Sei sulla pagina 1di 80

80J053A01

Manuale di uso/manutenzione
Notice d'instruction
Instructions Manual
Betriebsanleitung Rüttler
Manual de uso y mantenimiento

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.1 di 80


Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.2 di 80
.1.1. Il Cliente, nel ricevere il presente libretto relativo alla macchina che ne è l'oggetto,
s'incarica e si obbliga per tanto a farne un uso strettamente riservato e confidenziale.

.1.2. Il presente libretto può essere usato e consultato unicamente dal Cliente e, sulla
responsabilità diretta e personale dello stesso, dai collaboratori responsabili del
funzionamento della macchina, del suo mantenimento, pulizia, controllo o
riparazione, dagli agenti incaricati del suo controllo, dagli agenti degli Organi Pubblici
o dei Servizi Pubblici del Ministero del Lavoro, con esclusione di altre persone.

.1.3. Il presente libretto non può essere duplicato, interamente o parzialmente, se non per
facilitarne l'uso, affinché sia sempre sul luogo di lavoro a disposizione degli operatori
incaricati del suo funzionamento.

.2.1. Il Cliente può utilizzare il presente libretto per meglio conoscere, usare e riparare la
macchina che ne è l'oggetto; altri usi sono rigorosamente interdetti.

.3.1. Il presente libretto può essere trasferito ad altre persone solo nel caso in cui le
seguenti tre condizioni siano state rispettate.
-A). La macchina alla quale si riferisce sia venduta a colui che riceve il libretto.
-B). Tutte le copie o fotocopie detenute a qualunque titolo dal Cliente devono essere
distrutte.
-C). La terza persona che acquista la macchia accetta per iscritto, senza alcuna
restrizione, tutti i termini e condizioni del presente impegnandosi quindi a
rispettarle.

.3.2. Se una delle condizioni sopra citate non viene osservata, la società Colle non
riconosce a terze persone il diritto di possedere, consultare, fotocopiare, esaminare
ed usare il presente libretto.

.4.1. In caso di perdita totale o parziale del presente libretto, il Cliente dovrà provvedere
ad informare la società Colle e chiderle un esemplare supplementare. Essa, a
propria discrezione, si riserva di rifiutare senza giustificazione.o di inviarlo a spese
esclusive del Cliente.

.5.1. Per tutto quanto non previsto dal presente libretto, verrà applicata all'occorrenza la
legislazione sui diritti d'autore, la protezione dei diritti intellettuali, artistici e letterari .

.5.2. La società Colle si riserva tutti i diritti, azioni ed iniziative per contrastare tutti i
pregiudizi che possono derivare dall'uso improprio del presente libretto.
In qualsiasi caso di possibile contestazione od osservazioni, il testo di riferimento è
l'originale in lingua italiana.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.3 di 80


Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.4 di 80
1.1 Upon receipt of the machine and these instructions the customer undertakes to
make strictly confidential and reserved use of them.

1.2 These instructions may be used and consulted only by the customer and, under his
personal and direct responsibility, by his assistants in charge of the operation,
maintenance, cleaning, inspection or repair of the machine, by the officials of
inspection authorities or by officials belonging to public bodies or public services of
the Ministry of Employment, except third parties even if included among other
assistants, consultants or experts of the customer.

1.3 These instructions may be reproduced only to facilitate their use, on condition that a
copy of them is always kept with the machine for the operator on duty.

2.1 The customer may use these instructions only for the purpose of using, maintaining
and repairing the machine in question; any other use, even in connection with other
Colle products, is prohibited.

3.1 These instructions may be given to third parties if the following conditions are met:
a) The machine described is sold to the person receiving the instructions.
b) All the copies or photocopies in the customer's possession for any reason
have been previously destroyed.
c) Third parties who have purchased the machine must accept in writing and
without any reservations all the terms and conditions of the above instructions,
undertaking to observe them.

3.2 In the event of one of the above conditions not being observed, or outside the cases
provided for above, Colle does not permit anyone and does not authorize third
parties to own, consult, photocopy, examine or use these instructions in any form or
for any reason.

4.1 In the event of total or partial loss of these instructions, the customer must submit a
written request to Colle, also informing it of the loss, for an extra copy which the firm,
at its discretion, may send at the customer's expense or refuse without being obliged
to justify its decision.

5.1 For all matters not covered herein, use of these instructions will be governed by
copyright and the laws safeguarding intellectual, artistic and literary property.

5.2 Colle reserves the right to undertake actions and initiatives of any type for the
purpose of claiming the right to compensation for any damages incurred by use of
these instructions outside or in breach of the above regulations.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.5 di 80


Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.6 di 80
IMPORTANTE

Il contenuto del presente manuale deve essere portato a conoscenza del


personale addetto alla conduzione, alla manutenzione della macchina in cui il
vibratore sarà montato
Una copia del presente manuale, deve essere sempre tenuta a disposizione
sul luogo di lavoro per consultazione del personale.
La società Colle S.p.A. rimane a disposizione fornendo dati, precisazioni e
quanto altro richiesto per assistenza e collaborazione, con particolare
riguardo alle operazioni di scarico ed installazione, alla normale conduzione,
alle operazioni di manutenzione ordinarie e straordinarie, di pulizia e qualsiasi
altro problema si verifichi nel corso di utilizzo del vibratore.

IMPORTANT

The content of this manual must be made accessible to the personnel


responsible for operation and maintenance of the pipe machine in which the
vibrator is installed
A copy of this manual must always be available at the working place for the
personnel to consult.
Colle S.p.A. is at your disposal for providing information, details and anything
else required for assistance and collaboration, in particular concerning
unloading and installation procedures, normal operation, routine and
extraordinary maintenance, cleaning and any other problem arising during the
use of the vibrator.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.7 di 80


Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.8 di 80
VIBRATORE 80J053A01
PAGE

INDICE, 9

CAP. 1
Descrizione - generalità. 11
Description - general

CAP. 2
Caratteristiche tecniche 21
Specifications

CAP. 3
Procedura regolazione masse 27
Counterweights adjustment procedure

CAP. 4
Istruzioni per la manutenzione 45
Instructions for maintenance

CAP. 5
Istruzioni per il montaggio e smontaggio dalla macchina 67
Assembly and dismantling instruction

CAP. 6
Parti di ricambio 73
Spare parts

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.9 di 80


Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.10 di 80
1
DESCRIZIONE - GENERALITÀ
DESCRIPTION - GENERAL

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.11 di 80


Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.12 di 80
1.1 Descrizione - generalità

Il vibratore modello 80J053A01 (fig. 1) è costruito per essere utilizzato su impianti "COLLE
VIBROTUBI". E' idoneo al montaggio su casseri "Colle" per la produzione di manufatti tubi
circolari in calcestruzzo, dal d.700 al d.2000.
Il vibratore 80J053A01 viene fornito completo di giunto snodato ed albero di trasmissione
recante all'estremità un semigiunto maschio scanalato, pertanto può essere usato solamente
su macchine Colle predisposte con mozzo di comando vibratore adatto.
Il vibratore 80J053A01 viene lubrificato e raffreddato mediante una circolazione continua di
olio che una centrale idraulica specifica provvede a fornire. L'olio di lubrificazione viene
inviato al vibratore unitamente ad un flusso d'aria, con il compito di facilitare il deflusso del
lubrificante ed aumentare il raffreddamento.

ATTENZIONE
ALLO SPEGNIMENTO DELLA MACCHINA BISOGNA PROVVEDERE ALLA CHIUSURA DEL
RUBINETTO DI ALIMENTAZIONE DELL'ARIA COMPRESSA NECESSARIA ALLA
LUBRIFICAZIONE DEI VIBRATORI

1.2 Principio di funzionamento

Il principio di generazione della vibrazione è basato sulla rotazione di 3 alberi accoppiati


internamente recanti ciascuno delle masse fissate in posizione eccentrica rispetto all'asse di
rotazione.
L'intensità della vibrazione, dipendendo dalla forza centrifuga sviluppata dalle masse
suddette, è in funzione del numero dei giri e del valore dell'eccentricità.
La rotazione dell'albero è ottenuta per mezzo di un motore elettrico di comando del vibratore
montato sul banco porta anime.
Dal motore il moto arriva al mozzo di azionamento e di conseguenza al vibratore attraverso
una trasmissione con cinghia trapezoidale.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.13 di 80


1.3 Funzionamento
Il vibratore viene montato e bloccato solidalmente all'interno dell'anima (cassero interno) e
provoca pertanto la vibrazione di quest'ultima.
La vibrazione dell'anima, attivata durante la fase di riempimento dello stampo, provvede alla
costipazione del calcestruzzo al fine di ottenere un prodotto di buona qualità e consistenza;
con l'eliminazione delle porosità nel calcestruzzo si ottengono inoltre manufatti
perfettamente a tenuta.
Poiché il vibratore può essere montato su casseri per la produzione di manufatti diversi e
con impasti diversi può essere necessario, per ogni combinazione di queste variabili,
cambiare l'intensità della vibrazione.
A tal fine il vibratore è dotato di regolazioni sul valore di eccentricità totale delle masse.
L'impianto prevede inoltre come optional un inverter per la regolazione dei giri del motore di
comando e quindi del vibratore stesso (consultare le caratteristiche tecniche). L'inverter oltre
al controllo del numero dei giri del motore elettrico, permette pure l'inversione del senso di
rotazione con il controllo dei tempi di decelerazione da velocità di regime a velocità 0 e
viceversa. La vibrazione con inversione alternata del senso di rotazione degli alberi
eccentrici permette di eliminare i fenomeni indotti sulla massa del calcestruzzo che
tenderebbe a porsi in rotazione sulle pareti dei casseri, deformando la gabbia metallica di
armatura eventualmente presente.
La miglior combinazione delle regolazioni eccentricità-giri rispetto al prodotto in esecuzione
deve essere ottenuta con prove pratiche non essendo possibile valutare a priori tutte le
variabili interessate.
E' pertanto consigliato che l'operatore si annoti sulla tabella riportata in seguito i valori di
regolazione che per un determinato prodotto e impasto offrono i migliori risultati. Questi
valori verranno nuovamente ripresi allorquando si debba effettuare la medesima produzione
in tempi successivi.
La regolazione delle masse viene effettuata intervenendo come indicato nel punto 3.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.14 di 80


