Sei sulla pagina 1di 35
la rosa necessaria Rivista di poesia 10 Non imperversa il riso nella tua bocca odiosa? Ebbene, amico, cogli nell’ orto una rosa. Moralita 0 poesia 0 bellezza, non so, protendo questa rosa arispecchiarsi sola. P. P. Pasolini ‘Supplemento al n. 3deL’ALTR/TALIA Marzo 1995 £.2.500 Sommario Speciale Pasolini Editoriale «..con le armi della poesia... Pasolini: teatro in versi, pretesto inaugurale? di Gianni D'Elia. ‘Uncinema di poesia di Enzo Pellegr rose Poeti italiani contemporanei: Franco Loi Loie aliangelidi Cosimo Caputo (Ill parte). Gli incontri della Rosa: Erri De Luca ‘Uns di pettoper Erri De Luca di Emanuele Di Donato, ne 2 ‘Termetismo nella parola lirica di Paul Celan ‘Leermetismo nella parola lirica di Paul Celan i Horst Ktinkler (II parte . 7 ‘Appunti Variabili ‘Adestra in altoa sinistra di Rito Martignett ....0.snnensnen ee. Linwervista La poesia di Milo De Angelis di Gianfranco Biancofiore (II pare)... (Opniterzo pensiero - Intervista a Giovanni Rabon di Luca Rando e Nicola Sguera 21 Tnterventh ‘Lopera cil senso i Pina Arf. _ 4 invito alla lettura Leregole del silenzio: OctavioPaz di CiroDi Maria. 26 Fuori dall Occidente Lapoesia giapponese di epoca Heian di Paola Caruso. Introduzione allo studio delta poesia islamica di Lica Zolli (II parte) la rosa necessaria Rivista di poesia Anno I - marzo 1995 - N. 10 Supplemento al n. 3 de LALTR/TALIA del marzo 1995 Comitato di redarione= Rito Martigneti, Rossella Mazzeo, Luca Rando, Vincenzo Pellegrini. Giovanni Rost, Nicola Savera Progetto grafieo: Luca Rando Redarlone: Cu. S. Camano, | - $2100 Benevento - Tel, 082451483 Tax 0824/24478 ‘Stampa: Grafica Melis, via Lacs Giordano, 4 - #2100 Benevento - Tel, O24/316153, Postale intestato a sha La sivita si riceveinviando £, 25.000 di isriione all 10a necessarias, Ce, $, Camano 1, 82100 Benevento seciarion, com val VALTRITALIA Diretiore responsable: Pasquale Clemente Redazione: Maurizi Calnio, Stefano Campes, Luisa Castelo, Maia Felicia Cri, Pasquale ’Angeo, Lui ‘Lani, Ormlla Moet, Franco Mausllo, Pao Maurllo, Adie Rossao, Valerio Tino, Maso Zallo ‘Aut Tribunale di Benevento n.167290 det 6/1280 EDITORIALE «...con le armi della poesia...» Mac’ nellesistenza ‘qualeos'altro che amore peril proprio destino. Euncalcolosenza Imiracolo che accora ‘© sospetto che incrina, Lanostra storia! morsa i puroamore, forza razionalee divina, Prendo come spunto queste parole della sezione “La scoperta di Marx” de L'usignolo della (Chiesa Cattolica Einaudi, 1976) per introdurre questo “speciale” st Pasolini. Da tempo stavamo pensando ad un numero dedicato a Pier Paolo Pasolini, una delle figure pit ‘important dela storia (non sololettersra) del nostroPaese. i stavamo pensandoanche in relazio- ‘calla manifestazione svoltas a Napoli ra ottobre enovembre scorso, manifestazione frterente voluta dal Teatro Nuovo eda Laura Bett che da anni porta avanti, con! Associazione “Fondo Pier PaoloPasolni”, n Isla eall’estero, un percorsoper mantenere viva "opera a figura del 'intllet- tuale di Casarsa, Memoria tantopit opportuna in questi nostri anni che tendono alla dimenticanza, alla facil inglobazione, all uitizz distrtodi parolee immagini. Anni in cui la dammatio memoriae arrivata finoal punto di negare I Olocausto Durante la manifestazione su Pasolini abbiamo potutoassistere ad incontr di altissimo livelo on studios, poet amici Inparticotare sono stati per me stimokanti gi incontei con Guido Calvi (avvocato di pare civile nel processo per Iassassinio di Pasolini) ¢-con il filosofo Aldo Masullo. Quetto di Pasoini® stato un delito politic, ha detto Calvi ricordando il clima di tensione di ‘quegli anni, un delitto non di una sola persona, ma di un gruppo di persone che hanno deciso (a ‘sangue freddo) 'uccisione del poeta. E la responsabilita di terzi emerse anche nel processo. [1 elitto di Pasolini & stato un delito politico, effetuato nei riguardi di un uomo che dava troppo fastidioal Palazzo. Di quel delitto ogei quanti ricordano? E.come se fosse passataun'onda perversa che ha cancel- Jato tuto, anche dalla memoria, Non abbiamo pib ricordo di quello che avvenne alloa, di queeli anni drammatii trail "74 edil "75. Tutto® statocancellato. Hegel dice che bisogna dimenticare per vivere, ma dinvece necessaria, secondo me, una ‘resistenza della memoria’, perché oggi pid.che ‘mai assstiamo a tentativi di manipolazione delle coscienze atraverso i media che cercano dicreare realtQinesistenti inventari un passato, e ci appiattiscono sul presente, Trichiamo. questa memoria storica, il recuperodelle“verit (da preteygere, come dice Fortin), ‘proprio anche di Pasolini che ci invita adifendere il passato (tuto, intatto) anche quello rappre- ‘entatoda una picola stradina di campagna, appena fuori dalla porta antica di Ore. Perché quella stradina, anche se insignificant, noi dobbiamo preservarla fino allultimo. Dobbiamo custodire tutto, Dobbiamo difendere tutti sogni del passat, comunque. I mondo tut'intero® una creatura che dobbiamo proteggere e conservare. Tutta Intatta (@ ancora Pasolini che lodice in un program- ma televisivo, Pier Paolo Pasolini: una disperata vitalita di Simona Gusberti ¢ di Antonio Debenedetti con la regia di Paolo Brunatto, in ondail 23 eil28 gennaio 1986 suRATTRE).. ‘Ofég pi che mai necessatio questo imperativo, perch Ia cancellazione della memoria non significa solo disprez7oe manipolazione della vert, mana imposizionedell‘cblio grave sia per le generarioni contemporancc che per quelle future. 1