Sei sulla pagina 1di 42
D. ANSELMI - M. FRISINA - V. GIUDICI - G. LIBERTO - A. PARISI DOMENICHE DY ROLUP NaS ITA rN CANTI PER LA MESSA - LITURGIA DELLA PAROLA™ ee INDICE Riti iniziali 5 CHI MI SEGUIRA (Canto d’ingresso) 8 KYRIE ELEISON /2 (Invocazioni all’Atto penitenziale) Canti per IIngresso e la Liturgia della Parola | Domenica di Quaresima 10 MINVOCHERA E 10 LO ESAUDIRO (Inno d’ingresso) 11 PERDONAC! SIGNORE (Salmo responsoriale, dal Salmo 50) 12 LODE ATE O CRISTO (Canto prima del Vangelo) Il Domenica di Quaresima 14 SIGNORE MOSTRAMI IL TUO VOLTO (Inno dingresso) 15 DONACI SIGNORE LA TUA GRAZIA (Salmo responsoriale, dal Salmo 32) 16 LODE E ONORE A TE (Canto prima del Vangelo) 18 LODE A TE SIGNORE GESU (Canto dopo il Vangelo) I Domenica di Quaresima 19 SE TU CONOSCESS! IL DONO DI DIO (Inno dingresso) 21 FA’ CHE ASCOLTIAMO SIGNORE (Salmo responsoriale, dal Salmo 94) 23 LODE ATE (Canto prima del Vangelo) 24 ANIMATI DALLO SPIRITO (Preghiera dei fedeli) IV Domenica di Quaresima 26 RALLEGRATI O SION (Inno d'ingresso) 27 RALLEGRATI GERUSALEMME (Canto d'ingresso) 29 IL SIGNORE E IL MIO PASTORE /2 (Salmo responsoriale, dal Salmo 22) 30 GLORIA ATE O CRISTO (Canto prima de! Vangelo) V Domenica di Quaresima 32 IN VOI PORRO IL MIO SPIRITO (Inno dingresso) 33 IL SIGNORE E BONTA (Salmo responsoriale, dal Salmo 129) 34 GLORIA E LODE A TE (Canto prima del Vangelo) 36 10 CREDO IN DIO (Professione di fede, Simbolo apostolico) Imprimatur Bari, 20.12.95 ‘} Mariano A. Magrassi, Arcivescovo di Bari-Bitonto 2 © 1996 FSP, Roma. Tutti i diritti riservati, PRESENTAZIONE “Chi mi seguir / nel cammino della Pasqua?": domanda non retorica, che segna vigorosamente I'inizio di questa proposta di nuovi canti per le dome- niche di Quaresima. E un canto d'ingresso che pud essere utilmente ripreso per tutte e cinque le riunioni domenicali: un tema comune, una melodia sem- pre identica, probabilmente un’assemblea interpellata, si, ma a proprio agio nell'atto del cantare. It progetto comporta due piani: pochi elementi destinati a essere ripresi quanto necessario e utile (un canto d'ingresso e un Atto penitenziale); poi un’ampia gamma di scelte per ogni singola domenica. testi dei canti iniziali specifici svolgono lintuizione centrale dei passi biblici nelle singole domeniche. Con precisione, essi ruotano attorno alle cinque grandi figure che, nella tradizione catecumenale antica, campeggiavano in tutta la loro forza emblematica sul cammino verso Pasqua: Gesi tentato, Gesu trasfigurato, la Samaritana, il Cieco nato, Lazzaro. Particolare accento é posto sul salmo dopo la prima lettura: testi assai noti (ad es. salmo 50 0 salmo 129), formule semplici, ritornelli ariosi. E un invito alle assemblee a non trascurare questo anello-chiave del rito della Parola e anon sostituirlo con una fragile canzone. Le acclamazioni al Vangelo (prima e dopo) sono in linea con il clima pity austero del tempo quaresimale; fra di esse va notata la forma litanica proposta nella seconda domenica. Rileviamo ancora una preghiera dei fedeli in canto (per la terza domenica), che potrebbe rinnovare questo gesto talora stanco 0 verboso; e finalmente una messa in musica del Credo apostolico, troppo trascurato e comunque, come spesso awiene nel parlato collettivo, recitato in modo scomposto e confuso. Il progetto é un invito a prendere molto sul serio la liturgia della Parola in un tempo liturgico di fondamentale importanza per il percorso cristiano: é anche un tempo in cui sollecitare pit) facilmente I'assemblea ad acquisire nuovi materiali di canto. Le melodie e alcune sobrie armonizzazioni vocali andran- no sottoposte al vaglio operativo delle assemble: a prima vista suonano pacate e, in prevalenza, semplici. Stara alla saggezza degli animatori sce- gliere in base a un programma attentamente prestabilito. Buon cammino: “Chi verra con me / sara tra i miei fratelli: / con lui io faré la mia Pasqua’. Eugenio Costa