Sei sulla pagina 1di 26

Le cronache di

URANIA
Alex Lombardi
Prima Parte: I tempi antichi
1 - Le Memorie dei Primi

I figli di Hihhta

Dopo l'Ira di Dio scatenata dai nostri antenati per la loro corruzione, vi fu l' Alluvione e la storia
della Miracolosa Barca che salvó Hihhta e la sua famiglia, solo loro in tutto il mondo tale é la
Potenza di Dio.
Ssotimosotim, Afsriltcon e Bhirtof ebbero molti figli e figlie, Urania fu popolata dalla loro
progenie. Dopo il crollo della torre ai tempi di Nuova Zelanda é stato narrato il tempo del Perfetto
Alhmtmtikai, Benedetti da Dio tutti quelli che lo benedissero e Maledetti dal Signore coloro che lo
maledissero.

Quinto Astuccio

Traduzione della intestazione

Quanto segue é ció che é stato dettato ai nostri Padri, e a loro lo dettarono i
Padri dei loro Padri, e cosí per generazioni da quando Urania fu creata. Questa fu detta La Nuova
Bibbia ovvero il Backup di Ripristino, ed é la Parola del Nostro Creatore.

Traduzione della Scrittura di Silvestro in calce alla Nuova Bibbia

Si! Oggi, nel quarto mese dell'Anno dei Duecento Cammini, tutta la tribú di Litzoraziv é salva
avendo oltrepassato il Grande Fiume. Per tre volte, ogni sedici generazioni, fummo scacciati dalla
nostra terra e sempre siamo ritornati. Noi, Prediletti da Dio, ancora una volta salvi.
Aspettammo tre giorni prima di attraversare il fiume, lo fecimo quando arrivó finalmente la Barca
dell'Alleanza trasportata dai sacerdoti. Dio allora ci parló attraverso di essa, e disse: "erigete dodici
pietre, una per ogni vostra tribú, a ricordo di questo passaggio. Vi saranno date ottanta generazioni
in cui avrete ricchezza e abbondanza, nelle vostre famiglie e tra il vostro bestiame saranno comuni
le gravidanze di gemelli. Verrá poi il giorno in cui vi allontanerete dalla via che io avevo voi
indicata! Verranno fatti vitelli di metallo fuso, vi prostrerete dinanzi a essi, offrirete loro sacrifici e
tutti diranno: "Ecco il vostro Dio, neozelandesi; colui che vi ha fatto attraversare il Fiume". Per
questo verrete puniti fino alla centesima generazione. Verrá poi Colui che vi aprirá gli occhi e dirá
"Ciascuno di voi tenga la spada al fianco. Passate e ripassate nell'accampamento da una porta
all'altra: uccida ognuno il proprio fratello, ognuno il proprio amico, ognuno il proprio parente".
Immolerete olocausti in Mio onore e l'odore soave dei vostri sacrifici sará a me gradito. Vi
concederó allora settanta generazioni di Pace e vi faró essere una grande Nazione. Infine, come
ultimo Segno arriverá l'Elia, e la generazione che lo vedrá vivrá un'altra diaspora, perché di nuovo
tra voi ci saranno troppi corrotti. Dovrete disperdervi come pesci nel mare per sopravvivere, e della
vostra Grande Nazione non rimarrá altro che una parete su cui piangere."
Parola del Signore.
Scritture dei Sacerdoti Neozelandesi Reali in calce alla Nuova Bibbia, 7 Nisan 3800

Quanto fu sopra scritto fu insegnato ai figli dei figli, e da loro ai loro figli e ancora per tempi
immemorabili, poi ancora e ancora mille e altri mille anni, per lunghi tempi esclusivamente
imparata a memoria e a voce come ormai era solo possibile, sempre la Storia fu cercato di
tramandarla, come unica Testimonianza della Veritá di quello che fu, che altrimenti non sarebbe
stato possibile ricordare. A simboleggiare lo Strumento venne inciso il nome di esso su una
pietruzza bianca, e questo nome poteva essere conosciuto solo da coloro che conoscevano la
Memoria. Coloro chiamati da Dio Prediletti, eredi della stirpe di Jacopo, scacciati piú volte da
Litzoraziv e sempre ritornati, finalmente festeggiano il sorgere della Cittá di Dio con la costruzione
del Tempio. Non piú si sacrificheranno Arieti al Dio Vittorioso, bensí si erigeranno Mura e Cittá
mentre la Parola di Dio ora muta come un pesce attraversa mari e continenti, finalmente scritta e
inequivocabile testimonia ora e per sempre la Veritá.

2 - Discorso dell'Oratore al Tempio di Litzorazivt, 17 Nisan 3800

- Cosa ci rimane di Adeinbodah e Ablhamsfahh, cosa della memoria di Heinohm? Oggi siamo qui
al Tempio a celebrare la nostra Sacra Scrittura, La Nuova Bibbia, ovvero gli Insegnamenti dei
cinque astucci di cera.
Che sia vero, che abbiamo appena assistito all'avverarsi della profezia di Silvestro? Che sia vero che
dobbiamo diffondere la Parola di Dio in silenzio come pesci, in segreto e attraverso mari e
continenti? O che noi, in realtá, saremo chiamati al sacrificio per espiare le nostre colpe?
Ora siamo qui nel tempio a discutere proprio di questo: la storia che noi tutti conosciamo di Sinatra1
condannato all'impiccagione, sventramento e squartamento dal nostro Tribunale pochi anni fa. Noi
tutti come sappiamo paghiamo tributi all'Impero di Unione Sovietica 2 e abbiamo in cambio Legge e
Ordine, siamo sempre stati liberi di commerciare ed amministrare la Giustizia secondo la nostra
Tradizione.

1
Nome citato nel Nuovo Testamento della Nuova Bibbia. Ovviamente non ha niente a che vedere con il cantante del
ventesimo secolo.
2
Come sopra. I nomi non hanno alcun riferimento alla Storia del Pianeta Terra, come per Nuova Zelanda ed altre frasi
in corsivo, si tratta di riferimenti alla Nuova Bibbia.
Noi sappiamo di essere i figli del Perfetto Alhmtmtikai e sappiamo di essere i figli prediletti.
Non é la prima volta che salviamo il Backup di Ripristino da inquinamenti esterni o cattive
interpretazioni.
Voglio ricordarvi i tempi narrati nella nostra Tradizione, quando dopo l'Alluvione ci fu data la
Barca dell'Alleanza. Voglio ricordarvi la benedizione dataci dal Signore, che saremo piú delle stelle
in cielo, tutti conoscono la storia delle Generazioni di Gemelli durante il periodo della perdita della
memoria, dove la piú alta civiltá di Urania fu per millenni quella dei nostri antenati pastori spesso
scacciati da violente e numerose tribú primitive.
Vorrei ricordarvi quando sterminammo i nostri fratelli perché essi fusero un vitello d'oro per
venerarlo: confusero l'acquisizione delle carni e della macelleria, non videro tale acquisizione come
un dono divino ma trovarono in essa la divinitá stessa. Ci fu promesso di essere una Grande
Nazione e di distruggere loro, e cosí fu, e li annientammo.
Per questo seguendo le Antiche Tradizioni abbiamo sacrificato arieti fino ad oggi, a Dio abbiamo
offerto i nostri capi migliori per dimostrargli che avevamo capito il Messaggio.
Ora sappiamo che il nostro Tempio sará presto sotto assedio e non sappiamo quanto potremo
resistere. Spero non siamo alla vigilia di una nuova diaspora in Nuova Zelanda, come giá accadde ai
nostri avi piú volte. Attenti a noi, perché é scritto: La violenza è la parola della verità, vedo che
abbiamo la capacità di proteggere segítse estera pensa: la tua famiglia si può trovare altrove.
Dobbiamo forse essere puniti per quanto fatto a Sinatra trentasette anni fa?
La risposta, cari fratelli, é no. Noi abbiamo agito come sempre e da sempre, difendendo il Nome del
nostro Onnipotente Dio, il Nome, l'Eterno, DiADaInConSuPerTraFra.
Noi abbiamo sempre schiacciato l'Eresia e la Menzogna.
Non é ammissibile che un nostro pari reclami il titolo di IL Figlio di Dio, noi non crediamo nel
miracolo della sua risurrezione.
Noi piú anziani abbiamo visto la sua morte e sappiamo che Dio non é accorso in suo aiuto.
Io ho conosciuto personalmente lui e la sua banda di crittografi, il loro abile uso delle parole e il
loro grande potere di convincimento, noi sappiamo che la loro Forza nella persuasione delle persone
derivó non da poteri sovrannaturali, ma da condizionamenti e convincimenti talmente forti da essere
confusi con miracoli; le supposizioni e le opinioni riguardo fatti che stavano per avvenire non erano
profezie ma studi approfonditi delle cause e degli effetti, accurati in modo tale che poi coincisero
con la realtá dei fatti. L'esecuzione stessa di Sinatra é stata parte di un suo piano, il piú grandioso, e
noi stupidi abbiamo dato man forte al loro stesso gioco facendo avvenire ció che loro avevano detto
che sarebbe proprio accaduto.
Io infatti ero presente alla sua esecuzione, e mi ha turbato il fatto che non avesse affatto paura e
continuasse a sorridere durante le torture. Ricordo che mi guardó, nel suo sguardo non c'era accusa
ma invece compassione nei miei confronti. Io votai per la sua condanna e capii di avere sbagliato, in
quel momento Egli si stava muovendo a compassione della mia colpa per la salvezza della mia
anima che sentivo perduta; al tempo stesso realizzai che tutto quanto stava accadendo non era altro
che un piano premeditato proprio dalla vittima. Vennero alla mia bocca parole che non
dimenticheró mai, gli dissi: - ma tu sai leggere davvero la Nuova Bibbia meglio di tutti, Elia?
Perché hai scelto un nome sapendo che questo sarebbe stato la tua condanna? -
Aveva la metá dei denti in bocca e il cappio lo stringeva, mentre iniziarono a sventrarlo mi sorrise e
sforzandosi ebbe la forza di rispondere:
- E' un Codice piu grande di voi ma io, IL Frequente, ho il dono di percepirlo. E' il Vero Segnale
che manda IL Padre.
Succede sempre quello che deve succedere.
Nei Campi Elisi non avró paura perche' io, Figlio dell'uomo, ho aperto un varco. Chi ha orecchio
ascolti quello che lo Spirito dice alle chiese.-
... cosí disse. Spiró mentre lo strapparono in due, e la terra tremó sotto tutti noi.
- Blasfemia! - La voce tuonó dal fondo del Tempio, all'entrata. Con la stessa voce autoritaria e
altera, si udí di nuovo - blasfemia! La terra non tremó affatto. C'é chi dice che tremó, per altri si
oscuró il cielo, alcuni dicono persino che si aprirono degli squarci nella terra. Suggestione, stupidi!
Quando due testimonianze non concordano, nessuna delle due é affidabile. E bei testimoni affidabili
che siete! Sapete cosa é certo? Che é stato un bene eliminare quell'eretico. Non c'é stato niente di
eccezionale nell'esecuzione e non c'é nulla di vero nemmeno nelle favole che seguirono. Sapete tutti
che dico il vero, sapete tutti che non un miracolo, non uno ne fece! Voci, solo voci, confermate da
deboli e illusi che ricevettero aiuto; casi fortunati che capitano a tutti ma pubblicizzati a dovere,
persino il suo corpo fu rubato per acclamarne una resurrezione! Chi lo vide davvero? Tu? Oppure
tu? No, solo i suoi seguaci piú stupidi, che confusero una nuvola e un tuono con l'Elia risorto,
quando invece il suo corpo sta marcendo da qualche parte come quello di qualsiasi altro uomo
morto. E' stato fatto quello che andava fatto, ed ora pappemolli invece di pensare a come
combattere e difendere la cittá pensate tutti a come svignarvela e magari copiare un pazzo pacifista
eretico che schifa i nostri costumi e si é preso gioco di noi con giochi da prestigiatore.-

