Sei sulla pagina 1di 37

I DOMENICA DI AVVENTO – ANNO B

2 dicembre 2018
La fine del mondo segna il trionfo di Gesù Cristo
e il premio degli eletti.

Rubrica liturgico – musicale

Proprio della Messa La Parola risuona nel cuore dei Padri e nel Magistero
Dai «Sermoni» di San Gregorio Magno, papa (Sermo 1, 1-3)
Antifona d’ingresso Fratelli carissimi, il nostro Signore e Redentore, volendoci trovare preparati
e per allontanarci dall’amore del mondo, ci dice quali mali ne accompagnino
A te, Signore, elèvo l'anima mia, la fine. Ci scopre quali colpi ne indichino la fine, in modo che se non temiamo
Dio mio, in te confido: che io non sia confuso. Dio nella tranquillità, il terrore di quei colpi ci faccia temere l’imminenza del
Non trionfino su di me i miei nemici. suo giudizio. Infatti alla pagina del santo Vangelo che avete ora sentito, il
Signore poco prima ha premesso: "Si leverà popolo contro popolo e regno
Chiunque spera in te non resti deluso. contro regno; vi saranno terremoti, pestilenze e carestie dappertutto" (Lc
Sal 24,1-3 21,10-11); e poi ancora: "Ci saranno anche cose nuove nel sole, nella luna e
nelle stelle; sulla terra le genti saranno prese da angoscia e spavento per il
Orazione colletta fragore del mare in tempesta" (Lc 21,25); dalle cui parole vediamo che
O Dio, nostro Padre, suscita in noi la volontà di alcune cose già sono avvenute e tremiamo per quelle che devono ancora
andare incontro con le buone opere al tuo Cristo che arrivare. Che le genti si levino contro altre genti e che la loro angoscia si sia
diffusa sulla terra l’abbiam visto più ai nostri tempi che non sia avvenuto nel
viene, perché egli ci chiami accanto a sé nella gloria passato. Che il terremoto abbia sconquassato innumerevoli città, sapete
a possedere il regno dei cieli. Per il nostro Signore... quante volte l’abbiam letto. Di pestilenze ne abbiamo senza fine. Di fatti
nuovi nel sole, nella luna e nelle stelle, apertamente per ora non ne abbiam
Oppure:
visto nulla, ma che non siano lontani ce ne dà un segno il cambiamento
Padre Santo, che mantieni nei secoli le tue dell’aria. Tuttavia prima che l’Italia cadesse sotto la spada dei pagani,
vedemmo in cielo eserciti di fuoco, cioè proprio quel sangue rosseggiante
promesse, rialza il capo dell'umanità oppressa da
del genere umano, che poi fu sparso. Di notevoli confusioni di onde e di
tanti mali e apri i nostri cuori alla speranza, perché mare non ne abbiamo ancora avute, ma poiché molte delle cose predette
sappiamo attendere senza turbamento il ritorno già si sono avverate, non c’è dubbio che avvengano anche le poche, che
glorioso del Cristo giudice e salvatore. Egli è Dio... ancora non si sono avverate; il passato è garanzia del futuro. Queste cose,
fratelli carissimi, le andiamo dicendo, perché le vostre menti stiano vigilanti
nell’attesa, non s’intorpidiscano nella sicurezza, non s’addormentino
Liturgia della Parola nell’ignoranza e vi stimoli alle opere buone il pensiero del Redentore che
dice: "Gli abitanti della terra moriranno per la paura e per il presentimento
Prima Lettura: Ger 33,14-16 delle cose che devono avvenire. Infatti le forze del cielo saranno sconvolte"
(Lc 21,26). Che cosa il Signore intende per forze dei cieli, se non gli angeli,
Farò germogliare per Davide un germoglio giusto. arcangeli, troni, dominazioni, principati e potestà, che appariranno
Salmo Responsoriale: Sal 24 visibilmente all’arrivo del giudice severo, perché severamente esigano da
noi ciò che oggi l’invisibile Creatore tollera pazientemente? Ivi stesso si
A te, Signore, innalzo l'anima mia, in te confido. aggiunge: "E allora vedranno venire il Figlio dell’uomo sulle nubi con gran
potenza e maestà". Come se volesse dire: Vedranno in maestà e potenza
Seconda Lettura: 1 Ts 3,12-4,2 colui che non vollero sentire nell’umiltà, perché ne sentano tanto più
Il Signore renda saldi e irreprensibili i vostri cuori severamente la forza, quanto meno oggi piegano l’orgoglio del loro cuore
al momento della venuta di Cristo. innanzi a lui. Ma poiché queste cose sono state dette contro i malvagi, ecco
ora la consolazione degli eletti. Difatti viene soggiunto: "All’inizio di questi
Vangelo: Lc 21,25-28,34-36 avvenimenti, guardate e sollevate le vostre teste, perché s’avvicina il vostro
La vostra liberazione è vicina. riscatto". È la Verità che avverte i suoi eletti dicendo: Mentre s’addensano
le piaghe del mondo, quando il terrore del giudizio si fa palese per lo
sconvolgimento di tutte le cose, alzate la testa, cioè prendete animo,
Antifona alla Comunione perché, se finisce il mondo, di cui non siete amici, si compie il riscatto che
aspettate. Spesso nella Scrittura il capo sta per la mente, perché come le
Il Signore elargirà il suo bene membra son guidate dal capo, così i pensieri sono ordinati dalla mente.
e la nostra terra produrrà il suo frutto. Sollevare la testa, quindi, vuol dire innalzare le menti alla felicità della patria
Sal 84,13 celeste. Coloro, dunque, che amano Dio sono invitati a rallegrarsi per la fine
del mondo, perché presto incontreranno colui che amano, mentre se ne va
Oppure: colui ch’essi non amavano. Non sia mai che un fedele che aspetta di vedere
«Vegliate e pregate in ogni momento, Dio, s’abbia a rattristare per la fine del mondo. Sta scritto infatti: "Chi vorrà
essere amico di questo mondo, diventerà nemico di Dio" (Gc 4,4). Colui che,
per esser degni di compararire allora, avvicinandosi la fine del mondo, non si rallegra, si dimostra amico del
davanti al Figlio dell’uomo». mondo e nemico di Dio. Ma non può essere questo per un fedele, che crede
Cfr Lc 21, 36 che c’è un’altra vita e l’ama nelle sue opere. Si può dispiacere della fine di
questo mondo, chi ha posto in esso le radici del suo cuore, chi non tende a
una vita futura, chi neanche sospetta che ci sia. Ma noi che sappiamo
dell’eterna felicità della patria, dobbiamo affrettarne il conseguimento.
GUIDA CANTI
PRIMA DOMENICA DI AVVENTO – ANNO C
02/12/2018

Ingresso

Innalzate nei cieli (RN – NcdP); A te Signore innalzo l’anima mia (RN); Signore vieni (RN); A te Signore innalzo
(Ladisa – Parisi); Aprite le porte a Cristo (Giudici); Vieni tra noi (Parisi – Elab. Giuseppe Verardo); Vieni o Signore
(NcdP); Innalziamo lo sguardo (Buttazzo); Parola che svela il mistero (Parisi); Venite camminiamo nella luce (Di
Stefano – Palma); Alzati e risplendi (RnS); Camminiamo incontro al Signore (Galliano); Ad te levavi (Graduale
Romanum); Isaia 11 (RnS); Vieni Signore non tardare (Frisina); Prepariamo la via al Signore (Buttazzo); A te,
Signore, innalzo l’anima mia (Verardo)

Offertorio

Cosa offrirti (RnS); Noi veglieremo (NcdP – Elab. Verardo); L’avvento santo (Rossi - Poma); Come l’aurora verrai
(Gen Verde); Mostraci Signore la tua misericordia (Liberto); Alzate il vostro sguardo (Comi); Accogli nella tua
bontà (RnS); Antica eterna danza (GenVerde); Dio aprirà una via (RnS); Nelle mani della creazione (Giosy Cento);
Ti preghiam con viva fede (NcdP); Ad Te Domine (Graduale Romanum); Ecco quel che abbiamo (Gen Verde);
Frutto della nostra terra (Buttazzo); Vieni, Signore, e non tardare (Verardo);

Comunione

Alzate gli occhi (RN); Veni Domine Jesu (Massimillo); Maranathà ti cantiam (RnS); Colui che viene (RN); Fiorisca
la giustizia (Buttazzo); Viene in mezzo a noi (Rossi); Si riaccenda la speranza (Di Stefano – Palma); O cieli piovete
dall’alto (RnS); Sole a levante (Donella); Dominus dabit (Graduale Romanum); Alzerò i miei occhi (Frisina); Saldo
è il mio cuore (Frisina); Tendi a me l'orecchio, Signore, ed esaudiscimi (Berettini); Alla tua mensa (RnS); Pane di
vita (RnS); Il Signore elargirà il suo bene (Verardo); Tu sei Signore il Padre della vita (Giovani Verso Assisi);
Maranathà (Frisina)

Congedo

Vergine del silenzio (Machetta – RN – NcdP – Elab. Verardo); Maranathà vieni Signor (RnS); Tutta la terra attende
(Buttazzo – Semprini); A te levo i miei occhi (Giudici – Galliano); Tu quando verrai (RN); Alza i tuoi occhi al
cielo;

Abbreviazioni e riferimenti

RN - Repertorio Nazionale dei Canti per la Liturgia


NCDP - Nella casa del Padre
RnS - Rinnovamento nello Spirito Santo
SOLENNITÀ DELL’IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA B. V. MARIA

8 dicembre 2018
Maria ottiene ciò che chiede e non può restare inascoltata
Rubrica liturgico – musicale

