Sei sulla pagina 1di 6

ESPERTO IN GESTIONE ENERGIA (EGE)

TEST DI AUTOVALUTAZIONE
1. Una pompa di calore ed un frigorifero differiscono:
a. In modo sostanziale perché la prima produce calore la seconda produce freddo
b. La differenza consiste nel fatto che nel frigorifero, a differenza di una pompa di calore, viene installata
una valvola di inversione del ciclo
c. Sono due macchine identiche, cambia solo il nome
d. La pompa di calore può essere alimentata da fonti rinnovabili, il frigorifero no

2. Con il termine B.O.S. (balance of system) si vuole indicare:


a. le perdite di energia - espresse in valore percentuale - che si hanno nell'impianto fotovoltaico dovute a
vari fattori, quali l'accoppiamento tra i vari moduli FV, i collegamenti con il/i convertitore/i, le perdite nei
quadri, nei conduttori, ecc.
b. le perdite di energia - espresse in valore assoluto - che si hanno nell'impianto fotovoltaico dovute a vari
fattori, quali l'accoppiamento tra i vari moduli FV, i collegamenti con il/i convertitore/i, le perdite nei
quadri, nei conduttori, ecc.
c. le perdite di energia - espresse in valore percentuale – che si hanno nell’impianto solare termico dovute a
vari fattori quali l’accoppiamento fra pannelli solari e accumulo, collegamenti con l’impianto a valle ecc.
d. le perdite di energia - espresse in valore assoluto - che si hanno nell’impianto solare termico dovute a vari
fattori quali l’accoppiamento fra pannelli solari e accumulo, collegamenti con l’impianto a valle ecc.

3. La contabilità dei certificati bianchi (TEE) ottenibili da un progetto di miglioramento della prestazione
energetica
a. deve attenersi alla disciplina della contabilità analitica delle PMI
b. deve essere preventivamente approvata dal GSE a seguito della presentazione della PPPM per i progetti
con scheda analitica
c. è fissata, per i progetti rendicontabili con scheda standardizzata, dai contenuti stessi della scheda sulla
base delle Unità Fisiche di Riferimento
d. dipende dalle condizioni ambientali

4. Dopo l’entrata in vigore del decreto 28.12.2012 non è più permessa la cumulabilità dei TEE emessi per i progetti
presentati con altri incentivi, comunque denominati, a carico delle tariffe dell’energia elettrica e del gas e con
altri incentivi statali, fatto salvo l’accesso a:
a. Fondi di garanzia e fondi di rotazione;
b. Contributi in conto interesse; Detassazione del reddito d’impresa riguardante l’acquisto di macchinari e
attrezzature.
c. Fondi di garanzia e fondi di rotazione; Contributi in conto interesse; Detassazione del reddito d’impresa
riguardante l’acquisto di macchinari e attrezzature.
d. Bandi regionali

5. Il rendimento di un sistema è pari a:


a. Energia in input diviso l’energia in output
b. Energia in output diviso l’energia in input
c. Energia in input meno le perdite
d. Energia in input meno energia in output diviso le perdite

6. Il gas che alimenta un cogeneratore può essere defiscalizzato?


a. No
b. Si, in parte
c. Si, tutto
d. Non è più possibile da 28.12.2012
7. Quale sono le unità di misura di energia e potenza nel sistema internazionale?
a. kWh, kW
b. Joule e Watt
c. kcal, kcal/h
d. kcal e KWh

8. Un impianto di trigenerazione:
a. Produce energia elettrica e, come cascame, del calore che può essere riutilizzato
b. Produce energia elettrica, termica e frigorifera tramite una pompa di calore ad assorbimento
c. Produce energia frigorifera e termica in modo contemporaneo
d. Produce energia elettrica e termica in modo contemporaneo

9. Quale è il ruolo potenziale che può svolgere l’EGE


a. ruolo di EM secondo la legge 10/91
b. ruolo di direttore tecnico per società ESCO certificate secondo la norma UNI-CEI 11352
c. ruolo di coordinatore del team previsto all’interno di un SGE secondo la ISO 50001
d. ruoli indicati ai punti precedenti e incarichi specifici di analisi e diagnosi energetica corredate di attente
analisi costi benefici, piani di realizzazione, collaudi ecc.

