Sei sulla pagina 1di 16

Salvini ci ripensa “No al processo” Molestie a ex suora Rimosso un teologo Guai col

Salvini ci ripensa “No al processo”

Salvini ci ripensa “No al processo” Molestie a ex suora Rimosso un teologo Guai col fisco,

Molestie a ex suora Rimosso un teologo

“No al processo” Molestie a ex suora Rimosso un teologo Guai col fisco, Vissani pagherà 45

Guai col fisco, Vissani pagherà 45 mila euro

un teologo Guai col fisco, Vissani pagherà 45 mila euro Ladri saccheggiano le piccole chiese dellamontagna

Ladri saccheggiano le piccole chiese dellamontagna

Rizzuto ai pm: “Ho pagato ma solo per aiutare Gisabella”

Cena di gala con vini del Trasimeno

per aiutare Gisabella” Cena di gala con vini del Trasimeno San Costanzo accontenta tutti Tremila coinvolti

San Costanzo accontenta tutti

di gala con vini del Trasimeno San Costanzo accontenta tutti Tremila coinvolti da Quota 100 Al

Tremila coinvolti da Quota 100 Al vie le domande di pensione

Rifiuti, caccia ai furbetti Oltre quattrocento multe

tutti Tremila coinvolti da Quota 100 Al vie le domande di pensione Rifiuti, caccia ai furbetti

tutti Tremila coinvolti da Quota 100 Al vie le domande di pensione Rifiuti, caccia ai furbetti
PERUGIA PERUGIA MERCOLEDÌ 30 GENNAIO 2019 Anno 161 - Numero 29 & UMBRIA & UMBRIA
PERUGIA PERUGIA MERCOLEDÌ 30 GENNAIO 2019 Anno 161 - Numero 29 & UMBRIA & UMBRIA

PERUGIA

PERUGIA

MERCOLEDÌ 30 GENNAIO 2019 Anno 161 - Numero 29

& UMBRIA

& UMBRIA

www.lanazione.it/umbria e-mail: cronaca.perugia@lanazione.net

e-mail: cronaca.perugia@lanazione.net L’EMERGENZA IN UN SOLO ANNO MESSI A SEGNO OLTRE 14MILA

L’EMERGENZA IN UN SOLO ANNO MESSI A SEGNO OLTRE 14MILA COLPI

Ladri scatenati, umbri sotto assedio Nella regione un furto ognimezz’ora

A. ANGELICI · A pagina 4

un furto ognimezz’ora A. ANGELICI · A pagina 4 PAPPAGALLO BIRICHINO È DURATA poco la brutta
un furto ognimezz’ora A. ANGELICI · A pagina 4 PAPPAGALLO BIRICHINO È DURATA poco la brutta

PAPPAGALLO

BIRICHINO

È DURATA poco la brutta avventura di uno splendido

pappagallo (un’ara, per la precisione) che, scappato dalla sua padrona, è rimasto “bloccato” tra i rami di un albero. Ci hanno pensato i vigili del fuoco che sono intervenuti a Pila con l’autoscala e lo hanno messo in salvo. L’uccello, dalle splendide piume gialle e turchesi, indossava il collare che si è incastrato tra le foglie, impedendogli di muoversi. La padrona ha chiamato i vigili che, con perizia e garbo, sono riusciti a raggiungere il pennuto, a conquistare la sua fiducia e a liberlarlo. E il pappagallo li ha ringraziati a modo suo, lasciandosi “ospitare” per un po’, appoggiato sulle loro braccia.

“ospitare” per un po’, appoggiato sulle loro braccia. Gratta e vince quasi due milioni La dea

Gratta e vince quasi due milioni

La dea bendata bacia Foligno. Altri 300mila euro in Valnerina

PEPPOLONI · A pagina 5

Altri 300mila euro in Valnerina PEPPOLONI · A pagina 5 LA NOSTRA INIZIATIVA “La tazzina d’oro”

LA NOSTRA INIZIATIVA

in Valnerina PEPPOLONI · A pagina 5 LA NOSTRA INIZIATIVA “La tazzina d’oro” Sempre più aperta

“La tazzina d’oro” Sempre più aperta la gara tra i bar

· A pagina 11

SPOLETO

Sosta-trabocchetto Cartelli poco chiari e fioccano lemulte

· A pagina 22

LA CASSAZIONE

Vissani e il figlio condannati per reati fiscali

· A pagina 25

e il figlio condannati per reati fiscali · A pagina 25 Uno stand con il torcolo:

Uno stand

con il

torcolo:

è stato un vero assalto

SUCCESSO IN CENTRO STORICO

San Costanzo La “dolce” festa del patrono a Perugia conquista anche i turisti

· Alle pagine 6 e 7

IN CENTRO STORICO San Costanzo La “dolce” festa del patrono a Perugia conquista anche i turisti

Da oltre 50 anni offriamo la nostra competenza e professionalità al servizio della panificazione, pasticceria
Da oltre 50 anni offriamo la nostra competenza e professionalità al servizio della panificazione, pasticceria

Da oltre 50 anni offriamo la nostra competenza e professionalità al servizio della panificazione, pasticceria

Da oltre 50 anni offriamo la nostra competenza e professionalità al servizio della panificazione, pasticceria

Da oltre 50 anni offriamo la nostra competenza e professionalità al servizio della panificazione, pasticceria
Da oltre 50 anni offriamo la nostra competenza e professionalità
al servizio della panificazione, pasticceria e gelateria.
Da noi puoi trovare tutto ciò che ti occorre per la produzione
della pasticceria dolce e salata.
GALAVERNI S.r.l.
Via M. Iorio, 20/22 - 06128 Perugia (PG) - Tel. 075.505.11.33 - Fax 075.500.41.32 - galavernisrl@gmail.com

2

PRIMO PIANO PERUGIA

• 2 P R I M O P I A N O P E R U

MERCOLEDÌ 30 GENNAIO 2019

LA CITTA’BLOCCATA

GIUNTA IN RITARDO

Asettembreserviva

unavariazione

dibilancio:maora

nonc’èpiùtempo

– PERUGIA –

L’UNICA cosa che il Comune avrebbe potuto fare

a settembre sarebbe stata

quella di imbastire a settembre una variazione di bilancio per l’accensione del

mutuo per i lavori alle tribune del PalaBarton. Allora – e non senza qualche punto interrogativo – si poteva pensare di realizzare

il progetto depositato dalla

Sir Safety. Ma a questo punto è impossibile effettuare l’intervento per maggio come auspica Gino Sirci. La questione è infatti legata per forza all’approvazione del bilancio preventivo 2019 (slittata tra l’altro alla fine di marzo):

solo dopo l’ok del Consiglio comunale verrebbero sbloccate quelle risorse. A quel punto bisognerà comunque realizzare i progetti, bandire l’appalto

(60 giorni) e infine effettuare

i lavori per i quali sono

previsti 120 giorni. A essere ottimisti se ne riparlerà alla

fine del 2019, sempre che Palazzo dei Priori decida di investire sull’impianto quel milione e mezzo di euro (a cui si aggiungono i 500mila messi a disposizione dalla Regione) che serve a realizzare il progetto michele nucci

messi a disposizione dalla Regione) che serve a realizzare il progetto michele nucci La consigliera Clara

La consigliera Clara Pastorelli

BASTA,MENEVADO
BASTA,MENEVADO

Sirci: «PalaBarton piccolo peri play off»

– PERUGIA –

FURIOSO. Il presidente della Sir Perugia Gino Sirci, stanco di

sentirsi «ripetere solo promesse» torna a minacciare di lasciare Pe- rugia “orfana” dei play off scudet- to. «Siamo una squadra di livello mondiale – tuona – ma anche la più penalizzata a livello di impian- to. Se continua così saremo co- stretti a prendere la decisione di andare altrove». Sirci conferma l’annuncio (dato al sito della Gaz- zetta) dei suoi contatti per dispu- tare le gare più importanti, quelle appunto dei play off scudetto, al PalaLottomatica di Roma dove la Sir è già stata protagonista in pas- sato in occasione delle finali di Champions in veste anche di club organizzatore. «Potrebbe essere pure Firenze» aggiunge il patron che non nasconde l’insofferenza per una situazione che definisce «paradossale. Sono in attesa – sot- tolinea – di capire cosa pensa di fa- re questa amministrazione comu- nale alla quale, ricordo, abbiamo consegnato un progetto definiti- vo per l’ampliamento del PalaBar- ton in settembre, fatto da due in- gegneri della Rpa che per questo

hanno persino rinunciato alle lo- ro ferie. Da allora, al di là delle promesse a parole, non è stato fat- to nulla. Non c’è stato più alcun contatto. Un silenzio assordan-

te Nell’impianto è stata monta-

ta la tribuna retrattile che porta a quota 4200 circa i posti disponibi- li. Ma la chiusura degli spicchi

nelle curve, così come previsto dal progetto per l’ampliamento e

».

così come previsto dal progetto per l’ampliamento e ». Rabbia «Un silenzio irritante» Il patron fa

Rabbia

«Un silenzio irritante»

Il patron fa notare che «Sono mesi che non ho più alcun contatto con l’amministrazione comunale. Al di là delle promesse non è stato fatto nulla»

che i dirigenti del club che anno- vera il CR7 del volley Wilfredo Leòn avrebbero addirittura “sop- portato” continuando in contem- poranea ad allenarsi e giocare, non è stata ancora messa a bilan- cio nè bandita come gara di appal- to. Tra il dire e il fare c’è di mezzo la burocrazia che, salvo miracoli, rende a questo punto impossibile l’ampliamento per la stagione in

Attesa

Attesa

«La pazienza è finita»

Ma se l’amministrazione battesse un colpo Gino Sirci potrebbe cambiare idea? «Certezze, risposte concrete servono, allora sì. La pazienza, pure fossi stato un santo, è finita».

corso. Di qui la minaccia di trasfe- rimento. «Abbiamo bisogno di una struttura in grado di contene- re almeno cinquemila persone – insiste Sirci –. Così a ogni partita perdiamo mille biglietti che a 15 euro l’uno fanno quindicimila eu- ro a gara. Alla fine della stagione avremo un incasso inferiore di ol- tre 200mila euro rispetto ad esem- pio al Modena. In certe gare poi potremmo avere addirittura otto- mila richieste di biglietti. E inve- ce Però avere il PalaLottomati-

». ca libero potrebbe non essere sem- plice, per non dire dei costi. «E in- vece l’impianto romano è libero in quei giorni e siccome portiamo eventi sportivi di grande presti-

gio tutti ci aspettano con interes- se. Tranne che a Perugia dove a quanto pare c’è solo un silenzio ir- ritante. Diciamolo: qui lo sport è gestito in modo distratto. E allora

a questo punto vado dove mi por-

terà il cuore, dove mi sento amato

e apprezzato».Ma se l’amministra-

zione battesse un colpo? «Certez- ze, risposte concrete servono, allo- ra sì. La pazienza – conclude – è

finita». Donatella Miliani

conclude – è f i n i t a » . Donatella Miliani LA REAZIONE DEI

LA REAZIONE DEI TIFOSI UN ESERCITO DI OTTOCENTO ABBONATI

Sirmaniaci spiazzati: «Ci dispiace»

