Sei sulla pagina 1di 10

0as11

0as11
L’idea del progetto alta efficienza energetica, a basso impatto piani interrati è previsto un parcheggio per 300 Si intende proporre un’area dedicata al
La straordinaria occasione fornita dal progetto di ambientale ma anche nella gestione, nell'offerta posti auto che è in collegamento diretto sia con commercio organizzata con spazi di
una città dei bambini a Frattamaggiore (CIBAF) commerciale, per l’attenzione alle fasce sociali la Casa dei Bambini sia con lo spazio pubblico esposizione, vendita, informazione e attività
permette di introdurre un nuovo paesaggio nel più deboli. Qui i bambini, contrariamente a esterno. Per gli aspetti pedagogici si prevede la inerenti gli ambiti del biologico, commercio equo-
denso contesto urbano e mira alla realizzazione quanto accade un po’ ovunque nelle nostre città, predisposizione di: solidale, finanza etica, turismo responsabile,
di una ampia area completamente pedonale. Il sono previsti. Tutto è a misura di bambino, ogni - Pannelli illustrativi dei diversi contesti del energie rinnovabili, riciclo e riuso di materiali,
progetto trae spunto dagli aspetti negativi della attività, ogni elemento architettonico, ogni progetto multilingue e in braille; che può costituire un’opportunità educativa
localizzazione, all'interno di un tessuto edilizio elemento di arredo urbano, ogni spazio è - - Opuscolo guida che spieghi ai bambini cos’è valida e coinvolgente. Visitare questi spazi
quasi privo di spazi pubblici in un area pensato in questo senso. Il progetto vuole la bio architettura, come è stata potrebbe essere per una scolaresca
metropolitana continua senza pause e punti in mettere in rilievo gli usi attuali della canapa. concretamente realizzata nella città dei un'esperienza preziosa: significherebbe vivere
cui trarre un respiro. Totalmente in discontinuità Abbandonata circa 50 anni fa per l'elevato costo bambini e soprattutto perché è importante e un luogo in cui è possibile toccare con mano
con quanto gli sta intorno il progetto rappresenta di lavorazione e per l'introduzione sul mercato di sarà sempre più necessaria. Sono un cosa vuole dire fare “altra economia”. Le
un'oasi nel tessuto urbano, una “smagliatura” prodotti di sintesi ritorna ora con sempre cittadino sostenibile? Opuscolo che per le ragazze e i ragazzi che verranno al CIBAF
urbana con valenza ambientale. Si prediligono maggiore attenzione dei consumatori e delle diverse fasce d’età proponga gesti significativi conosceranno in prima persona le opportunità
gli spazi per il gioco sia al chiuso che all’aperto e aziende. Come è noto con le materie prime della per diventare un ‘cittadino sostenibile’, che esistono oggi per contribuire a ridurre le
gli spazi per il benessere e la salute (giardini, canapa si possono produrre, in modo pulito ed riportando il concetto di sostenibilità iniquità e il degrado generati dall’economia
orto, palestra). La parte di progetto costruita è economicamente conveniente, tessuti, carta, all’esperienza quotidiana dei bambini e tradizionale. La visita insegnerà loro la logica e
ridotta al minimo e la maggior parte delle cosmetici, alimentari, plastiche, vernici, offrendo lo spunto per semplici le strategie dell'altra economia sia attraverso il
coperture sono rese calpestabili. Questo combustibili, materiali per l'edilizia. La canapa comportamenti eco-sostenibili. Una sorta di contatto con luoghi, persone, oggetti e modalità
consente di “restituire” le superfici edificate alla potrebbe ritornare nel nostro quotidiano tra Ecogalateo; di lavoro diverse, sia attraverso gli
fruizione pubblica. Il progetto risponde alle tradizione e futuro. Sul piano culturale e - - La Memoria. Della canapa e del lavoro. approfondimenti didattici offerti, anche in forma
aspettative del bando di concorso attraverso la informativo in Italia si potrebbe fare molto di più Mostra fotografica e, recuperando utensili e di laboratori e giochi di ruolo. Si potrebbe inoltre
realizzazione di un grande spazio pubblico e il CIBAF offre una nuova opportunità. Nel macchinari, di archeologia industriale che introdurre per alcuni locali la pratica del
aperto quale teatro di nuove relazioni sociali tra progetto si prevede la realizzazione di spazi per racconti il genius loci. Con laboratorio Temporary Shop. Un nuovo concetto di negozio
generazioni che richiama gli spazi aperti della la promozione e vendita dei prodotti oltre che illustrato che consenta ai bambini di produrre temporaneo, un punto vendita a tempo
memoria legati alla lavorazione della canapa. Il all’informazione ma soprattutto se ne prevede una corda. determinato utilizzando location rappresentative
progetto non è solo rivolto con lo sguardo al l’impiego edilizio (isolanti termici; compensati, Il polo culturale e sociale e inedite. A volte durano un mese e sono utili per
passato, ma anche e soprattutto al futuro con la vernici a base di olio di canapa, l’impasto Le attività che seguono sono fra quelle che lanciare dei nuovi prodotti, soprattutto quelli a
realizzazione di un intervento autonomo dal cementizio). potrebbero garantire un uso a tempo continuato tiratura limitata. Lo scopo del Temporary shop è