10. Una legge/circolare ministeriale precisa che “l’EM è una figura di supporto del decisore nell’abito dell’utilizzo
efficiente dell’energia. Nelle grandi strutture la figura del Responsabile appare equivalente a quella del
soggetto responsabile del Sistema di gestione dell’energia, come definito dalla norma ISO 50001 e si configura
come una funzione dirigenziale o comunque di livello adeguato allo svolgimento di tale ruolo”. Qu8le dei
seguenti provvedimenti normativi precisano quanto sopra?
a. DLgs 115/08
b. Circolare MISE 18/12/2014
c. Circolare MISE 219/92
d. DlGs 102/14

11. Quale è la legge che prevede la emissione delle norme UNI CEI 11352 e UNI CEI 11339?
a. DLgs 115/08
b. DlGs 102/14
c. Dlgs 192/05
d. DPR 412/93

12. La norma UNI CEI 11428 indica tra l’altro le caratteristiche che deve avere la Diagnosi Energetica, quali sono?
a. Completa e Tracciabile
b. Attendibile, Verificabile, Utile, Completa e Tracciabile
c. Ricca di informazioni, Utile e Tracciabile
d. Verificabile

13. Al REDE sono richiesti requisiti di:


a. Obiettività e competenza in campo commerciale
b. Idoneità dei subfornitori e capacità nella DL
c. Riservatezza, competenza, trasparenza, obiettività e idoneità dei sub fornitori
d. Trasparenza e Comunicazione

14. Quale delle seguenti affermazioni è falsa?


a. “Plan” è una fase del processo legato al sistema di gestione energia
b. “Do” è una fase del processo legato al sistema di gestione energia
c. “Check” è una fase del processo legato al sistema di gestione energia
d. “Verify” è una fase del processo legato al sistema di gestione energia
15. Quale delle seguenti affermazioni non è una delle priorità dello standard ISO 50001?
a. Coinvolgimento della direzione
b. Miglioramento della prestazione energetica
c. Risparmio energetico (inteso come limitazione di alcune attività per la riduzione del consumo finale)
d. Efficienza energetica (intesa come riduzione dei consumi ottenuta senza limitare alcuna attività)

16. Quale delle seguenti affermazioni è vera?


a. L’analisi energetica si riferisce esclusivamente agli usi energetici rilevanti
b. I dati relativi al consumo energetico relativo agli usi NON rilevanti non devono necessariamente essere
conservati nel tempo
c. L’individuazione dei fattori influenzanti il consumo viene fatta soltanto in relazione agli usi energetici
rilevanti
d. La baseline deve essere rivista e modificata ogni anno indipendentemente dalla presenza di variazioni o
meno relativamente all’attività aziendale

17. Quale delle seguenti affermazioni è vera?


a. La fase di “act” è immediatamente successiva alla fase di “do”
b. La fase di “check” prevede la misura e il monitoraggio in campo al fine di valutare il raggiungimento di un
miglioramento nella prestazione energetica e l’implementazione efficace del sistema di gestione energia
c. La fase di “act” può coincidere con la fase di “check”
d. La fase di “act” implica analisi in campo da parte dell’energy team senza coinvolgere la direzione

18. Quale delle seguenti affermazioni è vera?


a) Le non conformità vengono individuate durante la fase di “do”
b) Per la correzione o prevenzione di non conformità vengono messe in atto esclusivamente azioni correttive
c) Gli audit interni devono essere fatti con cadenza annuale
d) Uno degli obiettivi del sistema di gestione energia deve essere quello di avere personale qualificato coinvolto
in quei settori che influenzano maggiormente i consumi energetici degli usi rilevanti

19. Che cosa si intende per VAN (Valore attuale Netto):


a) Il VAN è il valore attuale del bene oggetto di valutazione costi-benefici
b) Il VAN è la somma algebrica di tutti i flussi di cassa attualizzati (positivi e negativi) generati dal progetto
considerato
c) Il VAN rappresenta il rendimento lordo di un progetto di investimento
d) Il VAN esprime il rapporto tra flussi di cassa positivi e flussi di cassa negativi di un progetto di investimento

