Sei sulla pagina 1di 17

Frasi celebri d´Italia

EbookCafe http://ebookcafe.org

I testi pubblicati da EbookCafe possono essere copiati e diffusi liberamente alle seguenti condizioni:
- i file devono rimanere nel loro formato originale e la distribuzione non deve essere finalizzata al
lucro;
- per i testi protetti dal diritto d'autore è necessario richiedere l'autorizzazione scritta a chi detiene
i diritti (autori, ecc.).

Tutti i diritti riservati in tutti i paesi.

Indice:
1. A scuola
11. Religione
2. Antenati e posteri
12. Scienza e tecnica
3. Arte e artisti
13. Scrittori e intellettuali
4. Donne e ideali
14. Se non è sesso è amore
5. Famiglia
15. Siamo tutti comici
6. Italia si, Italia no
16. Statistiche e auditel
7. Lavoro e affari
17. Tutto è opinabile
8. Mafia
18. Varie e svarioni
9. Medicina
19. Vita, morte e miracoli
10. Politica e giustizia

A scuola
1. Anonimo: Copiare è un´arte molto difficile...
2. Anonimo: ...Il protagonista della coscienza di Zeno, Zeno Colò...
3. Anonimo: ...L´industrializzazione ha provocato molti effetti in letteratura, per
esempio nuovi mezzi di comunicazione come radio, televisione...
4. Anonimo: ...I Promessi sposi...questo poema...
5. Anonimo: Se dovete copiare fatelo, per carità, ma non scrivete nel foglio
dell´altro.
6. Anonimo: L’esperienza è il tipo di insegnante più difficile. Prima ti fa l’esame, e
poi ti spiega la lezione.
7. Leo Longanesi: Tutto quello che non so l´ho imparato a scuola.
8. Leo Longanesi: Il professore di lingue morte si suicidò per poter parlare le lingue
che sapeva.
9. Littizzetto: A scuola ci hanno fatto studiare la Divina Commedia, di Santi Licheri.

Indice

Antenati e posteri
1. Alessandro Bergonzoni: Bergonzoni, cosa ci dice sul suo futuro? Il mio futuro?
Beh... guardo nella mia palla di vetro e dico: Toh! Ho un testicolo artificiale!
2. Alessandro Morandotti: I genitori si compatiscono, dei nonni si sorride, gli
antenati si venerano.
3. Altan: "Come ci giudicheranno i posteri?" "Se tutto va secondo i nostri piani gli
lasciamo cose molto più drammatiche di cui preoccuparsi."
4. Daniele Luttazzi: Mio nonno era un duro. Un vero duro. Sulla sua lapide c´è
scritto: Cazzo guardi?
5. Daniele Luttazzi: Nel 3000 A. C. i Sumeri scoprono che soffiando ripetutamente
in un corno bucato si producono litri di saliva.
6. Giuseppe Verdi: Torniamo all´antico e sarà un progresso.
7. Italo Calvino: La conoscenza del prossimo ha questo di speciale: passa
necessariamente attraverso la conoscenza di se stesso.
8. Leo Longanesi: Veterani si nasce.
9. Luciano Lama: Bisogna lasciare il passo alle nuove generazioni: anche perché se
non glielo lasci se lo prendono comunque.
10. Rocco Barbero: Io me ne fotto del prossimo, figuriamoci del primo.

Indice

Arte e artisti
1. A. Guidetti: Noi artisti lavoriamo una sera qua e una sera là ..... praticamente due
sere l´anno.
2. Alba Parietti: Non credo ci sia niente di male se ogni tanto faccio vedere il culo.
3. Ennio Flaiano: Il cinema è l´unica forma d´arte nella quale le opere si muovono e
lo spettatore rimane immobile.
4. Leo Longanesi: Non comprate quadri moderni, fateveli in casa.
5. Proverbio popolare: Impara l´arte e mettila da parte.
6. Umberto Saba: L´opera d´arte è sempre una confessione.

Indice
Donne e ideali
1. Alberto Moravia: Le donne sono come i camaleonti, che dove si posano prendono il
colore.
2. Anonimo: Un vero gentiluomo è colui che riesce a descrivere Anna Falchi senza
fare gesti.
3. Boris Makaresko: Ho salvato una ragazza che stava per essere violentata. E´
bastato controllarmi.
4. Carlo Dossi: Le donne sono tante serrature in cerca di chiave.
5. Carlo Goldoni: Le astuzie delle donne in genere si moltiplicano e si perfezionano
coi loro anni.
6. Carmen Di Pietro: No, non è stato l´aereo. Il dottore mi ha spiegato che il seno
mi sarebbe potuto scoppiare ovunque, anche camminando per strada.
7. Catullo: Ciò che una donna dice a un amante scrivilo nel vento, o nell´acqua che va
rapida.
8. Catullo: Ma ciò che dice una donna all´amante appassionato, scrivilo nel vento e
nell´acqua rapida.
9. Catullo: Non c´è niente di più inopportuno di una risata inopportuna.
10. Cesare Pavese: Nessuna donna farebbe un matrimonio d´interesse: prima di
sposare un miliardario, se ne innamora!
11. Diego Abbatantuono: Tra lo specchio e la donna c´è questa differenza: che lo
specchio riflette senza parlare, mentre la donna parla senza riflettere.
12. Giacomo Casanova: Le donne sono come le ciliegie: una tira l´altra. Chiosa di
Gianni Monduzzi: Col tempo impari a mangiare la polpa senza ingoiare il nocciolo.
13. Gloria Steinem: Devo ancora sentire un uomo chiedere consiglio su come
conciliare il matrimonio e la carriera.
14. Italo Svevo: Uno dei primi effetti della bellezza femminile su di un uomo è quello
di levargli l´avarizia.
15. Karluozzi.com: E´ difficile credere ancora negli ideali, ma per un compenso
adeguato si può fare.
16. Libero Guarini in Il Ciclone: "Quando a una donna le parli di sesso, lei abbassa lo
sguardo per vedere se l´è vero".
17. Luigi Pirandello: Le donne, come i sogni, non sono mai come tu le vorresti.
18. Monica Vitti: Le attrici, diciamo bruttine, che oggi hanno successo in Italia lo
devono a me. Sono io che ho sfondato la porta.
19. Plutarco: Quando le candele sono spente, tutte le donne sono belle.
20. Rocco Barbaro: Alle donne la testa serve solo per lavarsi i capelli...
21. Sabrina Ferilli: Quando mi raccontano di sesso nei camper, di stupefacenti, di
ammucchiate strane, io quasi non ci credo: io il massimo dell´erotismo l´ho fatto
appoggiata per terra.
22. Stefano Zaccarella: Una donna di 84 anni mi ha chiesto di aiutarla ad
attraversare la strada. Io l´ho aiutata, però a quell´età dovrebbe iniziare a
cavarsela da sola.
23. Valerio Peretti: Mia sorella nella vita ha conosciuto alti e bassi, e se li è sempre
fatti tutti.

