Sei sulla pagina 1di 48

I Quaderni

del Fare

Irrigazione:
soluzioni per ogni
tipo di verde.
Tanti strumenti per insegnarti passo passo:
una vera Scuola del Fare!

I Quaderni I Video I Laboratori


del Fare del Fare del Fare

Le guide pratiche passo passo. I tutorial I nostri appuntamenti


Le trovi in negozio! on line. in negozio.

È semplice se lo fai con noi.

Una casa sempre a posto!


Con poche e semplici mosse possiamo prenderci cura della nostra casa, far durare di più
i nostri oggetti, risparmiando ed evitando sprechi. In una casa ben curata si vive meglio!

Previeni Ripara

Manutieni Rinnova

2
Spazi grandi o piccoli?
Trova il sistema
giusto per te!
Sul balcone, per dare acqua alle piante, a volte Indice:
basta un innaffiatoio e un po’ di cura. Altre volte,
nel caso di giardini e spazi più ampi, occorre Irrigare sul balcone
Quando irrigare.............................. pag. 4
pensare a un vero e proprio sistema di irrigazione,
visibile o interrato. Con l’aiuto di questo quaderno, Come innaffiare.............................. pag. 6
segui le indicazioni passo passo per trovare la La microirrigazione........................pag. 8
soluzione più adatta alle tue esigenze. Come fare
la microirrigazione
Se opti per installare un sistema di irrigazione sul balcone..........................................pag. 8
interrato, ti consigliamo di consultare un addetto
Bricocenter in negozio, prima di metterti al lavoro! Irrigare il giardino
Come irrigare
un giardino fino a 50 mq
con l’irrigazione mobile..............pag. 15
Come scegliere l’elemento
di diffusione dell’acqua............. pag. 18
Come irrigare
un giardino da 50 a 150 mq
con l’irrigazione semi-fissa...... pag. 19
Come automatizzare
l’impianto.........................................pag. 20
Come irrigare
un giardino di oltre 150 mq
con l’irrigazione interrata........ pag. 22

Henok

Vincenzo

Henok e Vincenzo ti danno questi consigli.


Vuoi saperne di più?
Chiedi ai tuoi Vicini di Fare che ti aspettano
in negozio.

3
Irrigare sul balcone
Irrigare significa bagnare le piante e il terreno con la giusta
quantità d’acqua, in base alle esigenze della pianta e alla stagione.

Quando irrigare difficoltà

In generale, la pianta ha bisogno d’acqua quando fiorisce e


quando è in crescita. Bisogna bagnare più spesso quando fa
caldo, in primavera inoltrata e in estate.
In autunno e in inverno di acqua ne serve meno.

Primavera/estate Autunno/inverno

Innaffia le piante
la mattina presto o la sera
dopo il tramonto, mai
durante le ore più calde
del giorno.

4
Per sapere quando innaffiare utilizza questo metodo

Metti una mano sopra e sotto una


foglia: è fresca? Se sì, vuol dire che
l’acqua è sufficiente.

Se toccando il terriccio lo senti poco


umido, è il caso di innaffiare.

Viceversa, se il tuo olfatto avverte un


odore cattivo e un po’ forte, forse c’è un
ristagno di liquidi, quindi niente acqua.

!
Attenzione: Quando innaffi, tieni conto che, se hai scelto
un vaso di plastica, il terreno resterà umido più a lungo; se hai
scelto un vaso di terracotta, il terreno tenderà ad asciugarsi
più rapidamente.

5
Come innaffiare difficoltà

Se non hai il rubinetto


Usa regolarmente l’innaffiatoio.

a Innaffiatoio
12 litri

Se hai il rubinetto
Se hai il rubinetto sul balcone, puoi
innaffiare con il tubo dell’acqua
in gomma. Meno ingombrante
è il tubo spiralato.

b Tubo
dell’acqua in
gomma 25 m

c Tubo spiralato
15 m

6
Come montare il tubo dell’acqua al rubinetto
Applica al rubinetto il raccordo filettato e il raccordo rapido al tubo.
All’altra estremità del tubo applica un altro raccordo rapido con Acqua
Stop e chiudi applicando la pistola multigetto. L’Acqua Stop interrompe
il flusso dell’acqua al momento di cambiare l’elemento di diffusione
dell’acqua.

