Sei sulla pagina 1di 18

Come gestire

il profilo LinkedIn
e la pagina
di studio
9 REGOLE PER VALORIZZARE SE STESSI

G Guida pratica
LinkedIn
M MYPlace Communications
www.myp.srl
E Email
marketing@myp.srl
02
INDICE

Indice
AUTORE
04 Su di me

P R E M E S SA
Introduzione
05

CAPITOLO 1
06 Cos'è LinkedIn e come può
essere utile ad un professionista

CA P I TO LO 2
Come iscriversi
07
CAPITOLO 3
08 Profilo personale e profilo
aziendale: quali sono le differenze?

CA P I TO LO 4
Il tuo profilo personale
09
03
INDICE

Indice
CAPITOLO 5
11 Segnalazioni - Reccomendations

CA P I TO LO 6
Il Blog di LinkedIn: LinkedIn Pulse
12

CAPITOLO 7
13 I gruppi

CA P I TO LO 8
Linkedin e Slideshare
14
CAPITOLO 9
15 Curare il profilo Linkedin:
alcuni piccoli accorgimenti

INFORMAZIONI
Scopri i servizi offerti
da MYPlace Communications
17

EBOOK GRATUITO © MYPlace Communications - 2018

Tutti i diritti sono riservati. È vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza espressa autorizzazione dell’Autore.
04
L'AUTORE

Su di me
FORMATORE, COACH E CONSULENTE

Mario Alberto Catarozzo, laureato in Giurisprudenza, ha una lunga


esperienza come trainer, coach e consulente sui temi della
comunicazione, negoziazione, leadership, public speaking, crescita
personale e professionale.
Ha maturato le proprie basi professionali in oltre quindici anni di attività
come manager presso primarie strutture del mondo editoriale, della
comunicazione e dei new media dedicate al settore delle professionali
legali.

Collabora con Enti, Associazioni e Ordini professionali per la


formazione dei liberi professionisti su soft skills e competenze
m a n a g e r i a l i . C o m e Coach a f fi a n c a s t u d i p r o f e s s i o n a l i , l i b e r i
professionisti e manager impegnati in processi di sviluppo e
cambiamento sia come singoli che in team.
Svolge attività di trainer in corsi tenuti in aula e presso Studi
p r o f e s s i o n a l i e a z i e n d e ( p e r s a p e r n e d i p i ù : www.marioc ataroz z o.it) .

P r e s s o l a N L P I t a l y C o a c h i n g S c h o o l h a c o n s e g u i t o l a q u a l i fi c a d i
Licensed NLP Coach™ rilasciata dalla Society of NLP di Richard Bandler
(USA), con due specializzazioni: Team Coach Professionista e Life
Coach Professionista.
Ha due livelli di specializzazione in PNL (Programmazione Neuro
Linguisti-ca), Practitioner e Master Practitioner.
Presso la STC Nardone Group si è formato in Problem Solving e
Coaching Strategico®.

Seguimi su Twitter
@ MarAlbC at
05
PREMESSA

Introduzione
LinkedIn è senza dubbio il social network professionale per
eccellenza. Per chiunque operi in ambito business oggi non è
possibile esimersi dall’avere un bel profilo LinkedIn. Tale
profilo può essere personale e/o aziendale, a seconda delle
esigenze. Esserci non basta, è necessario avere una presenza
di qualità. Per essere tale, il nostro profilo dovrà sempre
essere aggiornato, completo nei contenuti e adeguatamente
visibile grazie ad una serie di accorgimenti che vedremo in
questa breve guida.

LinkedIn rappresenta oggi il nostro profilo professionale


digitale, un curriculum vitae aperto al mondo e in continuo
aggiornamento.
Se i contenuti del profilo sono decisamente importanti,
altrettanto lo è la fotografia del profilo e i media che lo
completeranno: video, immagini, pdf, articoli.
Il profilo LinkedIn può vivere “di vita propria”, oppure essere
collegato al proprio sito o al proprio blog. In ogni caso,
rappresenta un importante biglietto da visita per chiunque ci
voglia conoscere e sapere qualcosa di più sul nostro profilo.
Avere un profilo LinkedIn inoltre permette di entrare in una
rete di contatti a livello mondiale e di entrare a far parte di
g r u p p i a c c o m u n a t i da i n t e r e s s i s v a r i a t i , t u t t i l e g a t i a q u e s t i o n i
di business.