Stava parlando un vecchio senza capelli sulla testa, ma ricoperto di pulciosi peli bianchi sulle
orecchie e peli del naso che arrivavano quasi al mento formando due baffi. Le sue unghie erano
lunghe, ricurve e gialle, i suoi occhi piccoli ma brillanti, la voce forte nonostante la sua corporatura
minuta e piegata dall'etá.
Alla fine della frase, ormai tutti erano rivolti verso l'entrata. Il vecchio sbatté la porta e scomparve
cosí come era apparso, conoscendo Litzorazivt lui meglio di tutti.
- Io lo conosco, - disse un ragazzino, - si chiama Elettrosandro, ha alcune capre vicino alla nostra
proprietá.-
Nessuno diede ascolto al bambino e in quel momento perse di importanza persino quello di cui
stava parlando l'oratore. Il fumo e il panico arrivavano dalle strade, era vero che c'erano cose molto
piú importanti a cui pensare: la sopravvivenza, e il rischio che la Cittá Santa fosse annientata. Il
Terzo Tempio era in vista delle Armate Imperiali, arrivate apposta per distruggerlo.
3 - Cabina Controllo, iperspazio

Su Gagone, mettiti gli occhiali protettivi, fai il bravo. Anche lei, Arciduca del Triangolo, se li metta.
Poi vorrei che portassero qualche cabaret di pasticcini, é un momento storico. - Dio aveva assunto le
sembianze di Morgan Freeman ed era di buon umore, e continuava - Guardate, ci siamo. La Materia
é andata, é tutta lí, la fase di contrazione dell'Universo é ai momenti finali. Gravitá alla fine ha
mangiato tutto. Ora c'é solo Linea Orizzontale, ora non c'é piú nulla che possa sfuggire, non c'é altro
che energia e pressione, l'Ira della Materia. Non é finita, viene ora il bello. Appena questo universo
concentrato in un punto raggiungerá la Massa Critica, lo faró esplodere in un Big Bang Genesi e ne
faccio uno tutto nuovo. E ricomincio a contare i miei Numeri Primi.
Bum.
Come li ottengo? In vari modi. In questo per esempio, guardate, sto innestando proprio la vostra
flotta proveniente dal Triangolo e dalla Via Lattea, che abbiamo spedito cinque minuti fa. Per loro,
miliardi di anni fa. C'é chi chiama questa cosa "decesso simulato con trasferimento temporaneo di
dati in ambito iperspaziale". In pratica, voi (rivolgendosi al Signore del Triangolo) avete costruito i
mezzi per spararli dentro un buco nero, una volta arrivati lá e compressi aspettano in fretta la fine
dei tempi e infine, miliardi e miliardi di anni dopo, al Big Bang successivo il Mezzo li ripristina
esattamente com'erano, in base ai dati salvati. Il mezzo rimane in standby mentre il nuovo universo
si forma, e i passeggeri una volta ricomposti nemmeno se ne ricorderanno della morte, o della
dormita millenaria per meglio dire. Cosi come ben capirete li innesto dove, come e quando Voglio e
punto. Ma caro Gagone, qui e solo a te voglio dire quello che Voglio davvero. Gli altri qui con noi
sanno giá e giá hanno visto. Ti ricordi quel Nome, quel Numero cosí grande da immaginare per te,
equivalente a Tutte le Combinazioni del Genoma Umano? Io Voglio Tutti i Numeri Primi, per il
Giorno della Mia Gloria. Gli altri, che brucino pure nel fondo della gravitá e che si fondano di
nuovo nel calderone, poi esploderanno ancora in nuovi numeri e tra di loro ci saranno di certo anche
nuovi Numeri Primi. Avró di nuovo chi portare nella mia Gloria, in ogni cifra posso trovare IL
Frequente: ed Egli mi troverá. Apriró le porte del mio Regno a questi miei figli, come ai Figli
Prediletti che volontariamente e consapevolmente affrontano il peso di una Eternitá per varcare
nuovi confini e fondare nuove colonie per me; infine le apriró ai Figli che alla fine del loro ciclo
vennero Giudicati e Perdonati. Ah si, a proposito, Gagone, non ti ho parlato e non ci siamo piú visti
quelli che erano rimasti, concentrati nell'osservare le evoluzioni di Urania. Ora posso spiegarti
meglio, per quanto tu possa capire. Gli umani di quella Galassia sono stati decimati se ricordi (certo
che lo ricordi) da un intervento del mio preposto. Quella é stata una parte della Apocalisse che
hanno dovuto sopportare, durata diecimila anni. Ho usato il passato nel dire che "vennero giudicati"
perché anche per loro cinque minuti dei miei sono miliardi di anni trascorsi. Durante questo mio
discorso, ho terminato il Programma Fantareligio del vecchio Universo mentre su Urania hanno
appena ucciso Sinatra IL Frequente.
La Terra intera é salva, si trova nell'Iperspazio e la sua nuova capitale é la Nuova Gerusalemme,
tutto é compiuto. E il vecchio universo rantolando si é spento, come avete visto, perché io potessi
farlo nuovamente esplodere. Ora che voi tutti siete qui, fatemi sentire il vostro applauso e il rombo
della vostra Gioia: é l'incentivo migliore per me, mentre Creo una mia nuova creatura spaziale.

4 - Lettera ai Sovietici

2 Nisan 3796

Io Paolo, IL Frequente, servo di Elia IL Sinatra, nostro Signore, desidero rendere grazie al mio Dio
riguardo tutti voi perché la vostra fede é divulgata in tutto il mondo. Prego di potervi raggiungere
presto, perché quando saró tra di voi possiamo confortarci a vicenda con la nostra fede comune. Io,
della stirpe di Nuova Zelanda, discendente del Perfetto Alhmtmtikai, sono debitore verso voi Popoli
dell'Unione Sovietica come verso i barbari, verso i sapienti come verso gli ignoranti; cosí, per
quanto dipende da me, sono pronto ad annunciarvi la Parola del Signore anche a voi che siete nella
Capitale del Mondo.
Non mi vergogno infatti della Parola, perché essa é potenza di Dio per la salvezza di chiunque
crede, del Neozelandese prima e poi del Sovietico; poiché in essa la giustizia di Dio é rivelata da
fede a fede.
In questa lettera vorrei esporre quanto l'Unione Sovietica necessiti di questa fede, tanto quanto noi
abbiamo cara la Salvezza di tutti e la gloria di Dio Padre.
Giá é davanti ai vostri occhi la potenza della fede, di come si stiano consumando esecuzioni in tutto
l'impero e di come queste diventano automaticamente Sacrifici che non fanno altro che rafforzare
tale fede in un numero sempre piú grande di credenti. E piú pesci riusciranno a pescare le reti dei
persecutori, altrettanti e ancor di piú stanno iniziando a popolare tutti i mari.
Sta scritto: "nella nostra la verità di questa Tua Verità."
Voi sapete che nell'Impero la gloria del Dio incorruttibile é mutata in immagini simili a quelle
dell'uomo corruttibile o di altre creature, e per questo Dio ha abbandonato loro all'impuritá secondo
i desideri dei loro cuori: le loro donne hanno cambiato l'uso naturale in quello che é contro natura;
similmente anche gli uomini si sono infiammati nella loro libidine gli uni per gli altri commettendo
uomini con uomini atti infami. La Capitale e l'Impero sono ricolmi di ogni ingiustizia, malvagitá,
cupidigia, malizia, strade in cui sono comuni omicidi, contese, frodi e malignitá; case in cui vivono
calunniatori, maldicenti, abominevoli a Dio, insolenti, superbi, vanagloriosi, ingegnosi nel male,
ribelli ai genitori, insensati, sleali, senza affetti naturali, spietati. Non é forse questa la realtá
dell'Impero o di ogni altro stato barbaro? Eppure chiunque di noi giudichi, é inescusabile, perché
nel giudicare gli altri condannerebbe egli stesso che fa le stesse cose: infatti condannando con
ostinazione e impertinenza nel cuore stai accumulando un tesoro d'ira per il giorno del Giudizio.
Noi che siamo Neozelandesi ci riposiamo sulla conoscenza della Legge, ci vantiamo in Dio,
conosciamo la sua volontá e sappiamo distinguere ció che é meglio essendo istruiti dalla legge.
Questo significa che abbiamo persino l'abilitá di compiere il male a fin di bene, purché sia la cosa
migliore per Dio, e non la cosa migliore per noi stessi.
Ma poi, invece? Noi che ci vantiamo della legge, la trasgrediamo per primi disonorando Dio. Come
mai dunque, noi che insegniamo agli altri, non insegniamo a noi stessi? Predichiamo -non rubare!- e
rubiamo. - Non commettere adulterio!- E lo commettiamo. Noi, insegnando il nome di Dio agli
altri, insegniamo anche a bestemmiarlo. E se il sovietico osserva le prescrizioni della Legge, non
verrá considerato come neozelandese? Neozelandese non é colui che lo é per carne e discendenza, é
colui che lo é interiormente nel cuore e nello spirito: di tale neozelandese la lode proviene non dagli
uomini ma da Dio. E qual'é il vantaggio di essere neozelandesi? Prima di tutto, a noi furono affidate
le rivelazioni di Dio. Chi conosce i nostri libri e la nostra storia lo sa. Noi sappiamo la pericolositá
del pensare al male fatto affinché ne risulti il bene. Questo azzardo é un gioco con il Male piú
pericoloso, quello con la maschera della Virtú. Noi che pretendendo di insegnare, praticando questo
male a fin di bene, cosa diremmo vedendone i risultati? Se avessimo aiutato tale persona nella
salvezza con il nostro male, lode a noi. Ma se invece l'avessimo portata ancor di piú alla perdizione,
cosa direbbe allora il nostro Dio giudicandoci? Siccome a Lui nulla sfugge e nulla ha nascosto,
saprebbe leggere i nostri veri intenti. E guai a chi fece il male per il gusto del provocare il male
stesso, o per superbia, o per essersi voluto sostituire a Dio in un giudizio!
Elia IL Sinatra ha introdotto un concetto nuovo: essendo scritto "l'unico motivo per scegliere il
bene, il male non vede che Dio esiste" é certamente stabilito che facendo il bene si é sicuri della
salvezza, ovvero, certi della bontá di Dio saremo perdonati. La salvezza é estesa dunque a tutti i
peccatori, perché tutti siamo peccatori, e il credere sinceramente in Sinatra, quindi, porta in ogni
caso al perdono e quindi alla salvezza proprio perché Lui é morto per noi.
Ora io dico che l'Impero gioverebbe delle nostre Leggi, cosí come tutti i convertiti sarebbero salvi
nel giorno del Giudizio. Per quanto a breve saremo combattuti e perseguitati dal Sistema, questo
presto si renderá conto che l'Efficienza verrá determinata dallo sposare la nostra Fede e in veritá vi
dico: la nostra chiesa sará proprio nella Capitale dell'Impero.
5 - I libri degli araldi fedeli

