Sei sulla pagina 1di 34
Direzione Regionale del Veneto Ufficio Grandi Contribuenti a cura di Tiziana Gaudio TRANSFER PRICING L’analisi
Direzione Regionale del Veneto Ufficio Grandi Contribuenti a cura di Tiziana Gaudio TRANSFER PRICING L’analisi

Direzione Regionale del Veneto

Ufficio Grandi

Contribuenti

a cura di Tiziana Gaudio

Veneto Ufficio Grandi Contribuenti a cura di Tiziana Gaudio TRANSFER PRICING L’analisi di comparabilita ’
Veneto Ufficio Grandi Contribuenti a cura di Tiziana Gaudio TRANSFER PRICING L’analisi di comparabilita ’

TRANSFER PRICING

L’analisi di comparabilita

Venezia, 24, 25 e 26 Novembre 2015

1

ANALISI DI COMPARABILITA’
ANALISI DI COMPARABILITA’

Le caratteristiche o i ‘FATTORI DI COMPARABILITA’’ che possono essere importanti per valutare la comparabilità comprendono:

importanti per valutare la comparabilità comprendono : 1. le caratteristiche dei beni o dei servizi trasferiti;

1. le caratteristiche dei beni o dei servizi trasferiti; 2. le funzioni svolte dalle parti (prendendo in considerazione i beni utilizzati e i rischi assunti), 3. le clausole contrattuali;

4.

5. le strategie commerciali adottate dalle parti in causa.

contrattuali; 4. 5. le strategie commerciali adottate dalle parti in causa. le circostanze economiche delle parti

le circostanze economiche delle parti ;

contrattuali; 4. 5. le strategie commerciali adottate dalle parti in causa. le circostanze economiche delle parti
contrattuali; 4. 5. le strategie commerciali adottate dalle parti in causa. le circostanze economiche delle parti

2

contrattuali; 4. 5. le strategie commerciali adottate dalle parti in causa. le circostanze economiche delle parti
contrattuali; 4. 5. le strategie commerciali adottate dalle parti in causa. le circostanze economiche delle parti
ANALISI DI COMPARABILITA’
ANALISI DI COMPARABILITA’

1. Identificazione degli anni oggetto di analisi;

1. Identificazione degli anni oggetto di analisi; 2. Analisi generale delle circostanze in cui opera il

2. Analisi generale delle circostanze in cui opera il contribuente;

3. Comprensione delle transazioni controllate attraverso l’esame

dei cinque fattori al fine di identificare la tested party e il metodo più appropriato di determinazione del prezzo di trasferimento;

4. Verifica della possibilità di utilizzare comparabili interni o banche

dati esterne 5. Identificazione delle fonti di informazione relative a comparabili esterni e verifica della loro affidabilità;

6.

Scelta del metodo di determinazione del prezzo di trasferimento

del metodo di determinazione del prezzo di trasferimento e successiva selezione degli indicatori finanziari rilevanti

e successiva selezione degli indicatori finanziari rilevanti per

l’applicazione del metodo;

7. Selezione dei comparabili;

8. Effettuazione di eventuali aggiustamenti per rendere le

transazioni comparabili

9.

remunerazione at arm’s length;

Interpretazione dei dati ottenuti e determinazione della

le transazioni comparabili 9. remunerazione at arm’s length; Interpretazione dei dati ottenuti e determinazione della 3
le transazioni comparabili 9. remunerazione at arm’s length; Interpretazione dei dati ottenuti e determinazione della 3

3

le transazioni comparabili 9. remunerazione at arm’s length; Interpretazione dei dati ottenuti e determinazione della 3
le transazioni comparabili 9. remunerazione at arm’s length; Interpretazione dei dati ottenuti e determinazione della 3
ANALISI DI COMPARABILITA’
ANALISI DI COMPARABILITA’
ANALISI DI COMPARABILITA’ -Valutazione delle attivita’(impianti,attrezzature, utilizzo di beni immateriali)

-Valutazione delle attivita’(impianti,attrezzature, utilizzo

di beni immateriali)

-Valutazione delle funzioni di: progettazione, produzione, assemblaggio, ricerca e sviluppo, prestazione di servizi, acquisti,distribuzione, marketing,

pubblicità, trasporto, finanziamento, management. -Ripartizione nell’assunzione dei rischi: i rischi di mercato (come fluttuazioni del costo dei fattori produttivi o del prezzo del prodotto), i rischi di perdite collegate all’investimento e all’uso di beni, impianti e macchinari,

i

rischi connessi al successo o al fallimento di

macchinari, i rischi connessi al successo o al fallimento di investimenti in ricerca e sviluppo, i

investimenti in ricerca e sviluppo, i rischi finanziari

(variazione del tasso di cambio e di interesse), e i rischi

di credito.

in ricerca e sviluppo, i rischi finanziari (variazione del tasso di cambio e di interesse), e
in ricerca e sviluppo, i rischi finanziari (variazione del tasso di cambio e di interesse), e

