Sei sulla pagina 1di 14

SCUOLA MATERNA COMM.

PIERO E MATILDE CAVALLI


Scuola Paritaria prot. 3088/230 del 05/06/01
Via A. Locatelli n.10 – 24020 – Villa di Serio – Bg
Telefono: 035/661260 – Fax: 035/658850

Progetto Educativo Anno Scolastico 2018/ 2019

“Abitare mondo e paesi”

Con Feliciano Battimano


il circo noi scopriamo
18. PROGETTO EDUCATIVO a. s. 2018-2019

Premessa

In questo nuovo anno scolastico inizia una nuova triennalità per la progettazione dei percorsi
educativi e degli apprendimenti. Dopo aver approfondito il tema della cura, le programmazioni dei
prossimi anni metteranno a tema alcuni “stili di vita” e avrà come primo tema l’ambiente del circo e
poi la fattoria e il paese.

Il circo con i suoi colori, i suoi personaggi e le sue atmosfere fantastiche e misteriose,
accompagnerà i bambini alla scoperta di forme, colori e abilità. Il circo è un mondo particolare,
fantastico e misterioso che dà ai bambini la possibilità di conoscere e sviluppare la loro creatività e
le attitudini alla socializzazione. Rappresenta anche l’opportunità di creare un collegamento tra
persone, dando la possibilità di esprimersi, di venire ascoltati e di capire le proprie capacità. Il circo
è per i bambini divertimento, stranezza, fantasia, sfruttando questo aspetto ludico si toccherà anche
il tema della diversità per far capire le proprie capacità. Il tendone del circo farà da sfondo al tema
dei colori, attraverso il quale i bimbi potranno dare spazio alla loro fantasia e creatività e, giocando
con essi imparano, divertendosi, a esplorarli, diluirli, mescolarli per dar vita a tante diverse
sfumature ed intensità.

P.T.O.F. “2018/2019” Scuola materna “Comm. P. e M. Cavalli” Villa di Serio Pag. 1 di 14


SCUOLA MATERNA COMM. PIERO E MATILDE CAVALLI
Scuola Paritaria prot. 3088/230 del 05/06/01
Via A. Locatelli n.10 – 24020 – Villa di Serio – Bg
Telefono: 035/661260 – Fax: 035/658850

Il primo periodo sarà dedicato all’accoglienza durante il quale i grandi e i mezzani si prenderanno
cura dei loro piccoli, aiutandoli ad inserirsi nel nuovo ambiente e a conoscerne le regole condivise,
proprio per poter stare bene tutti insieme. Nel periodo immediatamente successivo anche i piccoli
saranno stimolati ad avere attenzioni nei confronti dei loro compagni.

Il compagno di viaggio che guiderà il bambino quest’anno nelle sue esplorazioni ed esperienze, sarà
Feliciano Battimano. Ci saranno anche altri personaggi, il pagliaccio, il domatore, il trapezista il
giocoliere e il mangiafuoco. Ognuno di questi personaggi proporrà specifiche abilità e
caratteristiche che aiuteranno i bambini a scoprire le molte potenzialità e dar spazio alla fantasia.

Il riferimento sono le Indicazioni Nazionali per la Scuola dell’Infanzia 2012: “I bambini sono il
nostro futuro e la ragione più profonda per conservare e migliorare la vita comune sul nostro
pianeta. Sono espressione di un mondo complesso e inesauribile, di energie, potenzialità, sorprese
e anche di fragilità, che vanno conosciute, osservate e accompagnate con cura, studio,
responsabilità e attesa. Sono portatori di speciali e inalienabili diritti, codificati
internazionalmente, che la scuola per prima è chiamata a rispettare”.
La proposta educativa verterà sull’idea di far vivere esperienze concrete e ricche di significato
rispondenti alla modalità dei bambini di rapportarsi al reale ed offrirà una motivazione affettiva che
li stimolerà a procedere nell’itinerario conoscitivo.

Sullo sfondo di tutta la progettualità troviamo la considerazione delle relazioni, degli aspetti
affettivi e valoriali, le competenze trasversali che arricchiscono l’esperienza a la connotano di
espressività, fantasia, comunicabilità, piacere di fare e di essere.

Le insegnanti presenteranno il tema attraverso un evento – stimolo che verrà approfondito con la
lettura e la drammatizzazione di racconti, il dialogo in circle-time, le attività grafico–pittoriche
manipolative, l’espressività corporea – sonoro musicale e i vari laboratori.
19. PERCORSI EDUCATIVI DIDATTICI

 Settembre: “Mi presento e conosco Feliciano Battimano” (Accoglienza)


 Ottobre / Novembre: “Il circo dei colori e dell’arte”
 Novembre / metà Dicembre: “Il Santo Natale: Il Dio Figlio con gli animali nel presepe”
 Gennaio / Febbraio: “Il circo degli artisti”
 Marzo / Aprile: “S. Pasqua”
 Maggio: “Progetti complementari e uscite didattiche”
 Giugno: “Tempo di verifica e di giochi”

P.T.O.F. “2018/2019” Scuola materna “Comm. P. e M. Cavalli” Villa di Serio Pag. 2 di 14


SCUOLA MATERNA COMM. PIERO E MATILDE CAVALLI
Scuola Paritaria prot. 3088/230 del 05/06/01
Via A. Locatelli n.10 – 24020 – Villa di Serio – Bg
Telefono: 035/661260 – Fax: 035/658850