punto di vista energetico e a basso impatto La casa dei bambini degli spazi di progetto: un cinema con due sale lo stesso di quello di una tradizionale campagna
ambientale. Perché la città dei bambini si Il progetto propone un programma innovativo e (95 e 83 posti), dove si potrebbe prevedere la pubblicitaria, ma l’effetto finale è quello di dare la
collochi in un contesto “adeguato” sarebbe attrattivo perché prevede il coinvolgimento delle visione di film d’animazione di corto e medio sensazione di partecipazione ad un vero e
auspicabile che nel comune avvenissero una famiglie e delle scuole. La Casa dei Bambini è metraggio, film rari, ignorati dal circuito proprio evento. Si è ritenuto utile mettere in
serie di iniziative quali per esempio: localizzata nella parte del progetto che fuori commerciale, vincitori di premi internazionali che relazione due attività che possano costituire un
- realizzazione di percorsi casa-scuola sicuri, esce di tre piani con una parte riservata alle sono presentati dal punto di vista dei contenuti e importante punto di riferimento e di
nonché scuola-città dei bambini; esposizioni temporanee e un’ampia area per i delle scelte espressive; uno spazio coperto per aggregazione giovanile: uno spazio di ristoro
- introduzione di traffic calming nella viabilità percorsi tematici dei più piccoli (2-6 anni) e dei lo sport e la danza; spazi per il sociale con un con musica dal vivo e un info-point di
urbana; più grandi (5-16 anni) comprensivo di laboratori centro anziani e spazi per le associazioni orientamento per i giovani. A queste attività in
- introduzione di piste ciclabili e percorsi per l’audiovisivo e una mediateca, una locali che ne chiederanno l’utilizzo. Le particolare è stata attribuita una posizione
preferenziali stazione-città dei bambini. biblioteca, due punti ristoro, uno che si affaccia associazioni culturali cittadine rappresentano un strategica all’interno del progetto.
Le strategie: dal belvedere in copertura e uno che si affaccia patrimonio collettivo di valore inestimabile, Lo spazio esterno
dare più spazio ai pedoni, aumentare le zone sull’area verde, un gadget-store, servizi e uffici energia creativa in movimento, luoghi d'incontro Molte delle attività previste sono all’aperto nelle
pedonali facilita la realizzazione di luoghi per la per l’amministrazione con saletta convegni (per tra persone, culture e generazioni, promozione e aree esterne che sono la parte più importante
socializzazione e permette di rendere più esempio per la formazione e aggiornamento diffusione della cultura in tutte le sue del progetto. Prevalentemente spazi verdi nella
confortevoli le soste insegnanti, pedagoghi). Secondo la filosofia declinazioni; una nursery-baby parking per piazza inferiore che possono diventare un
valorizzare il verde, con nuovi impianti di “impara – gioca – cresci” si prevede la agevolare la frequentazione delle diverse attività laboratorio all’aperto in prosecuzione delle
alberature, prati e aiuole permettono l'aumento realizzazione di percorsi tematici con un esito ai genitori. Si tratta di una struttura dedicata a attività della Casa dei Bambini: esperienze di
di suoli permeabili giovando alla mitigazione finale, ovvero con spazi dove i bambini e i tutti i genitori che hanno la necessità di lasciare osservazione, di esplorazione multisensoriale e
dell'inquinamento e al microclima ragazzi possano realizzare un prodotto legato al per brevi periodi i figli in custodia e necessitano di disegno. Le aree esterne sono intrise di giochi
sviluppare l’animazione culturale, offrire un mix percorso effettuato. E’ previsto inoltre un ampio di un posto sicuro e fidato e che al tempo stesso e aspetti ludici senza pericoli per rendere la
funzionale rivolto a tutte le generazioni e creare spazio di deposito che può anche essere consentono una maggiore socializzazione del percorrenza e la sosta più interessante
un luogo dove si stia “bene insieme”, giovani e utilizzato per la realizzazione di un centro bambino. soprattutto ai più giovani. Il ruolo degli adulti e
meno giovani. La strategia del progetto è evitare ReMida (per il riciclaggio creativo, luogo in cui si Lo spazio del commercio dei più anziani rimane fondamentale, per
il recinto e portare “dentro” anche ciò che promuove l'idea che gli scarti sono risorse)1. Nei esempio nella gestione e manutenzione di alcuni
appartiene al mondo degli adulti. tonnellate di materiali di scarto vengono redistribuite spazi come l’orto che potrebbe realizzarsi in
1
promuovere la sostenibilità, sia nel processo E' un luogo in cui si raccolgono, si espongono e si offrono gratuitamente ogni anno alle Scuole, Enti e Istituzioni che si prossimità del centro anziani. La piazza
costruttivo che prevede un complesso edilizio ad materiali alternativi e di recupero, ricavati dalle rimanenze e occupano di educazione ed assistenza perché ne superiore presenta aree di gioco (skate park,
dagli scarti industriali e commerciali; così parecchie reinventino usi e significati attraverso progetti mirati.