Ricordatevi che anche chi vi conosce di persona, prima o poi


un giro per vedere che profilo avete su LinkedIn lo farà e se
non ci sarete o ci sarete in modo poco opportuno, questo vi
giocherà contro. Esserci in modo elegante e completo,
invece, arricchirà la vostra immagine facilitando la scelta del
vostro interlocutore.
Vi lascio ora a questa breve guida pratica che ha l’obiettivo di
dare le nozioni principali utili ad avere una presenza
adeguata ed efficace in questo importante social network
professionale.

Ringrazio Paola Zacchia per il contributo al presente ebook.

Mario Alberto Catarozzo


06
CAPITOLO 1
COS’È LINKEDIN E COME PUÒ ESSERE UTILE AD UN PROFESSIONISTA

Cos’è LinkedIn
e come può
essere utile
ad un professionista
L'IMPORTANZA DI LINKEDIN PER LA PROFESSIONE

LinkedIn è il social network per professionisti e Per un libero professionista LinkedIn è uno strumento
aziende, che si occupa di creare e mantenere relazioni fondamentale di comunicazione.
dibusiness online sulla base di contatti lavorativi. Ad un avvocato, per esempio, tale piattaforma potrà
Ha più di 300 milioni di utenti nel mondo e offre essere utile per comunicare la propria professionalità
strumenti efficaci per poter costruire una pagina del ai clienti, per farsi conoscere dai prospect, oppure per
proprio profilo professionale, l’equivalente di un entrare in contatto con altre realtà di studio.
curriculum professionale on line. È possibile arricchire
il profilo di esperienze di lavoro e formative, Per lo studio professionale LinkedIn sarà utile per
competenze, attività e interessi, così da renderlo un presentare il proprio studio, per condividere contenuti
vero e proprio curriculum online e multimediale. (articoli, ebook, video), per cercare nuovi candidati, per
Il singolo utente ha la possibilità di proporre attraverso entrare in contatto con altri professionisti e clienti.
questa piattaforma le sue capacità e qualità, mentre le
aziende possonopresentare i propri prodotti e servizi e, Fondamentale sarà curare i contenuti anche nei minimi
allo stesso tempo, reclutare tra i candidati della particolari, tenerli aggiornati, arricchirli di novità e
piattaforma web. strumenti di comunicazione.
07
CAPITOLO 2
COME ISCRIVERSI

Come iscriversi
SEMPLICE E IMMEDIATO

Ad eccezione di alcuni strumenti e servizi a pagamento, LinkedIn è gratuito e ci si può iscrivere in modo semplice
c o m p i l a n d o i c a m p i r i c h i e s t i s u www.linkedin.com.
08
CAPITOLO 3
PROFILO PERSONALE E PROFILO AZIENDALE: QUALI SONO LE DIFFERENZE?

Profilo personale e
profilo aziendale:
quali sono le differenze?
ELEMENTI IMPORTANTI DA DOVER COMPRENDERE

Una pagina aziendale viene creata e gestita da una pagina personale (bisogna, dunque, prima accedere al
proprio profilo personale). I dati da inserire, oltre al nome dell’azienda, sono:

• una presentazione/descrizione
• l’url, ovvero il link di rimando al sito internet
• il logo di studio/azienda
• una cover personalizzata

Profilo personale e aziendale si differenziano per alcune caratteristiche e possibilità di effettuare certe azioni o
utilizzare determinati strumenti, di seguito riportati sotto forma di vantaggi/svantaggi.
09
CAPITOLO 4
IL TUO PROFILO PERSONALE

Il tuo profilo personale


COME CURARLO IN OGNI SUA SEZIONE

Oltre al nome e al cognome, ciò che un utente esterno


visualizzerà immediatamente sarà la foto profilo, ed
eventualmente quella di copertina: mi raccomando,
dovrà trattarsi di immagini professionali, recenti, di
qualità (meglio evitare, per questo, foto con altre
persone e con animali, di matrimoni, in scooter,
durante l’allenamento di crossfit, con la tuta da sci
etc.).