Indice
Famiglia
1.
2. Anonimo: Colui che tace quando ha torto è un saggio. Colui che tace quando ha
ragione è un marito.
3. Achille Campanile: "Amiamoci in fretta" era un romanzo di amori furtivi, su una
panchina del parco, sulle scale di casa, all´impiedi: e il Duce fu molto irritato, per
tutte quelle "sveltine" che gli sembravano nocive alla campagna demografica. Mi
salvò Ciano, uomo di mondo. Spiegò al suocero che non c´è sistema più sicuro
dell´amore fatto alla svelta, senza precauzioni, per dare nuovi figli alla Patria.
4. Alessandro Bergonzoni: "Basta con questa vita, voglio farmi una famiglia".
"Esagerato... fatti solo la più carina di tutta la famiglia".
5. Altan: Il figlioletto: "Papà, dobbiamo amarci l´un l´altro." "Già, e poi cosa dirà la
gente!"
6. Altan: Figlio: "Mi suicido, babbo!" Padre: "Non fare il moralista: spara agli altri."
7. Altan: Sono nata con il parto indolore, mamma? - Si. Ne approfitto per ricordarti
che è l´unica soddisfazione che mi hai dato, a tutt´oggi.
8. Anonimo: La mamma: se la conosci non ti uccide.
9. Antonio Albanese: Noi nella mia famiglia lavoriamo tutti. Da generazioni. Mio
nonno ha fatto il capannone piccolo, mio padre il capannone grande, io il
capannone grandissimo. Mio figlio si droga..
10. Ennio Flaiano: Oggi ho lasciata la mia famiglia perché ero stanco di sentirmi solo.
11. Federico Fellini: La più grande unità sociale del Paese è la famiglia. O due
famiglie: quella regolare e quella irregolare.
12. Giovanni XXIII: I figli, dicono, non basta farli; v´è la seccaggine dell´educarli.
13. Guido Clericetti: I bambini di Milano non ignorano più niente: non giocano al
dottore ma a puttana e cliente.
14. Leonardo Sinisgalli: Spine letali, spine pungenti, tali sono le zie e li parenti.
15. Sandro Toni: Di mamme ce n´è una sola, per fortuna.
16. Sergio Viglianese: Quando ero piccolo i miei genitori litigavano in continuazione,
dalla mattina alla sera. Fino a 7 anni sono stato convinto di chiamarmi "tuo figlio"
17. Totò: I parenti sono come le scarpe: più sono stretti e più fanno male.
18. Totò: Come è gentile per essere una parente: sembra un´estranea!

Indice

Italia si, Italia no


1. Altan: C´è il boom della comunicazione: tutti a comunicare che stanno
comunicando.
2. Beppe Grillo: L´Italia è il paese dei furbi. Ieri ero a Roma, sono salito su un
autobus e ho timbrato il biglietto: tlic tlac. Il guidatore si è girato e ha detto:
"Cazzo è ´sto rumore?".
3. Boris Makaresko: Essere innocenti in Italia è pericoloso! Non si hanno alibi.
4. Cesare Marchi: Il termine "dottore" è così inflazionato che non lo usano
nemmeno più i custodi dei parcheggi.
5. Ennio Flaiano: Oggi il cretino è pieno di idee.
6. Ennio Flaiano: Questo popolo di santi, di poeti, di navigatori, di nipoti, di cognati...
7. Ennio Flaiano: La stupidità degli altri mi affascina, ma preferisco la mia.
8. Ennio Flaiano: Anche il progresso, divenuto vecchio e saggio, votò contro.
9. Ennio Flaiano: Gli italiani corrono sempre in aiuto al vincitore.
10. Francesco Salvi: Tenete pulita l´Italia! Gettate i rifiuti in Svizzera!
11. Gianni Rodari: Nel paese della bugia, la verità è una malattia.
12. Giuseppe Prezzolini: In Italia nulla è stabile, fuorché il provvisorio.
13. Leo Longanesi: Sono un conservatore in un Paese in cui non c´è niente da
conservare.
14. Leo Longanesi: Italiani: buoni a nulla, ma capaci di tutto.
15. Leo Longanesi: Se c´è una cosa in Italia che funziona è il disordine.
16. Leonardo da Vinci: Domanda consiglio a chi ben si corregge.
17. Leonardo da Vinci: Chi scalza il muro, quello gli cade addosso.
18. Umberto Eco: La superstizione porta sfortuna.
19. Umberto Eco: Quando i veri nemici sono troppo forti, bisogna pur scegliere dei
nemici più deboli.