Proprio della Messa La Parola risuona nel cuore dei Padri e nel Magistero
Dalla Bolla «Ineffabilis Deus» di Pio IX, 8 dicembre 1954.
Antifona d’ingresso Dio ineffabile, le vie del quale sono la misericordia e la verità; Dio, la cui
volontà è onnipotente e la cui sapienza abbraccia con forza il primo e l'ultimo
Esulto e gioisco nel Signore, confine dell'universo e regge ogni cosa con dolcezza, previde fin da tutta
l'anima mia si allieta nel mio Dio, l'eternità la tristissima rovina dell'intero genere umano, che sarebbe
perché mi ha rivestito delle vesti di salvezza, derivata dal peccato di Adamo. Avendo quindi deciso, in un disegno
misterioso nascosto dai secoli, di portare a compimento l'opera primitiva
mi ha avvolto con il manto della giustizia, della sua bontà, con un mistero ancora più profondo – l'incarnazione del
come una sposa adornata di gioielli. Verbo – affinché l'uomo (indotto al peccato dalla perfida malizia del diavolo)
Is 61,10 non andasse perduto, in contrasto con il suo proposito d'amore, e affinché
venisse recuperato felicemente ciò che sarebbe caduto con il primo Adamo,
Orazione colletta fin dall'inizio e prima dei secoli scelse e dispose che al Figlio suo Unigenito
fosse assicurata una Madre dalla quale Egli, fatto carne, sarebbe nato nella
O Padre, che nell'Immacolata Concezione della felice pienezza dei tempi. E tale Madre circondò di tanto amore,
Vergine hai preparato una degna dimora per il tuo preferendola a tutte le creature, da compiacersi in Lei sola con un atto di
Figlio, e in previsione della morte di lui l'hai esclusiva benevolenza. Per questo, attingendo dal tesoro della divinità, la
ricolmò – assai più di tutti gli spiriti angelici e di tutti i santi – dell'abbondanza
preservata da ogni macchia di peccato, concedi di tutti i doni celesti in modo tanto straordinario, perché Ella, sempre libera
anche a noi, per sua intercessione, di venire incontro da ogni macchia di peccato, tutta bella e perfetta, mostrasse quella
a te in santità e purezza di spirito. Per il nostro perfezione di innocenza e di santità da non poterne concepire una maggiore
dopo Dio, e che nessuno, all'infuori di Dio, può abbracciare con la propria
Signore Gesù Cristo... mente. Era certo sommamente opportuno che una Madre degna di tanto
onore rilucesse perennemente adorna degli splendori della più perfetta
santità e, completamente immune anche dalla stessa macchia del peccato
originale, riportasse il pieno trionfo sull'antico serpente. Dio Padre dispose
di dare a Lei il suo unico Figlio, generato dal suo seno uguale a sé, e che ama
come se stesso, in modo tale che fosse, per natura, Figlio unico e comune di
Liturgia della Parola Dio Padre e della Vergine; lo stesso Figlio scelse di farne la sua vera Madre,
e lo Spirito Santo volle e operò perché da Lei fosse concepito e generato
Prima Lettura: Gn 3,9-15.20 Colui dal quale egli stesso procede. […].Perciò, dopo aver presentato senza
Porrò inimicizia tra la tua stirpe interruzione, nell'umiltà e nel digiuno, le Nostre personali preghiere e quelle
pubbliche della Chiesa, a Dio Padre per mezzo del suo Figlio, perché si
e la stirpe della donna. degnasse di dirigere e di confermare la Nostra mente con la virtù dello
Salmo Responsoriale: Sal 97 Spirito Santo; dopo aver implorato l'assistenza dell'intera Corte celeste e
dopo aver invocato con gemiti lo Spirito Paraclito; per sua divina ispirazione,
Cantate al Signore un canto nuovo, ad onore della santa, ed indivisibile Trinità, a decoro e ornamento della
perché ha compiuto meraviglie. Vergine Madre di Dio, ad esaltazione della Fede cattolica e ad incremento
della Religione cristiana, con l'autorità di Nostro Signore Gesù Cristo, dei
Seconda Lettura: Ef 1,3-6.11-12 Santi Apostoli Pietro e Paolo e Nostra, dichiariamo, affermiamo e definiamo
In Cristo Dio ci ha scelti rivelata da Dio la dottrina che sostiene che la beatissima Vergine Maria fu
preservata, per singolare grazia e privilegio di Dio onnipotente, in previsione
prima della creazione del mondo. dei meriti di Gesù Cristo Salvatore del genere umano, immune da ogni
Vangelo: Lc 1,26-38 macchia di peccato originale fin dal primo istante del suo concepimento, e
ciò deve pertanto essere oggetto di fede certo ed immutabile per tutti i
Ecco concepirai un figlio e lo darai alla luce. fedeli. […]. Ascoltino queste Nostre parole tutti i carissimi figli della Chiesa
Cattolica e, con un ancor più convinto desiderio di pietà, di devozione e di
amore, continuino ad onorare, ad invocare e a supplicare la beatissima
Vergine Maria, Madre di Dio, concepita senza peccato originale, e si rifugino,
con piena fiducia, presso questa dolcissima Madre di misericordia e di grazia
in ogni momento di pericolo, di difficoltà, di bisogno e di trepidazione. Sotto
la sua guida, la sua protezione, la sua benevolenza, il suo patrocinio, non vi
Antifona alla Comunione
può essere motivo né di paura, né di disperazione, perché, nutrendo per noi
Grandi cose di te si cantano, o Maria, un profondo sentimento materno e avendo a cuore la nostra salvezza,
perché da te è nato il sole di giustizia, abbraccia con il suo amore tutto il genere umano. Essendo stata costituita
Cristo, nostro Dio. dal Signore Regina del Cielo e della terra, e innalzata al di sopra di tutti i Cori
degli Angeli e delle schiere dei Santi, sta alla destra del suo Figlio Unigenito,
Signore Nostro Gesù Cristo e intercede con tutta l'efficacia delle sue
materne preghiere: ottiene ciò che chiede e non può restare inascoltata. […].
GUIDA CANTI
SOLENNITÀ DELL’IMMACOLATA CONCEZIONE
08/12/2018

Ingresso

Rallegrati piena di grazia (Deiss); Salve dolce Vergine (Frisina); Ave maris stella (gregoriano – EDC); Ave o stella
del mare (NcdP); Gioisci piena di grazia (RNCL); Salve Maria (Frisina); Saluto alla Vergine (Becchimanzi); Ave
Maria (Migliavacca - RNCL); Ave Maria (gregoriano - RNCL); Giovane donna (NcdP); Tota pulchra (Perosi);
Maria (Gen Rosso); Salve Regina dolce Madre (RNCL); Dell’aurora tu sorgi più bella (E danzando canteranno);
Madre santa (str. 1-3 NcdP); Non temere (NcdP); O Vergine purissima (NcdP); Giovane donna (NcdP); Canto a
Maria (Verardo); Ave Maria (Parisi); Ave, o stella del mare (Parisi); Ave, maris stella (Verardo); Gaudens gaudebo
(Malacrinò – Elab. Verardo); Immacolata Vergine bella (Trad. Elab. Verardo);

Offertorio

Madre di Gesù (Liberto); Accogli nel tuo grembo (Frisina); Acqua di fonte cristallina (RNCL); O Dio dell’Universo
(RNCL); Se voi avete fame (Maugeri); Ecco io sono la serva del Signore (NcdP); Dono sublime del Padre (NcdP);
Ecco la serva del Signore (Frisina);

Comunione

Cose grandi si cantano di te (Verardo); Sub tuum presidium (Frisina); Madre fiducia nostra (Frisina); Ave piena di
grazia (Buttazzo); Vergine dell’annuncio (RNCL); Grandi cose (RNCL); Vergine Madre (Frisina); Ave Madre di
Dio (Frisina); Grandi cose di te si cantano (Ladisa – Parisi); Vergine cattedrale del silenzio (Massimillo); Ave
Maria (Colin); Ave Maria (Balduzzi); Un angelo disse a Maria (NcdP); Beata sei tu o Maria (NcdP); Altissima luce
(RNCL); Grandi cose si cantano di te (Verardo); Alla tua protezione (Verardo); Donna, veramente donna
(Verardo); Sei la terra obbediente (Verardo); Cose stupende (Frisina);

Congedo

Ave Regina caelorum (gregoriano – RNCL); Regina coeli (Liotti); Regina coeli (gregoriano – NcdP); Tota pulchra
es Maria (gregoriano – RNCL); Immacolata Vergine bella (E danzando canteranno); Vergine del silenzio (NcdP);
Vergin Santa (RnS); Salve Regina (Gen Verde); La mia anima canta (Gen Verde); Ave, Maria, gratia plena (NcdP);
Il mio cuore esulta nel Signore (Frisina);

Abbreviazioni e riferimenti

RN - Repertorio Nazionale dei Canti per la Liturgia


NCDP - Nella casa del Padre
RnS - Rinnovamento nello Spirito Santo
II DOMENICA DI AVVENTO – ANNO C

9 dicembre 2018
La via diritta

Rubrica liturgico – musicale

Proprio della Messa La Parola risuona nel cuore dei Padri e nel Magistero

Antifona d’ingresso Dalle Opere di Origene (In Luc., 22, 1-5)


Popolo di Sion, il Signore verrà a salvare i popoli
Sta scritto di Giovanni: "Voce di colui che grida nel deserto: preparate la
e farà sentire la sua voce potente via al Signore, raddrizzate i suoi sentieri" (Lc 3,4 Is 40,3). Quanto segue si
per la gioia del vostro cuore. riferisce espressamente al nostro Signore e Salvatore. Non è infatti
Cf Is 30,19.30 Giovanni che «ha colmato ogni valle», ma il nostro Signore e Salvatore.
Osservi ciascuno che cosa era prima di avere la fede: si accorgerà che era
Orazione colletta una valle bassa, una valle in pendio che sprofondava negli abissi. Ma
Dio grande e misericordioso, fa' che il nostro impegno nel quando è venuto il Signore Gesù e ha inviato quale suo vicario lo Spirito
mondo non ci ostacoli nel cammino verso il tuo Figlio, ma Santo, «ogni valle è stata colmata». È stata colmata con le buone opere
e i frutti dello Spirito Santo. La carità non lascia che in te resti una valle,
la sapienza che viene dal cielo ci guidi alla comunione con perché, se tu possiedi la pace, la pazienza e la bontà, non soltanto
Cristo, nostro Salvatore. Egli è Dio... cesserai di essere una valle, ma comincerai a divenire «montagna» di Dio.
Oppure: Queste parole: «Ogni valle sarà colmata», vediamo che ogni giorno si
O Dio grande nell’amore, che chiami gli umili alla luce realizzano e si compiono tanto per i Gentili quanto per il popolo di Israele,
che è stato rovesciato dalla sua grandezza: "ogni montagna e ogni colle
gloriosa del tuo regno, raddrizza nei nostri cuori i tuoi
sarà abbassato" (Lc 3,5 Is 40,4). Questo popolo era un giorno un monte
sentieri, spiana le alture della superbia, e preparaci a e un colle, ed è stato abbattuto e smantellato. Ma "per il loro delitto è
celebrare con fede ardente la venuta del nostro stata data la salvezza alle genti, per provocare la loro emulazione" (Rm
salvatore, Gesù Cristo tuo Figlio. Egli è Dio… 11,11).
E per contro, non sbaglierai se vedrai in queste montagne e in queste
colline abbattute le potenze nemiche che si levano contro gli uomini.
Affinché infatti siano colmate le vallate di cui parliamo, dovranno essere
abbattute le potenze nemiche, montagne e colline.
Ma vediamo se si è compiuta la profezia seguente che concerne
Liturgia della Parola l’avvento del Cristo. Dice infatti: "E tutte le cose tortuose diverranno
dritte" (Lc 3,5 Is 40,4). Ognuno di noi era tortuoso - sempreché lo sia
Prima Lettura: Bar 5,1-9
stato allora senza esserlo ancora oggi - e, per la venuta di Cristo che si è
Dio mostrerà il tuo splendore ad ogni creatura. compiuta anche nella nostra anima, tutto ciò che era tortuoso è
diventato dritto. A che ti serve infatti che Cristo sia venuto un tempo
Salmo Responsoriale: Sal 125 nella carne, se non è venuto anche nella tua anima? Preghiamo dunque
Grandi cose ha fatto il Signore per noi. perché ogni giorno il suo avvento si compia in noi, onde possiamo dire:
"Vivo, ma non più io; è Cristo che vive in me" (Gal 2,20). Se Cristo vive in
Seconda Lettura: Fil 1,4-6,8-11 Paolo e non vive in me, che vantaggio ne ho? Ma quando egli sarà venuto
State integri e irreprensibili per il giorno di Cristo. anche in me e io ne gioirò come ne ha gioito Paolo, anch’io potrò dire
come Paolo: "Vivo, ma non più io; è Cristo che vive in me" (Gal 2,20).
Vangelo: Lc 3,1-6 Consideriamo anche il resto di ciò che si annunzia a proposito
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!. dell’avvento del Cristo. Niente al mondo era più aspro di te. Guarda le
tue passioni di un tempo, la tua ira e i tuoi altri vizi, sempreché ora siano
scomparsi; e comprenderai che niente era più aspro di te, oppure, per
esprimermi in un modo più chiaro, comprenderai che niente era più
ingiusto di te. La tua condotta era ingiusta, ingiuste le tue parole e le tue
opere. Ma è venuto il mio Signore Gesù, ha spianato le tue asperità, ha
Antifona alla Comunione mutato in strade dritte tutto il tuo disordine, perché in te sorgesse una
Gerusalemme, sorgi e sta’ in alto: strada senza inciampi, un cammino dolce e puro, lungo il quale in te Dio
e contempla la gioia Padre potesse procedere e Cristo Signore in te potesse fissare la sua
che a te viene dal tuo Dio. dimora e dire: "Io e il Padre mio verremo e porremo in lui la nostra
dimora" (Gv 14,23).
Bar 5, 5; 4, 36 Così continua: "e ogni carne vedrà la salvezza di Dio" (Lc 3,6 Is 40,5). Tu
Oppure: un tempo eri carne; ebbene, mentre eri carne, anzi mentre ancora sei
Voce che grida nel deserto: carne, ecco il prodigio, vedi già «la salvezza di Dio».
Preparate la via del Signore, Quanto al significato delle parole: «ogni carne», senza che nessuna sia
esclusa dalla visione «della salvezza di Dio», lo lascio comprendere a
raddrizzate i suoi sentieri! coloro che sono capaci di sondare il mistero e il cuore della Scrittura.
Cfr Mt 3, 3; Mc 1, 3; Lc 3, 4
GUIDA CANTI
SECONDA DOMENICA DI AVVENTO – ANNO C
09/12/2018