0as11
fontana con getti) e di sosta disseminate un po’ - durata del periodo secco medio annuo che pescaggio;attacchi da 1” filettati per manicotti di spazio esterno opportunamente raffrescato da
ovunque. Il progetto prevede l’impianto di filari di caratterizza la località di Frattamaggiore: aspirazione delle pompe esterne; fontane e piantumazioni, per spingere l’aria
alberature lungo la via G. Giammetta e la via g=60 giorni predisposizione per troppo pieno serbatoio (ø calda interna alla torre verso aperture poste
Vittorio Veneto dove si ritiene di dover infoltire i 100 mm); predisposizione per troppo pieno sotto la copertura, trova applicazione nel
pini esistenti. Pertanto, considerando che il verde a bassa gruppo di filtraggio (ø 100 mm); pompe esterne presente progetto nello spazio verticale che
manutenzione si annaffia una sola volta per ogni dotate di pressostato: Kw 0,6; portata fino a 50 passa attraverso le asole realizzate per ogni
LA SOSTENIBILITÀ ECOLOGICA giorno secco dell’anno, il calcolo del fabbisogno lt/min (3 mc/h); prevalenza fino a 42 mt; piano del blocco principale del complesso
medio annuale per innaffiamento spazi verdi Tetti giardino edilizio. L’aria calda sospinta dall’aria più fresca
Raccolta e riuso delle acque piovane per l’in- complessivamente è pari a: Sulle coperture dei locali seminterrati si realizze- proveniente dall’ampio atrio di ingresso protetto
naffiamento dei giardini e dei tetti verdi e per Qi = 3 litri/mq x 4747 mq x 60 gg. = 854.460 ranno dei giardini pensili che bene si armonizze- dall’esterno da piantumazioni e da fontane che
l’alimentazione a ciclo chiuso dei canaletti e litri ranno con le piantumazioni dei giardini della cor- abbassano la temperatura dell’aria, tende a
delle fontane A questo fabbisogno per innaffiamento si te e contribuiranno a ridurre le superfici riflettenti salire verso la copertura realizzata con materiale
Si è prevista la messa in opera di un sistema di aggiunge l’acqua necessaria per alimentare le con un beneficio complessivo del microclima al- opaco per non far filtrare i raggi del sole e ad
raccolta delle acque piovane provenienti dai tre fontane previste con recupero e rimessa in l’interno del complesso. uscire attraverso vetrate ad apertura regolabile
lastrici solari del volume architettonico posto sul circolo dell’acqua tramite pompe di sollevamento Al di sopra dello strato di impermeabilizzazione poste sul tamburo trasparente che sostiene la
lato ovest dell’area e dalle superfici lastricate alimentate da energia rinnovabile ricavata da si colloca uno strato di terra sufficiente per le calotta di copertura opaca. Il vetro permette sia
delle pavimentazioni del piano di calpestìo a pannelli fotovoltaici. Tale volume d’acqua è pari colture vegetali previste (erba, fiori, arbusti). Per l’ingresso dell’energia raggiante che riscalda la
quota – 4,50 m. Il dimensionamento dei serbatoi complessivamente a Q f = 30.000 lt. Infine proteggere l’impermeabilizzazione dall’azione parte alta dello spazio, sia la fuoriuscita di aria
di raccolta è stato eseguito secondo un giusto l’acqua immessa nei canaletti che solcano il delle radici occorre porre in opera una barriera calda che sale verso l’alto grazie ai moti
compromesso tra fabbisogno d’acqua e piano della corte, anch’essa recuperata e fisica costituita da una lamina di alluminio. Sopra convettivi innescati dall’aria più fresca
disponibilità annua di pioggia. Installare serbatoi stoccata entro gli stessi serbatoi dai quali verrà questa barriera occorre sovrapporre uno strato proveniente dall’atrio dell’edificio. I sistemi di
con capacità eccessivamente elevata non è prelevata, sarà pari a Qc = 9000 lt. considerando drenante di almeno 10 cm. di spessore costituito raffrescamento naturali più efficaci che si
conveniente sia per motivi economici sia perché, che i canaletti avranno una sezione rettangolare da ciottoli e da uno strato filtrante costituito da trovano anche nell’architettura tradizionale
