Sei sulla pagina 1di 3

Università degli Studi di Catania

Corso di Laurea in Infermieristica

COMPETENZE CLINICO ASSISTENZIALI


PRIMO ANNO

(01.12) EFFETTUARE IL TRASFERIMENTO DEL PAZIENTE


DAL LETTO ALLA CARROZZINA
Le manovre necessarie per trasferire un paziente dal letto alla carrozzina variano in base al grado di
autonomia della persona assistita. Se la persona è, almeno in parte, collaborante, possono essere svolte da
un solo operatore; in caso contrario, invece, è fondamentale la presenza di un aiutante.

Accertamento
1. Valutare eventuali prescrizioni e/o precauzioni specifiche nel muovere e posizionare il paziente.
2. Individuare la presenza di incontinenza, di catetere vescicale o di pannolone.

Diagnosi infermieristiche
 Rischio di sindrome da immobilizzazione.
 Compromissione della mobilità nel letto.
 Compromissione della deambulazione.
 Deficit della cura di sè, correlato a limitazione dei movimenti.

Obiettivi
 Migliorare il comfort e la movimentazione della persona assistita.
 Garantire la sicurezza del paziente.

Materiale occorrente
 Carrozzina/sedia a rotelle.
 Vestaglia e/o indumenti appropriati
 Pantofole o scarpe chiuse con suola antiscivolo

Pianificazione

- Recarsi dal paziente, identificarlo, spiegare al paziente cosa si sta facendo, valutarne il grado di
collaborazione.
- Provvedere alla riservatezza del paziente.
- Effettuare il lavaggio sociale delle mani.
- Indossare i guanti.
- Posizionare il materiale occorrente in modo adeguato:
- Mettere il letto nella posizione più bassa.
- Bloccare le ruote del letto.
- Mettere la sedia a rotelle parallela al letto e il più vicina possibile. (Mettere la sedia a rotelle dal lato
del letto più comodo per il movimento del paziente).

1
Università degli Studi di Catania
Corso di Laurea in Infermieristica

COMPETENZE CLINICO ASSISTENZIALI


PRIMO ANNO

- Bloccare le ruote della sedia a rotelle ed alzare i poggia piedi.


- Preparare il paziente:
 Controllare la pressione del paziente prima di muoverlo dal letto.
 Aiutare il paziente ad assumere una vestaglia e delle calzature antisdrucciolo.
 Dare istruzioni chiare al paziente.

Attuazione
A. Paziente parzialmente collaborante

Raccomandazioni:

 Nell’esecuzione delle operazioni di movimentazione avere cura di mantenere le ginocchia flesse e la


schiena dritta, per evitare di sovraccaricare il rachide.
 La manovra può essere effettuata da un operatore.

- Sistemare la carrozzina parallela al letto. La carrozzina deve essere frenata.


- Spiegare al paziente come lo porteremo sulla carrozzina e come dovrà collaborare con noi.
- Aiutare il paziente a mettersi in posizione seduta sul letto, portandone fuori dal letto le gambe.
- Invitare il paziente a poggiare le mani sulla superficie del letto, in modo che possa spingere mentre
si alza.
- Avvicinarsi al paziente poggiando le proprie ginocchia contro quelle del paziente, in modo da
sostenere i piedi quando toccheranno il pavimento.
- Sostenere il paziente ponendo le braccia al di sotto delle ascelle.
- Il paziente poggia i piedi, si fa forza con la mano poggiata sul letto, mentre noi ne guidiamo il
movimento e lo portiamo a sedersi sulla carrozzina.
- Accertarsi del corretto posizionamento sulla sedia.
- Togliere il freno alla carrozzina e procedere al trasporto del paziente.
- Registrare la procedura.

2
Università degli Studi di Catania
Corso di Laurea in Infermieristica

COMPETENZE CLINICO ASSISTENZIALI


PRIMO ANNO

B. Paziente non collaborante

Raccomandazioni:

 Nell’esecuzione delle operazioni di movimentazione avere cura di mantenere le ginocchia flesse e la


schiena dritta, per evitare di sovraccaricare il rachide.
 E’ necessaria la presenza di due operatori.

- Sistemare la carrozzina parallela al letto. La carrozzina deve essere frenata.


- I due operatori si posizionano uno all’altezza delle gambe del paziente, l’altro all’altezza della testa.
- Far mettere il paziente a braccia conserte e portarlo il in posizione semiseduta sul letto.
- L’operatore posto all’altezza della testa poggia il ginocchio sul letto in modo da poter cingere da
dietro il paziente ed effettuare la presa crociata (infilando le braccia sotto le ascelle e afferrando le
braccia del paziente).
- L’altro operatore afferra le gambe del paziente all’altezza delle ginocchia.
- Entrambe gli operatori all’unisono sollevano il paziente e lo portano sulla carrozzina.
- Accertarsi del corretto posizionamento sulla sedia.
- Togliere il freno alla carrozzina e procedere al trasporto del paziente.
- Registrare la procedura.

Valutazione

 Il materiale è stato preparato in maniera adeguata.


 E’ assicurato il comfort della persona assistita.
 Si garantisce la sicurezza del paziente.

Bibliografia/Sitografia
 B.Kozier, G. Erb, “ Nursing Clinico-Tecniche e Procedure”, Edises2012.
 Pamela Lynn “Manuale di tecniche e procedure infermieristiche di Taylor”, Seconda Edizione, Piccin,
2013.

 http://www.asl.ri.it/staff/prevenzione/documentazione/pdf/Procedura%20per%20il%20trasferime
nto%20del%20paziente%20dal%20letto%20alla%20carrozzina.pdf

 http://www.cortivodisabili.it/assistenza-disabili/trasferire-paziente-letto-carrozzina/