Sei sulla pagina 1di 2

Conosci Esu Onile Orita, la divinità dei crocicchi

CONOSCI ESU ONILE ORITA (la divinità dei crocicchi)


Esu è la divinità dei crocicchi nella religione yoruba di Ifa (Esu Onile Orita); viene chiamato in
molti modi a seconda della tradizione ma il suo vero nome è Esu. In alcuni luoghi è conosciuto
come Ellegu o Legba. Nella spiritualità yoruba si crede che Esu abbia più di 200 nomi, ognuno dei
quali si origina dalle sue qualità o incarichi, o dalle canzoni cantate per onorarlo, sia nei lavori
positivi che negativi. Alcuni dei suoi nomi sono: Esu Lalu (Esu della ricchezza e onore della città),
Ogiri Oko (colui che è duro come la roccia), Akeregbaye (piccolo ma con il controllo
dell’universo), Elegbara (il potente e il poderoso), Lagemon Orun (il sacro figlio del cielo), Esu
Odara (colui che fa e disfa), Alakalu (Colui la cui grandezza si manifesta su tutta la città), Onibode
(il custode del cancello), Papawara (il supersonico). Questa non era che una piccola lista di elogi a
Esu.
Esu è la mano destra di Orunmila ed è colui che ne porta a compimento i desideri. Esu riceve l’Ebo
(il sacrificio con cui si fa pagare) per trasportare il volere di Orunmila. Esu è il portatore del
sacrificio a Ikole Orun (il regno degli antenati). Egli è colui che impone il volere di Olodumare sulle
divinità o gli esseri umani.
E’ il Babalawo che può comprendere meglio Esu per mezzo della divinazione di Ifa. Poiché Esu è
colui che impone il volere di Olodumare è anche chi porta il male o il bene alle persone, a seconda
di quanto queste siano dedite ai voleri di Olodumare. Forse è per questo che le persone di altre
tradizioni, che conoscono Esu in modo superficiale, lo scambiano per un diavolo o per Lucifero ma
queste tradizioni sono piuttosto diverse dalla religione di Ifa.
Odu Ifa mostra la più vicina abitazione di Esu, perciò lo si onora dicendo Oba Nile Ketu (Il re della
città di Ketu).
Immagini o simboli di Esu possono essere ricavati dal legno, dalla roccia o anche da argilla. Il
materiale più indicato per ricavare una statua è tuttavia Yangi, ricavata da un torrente o un fiume.
La statua va poi lavata con foglie di Ifa che non menziono qui.
Abbiamo detto che Esu è l’Orisa dei crocicchi (Esu Onile Orita), dove Orita indica una strada che si
dirama in due o più rami e in cui la persona deve decidere quale sentiero intraprendere. Esu, in
qualità di Orisa dei crocicchi, simboleggia il punto in cui si prendono scelte o decisioni, pertanto
egli non abita nel crocicchio come erronamente si crede, bensì egli abita nel cuore o nella mente
dell’essere umano che sta per prendere una decisione, sia essa giusta o sbagliata.
Esu Lalu
Esu, la ricchezza e l’onore della città
Ogiri Oko
Colui che è duro come la roccia
Bakere Odada
Bakere l’istigatore
Areyinju Le Ogun Lo
Colui che allontana il male con lo sguardo
Oba Nile Ketu
Il re della città di Ketu
Egbe Leyin Elebo
Il pilastro e il supporto di coloro che fanno sacrifici
Elenini Leyin Eni Ti Of Ko Oro Olodumare
Il male dietro coloro che rifiutano il messaggio di Olodumare
Akeregbaye
Colui che è piccolo ma che controlla l’universo
Elegbara
Il potente e poderoso
Lagemon Orun
Il sacro figlio del cielo
Okurin Orita
L’uomo del crocicchio
Alakalu
Colui la cui grandezza si manifesta su tutta la città
Ode Ibi Ija Di Imonle
Colui che è al di là dei conflitti
Papawara
Supersonico
Esu Ma Se Mi
Esu non essermi contro
Awon Ota Mi Ni Ko Se
Sii contro il mio nemico
Ase
Ase!

Interessi correlati