d e

Raccordo g Pistola
rapido con multigetto
f Acqua Stop

L’ideaarein più! ua o il tubo


ll’acq
la canna de lcone? l ba
Vuoi utilizz h a i il rubinetto su Adattatore
spiralato m
a n o n lavabo, h
to re su l ru binetto del
atta
Colloca l’ad di cucina.
e ll a va sc a o del lavello
d

a Ref. 500430018 E 6,55 b Ref. 500400007 E 25,00 c Ref. 500420007 E 19,90


d Ref. 500433610 E 2,15 e
Ref. 500433607 E 1,90 f Ref. 500433606 E 2,15
g Ref. 500440038 E 14,00 h Ref. 500420011 E 6,15

7
La microirrigazione difficoltà

Apporta il giusto quantitativo idrico alle piante, irrigando solo


la zona interessata delle radici evitando sprechi. Il sistema può
essere automatizzato attraverso un programmatore a batteria.

Come fare
la microirrigazione difficoltà

sul balcone

Balcone di grandi dimensioni


Utilizza la linea primaria da 16 mm.

1
Applica al rubinetto
il programmatore elettronico,
con riduttore di pressione.

a Riduttore
di pressione Programmatore Batterie Stilo AA
b
elettronico Alcaline 4 pz.
Ref. 420410030
E 3,00

8
!
Attenzione: Prima dell’arrivo delle gelate invernali, ricordati
di scollegare il programmatore dal rubinetto e di ritirarlo
avendo cura di togliere la batteria.

2
Applica l’apposito raccordo automatico al tubo da 16 mm e
collegalo al programmatore utilizzando il raccordo filettato.

c Tubo linea primaria d Raccordo e Raccordo


25 m da 16mm filettato

9
3
Chiudi la parte finale del tubo
con il tappo di fine linea.

f Tappo fine linea


6 mm 25 pz.

s i g l i o i n p iù!
Con golabili
occiolatori re gior
Scegliere i g mag
di avere un
ti permette ell’acqua
o n tr o ll o su lla portata d
c ne.
lle tue pianti
Gocciolatore 2 l/h necessaria a
g
10 pz.

4
La fustella foratubo
permette di effettuare
dei fori di diametro esatto
nel tubo da 16 mm, per un
collegamento a perfetta
tenuta d’acqua fra la linea
primaria e secondaria.

h Fustella foratubo

10
5
Tubi capillari

Utilizza ora un tubo da 6 mm per creare la linea secondaria.


Tagliane a misura con una forbice alcuni pezzi, in
corrispondenza di ciascun foro inserisci il raccordo a due vie.

Collega gli spezzoni di tubo


precedentemente tagliati.

Puoi anche utilizzare un raccordo a valvola per la linea


secondaria per avere una maggiore flessibilità e controllo sulla
portata d’acqua delle singole derivazioni.

j Raccordo a 2 vie
6 mm 10 pz.

i Forbici

11
6
Gocciolatori
Collega i gocciolatori al tubo
da 6mm disponendoli in
corrispondenza delle piante
da irrigare.

Guida il percorso del tubo


della linea primaria tramite gli
appositi picchetti.

k Picchetti
per tubo 16 mm
10 pz.

a Ref. 500400119 E 5,10 b Ref. 500003116 E 37,50 c Ref. 500400021 E 9,95


d Ref. 500400610 E 1,50 e
Ref. 500433607 E 1,90 f Ref. 500003015 E 2,95
g Ref. 500003019 E 3,15 h
Ref. 500003010 E 5,95 i Ref. 400170220 E 6,50
j Ref. 500003013 E 2,85 k
Ref. 500400114 E 4,45

12
Balconi piccoli
Per i balconi di dimensioni ridotte utilizza la linea secondaria da 6 mm.

Applica l’apposito raccordo


filettato al programmatore e
collega il tubo.
Ricordati di applicare sempre
sul finale del tubo il tappino.

2
Taglia ora il tubo in
corrispondenza della
piantina da irrigare.
In base al numero di piantine
da irrigare, taglia degli
ulteriori pezzi di tubo della
lunghezza che intercorre tra
il tubo e la piantina.

