Sei sulla pagina 1di 5

GIOVEDÌ 27 DICEMBRE 2018 LA GAZZETTA DELLO SPORT 35

18a GIORNATA

L’ANTICIPO/1 LA SFIDA LE ULTIME L’ANTICIPO/2


COLPO BREDA PILLON-ZENGA: PALERMO-STRUNA, ...E POI C’È NDOJ
A CASA CASTORI PESCARA-VENEZIA ADDIO ANTICIPATO CORINI AGGANCIA
IL LIVORNO È UN DUELLO COSENZA, IN 10MILA IL PRIMO POSTO
A RITMO SALVEZZA TRA LEONI PER LA SALERNITANA CREMONESE GIÙ
Pag. 37 Pag. 38 Pag. 38­39 Pag. 36­37
il Punto

Certezze no! la Classifica


Viva il torneo SQUADRE PT
G
PARTITE
V N P F
RETI
S

anticonformista PALERMO
BRESCIA
31
31
16
17
8
8
7
7
1
2
27
34
13
23
LECCE 29 17 8 5 4 29 22
CITTADELLA 26 16 6 8 2 20 12
di ANDREA FANÌ VERONA 26 16 7 5 4 23 17
PESCARA 26 16 7 5 4 24 21

D
omanda: al proprietario BENEVENTO 25 16 7 4 5 25 20
scaramantico (a stare PERUGIA 23 16 6 5 5 22 22
stretti) di un club si può SALERNITANA 23 16 6 5 5 19 20
ricordare che il club medesimo SPEZIA 22 16 6 4 6 21 19
ASCOLI 21 16 5 6 5 17 17
non era primo in Serie B da
VENEZIA 20 16 5 5 6 16 17
oltre sette anni (24 settembre CREMONESE 19 17 4 7 6 16 18
2011, dopo un Brescia­ COSENZA 18 17 4 6 7 14 23
Cittadella 2­0)? E, se la CARPI 16 17 4 4 9 17 30
risposta alla prima domanda LIVORNO 14 17 3 5 9 16 24
fosse sì, potremmo aggiungere CROTONE 13 16 3 4 9 15 23
che il campionato in cui quella FOGGIA (-8) 12 16 5 5 6 24 26
squadra fu prima per l’ultima PADOVA 11 16 2 5 9 17 29
volta, poi si chiuse con un SERIE A PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSIONI
poco lusinghiero ottavo posto
che ratificò l’esclusione dai
playoff? Boh, intanto
l’abbiamo ricordato, per
domandarlo a Cellino ci sarà
tempo. Alla terza giornata, a
metà settembre, il Brescia era RISULTATI
15°, dopo aver pareggiato col
Pescara. Poi via Suazo, dentro BRESCIA-CREMONESE 3-2
Corini, via le paure, dentro il CARPI-LIVORNO 1-4
gioco, i gol, la fiducia. PESCARA-VENEZIA OGGI ORE 19
Donnarumma è decollato, COSENZA-SALERNITANA OGGI ORE 21
Tonali ha ingranato, CROTONE-SPEZIA OGGI ORE 21
Torregrossa è cresciuto, PADOVA-BENEVENTO OGGI ORE 21
PALERMO-ASCOLI OGGI ORE 21
Cistana, Bisoli, Gastaldello,
PERUGIA-FOGGIA OGGI ORE 21
Alfonso, eccetera eccetera. I giocatori del Brescia festeggiano con la curva dopo la vittoria nel derby lombardo con la Cremonese grazie a un gol di Ndoj al 90’ LAPRESSE
VERONA-CITTADELLA OGGI ORE 21
Primo in classifica, almeno per

IL BRESCIA SOGNA
RIPOSA: LECCE
una notte, aspettando il
Palermo. Corini è uomo di
silenzi, però il suo gioco sta MARCATORI
alzando la voce al tavolo della 14 RETI: Donnarumma (Brescia, 2)
9 RETI: Mancuso (Pescara, 1)
B. E non sono urla fastidiose,