Ingresso

Popolo di Sion (Verardo); Popolo di Sion (Bargagna); Popolo di Sion (Miserachs); Popolo di Sion (Vitalini);
Popolo di Sion (Maugeri); Viene il Signore (Ladisa – Parisi); Viene il Signore (Frisina); Innalzate nei cieli (RN –
NcdP); Innalziamo lo sguardo (Buttazzo); Parola che svela il mistero (Parisi); Venite camminiamo nella luce (Di
Stefano – Palma); Alzati e risplendi (RnS); Camminiamo incontro al Signore (Galliano); Prepariamo la via al
Signore (Buttazzo);

Offertorio

Cosa offrirti (RnS); Noi veglieremo (NcdP – Elab. Verardo); L’avvento santo (Rossi - Poma); Come l’aurora verrai
(Gen Verde); Mostraci Signore la tua misericordia (Liberto); Alzate il vostro sguardo (Comi); Accogli nella tua
bontà (RnS); Antica eterna danza (GenVerde); Dio aprirà una via (RnS); Nelle mani della creazione (Giosy Cento);
Ti preghiam con viva fede (NcdP); Ad Te Domine (Graduale Romanum); Ecco quel che abbiamo (Gen Verde);
Frutto della nostra terra (Buttazzo); Ora è tempo di gioia (Gen Rosso); Vieni, Signore, e non tardare (Verardo);

Comunione

Alzate gli occhi (RN); Giovanni (Frisina); Giovanni Battista (Akepsimas); Preparate le strade (Capello); Fiorisca
la giustizia (Buttazzo); Viene in mezzo a noi (Rossi); Si riaccenda la speranza (Di Stefano – Palma); Tu sarai
profeta (Frisina); Colui che veglia nella notte (Parisi); Preparate la via al Signore (Semprini); Preparate la via del
Signore (Gomiero – Gelineau); Consolate il mio popolo (Frisina); Gerusalemme, sorgi e sta’ in alto (Verardo);
Vieni Gesù, maranatha (Buttazzo);

Congedo

Alma redemptoris mater (Gregoriano – RN); Vergine del silenzio (Machetta – RN – NcdP – Elab. Verardo);
Maranathà vieni Signor (RnS); Tutta la terra attende (Buttazzo – Semprini); A te levo i miei occhi (Giudici –
Galliano); Tu quando verrai (RN);

Abbreviazioni e riferimenti

RN - Repertorio Nazionale dei Canti per la Liturgia


NCDP - Nella casa del Padre
RnS - Rinnovamento nello Spirito Santo
III DOMENICA DI AVVENTO “Gaudete” – ANNO C

16 dicembre 2018
Cristo fondamento sulla roccia

Rubrica liturgico – musicale

Proprio della Messa La Parola risuona nel cuore dei Padri e nel Magistero

Antifona d’ingresso Dalle Opere di Origene (In Luc., 26, 3-5)


Rallegratevi sempre nel Signore:
ve lo ripeto, rallegratevi, Orbene, "colui che battezza nello Spirito Santo e nel fuoco" -dice
il Signore è vicino. la Scrittura - "ha in mano il ventilabro e purificherà la sua aia;
Fil 4,4.5 raccoglierà il grano nel suo granaio e brucerà la paglia nel fuoco
inestinguibile" (Lc 3,17). Vorrei scoprire qual è il motivo per cui il
Orazione colletta nostro Signore tiene «il ventilabro» in mano, e da quale vento la
Guarda, o Padre, il tuo popolo che attende con fede il paglia leggera è spostata di qua e di là, mentre il grano più
Natale del Signore, e fa' che giunga a celebrare con pesante cade sempre nello stesso punto, dato che, senza il vento,
rinnovata esultanza il grande mistero della salvezza. Per non si può separare il grano dalla paglia.
il nostro Signore Gesù Cristo...
Oppure: Il vento, io credo siano le tentazioni, le quali, nella massa
O Dio, fonte della vita e della gioia, rinnovaci con la confusa dei credenti, mostrano che alcuni sono paglia e altri buon
potenza del tuo Spirito, perché corriamo sulla via dei tuoi grano. Infatti, quando la tua anima si è lasciata dominare da
comandamenti, e portiamo a tutti gli uomini il lieto qualche tentazione, non è che la tentazione l’abbia mutata in
paglia; ma è perché tu eri paglia, cioè uomo leggero e incredulo,
annunzio del Salvatore, Gesù Cristo tuo Figlio. Egli è Dio...
che la tentazione ha rivelato la tua natura nascosta. Al contrario,
quando tu affronti coraggiosamente la tentazione, non è la
tentazione che ti rende fedele e paziente, ma essa mostra alla
Liturgia della Parola luce del giorno le virtù della pazienza e della fortezza che erano
in te, ma che erano nascoste. "Credi infatti" - dice il Signore - "che
Prima Lettura: Sof 3,14-18a io avevo nel parlarti uno scopo diverso da quello di manifestare la
Il Signore esulterà per te con grida di gioia. tua giustizia?" (Jb 40,3 , secondo i LXX). E altrove aggiunge: "Ti ho
afflitto e ti ho colpito con la privazione ma per manifestare il
Salmo Responsoriale: Is 12,2-6 contenuto del tuo cuore" (Dt 8,3-5). Nello stesso senso la
Canta ed esulta, perché grande tempesta non permette che una costruzione elevata sulla sabbia
in mezzo a te è il Santo d'Israele. resista, mentre lascia in piedi quella che è stata costruita sulla
"pietra" (Mt 7,24-25). La tempesta, una volta scatenata, non
Seconda Lettura: Fil 4,4-7 potrà rovesciare un edificio costruito sulla pietra, mentre rivelerà
Il Signore è vicino! la debolezza delle fondamenta della casa che vacilla sulla sabbia.

Vangelo: Lc 3,10-18 Ecco perché, prima che la tempesta si scateni, prima che
E noi che cosa dobbiamo fare? soffino le raffiche di vento e i torrenti si gonfino, mentre ancora
tutto è nel silenzio, dedichiamo ogni nostra cura alle fondamenta
della costruzione, eleviamo la nostra casa con le pietre solide e
molteplici che sono i comandamenti di Dio; affinché, quando la
persecuzione incrudelirà, quando la bufera delle sciagure si
Antifona alla Comunione scatenerà contro i cristiani, potremo allora mostrare che il nostro
Dite agli sfiduciati: «Coraggio non abbiate timore: edificio è fondato sulla "pietra" (1Co 10,4) che è Cristo Gesù. Ma
ecco, il nostro Dio viene a salvarci». se qualcuno allora lo rinnegherà -lungi da noi tale sciagura -
Is 35,4 sappia bene costui che non è nel momento in cui tutti lo hanno
Oppure: visto rinnegare Cristo che egli lo ha rinnegato, ma portava in sé
«Egli ha in mano il ventilabri per ripulire la sua aia antichi germogli e radici del rinnegamento. In quel momento si è
e per raccogliere il suo frumento rivelato ciò che era in lui, e si è manifestato alla luce del giorno.
Chiediamo anche noi al Signore di essere un solido edificio, che
nel suo granaio».
nessun uragano possa rovesciare, «fondato sulla pietra», sul
Lc 3,17
nostro Signore Gesù Cristo, "cui appartengono la gloria e la
potenza nei secoli dei secoli. Amen" (1P 4,11).
GUIDA CANTI
TERZA DOMENICA DI AVVENTO – ANNO C
16/12/2018

Ingresso

Rallegratevi sempre nel Signore (Ladisa-Parisi); Rallegratevi fratelli (RN – NcdP); La vostra gioia (Cori);
Rallegratevi sempre nel Signore (Bianchi – Elab. Verardo); Gioisci figlia di Sion (Deo); Non temere figlia di Sion
(Comi); Gioisci figlia di Sion (RnS); Esulta di gioia (RN); Svegliati o Sion (RnS); Rallegratevi (Frisina); Cantico
di Isaia (Frisina); Prepariamo la via al Signore (Buttazzo); Rallegratevi sempre nel Signore (Verardo)

Offertorio

Noi veglieremo (NcdP – Elab. Verardo); Come l’aurora verrai (Gen Verde); Accogli nella tua bontà (RnS) Dio
aprirà una via (RnS); Nelle mani della creazione (Giosy Cento); Colui che viene (RN); Ora è tempo di gioia (Gen
Rosso); Signore vieni (Rimaud); Ti preghiam con viva fede (NcdP); Vieni, Signore, e non tardare (Verardo);

Comunione

Dite:Voi che avete perso il coraggio siate forti, e non abbiate timore (Berettini); O redentore dell’uomo (RN –
NcdP); Parola che svela il mistero (Parisi); Viene in mezzo a noi (Rossi); Lo Spirito del Signore è su di me (Comi);
Lo Spirito di Dio (Zorzi); Giovanni (Frisina); Lo Spirito del Signore (Frisina); Cantico di Zaccaria (Frisina); Agli
smarriti di cuore (Morighetto); Il deserto fiorirà (Frisina); La notte è avanzata (Miserachs); La strada appianata
(Comi); Dite agli sfiduciati (Verardo); Tu sei Signore il Padre della vita (Giovani Verso Assisi);

Congedo

Rallegratevi nel Signore (RnS); Maranathà (Rainoldi); Alma redemptoris mater (Gregoriano – RN); Vergine del
silenzio (Machetta – RN – NcdP – Elab. Verardo); Il Signore è la mia forza (Taizè – Berthier); Maranathà vieni
Signor (RnS); Tutta la terra attende (Buttazzo – Semprini); A te levo i miei occhi (Giudici – Galliano); Tu quando
verrai (RNCL);

Abbreviazioni e riferimenti

RN - Repertorio Nazionale dei Canti per la Liturgia


NCDP - Nella casa del Padre
RnS - Rinnovamento nello Spirito Santo
IV DOMENICA DI AVVENTO – ANNO C