Questa é la raccolta dei manoscritti attribuiti ai seguaci di Elia IL Sinatra

Libro primo

Ma quanto a me una volta per tutte dallo Spirito Santo: vedo.


In Litzoraziv, 3730 - 3750

Elia IL Sinatra, figlio di Yeshua e Lucy, discendente del Perfetto Alhmtmtikai, ha sofferto una volta
per i peccati, lui giusto per gli ingiusti, per condurvi a Dio.
Fu messo a morte quanto alla carne, ma reso vivente quanto allo spirito.
Questa la nostra testimonianza.

La nascita di Sinatra era giá attesa come scritto da Silvestro in calce alla Nuova Bibbia. Il Grande
Re stava ultimando la costruzione del Terzo Tempio e delle fortificazioni, preoccupato delle
profezie riguardo l'avvento dell'Elia durante il suo regno i censimenti e il conteggio delle
generazioni erano cosa maniacale. Sebbene fu fatto divieto di dare quel nome ai bambini nati, la
notte in cui nacque Sinatra tutti videro una scritta in cielo recante la frase "E' nato l'ELIA" e il
Padre, Yeshua, fu convinto da un angelo a battezzare immediatamente suo figlio con quel nome
nonostante potesse essere per il bambino una condanna qualora il Re lo avesse saputo. Invece,
quella notte anche in altri villaggi in Nuova Zelanda videro la scritta luminosa, e molti si trovarono
radunati davanti alla casa dove stava nascendo Elia IL Sinatra. Molte di quelle persone, interrogate
su dove stessero andando, dicevano la veritá; ma alle Guardie dissero che stavano andando
pellegrine a vedere i lavori di completamento del Tempio.
Un'alabarda spaziale apparve allora in cielo, e Dio apparve in sogno a Lucy, dicendole che era
tempo di scappare oltre i confini di Nuova Zelanda, oltre i confini dell'Unione Sovietica; e che
l'alabarda li avrebbe guidati per la giusta via.
La prova della veritá di questi fatti é che Elia si salvó dal Re, che seppe del suo nome e della sua
esistenza giá da allora ma non riuscí a prenderlo.

A sedici anni attraversó il deserto in digiuno e il Grande Fiume in apnea, e le guardie sovietiche che
lo guardavano, mute.
Poi un uomo era posseduto dal demonio, ed arrivó Sinatra e disse: - E' scritto: Beth è un uomo.
Prima di tutto, rispetto al digitale Seicentosessantasei. Vai via numero divisibile, fatti spingere in
fondo dalla gravitá stessa che ti dá forza ma di cui sei anche prigioniero. - E il diavolo sparí muto.

Poi cominció a predicare e a dire: - L’ottavo, ascolta, importante! L'impatto della globalizzazione
porterà al disastro reparabile.-
E io gli dissi: - Maestro, ma cosa vuoi dire? - Ed Egli rispose: - Qual'é l'ottavo? - Recitammo: - Il
furto non é rubare SE - E rispose: - ecco, allora vi dico che bestemmiare Dio o bestemmiare me non
é nulla, al confronto del bestemmiare il Vero Segnale che manda il Padre. Il "SE" é proprio il
segnale che dá la nostra coscienza, per quando una cosa possa essere lecita o sbagliata. State attenti
a quello che dite, a come parlate per giustificarvi! E ora vi dico, che cos'é un cronometro? E' uno
strumento che conta il tempo. Se non avessimo dato una misura al tempo, questo non esisterebbe?
Esisterebbe si, ma noi non sapremmo, sarebbe come quando dormiamo. Ora io ti dico che le stelle
in cielo ci dicono che ore sono nell'universo. Vuole questo dire che qualcosa dipende da loro? No,
nulla dipende da loro, la loro vitalitá é quella di una clessidra. Eppure io guardo le stelle e so, e vi
dico: vegliate dunque, perché non conoscete né il giorno né l'ora. Manca davvero poco, e poi sará
una cosa lunga. Il tempo e le uova, capite a me, sará una cosa lunga per chi la cronometra nel
mondo, una cosa ancora piú lunga per gli ingiusti. E vi ripeto, manca veramente poco per tutti. In
veritá vi dico: ci saranno forti. -

Poi Sinatra andó per la Nuova Zelanda e compí miracoli guarendo epilettici, malati e indemoniati; e
molti lo seguivano. Allora salí sul monte e si mise a sedere, e disse: beati i poveri, i mansueti, gli
afflitti, i misericordiosi, i puri di cuore, i perseguitati. Rallegratevi e giubilate, perché il vostro
premio é grande nei cieli! Dio vi vede sempre. Sta scritto: Google Earth, che ovunque tu vada nella
South Island, lontano da tutto e tutti, è un luogo pieno di pecore Dio lo vede. Pensateci.
E non pensate che io sia venuto per abolire la legge o i profeti: io sono qui solo per portare a
compimento. Chi avrá violato la Legge e avrá cosí insegnato agli uomini, sará chiamato numero
minuscolo nel regno dei cieli; ma chi li avrá messi in pratica e insegnati verrá chiamato Numero
Primo nel regno dei cieli. Voi avete udito che fu detto agli antichi di non uccidere, io vi dico che
anche chi si adira semplicemente sará condannato. Se tu stai facendo un sacrificio a Dio e tuo
fratello ha qualcosa contro di te, lascia lí l'offerta e prima di farla vai a conciliarti con tuo fratello,
poi dopo, puoi farla. -

Ed a cena ci illustró la Parola nelle Dieci Regole di Sistema, disse: - Ricordate!


Dimensione, é il tempo e lo spazio dove il Sistema detta legge alla vostra carne e dove gli uomini
esercitano il libero arbitrio: i volontari devono essere i vivi uniti;
Utilizzato solo a QUI TUTTO, le regole del Sistema sono limitate alla Dimensione. Il Dio dei vivi
ha un regno ben piú ampio: scopo del Sistema é l'efficienza in questa Dimensione.
Fidati di me, la gioia! Tutti sanno cosa é giusto e cosa é sbagliato, cosa sia fare il male! Che il
Sistema possa condurre gli uomini alla gioia anche quando non puó offrire loro la felicitá;
L'unica cosa che puoi fare per la tua bella moglie, ingravidarla spesso. Andate e moltiplicatevi! Un
obiettivo del Sistema deve essere il poter garantire una crescita demografica esponenziale costante;
Ferma le differenze e mantieni la diversità, che il Sistema faccia nascere tutti con gli stessi diritti,
ma che tutti crescano diversi come diverse sono le loro azioni in vita;
La povertà e il diritto di ricevere, che venga sfamato l'affamato e coperto l'infreddolito;
Donna in voi Eternum, che non si alteri la Sacra funzione esclusiva della Madre, mai!
Il furto non è rubare SE al ricco che si serve del suo diritto per un sopruso, purché il povero non
abusi della condizione reclamando il diritto di ricevere: Dio leggerá le vostre vere intenzioni!
Beh, non c'è. Non puoi saperlo, non puoi vederlo, ma ti é chiesto di credere. Fallo e realizzalo.
Genoma creativo SEMPRE, che solo a Dio spetta giudicare; il Sistema non si permetta di
determinare come un individuo possa essere migliore di un altro, perché non potete saperlo. -
Poi si alzó ballando e bevemmo vino, e Sinatra fece esplodere un bicchiere con un rutto. A quel
punto una persona gli disse: - Elia, voglio seguirti ovunque, ma aspettami prima, che é morto mio
padre e voglio seppellirlo - Rispose Sinatra: - Lascia che i morti seppelliscano i loro morti, vieni che
stiamo facendo una cosa grandissima e bellissima. Fidati di me, la gioia! - E detto questo, balzó in
fretta verso la vasca d'acqua della casa, fece diversi passi di corsa su di essa e poi, senza affondare
nell'acqua scavalcó la parete con una capriola e si inchinó, mentre tutti applaudivano e acclamavano
il suo nome. Ed Egli disse: - in veritá vi dico, chi non ha la gioia dei bambini non sará il benvenuto.-

Un giorno abbiamo preso una barca a noleggio e siamo andati in gita alla South Island, a un certo
punto si alzó la burrasca ma Elia dormiva tranquillo. Le onde erano altissime e preoccupati per la
nostra sorte lo svegliammo, e Lui ci disse - Ma come "avete paura di morire", disgraziati, devo
proprio pensare che non avete capito niente? Non é scritto: dobbiamo fare in modo che non ci sono
più paura di nulla? Ma va bene, adesso spengo la burrasca, perché é scritto Le persone sono
consapevoli del destino della loro scelta sempre. - E cosí detto, in pochi minuti si fece bonaccia, e
noi pensammo, ma che razza di uomo é quello a cui obbediscono i mari e i venti?