PROGETTO ACCOGLIENZA: “RI-TROVO GLI AMICI”


Settembre 2018

LE FINALITÀ DEL PROGETTO ACCOGLIENZA

Il momento dell’accoglienza è la fase più delicata di tutto l’anno scolastico, sia per il bambino sia per i suoi
genitori che ci affidano i loro preziosi tesori nella speranza che essi possano ambientarsi e crescere
serenamente in un contesto adeguato. Ogni bambino reagisce in maniera soggettiva al distacco. Compito
dell’insegnante è di rendere questa fase di crescita significativa e la più adeguata possibile alle esigenze del
bambino.
Competenze in uscita.
TRAGUARDI DI
SVILUPPO Essere capace di:

3 ANNI 4 ANNI 5 ANNI


 Percepisce e riconosce
 Percepisce e le caratteristiche
 Percepisce e riconosce
riconosce le fisiche più evidenti di
le caratteristiche
caratteristiche fisiche un personaggio
fisiche più evidenti di
più evidenti di un attraverso gli organi
1. Il bambino esercita le un personaggio
personaggio sensoriali.
potenzialità sensoriali, attraverso gli organi
attraverso gli organi  Prova ad imitare
sensoriali.
conoscitive, relazionali, sensoriali. movimenti più
 Imita semplici
ritmiche ed espressive del  Imita semplici complessi che
movimenti di
corpo. movimenti di richiedono l’utilizzo
espressione corporea
espressione corporea di attrezzi.
 Prova ad utilizzare
 Prova ad utilizzare  Potenzia la
attrezzi.
attrezzi. coordinazione oculo -
manuale
2. Il bambino raggruppa e
ordina secondo criteri
diversi, confronta e valuta  Il bambino conosce  Il bambino conosce le
quantità, utilizza semplici  Il bambino conosce le
le figure figure geometriche del
figure geometriche del
simboli per registrare; geometriche del cerchio, del quadrato,
cerchio, del quadrato
compie misurazioni cerchio e del del triangolo e del
e del triangolo.
mediante semplici quadrato. rettangolo.
strumenti.

P.T.O.F. “2018/2019” Scuola materna “Comm. P. e M. Cavalli” Villa di Serio Pag. 3 di 14


SCUOLA MATERNA COMM. PIERO E MATILDE CAVALLI
Scuola Paritaria prot. 3088/230 del 05/06/01
Via A. Locatelli n.10 – 24020 – Villa di Serio – Bg
Telefono: 035/661260 – Fax: 035/658850

“IL CIRCO DEI COLORI E DELL’ARTE”


Ottobre / Novembre 2018

In questa prima parte del progetto lo scopo è quello di far scoprire ai bambini il “tendone del circo” che con i
suoi colori fa da contenitore a tutto ciò che si trova dentro. Con stoffe di tanti colori in salone si costruirà un
tendone, dal quale i bambini avranno modo di entrare ed uscire e svolgere in seguito alcuni giochi di
movimento e posizioni. Il tendone del circo farà da sfondo al tema dei colori, attraverso il quale i bimbi
potranno dar spazio alla loro fantasia e creatività e, giocando con essi imparano, divertendosi, ad esplorarli,
diluirli, mescolarli per dar vita a tante diverse sfumature ed intensità.

Competenze in uscita.
TRAGUARDI DI
SVILUPPO Essere capace di:

3 ANNI 4 ANNI 5 ANNI


1.Il bambino comunica,
esprime emozioni,
racconta, utilizzando le  Comprende che il
 Comprende che il
varie possibilità che il “tendone del circo” è
 Comprende che il “tendone del circo” è
linguaggio del corpo formato da tanti
tendone del circo è formato da tanti
consente. Inventa storie e si colori.
formato da tanti colori.
 Conosce e utilizza i
esprime attraverso diverse colori.  Conosce e utilizza
colori primari,
forme di rappresentazione e  Conosce e utilizza i colori primari e
secondari e le varie
drammatizzazioni. Si colori primari. secondari.
sfumature.
esprime attraverso il  Partecipa ai giochi  Partecipa ai giochi
 Partecipa ai giochi
con il “tendone del con il “tendone del
disegno, la pittura e altre con il “tendone del
circo”. circo” e racconta le
attività manipolative e sa circo” racconta le
esperienze vissute.
utilizzare diverse tecniche esperienze vissute.
espressiva.

2.Il bambino esplora i  Usa in maniera  Esplora, manipola e


materiali che ha a  Usa il colore ed
autonoma diverse trasforma materiali
assembla il materiale
disposizione e li utilizza tecniche grafico seguendo un progetto
per riprodurre
con creatività. pittoriche. proprio e di gruppo.
 Riconosce le varie
3. Il bambino conosce e  Riconosce le varie  Riconosce le varie parti del viso e lo
discrimina le diverse parti parti del viso, sa parti del viso e lo rappresenta in modo
nominarle ed impara rappresenta in modo completo.
del corpo (viso) e
a rappresentarle. completo.  Coglie le differenze
rappresenta il corpo in stasi  Il bambino riconosce  Coglie le differenze tra le varie espressioni
e in movimento. e differenzia il viso tra le varie espressioni e sa rappresentarle.
felice/triste. del viso.  Tenta di rappresentare
i giochi motori vissuti.