23 dicembre 2018
Dio ha ordinato al «sì» di Maria il disegno della salvezza

Rubrica liturgico – musicale

Proprio della Messa La Parola risuona nel cuore dei Padri e nel Magistero
Dal «Commento su san Luca» di Sant’Ambrogio, vescovo
Antifona d’ingresso (In Luc., 2, 19.22 s.26 s.)
Stillate dall'alto, o cieli, la vostra rugiada "In quei giorni Maria si alzò e partì in fretta per la montagna verso una
e dalle nubi scenda a noi il Giusto; città della Giudea ed entrò nella casa di Zaccaria e salutò Elisabetta" (Lc
si apra la terra e germogli il Salvatore. 1,39-40). È di regola che tutti coloro che vogliono essere creduti,
Is 45,8 forniscano le prove. Così l’angelo che annunziava i misteri, per indurre a
credere Maria con un esempio, aveva annunziato a lei, che era vergine, la
Orazione colletta maternità di una donna anziana e sterile, mostrando così che Dio può
Infondi nel nostro spirito la tua grazia, o Padre, tu, che tutto ciò che vuole. Appena Maria ebbe appreso questa notizia, non certo
per mancanza di fede nella profezia, né per incertezza sulla veridicità
nell'annunzio dell'angelo ci hai rivelato l'incarnazione del dell’annunzio, e neppure perché avesse dei dubbi su quel precedente che
tuo Figlio, per la sua passione e la sua croce guidaci alla l’angelo le aveva riferito, ma lieta e sollecita per il compimento di un
gloria della risurrezione. Per il nostro Signore Gesù dovere, partì, frettolosa, alla volta della montagna. Ormai ricolma di Dio,
Cristo... dove poteva andare in fretta se non in alto? La grazia dello Spirito Santo
non conosce lunghi indugi... Immediatamente si manifestano i benefici
Oppure:
della venuta di Maria e della presenza del Signore: infatti, "appena
O Dio, che hai scelto l'umile figlia di Israele per farne la Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, esultò il bambino nel seno di lei ed
tua dimora, dona alla Chiesa una totale adesione al tuo ella fu ricolma di Spirito Santo" (Lc 1,41). Nota la scelta e il significato
volere, perché imitando l'obbedienza del Verbo venuto anche delle singole parole. Elisabetta udì per prima la voce, ma Giovanni
nel mondo per servire, esulti con Maria per la tua per primo sentì la grazia: la donna ha udito secondo l’ordine della natura,
Giovanni invece ha trasalito nell’ambito del mistero; lei ha percepito
salvezza e si offra a te in perenne cantico di lode. Per il l’arrivo di Maria, lui l’arrivo del Signore, la donna l’arrivo della donna, il
nostro Signore... bambino l’arrivo del bambino. Esse parlano delle grazie ricevute; essi, nel
seno delle madri, realizzano la grazia e il mistero della misericordia a
profitto delle madri stesse, le quali, per effetto di un duplice miracolo,
Liturgia della Parola profetizzano sotto l’ispirazione dei figli che recano nel seno. Il figlio ha
esultato di gioia, la madre è stata riempita di Spirito Santo. Non la madre
Prima Lettura: Mic 5,1-4a è stata ricolmata di Spirito prima del figlio, ma è stato il figlio che, una volta
Da te uscirà per me colui ricevuto lo Spirito Santo, ne ha riempito la madre. Giovanni ha esultato e
che deve essere il dominatore in Israele ugualmente ha esultato lo spirito di Maria. Alla esultanza di Giovanni,
Elisabetta è ricolma di Spirito Santo; quanto a Maria, apprendiamo che
Salmo Responsoriale: Sal 79 essa non è stata colmata ora dello Spirito Santo, ma che ora il suo spirito
ha esultato - colui che è incomprensibile, opera in modo incomprensibile
Signore, fa' splendere il tuo volto nella madre. Elisabetta è ricolma dello Spirito Santo dopo la concezione,
e noi saremo salvi. mentre Maria ne è stata colmata prima della concezione... Tu vedi che
Maria non ha dubitato, ma ha creduto, e ha ottenuto perciò la ricompensa
Seconda Lettura: Eb 10,5-10 della sua fede. «Beata» - dice Elisabetta - «tu che hai creduto». Ma anche
Ecco, io vengo per fare, o Dio, la tua volontà. voi siete beati, perché avete udito e avete creduto: ogni anima che crede,
concepisce e genera la Parola di Dio e riconosce le sue opere. Che in
Vangelo: Lc 1,39-45 ciascuno sia l’anima di Maria, per glorificare il Signore; che in ciascuno sia
A che cosa devo che la madre del mio Signore lo spirito di Maria per esultare in Dio. Se corporalmente c’è una sola madre
di Cristo, secondo la fede Cristo è generato da tutti; ogni anima infatti
venga da me? riceve il Verbo di Dio in sé, purché, immacolata e immune da colpe, sappia
custodire la castità con coraggio. Ogni anima, dunque, che sa esser così,
Antifona alla Comunione magnifica il Signore, come l’anima di Maria l’ha magnificato e il suo spirito
Ecco, la Vergine concepirà ha esultato in Dio salvatore. Il Signore è infatti magnificato, come tu hai
letto altrove: "Magnificate il Signore con me" (Ps 33,4). E non nel senso
e darà alla luce un Figlio: che la parola umana possa aggiungere qualcosa alla grandezza del Signore,
sarà chiamato Emmanuele, Dio con noi. ma nel senso che egli viene magnificato in noi: infatti l’immagine "di Dio è
Is 7,14 Cristo" (2Co 4,4 Col 1,15), e quindi l’anima che compie opere giuste e pie
Oppure: magnifica questa immagine di Dio, a somiglianza della quale è stata creata.
E magnificandola si sublima, e sembra riprodurre in sé quella immagine
Beata sei tu, Vergine Maria,
con lo splendore delle buone opere e l’emulazione della virtù. Cosi l’anima
perché hai creduto al compimento di Maria magnifica il Signore e il suo spirito esulta in Dio: fedele al Padre e
delle parole del Signore. al Figlio, venera di religioso amore il Dio unico da cui derivano tutte le cose,
Cf Lc 1,45 e l’unico Signore per mezzo del quale tutte le cose sono state fatte (1Co
8,6).
GUIDA CANTI
QUARTA DOMENICA DI AVVENTO – ANNO C
23/12/2018

Ingresso

Rorate caeli (RN); Cieli, irrorate la vostra rugiada (Turoldo – Giudici – RN); O cieli stillate la vostra rugiada
(NcdP); Innalzate nei cieli (RN); O cieli piovete dall’alto (RnS); Innalziamo lo sguardo (Buttazzo); Viene il Signore
(Frisina); Signore vieni (RN); Vieni tra noi (Parisi – Elab. Verardo); Cieli stillate (Pedemonti); Stillate cieli dall’alto
(Frisina); Cieli stillate (Parisi); Cieli stillate rugiada (Migliavacca); O cieli stillate (Martorell); Stillate dall'alto
(Vitalini); Stillate dall'alto o cieli (Maugeri); Stillate dall’alto (Vanzin); Stillate o cieli (Zambuto); Voi o cieli
stillate (Hodder); Stillate dall’alto o cieli (Verardo)

Offertorio

Noi veglieremo (NcdP – Elab. Verardo); Eccomi (RN – Frisina); Donna della speranza (RnS); L’avvento santo
(Rossi - Poma); Ecco io vengo o Signore (Fenice); Ecco io vengo o Signore (Migliavacca); Ecco io vengo
(Molfino); Come l’aurora verrai (Gen Verde); Accogli nella tua bontà (RnS) Dio aprirà una via (RnS); Nelle mani
della creazione (Giosy Cento); Colui che viene (RN); Ora è tempo di gioia (Gen Rosso); Signore vieni (Rimaud);
Vieni, Signore, e non tardare (Verardo); Ave Maria (Gen Verde);

Comunione

Ecco la Vergine concepirà (Verardo); Ecco, la Vergine concepirà (Martorell); Ecco la Vergine concepirà
(Durighello); O redentore dell’uomo (RN – NcdP); Rallegrati o Vergine Maria (RN); Maria porta dell’Avvento
(Semprini – Elab. Verardo); Ecco la serva del Signore (Barosco); Ecco la serva del Signore (Hodder); Vergine
dell’annuncio (RN); Vieni Signore Gesù (RN); Ti preghiam con viva fede (NcdP); Ecco la serva del Signore
(Frisina); Concepirà la Vergine (Miserachs); Ecco la Vergine darà alla luce (Marcianò): Beata sei tu (Migliavacca);
Meraviglioso scambio d'amore (Vincenzo Borzì);

Congedo

Ave Maria (Balduzzi); Maranathà (Rainoldi); Alma redemptoris mater (Gregoriano – RNCL); Vergine del silenzio
(Machetta – RN – NcdP – Elab. Verardo); Il Signore è la mia forza (Taizè – Berthier); Maranathà vieni Signor
(RnS); Tutta la terra attende (Buttazzo – Semprini); A te levo i miei occhi (Giudici – Galliano); Tu quando verrai
(RN); Il mio cuore esulta nel Signore (Frisina);

Abbreviazioni e riferimenti

RN - Repertorio Nazionale dei Canti per la Liturgia


NCDP - Nella casa del Padre
RnS - Rinnovamento nello Spirito Santo
Natale del Signore

25 dicembre 2018
La venuta di Dio tra gli uomini

Rubrica liturgico – musicale

Proprio della Messa Proprio della Messa

MESSA DELLA VIGILIA MESSA DELLA NOTTE

Antifona d’ingresso Antifona d’ingresso


Oggi sapete che il Signore viene a salvarci: Il Signore mi ha detto: «Tu sei
domani vedrete la sua gloria. mio Figlio, io oggi ti ho generato».
Cf Es 16,6-7 Sal 2,7
Oppure:
Orazione colletta Rallegriamoci tutti nel Signore,
O Padre, che ogni anno ci fai vivere nella gioia questa perché e nato nel mondo il Salvatore.
vigilia del Natale, concedi che possiamo guardare senza Oggi la vera pace è scesa a noi dal cielo.
timore, quando verrà come giudice, il Cristo tuo Figlio che
accogliamo in festa come Redentore. Egli è Dio e vive e Orazione colletta
regna con te ... O Dio, che hai illuminato questa santissima notte con lo
splendore di Cristo, vera luce del mondo, concedi a noi,
che sulla terra lo contempliamo nei suoi misteri, di
partecipare alla sua gloria nel cielo. Per il nostro
Signore...
Liturgia della Parola
Prima Lettura: Is 62,1-5
Il Signore troverà in te la sua delizia. Liturgia della Parola
Salmo Responsoriale: Sal 88 Prima Lettura: Is 9,1-6
Ci è stato dato un figlio
Canterò per sempre l'amore del Signore.
Salmo Responsoriale: Sal 95
Seconda Lettura: At 13,16-17.22-25
Testimonianza di Paolo a Cristo, figlio di Oggi è nato per noi il Salvatore.
Davide. Seconda Lettura: Tt 2,11-14
Vangelo: Mt 1,1-25 E' apparsa la grazia di Dio per tutti gli uomini.
Genealogia di Gesù Cristo, figlio di Davide. Vangelo: Lc 2,1-14
Oggi vi è nato il Salvatore.

Antifona alla Comunione


Domani si rivelerà la gloria del Signore, Antifona alla Comunione
e ogni uomo vedrà la salvezza del nostro Dio. Il Verbo si è fatto carne e noi
Is 40,5 abbiamo visto la sua gloria.
Oppure: Gv 1,4
«Giuseppe, non temere: Oppure:
Maria partorirà un Figlio e tu lo chiamerai Gesù, Oggi è nato nella città di Davide
Egli salverà il suo popolo». un salvatore, che è il Cristo Signore.
Mt 1,20-21 Lc 2,11
Proprio della Messa Proprio della Messa

MESSA DELL’AURORA MESSA DEL GIORNO

Antifona d’ingresso Antifona d’ingresso


Oggi su di noi splenderà la luce, E’ nato per noi un bambino,
perché è nato per noi il Signore; un figlio ci è stato donato:
Dio onnipotente sarà il suo nome, egli avrà sulle spalle il dominio,
Principe della pace, Padre dell'eternità: consigliere ammirabile sarà il suo nome.
il suo regno non avrà fine. Cfr Is 9, 5
Cf Is 9,2.6; Lc 1,33
Orazione colletta
O Dio, che in modo mirabile ci hai creati a tua immagine,
e in modo più mirabile ci hai rinnovati e redenti, fa' che
Orazione colletta possiamo condividere la vita divina del tuo Figlio, che
Signore, Dio onnipotente, che ci avvolgi della nuova luce
oggi ha voluto assumere la nostra natura umana. Egli è
del tuo Verbo fatto uomo, fa' che risplenda nelle nostre
Dio, e vive e regna con te...
opere il mistero della fede che rifulge nel nostro Spirito.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio …

Liturgia della Parola


Prima Lettura: Is 52,7-10
Liturgia della Parola Tutti i confini della terra vedranno
la salvezza del nostro Dio
Prima Lettura: Is 62,11-12
Ecco, arriva il tuo Salvatore. Salmo Responsoriale: Sal 97
Salmo Responsoriale: Sal 96 Tutta la terra ha veduto la salvezza del nostro Dio.
Oggi la luce risplende su di noi. Seconda Lettura: Eb 1,1-6
Dio ha parlato a noi per mezzo del Figlio.
Seconda Lettura: Tt 3,4-7
Ci ha salvati per la sua misericordia Vangelo: Gv 1,1-18
Il Verbo si fece carne
Vangelo: Lc 2,15-20
I pastori trovarono Maria e Giuseppe e il bambino. e venne ad abitare in mezzo a noi.

