuato attività di raccolta (indipendente istituzionali, il reperimento di capitali sul e banche (14%).
e/o captive) nel 2018 sono stati 34 (di cui 6 mercato finanziario italiano e internazionale Da ultimo, sul versante della distribuzione
regionali/pubblici/istituzionali), contro i 21 da parte di operatori indipendenti di matrice della raccolta dei soggetti privati per tipo-
dell’anno precedente. privata si è attestato a 2.738 milioni di Euro logia di investimento target (Grafico 11),
Nel dettaglio, si segnala che, per metodo- (Grafico 7), quasi tre volte le risorse raccolte si prevede che la maggior parte dei capi-
logia internazionale, i dati della raccolta in- l’anno precedente (920 milioni). tali affluiti al mercato verranno utilizzati
cludono le risorse riconducibili agli operatori Focalizzando l’attenzione sui soggetti pri- per la realizzazione di operazioni di buy
domestici e non considerano quelle relative vati3, con riferimento alla provenienza geo- out (62%). Seguono gli investimenti nel
agli operatori internazionali con base stabile grafica degli stessi fondi, si sottolinea che la comparto dell’expansion (20%) e dell’early
nel nostro Paese, sottostimando, dunque, componente domestica, con un valore pari stage (16%).

2 - Sono inclusi, invece, gli operatori internazionali che hanno raccolto capitali dal Fondo Italiano di Investimento, destinando all’Italia, oltre a questa componente, anche parte
della propria raccolta indipendente. Sono inclusi altresì i veicoli promossi (e le relative risorse raccolte a livello complessivo) da soggetti esteri destinatari di risorse provenienti dalla
piattaforma ITAtech
3 - Le elaborazioni relative alle tipologie di fonti sono realizzate sull’85% della raccolta di mercato dei soggetti privati per il quale è disponibile il dato, mentre le analisi relative all’origine
geografica di tale raccolta e delle fonti sono basate sull’83% dei dati

• 25
GRAFICO 5 Evoluzione dei capitali raccolti (Euro Mln)

6.263

3.630

2.833 6.230

1.714
1.477 3.415

2.487
1.348 1.313

2014 2015 2016 2017 2018


Nota: sotto la linea bianca, la raccolta sul mercato. Sopra la linea bianca quella captive. Nel grafico è inclusa la raccolta dei soggetti istituzionali/pubblici (CDP Equity, F2i,
Fondo Italiano di Investimento, FSI, Invitalia Ventures, QuattroR) e di altri soggetti regionali

• 27
GRAFICO 6 Provenienza dei capitali raccolti nel 2018 (Euro Mln)

7.393

3.763

677

2.738

215

Raccolta captive Raccolta sul mercato Raccolta sul mercato Investito da op.
soggetti privati soggetti regionali/pubblici/ internazionali con
istituzionali base in Italia

• 28
GRAFICO 7 Evoluzione dei capitali raccolti sul mercato per tipologia di operatore (Euro Mln)

Raccolta soggetti privati Raccolta soggetti regionali/pubblici/istituzionali

5.310
677

467

15 2.738
615
2.020
1.298
733 920

2014 2015 2016 2017 2018

• 29
GRAFICO 8 Evoluzione dell’origine geografica dei capitali raccolti sul mercato da soggetti privati

Italia Estero

28%
40% 37% 36%
44%

72%
63% 64%
56% 60%

2014 2015 2016 2017 2018


Nota: elaborazione realizzata per il 2017 sul 79% (728 Euro Mln) e per il 2018 sull’83% (1.951 Euro Mln) della raccolta di mercato dei soggetti privati per il quale è
disponibile il dato

• 30
GRAFICO 9 Evoluzione dell’origine dei capitali raccolti sul mercato da soggetti privati
per tipologie di fonte

2017 2018
27,0%

24,0%

17,5%
15,4%
14,1% 13,7%
13,6%
12,1% 12,5%
11,4%
10,6%

7,1%

4,2% 4,5%
2,5% 2,8% 2,9%
1,8%
1,4% 0,9%

Fondi Investitori Banche Settore Assicuraz. Fondi di Fondazioni Altri Investitori Altro
pensione individuali e pubblico fondi bancarie soggetti industriali
e casse di family office e fondi ed accad. finanziari
previdenza istituzionali

Nota: elaborazione realizzata per il 2017 sul 79% (728 Euro Mln) e per il 2018 sull’85% (2.341 Euro Mln) della raccolta di mercato dei soggetti
privati per il quale è disponibile il dato • 31
GRAFICO 10 Origine geografica dei capitali raccolti sul mercato da soggetti privati
per tipologia di fonte nel 2018

Estero Italia

15%

53%
69% 72% 67%
72%
77%

97% 97% 100%


85%

47%
31% 28% 33%
28%
23%
3% 3%
Fondi Investitori Banche Settore Assicuraz. Fondi di Fondazioni Altri Investitori Altro
pensione individuali e pubblico fondi bancarie soggetti industriali
e casse di family office e fondi ed accad. finanziari
previdenza istituzionali

Nota: elaborazione realizzata sull’83% (1.951 Euro Mln) della raccolta di mercato dei soggetti privati per il quale è disponibile il dato • 32
GRAFICO 11 Distribuzione della raccolta dei soggetti privati per tipologia di investimento target

2% 2% 2% 2%
5%

32%

63% 54% 62% Altro


68%
Buy out

Expansion
54%
23% Early stage
20%
29%
28%
18% 16%
12% 2% 6%
2014 2015 2016 2017 2018

• 33
INVESTIMENTI

Nel corso del 2018 sono state registrate In termini di numero, con 172 investimenti dell’ammontare investito per singola ope-
sul mercato italiano del private equity e realizzati, l’early stage si è posizionato an- razione si è attestato a 27,3 milioni di Euro,
venture capital 359 operazioni, distribuite cora una volta al primo posto, seguito dal in crescita rispetto al 2017 (15,9 milioni di
su 266 società, per un controvalore pari buy out (109 operazioni), mentre le opera- Euro). Il dato normalizzato, cioè al netto
a 9.788 milioni di Euro, il valore più alto zioni di expansion sono state 50. dei large e mega deal realizzati nel corso
mai registrato nel mercato italiano, grazie Per quel che riguarda l’attività svolta dalle dell’anno, invece, è stato pari a 11,2 milio-
a numerose operazioni di significativa di- diverse categorie di soggetti (Grafico 14), ni di Euro, in linea con il 2017 (11,0 milioni)
mensione, realizzate prevalentemente da gli operatori internazionali hanno assorbito (Grafico 15).
soggetti internazionali. Rispetto all’anno il 66% del mercato in termini di ammontare Considerando le società oggetto di investi-
precedente (4.938 milioni di Euro investiti investito nel corso del 2018, pari a 6.438 mento, nel 2018 va segnalata la presenza
in 311 operazioni), l’ammontare investi- milioni di Euro, seguiti dagli operatori do- di 5 operazioni con equity versato compre-
to risulta pressoché raddoppiato (+98%), mestici di matrice regionale, pubblica e so tra 150 e 300 milioni di Euro (large deal)
mentre in termini di numero di investimenti istituzionale (2.111 milioni, pari al 21%). e 8 operazioni di ammontare superiore ai
la crescita è stata pari al 15% (Grafico 12). Si segnala che gli operatori internaziona- 300 milioni di Euro (mega deal). Comples-
Con riferimento alla tipologia di operazioni li senza un ufficio in Italia hanno investito sivamente, i large e mega deal hanno at-
realizzate (Grafico 13), nel 2018 i buy out nel Paese 2.675 milioni di Euro, distribuiti tratto risorse per 5.925 milioni di Euro, pari
hanno continuato a rappresentare il com- su 49 operazioni. In termini di numero, gli al 61% dell’ammontare investito nell’anno
parto del mercato verso il quale è confluita operatori domestici privati hanno realizza- (1.598 milioni di Euro, pari al 32%, nel 2017,
la maggior parte delle risorse (5.242 milioni to il maggior numero di investimenti (213, caratterizzato solamente da 8 large deal e
di Euro), seguiti dagli investimenti in infra- pari al 59% del mercato), seguiti da quelli nessun mega deal). Le operazioni con un
strutture (3.041 milioni di Euro) e dal seg- internazionali (99, pari al 28%). equity versato inferiore ai 150 milioni di
mento dell’expansion (816 milioni di Euro). A livello generale, nel 2018 il taglio medio Euro (small e medium deal) sono state pari