– PERUGIA –

SORPRESA, questa la prima reazione dei Sirma- niaci: «Non sappiano nulla di ufficiale, nè come funzionano queste dinamiche – dice Francesco Bul- letta tra i coordinatori degli oltre 570 tesserati della curva che annovera anche 250 abbonati da tutta Ita- lia –, però è chiaro che ci dispiace. Restiamo in atte- sa di saperne di più. Di capire se la decisione è già stata presa o se c’è ancora una possibilità di ripensa- mento». E se dovesse essere così? «E’ chiaro che ci

organizzeremo. Noi la Sir comunque la seguiremo, così come faremo a Bologna per la finale di Coppa. Avevamo già in programma un incontro con il pre- sidente prima di leggere queste esternazioni. Aspet- tiamo di capire da lui come stanno le cose. Noi spe- riamo ancora che i lavori di ampliamento del Pala- Barton possano partire anche se a quanto pare per gli impianti sportivi a Perugia le cose sono compli- cate e non solo nel volley. Saranno contenti i nostri abbonati romani – conclude –, loro per raggiunge- re il Palalottomatica non faticherebbero troppo»

0

Treofan, timori di manovre per salvare Battipaglia Centro di finitura Ast Tre giornate di fermo

Treofan, timori di manovre per salvare Battipaglia Centro di finitura Ast Tre giornate di fermo

Treofan, timori di manovre per salvare Battipaglia Centro di finitura Ast Tre giornate di fermo

Treofan, timori di manovre per salvare Battipaglia

Treofan, timori di manovre per salvare Battipaglia Centro di finitura Ast Tre giornate di fermo “La

Treofan, timori di manovre per salvare Battipaglia Centro di finitura Ast Tre giornate di fermo “La

Centro di finitura Ast Tre giornate di fermo

“La bolletta dell’acqua resta invariata”

per salvare Battipaglia Centro di finitura Ast Tre giornate di fermo “La bolletta dell’acqua resta invariata”

SHOAH, INIZIATIVA AL GAZZOLI LA PRESIDENTE della Regione, Marini, in occasione del Giorno della Memoria,

SHOAH, INIZIATIVA AL GAZZOLI

LA PRESIDENTE della Regione, Marini, in occasione del Giorno della Memoria, ha partecipato ieri a Palazzo Gazzoli, all’incontro sul tema della condizione femminile nella Shoah, organizzato da Isuc e Liceo Classico. Ha portato la sua testimonianza Vivi Salomon, figlia di sopravvissuti.

DASPO E DENUNCIA PER TIFOSO

E’ STATO individuato dalla polizia il tifoso ospite che, in occasione della partita Ternana-Vis Pesaro di sabato, ha lanciato un petardo all’inizio della gara. Il tifoso marchigiano è stato identificato grazie alle telecamere e denunciato per lancio di materiale esplodente e sarà sottoposto a Daspo.

Colori e “cuore” in ospedale I volontari rinnovano il reparto

Oncologia: quadri, libri, murales e un maxi-lavoro a maglia

– TERNI –

LIBRI e colori nel reparto di Oncologia dell’ospedale Santa Maria. Una «ristrutturazione» nel segno dell’accoglienza fatta dai volontari: in prima fila l’arti- sta Simona Angeletti, l’associa- zione I Pagliacci di Alessandro Rossi e l’associazione Bruna Vec- chietti Onlus. Gli interventi ri- guardano Radioterapia oncologi-

ca

e Oncologia. C’è un murales

in

via di realizzazione nella sala

d’aspetto di Radioterapia, poi c’è un altro murales ancora più grande che sarà realizzato nella sala d’aspetto dell’acceleratore li- neare, al secondo piano del noso- comio. Ma il progetto è ambizio-

so: ogni stanza di Oncologia sa-

rà colorata e «riscaldata» dai qua-

dri di Simona Angeletti. In sala

d’aspetto un dipinto già c’è.

COME già ci sono i circa 800 li- bri raccolti dall’associazione Bruna Vecchietti, che anche gra- zie alla disponibilità di tanti ter- nani è riuscita a dotare il reparto

di una libreria più che fornita, al

cui allestimento materiale ha contribuito anche l’associazione I Pagliacci, da sempre attiva in

ospedale. Ma si guarda oltre, ad- dirittura al Natale 2019 quando dovranno essere pronti dei lavo- ri a maglia per rivestire di colori e calore gli ambienti frequentati dai pazienti oncologici e dai loro familiari «Chiamiamo a raccolta chiunque abbia la passione per la maglia e per l’uncinetto e la voglia sfrenata di colorare l’ospe- dale a colpi di fili intrecciati:

ago, ferri e uncinetto. Cerchia-

mo sferruzzatrici assatanate, un- cinetto-maniache e tutte le ap- passionate di lavori a maglia – di- cono Bruna Vecchietti e Simona Angeletti – perché per Natale 2019 dovranno essere tremila i quadri da assemblare per rivesti- re di colore gli ambienti dedicati ai pazienti oncologici, che di co- lori hanno tanto bisogno. Per questa iniziativa servono tanti

hanno tanto bisogno. Per questa iniziativa servono tanti IMPEGNO Anna Vecchietti, Alessandro Rossi e Simona

IMPEGNO Anna Vecchietti, Alessandro Rossi e Simona Angeletti

gomitoli di lana di tutti i colori, che speriamo ci saranno donati dai ternani, sempre molto sensi- bili quando si parla di solidarie- tà».Chiunque volesse contribui- re al nuovo look del reparto di Oncologia dell’Azienda ospeda- liera di Terni può rivolgersi all’associazione Bruna Vecchiet- ti: ass.brunavecchietti@g- mail.com; 347-4043555. Ste.Cin.

ti: ass.brunavecchietti@g- mail.com; 347-4043555. Ste.Cin. Solidarietà Donazioni di sangue Dopo la “Donazione in

Solidarietà

Donazioni di sangue

Dopo la “Donazione in musica”, i ragazzi del Liceo Angeloni so- no tornati a donare sangue. «In 16, accompagnati dal professor Stefano Bussetti, anche lui do- natore Avis – afferma Patrizio Fratini –, hanno dato una nuova grande testimonianza di solida- rietà». Oggi saranno il questore Antonino Messineo e alcuni agenti a donare sangue

«Ospedale, Terni non è più disposta alle disparità»

– TERNI –

«DI GRANDE utilità è stata l’audizione dell’assessore regionale alla sanità, Luca Barberini, che ora intanto sa che a Terni c’è una classe politica non più disposta a subire soprusi, né diversità di trattamen- to», cosi il consigliere comunale di Terni Civica, Michele Rossi.

«TERNI non intende più continuare ad aspettare in silente sudditanza ciò che gli è dovuto – attacca Rossi –, a sopportare la situazione di un ospedale in cui, insieme ai problemi che derivano dalla carenza materiale della sua struttura, permango- no da anni problemi logistici ed organiz- zativi. Lo stesso ospedale che sta perden- do molte delle sue elevate professionali-

tà, che hanno fatto del nosocomio un’ azienda ospedaliera ad alta specializzazio- ne in grado di richiamare pazienti da fuo- ri regione. Quella stessa specializzazione che, sostengono i più cattivi, tanto servi- rebbe alla sovradimensionata struttura che è l’ospedale di Perugia, costruito con grande dispendio di denaro pubbli- co regionale».

Il consigliere Gentiletti
Il consigliere
Gentiletti

NIENTE RISCALDAMENTO

Centro “Il Girasole” I disabili al freddo

– TERNI –

RISCALDAMENTI in tilt e conseguente gelo al Centro diurno per disabili “Il Girasole”. L’opposizione attacca il Comune, che però chiama in causa Asl e cooperativa Actl. «Tante famiglie – denuncia il consigliere comunale di Senso Civico, Alessandro Gentiletti – manifestano disagio per quanto sta accadendo al Centro diurno disabili Il Girasole, fiore all’occhiello della città. Mi domando quale amministrazione seria permetterebbe che un Centro simile resti ancora senza riscaldamenti, esponendolo al rischio di divenire inagibile e acendo perdere i fondi ministeriali di cui beneficia. L’amministrazione intervenga subito per garantire il riscaldamento ai disabili e a chi vi opera». Non si fa attendere la replica dell’assessore al welfare, Marco Cecconi: «Il consigliere Gentiletti ha ragione a preoccuparsi dei problemi dell’impianto di riscaldamento del centro Il Girasole, ma ha sbagliato indirizzo, perché a provvedere devono essere la Asl che ne è il conduttore e la Actl che è il gestore della struttura». «Questi soggetti sono gli unici deputati alla manutenzione ordinaria dell’impianto – aggiunge Cecconi – che peraltro il Comune concede loro a titolo gratuito. A tale riguardo gli uffici del Comune, da me sollecitati, hanno già scritto e per ben due volte ai soggetti interessati, invitandoli a provvedere ai loro obblighi». Gentiletti controreplica: «Non interessa a nessuno chi vinca il braccio di ferro tra Comune, Asl e Actl e di chi sia la competenza a sostituire una caldaia, il problema va risolto».

a sostituire una caldaia, il problema va risolto». LAVORI IN CORSO SARÀ REALIZZATO UN IMPIANTO SPORTIVO

LAVORI IN CORSO SARÀ REALIZZATO UN IMPIANTO SPORTIVO POLIFUNZIONALE

Istituto “Leonino”, posa della prima pietra

– TERNI –

SI È SVOLTA ieri mattina la cerimonia di posa del- la “prima pietra” per la costruzione dell’impianto sportivo polifunzionale dell’Istituto Leonino, scuola cattolica paritaria. Dopo i saluti del presidente della Fondazione Tizzani, don Marco Baroncini, del pre- sidente della Fondazione Carit, Luigi Carlini, del presidente del Coni provinciale, Stefano Lupi, dell’Ics, l’archietto Della Sala ha brevemente illustra- to il progetto.

POI C’È STATA la “posa” della prima pietra, con la benedizione da parte del vescovo, monsignor Giu- seppe Piemontese. La cerimonia è stata accompagna- ta dai canti del coro dell’Istituto Leonino. «La strut- tura polivalente in archi lamellari – spiega la Curia –, coperta con un telone apribile, con illuminazione a led e riscaldamento con generatore d’aria a conden- sazione, avrà un campo di 16 metri per 28, tribune con una capienza complessiva di 92 posti e quattro spogliatoi. In caso di calamità la struttura è anche idonea all’accoglienza della popolazione».

0

y(7HA3J1*QTTKLP( +;!z!#!@!"
y(7HA3J1*QTTKLP( +;!z!#!@!"
y(7HA3J1*QTTKLP( +;!z!#!@!" Mercoledì 30 gennaio 2019 € 1,20 S. Martina martire Anno LXXV - Numero 29
y(7HA3J1*QTTKLP( +;!z!#!@!" Mercoledì 30 gennaio 2019 € 1,20 S. Martina martire Anno LXXV - Numero 29
y(7HA3J1*QTTKLP( +;!z!#!@!" Mercoledì 30 gennaio 2019 € 1,20 S. Martina martire Anno LXXV - Numero 29
y(7HA3J1*QTTKLP( +;!z!#!@!" Mercoledì 30 gennaio 2019 € 1,20 S. Martina martire Anno LXXV - Numero 29

Mercoledì 30 gennaio 2019

€ 1,20

S. Martina martire Anno LXXV - Numero 29

Direzione, Redazione, Amministrazione 00187 Roma, piazza Colonna 366, tel 06/675.881 * Abbinamenti a Viterbo e prov.: Il Tempo + Corriere di Viterbo €1,20 a Rieti e prov.: Il Tempo + Corriere di Rieti €1,20 – A Latina e prov.: Il Tempo + Latina Oggi €1,50 a Frosinone e prov.: Il Tempo + Ciociaria Oggi €1,50– a Terni e prov.: Il Tempo + Corriere dell’Umbria €1,20

www.iltempo.it e-mail: direzione@iltempo.it

IL TEMPO di Oshø

e-mail: direzione@iltempo.it IL TEMPO di Oshø Conte si rinvia a giudizio con Salvini Il premier corre

Conte si rinvia a giudizio con Salvini

Il premier corre in soccorso del leader della Lega. Ma al gesto è stato costretto dal M5s Di Maio non riesce infatti a fare passare una linea fra i suoi. Da domani il caso in Senato

LaretromarciadiSalvinisull’immunitàmandain

tilt i 5 Stelle. Alla fine è il premier Conte che prova a salvare tutti addossando al governo l’intero Caso Diciotti. Intanto il Viminale prepara la difesa per la Giunta: «Sulla nave potevano esserci terroristi».