Antifona alla Comunione


Antifona alla Comunione
Tutti i popoli hanno veduto
Esulta, figlia di Sion,
la salvezza del nostro Dio.
innalza la tua lode figlia di Gerusalemme:
Sal 97, 3
ecco, a te viene il tuo Re,
Oppure:
il Santo, il Salvatore del mondo.
Il Verbo si è fatto carne
Cf Zc 9,9
e noi abbiamo visto la sua gloria.
Oppure:
Gv 1, 14
I pastori se ne ritornarono, glorificando e lodando Dio
per tutto quello che avevano udito e visto.
Lc 2,20
Note liturgiche La Parola risuona nel cuore dei Padri e nel Magistero

Dalle «Orazioni» di san Gregorio Nazianzeno, vesvovo


E’ opportuno che alla Messa della notte si faccia (Oratio 38, 1 s. 4)
precedere la celebrazione dell’Ufficio delle letture,
ordinando la liturgia nel modo seguente. Cristo nasce, cantate gloria, Cristo scende dal cielo, andategli
incontro; Cristo è in terra, alzatevi. Cantate al Signore da tutta la
Il sacerdote e i ministri, rivestiti dei paramenti per la terra (Sal 95,1). E per riassumere queste due cose in una
sola: Gioiscano i cieli, esulti la terra (Sal 11), poiché colui che è del
Messa, si recano processionalmente all’altare. Nel
cielo è ora in terra. Cristo si è fatto carne, tremate e gioite;
frattempo si fa il canto di ingresso (Canto di ingresso o tremate per il peccato; gioite per la speranza. Cristo nasce dalla
invitatorio o inno). Il sacerdote bacia l’altare, Vergine; donne, abbiate cura della verginità perché possiate
eventualmente lo incensa, e quindi si reca alla sede. essere madri di Cristo. Chi non adora colui che è il principio? Chi
non loda e non glorifica colui che è la fine?
Dopo il saluto e una breve introduzione, si prosegue con
Di nuovo si dissipano le tenebre, di nuovo viene creata la luce,
la salmodia e le letture dell’Ufficio. Dopo la seconda di nuovo l’Egitto è tormentato dalle tenebre (cf. Es 10,21), di
lettura con il suo responsorio, si canta il «Gloria a Dio» e nuovo Israele è illuminato per mezzo della colonna (cf. Es 13,21).
la Messa prosegue come al solito (cfr «Principi e norme Il popolo che è nelle tenebre dell’ignoranza veda la grande luce
per la liturgia delle ore», n. 98). della conoscenza (Is 9,1). Le cose vecchie sono passate, ecco, ne
sono nate di nuove (2Cor 5,17). La lettera cede, lo spirito vince, le
ombre passano, entra la verità. Melchisedech si ricapitola: chi era
Prima del canto del Gloria può essere cantato o recitato
senza madre, è generato senza padre; prima senza madre e poi
l’annuncio storico della nascita del Savatore: Kalenda senza padre. Le leggi della natura sono rovesciate... Applaudite,
popoli tutti (Sal 46,1), poiché un bambino è nato per noi, ci è stato
Nel giorno di Natale, tutti i sacerdoti possono celebrare o dato un figlio. Sulle sue spalle è il segno della sovranità (con la
concelebrare tre Messe, non però di seguito, ma croce infatti viene innalzato) ed è chiamato Consigliere
distanziate secondo l’orario corrispondente ai tre ammirabile, cioè del Padre, l’Angelo (Is 9,5). Gridi
Giovanni: Preparate la via del Signore (Mt 3,3). Anch’io
formulari: nella notte, di primo mattino, durante il giorno. proclamerò la forza e la potenza di questo giorno; colui che non è
stato generato dalla carne si incarna; il Verbo prende consistenza;
l’invisibile diventa visibile; l’intangibile si può toccare; colui che è
senza tempo comincia ad esistere nel tempo; il Figlio di Dio
 Secondo la tradizione costante delle Chiese in Italia la diventa Figlio dell’uomo, Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi e
Messa della notte di Natale si celebri a mezzanotte a sempre! (Eb 13,8)...
meno che ragioni pastorali, valutate dall’Ordinario del
La festa che noi oggi celebriamo è la venuta di Dio tra gli
luogo, non consiglino di anticipare l’ora. uomini, perché noi possiamo accedere a Dio o (per meglio dire)
ritornare a Dio, affinché, abbandonato l’uomo vecchio, ci
rivestiamo del nuovo; e come siamo morti nel vecchio Adamo, così
viviamo in Cristo; infatti con Cristo nasciamo, siamo messi in
A tutte le messe di Natale (Vigilia, notte, aurora e giorno) croce, veniamo sepolti e risorgiamo...
si dice il Credo. Alle parole E per opera dello Spirito
Santo… si è fatto uomo, si genuflette. Perciò celebriamola in modo divino e non come si suol fare
nelle feste pubbliche; non con spirito mondano ma oltremondano;
celebriamo non ciò che è nostro, ma di lui che è nostro o, per
meglio dire, di lui che è il Signore; celebriamo non ciò che arreca
infermità, ma ciò che cura; non ciò che riguarda la creazione, ma
la rigenerazione.
Kalenda

Viene annunciata la nascita storica del Salvatore

25 Dicembre. Luna diciottesima

Trascorsi molti secoli dalla creazione del mondo,


quando in principio Dio aveva creato il cielo e la terra
e aveva fatto l’uomo a sua immagine;

e molti secoli da quando, dopo il diluvio,


l’Altissimo aveva fatto risplendere l’arcobaleno,
segno di alleanza e di pace;

ventuno secoli dopo la partenza da Ur dei Caldei


di Abramo, nostro padre nella fede;

tredici secoli dopo l’uscita di Israele dall’Egitto


sotto la guida di Mosè;

circa mille anni dopo l’unzione di Davide quale re di Israele;

nella sessantacinquesima settimana,


secondo la profezia di Daniele;

all’epoca della centonovantaquattresima Olimpiade;

nell’anno 752 dalla fondazione di Roma;

nel quarantaduesimo anno dell’impero di Cesare Ottaviano Augusto,

mentre su tutta la terra regnava la pace,


Gesù Cristo, Dio eterno e Figlio dell’eterno Padre,
volendo santificare il mondo con la sua venuta,
essendo stato concepito per opera dello Spirito Santo,
trascorsi nove mesi, nasce in Betlemme di Giuda
dalla Vergine Maria,
Dio fatto uomo.

Natale di nostro signore Gesù Cristo


secondo la natura umana.
GUIDA CANTI
NATALE DEL SIGNORE – MESSA DELLA NOTTE
25/12/18

Ingresso

Dominus dixit ad me (Introito Gregoriano); Oggi si compie (Rainoldi); Redentore delle genti (Frisina); E’ finita
l’attesa (Buttazzo); Puer natus est nobis (Frisina); Mentre il silenzio (Massimillo); Notte di luce (RN); Nella
notte sbocciò (NcdP); Et incarnatus (Miserachs); Oggi su di noi (Anselmi); Presto andiamo a Bethlemme
(Buttazzo – Dargenio); Quanno nascette ninno (Sant’Alfonso de Liguori - Grima); Rallegrati popolo di Dio
(Parisi); In principio (Ricci); Redentore delle genti (Frisina); Cantate al Signore (Ricci); Per noi è nato (RN);
Puer natus est nobis (Frisina); Dies santificatus (Frsina); Verbum caro factum est (Frisina); Venite fedeli (RN –
NcdP); Hodie Christus natus est (Antifona Gregoriana); Puer Natus (Anifona Gregoriana); Venite celebriamo il
Signore (Galliano – Avolio); Veni Emmanuel (Kodaly); Canterò al Signore per sempre (RnS); Una grande luce
(Ricci)

Offertorio

Ti offriamo il pane (Palma - Di Stefano); In questo giorno di luce (Buttazzo); Mistero di Natale (Galliano -
Semprini); Astro del ciel (Gruber - EDC); Tu stirpe nuova (NcdP); Nella notte il sole (NcdP); Verbum caro
factum est (Miserachs); Le nostre offerte (Auricchio); Noi apriamo il nostro cuore a te (Buttazzo); Benedetto
Dio (Giudici); Signore della vita (Ricci); Ecco il pane (Ricci); Quanta luce sul mondo (Frisina); Ecco il pane
(Ricci); E’ per te (Ricci);

Comunione

Nella pienezza del tempo (Miserachs); Oggi si compie (Miserachs); Dio con noi Emmanuele (Auricchio); Sei
dono per noi (Buttazzo); E’ nato il Salvatore (Giudici); Resonet in laudi bus (Scubiger); Puer natus (Anselmi);
Meraviglioso scambio (Anselmi); O meraviglioso scambio (Buttazzo); Adeste fideles (Wade – NcdP – RN); E’
nato un bimbo in Betlehem (RN); Dies sanctificatus (Frisina); In cordis jubilo (Frisina); Un bimbo ci è nato
(NcdP); A Betlemme da Maria (NcdP); Tu un giorno nascesti (NcdP); Bambino mite e debole (NcdP); In notte
placida (EDC); A solis ortus cardine (Frisina); Emmanuel tu sei (Buttazzo); Iubilate Deo (Frisina); In una notte
come tante (RnS); Tu con noi (Ricci); Come brezza (Ricci);

Congedo

Il cielo narra la tua gloria (NcdP); Canteremo gloria a te (Buttazzo); Oggi è nato (Ricci); Tu scendi dalle stelle
(Sant’Alfonso Maria de’ Liguori – NcdP – RN); A Betlemme di Giudea (NcdP); Gli angeli delle campagne
(RN); Gloria in cielo e pace in terra (RN – NcdP): Iubilate quia hodie natus est (Miserachs); Dio con noi
(Dargenio); Gioite nel Signore (Buttazzo); Esultano gli angeli in ciel (Giudici); Iubilate Deo (Anselmi);
Rallegrati (Dargenio); Incontro di cielo (Ricci);

Abbreviazioni e riferimenti

RN - Repertorio Nazionale dei Canti per la Liturgia


NCDP - Nella casa del Padre
RnS - Rinnovamento nello Spirito Santo
GUIDA CANTI
NATALE DEL SIGNORE – MESSA DEL GIORNO
25/12/18

Ingresso

Quanno nascette ninno (Sant’Alfonso de Liguori - Grima); Rallegrati popolo di Dio (Parisi); In principio (Ricci);
Redentore delle genti (Frisina); Cantate al Signore (Ricci); Per noi è nato (RN); Puer natus est nobis (Frisina);
Dies santificatus (Frsina); Verbum caro factum est (Frisina); Venite fedeli (RN – NcdP); Hodie Christus natus
est (Antifona Gregoriana); Puer Natus (Anifona Gregoriana); Venite celebriamo il Signore (Galliano – Avolio);
Oggi è nato il Salvatore (Dargenio); Una grande luce (Ricci);