P.T.O.F. “2018/2019” Scuola materna “Comm. P. e M. Cavalli” Villa di Serio Pag. 4 di 14


SCUOLA MATERNA COMM. PIERO E MATILDE CAVALLI
Scuola Paritaria prot. 3088/230 del 05/06/01
Via A. Locatelli n.10 – 24020 – Villa di Serio – Bg
Telefono: 035/661260 – Fax: 035/658850

“IL SANTO NATALE:


IL DIO FIGLIO CON GLI ANIMALI NEL PRESEPE”
Novembre / Dicembre 2018

I bambini scoprono partendo dai racconti del Vangelo sull’Annunciazione che, attraverso Maria, Dio Padre
manda nel mondo, suo Figlio Gesù. Egli è Colui che interviene, aiuta, salva e protegge coloro che sono in
difficoltà. L’amore di Maria, accoglie e ri-dona agli altri suo Figlio. Accogliendolo nella sua vita, nella sua
quotidianità di giovane donna, Maria, attraverso il suo sì a Dio Padre, giorno dopo giorno, si prende cura del
piccolo Gesù e, con lei, anche Giuseppe, suo sposo. Anche gli animali, a partire dall’ asinello di Maria e
Giuseppe, passando attraverso il bue nella mangiatoia, le pecorelle dei pastori e i cammelli dei Re Magi, si
prenderanno cura del piccolo Gesù Bambino, con semplice, ma preziosa amorevolezza. I bambini e le
bambine faranno esperienza, nella quotidianità, dello stesso amore di Maria e anche degli animali del
Presepe, attraverso il gruppo di pari.

Competenze in uscita.
TRAGUARDI DI SVILUPPO Essere capace di:
3 ANNI 4 ANNI 5 ANNI
1. Il bambino sa di avere una storia
personale e familiare, conosce le
tradizioni della famiglia; è  Riconoscere le cure che  Ricostruire la propria
 Ascoltare i
consapevole delle differenze e sa si ricevono ogni giorno. storia.
vissuti dei
 Confrontare i diversi  Confrontare le diverse
averne rispetto; ricostruisce le fasi compagni.
desideri. storie personali.
più significative per comunicare
quanto realizzato.
2. Il bambino conosce il proprio
corpo; sviluppa fiducia e  Armonizzare il  Sperimentare nuove
 Giocare con il
motivazione nell'esprimere e linguaggio verbale con possibilità
corpo, il gesto e
il linguaggio non comunicative con una
comunicare attraverso il linguaggio la parola.
verbale. pluralità di linguaggi.
verbale.
3. Il bambino formula piani di
azione, individualmente e in  Manipolare
gruppo, e sceglie con cura materiali  Ricercare e scegliere i  Seguire un modello da
materiali
e strumenti in relazione al progetto materiali necessari per realizzare secondo
plastici per
creare rappresentazioni modalità e tecnica
da realizzare; coglie l'atmosfera realizzare la
presepiali. proposte.
della festa e collabora figura umana.
creativamente con gli altri.
4. Il bambino sviluppa fiducia e
motivazione nell'esprimere e
comunicare agli altri le proprie  Usare il
emozioni e domande, i propri  Riferire e verbalizzare
linguaggio  Esplorare e definire le
ragionamenti e pensieri attraverso i propri stati emotivi
verbale per emozioni vissute dai
usando un lessico
il linguaggio verbale. Conosce le esprimere stati personaggi delle storie.
adeguato.
tradizioni della famiglia, della d'animo.
comunità e sviluppa un senso di
appartenenza.

P.T.O.F. “2018/2019” Scuola materna “Comm. P. e M. Cavalli” Villa di Serio Pag. 5 di 14


SCUOLA MATERNA COMM. PIERO E MATILDE CAVALLI
Scuola Paritaria prot. 3088/230 del 05/06/01
Via A. Locatelli n.10 – 24020 – Villa di Serio – Bg
Telefono: 035/661260 – Fax: 035/658850

“IL CIRCO DEGLI ARTISTI”


Gennaio / Febbraio 2019

In questa parte del percorso vogliamo avvicinare il bambino alla scoperta dei diversi, buffi e coraggiosi
personaggi che abitano il circo. I vari artisti del circo saranno presentati ai bambini attraverso le performance
e le caratteristiche che li distinguono per suscitare la curiosità e l’interesse nei bambini per stimolarli ad
imitare le attività che i vari personaggi eseguono al circo. In questa fase del progetto significative saranno la
esperienze corporee, giochi di coordinazione, equilibrio, salti, capriole, mentre il periodo del carnevale si
presterà per affrontare il tema del travestimento e del trucco tipico di alcuni personaggi del circo. Si prevede,
inoltre, di invitare a scuola alcune persone con particolari abilità di giocoleria e acrobazia per far fare ai
bambini esperienza diretta della tematica proposta.