13
3
Collega ora i pezzi appena tagliati
ai raccordi a T.

4
Applica ora
i gocciolatori e guida
il tubo sui vasi tramite
gli appositi picchetti.

Kit microirrigazione
(centralina esclusa)
Consiglio Ref. 500453026

in più!
E 33,90

20 vasi da
Se hai circa
onviene
irrigare, ti c
kit.
utilizzare il Programmatore
elettronico
Ref. 500003116
E 37,50

14
Irrigare il giardino
L’irrigazione fuori terra è la soluzione facile e veloce
per innaffiare piccoli giardini, perché non è invasivo
ed è riparabile in modo semplice.

Come irrigare un giardino


fino a 50 mq difficoltà

con l’irrigazione mobile


Per queste dimensioni di giardino, utilizza un tubo magliato da 25 m
(diametro 15 mm), un avvolgitubo con ruote adatto alla lunghezza del
tubo e 2 raccordi automatici con sistema Acqua Stop (gli altri 2 che ti
servono sono già compresi nella confezione dell’avvolgitubo).
Quando scegli il raccordo, verifica che sia adatto al diametro del tubo.

a Tubo magliato
25 m diam. 15 mm

c Raccordo
automatico
b Avvolgitubo con Acqua Stop

1
Avvita il raccordo filettato
al rubinetto.

d Raccordo
filettato

15
2
A questo punto, utilizzando una
forbice tagliatubi, taglia circa 1,5 m
di tubo che ti servirà a collegare il
rubinetto all’avvolgitubo.

e Forbice
tagliatubi

3
Inserisci un raccordo automatico
su tutte le estremità dei tubi
(sia lo spezzone da 1,5 m che il
tubo principale). Fai attenzione
a stringere bene per evitare
fuoriuscite di acqua.

4
Collega lo spezzone da 1,5 m al rubinetto, da una parte, e alla
presa esterna dell’avvolgitubo dall’altra.

16
5
Collega il tubo principale alla presa interna dell’avvolgitubo e
avvolgilo.

Un consiglio in piùsel! la
ra, fissa una
Se non vuoi ingombri a ter
i problemi
avvolgitubo al muro; se ha
o compatto.
di spazio, usa un avvolgitub
f Sella avvolgitubo

g Avvolgitubo
compatto

a Ref. 500400007 E 25,00 b Ref. 500002947 E 29,00 c Ref. 500433606 E 2,15


d Ref. 500433610 E 1,50 e
Ref. 430300044 E 9,90 f Ref. 500440040 E 3,95
g Ref. 500002948 E 26,00

17
Come scegliere l’elemento
difficoltà
di diffusione dell’acqua
A seconda del tipo di getto che ti serve, scegli tra le seguenti
soluzioni.

Per spazi aperti, prati e orti


Usa la lancia, dal getto
potente e ristretto.

a Lancia

Per piante in vaso e siepi


Usa una pistola irrigante, che permette di
variare il getto da diffuso a concentrato.
Scegli un getto più concentrato se bagni
vicino alle radici e nebulizza se vuoi
rinfrescare le foglie.

b Pistola
irrigante

Un consiglio in più!tro,
stesso diame
Per collegare più tubi dello c
pe un tubo, dopo Giunto
ad esempio quando si rom
eggiata, utilizza un lineare
aver rimosso la parte dann
giunto lineare.

a Ref. 500433614 E 6,95 b Ref. 500440038 E 14,00 c Ref. 500433617 E 1,35

18
Come irrigare un giardino
da 50 a 150 mq difficoltà

con l’irrigazione semi-fissa

L’irrigazione semifissa è una soluzione di facile applicazione.


Tuttavia rimane visibile e, ogni volta che il prato deve essere
rasato, occorre rimuovere il tubo e gli irrigatori.
Per collegare il tubo all’impianto idrico, segui le indicazioni
di pagina 16. Ora ti rimane da scegliere il tipo di irrigatore più
adatto al tuo giardino.

