Sei sulla pagina 1di 4

296 Parte V - Meroatl finanziari capitolo 13 - Mercato azionarlo 297

ESEMPIO cf3.1

'\\Valutazione di un'azione: modello unlperiodale


}/Trovate Il prezzo odierno delle azioni Luxottlca coerente con I valori fomld In precedenza.
}\Per determinare Il valore attuale del flussi di cassa dovete conoscere Il rendimento rlchle­
/{ sto sugli investimenti In capitale di rischio. Poiché le azioni sono più rischiose delle obbliga-

rr
'\. zlonl, richiederete un rendimento superiore a quello offerto nel mercato dele obbligazioni:
$Upponete quindi che dopo un'attenta considerazione decidiate che sareste soddisfatti di
f: guadagnare Il 12% sull'investimento.
Soluzione
Inserendo I valori nell'Equazione 1, otterrete quanto segue:
0,16€ 60€
P0=­­+­­=0,14€+53,57€=53,71€
1+0,12 1+0,12
Sulla base della vostra analisi trovate che le azioni valgono 53,71 euro; poiché Il tltolo è
13.2 Come calcolare il prezzo delle azioni attualmente disponibile a 50 euro per azione, scegliereste di acquistarlo. Perché le azioni
sono vendute a meno di 53,71 euro! Una ragione plausibile è che altri Investitori valutino
ordinarie un rischio diverso sul flussi di cassa o ritengano che essi siano Inferiori a quelli da voi
Un principio fondamentale della finanza è che il valore di ogni investimento si ottiene
calcolando il valore attuale di tutti i flussi di cassa che l'investimento genererà nella sua
vita. Per esempio, un immobile a uso commerciale sarà venduto a un prezzo che riflette i
flussi di cassa netti (affitti, spese) che si presume genererà durante la sua vita utile. Con la
stessa logica è possibile stimare il valore di un'azione. I flussi di cassa che un azionista ) 13.2.2 Modello di valutazione generalizzato
può guadagnare dalle azioni sono i dividendi, il prezzo di vendila o entrambi. . .. Il modello di valutazione uniperiodale dei dividendi può essere esteso per un numero
Per sviluppare la teoria della valutazione delle azioni, iniziamo con un modello molto ) qualsiasi di periodi: il concetto rimane invariato. Il valore del titolo è pari al valore attuale
semplificato. Ipotizziamo che un investitore acquisti un'azione, la mantenga in portafo- { dei flussi di cassa futuri. Oli unici flnssi di cassa che un investitore riceverà sono i divi­
glio per un certo periodo fino a ottenerne un dividendo e successiwmente la rivenda: que­ ,J dendi e un prezzo di vendita finale, quando le azioni verranno infine liquidate. La formula
sto è il modello di valutavone uniperiodale. · · · generalizzata per le azioni può essere scritta come segue:

13.2. 1 Modello di valutazione uniperiodale (2)


