Sei sulla pagina 1di 2

Fin dalle sue origini, il melodramma rappresenta un genere musicale di grande impatto sul

pubblico. il fatto di non essere solo ascolto, ma di porre azione scenica, con personaggi che si
muovono, scenografie costumi ecc virgola gli conferisce indubbiamente un enorme potere di
attrazione.
Nei suoi 350 anni di storia il melodramma si è voluto sia dal punto di vista musicale che teatrale
. Tra il primo melodramma, "rappresentazione di anima et di corpo" di Emilio de Cavalieri del
1600, è la Turandot di Giacomo Puccini, rappresenta postuma nel 1926, la distanza è abissale.

1600
- a Firenze, la camerata de Bardi propone uno spettacolo nuovo con musica azione scenica, il
melodramma. I cantanti adottano lo stile recitarcantando. nelle arie mostrano la loro bravura
musicale, gli argomenti sono tratti della mitologia greca
- a Venezia nel 1647 viene aperto il primo teatro pubblico, il San Cassiano
- i maggiori compositori italiani di melodrammi sono Claudio monteverdi, Francesco cavalli,
Alessandro scarlatti.

1700
-a Napoli nasce intermezzo buffo, da cui si svilupperà l'opera buffa. Grandi letterati si
avvicinarono all'opera: Metastasio e Goldoni firmarono libretti di gran pregio rispettivamente per
opera seria e opera buffa
-l'Italia esplode la produzione di melodrammi con Giovanni Battista Pergolesi, Niccolò Piccinni,
Giuseppe Sarti, Giovanni Paisiello.
-l'opera italiana si diffonde anche all'estero e riceve le attenzioni di Mozart, che compone molte
opere spesso sui libretti italiani

I generi operistici:
-opera seria: tragedia lirica, melodramma sacro dramma tragico storico, favola in musica e
opera romantica
-opera comica: melodramma giocoso, dramma giocoso, singspiel, commedia per musica

L'opera è il risultato del lavoro del librettista e del compositore, che talvolta sono la stessa
persona. Il libretto contiene il testo dell'Opera scritto in versi, Esso divide l'intera vicenda in atti
per ogni atto in diverse scene
-atto: parte della vicenda consistente edi senso compiuto
-scena: piccolo tassello che, unito agli altri, forma l'opera. Esso è molto breve e rappresenta un
"quadro" della vicenda.

L'argomento dell'opera può essere frutto dell'invenzione del librettista o è tratto da un'opera
letteraria. La vicenda originale subisce comunque tagli e aggiustamenti per adattarsi ad un
preciso contesto teatrale. Il compositore mette in musica il libretto. Il risultato finale sarà
un'opera lirica, seria o comica.

Allestimento di un opera, la parte musicale


-orchestra
-cantanti
-direttore d'orchestra
-maestro al pianoforte
-maestro suggeritore
-registra
-impresario

Struttura opera del 700


Overture: sinfonia d'apertura - 1 atto
Scena 1: aria -recitativo-aria
Scena 2: aria - recitativo - aria
Scena 3: recitativo - aria - recitativo
Scena .........
Scena ultima: aria - recitativo - pezzo d'insieme

con gli anni la struttura dell'Opera si evolve:


-il recitativo secco lascia il posto al recitativo accompagnato
-viene introdotto l'arioso, una via di mezzo tra recitativo e aria
-l'ouverture iniziale viene sostituita da un breve preludio

Recitativo: stile di canto declamato, teatrale, una via di mezzo tra parlato e cantato. Era secco
se accompagnato dal cembalo. Era obbligato se sostituito da tutta l'orchestra
Aria: movimento più musicale nel quale il cantante esprime tutta la sua musicalità.

Accompagnato da tutta l'orchestra ce ne erano di diversi tipi di arie:


-aria cantabile: dal carattere dolce e leggermente malinconico
-aria di carattere: esprime un pensiero,un'idea molto importante
-aria di mezzo carattere: pensiero di minor importanza
-arie di bravura: di agilità, abilità, con estreme difficoltà vocali, virtuosistica
-aria di portamento: evidenzia l'estensione vocale del cantante
-area di comando: un personaggio impone ad un altro qualcosa
-aria di baule: aria che il cantante tira fuori dal repertorio in qualsiasi Opera, é di sicuro effetto
sul pubblico
-aria di sorbetto: durante la quale gli spettatori ne approfittano per gustare un dolce una
bevanda
-aria di sortita (cavatina): introduce un personaggio come largo al factotum ingresso di Figaro
nel barbiere di Siviglia di Rossini

Dal punto di vista musicale l'aria può essere costruita in vari modi:
-area bipartita: A B, con diverso carattere musicale
-Asia tripartita: A B A,la terza riprende la prima, come nell'originaria aria col da capo
-aria di rondò: una melodia ritorna uguale tra idee melodiche sempre diverse A B A C A D A
L'aria riguarda un solo cantante, altrimenti si hanno i pezzi di insieme: duetti, terzetti, concertati