Carta e Ventura alle pagine 4 e 5

Comeuscire dal vicolocieco di Franco Bechis
Comeuscire
dal vicolocieco
di Franco Bechis

M atteo Salvini decidendo di non rinun- ciare alla propria immunità parla- mentare ha costretto al lettino dello

psicanalista gran parte della leadership del

Movimento 5 stelle. In privato alcuni di loro

mi hanno confessato: «È durissima per noi

questa prova», e si saranno stupiti per i miei occhi stralunati. Durissima? Prova? Certo che se diventa un dramma affrontare un caso che gli stessi leader del M5s definisco-

no «politico» e spiegare ai propri militanti ed elettori che quello di Salvini non è un caso

giudiziario come gli altri, allora diventeran-

no insormontabili le difficoltà politiche ve- re. Il caso invece ( )

segue a pagina 2

ve- re. Il caso invece ( ) segue ➔ a pagina 2 Il freddo fa impennare
ve- re. Il caso invece ( ) segue ➔ a pagina 2 Il freddo fa impennare
ve- re. Il caso invece ( ) segue ➔ a pagina 2 Il freddo fa impennare
ve- re. Il caso invece ( ) segue ➔ a pagina 2 Il freddo fa impennare
Il freddo fa impennare i prezzi. E tra i banchi è rivolta Gelata sui mercati
Il freddo fa impennare i prezzi. E tra i banchi è rivolta
Gelata sui mercati
Zucchine a 5 euro
Conti ➔ a pagina 13
Gelata sui mercati Zucchine a 5 euro Conti ➔ a pagina 13 Al via le richieste
Gelata sui mercati Zucchine a 5 euro Conti ➔ a pagina 13 Al via le richieste

Al via le richieste per la pensione

Come fare domanda per avere «quota 100»

Caleri a pagina 3

domanda per avere «quota 100» Caleri ➔ a pagina 3 E se l’avesse fatto la Raggi?
domanda per avere «quota 100» Caleri ➔ a pagina 3 E se l’avesse fatto la Raggi?

E se l’avesse fatto la Raggi?

Sala aumenta il bus e i milanesi esultano

pagina 3 E se l’avesse fatto la Raggi? Sala aumenta il bus e i milanesi esultano

Bonanni e Buzzelli a pagina 9

pagina 3 E se l’avesse fatto la Raggi? Sala aumenta il bus e i milanesi esultano
Mercoledì 30 gennaio 2019 € 1,50* DIRETTORE VITTORIO FELTRI Anno LIV - Numero 29 www.liberoquotidiano.it
Mercoledì 30 gennaio 2019
€ 1,50*
DIRETTORE VITTORIO FELTRI
Anno LIV - Numero 29
www.liberoquotidiano.it
OPINIONI NUOVE - Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale
D.L. 353/2003 (conv. in L.27/02/2004, n. 46) art. 1, comma 1, DCB Milano
e-mail:direzione@liberoquotidiano.it
ISSN: 1591-0420
y(7HB5J1*KOMKKR( +;!z!#!@!"

Abbiamo un governo di imputati

TUTTI I MINISTRI SOTTO PROCESSO

Salvini non vuol farsi giudicare: M5S frigge, Gigino balbetta. Però è l’intero esecutivo che deve finire sotto accusa: la decisione sui migranti fu collettiva

Conte media in Europa: cinque Paesi pronti a prendere i 47 clandestini

Dibattito sui gay

In disaccordo con«Libero», ma non boicotto

Purtroppoperò noi veniamo sempre infangati

GABRIELE PIAZZONI

PIETRO SENALDI

Segretario generale

Arcigay

Caro segretario generale, la

ai boicottaggi e alle ritorsio-

Gentile direttore, seguo da giorni il dibattito suscitato dal vostro infausto titolo, quelloche accomunava ca- lo del Pil e aumento della visibilità delle persone lgb- ti nella chiave «c’è poco da stare allegri». Lo seguo con un misto di sentimenti, che vanno dall’indignazio-

ringrazio per averci scritto malgrado il nostro titolo l’abbia offesa. È un gesto che testimonia apertura e raccoglie il nostro invito a «far tacere i cannoni di Na- varone»,per dirla come Pla- tinette, da noi intervistata lunedì. Le sono grato di pre- ferire il dialogo ai processi,

ne all’incredulità. E pro-

ni

politiche. Devo confes-

prio sull’onda di questi sen- timenti mi sono convinto

sarle che non ci aspettava- mo di scatenare questo pu-

della necessità di scriverle

tiferio. Ho apprezzato che

queste righe, per fissare al-

le

reazioni più feroci non

cuni punti fermi. Il primo: a noi l’aumento della visibilità delle perso- ne lgbti rende molto alle-

siano venute dal mondo omosessualee, comelei, so- no rimasto indignato dalla strumentalizzazione che la

gri. Le sembrerà scontato ma anche a me sarebbe

politica ha voluto fare della vicenda. Fa bene a diffidare

sembrato scontatoimmagi-

di

chi è più realista del re,

narelamedesima soddisfa- zioneinlei e nei suoi redat- tori.Mail vostro titolo, pur- troppo, ( )

perché è lì che quasi sem- pre si nasconde il complice del regicida. Le assicuro (

)

segue a pagina 9

segue a pagina 9

FAUSTO CARIOTI

Gli analfabeti a Cinque Stelle e i magistrati che indagano su Matteo Salvini hanno una cosa in comune: l’ignoranza delle leggi e

dei fatti. Che i primi siano ignoranti veri e i secondifingano (almeno si spera) di esserlo non cambia molto, il risultato è lo stesso. Sarebbe bastato rileggersi ( )

segue a pagina 3

BECCHI, DAMA, GONZATO, GUERRINI,PALMA, RUBINI, SALLUSTI alle pagine 2-3-4-5

Una fiction straccia Grillo, Di Maio e Celentano

Questi 7 ragazzi battono i politici in tv

I protagonisti della “Compagnia del cigno”, fiction Rai
I protagonisti della “Compagnia del cigno”, fiction Rai

RENATO FARINA

richì con i suoi galletti migliori, per-

sino quando si esprime con le per-

Trascriviamola notiziainmodo bru- formance spettacolari dei suoi fon- to. Gli ascolti televisivi di lunedì se- datori e fiancheggiatori. Tutto qui? ra certificano il fiasco della politica Sarebbe riduttivo. Il successo di un in tivù. Fa flop, ammoscia la gente racconto semplice, ( )

anche quando crede difare chicchi-

segue a pagina 26

Stato-Chiesa, convegno a Roma

Il Concordato non finisce mai di far discutere

VITTORIO FELTRI

La fatidica firma dei Patti La-

teranensi tra Stato e Chiesa, che indusse Pio XI a definire Mussolini l’”uomo della

Provvidenza”, come sanno

tutti quelli che hanno supera-

to i 50 anni, fu vergata l’11

febbraio del 1929. Ricordia- mola data,e pure con nostal- gia, non perché sia stata og- getto diappassionatemedita- zioni in gioventù sul presun-

to incatenamento dell’Italia

al Vaticano, ma per la ragio-

ne che liberava noi per quel

giorno dalle catene della scuola,che ci parevano persi-

no più soffocanti di quelle

dei preti.

Comunque sia, in vista del

novantesimo anniversario del Concordato, sfruttando

la rotondità del multiplo di

dieci,imiei amici laici e radi- cali organizzano per la circo- stanza convegni di sicuro pe- sointellettualeeiniziative po-

litiche in coerenza perfetta

con il sacro fuoco da cui so-

no animati. Mi piace questa

loro purezza donchisciotte- sca. Dicono no al Concorda-

to, abroghiamolo. E se pro-

prio non si può, devitalizzia- molo come i denti cariati e molesti. Donchisciotteschi senz’al- tro, ma mi pare che abbiano sbagliato mulino a vento e potrebbero riservare le loro energie a qualche battaglia che condivido con loro, e che nessun Concordato im- pedisce di realizzare. Mi ri- volgo qui al capintesta degli anti-concordatari e anticleri-

cali,l’ottimo Carlo Troilo, cui

mi lega la convinzione che si

debba legalizzare ( )

segue a pagina 24

Caffeina

Tradizione confermata:

i giorni della merla sono

i più freddi dell'anno.

Pregasi i sostenitori del surriscaldamento globa-

le di rinviare i brindisi a

data da destinarsi. Emme

Quel linguaggio incomprensibile pure alla Crusca

Nessuno capisce gli adolescenti

VIVIANA PERSIANI

Per carità. Interessantissimo il di- battito di questa settimana intor- noallaliceità omeno di espressio- ni come «Scendi il cane (che lo piscio)» o «Siedi il bimbo», che ha avuto, tral’altro,ilmerito di rivela- re come Facebook ospiti milioni dilinguistiitalianiinincognito, tut- ti pronti a dare la propria, non ri-

chiesta, opinione in merito. Però, mai una volta che qualcuno ven- ga incontro a dubbi e perplessità dei genitori di ragazzi adolescenti. Cioè, quando vostro figlio vi dice:

«Ma’, mi sono bombato la nippo» e voi pensate «Oddio, ho cresciuto un attentatore», in realtà, nel suo linguaggio neomelodico, vi sta co- municando ( )

segue a pagina 24

vi sta co- municando ( ) segue ➔ a pagina 24 www.giessegi.it numero verde 800-661825 Giessegi

www.giessegi.it

co- municando ( ) segue ➔ a pagina 24 www.giessegi.it numero verde 800-661825 Giessegi industria mobili
co- municando ( ) segue ➔ a pagina 24 www.giessegi.it numero verde 800-661825 Giessegi industria mobili
co- municando ( ) segue ➔ a pagina 24 www.giessegi.it numero verde 800-661825 Giessegi industria mobili

numero verde 800-661825

Giessegi industria mobili s.p.a. Appignano (Mc) - 0733/400811

Cinquantenne trevigiano non sopporta la perdita

Gli muore il cane, si toglie la vita

AZZURRA NOEMI BARBUTO

Quandoè rientrato nella suaabita- zione domenica sera, spezzato in due dal dolore, è rimasto atterrito scoprendo quanto un piccolo ani- maletto possa riempire lo spazio e, di contro, quanto possa dilatar- lo e svuotarlo allorché non c’è

le il suo cagnolino soleva riposare pigro accanto a lui, era diversa la cucina doveil cucciolofestante re- clamava la sua pappa, l’ingresso era spoglio, disadorno, addirittu- ra lugubre, perché non c’era più nessuno ad attenderlo, con la co- da sventolante. Se ne era andato via all’improv-

più. Non riconosceva più quella viso quello stesso giorno, ( )

casa, era diversoil divano sul qua-

segue a pagina 17

presenta S B I R R I , M A L E D E T

presenta

SBIRRI, MALEDETTI EROI

STORIE DI CORAGGIO DELLE FORZE DELL’ORDINE

Prefazione di MATTEO SALVINI Postfazione di VITTORIO FELTRI

DA SABATO 2 FEBBRAIO 2019 IN EDICOLA

A SOLI € 4,50

(PIÙ IL PREZZO DEL QUOTIDIANO)

L ’ ultimo passaggio in Parlamento sulla Brexit consegna alla May il mandato a trattare

Lultimo passaggio in Parlamento sulla Brexit consegna alla May il mandato a trattare con lUe levando dal tavolo la grana irlandese. Ma lUe non ascolta

y(7HC0D7*KSTKKQ( +;!z!#!@!"

