Sei sulla pagina 1di 19

Rita Luzi Catizone

Luisa Guerrini
Luigi Micarelli

ITALIANO
per STRANIERI
202
ESERCIZI
con soluzioni e
A 1>A2
GRAMMATICA
di riferimento
➠ 202 esercizi d’italiano per studenti di
livello principiante ed elementare
➠ Grammatica testuale
Questo eserciziario offre a studenti e insegnanti un prezioso aiuto
proponendo esercizi graduali atti a sviluppare conoscenze e
competenze sempre più ampie di elementi grammaticali, lessi-
cali e sintattici.
Basati su testi autentici gli esercizi espongono lo studente alla
ricchezza della lingua e lo accompagnano passo dopo passo a
misurarsi con le proprie conoscenze.
Le soluzioni e la grammatica di riferimento alla fine del libro ne
consentono l’adozione
• sia da parte di insegnanti che vogliono disporre di una
base solida di lavoro in classe
• sia da parte di studenti in autoapprendimento.
Esercizi testati nei corsi della
Dilit – Roma e Alpha&Beta – Bolzano e Merano.
Preparazione alle Certificazioni CILS, CELI, I.T., PLIDA.

202 Esercizi – Italiano per Stranieri è composto da:


• 202 esercizi
• Soluzioni
• Grammatica di riferimento

Rita Luzi Catizone, Luisa Guerrini e Luigi Micarelli


sono da molti anni insegnanti e formatori di insegnanti di
italiano presso la DILIT INTERNATIONAL HOUSE a Roma.

ISBN 978-88-7223-193-7
INTRODUZIONE

Il progetto di questo libro nasce dalla continua richiesta di molti studenti: avere a disposizione
una batteria di esercizi e una piccola grammatica di riferimento.
Lo sforzo, utilizzando la precedente esperienza di Volare, è stato quello di creare esercizi
che fossero in sintonia con ciò che ogni giorno si fa in molte classi di lingua, seguendo una
visione comunicativa del processo di apprendimento e soprattutto mettendo lo studente sia
di fronte alle proprie lacune che alla proprie conoscenze e competenze.
Abbiamo cercato di proporre una varietà di esercizi per utilizzare le varie strutture gramma-
ticali e “allenare” la competenza testuale e, inoltre, valutare la conoscenza della lingua anche
in relazione alle certificazioni di italiano. Molti esercizi, infatti, tengono conto delle modalità
proposte dagli esami CILS e CELI e possono quindi contribuire alla preparazione per soste-
nere tali esami.

Questo libro è suddiviso in 2 parti, facendo riferimento al Common European Framework,


dal livello A1 al livello A2.
Lo studente può verificare le proprie conoscenze o seguendo l’ordine presentato dagli autori,
oppure seguendo un proprio percorso soggettivo. Può quindi scegliere l’argomento o gli ar-
gomenti che ritiene più interessanti. L’ordine degli argomenti grammaticali presentati non
vuole avere nessuna pretesa di oggettività per quanto riguarda le sequenze di apprendimento.
L’insegnante può usare il testo in classe come materiale di supporto ed anche in questo caso
la scelta è tra seguire l’ordine proposto o “saltare” gli esercizi o gli argomenti meno “urgenti”
e creare un proprio percorso.

Gli esercizi seguono un criterio di gradualità senza dimenticare una “visione circolare” della
grammatica, che prevede un continuo ritorno verso fenomeni della lingua che si reputano
già dati per assimilati. È esperienza comune di tutti gli insegnanti rilevare che, affrontato un
dato argomento, non lo si può considerare concluso nell’arco di qualche spiegazione o di
qualche esercitazione. Affinché gli studenti se ne approprino e ne possano fare un uso co-
sciente e consapevole è necessario un allenamento ripetuto all’analisi e all’esercitazione.

Gli elementi grammaticali vengono introdotti senza pretendere una conoscenza e una loro
applicazione esaustiva, ma vengono continuamente ripresi e ripresentati per favorirne un’as-
similazione più profonda.