4

in ricerca e sviluppo, i rischi finanziari (variazione del tasso di cambio e di interesse), e
in ricerca e sviluppo, i rischi finanziari (variazione del tasso di cambio e di interesse), e
ANALISI DI COMPARABILITA’
ANALISI DI COMPARABILITA’
ANALISI DI COMPARABILITA’ -prevalenza sostanza sulla forma; -Verifica dell’omogeneità dei mercati nei quali

-prevalenza sostanza sulla forma;

-Verifica dell’omogeneità dei mercati nei quali l’impresa di gruppo e l’impresa indipendente operano:

l’ubicazione geografica, l’ampiezza, il grado di concorrenza e le relative posizioni dei competitors, la disponibilità e i rischi per l’utilizzo di beni e servizi succedanei, i livelli di offerta e di domanda, le regolamentazioni amministrative, i costi di trasporto e quelli dei fattori produttivi, la data e la durata delle transazioni.

amministrative, i costi di trasporto e quelli dei fattori produttivi, la data e la durata delle
amministrative, i costi di trasporto e quelli dei fattori produttivi, la data e la durata delle
amministrative, i costi di trasporto e quelli dei fattori produttivi, la data e la durata delle

5

amministrative, i costi di trasporto e quelli dei fattori produttivi, la data e la durata delle
amministrative, i costi di trasporto e quelli dei fattori produttivi, la data e la durata delle
ANALISI DI COMPARABILITA’
ANALISI DI COMPARABILITA’
ANALISI DI COMPARABILITA’ - In alcuni casi l’analisi di comparabilità può estendersi a più paesi; -

- In alcuni casi l’analisi di comparabilità può estendersi

a più paesi; - Importanza dell’analisi dei cicli: economico, settoriale

e di prodotto che può giustificare anche l’uso di dati

relativi a più anni

-

additivo vs approccio deduttivo - Uso di strumenti statistici… range di libero mercato - Aggiustamenti: differenze contabili, transazioni noncomparabili, differenze nel capitale funzioni, attività erischi L’uso di dati non transazionali: bilanci, aggregati osegmentati Processo tipico: rappresenta buona pratica.

Processo di selezione dei comparabili: approccio

aggregati osegmentati Processo tipico: rappresenta buona pratica. Processo di selezione dei comparabili: approccio 6
aggregati osegmentati Processo tipico: rappresenta buona pratica. Processo di selezione dei comparabili: approccio 6
aggregati osegmentati Processo tipico: rappresenta buona pratica. Processo di selezione dei comparabili: approccio 6

6

aggregati osegmentati Processo tipico: rappresenta buona pratica. Processo di selezione dei comparabili: approccio 6
aggregati osegmentati Processo tipico: rappresenta buona pratica. Processo di selezione dei comparabili: approccio 6
ANALISI DI COMPARABILITA’
ANALISI DI COMPARABILITA’
ANALISI DI COMPARABILITA’ L’analisi di comparabilità si fonda su un confronto tra la transazione controllata in

L’analisi di comparabilità si fonda su un confronto tra la transazione controllata in esame e le transazioni sul libero mercato considerate come potenzialmente comparabili.

tra la transazione controllata in esame e le transazioni sul libero mercato considerate come potenzialmente comparabili.
tra la transazione controllata in esame e le transazioni sul libero mercato considerate come potenzialmente comparabili.
tra la transazione controllata in esame e le transazioni sul libero mercato considerate come potenzialmente comparabili.

7

tra la transazione controllata in esame e le transazioni sul libero mercato considerate come potenzialmente comparabili.
tra la transazione controllata in esame e le transazioni sul libero mercato considerate come potenzialmente comparabili.
ANALISI DI COMPARABILITA’
ANALISI DI COMPARABILITA’
ANALISI DI COMPARABILITA’ Secondo le linee Guida OCSE le transazioni si possono definire comparabili se: -

Secondo le linee Guida OCSE le transazioni si possono definire comparabili se:

- nessuna delle differenze tra le transazioni può influenzare in maniera significativa l’elemento esaminato dal punto di vista metodologico (prezzo o margine);

-

se presenti differenze si possano effettuare rettifiche ragionevolmente accurate per eliminare gli effetti di tali differenze.

differenze si possano effettuare rettifiche ragionevolmente accurate per eliminare gli effetti di tali differenze. 8
differenze si possano effettuare rettifiche ragionevolmente accurate per eliminare gli effetti di tali differenze. 8
differenze si possano effettuare rettifiche ragionevolmente accurate per eliminare gli effetti di tali differenze. 8

8

differenze si possano effettuare rettifiche ragionevolmente accurate per eliminare gli effetti di tali differenze. 8
differenze si possano effettuare rettifiche ragionevolmente accurate per eliminare gli effetti di tali differenze. 8
FATTORI DI COMPARABILITA’
FATTORI DI COMPARABILITA’

OBIETTIVO: trovare gli elementi comparabili più affidabili.

trovare gli elementi comparabili più affidabili. Al fine di stabilire il grado di comparabilità reale ed

Al fine di stabilire il grado di comparabilità reale ed effettuare in seguito le opportune rettifiche per determinare le condizioni (o una gamma di condizioni) di libera concorrenza, è necessario confrontare le caratteristiche delle transazioni.