Competenze in uscita.
TRAGUARDI DI
SVILUPPO Essere capace di :

3 ANNI 4 ANNI 5 ANNI


 Partecipa alle
1.Il bambino riflette, si
 Partecipa  Partecipa alle conversazioni
confronta, discute con gli spontaneamente alle conversazioni motivando le proprie
adulti e con gli altri. Si conversazioni raccontando le sue riflessioni.
rende conto che esistono  Rispetta il proprio esperienze.  Accetta le riflessioni
punti di vista diversi e sa turno prima di  Rispetta il proprio dei compagni anche
tenerne conto. parlare. turno prima di parlare. se diverse dalla
propria.
 Percepisce il proprio
2. Il bambino esercita le corpo in posizione  Sperimenta il  Sperimenta il
potenzialità sensoriali, statica e in controllo degli schemi controllo degli schemi
conoscitive, relazionali, movimento. dinamici e posturali. - dinamici e posturali.
 Dimostra fiducia Sviluppa la  Usa gli oggetti
ritmiche ed espressive del
nelle proprie coordinazione attribuendo loro
corpo. capacità motorie ed Globale. diverso significato.
espressive.
3. Il bambino esplora i  Usa in maniera
materiali che ha a  Manipola e  Usa il colore e
autonoma diverse
costruisce con assembla materiali per
disposizione e li utilizza tecniche grafico
diversi materiali. inventare sagome.
con creatività pittoriche.
4. Il bambino segue con
 Presta attenzione e sa
attenzione e con piacere  Mantiene attenzione
 Presta attenzione e sa rielaborare il racconto
spettacoli di vario tipo durante il racconto di
rielaborare il racconto di una storia.
(teatrali, musicali, una storia per un
tempo sufficiente.
di una storia.  Dimostra interesse
cinematografici) sviluppa  Dimostra interesse nella visione di uno
 Dimostra interesse
interesse per l’ascolto della nella visione di uno spettacolo circense e
nella visione di uno
musica e per la fruizione e spettacolo circense. descrive l’esperienza
spettacolo Circense.
l’analisi dell’opera d’arte. vissuta.

P.T.O.F. “2018/2019” Scuola materna “Comm. P. e M. Cavalli” Villa di Serio Pag. 6 di 14


SCUOLA MATERNA COMM. PIERO E MATILDE CAVALLI
Scuola Paritaria prot. 3088/230 del 05/06/01
Via A. Locatelli n.10 – 24020 – Villa di Serio – Bg
Telefono: 035/661260 – Fax: 035/658850

“LA SANTA PASQUA”


Marzo / Aprile 2019

I bambini, dopo aver scoperto nell’Uda di Natale che, attraverso Maria, Dio Padre manda nel mondo, suo
Figlio Gesù, in questa Uda dedicata alla Pasqua scopriranno che, nel gesto supremo di Gesù, di offrire la sua
Vita per donare Vita Nuova a ciascuno di noi, sono racchiusi tutto l’immenso amore e l’infinita cura di Dio
Padre nei confronti di tutta l’umanità. Impareranno, quindi, che, risorgendo dalla morte, Gesù torna al Padre
e scopriranno che, i suoi Angeli non abbandoneranno mai il Figlio Gesù e saranno con Lui fino al momento
glorioso della risurrezione.

Competenze in uscita.
TRAGUARDI DI
SVILUPPO Essere capace di:

3 ANNI 4 ANNI 5 ANNI


1 Il bambino pone domande
su ciò che è bene o male;  Rappresentare  Riflettere sul senso e  Porre domande su ciò
rafforza l’autostima; riflette situazioni tratte dalla sulle conseguenze che è giusto e ciò che
sui concetti di pace e quotidianità. proprie e altrui. è sbagliato.
fratellanza.
 Condividere
 Riconoscere e esperienze attraverso
2. Il bambino esplora le
 Esprimere le rispettare le diversità il contatto corporeo.
potenzialità relazionali ed emozioni con il espressive degli  Interagire con gli altri
espressive del corpo; si corpo. altri. per comunicare il pro-
coordina con gli altri; è  Relazionarsi  Armonizzare i prio punto di vista.
consapevole delle differenze positivamente con propri movimenti  Provare a imitare
e sa averne rispetto. gli altri attraverso il con quelli degli altri. movimenti più
Esercita l’equilibrio emotivo. corpo.  Provare ad utilizzare complessi che
attrezzi. richiedono l’utilizzo
di attrezzi.
3. Il bambino formula piani
di azione, individualmente e
in gruppo, e sceglie con cura
 Esplorare l’ambiente
materiali e strumenti in  Passare circostante attraverso i
relazione al progetto da dall’esplorazione  Esprimersi con sensi.
realizzare; sviluppa un senso percettiva alla linguaggi del corpo  Riprodurre
repertorio linguistico rappresentazione in ruoli diversi. creativamente simboli
adeguato alle esperienze e plastica. pasquali scegliendo i
agli apprendimenti compiuti materiali idonei.
nei diversi campi di
esperienza.