Gli esercizi si propongono di mettere alla prova lo studente da diversi punti di vista e su di-
verse competenze: comunicativa, testuale, morfosintattica, lessicale, ecc.
La tipologia degli esercizi è varia e presenta esempi di:
• cloze monotematico;
• cloze politematico;
• cloze puro (una parola cancellata ogni N parole);

Introduzione 3
• analisi di forme grammaticali;
• riscrittura dei testi in cui vengono modificati alcuni elementi;
• scelta multipla;
• incastro di battute;
• lettura con domande per allenare lo studente alla ricerca di informazioni, così come viene
richiesto nelle prove di lettura delle varie Certificazioni;
• applicazione di coesione e coerenza testuale;
• analisi di brani di conversazioni autentiche o spontanee.

Sin dal livello A1 lo studente è chiamato a considerare la complessità del testo e non la frase
semplificata. Qualsiasi testo, sia scritto che orale, ha la sua propria coesione che si manifesta
attraverso una serie di elementi diversi tra di loro, che vanno dalla pronominalizzazione alla
opposizione determinato/indeterminato, alla scelta dei tempi verbali, ecc. E ogni testo ha la
sua coerenza: chi produce un testo deve fare delle scelte linguistiche appropriate in base agli
obiettivi che vuole raggiungere nella comunicazione.

La coesione e la coerenza testuale sono pienamente rispettate in tutti gli esercizi proposti,
anche in quelli che presentano esempi di lingua orale in quanto estratti da conversazioni au-
tentiche o spontanee.

Il libro si può utilizzare sia in classe come completamento dei vari argomenti trattati di volta
in volta dall’insegnante sia a casa in autovalutazione.
Dopo aver svolto gli esercizi, lo studente può confrontare le sue soluzioni con quelle riportate
in appendice e individuare le aree tematiche che dovrà approfondire.

Correda il testo una piccola guida grammaticale alla quale lo studente può fare riferimento
per chiarire i dubbi che di volta in volta emergono.

4 Italiano per stranieri – 202 esercizi A1 > A2


19 Articoli determinativi
► Grammatica pag. 171
Completa i messaggi con gli articoli determinativi.

Annunci METROPOLITANA
In affitto piccolo appartamento in centro, Informazioni alla Clientela Linea C
1 camera, cucina e bagno. L’apparta- ███servizio inizia alle ore 05.30 e ter-
mento si trova al secondo piano, ███cu- mina alle ore 21. ███ultime corse par-
cina è abitabile e ███camera è molto tono dai capolinea alle ore 21.00. Da
luminosa. ███bagno non ha finestre. lunedì 30 gennaio chiude ███stazione
███autobus sono molto frequenti e a Manzoni (è possibile utilizzare ███linee
200 mt. c’è ███fermata della metro. bus 360, 590).

Lezioni Banca Intesa – Orario apertura


Insegnante coreana di pianoforte impar- ███mattina: 8.30 – 13.30.
tisce lezioni per tutte ███età e tutti ███pomeriggio: 14.45 – 16.15
███livelli.

20 Lessico sinonimi
Con i seguenti verbi forma delle coppie di sinonimi, come nell’esempio.

IMPARTIRE lezioni | COMINCIARE | TERMINARE la lezione |


USARE | CAPIRE l’italiano | PORTARE | INIZIARE il lavoro |
VEDERE | ABITARE in una casa | COMPRENDERE |
UTILIZZARE un computer | DARE | VISITARE un monumento |
VIVERE | INDOSSARE un vestito | FINIRE

IMPARTIRE lezioni . . . . . . . . . . . . lezioni ................ ................


................ ................ ................ ................
................ ................ ................ ................
................ ................ ................ ................

Esercizi >A1 21
31 Presente indicativo -ere
► Grammatica pag. 194
Completa lo schema.

SCRIVERE LEGGERE CHIEDERE VEDERE

1ª singolare leggo

2ª singolare chiedi

3ª singolare vede

1ª plurale scriviamo

2ª plurale leggete

3ª plurale chiedono

32 Coerenza testuale
Un turista per la strada ferma un passante e gli chiede un’informazione.

TUR. = Turista PASS. = Passante

TUR. – Senta, scusi…


PASS. – Sì, mi dica…

Continua il dialogo mettendo in ordine le battute.