(o una gamma di condizioni) di libera concorrenza, è necessario confrontare le caratteristiche delle transazioni. 9
(o una gamma di condizioni) di libera concorrenza, è necessario confrontare le caratteristiche delle transazioni. 9
(o una gamma di condizioni) di libera concorrenza, è necessario confrontare le caratteristiche delle transazioni. 9

9

(o una gamma di condizioni) di libera concorrenza, è necessario confrontare le caratteristiche delle transazioni. 9
(o una gamma di condizioni) di libera concorrenza, è necessario confrontare le caratteristiche delle transazioni. 9
Al fine di procedere all’analisi di comparabilità è indispensabile ripercorrere la valutazione dei cinque fattori
Al fine di procedere all’analisi di comparabilità è indispensabile ripercorrere la valutazione dei cinque fattori

Al fine di procedere all’analisi di comparabilità è indispensabile ripercorrere la valutazione dei cinque fattori di comparabilità evidenziati, valutando comunque la possibilità di escludere a priori quei soggetti che per la peculiarità della situazione in cui si trovano non possono essere ritenuti paragonabili con la società in verifica (società in fase di start up o soggette a procedure fallimentari o in bancarotta o con un determinato fatturato o numero dipendenti).

di start up o soggette a procedure fallimentari o in bancarotta o con un determinato fatturato
di start up o soggette a procedure fallimentari o in bancarotta o con un determinato fatturato
di start up o soggette a procedure fallimentari o in bancarotta o con un determinato fatturato

10

di start up o soggette a procedure fallimentari o in bancarotta o con un determinato fatturato
di start up o soggette a procedure fallimentari o in bancarotta o con un determinato fatturato
LE CARATTERISTICHE TRASFERITI DEI BENI O DEI SERVIZI A seconda dell’oggetto della transazione andranno valutati
LE CARATTERISTICHE TRASFERITI DEI BENI O DEI SERVIZI A seconda dell’oggetto della transazione andranno valutati

LE

CARATTERISTICHE

TRASFERITI

DEI

BENI

O

DEI

SERVIZI

A seconda dell’oggetto della transazione andranno

valutati elementi diversi:

-Beni Materiali: la sua qualità e la sua affidabilità, nonché la facilità di approvvigionamento e il volume della fornitura;

- Servizi:la loro natura e dimensione; nel caso di beni immateriali, la forma dell'operazione (per esempio concessione di licenze o vendita), il tipo di bene (per esempio brevetto, marchio di fabbrica o know-how),

la

dall'utilizzo del bene in questione.

o know-how), la dall'utilizzo del bene in questione. durata e il livello di tutela, nonché i

durata e il livello di tutela, nonché i benefici attesi

o know-how), la dall'utilizzo del bene in questione. durata e il livello di tutela, nonché i
o know-how), la dall'utilizzo del bene in questione. durata e il livello di tutela, nonché i

11

o know-how), la dall'utilizzo del bene in questione. durata e il livello di tutela, nonché i
o know-how), la dall'utilizzo del bene in questione. durata e il livello di tutela, nonché i
LE CARATTERISTIHCE DEI BENI
LE CARATTERISTIHCE DEI BENI
LE CARATTERISTIHCE DEI BENI È possibile che le differenze tra i prodotti implichino o riflettano differenze

È possibile che le differenze tra i prodotti implichino o riflettano differenze tra funzioni svolte e rischi assunti dalla parte sottoposta a test. La scelta della parte sottoposta a test deve essere compatibile con l'analisi funzionale e per la quale possono essere trovati gli elementi comparabili più affidabili, cioè sarà il più delle volte quella per cui l'analisi funzionale è meno complessa.

più affidabili, cioè sarà il più delle volte quella per cui l'analisi funzionale è meno complessa.
più affidabili, cioè sarà il più delle volte quella per cui l'analisi funzionale è meno complessa.
più affidabili, cioè sarà il più delle volte quella per cui l'analisi funzionale è meno complessa.

12

più affidabili, cioè sarà il più delle volte quella per cui l'analisi funzionale è meno complessa.
più affidabili, cioè sarà il più delle volte quella per cui l'analisi funzionale è meno complessa.
ANALISI FUNZIONALE
ANALISI FUNZIONALE
ANALISI FUNZIONALE LE FUNZIONI SVOLTE DALLE PARTI (BENI RISCHI ASSUNTI) – ANALISI FUNZIONALE UTILIZZATI E Per

LE FUNZIONI SVOLTE DALLE PARTI (BENI RISCHI ASSUNTI) – ANALISI FUNZIONALE

UTILIZZATI E

Per determinare se le transazioni tra imprese associate e imprese indipendenti siano comparabili, bisogna effettuare un'analisi funzionale, che si pone l'obiettivo di identificare e confrontare le attività e le responsabilità economicamente significative, i beni utilizzati e i rischi assunti dalle parti che realizzano le transazioni. può essere utile capire la struttura e l'organizzazione del gruppo e in che modo esse influenzino il contesto in cui opera il contribuente.

