Sei sulla pagina 1di 3

Verbale assemblea 25-10-10

Inizio ore 14.00

ODG

1. report analisi e proposte


2. date nazionali 30 ott, 17 nov
3. edisu
4. lettera pellizzetti-berlusconi
5. varie ed eventuali (questionari univ)

Davide fa un introduzione: Cota si è preso l’impegno di mantenere i finanziamenti dell’edisu alle


cifre degli anni passati (presidio salone del gusto). Il rettore ha mandato una lettera al pres. Del
consiglio puntualizzando come l’università italiana abbia bisogno di più finanziamenti. Il gruppo
analisi esporrà i dati raccolti in vista di nuove proposte.

1: report analisi e proposte


Zoll. Il gruppo ha iniziato a dividersi i compiti: - edisu: perché questa mobilitazione dei borsisti?
Cosa succederà al diritto allo studio? – legge: è tornata alla camera, come cambierà? Si analizzerà la
legge – bilancio: rapporto degli sprechi dell’unito per cercare anche di capire cosa cambia con la
diminuzione dei fondi (aula studio di mate venduta a sanpaolo) – meritocrazia: quali sono i criteri di
meritocrazia reali della riforma? . il gruppo analisi creerà dei documenti e dossier che argomenti la
nostra protesta.Processo di Bologna: criteri di meritocrazia degli atenei, valore legale della laurea
Jacopo: un analisi su quale si il ruolo dell’università negli ultimi 20anni? Si prenderà in consid. Per
il gruppo analisi.
Baima: il cambiamento dell’uni in tutta europa è legato al processo di Bologna.
Zoll: questo è un argomento è a lungo termine tra le scadenze perché il gruppo non ha le forze per
fare tutto insieme
Baima: spiega cos’è il processo di Bologna.
Il processo di bologna-lisbona è un processo avviato dall’eu per la trasformazione dell’univeristà in
europa. Riguarda teoricamente l’aumento dei fondi, e un processo che avvia un università più
finalizzata al mondo del lavoro che alla diffusione dei saperi (creazione del ciclo 3+2).
3: edisu
Franceschina: edisu ente che cerca di tutelare il diritto allo studio con borse, residenze, slae studio,
mense e quant’altro. Per il prossimo anno sono stati previsti forti tagli sia da parte del ministero che
dalla regione. Per la regione il taglio previsto è di 19 milioni in meno. Passando così da 25 a 6. per
il mi nistero il taglio è di 6 milioni, da 12 a 6. con questi tagli l’edisu non potrà sopravvivere. A
torino vi sono 1700 posti in residenza gratuita grazie all’edisu, con i tagli saranno solo più 300. con
i tagli è stata messa a rischio anche la 2 rata delle borse di quest’anno. I borsisi ed i residenti si sono
mobilitati, in particolare al salone del gusto, cota è stato fermato ed ha risposto agli studenti ha
risposto che avrebbe cercato di salvare tutte le borse delgi anni precedenti. Il timore è che le soglie
isee si abbassino troppo, per i talgi del governo cota ha risposto di “saper cosa fare”. È importante
continuare a protestare per passare dalle parole ai fatti. Già con la giunta bresso vi erano stati
tagliati dei fondi, di cui si chiede il reintegro. Se i fondi re4gionali fossero ripristinati non sarebbero
comunque sufficienti a garantire tutti i servizi dell’edisu, a causa dei tagli del ministero. I borsisti ed
i residenti edisu si sono coordinati, il prossimo appuntamento è per giovedì 28 alle 18.00 alla
residenza borsellino (presso politecnico). Cerchiamo di prendere a cuore tutto ciò!
Davide ricorda che è meglio discutere tutti insieme ed invita l’ assemblea a fare interventi.
Davide: oggi il poli in piazza castello dalle 15.30 con flashmob.
X: ricordo che tutte le sale studio sono dell’ edisu, bisognerebbe informare chi le utilizza che rischia
di perderle. Così si potrebbe giungere a risultati concreti ed a mobilitazioni più vaste
Marta: domanda se il gruppo comunicazione abbia già ragionato su come strutturare le informazioni
sull’edisu e avvalla l’idea di X.
Franceschina: consiglia di inserirsi nelle mailing list edisu per essere tenuti aggiornati, e di inserire
le notizie edisu nei volantini soliti.
Baima: si potrebbero inserire i volantini nel forum per poterne diffondere:
Filippo:ve ne sono già, si invita tutti a guardare www.collettividiscienze.forumfree.net sez.
volantini.
Paolo pinto resp. Comunicazione invita tutti a partecipare al gruppo che ha bisogno di molte menti
che lavorino! pintodionisio@live.it.
Davide: il gruppo volantini non è un onere eterno, si può aiutare anche saltuariamente! Magari in
concomitanza con spostamenti personali (es sale studio, sedi differenti, ecc…). parlando poi con più
gente possibile si possono creare iniziative molto migliori!

