Sei sulla pagina 1di 5

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA

Oggetto: Impianto di videosorveglianza dei locali destinati


ad uso Bar-Tabacchi

Precisazioni

a. La presente relazione, inerente al sistema di videosorveglianza dell’attività qui progettato, si propone


di realizzare un sistema di alta qualità.
b. La ripresa e l’eventuale registrazione delle immagini degli accessi esterni così come delle aree interne
dell’attività, effettuati esclusivamente ai fini della tutela del patrimonio della ditta ed il trattamento dei dati
acquisiti tramite l’impianto di videosorveglianza è fondato sui presupposti di necessità, liceità, proporzionalità
e finalità.
c. L’utilizzo dell’impianto di sorveglianza avviene nel rispetto del Protocollo d’intesa provinciale sulla
installazione dei sistemi di sicurezza antirapina nei luoghi di lavoro. L’impianto di videosorveglianza non viene
ne verrà utilizzato per esercitare il controllo a distanza dei lavoratori, così come espressamente vitato
dall’art. 4 della legge n. 300/70.
d. E’ possibile che l’impianto audiovisivo, installato per i fini e nei modi previsti dalla legge, riprenda i
lavoratori occasionalmente o anche in modo continuativo. Il datore di lavoro a mezzo il regolamento darà al
lavoratore, nel rispetto della disciplina in materia di privacy, adeguata informazione delle modalità di uso
degli strumenti e di effettuazione dei controlli e cioè, finalità dell’installazione, caratteristiche tecniche
dell’impianto, tempi di funzionamento, modalità e termini di conservazione delle immagini e soggetti
incaricati.
e. L’installazione delle apparecchiature di videosorveglianza si rende necessaria per motivi tutela del
patrimonio aziendale data la presenza di beni materiali ed immateriali di elevato valore economico o nel
caso di intromissioni o furti denunciabili.

Requisiti di rispondenza a Norme, Leggi e Regolamenti.-


Sulla base di quanto dettato dalle disposizioni di Legge e Norme vigenti alla data di stesura della
presente relazione ed in particolare per quanto riguarda:
.- INL Lettera Circolare 18 giugno 2018 prot. n. 302.- Indicazioni operative sul rilascio dei
provvedimenti autorizzativi ai sensi dell’art. 4 della Legge n. 300/1970
.- Deliberazione 8 aprile 2010 (Gazzetta Ufficiale n. 99 del 29 Aprile 2010).- Provvedimento in
materia di videosorveglianza
.- Decreto n. 37 del 22 Gennaio 2008 – Regolamento di attuazione dell'art. 11 quaterdecies, comma 13,
lettera a) della Legge n. 248 del 2 dicembre 2005, recante riordino delle disposizioni in materia di attività di
installazione degli impianti all'interno degli edifici, individua le specifiche prescrizioni:
- i progettisti di impianti (art. 5) devono realizzarli secondo la regola dell'arte (conformità alla normativa e
alle regole dell'UNI, CEI, ecc...);
- gli installatori (art. 7) devono rilasciare apposita certificazione di conformità;
- il committente (art. 8) è tenuto ad affidare i lavori ad imprese abilitate e ad adottare le misure necessarie
per mantenere le caratteristiche di sicurezza previste.
.- Decreto Legislativo 81 del 2008 (T.U. sulla sicurezza), individua specifici obblighi in caso di impianti da
collocare in luoghi di lavoro, sia per i committenti, che devono adottare le misure necessarie per
salvaguardare i lavoratori, ma anche per i progettisti, tenuti a rispettare i principi generali di prevenzione in
materia di salute e sicurezza. Sono previsti obblighi anche per gli installatori, che devono (art. 24) attenersi
alle norme in materia di salute e sicurezza.
.- Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - "Codice in materia di protezione dei dati personali",
prescrive obblighi specifici per il committente, il titolare del trattamento delle immagini acquisite, ed anche
per l'installatore, che dovrà attestare la conformità dell'intervento alle disposizioni di cui al disciplinare
tecnico in materia di misure minime di sicurezza (punto 25 dell’Allegato B al codice privacy).
.- Art.4 della Legge 20 maggio 1970, n. 300 (Statuto dei lavoratori) - Norme sulla tutela della libertà e
dignità dei lavoratori, della libertà sindacale e nell'attività sindacale nei luoghi di lavoro e norme sul
collocamento che prescrive il rispetto di regole nell'utilizzo di impianti per finalità di controllo dei lavoratori.
Infine,
.- Legge n.186 del 1/3/68 - Disposizioni concernenti la produzione di materiali, apparecchiature,
macchinari, installazioni e impianti elettrici ed elettronici.