non essendoci un frequente ricambio dell’acqua, 30 x 10 cm ed uno sviluppo complessivo a rete non tessuto di fibre sintetiche imputrescibili al antica utilizzano l’acqua ed i giardini: l’aria,
si potrebbe avere, col tempo, un degrado della di circa 300 m. fine di impedire la penetrazione verso il basso passando sopra la superficie dell’acqua o sopra
qualità di quella stoccata. Pertanto il calcolo definitivo del fabbisogno è pari delle parti più fini del terreno di coltura. Lo strato quella umida dei giardini, cede calore e,
Considerando la piovosità media della zona pari a Q2= Qi + Q f + Qc = 893.460 lt. superficiale è costituito da terreno di coltura di raffreddandosi cade verso il basso ed entra
a 1006 mm./mq/anno, si opera il seguente Il volume complessivo dei serbatoi da interrare almeno 30 cm. di spessore : terra mista a torba, nell’edificio. Il camino solare, esposto
calcolo: nel piano della piazza è pari a V= (Q x g) : 365 . concime e/o sostanze porose come argilla all’irraggiamento, fa aumentare la temperatura
sup. massima lastrici solari utilizzati per Q = valore più piccolo tra Q1 e Q2; espansa. Attorno a ciascuna pianta è opportuno dell’aria al suo interno. L’aria riscaldata, di
convogliare in rete le acque piovane: mq 1237; g = durata in giorni del periodo secco medio che inserire nel terreno una rete a maglia larga che densità inferiore, tenderà a salire aspirando aria
- sup. massima della pavimentazione esterna caratterizza la specifica località. ne favorisce la stabilità. Il pacchetto del giardino dall’interno dell’edificio per scaricarla poi in alto
lastricata posta a quota -4,50 m.: mq 4061; V= (893.460 lt x 60 gg) : 365 = 146.870 litri pensile poggia sui seguenti elementi tecnici letti all’esterno. Per tale sistema è necessario
totale acqua teoricamente accumulabile nel Sarà sufficiente adottare 15 serbatoi da 10.000 dall’alto verso il basso: strato impermeabilizzan- garantire l’approvvigionamento dell’aria fresca
corso dell’anno: litri, interrati al riparo dalla luce solare in vani di te protetto dallo strato anti-radici; massetto di nei locali interessati tramite aperture regolabili, in
Q1 = 1006 mm/mq/anno x 5298 mq = dimensioni cm. 202 x cm 345 e profondi 238 pendenza; strato di separazione; strato di isola- modo da non creare effetti di depressione e per
5.329.788 litri cm. Le acque meteoriche provenienti dalle mento termico; barriera al vapore. Sul piano del sospingere con la pressione dell’aria fresca più
Considerando perdite, evaporazioni, mancati coperture e dalle strade pedonali hanno bisogno tetto-giardino, su una superficie a prato si mette- densa, l’aria calda verso le aperture di
afflussi ed altre cause, la quantità cumulabile nei del solo trattamento primario consistente in una ranno a dimora delle piante a cespuglio ed arbu- espulsione poste in alto verso le parti del
serbatoio dopo il trattamento si riduce del 30% filtrazione indispensabile per eliminare corpi sti. Le specie prescelte e proposte dal progetto fabbricato esposte all’irraggiamento, compresa
circa arrivando a Q1 = 3.730.851 litri circa. estranei in sospensione come foglie, detriti, hanno le caratteristiche di bassa manutenibilità e la parte terminale del camino solare. Nella
Per il calcolo del fabbisogno idrico si adottano i terriccio, raccolti dal dilavamento. Lo stoccaggio di non eccessivo bisogno di acqua. Si tratta di stagione invernale, questi movimenti di aria
seguenti parametri: deve essere effettuato in serbatoi interrati al cespugli ed arbusti di mirto comune, ginestrino, possono essere annullati o diminuiti con le
consumo di acqua per irrigazione aree verdi a riparo dalla luce solare, tali da garantire a lungo lavanda, salvia, finocchietto selvatico, rosmari- chiusure totali o parziali delle aperture regolabili
bassa manutenzione e con piantumazioni che le buone condizioni dell’acqua evitando lo no, palma nana, lentisco, ginepro, oleandro. poste sia all’interno degli ambienti che sulla volta
non necessitano di molta acqua: 3 litri/mq x sviluppo di alghe, batteri e odori sgradevoli. Il L’approvvigionamento idrico sarà fornito dalle che corona il camino solare.