CHI LO SVEGLIA?
8 RETI: Coda (Benevento, 4)
perché il Brescia è anche bello, 6 RETI: La Mantia, Palombi (Lecce),
emozionante, da vedere. A Nestorovski (Palermo, 1), Verre, Vido
proposito di cuore: il Livorno (Perugia, 3)
5 RETI: Torregrossa (Brescia), Finotto
ci ha preso proprio gusto. È il (Cittadella), Tutino (Cosenza), Mancosu
minimo comun denominatore (Lecce, 1), Diamanti (Livorno, 2), Bonazzoli
di questo torneo: la mancanza (Padova, 2), Bocalon (Salernitana),
di certezze. Fai una previsione Okereke (Spezia), Di Mariano (Venezia)
e dura lo spazio di una Vittoria all’ultimo secondo, il club di Cellino affianca il Palermo in testa 4 RETI: Ardemagni (Ascoli, 1), Morosini
(Brescia), Schenetti, Strizzolo (Cittadella),
giornata. Oggi per esempio,
siamo sicuri che...
Oggi tocca alle altre pretendenti: Stellone aspetta l’Ascoli al Barbera, Kragl (Foggia), Falco (Lecce), Giannetti

per il Verona trappola Cittadella. Pescara e Venezia misurano le ambizioni


(Livorno), Trajkovski (Palermo), Pazzini
© RIPRODUZIONE RISERVATA (Verona, 2)
36

SerieB LE PARTITE
LE PAGELLE di G.P.L. La gioia di Emanuele Ndoj, 22,
dopo il gol della vittoria per il
Brescia LAPRESSE

BRESCIA 7 CREMONESE 5,5


IL MIGLIORE IL MIGLIORE
EMANUELE ANTONIO
NDOJ PICCOLO

7,5 7,5 Abbraccio tra Bisoli jr e il tecnico Corini LAPRESSE I giocatori della Cremonese dopo il 2-2 LAPRESSE
Il ragazzino delle scorse stagioni è Perché stava in panchina? Entra e si
ormai un centrocampista maturo. conferma bestia nera (4 gol al Brescia

Brescia da pazzi
Cresce col passare dei minuti, ora sa compreso lo scorso torneo). Le due
anche fare gol. Decisivo. reti non bastano, ma non è colpa sua.

ANDRENACCI 6 Si oppone a Paulinho RAVAGLIA 6 Prende tre gol, ma non


e in prima battuta a Piccolo, che poi lo si può attribuirgliene nessuno. Poco

Vince al 90’,
supera due volte. Di più non poteva. protetto.
SABELLI 6 Non brilla, ma non molla. BOULTAM 5 Non si vede, lascia il
CISTANA 6 Non perde mai la calma. campo dopo meno di un’ora.
GASTALDELLO 6,5. Uomo-guida, da CASTROVILLI 6 Porta sostanza,
qualche settimana è tornato al top. partecipa alla ricerca della rimonta.

re per una notte


MATEJU 6 Inesauribile, attacca e MOGOS 6,5 Metamorfosi tra un
difende. Prova anche il tiro. tempo e l’altro. Grande fisicità.
BISOLI 7 Una furia. Segna, ed è al CLAITON 6 Esperienza da vendere.
terzi centro stagionale. Sciupa il TERRANOVA 5,5 Fatica ad arginare.
raddoppio, ma contribuisce alla carica MIGLIORE 5,5 Dalla sua parte il
finale. Brescia attacca parecchio.

Rastelli traballa
VIVIANI 6 Nell’azione che porta al EMMERS 6 Si muove molto, ha solo
vantaggio di Spalek c’è anche il suo 19 anni. Può diventare un valore.
piede. Non demorde nei contrasti. ARINI 5,5 A corrente alternata.
Cala alla distanza (Martinelli s.v.). CROCE 6 Non demerita, ma non
SPALEK 7 Segna alla prima incide.
occasione, pressa chiunque respiri MONTALTO 6,5 Ha il fuoco dentro e
dalle sue parti. si procura il rigore del 2-2. Fosse
TORREGROSSA 7 Al rientro, è entrato prima, forse per il Brescia le
determinante nei primi due gol: assist
per Spalek, palla recuperata per
cose si sarebbero complicate.
STREFEZZA 6 Fra i più volitivi, non 1Avanti di 2 gol si fa rimontare dalla Cremonese
Il gol di Ndoj lancia Corini al 1° posto provvisorio
Bisoli. Un pericolo costante, anche a solo nei momenti migliori della sua
bombola esaurita. squadra.
MOROSINI 6 Cercasi gol PAULINHO 6 Resta negli spogliatoi
disperatamente. Ci prova su azione, ci dopo l’intervallo. Si era reso
prova su punizione. Nel secondo pericoloso, ma non aveva fatto centro.
tempo deve uscire per affaticamento. ALL. RASTELLI 5,5 Sbaglia la mai. Non molla mai. È così che La panchina traballa. La classi­
CORTESI 6,5 Cerca la porta, trova il formazione di partenza, azzecca i
tiro da cui nasce il 3-2 di Ndoj. cambi. Montalto è utile, Piccolo merita Gian Paolo Laffranchi prevale anche sulla Cremonese BRESCIA 3 fica preoccupa.
ALL. CORINI 7 Il suo Brescia gioca, una maglia. Troppo rinunciatario nel BRESCIA quando il pareggio sembra or­
segna ed è primo. primo tempo. mai scritto. Il 3­2 arriva all’ulti­ CREMONESE 2 LA PARTITA A Rastelli al fi­

