Sei sulla pagina 1di 31

{/

MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

MANUALE D'USO E MANUTENZIONE

ALlMENTATOREICARICA BATTERIE PER SERVIZI GENERALI NAVE EDGE

lJ
Firma Data Archiviazione

Preparato LupiS. 10-05-99 Directory:

manualitecniciscs
r1
i Approvato Bonfoco M. 11-05-99
l J

File:

II Funzione Qualita Lamberti Alberto 12-05-99


3504600MT-141TA

r~
Pagina 1 di 26
l~
r
b
l.
l. MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

l STATO DELLE REVISIONI

[
AGGIORNAMENTO DATA FIRMA

[ EMISSIONE

[
r

[ NATURA DELLE REVISIONI

r'

r'
I
l ,

r'

l J

( ,

l .

Pagina 2 di 26
MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

INDICE

Capitolo I

1.0 Introduzione

1.1 Norme di sicurezza

Capitolo 1\

2.0 - Descrizione della fornitura


2.1 - Tipo di raddrizzatori
2.2 - Funzionamento dei raddrizzatori
2.2.1 Interruttori di rete
2.2.2 Fusibili
2.2.3 Accessori
2.3 Cicli di carica

- Capitolo III

3.0 - Caratteristiche tecniche


3.1 - Caratteristiche elettriche del carica batterie SGN
3.1.1 - Rete d'alimentazione lato corrente alternata
3.1.2 - Erogazione totale lato continua
3.1 .3 - Erogazione lato batteria
3.1.4 - Erogazione verso iI carico collegato a valle del chopper
r'
l 3.2 - Caratteristiche elettriche del carica batterie DGE
3.2.1 - Rete d'alimentazione lato corrente alternata
r' 3.2.2 - Erogazione lato batteria
l )
3.3 - Caratteristiche meccaniche
3.4 - Caratteristiche ambientali
l J

( 1
- Capitolo IV
l )

4.0 - Regolatori di tensione


4.1 - Introduzione
4.2 - Regolatore switching tipo chopper

Pagina 3 di 26
L
L
l MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14
[
- Capitolo V
[
5.0 - Ausiliari di segnalazione e allarme
5.1 - Segnalazioni di stato
[ 5.2 - Segnalazioni d'allarme

- Capitolo VI
[
6.0 - Ricezione del quadro
[~ 6.1
6.2
-
-
Introduzione
Ricezione
6.3 - Merce che deve sostare a magazzino
6.4 - Merce che deve essere immediatamente installata

- Capitolo VII

7.0 - Messa in servizio


7.1 - Introduzione
7.2 - Operazioni preliminari
7.3 - Sistemazione meccanica
7.4 - Interconnessioni elettriche
7.4 - Prova funzionale

- Capitolo VIII

8.0 - Ricerca guasti


8.1 - Introduzione
8.2 - Avarie e provvedimenti

r' - Capitolo IX
,
l ;

9.0 - Manutenzione
9.1 - Introduzione
l J 9.2 - Parti magnetiche
9.3 - Parti elettroniche di potenza
9.4 - Parti elettroniche di controllo
l , 9.4 - Parti elettromeccaniche e meccaniche
9.5 - Ausiliari

Pagina 4 di 26
l~

[
MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14
[ CAPITOLO

1.0 - INTRODUZIONE
[
II presente manuale descrive I'alimentatore/carica batterie fornito dalla S.C.S. S.r.1.
per Ie costruzioni Fincantieri 6027-6028-6029-6030
[
[
o 0 Strumenti lngresso

[ i§:l l"iJ

tQ}tQ} Interruttori Principoli

r
'10 :1";
"'
0
L---=::::-,,:==:::==
~"
I
Carico botterie S.G.N.

l 'I [i]EJQO I Carico batterie D.G.E.

"., ''I

[ D Strumenti Uscito

b4'"b'4;;;'b'tX#..t:::J I
[
Interruttori di distribuzione

Chopper

[
Morsettiere

[ ,

r'
i
l j

( ,

( ,

l ;

[,
Fig. 1.1 Disegno di disposizione
i r'
Pagina 5 di 26
l~

['
L
l
l MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

r 1.1 NORME 01 SICUREZZA

ATTENZIONE:
[
- AlI'interno del quadro elettrico vi sana tensioni pericolose e pertanto la sua manutenzione
dovra essere affidata a personale competente ed istruito sui rischi derivanti da contatti
[ accidentali con parti elettriche in tensione.

- Evitare che acqua e/o altri oggetti entrino nell'apparato e ricordare che Ie batterie sana
e
permanentemente collegate ed il loro collegamento attuato mediante dei sezionatori a
fusibile

- Con rete presente ed apparato collegato, anche se gli interruttori d'ingresso sana in
posizione OFF, all'interno possono esserci tensioni pericolose.
r
l.

[ ,

(,
I
I
l )

r )

, )

Pagina 6 di 26
l
L
l MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14
[ CAPITOLO II

2.0 DESCRIZIONE DELLA FORNITURA


l La fornitura in esame e costituita da un quadro elettrico al cui interne sono disposti
due cariche batterie rispettivamente dedicate ai Servizi Generali Nave (SGN), al Diesel
l Generatore di Emergenza (DGE) ed un chopper stabilizzatore di tensione.
Con riferimento alia fig. 1.1 in alto e disposto il cassetto del carica batterie SGN,
subito sotto di quello del DGE, quindi iI pannello degli interruttori di alimentazione e quelli
rl di distribuzione a 24Vcc. Scendendo sotto al pannello, nella parte posteriore e disposto il
chopper.

l Nella parte piu bassa del quadro sono disposte Ie morsettiere di ingresso/uscita ed i
due trasformatori dei carica batterie SGN eDGE.

f 2.1 Tipo di raddrizzatori

[ I raddrizzatori descritti in questa manuale hanno una architettura del tipo mostrato
nello schema unifilare di Fig. 2.1.1