numero di volte in cui si prevede di innaffiare il sistema completo di impianto di raccolta, acque piovane raccolte e stoccate in serbatoi in- Muri Trombe
verde giornalmente; stoccaggio e redistribuzione ai punti di terrati nei giardini della corte (cfr. par.2), con Sui fronti rivolti a sud dei corpi edilizi che
- superficie degli spazi verdi posti sul piano erogazione idrica per l’innaffiamento è costituito pompa esterna, tubo adduttore di salita dell’ac- affacciano sulla corte e destinati a musei ed
da: gronde e bocchettoni di raccolta di acque qua e punto di innaffiamento manuale posto sul esposizioni temporanee, verranno realizzati dei
di calpestìo della corte: S =1723 mq;
piovane dalle coperture;discendenti;pozzetti di tetto-giardino. muri Trombe. Il muro presenta una doppia fila di
- superficie dei tetti-giardino posti sui
raccolta ispezionabili;tubazione inclinata dai aperture, in alto ed in basso, che collegano
camminamenti a quota 0,00 m.: S = 3024
pozzetti al serbatoio interrato; n.15 serbatoi da l’intercapedine e l’ambiente. Nelle ore diurne
mq;
10.000 litri completi di chiusino interrato in vani Camino solare per l’estrazione di aria calda invernali la radiazione solare attraversa la
- volume d’acqua delle tre fontane poste sul di dimensione cm.202 x 345 e profondi cm. 238; nel periodo estivo superficie trasparente, viene assorbita dalla
piano di calpestìo della corte:Va = 30.000 lt. gruppi di filtraggio composti da struttura Il principio del camino solare che preleva lamina metallica scura che riveste la faccia
portafiltro e filtro a sacco;diffusori;sistemi di d’estate aria fresca dal basso proveniente dallo esterna della parete e determina un
0as11
innalzamento della temperatura dello strato tradizionali, garantiscono un migliore risparmio (pianta arbustiva sempreverde dicotiledone fotovoltaici sono realizzati con una lamina di
superficiale del muro. Il calore viene ceduto energetico: infatti l' acqua nei pannelli radianti cir- aromatica, fioritura estiva in spighette lilla);*Mirto silicio molto sottile (1/4 di mm) che, se esposta
all’aria nell’intercapedine per convezione, alla cola a 40°C rispetto ai 70°C dei radiatori. Inoltre a comune °Myrtus communis (pianta arbustiva alla luce, produce una differenza di tensione
superficie trasparente per irraggiamento e, in parità di comfort la temperatura dell’aria si può sempreverde dicotiledone aromatica, fiori bianco sulle due facce di ½ volt. Collegando una
parte, trasmesso per conduzione verso l’interno mantenere 1-2 gradi più bassa rispetto ai sistemi crema nel periodo maggio-luglio; i frutti sono trentina di celle si ottiene una differenza
del muro. L’energia termica che si sviluppa convenzionali perché distribuita in modo più omo- bacche blu-nerastre);*Rosmarino °Rosmarinus potenziale di 16 volt. Collegando più celle in
nell’intercapedine viene immessa dentro geneo. Questi pannelli radianti sono annegati officinalis (pianta arbustiva perenne dicotiledone, serie si ottiene un aumento della tensione in volt;
l’ambiente tramite aperture fluidodinamiche dentro una piccola intercapedine riempita di ciot- foglie persistenti,aromatiche, fiori in spighe collegandole in parallelo, si ottiene un aumento
regolabili poste sul lato alto. L’innalzamento toli di pietra ollare capace di conservare il calore azzurro-viola; fioritura blu-lilla nel periodo della corrente erogabile. Alle celle si può
della temperatura nell’intercapedine innesca un e di trasmetterlo verso l’interno ad impianto spen- ottobre-febbraio); *Salvia °Salvia officinalis collegare una batteria per caricare energia o per
moto convettivo ascensionale to. L’intercapedine è delimitata verso l’interno dei (pianta arbustacea sempreverde aromatica,fiori consumo. Per collegare l’impianto alla rete
(termocircolazione) che determina l’ingresso locali da una parete ad alta trasmittanza termica rossi);*Ginestrino °Genista toluensis (arbusto elettrica serve un gruppo di conversione. Una
nell’ambiente di aria calda attraverso le per trasferire d’inverno il calore prodotto dalle basso, di 20-30 cm di altezza, con rami singola cella produce 1,5 Watt di potenza. Un
bocchette superiori mentre una equivalente serpentine e rilasciato dai ciottoli di pietra ollare, numerosi, corti, grossi e rigidi. Fiori solitari o modulo fotovoltaico di 36 o 72 celle produce 40