Indice

Lavoro e affari
1. Altan: Oggi ho telefonato all´Agnelli e gli ho detto: " Il mio posto di lavoro non si
tocca... " Lui m´ha risposto: " E chi lo tocca? Anzi mi fa schifo solo a guardarlo."
2. Altan: Ognuno ha il suo prezzo. Io ho anche lo sconto.
3. Anonimo: Nel nome c´è il destino di un uomo. Bisognerebbe scegliersi la
professione anche in base al nome. Conosco un avvocato che si chiama Massimo
della Pena. Fa la Fame!
4. Anonimo: Il cervello è un organo meraviglioso: comincia a lavorare dal momento in
cui ti svegli e non smette fino a quando entri in ufficio.
5. Anonimo: Il lavoro è il rifugio di coloro che non hanno nulla di meglio da fare.
6. Anonimo: E´ difficile fare delle vacanze intelligenti dopo undici mesi di lavoro
cretino.
7. Anonimo: Certe volte il migliore affare per un uomo è mantenere la propria
parola.
8. Anonimo: Un modo per far andare meglio la tua vecchia auto è guardare il prezzo
di un nuovo modello.
9. Anonimo: La mia ragazza era una pornostar, l´ho lasciata perché portava il lavoro
a casa!
10. Beppe Grillo: Adesso, con l´Europa unita, un disoccupato di Benevento può andare
a fare il disoccupato a Stoccolma.
11. Beppe Grillo: Sono l´unico iscritto alla SIAE che si fa le cassette pirata da solo.
12. Beppe Grillo: L´economia sa tutto di te e tu non sai niente dell´economia. La tua
banca sa tutto di te, di quanti soldi hai, e quando li spendi; ma tu non sai niente di
cosa fa la banca dei tuoi soldi e dove li mette, e se ce li ha!
13. Beppe Grillo: La banca ha fiducia in te, dicono gli slogan. Ma poi ti chiedono i
documenti per accettare i tuoi soldi e ti prestano una biro legata a una catenella.
14. Ennio Flaiano: Allora gli ho detto: "Senta Agnelli, faccia pure quante automobili
vuole, tanto io non ho la patente."
15. Enza Consul - curricula ridicula: In risposta al Vostro annuncio premetto che
dispongo di un ampio bagagliaio d’esperienza...
16. Enza Consul - curricula ridicula: Allego un breve straccio del mio curriculum...
17. Enza Consul - curricula ridicula: Sono perito agrario ancora in erba...
18. Enza Consul - curricula ridicula: Non sono abituato a mercanteggiare quando si
parla di soldi.
19. Enzo Biagi: A Milano gli affari si combinano con un colpo di telefono, a Palermo
anche con un colpo di lupara.
20. Gino Patroni: Incidente sul lavoro. Piegatore di giornali morsicato da un inserto.
21. Leo Longanesi: La povertà è gratis.
22. Totò: Tutti i giorni lavoro, onestamente, per frodare la legge.

Indice

Mafia
1. Carlo Alberto Dalla Chiesa: Quando c´è un delitto di mafia, la prima corona che
arriva è quella del mandante.
2. Guido Clericetti: Il delitto non paga, ma i mandanti si.
3. Silvano Ambrogi: Mafioso: persona che dice di non esistere a persone che dicono
di non conoscerlo.

Medicina
1. Francesco Salvi: Io e il mio gruppo siamo molto sensibilizzati al problema della
droga... Troppo poca e troppo cara!
2. Guido Ceronetti: La maggior parte delle mie paure, circa ai mali fisici, riguarda i
medici e le loro cure, non la malattia.
3. Guido Clericetti: Parlando di chirurgia: chi apre chiuda.

Indice

Politica e giustizia
1. Alberto Ronchey: Raccontare ai giornalisti stranieri la politica culturale italiana
non è cosa semplice. Bisogna prima di tutto cercare di non ridere.
2. Anonimo: I politici incorruttibili esistono, ma costano di più!
3. Anonimo: Il reggiseno è uno strumento democratico: separa la destra dalla
sinistra, solleva le masse e attira i popoli.
4. Boris Makaresko: Molti dei nostri uomini politici sono degli incapaci. I restanti
sono capaci di tutto.
5. Carlo Cipolla: Il potere politico o economico o burocratico accresce il potenziale
nocivo di una persona stupida.
6. Cesare Cantù: La democrazia fondata sull´uguaglianza assoluta è la più assoluta
tirannide.
7. Ennio Flaiano: Se non si è di sinistra a vent´anni e di destra a cinquanta, non si è
capito niente della vita...
8. Giovanni Giolitti: Per i nemici le leggi si applicano, per gli amici si interpretano.
9. Giovenale: Nessun colpevole può essere assolto dal tribunale della sua coscienza.
10. Giulio Andreotti: Ho visto nascere la Prima Repubblica, e forse anche la Seconda.
Mi auguro di vedere la Terza.
11. Giulio Andreotti: In politica i tempi del sole e della pioggia sono rapidamente
cangianti.
12. Leonardo Sciascia: La sicurezza del potere si fonda sull´insicurezza dei cittadini.
13. Luciano De Crescenzo: Il potere non sazia, anzi è come la droga e richiede
sempre dosi maggiori.
14. Massimo D´alema: Tendo a considerare molto intelligente chi mi dà ragione.
15. Renato Trinca: Sì, ma Clinton doveva immaginarlo che la Lewinsky non avrebbe
tenuto la bocca chiusa!
16. Totò: Quando ci sono i tumulti elettorali é meglio andare al manicomio: tra i pazzi
é più tranquillo.
17. Trapattoni: Non compriamo uno qualunque per fare qualunquismo.
18. Trapattoni: Sia chiaro però che questo discorso resta circonciso tra noi.
19. Umberto Eco: La giustizia non è mossa dalla fretta... e quella di Dio ha secoli a
disposizione.

Indice

Religione
1. Alberto Casiraghi: Può darsi che Dio esista, però è meglio non fidarsi.
2. Alberto Moravia: Se fossi religioso, direi che è venuta l´apocalisse. Siccome non
sono religioso, mi limito a dire che sono venuti i nazisti, il che, forse, è la stessa
cosa.
3. Anonimo: Gesù fu il ragazzo più sfortunato del mondo: essendo sia se stesso che
suo padre, fu l´unico a doversi comprare il motorino con i propri soldi.
4. Anonimo: Le vie del Signore sono infinite: è la segnaletica che lascia a
desiderare.
5. Anonimo: La rovina del mondo sarà l´indifferenza. Ma chi se ne frega..
6. Anonimo: Non bisogna giudicare gli uomini dalle loro amicizie: Giuda frequentava
persone irreprensibili!
7. Anonimo: (Scritta su un muro di Napoli) Dio creò la Padania, poi si accorse
dell´errore e creò la nebbia.
8. Corrado Guzzanti: VERA: Per esempio... se Cristo suonasse oggi alla sua porta lei
lo riconoscerebbe? QUELO: Certo... VERA: Come può esserne così sicuro?
QUELO: Il citofono è rotto da due anni.
9. Daniele Luttazzi: In Irlanda, se vi chiedono di che religione siete, dite buddista.
10. Ennio Flaiano: "Diavolo, vado bene di qui per l´Inferno?" "Sì, sempre storto."
11. Francesco Caracciolo: In Inghilterra ci sono sessanta religioni diverse, e solo una
salsa.
12. Giobbe Covatta: Mosè: quest´uomo che tanto ha dato al ciclismo in Italia e nel
mondo...
13. Giobbe Covatta: Noè era il prediletto del Signore: viveva nel deserto divorato
dalla sete e dai pidocchi.
14. Giobbe Covatta: Poi ci sputò sopra, e nacque Adamo. E Adamo, asciugandosi il
viso, disse: "Cominciamo bene!"
15. Giobbe Covatta: All´inizio era il Verbo...Il complemento oggetto venne molto
tempo dopo.
16. Giobbe Covatta: E il serpente guardò Adamo e disse: "Chillo è n´ora che va
parlanno co´ nu porco...Ti pare intelligente?"
17. Giobbe Covatta: In sei giorni il Signore aveva creato tutte le cose: il sole, la luna,
quello scemo di Maradona, i puffi, la forfora, e tutti gli animali del creato, tranne
Andreotti, che era già suo segretario da tempo immemorabile.
18. Giovanni Papini: Dio è ateo.
19. Giovanni Papini: Si può entrare nel regno di Dio anche dal nero portale del
peccato.
20. Giovanni Papini: Un delitto è punito quando è piccolo, ma è lodato e premiato
quando è grande.
21. Ivan Della Mea: Ho ricevuto un fax da Dio, diceva: "Cos´è un uomo senza fede?".
Uno scapolo gli rispondo.
22. Littizzetto: Oggi ho un diavolo per capezzolo...
23. Riccardo Piferi: Non sono cattolico, ma sono contento che Dio esista. Visto che è
onnipresente ho sempre la certezza che ci sia almeno uno spettatore ai miei
spettacoli.