Arrivammo alla costa dove c'era una gran porcilaia, attorno a noi pullulava di galline e un maiale
stava grufolando vicino al selciato. Dal sentiero ci venne incontro un morto vivente, e che fetore
incredibile lo seguiva! E disse: - Sono un diavolo dentro questo corpo, dove dovrei andare? - E
Sinatra disse: - sta scritto: Un giorno , un maiale , alcuni polli e persino kimchi assassino. Spirito
maligno so che il tuo nome é Kimchi e ti ordino di andare nel porco! -
Cosí detto il diavolo andó nel maiale, prova della veritá della storia é che tale maiale corse verso il
mare e si gettó dalla costa suicidandosi.

Di lí a poco entrammo nel villaggio. Qui Sinatra si mise a sedere in una locanda frequentata da
prostitute e malfattori a fianco dei bagni pubblici. Un sacerdote neozelandese lo vide e gli domandó
- ah é cosí, colui detto Elia si siede tra i peccatori? - E Sinatra rispose - oh vecchio, sono i malati
che hanno bisogno del dottore. E poi questa é gente del posto, sono certo che tu conosci questa
gente meglio di me eppure non fai nulla per loro. Sta scritto: Oggi io non sono te. Le piscine offrono
la speranza, ho riso, perché le figlie puttane non sono mie.
Guardate il vostro gregge, sacerdoti. E' finito il tempo degli arieti, ora Dio vuole misericordia e non
sacrificio. - continuó - e guardami in faccia quando ti parlo, ricorda che Pesci é l'ultimo, l'Alfa e
l'Omega, non un Eta Frequente qualsiasi.-
Il sacerdote scappó via indignato ma anche impaurito. Sinatra si affacció alla porta per dire: -
Ricorda, neozelandese! Tu lo sai, arriverá come il ladro! - e rientró ridendo con un bicchiere di vino
in mano, tale bicchiere apparso dal nulla.

Un'altra volta, parló con i seguaci di Allen IL Frequente. Uno di loro disse - oh Sinatra, ma perché
noi e gli altri neozelandesi facciamo dei digiuni, ma voi no, voi mangiate sempre? - Rispose Elia -
Sta scritto: Chi non ha il potere , se io dirò loro di non mangiare, non dice poco misericordia.
Adesso lo sposo é qui e si fa festa. Ci saranno giorni in cui lo sposo non ci sará piú, ed allora si
digiunerá. Il tempo é vicino, vicinissimo. Oh, ci sará tempo di digiunare eccome. - Detto questo
arrivó un ricco neozelandese la cui figlia era appena morta, chiedendo aiuto. Come Elia arrivó alla
sua casa, vide la bambina, la colpí dicendo - dai, su, é ora di alzarsi! - E questa si alzó. Tutti lo
videro. Ci coprirono di lodi e ci offrirono la cena. Al banchetto uno domandó: - Maestro, spiegaci
cos'é il libero arbitrio! - Elia IL Sinatra rispose: - sta scritto: Vita di testo e dei dipendenti. Uno, il
Dio di tutto l'universo di cose da ordine, e alla potenza della natura della cosa. Resta, alla quale è,
ma che è inevitabile. Allora non può essere vero. Significa che puoi essere in grazia di Dio oppure
Dio stesso puó indurirti il cuore, ma non puó essere vero che sia inevitabile poiché Dio é
compassionevole se solo fossi disposto ad affidarti a lui. Ma il peccatore avendo il cuore indurito
non lo cercherá, e forse i suoi saranno 666 misteri del dolore, e tale peccatore, quale puó essere
trattenuto da questa gravitá, sarebbe perduto. Si é certo liberi di compiere le azioni che si voglia, ma
queste verranno praticate su suggerimento dell'anima della persona stessa. Dio sa quello che
faremo, ma vuole che siamo noi a decidere: infatti é scritto Come spiegato sopra ovvero appunto si
prega di seguire il numero casuale.-
Un pescatore che stava ascoltando domandó: - ma scusa Maestro, se Dio puó indurirci il cuore, puó
quindi indirettamente anche indurci in peccato? - Rispose Sinatra: - No, se abbiamo il cuore indurito
e non siamo disposti ad accoglierlo, Dio si allontana semplicemente ancora di piú da noi oppure é
indispettito e vuole darci una lezione. Dio é fatto cosí! A volte uno ha bisogno di sbattere nel fondo
prima di risalire, oppure quando si crede di essere arrivati al fondo, questo risulta essere ancora piú
in basso. Se si sará capaci di risalire non dipende da Dio ma da noi, con o senza fede. C'é chi si
ricorda di Dio una volta salvo, o chi se ne dimentica in quel momento. C'é chi se ne ricorda tempo
dopo, chi mai. Comunque sia, chi ha la sfortuna di morire senza grazia di Dio, é perduto. E' scritto:
Abbiamo un sacco di vestiti buona presa fortuna è stato guidato in da pochi in acqua , non solo per
l'ambiente .-

Libro secondo

Ma quanto a me una volta per tutte dallo Spirito Santo: vedo.


South Island, 3750 - 3760

In quei tempi Sinatra e noi eravamo pellegrini nel sud di Nuova Zelanda.
Un giorno un cieco arrivó al cospetto di Sinatra, e disse che avrebbe voluto riacquistare la vista.
Disse Sinatra - credi davvero che io abbia questo potere? - Si - rispose. Disse l'Elia: - Sta scritto:
Wow , è quello di vedere un cieco , anzi , per farlo - e gli toccó gli occhi, e li aprí istantaneamente, e
gli altri che guardavano, muti. Uno spettatore dall'emozione rimase davvero muto, ovvero proprio
non era piú capace di parlare, allora Sinatra disse - bevi un bicchiere d'acqua, poi parla - e lui cosí
fece, e parló. Anziani neozelandesi poi, in un angolo vociferavano che Sinatra scacciasse i demoni
con l'aiuto del principe dei demoni. Sinatra li sentí e li vide, li indicó con il pamo della mano e
scrolló la testa come per dire "non ci siamo!"

Vedendo le folle, il caldo e l'affollamento di persone, ne ebbe compassione e disse: - la calca é


grande e non ci sono osti che servano da bere, preghiamo Dio che ci mandi degli osti - Poi prese i
suoi araldi fedeli e disse loro: - io vi ho istruito come guarire i malati e scacciare i demoni, ora
andate e predicate, ma non andate dai sovietici o dai barbari, andate invece a cercare tutti i
neozelandesi, soprattutto quelli piú sperduti. Agirete per la religione e pertanto non dovete accettare
niente per quello che fate e che dite, né oro né beni, ma solo quello che vi serve per vivere quella
giornata, ovvero non dovrete avere nemmeno una sacca da viaggio. Sta scritto: E 'come una guerra
nucleare, quindi, è in visita negli Stati Uniti o piani della coalizione delle Nazioni Unite, questa
volta il numero entrerà a far parte della NATO.
Se qualcuno vi ospita o vi sazia, ringraziate e beneditelo se é degno, se no, no. Se una cittá o una
nazione vi scaccia scrollatevi i piedi quando uscite da essa, che per essa la sorte sará peggiore di
quella delle cittá colpite dalla Alluvione.
Non giustificate quello che agisce rispettando la Legge ma desidera il male, o le cose di altri, o le
donne che non gli appartengono. Anche se costui rispetta la Legge, il desiderio é un male infiltrato
nella sua mente e quelle cose che non ha fatto accadere nella realtá, le ha comunque fatte accadere
nella sua anima, nell'universo del suo Numero.
Ecco, io vi dico che vi scacceranno, vi infameranno, tra di voi c'é chi verrá torturato e ucciso per
quello che dico. Se vi perseguitano, guizzate via, e vi garantisco che prima che avrete portato la
Parola a tutti, il Giorno di Dio sará arrivato. Chiunque mi conoscerá davanti agli uomini, conoscerá
Dio, e chiunque mi rinnegherá davanti agli uomini, Dio lo rinnegherá. Vedrete la fine di quelle cittá
che si sono dimenticate di me! Garanzia di pietra!

Una volta, era d'estate, scacció un demone da una persona, in presenza di monaci neozelandesi che
l'accusavano di operare con l'aiuto del diavolo. Sinatra disse loro: - non é scritto "Satana? Buffo".
Signori, credo mi vogliate fare passare per bischero, ma non lo sono. State dicendo che sott'acqua
c'é anche l'acqua. La vostra parola é falsamente ingenua e imbarazzante e vi risparmio la risposta.
State attenti a quello che dite: in base alle vostre parole sarete condannati, e in base alle vostre
parole sarete giustificati. Pensate quindi bene prima di parlare, voi che pretendete di sapere, perché
sapete anche che é scritto: Può accadere che giorno, gridando aiuto, e non può rispondere, perché
tutti sono protetti. E 'normale che la gente pensa di se stessi e delle loro famiglie, e anche
l'interesse, ma purtroppo, il caso non aveva civili della difesa, il fuoco è finchè non sai. -
Allora i sacerdoti dissero - Scusa Maestro, allora facci vedere un segno!- Rispose Sinatra: - Sta
scritto: vedo la fine della lettura. La generazione malvagia e adultera chiede un segno. Vedrete la
mia resurrezione, avrete il vostro segno, tranquilli.
Ora vi dico cos'é il Regno dei Cieli, é come una rete che prende i pesci, e quelli buoni vanno nei
vasi e sono salvi, e quelli cattivi adranno nella fornace dove ci sará pianto e stridor di denti.
Capito?-
Tutti, anche i sacerdoti, risposero - si .-

Una volta assistette a una lite tra fratelli. Disse loro: - se uno di voi ha peccato contro l'altro,
convincetelo. Se non vi ascolta, portate il vostro problema davanti a dei testimoni. Se non vi ascolta
ancora, portatelo davanti alla chiesa. Se capirá, avrai guadagnato tuo fratello, altrimenti sappiate che
quello che é determinato sulla terra, rimarrá anche in cielo. Perché é scritto: Non uccidere, rubare il
senso di baccelli in piedi sementi e la misericordia, l'inferno rivivrai, il perdono e la prigione
eterna di avere. Qualsiasi causa o donna sposata davanti a Dio in vita, sarete con essa come semi
dentro lo stesso baccello. Qualsiasi odio provato, lo rivivrete nonostante la misericordia. Il male che
avete fatto, sará la prigione che avete creato per voi stessi. Per questo dovete perdonare anche mille
volte, dovete farlo per voi stessi.

