Sei sulla pagina 1di 3

TESINA PEDAGOGIA MUSICALE 3

ANNO ACCADEMICO 2014/2015

Nel corso dell’anno accademico 2014/2015 ho frequentato il


corso di PEDAGOGIA MUSICALE 3 con la Professoressa Gambino.
Tale corso ha la funzione di trasmettere elementi necessari per
l’approccio musicale elementare nei confronti dei bambini. Questi
elementi sono caratterizzati da strutture musicali e strumentali
per fare in modo che i bambini possono assorbire, attraverso la
musica, le capacità comunicative ed espressive in un contesto di
gioco e divertimento. Durante le lezioni
ho avuto modo di poter acquisire molti elementi pedagogici-
cognitive grazie alla comunicazione e scambio di idee
metodologiche tra colleghi, e grazie anche all’uso dello
strumentario di Orff. Questo consiste ad una serie di strumenti
semplici come i metallofoni, xilofoni, cembali, percussioni non
intonate, la cui facilità favorisce la pratica dell’improvvisazione e
incoraggia l’allievo a suonare mentre si diverte e viceversa.
L’estrema semplicità di tutti gli aspetti consente ai bambini ad
accostarsi alla musica con l’immediatezza delle scelte spontanee,
attraverso i mezzi elementari di cui l’istinto sonoro di ciascuno
può disporre. Anche per quanto riguarda il repertorio sono stati
scelti brani molto semplici, basati su strutture elementari, sempre
per favorire al bambino la possibilità di integrarsi con maggiore
spontaneità. Nel corso delle lezioni ho avuto modo di
formare il mio gruppo di studio con due colleghi, aventi ognuno
ruoli diversi. Io ho eseguito la parte melodica col l’uso del
glockenspiel, gli altri due colleghi si sono serviti di strumenti
d’accompagnamento come le percussioni e lo xilofono basso.
Abbiamo eseguito brani con strutture semplici, tratte dal
repertorio popolare napoletano, come il “Salto in banco”. Questo
brano è basato su una struttura A-B-A, dove il canto bipartito è la
caratteristica fondamentale, e si assiste al passaggio alle tonalità
di RE MAGGIORE a quella di RE MINORE nella sezione del canto.
Questo cambio di modo, unito a un ritmo più, ci porta
nell’introduzione della festa; dove l’acrobata sta già esibendosi
nella pubblica piazza in giochi di abilità. Questo brano così
strutturato mi dato spunto al lavoro della mia composizione. Essa
si presenta con struttura A-B-A in tonalità di FA MAGGIORE,
utilizzando figurazioni semplici (semiminime, minime,
crome, con relative pause) per favorirne una maggiore semplicità
all’ascolto. La prima misura comincia con la sua tonalità
d’impianto, per poi passare al suo secondo grado (SOL MINORE)
nella seconda misura, alla sua dominante (DO 7) nella terza
misura, e successivamente chiudere alla tonalità di partenza (FA
MAGGIORE). Le altre 4 misure si ripetono ugualmente,
rispettando così la forma musicale semplice. Nella parte B si
assiste alla modulazione della sua relativa minore (RE MINORE) e
della sua dominante maggiore (DO 7). Le misure si alternano tra
RE MINORE e DO 7 per 8 misure. Come abbiamo già visto nel
brano “Salto in banco”, così anche nella mia composizione
intitolato “Glocken Pop” avviene la ripetizione della parte A.
La possibilità di avere seguito questo corso di PEDAGOGIA
MUSICALE 3 mi ha aiutato molto nella riflessione dell’importanza
del “potere” della musica nei confronti di tutti gli individui sia
adulti che bambini, e di godere della magia che essa offre.