Marta: ricorda di non utilizzare la mailing list per notizie inutili ma soprattutto per
comunicazione di attività e appuntamenti importanti, non rispostine, piuttosto utilizzare il
forum.

2: date importanti
Zoll: ricorda il 30 ottobre la grande manifestazione a napoli, nazionale del mondo della conoscenza.
Il 17 novembre è la giornata degli studenti, di può fare un corteo nazionale. 4 dic acqua pubblica, 11
dic possibile sciopero generale. La riforma ha slittato il suo iter ma non ad eternum, dunque
potrebbe essere utile
Francesco: 28 ottobre proposto dai medi, spostata al 29, ilcoord dei medi si sta spezzando : gente
che va gente che viene.
Non sembra data sicura, pensiamoci bene.
Davide: il 30 ottobre è a napoli, si deve scegliere se scendre o organizzare a torino una data. Dove
vogliamo mettere le nostre forze?
Filippo: 30 ottobre: manifestazione nazionale, fimrata da coordinamenti precari della scuola della
campania. A torino per il momento non si è ancora mosso niente, cosa si fa?
Chiara: per il 30 non è molto convinta, si è molto carichi ma si rischia di sfiancarsi e sprecare le
energie. Si riduce tutto poi solo a cortei che rischiano di essere sminuiti, è più importante
volantinare e partecipare ai gruppi di lavoro, che sono molto importanti!
Zoll: la data di napoli non è nazionalizzabile, ma importante pe r ricordare che la protesta non si
ferma!
Davide: non si farà nulla, ma ci si concentrerà per i gruppi di lavoro.
Baima: 17 novembre è la giornata dello studente, tipicamente si svolge una manifestazione su
tematiche legate al diritto allo studio, organizzata un tempo soprattutto da UDU, ora anche da altri
gruppi. Ovviamnetne anche da tutte le realtà cittadine, non si sa però come funzionerà.
Zoll: si è proposto a roma, lì tutte le realtà hanno deciso di parteciparvi, organizzato da UDU, ma si
può pensare di creare qualcosa di concomitante, magari con psezzoni nostri a roma.
Davide: è data nazionale ( in tutte le città). Tutti i poli d’ateneo dovrebbero sviluppare.
Marta: le date nazionali sono sempre molto belle e produttive, ma preferisco sempre appuntamenti
nazionali ma distribuiti sul territorio. Di potrebbe dunque pensare di fare qualcosa qui a torino,
definendo modalità e creando nstri striscioni.
Jacvopo: accordo con marta, idea di, in aggiunta la corteo, coordinandosi con le altre università
partendo dalle proprie facoltà, congiungendosi poi con tutti.
Giulio. Per jacopo, c’è il problema che per alcune facoltà (es biotech) non si riesca a coordinarsi,
sarebbe meglio coordinarsi come assemblee.
Laura: il 17 è giornata del diritto allo studio.
Marta: probabilmente anche alcuni sindacati (cgil) si muoveranno.
Zoll: propposta di partire, un gruppo da fisica con giro biologia e matematica.
Davide: si dovrà istituire il gruppo “raccolta” nelle varie sedi che scaldando gli animi prepri all’
arrivo del corteo.
Chiara: si può far riferimento a me per saperne di più si può contattare lei
(kiarja.bedin@gmail.com) che manderà un amil in mailing list, è importante avere un referente per
facoltà. Importante! Proponetevi in molti!
Davide: vota per il 17: si approva la mobilitazione del 17!!!!!!!!
Davide: modalità: corteo ad accentramento unico o a partenza da ogni facoltà?
Marta: idea di fare colazione in corso massimo? (o altro luogo di fastidio)
Marta: che significato politico nella colazione ?
Davide: votazione: si propone di partire con il corteo dalle varie sedi.
Si esprimono i contrari:Bruno: può essere difficile per motivi logistici raggiungere il corteo.
Risposta: lo si raggiunge in corsa anche a metà. Davide il 14 era venuto molto bene (coordinandosi
magari con il poli).
Giuliano: si ritiene di chiudere velocemente l’ assemblea.
Simone: secondo me se non adiamo nelle singole facoltà a rompere le scatole non avremo una
grande partecipazione, sarà importante dunque captare gente in modo forte.
Simone: idea di scendere in camice.
Serafina: per il gruppo altra riforma? Chiedo maggiori informazioni.
Dario: ha già iniziato a lavorare, fate riferimento a me . Si è gia creato un questionario per
raccogliere dati tra gli studenti. Chiunque fosse interessato mi contatti a dario.cottafava@gmail.com

Prossimo appuntamento per l’ assemblea: a geologia, tra circa 10 giorni (dal 2 al 4) per disponibilità
delle aulee.

Si rocorda che ora il politecnico è in piazza Vittorio alle 15.30! tutti invitati!

Fine ore 15.15

Valuta