P.T.O.F. “2018/2019” Scuola materna “Comm. P. e M. Cavalli” Villa di Serio Pag. 7 di 14


SCUOLA MATERNA COMM. PIERO E MATILDE CAVALLI
Scuola Paritaria prot. 3088/230 del 05/06/01
Via A. Locatelli n.10 – 24020 – Villa di Serio – Bg
Telefono: 035/661260 – Fax: 035/658850

“PROGETTI COMPLEMENTARI E USCITE DIDATTICHE”


Maggio / Giugno 2019

Competenze in uscita.
TRAGUARDI DI
Essere capace di:
SVILUPPO
3 ANNI 4 ANNI 5 ANNI
 Inserirsi adeguatamente in
una conversazione.
 Rispettare le regole dei
giochi.
 Accettare la diversità.
 Partecipare alle attività
proposte dall’adulto.  Rispettare le regole di vita
quotidiana stabilite.
 Riconoscere il disagio e il
bisogno nell’altro.  Rispettare le regole dei
giochi.
1. Il bambino ascolta  Condividere materiali ed
 Partecipare alle attività
esperienze con i compagni.
gli altri e da proposte dall’adulto.
 Confrontare con i
spiegazioni del compagni le proprie  Essere disponibili verso gli
proprio altri.
 Imparare ad esprimere emozioni.
comportamento e del le proprie emozioni in  Acquisire fiducia nelle  Condividere materiali ed
situazioni nuove. proprie possibilità di esperienze con i compagni.
proprio punto di
 Imparare ad essere comunicazione.  Confrontare con i
vista; formula ipotesi compagni le proprie
e previsioni relative autonomo nelle  Apprezzare il nuovo con
operazioni di vita curiosità ed interesse. emozioni.
ai fenomeni  Acquisire fiducia nelle
quotidiana.  Operare con autonomia.
osservati; riflette, si proprie possibilità di
 Partecipare in gruppo  Rispettare le cose degli
confronta, discute ad attività comuni. comunicazione.
altri.
con gli adulti e con  Superare le paure.  Apprezzare il nuovo con
 Tener conto delle reazioni
gli altri, si rende curiosità ed interesse.
 Riconoscere il disagio dei compagni di fronte alle
e il bisogno nell’altro. proprie azioni.  Operare con autonomia e
conto che esistono
responsabilità.
più punti di vista  Vivere un rapporto di
solidarietà con gli altri.  Rispettare le cose degli
diversi e sa tenerne altri.
conto.  Canalizzare l’aggressività.
 Tener conto delle reazioni
 Condividere proposte
dei compagni di fronte alle
comuni.
proprie azioni.
 Disegnare la figura umana
 Vivere un rapporto di
e riconoscerne le parti.
solidarietà con gli altri.
 Condurre a termine giochi
ed esperienze.
 Coordinare le dimensioni
spazio temporali
dell’azione.

P.T.O.F. “2018/2019” Scuola materna “Comm. P. e M. Cavalli” Villa di Serio Pag. 8 di 14


SCUOLA MATERNA COMM. PIERO E MATILDE CAVALLI
Scuola Paritaria prot. 3088/230 del 05/06/01
Via A. Locatelli n.10 – 24020 – Villa di Serio – Bg
Telefono: 035/661260 – Fax: 035/658850

Competenze in uscita.
TRAGUARDI DI
Essere capace di:
SVILUPPO
3 ANNI 4 ANNI 5 ANNI
 Descrivere una propria
esperienza ai compagni.
 Ordinare in  Rievocare e raccontare
successione secondo un’esperienza.
un criterio preciso.  Formulare ipotesi e
 Effettuare  Raccontare una storia
previsioni.
esplorazioni ascoltata.
 Farsi comprendere dagli
nell’ambiente con  Formulare ipotesi.
altri.
scopi precisi.  Intervenire adeguatamente
 Formulare frasi di senso
 Acquisire fiducia nelle conversazioni.
compiuto.
nelle proprie capacità  Ragionare su alcuni aspetti
 Descrivere le
comunicative. della realtà.
caratteristiche degli
3. Il bambino esplora  Intervenire  Chiedere spiegazioni.
oggetti, delle cose.
i materiali che ha a autonomamente nei  Raccontare semplici
 Fare giochi di parola (rime,
disposizione e li discorsi di gruppo. sequenze.
assonanze, filastrocche).
utilizza con  Saper aspettare il  Avere fiducia nelle proprie
 Esprimere bisogni,
creatività; proprio turno in una capacità di comunicazione
esigenze, opinioni.
conversazione di ed espressione.
ricostruisce le fasi  Seguire, comprendere e
gruppo.  Analizzare e commentare
più significative per partecipare attivamente ad
 Di farsi capire dagli figure di crescente
comunicare quanto una conversazione guidata.
altri pronunciando complessità.
 Comprendere e eseguire
realizzato; sviluppa correttamente le  Arricchire il lessico.
consegne.
un repertorio parole.  Capacità di inventare
 Raccontare una storia
linguistico adeguato  Sviluppare la capacità storie.
ascoltata.
alle esperienze e agli di ascolto; di prestare  Produrre immagini.
attenzione ai discorsi  Ragionare su alcuni aspetti
apprendimenti fornendo ricchezza di
altrui; di comprendere della realtà.
particolari.
compiuti nei diversi i discorsi altrui; di  Chiedere spiegazioni.
 Leggere, comprendere e
campi di esperienza comunicare attraverso  Arricchire il lessico.
descrivere un’immagine
il disegno.  Capacità di comprendere prestando attenzione ai
 Rievocare esperienze ciò che viene raccontato o particolari.
e situazioni per farne letto.
 Osservare e rappresentare
oggetto di gioco.  Comunicare esperienze la realtà.
 Giocare con i attraverso il disegno.
 Comunicare esperienze
compagni a  Leggere, comprendere e attraverso il disegno.
drammatizzare descrivere un’immagine
 Padroneggiare tutti i mezzi
situazioni guidate. prestando attenzione ai
e le tecniche espressive.
 Stabilire un rapporto particolari giocare con i
fra suono /gesto compagni a drammatizzare
/simbolo. situazioni guidate.
 Capacità di esprimere stili
personali.