portata di aria fredda passa dall’ambiente e per disperdere d’estate verso il fresco del terre- geminati, corolla gialla. Fioritura a o 80 watt. In genere la durata di un impianto è di
all’intercapedine attraverso le bocchette inferiori. no il calore migrante dall’interno. Inoltre, per favo- maggio);*Finocchietto selvatico °Foenicolum circa 25-30 anni con una diminuzione delle
Il risultato è un trasferimento netto di calore rire l’areazione dei locali controterra si sono pre- vulgare (pianta erbacea annua, bienne o prestazioni inferiore al 20%. Un Kw di potenza
all’ambiente. Nei periodi freddi (ore notturne), il visti dei tubi d’aria che vanno da sommità con gri- perenne, dicotiledone aromatica); *Lentisco installata occupa 10 mq. di impianto fotovoltaico
raffreddamento dell’aria nell’intercapedine, glia poste ad altezze variabili sui tetti-giardino fino °Pistacia lentiscus (arbusto molto ramificato. e produce mediamente 1.200 Kwh l’anno. Al
dovuto al contatto di questa con la superficie alle basi poste sui lati bassi delle pareti di fondo Fioritura con fiori verdi e rosso-bruno nel periodo Sud, grazie ad una maggiore esposizione
trasparente fredda determina un moto convettivo dei locali, passando in verticale ed in obliquo at- marzo-aprile. Frutti rossi e poi neri, a maturità). Il luminosa, la produzione può arrivare a 1500
verso il basso (termocircolazione inversa) che traverso il terreno, il muro di controspinta in ce- progetto prevede inoltre la messa a dimora di Kwh l’anno. L’unità di misura è il Kwp, ovvero il
provocherebbe una perdita netta di calore per mento armato, il pannello isolante in canapa, il una decina di alberi da frutta di limoni, arance, Kilowatt di picco che costituisce la potenza
l’ambiente. Ciò viene impedito con la chiusura pannello radiante, il ciottolato in pietra ollare e la mandarini. E’ un omaggio alla tradizione teorica massima raggiungibile in condizioni
meccanica delle bocchette. Allo stesso tempo il parete di fondo dei locali. Questi tubi d’aria assi- mediterranea. Gli alberi saranno irrigati da rami standard (25°C). La produzione media di 1 Kwp
muro ad alto potere di accumulo, cede parte del curano una ventilazione necessaria, tra l’altro, al d’acqua derivati dai cataletti principali a vista è pari a circa 1.110 Kwh.Un impianto di potenza
calore verso l’interno dell’alloggio. La funzionamento dei moti convettivi che si debbono alimentati dalle acque piovane raccolte e ricavati 3 Kwp, con esposizione alla luce solare per 4
regolazione del muro Trombe deve prevedere realizzare nei muri Trombe previsti sulle chiusure nella pavimentazione e nel prato. Lo spazio ore al giorno, produce quotidianamente energia
una riduzione della dispersione del calore verso esterne dei locali con fronte rivolta a sud. lastricato consentirà l’allestimento di mercatini di pari a 12 Kwh. Si prevede l’installazione di 250
l’esterno durante la notte o nei giorni con cielo Piantumazioni dei giardini e realizzazione di frutta e verdura di produttori locali e mq di pannelli sulla copertura piana ed inclinata
coperto. Tale obiettivo può essere conseguito canaletti di irrigazione periodicamente potrà ospitare mostre di del blocco edilizio di più piani posto sul versante
mediante lastre di vetro ad alta resistenza Sul piano della corte situato a quota – 4,50 m, artigianato ed altre iniziative gestite da ovest dell’area.
termica (vetri doppi con intercapedine sono previsti dei giardini e delle fontane che associazioni o cooperative di commercio equo e La Terra - impianto geotermico
interposta). In estate, le vetrate del muro hanno la finalità di favorire un raffrescamento solidale. Sarà sfruttato il terreno come fonte di calore in
Trombe debbono essere schermate con tele di passivo della temperatura dell’aria durante la Autoproduzione di energia elettrica con pan- quanto per la climatizzazione verrà adottato un
canapa e il calore comunque prodotto calura estiva facendo parte di un sistema nelli fotovoltaici impianto a pompe di calore geotermiche. Tale
nell’intercapedine deve essere smaltito concepito per sfruttare le energie rinnovabili e Si prevede l’installazione di pannelli fotovoltaici impianto sfrutta il terreno come sorgente di
chiudendo i bocchettoni alti che affacciano verso per applicare fondamentali principi di sulle coperture del complesso situato sul calore a temperatura praticamente costante