• 35
a 3.863 milioni di Euro, in crescita del 16% mente su tale comparto (Grafico 18). Euro, in linea con il 2017 (253 milioni inve-
rispetto al 2017. L’ammontare investito in Nel corso del 2018, nel segmento dell’ex- stiti). In termini di numero, si sono osservati
small e medium deal risulta il più alto mai pansion sono stati investiti 816 milioni di 6 investimenti, contro i 9 dell’anno prece-
registrato nel mercato italiano (Grafico 16). Euro, distribuiti su 50 operazioni. Rispet- dente (Grafico 22).
Passando ad analizzare l’evoluzione che to all’anno precedente, i dati risultano in Nel 2018 le operazioni realizzate nel com-
ha interessato i singoli segmenti di merca- crescita dell’11% in termini di numero e parto delle infrastrutture hanno rappre-
to, il comparto dell’early stage (seed, start del 142% in termini di ammontare, grazie sentato la seconda modalità di intervento
up e later stage) ha mostrato una cresci- ad una operazione di dimensione rilevan- per ammontare investito, pari a 3.041 mi-
ta significativa sia in termini di numero di te (Grafico 19). Nel dettaglio, dall’analisi lioni di Euro (31% del valore complessivo,
operazioni, passato da 133 nel 2017 a 172 della tipologia di investitori attivi nel seg- contro il 13% dell’anno precedente, quan-
nel 2018, con un incremento del 29%, sia mento (Grafico 20), emerge come i sog- do erano stati investiti 659 milioni), grazie
di ammontare investito, passato da 133 getti privati domestici generalisti siano gli ad alcune operazioni di dimensioni signi-
milioni nel 2017 a 324 milioni nel 2018 investitori che hanno realizzato il maggior ficative. Il numero di operazioni di questo
(+143%) (Grafico 17). Nel 2018, la mag- numero di investimenti (44%), seguiti da- tipo realizzate nel 2018 è stato pari a 16,
gior parte delle operazioni di avvio è stata gli operatori domestici regionali/pubblici/ contro le 24 dell’anno precedente (-33%)
realizzata da operatori domestici privati istituzionali (34%). (Grafico 23).
focalizzati sull’early stage, che hanno ef- Il segmento del turnaround anche nel 2018 Infine, il segmento dei buy out ha attratto il
fettuato il 58% degli investimenti in questo ha mantenuto un ruolo di nicchia con la 54% dei capitali complessivamente investiti
comparto, seguiti dagli operatori interna- realizzazione di 6 investimenti, contro i 10 nel corso del 2018, pari a 5.242 milioni di
zionali (22%). Con riferimento a questi ultimi, del 2017, mentre l’ammontare è passato Euro, in crescita del 52% rispetto ai 3.444
si segnala che il 17% del numero comples- da 111 a 123 milioni di Euro (Grafico 21). milioni dell’anno precedente (Grafico 24).
sivo di operazioni di venture capital è stato Le risorse investite nel comparto del re- Nel dettaglio, le operazioni sono state 109
realizzato da soggetti focalizzati esclusiva- placement sono state pari a 242 milioni di (90 nel 2017), con un incremento del 21%.

• 36
È importante sottolineare che gli investi- tecipate dallo stesso operatore o da altri Centro con il 14%, mentre rimane ancora
menti realizzati con un impegno di risorse, investitori nel capitale di rischio hanno rap- ridotta la quota di risorse destinate al Sud
per società oggetto di investimento, infe- presentato la maggioranza sia in termini Italia (3%).
riore ai 15 milioni di Euro, hanno rappre- di numero (57%), sia di ammontare (51%) Come da tradizione, a livello regionale
sentato il 44% del numero totale (contro il (Grafico 27). (Grafico 30), si conferma il primato della
42% del 2017), mentre è diminuito il peso Dalla distribuzione geografica degli inve- Lombardia, dove è stato realizzato il 44%
delle operazioni di ammontare compreso stimenti emerge come, in linea con i dati del numero totale di operazioni portate
tra 15 e 150 milioni di Euro (47%, contro il registrati l’anno precedente, il 92% degli a termine in Italia nel corso del 2018, se-
50% dell’anno precedente). I large e mega investimenti effettuati nel corso del 2018 guita da Emilia Romagna (10%) e Veneto
deal, infine, hanno rappresentato il 9% del ha avuto ad oggetto imprese localizzate (8%). In termini di ammontare, la Lombardia
numero di investimenti realizzati, in lieve nel nostro Paese (Grafico 28), corrispon- si è posizionata al primo posto, con il 45%
aumento rispetto al 2017 (8%) (Grafico dente a quasi l’intero ammontare investito delle risorse complessivamente investite,
25). Analizzando più nel dettaglio le carat- nell’anno (Grafico 29). seguita da Piemonte (19%) e Lazio (13%).
teristiche dell’offerta (Grafico 26), gli ope- Se si considera la sola attività posta in es- Si segnala che le regioni in cui non sono
ratori domestici privati generalisti, con una sere in Italia, il 76% del numero di opera- state rilevate operazioni di private equity e
quota del 51%, risultano essere la categoria zioni ha riguardato aziende localizzate nel venture capital nel corso del 2018 sono tre,
che ha realizzato il maggior numero di ope- Nord del Paese (74% nel 2017), seguito dal ovvero Calabria, Molise e Valle d’Aosta.
razioni, seguite dagli operatori internazio- Centro con il 13% (17% l’anno precedente), L’analisi della distribuzione settoriale degli
nali generalisti (44%) e dai soggetti dome- mentre le regioni del Sud e Isole hanno investimenti evidenzia come, nel 2018, il
stici regionali/pubblici/istituzionali (5%). pesato per l’11% (9% nel 2017). In termini settore dell’ICT (comunicazioni, computer
Sotto il profilo della ripartizione delle ope- di ammontare, invece, il Nord ha attrat- ed elettronica) abbia rappresentato il prin-
razioni tra initial e follow on, si segnala che to l’83% delle risorse complessivamente cipale target di investimento in termini di
gli investimenti a favore di aziende già par- investite in Italia, seguito dalle regioni del numero di operazioni, con una quota del

• 37
18% (Grafico 31), seguito dal comparto dei medicale, dell’ICT e delle biotecnologie che, ste aziende hanno attratto risorse per un
beni e servizi industriali, con un peso del in termini di numero, hanno rappresenta- ammontare complessivo pari a 2.342 mi-
15%, e da quello medicale (12%). to il 70% degli investimenti in imprese high lioni di Euro (24% del totale, 44% nel 2017),
In termini di ammontare, la maggior parte tech effettuati nel corso del 2018 (Grafico mentre il resto del mercato, con un peso
delle risorse investite nell’anno è conflu- 32). È importante precisare che l’85% delle del 20% in termini di numero di investimen-
ita verso il settore dei trasporti (19% del operazioni high tech rilevate ha interessato ti, ha assorbito il 76% delle risorse totali
totale), grazie ad alcune operazioni di di- imprese in fase di avvio, caratterizzate da (7.446 milioni di Euro).
mensioni rilevanti, seguito a breve distanza un taglio medio di investimento notevol- Anche la distribuzione degli investimenti
dall’ICT (poco meno del 19%) e dal compar- mente inferiore rispetto agli altri segmenti per classi di fatturato delle aziende target
to dei beni e servizi industriali (16%). del mercato. evidenzia come le aziende di piccola e me-
Per quel che riguarda le imprese attive Relativamente alla distribuzione del nu- dia dimensione (con un fatturato inferiore
nei settori ad alta tecnologia, il numero di mero di investimenti per dimensione delle ai 50 milioni di Euro), pur avendo attratto ri-
operazioni realizzate a favore di aziende aziende target, i dati del 2018 mostrano sorse per circa il 20% del totale, rappresen-
definite “high tech” si è attestato a 131 una concentrazione delle operazioni su tino, anche per il 2018, il principale target
nel 2018, con una incidenza sul numero imprese di taglio medio-piccolo (80% del verso cui sono indirizzati gli investimenti di
totale di operazioni del 36%. Nel dettaglio, numero totale, stesso peso del 2017), ca- private equity e venture capital in Italia, con
i sottocomparti in cui si evidenzia il mag- ratterizzate da un numero di dipendenti una quota del 72% sul numero complessivo
gior numero di operazioni sono quelli del inferiore alle 250 unità (Grafico 33). Que- di operazioni (Grafico 34).