Indice

Scienza e tecnica
1. Anonimo: Datemi un braccio artificiale e vi solleverò il monco.
2. Anonimo: Errare è umano, ma per incasinare tutto ci vuole un computer!
3. Anonimo: Il cellulare è l´unica cosa per cui gli uomini litigano a chi ce l´ha più
piccolo.
4. Anonimo: "E Dio disse: ´Pkunzip Universo!´
5. Anonimo: Computer: un macchina progettata per velocizzare e automatizzare gli
errori.
6. Bruno Gambarotta: Internet è una pippa planetaria, un collettore delle
frustrazioni di milioni di persone.
7. Giovenale: Tutti desiderano possedere la conoscenza, ma relativamente pochi
sono disposti a pagarne il prezzo.
8. Guido Ceronetti: La scienza fa che i cuori battano più a lungo - ma li ha avviliti.
Paghiamola, senza ringraziarla.
9. Leonardo da Vinci: La scienza è il capitano, e la pratica sono i soldati.

Indice

Scrittori e intellettuali
1. Achille Campanile: Alcuni scrittori per scrivere hanno bisogno della vena. Altri
dell´avena.
2. Adriano Bompiani: L´eutanasia è da cancellare, anche come parola del
vocabolario.
3. Aldo Busi: Il più grande difetto dello scrittore vivente è di non essere ancora
morto. Io appartengo alla categoria dei Melville, degli Wilde: reietti finché sono
in vita.
4. Aldo Gabelli: La cosiddetta profondità negli scrittori non è altro, cinquanta volte
su cento, che oscurità.
5. Alessandro Manzoni: Di libri ne basta uno per volta, quando non è d´avanzo.
6. Andrea De Carlo: I libri sono di chi li legge.
7. Andrea Zanzotto: Sappiate scrivere, ma non leggere: non importa.
8. Anonimo: Leggere arricchisce, talvolta lo spirito, più spesso l´editore.
9. Anonimo: Non solo non è tutto oro quello che luccica ma, coi tempi che corrono, è
la merda a brillare di più.
10. Benito Mussolini: Le parole in determinati momenti possono essere dei fatti.
11. Camilla Cederna: Molti scrittori scrivono libri che essi stessi non leggerebbero
mai.
12. Carlo Dapporto: Rimango talmente impressionato dalla lettura di un libro giallo,
che quando lo poso cancello le mie impronte digitali.
13. Carlo Emilio Gadda: L´attimo fuggiva, oh, che altro può fare un attimo?
14. Carlo Franchi: Considerando l´enorme quantità di libri già esistenti, il non
leggere è un´autodifesa pienamente legittima.
15. Carlo Turati: "Quando muore un fagiolo lo seppelliscono in una tombola?"
16. Ennio Flaiano: Il peggio che può capitare ad un genio è di essere compreso.
17. Beppe Grillo: Io credo che un artista non debba mai prostituirsi, se non per
denaro.
18. Geno Pampaloni: Con i grandi classici cerco di comportarmi come si fa con i maiali:
non butto via niente.
19. Gino Zappa: I pensatori si dividono in due scuole: quelli che sanno e l´altra.
20. Gabriele D'Annunzio: Io modesto? E' il solo difetto che mi onoro di non avere.
21. Leo Longanesi: L´intellettuale è un signore che fa rilegare i libri che non ha letto.
22. Leo Longanesi: Un´idea che non trova posto a sedere è capace di fare la
rivoluzione.
23. Norberto Bobbio: Il compito degli uomini di cultura è più che mai oggi quello di
seminare dei dubbi, non già di raccogliere certezze.