P.T.O.F. “2018/2019” Scuola materna “Comm. P. e M. Cavalli” Villa di Serio Pag. 9 di 14


SCUOLA MATERNA COMM. PIERO E MATILDE CAVALLI
Scuola Paritaria prot. 3088/230 del 05/06/01
Via A. Locatelli n.10 – 24020 – Villa di Serio – Bg
Telefono: 035/661260 – Fax: 035/658850

La definizione e la realizzazione delle strategie educative e didattiche devono sempre tener conto della
singolarità e complessità di ogni persona, della sua articolata identità, delle sue aspirazioni, capacità e delle
sue fragilità, nelle varie fasi di sviluppo e di formazione. Pertanto si delineano le seguenti metodologie:

 Individuare “eventi” da cui prende vita l’esperienza.


 Dare al bambino la possibilità di “essere protagonista” attivo dell’esperienza.
 Garantire agli alunni di ogni fascia d’età un momento di “vissuto globale” o “esperienza” da cui far
scaturire i percorsi di apprendimento.
 Fare nascere i momenti di festa dal percorso e dal vissuto del bambino rendendoli il più significativi
possibili.
 Creare situazioni stimolo favorendo osservazioni, riflessioni, dialoghi e confronti.
 Attivare strategie diversificate ed individualizzate per i bambini diversamente abili o/ e con bisogni
educativi speciali.
 Operare per gruppi in situazioni di laboratorio.
 Favorire l’apprendimento cooperativo (cooperative learning) all’interno di piccoli gruppi.
 L’insegnante, attraverso un’appropriata Regia Pedagogica, stimola e sostiene il percorso di
apprendimento del bambino.

20. SEZIONE BILINGUE

La programmazione è condivisa in tutte le sezioni della scuola. L’inglese sarà usato nel contesto
quotidiano e quindi come parte integrante della realtà, we learn what we live. I bambini vivranno
momenti e ambientazioni ascoltando l'inglese continuamente e saranno incoraggiati ad usarlo, ma
mai forzati, in nessuna circostanza, a parlarlo prima che si sentano pronti e sicuri di sé:

 Circle time mattutino con attività di routine.


 Orologio della giornata con scansione dei momenti principali.
 Tabella degli incarichi giornaliera.
 Giochi simbolici con mestieri e attività lavorative (con incremento del linguaggio: dalla singola parola
alla frase completa).
 Giochi con le parole gentili (per favore, grazie, prego, scusa, ti perdono).
 Storie - filastrocche - rime (parole e suoni).
 Giochi guidati in gruppo.
 Flashcards per la costruzione di frasi.
 Attività mirate e circoscritte nel tempo con utilizzo di tablet.
 Attività creative con introduzione di numeri e lettere.
 Laboratori logico matematico e di pregrafismo per sviluppare le capacità cognitive utilizzando schede e
giochi in inglese.

P.T.O.F. “2018/2019” Scuola materna “Comm. P. e M. Cavalli” Villa di Serio Pag. 10 di 14


SCUOLA MATERNA COMM. PIERO E MATILDE CAVALLI
Scuola Paritaria prot. 3088/230 del 05/06/01
Via A. Locatelli n.10 – 24020 – Villa di Serio – Bg
Telefono: 035/661260 – Fax: 035/658850

21. AMBIENTE EDUCATIVO


“L’ambiente educativo” si esplica in un’equilibrata integrazione di momenti di cura, di relazione, di
apprendimento, dove le stesse routine (l’ingresso, il pasto, la cura del corpo, il riposo, ecc.) svolgono una
funzione di regolazione dei ritmi della giornata e si offrono come “base sicura” per nuove esperienze e
sollecitazioni.” (Indicazioni Nazionali 2012). L’ambiente scuola deve essere accogliente e comunicativo per
le famiglie e i bambini. Nello specifico la nostra Scuola si impegna a:
 Comunicare, cioè rappresentare l’immagine stessa della scuola e il “clima” che in essa si respira.
 Informare, cioè mettere a disposizione delle famiglie le notizie più importanti e significative sulla vita della
scuola, sulle attività che vi si svolgono e sulle regole della vita comune.
 Suggerire, cioè invitare bambini e genitori ad assumere iniziative, a sviluppare le proprie inclinazioni e a
seguire i propri interessi.
 Stimolare l’azione, cioè favorire la possibilità e la libertà di esplorazione diretta, di gioco e di attività
didattica in genere.
Operativamente lo spazio:
 Sarà immediatamente leggibile, in modo che tutti – bambini e adulti – possano sempre comprendere
quale sia la funzione particolare di un determinato ambiente (quali attività si possono svolgere ecc.).
 Conterrà più attività in contemporanea, in modo che i bambini possano impegnarsi in gruppi diversi.
 Conterrà diversi tipi di aggregazione: per grandi e/o piccoli gruppi.
 Risponderà alle esigenze di tutti i frequentanti la scuola (bambini, educatori, genitori).
 Essere flessibile e modificabile nel tempo.
 Salvaguarderà e consentirà momenti di privacy per i bambini.
La possibilità di esplorare, sperimentare, confrontare, manipolare, in una parola agire, in una dimensione
ludica, è garanzia di apprendimento per i piccoli alunni. La sezione resta l’unità principale in cui si organizza
lo spazio-scuola e costituisce il luogo privilegiato per la relazione educativa e lo sviluppo psicosociale del
bambino. Per questo occorre pensare alla sezione come al luogo in cui i bambini e gli educatori vivono il
senso di appartenenza al gruppo, condividendo le esperienze comuni e le vicende personali. Gli spazi
attrezzati (laboratori) sono costituiti come spazi differenziati per creare un ambiente articolato e
plurifunzionale adatto a una stimolazione strutturata e adeguata ai bisogni dei bambini e alle finalità del
progetto educativo. Il tempo educativo scolastico per l’azione educativa, didattica e per il gioco deve essere
disteso e deve consentire “al bambino di vivere con serenità la propria giornata, di giocare, esplorare,
parlare, capire, sentirsi padrone di sé e delle attività che sperimenta e nelle quali si esercita.”