• 38
GRAFICO 12 Evoluzione dell’attività di investimento

Numero Società Ammontare (Euro Mln)

9.788

8.191

4.938
4.620

3.528

311 248 342 272 322 245 311 250 359 266

2014 2015 2016 2017 2018

• 39
GRAFICO 13 Distribuzione degli investimenti 2018 per tipologia

Ammontare (Euro Mln) Numero


5.242

172

109
3.041

50

16
816 6 6
324
242 123

Buy out Infrastrutture Expansion Early stage Replacement Turnaround

• 40
GRAFICO 14 Distribuzione degli investimenti 2018 per tipologia di operatore

Ammontare (Euro Mln) Numero

6.438
213

99
2.111

1.239
47

Operatori Operatori domestici Operatori


internazionali regionali/pubblici/ domestici privati
istituzionali

• 41
GRAFICO 15 Ammontare investito medio per tipologia di operazione nel 2018

Ammontare medio (Euro Mln) Ammontare medio esclusi large e mega deal (Euro Mln)*
190,0

48,1
40,4
27,3
20,6 16,3
11,2
1,9

Totale mercato Infrastrutture Buy out Replacement Turnaround Expansion Early stage

* Investimenti di importo compreso tra 150 e 300 Euro Mln (large deal) o maggiore di 300 Euro Mln (mega deal)

• 42
GRAFICO 16 Evoluzione dell’ammontare investito per dimensione dell’operazione

Ammontare small e medium deal (Euro Mln) Ammontare large e mega deal (Euro Mln)*

5.925

6.081

1.598
2.231
1.518
3.863
3.340
2.389 2.110
2.010

2014 2015 2016 2017 2018


Nota: elaborazione basata sulle società oggetto di investimento, facendo riferimento alla somma dell’equity investito da tutti i soggetti coinvolti
* Investimenti di importo compreso tra 150 e 300 Euro Mln (large deal) o maggiore di 300 Euro Mln (mega deal)

• 43
GRAFICO 17 Focus early stage: trend storico

Numero Società Ammontare (Euro Mln)


324

172

128 133 133


122
104 110
100 99
81 89 87
74

42

2014 2015 2016 2017 2018

• 44
GRAFICO 18 Distribuzione % del numero di investimenti di early stage nel 2018
per tipologia di operatore

58%

17%

13%

7%
5%
Operatori Operatori domestici Operatori Operatori Operatori
internazionali regionali/pubblici/ domestici privati internazionali domestici privati
generalisti istituzionali generalisti di venture capital di venture capital

• 45
GRAFICO 19 Focus expansion: trend storico

Numero Società Ammontare (Euro Mln)


1.113

816
710

338
306

89 78 76 67
66 52 45 50 42
33

2014 2015 2016 2017 2018

• 46
GRAFICO 20 Distribuzione % del numero di investimenti di expansion nel 2018
per tipologia di operatore

44%

34%

12%

10%

Operatori Operatori Operatori domestici Operatori


domestici privati internazionali regionali/pubblici/ domestici privati
di venture capital generalisti istituzionali generalisti

• 47
GRAFICO 21 Focus turnaround: trend storico

Numero Società Ammontare (Euro Mln)

123
111

97

64 66

8 8 10 8
4 4 3 3 6 5

2014 2015 2016 2017 2018

• 48
GRAFICO 22 Focus replacement: trend storico

Numero Società Ammontare (Euro Mln)

597

494

253 242

28 33 32
5 4 14 10 9 9 6 3

2014 2015 2016 2017 2018

• 49
GRAFICO 23 Focus infrastrutture: trend storico

Numero Società Ammontare (Euro Mln)

3.041

942
659
527

183
26 17 8 8 12 12 24 20 16 12

2014 2015 2016 2017 2018

• 50
GRAFICO 24 Focus buy out: trend storico

Numero Società Ammontare (Euro Mln)


5.772
5.242

3.444
3.154

2.064

83 62 99 74 98 81 90 81 109 94

2014 2015 2016 2017 2018

• 51
GRAFICO 25 Distribuzione % del numero di buy out per classe dimensionale

2016 2017 2018

50%
47% 47%
44%
42%
39%

14%

8% 9%

Small (0-15 Euro Mln) Medium (15-150 Euro Mln) Large e Mega (>150 Euro Mln)

• 52
GRAFICO 26 Distribuzione % del numero di investimenti di buy out nel 2018
per tipologia di operatore

51%

44%

5%
Operatori domestici Operatori Operatori
regionali/pubblici/ internazionali domestici privati
istituzionali generalisti generalisti

• 53
GRAFICO 27 Evoluzione della distribuzione del numero di investimenti tra initial e follow on

Initial Follow on*

61% 58% 60% 57%


63%

39% 42% 43%


40%
37%

2014 2015 2016 2017 2018

* Inclusi i secondary buy out

• 54
GRAFICO 28 Distribuzione geografica del numero di investimenti realizzati nel 2018

Totale Italia
(+8%)
92%
(+20%) 8%

70%

(-10%)

(+33%) 12%

10%

Sud e Isole Centro Nord Estero

Nota: tra parentesi la variazione percentuale del numero di investimenti rispetto al 2017

• 55
GRAFICO 29 Distribuzione geografica dell’ammontare investito nel 2018

(-73%)
Totale Italia (+87%)
<1%
100%

83%

(+213%)

(+556%) 14%
3%

Sud e Isole Centro Nord Estero

Nota: tra parentesi la variazione percentuale dell’ammontare investito rispetto al 2017

• 56
Lo
Em m
ba
rd
ilia i a

144
Ro
m
ag
na

33
Ve
ne
to

27
Pi
em
on
te

24
Fr To
iu sc
li V
en an
a

18
ez
ia
Gi
ul
ia

17
La
zio

16
Ca
m
pa
ni
a
14
Sa
rd
eg
na
10

M
ar
ch
8

Ba e
sil
ica
7

ta
Lig
ur
4

ia
Tr
en Pu
tin
o gl
3

Al ia
to
Ad
i
3

ge
Ab
ru
z
1

zo
GRAFICO 30 Distribuzione regionale del numero di investimenti realizzati nel 2018

Si
cil
1

ia
Um
br
1

ia
• 57
 co
m ICT
pu (c
te om
Be r e e un
ni le ic
e s ttro azio
er n n

63
viz ica i,
i in )
du
st
ria
li

55
Se M
rv ed
M izi
pe
ica
an le

44
ifa ri
ttu lc
on
rie su
ro m
o

35
-A
At lim
tiv e nt
ità ar
Bi e

29
fin ot
an ec
zia no
rie lo
ea gie

22
ss
En icu
er ra
tiv
gia e
21
M ea
an m
ifa bie
ttu nt
e
18

rie
ro
-M
od
a
17

Ch Re
im ta
14

M
ica il
M a em
an
nif
at ate
ifa tu ria
11

ttu rie li
rie ro
ro -A
-A ltr
o
9

rre
da
m
en
to
7

Tr
as
po
5

rti

Ed
iliz
3

Ag ia
ric
ol
tu
ra
2

Re
al
GRAFICO 31 Distribuzione settoriale del numero di investimenti realizzati nel 2018

es
ta
te
2

Al
2

tro
• 58
GRAFICO 32 Distribuzione settoriale del numero di investimenti in imprese high tech nel 2018

Medicale 37

ICT (comunicazioni, computer e elettronica) 35

Biotecnologie 20

Attività finanziarie e assicurative 18

Servizi per il consumo 12

Beni e servizi industriali 5

Energia e ambiente 2

Chimica e materiali 1

Manifatturiero - Altro 1

• 59
GRAFICO 33 Distribuzione % del numero di investimenti per classi di dipendenti
delle aziende target nel 2018

PMI 80%

5%
6%
3% 9%

11%

31%

35%

0-19 20-99 100-199 200-249 250-499 500-999 >1.000

• 60
GRAFICO 34 Distribuzione % del numero di investimenti per classi di fatturato (Euro Mln)
delle aziende target nel 2018

PMI 72%

5%
11%

12%
6%
11%

17%

38%

0-2 2-10 10-30 30-50 50-100 100-250 >250

• 61
DISINVESTIMENTI

Nel corso del 2018 l’ammontare disinvesti- canale di disinvestimento preferito (1.042 equity (35 disinvestimenti, 26% del totale).
to, calcolato al costo di acquisto delle parte- milioni di Euro), con un’incidenza di poco su- Con specifico riferimento alla tipologia di
cipazioni, ha raggiunto quota 2.788 milioni periore al 37%, seguita dalla cessione a sog- investitori, gli operatori domestici privati
di Euro, in diminuzione del 26% rispetto ai getti industriali (trade sale), con un peso del sono risultati i più attivi sul fronte delle di-
3.752 milioni registrati l’anno precedente. In 23% (634 milioni di Euro); entrambi i valori smissioni nel corso del 2018 (62% in termini
termini di numero, invece, si sono registrate sono stati influenzati da alcune operazioni di numero di disinvestimenti), seguiti dagli
135 dismissioni, dato che segna una con- di significative dimensioni. Questa seconda operatori internazionali (28%) (Grafico 38).
trazione del 33% rispetto al 2017 (202 exit), modalità di disinvestimento, che ha visto Da ultimo, incrociando il numero di disinve-
distribuite su 109 società (Grafico 35). come soggetti acquirenti partner industria- stimenti con la tipologia di investimento ori-
Per quanto concerne le modalità di cessione li, ha rappresentato la tipologia di exit più ginario (Grafico 39), emerge come il mag-
delle partecipazioni, in termini di ammonta- utilizzata in termini di numero (Grafico 37), gior numero di dismissioni sia riconducibile
re (Grafico 36), la vendita ad un altro ope- con 44 exit (33% del totale), seguita dalla ad operazioni di expansion (35%), seguite dai
ratore di private equity ha rappresentato il cessione ad un altro operatore di private buy out (34%) e dagli early stage (18%).