Ma l ’ Ue non ascolta y(7HC0D7*KSTKKQ( +;!z!#!@!" Mercoledì 30 gennaio 2019 – Anno 11 –

Mercoledì 30 gennaio 2019 Anno 11 n° 29

Redazione: via di SantErasmo n° 2 00184 Roma tel. +39 06 32818.1 fax +39 06 32818.230

00184 Roma tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 a 1,50 -Arretrati: a 3,00
00184 Roma tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 a 1,50 -Arretrati: a 3,00

a 1,50 -Arretrati: a 3,00 - a 12,00 con il libro Bloody Money

e 1,50 Arretrati: e 3,00

Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46) Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

Sea Watch La Corte europea:

I migranti hanno dirittoallecure, nonasbarcare

“ I migranti hanno dirittoallecure, nonasbarcare ” q MASSARI E OSSINO A PAG. 4 Il racconto

q MASSARI E OSSINOA PAG. 4

Il racconto Incinta nel lager libico di Misurata:

torture da aborto, bimbi prigionieri

q BIAGIOTTI A PAG. 5

Primarie Napoli ADelucaland Zinganonpassa:

vinceMartina fra le polemiche

q IURILLO A PAG. 6

Conversioni Da Visco a Letta aMessina(Intesa):

lestablishment che ama il reddito

q FELTRI A PAG. 8

SALVINI CHIEDE AL SENATO DI SALVARLO IMBARAZZO NEI 5STELLE: CONTE, DI MAIO E I MINISTRI
SALVINI CHIEDE AL SENATO DI SALVARLO
IMBARAZZO NEI 5STELLE: CONTE, DI MAIO E I MINISTRI M5S
PRONTI AD AUTODENUNCIARSI, MA VOTANDO SÌ AI GIUDICI
PRIMA DELLA CURA
“VOTI ‘AMICI’ PER
SFANGARLA? NO!
ANDRÒ DAVANTI AI
GIUDICI A SPIEGARE
CHE NON SONO UN
SEQUESTRATORE”
DOPO LA CURA
“IL PARLAMENTO
DEVE GIUDICARE
LE MIE AZIONI DA
MINISTRO E NEGARE
L’AUTORIZZAZIONE
A PROCEDERE”
NESSUNO MI PUÒ
GIUDICARE
q DE CAROLIS E RODANO A PAG. 2 - 3

IL GIUDICE SALVINI Pietrostefani rientri dalla Francia

Lc dica la verità su Calabresi

» GIANNI BARBACETTO

“ Lc dica la verità su Calabresi ” » GIANNI BARBACETTO delle sentenze per l ’

delle sentenze per lomicidio dellorefice Pier Luigi Tor- regiani, ucciso dai Pac. In più, Guido Salvini è noto per le sue posizioni tuttal- tro che giustizialiste, tan- to che collabora anche al Fo- glio.Eccoperchéisuoiinterventi suCesareBattisti,pubblicatiproprio sul Foglio nei giorni scorsi, sono una bomba. Lasciata scoppiare nel più fragoroso silenzio.

A PAGINA 10

G uido Salvini è un magi- strato che le vicende

del terrorismo italiano le conosce bene, per averle a lungo indagate come giudice istruttore. Conosce da vicino an- che la storia dei Pac, i Proletari ar- mati per il comunismo di Cesare Bat-

tisti, perché fu suo padre a presiede- re, allinizio degli anni Ottanta, la Corte dassise che pronunciò una

degli anni Ottanta, la Corte d ’ assise che pronunciò una La cattiveria Rocco Siffredi vince

La cattiveria

la Corte d ’ assise che pronunciò una La cattiveria Rocco Siffredi vince tre Oscar del

Rocco Siffredi vince tre Oscar del porno. Il cinema hard è rimasto una delle poche cose meritocratiche

WWW.FORUM.SPINOZA.IT

VITA DA MONTY

Noi siamoi Python:

sesso, striscioni dellesuoreealcol

q PONTIGGIA A PAG. 22

LIBERAREKABUL PER7 MILIARDI DI BUONI MOTIVI

q MASSIMO FINI A PAG. 13

Mannelli

DI BUONI MOTIVI q MASSIMO FINI A PAG. 13 Mannelli Meglio i giudici » MARCO TRAVAGLIO

Meglio i giudici

» MARCO TRAVAGLIO

D opo aver voltato gabba- na sul Tav, le trivelle, le accise e i rimpatri dei

clandestini, il nostro ministro dellInterno tutto dun pezzo Matteo Salvini innesta la retro- marcia anche sul processo Di-

ciotti. Il 27 agosto, appena inda- gato per il presunto sequestro dei 177 migranti tenuti a bordo per cinque giorni nel porto di Catania, dichiarò a Libero, pan-

cia in dentro e petto in fuori: Se

ilTribunaledeiministridiràche devo essere processato andrò davanti ai magistrati a spiegare che non sono un sequestratore. Vogliopropriovederecomevaa finire(Vado al massimo, Va- sco Rossi). Poi scambiò la ri- chiesta di archiviazione della Procura di Catania per un prov-

vedimento di archiviazione. In- vece il Tribunale dei ministri ha chiesto lautorizzazione a pro- cessarlo. Ma lui, ancora laltro giorno,quandoLuigiDiMaiogli

ha comunicato lintenzione dei

5Stelle di accontentarlo votan-

do

lautorizzazione a procede-

re,

marciava dritto e filato verso

il Tribunale: Non mi servono

aiutini. Poi qualcosa o qualcu- noglihafattocambiareidea:ora pretendecheilSenatocancelliil suo processo perché non vi è nulla di personalee lui agì in

qualità di ministro dellInterno.

E questo lo sanno anche i giu-

dici, altrimenti non avrebbero chiesto lautorizzazione a Pa- lazzo Madama. Ma non basta a

stabilire la liceità della sua con- dotta, altrimenti un ministro, nellesercizio delle sue funzio-

ni, sarebbe sempre legibus solu-

tus, e invece non lo è neppure il presidente della Repubblica (che può rispondere di alto tra- dimento e attentato alla Costi- tuzione). Su un altro punto Salvini ha ragione: limmunità parlamen- tare e il fumus persecutionis non centrano nulla, nemmeno quel poco che ne è rimasto dopo la ri- forma del 1993 che li ha aboliti per le indagini e li ha mantenuti

per gli arresti, le intercettazioni e le perquisizioni. Qui, appunto, non si tratta di decidere se Sal- vini sia perseguitato dai giudici,

ma se leventuale reato ministe-

riale sia scriminatoda un in- teresse dello Stato costituzional- mente rilevanteo un premi- nenteinteressepubblico. Eque-

stoSalvinipretendecheloaffer-

mi il Senato, negando lautoriz-

zazione a procedere a maggio- ranza, per far vedere a tutti che comanda lui. Con i voti non solo della Lega (e di FI che vota sem- pre, per Dna, per gli imputati contro i giudici), ma anche dei 5Stelle (il Pd dirà sì). Ora il M5S

hatreopzioni:1)confermareilsì

allautorizzazione a procedere;

2)cambiareideapureloroedire

no; 3) astenersi. La 2 sarebbe un

suicidio politico, per labbrac-

cio

mortale con leghisti e forzi-

sti

a protezione di un ministro

che non vuol farsi processare.

SEGUE A PAGINA 24

Poste Italiane Sped. in a. p. - D.L. 353/2003 (conv. L. 46/2004) art. 1, c. 1, Gipa/C/RM/23/2103

353/2003 (conv. L. 46/2004) art. 1, c. 1, Gipa/C/RM/23/2103 Oggitorna«InAsia» MISTERIECOLDCASE Alieni, aerei

Oggitorna«InAsia»

MISTERIECOLDCASEAlieni, aerei

scomparsi,serial killer:gli immaginari scatenati dai casi più celebri della cronaca nera asiatica

scatenati dai casi più celebri della cronaca nera asiatica Domanil’ExtraTerrestre CIBI In un mondo in cui

Domanil’ExtraTerrestre

CIBI In un mondo in cui si muore di fame lo spreco alimentare ha toccato cifre record: ogni anno 1,3 miliardi di tonnellate di cibo nella spazzatura

anno 1,3 miliardi di tonnellate di cibo nella spazzatura Visioni SUNDANCE Controilpotere eilcapitale

Visioni

SUNDANCEControilpotere eilcapitale «TheReport»diScottBurnseildoc «TheGreatHack»diAmereNoujaim

GiuliaD’Agnolo Vallan pagina 13

CON "LE MONDE DIPLOMATIQUE" + EURO 2,00

13  CON "LE MONDE DIPLOMATIQUE" + EURO 2,00 quotidiano comunista MERCOLEDÌ 30 GENNAIO 2019 –

quotidiano comunista

MONDE DIPLOMATIQUE" + EURO 2,00 quotidiano comunista MERCOLEDÌ 30 GENNAIO 2019 – ANNO XLIX – N°
MONDE DIPLOMATIQUE" + EURO 2,00 quotidiano comunista MERCOLEDÌ 30 GENNAIO 2019 – ANNO XLIX – N°
MONDE DIPLOMATIQUE" + EURO 2,00 quotidiano comunista MERCOLEDÌ 30 GENNAIO 2019 – ANNO XLIX – N°

MERCOLEDÌ 30 GENNAIO 2019 – ANNO XLIX – N° 25

www.ilmanifesto.it

euro 1,50

foto di Giuseppe Lami/Ansa

AmaroAmaroAmaro Diciotti Giornata di passione per il governo sul caso Diciotti. Salvini, accusato di sequestro
AmaroAmaroAmaro
Diciotti
Giornata di passione per il governo sul caso Diciotti. Salvini, accusato di sequestro di persona,
spiazza di Maio e chiede al parlamento di non essere processato: «La decisione è stata
dell’esecutivo». La retromarcia sull’immunità manda in tilt i 5 stelle. Conte tenta una via
d’uscita: «Mi assumo la responsabilità». Sui 47 migranti della Sea Watch intesa nella Ue pagine 2,3

RAPPORTO INAIL. SALE IN NUMERO DELLE VITTIME: PIÙ 10 PER CENTO IN UN ANNO

1.133mortisullavoronel2018

PIÙ 10 PER CENTO IN UN ANNO 1.133mortisullavoronel2018 II Per Istituto nazionale per l'assicurazione contro

II Per Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infor- tuni sul lavoro e lemalattie pro- fessionali (Inail) le morti sul la- voro nel 2018 sono aumentate:

1.133, 104 in più rispetto alle 1.029 del 2017. Le denunce di infortunio tra gennaio e dicem- bre dello stesso anno sono sta-

te 641 mila, +0,9% rispetto al 2017. Dall’analisi dell’istituto risulta che i decessi sono au- mentati rispetto al 2017, in par- ticolare quelli avvenuti rag- giungendo i posti di lavoro ri- spetto a quelli sul lavoro. Le re- gioni più colpite sono la Cam- pania e l’Abruzzo quella con il

calo più significativo. E la stra- ge continua: lunedì ha perso la vita un lavoratore di 24 anni a Bari. I sindacati chiedono un piano di intervento struttura- to. La politica si divide sui tagli ai fondi per la formazione sui temi della sicurezza

PIERRO A PAGINA 5

ESORDIO DI QUOTA 100 SUL SITO INPS

Boomdidomande,Tridicoinpole

II Primo giorno di Quota 100 con 800 domande sul sito dell’Inps, nonostante la proce- dura complessa. Decreto a ri- schio costituzionalità perchè

consente solo fino a 45 anni di ri- scattare la laurea. Ilmentore del Reddito di cittadinanza Pasqua- le Tridico vicino alla presidenza

dellInps. FRANCHI A PAGINA 5

biani
biani
d e l l ’ I n p s . FRANCHI A PAGINA 5 biani INTERVISTA

INTERVISTA A DeMasi

Sinistralenta,Salvinicorre

L’ItaliacomeilBrasile

II «Salvini si è mangiato i 5 stelle, cita il fascismo e presto pretenderà Palazzo Chi- gi». Parla il sociologo De Masi. «Il ministro dell’interno è il leone che ha preso la gaz- zella e la sbrana un pezzo alla volta.Ma og- gi in Italia non c’è alternativa: Renzi ha cambiato il Pd, finirà in milioni di schede

bianche» DANIELA PREZIOSI A PAGINA 4

WORKFARE

InFranciaècaccia

aldisoccupato

II In attesa della riforma dei centri per l’impiego di Cinque Stelle e Lega, inchiesta sul siste- ma transalpino, ispirato agli stessi principi, che controlla e punisce chi è senza un impie- go. Viaggio in un paese dove la ricerca di un lavoro può trasfor- marsi anche in un talent show. Dopo la Gran Bretagna, secon- da puntata dell’inchiesta sul Workfare, il sistema che vincola i sussidi pubblici all’obbligo del lavoro. Un’indagine necessaria per capire cosa ci aspetta in Ita- lia con le «politiche attive del la- voro».

ROBERTO CICCARELLI A PAGINA 6

attive del la- voro». ROBERTO CICCARELLI A PAGINA 6 VENEZUELA L’annunciodegliUsa: sanzionisulpetrolio II Gli

VENEZUELA

L’annunciodegliUsa:

sanzionisulpetrolio

II Gli Stati uniti hanno annunciato quel-

lo che era nell’aria già da tempo: l’applica- zione di sanzioni contro la società petroli- fera statale Pdvsa attraverso la sua princi- pale filiale Citgo, attiva in territorio statu- nitense. L’autoproclamato presidente Guaidó indagato dalla Procura generale

CLAUDIA FANTI A PAGINA 9

Voto in senato

Caso Salvini, i 5 Stelle nel vicolo cieco

MASSIMO VILLONE

C i si poteva scommette- re. Salvini non ha tol- to dalle pestiM5S chie-

dendo di votare sì all’autoriz- zazione a procedere. Perché fare mostra di animo nobile e coraggioso, quando c’è un utile politico facile, a spese dei competitors di governo?

— segue a pagina 15—

Mezzogiorno

Se ne vanno anche le badanti. Verso il Nord e l’Est

TONINO PERNA

L amarcia del ritorno è unmovimento lento, ma costante, un abban-

dono che avviene fuori dai riflettori: le badanti stranie- re stanno lasciando progres- sivamente le cittàmeridio- nali per recarsi al Nord o per tornare nei paesi dell’Est.

— segue a pagina 15—

Afghanistan

Ci si dimentica in fretta dei diritti delle donne

GIULIANA SGRENA

C ’èchihasempresostenu-

toche lasoluzionedel

conflittoafghanopassa-

vaattraversounaccordocon i

taleban:lapacesitrattacon i nemici.Coninemicisitratta

unatregua,lapaceèpiùcompli-

catae impegnativaerichiede ancheun’intesapolitica.

— segue apagina14—

I flop occidentali

Da Saddam aMaduro, il delirio dei liberal

ALBERTO NEGRI

O perazione riuscita:

c’è un nuovo Saddam

Hussein in Sudameri-

ca con tanto di sanzioni pe- trolifere e finanziarie. Man- ca solo una risoluzione Onu «oil for food», cibo contro petrolio, per sfamare quei disgraziati dei venezuelani.

— segue a pagina 9—

9 0 1 3 0

9 771122 176003

Sangiorgi I primi baci e la paternità “Amare significa diventare un altro”

LETIZIA TORTELLO — P. 24

Beatles Cinquant’anni fa lo show che bloccò Londra

ASSALTO, SOFFICI E VENEGONI — PP. 22-23

T1 CV PR T2 ST XT PI

Coppa Italia Napoli ko a San Siro Stasera la Juve sfida l’Atalanta

BARILLÀ, DE SANTIS, MANCINI E ODDENINO — PP. 34-35

LA STAMPA

MERCOLEDÌ 30 GENNAIO 2019

1,50 €

II

ANNO 153

II

N. 29

II

QUOTIDIANO FONDATO NEL 1867

IN ITALIA (PREZZI PROMOZIONALI ED ESTERO IN ULTIMA)

II

SPEDIZIONE ABB. POSTALE

II

D.L. 353/03 (CONV. IN L. 27/02/04)

II

ART. 1 COMMA 1, DCB - TO

II

www.lastampa.it

CASO DICIOTTI: SALE LA TENSIONE DOPO CHE SALVINI HA CHIESTO DI NEGARE L’AUTORIZZAZIONE AL PROCESSO

Allarme Conte: il governo traballa

La base M5S spaccata, Di Maio convoca i senatori: non rompiamo, ma senza tradire i nostri principi

MAGGIORANZA DEBOLE

CONSEGUENZE DI UNA CRISI DA DILETTANTI

MARCELLO SORGI

S piace dirlo, ma è una storia da

dilettanti, che ha portato il go- verno a «traballare», come

ammette ormai anche il premier

Conte. E potrebbe perfino metterlo

in crisi, se i Cinque Stelle non si ri-

mangiano in fretta la decisione, an- nunciata da Di Maio, di mandare sotto processo, votando «sì» alla ri- chiesta di autorizzazione a proce- dere del Tribunale dei ministri, Sal- vini, accusato nientemeno che di sequestro aggravato di persona, per aver impedito per cinque giorni, ad agosto dell’anno scorso, ai migranti naufraghi salvati dall’equipaggio della nave «Diciotti», di sbarcare a Catania, come poi avvenne, e sal- varsi la vita. Dilettante il ministro inquisito, che in un primo momento - un’altra delle sue solite spacconate - aveva detto che si sarebbe lasciato proces- sare, ma poi ha fatto una rapida marcia indietro quando ha capito che rischiava per davvero una con- danna fino a 15 anni, con conse- guente decadenza da senatore.

CONTINUA A PAGINA 21

L’INTERVISTA

D’Alema: spero in un’altra Europa e in Zingaretti

FRANCESCO BEI

«S e rappresentiamo quello che sta avvenendo come un con-

flittotraeuropeistiesovranisticadia-

mo in una trappola». Nel suo studio di presidente di ItalianiEuropei, Massi- mo D’Alema torna dopo molto tempo

a parlare di politica italiana. P. 7

Conte preoccupato: «Il governo tra-

balla».Tantiiterreniscivolosi:Tav,au-

tonomie per le Regioni, Venezuela, Af- ghanistan e ora la richiesta del Tribu- nale dei ministri di poter processare

Salvini.CAPURSO, CARUGATI, LA MATTINA, SALVAGGIULO E SCOPPA PP. 2-4

CASO SEA WATCH VERSO LA SOLUZIONE

Cinque Paesi pronti a prendere i migranti

ILARIO LOMBARDO — P. 4

QUOTA 100: GIÀ ARRIVATE 800 RICHIESTE

Con il via al reddito ecco le prime truffe

BARONI E GIOVANNINI — P. 6

Dal Venezuela al Sud Sudan, le aree più a rischio della Terra

AP PHOTO/BERNAT ARMANGUE

Rohingya con bidoni di plastica usati come galleggianti per attraversare il fiume Naf verso il Bangladesh

BRESOLIN P. 10

IL RITIRO DELLE TRUPPE ITALIANE

GLI AFGHANI HANNO CREDUTO ALLE NOSTRE PROMESSE

DOMENICO QUIRICO

L’ America, l’Occidente ha perso la guerra in Afghanistan. Ogni scon-

fitta, ogni rovina ha un pathos suo pro- prio. Talvolta anche intriso di dignità.

CONTINUA A PAGINA 21

STAMPA

PLUS

ST+

TAV

CARLO BERTINI

Affondo di Garavaglia:

“Toninelli ci mostri il fantomatico dossier”

P. 5

BREXIT

ALFONSO BIANCHI

Westminster alla May:

“Sì a nuovi negoziati” Ma la Ue: non si tratta

P. 9

LE STORIE

CLAUDIO LAUGERI

Prosciolto il prof che insultò in aula gli alunni stranieri

P. 13

PAOLA SCOLA

Frabosa, una sciata per battere la diversità

P. 27

BUONGIORNO

Ma ogni tanto infiliamo un po’ il naso nel mondo reale. Sempre lì a occuparci di immunità parlamentari e stato

di diritto e coperture finanziarie, sempre lì a rintronarci

nelle fumisterie del protocollo, e non sappiamo niente di quanto di vivido e pulsante ci succede attorno. E dunque,

infilato il naso nelle ultime ventiquattro ore, a Roma sono scomparse nel nulla multe mai pagate per sedici milioni

di euro, tutte cancellate illegalmente: gli indagati per falso

e truffa sono quasi duecento. A Massa ci sono centotrenta

indagati (e diciassette arrestati) poiché inscenavano inci-

denti stradali e si spartivano i premi assicurativi, e coi falsi acciaccati erano d’accordo medici, infermieri, funzionari;

il giochino è saltato perché un primario si è accorto che

in ospedale arrivavano tutti con la stessa lastra della stessa

Vivido e pulsante

MATTIA

FELTRI

frattura allo stesso osso. A Sant’Elpidio un terremotato (l’ultimo di centinaia) prendeva denaro in qualità di eva-

cuato e la sua casa era così inagibile che ci viveva dentro.

A Chieti sono state rinviate a giudizio quarantadue perso-

ne che chiedevano finanziamenti per aziende fantasma

e poi se li spendevano al ristorante. Ancora a Roma (noti-

zia di Leggo.it diffusa da Dagospia) una trentina di Casa- monica, nullatenenti, incensurati, a cui sono state buttate giù le villette intestate a parenti mafiosi, hanno fatto do- manda per l’alloggio popolare, e chissà che non abbiano diritto anche al reddito di cittadinanza. A proposito, a Pa- lermo, in un Caf, consigliano ai coniugi di separare la resi- denza così il reddito di cittadinanza raddoppia. Ah, com’è vivido e pulsante questo mondo reale.

DUE AZIONI CONTRO L’INFLUENZA:

È un medicinale. Leggere attentamente il foglio illustrativo. Non somministrare al di sotto di 12 anni. Autorizzazione del 17/04/2018.

