Sei sulla pagina 1di 2

PAESE :Italia AUTORE :N.D.

PAGINE :18
SUPERFICIE :39 %

25 gennaio 2019 - Edizione Pesaro

Biologiamarina, il centro di ricercaavanza


Prestolafirmasullaconvenzionefraletreuniversità.AncheilCnrincampo
all’immobile che lo deve ospita-
FANO MARINE Laboratory: è re». Il Centro è stato fortemente
il nuovo centro di ricerca che sor- voluto dal sindaco Massimo Seri
gerà a Sassonia (nell’ex sede del che ha svolto un’importante ope-
Laboratorio di Biologia Marina)
dalla collaborazione di tre univer- ra di mediazione tra gli enti coin-
sità (Alma Mater di Bologna pro- volti. Il Comune, tra l’altro, do-
prietaria dello stabile, l’Universi- vrebbe fornire il servizio di guar-
tàCarlo Bo di Urbino e l’Universi- diania per le visite all’acquario e
tà Politecnica delle Marche), Cnr al museo ottenendo in cambio
e Stazione Zoologica Anton l’ingresso gratuito per i fanesi. I
Dohrn di Napoli. La convenzio- piani superiori dell’ex Laborato-
ne tra atenei, istituti di ricerca e rio di Biologia Marina, che sarà
Comune di Fano è ormai pronta e soggetto ad un restyling comple-
sarà firmata nei prossimi giorni, to, ospiteranno le attività di ricer-
seguirà il protocollo d’intesa che ca e i laboratori. «Tutti gli enti
sarà siglato a giugno. Fano Mari- metteranno a disposizione risorse
ne Laboratory dovrebbe iniziare importanti – chiarisce il professor
ad operare prima dell’estate per-
ché subito dopo la stipula della Danovaro– anche selo sforzo eco-
convezione i ricercatori potranno nomico maggiore lo farà la Stazio-
trasferirsi nel centro di Sassonia. ne zoologica disponendo, attraver-
Insieme al personale arriveranno so i Pon (Programma operativo
nazionale), di maggiori risorse».
a Fano le imbarcazioni per la ri-
cerca in mare. Al piano terra L’INVESTIMENTO complessi-
dell’ex Laboratorio di Biologia vo in nuove attrezzature sarà di
Marina troveranno posto l’acqua- circa 2 milioni di euro a cui si ag-
rio, sul quale saranno investiti giungerà la presenzadi 3-4 imbar-
600 mila euro (l’inaugurazione cazioni
è per la ricerca scientifica
prevista per il prossimo anno), e ilin mare. «LaStazione zoologica
museo del mare, entrambi aperti Anton Dhorn – fa notare il profes-
al pubblico. «Credo sia un dovere sor Danovaro – sta coordinando
un progetto di monitoraggio
delle università e degli enti di ri-
sull’impatto delle piattaforme
cerca – spiega il professor Rober-
dell’Eni in Adriatico e potremmo
to Danovaro, presidente della Sta- partire dal porto di Fano. Stesso
zione zoologica Anton Dhorn di discorso per un altro progetto
sempre sulle piattaforme, che de-
Napoli – essereaperti e trasparen-
ve ancora essereavviato, e che sa-
ti e far comprendere ai cittadini rà coordinato dal Cnr». «Il Centro
in quale direzione va la ricerca e di Sassonia – prosegue Danovaro
comesono utilizzatele risorse a lo- – tornerà di nuovo a vivere e ad
ro assegnate».Per quanto riguar- esprimere tutte le suepotenzialità
da l’acquario «saràrifatto ex novo con una presenza ricchissima di
– assicura il professor Danovaro ricercatori, personaletecnico, stu-
–, saràuna struttura di ultima ge- denti, borsisti e assegnistie una at-
nerazione anche se dimensionata tività di ricerca febbrile. Si occu-
all’immobile che lo deve ospita- perà di tutte le risorse biologiche

Tutti i diritti riservati


PAESE :Italia AUTORE :N.D.
PAGINE :18
SUPERFICIE :39 %

25 gennaio 2019 - Edizione Pesaro

perà di tutte le risorse biologiche


marine, diinquinamento, di soste-
nibilità ambientale e di biotecno-
logie marine. Lebiotecnologie ap-
plicate al mare potrebbero offrire
potenzialità straordinarie per nuo-
vi farmaci, nuovi composti, per
prodotti della bellezza, per la nu-
traceutica e la cosmoceutica». Fa-
no Marine Labortory saràun hub
della ricerca «dove si metteranno
a sistema le infrastrutture e il capi-
tale umano».
Anna Marchetti
I TEMPI
Il ‘Fano Marine Laboratory’
dovrebbe iniziare a operare
prima dell’estate

A SASSONIA La sede di Biologia Marina; nel tondo, Roberto Danovaro

Tutti i diritti riservati