la struttura e l'organizzazione del gruppo e in che modo esse influenzino il contesto in cui
la struttura e l'organizzazione del gruppo e in che modo esse influenzino il contesto in cui
la struttura e l'organizzazione del gruppo e in che modo esse influenzino il contesto in cui

13

la struttura e l'organizzazione del gruppo e in che modo esse influenzino il contesto in cui
la struttura e l'organizzazione del gruppo e in che modo esse influenzino il contesto in cui
ANALISI FUNZIONALE
ANALISI FUNZIONALE
ANALISI FUNZIONALE E’ importante determinare quali siano i diritti e gli obblighi giuridici del contribuente

E’ importante determinare quali siano i diritti e gli obblighi giuridici del contribuente nell'esercizio delle sue funzioni (progettazione, produzione, assemblaggio, ricerca e sviluppo, prestazione di servizi, acquisti, distribuzione, marketing, pubblicità, trasporti, finanziamento e management). L'analisi funzionale dovrebbe prendere in

e management). L'analisi funzionale dovrebbe prendere in considerazione il tipo di beni utilizzati, quali gli

considerazione il tipo di beni utilizzati, quali gli impianti e le attrezzature, l'utilizzo di beni immateriali di valore,

le

dei beni utilizzati, come l’anno di acquisizione, il valore di mercato, l’ubicazione, l'esistenza di tutela dei diritti

di proprietà, ecc.

attività finanziarie, ecc., nonché le caratteristiche

l'esistenza di tutela dei diritti di proprietà, ecc. attività finanziarie, ecc., nonché le caratteristiche 14
l'esistenza di tutela dei diritti di proprietà, ecc. attività finanziarie, ecc., nonché le caratteristiche 14

14

l'esistenza di tutela dei diritti di proprietà, ecc. attività finanziarie, ecc., nonché le caratteristiche 14
l'esistenza di tutela dei diritti di proprietà, ecc. attività finanziarie, ecc., nonché le caratteristiche 14
L'analisi funzionale risulta incompleta fintantoché non si siano presi in considerazione i principali rischi assunti
L'analisi funzionale risulta incompleta fintantoché non si siano presi in considerazione i principali rischi assunti

L'analisi funzionale risulta incompleta fintantoché non si siano presi in considerazione i principali rischi assunti da ognuna delle parti, poiché l'assunzione o la ripartizione dei rischi influenzerebbe le condizioni delle transazioni tra imprese associate. Di solito, nel libero mercato, l'assunzione di maggiori rischi sarebbe anche compensata da un aumento dei rendimenti Attesi. I tipi di rischi da prendere in considerazione comprendono: i rischi di mercato (fluttuazioni del costo dei fattori produttivi e dei prezzi di produzione); i rischi di perdite associati agli investimenti ed all’impiego di beni, impianti e attrezzature;

di produzione); i rischi di perdite associati agli investimenti ed all’impiego di beni, impianti e attrezzature;
di produzione); i rischi di perdite associati agli investimenti ed all’impiego di beni, impianti e attrezzature;
di produzione); i rischi di perdite associati agli investimenti ed all’impiego di beni, impianti e attrezzature;

15

di produzione); i rischi di perdite associati agli investimenti ed all’impiego di beni, impianti e attrezzature;
di produzione); i rischi di perdite associati agli investimenti ed all’impiego di beni, impianti e attrezzature;
LE CONDIZIONI CONTRATTUALI
LE CONDIZIONI CONTRATTUALI

i risultati degli investimenti in ricerca e sviluppo; i rischi finanziari variazioni dei tassi di cambio e dei tassi di interesse; i rischi di credito; e così via.

e dei tassi di interesse; i rischi di credito; e così via. LE CONDIZIONI CONTRATTUALI L’analisi

LE CONDIZIONI CONTRATTUALI L’analisi delle condizioni contrattuali permette di determinare in maniera esplicita o implicita, le modalità di ripartizione delle responsabilità, dei rischi e dei benefici tra le parti.

Tali

corrispondenza, dalle comunicazioni tra le parti in mancanza di un contratto scritto e dal loro comportamento.

dedurre dalla
dedurre dalla

condizioni

si

possono

tra le parti in mancanza di un contratto scritto e dal loro comportamento. dedurre dalla condizioni
tra le parti in mancanza di un contratto scritto e dal loro comportamento. dedurre dalla condizioni

16

tra le parti in mancanza di un contratto scritto e dal loro comportamento. dedurre dalla condizioni
tra le parti in mancanza di un contratto scritto e dal loro comportamento. dedurre dalla condizioni
LE CONDIZIONI ECONOMICHE
LE CONDIZIONI ECONOMICHE
LE CONDIZIONI ECONOMICHE LE CONDIZIONI ECONOMICHE Innanzitutto è necessario che i mercati nei quali operano le

