Sei sulla pagina 1di 1

Mario Gangi

Nato a Roma il 10 maggio 1923, si diploma presso il Conservatorio di Santa Cecilia prima in armonia
principale e poi in contrabbasso, al quale affiancherà la chitarra, privilegiandola.

Per chitarra comporrà molte opere nonché ne revisionerà tra le più importanti esistenti ( tra cui le 4 di F.
Tarrega, l’ op. 48 di M. Giuliani, il metodo di D.Aguado ecc.).

Scrive inoltre un metodo per chitarra, diviso in tre parti:

1. La prima parte prevede una descrizione dello strumento e delle sue potenzialità, esponendone le
caratteristiche e, in particolar modo, consigliando l’approccio che andrebbe adottato per un corretto
studio. Ovviamente, in ogni sezione, dunque per ogni argomento, sono previsti esercizi tecnici
relativamente semplici a sostegno delle tematiche trattate.

2. La seconda parte entra nel pieno della tecnica chitarristica esponendone, appunto , le principali
tecniche. ( scale, barra, legature abbellimenti ecc..). Dunque si presenta come una sezione che
presuppone una conoscenza già affermata della chitarra, quantomeno delle tematiche da lui trattate
nel primo libro, seppur non approfondita, al fine di ampliare le possibilità di esercizi tecnici e di cultura
chitarristica.

3. La terza ed ultima parte è interamente dedicata alla parte musicale; sono previsto appunto 22 studi
non in ordine progressivo , bensì con difficoltà estremamente diverse, volte ad ampliare la conoscenza
delle potenzialità della chitarra. Troviamo studi dal sapore di Villa Lobos, altri con sonorità ed armonie
jazz ed altri ancora swing, non mancano musiche di carattere tecnico ma dalla musicalità indiscutibile.