TUR. Dov’è la fermata?

PASS. Mi sa dire dov’è via Nazionale?

TUR. Lei è a piedi?

PASS. Deve prendere il 64

TUR. Sì, sono a piedi

PASS. Dunque, deve scendere alla terza fermata

TUR. Guardi, al centro della piazza

PASS. E dove devo scendere?

28 Italiano per stranieri – 202 esercizi A1 > A2


33 Verbi, articoli, aggettivi
Scegli tra A, B e C la parola corretta.

Roma, 10 gennaio
Gentile sig.ra Caroli,
1. ████████████ Luigi Micarelli e 2. ████████████ italiano per stranieri in
3. ████████████ scuola di Roma. Ho letto 4. ████████████ Sua lettera pubblicata
su ALISEI e sarei interessato a ricevere ulteriori informazioni sull’INTERNATIONAL
PEN FRIENDS. Nella nostra scuola 5. ████████████ ogni 6. ████████████ circa
1000 studenti provenienti da tutto 7. ████████████ mondo, che 8. ████████████
l’italiano: 9. ████████████ anche 10. ████████████ inglese,
11. ████████████ francese e 12. ████████████ tedesco a studenti italiani. Le sarei
grato se Lei potesse farmi avere del materiale 13. ████████████
La 14. ████████████ anticipatamente per tutto quello che potrà fare.
(15. ████████████ i francobolli per la risposta).

Cordiali saluti
Luigi Micarelli

A B C
1 mi chiamo si chiama ti chiamo
2 insegna insegni insegno
3 un’ una un
4 lo la le
5 ha ho abbiamo
6 anno anni anne
7 lo gli il
8 studio studia studiano
9 insegno insegni insegniamo
10 l’ lo il
11 le il lo
12 lo il la
13 illustrative illustrativo illustrativa
14 ringrazi ringrazio ringrazia
15 allego allega alleghi

Esercizi >A1 29
89 Presente indicativo
www.cercaamici.it

Scegli la forma corretta dei verbi al presente indicativo.

A. 1. a Napoli e 2. Valentina. 3. l’ultimo anno di liceo


e mi 4. molto andare a cavallo. Quest’estate, preferibilmente a luglio, vorrei
fare escursioni (a cavallo), ma non 5. amici con cui organizzarle. Qualcuno
è interessato? Fatemi sapere presto!

1 abito abita abiti


2 mi chiami mi chiamo mi chiama
3 Frequentiamo Frequenta Frequento
4 piaccio piace piaci
5 ha ho abbiamo

B. 1. appassionato di manga (i fumetti giapponesi), ma purtroppo nel piccolo


paese dove 2. il vecchio giornalaio non 3. neanche cosa sono e
naturalmente non 4. un negozio di fumetti. E non 5. certo fare
50km per andare a comprarli nella città più vicino che 6. Bari. 7.
consigliarmi un link sicuro per poter comprare on line le ultime novità? Il mio contatto
skype 8. giorgiogap91.

1 siete siamo sono


2 vive vivi vivo
3 sa so sappiamo
4 esista esiste esisti
5 può posso possiamo
6 è siamo sono
7 Posso Possiamo Potete
8 sono è sei

66 Italiano per stranieri – 202 esercizi A1 > A2


106 Coesione e coerenza
Ricomponi il dialogo mettendo le parole mancanti nell’ordine giusto.

A. Che fate e Giorgio pomeriggio? volete


B. Ci vediamo le 4, ma non facciamo di speciale. Perché? tu
oggi
A. venire cinema con me?
verso
B. Penso sì, telefono verso le 6 e mezza. niente
A. D’accordo. al di ti

107 Verbi
Ricomponi il dialogo mettendo i verbi mancanti nell’ordine giusto.

A. a dimagrire. guarda
mangio
B. Brava! Anch’io ma non . Se non
sto provando
la pasta ogni giorno male! mi sento
vorrei
A. che anch’io la , però solo 3 volte
ci riesco
alla settimana. mangio

108 Lessico
Forma, con le seguenti parole, dei gruppi omogenei.

stazione / foglio / pallone / tessera mensile / chitarra / stadio / fermata /


quaderno / matita / suonare / calcio / concerto / cancelli / musicista /
scrivere / autobus / libro / metro / partita / penna / giocare / pianoforte /
strumento / capolinea

1 2 3 4

................. ................. ................. .................