Indice

Se non è sesso è amore


1. Aldo in Chiedimi se sono felice: L´amore, quando ci si mette, sa essere davvero
bastardo.
2. Alessandro Bergonzoni: L´amore... quando vedo un uomo piangere nel buio della
sua stanza mi domando cosa lo spinga a non accendere la luce.
3. Altan: F: Una parola e sarò tua, Aldo! M: La proprietà è un furto!
4. Anonimo: Il preservativo è un oggetto che se ce l´hai non ti serve, se non ce
l´hai ti serve, se ce l´hai e non sei riuscito a usarlo c´è sempre una moglie che te
lo trova.
5. Anonimo: Una bella signora al suo amante: "Ci sono 2 posti dove mi piacerebbe
essere baciata!". "Dove?" "Acapulco e Miami"
6. Anonimo: Io pratico da sempre il sesso sicuro: cioè esco con una solo se ho la
certezza di farmela.
7. Anonimo: L´amore? Un bacio, due baci, tre baci, quattro baci, tre baci, due baci,
un bacio, zero baci...
8. Anonimo: - Qual è il cibo che fa diminuire la frequenza dei rapporti sessuali della
coppia? - La torta nuziale!
9. Anonimo: L´uomo è un essere che un giorno è uscito da una donna e passa tutta la
sua vita a provare a ritornarci.
10. Anonimo: Credevo di essere un amante eccezionale, finchè non scoprii che lei
aveva l´asma.
11. Anonimo: Ho fatto l´amore con Control. Domani provo con Alt + Canc.
12. Anonimo: Dopo anni di fidanzamento. Lei: "...e se ci sposassimo?" Lui: "ma chi vuoi
che ci si prenda a noi due..."
13. Anonimo: Il sesso senza amore è un´esperienza vuota, ma fra le esperienze vuote
è la più bella.
14. Antonio Fogazzaro: In guerra e in amore sono le ritirate che scatenano le
avanzate.
15. Antonio Ricci: Sono contrario ai rapporti prima del matrimonio perchè fanno
arrivare tardi alla cerimonia.
16. Arrigo Boito: Come ti vidi mi innamorai. E tu sorridi perché lo sai.
17. Barbara Alberti: Al geloso basta il sospetto...per essere felice.
18. Daniele Luttazzi: Clinton per difendersi ha detto che il sesso orale non è sesso.
Ma se è vero, c´è una nigeriana sui viali che mi deve ridare un sacco di soldi...
19. Ennio Flaiano: Il traffico ha reso impossibile l´adulterio nelle ore di punta.
20. Ennio Flaiano: L’avarizia è la forma più sensuale di castità.
21. Ennio Flaiano: L´amore comincia quando ci accorgiamo di avere sbagliato ancora
una volta.
22. Fichi d´india: Ero in discoteca con la mia ragazza e a un certo punto mi si è
avvicinato un tizio che mi ha chiesto se, oltre alla mia ragazza , c´era un altro
cesso nel locale.
23. Furio Ombri: Il matrimonio è il coronamento del sogno di un uomo e di una donna.
I genitori della sposa.
24. Gemma in Ravanello pallido: Tu sei come lo smog: puzzi, inquini, sporchi, ma poi
alla fine uno si abitua e l´aria pulita gli dà ansia.
25. Giacomo Casanova: Amore, impossibile a definirsi!
26. Giacomo Casanova: Quando si è innamorati, basta un niente per essere ridotti aila
disperazione o per toccare il cielo con un dito.
27. Gianni Monduzzi: Smettila di cercare l´uomo giusto: vuoi mettere come ci si
diverte di più con l´uomo sbagliato?
28. Gianni Monduzzi: I sentimenti sono quella cosa che certi uomini offrono alle
donne quando sono finiti i soldi.
29. Gianni Monduzzi: Il sesso è una droga biologica così terribile, che è scabroso
persino parlare della sua via di somministrazione.
30. Gianni Monduzzi: In amore è cosa saggia diversificare il rischio. Piuttosto che
una donna bellissima, è preferibile averne due carine. Ma bisogna stoppare in
tempo il ragionamento. C´è il rischio di ritrovarsi con quattro cessoni.
31. Giuseppe Rovani: Preferisco l´odio che mi rispetta all´amore che mi insulta.
32. Giuseppe Tomasi di Lampedusa: L´amore. Certo, l´amore. Fuoco e fiamme per un
anno, cenere per trenta.
33. Ippolito Nievo: L´amore è un´erba spontanea, non una pianta da giardino.
34. Lucille in Pazzi in Alabama: Sono una ragazza che resiste a tutto, ma non alle
tentazioni.
35. Mino Maccari: E fu così che io persi la sua verginità.
36. Mirco Zilio: Quella del sesso è un´arte che non credo di possedere. Ieri una
prostituta con cui ero già stato un paio di volte mi ha tirato fuori la scusa del mal
di testa.
37. Ovidio: Giove dall´alto sorride degli spergiuri degli amanti.
38. Ovidio: L´amore ha più fiele che miele.
39. Properzio: Il vero amore non ha mai conosciuto misura.
40. Roberto Benigni: Può darsi che anticamente l´uomo avesse più organi sessuali: tre
piselli, da cui la famosa frase: "Che cazzo vuoi?".
41. Roberto Benigni: Sesso sicuro?? Chi mi garantisce che quando esco con una tipa,
poi sicuramente si fa sesso?
42. Sant´Agostino: La misura dell´amore è amare senza misura.
43. Sant´Agostino: Rendimi casto, ma non ora.
44. Terenzio: I litigi degli amanti rinnovano l´amore.
45. Torquato Tasso: Perduto è tutto il tempo che in amor non si spende.

Indice

Siamo tutti comici


1. Aldo, Giovanni e Giacomo: Se al mattino scavi le buche, al pomeriggio spacchi le
pietre; se al mattino spacchi le pietre, al pomeriggio scavi le buche. Se al mattino
spacchi le balle, la sera pure.
2. Anonimo: Si dice spesso: "Rimanda sempre a domani quello che puoi fare oggi", ma
se il water è guasto, ho seri dubbi.
3. Anonimo: Spettacolo comico: "Bene, ho finito le battute che avevo in serbo.
Adesso comincio con quelle in croato."
4. Anonimo: Le differenze maggiori tra i vari canali televisivi sono tuttora le
previsioni del tempo.
5. Anonimo: Non ho parole se non per dire che le cose non possono mai andare male.
Vanno peggio.
6. Beppe Grillo: E´ come se Mendeleev quando ha scoperto gli elementi, il giorno
che ha scoperto l´ossigeno avesse detto: "benissimo, ho scoperto l´ossigeno, chi
respira mi paga una royalty" chi respira paga, pensa a Genova che casino,
morivano tutti in apnea.
7. Cinzia Leone: Il 15% degli uomini lo fa in piedi; il 30% lo fa in ginocchio; il 35% lo
fa seduto; il 20% lo fa in bilico...il 200% lo fa sapere...
8. Corrado Guzzanti: Guardati da coloro che prima ti danno dei consigli e poi parlano
male di te, cornuto!
9. Daniele Luttazzi: Mai mangiare in un ristorante cinese che pratica aborti.
10. Detto Napoletano: Quanno è giornata da pijallo ´n culo er vento t´arza la
camicia. (Quando è giornata di prenderlo nel didietro il vento t´alza la camicia)
11. Diego Parassole: Ogni tanto adoro essere un po´ bastardo. Per esempio vado al
cinema col sombrero.
12. Egidio Morretti: "A volte ho l´impressione che tu non mi stimi." "Ma, cara, cosa
dici? Dai, esci dalla pattumiera e dammi un bacio sulle scarpe."
13. Enrico Cristofaro: "Chi è che ha scritto queste stronzate?" chiese il cieco
toccando una grattugia.
14. Fabio Fazio: Se uno che si chiama Massimiliano lo chiamate Max, perchè allora
uno che si chiama Fabrizio non lo chiamate Fax?
15. Fichi d´india: Ieri ho preso un taxi e mi è costato 60.000 lire. Siccome ne avevo
solo 54.000 ho chiesto al tassista di fare 6.000 lire di marcia indietro.
16. Gene Gnocchi: Rido di cose che agli altri fanno vomitare. Tipo quello che decise di
fare il fantino: l´unico problema era che il suo cavallo voleva saltare con lo stile
Fosbury.
17. Gigi Proietti: Apparecchio che ha trasformato la cerchia famigliare in un
semicerchio.
18. Giovanni Cacioppo: Siccome ero disoccupato fin da piccolo mi sono comprato un
motorino usato che faceva così cagare che, quando andavo in giro, i moscerini,
invece di spiaccicarsi sugli occhiali, mi tamponavano!
19. Massimo Boldi: Tragedia in bassa Italia. Suicida si sdraia sui binari della linea
Milano-Reggio Calabria e muore con 9 ore di ritardo.
20. Maurizio Costanzo: L´unica cosa che arresta la caduta dei capelli è il pavimento.
21. Paolo Rossi: Come diceva Zarathustra, nella vita, che tu cammini e ti muovi, o ti
siedi e aspetti, prima o poi uno stronzo lo incontri.
22. Maurizio Sangalli: Spaccio fuori dalle scuole perché dentro c´è un ambiente che
non mi piace.