• 63
GRAFICO 35 Evoluzione dell’attività di disinvestimento

Numero disinvestimento Società Ammontare (Euro Mln)

3.656 3.752

2.903
2.632 2.788

174 147 178 153 145 113 202 160 135 109

2014 2015 2016 2017 2018

• 65
GRAFICO 36 Evoluzione della distribuzione % dell’ammontare disinvestito per tipologia

2017 2018
37%

29% 29%

24%
23%
21%

13%
11%

4% 4%
3%
2%

Vendita ad un altro Trade sale Vendita a istituzioni IPO/Vendita Buy back Write off
operatore finanziarie/individui post IPO/SPAC (imprenditore o
di private equity privati/family office management)/Altro

• 66
GRAFICO 37 Evoluzione della distribuzione % del numero di disinvestimenti per tipologia

2017 2018
33%
31%
29%
26%

17%
15%

12%
10%

7% 8%
6% 6%

Trade sale Vendita ad un altro Buy back IPO/Vendita Vendita a istituzioni Write off
operatore (imprenditore o post IPO/SPAC finanziarie/individui
di private equity management)/Altro privati/family office

• 67
GRAFICO 38 Distribuzione % del numero di disinvestimenti per tipologia di operatore nel 2018

62%

28%

10%

Operatori domestici regionali/ Operatori internazionali Operatori domestici privati


pubblici/istituzionali

• 68
GRAFICO 39 Distribuzione % del numero di disinvestimenti per tipologia di investimento originario
nel 2018

35%

34%

18%
7%
4%
2%

Turnaround Infrastrutture Replacement Early stage Buy out Expansion

• 69
2018
IL MERCATO ITALIANO
DEL PRIVATE DEBT
PREMESSA METODOLOGICA

I dati di seguito presentati sono stati raccolti tal, l’attività di fundraising riguarda gli ope- nell’indagine. Si considerano sia le sotto-
ed elaborati da AIFI, nell’ambito della colla- ratori indipendenti aventi focus specifico di scrizioni iniziali sia eventuali sottoscrizioni
borazione con Deloitte sull’attività di private investimento sul mercato italiano (SGR e successive.
debt in Italia. L’analisi è realizzata seme- investment company). La dimensione globale del mercato è costi-
stralmente attraverso la compilazione di Nelle statistiche relative alla raccolta non tuita da:
questionari da parte dei Soci AIFI che svol- vengono, invece, inclusi gli operatori inter- • operazioni effettuate in aziende italia-
gono tale attività (sia esclusivamente sia nazionali, in quanto non prevedono una for- ne e non da operatori “locali”;
unitamente a quella di private equity). Tali male pre-allocazione delle risorse disponi- • operazioni effettuate in aziende ita-
dati sono integrati con le informazioni di- bili tra i diversi Paesi target di investimento, liane da operatori internazionali, a
sponibili da fonte pubblica inerenti l’attività ad eccezione dei casi in cui ricevano da sog- prescindere dal fatto che abbiano un
dei non Soci AIFI. Considerato che si tratta di getti istituzionali capitali specificatamente advisor in Italia.
un mercato ancora recente e in evoluzione, da destinare all’Italia o abbiano costituito un
i dati potranno essere in futuro aggiornati apposito veicolo destinato esclusivamente RIMBORSI
e integrati in funzione dell’andamento del ad operazioni in Italia. I dati aggregati relativi all’attività di rimborso
campione monitorato. riguardano, infine, il valore considerato al co-
Di seguito si riportano alcune indicazioni INVESTIMENTI sto storico dello strumento rimborsato sen-
metodologiche, al fine di facilitare la lettura Per quanto concerne l’attività di investi- za includere l’eventuale cedola o gli intererssi.
e l’interpretazione dei dati. mento, i dati aggregati si riferiscono alle Anche in questo caso la dimensione globale
sottoscrizioni di obbligazioni corporate (o del mercato è costituita da:
RACCOLTA bond), obbligazioni convertibili, finanzia- • rimborsi effettuati da aziende italiane
Sulla base della metodologia internaziona- menti, strumenti finanziari partecipativi e, e non a operatori “locali”;
le e del campione preso in considerazione in via residuale, cambiali finanziarie. L’ana- • rimborsi effettuati da aziende italiane a
e coerentemente con l’analisi dei dati sul lisi si riferisce alle sole sottoscrizioni impu- operatori internazionali, a prescindere
mercato del private equity e venture capi- tabili agli operatori di private debt inclusi dal fatto che abbiano un advisor in Italia.

• 73
OPERATORI

Nella presente analisi sono inclusi tutti i attività di raccolta, investimento o rim- rispetto ai 13 dello scorso anno.
soggetti che svolgono attività di private borso. Nel dettaglio, i soggetti per i quali Analizzando il numero totale di operatori
debt in Italia, sia Associati ad AIFI, sia altri è stata registrata attività di fundraising attivi nel 2018, emerge che circa la metà
operatori, anche internazionali, che hanno indipendente sono stati 7, stesso nume- degli stessi (44%) è di matrice internazio-
realizzato questo tipo di attività nel mer- ro dell’anno precedente, gli operatori che nale; inoltre, circa il 48% dei soggetti mo-
cato italiano. hanno realizzato almeno un investimento nitorati, unitamente all’attività di private
Nel corso del 2018 sono stati monitorati sono stati 23 (20 nel 2017), mentre risul- debt, svolge anche quella di private equity
25 soggetti attivi (Grafico 1), vale a dire tano essere 17 i soggetti che hanno rice- (Grafico 2).
che hanno effettuato almeno una delle vuto rimborsi (anche parziali), in aumento

• 75
GRAFICO 1 Evoluzione degli operatori attivi nelle diverse fasi di attività

2017 2018

23

20

17

13

11 11
7 7

Numero operatori che hanno Numero operatori Numero operatori che hanno
raccolto sul mercato che hanno investito ricevuto rimborsi

Nota: sotto la linea bianca viene indicato il numero di operatori che hanno ricevuto rimborsi totali

• 77
GRAFICO 2 Caratteristiche degli operatori di private debt attivi in Italia nel 2018

Distribuzione del numero Distribuzione del numero di operatori


di operatori per origine per attività svolta

Operatori internazionali Operatori domestici Operatori private equity Operatori solo private debt
e private debt
Piattaforme di lending

4%

44% 48%

56% 48%

• 78
RACCOLTA

Escludendo i soggetti internazionali che all’anno precedente, quando erano stati pari solamente al 17%. In termini di distri-
non hanno promosso un veicolo dedica- raccolti 322 milioni (Grafico 3). Questo buzione per tipologia di fonte della rac-
to specificatamente all’Italia, dal 2013, andamento risulta indubbiamente condi- colta, le banche hanno pesato per il 39%,
anno di inizio dell’attività, al 2018, sono zionato dal fatto che gli operatori stanno classificandosi come prima fonte, seguite
stati raccolti complessivamente sul mer- chiudendo la fase di raccolta dei propri dai fondi pensione e casse di previden-
cato oltre 2 miliardi di Euro. Nel dettaglio, primi fondi e si dedicano maggiormente za, che hanno contributo per il 27%, e dai
la raccolta dell’ultimo anno è stata pari a all’attività di investimento. fondi di fondi istituzionali con il 18% circa
297 milioni di Euro, in calo dell’8% rispetto Nel 2018, la componente estera è stata (Grafico 4).