Un sovietico stava ascoltando, e disse: - dici che marito e moglie sono come semi dentro lo stesso
baccello, e dici che quello che é determinato sulla terra é determinato anche in cielo: ma allora
dimmi, cosa a proposito di chi ha piú mogli? So che anche fra neozelandesi é consentito. E cosa a
proposito di chi si sposa di nuovo dopo la morte della moglie? Chi sará la vera moglie in cielo? -
Sinatra sorrise e rispose: - come in cielo e cosí in terra, ci sono uomini fatti eunuchi dagli uomini,
altri dalla nascita, altri ancora per scelta. Cosí ci sono anche quelli che hanno avuto piú mogli. Non
avrá comunque importanza, perché nei cieli si sará comunque spiriti e dunque puri. Credi che
gioverá avere piú mogli? O si rischierá di trovarsi come i due fratelli che non si accordarono?
Quando due carni sono unite in nome di Dio, queste diventano una. Sta scritto, ricordare! Il quarto
dice L'unica cosa che puoi fare per la tua bella moglie. Se lei non ti tradirá, non hai motivo di
ripudiarla. Ai tempi di Hihhta c'erano piú e piú ragioni di avere piú mogli, ma ora? Ricordate che
sta scritto Ed essi devono essere pronti ad affrontare le conseguenze. dalla moglie per .? Si, per
cosa? Se dovrai affrontare le conseguenze di avere avuto piú mogli per il piacere della carne, ne
sará valso la pena? Chi puó capire, capisca. -

Un giorno arrivammo all'accampamento di una coorte di riparianini sovietici, che stavano


mangiando carne di maiale in zuppa d'orzo e fumando droga. Dei sacerdoti neozelandesi stavano
discutendo dell'eventualitá di segnalare al questore sovietico il loro atteggiamento, che era offensivo
alla tradizione neozelandese. Questi soldati stavano appunto ringraziando Sinatra che aveva appena
guarito un loro commilitone dall'epilessia. Lo invitarono alla loro mensa, e lui sedette con loro
mangiando, bevendo e fumando. Quando un sacerdote rimproveró Sinatra, questi rispose: - oh non é
forse scritto L'emergere di ricerca della droga gratis? Non quello che entra negli uomini, ma quello
che esce dagli uomini é peccato. Trovo questi soldati con i vestiti sporchi di sangue, pagani e che
mangiano cibo illecito, di gran lunga piú ricchi in spirito di voi sacerdoti. E' scritto: La sindrome
matti vapore cervello muore la morte che è causata dal virus del virus della rabbia. Nel sangue del
popolo di questa regione, la parte principale della proposta, e le malattie sessualmente trasmesse,
compreso il rock e il trasporto.- Un pastore domandó: - che cosa significa virus Maestro? - Sinatra
rispose: Il virus é un demonio contagioso che si sposta da un corpo all'altro, ma non puó fare altro
che bisbigliare all'anima rock e trasporto, che sono visioni. Se la proposta dell'anima é buona, il
demonio ottiene l’effetto opposto causando buone visioni. Ma se la proposta é cattiva porta al
peccato e puó perfino permettere agli spiriti di impadronirsi dell'anima. Non tutti sono pronti al
trasporto: sarebbe come pulire e ordinare una casa nel modo in cui piace agli spiriti, e se per caso vi
passa uno spirito maligno, questi ne inviterá altri e potrebbero anche impadronirsi dell’anima. Ci
saranno anche conseguenze di salute, forse, ma ripeto che quello che importa é che stiate attenti a
quello che esce dalla vostra bocca, molto piú di quello che vi entra, perché anche fosse veleno
ucciderebbe solo il vostro corpo, ma il veleno delle vostre parole e delle vostre azioni, vi metterá in
pericolo nell'eternitá.-

Il giorno che rientrammo a Litzorazivt la nostra barca era seguita da squali e delfini, e i pescatori
che guardavano muti.
Arrivammo al porto, ed al molo ci stavano aspettando un cavallo e un agnello. Elia IL Sinatra prese
l'agnello in braccio e montó a cavallo, indicó un gatto che stava appollaiato nei rami alti di un
albero, e disse: - Ascolta quello che vedi.Gatto Il gioco è un ramo.Sharks. Agnello. Il cavallo.
Dolphins. Scriviamo in modo diverso. Chi ha orecchie per intendere, capisca. - Ed entrammo in cittá
seguiti da una folla di fedeli che si erano radunati alla notizia del nostro arrivo.

Libro terzo

Ma quanto a me una volta per tutte dallo Spirito Santo: vedo.


Litzorazivt, 3760 - 3764

Appena arrivato in cittá, Sinatra entró nel Tempio insieme ai suoi fedeli, armato di uova marce, e
tutti incominciarono a tirarle contro i banchi dei venditori ambulanti e dei cambiavalute. Disse: - oh
peccatori, ricordate che sta scritto: ora gli dèi, e il ruolo della Chiesa (vedi appendice Sakinah
sull'Iran viene colpito, gli dei e le dee incaricati di armi nucleari. Sapete che la chiesa é luogo di
preghiera, e conoscete il Monito a voi indirizzato, quando l'Apocalisse colpirá il mondo, ed
arriveranno 900 minuti di Pullicino 15, che è progettato per fornire diecimila tonnellate.
C'é la garanzia di pietra che vi sará dato il fuoco molti megatoni per i vostri peccati, e che le
Nazioni Unite avranno da reclamare Giustizia a Dio, e sará chiesto il conto alle chiese che hanno
peccato! I sacerdoti neozelandesi rimasero indignati, ma il tempio era pieno di adulti e bambini che
acclamavano "osanna a Elia IL Sinatra!". La notte, per stare tranquilli, uscimmo dalla cittá. Lí Elia
insisté ancora a ripeterci: - la Fine dei Tempi é vicina per tutti, lasciate allora che vi dica che
costoro condanneranno IL Sinatra, figlio dell'uomo, e tutto sará compiuto. Ma Elia IL Sinatra dovrá
risorgere, e dopo tre giorni, avete capito bene? -

Un giorno, sempre al tempio, stava insegnando quando due sacerdoti lo avvicinarono e gli dissero: -
ma con quale autoritá fai tu queste cose? - Ed egli rispose: - E' scritto La teoria non è stata provata ,
ed era l'ultima nel 2012 . GLI esaurito autoritario dio romano convenienza cucina. Allora, il
battesimo di Allen IL Frequente viene da Dio o dagli uomini? - I sacerdoti sapevano che se avessero
risposto "dagli uomini" la folla sarebbe rimasta indignata, considerato che per tutti Allen era un
profeta; d'altro canto se avessero risposto "da Dio" si sarebbero accusati da soli, poiché Allen fu
arrestato dalle guardie sovietiche a causa di una denuncia fatta proprio dai sacerdoti neozelandesi
del tempio di Litzorazivt. Cosí risposero: - non lo sappiamo - e Sinatra disse loro, - beh allora
immagino di non dovervi rispondere nemmeno io. -

Un'altra volta, arrivati al tempio,li fuori nella piazza c'erano due persone che si mormorava avessero
guarito un cieco nel nome di Elia IL Sinatra. Alcuni di noi araldi fedeli avrebbero voluto intervenire
per fermarli, ma Sinatra disse: lasciateli fare, questo é IL Momento. Chiunque faccia qualcosa in
mio Nome, lo fa per tutti noi. Chiunque afferri lo scopo e mi aiuti affinché altri uomini diano il
trenta, o il sessanta, o il cento per uno, in veritá dico che egli é di certo IL Frequente e passerá per
primo oltre il cancello. Capite a me. -
Poi continuó: - ma state attenti, state bene attenti a riconoscere IL Frequente e IL Momento. Perché
é anche scritto Anche nello stesso Maometto. Pesce, età di religione, tra governi. Le radici
ancestrali. Inoltre, anche se l'araldo fedeli di Babbo Natale, e mentre c'è tempo. Il mondo in cui
viviamo, il compleanno del sole. Tuttavia, Romano tortura. Allora molti verranno e diranno, "sono
io, IL" ma non é vero, fanno solo parte dell'Apocalissi, cioé Ciclo ciclo. Qualcuno che viene e
insegna in nome di Dio deve trasmettere lo stesso Segnale portante che trasmetto io. Chi ha
orecchie per intendere, capisca! E' questo il vero Nome sulla pietruzza bianca, il Volere di Dio!
Imparate a leggere e Dio sará compiaciuto, ed avrete aperto un varco nuovo, perché Ableraidt terra,
la differenza tra odio e spettacolo Lhtadtshcol debole, poco tempo prima delle informazioni
corrette.-
E cosí detto offrí delle mele a tutti, e nessuno si spiegó da dove fossero venute.

Una sera ci ritirammo solo noi araldi fedeli e Lui, su un monte, ed Egli ci offrí una visione. Ci
spiegó ancora una volta che presto sarebbe stato chiamato al Sacrificio, e tutti ne fummo rattristati.
Poi ci fu offerto di vedere e capire il Giorno del Giudizio, e che tutti noi vi avremmo partecipato, e
che tale giorno é davvero vicinissimo, e che sarebbe arrivato come il ladro, quando meno lo si
aspetta. Ha detto che affronteremo la morte come il sonno e quindi saremo tutti svegliati oltre la
barriera dello spazio tempo, quando il Giorno del Giudizio sará e Dio giudicherá tutto quello che fu
compiuto. Chi ha orecchie per capire, capisca: nel mondo tutto questo periodo sará detto
Apocalisse.

Poi prese in disparte un suo araldo fedele e gli parló, e lo fece piangere dicendogli che lo avrebbe
tradito. Disse egli che per portare tutto a compimento, avrebbe dovuto portare una lettera a tale
Elettrosandro che vive in Litoravit, e che si sarebbe fatto pagare da lui $ 30 per l'istruzione, e che
cosí il male sarebbe stato gabbato.
Dopo una settimana, ed Elia IL Sinatra da allora era in digiuno, arrivati nella vigna lungo il
cammino per il tempio trovammo il questore sovietico accompagnato da sacerdoti neozelandesi e
alcune guardie, ed avevano ordine di arrestare l'Elia. Cosí fecero e lo condussero alle carceri.