Supponete di disporre di fondi supplementari da investire per un anno e che dopo questo
periodo dobbiate cedere il vostro investimento per pagare le tasse scolastiche. Dopo avere Se cercate di usare questa equazione per trovare il valore di un'azione, presto vi rende­
http://stDcksmarts.com/ letto ''Il Sole 24 ÒRE", decidete di acquistare le azioni Luxottica. Clliamale la vostra banca rete conto che, prima di poter valutare il valore odierno, dovete innanzitutto determi­
freedlarts/histDrkal; e scoprite che Luxollica viene scambiata a 50 euro per azione, con un dividendo annuo di mm: quello atteso in un certo momento futuro.
www.boisattaliana.tt/ 0, 16 euro. Secondo le previsioni di un analista di mercato, riportate dal giornale, tra on anno In altre parole, dovete trovare P. pec calcolare P0• Tuttavia, se P. è lontano nel tempo non
atlonl.htm le azioni potrebbero essere quotate a 60 enro. Ritenete che tale titolo sia da acquistare?
Nei due siti (per il mer­ inftueru.erà P,,. Per esempio, il valore attuale di un'azione che sarà venduta a 50 euro tra 75
cato statunitense e per Per rispondere a questa domanda dovete determinare se il prezzo corrente rispecchia anni, nsando un tasso di sconto del 12%, equivale soltanto a I centesimo [50 €/ (1,12,s) =
quello italiano) si trovano esattamente le previsioni dell'analista. Per stimare il valore delle azioni occorre trovare il O,Gl €]. Questo significa che il valore corrente di un'azione può essere detemùnato sempli­
dati sulle quotazioni valore attuale dei flussi di cassa attesi (pagamenti futuri) generati dal titolo. Date le ipotesi cemente come il valore attuale del flusso di dividendi futuro. Il modello di valulazione
azionarie, grafici e prezzi del modello, questi flussi consistono di un pagamento di dividendo pii) un prezzo di ven­ gt1Mra/iw:lto dei dividendi è riscritto come segue senza il prezzo di vendita finale:
storici. dita finale, mentre il fattore di sconto da utilizzare è il rendimento richiesto sugli investi­
menti in capitale di rischio; dunque l'eqnazione che consente di calcolare il prezzo cor­ • D
rente delle azioni è la seguente:
Po=L,­­
'­ (3)
,.,,1 (l+k,Y
P. = mv, +_!L_ (I) Considerate per un momento le implicazioni dell'Equazione 3. Secondo il modello gene­
o (t+k.) (l+k,) ralizzato dei dividendi, il prezzo delle azioni dipende soltanto dal valore attuale di questi.
dove: Tuttavia molle azioni non corrispondono dividendi: perché esse hanno un valore? La
P0 = prezzo corrente delle azioni. Lo zero in pedice si riferisce al periodo O, ossia il risposta è che gli acquirenti dei titoli prevedono che prima o poi l'azienda pagherà
presente dividendi.
Div, = dividendo corrisposto alla fine del primo anno Di oorma, un'azienda inizia a contemplare il loro pagamento non appena ba concluso
k, = rendimento richiesto sugli investimenti in capitale di rischio la fase di sviluppo rapido del suo ciclo di vita. Il prezzo del!' azione, allora, aumenta via
P, = prezzo alla fine del primo periodo, ovvero il prezzo di vendita presunto delle azioni. via che ci si avvicina al momento in cui inizierà il flusso di dividendi.
298 Parte V - Mercati finanziari Capitolo 13 ­ Mercato azionario 299

Un simile modello di valutuione richiede di oalcolare il valore auwùe di un flusso in1ìnito


ll�tifMffet�fiff%fiz%Nf#?.f!.4W!ffef@'•ffffffe�ffm
_jl!i;�lutazione di un'azione; modello di Gordon
di dividendi: un'impresa certo non facile! Pec tale motivo sono stati sviluppati modelli
t-;

semplificali: 'uno di questi è il modello di Gonloo (Gonion growth model), che preaup­
pooe la CRlllCita costute dei divideudi. �ff,gyate M prezzo di mercato correna, delle azioni Coca­Cala, supponendo che I dividendi
@'�ano a un tasso costante del 10,95%, che 00 = 1,00 $ e che U rendimento rlc:hlesto (k.)

13.2.3 Modello di Gordon iffde11�. .


Molte imprese si sfOIZB110 di aumeotara Q8Jli anno i loro dividendi a un tasso costante.
L'equazione seguente è una riscrittura dell'Equazione 3 che tiene conto di questa P. _ D0 x(l+g)
o (k. -g)
crescita:

P. 1,0() $ X (1,1095)
0 = 0,13- 0,1095
(4)

dove: Po = 1,1095 $ = 54,12 $


0,0205
=
D0 dìvìdendo corrisposto pifl recente
f; I presupposti per quanto riguarda I tasso di crescita costante e H rendimento richiesto
g = tasso .di crescita annua eo5tante previsto per i dividendi f�no corretti, le azioni Coca­Cola dovrebbero essere venduta a 54,12 dollari.
k, == rendimento tichiesto sugli ÌJMlSlimenti nel capitale di risdlio. \)�w­�::­z­:r.z�*".­;.'vi:'­:;;.r1.:.r;­::­..;­Y..­r:­:·�Y..:­:­z.:­:·:::­�:­:,. .':­:.­z..:;:::­��3::.1&:::'!­Z::::::!!'.:·l::·:::­,z.;�z­:,:·:�­:­;·,'f:{::�e7m­t.{:.0}�.?. .:.­;:;z..­. ­:�:

L'Equazione 4 è­stata semplificata algebricamentb, ottenendo la seguente equazione:•


