Sei sulla pagina 1di 3

BIBLIOGRAFIA ITALIANA DI ALFRED TOMATIS

Le Difficoltà Scolastiche, Prefazione di Concetto Campo. Ibis, 2011. Le difficoltà


linguistiche e di apprendimento che il bambino e l’adolescente con problemi di ascolto
rischiano di incontrare durante il loro percorso verso la comprensione del mondo. Meno
tecnico di Educazione e Dislessia, ma più sottile nella descrizione delle situazioni
oggettive e degli stati d’animo del fanciullo in difficoltà con la scuola.

Educazione e Dislessia, Edizioni Omega, 1977. Questo è il primo libro di Tomatis


pubblicato in italiano. Qui l’autore illustra la sua teoria sulla dislessia e i problemi ad
essa collegati come la disgrafia, la disortografia, la discalculia e le loro relazioni con i
problemi di ascolto e di comportamento. Alla fine del volume sono presentati dei casi di
dislessia migliorati con il metodo di rieducazione all’ascolto di Tomatis.

Management dell’Ascolto, Franco Angeli Editore, 1992. In collaborazione con Walter


Passerini del Corriere della Sera. Questo libro nasce dalla collaborazione di uno
scienziato e medico, specialista dell’ascolto e di un giornalista, esperto in economia e
comunicazione aziendale. Il risultato è un volume denso di informazioni e significati per
chi, amante di una comunicazione efficace, vuole afferrare e mettere in pratica il
significato del termine “ascolto umano”, in tutte le sue sfumature.

L’Orecchio e la Vita, Baldini e Castoldi, 1992. Questa è l’autobiografia del dottor


Alfred Tomatis. E’ la storia delle sue scoperte e delle continue sfide che ha dovuto
affrontare nel corso della sua attività di ricercatore. E’ il viaggio affascinante nella mente
di uno scienziato e il racconto di come il metodo Tomatis, così come il suo inventore ce
lo ha consegnato, si sia andato costruendo nel corso di alcuni decenni. Chiunque
interessato alla musica, al suono e alla salute dovrebbe leggere questo libro.

L’Orecchio e la Voce, Baldini e Castoldi, 1993. Il libro dove il dottor Tomatis mostra
con particolare acume osservativo e descrittivo come il nostro corpo si comporta quando
cantiamo al meglio delle nostre possibilità. Non un manuale di tecnica canora, ma una
guida per chi è stato deviato, nel proprio percorso, da tecniche poco rispettose
dell’apparato fonatorio e della psicologia dell’allievo.

Dalla Comunicazione Intrauterina al Linguaggio Umano. La liberazione


di Edipo, Ibis, 1993. Tomatis propone una nuova interpretazione dell’origine del
linguaggio e approfondisce il rapporto madre-figlio prima e dopo la nascita. Alla luce di
queste analisi, diventa allora possibile sviluppare una diversa lettura delle relazioni
umane e della stessa evoluzione dell’uomo. Tomatis ha la capacità di collegare con rigore
e semplicità la medicina alla filosofia, alla psicologia, alla linguistica, ponendo al centro
di questo saggio una nuova ed affascinante interpretazione della tragedia di Edipo.
L’Orecchio e il Linguaggio, Ibis, 1995. Il linguaggio, come elemento fondante
l’umanità dell’uomo, non può essere analizzato e studiato se non si tiene presente il ruolo
determinante svolto dall’udito: è, infatti, grazie ad esso che è stato possibile all’uomo
costruire il linguaggio. In questo volume Tomatis propone un’interpretazione
complessiva dell’uomo, ponendo l’accento sull’importanza che nella fonazione assume il
corpo nella sua integralità. Uno dei saggi più completi per comprendere la teoria
dell’ascolto di Tomatis.

La Notte Uterina, Prefazione di Concetto Campo. Red, 1996-2009. Basandosi sulle


ricerche della fisiologia e della neurologia, l’autore mostra con quanta fretta il feto
sviluppa l’orecchio per poter ascoltare (e quindi crescere, evolversi, comunicare con il
mondo esterno): già dal quarto mese è in grado di farlo; da quel momento tenderà sempre
l’orecchio verso di noi. La Notte Uterina è uno stupefacente viaggio nell’universo sonoro
che precede la nascita.

Perché Mozart, Ibis, 1996. Molti decenni prima delle recenti conferme venute dalle
ricerche americane, Tomatis aveva scoperto le qualità terapeutiche ineguagliabili della
musica del grande Amadeus. Perché la musica di Mozart è diversa da tutte le altre?
Perché è l’unico musicista che tutti i popoli del mondo accolgono spontaneamente?
Perché la sua è l’unica musica che, attraverso l’orecchio elettronico, riesce a dare le
stesse risposte neuropsicologiche in tutte le parti del mondo. Dunque: perché Mozart?
L’autore lo spiega in 150 pagine.