22. LABORATORI
PER GRANDI
 Laboratorio Pregrafismo.  Laboratorio Teatro.
 Laboratorio Musicale.  Laboratorio Inglese.
 Laboratorio Educazione Stradale.  Laboratorio Logopedia.
 Laboratorio Psicomotricità.  Laboratorio Leggiamo le storie.
 Laboratorio Logico – Matematico.  Promozione attività sportiva.
 Progetto Continuità (Scuola Primaria).

PER MEZZANI
 Laboratorio Psicomotricità.  Laboratorio Logico – Matematico.
 Laboratorio Teatro.  Promozione attività sportiva
 Laboratorio Musicale.  Laboratorio Leggiamo le storie.

PER I PICCOLI
 Progetto Accoglienza.  Alla scoperta delle emozioni.
 Laboratorio Psicomotricità.  Laboratorio teatro.

P.T.O.F. “2018/2019” Scuola materna “Comm. P. e M. Cavalli” Villa di Serio Pag. 11 di 14


SCUOLA MATERNA COMM. PIERO E MATILDE CAVALLI
Scuola Paritaria prot. 3088/230 del 05/06/01
Via A. Locatelli n.10 – 24020 – Villa di Serio – Bg
Telefono: 035/661260 – Fax: 035/658850

SINTESI OBIETTIVI DEI LABORATORI


LABORATORIO LOGICO - MATEMATICO:
 Prendere familiarità sia con le strategie del contare e dell'operare con i numeri sia con quelle necessarie
per eseguire le prime misurazioni di lunghezze, pesi e altre quantità.
 Raggruppare e ordinare oggetti e materiali secondo criteri diversi, identificare alcune proprietà,
confrontare e valutare quantità.
 Utilizzare simboli per registrare.
 Individuare le posizioni di oggetti e persone nello spazio, usando termini come avanti/ dietro, sopra/
sotto, destra/ sinistra ecc.
 Seguire correttamente un percorso sulla base di indicazioni verbali.
LABORATORIO DI PRE-GRAFISMO:
 Sviluppare un'adeguata motricità grossa e fine.
 Sviluppare una buona coordinazione oculo- manuale.
INGLESE:
 Avviare una prima conoscenza dell'inglese avvicinandosi in modo naturale alle strutture e al lessico.
 Sviluppare la capacità di ascoltare e comprendere.
 Familiarizzare con suoni diversi da quelli della propria Lingua Madre.
 Sperimentare la capacità di comunicare in lingua inglese pronunciando semplici vocaboli e
brevi frasi.
 Partecipare attivamente alle proposte collaborando e dimostrando una buona motivazione.

23. PROGETTI COMPLEMENTARI:

 PROGETTO ACCOGLIENZA: Settembre - Ottobre 2018.


 PROGETTO I.R.C.: da Ottobre 2018.
Dal mese di Ottobre, ogni sezione con la propria insegnante, a rotazione mensile, in un momento
della giornata, visiterà la chiesina della scuola e vivrà un semplice, ma significativo, momento di
preghiera, davanti a Gesù che è presente, ogni giorno e ogni ora, importante eredità lasciata ai
nostri bambini e alle nostre bambine dalle nostre suore. Questo momento verrà vissuto nel
rispetto del credo di ognuno.

 PROGETTO PSICOMOTORIO: per piccoli, mezzani e grandi.


 PROGETTO LOGOPEDIA.
 PROGETTO MUSICALE: da Ottobre per Grandi - da Aprile per mezzani.
 "NATI PER LEGGERE", in Collaborazione con la Biblioteca Comunale di Villa di Serio.
 PROGETTO CONTINUITÀ NIDO-PRIMAVERA-SPAZIO GIOCO.
 PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA PRIMARIA.
 PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE.
 USCITE DIDATTICHE (in data da destinarsi).
 FESTA DI INIZIO ANNO DELLE SCUOLE DELL' INFANZIA (Località: Sotto il Monte).

P.T.O.F. “2018/2019” Scuola materna “Comm. P. e M. Cavalli” Villa di Serio Pag. 12 di 14


SCUOLA MATERNA COMM. PIERO E MATILDE CAVALLI
Scuola Paritaria prot. 3088/230 del 05/06/01
Via A. Locatelli n.10 – 24020 – Villa di Serio – Bg
Telefono: 035/661260 – Fax: 035/658850

 CORSO DI NUOTO in collaborazione con il "Comitato Genitori" (in orario extra-scolastico).