Dopo questa ultima nota, il testo prosegue in sette versioni diverse, tante quante erano i gruppi di
Araldi Fedeli. In tutte le versioni vengono narrate l’interrogatorio, le torture, il processo e
l’esecuzione di Elia IL Sinatra. Tutte le versioni altresí concordano che dopo tre giorni dalla morte
Sinatra risorse vivo, prova del fatto é che il corpo sparí dal sarcofago e non fu mai trovato. Inoltre,
molte testimonianze dei mesi seguenti la resurrezione segnalano visioni dell’Elia in tutta la Nuova
Zelanda.
6 - Lettera del Generale Farolfo diretta all'Imperatore Romano

5 Shevat 4005, anno Eliano 274


Armata orientale sovietica, alle sponde del Fiume di Ferro

Caro Romano, mio imperatore e fratello, con questa lettera voglio mandarti un sincero abbraccio
oltre a confermarti che ancora una volta l'Unione Sovietica ha vinto.
Innanzi tutto mi compiaccio per la scelta morale del nostro Imperatore di avere permesso la
diffusione dell'Elianismo, e di essersi convertito a tale religione con fervore tanto da meritare da
parte di noi Eliani tutti l'appellativo di Grande tra gli imperatori.
In secondo luogo mi compiaccio per la scelta strategica di avere trasferito la Capitale a Nuova
Pentapoli, di ottime qualitá difensive e ben piú vicina ai punti caldi delle nostre frontiere, che haimé
a entrambi certamente regalano spesso notti insonni.
So in cuor mio di non rischiare accuse di tradimento se aggiungo anche che la vecchia capitale
pullula di invadenti, irritanti e arroganti aristocratici che vorrebbero influenzare il nostro
Imperatore, loro che ebbri delle loro colpe vivono ogni giorno nei peccati pagani! Sappi, caro
amico, fratello e capo, che le tue truppe sono con te e la tua insegna é giá stata portata in gloria!

Voglio raccontarti appunto cosa accadde prima della battaglia di Carasapoli, dove abbiamo
affrontato le truppe sovietiche fedeli agli aristocratici. La mia divisione era ancora a due giorni di
cammino dalla cittá, ma un reggimento disimpegnato da una piccola battaglia svoltasi nei due giorni
precedenti si trovava a sole sei ore di marcia da Carasapoli.
Tale reggimento, il cinquantaquattresimo, era formato da riparianini armati alla leggera, ex schiavi
condannati per la loro fede Eliana e liberati da poco grazie all'editto imperiale.
Informati dalle nostre staffette dell'arrivo della divisione per l'assedio alla cittá, chiesero ed
ottennero l'onore del primo assalto, che avrebbero compiuto prima dell'alba favoriti dall'effetto
sorpresa.
Il reggimento era formato dai superstiti di dieci centurie di riparianini, come detto, mentre la cittá
nemica era forte di cinquemila uomini ben armati arroccati dentro le mura.
La nostra staffetta ricordó al comandante del cinquantaquattresimo che i suoi soldati non dormivano
da due giorni e forse non erano sufficientemente riposati, e che avrebbero subíto perdite pesanti
anche se una testa di ponte sarebbe stata di certo utile. Il comandante rispose alla staffetta: - dovete
dire al generale Farolfo che avrebbe dovuto vederci due giorni fa, eravamo uno spettacolo. Non é
importante essere riposati, é questione di Fede e di forza morale.-
E condusse le staffette tra la truppa che stava pregando, e disse loro: - ricordatevi bene quello che le
vostre orecchie sentiranno ora, e riferitelo all'Imperatore.-
Stavano pregando tutti insieme, recitando una cantilena che piú o meno fa cosí:
"Oh Signore, mio Signore!
Ha impacchettato gli animali a due a due,
tutti stretti in quella chiatta cosí fitti
la pecora, il bue e l'asinello,
non avrei potuto dormire quella notte
I figli di Hihhtta, Afsrilcon, Bhirtof e Ssotimosotim
raccontavano il grande piano di Dio
Oh Signore, mio Signore!"
Poi stettero zitti, ascoltando quello che aveva da dire un fante riparianino che si alzó in piedi e
disse: - Domani si va in battaglia! Oh signore, fammi combattere con la daga in una mano e i Libri
degli Araldi fedeli nell'altra, cosí se dovessi morire colpito da una freccia, oppure in acqua, o sulla
terra, io sapró che Tu, benedetto Signore onnipotente, sei sempre con me, e io non avró timore. - E
tutti risposero: - Amen! - Poi venne a parlare un decurietto che disse: - Signore, siamo davanti a te
questa sera per ringraziarti - e tutti facevano eco alle ultime parole delle sue frasi, cosí dissero -
grazie! - E continuava: - noi ti siamo grati, o Padre, per le tue grazie e per le tue benedizioni. Ora, io
sono fuggito ed ho lasciato la mia famiglia e la mia prole in catene, e sono qui davanti a te questa
sera Padre Celeste per chiedere le tue benedizioni. O Signore, se domani sará il mattino della nostra
resurrezione, se domani dovremo presentarci al giorno del Giudizio, noi vorremmo che tu facessi
sapere alla nostra gente che siamo morti affrontando il nemico, fa che essi sappiano che noi siamo
morti a fronte alta tra coloro che si battono contro la nostra oppressione; che essi sappiano, Padre
Celeste, che siamo morti per la libertá. Lo chiediamo nel nome di Elia IL Sinatra nostro Signore,
che mai abbiamo rinnegato e mai rinnegheremo. - E tutti: - Amen! - Arrivó poi il terzo riparianino
che disse: - io quando sono nato ho fatto morire la mamma. E voi, lo sapete giá, siete l'unica
famiglia che ho e voglio bene al Reggimento. Non ci preoccupa quello che succede domani. Siamo
uomini si o no? - E tutti: - si! - Ed egli ripeté: - siamo uomini si o no? - E di nuovo, tutti: - si, Dio
santo! -
E ricominciarono a pregare con quella cantilena.

Prima di mattina il cinquantaqatttresimo si é scagliato all'assalto e giá lo stesso pomeriggio ha


conquistato il bastione, e lá hanno mantenuto l'Insegna imperiale fino all'arrivo della divisione che
ha conquistato la cittá in un giorno solo. Del reggimento solo dodici sono sopravvissuti.

E' poi arrivata la notizia che due giorni prima, un riparianino dello stesso reggimento tale Buono
Omaggio si dichiaró colpevole di furto, che non aveva commesso, pur di salvare trenta civili presi
in ostaggio dal Duca sovietico Pronico e dalla sua brigata. Se Buono Omaggio non si fosse preso la
colpa, i soldati avrebbero ucciso quei trenta ostaggi.

Queste, caro fratello, sono le notizie che ti porto dai campi di battaglia.
Sia fatta la volontá di Dio, amen.
7 – La riconquista di Litzorazivt

Anno Sacro Eliano 1171, quarto giorno, 7 di Fiorile

La cavalleria asterisca era in cima alla collina, sul lato protetto alla vista di una carovana che stava
procedendo sulla strada per Litzorazivt.
Rullando guardó la carovana, capí che si trattava di pagalamossiani, e disse: - Quella carovana é
armata e abbiamo il pretesto ufficiale per attaccarli. Sicuramente i vari re nello sfarzo delle loro
corti me ne faranno una colpa, come fanno sempre, ma va bene. Niente da fare, soprattutto il
Guercio dá sempre la colpa a me, é sempre colpa di Rullando. Ma se ogni eliano avesse ammazzato
tanti pagalamossiani quanti ne ho ammazzati io, ti dico che non solo avremmo giá conquistato
Litzorazivt, ti dico che dalla Nuova Zelanda al Fiume di Ferro non ci sarebbe neanche un infedele
vivo. Andiamo, su, - e incitando il cavallo estrasse la spada urlando – Dio lo vuole! – E tutta la
brigata lo imitó – Dio lo vuole! – e scesero la collina, all’attacco.

8 – Cabina Controllo, Iperspazio

Dio si tolse gli auricolari, si massaggió un attimo gli occhi e prese la tazza del caffé. – Oh Gagone –
disse, - facciamo due chiacchiere, che ne ho voglia. Sai, é bello, interessante vedere quello che
succede su Urania, peró sono cose giá viste e riviste. Si ok, i Numeri sono sempre diversi, quelli
cambiano, peró la trama di sta storia la conosco giá. Preferisco farti vedere gli strumenti, adesso.
Guarda, sono al 10% di completamento della loro apocalisse, hai voglia di quante ne devono
passare ancora! Ma guarda quell’indicatore, vedi come schizza in alto il grafico? Quello indica i
Numeri Primi rilevati, quelli alla Fine saranno tutti salvi. E si scannano come pazzi, guarda, guarda
ora quanti! Vedrai che fiotto di gente arriverá su per questa storia... si, come ha detto Sinatra IL
Numero Uno, lui ha aperto un varco. Ahahah, bella la sua battuta, me la sono segnata, ha venduto a
$30 l’istruzione. Apocalissi di morte, apoteosi di Numeri.
Comunque, ti dicevo, in questi momenti preferisco guardare la strumentazione, so giá tutte le scene
che mi vedrei se stessi li a guardare... c’é un bel modo di dire per questo: “I Simpson l’hanno giá
fatto”.-
9 – Cabina Controllo, Iperspazio