20. Che cosa si intende per TIR (Tasso Interno di Rendimento ) o IRR (Internal Rate of Return):
a) Il TIR è una stima economica finanziaria dell’andamento degli interessi nel mercato
b) Il TIR è quel particolare tasso di attualizzazione che rende nulli i flussi negativi di un progetto
c) Il TIR indica il numero di periodi necessari affinchè i flussi di cassa cumulati eguaglino l'investimento iniziale
d) Il TIR è quel particolare tasso di attualizzazione che rende identici i valori dei flussi positivi e negativi di un
progetto

21. Un investimento è conveniente quando l’IRR è:


a) uguale al tasso di interesse bancario applicato alla migliore clientela
b) maggiore del tasso di interesse del capitale investito
c) minore del tasso di interesse del capitale investito
d) superiore all’8%

22. Quali sono i soggetti che possono accedere agli incentivi previsti all’art. 4, comma1, del D.M. 16/02/2016
(Conto Termico 2.0) in merito agli interventi d’incremento dell’efficienza energetica?
a) Solo le Amministrazioni Pubbliche.
b) Solo i Privati.
c) Sia le Amministrazioni Pubbliche sia i Privati.
d) Nessuno dei due.
23. La detrazione massima prevista per gli interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti è pari a:
a) 100.000 euro.
b) 60.000 euro.
c) 45.000 euro.
d) 30.000 euro.

24. Le detrazioni fiscali:


a) Sono sempre cumulabili con altre agevolazioni fiscali.
b) Non sono cumulabili con altre agevolazioni fiscali.
c) Sono cumulabili con altre agevolazioni fiscali se rispettati determinati adempimenti.
d) Sono cumulabili solo con i TEE.

25. Nel D.M. 16/02/2016 (Conto Termico 2.0) la spesa annua cumulata massima è pari a:
a) 200 mln di euro per gli interventi realizzati o da realizzare da parte dei soggetti privati e una spesa annua
cumulata pari a 700 mln di euro per gli interventi realizzati o da realizzare dalle Amministrazioni pubbliche.
b) 100 mln di euro per gli interventi realizzati o da realizzare dalle Amministrazioni pubbliche.
c) 200 mln di euro per gli interventi realizzati o da realizzare dalle Amministrazioni pubbliche e una spesa annua
cumulata pari a 700 mln di euro per gli interventi realizzati da parte dei soggetti privati.
d) Non è specificata.

26. Definizione di ESCo:


a) Energy Service Company.
b) Energy Service Provider Company.
c) Energy Service Conditioning.
d) Energy Safety Company.

27. Il GPP è anche detto:


a) Garanzia di Performance Predeterminata.
b) In italiano Acquisti Bianchi della pubblica amministrazione.
c) In italiano Acquisti Verdi della pubblica amministrazione.
d) Piano d’Azione Nazionale per gli Acquisti Verdi.

28. Energy Performance Contract: quale affermazione è vera


a) L’Energy Performance Contract (EPC) è il modello contrattuale che caratterizza di fatto, l’attività delle Energy
Service Companies (ESCo).
b) Nell’Energy Performance Contract (EPC) non sono previsti risparmi garantiti.
c) Nell’Energy Performance Contract (EPC) non sono previste prestazioni garantite.
d) L’Energy Performance Contract (EPC) è un modello contrattuale ancora non riconosciuto in Italia in ambito
pubblico.

29. Il Finanziamento Tramite Terzi:


a) Non prevede la partecipazione di un soggetto terzo che fornisce le disponibilità finanziarie necessarie alla
realizzazione dell'intervento desiderato, alla ESCO o all'utente.
b) Non è mai utilizzato dalle ESCo.
c) Prevede la partecipazione di un soggetto terzo che fornisce le disponibilità finanziarie necessarie alla
realizzazione dell'intervento desiderato, alla ESCO o all'utente.
d) E’ sempre utilizzato dalla Pubblica Amministrazione.
30. Quali possono essere le cause che accentuano la corrosione a bassa temperatura dovuta ai fumi di combustione:

a) Riduzione dell'eccesso d'aria.


b) Abbassamento della temperatura dei fumi con conseguente innesco del fenomeno della condensazione.
c) Presenza di sostanze come dolomite, ammoniaca, ossidi di zinco nel circuito fumi.