(m
l (R> (E)
(D
TRRSr[JMlTlJlE
D'ISD.R1'[NTD
CIRCUITD
RRDIJ1IZZRTlJlE
(E>
"~
- ~

-----
JE *
L 0-- I- - ~
rILTRll CIRCUITD rILTRll
D' I,.,;R[55D 01 - O'LE£ITR LE£ITR
n~ POTENZA 1\ ~
NO-- I- - f----

r'
----- '-.../

I,
l "
(5)
(F)
lOUT

VDUT

r l

SE6tR.RZIDNE ( H)
t j FNJRIR

r 1

l }

Fig. 2.1.1
Pagina 7 di 26
~

s.c.s.
STATIC
[ CONVERTER
SYSTEMS
S.r.1.
{
MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

I Come si puC> vedere dallo schema


fondamentalmente di otto parti:
I'apparecchiatura si compone

{ A) Filtro d'ingresso - elimina eventuali disturbi che potrebbero


arrivare dalla linea di alimentazione

[ B) Circuito di potenza - esegue la conversione da corrente


continua a corrente alternata

r C) Trasformatore d'isolamento - isola la linea d'ingresso da quella


d'uscita e contemporaneamente abbassa la tensione

r ~
D) Circuito raddrizzatore - esegue la conversione da corrente

[~
alternata a corrente continua

E) Filtro d'uscita
[,
F) Visualizzazioni - fornisce informazioni all'utente sullo state
dell'apparecchiatura e sulla situazione di carica
[ G) Controllo e regolazione

[ ,
H) Segnalazione anomalia - permette la segnalazione remota (ad
esempio ad un personal computer dotato di ingresso opportuno)
dello state di anomalia dell'apparecchiatura
[ ,

2.2 Funzionamento

Questi dispositivi, studiati per soddisfare I'esigenza di caricare in


modo completamente automatico e corretto Ie batterie, sono
realizzati utilizzando sofisticate tecniche switching cosi da ottenere
grande potenza, elevato rendimento (>80%), dimensioni e pesi
r 1 ridotti.
i
l j
II cicio di carica inizia non appena e alimentato I'apparato e non e
r 1 necessario spegnerlo alia fine.
l )
Con questi dispositivi e possibile anche alimentare
contemporaneamente delle utenze in bassa tensione.

Tutti i carica batterie sono protetti contro iI cortocircuito, iI


,[l sovraccarico e la sovratemperatura.

!
Pagina 8 di 26
['

r
l:
[

l MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

[
2.2.1 Interruttori di rete
[
Gli interruttore di rete sono stati dimensionato in considerazione della corrente di
corto circuito all'ingresso dell'apparato, della corrente erogata dal raddrizzatore, della
[ corrente di magnetizzazione del trasformatore di potenza, di eventuali sovraccarichi e di
criteri di selettivita delle protezioni.
[ ,

[ , 2.2.2 Fusibili

Sono montati all'ingresso/uscita del raddrizzatore e svolgono la funzione di


protezione contro i sovraccarichi, od a cortocircuiti a valle.
[ La principale caratteristica dei fusibili posti a monte della formazione raddrizzante e
di essere molto rapidi e con energia di fusione inferiore a quella dei semiconduttori da
proteggere.
l
[ ,

2.2.3 Accessori
[ Sono considerati accessori tutti i componenti quali i derivatori (shunt), Ie resistenze
di zavorra, Ie schede di interfaccia, i deviatori per gli strumenti a frontale e quanto altro
[ sia complementare al funzionamento dell'apparato.
Le lora funzioni elettriche sono di per sa chiare esaminando iI fascicolo disegni
allegato.
l~
l;
[1

Pagina 9 di 26
~
[

l MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

[ 2.3 Cicli di carica

l
[ORRENTE
[ 1
! TEN5IONE

[
,

R -+----1---------,

E -+- _
/ CORRENTE

?IDNE
[-+--------r--+--\------
[
[
----+ --+- +- -1- TE~1PO
r' ~-- D ----.-I (HR)

~------[-------.-l

[
r' FIGURA 2

La figura 2 rappresenta iI cicio di carica standard per Ie


, [ , batterie al nichel cadmio.
II cicio inizia con una carica a corrente costante (A) e
continua fino ache la tensione non raggiunge iI valore di 1,65
volt/elemento (B). Dopo di che si ha un passaggio a tensione
[: costante (sempre a 1,65 V/el) per un periodo selezionabile tra
50sec e 2hr (D).
Trascorso questa periodo avviene la commutazione in
tampone e la tensione applicata aile batterie passa a 1,4
volt/el (C).
r1
i
l )

[~

['
Pagina 10 di 26
['

l
l:
l
l MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

l
CORRENTE
I 1
i TEN5IDNE

I
[
R

E
v?IDNE CORRENTE

[ /I \

~ ~
I
l F'

_ TEMPO
l I2l I2l
[
D <HR)

I
FIGURA 3
[

I La figura 3 rappresenta il cicio di carica standard per Ie batterie al


piombo a vasa aperto 0 ermetico.
l' II cicio inizia con una carica a corrente costante (A) e continua fino
ache la tensione non raggiunge il valore di 2,4 voltlelemento (B).
Dopo di che si ha un passaggio a tensione costante (sempre a 2,4

l~ V/el) fino ache la corrente non decresce a circa i114% della


corrente di carica (A). II periodo D variera secondo iI tipo di
batteria.
(1
! ! A questa punta awiene la commutazione in tampone e la tensione
I J
applicata alia batteria passa a 2,27 voltlelemento (C).
r 1

l ,
e
N.B. 1) Non necessario sconnettere la batterie al termine
della carica.
e
2) II tempo di ricarica (E) funzione della capacita della batteria e della
corrente di ricarica impostata.
3) II cicio di carica inizia non appena e accesa I'apparecchiatura.

Pagina 11 di 26
MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

CAPITOLO III

3.0 CARATTERISTICHE TECNICHE

In questa capitolo sono raccolte Ie principali caratteristiche tecniche dei due


raddrizzatori SGN eDGE.