Per piccoli spazi verdi


Scegli un irrigatore statico che eroga
acqua finemente vaporizzata in un’area
circolare fino a 60 mq.

a Irrigatore
statico

Per superfici rettangolari


Scegli gli irrigatori oscillanti, di cui si
può regolare l’ampiezza (da 0 a 180°)
e l’entità del getto.

b Irrigatore
oscillante

19
Per grandi spazi aperti
Scegli un irrigatore battente o a
intermittenza, che offre un getto potente
e uniforme. Puoi regolare la rotazione
fino a 360°.

c Irrigatore
a intermittenza

Un consiglio in più!disposte
o delle piante
Se hai un’aiuola, una siepe
d tubo poroso o, che garantisce
in fila, scegli il tubo poros
za sprechi. È antigelo
un’irrigazione mirata e sen
con la terra.
e non si ottura a contatto

Come automatizzare
difficoltà
l’impianto

Se vai in vacanza o vuoi


semplicemente ottimizzare
i consumi e il tuo tempo,
automatizza l’irrigazione
montando un programmatore
elettronico tra la presa per
il rubinetto e il raccordo
automatico.

20
f Batterie Stilo AA
alcaline 4 pz.
e Programmatore
elettronico

!
Attenzione: a fine stagione, ricordati di smontare
il programmatore elettronico e di togliere
le batterie per evitare che i contatti si ossidino.

a Ref. 500442008 E 6,20 b Ref. 500439656 E 11,50 c Ref. 500410081 E 16,00


d Ref. 500403042 E 1,60 al metro
e Ref. 500003116 E 37,50 f Ref. 420410030 E 3,00

21
Come irrigare un giardino
di oltre 150 mq difficoltà

con l’irrigazione interrata

L’irrigazione interrata è un sistema fisso ed esteticamente non


invasivo, poiché gli irrigatori sono collocati all’interno del terreno.

Ti consigliamo di svolgere questo tipo di lavoro tra febbraio e


marzo o tra ottobre e novembre, quando è più facile ripristinare
il manto erboso.

Verifiche preliminari
Prima di iniziare il progetto, occorre verificare pressione e
portata del tuo impianto idrico.

1
Per un impianto d’irrigazione interrata è necessaria una
pressione dell’acqua di almeno 2,5 bar. Per misurarla, noleggia
un manometro presso un idraulico.

2
Per verificare la portata, invece, riempi
un recipiente di cui conosci la capacità,
contando in quanti secondi si riempie.
Prima di farlo, verifica che tutti gli altri
rubinetti di casa siano chiusi.

Secchio 10 l
Ref. 410170349
E 2,10

22
A questo punto esegui questo calcolo:
dividi la capacità in litri del contenitore
per i secondi che sono stati necessari
affinché si riempisse e moltiplica il
risultato per 60.

Se, ad esempio, il tuo contenitore da 10


litri ha impiegato 25 secondi a riempirsi,
allora la portata del tuo impianto sarà
10 l ÷ 25 sec × 60 = 24 l/min

La portata non deve essere


inferiore a 18/20 lt/min.

Dopo aver verificato che la portata e la pressione siano


sufficienti, puoi cominciare a progettare il tuo impianto.

Progettazione dell’impianto

1
Su un foglio di carta millimetrata
riporta il disegno dello spazio
verde in cui vuoi realizzare
l’impianto. Per prendere le
misure del giardino utilizza una
bindella e riporta le misure sul
foglio. Segna sulla piantina la
posizione di tutti gli elementi
visibili (vialetti, siepi, piante,
recinzioni...).

Bindella 20 m
Ref. 400000454
E 10,90

23
2
Poiché la creazione di un impianto d’irrigazione interrata è
un lavoro di una certa complessità, ti consigliamo di recarti
in negozio e farti aiutare per disegnare il progetto
in dettaglio.

Per definire il progetto occorre:

Stabilire e segnare sul foglio la posizione della centralina,


che dev’essere vicina ad una presa da 220V;

Stabilire e segnare la posizione del pozzetto, che dev’essere


vicino ad un punto d’acqua;

Segnare numero, tipo e posizione degli irrigatori da


installare, che garantiscano il massimo della copertura.

Per completare questo punto, occorre scegliere gli irrigatori.

Centralina Punto acqua Pozzetto

24
Scelta
dell’irrigatore
Per praticità, è meglio a Irrigatore
scegliere degli irrigatori regolabile
regolabili.

Per ampi spazi aperti b Irrigatore


senza ostacoli, conviene a turbina
utilizzare degli irrigatori
a turbina, che offrono
getti più ampi.