_;\jjj:;3.2.4 Modello di valutazione del PE (Price/Earnings)
P. D0x(l+g} _!3,_ (5) }\In teoria. il melDdo tnigliore per la valntaziooe delle azioni è il modello baalD sui dm-
o (k,-g) (k,-g) } dc:alli; tuUaviallOD è &emIR facilo applicare queste me!Ddo: se un'azienda DOD ala pagando
:{divideudi o se il SUQ tuao di cresc:ita è mollo irregolare, i r.isu1tali � J1QO e88are
Quest.o lllOdello è utile per� il valom di un' azio1111, iu:amesao cbe si riten,gano. plau- :\ soddlSUO"llti. Pllr .. rootiw, talvolta wmgol)O applicale al1lC tecnidle al fipe di slilllm il
sibili le seguenti ipoteai. .t vabe dello azioni. Uno degli approcci piil diffusi è quello basato sul mu1liplo prezzofuli1i.
1. RIU:Mre che i dìvidouli contimùno a crescere a un tasso costante per sempre. In ef- ·} · Il multiplo PE (Price-Eanrings rado) ò una misura ampiamente utilizzata per osser­
fetti, finché si pensa cbe crescano a un tasso costante per un lungo periodo di tempo, �\ vare quanto il mcroato è diapo5t0 a pagare un'unità degli utili di un'azienda. Un PE ele­
il modello dovrebbe dare risultati. ragiouevoli, dal IIIOIIBlUto che gli mori relalivi ai . x valo ha due interpretazioni

fluali di cassa remoti diventano molto piccoli una volta �lati al preaente. 1. Se Ò superiore alla media può Bignlficllre dle il meccalO si llSpllUa UD futuro incremeu­
2. Rile1111re-che il tasso di crescita sia ùiferiore al rendimento richiesto sul capitak di to degli utili, nel qa.aJ. caso il PE ritornerebbe a livelli noanali
rischio, ossia k,. Sviluppando il modello, Myron Gordon ha dimostrato che questo è 2. In altmnativa, un PE elevato può iDdicare che il m«c:ato ritiene che gli utili della so­
un presupposto ragionevole. cietà siano carattmizzati da un basso fattore di rischio.
II multiplo PE può � usato per stimare il valore dell'azione di una delenninata
società: algebricamente, il prodotto del multiplo per gli utili previsti corrisponde al prezzo
' Pw ......-1'Bquulollo' dalla 4, ili pdmo luogo moltlpllade Clllnmbi i iuembli dell'Bquaionc 4 per delle azioni:
( l + k,) I (l + 1) e quladi ­la dal riau!Wo. Questo dà:

�-l\·O.-p.�0+1)" .!..xE=P
0+1) . (l+I:,)" E
Suppooaodo dio t_ Ila motqlo,'a di I, U lerlDiae aU'eltnlGI& daino Il avvicinlllà a mo e potrà_,, In partico]are, di IIOlito si può ll88IUllCIC che le socielà dello stesso settme. nel lungo ter­
olimluto. Quh,dl, dopo IMll'II IOOfflllOIIO P0 lii titlori dalla p111e di slnilln, li Olliene: mine, abbiano multipli PB simili ll valore di un'azione può quindi essere determinato
moltiplicando il multiplo PB' medio di settore per gli utili per azione previsti (E") per la
I\J
"L�
,., -,]-o. nostra società. Il prezzo teorico dell'azione (P') si ouiene quindi nel DJOOO seguente:
pT = PE· X E' (6)
Pul al NCIIPlillca .._.., 1 llnlliul, per _,

I\• 0+',.)-0+1) -o.


• •• Valutazione di un'azione: approccio del multiplo PE
Il multiplo PE medio nel settore delle telecomunlcazfonl è 23. Qual è Il prezzo corrente
delle azioni Telekom, se gli utili per azione sono previsti pari a 1,13 €1
288 Parte V - Mefcali finanziari Capitolo 13­ Mercato azionario 299

Un simile modello di valutuiooe richitlde di aalc:olare il valore BttWlle di un flusso infinito


di dividendi: un'impresa certo non fal:ilel Fu- tale motivo sono stati sviluppati modelli
semplificali:· UDO di questi è il modello di Gonlon (Gordon gTPWth model), dle preaup­
�ir:· ­
=?Ya1utuione di un'azione: modello di Gordon
pooe la cmJCita costaate dei dividendi. %ffmate I prezzo di merc:ato corrente delle Qionl Coca-Cola, supponendo che I dMdendl
,;J� a un tasso costante del 10,95%, che 00 1.00 $ e che U reodlmento richiesto (k,) =
13.2.3 Modello di Gordon i:i:r del 1�­

Molte imprese si sforzaao di �- opi anno i loro dividendi. a un Ùl5IIO costante.