Consistenza degli impianti.-


L’impianto è costituito dai seguenti elementi:
1) n. 3 Telecamere VIDEOSTAR, tipo BIR98FDNG
2) n. 1 Telecamera VIDEOSTAR, tipo VDIR41VE
3) n. 1 videoregistratore installato in posizione non raggiungibile dal pubblico VIDEOSTAR, tipo SME4
4) n.1 monitor, posizionato nell’area del retrobanco.

Il posizionamento delle telecamere è funzionale alla sorveglianza dei locali e degli accessi esterni e delle
aperture per le quali si ritiene necessaria la sorveglianza, così come riportato nella planimetria allegata alla
presente relazione.
Le telecamere sono state installate in modo da inquadrare le aree più esposte al rischio di furti o rapine e
la ripresa dei dipendenti può avvenire secondo il criterio dell’occasionalità esclusivamente al fine di tutelare
maggiormente i beni aziendali e la sicurezza.
Le immagini riprese da tutte le telecamere verranno registrate su unità hard disk attraverso l'apposito
videoregistratore di cui al punto 3) della presente relazione.
L'apparecchiatura di registrazione, nonché gli accessori per il funzionamento sono stati collocati in modo
da garantirne la sicurezza.
I dipendenti ed i clienti sono informati con appositi cartelli esposti sia all'esterno sia all'interno dei locali
dell'impresa.

Le telecamere installate sono dei seguenti tipi:


♦ Telecamera marca VIDEOSTAR, tipo BIR98FDNG (colore grigio).
Telecamera bullet IR per interno con sensore CCD a colori da 1/3”, con filtro meccanico ad alta
risoluzione (800TVL), sensibilità 0.01 Lux con IR ON, prodotto da Sony (Sony Super HAD II 960H) capace di
funzionare in situazioni di luminosità critiche offrendo sempre un’eccellente qualità d’immagine, grazie anche
all’ otturatore elettronico regolabile e la compensazione del controluce (BLC) automatica. L’illuminatore IR da
24 LED infrarossi integrati permettono al dispositivo di funzionare anche in assenza di luminosità d’ambiente
(sino a 15~20 metri con immagini in bianco e nero).
La telecamera BIR98FDNG con ottica fissa da 3,6 mm, Alimentazione 12Vdc, Staffa triassiale, ha un
robusto chassis in alluminio resiste alle condizioni atmosferiche più estreme (da - 10°C a + 45°C).
Queste riassumono le seguenti caratteristiche:
 Caratteristiche: BIR98FDNG
 Obiettivo: Ottica fissa da 3,6 mm con doppio vetro anti-riflesso
 Sensore: CMOS 1/3” PixelPlus
 DSP: Proprietario
 Pixel effettivi:
 Sistema di scansione: Interlacciato
 Risoluzione Orizzontale: 800 TVL a colori
 Uscita Video: CVBS 1.0Vp-p / 75 Ohm
 Rapporto S/N: >52 dB con AGC OFF
 Illuminazione Minima: 0.1Lux IR OFF , 0.01Lux IR ON
 Illuminatore IR: 24 Led IR da 850 nm , portata 15~20m
 Velocità Shutter: Da 1/50 a 1/100.000 sec sec
 Controllo Guadagno: Automatico
 Luminosità: Automatica
 Day & Night: Filtro Meccanico Rimovibile (ICR)
 Alimentazione: Alimentazione 12 Vdc
 Assorbimento: Max 250 mA con IR On
 Temperatura in funzione: -20°C ~ 45°C
 Staffa: Triassiale con passaggio cavi in dotazione
 Dimensioni: 68 x 68 x 130,5 mm
 Peso: Circa 0,15 Kg
 Colore Custodia: Grigio