LE CONDIZIONI ECONOMICHE Innanzitutto è necessario che i mercati nei quali operano le imprese indipendenti e quelle associate non presentino differenze rilevanti . Le condizioni economiche considerazione che possono rivelarsi pertinenti nella determinazione della comparabilità dei mercati comprendono: la localizzazione geografica; la dimensione dei mercati; il grado di concorrenza sui mercati e le relative posizioni concorrenziali; la disponibilità (e relativi rischi) di beni e servizi succedanei;

sui mercati e le relative posizioni concorrenziali; la disponibilità (e relativi rischi) di beni e servizi
sui mercati e le relative posizioni concorrenziali; la disponibilità (e relativi rischi) di beni e servizi
sui mercati e le relative posizioni concorrenziali; la disponibilità (e relativi rischi) di beni e servizi

17

sui mercati e le relative posizioni concorrenziali; la disponibilità (e relativi rischi) di beni e servizi
sui mercati e le relative posizioni concorrenziali; la disponibilità (e relativi rischi) di beni e servizi
LE CONDIZIONI ECONOMICHE
LE CONDIZIONI ECONOMICHE
LE CONDIZIONI ECONOMICHE i livelli dell'offerta e della domanda sul mercato nel complesso; il potere d'acquisto

i livelli dell'offerta e della domanda sul mercato nel complesso; il potere d'acquisto dei consumatori; la natura e la portata della regolamentazione pubblica del mercato; i costi legati ai trasporti; la fase di commercializzazione (per esempio dettaglio o ingrosso). I fatti e le circostanze proprie del caso di specie determineranno se le differenze delle condizioni economiche hanno un effetto significativo sui prezzi e se si possono effettuare rettifiche ragionevolmente accurate al fine di eliminare gli effetti di tali differenze.

e se si possono effettuare rettifiche ragionevolmente accurate al fine di eliminare gli effetti di tali
e se si possono effettuare rettifiche ragionevolmente accurate al fine di eliminare gli effetti di tali
e se si possono effettuare rettifiche ragionevolmente accurate al fine di eliminare gli effetti di tali

18

e se si possono effettuare rettifiche ragionevolmente accurate al fine di eliminare gli effetti di tali
e se si possono effettuare rettifiche ragionevolmente accurate al fine di eliminare gli effetti di tali
LE STRATEGIE AZIENDALI
LE STRATEGIE AZIENDALI
LE STRATEGIE AZIENDALI LE STRATEGIE AZIENDALI Le strategie aziendali tengono conto dei numerosi aspetti di un’impresa,

LE STRATEGIE AZIENDALI

Le strategie aziendali tengono conto dei numerosi

aspetti di un’impresa, come l'innovazione e lo sviluppo

di nuovi prodotti, il grado di diversificazione, le

modalità di penetrazione del mercato. Ad esempio, un contribuente che si ponga l'obiettivo di entrare in un nuovo mercato oppure di aumentare (o difendere) la propria quota di mercato potrebbe sostenere temporaneamente costi più elevati (per esempio causa dovuti a costi di avviamento o a maggiori sforzi di marketing) e quindi realizzare utili inferiori a quelli di altri contribuenti che operano sullo stesso mercato.

di marketing) e quindi realizzare utili inferiori a quelli di altri contribuenti che operano sullo stesso
di marketing) e quindi realizzare utili inferiori a quelli di altri contribuenti che operano sullo stesso
di marketing) e quindi realizzare utili inferiori a quelli di altri contribuenti che operano sullo stesso

19

di marketing) e quindi realizzare utili inferiori a quelli di altri contribuenti che operano sullo stesso
di marketing) e quindi realizzare utili inferiori a quelli di altri contribuenti che operano sullo stesso
CONCLUSIONI
CONCLUSIONI
CONCLUSIONI CONCLUSIONI La ricerca di informazioni sulle transazioni potenzialmente comparabili effettuate sul libero

CONCLUSIONI La ricerca di informazioni sulle transazioni potenzialmente comparabili effettuate sul libero mercato e l'identificazione degli elementi comparabili dipendono quindi da un’accurata analisi della transazione in verifica e dei fattori di comparabilità pertinenti.

dipendono quindi da un’accurata analisi della transazione in verifica e dei fattori di comparabilità pertinenti. 20
dipendono quindi da un’accurata analisi della transazione in verifica e dei fattori di comparabilità pertinenti. 20
dipendono quindi da un’accurata analisi della transazione in verifica e dei fattori di comparabilità pertinenti. 20

20

dipendono quindi da un’accurata analisi della transazione in verifica e dei fattori di comparabilità pertinenti. 20
dipendono quindi da un’accurata analisi della transazione in verifica e dei fattori di comparabilità pertinenti. 20
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III
LINEE GUIDA OCSE

Come procedere:

Analisi del soggetto verificato e delle transazioni da sottoporre ad esame;

verificato e delle transazioni da sottoporre ad esame; Determinazione degli anni da prendere in considerazione;
verificato e delle transazioni da sottoporre ad esame; Determinazione degli anni da prendere in considerazione;

Determinazione degli anni da prendere in considerazione;

Analisi generale delle circostanze riguardanti il contribuente;

degli anni da prendere in considerazione; Analisi generale delle circostanze riguardanti il contribuente; 21
degli anni da prendere in considerazione; Analisi generale delle circostanze riguardanti il contribuente; 21

21

degli anni da prendere in considerazione; Analisi generale delle circostanze riguardanti il contribuente; 21
degli anni da prendere in considerazione; Analisi generale delle circostanze riguardanti il contribuente; 21
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III
LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE Analisi delle transazioni controllate (o della transazione

Analisi delle transazioni controllate (o della transazione controllata) in esame, basandosi soprattutto sull'analisi funzionale al fine di selezionare la parte sottoposta a test (se necessario), il metodo di determinazione del prezzo di trasferimento più adatto alle circostanze del caso di specie, l'indicatore finanziario da testare (nel caso di un metodo basato sull'utile delle transazioni) e al fine di identificare i fattori di comparabilità significativi da prendere in considerazione;

delle transazioni) e al fine di identificare i fattori di comparabilità significativi da prendere in considerazione;
delle transazioni) e al fine di identificare i fattori di comparabilità significativi da prendere in considerazione;
delle transazioni) e al fine di identificare i fattori di comparabilità significativi da prendere in considerazione;

22

delle transazioni) e al fine di identificare i fattori di comparabilità significativi da prendere in considerazione;
delle transazioni) e al fine di identificare i fattori di comparabilità significativi da prendere in considerazione;
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III
LINEE GUIDA OCSE

Identificazione ed analisi degli elementi comparabili

OCSE Identificazione ed analisi degli elementi comparabili se ve ne sono; Identificazione delle fonti di informazione

se ve ne sono;

Identificazione delle fonti di informazione disponibili sugli elementi comparabili esterni se tali elementi comparabili sono necessari, e valutazione della loro relativa affidabilità;

Selezione del metodo più appropriato di determinazione dei prezzi di trasferimento e determinazione dell'indicatore finanziario da

e determinazione dell'indicatore finanziario da utilizzare(ad esempio determinazione dell'indicatore di

utilizzare(ad esempio determinazione dell'indicatore

di

utile netto rilevante nel caso di un metodo del

margine netto della transazione);

determinazione dell'indicatore di utile netto rilevante nel caso di un metodo del margine netto della transazione);
determinazione dell'indicatore di utile netto rilevante nel caso di un metodo del margine netto della transazione);

23

determinazione dell'indicatore di utile netto rilevante nel caso di un metodo del margine netto della transazione);
determinazione dell'indicatore di utile netto rilevante nel caso di un metodo del margine netto della transazione);
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III
LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE Determinazione e realizzazione degli aggiustamenti ai fini

Determinazione e realizzazione degli aggiustamenti ai fini della comparabilità, se necessario;

dati raccolti,

determinazione della remunerazione a valori di mercato.

Interpretazione e

utilizzo

dei

se necessario; dati raccolti, determinazione della remunerazione a valori di mercato. Interpretazione e utilizzo dei 24
se necessario; dati raccolti, determinazione della remunerazione a valori di mercato. Interpretazione e utilizzo dei 24
se necessario; dati raccolti, determinazione della remunerazione a valori di mercato. Interpretazione e utilizzo dei 24

24

se necessario; dati raccolti, determinazione della remunerazione a valori di mercato. Interpretazione e utilizzo dei 24
se necessario; dati raccolti, determinazione della remunerazione a valori di mercato. Interpretazione e utilizzo dei 24
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III
LINEE GUIDA OCSE

Analisi del soggetto verificato e delle transazioni da sottoporre ad esame

verificato e delle transazioni da sottoporre ad esame L'esame della o delle transazioni controllate si pone

L'esame della o delle transazioni controllate si pone lo scopo di identificare i fattori pertinenti che influenzeranno la selezione:

- della parte sottoposta a test ,

- l'applicazione del metodo di determinazione del prezzo di trasferimento più appropriato alle circostanze del caso di specie,

più appropriato alle circostanze del caso di specie, - dell'indicatore finanziario da testare (nel caso di

- dell'indicatore finanziario da testare (nel caso di un metodo basato sull'utile della transazione),

specie, - dell'indicatore finanziario da testare (nel caso di un metodo basato sull'utile della transazione), 25
specie, - dell'indicatore finanziario da testare (nel caso di un metodo basato sull'utile della transazione), 25

25

specie, - dell'indicatore finanziario da testare (nel caso di un metodo basato sull'utile della transazione), 25
specie, - dell'indicatore finanziario da testare (nel caso di un metodo basato sull'utile della transazione), 25
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III
LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE - degli elementi comparabili, qualora sia necessario,

- degli elementi comparabili,

qualora sia necessario, la determinazione degli aggiustamenti ai fini della comparabilità. Vi sono delle situazioni, però, in cui spesso le transazioni separate sono così strettamente collegate o continue che sarà più proficuo analizzare le transazioni congiuntamente, piuttosto che separatamente. Vi sono altre situazioni in cui le transazioni sono stipulate sotto forma di un contratto globale tra imprese associate, ma devono essere valutate separatamente.