................. ................. ................. .................
................. ................. ................. .................
................. ................. ................. .................
................. ................. ................. .................
................. ................. ................. .................

Esercizi A2 77
157 Imperfetto, passato prossimo
Completa il testo decidendo quando coniugare i verbi all’imperfetto e quando al passato prossimo.

L’ultima stagione da single

Primo agosto 1965, Venezia, la mia città. (Essere) il primo giorno di


ferie: felice, (arrivare) al lido, (incontrare) un’amica
accompagnata da un ragazzo che non (essere) il suo. I giorni (passare)
e questo ragazzo (continuare) a passare il suo tempo
con noi, ogni giorno. (Avere) un bell’aspetto, lo (trovare)
attraente e con una grande somiglianza a qualcuno che però non (riuscire)
a focalizzare. Ma ecco la scintilla, certo, (sembrare) il sosia di un famo-
sissimo attore italiano! Alla fine delle ferie quel ragazzo (diventare) il
mio. E lo è ancora oggi, dopo tanti anni.
Lucia L.F.

dal settimanale A

158 Aggettivi, antonimi


Per ogni aggettivo, aiutandoti con il dizionario, scrivi il contrario.

AGGETTIVO CONTRARIO AGGETTIVO CONTRARIO

primo nervosa

felice elegante

accompagnata simpatico

famoso maleducato

dolce disponibile

calmo attraente ripugnante

106 Italiano per stranieri – 202 esercizi A1 > A2


Rita Luzi Catizone
Luisa Guerrini
Luigi Micarelli

ITALIANO
per STRANIERI
202
ESERCIZI
con soluzioni e
B 1>B2
GRAMMATICA
di riferimento
19 Imperativo formale e informale
Verbi ed espressioni di alta frequenza d’uso. Completa la tabella come nella prima riga.

IMPERATIVO INFORMALE IMPERATIVO FORMALE


Fa’/ Fai con calma Faccia con calma
Prenda qualcosa da bere, intanto.
Smettila di gridare!
Stia tranquillo, risolveremo tutto.
Sedetevi dove volete
Entra pure
Aspetta qui, per favore.
Non si preoccupino, va tutto bene
Scusatemi, non avevo capito.
Mi scusi, sono in ritardo.
Fammi un favore
Chiamami domani mattina.
Mi telefoni alle 11.00.

20 Dimostrativi, connettivi, avverbi


Competa il testo con le seguenti parole

alcune – insomma – molto – poco meno – questa – questo – questi – qui

Cara Dolores,
1 fra di 2 settimane tornerò in Svezia. Mi dispiace, ma non potrò venire
a salutarti di persona a Bologna. ultimi giorni saranno frenetici: dovrò
fare il biglietto, comprerò i regali per i miei genitori, saluterò tutti gli amici qui, dovrò
liberare la mia camera e, già lo so non saprò come fare a far entrare tutto nelle mie va-
5 ligie. avrò troppe cose da fare e per questo ho deciso di scriverti adesso
per dirti cose importanti. La prima è che non dimenticherò mai
periodo passato perché è stato bellissimo. È stato
bello vivere in città perché offre , è stato interessan-
tissimo studiare l’italiano e vivere con gli italiani: cercare di entrare nella loro cultura
10 e quasi riuscirci.
[… il testo continua nella pagina seguente]

Esercizi B1 25
39 Passato e trapassato prossimo, imperfetto. Forma passiva
A. Completa il testo con i seguenti verbi. I verbi sono in ordine.
1. andare - 2. prendere - 3. avere - 4. salire - 5. avere - 6. perdersi -
7. dare - 8. pensare - 9. telefonare - 10. accompagnare

ATTENZIONE! 4 verbi sono coniugati al passato prossimo, 4 al trapassato e 2 all’imperfetto.