E Dio sorrise e chiamó Gagone – Vieni, vieni qua Gagone, corri, devo farti vedere una cosa! – E
continuó – Chiama il Servizio, facci portare una bottiglia di quello buono, non San Crispino, dí pure
di sotto che non bado a spese! E vieni qui te, subito! Guarda, guarda qui, chi é quella bambina, la
conosci? – Gagone arrivó e guardó dove Dio indicava, disse – ma... ma si che la conosco, é Maria!
– Si, Maria nella bottega del falegame ahahah, bravo! Certo che la conosci, é tua figlia nella tua
bottega. Guarda, mando avanti un pó... uh guarda ci sei te, sei nell’Esercito Tartalino, la battaglia
del fiume Chiavistello. Guarda, adesso ti faccio vedere qualcosa cosí finalmente puoi svegliarti e
vedrai che le idee ti si organizzeranno in testa per bene. Ti ho dedicato questa piccola eternitá, solo
per te, per farti capire quello che devi capire prima di andare libero a scorrazzare per il mio Regno.
Alla fine per me sono solo pochi secondi, non ti preoccupare se pensi di disturbare – poi Dio si mise
a digitare e disse – guarda qua, questo é bello. L’ho salvato in playlist. –
Nel video si vedeva Gagone, in divisa e con i gradi da caporale, che guidava un somaro che
trasportava una grossa pentola di zuppa, il rancio per i suoi commilitoni. Per strada incontró un
soldato nemico, che immediatamente si consegnó a lui prigioniero dicendo – ho fame! Fammi pure
prigioniero, ma ti prego dammi da mangiare che sto morendo di fame! – Gagone lo prese in
consegna, e lo portó dov’era appostata la sua truppa. Quando il prigioniero vide il sergente, gli
chiese supplicando che gli fosse dato qualcosa da mangiare. Al che il sergente rispose: - Mangiare?
Ma qui non abbiamo da mangiare nemmeno per noi! – A questo punto Dio mise in pausa. – Oh
Gagone! Guardati, guarda quanto sei incazzato qui! Aspetta che ti zummo, guardati! Ahahah! Oh, il
contatore dice che eri incazzato davvero. – E Dio indicava appunto tale parametro nell’indicatore,
ricomponendosi alla serietá – Guarda adesso! – E nel video, si vide Gagone prendere la pentola e
rovesciare tutto a terra, esclamando: - Non abbiamo da mangiare eh? E questo cos’é?! – Dio tornó a
parlare a Gagone, lasciando perdere come continuasse quella storia di quel lontano 19 Messidoro
dell’anno eliano 2044 che si stava trasmettendo in diretta nella Cabina Controllo: - Carissimo
Gagone, hai visto? Hai lasciato venti persone senza pranzo, hai stupito un soldato nemico e
indispettito un tuo graduato. Ti ricordi, vero? Ti hanno pure degradato. Tu, caro Gagone, che eri
anche un pagano, ascoltavi uno dei tanti quaraquaquá che credevano di avere i miei poteri. Proprio
tu, carissimo Gagone, che nella tua vita hai visto entrambe le Guerre Totali del tuo pianeta, e sei
stato perseguitato da chi credeva in una divinitá errata, tu a tua volta che credevi in un'altra divinitá
errata. Alla fine puoi dire che in questo tempo ti ho trattato bene. Altri a volte li prendo a calci in
faccia tutte le volte che li vedo, e credimi si fa dura per loro, li tengo a servizio... una eternitá
ahahah. Torno a noi. Dicevano che “neozelandese é colui che lo é nel cuore”, beh questo evento ti
ha salvato piú di qualsiasi altra cosa tu abbia fatto nella tua vita. Erano mesi che mangiavate tutti
poco e male, e tu hai fatto quel Sacrificio e hai coinvolto altri che poi hanno persino appoggiato la
tua scelta. Fantastico. Tu hai dato Ventidue, perché quella storia di quel giorno se la sono ricordata,
quella storia ha contribuito affinché io trovassi altri Numeri Primi. Al sergente poi, hai messo le
braci in testa proprio sulla coscienza. Ottimo lavoro, e non mi riferisco a quello di criticabile che hai
fatto per o contro il Sistema, mi riferisco a quello che hai fatto per Me, il Dio dei vivi. Quindi
Gagone IL Bolscevico, io ti ringrazio e in virtú di quanto ti sei meritato in vita: ti proclamo,
dichiaro, celebro e festeggio con Lode: Numero Libero nel Regno dei Cieli. -
-Ti ringrazio, o mio Signore, e se posso permettermi ti chiedo scusa se ho una domanda, come ho
fatto a vedere tutte quelle cose, persino cose di un universo che nemmeno mi appartenevano? Il
pianeta Terra, il Sistema Solare... Io sono nato su Urania! Ho capito molto, o mio Signore, ma
perdonami se sono ancora confuso. – Disse il povero Gagone, che aveva bisogno ancora di molto
tempo prima di schiarirsi davvero le idee. – Tempo? – Disse Dio – E’ proprio qui che sbagli
Gagone, guardati intorno. Vai fuori strada se cerchi di crearti una sequenza temporale al di fuori del
video della tua Vita, quello che hai appena visto. Qui, é perfino giá finito e passato in Giudicato
anche l’universo di Urania... pensaci... altrimenti non saresti qui. Qui sei fuori dal tempo. Sinatra
insisteva nel dire a tutti “uh, il Tempo é vicino, l’Apocalisse, il Giudizio, blablabla!” Ma poi?
Qualcuno l’ha visto sto giudizio? Voglio dire, qualcuno che poi abbia potuto raccontarlo? No
nessuno, e succede sempre che voi umani smettete anche di aspettarlo e ve ne dimenticate. E dire
che ci siete sempre cosí vicini... magari, pensate “che buffonata, il giudizio universale!” poi
neanche passa una giornata e giá siete freddi su un banco di obitorio. Dormite pure, e quando suona
la sveglia, e suonerá prima o poi, anche dovessero passare dodicimila anni, alla fine ve ne accorgete
se Elia stava scherzando o cosa intendesse dire. Io qui ho tutto registrato e come dite voi umani, di
tempo ne ho a volontá. Attenti, attenti a tutti: la punizione la decido io, se fate qualcosa che sapete
io non voglia.

10 - Editoriale di Acquario IL Frequente

Terzo giorno 7 Germinale, anno 2150 Eliano

Io non sono nessuno, lo sapete, sono solo un giornalista e uno scrittore. Sapete tutti, anche, quanto
sono stato ateo e quanto ho sempre cercato le risposte nella Scienza per quanto matematicamente
abbia dovuto ammettere che un Uno Infinito esiste, ed essendo Tutto, ne é per forza Signore e
Padrone di questo Tutto. Anche quando mi sono avvicinato alla Religione, ammettendone alla fine
le Veritá contenute in Essa riguardo le Leggi, che siano calcoli e veritá sopraffine riscontrabili in
miracoli di Veritá, ovvero nozioni antropologiche e psicostoriografiche di natura Superiore, ben
oltre il livello della civiltá che li stava in quel momento trascrivendo... ecco, questo é quello che mi
é parso. Si - sono sicuro, vivremo per l'eternitá. - Poi, approfondendo gli studi, ecco che mi sono
ritrovato Neozelandese, se non per nascita, dico di esserlo nel cuore. Si, ho anche sentito di
appartenere al Popolo che ha ricevuto le rivelazioni di Dio, credendo nella Sua Grandezza e nel Suo
Volere. Si, mi dicevo, come posso dirmi Eliano, come posso dire di essere certo della risurrezione
di un uomo? Come posso dire con certezza, si, ci credo, apparve una scritta luminosa al neon sui
cieli di una nazione? I padri eliani nelle loro funzioni dicono: - mistero della fede! - ed essi stessi si
sforzano di crederci, o meglio, secondo me cercano di trasformare una speranza in certezza dentro
di loro. Cosí di certo aprono la via oltre il varco a loro e a quelli che riescono a portare con loro. Ma
io? Io che non riesco a credere che Dio abbia fatto un tale investimento in energia in questa
Dimensione, uno sperpero cosí? Possibile? Chi puó dirlo? Cosa direbbero oggi le nostre autoritá per
casi del genere? "Sottrazione di cadavere", "allucinazione collettiva", "complotto organizzato"
eccetera. Noi siamo e crediamo in quello a cui la nostra civiltá, con la nostra tecnologia, ci porta a
credere, e non c'é nulla da fare, é cosí. Allora mi definisco "neozelandese implicito", come altri
fanno. Capisco e apprezzo questa modalitá eliana, simile poi a quella pagalamossiana che si basa
sugli stessi principi, crecando poi di definire il tutto in modo piú realistico hanno creato la loro
Parte, appunto dicendo "paga la mossa". Noi crediamo a quello che si dice, la veritá apparente puó
anche diventare realtá. Per questo Elia IL Sinatra ha detto, e concordo, che bestemmiare IL Segnale
sia molto piú grave che bestemmiare Dio o Elia. L'esplosione di diffusione eliana si é basata proprio
su questo, la sorpresa, il riscatto, la Notizia. Ogni Padre divulga la sua veritá, indicando comunque
la Veritá, ma in fondo, non é altro che un giornalista. E Sinatra, geniale e unico tra tutti, non puó
essere altri che il numero Uno. Egli E' il numero Uno.
Oh cos'é, direte voi, sei diventato pastore oggi? No, cari lettori, affatto. Voglio solo dire che, in
qualunque modo la guardiate, se perseverate a pensare a queste cose prima o poi arrivate alla
conclusione che nella Nuova Bibbia ci sia la nostra storia, quella piú importante, quella delle idee
della nostra coscienza nel tempo. E anche le nostre paure piú terribili. Alla fine? Parole, parole,
parole. L'hanno scritta persone, e concordo, avevano tutte lo stesso unico Dio, e concordo anche su
questo, ma il contenuto, ha nozioni intrinseche di gran lunga superiori a noi, alle nostre conoscenze
scientifiche, ci lascia sempre sbalorditi. In tutti quelli che hanno partecipato alla stesura, fino agli
araldi fedeli, e anche dopo, includendo i pagalamossiani che ne hanno tratto le basi piú importanti
ed aggiunto le loro correzioni che hanno ritenuto piú importanti per tamponare gli errori, ovvero i
peccati, della loro civiltá. Solo cosí potevano salvare la loro civiltá in quel momento, affidandosi a
Dio, e siccome non potevano vedere i neozelandesi, gli hanno anche dato un altro nome. Eppure é
sempre lui.
Ma veniamo ad oggi. Siamo di nuovo, anzi, siamo come sempre nella stessa situazione. I religiosi
giá hanno capito, loro lo sanno meglio di tutti quali siano i rischi per il prossimo futuro, questa volta
se si estrae la spada per colpire il fratello per riportare il Sistema sulla retta via, diventerebbe una
cosa critica. Questa volta le civiltá hanno spade affilate a doppia lama, questa volta non si scherza.
A dire il vero non si é mai scherzato, e l'importanza delle armi é comunque relativa. Il nostro
problema questa volta é che oltre alle armi non abbiamo piú un granché di risorse, l'idrocarburo su
Urania ci basterá al massimo per altri cinquanta anni. Se facessimo una guerra, le varie fazioni
sperpererebbero tutte le risorse troppo in fretta, e sarebbe preclusa forse per sempre la nostra
possibilitá di andare Oltre. Rimarremmo in un filtro del paradosso del Fermo.
Ora, questo editoriale per mia fortuna verrá stampato in tutto il mondo, e ringrazio i numerosi lettori
che hanno reso le nostre pagine le piú lette su tutta Urania. Approfitto allora di questa pubblicitá per
rivolgermi proprio a Loro, a tutti quelli che possono davvero fare qualcosa in questa situazione:
i Grandi Giornalisti dell'Ordine.