Ascoltare l’Universo, Baldini e Castoldi, 1998. La summa delle ricerche scientifiche,


psicologiche, antropologiche e spirituali di Tomatis. L’ipotesi-metafora del suono che
induce la creazione dell’universo. Un viaggio nell’universo a partire dal suono che ci
porta dalla fisiologia e dall’acustica fino all’armonia della musica e del canto, dalla
terapia con i suoni allo studio della parola e del linguaggio. Alla fine del volume
un’antropologia dell’ascolto presso gli antichi Greci, gli Ebrei e le antiche culture
asiatiche.

Come nasce e si sviluppa l’Ascolto Umano, Red, 2001. Psicologia e neurofisiologia di


una funzione vitale. Questo è il testo teorico più importante, per comprendere la
complessa teoria psicofisiologica sottostante al metodo di rieducazione all’ascolto messo
a punto da Tomatis. Il libro è organizzato in due parti distinte, nella prima l’autore
espone l’aspetto psicologico dell’ascolto e la sua filogenesi (ossia come nasce e si
sviluppa nel corso dell’evoluzione dell’uomo), nella seconda propone una teoria
fisiologica rivoluzionaria rispetto ai concetti abituali legati al funzionamento
dell’apparato uditivo.

Siamo tutti nati Poliglotti, Prefazione di Concetto Campo. Ibis, 2003. Perché italiani e
francesi hanno delle difficoltà notevoli ad imparare a parlare una lingua straniera, mentre
gli slavi sembra siano nati con il dono delle lingue? Questi ultimi utilizzano nella loro
lingua quasi tutte le frequenze dell’udibile, 10 ottave e a volte più, mentre italiani e
francesi utilizzano poco più di un’ottava. Un viaggio affascinante nel meraviglioso
mondo dell’acustica delle lingue e della loro influenza sul modellamento delle culture,
dei comportamenti e delle motricità etniche.

Nove Mesi in Paradiso. Storie della vita prenatale, Prefazione di Concetto Campo.
Ibis, 2007. Il vissuto psicologico ed emotivo del feto partendo dagli studi sull’acustica
intrauterina di Tomatis. L’autore spiega come, la voce della madre – captata nel fondo
della notte uterina – influenza lo sviluppo del neonato e determina il suo benessere
futuro. L’applicazione del metodo nel rilassamento in gravidanza e nella preparazione al
parto effettuata nel reparto maternità dell’ospedale di Vesoul, in Francia, con risultati
sorprendenti.

Vertigini, Prefazione di Concetto Campo. Ibis, 2009. E' il libro dove Tomatis tocca il
difficile argomento della vertigine di Menière, presentando il suo punto di vista
sull’argomento, ricavato dall’evidenza clinica e dai risultati da lui ottenuti nel trattare con
l’educazione all’ascolto quella che secondo lui è una grande malattia psicosomatica.

LIBRI IN ITALIANO SUL METODO TOMATIS

Giovanni Ansaldi, La Lingua degli Angeli. Introduzione all'Ascolto della Musica, Guerini e
Associati, 1993
Concetto Campo, L’Orecchio e i Suoni Fonti di Energia, Riza Scienze, Nov. 1993
Don Campbell, L’Effetto Mozart, Baldini e Castoldi, 1999
Concetto Campo, Introduzione al Metodo Tomatis, Università degli Studi di Ferrara, 2002
Concetto Campo, Il Metodo Tomatis, Riza Scienze, Nov. 2007
Concetto Campo, I Suoni che danno Energia, Riza Scienze, Giugno 2011

Con la pubblicazione del volume "Le Difficoltà Scolastiche", tutti i libri di Alfred Tomatis sono
stati tradotti e pubblicati in italiano e l'Italia è il primo paese al mondo ad aver tradotto l'intera opera
libraria dello scienziato francese.
I libri pubblicati in italiano sono facilmente reperibili nelle librerie e sui siti di vendita online di
libri. Alcuni potrebbero essere momentaneamente esauriti ed in attesa di ristampa.
Esistono inoltre in francese e in altre lingue molti articoli scientifici, tesi di laurea, dissertazioni
dottorali, articoli divulgativi, testi di conferenze e lezioni tenute da Tomatis presso università,
scuole, conservatori di musica e in occasione di congressi internazionali, che danno un'idea ancora
più profonda dello spessore scientifico e culturale dell'opera e della vita dello scienziato.