Offertorio

Ogni dono perfetto (Avolio); Verbum caro factum est (RN); Astro del ciel (Gruber); E’ nato un bimbo in
Bethlehem (RN – NcdP); Tui sunt caeli (gregoriano); Nella notte il sole (NcdP); Ti offriamo il pane (Palma -
Di Stefano); In questo giorno di luce (Buttazzo); Mistero di Natale (Galliano -Semprini); Tu stirpe nuova
(NcdP); Nella notte il sole (NcdP); Verbum caro factum est (Miserachs); Le nostre offerte (Auricchio); Noi
apriamo il nostro cuore a te (Buttazzo); Benedetto Dio (Giudici); Signore della vita (Ricci); Ecco il pane (Ricci);
Quanta luce sul mondo (Frisina); Luce che sorgi nella notte (Buttazzo); Il nostro cuore offriamo a te (RnS); E’
per te (Ricci);

Comunione

O tu che dormi destati (RN – NcdP); Il verbo si è fatto carne (Frisina); Il verbo s’incarnò (Miserachs); Verbum
panis (Balduzzi); O meraviglioso scambio (Buttazzo); Tu o figlio di Dio incarnato (Massimillo); Mentre il
silenzio (Massimillo); Pane di salvezza (Zambuto); Viderunt omnes (Frisina); In notte placida (Couperin);
Viderunt omnes (gregoriano); Chritus natus est nobis (Parisi); A Betlemme da Maria (NcdP); Bambino mite e
debole (NcdP); E’ nato il Salvatore (NcdP); Nato per noi (NcdP); Notte di luce (NcdP); Nella pienezza del
tempo (Miserachs); Oggi si compie (Miserachs); Dio con noi Emmanuele (Auricchio); Sei dono per noi
(Buttazzo); E’ nato il Salvatore (Giudici); Resonet in laudibus (Scubiger); Puer natus (Anselmi); Meraviglioso
scambio (Anselmi); Iubilate Deo (Frisina); Sei venuto dal cielo (Ricci); Tu con noi (Ricci); Come brezza (Ricci);

Congedo

Rallegriamoci (Ricci); E’ Natale se lo vuoi (Zambuto); Canteremo gloria a te (Buttazzo); Tu scendi dalle stelle
(NcdP – RN); Annunceremo la tua parola (Zambuto); E’ nato per noi (Ricci); Oggi è nato (Ricci); A Betlemme
di Giudea (NcdP); Gli angeli delle campagne (RN); Gloria in cielo e pace in terra (RN – NcdP): È nato per noi
(Ricci); Incontro di cielo (Ricci);

Abbreviazioni e riferimenti

RN - Repertorio Nazionale dei Canti per la Liturgia


NCDP - Nella casa del Padre
RnS - Rinnovamento nello Spirito Santo
SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, GIUSEPPE E MARIA – ANNO C

30 dicembre 2018
Gesù fra i dottori del tempio

Rubrica liturgico – musicale

La Parola risuona nel cuore dei Padri e nel Magistero


Proprio della Messa
Dalle Opere di Origene (In Luc., 18, 2-5)
Antifona d’ingresso
I pastori si avviarono in fretta Compiuti i dodici anni, si ferma a Gerusalemme; i genitori, non
e trovarono Maria e Giuseppe, sapendo dove fosse, lo cercano con inquietudine, e non lo trovano.
e il Bambino deposto nella mangiatoia. "Lo cercano tra i parenti prossimi", lo cercano tra i compagni di
Lc 2,16 viaggio, lo cercano tra i conoscenti, ma non lo trovano presso tutte
queste persone. Gesù è dunque cercato dai genitori, dal padre
Orazione colletta putativo che lo aveva accompagnato e custodito quando era
O Dio, nostro Padre, che nella santa Famiglia ci hai dato disceso in Egitto; e tuttavia, pur cercato, non è subito trovato. Non
un vero modello di vita, fa' che nelle nostre famiglie si trova infatti Gesù tra i parenti e gli amici secondo la carne, non
fioriscano le stesse virtù e lo stesso amore, perché, riuniti sta tra coloro che sono uniti a lui corporalmente. Il mio Gesù non
insieme nella tua casa, possiamo godere la gioia senza può essere trovato nella folla. Impara dove lo trovano coloro che
fine. Per il nostro Signore Gesù Cristo… lo cercano, in modo che anche tu, cercandolo insieme con
Oppure: Giuseppe e con Maria, lo possa trovare. Nel cercarlo - dice
O Dio, nostro creatore e Padre, tu hai voluto che il tuo l’evangelista - "lo trovarono nel tempio". Non lo trovarono in un
luogo qualunque, ma «nel tempio», e neppure semplicemente «nel
Figlio, generato prima dell'aurora del mondo, divenisse
tempio», ma "in mezzo ai dottori che egli ascoltava e interrogava".
membro dell'umana famiglia; ravviva in noi la venerazione
Cerca dunque anche tu Gesù «nel tempio» di Dio, cercalo in chiesa,
per il dono e il mistero della vita, perché i genitori si cercalo presso i maestri che stanno nel tempio e non ne escono; se
sentano partecipi della fecondità del tuo amore, e i figli così lo avrai cercato, lo troverai. E inoltre, se qualcuno dice di
crescano in sapienza, età e grazia, rendendo lode al tuo essere un maestro e non possiede Gesù, egli ha soltanto il nome di
santo nome. Per il nostro Signore…. maestro, ed è per questo che non si può trovare in lui Gesù, Verbo
di Dio e sapienza di Dio. Lo trovano - dice - «in mezzo ai dottori».
Come in un altro passo sta scritto a proposito dai profeti, nello
Liturgia della Parola stesso senso devi intendere ora le parole «in mezzo ai dottori». Dice
l’Apostolo: "Se un altro che è seduto riceve una rivelazione da fare,
Prima Lettura: 1 Sam 1,20-22.24-28 il primo taccia" (1Cor 14,30). Lo trovano «seduto in mezzo ai
Uno nato da te sarà tuo erede. dottori», anzi mentre se ne sta non soltanto seduto, ma mentre «li
ascolta e li interroga». Anche ora Gesù è presente, ci interroga e ci
Salmo Responsoriale: Sal 83 ascolta parlare. Il testo continua: "E tutti erano ammirati". Che
Beato chi abita nella tua casa, Signore. cosa ammiravano? Non le domande che egli faceva, anche se esse
erano straordinarie, ma le "risposte". Una cosa è infatti
Seconda Lettura: 1 Gv 3,1-2.21-24 interrogare, un’altra rispondere. Gesù interrogava i maestri; ma
Siamo chiamati figli di Dio, e lo siamo realmente! siccome essi talvolta non erano capaci di rispondere, era lui a
rispondere alle domande che egli stesso aveva poste. E poiché
Vangelo: Lc 2,41-52 rispondere non significa soltanto parlare dopo chi ha parlato per
Gesù è ritrovato dai genitori nel tempio in primo, ma significa, secondo le sante Scritture, dare un
mezzo ai maestri. insegnamento, ti auguro che sia la legge divina ad insegnartelo.
"Mosè parlava, e Dio poi gli rispondeva con una voce" (Ex 19,19);
con queste risposte il Signore istruiva Mosè sulle cose ch’egli
Antifona alla Comunione ignorava. Di tanto in tanto Gesù interroga, di tanto in tanto
Il nostro Dio è apparso sulla terra, risponde, e, come abbiamo detto prima, sebbene siano
e ha dimorato in mezzo a noi. straordinarie le sue domande, tuttavia molto più straordinario è
Bar 3,38 ciò che egli risponde. Se vogliamo dunque anche noi ascoltarlo, se
Oppure: vogliamo che egli proponga anche a noi delle domande che egli
«Figlio, perché ci hai fatto così? stesso risolverà, supplichiamolo, e cerchiamolo con tutta la fatica
e il dolore: così potremo trovare colui che cerchiamo. Non a caso
Ecco, tuo padre e io, angosciati, ti cercavamo».
sta scritto infatti: "io e tuo padre addolorati ti cercavamo". È
Gesù rispose: «Non sapevate che io necessario che colui che cerca Gesù, lo cerchi non in modo
debbo occuparmi delle cose del Padre mio?». negligente e trascurato e con impegno saltuario, come lo cercano
Lc 2,48-49 alcuni che perciò non riescono a trovarlo. Per parte nostra invece
diciamo: «ti cerchiamo addolorati».
GUIDA CANTI
SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, GIUSEPPE E MARIA – ANNO C
30/12/2018

Ingresso

I pastori si avviarono in fretta (Berettini); Venite fedeli (RN – NcdP); Puer natus est nobis (Frisina);
Dolce casa di Nazareth (Frisina); E’ nato un bimbo in Betlehem (RN); In cordis jubilo (Frisina); O tu
che dormi destati (Rainoldi – RN – NcdP); Deus in loco sancto suo (Antifona gregoriana); O lux beata
caelitum (Antifona gregoriana); Inno alla Santa Famiglia (Machetta); Santa Famiglia di Gesù, Maria
e Giuseppe (Meini); A Betlemme, da Maria (str. 1 e 3 – NcdP); Cristo è venuto tra noi (NcdP);
Illumina nos Domine (Caudana); O famiglia di Nazareth (Rampi); Santa Famiglia di Gesù, Maria e
Giuseppe (Meini); Una sola famiglia (Tranchida); Santa casa di Nazareth (Paniccià);

Offertorio

Come rami di olivo (L.Deiss – NcdP); Dio ha tanto amato il mondo (RnS); Ti offriamo il pane (Palma
– Di Stefano); Astro del ciel (Gruber); Benedetto il Grembo Verginale (Liberto); Signore vieni
(RNCL); Benedetto il Grembo Verginale (Liberto); Tu sei l’offerta (Recalcati); Betlemme, casa del
pane (Machetta);

Comunione

Oggi si compie (Rainoldi – RN); Dio è Amore (RnS); O meraviglioso scambio (Buttazzo); Gustiamo
l’amore di Dio (Palma – Di Stefano); Ora i miei occhi ti vedono (RnS); Verbum caro factum est (RN
– Miserachs); Tu o figlio di Dio incarnato (Massimillo); Pane di salvezza (Zambuto); Quanta luce sul
mondo (NcdP); Bambino mite e debole (NcdP); Oggi si compie (RN); Alla Sacra Famiglia
(Fiorentini); Vere tu es Rex absconditus (Fugazzola); Inno a Nazareth (Machetta); Beato chi teme il
Signore (Buttazzo);

Congedo

Alzati e risplendi (Palma – DI Stefano); Tu scendi dalle stelle (Tradizionale – NcdP – RN); Le tue
meraviglie (Balduzzi); Gloria in cielo e pace in terra (RN – NcdP); A Betlemme di Giudea (RNCL);
Gli angeli delle campagne (Trad. RN); Vergine del silenzio (RN);

Abbreviazioni e riferimenti

RN - Repertorio Nazionale dei Canti per la Liturgia


NCDP - Nella casa del Padre
RnS - Rinnovamento nello Spirito Santo
SOLENNITÀ DI MARIA MADRE DI DIO
1 gennaio 2019
Inno a Maria
a
52 Giornata mondiale della pace