P. D0x(l+g)
L'eqaazioae seguente è una riactlttura dell'Equazione 3 che tiene conto di questa o­ (A:.­g)
crescita:
l,00 $ x(l,1095)
Po=
(4) 0,13­0,1095

Po = 1,1095 $ = 54,12 $
dove: 0,0205
D0 = di� corrisposto pm receate \� I presupposci per quanto riguarda M tasso di cniscita costante e I rendimento richiesto
g = tasso.di czescita annua coslante previsto par i dividendi \)ono corretti, la azioni Coca­Cola dovrebbero essere vendute a 54,12 dollari.
A:, = rendimento òcbiesto sugli iJM:slimcnti nel capi.tale di riacihio. }[�.u..: :.z.�­;.z­:,�.:=·;.rr..,w..,­:;w.;.: ,1:.�;­}.:r:·:·�Y. .:­­:­?.:,.­.:::�:­:,..:�­i: :;:: :·��,..c:. iz.�2.'.::­:::!�:­1:·::.:.·;..::­.,;"":.:.o:­�­:�::�­}:·.'. ,�W7Lt2't��.!..,...m..­.::.l::'�;
{/'
L'Equazione 4 èctata semplificata lllgebricamento, ottmeodo la seguente eqww.one:6
:{J3.2.4 Modello di valutazione del PE (Price/Earnings)
P, Dg x(l + g} __I:ì_ (S) ]\1n t.eoria. il metodo migliore pu la wlntazkme delle azioni ò il modello basalo sui dm-
o (k.-g) (k. -g) \: dcmili; IDIIBria111111 è sempre facilo applil:me quelfO IIIIICodo: 8C un'azienda DOl1 ata pagando
k dividelldi o se il SUQ tasso di crescita ò molto mgolate, i risultati poùd>bem aoo easme
Questo IIIOdcllo è � ptz otlQJtm il vaJom di 1111' aiiouc, IIQIIDlll80 cbe SÌ ritaugaDo_ plau- f soddlsfarAJti Per lii& moliw, talvolta vaJgoDO applicale al1lc tc:cnic:be al fiDe di slimaie il
sibili le segueuti ipomai. %: wbe dello azioni. Uno degli approcci pii) diffusi ò quello basato sul multiplo prezmlulili.
1. Riknerrt che i dividDuli continuino a crucen, a "" tosso CO.Stante per sempre. ID ef- ··· Il multiplo PE (Price-Earnings ratio) ò una misura ampiamente utilizzata p« osser­
fetti, finché si pensa cbo crescano a un tasso costante per UD lnngo periodo di tempo, vare quanto il mereato ò diBpoi;to a pegare un'unità degli utili di un'IWCDda. Un PE ele­
il modello dovrebbe <Ime risultati ragiouevoli, dal IIIOIIlml1o che gli errori relativi ai vato ha due interpetazi.oni.
fluaai di casaa remoti dhentano molto pia:oli una volta 8COlllati.
al preaeme. 1. Se Ò supmioo, alla media può Bignifu;arD dle il macalo ai ll8(llllta OD futnro incremen­ ·'
2. Ritenere -che il tassa dJ crescita sia inferiore al raulimento richuno sul capitak di to degli utili, nel qual caso il PE ritornerebbe a li.velli nounali.
rischio, ossia k,. SviluppaDdo il modello, Myron Gordon ba dimostralo che questo è 2. In altmllltiva. un PE elevato può indicare çhc il mercato ritiene che gli utili della so­
un pn:soppolto ragiODeVOle. cietà aiano camUarizzali da un basso fùtme di rischio.
Il multiplo PE può essere usato par SIÌmlllC il valore dell'azione di UDa determinata
IOCietà: algebricamente, il prodoao del multiplo per gli utili previsti <.<llJÌBJ.>OD<l al prezzo
' Par� l'Bquuione S dalla 4, in pdmo bqo moltipllcà cmlnmbi i ll)lllllbri doU'llqum:ione 4 per delle azioni:
(1 + k.) I (l + a> e cpliDdi ­1& dal rilallato. QDes1o dà:

�x(l+ ... )_P..n_-13,�0+•l'" !..xE=P


O+rl . 0 (l+l,l'" E

Supponendo cbc k, aia maggiore di 1, 11 lllnllÌDI> all'eatn,u,a deolrll 111 ILWiçiJaà a zao e pollà eacn: In partico)are, di IIOlito si paò IIIIUllll:ie che le socielà dello ateao seuore. od lungo ter­
olimiaato. Qalndl, dopo_,, scompoato P0 la fllloo dalla pule di slDi8ln, li olliene: mine, abbiano multipli PE simili Il valore di un'azione può quindi essere detenninato
moltiplicando il multiplo PB' mcdio di settore per gli utili per azione previsti (E") per la
P,{�­,J·D,,
l+f
l108tta società. Il pn=.o teorico dell'azione (P') ai oUicne qui.odi nel lllOdo seguente:
J>T = PE•xe (6)
Poi IÌ eompllfica uacado; temliDi, per ­
-W'>��®''·'9."��.,Wfff$:l4}_à:a,o'.J'd:®?W'&'.&l!iW'MYA!iW�lW'�,%2;'
P. x(l+ ... )-0+.r) •D,,
ESEMP;IO 1 ;l,­3 ,. , ,. ', !f�,f#".,@,J�i�,f�,t;m;�·,;Wj'�_uWW'pYAfZr,%
• I+&
Valutazione di un'azione: approccio del multiplo PE
Il multiplo PE medio nel settore delle telecomunlcazlonl è 23. Qual è U prezzo coçrente
delle azioni Telekom, se gl utili per azione sono previsti pari a 1,13 €!
300 Parte V - Moo:atl finanziari Caplto�13­Mercatoazlonario