Fig. 1

3° STADIO

TIRANTE A VITE
PER BLOCCO
STAFFA DI APPOGGIO VIBRATORE
PER IL MONTAGGIO ALL'AIMA
NELL'ANIMA

CONI FISSI CONI SUPERIORI


PER IL MOBILI DI BLOCCAGGIO
BLOCCAGGIO

2° STADIO

TIRANTE A VITE
PER BLOCCO
VIBRATORE
ALL'ANIMA 1° STADIO

CONI INFERIORI CONI


MOBILI PER IL FISSI PER
BLOCCAGGIO BLOCCAGGIO

Legenda:
A = mandata aria al vibratore
(1/4" innesto rapido femmina)
M = mandata olio al vibratore
(1/4" innesto rapido femmina)
A R = ritorno olio dal vibratore alla
GIUNTO SNODATO
M centrale
(1/2" innesto rapido femmina)

ALBERO DI
AZIONAMENTO
R

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.15 di 80


Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.16 di 80
1.1 Description - General

The Colle model 80J053A01 vibrator (fig. 1) has been designed to be used on the Colle pipe
plants model VIBROTUBI. It is fitted for the installation on "Colle" outer mould for the
production of circular concrete pipes with a diameter 700-2000.
The vibrator 80J053A01 is supplied complete with joint coupling and driveshaft, fitted at one
end with a splined male joint. It can therefore be used only on Colle machines fitted with a
vibrator drive hub.
The vibrator 80J053A01 is lubricated and cooled by continuous circulation of oil which is
provided by a specific hydraulic pack. The oil is sent to the vibrator together with air which
eases the oil's flowing back and increases the cooling.

ATTENTION

WHEN SWITCHING OFF THE MACHINE IT NEEDS TO CLOSE THE FEEDING TAP OF
THE COMPRESSED AIR REQUIRED FOR THE VIBRATOR’S LUBRIFICATION.

1.2 Principle of operation

The principle behind production of the vibration is based on the rotation of 3 internally coupled
shafts, each of them bearing eccentric counterweights from the axis of rotation.
The force of the vibration, depending on the centrifugal force developed by the above
counterweights, is related to the number of revolutions and the amount of eccentricity.
Rotation of the shaft is achieved by means of a vibrator electric drive motor mounted under the
core supporting bench of the Vibrotubi machine.
The movement is transmitted to the drive hub and consequently to the vibrator by a V-shaped
belt drive.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.17 di 80


Operation
The vibrator is fitted and fastened inside the inner formwork (core) and therefore it causes the
core to vibrate.
The vibrating core, started during the mould filling phase, compacts the concrete in order to
obtain a product with good quality and consistency. By eliminating porosity in the concrete
perfectly sealed components may be obtained.
Since the vibrator can be fitted on various formworks for the production of different components
and with different mixes, the force of the vibration must be adjusted according to the
combination of these variables. For this purpose the vibrator is provided with adjustments of the
amount of total eccentricity of the counterweights. The Vibrotubi Colle pipe plants can be
provided as an optional with an inverter for adjusting the drive motor speed, and therefore the
vibrator speed at the same time (refer to the technical specifications).
As well as controlling the number of revolutions of the electric motor, the inverter also allows the
rotation direction to be inverted with control over the deceleration times from running speed to 0
and vice versa. Vibration with alternate inversion of the rotation direction of the eccentric shafts
enables elimination of induced phenomena on the concrete counterweight which otherwise
tends to rotate on the walls of the formworks, deforming the metal reinforcement frame, if
present.
The best combination of regulations of the number of revolutions and amount of eccentricity for
the component to be produced must be obtained by means of practical tests, as it is not
possible to take into account all the possible variables beforehand.
The operator is advised to note in the table given later in this manual the settings that have
given the best results for a specific component and mix. These values can be used again when
the same production is required in the future.
The counterweights are adjusted as shown in the third paragraph.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.18 di 80


Fig. 1

3rd STAGE

DRAWBARS FOR
BLOCKING THE
VIBRATOR
SUPPORTING BRACKET
TO THE CORE
FOR CORE FIXING

FIXED UPPER MOBILE


BLOCKING BLOCKING JAWS
JAWS

2nd STAGE

DRAWBAR FOR
BLOCKING THE
VIBRATOR TO
THE CORE 1st STAGE

FIXED
LOWER MOBILE
BLOCKING
BLOCKING JAWS
JAWS

Key:
A = air supply to the vibrator
(1/4" quick female connection)
M = oil supply to the vibrator
(1/4" quick female connection)
A R = oil return from the vibrator
COUPLING JOINT
M to the hydraulic unit
(1/2"quick female connection)

DRIVE SHAFT R

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.19 di 80


Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.20 di 80
2
CARATTERISTICHE TECNICHE
SPECIFICATIONS

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.21 di 80


Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.22 di 80
2.1 Caratteristiche tecniche

Modello 80J053A01

Lubrificazione continua a circolazione d'olio


Tipo di olio AGIP ATF DEXRON II
Intervallo per cambio olio 3000-3500 h
Raffreddamento olio / aria compressa
Pressione aria 0,5 bar (g)
Rotazione invertibile oraria-antioraria
Numero di giri max albero vibratore 4500 nxmin-1
Regolazione eccentricità n. 9 posizioni
Tipo di blocco all'anima meccanico rapido a due coppie di tiranti
Momento di chiusura tiranti 160 Nm
Peso 830 kg
Motore di azionamento 55 kW / 2900giri/min
Tipo di trasmissione meccanica, cinghia trapezoidale
Tipo mozzo azionamento 71M408A
Lubrificazione mozzo azionamento grasso "KLUEBER ISOFLEX TOPAS NB 52"
Intervallo di lubrificazione 250 h

PRODUTTORE OLIO IDRAULICO OLIO TRASMISSIONI GRASSO


PRODUCER HYDRAULIC OIL TRANSMISSION OIL GREASE

AGIP Agip OSO 46 Agip ATF DEXRON ll Agip Grease 15 - Agip Grease 30
BP Energol SHF 46 ISO Autran GM - MP Grease XRB 2-EP
CASTROL Hyspin AWH 46 Castrol TQ Spheerol APS 2
CHEVRON EP-Hydraulic Oil 46 ISO Aut. transmission fluid Grease BRB-2
ELF Graiss Elf multi M0 S2
ERGOLINE Compal EP 2
ESSO Univis HP 46 ISO Transmission fluid
GULF OIL Hydraulic L 46 ISO Hydraulic oil E Crown grease EP 2
KLÜBER Centoplex M 3
MOBIL OIL DTE (OSO 46) ATF 200 Mobilplex 48
MOLUB ALLOY Transmission fluid 588 BRB 572
MOLYKOTE BR- 2
NYNÄS TD - 27 HVX ATF tp. A-52 FL3-62 HF/EP
ORE LUBE Neptune - 7
SHELL Tellus T 46 Donax T6/T7 Alvania grease R 3
SKF EP - grease
TEXACO Rando oil HDCZ68 (ISO) Aut. transmission fluid Ultra temp. grease
VISO 805-3

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.23 di 80


Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.24 di 80
2.1 Technical specifications
Model 80J053A01

Lubrication continuous, oil circulation


Type of oil AGIP ATF DEXRON II
Oil change interval 3000-3500 h
Cooling system oil/compressed air
Air pressure 0,5 bar (g)
Rotation reversible clockwise-anticlockwise
Max. number of vibrator shaft revolutions 4500 nxmin-1
Adjustment of the eccentricity n. 9 positions
Type of core blocking system mechanical, 2 couples of drawbars, quick action
Drawbar clamping torque 160 Nm
Weight 830 kg
Drive motor 55 kW / 2900giri/min
Type of transmission mechanical, timing belt
Type of drive hub 71M408A
Joint lubrication grease "KLUEBER ISOFLEX TOPAS NB 52"
Lubrication frequency every 250 h

PRODUTTORE OLIO IDRAULICO OLIO TRASMISSIONI GRASSO


PRODUCER HYDRAULIC OIL TRANSMISSION OIL GREASE

AGIP Agip OSO 46 Agip ATF DEXRON ll Agip Grease 15 - Agip Grease 30
BP Energol SHF 46 ISO Autran GM - MP Grease XRB 2-EP
CASTROL Hyspin AWH 46 Castrol TQ Spheerol APS 2
CHEVRON EP-Hydraulic Oil 46 ISO Aut. transmission fluid Grease BRB-2
ELF Graiss Elf multi M0 S2
ERGOLINE Compal EP 2
ESSO Univis HP 46 ISO Transmission fluid
GULF OIL Hydraulic L 46 ISO Hydraulic oil E Crown grease EP 2
KLÜBER Centoplex M 3
MOBIL OIL DTE (OSO 46) ATF 200 Mobilplex 48
MOLUB ALLOY Transmission fluid 588 BRB 572
MOLYKOTE BR- 2
NYNÄS TD - 27 HVX ATF tp. A-52 FL3-62 HF/EP
ORE LUBE Neptune - 7
SHELL Tellus T 46 Donax T6/T7 Alvania grease R 3
SKF EP - grease
TEXACO Rando oil HDCZ68 (ISO) Aut. transmission fluid Ultra temp. grease
VISO 805-3

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.25 di 80


Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.26 di 80
3
ISTRUZIONI REGOLAZIONI MASSE
COUNTERWEIGHTS ADJUSTMENT PROCEDURE

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.27 di 80


Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.28 di 80
Regolazione delle masse

ATTENZIONE!
La regolazione delle masse deve essere effettuata solo da personale
addestrato e portato a conoscenza delle seguenti istruzioni.
Prima dello smontaggio del vibratore dall'anima posizionare l'interruttore
principale sul quadro elettrico in posizione di DISINSERIMENTO e bloccarlo
in posizione con lucchetto.