IMMAGINE DI COPERTINA E IMMAGINE DI PROFILO A CONFRONTO


Verificare sempre anche la visione su dispositivi mobili
COS'È LA HEADLINE? e testare che l'immagine di profilo non vada a coprire elementi
grafici determinanti dell'immagine di copertina sottostante
La headline (le due righe sottostanti al nome)
rappresenta la qualifica che si ricopre nell’attuale
lavoro. È determinante inserire parole chiave, precise e
accattivanti, affinché si possano ottenere buoni risultati
nei motori di ricerca e in ottica SEO.

L'IMPORTANZA DELLA SEZIONE "SUMMARY"


Il riepilogo (summary),invece, sostituisce la lettera di UNA HEADLINE CORRETTA
Da curare in ogni sua parte facendo molta attenzione alle parole chiavi
presentazione (biografia). Breve ma diretta, specifica la
headline chiarendo chi si è, cosa si fa e come si può
essere utili.
Si può esordire con una piccola introduzione o una
citazione, successivamente
elencare qualche successo o competenza (non
troppe, ci saranno sezioni dedicate per approfondire).
Concludere con una call to action: chiedere di essere
ricontattato, proporre

IL RIEPILOGO
Cosa scrivere nel riepilogo per rendere il profilo professionale accattivante
10
CAPITOLO 4
IL TUO PROFILO PERSONALE

novità/cambiamenti su una determinata attività. Le varie sezioni che possono essere inserite sono le
Preferibile la prima persona per la presentazione e una seguenti (qui a sotto è possibile vederle in anteprima):
formattazione a blocchi per facilitare la lettura. È
possibile inserire ulteriori info di contatto (email, 1. Esperienze: inserire le informazioni richieste
numero telefonico, file multimediali come video o circa le esperienze pregresse, soprattutto
presentazioni, link ad altre pagine/siti). quelle che hanno contribuito alla formazione
nel lavoro svolto attualmente.

2. Formazione: studi intrapresi, in particolar


ATTENZIONE! modo Università, Master e Dottorati.

Non inserire in questo riquadrotutte 3. Esperienze di volontariato


le esperienze pregresse:
4. Competenze: inserire nello specifico i campi
vi è un apposito spazio di cui ci si occupa. Le competenze potranno
(vedi approfondimento sezione Esperienze) poi essere confermate spontaneamente dagli
altri utenti LinkedIn.

Da questo momento in poi, il profilo si costruisce 5. Traguardi raggiunti: pubblicazioni, brevetti,


inserendo le varie sezioni che possono essere certificazioni, corsi, lingue parlate, progetti,
amministrate autonomamente (aggiunte, eliminate e riconoscimenti e premi, votazioni e premi.
modificate).
11
CAPITOLO 5
SEGNALAZIONI/RECCOMENDATIONS

Segnalazioni
- Reccomendations
COME SCRIVERLE E LA LORO IMPORTANZA

Un aspetto interessante che LinkedIn offre riguarda la prima di noi e racconta – senza avere interessi in gioco
possibilità di “raccomandare” qualcuno con cui si ha – la propria esperienza.
collaborato, un dipendente, un collega o un compagno
di studi.
COME SCRIVERE UNA RACCOMANDAZIONE
Le raccomandazioni risultano spesso sottovalutate ma,
in realtà, sono importanti per due motivi: Per raccomandare qualcuno non serve sforzarsi di
scrivere un manuale, 5 righe saranno più che sufficienti
1. aumentano il legame professionale con la persona per evidenziare alcune caratteristiche ritenute rilevanti.
che riceve la segnalazione Si può iniziare con una breve introduzione su come si
ha conosciuto la persona in questione per poi
2. contribuiscono ad aumentare la propria visibilità, menzionare le sue qualità professionali che
comparendo anche nel profilo delle persone segnalate. potrebbero interessare ai datori di lavoro,
soffermandosi sull’organizzazione, l’attenzione, la
Quindi, segnalare non significa solo valorizzare un’altra dedizione, la sincerità e l’affidabilità, la capacità di
persona ma anche dimostrare le proprie competenze in gestione del tempo e degli imprevisti, e così via.
materia. Può essere convincente raccontare brevemente una
Le reccomandations svolgono la moderna funzione del collaborazione avvenuta, sottolineando gli aspetti che
passaparola: un terzo ci indica e raccomanda per più hanno contribuito al successo.
alcune nostre capacità che ha potuto verificare nella La conclusione, decisa e chiara, riassume in poche
relazione professionale intercorsa. parole i valori professionali che la persona ha
È questa la regola dei peers (pari), cioè la regola per ui trasmesso e, perché no, l’augurio di poter incontrarsi e
siamo portati a credere a hi è passato collaborare nuovamente.