A 14 anni solo in treno


Non ha il supplemento è costretto a scendere

ANCONA – Un ragazzino anconetano di 14 anni, al suo primo viaggio in treno da solo,


di ritorno da Roma, dove 1. …………… a vedere una mostra di fumetti, è stato fatto scen-
dere dal treno a Terni perché per sbaglio 2. …………… un rapido e non 3 . ……………
i soldi per pagare il supplemento né un documento di identità. La vicenda è stata denun-
ciata dalla madre dello studente, che ha intenzione di scrivere una lettera di protesta alle
Ferrovie “perché non si può abbandonare un minorenne da solo nella stazione di una
città sconosciuta solo perché non ha un documento”. Secondo il racconto dell’adolescente,
che il 20 novembre 4 . …………… sul rapido Roma-Ancona delle 14:55 dopo aver finito
i soldi della sua prima gita da adulto, il controllore del treno, una signora molto gentile,
constatato che lui non 5. …………… i soldi necessari per pagare il supplemento più la
multa, né un documento di identificazione, l’ha fatto scendere a Terni, chiedendo ad un
altro ferroviere di indicargli l’orario del treno successivo. Il ragazzo non 6 . ……………
d’animo e con la carta telefonica che la mamma gli 7 . …………… prima di partire (“al
documento – ha detto lei – non ci 8 . ……….. proprio ………..”) 9 . …………… a casa
dicendo che sarebbe arrivato con un’ora di ritardo. “Non capisco perché non gli abbiano
fatto una multa che avrebbe potuto pagare non appena sceso dal treno, oppure mi chiedo
per quale motivo non 10. l’…………… al posto di polizia”, lamenta la madre.
dal quotidiano “la Repubblica”

B. Nel testo ci sono 2 verbi coniugati nella forma passiva, trovali e completa lo schema.

Forma passiva- infinito - tempo Soggetto passivo Soggetto attivo

38 Italiano per stranieri – 202 esercizi B1>B2


110 Lettura
Rimetti in ordine questo articolo di cronaca.

Cavriago – Ha trovato lo stipendio di una dipendente comunale e lo ha consegnato


1 A
al direttore di banca.
Margotti lo ha raccolto e, quando si è reso conto che era un assegno pronto per
B
l’incasso, lo ha portato subito in banca.
Il direttore poi ha chiesto al camionista di lasciare il numero di telefono per co-
C
municarlo alla signora, titolare dell’assegno, che lo avrebbe ringraziato.
Margotti ha risposto: “No, non voglio niente. Le dica di pagare un caffè per Penna
D
Bianca (il suo soprannome, ndr) al bar Garibaldi e siamo a posto così”.
“In sedici anni di lavoro non mi è mai successo un episodio simile”, ha detto il
E
direttore della banca.
L’assegno era lo stipendio di una signora, impiegata del Comune, che lo aveva
F
perso nella piazza in cui si trova la banca.
Protagonista di questo gesto un camionista di Cavriago, Giancarlo Margotti, che
G
ieri ha trovato in piazza Zanti un foglietto piegato.

111 Coesione e coerenza


Inserisci nel testo le seguenti espressioni.

sino ad oggi / per prolungare / lanciarlo / impedirà all’inchiostro di /


in riva al mare / verrà ricoperta da / a contatto con /
la primavera del prossimo

IDEE D’ESTATE

Arriva il libro da spiaggia. Si leggerà nell’acqua

Un libro idrorepellente da leggere ……………………… (o direttamente a mollo), o a


casa nella vasca da bagno. A ……………………… sul mercato, ………………………
anno, sarà una casa editrice britannica detentrice del brevetto. La carta delle pagine
……………………… un sottilissimo materiale plastico ……………………… comune-
mente usato in Australia ……………………… la vita delle banconote ed evitare il rischio
di falsificazione. Questo invisibile rivestimento sigillante polimerico ……………………
scolorire e alle pagine di gonfiarsi ……………………… l’acqua.