3.1 Caratteristiche elettriche del carica batterie SGN

3.1.1 Rete di alimentazione lato corrente alternata

3.1.1.1 - Tensione nominale (Vca): 440


3.1.1.2 - Variazione nominale tensione (± % ) 10
3.1.1.3 - Frequenza nominale (Hz): 60
3.1.1.4 - Variazione nominale frequenza ± % 10
3.1.1.5 - Numero delle fasi: 3
3.1.1.6 - Corrente simmetrica di corto circuito (KA): 7,5

3.1.2 Erogazione totale lato continua

3.1.2.1 - Tensione nominaIe del sistema (Vee): 24


3.1.2.2 - Massima tensione di uscita (Vee): 31,24
3.1.2.3 - Corrente fornita aile utenze (Ace): 35
3.1.2.4 - Massima corrente erogabile (Ace): 48

3.1.3 Erogazione lato batteria

3.1.3.1 - Tensione nominale del sistema (Vee): 26,4


i'l; 3.1.3.2 - Massima tensione fornibile alia batteria ( V): 35
3.1.3.3 - Corrente di carica a fondo (Ace): 5
3.1.3.4 - Durata della carica temporizzata (ore): 50sec/2ore
3.1.3.5 - Tensione di commutazione fondo/mantenimento (V): 33
3.1.3.6 - Tensione di mantenimento e/o tampone (Vee): 30,14
11
I
l j
3.1.4 Erogazione verso iI carico collegato a valle dei chopper

3.1.4.1 - Tensione nominale del sistema (V): 24


3.1.4.2 - Variazione della tensione sui carico
durante la carica a fondo (V): +/-1%
3.1.4.3 - Tensione sui carico durante la carica
Pagina 12 di 26
~

l
[
MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

[ di mantenimento (V cc): 24
3.1.4.4 - Corrente complessiva erogabile al carico (A): 35

[
3.2 Caratteristiche elettriche del carica batterie DGE

[ 3.2.1 Rete di alimentazione lato corrente alternata

3.2.1.1 - Tensione nominale (Vca): 440


I 3.2.1.2 - Variazione nominale tensione (± % )
3.2.1.3 - Frequenza nominale (Hz):
10
60
3.2.1.4 - Variazione nominale frequenza ± % 10
[ 3.2.1.5 - Numero delle fasi: 3
3.2.1.6 - Corrente simmetrica di corto circuito (KA): 7,5

[
3.2.3 Erogazione lato batteria
[ 3.2.3.1 - Tensione nominale del sistema ( Vee): 24
3.2.3.2 - Massima tensione fornibile alia batteria ( V): 28,8
[ , 3.2.3.3 - Corrente di carica a fondo (Ace): 25
3.2.3.4 - Durata della carica temporizzata (ore): 50sec/2ore
3.2.3.5 - Tensione di commutazione fondo/mantenimento (V): 27,36
[ 3.2.3.6 - Tensione di mantenimento e/o tampone (Vee): 26,76

[ 3.3 Caratteristiche meccaniche

3.3.1 Dimensioni esterne in mm. (L.x P x H): 600x600x2000


[ ,
3.3.2 Peso indicativo (Kg): 340
3.3.3 Grado di protezione (IP): 23
3.3.4 N. portelle anteriori: 1
r'
3.3.5 N. portelle posteriori:
l ,

3.3.6 Tetto:
,
l j

r- l Piatto a 90°
l ,
3.3.7 Fondo

[, Aperto

3.3.8 Ingresso cavi


[ ,
Dal basso
Pagina 13 di 26
[ ,

['
h
L
[~
MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

[
3.3.9 Chiusura portella:
[
Serrature:

l A chiave generica

[ 3.3.10 Verniciatura

Liscia X
L Interno RAL
Esterno RAL
7032
7032
[~
3.4 Caratteristiche ambientali
[' 3.4.1 Temperatura minima all'interno del quadro CC): -4°C
3.4.2 Temperatura massima all'interno del quadro (OC): + 50°C
[ , 3.4.3 Umidita relativa (%): 90% s.c.
3.4.4 Altitudine massima s.l.m. (m): 2000
[ , 3.4.5 Clima:

Marino
[ ,

I[ :

r'l ,
r"
I

l J

r 1

r '
l
r'
l

Pagina 14 di 26
['
t f'
l'
[

l MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

l CAPITOLO IV

[ 4.0 • REGOLATORI 01 TENSIONE

4.1 • Introduzione
[
Poiche Ie utenze non possono sopportare tutta la variazione di tensione di carica e
scarica delle batterie, esse devono essere alimentare mediante dispositivi di regolazione
[ (chopper) che presentano una tensione di uscita costante al variare della tensione di
ingresso.

[
4.2 Regolatori switching tipo "chopper"
[ II funzionamento di questa tipo di regolatore si basa sui principio del "trasferimento
parzializzato dell'energia".
Tale controllo comanda la "chiusura" e "I'apertura" dell'interruttore statico
[ (MOSFET).
La frequenza dell'apertura e della chiusura e fissa ed e di 100KHz.
II regolatore varia il rapporto aperto-chiuso dell'interruttore statico.
r L'interruttore e chiuso con frequenza di ripetizione costante ad intervalli T ed aperto
in un istante t modificabile all'interno di T.

r La tensione di uscita e data dalla formula:


[ Vu = Vi x TIt
Variando il rapporto tra il tempo di conduzione e quello di interdizione
[~ dell'interruttore statico, si varia la tensione media di uscita.
II massimo valore TIt consentito e del 90% e cia, in aggiunta ad altre considerazioni
circuitali, richiede una tensione di ingresso di almeno di 3 Volt maggiore di quella
r'
I
I stabilizzata di uscita.
A valle dell'interruttore statico, e prima dell'utenza alimentata, e previsto un filtro Le.
l

