Sei sulla pagina 1di 16
656 tare Peralteo, la differerza tra valore fiseale della partecipazione & valore contabile det patrimonio netto potrebbe costituire manifesta. zione di pregresse componenti negative di reddito (svastezioni 0 perdite sulle negoziazioni) dedotte in passato dalla incorporante © dai precedentittolar della parteeipazione; in presenza di una totale inrilevanza fiscale dell'avanzo, il valore fiscale della partecipazione, perduto a fronte delle svalutazioni precedentemente dedotte, ver rebbe vos} recuperato gratuitamente, senza che si realizzi aleuna componente positiva direddito, La dottrina non ha quindi maneato i evidenziare quale imaperfezione legislativa abbia introdotto la neutralita del!’avanzo da annallamento nella fusione (276) in realta, questo difetto di coordinamento sembra essersi de samente ridimensionato in seguito all’introduzione della riforma del sistema fiscale, e soprattutto grazie al nuovo regime della deducibi- lit delle svalutazioni apportate alle partecipazioni e delle minusva- lenze da negoziazione sulle stesse partecipazioni. Pid in particolare, la recente riforma tributaria ha da un lato esteso il regime di non deducibilita delle minusvalenze da valutazione (svalutazioni) intro- dotto dal D.L. 209/2002 alla generalita delle svalutazioni su parte- cipazioni, e dalaltro he previsto la non deduciblitd delle minusva- lenze tealizzate sulle partecipazioni che rientrano nell’ambito di applicazione dell'art. &7 (regime della participation exemption). Questo nuovo regime di non deducibilita influisce quindi sulle considerazioni sopra svolte in tema di neutraitd del'avanzo da annullamento, ridueendo notevelmente T'ssimmetria rilevata da parte della doterina e connessa alla deducibitita, appunto, delle inusvalenze e delle svalutazioni di partecipazioni 57. La neutralitt fiscale per i soci delle soviet partecipanti TI regime di neutrlita fscale trova esplicitazione anche nei guard del valore fiscale delle partecipazioni nella societa incorpo- rante (0 risultante dalla fusione), ricevute dai soci delle societa incorporate (0 fuse) in cambio delle partecipazioni possedute in ‘queste ultime, Infatti, Poperazione di fusione ha dirette conseguenze anche in capo ai singoli soci delle socteta incorporate (o fuse), i qual = 276) AAV, La fiscal, 428 é 1 sc mana 87 si vedono sostituire le azioni o quote precedentemente detente con guelle della societa incorporante (o risultante dalla fusione). tn particolare il comma 3 dell'articolo 172 Tuir, prevede che «il cambio delle partecipazioni originarie non cosituisce né realizzo né distribuzione di plusvalenze o di minusvatenze né conseguimento di ricavi peri soci della societa incorporata o fusa ». Ne consegue che Ja partecipazione nella societa incorporante (o risultante dalla fu- sione) ricevuta in cambio dal socio di ana saciet’ ineorporata (0 fusa) assumeré il medesimo valore fscale della partecipazione con. cambiata per elfetto della fusione; la fusione & neutrale dnche per | soci, per cui eventuali plusvalori latenti esistenti in capo alle parte cipazioni concambiate saranno realizzati solo el momento dell'effet tiva cessione. In altri termini, benché sotte un profilo tecnico- formale i soci delle incorporate (o fuse) assistano ad una sostitu- zone delle azioni o quote possedute in tai societa con azioni o quote emesse dalla incorporante (0 risultante dalla fusione), non effet- tuano sotto il profilo fiscale un'operazione di realizzo delle parteci pazioni concambiate, dal momento che il veechio contratto sociale prosegue, sotto mutate forme, allinterno del contratto sociale della incorpotante o risltante della fusione, In particolare, i soci della incorporata si srovano in una situa di modifica del proprio assetto patrimoniale, in quanto per etto del concambio viene modificata 0 annullata Ia loro parteci pazione nella incorporata (0 fusa), e Vengonc assegnate loro altre azioni o quote dell’incorporante (0 risultante dalla fusione), confor ‘memente a quanto dispone il rapporto di cambio individuato nel progetto. Ln sostituzione della parteeipazione 2ella incorporata con altre partecipazioni potrebbe, in presenza di una differente disci- plina fscale, castituire un presupposto per Vimposizione tributaria in capo ai soci, in quanto si potrebbe ravvisare nella sostituzione il realizzo in capo ai soci stessi di plus o minusvalori sulle partecipa- zioni concambiate. terzo commia dell'art, 172, che riprerde nella sostanza il previgente terzo comma dellart. 123, interviene sul punto, proclu- endo ogni ipotesi di tassazione in capo ai soe al momento de segnazione di partecipazioni nellincorporante in luogo delle szioni © quote dellincorporata, Infati, la norma sopra riportata esclude cespressamente che Massegnazione di azioni o quote in pendenza di usione assuma rilevanza reddituale, vientrando la stessa nell'ambito «i quel principio generale di neutral fiseale e di trasmissione dei 638 tans valori fiscalmente ricorosciuti che governa la disciplina tibutaria dell istieuto. Dialtronde, sarebbe stato poco coerente riconoscere nell'asse- snazione di pertecipazioni in sostituzione di quelle originarie pre- supposti per la imponiblitsfiscale in capo ai soggetti destinatari;