Sei sulla pagina 1di 8
Conto corrente con Ia posta Anno 89° — Numero 8 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA PARTE PRIMA Roma - Lunedi, 12 gennaio 1948 SLPORRERCA TOPE 1GIORRT DIREZIONE E REDAZOHE PRESSO ML MINISTERD DI OAAZIA E CIUSTIZIA ~ UFFICIO PUBSLICAZION DELLE LEGO! ~ TELER, 60-199 51-236 AWGINISTRAZIONE PREGGO LA UIBRERIA DELLO STATO — PIAZZA CIUSEPPE VEROI 10, ROMA ~ TELE, 80-093 841-737 950-144 PROaZr CONDIZION!I DI ABSRONAMENTO ALLA PARTE PRIA E SUPPLERENT! ORDINARL ALLA PARTE SECONDA (Fostio delle Incerzionty {i TALIA: AbBonamento annuo L. 9000 Semestraie T. 1800 | Tn ITAL ‘Primestrale Le'3C60"” Up tapotoolo be 40 ‘am'ssrisno I dopplo del prom per Fite AWESTERO: I doppio del’presst por Tinie Ak muddstts prea di abbonamento apgtungere, yor tessa erartle, Lu 12 per import fino aD, 200 8 Ta 36 por imports tupertor), porto degil abboramentl dove essere versato sul ¢/e postalo n. 1/2540 Intestato all'lstituto Pollgrafico dello Stato = Libreria ‘dello Stato - oma Per gli annunzi da insorire nella “Gazzetta UMolale,, vegganei le norme riportate nella testata della parte soconda La «Gazzetta Ufficiale» @ tutte le altre pubbilcazioni ufficiall sone in vendita al pubblico presso | negozi della Libreria deilo Stato in ROMA, Via XX Settembre (palazzo del Ministero delle Finanze); Via del Corso 234 (angolo Via Marco Minghetti 23-24); Via Firenze 37 (palazzo del Ministero della Guerra); In MILANO, Galleria Vittorio Emanusle 3; In NAPOLI, Via Chiaia 6 @ presso fo Librerle depositarie di oma e dl tuttl I Caplluogh! di Provincia, Le Inserzion! nella Parte U della «Gazzetta Ufficiale » st ricevono in ROMA — presso la Libreria dello Stato (Ufficio Insere zloni = Via XX Settembre ~ Palazzo del Ministero del Tnanze). La filiale dolla Libreria dello Stato In Milano, Galleria Vittorio, Emanuele 3, ® autorizzata ad accettare solamente gli avist cor eee SOMMARIO LEGGI EB DECRETI 1022 DEORETO LEGISLATIVO DEL CAPO PROVVISORIO DELLO STATO 9 ottobro 1947, n. 1509, Soppressione delt'Ente italiano per soccorsi in caso dil sinistri marittiai e modificazione dello statuto dell’ Ente| nazionale per V'assistenza alla gente di mare Pag. 105| DECRETO LEGISLATIVO DEL CAPO PROVVISORIO DELLO STATO 26 novembre 1947, n. 1510, Riorganizzazione dei servizi di polizia stradale. Pag. 108, DECRETO LEGISLATIVO DEL CAPO PROVVISORIO DELLO STATO 16 dicembre 1947, n. 1511. Misura del compensi dovuti agit scopritori dl infrazion’ valutarie + + Pag. 103] DECRETO LEGISLATIVO DEL CAPO PROVVISORIO DELLO STATO 28 dicembro 1947, n, 1512, Ulteriore proroga del termine per Ia cessazione deg or-| Gani straordinari dell'Istituto centrale di statistica, ‘Pag. 1089| DECRETO LEGISLATIVO DEL CAPO PROVVISORIO DELLO STATO 2% dicembro 1947, n. 1513. Ulteriore proroga del termine per la corresponsione della Jndennita eccesionale agli implegat! non di ruolo delle Amministrazioni dello Stato che rassegnino te dimissioni. Pag. 108 DECRETO DEL CAPO PROVVISORIO DELLO STATO. ‘20 agosto 1947, n. 1514, Condone dell ganson! tafitt 0, ds lnfiggere per intra, aloni alle leggi sul matrimonio dei militari 110 DEORETO DEL CAPO PROVVISORIO DELLO STATO 97 novembre ToT; n. 1515. Incorporazione del Monte di credito su pegno di Cre- mona, con sede in Cremona, nel Monte di credito su pegno i Milano, con sede in Milano. . Pag. 110 segnati a mano ed accompagnatl dal relativo Importo. [DECRETO DEL CAPO PROVVISORIO DELLO STATO 20 dicembre 1947, n. 1516, Norme per la esecuzione e Vimpiego delle strutture di |cemento armato precompresse eee + Pag. 1 DECRETO MINISTERIALE 29 dicembro 1947. Divieto alla-« Societd Iaminatoio di Precotto », con sede in Milano, ad attivare un impianto di laminazione da rot tami di ferro i at DISPOSIZIONI B COMUNICATI Ministero del tesoro Media dei cambio dei titoli Diffide per smarrimento di mezai fo semestrall g. 112 ‘Diffida per rinnovazione di quistanze di cortificati di ren- dita Peee oie Pag. 112 LEGGI E DECRETI DECRETO LEGISLATIVO DEL CAPO PROVVISORIO DELLO STATO 9 ottobre 1947, n. 1509, Soppressione dell’Ente italiano per soccors! in caso di sinistri marittimi e modificazione dello statuto dell’Ente azionale per V'assistenza alla gente di mare, IL OAPO PROVVISORIO DELLO STATO Visto il regio decreto 8 maggio 1874, n. 1910 (serle 2), col quale veniva eretta in corpo morale la Societd ita liana di soccorso ai naufraghi; Visto il regio decreto 12 marzo 1936, n.