Tale filtro trasforma la tensione pulsante prodotta dal semiconduttore di potenza in


una tensione continua, filtrata e Iivellata.
II controllo e composto di due parti: la prima e iI generatore di frequenza costante
l )

che realizza il segnale di comando, il secondo e composto di due anelli, uno di tensione e
, )
uno di corrente.
L'anello di tensione confronta la retroazione in tensione prelevata tramite iI partitore
resistivo con un riferimento tarabile in sede di collaudo.
L'altro anello di retroazione controlla la corrente erogata.
Se la corrente di uscita supera iI valore prestabilito, I'anello di regolazione in
corrente assume il comando trasformando 10 stabilizzatore di tensione in un generatore di
corrente costante.
Pagina 15 di 26
l:

s.c.s.
STATIC
( CONVERTER
SYSTEMS
S.r.l.
l MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

[ Data la maggiore complessita dell'elettronica di controllo, i regolatori sono


completamente tarati in sede di collaudo.
I regolatori chopper, cosi come sono forniti dalla S.C.S. S.r.!., sono funzionanti e
[ pronti ad essere utilizzati.
E' sufficiente verificare che I'alimentazione abbia una tensione che rientri nei limiti
impostati e chiudere gli interruttori, od i sezionatori di uscita.
[
[
(

L
[ ,

[
[

[:
r'
l j

r, 1,
!
! ,
l )

r 1
;

Pagina 16 di 26
l~
[

l MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

[
CAPITOLO V

[ 5.0 - AUSILIARI 01 SEGNALAZIONE E ALLARME


L'apparecchiatura dispone di segnalazioni di stato che indicano I'operazione in
corso e 10 stato del carica batterie, segnalazioni di allarme che informano I'utente di
r un'eventuale anomalia e segnalazioni remote che informano un eventuale sistema
di supervisione sullo stato del carica batterie.

[
5.1 - Segnalazioni di stato

r a) PRESENZA RETE - Accesa quando I'apparato


e e
alimentato e I'interrutore d'ingresso su ON;

l b) CARICA A FONOO - Accesa durante iI cicio di


carica a fondo;

l c) CARICA 01 MANTENIMENTO - Accesa al


termine del cicio di carica a fonda e per tutto iI
[ , e
periodo che erogata la corrente di
mantenimento;

[ 5.2 - Segnalazioni di allarme

[ ,
d) SOVRATEMPERATURA -Indica che iI carica
batterie ha iI modulo di potenza in
sovratemperatura;

e) MANCATA COMMUTAZIONE
r 1
FONOO/MANTENIMENTO - Si accende se dopo
i circa 12 ore continue di carica, Ie batterie non
i )
risultano caricate.
r 1

l ,

r i
,
t )

La fig. 5.1.1, che segue, mostra il pannello in esame.


['
['
Pagina 17 di 26
['

l
l:

s.c.s.
STATIC
l CONVERTER
SYSTEMS
S.r.l.
l MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

[
(~)
[ (~)G E§BG
(~)G [=~IG
[ (-IG ~.=mlG
(~G~G
[ ~G~G
[-)G (~)G
[
[
[ ,

[ ,

Fig. 5.1.1

[ L'utilizzo di questa tipo di soluzione ha permesso di unificare in un singolo pannello


tutte Ie segnalazioni e gli allarmi principali.
In questo modo si ha sotto contrallo 10 state della macchina ed eventuali anomalie 0
[ errati funzionamenti.
L'apparato e dotato di un contatto di rele libero da tensione che risulta
I[ essere aperto in caso di anomalia.
L'allarme e cumulativo delle seguenti anomalie:

r ' a) Apparato non alimentato 0 interruttore


I
( j
d'ingresso aperto;

b) Anomalia interna;

r I
c) Sovratemperatura;

d) Minima tensione di batteria;

r' e) Massima tensione di batteria;

[, f) Mancata commutazione
fondo/mantenimento.

Pagina 18 di 26
['
!t
l

. .5 _
51:
STATIC
[ CONVERTER
.~I
= . r.. ==SYSTEMS=
l MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

l
CAPITOLO VI
[
6.0 RICEZIONE DEL QUADRO
l- 6.1 Introduzione

[- Prima della spedizione iI quadro e state collaudato in tutte Ie fasi del suo
funzionamento.
In seguito, appena terminato iI collaudo interno, e quello alia presenza del Cliente, e
state imballato per la spedizione, fasciato, Ie parti piu delicate (strumenti, lampade,
[ interruttori sporgenti e altre parti esposte) sono state protette da rinforzi e materiali
assorbenti gli urti.
Prima della spedizione e stata verificata la presenza delle targhette, di tutti i
[ particolari e delle finiture.

[ 6.2 Ricezione

[ , Appena ricevuto il quadro occorre verificare subito il buono state di conservazione


dell'imballo originale.
In caso di dubbio, 0 di evidenti danni causati dal trasporto, segnalarli subito al
[ , trasportatore e informare immediatamente la S.C.S. S.r.l. per concordare i provvedimenti
correttivi necessari.
Verificare che tutti i colli siano consegnati, poiche eventuali parti sciolte (ricambi,
[ .
accessori 0 altro) possono viaggiare separatamente dall'imballo principale del quadro.

[, 6.3 Merce che deve sostare a magazzino

ri Le condizioni climatiche e ambientali sono quelle che maggiormente influenzano 10


;
I .
I
state di conservazione del prodotto.
l )
In linea di principio e necessario lasciare gli imballi originali, mettere iI quadro (0 i
(., quadri) in un posta asciutto, non molto polveroso e protetto dagli agenti atmosferici diretti.
,i I
)

I sotto indicati tre casi sono tipici di magazzinaggio:

l j
A) Ambiente e clima norma/e (temperato)

Quando Ie condizioni climatiche sono normali, in altre parole la temperatura di


magazzinaggio resta compresa fra O°C e +40°C, con umidita relativa inferiore al 50%, in
ambienti, anche industriali, ma non particolarmente polverosi, e sufficiente lasciare
I'imballo originale, non posare nulla di pesante sopra al quadro, prestare normale
attenzione a colpi, oggetti in movimento, carrelli da movimentazione merci, oggetti
Pagina 19 di 26
MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

taglienti, 0 appuntiti.