3.1. Principio funzionamento regolazione


Sugli alberi del 1°-2°-3° stadio del vibratore 80J053A01 (tra loro rigidamente accoppiati),
sono fissate le masse il cui baricentro è in posizione eccentrica rispetto all'asse di rotazione.
Sono montate quindi 3 masse che verranno denominate masse 1°-2°-3° stadio, facendo
riferimento al vibratore montato in posizione di lavoro, il cui schema di montaggio sugli alberi
è rappresentato in fig. 2. Ogni massa è calettata e bloccata sul corrispondente albero a
mezzo di una vite a testa cilindrica ad esagono di azionamento incassato. Ogni massa può
essere bloccata in posizioni angolari diverse in modo da regolare l'eccentricità del baricentro
e quindi la forza di vibrazione sviluppata. Per ogni massa si renderanno quindi disponibili 9
valori di regolazione (fig. 5). Il vibratore dovrà quindi essere predisposto nella sua
regolazione in conseguenza del diametro e tipo di manufatto che verrà prodotto. La tabella 1
fornisce le varie posizioni che si dovranno assegnare alle masse eccentriche diametro per
diametro.
Per tipi di manufatti non riportati a tabella, il valore di regolazione verrà ricercato attraverso
alcune prove preliminari di produzione.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.29 di 80


3.2. Istruzioni per la regolazione delle masse
Per la regolazione delle masse, sfilare il vibratore dall'anima, (istruzioni riportate al seguente
punto 5). La regolazione viene effettuata con vibratore appeso all'imbracatura, posto in
luogo del cantiere idoneo che garantisca sicurezza agli operatori durante le operazioni. -
Togliere i tappi di accesso alla vite che blocca la massa, montati sui corpi cilindrici che
costituiscono gli stadi del vibratore. Nello schema a fig. 2 questi tappi sono indicati con le
sigle T1-T2-T3. Per l'operazione munirsi di chiave esagonale da mm 41.
-Effettuare lentamente una rotazione manuale agendo sull'albero di azionamento, fino a che
le viti ad esagono incassato che bloccano le masse si portino in corrispondenza del foro
appena aperto. Con chiave a barra esagonale (DIN 911) da mm 17 allentare la vite della
massa oggetto della regolazione e toglierla dalla sede.

T3

T2

T1

Procedere con l'ausilio di un cacciavite ad effettuare la rotazione della massa eccentrica fino
a portarla alla posizione voluta. Per individuare facilmente le cifre stampigliate sulle masse e
sull'albero, munirsi di una lampada portatile ed illuminare all'interno del foro. Rimontare la
vite, usando possibilmente un prodotto frena-filetti per bloccaggi, quali "PIK”. Effettuare la
chiusura a fondo, valore di serraggio 400 Nm; con le stesse modalità rimontare il tappo di
chiusura ed effettuare il serraggio a fondo, valore consigliato 150 Nm.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.30 di 80


Posizioni di regolazione
Il vibratore 80J053A01 ha 3 alberi e 3 corrispondenti masse eccentriche, denominate
conseguentemente allo stadio di appartenenza . Tutte le masse hanno la possibilità di
essere posizionate su fori che definiscono 9 valori diversi di intensità di vibrazione.
Le cifre stampigliate a SX dei fori sulla massa, 0 - 1 - 2 - 3 - 4 definiscono posizioni variabli
da 45° a 45°, con valori crescenti di intensità di vibrazione, a partire da posizione 0 (MINIMA)
a posizione 4 (MASSIMA). Tali posizioni si ottengono facendo coincidere il foro con il valore
voluto delle masse sul foro del corrispondente albero posto sul punto di massima
eccentricità (nessun riferimento stampigliato su questo foro).

Le cifre stampigliate a DX di alcuni fori sulla massa, 0,5 - 1,5 - 2,5 – 3,5- definiscono valori di
intensità di vibrazione intermedi ai valori già visti in precedenza, e si otterranno posizionando
questi fori sul 2° foro dell'albero, contraddistinto dalla stampigliatura 1/2.

Le possibilità di regolazione sono perciò date dalle posizioni ottenute con i fori: 0 - 0,5 - 1-
1,5 - 2 - 2,5 - 3 – 3,5 - 4, cioé n. 9 per ogni massa. Conseguentemente al tipo di prodotto ed
alla vibrazione richiesta per l'ottenimento dei risultati migliori, si effettueranno le regolazioni
sulle masse del 1°, 2°, 3°, stadio.
Consigliamo di annotare i valori che danno i migliori risultati per ogni tipo di manufatto sulla
tabella 1 riportata sulle pagine a seguire. Qualora ne venga ripresa la produzione in tempi
successivi, regolare il vibratore con i medesimi valori.

2.5 4
1.5
3.5

3
0.5
2
1
0

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.31 di 80


3.3. Valori di regolazione
I valori di regolazione dipendono dal prodotto in esecuzione e dall'impasto usato.
Per ogni tipologia è quindi necessario stabilirli con prove pratiche e segnare i valori che
consentono i migliori risultati nella tabella 1.

ALBERI VIBRATORE 80J053A01


(fori per posizionamento masse eccentriche)

1 1 1
2 2 2

In figura 4 sono rappresentate le forature eseguite sugli alberi di ogni stadio del vibratore
80J053A01.
Le forature presentano una filettatura M20 dove si impegna la vite che ha la funzione di
mantenere la massa eccentrica nella posizione voluta. La massa eccentrica infatti é calettata
con accoppiamento mobile sull'albero e può ruotare determinando, con le diverse posizioni
definite dalle forature che essa presenta sul mantello, il valore totale di eccentricità rispetto
all'asse di rotazione, che determinerà, proporzionalmente al valore del n° di giri, la forza di
vibrazione.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.32 di 80


Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.33 di 80
500

450

Regolazione Ø2000
400

Regolazione Ø1800
350
Regolazione Ø1600
Forza erogata (KN)

300
Regolazione Ø1400
250
Regolazione Ø1200
200 Regolazione Ø1000

150

100

50

0
3500 3600 3700 3800 3900 4000 4100 4200 4300 4400 4500
velocità di rotazione (giri/min)

Qui sono rappresentate le curve caratteristiche della forza centrifuga sviluppata da ogni
stadio del vibratore 80J053A01, considerando diverse velocità di rotazione e con regolazioni
della massa eccentrica permessa dalle 9 forature.

La velocità di rotazione viene definita dalla regolazione effettuata sul potenziometro di


controllo motore vibratore posto sul quadro elettrico.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.34 di 80


Tab. 1: -Vibratore 80J053A01 regolazioni masse eccentriche

TABELLA REGOLAZIONE MASSE

DIAMETRO MASSA MASSA MASSA


FORZA (N)/giri
TUB INFERIORE CENTRALE SUPERIORE

Ø 600 1 1 1 104/3800

Ø 700 1 1 1 104/3800

Ø 800 2 1 1 136/3800

Ø 900 2 1 1 136/3800

Ø 1000 2 1 1 136/3800

Ø 1200 2 2 1 168/3800

Ø 1400 2 2 2 199/3800

Ø 1600 3 2 2 222/3800

Ø 1800 3 2 3 244/3800

Ø 2000 3 3 3 267/3800

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.35 di 80


Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.36 di 80
Eccentric counterweights adjustment procedures
CAUTION!
Adjustment of the counterweights must be carried out only by trained
personnel, familiar with the following instructions.
Before removing the vibrator from the core, set the main switch on the
electric board to the DISCONNECTED position and lock it in this position
with a padlock.

3.1. Adjustment principle


The 1st -2nd -3rd stage shafts of the vibrator 80J053A01 (steadily coupled among them) are
fitted with the counterweights, the centre of gravity of which is eccentric with respect to the axis
of rotation.
There is therefore a total of three counterweights, i.e. 1st -2nd -3rd stage counterweights, with
respect to the vibrator in the operative position, whose scheme of assembling on the shafts is
represented in fig. 2.
Every counterweight is slid and blocked onto the corresponding shaft by a hexagon socket
head cap screw. Every counterweight can be blocked to different angular positions in order to
adjust the eccentricity of the centre of gravity and consequently also the force of vibrator.
For each counterweight there will, therefore, be 9 available settings (fig. 5).
Therefore, in its regulation, the vibrator will be set in accordance with the diameter and the type
of product. The eccentric counterweights will be given the various positions diameter by
diameter. The positions’ values are shown in table 1.
For types of components other than those in the chart, the adjustment value will be established
by carrying out some pre-production tests.

3.2. Eccentric counterweight adjustment instructions


In order to adjust the counterweights, remove the vibrator from the core. The adjustment is
carried out in a suitable place of the factory which ensures the safety for the workers during the
operations. - Remove the covers that give the access to the counterweight blocking screw;
these covers are put upon cylindrical bodies which compose the vibrator’s stages. In fig.2,
these covers are shown as T1 - T2 - T3. This operation requires a hexagonal 41 mm spanner.
Slowly turn the drive shaft by hand until the socket screw which blocks the counterweight is
lined up with the hole that has just been opened. Using a 17 mm Allen key (DIN 911) loosen the
screw and remove it from its seat.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.37 di 80


T3

T2

T1

With the aid of a screwdriver, rotate the eccentric counterweight until it reaches the required
position. In order to easily identify the numbers stamped on the counterweight and shaft, use
a portable torch to illuminate the inside of the hole. Refit the screw, possibly using a low-
strength thread-locking product, such as "PIK". Fully tighten at a torque of 400 Nm. Refit the
cover in the same way and fully tighten at a recommended torque of 150 Nm.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.38 di 80


Adjustment positions
The vibrator 80J053A01 is provided with 3 shafts and 3 corresponding eccentric
counterweights, named according to the belonging stage. All the counterweights can be
positioned on holes providing 9 different vibration strength settings.
The numbers stamped on the LEFT of the holes, 0, 1, 2, 3, 4, (one every 45°) indicate
increasing vibration strength settings from 0 (MINIMUM) to 4 (MAXIMUM). These values are
obtained by lining up the hole indicating the required counterweight strength with the hole in
the shaft in the position of maximum strength (there is no reference stamped on the hole).

The number stamped on the RIGHT of some of the holes in the counterweight, 0.5, 1.5, 2.5,
3,5 indicate intermediate vibration strength settings to those previously given. The settings
will be obtained by positioning these holes on the second shaft’s hole, which has the “1/2”
printing.