-671, col quale la predetta Societd assumevdi la denominaziono di Ente italiano per I soccorsi in caso di sinistri marittimi, retto da statuto approvato dal deereto stesso ; Visto il regio decreto 14 luglio 1937, n. 1487, con il quale si approva lo statuto dell’ Ente nazionale per Yas sistenza alla gente dl mare; 106 12-1-1948 . GAZZETTA UFFICIALD DELLA REPUBBLIOA ITALIANA - N. 8 a Visto il decreto-legge Inogotenenziale 25 giugno 1944, BL 5 Visto il decreto legislativo Inogotenenziale 16 marzo 1946, n. 98; ‘Vista Ia deliberazione del Consiglio det Ministrl ; Sulla proposta del Ministro per Ja marina mercan- tile, di concerto con i Ministri per Pinterno e per il lavoro ¢ In previdenza sociale ; Ha saNzionato p PROMULGA: Ant. 1, L'Ente italiano per soccorsi in caso di sinistri ma- rittimi & eoppresso e il suo patrimonio, soddisfatti ij ereditori, @ devoluto all’Ente nazionale per Vassistenza| della gente di mare, Art. 2 Dart, 3 dello statuto dell’Ente nazionale per Vassi-| stenza alla gente di mare, approvato con regio decreto 14 luglio 1937, n. 1487, @ modificato come segue: «1/Bnte si’ propone’ 2) dj provvedere a forme integrative di assistenza # favore del marittimi disoccupati e delle loro fami- glie, in aggiunta a quelle previste dalla legge; ») di provvedere all’assistenza dei marittimi in at- tesa di imbazco 5 0) di concedere cure climatiche ai figh dei marit- timi; 4) ai corrispondere premi per atti di valore com- pluti do morittimi in occasione di sinistrl marittimi, ¢, ove il bilancio lo consenta, concedere sussidi alle vit- time e alle famiglie delle vittime di sinistri marittimi; ¢) di concorrere al mantenimento e Vistruzione ma- rinara o domestica di orfani di marittimi morti per si- nistri di mare, quando non vi sia stato Iuogo a inden- nit per infortuni; f) ai gestire il premio Robin e Je istituzioni Be: rardi, Santoro e Hiffer 9) di provvedere, previn autorizzazione del Mini stero del lavoro ¢ delia previdenza sociale, ad eventuali altre iniziative e forme di assistenza, che sisno possi bili in rapporto ai mezai finanziari di eu V'Ente dispone @ che siano deliberate dal Consiglio di amministra- alone », Art. 8. Tl regio decreto 12 marzo 1936, n, 671, & abrogato, Art. 4, Le disposizioni del presente deereto entrano in vigore BI giorno successive e quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, card inserto nella Raccolta ufficiale delle leggi e dei Gecreti della Repubblica italiana. B’ fatto obbligo a chiunque spetti di usservarls @ af farlo osser legge dello Stato. Dato a Roma, addi 9 ottobre 1947 DE NIOOLA ‘Dp Gaspoat — Capra — Sceuna — Fart Visto, t Guardasigitit: Gesst Registrato alla Corte det conti, addi 7 gennato 1918 tit del Governo, regtstto n, 16, foglio 7, 28, — FRUSCA DECRETO LEGISLATIVO DEL CAPO PROVVISORIO DELLO STATO 2 novembro 1047, n. 1510, Riorganizzazione dei servizi di polizia stradale, IL CAPO PROVVISORIO DELLO STATO Visto il regio decreto-legge 2 aprile 1925, n. 383, con- vertito nella legge 25 marzo 1926, n, 742, relativo alPistituzione del Corpo degli agenti di publica sieu- rer; Visto il regolamento del Corpo degli agenti di pub- blica sicurezza, approvato con regio decreto 30 novem- bre 1930, n. 16295; Vista 1a legge 26 gennnio 1942, n. 39, che istitnisce il ruolo degli ufficiali del Corpo’ degli agenti di pub: blica sieurezza,; Visto il decreto legislative luogotenenziale 2 novem. bre 194, n. 365, concernente Vistituzione del Corpo delle guardie di pubblica sicurezza; Visto il decreto-legge lnogotenenziale 