B) Ambiente con clima tropica/e (ca/do 0 ca/do-umido)

In questa caso i maggiori problemi giungono dallo sbalzo di temperatura e dalla


costante umidita ambientale.
Per queste condizioni di esercizio i convertitori sono costruiti con accorgimenti
particolari che ne aumentano la versatilita.
Conviene quindi sballare parzialmente iI quadro, tenerlo coperto superiormente e
con Ie portelle chiuse per evitare I'ingresso di polvere, sporcizia 0 altro.
Se e previsto, e utile attivare iI sistema anticondensa al fine di impedire la
formazione di acqua sulle pareti.
Controllare periodicamente, soprattutto in climi molto caldi, Ie parti in plastica e in
gomma che maggiormente sono attaccate dalle alte temperature.

C) Ambiente con c/ima arlico (mo/to freddo)

Valgono Ie stesse osservazioni riguardanti il punto precedente per la scelta del


materiale, dei componenti e delle soluzioni tecniche usate.
Anche per queste condizioni ambientali e normalmente prevista una resistenza di
riscaldamento.
Si rende quindi necessario alimentarla per impedire la condensa di acqua e Ie
formazioni di ghiaccio.
r' Richiudere il quadro e proteggerlo da possibili eventuali colpi, come detto.
l
[ ,
6.4 Merce che deve essere immediatamente installata

Per quadri che devono essere immediatamente installati e messi in funzione si


[ ,
faccia riferimento al capitolo " 7.0 Messa in servizio ".

r 1

l J

r 1

l,

l ,

Pagina 20 di 26
l:
l
l MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

[ CAPITOLO V II

7.0 MESSA IN SERVIZIO


[
7.1 Introduzione

r Ogni quadro elettrico prodotto dalla S.C.S. S.r.1. e attentamente controllato e


provato.
Salvo casi particolari, tutti i quadri possono essere portati sulluogo dell'installazione
( e fatti funzionare senza alcun problema di tarature e modifiche in campo.
Se richiesto, iI servizio di assistenza al Cliente, puC> presiedere a tutte Ie operazioni
di messa in servizio, collaborando con il personale del Cliente stesso e assicurando iI
[ corretto avviamento dell'impianto.

[ 7.2 Operazioni preliminari

- Appena ricevuto il quadro occorre sballarlo, avendo cura di non rovinarlo, e di non
[ ,
rigarlo.

[ , - Controllare immediatamente il buono state di conservazione delle parti

- Controllare che non vi siano segni 0 ammaccature, qualsiasi altro danno


[ - Controllare che nessuno strumento, 0 lampada, 0 altro componente montato sulla
portella, presentino danni
[ ,

- Controllare, aprendo Ie portelle, che non vi siano danni evidenti nei componenti montati
[, - Controllare che tutti i componenti montati su zoccolo estraibile siano correttamente
inseriti nei loro supporti

[~ - Controllare che Ie schede siano correttamente posizionate e collegate

r 1 - Controllare che i connettori a vaschetta siano ben inseriti nei rispettivi connettori
I' femmina
l J

- Controllare che i collegamenti eseguiti tramite viti siano ben stretti e assicurati

- Controllare che i morsetti di ingresso e uscita e quelli ausiliari siano ben stretti e
correttamente posizionati nella lora guida di supporto

- Controllare che nessun oggetto estraneo sia all'interno del quadro

Pagina 21 di 26
~
l
[
MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

[ 7.3 Sistemazione meccanica

Appena completate Ie verifiche sopra dette, procedere alia sistemazione fisica del
[ quadro.

- Accertarsi che il quadro sia posato bene a terra e non si trovi in bilico, 0 in posizione
[ precaria, per qualsiasi motivo

- Se iI quadro e addossato a pareti lasciare almeno 200 millimetri di spazio Iibero tra iI
[~ quadro e Ie pareti piu vicine

- Verificare che tutte Ie prese d'aria, iI tetto rialzato, e tutti gli spazi aperti, siano Iiberi
l da qualsiasi forma di impedimento alia circolazione dell'aria

- Imbullonare iI quadro ai ferri di base.


L - Verificare che i componenti non abbiano subito danni durante Ie manovre descritte in
r' questa paragrafo.
l.
[ , 7.4 Interconnessioni elettriche

I raddrizzatori sono predisposti per essere facilmente collegati con la rete alternata
di alimentazione, con la batteria, 0 con Ie utenze in alternata.

Facendo riferimento ai disegni elettrici, eseguire i collegamenti di interconnessione:

- Verificare che non ci siano cortocircuiti accidentali causati da pinze, cacciaviti,


chiavi, lasciati all'interno del quadro dopo la sistemazione meccanica

- Verificare, per quanto possibile, che non ci siano cortocircuiti causati da fili spellati 0
altre cause altrettanto evidenti

- Verificare che tutti gli interruttori siano nella posizione di "APERTO"


r 1;
I
i

l J
- Verificare che qualsiasi dispositivo di sezionamento, interruzione, collegamento, ecc,
posta sulla rete di alimentazione sia nella posizione di " APERTO "
i - Collegare la rete di alimentazione alternata
l .
Attenzione: verificare che Ie fasi siano state col/egate rispettando I'ordine ciclico.

- Verificare che tutti gli interruttori e tutti gli altri dispositivi di sezionamento, interruzione,
collegamento del lato corrente continua siano nella posizione di "APERTO". Collegare
la batteria, elo Ie utenze, ai morsetti di uscita.
Pagina 22 di 26
t~

l
[
MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

[
Attenzione: i morsetti di uscita, sui lato continua, sono polarizzati. Bisogna
rispettare i segni di alimentazione + e • accertandosi che tali morsetti siano
[ collegati con iI + e • dell'utenza.

[ 7.5 Prova funzionale

- Chiudere tutti i sezionatori a fusibili


l - Controllare sui voltmetri a frontale Ie tensioni di batteria.