Indice

Statistiche e auditel
1. Alessandro Manzoni: E´ men male l´agitarsi nel dubbio, che il riposar
nell´errore.
2. Alessandro Manzoni: I poveri, ci vuol poco a farli comparir birboni.
3. Alessandro Morandotti: A volte riesce di risollevare il morale a spese della
morale.
4. Alfredo Chiappori: L´uomo è per natura un animale politico... tanto è vero che
spesso l´uomo politico è una bestia.
5. Altan: Nel dubbio, ho deciso di prendere le distanze da me stesso.
6. Andrea Barbato: Ormai credo che l´epoca della tv urlata sia tramontata: è
passata come la scarlattina.
7. Anonimo: Cosa fanno gli uomini italiani dopo aver fatto l´amore? Il 5% si gira
dall´altra parte e dorme; il 9% si alza e va in cucina a bere; il 15% fuma una
sigaretta. Il restante 71% si alza, si veste e torna a casa dalla moglie.
8. Anonimo: La statistica è quella scienza che dice che se hai la testa nel
congelatore e i piedi nel forno, mediamente stai bene.
9. Anonimo: Tre statistici vanno a caccia: il primo spara ma manca una lepre di 50
cm. a destra. Il secondo spara ma la manca di 50 cm. a sinistra. Il terzo urla:
"L´abbiamo presa!"
10. Baldassarre Castiglione: Tutti molte volte crediamo di più all´altrui opinione che
alla propria.
11. Gianni Monduzzi: Problema: mi piace una donna su cento. Complicazione: piaccio a
una donna su mille.
12. Indro Montanelli: Un giorno dissi al cardinal Martini: ma non si può scomunicare
la televisione, non si possono mandare al rogo un po´ di quelli che la fanno?
13. Luciano De Crescenzo: Oggi il settanta per cento dell´umanità muore di fame... e
il restante trenta per cento fa la dieta.

Indice
Tutto è opinabile
1. Achille Campanile: Qui giace L. M., pilota aviatore che, precipitando a terra,
saliva al cielo.
2. Achille Campanile: A New York viene investito un pedone ogni tre minuti:
poveraccio, non fa nemmeno in tempo a rialzarsi.
3. Alberto Savinio: Se volete combattere i dittatori, cominciate dal primo: Dio!
4. Alberto Sordi: (Rivolto a un beduino nel mezzo del deserto) Ammazza che
spiagge che c´avete!
5. Altan: "Lei è dalla parte del torto" "Ingenuo. E´ il torto che è dalla mia parte"
6. Anonimo: Problema di etologia: Non si capisce cosa spinga i moscerini a prendere
sempre l´autostrada contromano.
7. Anonimo: Un pessimista è un ottimista ben informato.
8. Beppe Grillo: Voglio parlare del cervello. L´emisfero destro, quello razionale, e
l´emisfero sinistro, quello della fantasia. Quello che fa credere all´automobilista
costretto a fermarsi col rosso che è il semaforo ad avercela con lui.
9. Gesualdo Bufalino: I vincitori non sanno quello perdono.
10. Giovanni Boccaccio: Fate quello che noi diciamo e non quello che noi facciamo.
11. Italo Calvino: Quando ho più idee degli altri, do agli altri queste idee; se le
accettano, questo è comandare.
12. Ivan Della Mea: Il primo a scoprire che in ogni uomo c´è del buono fu un
cannibale.
13. Leo Longanesi: Non bisogna appoggiarsi troppo ai principi perché poi si
afflosciano.
14. Leo Longanesi: Non è la libertà che manca. Mancano gli uomini liberi.
15. Leo Longanesi: La sincerità è una forma di espressione primitiva.
16. Leo Longanesi: E´ di una coerenza spaventosa ed è capace, per restare fedele ai
suoi principi, di non credere a quello che dice.
17. Leo Longanesi: Il contrario di quel che dico mi seduce come un mondo favoloso.
18. Leo Longanesi: L’ironia è il pudore della mia coscienza.
19. Leo Longanesi: L´amore è l´attesa di una gioia che quando arriva annoia.
20. Leo Longanesi: Cercava la rivoluzione e trovò l’agiatezza.
21. Leo Longanesi: Esistono tipi che assumono una personalità soltanto al telefono.
22. Littizzetto: La misura ideale delle tette è a coppa di champagne. Le mie sono a
tappo di champagne.
23. Luigi Compagnone: Per il cretino tutto ciò che non capisce è filosofia.
24. Luigi Pirandello: Nulla è più complicato della sincerità.
25. Luigi Pirandello: Rifiutare di avere opinioni è un modo per non averle. Non è vero?
26. Marcello Marchesi: Ogni rovescio ha la sua medaglia.
27. Marcello Marchesi: L´uomo fa dei movimenti inutili. Per questo è superiore alla
macchina.
28. Marcello Marchesi: Bocciate. Bocciate un po´ di figli del popolo. Che rimanga
anche qualche idraulico.
29. Publilio Siro: Alla povertà mancano molte cose, all´avarizia tutte.
30. Renato Pozzetto: Un mio amico ha un ottimo cane da guardia. A ogni rumore
sospetto, lui sveglia il cane e il cane comincia ad abbaiare.
31. Tito Livio: Una pace certa è preferibile e più sicura di una vittoria sperata.
32. Totò: Io non so se l´erba campa e il cavallo cresce, ma bisogna avere fiducia.
33. Totò: Sono bello, piaciucchio, ho il mio sex appello.
34. Totò: Non so leggere, ma intuisco.