Nota: elaborazioni realizzate sui dati disponibili

• 79
GRAFICO 3 Evoluzione dei capitali raccolti sul mercato (Euro Mln)

610

383

315 322
297

2014 2015 2016 2017 2018

• 81
GRAFICO 4 Origine dei capitali raccolti sul mercato per tipologia di fonte nel 2018

39,1%

26,6%

17,9%

5,9%
4,8%
2,5% 1,9% 0,9% 0,4%

Banche Fondi pens. Fondi Assicurazioni Settore Fondazioni Fondi Investitori Altro
e casse di di fondi pubblico bancarie e di fondi individuali e
previdenza istituzionali accademiche privati family office
Nota: elaborazione realizzata sul 76% dell’ammontare raccolto per il quale è disponibile il dato delle fonti

• 82
INVESTIMENTI

Dal 2014 al 2018 gli operatori di priva- mento alle obbligazioni, la durata media hanno attratto l’86% del valore comples-
te debt hanno investito quasi 2,7 miliardi risulta superiore ai 5 anni, mentre il rim- sivo (83% nel 2017), seguite dal Centro
di euro in 278 società. Nel dettaglio, nel borso è di tipo amortizing nel 71% dei casi e con l'11% (12% nel 2017), mentre il Sud e
2018 è continuato il trend positivo degli bullet nel restante 29%. Isole ha rappresentato il 3% (5% nel 2017).
anni precedenti, con oltre 1 miliardo di Euro Per quanto concerne la dimensione degli A livello di singola regione (Grafico 11), le
investito in 142 operazioni (Grafico 5). Tali investimenti (se non si considerano le piat- operazioni in Lombardia costituiscono il
dati rappresentano una crescita del 65% in taforme di lending) (Grafico 8), sempre nel 34% del numero totale, seguite dall’Emilia
termini di ammontare e del 16% in termi- 2018, si segnala che nel 58% dei casi le ope- Romagna (15%) e dal Veneto (11%).
ni di numero di investimenti. Le imprese razioni sono state caratterizzate da un ta- La distribuzione settoriale del numero di
finanziate sono state 116, contro le 88 glio medio inferiore ai 5 milioni di Euro (63% investimenti (Grafico 12) mostra che le so-
dell’anno precedente (+32%). nel 2017), nel 15% tra i 5 e i 10 milioni (24% cietà target sono attive soprattutto in com-
Nel 2018, gli operatori domestici hanno nel 2017), mentre nel 27% dei casi hanno parti tradizionali. Nel dettaglio, il 27% delle
rappresentato il 37% in termini di ammon- superato o eguagliato i 10 milioni di Euro (in imprese opera nel settore dei beni e servizi
tare e il 69% in termini di numero, mentre aumento rispetto allo scorso anno, 13%). industriali, seguito da quello dell’alimentare
il peso dei soggetti internazionali è stato Per quanto riguarda le caratteristiche delle (18%) e dai servizi per il consumo (10%).
pari rispettivamente al 63% e 31% (se non società oggetto di investimento nel 2018, Analizzando l’aspetto dimensionale delle
si considerano le piattaforme di lending) a livello geografico (Grafici 9 e 10), in linea società target (Grafico 13), emerge che il
(Grafico 6). con i dati sul private equity e venture ca- 66% degli investimenti ha riguardato im-
Per quanto riguarda gli strumenti utilizza- pital, la maggior parte delle operazioni è prese con meno di 250 dipendenti, mentre
ti (Grafico 7), si sottolinea che nel 49% dei concentrata al Nord (72%, 70% nel 2017), in termini di fatturato (Grafico 14), le im-
casi le operazioni hanno riguardato obbli- seguito dalle regioni del Centro Italia (19%, prese con meno di 50 milioni di fatturato
gazioni, mentre il peso dei finanziamenti è 20% nel 2017), mentre risulta ridotto il costituiscono il 55% del totale.
stato del 46% e gli strumenti ibridi hanno peso del Sud e Isole (9%, 10% nel 2017). In Nel 2018, il 28% delle target oggetto di
rappresentato il 5%. Con specifico riferi- termini di ammontare, le regioni del Nord investimento ha riguardato società parte-

• 83
cipate da operatori di private equity (Gra- possibile notare come il 60% sia dedicato montare invece, il debito è dedicato in pri-
fico 15). alla crescita interna delle società, seguito ma parte ad operazioni di leverage buy out
Infine, analizzando le operazioni di priva- da crescita esterna (18%) e da debito per (40%), seguito da crescita esterna (31%) e
te debt per obiettivo dell’investimento, è il leverage buy out (17%). In termini di am- crescita interna (26%) (Grafico 16).

Nota: non per tutte le elaborazioni è disponibile il 100% dei dati

• 84
GRAFICO 5 Evoluzione dell’attività di investimento

Numero Società Ammontare (Euro Mln)


1.018

617
577

276

173
122 142 116
98 88
33 60 45 60
25

2014 2015 2016 2017 2018

Nota: elaborazione sull’ammontare investito realizzata sul 99% delle operazioni per le quali è disponibile il dato

• 85
GRAFICO 6 Distribuzione degli investimenti per tipologia di operatore nel 2018

Distribuzione per ammontare Distribuzione per numero


investito di investimenti

Internazionale Domestico Internazionale Domestico

31%
37%

63% 69%

Nota: nelle elaborazioni non si tiene conto dell’attività di piattaforme di lending

• 86
GRAFICO 7 Distribuzione degli investimenti per tipologia di strumento e caratteristiche nel 2018

Distribuzione degli investimenti Distribuzione delle obbligazioni


per tipologia di strumento per tipologia di rimborso

Obbligazione Ibrido Finanziamento Bullet Amortizing

29%
46%
49%

71%

5%

Nota: elaborazione realizzata sul 91% delle operazioni


per le quali è disponibile il dato

• 87
GRAFICO 8 Distribuzione % degli investimenti per classe di ticket di finanziamento

2016 2017 2018


66%
63%
58%

24% 27%
21%
15% 13% 13%

0-5 Euro Mln 5-10 Euro Mln >10 Euro Mln


Nota: nelle elaborazioni non si tiene conto dell’attività di piattaforme di lending
Nota: elaborazione realizzata sul 99% delle operazioni del 2016 e 2017 per le quali è disponibile il dato
Nota: elaborazione realizzata sul numero degli investimenti

• 88
GRAFICO 9 Distribuzione geografica del numero di investimenti realizzati nel 2018

(+19%)

72%

(+13%)

19%
(0%)
9%

Sud e Isole Centro Nord

Nota: il dato tra parentesi indica la variazione percentuale rispetto all’anno precedente
Nota: elaborazione realizzata sul 99% delle operazioni per le quali è disponibile il dato

• 89
GRAFICO 10 Distribuzione geografica dell’ammontare investito nel 2018

(+61%)

86%

(+32%)
(-14%)
11%
3%

Sud e Isole Centro Nord

Nota: il dato tra parentesi indica la variazione percentuale rispetto all’anno precedente
Nota: elaborazione realizzata sul 93% delle operazioni per le quali è disponibile il dato

• 90
GRAFICO 11 Distribuzione regionale del numero di investimenti realizzati nel 2018

48

22

16

12
8 7
6 6
4 3 2 1 1 1 1 1 1 1
ia

na

to

zio

nia

ige

ia

te

ta

ta

ise

na

ia
uli
an

gli
ch

zz
rd

ur

cil
on

os

ica
ne
ag

eg
Ad

ol
La

pa

Gi

Pu
ru
ar
sc

Si
ba

Lig

d’A

M
Ve

em
m

sil

rd
m
M

Ab

ia
to
To
m

Ro

Ba

Sa
ez
Ca

Al

Pi

lle
Lo

en
ilia

ino

Va

iV
Em

nt

iul
Tre

Fr
Nota: elaborazione realizzata sul 99% delle operazioni per le quali è disponibile il dato

• 91
Be
ni
e se
M rv
an izi
ifa ind
ttu us
rie tri

39
ro ali
-A
lim
Se en
rv ta
izi re

26
pe
GRAFICO 12

ri
lc
 co on
su
m ICT m
pu (c o

14
te om
re u
ele ic n
M ttr azi
an on on
ifa ica i,

12
ttu )
rie
ro
-M
od
a

Re 11
Ch ta 9
im il
M ica
an em
ifa
ttu at
rie er
ro ial
7

-A i
rre
da
m
En en
to
6

er
gia
ea
m
M bie
an nt
5

ifa e
ttu
rie
ro
-A
ltr
5

At o
tiv
ità
fin M
an ed
zia ica
4

rie le
ea
ss
icu
ra
tiv
2

e
Bi
ot
ec
no
lo
Distribuzione settoriale del numero di investimenti realizzati nel 2018

gie
1

Ed
iliz
ia
1

• 92
GRAFICO 13 Distribuzione % del numero di investimenti per classi di dipendenti delle aziende
target nel 2018

14%
PMI 66%
11%

9%
11%

16%

27%

12%

0-19 20-99 100-199 200-249 250-499 500-999 >1.000

Nota: elaborazione realizzata sul 99% delle operazioni per le quali è disponibile il dato