The number of adjustments are therefore given by the position obtained with the holes 0,
0.5, 1, 1.5, 2, 2.5, 3, 3.5, 4, i.e. 9 settings for each counterweight. According to the type of
production and the vibration required in order to obtain the best results, adjustments will be
made to the 1st, 2nd, 3rd stage counterweight.
We advise you to take note of the settings which give the best results for each type of
component produced on the chart provided in the following pages. Should the same
components be produced in the future, adjust the vibrator to the same settings.

2.5 4
1 .5
3 .5

3
0 .5
2

1
0

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.39 di 80


3.3 Setting values
The setting values depend on the type of production and type of mix.
Practical tests must be carried out for each type and the settings that give the best results
written in table 1.
SHAFTS FOR VIBRATOR 80J053A01
(Eccentric counterweights positioning holes)

1 1 1
2 2 2

Figure 4 represents the holes made in the lower and upper shafts of vibrator 80J053A01.
The holes are threaded (M20) to hold the screw which keeps the eccentric counterweight in the
required position. The eccentric counterweight is actually splined with clearance fit on the shaft
and can rotate to determine, with the various positions indicated by the holes which are present
on its casing, the total eccentricity value in relation to the rotation axis which determines, in
proportion to the number of revolutions’ value, the vibration force.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.40 di 80


Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.41 di 80
500

450

Regulation Ø2000
400
Regulation Ø1800
350
Regulation Ø1600
300
Force (KN)

Regulation Ø1400
250
Regulation Ø1200

200 Regulation Ø1000

150

100

50

0
3500 3600 3700 3800 3900 4000 4100 4200 4300 4400 4500
num ber of revolutions (Rev/m in)

The specific curves of the centrifugal force developed by each stage of the vibrator
80J053A01 are represented here, considering different rotation speeds and adjustments of
the eccentric counterweight allowed by the 9 holes.
The rotation speed is indicated by the adjustment carried out on the ptentiometer of the
vibrator motor Control positioned on the electric board.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.42 di 80


Tab. 1: -Vibrator 80J053A01 eccentric counterweights adjustments

TABLE OF COUNTERWEIGHT
ADJUSTMENT

PIPES LOWER CENTRAL UPPER FORCE


DIAMETER COUNTERWEIGH COUNTERWEIGH COUNTERWEIGH (N)/turns

Ø 600 1 1 1 104/3800

Ø 700 1 1 1 104/3800

Ø 800 2 1 1 136/3800

Ø 900 2 1 1 136/3800

Ø 1000 2 1 1 136/3800

Ø 1200 2 2 1 168/3800

Ø 1400 2 2 2 199/3800

Ø 1600 3 2 2 222/3800

Ø 1800 3 2 3 244/3800

Ø 2000 3 3 3 267/3800

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.43 di 80


Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.44 di 80
4
ISTRUZIONI PER LA MANUTENZIONE
MAINTENANCE INSTRUCTIONS

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.45 di 80


Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.46 di 80
4.1. Personale addetto alla manutenzione-Norme generali di sicurezza.
La manutenzione del vibratore "80J053A01 Colle" richiede personale tecnico che dovrà essere
a conoscenza della modalità di funzionamento della macchina su cui il vibratore viene montato;
dei sistemi di sicurezza installati; delle apparecchiature elettriche e delle apparecchiature
idrauliche facenti parte dell'impianto. Dovrà aver inoltre preso visione del presente libretto e
degli schemi elettrici ed idraulici relativi al "Vibrotubi".
Nel corso della prima installazione e nelle fasi di collaudo i tecnici della società Colle forniranno
al personale tecnico del Cliente tutte le istruzioni e conoscenze atte ad effettuare in sicurezza
ed autonomamente le operazioni di manutenzione ordinarie e starordinarie.
Il personale addetto alla produzione ed alla manutenzione del "Vibrotubi" sulle cui attrezzature il
vibratore verrà montato, deve osservare le prescrizioni generali di sicurezza vigenti nel luogo di
lavoro.
-In caso di intervento manutentivo di qualsiasi genere, effettuato dal personale addetto alla
manutenzione od alla normale conduzione dell'impianto, che differisca dai normali interventi da
eseguire nel corso del ciclo di produzione, E' FATTO OBBLIGO di portare la leva
dell'interruttore generale, (quadro elettrico principale) in posizione di DISINSERIMENTO (0). A
manovra effettuata l'interruttore va bloccato in posizione di disinserimento mediante lucchetto a
chiave (non fornito). La chiave dovrà rimanere al responsabile della manutenzione sino alla fine
degli interventi.
Da questa prescrizione si intendono escluse le operazioni di controllo preliminare alla
produzione, che gli addetti effettueranno ad ogni inizio turno di lavoro.
Qualora necessità contingenti imponessero al manutentore la sorveglianza diretta di organi in
movimento durante il funzionamento della macchina, si dovranno avvisare il responsabile alla
conduzione del "Vibrotubi" e gli operatori addetti alla produzione. Il responsabile valuterà
l'opportunità di tale intervento e ne considererà l'effettuazione o meno, dopo eventuali contatti
con personale tecnico della società Colle. L'accesso alle zone a rischio é protetto da sistemi di
sicurezza che dovranno venire riarmati dopo l'interruzione provocata dall'accesso del personale
in zone non consentite.
Nei casi suddetti un membro del personale, appositamente incaricato, provvederà a mantenere
il controllo visivo del manutentore ed il collegamento con l'operatore al quadro comando, che
provvederà tempestivamente, all'occorrenza, al blocco immediato dei motori. Il manutentore
dovrà essere munito di adeguate protezioni contro i rumori e le vibrazioni, oltre alle normali
dotazioni anti-infortunistiche.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.47 di 80


4.1.1 Norme di sicurezza per la manutenzione nella fossa di installazione
macchina.
Ferme restando le prescrizioni generali, vanno considerate le diversità obbiettive di condizioni
in cui gli interventi andranno svolti, dovute all'installazione sotto livello pavimento delle
macchine oggetto degli interventi.
Considerare:
-L'illuminazione del locale di installazione dovrà essere adeguata alle regolamentazioni vigenti,
comunque sufficiente a garantire buona visibilità in ogni parte del locale.
-E' reso obbligatorio l'uso dell'elmetto prottetivo da parte degli addetti durante gli interventi al
livello fondazione.
-Sulla fossa di installazione macchina e centrale oleodinamica dovranno essere previste
opportune prese di alimentazione elettrica per utensili ed altri strumenti-attrezzature necessari
negli interventi manutentivi, il circuito di alimentazione elettrica dovrà essere rispondente ai
requisiti di legge (in particolare protezione del personale da contatti accidentali).
Gli interventi manutentivi dovranno essere eseguiti da personale istruito allo scopo.
Tutti gli interventi dovranno sempre essere effettuati con interruttore generale di alimentazione
in posizione di DISINSERIMENTO (0). A manovra effettuata l'interruttore va bloccato in
posizione di disinserimento mediante lucchetto a chiave (non fornito). La chiave dovrà rimanere
al responsabile della manutenzione sino alla fine degli interventi.
Gli interventi a carattere straordinario, volti ad eliminare possibili eventuali guasti e
malfunzionamenti, dovranno essere preventivamente valutati nella loro importanza ed, al caso,
comunicati alla società Colle che fornirà in merito precisazioni e consulenza tecnica, indicando
inoltre le procedure di attuazione più opportune al fine di ridurre possibili rischi al personale e
tempi di fermo-macchina.

4.1.2 Norme di sicurezza per la manutenzione alla centrale oleodinamica.


Gli interventi a carattere periodico sono illustrati alle pagine seguenti.
Tutte le operazioni inerenti: -regolazioni e tarature, controlli, interventi di pulizia; possono
essere effettuate, ferme restando le prescrizioni di cui sopra, con i normali accorgimenti e
precauzioni da adottare nella generalità degli interventi meccanici, in quanto non sono presenti
e valutabili pericoli oggettivi di particolare rilevanza.
Gli interventi che comportino lo smontaggio di particolari soggetti alla pressione di esercizio
devono essere effettuati unicamente da personale istruito allo scopo ed a conoscenza della
circuitazione dedotta dallo schema oleodinamico relativo.
Nella pulizia della vasca di contenimento, dopo la rimozione del coperchio di chiusura, il
personale addetto deve accertarsi della completa aereazione del locale.

4.1.3 Norme di sicurezza per la manutenzione al vibratore.


Gli interventi a carattere periodico sono illustrati alle pagine seguenti.
Le prescrizioni di sicurezza per la manutenzione relativa alla centrale oleodinamica che
provvede al raffreddamento-lubrificazione del vibratore sono identificabili a quanto sopra
esposto al precedente paragrafo.
Manutenzioni a carattere straordinario dovranno comportare lo smontaggio ed il sollevamento
del vibratore in luogo idoneo ed attrezzato allo scopo. Osservare le prescrizioni di smontaggio
esposte alle pagine seguenti.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.48 di 80


4.2 Manutenzione del vibratore 80J053A01

IMPORTANTE

Una revisione accurata del vibratore con sostituzione delle parti avariate, dà
garanzia di perfetto e duraturo funzionamento solo se eseguita da nostro
personale presso la nostra sede. Devono infatti essere rispettate precise
procedure per il montaggio dei nuovi cuscinetti nelle sedi, esistono inoltre
precise tolleranze per il montaggio dei vari componenti ed è richiesto l'uso
di speciali attrezzature. La società Colle pertanto consiglia di concordare i
termini per una spedizione dei vibratori presso le nostre officine per le
revisioni e riparazioni