 INDOVINA CHI VIENE A MERENDA? È una proposta della nostra scuola in accordo con
l'Istituto Comprensivo e l’Amministrazione Comunale. Vogliamo sensibilizzare le famiglie e i
bambini all’apertura, alla costruzione di legami nella comunità in cui viviamo, aiutando piccoli e
grandi a entrare in relazione e a scambiarsi piccoli gesti di accoglienza, attraverso una forma
semplice che fa incontrare i bambini. Per i piccoli è un'importante occasione per rinforzare le
loro competenze relazionali e sociali, attraverso 1'aiuto dei grandi che si mettono a disposizione.
 PROGETTO ELLE-EFFE-ELLE promosso dall'associazione Traiettorie Instabili, della prima
Little Free Library! Il progetto, patrocinato dall'Amministrazione Comunale e realizzato con l'apporto
assolutamente gratuito di Aziende private, è nato per incentivare l'abitudine alla lettura. Si tratta di un
movimento comunitario, nato negli Stati Uniti, che offre gratuitamente i libri alloggiati in piccoli
contenitori per i membri della comunità locale. La scuola ha aderito all'iniziativa, ritenendola un'idea
originale ed efficace per sensibilizzare i bambini alla scoperta della lettura. Prendi un libro, lascia un
libro. I libri da donare possono essere portati alla propria insegnante, o direttamente in direzione.
Verranno timbrati con un doppio timbro: Scuola dell'Infanzia e elleeffeelle.
 CONSULENZA PSICOLOGICA per docenti e genitori.

24. APPUNTAMENTI
 Riunioni Assembleari/Sezione: Ottobre 2018 con elezione rappresentanti - Marzo 2019.
 Collegio Docenti.
 Riunioni del comitato genitori.
 Colloqui personali con le insegnanti.
 Colloqui personali con il Coordinatore (Previo appuntamento).
 Sportello pastorale con i sacerdoti della parrocchia (don Paolo, don Carlo).
 Sportello di consulenza psicopedagogica.
 Incontri formativi per genitori.

25. SCUOLA IN FESTA


Le date e gli orari delle feste verranno comunicate attraverso avvisi scritti e sul sito della scuola
 Ottobre: - Festa degli Angeli custodi e nonni - Castagnata a scuola.
 Novembre: - Open-day 24 novembre 2018.
 Dicembre: - S. Lucia a scuola - Auguri di S. Natale 22 dicembre 2018.
 Febbraio: - Carnevale a scuola - S. Geltrude Comensoli.
 Marzo: - Colazione per la festa del papà.
 Maggio: - Colazione per la festa della mamma.
- Festa della scuola: Santa Messa, minimarcia, pranzo, giochi e diplomi.
 Giugno: - La scuola saluta i suoi "grandi".
 Luglio: - La scuola propone il Centro Ricreativo Estivo.

P.T.O.F. “2018/2019” Scuola materna “Comm. P. e M. Cavalli” Villa di Serio Pag. 13 di 14


SCUOLA MATERNA COMM. PIERO E MATILDE CAVALLI
Scuola Paritaria prot. 3088/230 del 05/06/01
Via A. Locatelli n.10 – 24020 – Villa di Serio – Bg
Telefono: 035/661260 – Fax: 035/658850

26. INIZIATIVE CON IL COMITATO GENITORI


 Mercatini di Natale 08 - 09 dicembre 2018.
 Gita sulla neve: 27 gennaio 2019.
 Apericena in maschera 02 marzo 2019.
 Festa della mamma 04 - 05 maggio 2019.
 Festa della scuola 26 maggio 2019.
 Corsi per genitori: date da definire.

27. INFORMAZIONI
Orari segreteria: Lunedì - Mercoledì - Venerdì: dalle h 08:30 alle h 09:30

Ricevimento Presidente - Coordinatore pedagogico didattico su appuntamento tramite segreteria.

CALENDARIO SCOLASTICO 2018-2019


Giovedì 01 novembre 2018 Festività Tutti i Santi

Venerdì 02 novembre 2018 Interfestività

Da sabato 22 dicembre’18 a domenica 6 gennaio’19 Festività S. Natale

Lunedì 04 e martedì 05 marzo 2019 Carnevale

Da giovedì 18 aprile a martedì 23 aprile 2019 Festività S. Pasqua

Mercoledì 24 aprile 2019 Interfestività

Giovedì 25 aprile 2019 Festa della Liberazione

Venerdì 26 aprile 2019 Festività Beata Vergine del Buon Consiglio

Mercoledì 01 maggio 2019 Festa del Lavoro

 Inizio anno scolastico: mercoledì 5 settembre 2018


 Termine anno scolastico: venerdì 28 giugno 2019 ore 13:00

Indirizzo:
Scuola Materna Comm. Piero e Matilde Cavalli (Scuola paritaria prot.3088/230 del 05/06/2001)
Via A. Locatelli n°10 - 24020 Villa di Serio (Bg)
Telefono: 035/661260 - Fax 035/658850
Email: scuolainfanziavilladiserio@virgilio.it Sito della scuola: www.scuolainfanziavilladiserio.it
Codice Fiscale - 80027650169 Partita IVA - 02141310165

P.T.O.F. “2018/2019” Scuola materna “Comm. P. e M. Cavalli” Villa di Serio Pag. 14 di 14