Sei sulla pagina 1di 63

GEOSINTETICI NELLE APPLICAZIONI GEOTECNICHE:

LINEAMENTI FONDAMENTALI PER LA


PROGETTAZIONE DI INTERVENTI DI RINFORZO

Riccardo Berardi
GEOSINTETICI : TIPOLOGIE E FUNZIONI 2

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


GR
GT tessuto GG GT non tessuto
+ GR = GC
+ nucleo = GC
Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa
GEOSINTETICI : RINFORZO 3

Rinforzo

•Aumento resistenza (trazione)

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


•Riduzione deformabilità

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


RINFORZO : PRINCIPI 4

Materiale composito che migliora


le caratteristiche del terreno

•resistenza a compressione e a taglio

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


Terreno:
• nulla resistenza a trazione

INTRODUZIONE DEI RINFORZI

•Aumento della resistenza dell’ammasso


•Pendenze maggiori
•Riduzione spostamenti
•Buona resistenza sotto carico ciclico

Aspetti generali Dreni/Filtri Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


TERRE RINFORZATE CON GEOSINTETICI 5

Ziggurat-1000 b.C.

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


palm fronds

GRW – 2000 a.C. Geosynthetics

Aspetti generali Dreni/Filtri Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


6

L’INSERIMENTO DI UN RINFORZO
NEL TERRENO CONSENTE LA
REALIZZAZIONE DI SCARPATE CON

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


INCLINAZIONI SUPERIORI A QUELLE
DI “NATURAL DECLIVIO”

1
2
7
Le Terre Rinforzate: le applicazioni

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


• muri di sostegno
• spalle di ponte
• rilevati stradali e ferroviari
• protezioni spondali
• argini di contenimento per discariche e depositi
• sostegno di pareti di scavo
• stabilizzazione di pendii naturali
COME AGISCE IL RINFORZO NEL TERRENO ?

PR = FORZA DI TRAZIONE CHE AGISCE SUL RINFORZO NEI PUNTI DI


INTERSEZIONE TRA LE SUPERFICI DI ROTTURA ED IL RINFORZO STESSO

SENZA RINFORZO
Ps = Pv tg ϕ'

CON Ps= Pv tg ϕ' +PR cos θ tg ϕ' + PR sin θ


RINFORZO

IL RINFORZO INDUCE UN DUPLICE EFFETTO BENEFICO SUL TERRENO:


PR cos θ=AUMENTA LO SFORZO NORMALE EFFICACE SULLA SUPERFICIE DI
ROTTURA
PR sin θ =RIDUCE L'ENTITA DEGLI SFORZI TANGENZIALI SULLA SUPERFICIE
DI ROTTURA
APPLICAZIONE AL CASO PRATICO DI UNA TERRA RINFORZATA

IL MECCANISMO DESCRITTO PUO’ ESSERE RIPORTATO NEL CASO


PRATICO DI UNA SCARPATA COSTITUITA DA TERRENO GRANULARE IN
ASSENZA D’ACQUA

SENZA
RINFORZO

Ps = P’n tg ϕ'

CON RINFORZO

Ps = Pn tg ϕ' +PR cos θ tg ϕ' + PR sin θ


TERRE RINFORZATE CON GEOSINTETICI 10

Interventi volti a migliorare la risposta meccanica dei terreni alle


sollecitazioni esterne tramite l’inserimento di inclusioni
 geotessili tessuti

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


Inclusioni flessibili:
 geogriglie
Migliore risposta meccanica del sistema composito terreno + inclusioni dovuta a
tensioni di trazione nelle inclusioni. Il meccanismo di funzionamento è legato
all’attrito che si genera all’interfaccia terreno-rinforzo

Vantaggi: Svantaggi:
• adatti anche a terreni con scarse caratteristiche
• non biodegradabili
• costi di trasporto ridotti • creep
• posa in opera semplice e veloce

Aspetti generali Dreni/Filtri Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


11
CLASSIFICAZIONE PER I RILEVATI IN TERRA AASHO - UNI 10006

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


Indice di gruppo I = 0.2 a + 0.005 a c + 0.01 b d
dove a, b sono delle % passanti al vaglio 0.074 mm
c, d sono delle % su WL e IP
POLIMERI 12

•Poliestere, PET
•Polipropilene, PP
Modulo elastico
•Polietilene ad alta densità, HD-PE
•Aramide, Twaron, Kevlar

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


Creep

Aspetti generali Dreni/Filtri Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


TERRE RINFORZATE CON GEOSINTETICI 13

Paramenti esterni

Paramento verticale costituito da elementi

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


prefabbricati in CLS

Serie di elementi murari sovrapposti

Wrap - around

Aspetti generali Dreni/Filtri Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