Rubrica liturgico – musicale

Proprio della Messa La Parola risuona nel cuore dei Padri e nel Magistero

Antifona d’ingresso Dalle «Omelie» di san Cirillo d’Alessandria, Vescovo


Salve, Madre santa: (Hom. 4, n. 1183)
tu hai dato alla luce il Re
che governa il cielo e la terra Salve, Madre di Dio, Maria, tesoro venerabile di tutto il mondo,
per i secoli in eterno.
lampada inestinguibile, corona della verginità, scettro della
Oppure:
sana dottrina, tempio indissolubile, casa di colui che non può
Oggi su di noi splenderà la luce,
perché è nato per noi il Signore; essere contenuto in nessuna casa, madre e vergine; per la
Dio onnipotente sarà il suo nome, quale è chiamato benedetto nei Vangeli colui che viene nel
Principe della pace, Padre dell’eternità: nome del Signore (Mt 21,9): salve, tu accogliesti nel tuo seno
il suo regno non avrà fine. santo e verginale l’immenso e incontenibile, per te la santa
Cf Is 9,2.6; Lc 1,33 Trinità è glorificata e adorata; per te la preziosa croce è
Orazione colletta celebrata e adorata in tutto il mondo; per te il cielo esulta, per
O Dio, che nella verginità feconda di Maria hai donato agli te gli angeli e gli arcangeli si allietano, per te i demoni son
uomini i beni della salvezza eterna, fa' che sperimentiamo la messi in fuga, per te il diavolo tentatore cade dal cielo, per te
sua intercessione, poiché per mezzo di lei abbiamo ricevuto la creatura decaduta vien portata al cielo; per te ogni creatura,
l'autore della vita, Cristo tuo Figlio. Egli è Dio e vive e regna con irretita dal veleno degli idoli, giunge alla conoscenza della
te, nell'unità dello Spirito Santo... verità; per te il santo battesimo è stato dato ai credenti, per te
l’olio della consacrazione, per te sono state fondate le Chiese
Oppure: in tutto il mondo, per te i popoli son guidati alla penitenza. E
Padre buono, che in Maria, vergine e madre, benedetta fra tutte che dirò ancora? Per te l’unigenito figlio di Dio rifulse come luce
le donne, hai stabilito la dimora del tuo Verbo fatto uomo tra
a coloro ch’eran nelle tenebre; per te i profeti parlarono, per te
noi, donaci il tuo Spirito, perché tutta la nostra vita nel segno
della tua benedizione si renda disponibile ad accogliere il tuo i morti risorgono, per te gli apostoli annunziarono la salvezza,
dono. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio ... per te i re regnano in nome della santa Trinità. E chi mai potrà
celebrare adeguatamente quella Maria degnissima d’ogni
lode? Essa è madre e vergine; o cosa meravigliosa! Questo
Liturgia della Parola
miracolo colma di stupore.
Prima Lettura: Nm 6,22-27
Essi invocheranno il mio Nome, e io li benedirò.
Salmo Responsoriale: Sal 66
Dio abbia pietà di noi e ci benedica.
Seconda Lettura: Gal 4,4-7
Dio mandò il suo Figlio, nato da donna.
Vangelo: Lc 2,16-21
I pastori trovarono Maria e Giuseppe e il bambino. Dopo
otto giorni gli fu messo nome Gesù.

Antifona alla Comunione


Gesù Cristo è sempre lo stesso
ieri, oggi e nei secoli eterni.
Eb 13,8
Oppure:
Maria serbava tutte queste cose
meditandole nel suo cuore.
Lc 2,19
GUIDA CANTI
MARIA SS. MADRE DI DIO
01/01/2019

Ingresso

Santa Madre di Dio (Lecot); Maria Santissima Madre di Dio (Nosetti); Madre di Dio e dell’umanità (Giudici);
Salve dolce vergine (Frisina); Salve Maria (Frisina); Salve, santa Madre di Dio (Avolio); Virgo Dei genitrix
(Frisina); Ave Maria (gregoriano – RN); Corde natus ex parentis (Gregoriano); Hodie beata Virgo
(gregoriano); Vergine Madre (Frisina); O Santa Madre del Redentore (Zambuto); Regina dei cieli rallegrati
(Zambuto); Acqua di fonte cristallina (NcdP); Madre del Salvatore (NcdP); O Vergine purissima (NcdP); O
Maria santissima (NcdP); Adesso è la pienezza (Ricci); Alla madre di Dio (Zardini); Cantiamo la Madre di
Dio (Giombini); Io canto al Re (Mezzalira); Madre Beata (Militello); Ti salutiamo, o Madre Santa (Vitalini);
Madre Santa (Dècha); Salve Madre Santa (Anselmi);

Offertorio

Ti offriamo il pane (Palma – Di Stefano); Ave Madre di Dio (Frisina); A solis ortus cardine (Frisina); Signore
fa di me (NcdP); Gioisci piena di grazia (RN); Astro del ciel (Gruber); Madre del Signore (Zambuto); Nome
dolcissimo (Arm. Ruggeri); Vergine Santa (Miserachs); È per te (Ricci); Ave Maria (Del Prete); Ave Maria
(Magrino); La santa madre di Dio (Benedetti); Tu sei l’offerta (Recalcati); Betlemme casa del pane
(Machetta);

Comunione

Maria custodiva in sé (Verardo); O magnum mysterium (Frisina); Mistero di Natale (Galliano – Semprini);
Verbum caro factum est (RN – Miserachs); Domine non sum dignus (RN); Grandi cose (RN); Et incarnatus
est (Frisina); Ave piena di grazia (Frisina); In notte placida (Couperin); O meraviglioso scambio (Buttazzo);
Sub tuum praesidium (Frisina); Totus tuus (Frisina); Un segno grandioso (RN); Vergine dell’annuncio (RN);
Ave Maria (Balduzzi); Ave Maria (NcdP); Beata sei tu, Maria (NcdP); Lieta armonia (NcdP – Ruggeri); O
santissima (NcdP); Vergine Madonna (NcdP); Magnificat (Parisi); Magnificat (Frisina); Primizia d’umanità
redenta (Donella); Madre di Dio e degli uomini (Palombella – Vanzin); Vergine del silenzio (NcdP); Tu con
noi (Ricci); Beata sei tu (Mezzalira); Beata sei tu (Liuzzi); La mia anima (Gabellieri); O tu che dormi
(Rainoldi); Cristo è la nostra pace (Becchimanzi); Meraviglioso scambio d'amore (Vincenzo Borzì);

Congedo

Ave Maria (Parisi); Signora nostra salve (Arm. Ruggeri); O del cielo gran Regina (Arm. Ruggeri); Salve
regina (RN); Magnificat (Lecot); Magnificat (Gragnani); Salve regina (Henderson); Gloria in cielo (RN); A
Betlemme di Giudea (RN – NcdP); Gli angeli delle campagne (RN); Tu scendi dalle stelle (RN); Virgo Mater
Benedicta (Molfino); Gloria a te Cristo Gesù (Lecot); L’anima mia magnifica (Dargenio);

Abbreviazioni e riferimenti

RN - Repertorio Nazionale dei Canti per la Liturgia


NCDP - Nella casa del Padre
RnS - Rinnovamento nello Spirito Santo
EPIFANIA DEL SIGNORE
6 gennaio 2019
La stella dei Magi
Giornata mondiale dell’infanzia missionaria
Rubrica liturgico – musicale

Proprio della Messa La Parola risuona nel cuore dei Padri e nel Magistero
Antifona d’ingresso Dal «Diatessaron» di sant’Efrem il Siro (II, 5, 18-25)
E' venuto il Signore nostro re:
nelle sue mani è il regno, la potenza e la gloria. La stella apparve perché i profeti erano scomparsi. La stella
Cf Ml 3,1; 1 Cr 19,12 accorse per spiegare chi fosse colui verso il quale erano rivolte
con precisione le parole dei profeti. Come per Ezechia il sole si
Orazione colletta rivolse dall’Occidente verso l’Oriente (cf. 2Re 20,8-11 Is 38,7-8),
O Dio, che in questo giorno, con la guida della stella, hai così a causa del bambino del presepio, la stella corse dall’Oriente
rivelato alle genti il tuo unico Figlio, conduci benigno verso l’Occidente.
anche noi, che già ti abbiamo conosciuto per la fede, a Il segno del sole fu un biasimo per Israele, e i Magi confusero il
contemplare la grandezza della tua gloria. Per il nostro popolo con i doni che essi arrecavano. Essi vennero con i loro
segni, a somiglianza dei profeti, ed essi resero testimonianza alla
Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna
nascita del Cristo, affinché, quando Egli sarebbe venuto, non
con te, nell'unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei fosse considerato come uno straniero, ma che tutte le creature
secoli. riconoscessero la sua nascita. Zaccaria divenne muto ed
Elisabetta concepì, affinché tutte le regioni comprendessero e
conoscessero la sua venuta.
Ma questa stella era maestra del proprio percorso; essa saliva,
Liturgia della Parola discendeva, come se alcun legame la trattenesse, perché aveva
potere sugli spazi celesti, e non era fissa nel firmamento. Se essa
Prima Lettura: Is 60,1-6
si nascose (per un momento agli occhi dei Magi), fu affinché essi
La gloria del Signore brilla sopra di te. non venissero a Betlemme attraverso un cammino chiaro e
Salmo Responsoriale: Sal 71 diritto. Dio la nascose loro per mettere alla prova Israele, affinché
i Magi raggiungessero Gerusalemme, gli Scribi parlassero loro
Ti adoreranno, Signore, tutti i popoli della terra. della nascita del Signore (Mt 2,4-6) e ricevessero una
Seconda Lettura: Ef 3,2-3a.5-6 testimonianza sincera dalla bocca stessa dei profeti e dei
Ora è stato rivelato che tutte le genti sacerdoti. Ma ciò avvenne anche affinché i Magi non credessero
che vi fosse un potere al di fuori di quello che risiede a
sono chiamate, in Cristo Gesù, Gerusalemme. Allo stesso modo gli antichi avevano ricevuto dallo
a condividere la stessa eredità. spirito che era sopra Mosè, affinché non si pensasse che ci fosse
un altro spirito (Nm 11,17).
Vangelo: Mt 2,1-12
I popoli orientali sono stati illuminati dalla stella, perché gli
Siamo venuti dall'oriente per adorare il re. Israeliti, al sorgere del sole, che è Cristo, erano diventati ciechi.
È, dunque, l’Oriente che per primo ha adorato il Cristo, come
Zaccaria aveva predetto: L’Oriente darà la luce dall’alto (Lc 1,78).
Quando la stella ebbe accompagnato i Magi fino al sole, si fermò,
perché arrivata alla meta, in seguito, essa smise il suo percorso.
Giovanni era la voce, che annunciava il Verbo. Ma quando il
Antifona alla Comunione Verbo, per farsi ascoltare, s’incarnò ed apparve, la voce che
Noi abbiamo visto la sua stella in oriente preparava la strada, esclamò: Bisogna che egli cresca e che io
diminuisca (Gv 3,30). I Magi, che adoravano gli astri, non
e siamo venuti con doni per adorare il Signore.
avrebbero deciso di andare verso la luce se la stella non li avesse
Cf Mt 2,2
attratti col suo splendore. La stessa attrasse il loro amore, legato
ad una luce di poca durata, verso la luce che non tramonta...
Ed essi aprirono i loro tesori e gli offrirono in dono, l’oro alla sua
natura umana, la mirra, come figura della sua morte, l’incenso,
alla sua divinità (Mt 2,11). Cioè: l’oro, come ad un re, l’incenso,
come a Dio, la mirra, come a colui che dev’essere imbalsamato.
O, meglio ancora: l’oro, perché lo si adorasse, in quanto questa
adorazione è dovuta al proprio maestro; la mirra e l’incenso, per
indicare il medico che doveva guarire la ferita di Adamo.
ANNUNCIO DEL GIORNO DELL PASQUA

Dopo la proclamazione del Vangelo, il diacono, o in sua assenza il celebrante o un cantore canta (o legge) l’Annuncio
del giorno della Pasqua

Fratelli carissimi, la gloria del Signore si è manifestata e sempre si manifesterà in


mezzo a noi fino al suo ritorno.

Nei ritmi e nelle vicende del tempo ricordiamo e viviamo i misteri della salvezza.
Centro di tutto l'anno liturgico è il Triduo del Signore crocifisso, sepolto e risorto,
che culminerà nella domenica di Pasqua il 21 aprile.

In ogni domenica, Pasqua della settimana, la santa Chiesa rende presente questo
grande evento nel quale Cristo ha vinto il peccato e la morte.

Dalla Pasqua scaturiscono tutti i giorni santi:


Le Ceneri, inizio della Quaresima, il 6 marzo.
L'Ascensione del Signore, il 2 giugno.
La Pentecoste, il 9 giugno.
La prima domenica di Avvento, il 1° dicembre.