31. Il rifasamento distribuito, rispetto al rifasamento in cabina elettrica, conviene se:

a) Il carico elettrico è concentrato su pochi, grandi utilizzatori.


b) Le grandi utenze elettriche sono distanti dalla cabina elettrica.
c) Se gli utilizzatori sono in maggioranza di bassa potenza.

32. Un compressore assiale rispetto ad un compressore centrifugo:

a) Può gestire grandi portate di massa.


b) E' caratterizzato da elevati rapporti di compressione.
c) E' in grado di gestire elevati rapporti di compressione fra l'ingresso e l'uscita di ogni singolo stadio (insieme
rotore-statore).

33. Perché, in fase di diagnosi energetica, utilizzo la tecnica del benchmarking energetico?

a) Per allineare i propri indicatori energetici a quelli medi di mercato.


b) Per confrontare i propri indicatori energetici con quelli del riferimento scelto.
c) Per valutare le migliori offerte tecnologiche nel campo dell'efficienza energetica.

34. Come devo procedere per valutare correttamente i consumi energetici storici di un edificio?

a) Confrontarli con l'andamento delle condizioni climatiche caratteristiche del periodo di rilevazione.
b) Confrontarli con le modalità di utilizzo determinate nell'Attestato di Prestazione Energetica.
c) Confrontarli con le modalità di utilizzo standard, così come definite dalle norme UNI TS 11300.

35. Il fattore di Luce Diurna medio richiesto, inteso come contributo dell'illuminazione naturale all'illuminazione
ambiente è:

a) Un limite obbligatorio definito dalla legislazione nazionale.


b) Un limite di riferimento definito nel suo valore minimo dalla norma UNI 10530.
c) Un limite di riferimento definito a livello tecnico e variabile in funzione della attività svolta nell'ambiente.

36. Quando è utile proporre come soluzione i "tubi di luce"?

a) Per l'illuminamento di superfici e/o sostanze sensibili ai raggi U.V. in quanto, per loro struttura, non sono in
grado di convogliare tali frequenze.
b) Per trasportare efficacemente la luce naturale anche per distanze superiori ai 10 metri.
c) Quando il condotto si scalda molto a causa del trasporto delle radiazioni infrarosse, di conseguenza occorre
spesso prevedere un sistema di refrigerazione del condotto stesso.
37. Cosa si deve prevedere per proporre una macchina ad assorbimento al posto di una a compressione?

a) Una fonte di calore a bassa temperatura per compiere "chimicamente" la fase di compressione.
b) Una torre evaporativa o di uno scambiatore supplementare.
c) Di parti in movimento, oltre alle pompe di circolazione.

38. Nel caso di raffreddamento del condensatore di una centrale elettrica con ciclo a vapore con acqua prelevata da
fiumi o da laghi, quale parametro è necessario monitorare costantemente?

a) La differenza di temperatura tra acqua in prelievo ed acqua in restituzione.


b) La salinità dell'acqua.
c) La presenza di micro-alghe.

39. Cosa si deve prevedere in un sistema di controllo a "ciclo chiuso" rispetto ad un sistema di controllo a "ciclo
aperto"

a) La presenza di un misuratore.
b) La periodica ri-taratura manuale del sistema.
c) L'ottimizzazione delle variabili di costo del sistema.

40. Da quale fattore è possibile desumere che la temperatura dei fumi Tf è troppo alta?

a) Quando diventano eccessive le perdite lungo le tubazioni del vapore.


b) Se il tenore di CO eccede il limite di legge (0,1%).
c) Se Tf eccede ingiustificatamente il limite di condensa acida per il combustibile impiegato.

Potrebbero piacerti anche