• 93
GRAFICO 14 Distribuzione % del numero di investimenti per classi di fatturato (Euro Mln)
delle aziende target nel 2018

12%
PMI 55%
21%

12%

16%

18%

17%

4%

0-2 2-10 10-30 30-50 50-100 100-250 >250

Nota: elaborazione realizzata sul 99% delle operazioni per le quali è disponibile il dato

• 94
GRAFICO 15 Distribuzione del numero di target private equity backed per classi di fatturato
(Euro Mln) nel 2018

Target partecipate dal private equity Target non partecipate dal private equity
23
21 21

29%
16
14
13
96% 76%

69%
54%
71%
6 100%

100% 46%
24% 31%
4%
0-2 2-10 10-30 30-50 50-100 100-250 >250

Nota: elaborazione realizzata sul 98% delle operazioni per le quali è disponibile il dato

• 95
GRAFICO 16 Distribuzione degli investimenti per obiettivo nel 2018

Distribuzione del numero Distribuzione dell’ammontare


degli investimenti per obiettivo investito per obiettivo

Crescita esterna Crescita interna LBO Riorganizzazione debito

3%
5%
18%
17% 31%

40%

60% 26%

Nota: elaborazione realizzata sul 99% delle operazioni Nota: elaborazione realizzata sul 93% delle operazioni
per le quali è disponibile il dato per le quali è disponibile il dato

• 96
Caratteristiche degli investimenti per anno

Totale
2014 2015 2016 2017 2018
complessivo

Tasso medio 5,87% 5,38% 5,45% 5,79% 5,56% 5,59%

Ammontare medio
operazione (incluso 17,0 11,9 34,5 32,1 35,3 29,9
altro debito) (Euro Mln)

Ammontare medio
investito dai fondi 5,2 4,8 5,9 5,1 7,2 5,9
di private debt
(Euro Mln)

5 anni 6 anni 5 anni 5 anni 4 anni 5 anni


Durata media e 6 mesi e un mese e 8 mesi e 6 mesi e 10 mesi e 6 mesi

Nota: non per tutte le elaborazioni è disponibile il 100% dei dati

• 97
Confronto tra le tipologie di operatori nel 2018

Operatori Operatori
Totale
domestici internazionali

Numero di investimenti 70 31 142

Tasso medio 4,92% 7,69% 5,56%

Ammontare medio operazione (incluso altro debito) (Euro Mln) 45,9 57,8 35,3

Ammontare medio investito dai fondi di private debt (Euro Mln) 5,3 20,1 7,2

5 anni 5 anni 4 anni


Durata media e 5 mesi e 6 mesi e 10 mesi

Fatturato medio target (Euro Mln) 126,6 173,9 109,7

Nota: non per tutte le elaborazioni è disponibile il 100% dei dati


Nota: tra gli operatori internazionali non vengono incluse le piattaforme di lending

• 98
RIMBORSI

Nel corso del 2018 l’ammontare rimbor- sione delle partecipazioni, in termini di 187 rimborsi (86% del totale), seguita dal
sato, calcolato al costo degli strumenti di ammontare (Grafico 18) il rimborso anti- rimborso anticipato volontario su richiesta
debito, ha raggiunto quota 213 milioni di cipato volontario su richiesta della società della società (18, l'8% del totale).
Euro, in crescita del 117% rispetto ai 98 mi- ha rappresentato il canale preferito (114 Da ultimo, incrociando il numero con la
lioni di Euro registrati l’anno precedente. In milioni di Euro), con un’incidenza del 54%, tipologia di investimento originario (Gra-
termini di numero, invece, si sono registrati seguito dal rimborso come da piano di am- fico 20), emerge come il maggior nume-
218 rimborsi, dato che segna un incremen- mortamento dello strumento, con un peso ro di rimborsi sia riconducibile ad obbli-
to del 419% rispetto al 2017 (42 rimborsi), del 26% (55 milioni di Euro). Quest’ultimo gazioni (52%), seguite da finanziamenti
distribuiti su 110 società (Grafico 17). ha rappresentato la tipologia più utilizza- (46%) e infine da strumenti di tipo ibrido
Per quanto concerne le modalità di ces- ta in termini di numero (Grafico 19), con (2%).

• 99
GRAFICO 17 Evoluzione dell’attività di rimborso

Numero Società Ammontare (Euro Mln)


218
213

110
98

54
42
26
6 13 8
4 4

2015 2016 2017 2018

• 100
GRAFICO 18 Evoluzione della distribuzione % dell’ammontare rimborsato per tipologia

2017 2018
79%

54%

26%

11% 12%
7%
5% 4%
1% 1%

Rimborso Rimborso come Rimborso Rimborso anticipato Vendita sul Altro


anticipato volontario da piano di concordato su richiesta secondario
su richiesta ammortamento anticipato dell’operatore
della società di private debt

Nota: elaborazione realizzata sul 93% delle operazioni del 2017 per le quali è disponibile il dato • 101
GRAFICO 19 Evoluzione della distribuzione % del numero di rimborsi per tipologia

2017 2018
86%

56%

28%

8% 10%
3% 4% 3% 1%
1%

Rimborso come Rimborso Rimborso Rimborso anticipato Vendita sul Altro


da piano di anticipato volontario concordato su richiesta secondario
ammortamento su richiesta anticipato dell’operatore
della società di private debt

Nota: elaborazione realizzata sul 93% delle operazioni del 2017 per le quali è disponibile il dato • 102
GRAFICO 20 Distribuzione % del numero di rimborsi per tipologia di investimento originario nel 2018

2%

46%

52%

Obbligazione Finanziamento Ibrido

• 103
GLOSSARIO

Buy out Equity


Tecnica finanziaria diretta all’acquisizione di un’impresa mediante Capitale proprio dell’azienda, versato, generalmente, attraverso la
il ricorso prevalente al capitale di debito che verrà per lo più rim- sottoscrizione di titoli azionari o quote. La sua remunerazione di-
borsato con l’utilizzo dei flussi di cassa positivi generati dall’im- pende dalla redditività e dal successo dell’iniziativa, sia in termini di
presa stessa. utile prodotto e distribuito ai soci tramite dividendi, sia in termini di
aumento di valore delle azioni.
Cambiale finanziaria
Titolo equiparato alle cambiali ordinarie, che può essere girato Exit
esclusivamente con la clausola “senza garanzia”. Termine generico con il quale si identifica il disinvestimento.

Capital gain Expansion


Differenza tra il prezzo di acquisto di una partecipazione e il ricavo Investimento, tipicamente di minoranza, in capitale di rischio ef-
derivante dalla sua vendita. Rappresenta la fonte di ricavo principa- fettuato nelle fasi di sviluppo dell’impresa, realizzato attraverso un
le per un investitore nel capitale di rischio. aumento di capitale e finalizzato ad espandere (geograficamente,
merceologicamente, …) un’attività già esistente.
Deal Finanziamento
Investimento effettuato da un investitore nel capitale di rischio. Strumento di finanziamento a medio/lungo termine diverso dalle
obbligazioni.
Disinvestimento
Cessione, totale o parziale, della partecipazione detenuta dall’in- Follow on
vestitore al termine di un’operazione di investimento e una volta Successivo investimento nel capitale di rischio di un’impresa già
raggiunti gli obiettivi di creazione di valore all’interno dell’azienda partecipata dallo stesso o da altri investitori nel capitale di rischio.
partecipata.
Fondo di private debt
Early stage Fondo comune di investimento, la cui politica si focalizza su stru-
Investimento in capitale di rischio effettuato nelle prime fasi di menti finanziari di debito emessi dalle imprese, tra cui obbligazioni,
vita di un’impresa (comprendente le operazioni di seed, start up cambiali finanziarie, altre tipologie di strumenti finanziari di debito,
e later stage). nonché finanziamenti, sotto forma di trattativa privata.