Se il terreno è poco c Mini


profondo e puoi scavare irrigatore
poco, scegli dei mini
irrigatori.

In caso di bassa
pressione, si possono
utilizzare degli irrigatori
appositi.

d Irrigatore e Irrigatore
regolabile non regolabile
per bassa per bassa
pressione 360° pressione 360°

a Ref. 500410083 E 6,50 b Ref. 500400128 E 18,00 c Ref. 500410086 E 6,00


d Ref. 500400131 E 17,50 e Ref. 500400130 E 17,50

25
3
Accanto ad ogni irrigatore, va riportato
sulla piantina il consumo di acqua. Questa
informazione si legge sull’irrigatore e
dipende dall’arco di copertura che si vuole
far compiere all’irrigatore, dalla pressione
dell’impianto e dal raggio di portata.

Per ottenere il consumo in litri al


minuto dividi per 60 il valore che
leggerai sull’irrigatore.

Per trovare la distanza corretta tra gli


irrigatori, i getti devono sovrapporsi
appena, così da garantire la copertura
della superficie, ma senza causare
eccessivo ristagno d’acqua sul terreno.

Irrigatori

2,6 l/min 5,3 l/min 5,3 l/min 3,5 l/min 3,5 l/min

5,3 l/min 5,3 l/min 5,3 l/min

2,6 l/min 5,3 l/min

2,0 l/min 2,6 l/min

5,0 l/min
2,6 l/min

26
4
Il consumo di acqua dell’impianto non deve superare la portata
totale disponibile, quando ciò accade occorre prevedere un
impianto con più linee indipendenti, che innaffino il giardino
in momenti diversi, sfruttando la portata d’acqua senza
superarla.

Ad esempio, se la copertura ottimale richiede un


consumo di 36 l/min e la portata disponibile è
di 20 l/min, occorrerà prevedere 2 linee indipendenti.

Bisogna a questo punto disegnare il percorso delle linee


d’irrigazione indipendenti sempre a partire dal pozzetto.
Per farlo, traccia linee rette e che non incontrino vialetti o
passaggi, che renderebbero difficile la realizzazione pratica
dell’impianto.

Linee acqua

2,6 l/min 5,3 l/min 5,3 l/min 3,5 l/min 3,5 l/min

5,3 l/min 5,3 l/min 5,3 l/min

2,6 l/min 5,3 l/min

2,0 l/min 2,6 l/min

5,0 l/min
2,6 l/min

27
Un consiglio in più!
attacco un
Se non hai a disposizione
oi us are
alla rete elettrica, pu
abile
un’elettrovalvola programm
a batteria.

a Elettrovalvola programmabile
a batteria
Installazione della centralina
La centralina deve essere installata nelle vicinanze di una presa
di corrente, posizionata in uno spazio riparato dagli agenti
atmosferici. Inserisci una batteria da 9 Volt per mantenere
funzionante la centralina anche in caso d’interruzione di corrente.

b Centralina c Batteria 9 V
alcalina

1
Definisci il punto in cui installerai la centralina, prendi le
misure correttamente (per sapere come fare, verifica sul
Quaderno Appendere diversi oggetti al muro), quindi fora
il muro con il trapano e la punta da 6 mm.

28
d Trapano

e Punta 6 mm

2
Inserisci i tasselli nei fori, avvita la vite del foro superiore col
giravite, posiziona la centralina, inserisci la vite nel tassello
inferiore e avvitala per bloccarla.

f Giravite

29
3
Nelle vicinanze della centralina, prendi
le misure per installare l’alimentatore
eseguendo gli stessi passaggi visti per
la centralina. Posiziona l’alimentatore,
fissa le viti e stringile con il giravite.

Collega i fili dell’alimentatore alla


morsetteria della centralina (ingresso
RST 24 VAC).

Collega l’alimentatore alla presa di


corrente.

Predisponi una canalina dove


introdurre i cavi che dalla centralina
andranno al pozzetto.