14

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


WRAP – AROUND

Componenti:
•Terreno di riempimento
•Geosintetici
•Paramento esterno sub – verticale
•Elemento drenante a tergo 0-30°

Aspetti generali Dreni/Filtri Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


15

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


Componenti:
•Terreno di riempimento
•Geosintetici
•Paramento esterno sub – verticale
•Elemento drenante a tergo

Aspetti generali Dreni/Filtri Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


Modalità esecutive: esempi

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


16
R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio
17
R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio
18
R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio
19
R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio
20
R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio
21
R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio
22
SCHEMA BASE 23

Tmax
sforzo di trazione massimo nel rinforzo

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


indotto dall’attrito col terreno

La superficie di scorrimento è il
luogo delle massime trazioni e
individua nel terreno due zone
distinte

approssimativamente (comporta errori):

TMAX = K ⋅ σ V ⋅ sv
sv : interasse verticale rinforzi

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


24
ANALOGIE E CONFRONTI CON ALTRE TECNICHE

spostamenti dovuti a costruzione


top-down e bottom-up

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


conseguenze su distribuzione
trazioni sui rinforzi

Terra Armata™ / Terra rinforzata Geosintetici


Chiodatura terre

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


TERRE RINFORZATE CON GEOSINTETICI: VERIFICHE 25

esterne • Stabilità globale

• Rottura rinforzo  T

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


interne • Perdita di aderenza per
Verifiche di stabilità (SLU): sfilamento/scorrimento diretto  ATTRITO
• Paramento (eventuale)
“globali
Rottura rinforzo e Perdita di aderenza  T,
interne/esterne”
ATTRITO

Verifiche di compatibilità spostamenti (SLE)  EA

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


CRITERI DI SCELTA GEOSINTETICI : PARAMETRI DI PROGETTO 26

per funzione di
rinforzo TTEST
TDISPONIBILE =
FSID ⋅ FSCR ⋅ FSCD ⋅ FSBD
 TMAX ≤ TDISPONIBILE

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


“DESIGN BY
FUNCTION”

danni creep danneggiamento


installazione chimico e biologico

Es.: RESISTENZA A TRAZIONE


DIFFERENZE LAB TEST vs. RISPOSTA IN SITO

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


TERRE RINFORZATE CON GEOSINTETICI: VERIFICHE 27

esterne

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


interne

Rottura armatura Scorrimento diretto Sfilamento (pull-out)

paramento

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


VERIFICHE INTERNE 28

TTEST
TMAX ≤ TDISPONIBILE = (Rottura armatura)
FSID ⋅ FSCR ⋅ FSCD ⋅ FSBD
TMAX ≤ Tds ;po

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


(Perdita aderenza)

Coefficiente di
interazione

fds ; fpo
definisce il
meccanismo di
interfaccia

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


Scorrimento diretto / Pull-out 29

Scorrimento Estrazione del geosintetico solidarmente


con il terreno presente sopra (Attrito
Diretto Monolaterale)
Duplice
meccanismo di

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


collasso Estrazione del geosintetico
Pullout
(Sfilamento) (Attrito Bilaterale)

TMAX ≤ Tds ;po = α ⋅ La ⋅σ V ⋅ f ⋅ tanφ '

= 1 Attrito monolaterale Efficienza sistema Terreno – Rinforzo


α
= 2 Attrito bilaterale • Tipo di meccanismo di collasso (fds e fpo)
• Tipo di geosintetico

( La : lunghezza ancoraggio)
Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa
Scorrimento diretto / Pull-out 30

1. Geotessili Tessuti (Maglia Chiusa) (Jewell et al. 1984)

tan δ δ: Angolo di attrito all’interfaccia


fpo = fds = ≅ 0,6
tan φ ' ϕ’: Angolo di resistenza al taglio

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


2. Geogriglie (Maglia Aperta)
0, 6 ≤ fds ≤ 1

f
 ds = a s ⋅
tgδ
tgφ '
(
+ 1 − as )

 fpo può raggiungere valori elevati
 f = as ⋅ tgδ  σ '
  ab ⋅ B  1
+ 
b

'    ⋅ (anche >1)
 po
tgφ '  σv   2S  tgφ '

Resistenza Passiva: fenomeno


determinato dalla penetrazione del
terreno all’interno delle maglie della
geogriglia; il terreno esercita, in tal
modo, una reazione sugli elementi
trasversali del geosintetico