l’interno ed aprendo le parti alte delle vetrate in bioarchitettura con il ciclo seguente: recupero versante ovest dell’area.La finalità è quella di durante tutto l’anno, per fare ciò si realizzano
modo tale che l’aria calda esca da queste delle acque piovane entro serbatoi interrati e autoprodurre il 50% dell’energia elettrica numerosi pozzi ad elevata profondità dove
aperture sospinta dall’aria fresca che entra in loro sfruttamento per l’irrigazione del verde e per utilizzata dalla rete pubblica di energia. vengono annegate delle tubazioni di scambio
intercapedine dalle aperture basse. le fontane della corte mediante pompe di L’obiettivo è nello stesso tempo di natura termico. La soluzione adottata è quella che
Installazione di pannelli radianti a parete ali- sollevamento alimentate con l’energia fornita da ecologica ed economica. Si tenderà ad avere un consente la massima efficienza di impianto,
mentati da acqua riscaldata da pannelli sola- pannelli fotovoltaici (cfr.par.2); abbassamento incentivo in conto energia, come la legge ovvero sonde geotermiche di tipo a pozzo ed
ri, e di tubi d’aria per la ventilazione interna della temperatura dell’aria della corte prevede: un impianto fotovoltaico da 1 Kw impianti di riscaldamento a bassa temperatura,in
comunicanti con l’esterno specialmente sul versante ovest del lotto dove produce mediamente 1.200 Kwh l’anno e costa questo modo si riesce a limitare la potenza
Sulle pareti controterra dei locali seminterrati che c’è bisogno di fornire aria fresca dal basso al circa 7 mila euro. Ovviamente per impianti a elettrica necessaria al funzionamento delle
affacciano sulla corte saranno posti dei pannelli camino solare posto in posizione strategica nella potenza installata superiore i costi iniziali per pompe di calore e di conseguenza si limitano le
radianti con serpentine contenenti acqua riscal- parte del complesso articolato su più piani, dalla l’opera compiuta saranno progressivamente più dimensioni dell’impianto fotovoltaico di
data da pannelli solari posti sulle coperture. I corte fino al lastrico solare. In questa soluzione economici. A parte gli sgravi fiscali sulle spese produzione. Viene adottato un impianto di
pannelli radianti a parete consistono in una ser- sono stati individuati degli elenchi di specie di sostenute per l’installazione, si potrà immettere riscaldamento invernale del tipo a bassa
pentina in rame posata su un pannello di isolante arbusti e di piante erbacee, tutte rispondenti alle la luce sulla rete nazionale ed incassare temperatura con pompe di calore geotermiche e
in canapa da 3 cm fissato dall’interno sul muro di caratteristiche previste dal progetto dei giardini a l’incentivo più il guadagno della vendita di pozzi nel terreno. Tale impianto rende massima
controspinta in cemento armato. Nel periodo in- bassa manutenzione. Questa soluzione prevede energia. Il conguaglio tra energia prodotta e l’efficienza di produzione del calore, si ottengono
vernale i pannelli radianti hanno una resa di circa le seguenti specie: *Lavanda Lavandula spica consumata determina il guadagno o la spesa da circa 4 kW in energia termica per ogni kW di
200W/mq. I pannelli radianti rispetto agli impianti pagare al fornitore di elettricità. I pannelli energia elettrica consumato.
0as11
LA FATTIBILITA’ ECONOMICO FINANZIARIA
Strategia generale
L’idea alla base della proposta operativa è che
il progetto trovi una sostenibilità economica e
finanziaria in grado di massimizzare la
patrimonializzazione dell’iniziativa a beneficio
dell’Amministrazione comunale (A.C.). In altre
parole, l’obiettivo posto è mantenere presso
l’A.C. tutta la proprietà degli immobili edificati e
dell’area, cedendo in concessione o in
locazione, sulla base di bandi pubblici, gli spazi
che presentano possibilità di sfruttamento
economico. Tale scelta consente di garantire i
risultati di riqualificazione dell’area,
massimizzando i benefici pubblici, compresi
quelli della crescita del valore e del patrimonio
immobiliare del Comune, utile a garantire la
stabilità della proposta nel tempo. Dal punto di
vista operativo il Comune gestirà tramite
appalto pubblico prestazionale la
trasformazione e riqualificazione dell’area e la
realizzazione delle strutture previste, con il
seguente cronoprogramma.