30
4
Per evitare sprechi d’acqua,
prevedi un sensore pioggia che
blocca l’avvio del programma
d’irrigazione in caso di maltempo.
Per prima cosa allarga con un
giravite i morsetti dell’uscita SEN
della centralina e togli il ponte
(linguetta in metallo).

g Sensore pioggia

Collega i fili del sensore all’uscita


SEN della centralina.

Per installare il sensore pioggia,


individua un posto su cui la pioggia
cada direttamente e che registri
la più ampia angolazione, ma fai
attenzione a variabili importanti
come esposizione al sole o zone
d’ombra.

a Ref. 500005010 E 89,00 b Ref. 500400151 E 65,00 c Ref. 420000757 E 3,00


d Ref. 400000373 E 119,90 e Ref. 400000910 E 1,50 f Ref. 400001494 E 4,70
g Ref. 500400164 E 45,00

31
Predisposizione
del pozzetto
a Pozzetto

1
Metti i guanti da lavoro e scava, nel
punto stabilito, una buca abbastanza
grande da contenere completamente il
pozzetto.

b Guanti
c Vanga a punta

2
Rimuovi con il giravite la vite presente
sullo sportello superiore e metti per
il momento da parte il coperchio, lo
riutilizzerai alla fine del lavoro.

3
Effettua i fori negli spazi predisposti
sulla parete attraverso la quale
dovranno passare i tubi di linea.
Esegui un foro di invito con una punta
per ferro da 10 mm.

d Punta per ferro


10 mm
32
Pratica ora il foro definitivo utilizzando
la sega a tazza montata sull’albero
pilota a codolo esagonale. Ripeti questa
operazione per ogni linea prevista.

e Albero pilota f Sega a tazza


a codolo esagonale

4
A questo punto posiziona il pozzetto
nella buca scavata precedentemente.

a Ref. 500400158 E 22,00 b Ref. 500520102 E 4,00 c Ref. 500007641 E 16,75


d Ref. 400000993 E 5,00 e Ref. 400000845 E 7,90 f Ref. 400000849 E 9,50

Collegamento elettrovalvole al collettore

1
Prevedi un’elettrovalvola per ogni linea.
Raggruppa le elettrovalvole con l’aiuto di un collettore.

a Elettrovalvola b Collettore

33
Un consiglio in più! c Raccordo
cite us
Se non ti servono tutte le
oi ch iud ere quelle
del collettore, pu
a misura. d
inutilizzate con dei tappi Tappo

2
Per evitare fuoriuscite d’acqua,
applica il teflon al filetto
dell’elettrovalvola.

e Nastro P.T.F.E.

Per collegare l’elettrovalvola


controlla il verso della freccia, che
indica la direzione del passaggio
d’acqua all’interno del tubo.

Avvita le elettrovalvole sulle uscite


del collettore, tenendo fermi il
collettore e l’elettrovalvola e
avvitando la ghiera del collettore.

a Ref. 500400160 E 27,50 b Ref. 500400150 E 23,00 c Ref. 500410060 E 1,00


d Ref. 500410068 E 1,50 e Ref. 430681035 E 0,60

34
Collegamento del collettore
all’impianto idrico

1
Chiudi l’uscita del collettore da cui
non passerà l’acqua con un tappo di
fine linea.

a Tappo fine linea

2
Dall’altro lato avvita il raccordo
al collettore. Svita la ghiera del raccordo,
inserisci il tubo e stringi la ghiera.

b Raccordo

in più!
Un consiglio ine sca tra ac
Installa una valvola a sar
a e il co lle tto re, in modo
il punto acqu
in caso di
da poter isolare l’impianto
manutenzione.

c Valvola d Raccordo
saracinesca lineare

a Ref. 500410068 E 1,50 b Ref. 500410045 E 1,99 c Ref. 500400147 E 11,50


d Ref. 500410060 E 1,00

35
Realizzazione solchi
e posizionamento degli elementi

1
Sul percorso previsto per le
tubazioni pianta a terra dei picchetti
utilizzando un martello con testa in
gomma nei punti in cui collocherai
gli irrigatori.

a Martello con testa Un consiglio in più!


in gomma re dei listelliza
Come picchetti puoi utiliz
ntivamente
da 1 m di lunghezza preve
.
tagliati in pezzi da 50 cm

b Listelli

2
Per tracciare il percorso delle
tubazioni, lega i picchetti del
circuito (dalla elettrovalvola
all’ultimo irrigatore) con uno spago.