.
4.2.1 Funzionamento
Il funzionamento del vibratore modello 80J053A01 è subordinato alla presenza di una
centrale oleodinamica che fornisce un flusso d'olio per la lubrificazione dei cuscinetti
volventi.
Sulla centrale viene anche montato un riduttore di pressione, integrato da un pressostato di
controllo, per inviare un flusso d'aria che, all'interno del vibratore, si combini con quello
dell'olio per favorire un deflusso regolare del lubrificante, asportare il calore sviluppato ed
eliminare l'attrito di sbattimento.
FUNZIONAMENTO
La centralina oleodinamica deve essere collegata al vibratore. Il funzionamento della stessa
è essenziale per la salvaguardia del vibratore, per questo sono previsti organi di controllo
che in caso di funzionamento irregolare interrompono il ciclo di produzione arrestando il
motore di azionamento.
Gli organi di controllo sono i seguenti:
1) segnalatore di livello olio in vasca, L
-Se il livello scende sotto un determinato valore, il dispositivo provvede ad arrestare la
centralina idraulica.
2) Pressostato controllo presenza pressione mandata aria, P1
-Allo scendere del valore sotto la soglia impostata, il dispositivo provvede ad arrestare la
centralina idraulica.
3) Termostato per il controllo temperatura olio all'uscita del vibratore, T
-Se la temperatura dovesse superare il valore impostato, vengono arrestati i motori dei
vibratori.
4) Pressostati controllo pressione sul ramo di alimentazione dei vibratori:
- P2-P3, se la pressione scende sotto i 3,5 Bar si ha l'arresto dei motori dei vibratori e se la
pressione eccede i 10 Bar si ha l'arresto dei motori dei vibratori.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.49 di 80


4.2.2 Manutenzione centrale oleodinamica
E' consigliabile l'impiego di olio del tipo "AGIP ATF DEXRON". E' consigliato predisporre a
magazzino degli ulteriori quantitativi per eventuali possibili rabbocchi e per poter fronteggiare
situazioni di anomalia dovute a rotture di tubazioni od altro, questo per non dover
sospendere la produzione per tempi eccessivamente lunghi dovuti all'approvvigionamento
del lubrificante da fornitori esterni.
E' sempre buona norma eseguire il filtraggio del fluido nuovo al momento del carico in
serbatoio, perché, come consegnato dalle società petrolifere, potrebbe contenere delle
particelle inquinanti.

Fig. 4.1 P2-P3


Pressostato
Max-Min
Regolazione
press.pompa
(12 bar)
Scambiatore
F1
aria-olio
Filtro in aspirazione

Valvola
R unidirezionale
2.5 BAR
T
Termostato controllo
temperatura olio
ritorno vibratore A
M1 M2
Z
Riduttore di pressione
(regolazione 0,5 Bar)

P1
Pressostato
controllo L F2 VASCA F3
pressione aria Indicatore elettrico Filtro in mandata (contenuto 220 lt.olio Filtro in mandata
livello olio in vasca pompa 1 "AGIP ATF DEXTRON II) pompa 2

PRIMO PERIODO DI FUNZIONAMENTO


E' consigliato eseguire dopo le prime 100-150 h di funzionamento (impianto nuovo) un
filtraggio completo dell'olio dell'impianto oleodinamico, il cambio dei filtri a cartuccia avvitabile
F2-F3 e la pulizia deo filtro in aspirazione F1.
E' opportuno inoltre togliere il coperchio della vasca su cui sono installati i componenti
oleodinamici, effettuare una pulizia all'interno per eliminare depositi e residui che fossero
eventualmente presenti. Questo contribuirà ad allungare la vita operativa dei componenti
oleodinamici, e nel ridurre le possibilità di fermo-macchina per possibili inconvenienti.

SOSTITUZIONE DELL'OLIO
E' consigliato eseguire con frequenza dei controlli fisico-chimici e del grado di inquinamento
per provvedere al cambio in maniera tempestiva allorquando vengano a mancare i necessari
requisiti, effettuare la sostituzione ogni 3000 ore di lavoro.

ATTENZIONE!
L'olio usato è altamente inquinante e dovrà perciò venire smaltito
osservando le leggi vigenti.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.50 di 80


CONTROLLO FILTRI ARIA / OLIO
Controllare mensilmente i filtri sull'impianto che fornisce l'aria al riduttore di pressione - Z -
(fig. 4.1) della centralina.
Controllare il filtro F1 (fig. 4.1) dell'impianto oleodinamico con frequenza settimanale,
rivolgendo attenzione all'indicatore di intasamento.
Effettuare il cambio della cartuccia filtrante ogniqualvolta l'indicatore entri nel campo giallo
del quadrante.
Per i filtri F2-F3 a corpo avvitabile montato in mandata, privo di segnalatori, procedere al
cambio mediamente ogni 400h.

CONTROLLO SCAMBIATORE DI CALORE


Per i modelli ad aria-olio pulire frequentemente le superfici alettate di scambio da depositi
che si potranno formare con l'uso continuato, controllare il funzionamento del motore ventola
e l'efficienza del termostato di regolazione temperatura.

PULIZIA ESTERNA
La pulizia esterna permette di localizzare con facilità eventuali perdite e conseguentemente
un tempestivo intervento per la loro eliminazione. Controllare quindi periodicamente, in
particolare i raccordi di giunzione e le superfici in accoppiamento dei blocchetti delle
elettrovalvole. Se i trafilaggi in questi ultimi non fossero dovuti ad allentamento dei tiranti di
serraggio, smontare i blocchetti e sostituire le guarnizioni "O-RING" poste nelle apposite
sedi.

SERRAGGIO BULLONERIA
Essendo il vibratore un organo per sua stessa funzione sottoposto a vibrazione presenta la
possibilità di allentare nel tempo la propria bulloneria.
Ad ogni cambio stampo è necessario procedere ad un controllo del serraggio della bulloneria
secondo le prescrizioni della tabella 4.4.

IMPORTANTE
Una revisione accurata del vibratore con sostituzione delle parti avariate, dà
garanzia di perfetto e duraturo funzionamento solo se eseguita da nostro
personale presso la nostra sede. Devono infatti essere rispettate le
procedure per il montaggio dei nuovi cuscinetti nelle sedi, esistono inoltre
precise tolleranze per il montaggio dei vari componenti ed è richiesto l'uso
di speciali attrezzature. La società Colle pertanto consiglia di concordare i
termini per una spedizione dei vibratori presso le nostre officine per le
revisioni e riparazioni.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.51 di 80


CENTRALINA OLEODINAMICA NR. PROGRAMMA INTERVENTI

OPERAZIONI DA EFFETTUARE FREQUENZA DATA


PREVISTA INTERVENTI
PULIZIA ESTERNA QUADRIMESTRALE

RABBOCCO FLUIDO QUANDO


RAGGIUNGE IL
LIVELLO MINIMO
SOSTITUZIONE FLUIDO E PULIZIA INTERNA OGNI 3000 ORE DI
LAVORO
PULIZIA FILTRO ASPIRAZIONE BIMESTRALE

SOSTITUZIONE CARTUCCE FILTRO FLUIDO TRIMESTRALE

CONTROLLO PRECARICA ACCUMULATORI SEMESTRALE

VERIFICA SERRAGGIO RACCORDI TRIMESTRALE

SOSTITUZIONE TASSELLI ELASTICI DEL SEMESTRALE


GIUNTO DI TRASMISSIONE

CONTROLLO TEMPERATURA FLUIDO SETTIMANALE

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.52 di 80


4.3 Manutenzione del giunto snodato di azionamento del vibratore
80J053A01
4.3.1 Generalità
Il giunto snodato è un organo della trasmissione meccanica per l'azionamento del vibratore
da parte del motore elettrico. Il giunto è usato sia per l'eliminazione degli errori di
disallineamento degli alberi per mezzo di un sistema cardanico sia per lo smorzamento delle
irregolarità di rotazione per mezzo della interposizione di un elemento elastico in gomma. E'
inoltre concepito per ottenere la reversibilità del senso di rotazione. La manutenzione che
esso richiede è estremamente limitata, in quanto è sufficiente mettere del grasso
periodicamente nelle sedi di lavoro del giunto e nelle cave di innesto dell'albero. Pertanto lo
smontaggio dei particolari che lo costituiscono si renderà necessario solamente in casi di
manutenzione straordinaria o sostituzioni di pezzi usurati. In questo caso riferirsi ai seguenti
paragrafi.
Fig. 9 ALBERO
VIBRATORE

GRANO DI
SICUREZZA

VITE CENTRALE

BULLONI M10

ALBERO DI
AZIONAMENTO

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.53 di 80


4.3.2 Smontaggio
Dopo pulizia delle parti, procedere come segue (fare riferimento alla figura 9):
 svitare le 4 viti a testa esagonale da M 10 (chiave mm 17) poste a chiusura del
coperchio inferiore del giunto ed estrarre con cautela l'albero di azionamento e il
particolare n°3;
 svitare con chiave a barra esagonale da mm4 (DIN 911) il grano filettato M 8 di sicurezza
che si vede montato sulla vite centrale in asse al corpo del giunto al suo interno;
 svitare ora con chiave a barra esagonale da mm14 (DIN 911) la vite centrale che si vede
sull'asse all'interno del corpo; tale vite presiede alla tenuta dei vari componenti;
 togliere ora dall'albero del vibratore in successione il particolare -2 ed -1.
Nel caso fosse necessario anche lo smontaggio dei componenti del giunto cardanico
dell'albero, tenere presente che lo spinotto deve essere tolto, previo smontaggio degli anelli
"seeger", con l'ausilio di una pressa, in quanto calettato con interferenza nel foro dell'albero.
4.3.3 Montaggio
A componenti puliti ed oliati e con quelli usurati sostituiti, procedere come segue:
 appoggiare accoppiandoli opportunamente i particolari -2 ed -1 sull'albero del
vibratore;
 usare un prodotto frena-filetti debole tipo "Loctite 222" o similare ed inserire la vite
centrale avvitandola fino in fondo;
 stringere la vite centrale con chiave a barra esagonale da mm14 (DIN 911) con
momento di serraggio di 200 Nm.