Indice

Varie e svarioni
1. Alberto Moravia: Si vede che lo sport rende gli uomini cattivi, facendoli
parteggiare per il più forte e odiare il più debole.
2. Alberto Savinio: Chiarire un mistero è indelicato verso il mistero stesso.
3. Aldo in Chiedimi se sono felice: Mio nonno diceva sempre: è meglio una bugia
detta a fin di bene che 500 verità.
4. Anonimo: Il postino suona sempre due volte, il che è seccante se avete già aperto
alla prima.
5. Anonimo: "Se Cristoforo Colombo fu così felice di vedere degli alberi dopo tanto
navigare, figuratevi il suo cane."
6. Anonimo: Errare è umano. Dare la colpa a un altro ancora di più.
7. Anonimo: Aveva un cervello così piccolo che, quando due pensieri si incontravano,
dovevano fare manovra.
8. Anonimo: Perchè il contagocce si chiama così, se poi le gocce te le devi contare
tu?
9. Anonimo: Dall´indovino: - toc, toc... - "Chi è?" - Ah, cominciamo bene...
10. Anonimo: La differenza tra un genio e uno stupido è che il genio ha dei limiti.
11. Anonimo: Proverbio: Dimmi con chi vai e ti dirò se vengo anch´io.
12. Anonimo: Fiocco azzurro e grembiule bianco: per un bambino romanista il primo
giorno di scuola è un trauma...
13. Carlo Minnaja: Una persona ragionevole adatta se stessa al mondo esterno. una
persona irragionevole adatta il mondo esterno a se stessa. Sono gli irragionevoli
che fanno il progresso.
14. Cesare Pavese: Si odiano gli altri perché si odia sé stessi.
15. Cesare Pavese: Fra gli errori ci sono quelli che puzzano di fogna, e quelli che
odorano di bucato.
16. Claudio Batta: Oggi sono andato all´Ikea per comperarmi una mensola. Non l´ho
trovata e sono uscito con un salmone. Sono tornato a casa, l´ho aperto e,
vaffanculo, era da montare!
17. Diego Abatantuono: Grembiule nero e fiocco azzurro: per un bambino milanista il
primo giorno di scuola è un trauma.
18. Ferdinando Cefalù (da Divorzio all´italiana): La lettera anonima è una forma di
prezioso artigianato, si comincia da bambini con i fogli di quaderno, fino ad
arrivare a esemplari pregiati, vergati da mani maestre.
19. Fernando Pessoa: Saggio è colui che si contenta dello spettacolo del mondo.
20. Fichi d´India: CLIENTE: Quanto costa il taxi? TASSISTA: Beh, dipende dal
tempo... CLIENTE: Supponiamo che piova...
21. Giacomo Leopardi: L´unico modo per non far conoscere agli altri i propri limiti, è
di non oltrepassarli mai.
22. Giambattista Vico: La fantasia è tanto più robusta quanto più debole è il
raziocinio.
23. Gianni Ippoliti: VIAGGIATORE: Quando parte ´sto cesso di treno?
CONTROLLORE: Appena si riempie di stronzi. Salga.
24. Giorgio Panariello: (A un pescatore su una spiaggia toscana) Pesca? No, sto
facendo tiro alla fune con uno che sta all´Elba.
25. Giovanni Boccaccio: È meglio fare e pentire che starsi e pentirsi.
26. Giulio Cesare: Generalmente gli uomini prestano fede volentieri a ciò che
desiderano.
27. Guido Ceronetti: I corpi li unisce il piacere, le anime la pena.
28. Ignazio Silone: Il destino è un´invenzione della gente fiacca e rassegnata.
29. Indro Montanelli: La tv all´assalto di una delle ultime roccheforti dei quotidiani, i
necrologi. ... Ora si sta scegliendo il titolo: "Ci Guardano Da Lassú"
30. Italo Svevo: Si piange quando si grida all´ingiustizia.
31. Italo Svevo: Le lacrime non sono espresse dal dolore, ma dalla sua storia.
32. Lello Criscuolo: Ogni sorriso che non dai, è un sorriso che non hai.
33. Leo Longanesi: I ricordi sono come i sogni: si interpretano.
34. Leo Longanesi: La virtù affascina, ma c´è sempre in noi la speranza di poterla
corrompere.
35. Leo Longanesi: La mia fantasia è inceppata: ho bisogno di un piccolo dispiacere.
36. Luigi Pirandello: Il mare non ha paese nemmeno lui, ed è di tutti quelli che lo
stanno ad ascoltare.
37. Marco Fabio Quintiliano: Il bugiardo deve avere buona memoria.
38. Marco Fabio Quintiliano: Prima virtù dell´eloquenza è la perspicuità.
39. Niccolò Machiavelli: Dove c´è una grande volontà non possono esserci grandi
difficoltà.
40. Niccolò Machiavelli: Governare è far credere.
41. Orazio: C´è una misura nelle cose; vi sono precisi confini, oltre i quali e prima dei
quali non può sussistere il giusto.
42. Ovidio: Molti ti saranno amici finchè sarai felice, ma quando verrà il brutto
tempo, resterai solo.
43. Ovidio: Odierò, se potrò, altrimenti amerò, controvoglia.
44. Paracelso: E´ la dose che fa il veleno.
45. Plinio il Vecchio: Niente è più misero eppur più superbo dell´uomo.
46. Plutarco: Quello che sta nel cuore del sobrio è sulla lingua dell´ubriaco.
47. Polibio: Coloro che sanno vincere sono molto più numerosi di quelli che sanno fare
buon uso della vittoria.
48. Publilio Siro: Nelle liti, chi perde è sempre la verità.
49. Roberto Gervaso: La bellezza si vede, il fascino si sente.
50. Sant´Agostino: Un´abitudine, se non contrastata, presto diventa una necessità.
51. Seneca: Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare.
52. Seneca: La solitudine è per lo spirito, ciò che il cibo è per il corpo.
53. Seneca: Ciò che è dato con orgoglio ed ostentazione dipende più dall´ambizione
che dalla generosità.
54. Seneca: Continua ciò che hai cominciato e forse arriverai alla cima, o almeno
arriverai in alto ad un punto che tu solo comprenderai non essere la cima.
55. Seneca: Da un uomo grande c’è qualcosa da imparare anche quando tace.
56. Seneca: La gloria insegue preferibilmente quelli che la sfuggono.
57. Sofocle: L’opera umana più bella è di essere utile al prossimo.
58. Sofocle: I più grandi dolori sono quelli di cui noi stessi siamo la causa.
59. Sofocle: Felicità è un’ombra che subito precipita.
60. Tacito: La felicità rende l´uomo pigro.
61. Tacito: Il desiderio di gloria è l´ultima aspirazione di cui riescono a liberarsi
anche gli uomini più saggi.
62. Tacito: E´ proprio della natura umana odiare colui che hai offeso.
63. Totò: Più conosco gli uomini e più amo gli animali.
64. Ugo Ojetti: Dubitare di te stesso è il primo segno dell´intelligenza.
65. Vasco Pratolini: La vita è una cella un po´ fuori dell´ordinario, più uno è povero
più si restringono i metri quadrati a sua disposizione.
66. Virgilio: L´anima muove tutta la mole del mondo.
67. Virgilio: Vince solo chi è convinto di poterlo fare.
68. Virgilio: Il lupo non si preoccupa mai di quante siano le pecore.

