Sei sulla pagina 1di 5

SABATO 2 MARZO 2019 LA GAZZETTA DELLO SPORT 25

27a GIORNATA

L’ANTICIPO LE ULTIME LA SFIDA L’INTERVISTA


FOGGIA RINGRAZIA: STELLONE CONTRO VERONA-VENEZIA BOMBER MONCINI
UN’AUTORETE L’AMICO LIVERANI È IN CHIAVE TORO GOL DA GENNAIO
PIEGA IL COSENZA PALERMO-LECCE CON GUSTAFSON PER IL CITTADELLA
DOPO TRE VITTORIE DUELLO PER LA A CONTRO SEGRE E UNA TRADIZIONE
Pagina 26 Pagina 28 Pagina 29 Pagina 27
il punto

Quelle soste la classifica


che adesso SQUADRE PT
G
PARTITE
V N P
RETI
F S

si fanno sentire BRESCIA


BENEVENTO
47
43
25
24
12
12
11
7
2
5
53
36
32
24
PALERMO 42 24 11 9 4 35 22
LECCE 41 24 11 8 5 40 33
di NICOLA BINDA PESCARA 41 25 11 8 6 36 31
VERONA 39 25 10 9 6 37 29

D
ue partite per mettere SPEZIA 37 25 10 7 8 39 30
fieno in cascina. Il PERUGIA 35 24 10 5 9 33 33
Brescia lo sa e stringe i SALERNITANA 34 25 9 7 9 30 31
denti per dare ancora più CITTADELLA 33 24 8 9 7 27 23
COSENZA 33 26 8 9 9 22 28
sostanza a una classifica che,
ASCOLI 29 23 7 8 8 25 31
forse, non lo sta premiando CREMONESE 27 25 6 9 10 22 25
per quanto avrebbe meritato. VENEZIA 26 24 6 8 10 23 29
Due partite, e mica facili: oggi FOGGIA (-6) 26 26 7 11 8 34 38
il Cittadella in casa, sabato 9 a LIVORNO 23 24 5 8 11 23 32
Cosenza. Poi ci sarà il turno di CROTONE 22 25 5 7 13 24 35
riposo, seguito dalla sosta del CARPI 21 25 5 6 14 24 44
torneo. Tre settimane senza PADOVA 19 25 3 10 12 24 37
giocare che potrebbero SERIE A PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSIONI
minare le certezze di Corini.
Per questo i rivali sanno di
non giocarsi un posto solo.
Benevento e Palermo hanno
già riposato, il Lecce ha una
gara da recuperare. E anche
Pescara e Verona - pur IL PROGRAMMA
dovendo ancora riposare - FOGGIA-COSENZA 1-0
sono lì, in attesa di riuscire a OGGI
dare sostanza ai loro progetti. BRESCIA-CITTADELLA ORE 15
CARPI-ASCOLI
PADOVA-CROTONE
Occhi sul Brescia dunque: lo PALERMO-LECCE ORE 18
scontro diretto Palermo-Lecce DOMANI
PERUGIA-SALERNITANA ORE 15
e il posticipo del Benevento lo PESCARA-SPEZIA
potrebbero lanciare. Ma se VERONA-VENEZIA ORE 21
non batte il Cittadella tutto si Festeggiamenti per Alfredo Donnarumma, 28 anni, stella del Brescia capolista e capocannoniere della Serie B con 22 reti LAPRESSE LUNEDÌ
LIVORNO-BENEVENTO ORE 21
potrebbe ridiscutere. Perché

BRESCIA, È L’ORA
RIPOSA: CREMONESE
questa inedita variabile dei
turni di riposo adesso si fa
sentire. E’ il momento chiave: MARCATORI
chi riesce a infilare il ritmo 22 RETI: Donnarumma (Brescia, 5)
16 RETI: Mancuso (Pescara, 3)
giusto diventa favorito per

DELLO SCATTO
13 RETI: Coda (Benevento, 5)
andare in A. E la squadra che 10 RETI: La Mantia (Lecce)
sembra averlo trovato è il 9 RETI: Torregrossa (Brescia, 1), Pazzini
Benevento: 10 partite e 22 (Verona, 3)
8 RETI: Palombi (Lecce), Verre (Perugia, 1)
punti, 4 vittorie nelle ultime
7 RETI: Tutino (Cosenza), Mancosu (Lecce,
5, una convinzione acquisita 1), Diamanti (Livorno, 3), Nestorovski
cammin facendo (dopo un (Palermo, 1), Vido (Perugia, 3), Okereke
comprensibile avvio di (Spezia, 1)
aggiustamento). Il Palermo Delicata sfida al Cittadella nel giorno dello scontro diretto Palermo-Lecce, 6 RETI: Simy (Crotone, 2), Kragl (Foggia),
Di Mariano (Venezia, 1)
l’ha scavalcato e chissà: ora
c’è il Brescia nel mirino...
in attesa del Benevento lunedì: la capolista di Corini si gioca molto, perché
© RIPRODUZIONE RISERVATA poi andrà a Cosenza e quindi si dovrà fermare per tre settimane...
26 SABATO 2 MARZO 2019 LA GAZZETTA DELLO SPORT

SerieB L’ANTICIPO

Il Foggia ringrazia
Autogol Dermaku
3

e Padalino risale
Si ferma il Cosenza
1Gara decisa dopo 22’: il tecnico salva la panchina
Braglia è sconfitto dopo tre vittorie consecutive
1 2
FOGGIA 1
COSENZA 0
PRIMO TEMPO 1-0
MARCATORE autorete di
Dermaku al 22’ p.t.

FOGGIA (3-4-2-1) Leali; Martinelli,


Billong, Ranieri; Zambelli, Agnelli,
Greco (dal 25’ s.t. Ngawa), Kragl;
Galano (dal 18’ s.t. Marcucci),
● 1 Kastriot Dermaku, 27 anni, difensore centrale del Cosenza ● 2 L’esultanza dei giocatori del Foggia
Chiaretti (dal 36’ s.t. Mazzeo);
Iemmello. dopo l’autorete che si rivelerà decisiva per la vittoria ● 3 L’episodio che ha segnato il match tra Foggia e
PANCHINA Noppert, Boldor, Cosenza: Dermaku ha deviato nella propria porta un cross di Kragl proveniente dalla sinistra LAPRESSE
Ingrosso, Loiacono, Deli,
cidono il turnover. Sei le novità Matarese, Cicerelli.
ALLENATORE Padalino.
re riferimenti ai difensori av- COSENZA INNOCUO Chiuso il la moviola
Giuseppe Calvi tra i rossoneri (passati al 3-4- versari. Sempre pronto a evol- primo tempo senza aver mai ti-
INVIATO A FOGGIA 2-1) che devono rinunciare vere il modulo base in un 5- rato in porta, il Cosenza spera
COSENZA (3-5-2) Perina; Capela,
agli squalificati Gerbo e Busel- 3-2, con Baez e D’Orazio che di essere più incisivo. Ma cam-

I
Dermaku, Legittimo; Baez, Mungo
l Foggia sentitamente rin- lato: a centrocampo dentro (dal 27’ s.t. Bruccini), Palmiero, arretrano, il Cosenza non si li- bia poco, nonostante Braglia
grazia… Per sbloccarsi e Zambelli, Agnelli e Kragl, cam- Garritano (dal 24’ s.t. Sciaudone), mita ad arginare le iniziative di dia spazio a Litteri e ridisegni il
ritrovare la vittoria in casa bia tutto il fronte offensivo, D’Orazio; Tutino, Maniero (dal 10’ Agnelli e compagni e comincia centrocampo con gli inseri-
(mancava dal 14 dicembre, an- con Galano e Chiaretti chiama- s.t. Litteri). a pungere con efficaci ripar- menti di Sciaudone e Bruccini.
PANCHINA Saracco, Bittante,
Agnelli rischia:
che allora era venerdì, 3-1 sul- ti a supportare Iemmello. Ri- tenze. Imbeccato da Tutino, I calabresi giocano pratica-
Izco, Hristov, Schetino, Misuri,
la Cremonese), ha avuto biso- spetto all’ultima gara contro il Sueva. Mungo spreca una clamorosa mente nella metà campo rosso-

intervento
gno, in cima a una partita brut- Carpi, nella formazione cala- ALLENATORE Braglia. palla gol, spa- nera, però mai
ta e sofferta, dell’autogol di brese, schierata con il 3-5-2, rando alto da- arrivano a far
LA CHIAVE
da arancione
Dermaku a metà primo tempo. trovano subito posto in difesa ARBITRO Maggioni di Lecco. vanti a Leali, po- tremare Leali,
Il successo contro il Cosenza è Dermaku (al rientro dopo la ESPULSI nessuno. co dopo ci ripro- Fondamentale la che osserva sen-
meritato, perché su quell’epi- squalifica), a centrocampo AMMONITI Legittimo (C), Kragl va, con una vo- za patemi le con-
leè imprecisa. Al vittoria in chiave
(F), Agnelli (F) e Bruccini (C) per
sodio sfortunato la squadra di Garritano e Mungo e in attacco gioco scorretto; Leali (F) per clusioni di Ma-
Braglia si è inchiodata: sconfit- Maniero, che compone il tan- comportamento non 22’ il Foggia pe- salvezza per la niero e Garrita- ● (a.fr.) Sull’azione che decide la
ta dopo 3 vittorie (un solo k.o. dem con Tutino. regolamentare. sca il jolly, sbloc- squadra di casa no. Padalino partita, Iemmello è in leggero
in 10 incontri), senza aver ef- NOTE paganti 2.154, incasso non cando il risultato butta nella mi- fuorigioco al momento della
fettuato un tiro nello specchio RITMO ALTO Dopo cinque pa- comunicato; abbonati 7.346, quota grazie a un auto- Gli ospiti giocano schia anche il battuta di Kragl, ma non
della porta. Padalino può tira- reggi consecutivi, il Foggia de- non comunicata. Tiri in porta 4-0. gol di Dermaku: giovane Marcuc- influisce sulla traiettoria su cui
su punizione di la ripresa tutta
Tiri fuori 1-8. In fuorigioco 5-1.
re un sospiro di sollievo, fosse ve assolutamente tornare al Angoli 2-4. Recuperi: p.t. 1’, s.t. 5’.
ci, ex capitano poi interviene Dermaku
andata male – dopo 5 pareggi successo e ha una partenza pe- Kragl, il difenso- in avanti, ma non della Roma Pri- infilando la propria porta: gol
consecutivi – sarebbe stato rentoria. Galano pesca re, nel contrasta- tirano mai in porta mavera, e si co- regolare. Al 33’ del primo tempo
esonerato. Emblematico, d’al- Iemmello, che da posizione de- re Agnelli, devia pre con Ngawa, rischia grosso Agnelli, che entra
tra parte, lo striscione esposto filata conclude debolmente. e batte il portiere Perina. La sfi- senza però rinunciare alle ri- in netto ritardo e a forbice su
in curva nord, prima del ma- Padalino cerca di sfruttare le da si mantiene sempre equili- partenze, che poggiano sul so- Palmiero: intervento
tch: «10 partite, 9 punti: Pada- caratteristiche dello schiera- brata. Kragl è il più insidioso e lito Iemmello, affiancato da quantomeno da arancione, con
lino, così si va in Lega Pro». mento a trazione anteriore, af- dà vita a un bel duello con il di- Mazzeo. Il Foggia resiste, può il giallo gli va anche bene. Un
fidando a Galano e Chiaretti la rimpettaio Baez: entrambi cer- tornare a respirare, in attesa minuto prima, timide proteste di
TURNOVER Pesano gli impegni missione di girare attorno al cano, senza successo, la via del derby di sabato 9 a Lecce. Tutino che va giù in area, ma
ravvicinati, i due allenatori de- terminale avanzato, senza da- della porta. © RIPRODUZIONE RISERVATA Greco non commette fallo.

LE PAGELLE di G.C.
AGNELLI 6 Criticato e abbattuto, fa la qualche avanzata.
gara del capitano. Ci mette cuore e IL MIGLIORE BAEZ 6 Opposto al temuto Kragl, non IL MIGLIORE
dedizione, e vince il duello con LUCA gli concede spazio e riesce pure a LUCA
Garritano. proporsi sulla fascia destra.
GRECO 6 Fosforo in regia: piazzato 6,5 RANIERI MUNGO 5 E’ un moto perpetuo, lesto 6,5 PALMIERO
davanti alla difesa, detta i tempi del Personalità, determinazione e pure a presentarsi in area avversaria. Trottolino operoso, calamita tutto
gioco e non perde di vista Palmiero. coraggio: il ragazzino (compirà Ma sullo 0-0 si divora un’incredibile il gioco del Cosenza sui suoi piedi.
FOGGIA 6 NGAWA 6 Entra con il sacro furore.
Sistemato a sinistra, difende e riparte
con decisione.
20 anni ad aprile) resiste a Tutino
e sale in cattedra nella difesa del COSENZA 5,5 palla-gol.
BRUCCINI 5,5 Va nella mischia
quando ormai regna il disordine
Saggio organizzatore del
centrocampo, si rivela anche
Foggia, uscendo anche palla al pronto ad andare spesso in
KRAGL 6 Non può spingere con tattico.
KRAGL, CHE PUNIZIONE continuità, perché Baez lo costringe
piede per impostare il gioco.
MUNGO, CHE ERRORE GARRITANO 5,5 Incrocia spesso
pressing su Greco.

GRECO DETTA I TEMPI talvolta ad agire da terzino puro. Da


una sua punizione nasce l’autogol. BAEZ PROPOSITIVO Agnelli, in un confronto ad alto… tasso
agonistico.
CHIARETTI È SPENTO GALANO 6 Pur animato da tanta
voglia, resta… sotto vuoto spinto. L’ALLENATORE D’ORAZIO TIMIDO SCIAUDONE 5,5 Non porta un
contributo di qualità, riesce a incidere L’ALLENATORE
LEALI 6 Mai impegnato. Solo Qualche buon numero e un assist al PASQUALE PERINA 6 Beffato dall’autorete di poco. PIERO
un’incertezza in uscita, con palla non bacio per Iemmello. Dermaku, per il resto ordinaria D’ORAZIO 5,5 Si preoccupa sin
trattenuta. MARCUCCI 6 Al debutto, il ragazzo di 6 PADALINO amministrazione. troppo delle incursioni di Zambelli, così 5,5 BRAGLIA
MARTINELLI 6 Impone la sua forza scuola Roma è vivace e anche tosto. Nella notte più difficile infila il CAPELA 6 Nella sua zona finisce spinge con poca efficacia. Si dispera per un errore al tiro di
atletica, chiudendo bene anche nel CHIARETTI 5,5 Si batte, prova ad sesto risultato utile di fila. E’ però spesso Chiaretti: lo controlla senza TUTINO 6 Dribbla, sgomma, detta Mungo. Ma la squadra è sempre
raddoppio di marcatura al centro. accelerare, però proprio non solo la sua seconda vittoria, affanni. qualche suggerimento ai compagni. prevedibile, monocorde. E mai
BILLONG 6 Dirige con sicurezza il s’accende (Mazzeo s.v.) frutto di un’accorta condotta di DERMAKU 5,5 Sfortunato Ma ci vorrebbe pure un tiro… tira in porta. Resta comunque il
traffico in difesa, concedendo poco a IEMMELLO 6 Un gigante, a lungo gara e di una puntuale gestione protagonista dell’autogol, patisce le MANIERO 5,5 Almeno tenta di valido progetto tattico che ha
Maniero e poi a Litteri. abbandonato, nella prateria della metà del fortunoso vantaggio. incursioni centrali di Iemmello. concludere, pur risultando impreciso. consentito l’allungo in classifica.
ZAMBELLI 6 Al rientro, guarda a vista campo avversaria. Controlla di fino e LEGITTIMO 6 Attento a non farsi LITTERI 5 Si sbatte, ma si vede
D’Orazio e dà appoggio in attacco. tiene alta la squadra. Nel finale spreca. infilare da Galano, cerca anche davvero poco.

GLI ARBITRI di A.FR. 6,5


MAGGIONI Applica un metro abbastanza permissivo e decide - giustamente - di non punire molti interventi lievi.
Soprattutto mantiene lo stesso metro per l’intera gara. Forse un po’ clemente con Agnelli, ma buona conduzione
CANGIANO 6
DEI GIUDICI 6
SABATO 2 MARZO 2019 LA GAZZETTA DELLO SPORT 27

SerieB L’INTERVISTA
TU 1 2 3
R
PE C
O
U

N..
A T

Moncini

M
● 1 Gabriele con nonna Bruna,
scomparsa l’estate scorsa
e tifosa del nipote, e il cugino
Luca ● 2 Il 9 è papà Raffaele
col Montecatini in C ● 3 Il premio
per la tripletta al Lecce LAPRESSE

O Ilnonnocronista,
nipotini, figli di Irene: lo zio

L'IDENTIKIT
“cattivo”: non ci sono mai...».

Ha saputo fin da piccolo quindi


NATO A PISTOIA
l’esistenza delle regole per la

ilpadreun’ala,
IL 26-4-1996
ALTEZZA 183 CM PESO 75 KG buona convivenza?
«Certo, in casa erano appese le

N
RUOLO ATTACCANTE
tabelle dei turni per apparec-
Inizia a giocare con la società chiare e sparecchiare».
dilettantistica del Tempio

Gabrieleilbomber
Chiazzano di Pistoia. Il Prato lo Disastri con Gianmarco?
visiona e se lo porta a casa in età «Una serie di quadri e cerami-
adolescenziale. Poi la Juventus che di papà rotti con il pallo-
decide di puntare su di lui. A ne... ma erano così brutti che

C
Torino gioca per due anni, quindi non mancano a nessuno».

«VolevoCittadella»
ecco il Cesena, il Prato e ancora
i romagnoli fino alla scomparsa Con chi si confida di più?
del club. La Spal lo rileva a zero «Giulia».
euro, da gennaio è al Cittadella
(foto MASSIMO FELICETTI). Il più coccolato dei cinque?
«Io! Sofia è nata molto tempo

1L’attaccante arrivato a gennaio dalla Spal oggi dopo di me».

I
sfida Donnarumma: «Ammiro la sua continuità»
Assomiglia al padre-calciatore?
«Siamo diversi fisicamente e
nel ruolo, lui ala e io punta.
Non mi ha mai obbligato a fare
La corsa playoff, vista dall’ester- il calciatore. Anzi, quando ero
Matteo Brega no, pare un labirinto: dentro lo ragazzino in estate si andava al

N
spogliatoio come la dipingete? mare vicino a Grosseto e niente

N
onno Gianni era «È complicata anche per il fatto ritiri estivi».
cronista per il Cor- di essere in 19. Se avessimo
riere della Sera: dal perso anche contro il Lecce Quando è arrivata la Juventus?
1968 al 1974 si era avremmo dovuto iniziare a «Mi hanno fatto scegliere, avrei
occupato di svariati guardarci le spalle. Non ci sono potuto rifiutare».
argomenti, da Zeno Colò ai fe- più tante partite e i margini di
steggiamenti della Milano ne-
razzurra per lo scudetto del
errore sono ridottissimi».
HO INCROCIATO E a scuola?
«Diplomato, l’Università per
ALFREDO L’ANNO

I
1971. Il babbo Raffaele invece Lei è arrivato a gennaio dalla adesso la accantono. Quando
è stato un’ala tosta, un tipetto Spal: le cose vanno bene?
«compatto», professionista con «Sono felice, volevo solo il Cit-
SCORSO: LUI 2 GOL, studiavo non subivo passiva-
mente il percorso scolastico, mi
la Pistoiese fino a quando in tadella. Le notti precedenti alla IO UNO SOLO piaceva crescere anche lì».
uno scontro con il portiere av- firma non ho dormito».
versario si ruppe il ginocchio: GABRIELE MONCINI Ha la playstation?
carriera finita, la chirurgia an- Si aspettava questo mondo? SULLA PARTITA COL BRESCIA «No».
cora non «riparava» i calciatori «Quando giocavo contro il Cit-
e così andò a la- tadella restavo Whatsapp?
vorare in banca. colpito dallo sta- «Sì, con la chat “Famiglia Mon-
Gabriele invece IL MOMENTO dio piccolo, dalle cini” che comprende solo noi
fa il bomber tut- «La vittoria persone educa- fratelli. Papà non ha nemmeno
tora e gli viene te. Tornavo a ca- il cellulare».
anche piuttosto contro il Lecce sa sconfitto e im-
bene: da genna- ci ha ridato bambolato dalla Rapporto con il fantacalcio?
io è a Cittadella, le nostre certezze» loro determina- «Sono l’ultima scelta dei miei
4 gol in 5 partite, zione in campo». amici, mi han detto che più di 1
con annessa tri- «Tripletta di testa:
pletta al Lecce di E la Spal?
IL PRIMO GOL non avrebbero speso...».

testa. Ecco tre non sono un gigante, «In 6 mesi sono DELLO STADIUM Idolo calcistico?
generazioni dei bravi i compagni
Moncini. a servirmi»
cresciuto calci-
sticamente e ho
LO FECI IO, «Essendo juventino dico Treze-
guet, mi piace anche Piatek».
imparato a com- NON TONI...
Gabriele, è stato un caso che portarmi da uomo». Test di juventinità: chi ha segna-
fossero tutti e tre di testa? GABRIELE MONCINI to il 1° gol allo Stadium?
«Non sono un gigante, però Domani sfida il Brescia di Alfre- SULLO JUVENTUS STADIUM «Io!».
prendo bene il tempo e i com- do Donnarumma, 22 gol in B. A
pagni sono stati bravi». proposito di triplette, ne ha rea- Veramente Luca Toni nell’ami-
lizzate 3: cosa ne pensa? chevole con il Notts County...
La vittoria è arrivata dopo 3 k.o. «Nella scorsa stagione ci siamo «Il giorno prima ci furono le
di fila con zero gol segnati: che sfidati a Cesena, vinse l’Empoli prove dell’evento e giocammo
febbraio è stato? 3-2. Lui doppietta, io uno solo. noi Allievi contro la Primavera.
«Un mese tosto, le certezze Apprezzo la sua continuità, de- Segnai i primi due gol».
iniziavano a mancare. terminante per un attaccante».
Siamo stati bravi per- Come?
ché il Lecce gioca dav- C’è stato o solo il calcio per lei? «Di testa».
vero bene». «Fino alle scuole medie ho pra-
QUANDO GIOCAVO © RIPRODUZIONE RISERVATA

4 2
ticato anche il basket e quando
mi scelse il Prato lo lasciai. Non CONTRO IL CITTA
la prese bene il mio allenatore,
ero un buon tiratore».
PERDEVO, TORNAVO
IMBAMBOLATO
Casa Moncini com’è?
«Affollata (sorride, ndr)! Bab- GABRIELE MONCINI
bo Raffaele, mamma Anna- SUL CITTADELLA
● I gol realizzati in B da Moncini chiara, professoressa di religio- ● Le presenze con la Spal
con la maglia del Cittadella. ne, e quattro fratelli: Giulia, nella prima parte della stagione:
Arrivato a gennaio ha subito Gianmarco, Irene e Sofia, dal l’attaccante ha giocato qualche
segnato al Carpi, poi la tripletta più grande al più giovane. Io minuto in A contro l’Inter
contro il Lecce sono il quarto. E sono zio di due e in Coppa Italia contro la Samp
28

SerieB COSI’ IN CAMPO


Roberto
occhio a... Stellone, BRESCIA (4-3-1-2) CARPI (4-4-1-1)
41 anni,
e Fabio CITTADELLA (4-3-1-2) ASCOLI (4-3-1-2)
Liverani, 42
LAPRESSE OGGI ore 15 ARBITRO Ghersini di OGGI ore 15 ARBITRO Rapuano di
Genova PREZZI 8-54 euro TV Dazn Rimini PREZZI 14-50 euro TV Dazn

Stellone contro Liverani 2 15


1
ALFONSO
18 26 4 34
35
PISCITELLI
13 27

I due amici si giocano la A SABELLI CISTANA ROMAGNOLI MARTELLA SABBIONE KRESIC POLI ROLANDO
17 31 8 20
25 4 6
MUSTACCHIO COULIBALY VITALE JELENIC
BISOLI TONALI NDOJ
7
7
CONCAS
SPALEK
GIUSEPPE CALVI 9 11 15
DONNARUMMA TORREGROSSA VANO
30 9 9 21

D
FINOTTO MONCINI GANZ BERETTA
a ragazzini sognavano appena, poi non hanno più formazione 7 11
SCHENETTI NINKOVIC
insieme il grande condiviso esperienze comuni più competitiva
calcio, da «allievi» scelti da giocatori. In carriera della B», dice 23 4 8 17 5 19
BRANCA IORI SETTEMBRINI CAVION TROIANO ADDAE
della terza squadra di Roma. Liverani riuscì a conquistare Liverani.
Da avversari, in panchina, in un posto nella Lazio, proprio All’andata i 3 6 15 24 6 15 23 37
BENEDETTI ADORNI FRARE GHIRINGHELLI D’ELIA QUARANTA BROSCO LAVERONE
Palermo­Lecce di oggi, lui che ha sempre tifato per la rosanero s’imposero
1 22
cercano punti pesanti nella Magica. Innamorato della per 2­1 al Via del PALEARI MILINKOVIC
corsa verso la promozione in Roma anche Stellone, che ha Mare. Oggi il Lecce,
ANDATA 2-2 ANDATA 0-1
A. Roberto Stellone, 42 anni a dovuto girare sempre al largo matricola terribile, si PANCHINA 22 Andrenacci, 5 Gastaldello, PANCHINA 12 Sambo, 6 Buongiorno, 5 Pezzi,
luglio, di Ciampino, e Fabio dai due club della capitale. presenta al confronto, 29 Semprini, 8 Martinelli, 14 Dall’Oglio, 32 6 Marcjanik, 10 Piscitella, 19 Pasciuti, 21 Saric,
Liverani, 43 anni ad aprile, di Da calciatore Roberto ha da quarto in classifica, Tremolada, 20 Rodriguez, 23 Morosini 32 Di Noia, 30 Crociata, 33 Wilmots, 11
ALLENATORE Corini Marsura, 18 Arrighini ALLENATORE Castori
Roma, quartiere Tor ottenuto la sua prima lontano un solo punto SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI Bisoli, SQUAL. nessuno DIFFIDATI Suagher
Pignattara, si ritrovarono promozione in A, nel 1999, dal Palermo, terzo. Cistana, Ndoj INDISPONIBILI Curcio, INDISPONIBILI Serraiocco, Cisse, Pachonik,
nella squadra Allievi nazionali con il Lecce guidato da «Come gioca bene la Dessena, Mateju Colombi, Romairone, Rizzo, Suagher
della Lodigiani. L’attaccante Sonetti. Fabio ha lasciato squadra di Liverani! – PANCHINA 22 L. Maniero I, 13 Camigliano, PANCHINA 12 Bacci, 3 Rubin, 40 Scevola, 30
era cresciuto in quel florido tracce indelebili del suo fa notare Stellone ­ 6 Parodi, 29 Cancellotti, 28 Bussaglia, 21 Frattesi, 28 Andreoni, 20 Ciciretti, 16 Casarini,
vivaio; il centrocampista ci passaggio a Palermo, dal proveremo a cancellare Proia, 11 Siega, 25 L. Maniero II, 32 Diaw 26 Coly, 7 Baldini, 10 Rosseti, 18 Chajia,
ALLENATORE Venturato SQUALIFICATI 39 Ngombo ALLENATORE Vivarini
arrivò, dopo aver brillato nel 2008 al 2011. «Mi dispiace la brutta sconfitta di Drudi DIFFIDATI Camigliano, Frare, SQUALIFICATI Padella DIFFIDATI
settore giovanile della che ora il Palermo abbia Crotone». Settembrini INDISPONIBILI Rizzo, Ardemagni, Brosco, Cavion, Troiano
Romulea. Si sfiorarono problemi societari, ma resta la © RIPRODUZIONE RISERVATA Scappini, Pasa, Panico INDISPONIBILI Ardemagni, Lanni, Valentini

PADOVA (3-5-2) PALERMO (4-3-1-2) PERUGIA (4-3-1-2) PESCARA (4-3-1-2) VERONA (4-3-3) LIVORNO (3-4-1-2)
CROTONE (3-5-2) LECCE (4-3-1-2) SALERNITANA (3-4-1-2) SPEZIA (4-3-3) VENEZIA (4-3-3) BENEVENTO (3-5-2)
OGGI ore 15 ARBITRO Di Paolo di OGGI ore 18 ARBITRO Aureliano di DOMANI ore 15 ARBITRO Guccini di DOMANI ore 15 ARBITRO Marinelli DOMANI ore 21 ARBITRO Piscopo di LUNEDÌ ore 21 ARBITRO Minelli di
Avezzano PREZZI 10-40 euro TV Dazn Bologna PREZZI 9-150 euro TV Dazn Albano L. PREZZI 14-60 euro TV Dazn di Tivoli PREZZI 12-80 euro TV Dazn Imperia PREZZI 14-94 euro TV Dazn Varese PREZZI 14-55 euro TV Dazn
1 1 22 1 1 38
MINELLI BRIGNOLI GABRIEL FIORILLO SILVESTRI ZIMA
36 3 5 14 2 5 19 7 32 13 3 CAMPAGNARO DEL GROSSO 5 30 33 3 21 4 26
ANDELKOVIC CHERUBIN TREVISAN SALVI BELLUSCI RAJKOVIC ALESAMI MAZZOCCHI GYOMBER SGARBI FELICIOLI 14 2 6 3 FARAONI BIANCHETTI EMPEREUR L. VITALE GONNELLI DI GENNARO BOGDAN
35 8 18 26 20 24 BALZANO SCOGNAMIGLIO
CALVANO LOLLO 4 8 14 7 8 34 5
MURAWSKI JAJALO CHOCHEV FALZERANO CARRARO DRAGOMIR 28 16 25
17 8 23 11 32 HENDERSON GUSTAFSON COLOMBATTO VALIANI LUCI AGAZZI EGUELFI
5 MELEGONI BRUGMAN CRECCO
MORGANELLA CAPPELLETTI LONGHI 10
TRAJKOVSKI VERRE 19 23
29 30 11 19 16 11 23
27 9 9 MARRAS 7 31 DIAMANTI 24
PUSCAS NESTOROVSKI MELCHIORRI SADIQ LEE PAZZINI DI GAUDIO
BONAZZOLI MBAKOGU MONACHELLO MANCUSO RAICEVIC DUMITRU
7 25 20 19 30 19 20 30 23 19 9
CALAIÒ 34 9 21
FIRENZE SIMY FALCO LA MANTIA JALLOW DI MARIANO BOCALON LOMBARDI INSIGNE CODA
8 28 DA CRUZ GALABINOV OKEREKE
BARBERIS ROHDÉN MANCOSU A. ANDERSON BUONAIUTO VIOLA
6 8 16 16 7 18
13 18 10 6 31 34 7 6 3 14 17 15 BESEA BENTIVOGLIO SEGRE 16 17 34 10 3
MORA RICCI BARTOLOMEI
TRIPALDELLI BENALI SAMPIRISI MAJER TACHTSIDIS ARRIGONI LOPEZ DI TACCHIO MINALA CASASOLA IMPROTA CRISETIG LETIZIA
13 25 5 3 19 20 24 3 4 5 27
23 8 2 27 16 25 24 35 5 14
GIGLIOTTI MIGLIORINI MANTOVANI AUGELLO TERZI LIGI VIGNALI BRUSCAGIN FORNASIER COPPOLARO ZAMPANO
VAISANEN SPOLLI CURADO CALDERONI MECCARIELLO LUCIONI VENUTI CALDIROLA ANTEI VOLTA
1 22 12 1 12 12
CORDAZ VIGORITO MICAI LAMANNA VICARIO MONTIPÒ
ANDATA 1-2 ANDATA 2-1 ANDATA 1-2 ANDATA 3-1 ANDATA 1-1 ANDATA 0-1
PANCHINA 22 Merelli, 12 Favaro, 6 PANCHINA 22 Pomini, 33 Alastra, 3 PANCHINA 1 Bizzarri, 12 Perilli, 2 Rosi, PANCHINA 12 Kastrati, 5 Gravillon, 31 Ciofani, PANCHINA 12 L. Ferrari, 26 Berardi, PANCHINA 12 Crosta, 1 Neri, 13 Fazzi,
Ceccaroni, 13 Capelli, 16 Madonna 14 Rispoli, 31 Pirrello, 24 Szyminski, 4 Accardi, 16 Ranocchia, 25 Falasco, 8 Bianco, 18 Bettella, 23 Perrotta, 17 Pinto, 20 Bruno, 28 15 Balkovec, 27 Dawidowicz, 29 Almici, 29 Rocca, 6 Gasbarro, 28 Salzano,
Zambataro, 18 Mazzocco, 38 Clemenza, 21 13 Ingegneri, 32 Haas, 21 Fiordilino, 23 Moscati, 28 Kouan, 18 Bordin, 10 Vido, Melegoni, 11 Capone, 13 Bellini, 26 Antonucci, 18 Lucas, 31 Saveljevs, 21 Laribi, 13 Traoré, 42 Boben, 9 Gori, 17 Porcino, 20 Kupisz,
Marcandella, 28 Capello, 10 Baraye, 31 7 Lo Faso, 20 Falletti, 9 Moreo 27 Han. ALLENATORE Nesta 29 Del Sole, 36 Sottil ALLENATORE Pillon 28 Tupta ALLENATORE Grosso 10 Giannetti, 11 Murilo ALLENATORE Breda
Cocco ALLENATORE Bisoli ALLENATORE Stellone SQUALIFICATI SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI Bianco SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI Lee SQUALIFICATI Nessuno DIFFIDATI
SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI nessuno DIFFIDATI Falletti, Salvi INDISP. El Yamiq, Kingsley, Cremonesi Mancuso, Marras, Memushaj INDISPONIBILI Tozzo, Kumbulla, Marrone, Giannetti INDISPONIBILI Dainelli,
Trevisan INDISPONIBILI Mandorlini, INDISPONIBILI Mazzotta. INDISPONIBILI Kanoutè Crescenzi, Munari, Danzi, Zaccagni, Mazzoni, Marie Sainte
Ravanelli, Pulzetti, Broh, Barisic PANCHINA 1 Vannucchi, 34 Lazzari, Ragusa, Matos, Di Carmine
PANCHINA 1 Bleve, 32 Milli, 2 Riccardi, 5 20 Memolla, 2 Pucino, 6 Odjer, 16 Marino, PANCHINA 22 Manfredini, 33 Barone, 2 PANCHINA 22 Gori, 32 Zagari, 13 Tuia,
PANCHINA 22 Festa, 3 Cuomo, 5 Golemic, Cosenza, 15 Marino, 28 Fiamozzi, 31 Bovo, 32 Mazzarani, 7 D. Anderson, 27 Orlando, Brero, 4 Crivello, 23 De Col, 28 Erlic, 15 Crimi, PANCHINA 1 Facchin, 22 Lezzerini, 15 Costa, 18 Gyamfi, 4 Del Pinto, 11 Maggio,
16 Milic, 19 Marchizza, 27 Valietti, 15 13 Haye, 21 Felici, 23 Tabanelli, 9 9 Vuletich, 11 Djuric ALLENATORE Gregucci 18 De Francesco, 25 Maggiore, 29 Acampora, 17 Mazan, 25 Cernuto, 8 Suciu, 11 St Clair, 15 36 Vokic, 25 Bandinelli, 27 Ricci,
Gomelt, 20 Molina, 21 Zanellato, 9 Nalini, 11 Tumminello, 18 Saraniti ALLENATORE SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI Akpa 7 Pierini, 10 Mastinu ALLENATORE Marino Zennaro, 21 Schiavone, 24 Rossi, 28 Citro, 29 Asencio, 33 Armenteros ALLENATORE
Machach, 33 Mraz ALLENATORE Stroppa Liverani SQUALIFICATI Petriccione. Akpro, Jallow, Minala, Pucino SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI Crimi, 32 Vrioni. ALLENATORE Zenga SQUAL. Bucchi SQUALIFICATI nessuno
SQUALIFICATI nessuno DIFF. Molina. DIFFIDATI Scavone, Palombi, La Mantia INDISPONIBILI Akpa Akpro, Bernardini, Capradossi, Bartolomei, Gyasi, Okereke Modolo DIFFIDATI Bocalon, Di Mariano DIFFIDATI Di Chiara, Volta, Asencio
INDISP. Pettinari, Kargbo, Tripicchio INDISPONIBILI Scavone, Palombi Di Gennaro, Perticone, Rosina, Schiavi INDISPONIBILI Capradossi, Gyasi, Bidaoui INDISPONIBILI Domizzi, Garofalo, Pinato INDISPONIBILI Di Chiara, Tello, Puggioni

1Brescia: Donnarumma ritrova Torregrossa per 1Domani un doppio spareggio playoff a Perugia
la difficile sfida al Cittadella 1Carpi e Padova: e a Pescara 1Verona, derby della verità contro
scontri diretti in casa per il rilancio salvezza un Venezia ferito 1E lunedì c’è il Benevento
SABATO 2 MARZO 2019 LA GAZZETTA DELLO SPORT 29

SerieB LA SFIDA

fVERONA-VENEZIA
PRESENZE MINUTI PRESENZE MINUTI
GIOCATI GIOCATI PALERMO

GUSTAFSON VS. SEGRE Niente revoca


1.073’
Per Zamparini
Il derby del Veneto
16 1.252’ 18

rimangono
i domiciliari

e un centrocampo E il gip attacca

marchiato Toro Media partita Gustafson


Media partita ruolo

PASSAGGI POSITIVI
Media partita Segre
Media partita ruolo

PASSAGGI POSITIVI

1Grosso e Zenga si affidano a due talenti granata 47,06 17,44

24,97 24,97
E i numeri dicono che questa fiducia è meritata VERTICALIZZAZIONI
VERTICALIZZAZIONI Maurizio Zamparini, 77 anni ANSA

15,25 4,89
Ragno al posto di Vecchi il ta- SOGNANDO BECKHAM Segre è
Nicolò Schira lentino torinese ma milanese invece il classico cuore Toro, 10,46 Fabrizio Vitale
@NicoSchira d’adozione (da bambino la fa- cresciuto nel vivaio granata. 10,46 PALERMO
miglia si è trasferita nel capo- L’idolo però è David Beckham,

U R
GOL
n derby veneto con vista luogo lombardo) ha trovato conosciuto ai tempi del Milan GOL esta ai domiciliari Mau-
sul... Toro. Si scrive Ve- spazio. Fiducia ripagata da quando aveva appena 12 anni. 1 rizio Zamparini. Il giudi-
rona-Venezia ma si leg- prestazioni super e già tre reti. Da ragazzino Jacopo ha, infat- di testa ce delle indagini prelimi-
ge anche Samuel Gustafson Due insostituibili come testi- ti, militato nelle giovanili ros- nari Gioacchino Scaduto ha re-
contro Jacopo Segre. Una sfida moniano anche i numeri, che sonere e a Milanello un pome- spinto la richiesta di scarcera-
nella sfida quella tra i due gio- vedono Segre tra i giocatori ad riggio incrociò il suo idolo. Ai zione dei legali dell’ex patron
vani centrocampisti accomu- aver perso meno palloni in tut- tempi non andavano ancora di del Palermo. Zamparini per il
nati dall’essere di proprietà del ta la stagione (appena 103), moda i selfie. Era il 2009 ma 2 gip ancor oggi si sarebbe trova-
club granata, che sta studian- mentre lo svedese è simile a l’estate scorsa, quasi a dieci an-
1 di destro to nella disponibilità della so-
do da vicino la loro crescita. E una lavatrice: i ni di distanza,
di destro 3 cietà attraverso persone di as-
1 totale
chissà che uno dei due non palloni sporchi Segre ha incon- totale soluta fiducia. La presenza ai
possa far parte della squadra di in mezzo al cam- LE STORIE trato di nuovo a vertici della società di Daniela
Mazzarri in futuro. Serie A già po diventano, in- Lo svedese ha un Milano il suo mi- Samuel De Angeli, che secondo il giu-
assaggiata dallo svedese (9 fatti, passaggi to, in occasione Gustafson, 24 dice è una ex «contabile della
presenze tra agosto 2016 e positivi, quando gemello che gioca di un evento anni LAPRESSE società e storica collaboratrice
gennaio 2018), ma ancora ta- transitano tra i nel Feyenoord, pubblicitario, e dello stesso Zamparini», fa
bù per l’ex Piacenza. piedi di Gustaf- l’altro tifa Beckham stavolta è riusci- pensare a quello che viene de-
son, visto che so- e si sta laureando to a concedersi finito «l’ennesimo giro di val-
DESTINI INCROCIATI Percorsi no 753 (media di in Scienze Motorie una foto ricordo. zer», in cui ognuno dei prota-
simili quelli di Gustafson e Se- 47.06 a partita Come l’ex capi- gonisti torna al punto di par-
gre. Entrambi partiti in sordina ovvero quasi il tano della nazio- tenza, mentre viene stigmatiz-
in questa stagione ed esplosi doppio rispetto ai suoi colle- nale inglese ama disegnare tra- zata come «incredibile» la
con il passare dei mesi. Bravi a ghi) quelli andati a buon fine iettorie spesso imprendibili per cessione al gruppo inglese del-
far ricredere gli scettici e a con- nel corso di questo torneo. i portieri avversari. Reti da ci- la Sport Capital, «privo di qual-
quistarsi il posto fisso. Gustaf- neteca tipo quella in pre-cam- siasi disponibilità finanziaria»,
son ha debuttato da titolare IL GEMELLO Il sogno dello sve- pionato che stese la Fiorentina che per il Tribunale riflettereb-
contro il Palermo il 23 novem- dese del Verona è quello di af- di Pioli. Sul campo Segre sta be «l’attitudine di Zamparini a
bre. Da quel giorno non è più frontare, magari in Europa Le- superando a pieni voti tutti gli ricorrere a metodi quanto me-
uscito, trasformandosi da og- ague, il gemello Simon che mi- esami e - in attesa di conquista- no opachi». Nella decisione del
getto misterioso della prima lita nel Feyenoord. Insieme re la salvezza - va altrettanto gip si fa riferimento anche al-
parte della stagione in pilastro hanno scritto una pagina stori- forte lontano dal rettangolo l’accordo con la Damir, che ha
della mediana. La svolta per ca del calcio svedese, trasci- verde, visto che se la cava bene salvato dalla penalizzazione il
Segre ha invece un nome e co- nando l’Hacken a vincere la anche sui libri e si sta laurean- Palermo. Secondo il giudice
gnome: Walter Zenga. Con coppa nazionale nel 2016 (pri- do in Scienze Motorie. Scaduto «non può che essere
l’arrivo in panchina dell’Uomo mo trofeo assoluto nella storia © RIPRODUZIONE RISERVATA stata preceduta dal benestare

30 31
del club). Un exploit che gli è dell’indagato». Rino Foschi pe-
valso, qualche mese dopo, il rò ribadito l’estraneità dell’ex
passaggio al Torino per patron dal Palermo. «Zampari-
600mila euro. Gustafson ri- ni ha venduto la società agli in-
spetto al suo avversario ha me- glesi – ha detto il neopresiden-
no confidenza con la porta av- te - ed è il mio ex presidente.
versaria. Il suo primo gol in Se- Questo dubbio l’ha anche la
rie B con la maglia del Verona Procura, ma purtroppo ho avu-
● I giocatori utilizzati dal (la stagione scorsa a Perugia ● I giocatori utilizzati dal to a che fare con gli inglesi, so-
Verona nelle 24 partite finora ne ha fatto uno in 20 partite) Venezia nelle 24 partite finora no riuscito a portargli via le
disputate (manca il 3-0 a ha salvato la panchina di Gros- disputate: quello con più Jacopo Segre, azioni perché c’era in ballo il
tavolino di Cosenza): l’unico ad so due settimane fa a La Spe- presenze è Di Mariano, che è 22 anni futuro di questa società».
averle giocate tutte è Silvestri zia. sceso in campo in 22 occasioni LAPRESSE © RIPRODUZIONE RISERVATA