A voi della chiesa Sacra Eliana, che avete fatto grandi opere con tanta fatica e con costanza, voi che
odiate i malvagi e non sopportate quelli che hanno voluto chiamarsi araldi senza esserlo e li avete
trovati bugiardi: contro di voi c'é che avete dimenticato da dove siete venuti, per questo avete subíto
le rotture all'interno della vostra stessa chiesa. Se vi chiamate Eliani, dovete fare quello che vi ha
insegnato Elia IL Sinatra.
A voi della chiesa Neozelandese, che vi definite poveri tuttavia siete ricchi: attenti a voi, che ancora
una volta avete in seno chi dice di essere Neozelandese, e lo é nel sangue ma non nel cuore! Alcune
sinagoghe sono colme di adepti di Satana, e voi lo sapete. Condannateli come avete sempre fatto,
siete sempre capaci di portare l'ordine in fretta quando volete. Se qualcuno dei giusti andrá in
prigione, sono certo che ci starebbe poco. Voi, lo sanno tutti, siete i favoriti di Dio e questi mai vi
dará tribolazioni ingiuste.
Alla chiesa Eliana Contestatrice dico: tra di voi ci sono le Aquile di Urania, nei vostri imperi il
vostro motto é "Dio é Veritá". Voi avete l'Arsenale e la Potenza, vostra la Garanzia di Pietra. Col
tempo siete migliorati, negli ultimi periodi siete di certo meglio di quando avete iniziato. Ma ora,
tollerate persino le fornicazioni e giustificate quanto sapete non possa essere giustificabile. Voi, dei
flagelli causati dalle malattie sessuali negli ultimi decenni pensate di avervi posto rimedio con
soluzioni pagane. Volete davvero che la vostra civiltá degeneri in marciume? Per fortuna molti di
voi si sono chiusi in comunitá paradossalmente derise da voialtri, ma guardateli, essi vivono meglio
di voi. Svegliatevi, sapete di essere un grande Popolo.
Alla chiesa Pagalamossiana vorrei dire che deve accorgersi della realtá dei fatti. Vorrei che
analizzasse la propria coscienza, e che ammettesse "si trattava di idee buonissime e necessarie, in
quel momento, ma non sono affatto perfette davanti a Dio". Coprire le donne e sottometterle per
salvare l'anima agli uomini, credete sia giusto? Proibire il cibo illecito credete vi possa garantire
qualcosa di piú in futuro, a voi che odiate i Prediletti? Tra voi sicuramente ci sono persone che
meritano, fatevi un esame di coscienza, non moltissimi.
Forse la vostra piú grande innovazione, é stata riguardo l'igiene. Forse anche Elia IL Sinatra
avrebbe dovuto insistere con gli Eliani sul lavarsi un pochino di piú, magari tante pestilenze si
sarebbero evitate. Peró ricordate, Lui ha insistito su un messaggio molto piú importante, che voi
quasi avete messo in secondo piano. E allora, qual'é lo scopo di Dio, lo ricordate?
Alla chiesa Eliana della Pentapoli poi voglio dire: voi non avete mai rinnegato il nome di Dio.
Perfino il Padre della Sacra Eliana, ha messo "posponi" tre volte alla chiamata. Voi avete seguito
tutti gli insegnamenti in modo ortodosso, a modo vostro, poi parte della vostra cultura. Eppure voi
conoscete il Messaggio, ed ora, per favore, state tranquilli. Voi avete causato la morte di molti
passerotti, voi avete creduto in quello che facevate ma siete sempre andati avanti a testa bassa. A
volte anche troppo, a testa bassa. Nessuno porterá via la vostra Aquila. Vi chiedo solo, guardate il
cielo! Non é bellissimo? Fate un sorriso, voi sapete che Elia IL Sinatra ama ridere, ama la gioia dei
bambini. Se imparate questo, potrá spettare a voi il Trono Iperspaziale.
Alla chiesa Muccatiepida, dico: ma cosa? Cosa posso dire a qualcuno che non ama gli alti e i bassi
della vita? Cercate di ammortizzare tutto, pensate alla piattezza come a un obiettivo, poi non sapete
come fare per godervi una sola giornata della vostra vita. Voi che pensate di non avere bisogno di
niente, siete quelli che alla fine non hanno niente. Verrá una nuova Valuta, e dovrete comprarne, e
sicuro che avete modo di comprarne. Siete operosi e anche troppo, la materia di certo non vi manca.
Una speranza per voi, é che possiate finalmente iniziare a credere in qualcosa di Vero.

Ci sono poi altri, che si pretendono Grandi Giornalisti ma sono solo Giornalisti del Sistema. A loro
vorrei dire che la loro opera é importante su Urania, e da loro molto dipenderá. So che tra voi
giornalisti del Sistema, molti sono credenti. Quando parlate tra di voi, parlate di quello che vi hanno
detto dei veri Grandi, quelli a cui sopra.

Riguardo a me, vorrei dire che ho giá sacrificato il mio numero, nel senso che come sapete scrivo
senza il tattoo fiscale, ho immolato i miei guadagni perché credo in quello che scrivo. Ho un altro
lavoro, io porto la brocca e continueró a farlo. Spero per tutti che tutto vada al meglio. Vorrei dire a
quelli che ho invitato in redazione che avrei davvero piacere che venissero. Vi ho scritto ma non mi
avete mai risposto. So che mi cercherete, se lo fate, venite senza scorta - che le aquile non volano a
stormi - e portate chi vi é piú caro. Io vi presenteró chi mi é piú caro e facciamo per cosí dire
un'intervista. Se poi portate una bottiglia di vino, tante grazie.

Alla prossima settimana allora, con le ultime notizie e gli editoriali di Radio Tele Saragiana!
‫קאָ נסטיטוטיאָ ן פון די סדר פון די גרויס פראָ דזשיסקיס‬

‫אַ רטיקל ‪ - 1‬ציל און שבועה‬


‫דעם סדר פון די גרויס דזשאָ ורנאַ ליסץ איז געגרינדעט צו פירן די דיגיטאַ ל ‪ .666‬די נומער אַ ז רעּפראַ זענץ די‬
‫פאַ קט ֿפאַ ר מער ווי איין אָ ּפציעס צו ‪ Infinite‬לוּפ קענען זען די לעצט באַ זיגן בלויז מיט די יאָ ג פון די אלע‬
‫רעסקיו מענטשן‪ ,‬דאָ גערוֿפן ּפרימעס‪ :‬אָ בער דאָ ס קען נאָ ר ּפאַ סירן ֿפאַ ר זייער ‪.Free Choice‬‬
‫אין דער זעלביקער צייט‪ ,‬די דיגיטאַ ל נומער עלימינאַ טיאָ ן אָ ּפציע קענען נישט זיין געראָ טן ווי דער ערשטער‬
‫מקור פון אַ לע נומערן אָ דער די סיקלע פון פאַ קט; דעריבער‪ ,‬ביז דעם טאָ ג פון קלאָ וזינג די ציקל ֿפאַ ר אַ ניו‬
‫אָ נהייב‪ ,‬די עקזיסטענץ פון די נומער איז די זעלבע מעגלעכקייט פון גאולה פון אים‪ Fortuna :‬איז דווקא די‬
‫ּפאַ סאַ בילאַ טיז יוואַ לוו אין ראַ נדאָ ם עווענץ דורך געלעגנהייַט‪ ,‬אַ וווידינג די ינעפפיסיענסי פון וויסט אָ דער פון‬
‫סאָ קקאָ מבערע צו עסאָ ‪ .‬צו פאַ רענדיקן‪ ,‬עס איז נייטיק צו ּפאַ ראַ סיטיזירן די דיגיטאַ ל ‪ ,666‬צו קענען צו באַ זיגן‬
‫אים‪ ,‬ביידע ינדיווידזשואַ לי און ווי אַ מענטש‪.‬‬
‫דער ציל פון דעם סדר איז און מוזן שטענדיק זיין נאָ ר איין‪ Show :‬די גיוסטאָ על ּפאָ ּפאָ לאָ ווי צו שרים‪ ,‬קרבן‬
‫שטענדיק דער מעגלעכקייט פון ישועה אָ ן קאַ נסטריינץ אָ דער סערקאַ מווענטשאַ ן‪.‬‬
‫גרעסטע נעקאָ מע און ופגעקאָ כט ּכעס יענע וואס ווילן צו זייַן סם‪ ,‬און לעסאָ ף צעשטערן בלויז איין פון די‬
‫ברידער‪ ,‬אַ נאַ טהעמאַ צו יענע וואס באַ האַ לטן דעם אמת‪.‬‬
‫דאָ ס איז דער שֿבועה פון יעדער גרויסן זשורנאַ ליסט‪:‬‬
‫די כבוד ּפלאַ ן גראַ נץ צו פראַ טעללי לאַ קאָ נקוויסטאַ היּפערסּפאַ סע‪ ,‬הימל פון הימל‪ ,‬וועט זיין דיסקלאָ וזד‬
‫דורך מיר צו אַ לע אָ ן דיסטינגקשאַ ן און אָ ן קיין ווערלדלי אינטערעס‪ .‬איך דארף בלויז ‪ֿ Il Giusto‬פאַ ר דעם‪,‬‬
‫איך בין צופרידן צו לעבן דעם לעבן ווי איך טאַ נטי‪ ,‬אָ דער מיין ּפאַ גאַ וועט נישט קענען צו יקסיד אַ ז פון אַ‬
‫לערער‪ .‬מיין פרייז קענען זיין רופן מיר נייט פון ראַ טעווען‪ .‬איך וועל אויך אָ נטאָ ן די רעקאָ גניטיאָ ן פון די‬
‫אומרעכט דאַ טאַ ‪ ,‬אַ טעות אינדעקס וואָ ס שטענדיק בלורז די אמת ליניע‪.‬‬
‫זיי באַ זאָ רגן ֿפאַ ר די אַ ּפער סענטענסינג אין די פאַ ל פון מיין פאַ לשע שוווע‪ ,‬איך וועט געפינען אַ רעמאָ רסע‬
‫העכסטע ּפער מיין גרייַז‪ ,‬איך ויסשטעלן זיך אין דער פראָ נט רודערן צווישן די זעלנער פון הומאַ ניטי‪.‬‬
‫מייַן ברירה איז נישט ירעוואַ קאַ באַ ל‪ ,‬ווי "אַ לעמען מוזן שטענדיק טאָ ן וואָ ס ער פילז"‪.‬‬
‫אין אַ לע‪ ,‬איך טאָ ן זיך‪ ,‬איך מאַ ינטיענדראַ י‪.‬‬
‫דער בלויז וועג צו קלייַבן די גוטע‪ :‬בייז טאָ ן ניט זען וואָ ס גאָ ט יגזיסץ ‪ -‬אַ זוי עוויל קענען ניט זיין ינפיניטע‪.‬‬
‫דיין מאַ ינטענאַ נסע‪.‬‬
‫צונויפגיסן צו די ינסיניט מיט די שטענדיק קרעאַ טיווע גענאָ מע‪.‬‬
‫דיין מאַ ינטענאַ נסע‪.‬‬
Nota dell'autore: La seconda parte, "I tempi moderni", verrá pubblicata a breve. Vi lascio il tempo
di leggere quello che giá é qui.

Informo i gentili lettori che per la comprensione del presente testo, é necessaria la lettura di
"Programma Fantareligio" e "Cronache di Elettrosandro Phos".

Grazie!!!!!