Mercoledì 30 gennaio 2019 ANNO LII n° 25 1,50 € Santa Martina martire Opportunità di
Mercoledì 30 gennaio
2019
ANNO LII n° 25
1,50 €
Santa Martina
martire
Opportunità
di
acquisto
in
edicola:
Avvenire
+
Luoghi dell’Infinito
4,20 €
Quotidiano di ispirazione cattolica
www.avvenire.it
Quotidiano di ispirazione cattolica
www.avvenire.it

Editoriale

Occidente e taleban, 18 anni dopo

SE KABUL TORNA NELLA NOTTE

FULVIO SCAGLIONE

V ia dall’Afghanistan, tutti a casa? La bozza di accordo raggiunta tra gli Usa e i rappresentanti dei

taleban porta a pensare proprio questo, anche perché la condizione che gli "ex terroristi" (e vedremo tra poco perché questa definizione) ponevano per

parlare di pace è sempre stata, appunto,

il ritiro totale delle truppe straniere. Così,

dopo 18 anni di campagna, 120mila morti afghani (dei quali oltre 30mila civili), 3.500 soldati Nato caduti sul campo (tra i quali 54 italiani), 1.700 contractor uccisi, 300 cooperanti massacrati e 1.000 miliardi (dei quali 10 italiani) spesi per mantenere laggiù la presenza militare internazionale, il sogno di allontanare il Paese dalle follie del mullah Omar e dal sottosviluppo e avvicinarlo agli standard di una società più umana e moderna si spegne così. Per stanchezza.

Gli Stati Uniti, protagonisti della svolta, applicano ancora una volta la strategia elaborata da Henry Kissinger ai tempi del Vietnam: dì che hai vinto, e vieni via. Alla loro decisione concorrono soprattutto due elementi. Da un lato, la presa d’atto che quasi vent’anni di impegno militare, economico e diplomatico non hanno portato i risultati sperati. I taleban controllano oggi quasi più territorio di quanto ne controllavano nel 2001, quando subirono la reazione occidentale

di fronte agli attentati delle Torri Gemelle

e

alla loro collaborazione con al-Qaeda.

Il

Governo afghano è impotente, le stragi

si

susseguono, nessun progresso decisivo

pare alle viste. Dall’altro lato, il progressivo disimpegno americano da tutti i fronti che l’amministrazione Trump considera troppo costosi o non decisivi. Oggi l’Afghanistan, solo ieri il Rojava e i curdi di Siria.

Si sa che le potenze non hanno ideali,

ma solo interessi. Tutti dobbiamo chiederci, però, che cosa sarà degli afghani il giorno in cui il contingente internazionale dovesse fare armi e bagagli e abbandonare Kabul. Ed è qui che interviene la definizione, "ex terroristi", che abbiamo usato prima. La trattativa con gli Usa, infatti, nobilita i taleban, li eleva al rango di una forza militare, di un nemico ufficiale. Mentre noi sappiamo che i taleban non sono solo gli ex complici di al-Qaeda ma sono tuttora dei terroristi in servizio permanente effettivo, come le bombe e i kamikaze degli ultimi mesi dimostrano. Oltre a questo sappiamo che i loro maneggi con la coltivazione di oppio e il traffico di droga non sono mai cessati. E che il loro spirito odierno non è molto diverso da quello dei padri se hanno già annunciato l’intenzione di inserire nella Costituzione un esplicito riferimento alla sharia al posto dell’attuale e blanda menzione della "legge islamica" quale fondamento per la legislazione civile.

continua a pagina 2

IL FATTO
IL FATTO

Il ministro non vuole il processo. L’imbarazzo di M5s. Il premier si assume la responsabilità

I nostri temi

IL VIAGGIO

Francesco

nella culla

dell’islam

STEFANIA FALASCA

Appena rientrato a Roma da Panama, il Papa è di nuovo in partenza. Lo at- tende uno dei viaggi più si-

gnificativi del pontificato:

da domenica a martedì sarà

infatti negli Emirati Arabi

A pagina 3

a martedì sarà infatti negli Emirati Arabi A pagina 3 MIGRAZIONI Anche il muro d’America simbolo

MIGRAZIONI

Anche il muro d’America simbolo inutile

MAURIZIO AMBROSINI

La contesa sul finanzia- mento delle opere per il completamento del muro

al confine con il Messico

sta provocando negli Stati

Uniti un conflitto politico

di inedita gravità

A pagina 3

Salvini: nessuno mi può giudicare

Spiraglio per la Sea Watch: Conte trova 5 Paesi disponibili ad accogliere i migranti

MARTINA (PD)

TAJANI

«Mobilitarsi è un dovere»

«Ora la Lega stacchi la spina»

Celletti e d’Angelo

 

a pagina 7

La situazione della Sea Watch 3, ferma da sei giorni in rada da- vanti a Siracusa, sembra essere vicina a una svolta dopo l’aper- tura – incassata ieri dal premier Conte – di 5 Paesi europei, che ora si dichiarano pronti ad ac- cogliere i 47 migranti a bordo della nave. Si tratta di Francia,

Germania, Portogallo, Roma- nia e Malta. Salvini mette M5s alle strette sul caso Diciotti: «Il Senato dica "no" al processo nei miei confronti». Conte in campo: «Mi assumo la respon- sabilità di quella decisione».

Morosini, Scavo, Spagnolo pag. 6-7

PAKISTAN La Corte Suprema rigetta il ricorso dei fondamentalisti. La donna cattolica libera anche di
PAKISTAN
La Corte Suprema rigetta il ricorso dei fondamentalisti. La donna cattolica libera anche di partire
Confermata
l’assoluzione
Asia Bibi:
pazza di gioia
Vecchia a pagina 4
INAIL
Una lunga scia di sangue ha legato, anche nel
2018, fabbriche, cantieri e campi. Sono dram-
matici i dati delle denunce registrate negli
scorsi dodici mesi, di cui 132 soltanto in ago-
sto. L’ultima vittima aveva appena 24 anni e ha
perso la vita precipitando da quindici metri.
«Una tragedia orribile. La carenza di misure
di sicurezza e prevenzione nei luoghi di lavo-
ro, indigna tutti i lavoratori italiani», tuona la
segretaria generale della Cisl Furlan
Ferrario a pagina 9

Ben 1.133 vittime nel 2018 (+10%). Le stragi a Genova e in Puglia

Tre morti al giorno Il lavoro uccide di più

PREVIDENZA INPS

Domande al via per la quota 100 Ecco le regole

 

Iasevoli

 

a pagina 8

BREXIT

May cerca il negoziato Ma la Ue non cede

BREXIT May cerca il negoziato Ma la Ue non cede DISCOTECHE E LOCALI GIOVANI

DISCOTECHE E LOCALI

GIOVANI

A OSTACOLI

Pochi controlli e molta droga

Panama, lezione di accoglienza

 

Napoletano a pagina 13

Poggio a pagina 10

Liut a pagina 16

a pagina 13 Poggio a pagina 10 Liut a pagina 16 Lʼarcipelago delle voci Roberto Mussapi

Lʼarcipelago delle voci

Roberto Mussapi

Il sogno della Bellezza

«U n tempo mi stupivo perché una guerra così lunga/ d’Europa e

d’Asia davanti a Pergamo/ fosse stata causata da una donna./ Adesso

vi comprendo, siete stati saggi,/

Paride e Menelao, tu a rivolerla, / Paride a non volerla cedere. / Fu così

bella che valse la pena// che in suo onore Achille morisse, / e Priamo lodasse le cause della guerra.» Molteplici le cause delle guerre. Spesso economiche, a volte mascherate da valori civili,

patriottici o religiosi. Qui però non

ci riferiamo a una delle tante

tragiche guerre storiche, ma alla prima, che, anche se realmente avvenuta, diviene mito di

fondazione del nostro mondo. Troia esiste e fu assalita e arsa dalla lega dei greci. Ma pur se storica, quella vicenda è mitica, oltre il tempo della storia e del calendario: un poeta, Properzio, il primo ma non l’unico, intuisce il mistero e il segreto di quella terribile contesa: Elena,

moglie di un nobile greco, fuggita con un principe troiano: Elena sarà dell’uno e dell’altro, e mai di nessuno definitivamente. È la bellezza assoluta, irraggiungibile, che nessuno potrà mai definitivamente possedere. La guerra dei primordi è la perversione

di un sogno umanamente

comprensibile: ognuno di noi vuole

la Bellezza, e non comprende che

non può essere solo sua. Ci preesiste.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Agorà

STORIA

Così Traiano sterminò gli ebrei: davvero fu «ottimo principe»?

Cardini a pagina 21

SOCIETÀ

Don Milani maestro anche di sindacato nei ricordi degli allievi

Righetto a pagina 23

SPORT

Lorenzo Musetti, l’astro nascente del tennis italiano

Azzolini a pagina 25

pagina 23 SPORT Lorenzo Musetti, l’astro nascente del tennis italiano A z z o l i

€ 2,50* in Italia — Mercoledì 30 Gennaio 2019 — Anno 155°, Numero 29 — www.ilsole24ore.com

*solo per gli acquirenti edicola e fino ad esaurimento copie: in vendita abbinata obbligatoria con i Focus de Il Sole 24ORE (Il Sole 24ORE € 2,00 + Focus € 0,50)

Poste italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004, art. 1, C. 1, DCB Milano

- D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004, art. 1, C. 1, DCB Milano Fondato nel 1865 Quotidiano
- D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004, art. 1, C. 1, DCB Milano Fondato nel 1865 Quotidiano

Fondato nel 1865 Quotidiano Politico Economico Finanziario Normativo

1865 Quotidiano Politico Economico Finanziario Normativo Telefisco 2019 Arrivano i chiarimenti sulle novità

Telefisco 2019 Arrivano i chiarimenti sulle novità fiscali:

dalle 9,00 di domani l’appuntamento con esperti ed Entrate

Conto alla rovescia per Telefisco 2019. L’appuntamento, in più di 160 sedi, è per domani, 31 gennaio, a partire dalle 9. In arrivo i chiarimenti degli esperti del Sole 24 Ore e di Entrate, Gdf e Mef

—a pagina 19

del Sole 24 Ore e di Entrate, Gdf e Mef —a pagina 19 FTSE MIB 19701,60
del Sole 24 Ore e di Entrate, Gdf e Mef —a pagina 19 FTSE MIB 19701,60

FTSE MIB 19701,60 +0,48% | SPREAD BUND 10Y 245,70 +1,20 | €/$ 1,1422 +0,04% | BRENT DTD 61,75 +2,64%

| Indici&Numeri w PAGINE 28-31

L’asta BoT fa il pieno:

i tassi a sei mesi tornano sotto lo zero

CONTI PUBBLICI

Emissione da 6,5 miliardi con richieste per 11,8 Il rendimento a -0,025%

Tria a Washington: il debito è alto ma sostenibile, investimenti da aumentare

Dopo un 2018 all’insegna della vola-

tilità, per i titoli di Stato le prime set- timane dell’anno si confermano orientate in direzione opposta. Il rendimento dei BoT semestrali è tornato negativo per la prima volta dall’aprile scorso: -0,025%. Il Tesoro

ha collocato Buoni a sei mesi per 6,5

miliardi, con una domanda che ha toccato 11,833 miliardi. Numeri che

lasciano ben sperare in vista del col- locamento di titoli a lunga scadenza

di oggi. Segnali positivi anche dal

secondario, con il tasso del BTp de-

cennale sotto il 2,7% (spread BTp- Bund a 243). Se sui mercati sembra tornato un

clima di fiducia, nuovi rischi si anni- danonell’andamentodell’economia reale, nelle variabili di finanza pub- blica e dunque della tenuta della manovra. Arrivano nuove previsio-

ni al ribasso: per il Ref crescita zero

nel 2019. Domani l’Istat darà la sti- ma sul Pil nel 4° trimestre 2018 . Intanto il ministro Tria - in mis- sione a Washington - rassicura gli investitori americani: l’Italia non è

un Paese a rischio. E anche il suo ele-

vatodebitopubblicononèoggime-

no sostenibile rispetto al passato.