Anche nelle feste della santa Madre di Dio, degli Apostoli, dei Santi e nella
commemorazione dei fedeli defunti, la Chiesa pellegrina sulla terra proclama la
Pasqua del suo Signore.

A Cristo che era, che è e che viene, Signore del tempo e della storia, lode perenne
nei secoli dei secoli.

Amen.
GUIDA CANTI
EPIFANIA DEL SIGNORE
06/01/2019

Ingresso

La luce della stella (Liberto); Celebra il Signore terra tutta (Frisina); Alzati e risplendi (RnS); Vi annuncio
la gioia (Baggio); Viderunt omnes (Frisina); Omnes de Saba venient (gregoriano); Ecce advenit
(gregoriano); Christe redemptor omium (gregoriano); Venite fedeli (RN – NcdP); Alzati e risplendi (Palma
– Di Stefano); Luce del mondo (RnS); Tutta la terra canti a te (NcdP); Cantano gli angeli (NcdP); Venite
fedeli (NcdP); Alzati e risplendi (NcdP); Una grande luce (Ricci); È venuto il Signore nostro Re (Vitalini);
Ecce advenit Dominator (De Bonis); Eran partiti (Rampi – Turoldo); O Luce che splendi (Migliavacca);
Perché temi, Erode (Fenice); Veniamo a te coi Magi (Zardini); Tutti a Betlemme (Machetta); Siamo venuti
qui (Becchimanzi);

Offertorio

In questo giorno di luce (Buttazzo); Ogni dono perfetto (Avolio); Tu sei l’offerta (Recalcati); Astro del ciel
(Tradizionale – EDC); Cosa possiamo offrirti (Miserachs); Reges Tharsis (gregoriano); Puer Natus in
Bethlehem (gregoriano); Lode all’altissimo (NcdP); O povertà (NcdP); Cosa offrirti (RnS); Reges Tharsis
(Caudana); Reges Tharsis (Tosi); Reges Tharsis (Mariani); Betlemme casa del pane (Machetta);

Comunione

Sei luce splendida (Semprini); Omnes patriarchie (gregoriano); Hodie Christus (gregoriano); Tu che vieni
dal cielo (Avolio); Iubilate Deo (Frisina); Dio si è fatto come noi (NcdP); E’ nato un bimbo in Betlehem
(NcdP); Bambino mite e debole (NcdP); Gioiscano gli angeli (NcdP); Notte di luce (NcdP); Luce che sorgi
(Buttazzo); Come brezza (Ricci); Nella tua Epifania (Menichetti); E’ nato per noi un bambino (Machetta);
Nella notte il sole (Deflorian); Nato per noi (Rossi - NcdP);

Congedo

Alleluia! E’ nato un bimbo in Betlehem (NcdP); Gloria! Gloria! (NcdP); Gloria nell’alto dei cieli (NcdP);
Jubilate, servite (NcdP – Berthier); Canteremo gloria a te (Buttazzo); Tu scendi dalle stelle (NcdP); In cordis
jubilo (gregoriano); Magnificat (gregoriano); A Betlemme di Giudea (RN – NcdP); Gloria in cielo (RN –
NcdP); Incontri di cielo (Ricci)

Abbreviazioni e riferimenti

RN - Repertorio Nazionale dei Canti per la Liturgia


NCDP - Nella casa del Padre
RnS - Rinnovamento nello Spirito Santo
BATTESIMO DEL SIGNORE – ANNO C

13 gennaio 2019
La sacra unzione a conclusione del battesimo

Rubrica liturgico – musicale


Rubrica liturgico – musicale
Proprio della Messa La Parola risuona nel cuore dei Padri e nel Magistero
Antifona d’ingresso
Dopo il battesimo di Gesù si aprirono i cieli, Dalle «Catechesi mistagogiche» di san Cirillo di Gerusalemme,
e come colomba vescovo (3, 1 s.4 s.)
lo Spirito di Dio si fermò su di lui ,
e la voce del Padre disse: Battezzati in Cristo e rivestiti di Cristo, siete diventati conformi al
«Questo è il Figlio mio prediletto, Figlio di Dio. Dio, che ci ha predestinato all’adozione, ci ha resi
nel quale mi sono compiaciuto». simili al corpo glorioso del Cristo. Partecipi dunque del Cristo
Cf Mt 3,16-17 (Unto), giustamente venite detti cristi (unti), perché di voi Dio ha
detto: "Non toccate i miei cristi (unti)" (Ps 104,15). E siete
Orazione colletta diventati cristi (unti) perché avete ricevuto il simbolo che è pegno
Padre onnipotente ed eterno, che dopo il battesimo nel fiume dello Spirito Santo. Tutto si è svolto in voi simbolicamente, perché
Giordano proclamasti il Cristo tuo diletto Figlio, mentre voi siete immagine di Cristo. Anche lui, lavatosi nel fiume Giordano
discendeva su di lui lo Spirito Santo concedi ai tuoi figli, rinati e comunicata all’acqua la fragranza della divinità, ne uscì e si
dall'acqua e dallo Spirito, di vivere sempre nel tuo amore. Per il compì in lui la venuta sostanziale dello Spirito Santo: il simile si
nostro Signore Gesù Cristo... posò sul simile. In modo simile anche a voi, usciti dal bagno, dalle
Oppure: sacre sorgenti, è stato dato il crisma, simbolo e pegno dell’unzione
O Padre, il tuo unico Figlio si è manifestato nella nostra carne di cui fu unto Cristo. Questa unzione è lo Spirito Santo, di cui il
mortale, concedi a noi, che lo abbiamo conosciuto come vero beato Isaia, parlando a nome del Signore nella profezia che lo
uomo, di essere interiormente rinnovati a sua immagine. Egli è riguarda, disse: "Lo Spirito del Signore è su di me e perciò mi ha
Dio, e vive e regna con te ... unto: mi ha mandato ad annunciare la buona novella ai poveri" (Is
Oppure: 61,1). Cristo non fu unto da uomini con olio o crisma materiali ma
Padre d'immensa gloria, tu hai consacrato con potenza di Spirito il Padre, costituitolo Salvatore di tutto il mondo, lo unse di Spirito
Santo il tuo Verbo fatto uomo, e lo hai stabilito luce del mondo e Santo, come dice Pietro: "Gesù di Nazaret, che Dio ha unto di
alleanza di pace per tutti i popoli: concedi a noi che oggi Spirito Santo" (Ac 10,38); e come esclamava il profeta David: "Il
celebriamo il mistero del suo battesimo nel Giordano, di vivere tuo trono, o Dio, resta nei secoli dei secoli: è scettro di rettitudine
come fedeli imitatori del tuo Figlio prediletto, in cui il tuo amore si lo scettro del tuo regno. Hai amato la giustizia e hai odiato
compiace. Egli è Dio, e vive e regna con te ... l’iniquità, per questo ti ha unto Dio, il tuo Dio, con l’olio di
esultanza, al di sopra dei tuoi compagni" (Ps 44,7s). Come Cristo
Liturgia della Parola fu veramente crocifisso, sepolto, risuscitato, e voi, nel Battesimo,
Prima Lettura: Is 40,1-5.9-11 siete stati fatti degni di essere con lui crocifissi, sepolti e risuscitati
Si rivelerà la gloria del Signore e tutti gli uomini la vedranno. simbolicamente; così è avvenuto anche della crismazione. Egli fu
unto con l’olio spirituale dell’esultanza, cioè con lo Spirito Santo,
Salmo Responsoriale: Sal 103 chiamato olio di esultanza in quanto è fonte della gioia spirituale.
Benedici il Signore, anima mia. Voi invece siete stati unti col crisma, diventando così partecipi e
Seconda Lettura: Tt 2,11-14; 3,4-7 compagni del Cristo...
Signore ci ha salvato con un 'acqua che rigenera
e rinnova nello Spirito Santo. Come Cristo dopo il Battesimo e dopo la discesa in lui dello
Spirito Santo, uscì (nel deserto) e sconfisse l’avversario, così anche
Vangelo: Lc 3,15-16.21-22 voi dopo il santo Battesimo e dopo la mistica unzione, indossata
Mentre Gesù, ricevuto il battesimo, stava in preghiera, tutta l’armatura dello Spirito Santo, scendete in lotta contro la
il cielo si aprì.. potestà avversa e la debellate dicendo: "Tutto posso in Cristo che
mi rende potente" (Ph 4,13). Essendo stati ritenuti degni di
Antifona alla Comunione ricevere questo sacro crisma, vi chiamate cristiani e con la vostra
Questa è la testimonianza di Giovanni: rinascita confermate il vostro nome. Prima di essere degni di
«Io l'ho visto, e ho attestato che egli è il Figlio di Dio». questa grazia, infatti, non eravate propriamente degni di questo
Gv 1,32.34 nome ma eravate sulla strada, vi avviavate ad essere cristiani.
Oppure:
Giovanni disse: «Io vi battezzo con acqua;
ma viene uno che è più forte di me:
egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco».
Lc 3, 16
GUIDA CANTI
BATTESIMO DEL SIGNORE – ANNO C
13/01/2019

Ingresso

Cristo Gesù, Salvatore (NcdP – str. 1-3-5-6); La creazione giubili (NcdP): Lodate Dio (NcdP); Noi
canteremo gloria a te (NcdP – str. 1-4); Padre, che hai fatto ogni cosa (NcdP); Signore, sei venuto (NcdP);
Eccomi (Frisina); L’acqua viva (Frisina); Tempo di rinascere (Semprini); Celebra il Signore terra tutta
(Frisina); Cristo vivente (Parisi); Ecco il mio servo (Frisina); A patre unigenite (gregoriano); Il cielo risuoni
di canti (NcdP); Oggi la Chiesa (NcdP); L’acqua della salvezza (NcdP); Nell’acqua che distrugge (NcdP –
RN); Chiesa di Dio (NcdP – RN); Vieni Santo Spirito di Dio (Buttazzo); Ecco il tuo posto (NcdP); Venite
applaudiamo al Signore (Frisina); Tutto il cielo (Rampi – Turoldo); Unico figlio del Padre (Rampi);
Cantiamo te (Gragnani . elab. Verardo);

Offertorio

Cosa offrirti (RnS – RN); Rendiamo grazie a te (Buttazzo); Ti ringraziamo o Padre (Liberto); Dio ha tanto
amato il mondo (RnS); Tu sei per noi (Ferrante – Auricchio); Ecco il mio servo (Massimillo); Ora è tempo
di gioia (Gen Rosso); Ecco il mio servo (Frisina); Se tu conoscessi il dono di Dio (Di Simone – Liberto); Tu
sei l’offerta (Recalcati);

Comunione

Lo Spirito di Dio (NcdP); Spirito del Padre (NcdP); Spirito di Dio (NcdP); Frumento di Cristo (NcdP);
Signore, fa di me uno strumento (NcdP); Lo Spirito del Signore (Frisina); Manna di luce (Parisi); Chi ha sete
(RnS); Io vedo la tua luce (EDC); Andate a bere alla fontana (Lecot); Il Signore della gioia (Ricci); Lo
Spirito del Signore (Liberto); O luce radiosa (RN); O luce radiosa (Frisina); Cristo nostra pace (Frisina); Re
di gloria (RnS); Tu sei diventato figlio di Dio (Signorello – Platania); Io ho veduto (Pantaleo – Paniccià);
Popolo Santo (Parisi);

Congedo

Gloria a te Cristo Gesù (Lecot); Signore d’ogni bellezza (Frisina); La tua Chiesa (Buttazzo); Un solo Signore
(Deiss); Gloria al Signore che salva (RnS);

Abbreviazioni e riferimenti

RN - Repertorio Nazionale dei Canti per la Liturgia


NCDP - Nella casa del Padre
RnS - Rinnovamento nello Spirito Santo