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


31
(4)
 σb'   φ '  ( π /2+ φ ') tan φ '
 '  = tan  45° + ⋅e
 σv   2

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


VERIFICHE “GLOBALI INTERNE/ESTERNE” 32

1. Analisi all’equilibrio limite

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


2. Definizione del contributo del
rinforzo nel rispetto Tdisp. e
Tds,po
3. Fattore di sicurezza globale

“diagramma di
resistenza” del rinforzo

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


Opera di “mascheramento” 33

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


Inserire immagine di dettaglio
Opera di “mascheramento” 34

Spostamenti orizzontali
(a) Fixed end
(b) Free end

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


1.0 Ux/H (fixed end )
Ux/H (free end)
0.8
H=9 m
0.6

Y/H
0.4

0.2

0.0
0.00 0.05 0.10 0.15 0.20
Ux/H (%)
Opera di “mascheramento” 35

1.0 Tmax/Tf (fixed end ) Massime trazioni


0.8
Tmax/Tf (free end) (a) Fixed end
H=9 m (b) Free end

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


0.6
Y/H

0.4

0.2

0.0
0.00 0.10 0.20 0.30 0.40
Tmax/Tf

(a) (b)
Rilevato – rinforzo alla base

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


36
rilevato

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


37
R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio
38
R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio
39
R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio
40
R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio
41
R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio
42
R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio
43
R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio
44
TERRE RINFORZATE CON GEOSINTETICI 45

Failure above reinforcements

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


Interlayer failure (pull-out or direct
sliding of reinforcement)

Interlayer failure (Reinforcement


overstressing)

Punching failure

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


TERRE RINFORZATE CON GEOSINTETICI 46

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


Geogriglia 1-L=2B n=2 strati
RINFORZATO
0,35
L=2B 2
0,30
strati
0,25
H/VM,NR

0,20
0,15 NON Dominio
non
0,10 RINFORZATO rinforzato
0,05
0,00
(Berardi e Bovolenta, 2010) 0,00 1,00 2,00 3,00
V/VM,NR

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


COMPATIBILITA’ DEGLI SPOSTAMENTI (SLE) 47

i. Una terra rinforzata con geosintetici va progettata


cercando di sfruttare in modo ottimale le risorse di
resistenza di entrambi i materiali (terreno e rinforzo)
ii. Importante è anche la valutazione degli spostamenti

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


attesi, per necessità normative e per funzionalità opera.
iii. L’approccio è praticabile con metodi numerici.
iv. Fondamentale è la valutazione dei parametri di progetto
del sistema composito terreno-inclusione.

Verifiche di compatibilità spostamenti (SLE)  EA

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


COMPATIBILITA’ DEFORMATIVA 48

Comportamento
Terreno grana grossa denso:
dilatante

τ
φ’P
• Angolo di resistenza al

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


taglio φ’
φ’cv • Rigidezza (E o G)

ε
T Rinforzo:
Tlim
• rigidezza assiale EA
• materiale
EA
• geometria

ε
Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa
CURVE TRAZIONE-DEFORMAZIONE 49

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


T
EA =
ε
GG ELEVATA RIGIDEZZA (“HS”) GG BASSA RIGIDEZZA (“LS”)
Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa
50
T
EA =
ε
2000

1750

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


stiffness EA (kN/m)

1500
HS
EG
1250
LS
HT
1000

750

500

250

0
0 2 4 6 8 10 12 14
strain (%)

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


COMPATIBILITA’ DEFORMATIVA 51

on ibile
p
or za dis rzo)
F F
(Rin
fo
Curva di compatibilità

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


i c hiesta deformativa
ar
Forz rreno)
(Te
Feq

Si raggiunge l’equilibrio quando la forza richiesta per


εeq ε
rendere stabile il terreno uguaglia la forza
disponibile offerta dal rinforzo
OBIETTIVI:

• Deformazione omogenea del


materiale “composito”
• Spostamenti accettabili dell’opera
Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa
COMPATIBILITA’ DEFORMATIVA 52

on ibile
p
or za dis rzo)
F F
(Rin
fo
Curva di compatibilità

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


i c hiesta deformativa
ar
Forz rreno)
(Te
Feq EA

Si raggiunge l’equilibrio quando la forza richiesta per


εeq > εeq ε
rendere stabile il terreno uguaglia la forza
disponibile offerta dal rinforzo

La rigidezza EA del rinforzo condiziona


il livello deformativo atteso e la scelta
dei parametri di resistenza del terreno

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


53
Case history: Rilevato (GW8)

DEFORMAZIONI MASSIME NEI RINFORZI

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


6
Analisi Plaxis Rilevamenti estensimetrici
 I livelli
5
deformativi
massimi tipici
4
dell’esercizio
z [m] 3
sono
2
generalmente
1
< 2-3%
0
0,0% 0,5% 1,0% 1,5% 2,0% 2,5% 3,0%
ε picco