25 giugno 1944, n. 151; ‘Visto il decreto legislativo Inogotenenzlale 16 marzo 1946, n. 985 Vista la, deliberazione del Consiglio dei Ministei; Sulla proposta del Ministro per Pinterno, di concerto coi Ministri per il bilancio, per la difesa, per il tesoro e per { lavori pubblicl ; Ha sanzionato B promULGa: Art. 1. evenzione e Vaccertamento dei reati himgo Te pubbliche strade, Vosservanza della disciplina della, eir- colazione ed il controilo sui mezzi circolanti, le segna- lazioni relative alla sicurezza della viabilita, le opera- sioni per i soccorsi automobilisticf e Ja vigilanza per la conservazione del demanio stradale, costituiscono ser: vizi di polizia, stradale. Ai servizi suddetti provvede il Ministero delVinterno, rimanendo salve’ le attribuzioni demandate da leggi ¢ regolamenti speciali a funzionari e agenti eivili dipen- denti da altre Amministrazioni, nonch® quelle di com- petenza di corpi organizzati dei Comunt per quanto con- cerne le strade uxbane, Art. 2. Per le esigenze ineventi ai serviti di polizia stradale AL ruolo degli ufficiali del Corpo delle guardie di pub- blica sieurezza ¢ aumentato di 104 posti ripartiti net vari gradi nel modo seguente : maggiori . - ee capitani ee ee ee tenenti » . ee ee sottotenenti 2. eee BO Art, 3. Per le esigenze degli stessi servizi il ruvio del Cozpo delle guardie ubblica stcurezza 2 aumentato di 2696 posti di sottufftciali, graduati e guardie ripartiti net vari gradi nel modo seguente: marescialli di 1 classe foe. 68 marescialli di 2 ¢ 3 classe + 120 brigadieri Dot. 38 view brigadier’ . fot 315 guardie seelte : 520 guardie ., * . . . * . 100 124-1948 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLIOA ITALIANA - N. 8 107 LL Ministero dell’interno promuove e cura la specia-| di polizia stradale ed abbiano prestato nella Ammini- Jizzarione nei servizi della polizia stradale di un egual numero di ufficiali, di sottutficieli, graduati e guardic di pubblica sicurezza, Art. 4, Compatibilmente con le esigenze dei servisi di isti-) tuto; il prefetto pud consentive, in singoli casi, che gli! appartenenti al reparto di polizia stradale, ebe presta servizio nella provincia, eseguano servizi di scorta, a Pagamento, per conto di enti pubblici e di privati. Le modalita ¢ le taritfe relative sono approvate con Gecreto del Ministro per I'imterno, di concerto eon quello per il tesoro, : Art. 6. | Nella prima attuazione del presente decreto i posti! di organieo stabiliti dalart, 2 sono conferiti mediante coneorso per titoli da bandire dal Ministro per ’in-| temo ed in base a graduatoria di merito da compilersi| Ga apposita Commissione. | Al concorso sddetto possono prendere parte: {| a) gli wlficiali ausiliari di publica sicurezza che,! ‘lla data di entrata in vigore del presente decreto, pre-| stino servizio uei reparti di polizia stradale, non ab-! iano superato il 43° anno di eta, se concorrenti al) grado di capitano, ed il 40° anno, se concorrenti ai gradi) Gi tenente e di sottotenente, ed abbiano prestato ser-| vizio alie dipendenze deil’Amministrazione della pub-| bliea sienrezza per non meno di un anno; | d) gli ufficinli che, alla data dell’8 settembre 1943, | appartenevano al ruolo del servizio permanente effettivo! Gella disciolta milizia nazionale delia strada ovvero, ap: partenendo gl ruolo della form in congedo della pre Getta milizia, prestino, alla data dell’enteata in vigore Gel presente decreto, servizio ausiliario di pabblica si carezza, sempre che, alla data medesima, non abbiano superato { limiti massimi di et’ previsti per Vapparte-| nenza ai vari gradi del ruolo degli ufticiali del Corpo} ? delle guardie di publica sieurezza. Gli aspiranti di cai alle lettera a) non possono con. correre per un grado superiore a quello di capitano, Salvo quanto diversamente disposto col presente de: ereto, i concorrenti di cui alle lettere @) 6 0) debbono essere in possesso dei requisiti per Pappartenenza al ruolo degli nfficiali di publica