-

sono stipulate sotto forma di un contratto globale tra imprese associate, ma devono essere valutate separatamente.
sono stipulate sotto forma di un contratto globale tra imprese associate, ma devono essere valutate separatamente.
sono stipulate sotto forma di un contratto globale tra imprese associate, ma devono essere valutate separatamente.

26

sono stipulate sotto forma di un contratto globale tra imprese associate, ma devono essere valutate separatamente.
sono stipulate sotto forma di un contratto globale tra imprese associate, ma devono essere valutate separatamente.
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III
LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE Selezione della parte da sottoporre a test

Selezione della parte da sottoporre a test La scelta della parte sottoposta a test deve essere compatibile con l'analisi funzionale della transazione. In generale, la parte sottoposta a test è quella a cui un metodo di determinazione del prezzo di trasferimento può essere applicato nel modo più affidabile possibile e per la quale possono essere trovati gli elementi comparabili più affidabili, cioè sarà il più delle volte quella per cui l'analisi funzionale è meno complessa.

comparabili più affidabili, cioè sarà il più delle volte quella per cui l'analisi funzionale è meno
comparabili più affidabili, cioè sarà il più delle volte quella per cui l'analisi funzionale è meno
comparabili più affidabili, cioè sarà il più delle volte quella per cui l'analisi funzionale è meno

27

comparabili più affidabili, cioè sarà il più delle volte quella per cui l'analisi funzionale è meno
comparabili più affidabili, cioè sarà il più delle volte quella per cui l'analisi funzionale è meno
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III
LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE Analisi della transazione controllata Per poter selezionare

Analisi della transazione controllata Per poter selezionare e applicare il metodo di determinazione del prezzo di trasferimento più appropriato alle circostanze del caso di specie, è necessario avere informazioni sui fattori di comparabilità legati alla transazione controllata in esame, e in particolar modo sulle funzioni svolte, le attività utilizzate e i rischi assunti da tutte le parti coinvolte nella transazione controllata, comprese una o più imprese straniere associate.

assunti da tutte le parti coinvolte nella transazione controllata, comprese una o più imprese straniere associate.
assunti da tutte le parti coinvolte nella transazione controllata, comprese una o più imprese straniere associate.
assunti da tutte le parti coinvolte nella transazione controllata, comprese una o più imprese straniere associate.

28

assunti da tutte le parti coinvolte nella transazione controllata, comprese una o più imprese straniere associate.
assunti da tutte le parti coinvolte nella transazione controllata, comprese una o più imprese straniere associate.
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III
LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE Elementi comparabili interni Gli elementi comparabile

Elementi comparabili interni Gli elementi comparabile interni non sono sempre più affidabili e una transazione tra un contribuente e una parte indipendente non può sempre essere considerata come un elemento comparabile affidabile per delle transazioni controllate eseguite dallo stesso contribuente. Gli elementi comparabili interni, quando ne esistono, devono essere conformi ai cinque fattori di comparabilità, esattamente come gli elementi comparabili esterni. Elementi comparabili esterni Esistono varie fonti d'informazione che possono servire a identificare dei potenziali elementi comparabili esterni.

Esistono varie fonti d'informazione che possono servire a identificare dei potenziali elementi comparabili esterni. 29
Esistono varie fonti d'informazione che possono servire a identificare dei potenziali elementi comparabili esterni. 29
Esistono varie fonti d'informazione che possono servire a identificare dei potenziali elementi comparabili esterni. 29

29

Esistono varie fonti d'informazione che possono servire a identificare dei potenziali elementi comparabili esterni. 29
Esistono varie fonti d'informazione che possono servire a identificare dei potenziali elementi comparabili esterni. 29
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III
LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE Selezione o rigetto di elementi comparabili potenziali

Selezione o rigetto di elementi comparabili potenziali

Vi sono principalmente due sistemi che permettono di

identificare le transazioni di terze parti potenzialmente comparabili:

Approccio "additivo", prevede che chi effettua

la

realizzano transazioni potenzialmente comparabili. Vengono poi raccolte informazioni sulle transazioni realizzate da queste terze parti per convalidare il fatto che siano effettivamente degli elementi comparabili accettabili, sulla base di criteri di comparabilità predeterminati; 2) Approcio deduttivo, prevede che si parta da

1)

ricerca elabori una lista di terze parti che, si ritiene,

2) Approcio deduttivo, prevede che si parta da 1) ricerca elabori una lista di terze parti
2) Approcio deduttivo, prevede che si parta da 1) ricerca elabori una lista di terze parti
2) Approcio deduttivo, prevede che si parta da 1) ricerca elabori una lista di terze parti