r. bert. da «Il Venerdì» di Repubblica

102 Italiano per stranieri – 202 esercizi B1>B2


121 Lessico
Completa il testo scegliendo la parola corretta.

Una nuova fonte di energia? Un consumo intelligente

Se nel mondo ci fosse un po’ più di buon senso probabilmente vivremmo tutti più tran-
quilli, 1. … crisi né conflitti. 2. … la realtà è quella che è, 3. … affrontiamola con serenità.
Il nostro paese, per utilizzare l’energia che 4. … serve, dipende per l’81% dall’estero.
Cerchiamo di guardare un po’ più in 5. … . Scopriremo che nelle nostre mani c’è la fonte
di energia più economica e pulita che si conosca. Sta in un consumo intelligente
6. … evita gli sprechi. Che non costa soldi 7. … rinunce. 8. … migliora il bilancio fami-
liare e risparmia anche l’ambiente perché aiuta a contenere l’inquinamento. Serve
9. … un po’ di buona volontà. 10. … un piccolo gesto può essere utile, 11. … spegnere la
luce quando si esce 12. … una stanza o come regolare opportunamente i termostati dello
scaldabagno e del frigorifero: 13. … di noi può risparmiare! Ognuno di noi può fare molto,
anche solo cominciando a 14. … . A casa, a scuola, in ufficio, in fabbrica, nelle riunioni
di condominio. Se uniamo le nostre energie, non 15. … costerà nessuna fatica.

A B C
1 senza con per
2 allora se ma
3 e però quindi
4 lo la gli
5 là qua laggiù
6 chi che perché
7 e né per
8 Però Anzi Quindi
9 solo anche pure
10 ancora anche solo
11 quando perché come
12 in da per
13 tutti ognuno ogni
14 parlarlo parlarci parlarne
15 ne ci gli

Esercizi B2 111
131 Pronomi diretti indiretti e relativi
Riscrivi il testo sostituendo, dove è necessario, le parole che si ripetono con un pronome, come
nell’esempio.

Ha ritrovato lo stipendio grazie a un camionista


Cavriago – Ha trovato lo stipendio di una dipendente comunale e ha consegnato lo sti-
pendio al direttore di banca. Protagonista di questo gesto un camionista di Cavriago, Gian-
carlo Margotti, Giancarlo Margotti ieri ha trovato in piazza Zanti un foglietto piegato.
Margotti ha raccolto il foglietto piegato e, quando si è reso conto che era un assegno pronto
per l’incasso, ha portato l’assegno subito in banca. L’assegno era lo stipendio di una si-
gnora, impiegata del Comune, la signora aveva perso l’assegno nella piazza, nella piazza
si trova la banca. “In sedici anni di lavoro non mi è mai successo un episodio simile”, ha
detto il direttore della banca. Quando il direttore ha chiesto al camionista di lasciare il nu-
mero di telefono per comunicare il numero di telefono alla signora, titolare dell’assegno,
la signora avrebbe ringraziato Giancarlo Margotti, Margotti ha risposto: “No, non voglio
niente. Dica alla signora di pagare un caffè per Penna Bianca (il suo soprannome, ndr)
al bar Garibaldi e siamo a posto così”. (d.s.)

dal quotidiano «Gazzetta di Reggio»

Inizia così:

Cavriago – Ha trovato lo stipendio di una dipendente comunale e lo ha consegnato al di-


rettore di banca. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
......................................................................
......................................................................
......................................................................
......................................................................
......................................................................
......................................................................
......................................................................
......................................................................
......................................................................
......................................................................
......................................................................
......................................................................

Esercizi B2 119
Articoli

● L’articolo è collegato sempre ad un sostantivo ed è sempre concordato in genere e numero


con esso, cioè è sempre maschile o femminile (genere) e singolare o plurale (numero) come il
sostantivo. Inoltre la scelta dell’articolo dipende sempre dalle lettere iniziali della parola che
lo segue.
Es.: il pacco, l’enorme pacco; gli spaghetti, i famosi spaghetti.

● L’articolo “trasforma” in sostantivi anche altre categorie di parole (cioè verbi, aggettivi, ecc.).
Es.: il mangiare; il bello.