L - Aprire iI sezionatore di batteria

l - Verificare che nessuna utenza, e nemmeno la batteria, sia collegata all'uscita del
radd rizzatore

[~ - Chiudere i sezionatori i rete

- Verificare I'accensione delle segnalazioni luminose di presenza rete


[ ,

- Verificare che si spengano Ie segnalazioni di allarme

[ ,
- Verificare che i carica batterie partano in carica a fonda

- Verificare che dopo 50 sec. (2 ore) il carica batterie si porti nello state di mantenimento
[
- Aprire I'interruttore di rete

[,

( ~
, I

l i

, ,
I '
i

l,

Pagina 23 di 26
l~
[

l MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

[ CAP ITO L 0 VIII

8.0 RICERCA GUASTI


l Premessa

[ II presente capitolo e state scritto con iI precise scopo di mantenere


in efficienza I'apparecchiatura e di permettere all'utente di risolvere
almeno alcune delle anomalie che si potrebbero manifestare durante
[ I'uso.

A TTENZIONE : TUTTE LE OPERAZIONI DI MANUTENZIONE


r DEVONO AWENIRE IN CONDIZIONE DI S/CUREZZA. PER CUI
OCCORRE SCONNETTERE IL CAVO DI ALIMENTAZIONE E LE
BATTERIE PRIMA DI PROCEDERE.
L 8.1 - Manutenzione preventiva
r'
Le operazioni di ordinaria manutenzione si limitano ai seguenti punti:

r' • Controllo e serraggio dei bulloni e dei morsetti di


collegamento.
• Pulizia delle varie parti dell'apparato (specialmente dalla
[ ,
polvere).
• Controllo della temperatura ambiente e verifica che non
siano ostacolate Ie prese di aria necessarie per
[ ,
I'areazione dell'apparecchiatura.

Il'
I '
8.2 - Risoluzione problemi

l~ L. Sinottico spento : Verificare che I'apparato sia alimentato e che


I'interruttore d'ingresso sia chiuso.
2. SOVRATEMPERATURA: Verificare che iI dissipatore sia libero e che
I'aria vi possa passare attraverso dopo di che attendere che il carica
batterie riparta.
r 1
I
J.. MANCATA COMMUTAZIONE FONDO/MANTENIMENTO : Verificare
l, che non ci sia un elemento della batteria in corto (si presuppone che
I'impianto sia state dimensionato correttamente, cioe che iI carica
batterie eroghi la corrente necessaria per Ie batterie collegate)

Pagina 24 di 26
s.c.s.
STATIC
CONVERTER
SYSTEMS
S.r.l.

MANUALE Dl USO E MANUTENZI0NE DOC. 3504600MT-14

CAPITOLO IX

9.0 MANUTENZIONE

9.1 Introduzione

I raddrizzatori e i regolatori prodotti dalla S.C.S. S.r.1. sono macchine


completamente statiche, fatta, ovviamente, eccezione per quanto riguarda rele, teleruttori
e contattori.

I componenti si possono raggruppare in cinque gruppi:

- Parti magnetiche

l~ - Parti elettroniche di potenza

- Parti elettroniche di controllo


l' - Parti elettromeccaniche e meccaniche

- Ausiliari
[
Per tutti questi gruppi la manutenzione e molto ridotta.
[:
9.2 Parti magnetiche
[,
Sono accuratamente dimensionate in sede di progetto, tenendo in considerazione
tutti i parametri necessari.
r 1
Sono costruite in modo da poter lavorare ininterrottamente nelle condizioni
l ;
ambientali per cui sono state studiate.
r 1
L'unica manutenzione e una periodica pulizia per evitare depositi di polvere e
I
sporcizia.
l J
Verificare, almeno una volta all'anno, 10 state di conservazione dei collegamenti
degli isolanti e di tutto cio che puo essere maggiormente deteriorabile.
l:

9.3 Parti elettroniche di potenza

Anche queste sono dimensionate per un corretto e sicuro funzionamento in tutte Ie


condizioni di esercizio.
Pagina 25 di 26
~
[

(
MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DOC. 3504600MT-14

[ E' importante, nella manutenzione delle parti elettroniche di potenza, la periodica


verifica dei radiatori di calore e del buon funzionamento dei ventilatori.
Questi devono avere i canali delle alette di raffreddamento sempre sgombri da
l sporcizia 0 polvere.
Controllare che i componenti siano ben serrati sui relativo radiatore di calore.
e e
II loro allentamento poco probabile, ma suggerito verificarne il fissaggio.
[ Controllare i collegamenti elettrici, il loro fissaggio e gli isolanti.

[~
9.4 Parti elettroniche di controllo

I circuiti stampati non presentano problemi di manutenzione.


[ I circuiti sopra detti coinvolgono segnali di bassa potenza, per cui i vari componenti
non sono soggetti a usura.
Verificare, periodicamente, che non vi sia polvere, 0 sporcizia sui circuiti stampati.
[ Prevenire cortocircuiti accidentali causati da unto, polvere, umidita e condensa.
Verificare iI buono state di conservazione dei collegamenti e dei connettori.
[
9.5 Parti elettromeccaniche e meccaniche
[ ,

Sono Ie uniche parti ad avere movimento durante il loro funzionamento normale.


A causa di tale movimento i componenti sono soggetti a usura.
E' buona abitudine verificare periodicamente 10 state di usura dei contatti mobili di
[ questi componenti.
Si ricorda che i contatti dei rela, degli interruttori, dei contattori, ecc. sono attraversati da
[~ correnti che Ii possono far reagire chimicamente con I'aria.
Per tale motivo, essi sono realizzati con materia Ii "autopulenti" alfine di mantenerli
automaticamente in buono stato.
[~ In caso di evidenti ossidazioni, provvedere a pulire i contatti con carta vetro fine.
Asportare accuratamente i residui di questa operazione.
( '. In caso di avarie piu gravi, sostituire i contatti oppure I'intero componente.
l
r'
I
9.6 Ausiliari
l
l ,
E' sufficiente tenerli puliti e possibilmente prevenire la formazione di umidita e
r, condensa.

ATTENZIONE

Per qualsiasi tipo di intervento piu specialistico contattare la S.C.S. S.r.1..