sicurezza, stabiliti dalla legge 81 gennaio 1942, n. 39. Per l'ammissione al concorso & riconosciuto titolo di studio valido anche la laurea in ingegneria, Per i combattenti della guerra di liberazione @ titolo ai studio sufficiente per l'ammissione al concorso Ia li- cena di scuola secondarin di grado superiore. I Ministro per Pintorno, con proprio decreto, pud eseludere gli aspiranti dall’ammissione al eoticorso, Art. 6 Neliq prima attuazione del presente deereto, post di organico previsti dall’axt. 3 sono conferiti mediante concorso per titoli da bandire dal Ministro per interno] ed in base a graduatoria di merito da compilarsi da| apposita, Commissione. Possono parteeipare al concorso per i posti sud- detti: a) i sottufficinli, i graduati e Je guardie ausiliarie| ai pubblica sicurezza che, alla date di entrata in vi- gore del presente decreto, siano in servizio in reparti strazione della. pubblica sicurezza servizio per non meno din anno; 0) i sottufficiali, i graduati ed i militari apparte- nenti al ruolo del servizio permanente effettivo della Aisciolta milizia nazionale della strada in servizio alla data del’8 settembre 1043 ovvero, se appartenenti al ruolo delia forza in congedo della milizia suddetta, prestino servizio quali.ausiliari di pubblica sicurezza. Gli aspiranti debbono essere in possesso dei requisiti per Papparteneuza al Corpo delle guardie di publica sicurezms previsti dal regolamento del Corpo suddetto, salvo quanto @ nel presente decreto diversamente di- sposto. Gli aspiranti di cui alla lettera a): debbono essere in. posseseo della licenza di scuola secondaria di grado inferiore, se couvorrenti a posti uon inferiori a mareseiallo di terza-classe © di licenza elementare per gli altri gradi; non debbono avere superato alla data di entrata in vigore del presente deereto Peta di 40 anni per i gradi non inferiori a quello di mareseiallo di 3 classe edi 35 anni, da computarsi alla data di inizio del ser- vizio ausiliario di polizia, per gli altri gradi. Gli aspiranti di cui alla lettera b) non debbono avere superato i limiti massimi di etd previsti per Papparte- nenza al Corpo delle guardic di pubblica sicurezza, Per ambedue le categorie di aspiranti non @ richiesto i requisito del celibato e la statura minima 2 fissata in metri 1,60. Ul Ministro per Vinterno, con proprio decreto, pud eseludere gli aspiranti dal!’ammissione al concorso. aot. 7 Gli aspiranti di cui alla lettera a) degli articoli 5 ¢ 6 possono concorrere per un grado non stiperiore a quello Ja essi rivestito quali ausiliari di pubblica sieurezza in arti di polizia stradale alla data di entrata in vigore del presente decreto, sempre che abbiano rivestito nelle Forze armate dello Stato un grado pari o superiore a quello cui aspirano o ne abbiano esereitato le funzioni, im formazioni partigiane. Tl riconoseimento della qualifica di combattente della guerra di liberazione o dei gradi rivestiti nelle forma. sioni partigiane & demandato, rispettivamente, per gli néficiali e per i sottufficiali, graduati e guardie, alle Commissioni di cui agli articoli 8 e 9. L’attribuzione di un grado pari a quello ricopetto nel servizio ausiliario di pubblica sicurezan & deliberata dalle Commissioni suindicate in base a giudizio di ido- noith della prefettura nella cui clreoserizione Paspirante hn prestato servizio. Gili aspiranti di oui alla lettera 0) degli articoli 5 e 6 possono concorrere per un grado non superiore » quello Ga essi ricoperto alla data delP’S settembre 1943 nella, diseiolta milizia nazionale della strada, I concorrenti che non abbiano titolo o che non siano riconosciuti idonef per Pattribuaione dei gradi corri- spondenti a. quelli come sopra ricoperti potranno, entro i imiti dei posti di organico previsti nei precedenti ar- ticoli 2. 8, essere inquadrati nel gradi per { quali siano riconoseiuti idonei. % art. 8 La Commissione prevista dalPart. 5, primo comma, @ nominata dal Ministro per Vinterno ed & composta