IL RIEPILOGO
Cosa scrivere nel riepilogo per rendere il profilo professionale accattivante
12
CAPITOLO 6
IL BLOG DI LINKEDIN: LINKEDIN PULSE

Il Blog di LinkedIn:
LinkedIn Pulse
GLI ARTICOLI

Il blog è sicuramente uno strumento efficace per aziendali non possono condividere su LinkedIn Pulse,
potenziare la propria presenza su una piattaforma web ma i dipendenti possono sfruttare questo mezzo per
versatile.LinkedIn offre la possibilità di pubblicare parlare dell’azienda e condividerne la cultura e gli
articoli sulle proprie esperienze e/o interessi, visibili a obiettivi.
tutti i collegamenti e membri della rete che riceveranno L’interfaccia di pubblicazione è molto semplice ed
una notifica in merito. essenziale: è caratterizzata da un’immagine di
copertina, una headline (titolo) e il sommario, dove
Ciò avviene dalla Home, cliccando “scrivi un articolo” inserire il testo dell’articolo. È possibile integrarlo con
(o “write an article”) ed è un’operazione consentita immagini, video, link o presentazioni e condividerlo
esclusivamente ai profili personali: infatti, i profili sugli altri social.

"SCRIVI UN ARTICOLO"
Compare solo nei profili professionali.
Nei profili aziendali non è presente tale possibilità.

COME COMPARE L'EDITING DELL'ARTICOLO


Molto semplice e intuitivo: importante arricchire con immagini,
video, link e presentazioni.
L'unicità e dare un valore aggiunto è importante.

IL RIEPILOGO
Cosa scrivere nel riepilogo per rendere il profilo professionale accattivante
13
CAPITOLO 7
I GRUPPI

I gruppi
A COSA SERVONO

I gruppi di Linkedin sono spazi accessibili agli utenti La creazione di un gruppo è un’alternativa sicuramente
del social in cui condividere contenuti, interessi da prendere in considerazione per sviluppare capacità
comuni, trovare risposte, pubblicare o visualizzare di gestione, leadership e team building.
offerte di lavoro.
I gruppi si ricercano nella parte superiore della Home
oppure si possono consultare quelli suggeriti da
L i n k e d i n s t e s s o a l l i n k www.linkedin.com/directory PERCHÉ È IMPORTANTE ADERIRE AI GRUPPI?
/groups-more.
Possono essere aperti (accessibili a tutti) o chiusi (si Principalmente per la creazione del network, ovvero
accede previa richiesta di entrata autorizzata). della rete sociale e professionale che si instaura e si
Una volta iscritto a un gruppo, il membro partecipante sviluppa costantemente all’interno del social. I gruppi,
può unirsi alle conversazioni, pubblicare post o attraverso le conversazioni e i commenti dei membri
articoli, inviare messaggi ad altri membri. della community, facilitano il confronto e la creazione
Si può prender parte a tanti gruppi, fino a 50, ma di nuove opportunità di business. Inoltre, partecipando
logisticamente riuscire a contribuire in pochi, quelli attivamente, si possono dimostrare le proprie
dove si riscontrano maggiori tematiche di interesse o competenze e abilità e, di conseguenza, essere
simili alla propria professione. ricontatti.

COME COMPARE L'EDITING


DELL'ARTICOLO
Molto semplice e intuitivo: importante
arricchire con immagini,
video, link e presentazioni.
L'unicità e dare un valore aggiunto è
importante.