Telecamera IR98FDN tipo bullet IR per interno con sensore CCD a colori da 1/3”, ottica fissa 3,6mm.

♦ Telecamera marca VIDEOSTAR, tipo VDIR41VE (colore grigio).


Questa del tipo Dome integra un sensore CCD a colori da 1/3” prodotto da Sony (Sony Super HAD II
960H) capace di funzionare in situazioni di luminosità critiche offrendo sempre un’eccellente qualità
d’immagine (grazie anche all’otturatore elettronico regolabile e la compensazione del controluce (BLC)
automatica). I 36 LED infrarossi integrati permettono al dispositivo di funzionare anche in assenza di
luminosità d’ambiente (sino a 25 metri con immagini in bianco e nero). La Camera VDIR41VE può essere
utilizzata in ambienti indoor e facilmente fissata a soffitto.
Questa riassume le seguenti caratteristiche:
 Telecamera Vandal Dome IR 960H per esterno
 Obiettivo: Varifocal 2,8 ~ 12mm con doppio vetro antiriflesso
 Sensore: CCD 1/3" Sony Super HAD II 960H
 DSP: Sony Effio-E
 Pixel effettivi: 976 x 582
 Sistema di scansione: Interlacciato
 Risoluzione Orizzontale: 700 TVL a colori
 Uscita Video: CVBS 1.0Vp-p / 75 Ohm
 Rapporto S/N: >52 dB con AGC OFF
 Illuminazione Minima: 0,001 Lux IR OFF , 0 Lux con IR accesi
 Illuminatore IR: 36 Led IR da 850 nm , portata 25~30 mt
 Velocità Shutter: Da 1/50 a 1/100.000 sec sec
 DSS: --
 Luminosità: Regolabile
 Controllo Guadagno: Regolabile
 Controluce: OFF / BLC / HLC regolabili
 Day & Night: Filtro Elettronico
 DNR: 2D-DNR
 Mirror: On/Off (Orizzontale)
 Zoom digitale: --
 Privacy Mask: Supportata, 4 aree selezionabili
 Motion Detection: Supportata, 4 aree selezionabili
 Funzioni Speciali: ATR, BURST, OSD
 Alimentazione: Alimentazione 12 Vdc
 Assorbimento: Max 380 mA con IR ON
 Temperatura in funzione: -10°C ~ 50°C
 Staffa: Regolazioni triassiali consentite
 Dimensioni: Diametro 120 x 90 mm
 Peso: Circa 0,800 Kg
 Grado di protezione: IP66
 Colore Custodia: Bianco

Telecamera VDIR41VE tipo Vandal Dome IR 960H per esterno;CCD 1/3” SONY SUPER HAD II 960H, DSP EFFIO-E ;D&N
con Filtro elettronico;Risoluzione 700 TVL ;Sensibilità 0,001 Lux con IR OFF ;Illuminatore IR da 36 Led, portata 25~30
m;Ottica Varifocal 2.8~12 mm;Contenitore bianco e regolazioni triassiali,Alimentazione 12Vdc,IP66

Il DVR installato è il seguente:


Il videoregistratore DVR installato è un registratore digitale compatto marca VIDEOSTAR, modello
SME4. Questo consente sia la visualizzazione in diretta, sul monitor collegato (tramite VGA o Video RCA) dei
8 flussi video ripresi dalle Camere, che la registrazione (utilizzando il codec H.264 su disco da 3,5” interno) in
modalità continua, schedulata, su evento (Motion Detection o da eventuale sensore esterno) o forzata.
L’utilizzo di cavi ETH Cat 5 (sino a 100mt) per la connessione alle videocamere (sullo stesso cavo viaggia
l’alimentazione, il segnale audio e video) permette di migrare l’infrastruttura verso IP, senza ulteriori costi di
cablaggio.
Il videoregistratore DVR può essere collegato, tramite il cavo di rete, direttamente alla LAN ed essere
gestito e controllato anche da remoto, in maniera semplice ed intuitiva in qualunque momento e luogo,
tramite un PC o portatile collegato in Internet (o Intranet) utilizzando un browser web, oppure da piattaforme
mobili quali Android, iPhone ed iPad.
Questo è un DVR a 4 ingressi video composti. La connessione alla telecamere avviene tramite cavo CAT 5
(sino 100mt) riutilizzabile per migrazione su IP. Uscita VGA/RCA per la connessione ad un monitor locale.
Controllo locale/remoto tramite connessione alla LAN da PC (internet Explorer) oppure da piattaforme mobili
3G quali: Android, iPhone, iPad. Protocollo H.264 per registrazione.
Questo videoregistratore VIDEOSTAR, modello SME4 riassume le seguenti caratteristiche:
 Compressione Video: H.264
 Sistema Operativo: Embedded Linux
 Segnale Video: PAL
 Multiplexing: Pentaplex (Live, Registrazione, Play, Backup, Network)
 Ingressi Video: 4 Ingressi video compositi
 Uscite Video: 1 BNC
 Uscite HDMI: 1 Uscita HDMI (1920x1080p)
 Uscite VGA: 1 Uscita VGA (1920 x 1080p)
 Velocità di registrazione: 4 Ch 960H @ 25 IPS
 Playback: 4 Ch simultaneamente
 Ingressi/Uscite Audio: 1 Ingressi RCA / 1 Uscita RCA
 Ethernet: 10 / 100 Mbps (RJ45)
 Ingressi/Uscite Allarme: –
 Porte USB: 2 Porte USB (2 posteriori)
 Interfaccia GUI: GUI in lingua Italiana gestibile mediante Mouse, Tastiera
 Formato file Archivio: AVI
 Server NTP: Supportato
 Auto DST: Supportato
 Qualità registrazione: Programmabile 4 livelli di qualità
 Modalità registrazione: Manuale, Programmato, Allarme, Motion detection
 Pre-Allarme: - -
 Motion Detection: Supportato , 15x12 aree di rilevazione , 8 livelli di sensibilità
 Controlli PTZ: Tramite Porta Seriale RS-485 , 32 protocolli disponibili
 POS: - -
 Multi-Lingua: Si Inglese ed Italiano
 Software di gestione: Internet Explorer , sw CMS per la gestione di 64 telecamere in lingua Italiana
, sw di gestione da MAC , applicativo da mobile con visualizzazione multicanale , riproduzione del
registrato , zoom in live e playback , funzione PUSH video su evento
 Comunicazione: 3G iPhone / iPad / Android
 Funzioni Speciali: Supporta modem USB 3G , DDNS proprietario gratuito e con registrazione
automatica , invio di email per motion o allarme con immagine allegata , possibilità di invio email
attraverso SSL , invio file su server FTP per evento
 HDD: Fino a 1 HDD Sata (max 3 TB)
 Dispositivi di backup: USB Pen Drive, HDD, Network
 Dimensioni: 230 x 315 x 40 mm
 Alimentatore: 12 Vdc 2°
 Consumo energetico: 15 W (senza HDD)
 Certificazioni: FCC / CE

Videoregistratore Digitale 4 Ch Analogici, Pentaplex, Registrazione 4 Ch 960H @ 25 IPS, Codec Hardware