Ci sono due tipi di articoli: determinativi e indeterminativi. Normalmente gli articoli indeter-
minativi si usano con sostantivi che indicano elementi introdotti per la prima volta, mentre con
sostantivi che indicano elementi di cui si è già parlato si usano gli articoli determinativi.

■ DETERMINATIVI

SINGOLARE PLURALE
IL – LO – L’ I – GLI

IL si usa davanti a nomi maschili che ini- I è il plurale di IL


ziano per consonante:
il libro, il maglione i libri, i maglioni

LO si usa davanti a nomi maschili che ini- GLI è il plurale di LO


ziano per:
s + consonante: lo studente gli studenti
MASCHILE z :lo zaino gli zaini
ps: lo psicologo gli psicologi
x: lo xilofono gli xilofoni
y: lo yogurt gli yogurt
gn: lo gnocco gli gnocchi

L’ è la forma elisa di LO, si usa davanti a (gli articoli plurali non si


nomi maschili che iniziano per vocale: elidono)
l’amico gli amici

LA – L’ LE

LA si usa davanti a nomi femminili LE è il plurale di LA


la scuola, la chiave le scuole, le chiavi
FEMMINILE

L’ è la forma elisa di LA, si usa davanti a (gli articoli plurali non si


nomi femminili che iniziano per vocale: elidono)
l’amica le amiche

Grammatica 221
■ INDETERMINATIVI

Indeterminativi SINGOLARE PLURALE


UN – UNO
UN si usa negli stessi casi dell’articolo determinativo
IL, quindi davanti a nomi maschili che iniziano per
consonante: un libro, un maglione
E inoltre davanti a una vocale: un amico, un operaio

UNO si usa negli stessi casi dell’articolo determina-


MASCHILE tivo LO, quindi davanti a nomi maschili che iniziano
per:
s + consonante: uno studente
z : uno zaino
ps: uno psicologo
x: uno xilofono
y: uno yogurt
gn: uno gnocco
UNA – UN’
UNA si usa negli stessi casi dell’articolo determinativo
LA, davanti a nomi femminili
FEMMINILE una scuola, una chiave

UN’ è la forma elisa di UNA, si usa davanti a nomi


femminili che iniziano per vocale:
un’amica

► Non esistono articoli indeterminativi plurali. Al loro posto si trovano:


● le forme dei, degli, delle (chiamate “partitivi”).
La differenza d’uso fra le tre forme corrisponde alla differenza tra, rispettivamente, i, gli, le.
Es.: i libri/dei libri
gli studenti/degli studenti
le scuole/delle scuole.
● l’assenza di forma
Es.: Jennifer e Betty cercano persone italiane
un Executive Center con sale attrezzate.

222 Italiano per stranieri – 202 esercizi B1>B2


➠ 202 esercizi d’italiano per studenti di
livello intermedio
➠ Grammatica testuale
Questo eserciziario offre a studenti e insegnanti un prezioso aiuto
proponendo esercizi graduali atti a sviluppare conoscenze e
competenze sempre più ampie di elementi grammaticali, lessi-
cali e sintattici.
Basati su testi autentici gli esercizi espongono lo studente alla
ricchezza della lingua e lo accompagnano passo dopo passo a
misurarsi con le proprie conoscenze.
Le soluzioni e la grammatica di riferimento alla fine del libro ne
consentono l’adozione
• sia da parte di insegnanti che vogliono disporre di una
base solida di lavoro in classe
• sia da parte di studenti in autoapprendimento.
Esercizi testati nei corsi della
Dilit – Roma e Alpha&Beta – Bolzano e Merano.
Preparazione alle Certificazioni CILS, CELI, I.T., PLIDA.

202 Esercizi – Italiano per Stranieri è composto da:


• 202 esercizi
• Soluzioni
• Grammatica di riferimento

Rita Luzi Catizone, Luisa Guerrini e Luigi Micarelli


sono da molti anni insegnanti e formatori di insegnanti di
italiano presso la DILIT INTERNATIONAL HOUSE a Roma.

ISBN 978-88-7223-194-4