Non eseguire modifiche elettriche, 0 sostituzioni di componenti, senza adeguata
certezza sulla intercambiabilita dei materiali.

Pagina 26 di 26
,-.--..
~~L-.-----' ~, ~ ' ,~--'--_._- ----'--.- -'--------" ,--, '-- ~,~ ~- ~-
,~-, ~-
-- --. --, ~ ~

"
I 1 I 2 3 I 4 I 5 I 6 I 7 I 8 I 9 I 10 I 11 12 I 13 I 14 I 15 16 I 17 I 18 I 19 I 20 I 21 I 22 I 23 I 24 I
A
ALIM, 440V-60Hz-3Ph ALIM, 440V-60Hz-3Ph
r-
SERVIZI GENERAL! NAVE AVVIAMENTD DIESEL EMERG,
B
A A
f- ( TBl-l TBl-2 TBl-3 TBI-4 I ( TBI-5 TBI-6 TBl-7 TBI-8 'I

f-

r-
C

D
1 2 3~
%
,,1-----..2
rI

,,5
4 I
---~ L1
IUIlX 1
17 18 19

~ ~ I~
% _C3

-!2
~
~
20

21
(---~
I () n X ]
L2

E -----..< \ ~ C4 '0 \ ____


F2 ------
-

F VI V2
r- 1
--- 3
--- -,
5
11
~
r
1
--- 3
--- 5
-, 12
~y
r
G I I CVI I I 31 32 CV2
15 16