30

2) Approcio deduttivo, prevede che si parta da 1) ricerca elabori una lista di terze parti
2) Approcio deduttivo, prevede che si parta da 1) ricerca elabori una lista di terze parti
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III
LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE un vasto insieme di imprese che operano

un vasto insieme di imprese che operano nello stesso settore di attività, che svolgono funzioni simili e che non presentano caratteristiche economiche sensibilmente diverse. Questa lista viene poi affinata utilizzando criteri di selezione e informazioni pubblicamente disponibili (ad esempio, banche dati, siti Internet, informazioni su concorrenti noti del contribuente). Nella pratica, criteri allo stesso tempo quantitativi e qualitativi vengono utilizzati al fine di comprendere o escludere potenziali elementi comparabili:

al fine di comprendere o escludere potenziali elementi comparabili: - Criteri riguardanti la dimensione dlel’impresa 31

- Criteri riguardanti la dimensione dlel’impresa

al fine di comprendere o escludere potenziali elementi comparabili: - Criteri riguardanti la dimensione dlel’impresa 31
al fine di comprendere o escludere potenziali elementi comparabili: - Criteri riguardanti la dimensione dlel’impresa 31

31

al fine di comprendere o escludere potenziali elementi comparabili: - Criteri riguardanti la dimensione dlel’impresa 31
al fine di comprendere o escludere potenziali elementi comparabili: - Criteri riguardanti la dimensione dlel’impresa 31
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III
LINEE GUIDA OCSE

- Criteri legati alle attività immateriali;

- Criteri legati all’esclusione di soggetti in situazioni particolari (fallimento, start up…)

soggetti in situazioni particolari (fallimento, start up…) Determinazione e realizzazione degli aggiustamenti Essere

Determinazione e realizzazione degli aggiustamenti Essere comparabili significa che nessuna delle eventuali differenze esistenti tra le situazioni confrontate potrebbe influenzare in maniera significativa le condizioni esaminate da un punto di vista metodologico, o che possono essere realizzati aggiustamenti ragionevolmente accurati per eliminare gli effetti di tali differenze.

o che possono essere realizzati aggiustamenti ragionevolmente accurati per eliminare gli effetti di tali differenze. 32
o che possono essere realizzati aggiustamenti ragionevolmente accurati per eliminare gli effetti di tali differenze. 32
o che possono essere realizzati aggiustamenti ragionevolmente accurati per eliminare gli effetti di tali differenze. 32

32

o che possono essere realizzati aggiustamenti ragionevolmente accurati per eliminare gli effetti di tali differenze. 32
o che possono essere realizzati aggiustamenti ragionevolmente accurati per eliminare gli effetti di tali differenze. 32
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III
LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE Gamma di libera concorrenza Per determinare se

Gamma di libera concorrenza

Per determinare se le condizioni di una transazione siano conformi al principio di libera concorrenza si può individuare un solo valore, come termine di confronto oppure, poiché la determinazione dei prezzi di trasferimento non è una scienza esatta, l'applicazione del metodo o dei metodi più appropriati avrà come risultato una gamma di numeri, tutte relativamente allo stesso modo affidabili.

dei metodi più appropriati avrà come risultato una gamma di numeri, tutte relativamente allo stesso modo
dei metodi più appropriati avrà come risultato una gamma di numeri, tutte relativamente allo stesso modo
dei metodi più appropriati avrà come risultato una gamma di numeri, tutte relativamente allo stesso modo

33

dei metodi più appropriati avrà come risultato una gamma di numeri, tutte relativamente allo stesso modo
dei metodi più appropriati avrà come risultato una gamma di numeri, tutte relativamente allo stesso modo
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III LINEE GUIDA OCSE
ANALISI DI COMPARABILITA’ - CAPITOLO III
LINEE GUIDA OCSE

Quando i difetti di comparabilità permangono, può essere opportuno utilizzare misure di tendenza centrale (per esempio la mediana, la media o la media ponderata, ecc., in base alle caratteristiche specifiche dell'insieme di dati)

alle caratteristiche specifiche dell'insieme di dati) Dati pluriennali L'esame dei dati pluriennali è spesso
alle caratteristiche specifiche dell'insieme di dati) Dati pluriennali L'esame dei dati pluriennali è spesso

Dati pluriennali L'esame dei dati pluriennali è spesso utile in un'analisi di comparabilità, ma non è un obbligo sistematico. I dati pluriennali dovrebbero essere utilizzati nel caso in cui permettano di migliorare l’analisi dei prezzi di trasferimento.

dovrebbero essere utilizzati nel caso in cui permettano di migliorare l’analisi dei prezzi di trasferimento. 34
dovrebbero essere utilizzati nel caso in cui permettano di migliorare l’analisi dei prezzi di trasferimento. 34

34

dovrebbero essere utilizzati nel caso in cui permettano di migliorare l’analisi dei prezzi di trasferimento. 34
dovrebbero essere utilizzati nel caso in cui permettano di migliorare l’analisi dei prezzi di trasferimento. 34