IL RIEPILOGO
Cosa scrivere nel riepilogo per rendere il profilo professionale accattivante
14
CAPITOLO 8
LINKEDIN E SLIDESHARE

Linkedin e Slideshare
CONDIVIDERE PRESENTAZIONI

Slideshare è una piattaforma online gratuita che raccogliere nuovi contatti tramite la funzione
permette di condividere presentazioni in ppt (Power CollectLeads.
Point) e pdf, le quali possono essere salvate, scaricate
e assemblate in raccolte. Ciò che ha reso molto utilizzato Slideshare, tanto da
portare Linkedin alla sua acquisizione nel 2012, è la
Per uno studio professionale questa può essere creazione di materiale di qualità, direttamente
un’ottima occasione per pubblicare le slide utilizzate incorporabile sugli altri siti web e in grado di ricevere
nell’ultimo convegno, magari depurate dei contenuti molte visualizzazioni grazie all’ottima indicizzazione
che non si vogliono diffondere al grande pubblico, da parte di Google.
oppure pubblicare solo uno spinoff delle slide. Ciò sarà
utile per far capire il livello di competenza di una C i s i p u ò i s c r i v e r e t r a m i t e www.slideshare.net/login e ,
materia, piuttosto che far sapere che si è tenuto quel dalla sezione UPLOADS, iniziare a creare la propria
convegno come relatori. vetrina di contenuti, il cui andamento in termini di
All’interno del proprio account si possono seguire altri views, commenti, actions, è monitorabile dalla
utenti e, come servizio a pagamento, sotto-sezione Analytics.

IL RIEPILOGO
Cosa scrivere nel riepilogo per rendere il profilo professionale accattivante
15
CAPITOLO 9
CURARE IL PROFILO LINKEDIN: ALCUNI PICCOLI ACCORGIMENTI

Curare il profilo
Linkedin: alcuni piccoli
accorgimenti
4 STEP PER MIGLIORARE IL PROPRIO PROFILO

1° STEP
Durante la scrittura di un post, inserire la @ prima di COME CITARE UN NOME
citare un nome, di modo che questo risulti linkato
direttamente alla propria pagina profilo.

2° STEP
I contatti: ricordiamoci sempre che Linkedin è un
social strettamente collegato al business e alla
professionalità; sarebbe dunque opportuno creare un
network di collegamenti che rispettino queste
caratteristiche ed evitare di inserire figure che non
rientrano nella nostra sfera lavorativa.

3° STEP
Sponsorizzazioni: da una pagina aziendale è possibile
pianificare una campagna pubblicitaria a pagamento,
secondo criteri e budget del tutto personalizzabili. Si
SPONSORIZZARE UN CONTENUTO
possono inviare contenuti sponsorizzati direttamente
nella messaggistica degli utenti Linkedin (i messaggi
InMail); oppure mettere in evidenza un annuncio creato
ad hoc ma visibile solo da desktop, nella colonna di
destra. Più efficaci rimangono i contenuti sponsorizzati
(post, articoli, presentazioni Slideshare, video
Vimeo/Youtube) che compaiono nella Home Page e a
destra di questa.
16
CAPITOLO 9
CURARE IL PROFILO LINKEDIN: ALCUNI PICCOLI ACCORGIMENTI

4° STEP
Le pagine vetrina (showcase pages): sono estensioni
delle pagine aziendali che permettono di mettere in
risalto un particolare prodotto, servizio, settore,
compartimento o una speciale iniziativa.
Graficamente risultano strutturate come le pagine
aziendali, con immagine profilo e di copertina, breve
descrizione del prodotto/servizio/evento
/compartimento.
Si possono realizzare fino a 10 vetrine per pagina
aziendale; è possibile pubblicare aggiornamenti e, a tal
proposito, sarà importante mantenerla attiva, affinché
questa possa rafforzare la presenza della pagina
madre.
17
INFORMAZIONI

DA M Y P L AC E C O M M U N I CAT I O N S

Seguiamo gli Studi professionali in ogni aspetto di


comunicazione e marketing per lo sviluppo del business,
offrendo soluzioni e strumenti che possano fare la differenza
sul mercato:

- Piano strategico di comunicazione e marketing


- Realizzazione del logo e immagine coordinata (biglietti da
visita, carta intestata, brochure)
- Realizzazione del sito Internet di Studio
- Posizionamento del sito Internet sui motori di ricerca (SEO)
- Gestione presenza sui Social media e Social network
- Formazione dei dipendenti di Studio sulle skills manageriali
- Organizzazione e gestione di eventi per lo Studio

Scopri i nostri corsi marketing@myp.srl

IL PIÙ GRANDE RISCHIO


È NON PRENDERSI NESSUN RISCHIO.
MARK ZUCKERBERG
GUIDA PRATICA SULL'USO DI LINKEDIN

MYPlace Communications
www.myp.srl
marketing@myp.srl