D
urerà forse solo un gior­ mo minuto come il 2­1 sul Lec­ schio d’inizio mancano Bri­
PRIMO TEMPO 2-0
no, il primato del Bre­ ce (Gastaldello a fil di sirena) e ghenti, Perrulli e Radunovic,
GLI ARBITRI scia. Il Palermo, facendo l’1­1 di Ascoli (sigillo di Bisoli).
punti oggi con l’Ascoli, può Cinque punti maturati allo sca­
MARCATORI Spalek (B) al 22’, Bisoli
(B) al 42’ p.t.; Piccolo (C) all’8’ e su mentre Castagnetti resta in
panchina dopo aver accusato
MAGGIONI Perde il controllo della partita nella ripresa. Il 2-2, nato da rigore al 34’, Ndoj (B) al 45’ s.t.
5 una posizione sospetta di Montalto, è un episodio. I fischi sbagliati sono staccarlo di nuovo. Ma è una dere nelle ultime 3 giornate.
BRESCIA (4-3-1-2) Andrenacci 6;
un fastidio nel riscaldamento.
molti di più. BRESMES 5,5 - TARDINO 5,5 vittoria che pesa e profuma di Tre indizi che fanno una prova. Sabelli 6, Cistana 6, Gastaldello 6,5, Va peggio a Corini, che recupe­
A, quella nel der­ La Cremonese, Mateju 6; Bisoli 7, Viviani 6, Ndoj 7,5; ra Torregrossa ma perde Don­
by con la Cremo­ dal canto suo, Spalek 7; Torregrossa 7, Morosini 6 narumma per noie muscolari
LE PAROLE DEI TECNICI nese. I numeri LA PARTITA butta via un tem­ (dal 21’ s.t. Cortesi 6,5) PANCHINA alla coscia destra e deve pure
parlano chiaro: Spalek e Bisoli po, il primo, Bastianello, Carillo, Curcio, Semprini, rinunciare, oltre a Tonali, a Ro­
Corini: «Sì, guardo la classifica...» settimo successo
consecutivo in colpiscono subito, la
chiudendosi a
riccio contro av­
Martinelli, Milesi, Ferrari ALL. Corini 7 magnoli e Alfonso: in sostanza,
l’ossatura della squadra. An­
Rastelli: «Meritavamo un punto» casa, zona­pro­ doppietta di Piccolo versari rimaneg­
CREMONESE (5-3-2) Ravaglia 6;
Boultam 5 (dal 14’ s.t. Castrovilli 6), drenacci, alla quarta presenza
mozione dopo 7 illude i grigiorossi giati ma abituati Mogos 6,5, Dos Santos 6, Terranova stagionale, conferma di saper­
● BRESCIA (g.p.l.) Era già stato Abbiamo incassato il pareggio anni, dicianno­ a comandare. Un 5,5, Migliore 5,5; Emmers 6, Arini 5,5, ci fare opponendosi a un’inzuc­
espulso con Carpi e Salernitana, su un rigore che non c’era. A vesima partita Già senza Tonali suicidio tattico, Croce 6 (dal 29’ s.t. Montalto 6,5); cata pericolosa di Paulinho.
Strefezza 6, Paulinho 6 (dal 1’ s.t.
Eugenio Corini. Ma la terza quel punto la squadra è stata su 19 (Coppa Ita­ tant’è vero che il Poi il Brescia passa: cross di Vi­
lia compresa) e Alfonso, il Brescia
Piccolo 7,5) PANCHINA Volpe, Agazzi,
stagionale non può minare brava a ritrovare l’equilibrio per primo tempo per Kresic, Marconi, Castagnetti, Greco, viani, il 2000 che sostituisce
l’entusiasmo di chi ha preso un vincere». Massimo Rastelli era con almeno un perde Donnarumma il Brescia è una Del Fabro, Carretta, Renzetti Tonali in regia, Torregrossa
Brescia incompiuto e l’ha reso convinto di aver evitato il k.o.: gol segnato, mi­ per noie muscolari passeggiata. Ra­ ALLENATORE Rastelli 5,5 prolunga per Spalek che da
capolista. «Stavolta ho guardato «Nel primo tempo abbiamo glior attacco del stelli riaggiusta ARBITRO Maggioni di Lecco 5 due passi infila l’1­0. Morosini
la classifica anch’io — sorride — cercato di contenere. Però il torneo a quota 34. Ma a restare le cose nell’intervallo, soprat­ ASSISTENTI Bresmes 5,5-Tardino 5,5 manca il bis di sinistro, ci prova
So che il Palermo deve ancora Brescia ha fatto due tiri e due impressa è la forza di un grup­ tutto grazie all’inserimento di ESPULSI l’allenatore Corini (B) al 46’ su punizione di destro. Poco
giocare, ma questo è un bel gol. Nella ripresa abbiamo po che va a prendersi i 3 punti Piccolo che fa tutto quello che s.t. per c.n.r. male per i biancazzurri perché
momento da assaporare». cambiato modulo, siamo stati in emergenza, priva com’è di può, firmando la doppietta AMMONITI Mogos (C), Ndoj (B), Bisoli raddoppia poco dopo su
Brescia che fa festa in zona... più alti, abbiamo pareggiato con mezza squadra, dopo essere della speranza. Un’illusione Migliore (C) per gioco scorretto, bordata di Ndoj. Rastelli passa
Piccolo (C) per comp. non reg.
Brescia: ancora una volta il un rigore evidente e provato a stata rimontata da 2­0 a 2­2, che congela la contestazione NOTE paganti 5.312, incasso n.c.; abb.
alla difesa a 4, ma stupisce to­
risultato arriva in extremis. «Ma vincere. Il Brescia ci ha creduto ancora una volta in extremis. per qualche minuto dei tifosi 4.195, quota n.c. Tiri in porta 5 (un gliendo Paulinho, fra i meno
il rammarico — sostiene Corini fino alla fine. A noi gira tutto grigiorossi, scontenti del risul­ palo)-3. Tiri fuori 6-3. In fuorigioco 3- peggio, per inserire Piccolo.
— è non averla chiusa prima. storto. Un punto poteva starci». INFINITO Il Brescia non finisce tato e a lungo anche del modo. 3. Angoli 2-5. Recuperi: p.t. 0’; s.t. 3’ Deve rimontare, ci prova senza
GIOVEDÌ 27 DICEMBRE 2018 LA GAZZETTA DELLO SPORT 37