ATTENZIONE!
Il foro filettato presente sulla vite centrale per il grano di sicurezza anti-
allentamento deve collimare esattamente con la sede ricavata nel
particolare n° 2. Se nel corso dell'intervento si fosse proceduto alla
sostituzione del particolare n° 2 o non fosse assolutamente possibile
ottenere l'allineamento, occorre effettuare una nuova sede sul particolare
n°2 procedendo come segue: -segnare, dopo aver raggiunto la giusta
coppia di serraggio della vite centrale, la posizione della nuova sede
attraverso il foro filettato del grano;

 smontare nuovamente il particolare n° 2 e con punta elicoidale da mm 8 eseguire la


sede per una profondità rilevabile dal particolare da sostituire, ripetere il montaggio
della vite centrale come già descritto. Continuare ora nel montaggio come segue:
 usare un prodotto frena-filetti debole tipo "Loctite 222" o similare ed inserire il grano di
sicurezza M8 avvitandolo a fondo;
 appoggiare accoppiandolo il particolare n°3 nel particolare n° 2;
 mettere una piccola quantità di grasso all'interno, nella zona di lavoro del giunto;
 infilare l'albero d'azionamento con la flangia di bloccaggio già montata;
 inserire ed avvitare le 4 viti M 10 di chiusura del coperchio inferiore del giunto con
chiave esagonale da 17 mm.

ATTENZIONE!
Controllare che la lunghezza delle 4 viti M 10 sia sufficiente per permettere
di impegnare il foro filettato per quasi tutta la profondità. Per la chiusura
della bulloneria, dove non diversamente riportato, fare riferimento alla
tabella 4.4 per i momenti di serraggio.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.54 di 80


4.4 Lubrificazione del mozzo di azionamento
Pur essendo fornito con la macchina si ritiene, per l'indispensabilità di tale organo per il
funzionamento del vibratore, di riportare le seguenti informazioni per la manutenzione. Il
mozzo di azionamento deve essere lubrificato periodicamente con grasso. Nel mozzo è
previsto un ingrassatore per i cuscinetti. Dato il notevole valore del numero di giri è previsto
l'uso di speciale grasso a base sintetica, particolarmente indicato l'uso di "KLUEBER
ISOFLEX TOPAS NB 52". Il mozzo di azionamento deve essere ingrassato ogni 250 ore
di lavoro quando è caldo. Poiché per raggiungere l'attacco per l'ingrassaggio è necessario
smontare gli stampi dalla macchina si consiglia di programmare l'operazione in
corrispondenza di un cambio stampo che sia previsto dopo un periodo di produzione in modo
che il funzionamento precedente garantisca che il mozzo sia caldo. In corrispondenza ad
ogni cambio stampo è inoltre buona norma controllare ed eventualmente lubrificare
l'accoppiamento albero-mozzo.

PUNTO DI INGRASSAGGIO
(grasso "KLUEBER ISOFLEX
TOPAS NB 52") - interv. 250 h

Procedere come segue:


 ingrassare con una modesta quantità di grasso (sul corpo del mozzo è ricavato un foro di
sfiato per il grasso eventualmente iin eccesso);
 avviare il vibratore e farlo funzionare per circa un minuto, quindi arrestarlo;
 attendere circa un minuto con vibratore fermo;
 ripetere per quattro-cinque volte le fasi di funzionamento e arresto del vibratore sempre
della durata di circa un minuto; tale procedura è necessaria per dar modo al grasso in
eccesso nel mozzo di sfogare verso l'esterno evitando così surriscaldamenti dei cuscinetti.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.55 di 80


Tabella momenti di serraggio per viti con filettatura
ISO passo grosso (valori in Nm).

Diam.nom.vite Classe 8.8 Classe 10.9 Classe 12.9


M8 24,6 34,7 41,6

M 10 50,1 70,5 84,6

M 12 84,8 119 143

M 14 135 190 228

M 16 205 288 346

M 18 283 398 478

M 20 400 562 674

M 22 532 748 897

M 24 691 971 1170

M 27 1010 1420 1700

M 30 1370 1930 2310

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.56 di 80


4.1. Personnel responsible for maintenance - General safety standards.
Maintenance of the “80J053A01 Colle” vibrator must be performed by technical staff who are
familiar with operation of the machine on which the vibrator is fitted, the safety systems
installed, the electrical and hydraulic appliances included in the system. Moreover, they must
also have consulted this booklet and the electrical and hydraulic diagrams relevant to the
“Vibrotubi Colle”.
During installation and testing, Colle technicians shall provide the customer’s technical staff
with all the instructions and know-how required to perform normal and special maintenance
safely and independently.
Personnel responsible for production and maintenance of the “Vibrotubi Colle” on whose
equipment the vibrator is to be fitted, must comply with the general safety provisions in force
in the workplace.
In the event of any maintenance, performed by personnel responsible for maintenance or for
normal operation of the system, differing from normal operations performed during the
production cycle, IT IS MANDATORY to switch OFF (0) the master switch (on the main
switchboard).
Once this has been done the switch must be locked in the OFF position with a padlock (not
provided). The key must be kept by the person responsible for maintenance until these
operations have been terminated.
Preliminary production checks performed at the start of every work shift are excluded from
this provision.

In the event that contingent requirements make it necessary for maintenance staff to
observe moving parts directly during machine operation, the person responsible for
operation of the “Vibrotubi Colle” and the operators in charge of production must be
informed. The person in charge shall assess whether this operation is opportune and
consider whether or not it should be performed, after contacting Colle technicians if required.
Access to the zones at risk is protected by security systems which must be reset after shut-
down caused by personnel entering prohibited areas.
In the aforesaid cases, a specifically appointed member of staff shall watch the maintenance
operator and the connection with the operator at the control board who, in the event of need,
shall immediately shut down the motors. In addition to normal safety equipment, the
maintenance operator must be provided with suitable protective devices against noise and
vibration.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.57 di 80


4.1.1 Safety standards for maintenance in the machine installation dugout
Notwithstanding the general provisions, it is necessary to take account of the actual diversity
of conditions in which operations are performed, due to sub-floor installation of the machines
involved in these operations.
The following must be considered:
- Lighting in the place of installation must be meet the current regulations, and ensure good
visibility in every part of the room.
- During operations at foundation level, operators must wear protective helmets.
- Suitable electrical power sockets for tools and instruments-equipment required for
maintenance must be provided in the machine dugout and hydraulic control unit; the power
circuit must comply with the legal requirements (especially regarding protecting personnel
from accidental contact).
Maintenance must be performed by staff trained for this purpose.
All operations must always be performed with the master power switch OFF (0).
Once this has been done the switch must be locked in the OFF position with a padlock (not
provided). The key must be kept by the person in charge of maintenance until these
operations have been terminated.
The importance of special maintenance to eliminate break-downs or faults, must first be
assessed and, if necessary, Colle must be contacted. Colle will provide instructions and
technical consultation, in addition to the most suitable procedure in order to reduce any risks
to staff and machine down times.

4.1.2 Safety standards for maintenance to the hydraulic control unit


Regular maintenance is indicated on the following pages.
All operations regarding adjustment and settings, checks and cleaning may be performed, in
compliance with the provisions above, with the normal precautions taken during the majority
of mechanical operations, as no particularly relevant hazards are present or assessable.
Operations requiring disassembly of parts subject to working pressure must only be
performed by staff trained for this purpose and who are familiar with the circuits indicated in
the relevant hydraulic diagram.
When cleaning the storage tank, after removing the lid, personnel in charge must make sure
the room is completely aired.

4.1.3 Safety standards for vibrator maintenance.


Regular maintenance operations are indicated on the following pages.
Safety provisions for maintenance of the hydraulic control unit that cools-lubricates the
vibrator follow the indications in the previous paragraph.
Special maintenance must be performed by disassembling and raising the vibrator to a
suitable place equipped for this purpose. Comply with the disassembly instructions indicated
on the following pages.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.58 di 80


4.2 Maintenance of the 80J053A01 vibrator

IMPORTANT
Accurate overhauling of the vibrator with replacement of faulty parts ensures perfect
and long lasting operation only if performed by our staff in our works. In fact, a precise
assembly procedure must be followed when fitting new bearings in their seats.
Moreover, there are precise tolerances for assembly of the various components and
special equipment is required. Therefore, Colle recommends that you arrange the
terms for sending the vibrators to our workshops for overhauling and repairs.

4.2.1 General
Operation of the vibrator model 80J053A01 relies on a hydraulic unit providing an oil flow for
lubrication of the bearings. In addition the hydraulic unit is provided with a pressure reducer
fitted with a control pressure switch for supplying an air jet that mixes with the oil inside the
vibrator, in order to provide an even flow of lubricant, removal of the heat produced and
elimination of the friction caused by the vibration.
The hydraulic unit must be connected to the vibrator and its functioning is essential for
safeguarding the vibrator itself. For this reason, sensors are provided for cutting off the
automatic production cycle whenever operation problems are detected, by stopping the drive
motors.
The following sensors are normally fitted:
1) Tank oil level sensor L:
If the level falls below a set value, the safety device will stop the hydraulic supply unit.
2) Air supply pressure switch P1:
If the pressure falls below the set value (0.5 bars), the control device will stop the hydraulic
supply unit.
3) Thermostat for controlling the oil temperature at the vibrator outlet T:
If the temperature exceeds the set value (max 95°C) all the vibrator motors are stopped.
4) Pressure control pressure switches fitted on the vibrator supply lines:
- P2 - P3: if the pressure falls below 3.5 bars the vibrator motors are stopped and if the
pressure exceeds 10 bars the vibrator motors are stopped.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.59 di 80


4.2.2 Hydraulic unit maintenance
You are recommended to use AGIP ATF DEXRON type oil. It is advisable to keep an extra
quantity in store for topping up the system or for tackling emergency situations such as
broken hoses etc. This will avoid halting the plant while waiting for the oil to be delivered.
It is good practice to filter the new oil since it may contain contaminating particles.
Fig. 4.1
P2-P3
Maximum-minimum
pressure switch
Pump pressure
regulator (12 bar)
Air oil
exchanger F1
filter at inlet

One-way valve
R 2.5 BARS

T
Thermostat for checking the
temperature of the oil returning
from the vibrator A
M1 M2
Z
Pressure reducer
(set to 0,5 bars)

P1
Air pressure check L
pressure switch Electric indicator F2 TANK F3
for the tank Pump 1 delivery (contenent 220 litres of Pump 2 delivery
oil level filter "AGIP ATF DEXTRON II oil) filter

INITIAL PERIOD OF OPERATION


After the first 100-150 hours of operation it is advisable to completely filter the oil in the
hydraulic system, change the screw-in cartridge filters F2-F3 and clean the inlet filter F1.
It is advisable also to remove the tank cover where the hydraulic components are installed,
clean the inside in order to remove any deposit and residues that may be present. This will
help to prolong the working life of the hydraulic components and reduce the possibility of
stoppages due to breakdowns.