Barlaam, Franceschi, Pesole,

Trovati alle pagine 2-3

DURATA 5 ANNI

La Grecia torna sul mercato:

bond al 3,6%

Per la prima volta dall’uscita dal “bailout” nell’agosto scorso, la

Grecia è tornata sul mercato dei capitali e ha raccolto 2,5 miliardi di euro con l’emissione di bond quinquennali. Il rendimento spuntato del 3,6% è leggermente inferiore al range iniziale propo-

sto, in quanto la domanda è

risultata robusta, pari a circa

quattro volte l’offerta: un suc- cesso per il Paese. Stefano Carrer a pag. 3

Pensioni, via libera alle domande Già 800 richieste per Quota 100

PREVIDENZA

Il Senato ha approvato il Decreto semplificazioni che ora passa alla Camera

Via libera dell’Inps alla presenta- zionedelledomandeperaccedere alla pensione con Quota 100: alle

19 di ieri già pervenute 800 richie- ste. Al Senato primo via libera al Decreto semplificazioni, che ora

va

alla Camera.

alle pagine 4 e 18

CONCORSI

SEGRETARIO

SCOLASTICO:

2.004 POSTI 102MILA IN CORSA

di Eugenio Bruno e Claudio Tucci

P er centomila e più dipendenti pubblici che si preparano a uscire dalla Pa

sfruttando il maxi-scivolo di “quota 100” ce ne sono altrettanti che aspirano a entrare. Per fare il “capo segreteria” nelle scuole. Lo confermano i dati diffusi ieri dal Miur: sono 102.900 i candidati alla carica di direttore dei servizi

generali e amministrativi degli istituiti. A fronte di 2.004 posti a bando. In pratica meno del 2% ci riuscirà. Una massa enorme di aspiranti Dsga, dunque. Che si spiega solo in parte con i 20 anni

di attesa della selezione

ordinaria per questo profilo professionale. Dietro la corsa alla domanda si legge la fame da “posto fisso” che continua a caratterizzare il nostro Paese. Specialmente al Sud. Se è vero che solo da Campania e Sicilia arriva oltre un terzo delle

richieste.

—Continua a pagina 5

«Le coperture? La scommessa si gioca con l’Europa». Il sottosegretario alle Infrastrutture, Armando Siri, spiega

«Le coperture? La scommessa si gioca con l’Europa». Il sottosegretario alle Infrastrutture, Armando Siri, spiega al Sole 24 Ore i piani economici della Lega

Intervista Siri: «Flat tax per tutti, tagli all’Ires e al primo scaglione Irpef»

Manuela Perrone

a pag. 4

al primo scaglione Irpef» Manuela Perrone — a pag. 4 AGEVOLAZIONI PER LE AUTO DA ROTTAMARE
al primo scaglione Irpef» Manuela Perrone — a pag. 4 AGEVOLAZIONI PER LE AUTO DA ROTTAMARE
al primo scaglione Irpef» Manuela Perrone — a pag. 4 AGEVOLAZIONI PER LE AUTO DA ROTTAMARE
al primo scaglione Irpef» Manuela Perrone — a pag. 4 AGEVOLAZIONI PER LE AUTO DA ROTTAMARE
al primo scaglione Irpef» Manuela Perrone — a pag. 4 AGEVOLAZIONI PER LE AUTO DA ROTTAMARE
al primo scaglione Irpef» Manuela Perrone — a pag. 4 AGEVOLAZIONI PER LE AUTO DA ROTTAMARE
al primo scaglione Irpef» Manuela Perrone — a pag. 4 AGEVOLAZIONI PER LE AUTO DA ROTTAMARE
al primo scaglione Irpef» Manuela Perrone — a pag. 4 AGEVOLAZIONI PER LE AUTO DA ROTTAMARE

AGEVOLAZIONI PER LE AUTO DA ROTTAMARE

IMAGOECONOMICA

pag. 4 AGEVOLAZIONI PER LE AUTO DA ROTTAMARE IMAGOECONOMICA La più diffusa. La versione base della

La più diffusa. La versione base della Punto prima serie (la 55 tre porte) prodotta dal 1993 al 1999

Bollo al 50% per le utilitarie vecchie

Anche i modelli più popolari hanno diritto a pagare

metà bollo se hanno più di 20 anni. Lo prevede l’ulti- ma legge di Bilancio che, contrariamente al passato,

di fatto non fa distinzioni in base al pregio storico

dell’auto: basta avere un certificato, che normal-

mente viene rilasciato badando solo alle condizioni

in cui la vettura è stata conservata. La legge di Bilan- cio inoltre contrasta con le norme mantenute ancora in vigore dalle Regioni Lombardia, Emilia Romagna

Maurizio Caprino a pagina 9

e Lazio.

Borsa Italiana continua a sperare:

«Luxottica resti quotata anche da noi»

OGGI ARRIVA CONTE

Il ceo Jerusalmi: quando un titolo è quotato su due piazze, Milano scambia di più

Avere un mercato azionario effi- ciente, attraente per investitori e società e anche rappresentativo dell’economia non è scontato. Piazza Affari sta per perdere una

stardellistinocomeLuxottica,con-

seguenza del reverse merger con

Essilor,chetecnicamentecompor-

ta

il delisting dell’incorporata. Fat-

to

sta che la speranza dell’ad di Bor-

sa

italiana, Raffaele Jerusalmi, e di

tantiazionistiitaliani,ècheLuxot-

tica rientri in quotazione anche a

Milano, in aggiunta a Parigi dove è trattato il big francese con il quale si

sta integrando. «Ostacoli al dual li-

sting?Assolutamenteno»,sottoli-

nea Jerusalmi che ricorda come «tutte le volte che si è presentata questa situazione - vedi Ferrari,

Cnh, Fca, Stm - a Milano si scambia

di più. La stessa Luxottica era quo-

tata a New York prima di sbarcare a Piazza Affari e quando lo ha fatto la liquidità si è spostata a Milano». Antonella Olivieri a pag. 13

-27

percento

A Biella le aziende attive nel distretto tessile, abbigliamento e confezioni erano oltre 900 dieci anni fa. Oggi

sono meno di 670

Distretti

A Biella apre la

prima filatura cinese: così

il polo tessile piemontese

si trasforma

Carlo Andrea Finotto

a pag. 8

STIME 2018

Moda italiana, ricavi verso i 100 miliardi

La moda italiana continua a

crescere. Con ricavi 2018

stimati a quota 95,7 miliardi

di euro, in salita dello 0,9%

rispetto al 2017. Merito, come accade ormai da anni, delle esportazioni che non solo nel

2018 sono salite del 2,6%,

arrivando a quota 63,4 miliar-

di di euro, ma hanno anche

aumentato il loro “peso” nel

giro d’affari del settore tessi- le-moda-accessori: nel 2018, infatti, hanno assorbito il 66,3% dei ricavi di settore,

contro il 65,1% del 2017. Lo rilevano le stime di Confindu- stria Moda, diffuse ieri a Milano in occasione della presentazione del libro «Lo stato della moda». Sul fronte export, le incertezze per il

2019

arrivano da Cina e Rus-

sia.

Marta Casadei a pag. 8

PANORAMA

BREXIT

Rivincita della May:

«No a un rinvio» Ora Londra vuole riaprire le trattative

Sospiro di sollievo per il premier in- glese May: la Camera dei Comuni ha

bocciato l’emendamento a favore di un rinvio della Brexit in caso di stallo prolungato in Parlamento. Approva- to un emendamento contro un’uscita «nodeal».Londraoravuolerivedere l’intesa con l’Unione europea. Il por- tavoce di Bruxelles chiude: «Accordo

non rinegoziabile».

a pagina 17

LE DENUNCE ALL’INAIL

Infortuni sul lavoro:

+10% quelli mortali nel 2018

In aumento le denunce di infortuni e morti sul lavoro nel 2018 presentate all’Inail. Le denunce di infortunio tra gennaio e dicembre - fa sapere l’Isti- tuto - sono state 641.261 (+0,9% ri- spetto al 2017); di queste, 1.133 con esi- to mortale (+10,1%, ossia 104 in più ri- spetto alle 1.029 del 2017). a pagina 18

TELEVISIONE

De Agostini e Fox entrano in partita per l’acquisto dei canali tv Sony

Andrea Biondi

—a pagina 12

STATI UNITI-CINA

L’accusa a Huawei pesa sui negoziati commerciali

Per gli Usa il gruppo cinese Huawei è responsabile di furto di segreti com- merciali, frode bancaria per la viola- zione delle sanzioni contro l’Iran, ostruzione giudiziaria. La vicenda ri- schia di pesare sui negoziati commer- ciali tra i due Paesi in programma oggi e domani a Washington. a pagina 16

LA GESTIONE DEL CAPITALE
LA
GESTIONE
DEL
CAPITALE

UMANO

p a g i n a 1 6 LA GESTIONE DEL CAPITALE UMANO Competenze digitali, formazione

Competenze digitali, formazione solo in quattro

aziende su dieci

Le digital skills, le competenze digi- tali, sono sempre più richieste sul mercato del lavoro ma in pochi san- no maneggiarle davvero. I lavora- tori, pur tendendo la mano verso l’intelligenza artificiale di cui giudi- cano positivamente l’impatto, si sentono sotto pressione per il basso livello formativo. Le imprese che dicono di offrire corsi specializzati per fare fronte alla digitalizzazione sono il 41%. Magnani a pag. 26