-
I
I
--- --- I
I U V
I
I 1--- --- I
I U V
I I R S T I I R S T
H L --- --- _-l L --- --- _-l

-
2 4 6
/ 12 13 14
2 4 6
28 29 30

- 6 7 8 22 23 24

~ - ~
~ 0
TV1
0
~~~
~
0 __ 0
TV3
~
9 25
M
500 100 500 100

-
FORMATO -

A N ~~ _F9_
~ -----"<10 - _c 26
3 -
0 0

~
SJZE
0 F7 _F10_
- -----.. < 500 100 ~ ~500 100
11 TV2 27 TV4
P

-
"
]>
Cl Cl "
]>
"
]>
Cl "
]>
Cl
"
]>
Cl "
]>
Cl
Q w
, w
, w
I
w
I
w
, wI
LEGENDA SEZIONE CAVI / CABLE SIZE LIST
-
;u ;u ;u ;u ;u ;u
-+--- = 0.5 MMq ----t*+- = 10 MMq ---€EB- = 100 MMq
-''"" -'""" -''"" '"
'"'" ''"""" '"
'"'"
~ =1 MMq ~ = 16 MMq ----<><>--- = COPPER
BAR
R ---a-
~
= 1.5
= 2.5
MMq ~ = 25 MMq

-----6-- = 35 MMq
--- = UNA V

-
THIS DRAW IS PROPERTY OF S.C.S. S,r.l., ALL RIGHTS RESERVED
---rr-- = 4 MMq
MMq

~ = 50 MMq
=tt= :: lxO.5 MMq
+ SHIELD

IL CONTENUTo DI QUESTO DISEGNO E' DI PRO PRIETA' DELLA S.C.S. S.r.1., LA SUA RIPRODUZIONE E' VIETATA A TERMINI DI LEGGE. ----h¥- :::: 6 MMq ----ffi-- = 70 MMq :::::±t= = 2xO.5 MMq
+ SHIELD

,_. ./ ~. -.......,.1:"::;..
SCS SrI
STATIC CONVERTER SYSTEMS
TITOLO/TITLE
CARlCABATTERIE 24VCC FZ/OOIQB
0.1 08/05/1999 REVISIONE/REVISION LUPI S. SMERALDI P. LAMBERTI A.
Ul
u
Ul 0.0 16/04/1999 EMISSIONE/EMISSION LUPI S. SMERALDI P. LAMBERTI A. D,T. 3504600E-14_0 1.DWG 1/3
...,I EDITION DATE DESCRIPTION DRAWN CHECKED APPROVED QUAUTY TECHNICAL OFFICE PAGE SCALE IDENTIFICATION A I I I ID
<
.,; REV. DATA DESCRIZIONE DISEGNATO CONTROWTO APPROVATO QUAUTA' ENTE EMITTENTE FILE FOGUO SCALA IDENTIFICAZIONEI E I I I
0
8
J~
-;::1
----, ~ ~~-'..... "'--'-~-""'I ,....--~ --- ---- ------.. ---- ------- ~ ~ ----., - ~ ---. - -~

I 1 I 2 I 3 I 4 I 5 I 6
I~~;I ~ I"
I 9
-I-~
I I 10
;=J~~I ~I ~ I~I -Lj;;~ I -I -1- ~
I N,B. Il gruppo rela tivo al diesel eMergenZQ

I
cu cu cu
V1 >-
'"...: ...: ...: eo conforM€" a quanta prevvisto dal

'" '" '"


cu
I I
cu
I
cu
regoto.Mento R.LNa. per gli o.ppara ti Motori

1 d
<[
CL
d
<[
CL CL
d
<[
e i MQcchino.ri in genere sezione C
capitola 2.3.18.2

-
4
AC
I
6 7

:7
8

CBI

CHI
0- SHI
- :7
4
AC
I
22 123 124
CB2

PAGA-RIF.UT -

F 84

U •
H

FI3

.1
PAGA-RIF.UT +


} 83
~1.
- I

~ 59/ .A + ~
..,....
SCI IQ<,
SBSOI
TB~ I .:;:-
L: BATTl
2
r--_MI-7
MI-6
MI-5
MI-8
BATT2 I
I
MI-3 I

.=..• I [
• SH2
-- ...L.

P
t:- c=:J.
43
FI2
TBAL-6
ICX
\0(
I! 'If II I MI-4

"----r--r-
Ml-l

:@3i l
2 -
KI
D1

k::::,-J I
: L------(c=:J
TB~J 60 FI4 I

t
'-------J

TBAL-9 ~4614 [EGENOA SEZIONCCAVI/ CABLE SIZE LIST


BATTERIE TBAL-IO -+-- = 0.5 I'\Mq ---+*+-- = 10 I'\l'\q ~ = 100 I'\l'\q
IN SCARICA 45
---+-- = I I'\l'\q ~ = 16 I'\l'\q ----<>-&-- = COPPER BAR
R TEAL -II
--B-- = 1.5 ~ = 25 =
U· COL LEGARE AL 17 ELEMENTo DI BATTERIA (PARTENDo DAL NEGATIVo) I 44 ~ = 2.5
I'\l'\q

I'\l'\q ---£:s-- = 35
I'\l'\q

I'\l'\q
---

=:::fL
UNA V
= lxO.5 MMq

THIS DRAW IS PROPERTY OF S.C.S. S.r.I., ALL RIGHTS RESERVED


---:t"r-- = 4 I'\l'\q ---e-- = 50 I'\Mq
+ SHIELD

IL CONTENUTO DI QUESTO DISEGNO E' DI PROPRIETA' DELLA S.C.S. S.r.I., LA SUA RIPRODUZIONE E' VIETATA A TERMINI DI LEGGE. ~ = 6 I'\l'\q -00-- = 70 I'\l'\q
~ = 2xO.5 MMq
+ SHIELD

SCS SrI CARICABATTERIE 24VCC Fzj001QB


~_.~ .-'d__
.. ~.- ..... ,',~:-':;' STATIC CONVERTER SYSTEMS, TITOLO/TITLE
0.1 108/05/19991 REVISIONE/REVISION LUPI S. SMERALDI p.1 LAMBERTI A.
'"u 0.0 16/04/19991 EMISSIONE/EMISSION LUPI S. SMERALDI p.1 LAMBERTI A. V,T. 3504600E-14_02.DWG 2/3
.,'"I I I I
<
.,;
o
EDITION
REV.
DATE
DATA
DESCRIPTION
DESCRIZIONE
DRAWN CHECKED APPROVED
DISEGNATO CONTROLLATO APPROVATO
QUAUTY
QUAUTA'
TECHNICAL OFFICE
ENTE EMITTENTE FILE
PAGE
FOGUO
SCALE
SCALA
IDENTIFICATION fA··j
IDENTIFICAZIONErET! +D
e
J~
----_.---_._----
----, ----. ----, ...----, ..----,
. I .J ----' .-I ----' ~--------' ~ ..J ., , ~ ----L

I I I 2 I 3 I 4 I 5 I 6 I 7 I 6 I 9 I 10 I II 12 T 131' 141 15 16 I 17 I 18 I 19 I 20 I 21 I 22 I 23 I 24 I
PAG.2-RIF.UT + B3
A
W PAG.2-RIF.UT- B4

r- '1--P '1-.-' '1-.-'

~ "lt1 ~ '1~--'r-: '1~--'r-: '1~--'r-:


'1--r'-:
~ --r'-:
D
"[lj Q2 I
I
I
-
I
I
I
-,
i Q4 'I11
I
- -,
I
I
"[1 Q61
I
I
- -,
I
I
I
Q71
I
I
- -,
I
I
I
QB1
I
I
-
I
I
I
-,

F TB24 /!-116~12 - - - - - ~3~ ~4~ ~~5~~'- - - _ - - 62176~18 - - - - - ~~ ~o 40- ---- .21~,~~k2 - - - - -7~1'i-/~1T4 - - - - - ~54P'J:!6-'
I~~
L ~~ ~~ ®~ ~~ ~~ ~~ ~~I.1
BRIDGE VARIOUS EMERGENCY DIESEL EMERGENCY MAIN SWITCHBOARD ALARMS PANEL JUNCTION BOX SPARE SPARE
SERVICE PANEL CONTROL PANEL SWITCHBOARD CENTRAL SECTION ON BOARD STEERING FOR D/E DAMPER PCS D4S WHS
44DV SECTION GEAR ROOM

r '1-.-'
ri-i-'

II 0,,[1
L

~
Q9 I
I
I
-,
I
I
I
"O[li 3 4 I Mll

m
M - INSULATION

MONITORING

A N
679
,3
~o
B51 IB6

~~;~~-----~I~~I~-----~~~nn
I~~ ~~ ~~I
TB~~ -m-
L ~

P SPARE SPARE SPARE

TBAL -13

Q LEGENDA SEZION-r-CAVITCABLE SIZE LIST


-+-- = 0.5 MMq ---+*t--- = 10 MMq ----€€6- = 100 MMq
~ = 16 MMq
= COPPER
----+--= 1 MMq -----<Hr--
BAR
R -a- = 1.5 MMq ~ = 25 MMq - - - = UNAV
~ = 2.5 MMq ---t:s-- = 35 MMq
THIS DRAW IS PROPERTY OF S.C.S. S.r.l., ALL RIGHTS RESERVED
--H'-- = 4 MMq ---e-- = 50 MMq =:ft= = lxO.5 MMq
+ SHIELD

IL CONTENUTO Dl QUESTO DlSEGNO E' Dl PROPRIETA' DELLA S.C.S. S.r.l., LA SUA RIPRODUZIONE E' VIETATA A TERMINI Dl LEGGE. ~ = 6 MMq -----EB-- = 70 MMq ~ = 2xO.5 MMq
+ SHIELD

SCS SrI CARICABATTERIE 24VCC FZ/001QB


STATIC CONVERTER SYSTEMS, TITOLO/TITLE
,,,.'
en
u
en 0.0 16/04/19991 EMISSIONE/EMISSION LUPI S. SMERALD\P.T LAMBERTI A. V.T. 3504600E-14_03.DWG 3/3
~
I
EDITION
REV_
DATE I DESCRIPTION DRAWN CHECKED APPROVED I QUAUTY TECHNICAL OFFICE
ENTE EMITTENTE FILE
PAGE
FOGUO
SCALE
SCALA
IDENTIFICATION
IDENTIFICAZIONE~
IA IB I C I D
..; DATA DESCRIZIONE DISEGNATO CONTROLLATO APPROVATO QUAUTA'
o
S
J~