CHANGING THE OIL


It is advisable to carry out regular checks to ascertain the chemical/physical qualities of the
oil and its degree of contamination and to change the oil whenever necessary or on average
every 3,000 hours.

CAUTION!

The used oil is highly polluting and must be disposed of in accordance with
current laws.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.60 di 80


AIR/OIL FILTER CHECK
Check the filters fitted on the system supplying the air to the hydraulic unit pressure reducer
Z every month (Fig.4.1).
Weekly check filter F1 of the hydraulic system; this operation is very important and must be
carried out checking the clogging indicators.
Change the filter cartridge every time the indicator reaches the yellow area of the dial.
If screw-in filters F2-F3, without indicators, have been fitted on the delivery line, they must be
changed on average every 400 hours.

COOLER CHECK
For the air-oil models it is sufficient to visually check the condition of the finned surfaces
every week and if necessary remove any deposit that may have built up during operation.
Check the motor's functioning of the impeller as well as the efficiency of the temperature
regulating thermostat.

EXTERNAL CLEANING
Regular cleaning of the machine will help to detect leaks that can be promptly fixed by the
maintenance personnel. You should therefore periodically check, in particular, the
connection joints and the joining surfaces of the solenoid valves block. If the leaks are not
due to the blocking screws being loose, dismantle the blocks and replace the O ring seals.

TIGHTENING OF THE BOLTS


Since the vibrator is subject to vibrations, the bolts can become loose and sometimes even
completely come off their seat.
At every mould change the tightening torque of the bolts must be checked according to the
setting given in table 4.4.

IMPORTANT
Accurate overhauling of the vibrator and replacement of faulty parts is a
guarantee of correct and long-lasting operation only if carried out by our
personnel at our premises. Correct procedures for fitting the bearings
into their seats must be carefully observed. In addition, the various parts
must be assembled according to very tight tolerances and special tools
must be used. Colle therefore advises you to agree the terms for returning
the vibrators to its workshops for service and repair work.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.61 di 80


HYDRAULIC POWER PACK NR. INTERVENTIONS PROGRAM

OPERATIONS TO BE PERFORMED FORESEEN INTERVENTIONS


FREQUENCY DATE
OUTER CLEANING FOUR-MONTHLY

FLUID FILLING UP WHEN IT


REACHES THE
MINIMUM LEVEL
FLUID REPLACEMENT AND INNER EVERY 3000
CLEANING WORKING HOURS

SUCTION FILTER CLEANING BIMONTHLY

REPLACEMENT OF FLUID FILTER THREE-MONTHLY


CARTRIDGES

CONTROL ACCUMULATORS PRECHARGE SIX-MONTHLY

CONTROL FITTINGS CLAMPING THREE-MONTHLY

REPLACEMENT OF ELASTIC DOWELS OF SIX-MONTHLY


THE TRANSMISSION JOINT

FLUID TEMPERATURE CONTROL WEEKLY

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.62 di 80


4.3 Maintenance of the drive joint coupling of the vibrator 80J053A01
4.3.1 Generality
The joint coupling is a mechanical transmission component for transmission of motion to the
vibrator by the electric motor. It is used to eliminate possible alignment errors between the
shafts by a joint system and to take up uneven rotation by means of a rubber element. In
addition it has been designed to allow for reversibility of the rotation direction. The joint
coupling requires very little maintenance - simply inject some grease into the joint work
surfaces and the shaft splines. It is necessary to dismantle the joint parts only for
extraordinary maintenance or when replacing worn parts. In this case refer to the following
paragraphs.

VIBRATOR
SHAFT

M10 BOLTS

DRIVESHAFT

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.63 di 80


4.3.2 Removal
After cleaning the various parts, proceed as follows (refer to picture 9):
- remove the 4 hexagonal head M 10 screws (17 mm spanner) closing the joint lower cover
and carefully slide out the driveshaft and component no. 3;
- unscrew, by means of a 4 mm Allen key (DIN 911), the M8 safety grub screw locking the
central screw visible inside the joint in line with it;
- using a 14 mm Allen key (DIN 911), remove the central screw visible inside the joint body;
this screw holds all the various components together;
- now remove part 2 and 1 in this order from the vibrator shaft.
If the shaft joint needs dismantling, note that once the retaining circlips have been removed,
the pin can only be driven out by means of a press since it has been press-fitted onto the
shaft hole.
4.3.3 Refitting
Once all the components have been cleaned and oiled and the worn parts replaced, proceed as
follows:
 rest the properly matched components 2 and 1 on the vibrator shaft;
 apply a weak thread-locking product such as "Loctite 222" or similar and insert the central
screw, fully tightening it;
 tighten the central screw with a 14mm Allen key (DIN 911), applying a tightening torque of
200 Nm.

CAUTION!
Ensure that the threaded hole in the central screw provided for the anti-
loosening grubscrew perfectly lines up with the seat drilled on part 2. If
during work part 2 has been replaced or if it is not possible to line up the
components, a new seat must be machined following the procedure
described below: - after tightening the central screw to the correct torque,
mark the position of the new seat through the grub screw threaded hole;

- dismantle part 2 again and by means of an 8 mm twist drill, drill a new seat for a depth that
can be taken from the part to be replaced;
- refit the central screw as described previously.
Continue reassembly as follows:
- use a weak threadlocker product like “Loctite 222” or similar and insert the M8 grub screw
and tighten it;
- couple part 3 with part 2, resting it on top;
- insert a small amount of grease inside the universal joint at the level of the joint working
area;
- slide in the drive shaft complete with the retaining flange;
- insert and tighten the four M10 screws of the joint lower cover using a hexagonal 17 mm
spanner.

CAUTION!
Check that the four M10 screws are long enough to screw almost fully into
the threaded holes. For the tightening values of the bolts, if not indicated
otherwise, refer to the tightening torque table 4.4.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.64 di 80


4.4 Lubrication of the drive hub
Due to the importance of this part for correct operation of the vibrator, although it is already
provided with the machine, we include the following information for maintenance of the hub.
The drive hub must be periodically lubricated with grease.
The hub is provided with a grease nipple for lubrication of the bearings (see fig. 4.3).
Due to the high number of revolutions, a special synthetic base grease must be used. It is
particularly advisable to use "KLUEBER ISOFLEX COMPAL NB 52".
The drive hub must be greased every 250 hours of operation, when warm.
As the moulds have to be removed from the machine in order to reach the greasing fittings, it is
advisable to carry out this operation when a mould is changed at the end of a production shift
thus ensuring that the vibrator is still warm.

LUBRICATION POINT
(grease "KLUEBER ISOFLEX
TOPAS NB 52") - every 250 h

Proceed as follows:
 inject a small amount of grease into the upper bearing (the hub casing is provided with
a bleed hole for grease in excess);
 start the vibrator and run it for about one minute, then stop it;
 wait for about one minute, with the vibrator at a standstill;
 repeat the start and stop routine four-five times, always running it for one minute; this
procedure is necessary in order to allow the excess grease to flow out thus preventing
overheating of the bearings.
It is good practice to check and if necessary lubricate the shaft-hub connection at every mould
change.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.65 di 80


ISO coarse thread screw torque settings (Nm)
Tab.4.4.

Diam.nom.vite Classe 8.8 Classe 10.9 Classe 12.9


M8 24,6 34,7 41,6

M 10 50,1 70,5 84,6

M 12 84,8 119 143

M 14 135 190 228

M 16 205 288 346

M 18 283 398 478

M 20 400 562 674

M 22 532 748 897

M 24 691 971 1170

M 27 1010 1420 1700

M 30 1370 1930 2310

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.66 di 80


5
ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E SMONTAGGIO
DALLA MACCHINA
ASSEMBLY AND DISMANTLING INSTRUCTIONS

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.67 di 80


Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.68 di 80
5.1 Generalità
ll vibratore Colle 80J053A01 viene fornito predisposto per il sollevamento tramite due golfar i
M16 da avvitare alla flangia superiore (vedi fig. 1).
Il vibratore è inoltre dotato di un sistema meccanico per un suo rapido fissaggio all'interno
dell'anima, questa dovrà essere del tipo "Colle" con coperchio superiore asportabile.

ATTENZIONE
Le operazioni di smontaggio e montaggio dalla macchina del vibratore devono essere
effettuate solo da personale addestrato e portato a conoscenza delle seguenti istruzioni.

5.2. Istruzioni per lo smontaggio dall'anima


Lo smontaggio del vibratore dall'anima deve essere eseguito come segue:
 scollegare gli innesti rapidi dell'arrivo olio, arrivo aria, ritorno olio e aria dal collettore
posto nella zona inferiore del banco anima.
 staccare tutte le fascette installate nella parte inferiore dell'anima per fissare i tubi dei
collegamenti idraulico-pneumatici all'apposita staffatura;
 svitare e togliere i bulloni di fissaggio del coperchio superiore con chiave a barra
esagonale opportuna (DIN 911) a seconda del tipo di anima;
 inserire un golfare di sollevamento (M24 oppure M27 a seconda del tipo di anima),
imbracare e togliere il coperchio;
 allentare con una chiave a bussola esagonale da mm 24 i due tiranti di ogni coppia del
sistema di fissaggio rapido presenti sul vibratore (vedi fig. 1), agendo per gradi
alternativamente su uno e sull'altro in modo da evitare impuntamenti delle
ganasce coniche che effettuano il bloccaggio al cannotto dell'anima.
Accertarsi che il vibratore sia completamente sbloccato (rimane appoggiato sull'apposito
nasello di fermo);

ATTENZIONE!
Il completo sbloccaggio si ottiene con circa 7 giri dei tiranti in senso
antiorario, calcolati a partire dalla posizione di completa chiusura. Dopo un
iniziale allentamento della vite, lo sforzo alla rotazione aumenterà poichè il
tirante deve sbloccare le ganasce coniche dalla posizione di bloccaggio sul
cannotto dell'anima. Non eccedere nella rotazione dei tiranti oltre i 7,5 giri
per non provocare deformazioni dello stelo e danneggiamenti alla filettatura
dello stesso.