• 105
Fondo mobiliare chiuso Large deal
Strumento finanziario che raccoglie capitali presso investitori isti- Investimento di importo (equity) compreso tra i 150 milioni di Euro
tuzionali (quali banche, fondazioni, compagnie assicurative, fondi e i 300 milioni di Euro.
pensione, …) e presso privati, per investirli nel capitale di rischio di
imprese non quotate. Later stage
Investimento in società già operative, che possono o meno aver
Initial Public Offering (IPO) raggiunto il punto di break-even, e che spesso sono già state finan-
Offerta pubblica di vendita o di sottoscrizione di azioni di un’impre- ziate da venture capitalist.
sa, finalizzata ad avviare il processo di quotazione in Borsa.
Mega deal
Investitore captive Investimento di importo (equity) superiore ai 300 milioni di Euro.
Operatore nel capitale di rischio detenuto per una quota di maggio-
Obbligazione
ranza da un’istituzione finanziaria o industriale, che ne definisce le
Titolo che rappresenta un debito da soddisfare alla scadenza e alle
linee strategiche e operative e gli fornisce i capitali necessari per l’at-
condizioni predeterminate.
tività di investimento. Si contrappone all’investitore “indipendente”.
Piattaforma di lending
Investitore indipendente Piattaforma che offre a imprese la possibilità di ottenere finanzia-
Operatore nel capitale di rischio non riconducibile, in termini sia di menti in forma di prestiti.
emanazione che di provenienza dei capitali utilizzati, ad un’altra
istituzione finanziaria o industriale mantenendo, pertanto, totale Private debt
autonomia strategica e gestionale. Termine utilizzato per indicare, in modo generale, l’attività dell’in-
vestitore in capitale di debito.
Investment company
Operatore nel capitale di rischio, differente dalla SGR generalista, Private equity
specificamente dedicato all’Italia. A partire dal 2011, tale dicitura Termine utilizzato per indicare, in modo generale, l’attività dell’in-
sostituisce la precedente “country fund”. vestitore nel capitale di rischio.

• 106
Replacement Strumento ibrido
Investimento di minoranza finalizzato alla riorganizzazione della Strumento al quale sono collegate opzioni di conversione del capi-
compagine societaria di un’impresa, in cui l’investitore nel capitale tale delle target (ad es.: prestito obbligazionario convertibile).
di rischio si sostituisce, temporaneamente, a uno o più soci non più
Trade sale
interessati a proseguire l’attività.
Modalità di disinvestimento, attraverso la quale la partecipazione
Rimborso detenuta dall’investitore nel capitale di rischio viene ceduta ad un
Riscossione, totale o parziale, del debito concesso alla target da acquirente industriale, determinato all’acquisto in virtù di una mo-
parte di un operatore di private debt. tivazione strategica.

Turnaround financing
Seed
Operazione con la quale un investitore nel capitale di rischio acqui-
Investimento nella primissima fase di sperimentazione dell’idea
sisce un’impresa in dissesto finanziario, al fine di ristrutturarla e
di impresa, quando è ancora da dimostrare la validità tecnica del
renderla nuovamente profittevole.
prodotto/servizio.
Venture capital
SPAC (Special Purpose Acquisition Company)
Attività di investimento in capitale di rischio realizzata da operatori
Veicolo di investimento costituito con l’obiettivo di raccogliere ca- professionali e finalizzata alla realizzazione di operazioni di early stage.
pitali sul mercato attraverso la quotazione in borsa, al fine di ac-
quisire e/o fondersi con una singola società operativa non quotata. Write off
Abbattimento totale o parziale del valore della partecipazione de-
Start up tenuta da un investitore nel capitale di rischio, a seguito della perdi-
Investimento finalizzato all’avvio di un’attività imprenditoriale, ta di valore permanente della società partecipata ovvero della sua
quando non si conosce ancora la validità commerciale del prodot- liquidazione o fallimento, con conseguente riduzione della quota
to/servizio, ma esiste già almeno un prototipo. detenuta o uscita definitiva dalla compagine azionaria.
• 107
ASSOCIATI AIFI

21 Invest www.21invest.com
Advam Partners SGR www.advamsgr.com
Advent International www.adventinternational.com  
Aksìa Group SGR www.aksiagroup.com  
Alcedo SGR www.alcedo.it  
Alkemia SGR www.nemsgr.it
Alpha Associati www.alphapef.com
Alto Partners SGR www.altopartners.It
Amber Capital Italia SGR www.ambercapital.com
Ambienta SGR www.ambientasgr.com
Amundi Alternative & Real Assets www.amundi.it  
Andera Partners www.mastcap.com
Antares Private Equity www.antaresinvestimenti.it  
Anthilia SGR www.anthilia.it
Apax Partners www.apax.com  
ARDIAN Italy www.ardian.com
Argos Wityu Italia argos.wityu.fund/
Armònia SGR www.armoniasgr.it
Assietta Private Equity SGR www.apesgr.it  
Aurora 2010
Azimut Libera Impresa SGR www.azimutliberaimpresa.it

• 109
B4 Investimenti www.b4investimenti.it  
Bain Capital www.baincapital.com
Banca Sella Holding www.gruppobancasella.it
BC Partners www.bcpartners.com  
Bluegem Capital Partners www.bluegemcp.com
Boost Heroes www.boostheroes.com
Bridgepoint www.bridgepoint.eu  
Capital Dynamics www.capdyn.com
Casa4Funds www.casa4funds.com
CDP Equity www.cdpequity.it
Charme Capital Partners SGR www.charmecapitalpartners.com
Cinven www.cinven.com  
Clessidra SGR www.clessidrasgr.it  
Como Venture www.comoventure.it
Consilium SGR www.consiliumsgr.it  
Cooperare www.cooperarespa.it  
CVC Advisers (Italia) www.cvc.com  
DeA Capital www.deacapital.it
Emisys www.emisys.it
EOS Investment Management Group www.eosimgroup.com
Equinox www.equinox-investments.com

• 110
Equita SIM www.equita.eu
Equiter - Investimenti per il territorio www.equiterspa.com
Ersel Investmenti www.ersel.it
F2i SGR www.f2isgr.it  
FH www.fhgroup.it
Fineurop S.p.A www.fineurop.it
Finint & Partners www.finintprivatequity.it
Finlombarda Gestioni SGR www.finlombardasgr.it  
Fondo Italiano d'Investimento SGR www.fondoitaliano.it  
Fondo Italiano per l’Efficienza Energetica SGR www.fieesgr.com
Friulia www.friulia.it  
FVS SGR www.fvssgr.it
FSI www.fondofsi.it
Futura Invest
Gepafin www.gepafin.it  
Gradiente SGR www.gradientesgr.it  
Green Arrow Capital SGR www.greenarrow-capitalsgr.com
H.I.G. European Capital Partners Italy www.higeurope.com  
HAT SGR www.hat.it
HAT Sicaf www.hatsicaf.it
Hedge Invest www.hedgeinvest.it

• 111
IGI SGR www.igisgr.it
Indaco Venture Partners SGR www.indacosgr.com
Innogest SGR www.innogest.it  
Intesa Sanpaolo – Capital Light Bank www.intesasanpaolo.com  
Invitalia Ventures SGR www.invitaliaventures.it
L Catterton Italy Advisors www.lcattertoneurope.com
Lazio Innova www.lazioinnova.it
LGT Capital Partners www.lgtcp.com
Mandarin Advisory www.mandarincp.com  
Macquarie Group www.macquarie.co.uk
Mediobanca SGR www.mediobancasgr.com
Meta Ventures www.meta-group.com/investment
Mittel www.mittel.it  
Muzinich & Co. www.muzinich.com
NB Aurora www.nbaurora.com
NB Renaissance Partners www.nb.com
Neva Finventures www.intesasanpaolo.com
October Italia www.october.eu
Overseas Industries
Oxy Capital Italia www.oxycapital.com
P101 www.p101.it  

• 112
PAI Partners www.paipartners.com  
Panakès Partners www.panakes.it
Partners Group (UK) Limited - Milan Branch www.partnersgroup.com  
Permira Associati www.permira.com  
Pillarstone Italy www.pillarstone-capital.com
Prana Ventures www.pranaventures.it
Primomiglio SGR www.primomigliosgr.it
Principia SGR www.principiasgr.it
Private Equity Partners www.privateequitypartners.com  
Progressio SGR www.progressiosgr.it  
Quadrivio Group www.quadriviogroup.com
QuattroR SGR www.quattror.com
RedSeed Ventures www.redseed.it
Riello Investimenti Partners SGR www.rielloinvestimenti.it  
RiverRock European Capital Partners www.riverrock.eu
Sator Capital www.satorgroup.com
Sefea Impact SGR www.sefeaimpact.it
Simest www.simest.it
Siparex Investimenti 2 - Insec www.siparexinvestimenti.com
Sofinnova Partners www.sofinnova.fr
Star Capital SGR www.starcapital.it  

• 113
Style Capital SGR www.stylecapital.it
Sviluppo Imprese Centro Italia SGR www.fondisici.it  
Swiss Merchant Corporation www.swissmerchantcorporation.ch
The Carlyle Group www.carlyle.com  
Tikehau Capital www.tikehaucapital.com
TIM Ventures www.timventures.tim.it
Trentino Sviluppo www.trentinosviluppo.it
Triton www.triton-partners.com
Unigrains www.unigrains.fr
United Ventures www.unitedventures.it  
Value Italy SGR www.valueitalysgr.it
Venture Factory www.venturefactory.tech
Vertis SGR www.vertis.it  
Wise Equity SGR www.wisesgr.it  
Yarpa Investimenti SGR www.yarpa.it
Zenit SGR www.zenitonline.it
Zephir Capital Partners SGR www.zephircapital.eu