Soluzione Applichiamo adesso questi concetti alla valutazione delle azioni. Supponete di conside­
Utllbnndo l'Equazione 6 e i dati forniti, troviamo che: rare l'acquisto di un'azione, che si prevede pagherà dividendi per 2 euro l'anno prossimo
(D1 = 2 euro). Si ritiene che i dividendi cresceranno a un tasso del 3% da oggi all'infinito .
F= 23x 11,3 €= 26 € . , Siete abbasllmZB incerti sia riguardo la costanza del flusso di dividendi, sia riguardo l'e­
sattezza del tasso di crescita valutato. Per compensarvi da questo rischio, richiedete un
A questo punto pcsslamo confrontare H prezzo teorico con Il prezzo di mercato. Se
rendimento del 15% (k.).
quest'ultimo fosse pari a 24. per esempio. avremmo l'Indicazione che le azioni Telekom
Ora supponete che Arianna, un altro investitore, abbia parlato con alcuni dipendenti
sono probabilmente sotto�lutate.
Capprocclo del multiplo PE è particolarmente utile per stimare il valore delle società dell'azienda e sia più sicura riguardo i flussi di cassa previsti. Arianna ritiene equo un
che non corrispondono dividendi. 11 suo punto debole, tuttavia, è che Ignora eventuali fat­ rendimento del I 2%, perché la sua percezione del rischio è più bassa della vostra. Davide,
tori spedfld dell'azienda oggetto di valutazione, per cui un analista esperto correggerà d'altra parte, conosce bene il CBO della società e sa quasi con certezza come sarà il futuro
verso l'alto o verso li basse Il multiplo PE medio di settore, al fine di tenere conto di tali reale dell'azienda. Egli ritiene che sia il tasso di crescita valutato, sia i flussi di cassa sti­
fattori nella valutazione. · mati siano inferiori a quelli che si manifesteranno effettivamente. Poiché considera che
questo investimento sia praticamente esente da rischi, Davide reputa congruo un rendi­
mento soltanto del 7%.
Quali sono i valori che ogni investitore assegnerà all'azione? L'applicazione del
modello di crescita di Gordon fornisce i seguenti prezzi.
13.3 Come il mercato determina i prezzi
dei titoli @P!§§[1,;;Ji(l>}nn:: : , ct;:c,(td�N.:�+rn••Btrn���iiiw:1%70
Voi lS'Jlò 16,67 €
Supponete di recarvi a un'asta di automobili. I vari modelli sono disponibili per un con­
trollo prima che l'asta cominci; tra essi trovate una piccola Smart che vi piacerebbe avere. Ari111Da 12% 22.22€
Fate una prova su strada e notate che l'automobile emette alcuni strani rumori, ma deci­ Davide 7% 50,00€
dete comunque che farebbe al caso vostro. Ritenete che 5.000 euro siano un prezzo giu­
sto, che vi pennettecebbe di pagare le eventuali riparazioni nel caso i rumori dovessero Voi siete disposti a pagare 16,67 euro per azione, Arianna pagherebbe fino a 22,22 euro e
rivelarsi un problema serio. Vedendo che l'asta sta per iniziare, entrate nel salone e aspet­ Davide arriverebbe a 50 euro: l'investitore che attribuisce il rischio più basso all'azione è
tate che sia presentata la Smart. disposto a pagare un prezzo pili alto. Qualora non ci fossero altri trader, il prezzo di mer­
Immaginate che vi sia un altro compratore che abbia adocchiato la Sroart: anche lui ha cato sarebbe appena superiore a 22,22. Se già possedeste azioni, le vendereste a Davide.
provato l'automobile e riconosce che i rumori sono semplicemente il risultato delle pasti­ Il punto è che sono i partecipanti al mercato, facendo offerte l'uno contro gli altri, a
glie dei freni usurate, che può riparare a un costo ridicolo. Questa persona decide che determinare il prezzo. Quando si rendono disponibili nuove informazioni su un'azienda, le
l'automobile vale 7 .000 euro, entra nel salone e aspetta sia il turno della Srnart. aspettative variano e con loro anche i prezzi. Le nuove informazioni possono provocare
Chi acquisterà l'automobile e per quanto? Supponete che soltanto voi e quest'altra cambiamenti nelle attese relativamente al livello dei dividendi futuri o al rischio associato
persona siate interessati. Potreste iniziare con un'offerta di 4.000 euro, che l'altro offe­ a questi dividendi. Poiché i partecipanti al mercato ricevono continuamente nuove infor­
rente porta a 4.500. A quel punto offrite il vostro prezzo massimo, 5.000 euro. Questa mazioni e modificano regolannente le loro aspettative, è ragionevole che anche i prezzi
persona rilancia a 5.100, un prezzo superiore a quanto siete disposti a pagare, pertanto dell'azione cambino costantemente.
lasciate perdere. L'automobile viene venduta al compratore più informato per 5. l 00 euro.
Questo semplice esempio ci permette di fare un certo numero di considerazioni. In
primo luogo, il prezzo è fissato dal compratore che è disposto a pagare il prezzo più alto. Errori di valutazione
Questo non è necessariamente il prezzo pili elevato a cui l'attività potrebbe essere ven­ In questo capitolo abbiamo esaminato alcuni modelli di valutazione delle azioni. Un'eser­
duta, ma è superiore a quanto qualsiasi altro compratore sia disposto a pagare. citazione interessante consiste nell'applicarli ad aziende reali, ma gli studenti che lo faranno
In secondo luogo, il prezzo di mercato sarà fissato dal compratore che può trarre il scopriranno che, nella maggior parte dei casi, i prezzi delle azioni calcolati non corrispon­
tnigliore vantaggio dall'attività in vendita. Il compratore che ha acquistato l'automobile dono a quelli di mercato. Spesso gli studenti si domandano se i modelli siano errati o
sapeva che poteva risolvere il problema del rumore in modo facile ed econotnico e per incompleti, o se stiano semplicemente usandoli in modo non corretto. In realtà è possibile
questo motivo era disposto a pagare l'automobile più di voi. Lo stesso concetto vale per commettere molti emiri nell'applicare i modelli. In particolare possono essere sbagliate le
altre attività. Per esempio, una parte di una proprietà o di un edificio sarà venduta a chi stime elaborate in tema di tasso di crescita, di costo del capitale e di livello dei dividendi.
potrà servirsene per l'uso più produttivo. Ciò spiega perché una società paga spesso un
sovrappiù notevole sui prezzi correnti di mercato per acquistare un'altra azienda: la
società acquirente può infatti ritenere di riuscire a rendere le attività dell' azienda acquisita
13.4.1 Problemi nella stima del tasso di crescita
più produttive di quanto non lo siano attualmente. Il modello a crescita costante richiede che l'analista valuti il tasso costante di crescita a
Infine, l'esempio mostra il ruolo svolto dalle informazioni nel fissare i prezzi delle atti- cui l'azienda sarà soggetta. Potreste determinare lo sviluppo futuro calcolando il tasso di
vità. Maggiori informazioni possono aumentare il valore di un'attività, riducendo il rischio crescita storico dei dividendi, delle vendite o dei profitti netti. Questo approccio, però,
associato al suo acquisto. Quando valutate la possibilità di acquistare un'azione esistono non tiene conto del fatto che l'azienda si evolve e con essa l'economia nella quale opera:
numerose incognite sui flussi di cassa futuri. Il compratore che ha le informazioni tnigliori non è detto, pertanto, che ciò che è accaduto nel passato valga anche per il futuro. Nel suo
su di essi li sconterà a un tasso di interesse inferiore rispetto a un compratore molto incerto. libro TM New Finance, Robert Haugen, professore di finanza presso la University of