MERCOLEDÌ 30 01 19 ANNO 44 N° 25 Fondatore Eugenio Scalfari SaluteSalute Domani l’inserto Dalla
MERCOLEDÌ
30
01
19
ANNO 44
N° 25
Fondatore Eugenio Scalfari
SaluteSalute
Domani l’inserto
Dalla postura alla dieta, come si combatte il mal di schiena
In Italia
LE IDEE
€ 1,50
Diciotti, Conte: io responsabile
I 5S si piegano ancora a Salvini
SIAMO TUTTI
UN PO’ GENTE
E UN PO’ ÉLITE
Gustavo Zagrebelsky
Roma
Roma
Min
Min
3
3
˚C
˚C
Max
Max
9
9
˚C
˚C
Verso il no al processo. Sea Watch, la Ue apre: fate sbarcare i migranti, poi saranno distribuiti
Milano
Milano
La riforma
L’analisi
L a vita dei migranti, in
cambio della vita del
governo. È una penosa
Min
Min
-1
-1
˚C
˚C
Max
Max
2
2
˚C
˚C
L’INTOCCABILE
E GLI IPOCRITI
Massimo Giannini
commedia pirandelliana quella
che Conte, Salvini e Di Maio
stanno recitando sulla pelle
degli ultimi della Terra. Devono
difendere l’indifendibile.
Quota 100, in un giorno 800 domande
Ecco chi può chiedere la pensione
e quando vanno presentati i documenti
L’ articolo di Alessandro
Baricco E ora le élite si
mettano in gioco ha dato
impulso a un dibattito
intorno a quest’affermazione:
tra le élite e la gente si è rotto
pagina 23
servizi da pagina 2 pagina 5
ROSARIA AMATO, pagina 6
Le immagini
“un certo patto”, e la gente
adesso ha deciso di fare da
sola. I commenti che ne sono
seguiti hanno assunto queste
proposizioni come punto di
partenza obbligato. A me
pare, tuttavia, che
contengano qualcosa di
ambiguo, forse di fuorviante.
Provo a chiarire i perché di
un disagio non solo
concettuale.
pagine 26 e 27
DAZI E SPIE
ALL’OMBRA
DI HUAWEI
Filippo Santelli
O ggi pomeriggio,
quando Stati Uniti e
Cina si siederanno al
Fiumi a confronto: le lastre di ghiaccio a Chicago, negli Stati Uniti, e la secca del Darling in Australia
RICH HEIN/AP E MARK EVANS/GETTY
Usa-Australia, i due volti del clima pazzo. E Trump ci scherza su
tavolo delle trattative
commerciali, avranno un
elefante nella stanza. Si
chiama Huawei e sarà difficile
da ignorare, visto che da
qualche ora ha riportato a
livelli di guardia la tensione
tra le due superpotenze. Il
dipartimento di Giustizia
americano ha formalizzato le
accuse nei confronti del
colosso delle tlc di Shenzhen
e della sua vice presidente
Meng Wanzhou.
con
Spy Stories
€ 9,40
pagina 19
LUCA FRAIOLI, pagina 22
Il personaggio
Il mullah Baradar
TENETE FUORI
LATINO E GRECO
DALLA RISSA
Prezzi di vendita
all’estero:
FEBBRE E CONGESTIONE NASALE
Il talebano stanco di guerre
che ora tratta con l’America
Maurizio Bettini
DUE AZIONI CONTRO L’INFLUENZA:
combatte la
Ahmed Rashid
C irca due mesi fa il
FEBBRE
DECONGESTIONA
rapidamente e con effetto prolungato
ministero dell’Istruzione
Austria, Germania
€ 2,20 – Belgio,
Francia, Isole
Canarie,
Lussemburgo,
Monaco P., Grecia,
Malta, Olanda,
Slovenia € 2,50 -
Croazia
KN 19 – Regno
Unito GBP 2,20 –
Svizzera CHF 3,50
ha fatto conoscere la
riforma della seconda prova per
l’esame dei licei classici: quella
di greco e latino. Su questo
giornale essa è stata oggetto di
una violenta stroncatura di
IN ACQUA
CALDA O
FREDDA
È un medicinale. Leggere attentamente il foglio illustrativo.
Federico Condello, il quale è
giunto a definirla “istigazione
all’idiozia”. Ehilà! Uno ha
ragione di domandarsi che cosa
mai abbia combinato il Miur.
Non somministrare al di sotto di 12 anni. Autorizzazione del 17/04/2018.
pagina 11
pagina 22
Sede: 00147 Roma, via Cristoforo Colombo, 90 - Tel. 06/49821, Fax 06/49822923 - Sped. Abb. Post., Art. 1, Legge 46/04 del 27 Febbraio 2004 - Roma - Concessionaria di pubblicità: A. Manzoni & C. Milano - via Nervesa, 21 - Tel. 02/574941, e-mail: pubblicita@manzoni.it
Oggi Coding, la lingua del futuro

1.963.000 lettori (dati Audipress 2018/II)

1.963.000 lettori (dati Audipress 2018/II) IL PICCOLO GRANDE LIBRO DEI NONNI IN EDICOLA A € 6,90
1.963.000 lettori (dati Audipress 2018/II) IL PICCOLO GRANDE LIBRO DEI NONNI IN EDICOLA A € 6,90

IL PICCOLO GRANDE LIBRO DEI NONNI

IN EDICOLA A € 6,90

IN PIÙ

GRANDE LIBRO DEI NONNI IN EDICOLA A € 6,90 IN PIÙ MERCOLEDÌ 30 GENNAIO 2019 |
GRANDE LIBRO DEI NONNI IN EDICOLA A € 6,90 IN PIÙ MERCOLEDÌ 30 GENNAIO 2019 |

MERCOLEDÌ 30 GENNAIO 2019 | € 1,50 | Anno 161 - Numero 29 |

30 GENNAIO 2019 | € 1,50 | Anno 161 - Numero 29 | Anno 20 -

Anno 20 - Numero 29 | www.lanazione.it

FIRENZE

- Numero 29 | Anno 20 - Numero 29 | www.lanazione.it FIRENZE IL MINISTERO DEI BENI

IL MINISTERO DEI BENI CULTURALI CHIEDE NUOVE CARTE

Peretola, nuovo rinvio Un cavillo blocca la pista

MUGNAINI · Nel QN e in Cronaca

DEI BENI CULTURALI CHIEDE NUOVE CARTE Peretola, nuovo rinvio Un cavillo blocca la pista MUGNAINI ·
cavillo blocca la pista MUGNAINI · Nel QN e in Cronaca IL COMMENTO di RAFFAELE MARMO

IL COMMENTO

di RAFFAELE MARMO

IL VALZER DELL’IPOCRISIA

T UTTI finiti dentro le rispettive e speculari trappole. E così, alla

fine o a metà dell’ennesimo psicodramma politico-giudiziario italiano, il caso Salvini-Diciotti-immunità si rivela per quello che è:

l’esemplificazione (ulteriore) del fallimento concreto degli inganni ideologici e dei vessilli propagandistici di leader e partiti di maggioranza e opposizione. · A pagina 2

IL COMMENTO

di GABRIELE CANÈ

CONFUSIONE DI RUOLI

S E VOGLIAMO

semplificare, alla

Freccero, potremmo

dire che la morale è molto semplice: in tv l’audience dei figli ricade sui padri. Insomma, il flop di Grillo in prima serata, secondo il direttore di Rai2, è soprattutto colpa dell’interesse suscitato da Di Maio ospite di Porro a Quarta Repubblica su Rete4:

il delfino che sottrae ascolti al fondatore. Colpito e affondato.

· A pagina 4

Quota 100, corsa alla pensione

L’Inps apre le iscrizioni: 800 domande in poche ore. La nostra guida

MARIN · A pagina 7

RAISHAREAL4%.FRECCEROSOTTOACCUSA.IPARERIDIBAUDOEMAGALLI CCAARRBBUUTTTT CARBUTTI II e ee DEGLI II DDEEGGLL AANNTTOONN
RAISHAREAL4%.FRECCEROSOTTOACCUSA.IPARERIDIBAUDOEMAGALLI
CCAARRBBUUTTTT
CARBUTTI II
e ee
DEGLI II
DDEEGGLL
AANNTTOONN
ANTONI II
· ··
Alle AAllll ee
pp aa gg ii nnee
pagine
4 44
e ee
55 5

Famiglie al verde, addio gita scolastica

Problemi economici e prof poco disponibili: uno studente su due resta a casa

PROSPERETTI e BUTICCHI · A p. 13

IL CASO SEA WATCH

IL CASO SEA WATCH Pronta l’intesa La Ue accoglie alcuni migranti FARRUGGIA · A pagina 2

Pronta l’intesa La Ue accoglie alcuni migranti

FARRUGGIA · A pagina 2

M5S AL BIVIO

Processo Salvini Conte lo blinda:

«Indagateme»

POLIDORI · A pagina 3

SOS DELL’AUTHORITY

Privacy violata Le nostre vite sotto attacco

PASSERI e PEREGO · Alle p. 8 e 9

vite sotto attacco PASSERI e PEREGO · Alle p. 8 e 9 y(7HA3J1*QSQPTQ( +;!z!#!@!” HANNO CANTATO

y(7HA3J1*QSQPTQ( +;!z!#!@!”

HANNO CANTATO A PANAMA PER IL PAPA

Il Volo, festa

a Sanremo

«Dieci anni dimusica col cuore»

SPINELLI · A pagina 30

HANNO CANTATO A PANAMA PER IL PAPA Il Volo, festa a Sanremo «Dieci anni dimusica col
HANNO CANTATO A PANAMA PER IL PAPA Il Volo, festa a Sanremo «Dieci anni dimusica col

Prima per Agenzie 30 01 2019:Layout 1

29/01/2019

22:05

Pagina 1

per Agenzie 30 01 2019:Layout 1 29/01/2019 22:05 Pagina 1 www.nuovocorrIerenAzIonALe.coM |
www.nuovocorrIerenAzIonALe.coM | fAceBook.coM/nuovocorrIerenAzIonALe MercoLedì 30 gennAIo 2019 | Anno 1 | nuMero 220
www.nuovocorrIerenAzIonALe.coM | fAceBook.coM/nuovocorrIerenAzIonALe
MercoLedì 30 gennAIo 2019 | Anno 1 | nuMero 220
MercoLedì 30 gennAIo 2019 | Anno 1 | nuMero 220 L’A nALISI calenda, non dirmi con

L’AnALISI

calenda, non dirmi con chi vai ma

cosa vuoi fare

Maglie,

Pagina

8

non dirmi con chi vai ma cosa vuoi fare M aglie , P agina 8 Processo,

Processo, iltrappolone di Salvini

Diciotti, il dietro-front del leader leghistafibrillail M5S: coerenza orealismo?Eil Governorischia

di

Sandro

roazzi

C aso Diciotti, il ministro Salvini o tutto il Governo alla sbarra? L’interrogativo piomba come un ariete alla vigilia della discussione in Senato

sulla richiesta dei (

)

Segue

alle

Pagine

4-5

QuirinaLe

Q uirinaLe

Decreti omnibus,

la ‘tregua’

di Mattarella è finita

A vevamo scritto

che, con il di-

scorso di capo-

danno, Mattarella aveva

avvertito che il tempo dato al Governo per as- sestarsi era finito. E, in- fatti, cala la prima scure.

Pagine

4-5

era finito. E, in- fatti, cala la prima scure. Pagine 4-5 L’I ntervento paragone: mai più
era finito. E, in- fatti, cala la prima scure. Pagine 4-5 L’I ntervento paragone: mai più

L’Intervento

paragone: mai più le banche prima di coloro che soffrono

Pagina

7

mai più le banche prima di coloro che soffrono P agina 7 L’Intervista. Il commissario Ue
L’Intervista. Il commissario Ue sulla crisi Italia-Francia Moscovici:Italia,siamo unitidallastoria
L’Intervista. Il commissario Ue sulla crisi Italia-Francia
Moscovici:Italia,siamo
unitidallastoria
Bastacomportarsicosì
C ommissario Pierre
Moscovici, Emma-
nuel Macron ha
parlato del grande dibat-
tito (il Presidente ha lan-
e sta partecipando a in-
contri in ogno zona della
Francia, ndr) che avrà
profonde conseguenze
per il progresso del
Paese. Il Capo dello (
)
ciato un grande dibattito
Segue
alle
Pagine
10-11

La Vergogna

L a V ergogna

MortI SUl lavoro, Il 2018 anno nEro IpocrISIE E GravI rESponSabIlItà

Pagine

4-5

L’indagine

L’i ndagine

ItalIanI, la cUltUra

nEl

pIatto

Il 45 pEr cEnto vIaGGIa pEr cIbo

Verdi,

Pagina

14