• 114
ADERENTI AIFI

ASSOCIAZIONI E ISTITUZIONI
ABI - Italian Banking Association www.abi.it
AIBE www.aibe.it
AIDAF www.aidaf.it
AIPB - Associazione Italiana Private Banking www.aipb.it
American Chamber of Commerce in Italy www.amcham.it
APSTI www.apsti.it
ASCRI www.ascri.org
Associazione IBAN www.iban.it
Assonime www.assonime.it
Assosim www.assosim.it
Borsa Italiana www.borsaitaliana.it
BVCA - British Private Equity & Venture Capital Association www.bvca.co.uk
Cassa Forense www.cassaforense.it
Endeavor Italy www.endeavoritaly.org
ENEA Italian National Agency for New Technologies, Energy www.enea.it
and Sustainable Economic Development
Fondazione LINKS - Leading Innovation & Knowledge for Society www.linksfoundation.com
France Invest www.afic.asso.fr
Invest Europe www.investeurope.eu
IPFA - The International Project Finance Association www.ipfa.org

• 115
Italia Fintech www.italiafintech.org
Mefop www.mefop.it
Réseau Entreprendre Lombardia www.reseau-entreprendre.org/lombardia/

STUDI LEGALI
Accinni, Cartolano e Associati Studio Legale www.acsl.it
Arendt & Medernach www.arendt.com
Atrigna & Partners Studio Legale Associato www.atrigna.com
Bird & Bird Studio Legale www.twobirds.com
BonelliErede www.belex.com
Bonn & Schmitt www.bonnschmitt.net
CBA Studio Legale e Tributario www.cbalex.com
Chiomenti Studio Legale www.chiomenti.net
Clifford Chance www.cliffordchance.com
CMS Adonnino Ascoli & Cavasola Scamoni cms.law/en/ITA/
Curtis Mallet-Prevost Colt & Mosle www.curtis.com
Delfino e Associati Willkie Farr & Gallagher - Studio Legale www.willkie.com
Di Tanno e Associati www.ditanno.it
DLA Piper www.dlapiper.com
Fieldfisher Studio Associato Servizi Professionali Integrati www.fieldfisher.com
Freshfields Bruckhaus Deringer www.freshfields.com

• 116
FRS Facchini Rossi & Soci www.frstax.it
Gattai, Minoli, Agostinelli & Partners www.gattai.it
Gatti Pavesi Bianchi Studio Legale Associato www.gpblex.it
Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners www.gop.it
Giordano-Merolle Studio Legale e Tributario www.gm.tax
Giovannelli e Associati Studio Legale www.galaw.it
Hi.lex Avvocati Associati www.hilex.it/
Hogan Lovells Studio Legale www.hoganlovells.com
Jones Day www.jonesday.com
L&P - Ludovici Piccone & Partners www.ludoviciandpartners.com
Latham & Watkins www.lw.com
LCA Studio Legale www.lcalex.it
Legance - Avvocati Associati www.legance.it
Linklaters www.linklaters.com
LMS Studio Legale www.lmslex.com
Lombardi Segni e Associati www.lsalaw.it
Macchi di Cellere Gangemi - Studio Legale www.macchi-gangemi.com
Maisto e Associati www.maisto.it
McDermott Will & Emery Studio Legale www.mwe.com
Molinari e Associati www.molinarilex.it
Morri Rossetti e Associati www.mralex.it

• 117
Orrick, Herrington & Sutcliffe www.orrick.com
Paul Hastings (Europe) Studio Legale www.paulhastings.com
Pedersoli Studio Legale www.pedersoli.it
Pirola Pennuto Zei & Associati www.pirolapennutozei.it
PKF Studio TCL - Tax Consulting Legal www.studiotcl.com
Puri Bracco Lenzi e Associati, Studio legale e tributario www.studiopbl.it
PwC TLS Avvocati e Commercialisti www.pwc.com/it
RASS - Studio Legale Rinaldi e Associati www.rinaldilawf.com
Rödl & Partner www.roedl.com/it
RSM Studio Palea Lauri Gerla www.rsm.it
Rucellai & Raffaelli Studio Legale www.rucellaieraffaelli.it
Russo De Rosa Associati www.rdra.it
Studio Biscozzi Nobili www.biscozzinobili.it
Studio Legale Associato ad Ashurst LLP www.ashurst.com
Studio Legale Associato in Associazione con Simmons & Simmons www.simmons-simmons.com
Studio Legale Carbonetti e Associati www.studiocarbonetti.it
Studio Legale King & Wood Mallesons www.kwm.com
Studio Legale K&L Gates www.klgates.com
Studio Legale Pavia e Ansaldo www.pavia-ansaldo.it
Studio Legale Zaglio-Orizio e Associati www.zaglio-orizio.it
Studio Riccardi Salom Tedeschi

• 118
Studio Vasapolli & Associati www.vasapolli.it
Tremonti Romagnoli Piccardi e Associati www.virtax.it
White & Case www.whitecase.com

ADVISOR M&A
Accuracy www.accuracy.com
Argos Corporate Finance www.argoscf.it
CDI Global Italy www.cdiglobal.com/contact-us/areas/italy/milano
ERM Italia www.erm.com
Fineurop Soditic www.fineuropsoditic.com
GCA Altium www.gcaaltium.com
Intesa Sanpaolo, Financial Sponsors Group & Alternative Funds www.intesasanpaolo.com
K Finance www.kfinance.com
Klecha & Co. www.klecha-co.com
Kon www.kon.eu
Lazard www.lazard.com
Orefici Finance www.oreficifinance.com
Ruffilli Sf www.ruffilli.eu
Translink Strempel & Co. www.translinkcf.it
UniCredit Principal Investments www.unicredit.eu

• 119
SOCIETÀ DI REVISIONE E CONSULENZA FINANZIARIA
Audirevi Transaction Services www.audirevi.it/servizi/transaction-services/
BDO www.bdo.it
Deloitte Financial Advisory www.deloitte.it
EY - Transaction Advisory Services www.ey.com
Grant Thornton Financial Advisory www.bgt-grantthornton.it
KPMG www.kpmg.com/it
Mazars Italia www.mazars.it
PwC www.pwc.com/it

UNIVERSITÀ E ACCELERATORI D'IMPRESA


AREA Science Park www.areasciencepark.it
Bio4Dreams www.bio4dreams.com
Bocconi University www.unibocconi.eu
Fondazione Filarete www.fondazionefilarete.com
Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia www.iit.it
I3P- Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino www.i3p.it
LIUC - Università Cattaneo www.liuc.it
PoliHub www.polihub.it
Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa www.sssup.it
Università degli Studi di Trento www.unitn.it

• 120
ALTRI CONSULENTI E ISTITUZIONI FINANZIARIE
ACM Solution www.acmsolution.com
Alix Partners www.alixpartners.com
AoN www.aon.com
Banca Mediolanum www.bancamediolanum.it
Banca Profilo www.bancaprofilo.it
Banca Promos www.bancapromos.it
Bureau van Dijk www.bvdinfo.it
Caruso e Andreatini Notai Associati www.canotai.it
Coller Capital www.collercapital.com
Duff & Phelps www.duffandphelps.com
Edmond de Rothschild Asset Management www.edmond-de-rothschild.com
Engineering Ingegneria Informatica www.eng.it
Epic SIM www.epic.it
Euronext www.euronext.com
goetzpartners www.goetzpartners.com
IR Top Consulting www.irtop.com
Knet Project www.knetproject.com
McKinsey & Company www.mckinsey.it
Mergermarket www.mergermarket.com
Preqin www.prequin.com

• 121
Previnet www.previnet.it
Spencer Stuart Italia www.spencerstuart.com
Teca Consulting www.tecaconsulting.com
Tema Consulenza Risk Management www.temaconsulenza.eu
The British Chamber of Commerce for Italy www.britchamitaly.com
unquote www.unquote.com
Vigeo Italia www.vigeo-eiris.com
Villa & Partners Executive Search www.villaandpartners.com

CORPORATES
CLN Group www.gruppocln.com
Edison www.edison.it
Enel www.startup.enel.com
Ferrovie dello Stato Italiane www.fsitaliane.it
Iren www.gruppoiren.it
Leonardo www.leonardocompany.com
Poste Italiane www.poste.it

• 122
kreas.it
Via Pietro Mascagni, 7 - 20122 Milano
Tel. +39 02 7607531 - Fax +39 02 76398044
www.aifi.it - info@aifi.it
Seguici su: