Sei sulla pagina 1di 3

Serie B R 26a giornata MERCOLEDÌ 27 FEBBRAIO 2019 LA GAZZETTA DELLO SPORT 25

Il Padova sogna il grande colpo LE PAGELLE di N.BI.

Brescia, Ndoj suona la sveglia


1Il derby della famiglia Bisoli finisce in parità. Veneti avanti con grinta e attenzione PADOVA 6 BRESCIA 6,5
La capolista non perde la pazienza e ricuce nei minuti finali: sempre +5 sul 3° posto IL MIGLIORE IL MIGLIORE
JERRY EMANUELE
MBAKOGU NDOJ

PADOVA 1 Nicola Binda 6,5 7


INVIATO A PADOVA
Fa la guerra da solo contro la difesa Due tentativi centrali nel primo
BRESCIA 1

U
del Brescia, Alfonso gli dice di no tempo, uno più preciso e decisivo per
n’altra partita rimessa dopo una bella girata: non è al top il pari nella ripresa, dopo una prova di
PRIMO TEMPO 0-0
MARCATORI Mazzocco (P) al 12’,
in piedi nel finale e il ma corre per 90’. Encomiabile. grande qualità.
Ndoj (B) al 32’ s.t. Brescia fa 13. Tante so-
no le gare utili di fila per la ca-
MINELLI 6 Cresciuto nel Brescia (129 ALFONSO 6,5 Una grande parata su
PADOVA (3-5-1-1) Minelli; Capelli polista (29 punti), che nel te- presenze in B), fa due grandi parate e Mbakogu evita il 2-0.
(dal 33’ s.t. Andelkovic), Cherubin, sta-coda solo quando è andata poi un’uscita imperfetta sulla quale SABELLI 6,5 Prova concreta e
Trevisan; Morganella, Mazzocco, in svantaggio ha fatto vedere nasce il pari. provvidenziale recupero su Bonazzoli
Broh (dal 24’ p.t. Zambataro),
Cappelletti, Longhi; Baraye (dall’11’
tutta la sua tremenda forza of- CAPELLI 6,5 Non fa vedere palla a lanciato a rete.
s.t. Bonazzoli); Mbakogu fensiva trovando un pareggio Morosini ed esce acciaccato. CISTANA 6,5 Bel duello con Mbakogu:
più che meritato. Ma che è sta- (Andelkovic s.v.) pari anche questo.
PANCHINA Favaro, Merelli,
CHERUBIN 6,5 Gestisce bene la ROMAGNOLI 7 Non sbaglia nulla e
Ceccaroni, Pulzetti, Lollo, to messo in discussione da un difesa. sfiora il gol di testa.
Madonna, Marcandella, Capello, Padova che più marchiato Bi- TREVISAN 6,5 Non fa vedere palla a SEMPRINI 6 Tre infortunati in questo
Clemenza soli di così non poteva essere. Donnarumma. ruolo: il ragazzo se la cava e viene
ALLENATORE P. Bisoli L’ultima della classe si è difesa, Un duello tra il bresciano Spalek e il padovano Trevisan LAPRESSE MORGANELLA 6 Più contenimento sacrificato per rimediare all’1-0.
BRESCIA (4-3-1-2) Alfonso; ha trovato il gol del vantaggio, che spinta, deve ritrovare lo slancio. TREMOLADA 6 Entra dopo l’1-0 e il
ha sfiorato il raddoppio, si è rea di Mbakogu. Ma arginare stra, il baricentro si è alzato e MAZZOCCO 6,5 Unico Brescia prende sostanza.
Sabelli, Cistana, Romagnoli,
fatta raggiungere e ha vacilla- l’ondata della capolista non Dimitri Bisoli ha provato a fare centrocampista con un pizzico di D. BISOLI 6,5 Tutto il primo tempo
Semprini (dal 22’ s.t. Tremolada);
qualità, spicca per il gol. davanti alla panchina di papà e quasi
D. Bisoli (dal 44’ s.t. Martinelli), to, quindi alla fine il pari — era facile e il pareggio è stato un dispetto a papà con un bel BROH 6 Gioca a uomo su Spalek ma bloccato, più libero di attaccare e farsi
Tonali, Ndoj; Spalek; Morosini (dall’ pur amaro — lo deve accetta- inevitabile. Vista la partita ci tiro a girare dal limite, ma Mi- esce dopo 24’ per un guaio muscolare. sentire nella ripresa. (Martinelli s.v.)
8’ s.t. Torregrossa), Donnarumma re. sta, ma la classifica piange: il nelli ha ancora detto di no. ZAMBATARO 6 Fa la mezzala destra TONALI 6 Per il suo standard abituale,
PANCHINA Andrenacci,
Gastaldello, Dall’Oglio, Lancini, Padova non vince dal 20 gen- Un’uscita difettosa del portiere salendo spesso in appoggio alle punte. perde qualche pallone di troppo.
PADOVA ADAGIO Paolone Bi- naio, poi ha fatto 4 punti in 6 (fresco ex) al 32’ ha però fatto CAPPELLETTI 6 Fa quello che deve SPALEK 5,5 Un trequartista dovrebbe
Rodriguez
soli fra difensori e mediani ha gare e se non vinci è impossibi- arrivare palla al limite a Ndoj fare un difensore a centrocampo: regalare qualche giocata di rilievo: lui
ALLENATORE Corini
arginare. stavolta non ne fa.
alzato un muro, lasciando Ba- le salvarsi. (cresciuto nelle giovanili del LONGHI 5,5 Carente nella spinta. MOROSINI 5,5 Tanto movimento
ARBITRO Baroni di Firenze raye a scorrazzare e Mbakogu Padova e già minaccioso due BARAYE 6,5 E’ intraprendente e fa da senza combinare granchè.
ESPULSI nessuno a cercare la giocata vincente. RISVEGLIO BRESCIA Dopo un volte nel primo tempo), che ha raccordo con Mbakogu: strano che TORREGROSSA 6 Guanti e maniche
AMMONITI Ndoj (B), Capelli (P),
Semprini (B), Longhi (P), Mbakogu Un piano umile ma perfetto, primo tempo di controllo, for- controllato e infilato con un ti- Bisoli lo tolga. corte, entra e vivacizza l’attacco.
che sembrava riuscire dopo il se un po’ snob, nella ripresa ro a girare, mantenendo la me- BONAZZOLI 5,5 Bresciano di Ghedi, DONNARUMMA 6 Tripletta all’andata,
(P), Tonali (B) e Bonazzoli (P) per
gol numero 11 su palla inatti- Romagnoli ha ricordato a tutti dia di almeno un gol a partita entra e si vede solo sul corner del gol. nemmeno un tiro stavolta ma
gioco scorretto
ALL. P. BISOLI 6 Alza le barricate e minaccia costante.
NOTE paganti 2.784, incasso di va, al 12’ della ripresa: angolo che il Brescia è la squadra lea- del Brescia. Che non si è fer- trova il gol su calcio da fermo, ma non ALL. CORINI 7 Decisiva la svolta dopo
24.923,20 euro; abbonati 5.269, e testata di Mazzocco, contro der del campionato e ha sfiora- mato lì, ha cercato il ribaltone regge l’urto della capolista. E la l’1-0: mette sotto pressione il Padova e
quota non comunicata. Tiri in una difesa che prima di gol to il gol di testa: bravo Minelli. e strappato applausi ai suoi classifica piange. trova il pari.
porta 2-5. Tiri fuori 2-1. In
fuorigioco 0-0. Angoli 4-6.
dalla bandierina ne aveva pre- C’è voluto il gol del Padova per 1.300 tifosi in curva. Il vantag-
so solo uno (minimo della B). vedere la capolista che sta gio sul terzo posto rimane di 5
Recuperi: p.t. 2’, s.t. 4’
Quello di Bisoli sarebbe stato
un capolavoro se 8’ dopo Al-
marchiando questo torneo,
grazie anche alla mossa di Co-
punti e la consistenza della
squadra è sempre più da Serie
GLI ARBITRI
BARONI Subito due gialli (alla fine saranno 7) per placare gli animi,
fonso non avesse respinto da rini con Tremolada e il 3-4- A. 6,5 nessuna decisione contestata (ma non ci sono stati «casi»)
campione la girata da centroa- 1-2: Spalek si è allargato a sini- © RIPRODUZIONE RISERVATA e ben assistito dai due collaboratori. VECCHI 6,5 - MARCHI 6,5

MINALA E JALLOW IN GOL RIGORE PARATO AL CARPI


CLASSIFICA
Salernodaplayoff SALERNITANA
CREMONESE
2
0
Tutino graffia SQUADRE

BRESCIA
PT

47
G

25
PARTITE
V

12
N

11
P

2
F
RETI

53
S

32

Cremonesek.o. Perina è un muro


BENEVENTO 43 24 12 7 5 36 24
PRIMO TEMPO 0-0 PALERMO 42 24 11 9 4 35 22
MARCATORI Minala al 16’, Jallow al LECCE 41 24 11 8 5 40 33
23’ s.t.

CapolineaRastelli Cosenza corre


PESCARA 41 25 11 8 6 36 31
VERONA 39 25 10 9 6 37 29
SALERNITANA (3-4-2-1) Micai 6; SPEZIA 34 24 9 7 8 36 30
Pucino 6, Migliorini 6,5, Mantovani 7;
SALERNITANA 34 25 9 7 9 30 31
D.Anderson 6, Minala 6,5, Di Tacchio
6,5 (dal 43’ Mazzarani s.v.), Lopez CITTADELLA 33 24 8 9 7 27 23
6,5; A.Anderson 6,5; Calaiò 6 (dal 31’ COSENZA 33 25 8 9 8 22 27
ben prima del fischio d’inizio. s.t. Odjer 6), Jallow 7 (dal 37’ Djuric
COSENZA 1 reggi, porta inviolata da 603’. PERUGIA 32 23 9 5 9 30 31
Roberto Guerriero Gregucci ha confermato lo s.v.) PANCHINA Vannucchi, Lazzari, CARPI 0 ASCOLI 29 23 7 8 8 25 31
SALERNO stesso modulo delle precedenti Gigliotti, Schiavi, Memolla, Marino,
PRIMO TEMPO 1-0
LA CRONACA La partenza della CREMONESE 27 25 6 9 10 22 25
gare rilanciando André Ander- Orlando ALLENATORE Gregucci 7
MARCATORI Tutino al 28’ p.t. squadra di Braglia è fulminan- VENEZIA 26 23 6 8 9 21 26

L
a Salernitana torna alla son alle spalle dei due attac- COSENZA (4-3-3) Perina 7,5; Bittante te: palo di Baez, girata di Tutino LIVORNO 23 23 5 8 10 23 29
vittoria casalinga dopo ol- canti, mentre Rastelli ha modi- CREMONESE (5-3-2) Agazzi 6; deviata in angolo da Piscitelli. FOGGIA (-6) 23 25 6 11 8 33 38
s.v. (dal 20’ p.t. Izco 6), Capela 6,5,
Mogos 5,5 Del Fabro 6, Claiton 5,5, CROTONE 22 25 5 7 13 24 35
tre due mesi (non accade- ficato lo schieramento adot- Caracciolo 5,5, Renzetti 5,5; Soddimo
Legittimo 7, D’Orazio 6,5; Bruccini 6, Al 28’ il vantaggio: lungo lancio
va dal 23 dicembre con il Fog- tando un prudente 5-3-2 e dan- Palmiero 7, Sciaudone 6,5; Baez 7 (dal di Baez e Tutino, al 7° gol, mira CARPI 21 25 5 6 14 24 44
5, Arini 6, Emmers 6; Piccolo 6,
32’ s.t. Hristov s.v.), Litteri 5,5 (dal 24’ PADOVA 19 25 3 10 12 24 37
gia) e, almeno per una notte, do spazio ad un ampio turn Strizzolo 5 (dal 15’ s.t. Carretta 6)
s.t. Maniero 5,5), Tutino 6,5
l’angolino. L’ex Arrighini, tutto
conquista con merito un posto over con cinque novità iniziali. ALLENATORE Rastelli 5
PANCHINA Saracco, Schetino, Misuri, solo, al 40’ calcia a lato. La ri- SERIE A PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSIONI
nei playoff. Ora è all’ottavo po- La partita è decollata soltanto a PANCHINA Ravaglia, Volpe, presa comincia ancora all’inse-
Garritano, Sueva
sto con gli stessi punti dello metà primo tempo quando Ca- Rondanini, Croce, Migliore, gna del Cosenza: il solito Baez
ALLENATORE Braglia 6,5
Spezia che gioca oggi. «Godia- laiò, dopo un’azione corale del
Castagnetti, Strefezza, Boultam,
CARPI (4-4-1-1) Piscitelli 6,5; Pachonik per Sciaudone, tiro deviato in IL PROGRAMMA
Mbaye ASCOLI-FOGGIA 2-2
moci questa vittoria che po- reparto offensivo, ha calciato 6 (dal 14’ s.t. Kresic 6), Sabbione 6,5, angolo. Poi sale in cattedra il
Poli 5,5, Pezzi 5 (dal 3’ s.t. Mustacchio BENEVENTO-PESCARA 2-1
trebbe finalmente sbloccarci. in diagonale di poco a lato. La ARBITRO Illuzzi di Molfetta 6 Carpi: Marsura di testa a lato di COSENZA-CARPI 1-0
6,5); Rolando 5,5, Coulibaly 6,5, Vitale
Adesso è importante continua- Salernitana ha preso il soprav- GUARDALINEE L.Rossi 6-Bercigli 6
6, Piscitella 5,5 (dal 23’ s.t. Vano 6); poco, Perina dice no prima a CROTONE-PALERMO 3-0
re nello scontro diretto con il vento ma la facilità di arrivare AMMONITI Strizzolo (C), Piccolo Sabbione poi a Piscitella che, LECCE-VERONA 2-1
Marsura 5; Arrighini 5,5
Perugia» — ha commentato il in area avversaria si è scontrata (C), A. Anderson (S) per gioco tutto solo, calcia addosso al PADOVA-BRESCIA 1-1
PANCHINA Sambo, Buongiorno,
scorretto, Calaiò (S), Soddimo (C) SALERNITANA-CREMONESE 2-0
co patron della Salernitana con l’imprecisione al tiro nelle per c.n.r., Odjer (S) per proteste
Concas, Pasciuti, Di Noia, Crociata. portiere. L’imprecisione di Arri- OGGI
Marco Mezzaroma. La sconfit- poche azioni costruite (con Jal- ALLENATORE Castori 6 ghini per due volte mette i bri- VENEZIA-PERUGIA ORE 19
NOTE paganti 2.516, incasso n.c.;
ta di Salerno dovrebbe costare low, Djavan Anderson e Mina- ARBITRO Pezzuto di Lecce 6,5 vidi al Marulla che esplode di SPEZIA-LIVORNO ORE 21
abbonati 4.085, quota n.c. Tiri in
ASSISTENTI Capaldo 6,5-M. Rossi 6 RIPOSA: CITTADELLA
la panchina al tecnico Rastelli. la). La Cremonese, però, non si porta 6-1. Tiri fuori 6-6. In fuorigioco
AMMONITI Coulibaly (Ca), Sabbione gioia al triplice fischio.
La Cremonese è in piena crisi: è disunita ma i negativi risulta- 1-2. Angoli 10-4. Recuperi: p.t 1’, s.t. 5’.
(Ca) e Vitale (Ca) per gioco scorretto © RIPRODUZIONE RISERVATA

senza vittorie in trasferta da se- ti del girone di ritorno hanno NOTE paganti 4.997, incasso 59.935 PROSSIMO TURNO
dici mesi, con una preoccupan- condizionato la prestazione dei euro; abbonati 1.538, quota 10.922 27ª GIORNATA
te involuzione nel gioco e nei lombardi. La Salernitana ha co- euro. Tiri in porta 4 (con un palo)-2. VENERDÌ 1 MARZO
IL MIGLIORE Tiri fuori 8-7. In fuorigioco 1-0. Angoli IL MIGLIORE FOGGIA-COSENZA ORE 21 (0-2)
risultati ed un digiuno realizza- struito la vittoria con un secon-
10-4. Recuperi: p.t. 2’; s.t. 5’ SABATO 2 MARZO
tivo che dura da cinque partite. do tempo esemplare. Dopo una BRESCIA-CITTADELLA ORE 15 (2-2)
«Il mio futuro? Dovete chieder- parata decisiva di Agazzi su CARPI-ASCOLI (0-1)
lo alla società, io mi sento sem- Jallow, la squadra campana ha
Valter Leone PADOVA-CROTONE (1-2)
pre in discussione. Certo i risul- sbloccato il punteggio sugli svi- COSENZA PALERMO-LECCE ORE 18 (2-1)
DOMENICA 3 MARZO
tati non arrivano e ora la classi- luppi di un corner sfruttato da

P
PERUGIA-SALERNITANA ORE 15 (1-2)
fica non è delle migliori ma c’è Minala, bravo ad anticipare erina eroe della serata. PESCARA-SPEZIA (3-1)
il tempo per recuperare. Con la Soddimo. La Cremonese ha ac- Minuto numero 49 e VERONA-VENEZIA ORE 21 (1-1)
Salernitana la partita è stata cusato il colpo, ha provato ad Sciaudone tocca con il LUNEDÌ 4 MARZO
braccio: calcio di rigore. Il por- LIVORNO-BENEVENTO ORE 21 (0-1)
decisa da episodi e forse per abbozzare una reazione impor- RIPOSA: CREMONESE
noi c’era un rigore» — ha pun-
tualizzato poi Rastelli. La so-
tante ma Jallow ha messo defi-
nitivamente i titoli di coda alla
7 tiere ipnotizza Marsura e mette
la firma sulla terza vittoria di fi- 7,5
cietà deciderà tra oggi e doma- gara capitalizzando un milli- ● JALLOW la del Cosenza che vede i ● PERINA MARCATORI
ni. metrico lancio di Migliorini ATTACCANTE SALERNITANA playoff. Cade anche il Carpi al PORTIERE COSENZA 22 RETI: Donnarumma (Brescia, 5)
con una conclusione precisa Terzo gol nelle ultime Marulla, sempre più fortino Una paratona su Piscitella 16 RETI: Mancuso (Pescara, 3)
SFIDA INEDITA L’inedita sfida dall’interno dell’area di rigore. tre partite, la Salernitana inespugnabile: nelle ultime 7 e al 5’ di recupero blocca 13 RETI: Coda (Benevento, 5)
partite in casa 4 vittorie e 3 pa- 10 RETI: La Mantia (Lecce)
tra i due tecnici era cominciata © RIPRODUZIONE RISERVATA ha ritrovato il suo attaccante. il calcio di rigore di Marsura.
26 Serie B R 26a giornata MERCOLEDÌ 27 FEBBRAIO 2019 LA GAZZETTA DELLO SPORT

Crotone all’improvviso LE PAGELLE di G.IM.


sing sportellate con Vaisanen e
Spolli, servizio permanente in
zona guastatori, ma produce
poco. Stellone parte con gli

Palermo strapazzato:
esterni alti, Rispoli e Aleesami
elastici, Falletti è dietro le pun­
te più per... scenografia che per
costruire. Difesa ben oltre la

ora è fuori dalla zona A


propria area, lanci a tagliare la
mediana per Nestorovski ma il
fuorigioco calabrese è inesora­
CROTONE 7 PALERMO 5
bile concedendo solo una gira­ IL MIGLIORE IL MIGLIORE
ta in porta di Moreo su assist di ANDREA ANDREA
1La squadra di Stroppa si trasforma e allontana la crisi Rispoli (22’). BARBERIS RISPOLI

Simy affonda i rosanero, che pagano anche il caos societario IL RIBALTONE Barberis intui­ 7 6,5
sce, se si lascia troppo fare arri­
Una punizione e un tiro fuori misura, Subito un assist per Moreo. Spinge e
va la seconda sconfitta di fila in tanta distribuzione palloni e innesca il nella ripresa sfiora il gol oltre a
casa, prende il pallino e inven­ cross per il vantaggio dopo aver infilare palloni nell’area crotonese che
CROTONE 3 ta: inizia a saltare sistematica­ lambito il palo con un tiro da 30 metri. Nestorovski e company non sfruttano.
mente Haas e a prender di mira
PALERMO 0 Pomini. Il cross che innesca il
CORDAZ 6,5 Salva l’1-0, tre miracoli POMINI 5,5 Devia sul palo la testata
vantaggio è perfetto, Simy nel finale. di Simy, s’imbambola sul raddoppio.
PRIMO TEMPO 1-0
MARCATORI Rohdén al 28’ p.t.;
svetta quasi volasse, di testa CURADO 6 Qualche difficoltà di SZYMINSKI 6 Il meno peggio del trio
Mraz al 33’, Simy su rigore al 47’ manda la palla sul palo, centimetri quando Moreo gli si piazza arretrato, l’unico che concede nulla a
s.t. Rohdén la ribatte beffando tut­ nelle sue zolle. Simy. (Trajkovski s.v.)
ti. Il copione inverte i ruoli da SPOLLI 6,5 A tu per tu con BELLUSCI 4,5 Dorme sull’1-0, si fa
CROTONE (3-5-2) Cordaz; Curado, protagonisti del testa coda. Nestorovski, lo gestisce con mestiere. anticipare invece di spazzare, un liscio
Spolli, Vaisanen; Sampirisi, VAISANEN 6,5 Due pivot, lui e Moreo, pericoloso ed è nella «burrata»
Pettinari sfiora il raddoppio e due giraffe in duello. Poi gli arriva difensiva sul raddoppio.
Rohdén, Benali (dal 44’ s.t.
Tripaldelli), Barberis, Milic (dal 44’
s’infortuna sul bellissimo tiro a Nestogol e non lo teme. RAJKOVIC 5 Beffato da Simy, in
s.t. Tripaldelli); Simy, Pettinari (dal effetto. La lavata di testa, nel­ SAMPIRISI 6 Ha chiuso la corsia, a elevazione, non fa miglior figura con
45’ p.t. Mraz) l’intervallo, di Stellone serve fine gara un ossesso. Mraz sul 2-0.
PANCHINA Festa, Cuomo, perché in campo torna un altro ROHDEN 6,5 E quello che «ganascia» HAAS 5 Parte bene ma gradualmente
Golemic, Marchizza, Valietti, Palermo: corre, ringhia, aggre­ Jajalo e si fa trovare pronto a sparare Barberis lo ipnotizza ed esce.
Gomelt, Molina, Zanellato, Firenze, disce, osa ma dura poco. Ri­ in rete dopo il palo. (Zanellato s.v.) MURAWSKI 5 Stessi compiti e zona
Kargbo BENALI 6 Spaesato, avulso, senza di Haas, stesso... prodotto.
spoli in slalom e tiro (3’) sfiora partner ad aiutarlo e sbaglia anche gli JAJALO 5,5 Lo guardano a vista, di
ALLENATORE Stroppa
La festa del Crotone per il gol di Marcus Rohden, al centro LAPRESSE il palo come Nestorovski 2’ do­ appoggi facili, poi finalmente si suo ci mette un tiro nella ripresa.
PALERMO (4-3-1-2) Pomini; po. Rispoli attacca dal suo lato sveglia. (Tripaldelli s.v.) ALEESAMI 5 Sembra voglia spingere
Szyminski (dal 34’ s.t. Trajkovski), ottobre, ci riesce con la sassata e la mediana va a supporto, re­ MILIC 5,5 Capisce che deve andare da pistone, si perde in un bicchiere
Bellusci, Rajkovic; Rispoli (dal 40’ Gaetano Imparato di Rohdén, una furbata di spinge dietro il Crotone. Però è d’anticipo su Rispoli, gli riesce poco. d’acqua e chiude causando il penalty.
s.t. Puscas), Haas (dal 17’ s.t. INVIATO A CROTONE Mraz e un rigore che Simy rea­ serata da dimenticare per la di­ SIMY 7 Macchinoso, gracilino, ricorda FALLETTI 5 Si acciacca dopo un po’,
Murawski), Jajalo, Alesami; tiramolla ma assembla due gol ai praticamente nullo o quasi.
lizza da chirurgo, preciso, fesa siciliana, burrosa — se

D’
Falletti; Moreo, Nestorovski compagni e firma il penalty finale. MOREO 6 Il solito generoso
PANCHINA Brignoli, Avogadri, orgoglio e di rabbia, il sprecando un amen dopo la non liquefatta — quando Mraz PETTINARI 6,5 Prima sfiora il palo combattente, per 45’ gli arriva il nulla
Accardi, Lo Faso, Salvi, Chochev, Crotone rade al suolo palla del 4­0. s’invola in dribbling, aiutato da con un rasoterra, poi con scatto e pneumatico. Nella ripresa Cordaz gli
Fiordilino, Pirrello il Palermo e il Bene­ Simy e con Bellusci­Rajkovic saetta all’incrocio si infortuna. respinge un tiro ravvicinato.
ALLENATORE Stellone vento sentitamente ringrazia CHIAVE Stroppa aveva antici­ che non riescono a sventare MRAZ 6,5 Sigilla la vittoria crotonese NESTOROVSKI 6 Si danna, un tiraccio
visto che sorpassa e si piazza pato «con le prime tre in classi­ nemmeno sull’avversario a ter­ col raddoppio e guadagnando il 3-0 con l’aiuto del vento si stava infilando
ARBITRO Abbattista di Molfetta dal dischetto. nell’incrocio dei pali. (Puscas s.v.)
secondo. Tre pugni in pieno vi­ fica voglio vedere il nostro va­ ra e il pallone quasi fermo, per ALL. STROPPA 6,5 Con Milic, ALL. STELLONE 5 Primo tempo senza
ASSISTENTI Lanotte-Tardino
AMMONITI Moreo (P), Szyminski so a chi è leader nella classifica lore»: chiude in bellezza. Stel­ poi essere scaraventato in por­ Barberis e Curado più Simic sceglie nerbo, reazione tardiva e qualche
(P), Aleesami (P) g.s.; Curado (C) per punti in trasferta. Ma allo lone opta per il turn over, as­ ta da Mraz. Il fallo da rigore di d’essere propositivo: Palermo k.o. cambio non convince.
c.n.r.; Bellusci (P) proteste Scida, si sa, in epoche diverse semblando in attacco la Aleesami, sempre su Mraz —
NOTE Paganti 1.940, incasso 6.361 sono caduti anche i dinosauri coppia­amuleto Nestorovski­ in chiusura — chiude una sera­
euro; abbonati 4.164, quota 30.067
euro. Tiri in porta 5 (con 1 palo)-8.
d’alta classifica figurarsi i rosa­
nero con il morale sotto i tacchi
Moreo ma allo Scida è un flop.
Il copione è sì rispettato, Mo­
ta nero pece e scaccia i rosane­
ro dalla zona a promozione di­
GLI ARBITRI
Tiri fuori 3-4. In fuorigioco 0-7. ABBATTISTA Vede bene sul mani che il Palermo invoca, non essendo
Angoli 1-8. Recuperi: p.t. 3’; s.t. 4’
per le beghe societarie. Il Cro­ reo sembra un trattore su e giù, retta. 6,5 il tocco in area, due fuorigioco se li perde per gli assistenti. Impeccabile
tone non vinceva in casa dal 20 di spada e sciabola: spazi, pres­ © RIPRODUZIONE RISERVATA nei gialli e sul fallo da rigore su Mraz. LANOTTE 5 - TARDINO 6

CODA: GOL E RIGORE FLOP PARI SCOPPIETTANTE

Benevento, la Volta buona Kragl perla al 95’


la porta. La prima frazione è un
monologo giallorosso, con Leti­
zia e Maggio intraprendenti
sulle corsie laterali e Insigne

Spezzato il tabù Pescara che appare ispirato ma eccede


troppo in preziosismi. Nella ri­
presa il Benevento prova a Foggia in salvo
Bucchi al secondo posto Beffato l’Ascoli
stringere i tempi per chiudere
la contesa, ma Fiorillo salva su
un tiro di Insigne e sul corner
successivo Buonaiuto di testa
pizzica la traversa. Improvviso
e fortunoso, al 22’ arriva il pa­ ASCOLI 2 giocate, la punizione di Ninko­
BENEVENTO 2 reggio degli ospiti con il solito FOGGIA 2 vic nel primo tempo e il sinistro
Mancuso che da due passi in­ PRIMO TEMPO 2-1
velenoso di Kragl per il 2­2.
PESCARA 1 sacca. Qui Pillon eccede in pru­ MARCATORI Rosseti (A) al 12’, Deli
denza mandando nella mischia (F) al 30’, Ninkovic (A) al 44’ p.t.; LE SCELTE Vivarini, ancora pri­
PRIMO TEMPO 1-0
MARCATORI Coda (B) al 44’ p.t.;
Campagnaro a consolidare la Kragl (F) al 50’ s.t. vo di Ardemagni, ha puntato
Mancuso (P) al 22’, Volta (B) al 41’ difesa, mentre il Benevento si ASCOLI (4-3-1-2) Milinkovic 5,5; sulla coppia Beretta­Rosseti;
affida ad Asencio per l’assalto Laverone 6, Brosco 6,5, Valentini Padalino ha preferito Matarese
s.t.
s.v. (dal 7’ p.t. Quaranta 6), Rubin 6;
finale. Addae 7, Casarini 5,5, Frattesi 5,5;
a Kragl. E’ piazzata male la dife­
BENEVENTO (3-5-2) Montipò 6;
Ninkovic 6; Beretta 5,5 (dal 36’ s.t. sa ospite quando al 12’ Rosseti
Tuia 6,5, Volta 7, Caldirola 6,5; LA VOLTA BUONA Grande den­ dopo un gran controllo porta in
Cavion s.v.), Rosseti 6,5 (dal 10’ s.t.
Maggio 6,5, Bandinelli 6 (dal 32’
s.t. Asencio 5,5), Crisetig 6,
sità in attacco per i giallorossi, Ciciretti 5,5). PANCHINA Bacci, vantaggio l’Ascoli. Ma neanche
Buonaiuto 5,5 (dal 15’ s.t. Viola con Coda scatenato: chiama al­ Troiano, Baldini, Iniguez, Ganz, la terza linea ascolana (portie­
la parata decisiva Fiorillo al 24’ Chaija, Coly, Andreoni, Ngombo. re compreso) brilla quando al
6,5), Letizia 6,5; Coda 7 (dal 43’ s.t.
ALLENATORE Vivarini 6
Del Pinto s.v.), Insigne 6,5 e poi colpisce il palo al 36’ con 30’ Deli firma sotto porta l’1­1.
FOGGIA (4-3-2-1) Leali 5,5; Ngawa
PANCHINA Gori, Zagari, Antei, un gran tiro dalla distanza. 5,5, Billong 6, Martinelli 5,5, Ranieri Match equilibrato e al 39’ la pu­
L’esultanza dei giocatori del Benevento per il 2-1 LAPRESSE Costa, Gyamfi, Goddard, Ricci, Sembra un segnale nefasto per nizione di Ninkovic (per il resto
5,5; Busellato 5, Greco 5,5, Deli 6,5
Armenteros, Vokic i sanniti, ma al 41’ arriva il gol non brillante) riporta in van­
(dal 17’ s.t. Iemmello 5,5); Matarese
ALLENATORE Bucchi 6,5
venuto in precedenza al collega decisivo del rientrante Volta 6 (dal 25’ s.t. Kragl 6,5), Cicerelli taggio l’Ascoli. Nella ripresa il
Luca Maio Bucchi) ha regalato il vantag­ che si fa trovare appostato sul 5,5 (dal 35’ s.t. Chiaretti s.v.); Maz- Foggia non è mai pericoloso,
PESCARA (4-3-1-2) Fiorillo 6,5;
BENEVENTO gio definitivo alla sua squadra. primo palo, sul corner di Viola, zeo 5,5. PANCHINA Noppert, ma al 50’ Kragl, da poco entra­
Ciofani 5,5 (dal 32’ s.t. Melegoni),
Agnelli, Loiacono, Zambelli, Galano,
Gravillon 5,5, Scognamiglio 5,5, e mette di testa in rete. to, inventa il destro del 2­2.

I
Marcucci, Boldor, Ingrosso. ALL.
l cuore oltre l’ostacolo, il DALLA POLVERE ALLA GLORIA Balzano 5,5; Memushaj 6, © RIPRODUZIONE RISERVATA Padalino 5,5. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Benevento supera il Pesca­ Il primo tempo vive su due epi­ Brugman 6, Crecco 5,5; Marras 5
ARBITRO Giua di Olbia 6,5
(dal 10’ s.t. Capone 6); Monachello
ra sul campo e in classifica, sodi, entrambi con Coda prota­ 5 (dal 25’ s.t. Campagnaro 5,5),
GUARDALINEE Baccini 5,5–Capo-
riuscendo a battere per la pri­ gonista. L’attaccante prima ne 6
Mancuso 6 IL MIGLIORE AMMONITI Busellato (F), Ngawa IL MIGLIORE
ma volta in casa al Vigorito gli manca il rigore (secondo erro­ PANCHINA Kastrati, Bellini, Pinto,
(F), Addae (A), Ranieri (F), Beretta
abruzzesi dopo tre vittorie re dal dischetto dopo quello col Bettella, Bruno, Perrotta,
(A), Cavion (A) per gioco scorretto;
biancazzurre e un pari. Tanta Verona), che si era guadagnato Antonucci, Del Sole, Sottil
Deli (F), Rosseti (A) per comporta-
sofferenza, ma vittoria merita­ per un fallo di mano di Ciofani, ALLENATORE Pillon 5,5
mento non regolamentare.
ta per i giallorossi che hanno tirandolo fuori. Poi a un minu­ ARBITRO Marini di Roma 6 NOTE paganti 2.586, incasso di
interpretato con la giusta in­ to dall’intervallo estrae dal ci­ ASSISTENTI Grossi 6– 24.629,50 euro; abbonati 3.571,
tensità la gara, pur patendo un lindro il gol del vantaggio: Buo­ Mastrodonato 6 quota di 23.971,68 euro. Tiri in
pò a centrocampo. Gara che naiuto lo serve sulla trequarti, ESPULSI i tecnici Bucchi (B) al 22’ porta 3-3. Tiri fuori 4-0. In fuori-
sembrava stregata per il Bene­ Coda avanza di qualche passo e s.t. e Pillon (P) al 41’ s.t. per gioco 2-1. Angoli 3-4. Recuperi: p.t.
vento: un rigore sbagliato, due fa partire un tiro sporco che proteste 2’, s.t. 7’
legni colpiti e Montipò inope­
roso. Eppure per festeggiare i
sorprende Fiorillo. Tredicesi­
mo sigillo stagionale e Pescara
AMMONITI Crisetig (B), Caldirola
(B) per g.s.; Campagnaro (P) per 7 Peppe Ercoli 7
proteste
tre punti si è dovuto attendere che paga un atteggiamento NOTE paganti 1.860, abbonati ● VOLTA ASCOLI PICENO ● ADDAE
l’86’, quando Volta di testa sugli troppo rinunciatario, col tan­ 8.438, incasso n.c. Tiri in porta 6 DIFENSORE BENEVENTO CENTROCAMPISTA ASCOLI

M
sviluppi di un corner (contesta­ dem d’attacco Mancuso­Mona­ (con un palo e una traversa)-2. Il gol che decide la partita è atch avvincente fra È una diga nel centrocampo
to da Pillon che è stato espulso chello che fa tanto movimento Tiri fuori 3-1. In fuorigioco 1-2. da giocatore di razza e da Ascoli e Foggia nel dell’Ascoli. Indispensabile
Angoli 7-1. Recuperi: p.t. 2’; s.t. 4’ quale spiccano due
per proteste così come era av­ ma non riesce mai a tirare verso leader del gruppo la sua presenza.
Serie B R 26a giornata MERCOLEDÌ 27 FEBBRAIO 2019 LA GAZZETTA DELLO SPORT 27

LE PAGELLE I POSTICIPI DI OGGI SERIE C


di G.CAL.
VENEZIA (4-3-3)
PERUGIA (4-3-1-2)
OGGI Ore 19 ARBITRO Pillitteri
di Palermo PREZZI 10-45 euro TV Dazn

LECCE 6,5
12
VICARIO
27 13 4 17
ZAMPANO MODOLO FORNASIER MAZAN
IL MIGLIORE
ANDREA 16 7 14
LA MANTIA BESEA BENTIVOGLIO PINATO
Walter Novellino, 65 LAPRESSE
7,5 23 30 20

Bravo, 10 gol e… lode. Già punge due


LOMBARDI BOCALON DI MARIANO
Dietrofront
volte, fermato da Silvestri, poi fa festa,
per la sua decima rete (4 nelle ultime
27
HAN 5
11
MELCHIORRI del Catania:
3 gare). Un lottatore, lascia il segno
24
VERRE
18 26
c’è Novellino
VIGORITO 4,5 Si butta in porta il DRAGOMIR BORDIN FALZERANO
pallone innocuo su cross di Laribi.
● CATANIA Una notte
3 13 32 7
VENUTI 6 Attento in marcatura, si FELICIOLI SGARBI GYOMBER MAZZOCCHI turbolenta, una mattinata di
propone bene in avanzata. 22 ripensamenti. Il Catania dopo
LUCIONI 7 Un muro sul quale va a GABRIEL l’esonero di Andrea Sottil
sbattere il Verona. E una testina d’oro ANDATA 0-1 invece di annunciare Carmine
per il 2-0 (seconda rete personale). VENEZIA Gautieri ha ufficializzato
Dovrebbe essere ammonito. PANCHINA 1 Facchin, 22 Lezzerini, Walter Novellino che oggi
MECCARIELLO 6 Diligente su Pazzini 5 Coppolaro, 25 Cernuto, 8 Suciu,
e bravo a chiudere su Faraoni. 11 St Clair, 15 Zennaro, 18 Segre, sarà presentato e poi
CALDERONI 6,5 E’ un perfetto 21 Schiavone, 24 Rossi, 28 Citro, 32 Vrioni dirigerà il primo allenamento.
rifornitore, con incursioni e cross. ALLENATORE Zenga Che è successo? Gautieri e
SQUALIFICATI nessuno
PETRICCIONE 6,5 Soldato perfetto, L’esultanza di Andrea La Mantia, 27 anni, subito dopo aver segnato il gol dell’1-0 al Verona LEZZI DIFFIDATI Modolo, Di Mariano, Bocalon l’a.d. Lo Monaco s’erano
poi sale in cattedra con la punizione sentiti al telefono lunedì sera

Liverani scappa
INDISP. Domizzi, Bruscagin, Garofalo
disegnata per Lucioni. Ammonito, e avevano discusso di tutto:
sarà squalificato. PERUGIA
TACHTSIDIS 6 Play scolastico, PANCHINA 1 Bizzarri, 2 Rosi, 16 Ranocchia, tattica (4-3-3) e rinforzi
davanti alla difesa organizza il gioco. 20 Carraro, 23 Moscati, 28 Kouan, (preso il portiere Bardini) ma
MAJER 6 Alla prima da titolare, ha 8 Bianco, 10 Vido, 19 Sadiq sulla durata del contratto è
ALLENATORE Nesta
cambio di passo e buona visione di nato l’inghippo. Il Catania ha

Il Verona affonda
SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI Bianco
gioco. INDISPONIBILI Falasco, El Yamiq, offerto 4 mesi più l’opzione
ARRIGONI 6 Porta sostanza, nella Kingsley, Cremonesi per un anno in caso di
gestione del risultato.
MANCOSU 6,5 Al rientro, conferma promozione, Gautieri voleva
quanto sia decisivo per il Lecce. Assist subito l’anno e mezzo, senza
clausole. E, allora, ecco il

Lecce a -2 dalla A
per La Mantia e tante invenzioni.
SARANITI 6 Fa a sportellate, nelle cambio. Novellino conosce
difendere il 2-0. l’ambiente, anche quello
FALCO 6,5 Tiene palla e accelera, col scontento che visse nell’86-
suo sinistro vellutato (Marino s.v.).
ALL. LIVERANI 7 Soddisfatto. La 87 da calciatore nella
squadra reagisce alla grande dopo la disgraziata stagione della
disfatta di Cittadella. Prestazione di retrocessione in C1 che
carattere e grande qualità, con la
scelta azzeccata di puntare subito su
Majer.
1La Mantia e Lucioni condannano Grosso al k.o. chiuse anche la sua carriera.
Giovanni Finocchiaro

L’Hellas fatica, i giallorossi riscattano Cittadella


Alessandro Nesta, 42 LAPRESSE ACCESSO AL CREDITO

Giuseppe Calvi LECCE 2


Mantia e Pazzini. Il centravanti
giallorosso impegna il portiere SPEZIA (4-3-3) Stadi moderni
LECCE
VERONA 1
Silvestri, poi Faraoni e Lee si
rendono pericolosi. Il Lecce
LIVORNO (3-4-1-2) Al via progetto
VERONA 5,5
M di aiuto ai club
ette la testa a posto, può contare su un La Mantia OGGI Ore 21 ARBITRO Piccinini
PRIMO TEMPO 1-0
stavolta il Lecce non MARCATORI La Mantia (L) al 34’ sempre più leader: difende pal- di Forlì PREZZI 1-40 euro TV Dazn
IL MIGLIORE sbaglia, riscattando p.t.; Lucioni (L) al 7’, Laribi (V) al 49’ la, fa salire la squadra ed è sem- 1 ● FIRENZE Ultima chiamata
DAVIDE subito la scoppola subita a Cit- s.t. pre insidioso. Con un’incorna- LAMANNA per l’ammodernamento degli
FARAONI tadella. Andrea La Mantia e Fa- ta costringe Silvestri alla devia- 24 19 4 3 stadi di C. L’iscrizione al
bio Lucioni firmano, appunto LECCE (4-3-1-2) Vigorito; Venuti, zione e al 34’ sblocca il risulta- VIGNALI TERZI CRIVELLO AUGELLO campionato — scadenza 24
6,5 con colpi di testa, la vittoria- Lucioni, Meccariello, Calderoni;
Petriccione, Tachtsdis, Majer (dal
to: cross al bacio di Mancosu e 16 8 6 giugno — prenderà in esame
sorpasso sul Verona, che accor- La Mantia di testa (con Vitale BARTOLOMEI RICCI MORA la documentazione di ogni
Nel primo tempo gioca avanti e 22’ s.t. Arrigoni); Mancosu; La
manda in difficoltà la linea difensiva cia le distanze solo nel recupe- Mantia (dal 30’ s.t. Saraniti), Falco che fa la bella statuina) non dà 11 21 26
impianto, ragion per cui il
del Lecce. Nella ripresa fa bene anche ro, con un cross di Laribi che il (dal 43’ s.t. Marino) scampo al portiere. I gialloblù GYASI OKEREKE BIDAOUI recente meeting di Firenze
da terzino. portiere Vigorito goffamente PANCHINA Bleve, Milli, Fiamozzi, hanno una reazione immedia- con i club di Lega Pro è
«spinge» alle sue spalle. Man- Riccardi, Cosenza, Di Matteo, Haye, ta, Pazzini si esibisce in una 10 31 servito al presidente Ghirelli
cosu e compagni così avanzano Felici, Tumminello spettacolare voleè di destro, GIANNETTI 23 RAICEVIC per evidenziare come metà
SILVESTRI 6 Prima di essere battuto
ALLENATORE Liverani DIAMANTI
da La Mantia, gli nega due volte il gol. in classifica, al quarto posto neutralizzata da Vigorito. Poi, delle società non potrebbe
Nulla può sul raddoppio di Lucioni. 5 34 8 7
con il Pescara, però con una VERONA (4-3-3) Silvestri; Almici nel giro di due minuti, il Verona EGUELFI AGAZZI LUCI VALIANI rinnovare l’iscrizione in virtù
ALMICI 5,5 Non argina Calderoni. partita in meno (recupero con protesta: al 37’ per un presunto delle condizioni fatiscenti
(dal 6’ s.t. Henderson), Bianchetti,
HENDERSON 5 Non porta ritmo ma
solo un contributo nel fare filtro. l’Ascoli) e a soli due punti dal Dawidowicz, Vitale; Faraoni, tocco con un braccio, in area, di 26 4 21 degli impianti d’illuminazione
Gustafson, Laribi; Lee (dal 38’ s.t. BOGDAN DI GENNARO GONNELLI
BIANCHETTI 5 Balla in marcatura su Benevento, secondo. Tachtsidis su Gustafson e, a e delle sedute. E così ieri è
Traore), Pazzini, Di Gaudio (dal 27’ giusta ragione, al 38’ per un fal- 38
stato sottoscritto un progetto
La Mantia e, con Dawidowicz, si fa ZIMA
s.t. Tupta)
sorprendere da Lucioni-gol. EMERGENZA Grosso deve ri- PANCHINA Ferrari, Berardi,
lo di mano, a centrocampo, di pilota in accordo con Fidi
DAWIDOWICZ 5 Lento quando lo ANDATA 3-1
nunciare a un’intera squadra, Balkovec, Colombatto, Lucas, Lucioni, che sarebbe da ammo- SPEZIA Toscana che in due anni si
puntano palla al piede. E’ distratto sono ben undici gli assenti. Ri- nire. L’arbitro non interviene e, PANCHINA 22 Manfredini, 33 Barone, pone l’obiettivo di
Saveljevs, Amayah
nell’azione dello 0-2. 23 De Col, 28 Erlic, 15 Crimi,
VITALE 5,5 Avvio positivo, è efficace
spetto al successo contro la Sa- ALLENATORE Grosso su segnalazione del quarto uo- ammodernare gli stadi,
18 De Francesco, 25 Maggiore,
nelle avanzate. Immobile sulla rete di lernitana, c’è la novità Almici mo, Rapuano, espelle l’allena- 29 Acampora, 7 Pierini, 9 Galabinov, prendendo le mosse almeno
(al posto di Colombatto). An- ARBITRO Sacchi di Macerata tore Grosso, per proteste. 10 Mastinu, 34 Da Cruz inizialmente a livello locale. La
La Mantia, poi cala.
ESPULSI l’allenatore Grosso (V) al ALLENATORE Marino
LEE 6 Sempre pronto ad accelerare, che Liverani deve fare i conti 39’ p.t. per proteste
Finanziaria ha stimato che
in sincronia con Faraoni (Traorè s.v.). SQUALIFICATI nessuno
con defezioni importanti: oltre AMMONITI Petriccione (L), Laribi TESTONE LUCIONI Nella ripre- DIFFIDATI Crimi, Capradossi, per la messa in regola dei soli
GUSTAFSON 6 Soffre il dinamismo di a Scavone e Bovo, mancano an- sa la formazione salentina ten- Bartolomei, Gyasi impianti di illuminazione
(V) e Tachtsidis (L) per gioco
Mancosu ma si fa valere
nell’interdizione.
che Tabanelli e Palombi. Al scorretto, Dawidowidcz (V) per ta di chiudere subito il conto. INDISPONIBILI Ligi, Capradossi serviranno circa 15 milioni di
rientro, in difesa Venuti, a cen- proteste La Mantia perde l’attimo buo- euro.
LARIBI 6 Lavoro di sacrificio, con LIVORNO
trocampo trova subito spazio lo NOTE paganti 2.524, incasso no, replica Pazzini che manda Andrea Giannattasio
qualche inserimento. Gol… non voluto. PANCHINA 12 Crosta, 1 Neri, 13 Fazzi,
37.820 euro; abbonati 6.994, quota
PAZZINI 5,5 Un’apertura di tacco e sloveno Majer (dopo l’esordio 51.518,34 euro. Tiri in porta 7-5.
di poco a lato. Al 7’ il Lecce rad- 29 Rocca, 6 Gasbarro, 28 Salzano,
una volée di destro. Pochino. E’ troppo 42 Boben, 9 Gori, 17 Porcino, 20 Kupisz,
part-time a Cittadella), e tor- Tiri fuori 4-6. In fuorigioco 2-0. doppia: su punizione pennella- 24 Dumitru, 11 Murilo
solo e marcatissimo.
IN BREVE
nano dall’inizio Mancosu e Fal- Angoli 4-4. Recuperi: p.t. 1’; s.t. 5’ ta da Petriccione, Lucioni sor- ALLENATORE Breda
DI GAUDIO 6 Una spina che punge a
co (per Haye e Tumminello). prende Dawidowidcz e Bian- SQUALIFICATI nessuno

40
sinistra: cerca Pazzini e si scambia DIFFIDATI Giannetti
con Vitale. chetti e s’inserisce, facendo INDISPONIBILI Dainelli, Mazzoni, GIUDICE Un turno a Dal Canto (all.
TUPTA 5 Entra e si piazza dietro A SCACCHI E’ proprio Majer centro con un colpo di testa. I Marie Sainte Arezzo), Baldini (all. Carrarese). Due
Pazzini, alzando la mira su un buon l’effetto sorpresa nel 4-3-1-2 giallorossi si esaltano nelle ri- Ardizzone (Entella), Della Latta
cross. del Lecce: gioca spesso a un partenze, Mancosu e Falco fan- (Piacenza), Fantacci (Pistoiese),
ALL. GROSSO 6 Il Verona tiene bene tocco e dimostra di essersi subi- ● I gol segnati dal Lecce di no tremare Silvestri. Grosso ci Bresciani (Ravenna); uno Romizi
il campo, cerca sempre l’alta velocità.
Ma le assenze pesano e in zona-tiro
to inserito negli schemi di Live- Liverani in campionato. Solo il crede e, sistemato in tribuna (AlbinoLeffe), Martignago
rani, cambiando continuamen- Brescia ha un rendimento stampa, grida: «Mancano 10 (Albissola), Coralli (Alessandria),
manca il guizzo decisivo. Espulso per Vacca (Casertana), Furlan
proteste (giuste, però). te posizione e cercando l’incur- offensivo migliore. La Mantia minuti, siamo in partita: fac- (Catanzaro), Scrosta (Fermana),
sione sino all’area avversaria. capocannoniere con 10 reti ciamo un gol...». Già, ci vorreb- Emiliano, Gemelli (Gozzano), Silva
Sull’altro fronte, Grosso propo- be un sussulto, una scossa, per (Piacenza), Dossena (Pistoiese),

GLI ARBITRI
6
ne un 4-3-3 che si evolve nel 4- tornare a sperare. Dopo un’oc- Benedetti, Borri (Pontedera), Minelli,
1-4-1 e nel 4-2-4, per le efficaci casione sprecata nel recupero Rossini (Rende), Romagnoli (Siena),
sovrapposizioni di Faraoni che, da Tupta, arriva la rete, troppo Caidi (Teramo), Coletti, Malomo
SACCHI Non ammonisce (Triestina), Obodo (Vibonese),
5,5 Lucioni (mani a metà campo) e,
alternandosi con Lee sulla fa- tardi, al 49’: ma è un gollonzo,
Bizzotto (Vicenza), Sirignano (V.
sulle successive proteste, scia destra, dà pochi riferimen- ● Le sconfitte in campionato su un innocuo tiro-cross di La- Verona), Gennari (V. Pesaro).
espelle Grosso. Tachtsidis tocca ti agli avversari. La sfida è pia- per il Verona di Fabio Grosso, ribi, il portiere Vigorito quasi OGGI COPPA Quarti - ore 14.30
col braccio, ma su conclusione cevole, con ritmo elevato e ri- che ha vinto 10 gare (una a accompagna la palla alle sue Monza-Imolese; ore 19.30 Vicenza-
ravvicinata. partenze che puntano a riforni- tavolino con il Cosenza) e spalle. Gozzano. Ottavi - ore 18.30
ROSSI 6–AFFATATO 5,5 re i rispettivi terminali, La pareggiato 9 volte © RIPRODUZIONE RISERVATA Pasquale Marino, 56 LAPRESSE Viterbese-Teramo.