H.264, Uscita BNC, VGA

Gestione del sistema di videosorveglianza.-

II posizionamento delle telecamere è funzionale alla sorveglianza dei locali, dell’accesso esterno
principale e dell’accesso e apertura per le quali si ritiene necessaria la sorveglianza, così come riportato nella
planimetria allegata alla presente relazione. Più precisamente:
1) tre telecamere posizionate all’interno dei locali destinate alla sorveglianza dei due ingressi comprendo
l’area di tutto l’ambiente;
2) una telecamera tipo DOME installata sopra la postazione del registratore di cassa;
3) un videoregistratore installato in luogo non raggiungibile dal pubblico utente del locale,
4) un monitor installato nel retrobanco.

I dipendenti ed i clienti sono informati con appositi cartelli esposti sia all'esterno sia all'interno dei
locali dell'attività.
L'impianto di videosorveglianza sarà in funzione 24 ore su 24 anche nelle giornate di chiusura.
Fatta salva la visione da parte delle forze dell'ordine, a seguito della messa a disposizioni delle
autorità competenti per fatti delittuosi e utilizzabili esclusivamente a titolo di prova giudiziale, la visione delle
registrazioni potrà avvenire solo in presenza del titolare dell’attività o, se impossibilitato, da un suo eventuale
sostituto. A tal fine il sistema provvederà la visione solo attraverso l'inserimento di una doppia password
(ovvero di doppia chiave se l'apparecchiatura di registrazione dovesse essere installata in apposito armadio)
di cui una in possesso del titolare dell'esercizio e una del rappresentante sopraindicato.
La visualizzazione delle immagini non potrà costituire supporto all'accertamento dell'obbligo di
diligenza del lavoratore (o essere occasione indiretta per tale accertamento) e dell'adozione di provvedimenti
sanzionatori.
Non è previsto alcun collegamento diretto con le forze dell'ordine e pertanto non sarà possibile la
visione in tempo reale delle immagini da postazione remota.
Le inquadrature delle telecamere sono tali da cogliere un'immagine il più pertinente possibile ai soli accessi ai
locali evitando, il più possibile, di inquadrare i luoghi circostanti non pertinenti al patrimonio aziendale. E’
possibile che l’impianto audiovisivo, installato per i fini e nei modi previsti dalla legge, riprenda i lavoratori
occasionalmente o anche in modo continuativo. Il datore di lavoro a mezzo il regolamento darà al lavoratore,
nel rispetto della disciplina in materia di privacy, adeguata informazione delle modalità di uso degli strumenti
e di effettuazione dei controlli e cioè, finalità dell’installazione, caratteristiche tecniche dell’impianto, tempi di
funzionamento, modalità e termini di conservazione delle immagini e soggetti incaricati.
Il trattamento dei dati ricavati dal sistema di videosorveglianza spetta esclusivamente al
Responsabile, ai soggetti da questi nominati e all'Autorità Giudiziaria e di Polizia. Ad ogni altro soggetto non
compreso nell'elencazione precedente è inibita sia la visione sia la disponibilità delle immagini e dei dati
rilevati dal sistema.
Le immagini riprese dalle telecamere saranno conservate per un periodo di 24 ore successive alla
rilevazione, fatte salve speciali esigenze di ulteriore conservazione in relazione a festività o chiusura di uffici,
nonché nel caso in cui si debba aderire ad una specifica richiesta investigativa e dell’Autorità Giudiziaria o di
Polizia Giudiziaria, dopodiché le immagini si sovrapporranno alle precedenti, cancellandole.
Su richiesta dell’Autorità Giudiziaria o della Polizia Giudiziaria, le sole immagini utili alla ricerca dei
responsabili saranno riversate, a cura del Responsabile del trattamento, su un nuovo supporto informatico, al
fine della loro conservazione in relazione agli illeciti o alle indagini.