c Spago

36
3
Aiutandoti con una vanga, scava un
solco parallelo allo spago teso tra i
picchetti. Dato che vi si alloggerà il
tubo da 25 mm, è opportuno che la
profondità sia di 25/30 cm.

d Tubo da 25 mm

Un consiglio
in più!
Per non rovinare le zone
,
di prato adiacenti al solco
puoi posizionare un tel o
per accumulare la terra
mossa.
e E per ripristinare
Telo occhiellato
velocemente il tappeto
erboso, semina la terra
mossa.

f Semi rigeneranti
500 g

37
4
Srotola il tubo dalle elettrovalvole lungo i percorsi scavati nel
terreno. Dove sono previste curve a 90° taglia il tubo e utilizza
dei raccordi ad angolo.

g Raccordo
angolare

5
Prima di tagliare il tubo con un
seghetto, verifica la lunghezza
(meglio abbondare). Dopo aver
tagliato, prima di applicare il
raccordo, pulisci bene i bordi dalle
sbavature con la carta vetrata.

h Seghetto i Carta
vetrata

38
6
Alla fine di ogni linea prevedi sempre
un tappo di fine linea.

j Tappo di
fine linea

Un consiglio in più!
che potrebbero ua
Per evitare ristagni d’acq
ern o, mo nta una valvola
ghiacciarsi in inv
. Per funzionare
di drenaggio per ogni linea
dev’essere
correttamente, la valvola
basso della linea
posizionata nel punto più
ghiaia grossa.
e poggiare su un fondo di

l Valvola
drenaggio
3/4”
k Presa
a staffa 3/4”

a Ref. 400100162 E 2,50 b Ref. 440201034 E 0,90 c Ref. 410002748 E 5,90


d Ref. 500410029 E 1,00 al metro
e Ref. 500400141 E 1,20 f Ref. 510540117 E 5,00 g Ref. 5004100048 E 2,60
h Ref. 400001222 E 3,00 i Ref. 400320058 E 2,90 j Ref. 500410055 E 1,80
k Ref. 500400142 E 1,20 l Ref. 500004617 E 6,00

39
Montaggio e regolazione degli irrigatori

1
Appoggia a terra, in corrispondenza
di ogni picchetto, l’irrigatore
previsto in quel punto, la presa a
staffa porta prolunga sezionabile e
la prolunga sezionabile.

a Presa a staffa
porta prolunga sezionabile

b Prolunga c Irrigatore regolabile


sezionabile

2
Applica al tubo la presa a staffa
facendo attenzione di rivolgere
la parte filettata verso l’alto. Serra
bene i bulloni. Prima di applicare
la prolunga sezionabile, fora il tubo
con un trapano e una punta per ferro
da 10 mm.

3
Avvita la prolunga sezionabile alla
presa a staffa porta prolunga.

40
4
Dovrai tagliare la prolunga
sezionabile in modo che, una volta
inserito l’irrigatore nel solco,
quest’ultimo affiori appena dal
terreno. Per capire quanti segmenti
della prolunga sezionabile dovrai
tagliare, posiziona a terra un
listello di traverso al solco, come
riferimento del terreno.

5
Avvita temporaneamente l’irrigatore
alla prolunga sezionabile e misura
la parte di irrigatore che sporge dal
listello.

6
Riporta questa misura sulla prolunga
sezionabile e taglia la prolunga con
un seghetto dall’estremo su cui
avviterai l’irrigatore.

41
7
Avvita l’irrigatore alla prolunga
sezionabile tagliata a misura.

