Sei sulla pagina 1di 40

Mioglobina ed Emoglobina

1
Mioglobina ed Emoglobina

Mb
Hb
2
3
4
Gruppo EME

5
64 Fe

Istidina prossimale
Istidina distale

6
Deossimioglobina
7
Ossimioglobina

8
Il legame dell’ossigeno al ferro dell’ eme è accompagnato dal
parziale trasferimento di un elettrone dallo ione ferroso
all’ossigeno. La struttura che si forma può essere descritta
come un complesso tra lo ione ferrico (Fe3+) e l’anione
superossido.

O
O
O O

Fe2+ Fe3+

9
Legame O2-Mb (Mb)

Il legame dell’ossigeno dipende dalla sua concentrazione


ambientale. 10
Curva di legame dell’ossigeno per la mioglobina

11
Legame O2-Mb (Mb)

Mb + O2 Mb O2
k= costante di associazione
[MbO2]
k = K[02]= [MbO2]
[Mb] [O2]
[Mb]

siti occupati
θ =
Totale siti

12
[MbO2] k [Mb] [O2]
θ = =
[Mb] + [MbO2] [Mb] + k [Mb] [O2]

k [O2] [O2]
θ = =
1 + k [O2] 1/k + [O2]

[O2] PO2
= θ =
[O2]1/2+ [O2]
P50 + PO2
13
θ= PO 2

P50 + PO2

14
Il trasporto di ossigeno: l’emoglobina

Quali sono i requisiti che deve possedere una


proteina trasportatrice di ossigeno?

15
Curve di legame richieste da una proteina di trasporto

16
Hb + 4 O2 Hb (O2 )4

17
interazioni idrofobiche
legami idrogeno
pochi ponti salini

18
Legame O2-Hb (Hb)

P nL PLn
Hb + 4O2 Hb (O2)4

[PLn] siti occupati


k = θ =
[L]n [P] Totale siti

19
[PLn] k [L]n [P]
θ = =
[PLn] + [P] [P] + k [L]n [P]

k [L]n [L]n
θ = =
1 + k [L]n 1/k + [L]n

θ 1/k + θ [L]n = [L]n ma 1/k = Kd

θKd + θ [L]n = [L]n Dividendo per [L]n

θ kd/ [L]n + θ = 1

θ [ L ]n
- = kd
1 θ
20
θ [ L ]n
- = kd
1 θ

(θ)
log = n log [ L ] - log kd
1 - θ

(θ)
log = n log pO2 - nlog P50
1 - θ

21
Grafico di Hill

22
Affinità
Cooperatività
Allosterismo

23
24
Modelli teorici che
spiegano la cooperatività

Modello sequenziale (KNF)

25
Modelli teorici
che spiegano la
cooperatività

Modello concertato
MWC

26
La struttura
dell’emoglobina è un
tetramero costituito
da due dimeri di
catene αβ che
interagiscono fra loro
la catena α e quella β
hanno alta similarità,
i residui di istidina
distale e prossimale
sono altamente
conservati.

27
Variazioni conformazionali

28
29
30
Risposta ai cambiamenti di pH:
Effetto Bohr
Nei tessuti CO2 + H2O ⇄ HCO3- + H+
Hb•402+nH+ ⇄ Hb•nH+ + 4O2

31
Trasporto di anidride carbonica

REAZIONE DI CARBAMMAZIONE tra aminogruppi terminali


dell’emoglobina e bicarbonato

-+NH3+HCO3- -N-COO- +H+ H20


H

32
33
Emoglobina materna = α1β1 α2β2
Emoglobina fetale = α1γ1 α2γ2

34
Allosterismo:
Effetto della
CO2 e del
2,3-BPG
35
Mutazioni di geni che codificano
per subunità dell’ emoglobina
Anemia falciforme Glu6 →Val nella subuntàβ
(emoglobina S)

36
Angolo EF β1
α1

β2 α2
Valina 6

37
38
Talassemia = α talassemia o β talassemia

Perdita o diminuzione di espressione di una


singola catena.

α talassemia = la catena α non è prodotta in


quantità sufficiente. Si forma emoglobina H
(tetramero di catene β) che lega O2 con
affinità altissima e non in modo cooperativo.

β talassemia = le catene β non si formano in


quantità sufficiente e le catene α formano
aggregati insolubili che precipitano all’interno
dei globuli rossi immaturi 39
L’uomo possiede quattro alleli per la catena α disposti
in modo che due geni sono localizzati uno accanto
all’altro ad una estremità di ciascun cromosoma 16.
Pertanto la completa assenza della catena α richiede
che siano alterati quattro alleli.
La β talassemia è più comune, perché abbiamo solo due
alleli per la catena β.

40