Indice

Vita, morte e miracoli


1. Achille Campanile: E´ morto da mezz´ora e sa fare il morto così bene che
sembra morto dall´eternità.
2. Aldo Palazzeschi: Il riso è il profumo della vita in un popolo civile.
3. Alessandro Baricco: Era d´altronde uno che amava assistere alla propria vita,
ritenendo impropria qualsiasi ambizione a viverla.
4. Alessandro Baricco: Accadono cose che sono come domande. Passa un minuto,
oppure anni, e poi la vita ti risponde.
5. Alessandro Morandotti: Epitaffio del suicida: veni vidi fugi.
6. Alessandro Morandotti: Tutto sarebbe più semplice se nascessimo con le
istruzioni per l´uso e la data di scadenza.
7. Anonimo: "E´ una vitaccia" disse il cacciavite.
8. Anonimo: Se cadi, rialzati da solo; ma prima di farlo guarda cosa c´è a terra.
9. Beppe Grillo: Essere vivi si è malati, state attenti a non far vedere dei sintomi
perché, come fai vedere un sintomo, hanno le malattie pronte. Dai un colpo: hai
un´ecchimosi; ti sanguina il naso: hai l´epistassi; digrigni i denti di notte? No! Hai
il bruxismo.
10. Carlo Goldoni: Il mondo è un bellissimo libro, che tutti potrebbero leggere anche
a piccole dosi.
11. Cesare Pavese: A che serve passare dei giorni se non si ricordano?
12. Edoardo Bennato: Chi è normale non ha molta fantasia.
13. Ennio Flaiano: Sognatore è un uomo con i piedi fortemente appoggiati sulle
nuvole.
14. Ennio Flaiano: Chi rifiuta il sogno deve masturbarsi con la realtà.
15. Ennio Flaiano: Una volta il rimorso mi seguiva, ora mi precede.
16. Francesco Petrarca: Un bel morir, tutta la vita onora.
17. Freak Antoni: Si dice che una volta toccato il fondo non puoi che risalire. A me
capita di cominciare a scavare.
18. Gesualdo Bufalino: In un mondo d’arrivisti buona regola è non partire.
19. Gesualdo Bufalino: I suicidi sono solo degli impazienti.
20. Gesualdo Bufalino: Dovetti scegliere tra morte e stupidità. Sopravvissi.
21. Giacomo Leopardi: Il più solido piacere di questa vita, è il piacere vano delle
illusioni.
22. Giacomo Leopardi: L´impressione di piacere può rimanere tale fino a quando non
si è certi di piacere soprattutto a sé stessi.
23. Giacomo Leopardi: La noia non è altro che il desiderio puro della felicità non
soddisfatto dal piacere, e non offeso apertamente dal dispiacere.
24. Giacomo Leopardi: Chi sa ridere è padrone del mondo.
25. Gianni Monduzzi: Sulla mia tomba vorrei che scrivessero: "Non è morto, è solo
sonno arretrato".
26. Gino & Michele: In Russia sta proprio cambiando tutto. Ho visto dei bambini che
mangiavano i comunisti.
27. Giorgio Almirante: Perse tutte le illusioni, le cerco.
28. Giorgio Melazzi: La vita è solo un puzzle, da comporre giorno per giorno, tassello
dopo tassello. E´ pescarli in quel metro di merda che la rende difficile...
29. Giovanni Guareschi: Chi non trova un biografo deve inventare la sua vita da solo.
30. Giulio Andreotti: A parlare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina.
31. Guido Ceronetti: Ci sforziamo di conservarci in salute per poter morire bene di
radiazioni o di aria avvelenata.
32. Guido Clericetti: Se non fosse per la mia pigrizia, potrei essere l´uomo più pigro
del mondo.
33. Indro Montanelli: Qui giace Indro Montanelli. Era Ora.
34. Italo Svevo: Quando si muore si ha ben altro da fare che di pensare alla morte.
35. Marco Aurelio: Nessuno é così favorito da non avere accanto a sè, al momento
della morte, qualcuno che gioisca del triste evento.
36. Mariangela Melato: Bisogna diffidare di due categorie di persone: quelle che non
hanno personalità, e quelle che ne hanno più di una.
37. Mino Reitano: Io sono nella vita esattamente come appaio in tv: un ignorante che
si è fatto da solo.
38. Seneca: Estremamente breve e travagliata è la vita di coloro che dimenticano il
passato, trascurano il presente, temono il futuro: giunti al momento estremo,
tardi comprendono di essere stati occupati tanto tempo senza concludere nulla.
39. Seneca: Si volge ad attendere il futuro solo chi non sa vivere il presente.
40. Seneca: Talvolta ci vuole coraggio anche a vivere.
41. Seneca: La vita, senza una meta, è vagabondaggio.
42. Seneca: Vivi ogni giorno della tua vita come se fosse l´ultimo.
43. Seneca: Ecco il nostro errore: vediamo la morte davanti a noi e invece gran parte
di essa è già alle nostre spalle: appartiene alla morte la vita passata.
44. Teofrasto: Il tempo è la cosa più preziosa che un uomo può spendere.
45. Totò: A volte è difficile fare la scelta giusta perché o sei roso dai morsi della
coscienza o da quelli della fame.

Indice

~~~~ FINE ~~~~

URL di questo Ebook:


http://ebookcafe.org/