Metamorfosi Livorno
A Carpi timbro salvezza
1Otto punti nelle ultime quattro partite: la cura Breda funziona
E Castori si lamenta del poker subito: «Difesa come burro»
Davide Setti
CARPI (MODENA)

L
a cura Breda (8 punti
nelle ultime 4 gare) è
sempre più una medici-
na dagli effetti straordinari
per la guarigione del Livor-
no. I pari con Palermo e Ve-
rona erano stati gli antipasti
prima dell’abbuffata di Car-
pi, dove è arrivata quella vit-
toria esterna che mancava
da 8 mesi (3-2 ad Arzachena
il 21 aprile, Serie C) e che,
per una notte, permette ai
toscani di mettersi 3 squadre
alle spalle e arrivare a -2 da
un Carpi irriconoscibile, co-
pia sbiadita di quello capace
tre giorni prima in dieci di
sbancare Cremona. Lo scon-
tro salvezza se l’è preso con
merito la squadra che l’ha
interpretato col piglio giu-
sto, nonostante due assenze
pesanti come quelle di Dia-
manti e Valiani. Con un cen- Murilo, 23 anni, attaccante del Livorno LAPRESSE Fabrizio Castori, 64, tecnico del Carpi LAPRESSE
trocampista in più (Rocca) e
punte pure. La mossa è giusta. il passaggio al 3-5-2 la squa- faro della riscossa emiliana, bice fra le due squadre. L’attac-
CARPI 1
I NUMERI
Piccolo costringe subito alla dra di Breda ha costretto il colpendo anche il palo dopo cante, che non segnava dal 7 ot-
parata non facile Andrenacci. Carpi ad allargarsi, martel- uno slalom in area a Mazzoni tobre, ha sfruttato due assist da
Quindi indovina una traietto- landolo dalle corsie, dove LIVORNO 4 battuto poco prima del riposo. destra di uno scatenato Mai-

