Sei sulla pagina 1di 19

SISTEMI DI

ELABORAZIONE NUMERICA
DEI SEGNALI
Simone Morosi -

Università di Firenze
Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione (DINFO)
Laboratorio di Elaborazione dei Segnali e Comunicazioni
(LESC)

S. Morosi – Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali


Sistemi di 
Elaborazione Numerica dei Segnali
Sintesi del Contenuto del corso (LM Ing. delle Telecomunicazioni)
(in comune con LM Ing. Elettronica)

6CFU
• Analisi e progetto dei sistemi di ENS realizzati con aritmetica a precisione 
finita
• Analisi e progetto di sistemi di elaborazione numerica dei segnali con 
variazione della frequenza di campionamento (multirate systems)
• Analisi e progetto di sistemi adattativi
• Applicazioni di Sistemi di Elaborazione Numerica 

(Esercitazioni numeriche e  con MATLAB)

Prerequisiti:  Fondamenti di Elaborazione Numerica dei Segnali
Testo di riferimento: 
F.Argenti, L.Mucchi, E.Del Re, Elaborazione numerica dei segnali. 
Teoria, esercizi ed esempi al calcolatore, McGraw‐Hill, 2011.
S. Morosi – Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali 2
Argomenti trattati nel corso 
(nelle diapositive i riferimenti rimandano ai Capitoli del testo di riferimento) 

• Sistemi di ENS realizzati con aritmetica a precisione 
finita
– FFT ‐ realizzazione con aritmetica a precisione finita: 
quantizzazione dei coefficienti e delle operazioni. Rapporto 
segnale‐errore in uscita.
– FIR ‐ strutture realizzative; realizzazione con aritmetica a 
precisione finita: quantizzazione dei coefficienti e delle 
operazioni. Fattore di scala. Rapporto segnale‐errore in 
uscita.
– IIR ‐ strutture realizzative; realizzazione con aritmetica a 
precisione finita: quantizzazione dei coefficienti e delle 
operazioni. Fattore di scala. Ordinamento e accoppiamento 
di poli e zeri. Rapporto segnale‐errore in uscita. Cicli limite.

S. Morosi – Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali 3


Argomenti trattati nel corso 
(nelle diapositive i riferimenti rimandano ai Capitoli del testo di riferimento) 

• Sistemi con variazione della frequenza di 
campionamento  (”multirate systems”)
– Interpolazione e decimazione di segnali numerici: fattore 
intero e fattore razionale.
– Conversione di frequenza mediante tecniche di 
interpolazione e decimazione.
– Progetto di filtri per interpolazione e decimazione. 
Strutture per decimatori e interpolatori. Strutture polifase. 
Strutture con filtri CIC.
– Realizzazione a stadi multipli di interpolatori e decimatori.
– Traslazione frazionaria del passo di campionamento
– Applicazioni dei sistemi “multirate”.

S. Morosi – Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali 4


Argomenti trattati nel corso 
(nelle diapositive i riferimenti rimandano ai Capitoli del testo di riferimento) 

• Sistemi adattativi
– Contesti applicativi: predizione, identificazione, 
equalizzazione, cancellazione di interferenze.
– Criterio di ottimizzazione.  Algoritmo LMS, algoritmi 
semplificati. Algoritmo RLS. Condizioni di convergenza.
– Applicazioni dei sistemi adattativi.

S. Morosi – Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali 5


Argomenti trattati nel corso 
(nelle diapositive i riferimenti rimandano ai Capitoli del testo di riferimento) 

• Applicazioni di Sistemi di Elaborazione Numerica

S. Morosi – Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali 6


• Esempi applicativi ed esercitazioni (anche con MATLAB)

• Conversione digitale di frequenza
• Modem per comunicazioni numeriche. Ritardo frazionario.
• Banchi di filtri.
• Analisi e sintesi di segnali in sottobande.
• Predizione, equalizzazione, identificazione adattative. 
• Codifiche standard  voce e audio per telefonia mobile e Internet.
• Convertitori sigma‐delta.

• Identificazione di Sistemi Biologici
• Sistemi di localizzazione indoor ed outdoor

S. Morosi – Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali 7


Identificazione di un sistema biologico

Un’altra recente innovazione è quella dei biosensori, 
cioè di trasduttori costituiti da un elemento sensibile 
biologicamente attivo (enzimi, cellule, anticorpi ecc.) 
e da una parte elettronica

Lo studio della risposta elettrica delle piante a stimoli 
esterni è reso complesso dalla presenza di un’attività 
elettrica di base, presente al loro interno.

L’approccio allo studio dell’attività elettrica nelle 
piante si basa su misurazioni di tipo intracellulare o 
extracellulare.

Il segnale, osservato utilizzando tecniche 
non invasive di tipo extracellulare, è 
originato dal processo di depolarizzazione 
e ripolarizzazione in un gruppo di cellule.

S. Morosi – Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali 8


Identificazione di un sistema biologico

S. Morosi – Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali 9


Identificazione di un sistema biologico

 Esempio dati laboratorio: forte correlazione

S. Morosi – Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali 10


GNSS
(mainly outdoor)  WiFi
 Bluetooth
 UWB
(Dedicated Infrastructure)

 Dead Reckoning (No 
infrastructure) Cooperative Positioning
(relies on communicating devices)

S. Morosi – Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali 11


Hardware Platform
 Cooperative Positioning

Patch GPS Antenna

GN3S Front-end
•Mixing
•Filtering
•Amplifying

S. Morosi – Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali 12


Risultati

S. Morosi – Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali 13


Hardware Platform
 Dead Reckoning ‐ Arduino

Arduino Yun
• ATMega 32u4
• Atheros AR9331
• Wi‐Fi
• Micro SD

Inertial Platforms 10 DOF


• Accelerometer
• Gyroscope
• Magnetometer
• Barometer
S. Morosi – Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali 14
Hardware Platform

 Dead Reckoning ‐ Android Smartphone

Particle Filter
Dead Reckoning
+
Map Matching

S. Morosi – Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali 15


Hardware Platforms

Touch-screen
LCD 7’’

UDOO
• CPU ARM Cortex‐A9 Quad core 1GHz
• Arduino
• Android Phidgets 1044
• Linux High precision
• Acc
• Gyro
• compass

S. Morosi – Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali 16


Indoor localization
• Bluetooth Low Energy  ‐ Beacon

S. Morosi – Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali


PREREQUISITI
 Trasformata zeta
 Trasformata di Fourier
 FFT
• Struttura realizzativa (di calcolo)
• Applicazione al filtraggio FIR
• Stime spettrali
 Sistemi LTI, FIR e IIR
• Strutture realizzative
• Risposta impulsiva
• Equazione alle differenze finite
• Risposta in frequenza
• Funzione di trasferimento
 Segnali aleatori discreti (processi stocastici)
• Densità di probabilità
• Densità spettrale di potenza
• Applicazione ai sistemi LTI

S. Morosi – Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali 18


Materiale didattico integrativo di 
Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali 
Diapositive del Corso divise per Capitoli (pdf)
Piattaforma Moodle

http://e‐l.unifi.it/

S. Morosi – Sistemi di Elaborazione Numerica dei Segnali 19