8
Per regolarlo usa la chiavetta.
Regola gli irrigatori a seconda
della posizione:
- a 90° se devi posizionarli in un
angolo;
- a 180° se intendi posizionarli
lungo il bordo;
- in caso di spazi aperti e
senza ostacoli, fai compiere
all’irrigatore giri di 360°.

d Chiavetta

9
Ripeti queste operazioni per tutti gli irrigatori previsti nel
progetto. A questo punto la linea è completa.

a Ref. 500400141 E 0,96 b Ref. 500400137 E 0,64 c Ref. 500510083 E 6,50


d Ref. 500410084 E 2,35

42
Un consiglio in più!
tore
Se vuoi posizionare un irriga
ea, usa il raccordo
in un angolo della lin
lun ga sezionabile Raccordo a gomito
a gomito avvitando la pro
ttata. con uscita filettata
direttamente sull’uscita file
Ref. 500410053
E 3,90

Collegamento pozzetto ai tubi di linea

1
Collega ciascun tubo della linea all’elettrovalvola
tramite il raccordo. La parte nera del raccordo va stretta
all’elettrovalvola e fatta uscire dal foro sulla parete del
pozzetto, mentre la parte gialla va inserita sul tubo di
linea. Avvita bene le due parti del raccordo e ripeti le
stesse operazioni per ciascuna linea.

Raccordo
Ref. 500410045
E 1,99

43
Collegamento elettrico elettrovalvole-centralina

1
Porta una canalina dalla centralina
all’interno del pozzetto.

a Canalina
lunghezza 2 m
diam. 20 mm

2
Porta un numero di cavi pari al numero
di elettrovalvole più uno, che si
chiamerà Comune (C). Fai attenzione a
distinguere i diversi cavi poiché ognuno
si collega ad un morsetto, da una parte,
e alla relativa elettrovalvola, dall’altra.
Per questo l’ideale è utilizzare cavi di
colori diversi.

d Cavo elettrico
colore nero
b Cavo elettrico c Cavo elettrico diam. 1,5 mm
colore blu colore marrone
diam. 1,5 mm diam. 1,5 mm

3
Collega ciascun cavo al proprio
morsetto della centralina e alla
propria elettrovalvola nel pozzetto.
Collega al morsetto C il cavo comune.

44
4
Collega il cavo inserito nel
morsetto 1 della centralina
a uno qualsiasi dei cavi
dell’elettrovalvola 1 alloggiata
nel pozzetto.
Ripeti in sequenza questa
operazione per tutte le
elettrovalvole. Per collegare
i cavi usa dei connettori stagni.

e Kit 2 connettori
stagni

5
Nel pozzetto collega insieme il cavo del Comune ai quattro
cavi rimasti liberi delle elettrovalvole.

a Ref. 420220218 E 0,70 b Ref. 420200167 E 0,39 al metro


c Ref. 420200166 E 0,39 al metro d Ref. 420200165 E 0,39 al metro
e Ref. 420310142 E 7,70

45
Collaudo

1
A questo punto collauda l’impianto
e aggiusta la regolazione degli
irrigatori per ottenere la copertura
ottimale.

2
Per svuotare il circuito da residui di
terra, svita la testina degli irrigatori
e avvia l’elettrovalvola per qualche
secondo.

3
Riavvita le testine e riempi il solco
con la terra livellando bene la
superficie in modo che l’irrigatore
affiori appena fuori dal terreno.

46
Piccoli consigli di manutenzione
Prima che arrivi l’inverno, ricordati di:
- chiudere la valvola a saracinesca a monte delle elettrovalvole;
- eliminare l’acqua residua accendendo l’impianto per qualche minuto;
- proteggere le elettrovalvole dal gelo con del materiale isolante.

Si è rotta la testina difficoltà


dell’irrigatore?

Se la testina dell’irrigatore
si danneggia tagliando il prato,
non devi sostituire per forza tutto
l’irrigatore, ma puoi cambiare
la testina. Per irrigatori regolabili
da 1 a 360°.

a Testina irrigatore b Testina irrigatore c Testina irrigatore


con getto con getto con getto
fino a 2,7 m fino a 3,7 m fino a 4,2 m

a Ref. 500004989 E 2,95 b Ref. 500004990 E 2,95 c Ref. 500004991 E 2,95

47
App Bricocenter
Bricocenter.italia
bricocenter.it

@Bricocenter_it
Bricocenter

Bricocenter Italia S.r.l. Strada 8 Palazzo N - 20089 Rozzano (MI) - P. Iva 05602640962
I prezzi possono subire variazioni nel caso di errori tipografici. Le foto rappresentano oggetti che possono non corrispondere a quanto esposto in negozio.
In ragione delle fluttuazioni di mercato i prezzi potrebbero subire variazioni dopo il 31 agosto 2017.