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


COMPATIBILITA’ DEFORMATIVA 54

• Scelta valore angolo di resistenza al taglio φ’


• Scelta valore Rigidezza (E o G)
• Scelta valore EA

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


1-3

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


COMPATIBILITA’ DEFORMATIVA: Es. MODELLAZIONE 55

NUMERICA FEM (PLAXIS)

Terreno 1: parametri propri di una


Y condizione di “picco” φ’ = φ’ P

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


Terreno 2: parametri propri di condizioni
prossime a quelle “residue” φ’ = φ’ cv
GG elevata rigidezza (“HS”)
GG bassa rigidezza (“LS”)

• Fase di calcolo:
- Deformazioni dei rinforzi ε
- Spostamenti del
paramento Ux e Uy

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


56
Casi di studio: spostamenti orizzontali del paramento
(Berardi e Pinzani, 2008)

Confronto a parità di rinforzo: GG LS

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


Ux / H

• 1-3 % Terreno 1
• 6-8 % Terreno 2

Ux > 60 cm

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


57
Casi di studio: spostamenti orizzontali del paramento
(Berardi e Pinzani, 2008)

Confronto a parità di rinforzo: GG HS

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


Ux / H

• 0.4% GW12
• 0.6% GW11’
• 0.8% GW13

Sempre con
Terreno 1 Ux < 6 cm

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


58
Casi di studio: deformazioni orizzontali
(Berardi e Pinzani, 2008)

Confronto a parità di rinforzo: GG LS

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


ε [%]

• 2-4% Terreno 1
• 4-8% Terreno 2

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


59
Casi di studio: deformazioni orizzontali
(Berardi e Pinzani, 2008)

Confronto a parità di rinforzo: GG HS

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


ε [%]

• 0.4% GW12
• 0.6% GW11’
• 0.8% GW13
Sempre con
Terreno 1

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


60
Casi di studio: trazioni nei rinforzi
(Berardi e Pinzani, 2008)

“stress ratio” Tmax / Tlim dei rinforzi:

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


LS

HS

I valori medi ottenuti sono concordi con quelli forniti dalle curve trazione-
deformazione delle geogriglie per le rigidezze EA assunte

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


CURVE TRAZIONE-DEFORMAZIONE 61

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


T
EA =
ε
GG ELEVATA RIGIDEZZA (“HS”) GG BASSA RIGIDEZZA (“LS”)
Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa
62
Casi di studio: conclusioni
(Berardi e Pinzani, 2008)

Rinforzo a bassa rigidezza (LS - EA ≈ 300 kN/m):


• Compatibilità con terreni caratterizzati da parametri prossimi a quelli

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


“ultimi”.
• Occorre una deformazione notevole per mobilitare uno sforzo di
trazione sufficiente a conferire stabilità al rilevato.
• Spostamenti inaccettabili per esercizio

Rinforzo ad alta rigidezza (HS, EA > 1000 kN/m):


• Compatibilità con terreni caratterizzati da parametri di “picco”.
• È sufficiente una deformazione molto ridotta per indurre uno sforzo di
trazione sufficiente a conferire stabilità al rilevato.
• In tutti i casi affrontati gi spostamenti sono alquanto limitati (< 6 cm), con
un ampio margine di sicurezza rispetto alle condizioni limite.

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa


63
Casi di studio: conclusioni
(Berardi e Pinzani, 2008)

• Dalle analisi svolte si può evincere che la rigidezza assiale EA del rinforzo sia
un parametro fondamentale nella scelta del tipo di geogriglia da adottare. I
casi affrontati confermano che al crescere della EA si riducono sia gli

R.Berardi - Progettazione Geotecnica Difesa Territorio


spostamenti orizzontali del paramento che le deformazioni assiali dei
rinforzi.
• Il comportamento deformativo del terreno dipende invece dai suoi
parametri di resistenza, in modo particolare dall’angolo di resistenza al
taglio φ’.
• Il comportamento del materiale “composito” finale è influenzato da
entrambe le componenti che lo costituiscono (terreno e rinforzo) e dalle
modalità con cui esse interagiscono.

Il criterio della compatibilità deformativa risulta quindi un utile


approccio progettuale per individuare l’insieme terreno-rinforzo
ottimale al fine di stabilizzare un’opera in Terra Rinforzata.

Aspetti generali Terre Rinforzate : 1.Stabilità 2.Compatibilità deformativa