 Agganciare il vibratore sui due golfari di sollevamento M16 (fig. 1), assicurarsi che non
offra resistenza anormale all'inizio del sollevamento. Sfilarlo quindi dall'anima, prestando
attenzione che i tubi dei collegamenti idraulico-pneumatici scorrano liberamente e che
l'estremità scanalata dell'albero del vibratore si sfili senza danni dal mozzo di
azionamento; a tal fine nella parte bassa dell'anima stessa è previsto un foro di
ispezione.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.69 di 80


5.3. Istruzioni per il montaggio sull'anima
Il montaggio del vibratore deve essere effettuato con l'anima montata sul basamento, una volta
che questa sia privata del coperchio.
Il montaggio nell'anima deve essere eseguito come segue:
 ingrassare leggermente l'estremità scanalata dell'albero del vibratore e le ganasce di
bloccaggio;
 ingrassare leggermente il cannotto dell'anima sede del vibratore;
 agganciare il vibratore sui golfari di sollevamento M16, orientarlo in modo che i tubi dei
collegamenti idraulico-pneumatici siano in corrispondenza della staffatura presente nella
parte bassa dell'anima per il loro fissaggio e infilarlo verticalmente dall'alto prestando
particolare attenzione ai tubi onde evitare che rimangano bloccati; calare fino a che
l'estremità scanalata dell'albero raggiunge il mozzo di azionamento;
 infilare l'estremità scanalata dell'albero del vibratore nel mozzo di azionamento; a tal fine
nella parte bassa dell'anima è previsto un foro di ispezione, evitare imputamenti
dell'albero che potrebbero causare danni ai cuscinetti del mozzo di azionamento;
 calare ulteriormente fino a che il nasello appositamente previsto sul vibratore (vedi fig. 1)
si appoggi sul cannotto interno dell'anima;
 assicurarsi che il vibratore sia ben appoggiato e correttamente orientato;
 controllare che il mozzo di azionamento non offra anormale resistenza alla rotazione
dopo che il vibratore é stato posizionato;
 togliere l'imbraco dal vibratore;
 serrare con una chiave dinamometrica a bussola esagonale da mm 24 le 2 coppie di
tiranti del sistema di fissaggio rapido presenti sul vibratore (vedi fig. 1) procedendo per
gradi alternativamente su uno e sull'altro in modo da evitare impuntamenti delle
ganasce coniche, fino a raggiungere una coppia di serraggio di 160 Nm;

ATTENZIONE!
Il completo bloccaggio si ottiene con circa 7 giri dei tiranti in senso orario,
calcolati a partire dalla posizione di completo sbloccaggio.

 rimontare il coperchio superiore dell'anima e fissarlo con i bulloni appositi;


 fissare i tubi dei collegamenti idraulico-pneumatici all'apposita staffatura nella parte
inferiore dell'anima con nuove fascette;
 collegare gli innesti rapidi dell'arrivo olio, arrivo aria, ritorno olio e aria al collettore della
macchina;

ATTENZIONE

Per i valori di serraggio delle viti, se non indicato diversamente, fare


riferimento ai momenti di serraggio della tabella 4.4.

L'aggancio del vibratore deve essere effettuato come sopra detto, ogni altro
sistema non è consentito. I mezzi di sollevamento e le imbracature devono
essere conformi alle norme vigenti, dimensionate al peso del vibratore
completo di 830 kg.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.70 di 80


5.1 Generaliy
The Colle 80J053A01 vibrator is supplied complete with joint coupling M16, drive shaft and an
eyebolt for lifting the machine already fitted and blocked to the upper end of the shaft (see fig
1).
In addition the vibrator is provided with a quick-action mechanical system for blocking it inside
the core, which must be of the Colle type with removable upper cover for inserting the vibrator
from above.

CAUTION
Adjustment of the eccentric counterweights must be carried out only by trained
personnel, familiar with the following instructions.

5.2. Instructions for removal


Removal of the vibrator from the core must be carried out as described below:
 disconnect the oil, air, oil return and air return quick-release fittings from the machine
header
 remove all the clips in the core lower part used for fixing the air-oil hoses to their bracket;
 loosen and remove the bolts blocking the upper cover with the aid of a suitable sized
Allen key (DIN 911) according to the type of core;
 insert an eyebolt (M24 or M27 according to the type of core), tie and remove the cover;
 using an M24 hexagonal socket wrench, loosen the two quick-lock system tiebars on the
vibrator (see fig 1), turning each of the two tiebars a little at a time in order to avoid
jamming of the tapered locking jaws;
 ensure that the vibrator is completely free (resting on the step provided).

CAUTION
Complete release is achieved only after about 7 turns of the tiebars in an
anticlockwise direction. The tiebar will initially loosen but become harder to
turn shortly afterwards to overcome the resistance of the tapered jaws
inside the core. Do not loosen by more than 7.5 turns to prevent distortion
of the bar.

 Hook the vibrator by its eyebolt, ensuring that it does not offer abnormal resistance at the
start of the lifting. Then, lift it and slide it out of the core, taking care that the air-oil
connection hoses slide out freely and the end of the vibrator shaft comes off without
damaging the drive hub; an inspection hole has been provided in the lower part of the
core itself to check this procedure.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.71 di 80


5.3. Instructions for refitting on the machine
The vibrator can be fitted with the core mounted on the machine and without its cover.
The vibrator is refitted as described below:
 lightly grease the splined shaft end and the locking jaws;
 lightly grease the core shaft where the vibrator will fit;
 hook the vibrator by its eyebolt M16, rotate it so that the hoses of the air-oil connection
line up with the brackets in the lower part of the core, used for fixing them. Next insert it
from above ensuring that the hoses do not get trapped and lower it until the splined shaft
reaches the drive hub;
 insert the vibrator shaft splined end into the drive hub; an inspection hole has been
provided in the lower part of the core to assist this operation; avoid jammings of the shaft
which might cause damages to the drive hub’s bearings;
 lower the vibrator further until the stop provided on the vibrator (see fig. 1) rests on the
core inner shaft;
ensure that the vibrator is properly located;
check that the drive hub does not offer an abnormal resistance to the rotation after the
positioning of the vibrator.
remove the slings from the vibrator;
using a hexagonal 24 mm socket torque wrench, tighten the two couples of quick-locking
system drawbars on the vibrator (see fig. 1) a little each to avoid jamming of the mobile
jaw until a tightening torque of 160 Nm is obtained.

CAUTION
Complete tightening is achieved after about 7 turns of the tiebars in a
clockwise direction, starting from a completely loose position.

 Refit the core upper cover and fix it with the bolts provided;
 fix the air-oil connection hoses to the bracket provided in the core lower part using new
clips;
 connect the oil, air, oil return and air return quick-release fitting to the machine header.

CAUTION

For the tightening values of the bolts, if not indicated otherwise, refer to
the tightening torque table 4.4.

Lifting of the vibrator must be carried out as described above; all other
methods are forbidden. All lifting equipment and slings must comply with
current regulations; the weight of the vibrator is aprox.830 kg.

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.72 di 80


6
PARTI DI RICAMBIO
SPARE PARTS

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.73 di 80


Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.74 di 80
MOD-191-01 MODULO PER ORDINAZIONE
RICAMBI
BESTELLSCHEIN FÜR ERSATZTEILE MODÈLE POUR COMMANDE DE PIÈCES DÉTACHÉES

SPARE-PARTS ORDER FORM MODULO PARA PEDIDO DE REPUESTOS

DITTA RICHIEDENTE COMMANDER PAR DATA DATE


KUNDENFIRMA FIRMA QUE REMITE DATUM FECHA
ORDERING COMPANY DATE

DENOMINAZIONE NOME DE LA MACHINE MATRICOLA NUMERO DE LA MACHINE


MACCHINA
NAME DER MACHINE DENOMINACION MACHINA KENNUMMER MATRICULA
MACHINE NAME SERIAL NUMBER

VI PREGHIAMO DI SPEDIRCI IL SEGUENTE MATERIALE: SVP VEUILLEZ NOUS ENVOYER LE MATERIAL SUIVANT:
WIR BITTEN UM ZUSENDUNG DES FOLGENDEN LES ROGAMOS QUE NOS ENVIEN EL MATERIAL
MATERIALS: SIGUIENTE:
PLEASE SEND US THE FOLLOWING MATERIAL:
CODICE PEZZO DESCRIZIONE QUANTITÀ NOTE AGGIUNTIVE
BESTELLNUMMER BESCHREIBUNG MENGE ZUSÄTZLICHE ANMERKUNGEN
CODE NUMBER DESCRIPTION QUANTITY FURTHER NOTES
CODE PIÈCE DESCRIPTION QUANTITÉ NOTES ADDITIONNELLES
CODIGO PIEZA DESCRIPCION CANTITAD OTRAS NOTAS

CONSEGNARE MEZZO LIVREZ PAR DATA DATE


LIEFERUNG DURCH ENTRAGAR POR DATUM FECHA
SHIP BY DATE

INDIRIZZO LIEFERUNG AN ADRESS FOR ADRESSE POUR DIRECCION PARA


SPEDIZIONE SHIPMENT LA LIVRAISON EL ENVÌO

PAGAMENTO NOTE

FIRMA

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.75 di 80


VIBRATORE 80J053A01

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.76 di 80


VIBRATORE 80J053A01

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.77 di 80


VIBRATORE 80J053A01

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.78 di 80


TIRANTE DI SERRAGGIO
80J051E01Z

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.79 di 80


GIUNTO SNODATO – COUPLED JOINT

80J051P01B

80C001P01C

80A011P01D

80C001P01E

MVSE0402573

MVI270808

MTCU616486
MVA35019

80A251S01BC

80A011P01F

MVR5110

MVE1008037

Manuale Uso/Manutenzione 80J053A01 versione 1.0 Pag.80 di 80