• 6 mesi per la progettazione definitiva e l’ac-
quisizione dei pareri
• 24 mesi per le fasi costruttive
• 6 mesi per collaudi finali, agibilità e allesti-
menti speciali
• Alla fine del processo il Comune metterà a
bando le superfici secondo un modello di ge-
stione differenziata:
• assegnazione su bandi pubblici degli spazi
destinati ai gruppi sociali e alle associazioni,
in base a prezzi “di minima” utili a coprire in
parte i costi di gestione delle suddette superfi-
ci
• assegnazione in base a bandi pubblici degli
spazi commerciali e destinati ad attività com-
merciali e dei pubblici esercizi, sulla base di
criteri di qualità
• dell’offerta e compatibilità culturale con il
progetto, nonché della migliore offerta econo-
mica
• concorso per l’individuazione di un partner
per la gestione e promozione della “città dei
bambini”, con concessione sulla base della mi-
glior offerta culturale, ricreativa, formativa, tec-
nica, pedagogica, professionale (eventualmen-
te, in base alle scelte che l’A.C. riterrà più op-
portune, anche economica)
• gestione diretta da parte del Comune del
parcheggio e degli spazi aperti
Superfici delle funzioni previste
L’organizzazione funzionale degli spazi interni
alla città dei bambini rispecchia il carattere di
attrattore dedicato alle diverse fasce d’età: dai
0as11
bambini ai ragazzi, fino agli adolescenti. Si tratta
di una differenziazione strutturale che consente
di garantire una ampia fruibilità della
popolazione, compresi gli adulti accompagnatori
o frequentanti, alle diverse attività che potranno
essere realizzate, alcune di carattere stabile,
altre temporanee e adatte a richiamare fruitori
dal bacino di utenza allargato, bacino d’utenza
che non è solo quello dei 12 comuni dell’ambito
territoriale, ma quello almeno dell’intera
popolazione della provincia di Napoli, ovvero
oltre 3 milioni di abitanti. Tutti i costi di
realizzazione, i cui valori unitari sono esplicitati
nella tabella, sono considerati al lordo dell’IVA e
degli altri oneri aggiuntivi e si intendono prezzi
finiti al cantiere, e dunque omnicomprensivi. La
ripartizione dei costi nello sviluppo temporale del
progetto è stata calcolata sulla base delle
diverse lavorazioni previste secondo la tempistic
usualmente utilizzata in progetti di
riqualificazione urbana con tempo di
realizzazione di cantiere pari a 2 anni. La fase
operativa prevede inoltre oneri finanziari non
conteggiati nel dettaglio economico ma
considerati nel modello finanziario.
Costi di manutenzione e gestione
Il modello di calcolo della sostenibilità
economica e finanziaria del progetto ha tenuto
conto in modo particolare dei costi di
manutenzione e gestione del complesso. La
strategia di intervento è duplice:
• da un lato i costi manutentivi (ordinari e
straordinari) a carico della proprietà (Comune
di Frattamaggiore), comprensivi della quota
parte dei costi di gestione non di pertinenza dei
locatari o assegnatari o concessionari (ovvero
secondo un classico regime condominiale di ri-
partizione dei costi di manutenzione e gestione
delle spese comuni); tali costi sono stati quanti-
ficati parametricamente e fissati al 5% del valo-
re del solo investimento costruttivo;
• dall’altro lato i costi di manutenzione (pro
quota) e gestione relativi alle singole superfici
locate o cedute in concessione, che saranno a
carico dei locatari e dei concessionari e dun-
que non vengono conteggiati nel modello eco-
nomico-finanziario, il quale è costruito dal pun-
to di vista dell’A.C. e non del privato utilizzato-
re.
0as11

Entrate da gestione
Le entrate da gestione fanno riferimento alla
cessione in locazione o all’assegnazione di
concessioni per l’uso degli spazi. I canoni inseriti
nel modello sono canoni medi di mercato rilevati
dall’Agenzia del Territorio nel comune di
Frattamaggiore per aree e destinazioni d’uso
simili. Al fine di favorire l’insediamento di
imprese e di favorire il successo dell’iniziativa, si
è ipotizzato che vi sia una agevolazione iniziale
alle imprese (commerciali ed esercizi pubblici, di
servizio) che si insedieranno pari ad un
pagamento del 60% dei canoni il primo anno e
all’80% il secondo anno, con un valore a regime
pari al 100% della media rilevata dall’Agenzia
del Territorio a partire dal terzo anno. Le
associazioni pagheranno canoni sociali d’uso,
mentre per le superfici destinate alla “città dei
bambini” si è ipotizzato un canone forfetario pari
a 100.000 euro all’anno, sulla base di una stima
di entrate complessive pari a 500.000 euro
all’anno (ovvero al 20% delle entrate). In
presenza di particolari volontà dell’A.C. la “città
dei bambini” potrebbe anche essere ceduta in
concessione a titolo gratuito. Infine, le entrate
derivanti dalle tariffe di parcheggio sono state
ridotte dei costi di gestione specifici, pari al 15%
delle entrate stesse.
Esiti della valutazione
La valutazione economico-finanziaria evidenzia
la sostenibilità dell’iniziativa. In particolare
emerge un valore attuale netto positivo e di poco
superiore a 1 milione di euro, su uno sviluppo
trentennale del modello di gestione, e con un
tasso interno di rendimento del 3,5%. Questi
valori indicano una solida sostenibilità del
modello di trasformazione proposta. Il payback
period (ovvero il tempo di rientro economico
dell’operazione) è al 20° anno. In sostanza il
progetto ripaga l’investimento in 20 anni.
L’analisi di sensitività del progetto ha evidenziato
che in presenza di una diminuzione a zero del
contributo annuo di 100.000 euro a carico del
concessionario per la gestione della “città dei
bambini”, il modello rimane positivo, con un
tasso interno di rentimento del 2,7%, un valore
che esprime la natura prettamente pubblica del
bene e della sua riqualificazione ed uso.