Sei sulla pagina 1di 2

OSTEOLOGIA

L’OSTEOLOGIA studia il sistema scheletrico, formato dalle ossa

Il SISTEMA SCHELETRICO si suddivide in due part

 SCHELETRO ASSILE
costtuito dallo scheletro della testa, dallo scheletro del torace e dalla colonna vertebrale
 SCHELETRO APPENDICOLARE
costtuito dalle ossa degli art toracici e pelvici

Le ossa

Le ossa hanno funzione di sostegno, protezione, permettono il movimento insieme a muscoli e tendini, ed hanno un ruolo
importante nel metabolismo di calcio e fosforo, e nell’emopoiesi

Sono composte da due part

 Parte ossea, di tessuto connettivo osseo


 Parte cartlaginea, di tessuto connettivo cartlagineo

Tipi di ossa

 Lunghe
la lunghezza prevale sulle altre dimensioni, e sono composte da due epifisi ed una diafisi
Es. omero, femore

 Piatte
la larghezza e la lunghezza prevalgono sullo spessore
Es. scapola, ossa craniali

 Brevi
sono caratterizzate da dimensioni equivalent
Es. vertebre, ossa di carpo e tarso

 Sesamoidee
sono piccole ossa collocate in aree sottoposte a forze, tensioni e trazioni
Es. patella

 Pneumatche
presentano cavità piene d’aria, alleggeriscono il peso, permettono il passaggio d’aria ed intervengono in processi di
risonanza
Es. ossa degli uccelli, ossa dei seni

Parametri di descrizione di un osso

 Processi o eminenze artcolari


sono rivestt da cartlagine di incrostazione, ed insieme alle cavità artcolari permettono l’artcolazione

Testa, di forma sferica


Condilo, di forma elissoidale
Capitello, di forma cilindrica
Asse, di forma conoide
Troclea, a forma di puleggia

 Cavità artcolari
sono rivestte da cartlagine di incrostazione, e si artcolano con le eminenze artcolari
Cavità glenoidea, il negatvo della testa
Cavità cotloidea, una cavità glenoidea più profonda
Cavità condiloidea, il negatvo del condilo
Coclea, il negatvo della troclea

 Processi o eminenze non artcolari


sono generalmente rugose, per fornire attacco ai muscoli e ai tendini
sono di forma variabile

Cresta, rugosità talora rilevata e lunga


Linea, cresta poco rilevata
Tuberosità, rilievo anche ampio, ma non molto differenziato dall’osso
Tubercolo, rilievo netto, di piccole dimensioni
Spine, rilievi sottili e appuntt
Processo o Apofisi, rilievo di una discreta dimensione

 Cavità non artcolari


sono dovute all’impronta di muscoli, tendini, vasi e nervi
possono essere di ricezione o di inserzione

Di inserzione
Fosse, depressioni profonde
Fossette, depressioni poco profonde

Di ricezione
Doccio o Solco, scanalatura delimitata da creste
Impronta o Impressione, depressione che si crea in seguito a pressioni
Incisura, incavatura delle linee di contorno dell’osso

 Fori, destnat al passaggio di vasi e nervi


Fori nutritzi, permettono il passaggio dei vasi destnat alla vascolarizzazione dell’osso stesso
Canali o condotti, compiono lunghi tragitti nello spessore dell’osso