3
ria imprendibile, forte e preci- sono arrivati 3 dei 4 gol. con, pure lui messo dentro da
sa all’incrocio. Imparabile. PRIMO TEMPO 1-1 IL BLITZ Ma è a inizio ripresa Breda, infilandosi senza oppo-
MARCATORI Pedrelli (L) al 10’,
SEGNALI L’avvio di gara era Di Noia (C) al 24’ p.t.; Murilo (L) al 9’, che il Livorno ha legittimato il sizione nel cuore dell’area emi-
IL SALE NELLA CODA È un’altra già stato emblematico, con il Giannetti (L) al 38’ e 50’ s.t. successo, il quarto di fila nella liana. «Non so se questa è la
Cremonese. Mogos calcia alle ● Le vittorie di fila conquistate Livorno capace di calciare 5 storia a Carpi (l’ultimo nel gen- svolta, di sicuro ci può far guar-
stelle, sugli sviluppi di un an- dal Brescia nei minuti finali: in volte verso Colombi nei pri- CARPI (4-4-1-1) Colombi 6,5; Pachonik naio del 2015). E’ stato il brasi- dare in modo diverso la stagio-
5, Poli 5, Buongiorno 5 (dal 14’ s.t.
golo, la quarta palla-gol in casa contro il Lecce (3-2), ad mi 17’, colpendo due legni Vano 5,5), Pezzi 5,5; Jelenic 5, Pasciuti liano Murilo, a secco da marzo, ne» ha spiegato Breda. La sua
nemmeno 20’. Ed è Piccolo, an- Ascoli (1-1) e ieri in casa con la (cross di Gasbarro smanac- 5, Mbaye 5,5, Di Noia 6 (dal 5’ s.t. a scaraventare sotto la traversa medicina fin qui è dolce ed effi-
cora lui, a trasformare il rigore Cremonese (3-2). ciato dal portiere e inzucca- Piscitella 5,5, dal 35’ s.t. Mokulu s.v.); la palla dopo un assolo centrale cace.
del 2-2, concesso per un con- ta di Raicevic) e di trovare il Machach 6,5; Arrighini 6. PANCHINA di Agazzi. In quel momento Ca-

5
© RIPRODUZIONE RISERVATA

tatto fra Andrenacci e Montal- vantaggio grazie al primo Serraiocco, Piscitelli, Suagher, stori è passato al 3-4-1-2 con
to che però era scattato in so- centro stagionale di Pedrel- Frascatore, Concas, Ligi, Romairone, l’ingresso di Vano, ma il Livor-
Saric, Wilmots. ALL. Castori 5.
spetta posizione di fuorigioco. li, bravo a infilarsi fra Di No- no ormai si era preso la gara. IL MIGLIORE
Cremonese risorta, ma la gioia ia e Pezzi sul cross calibrato LIVORNO (3-5-2) Mazzoni 6; Di Solo il balzo di Colombi su Bo-
dura poco. La rabbia bresciana ● I punti ottenuti dal Brescia di Bruno. Il Carpi, che dopo Gennaro 6, Dainelli 6,5, Bogdan 6,5; gdan e il salvataggio di Pasciuti
produce tanto: un palo colpito grazie ai gol realizzati nel finale 2 vittorie di fila sognava di Pedrelli 7 (dal 22’ s.t. Maicon 7), Agazzi sulla linea dopo il colpo di testa
7, Bruno 6,5, Rocca 6 (dal 30’ s.t.
da Torregrossa (e Bisoli si delle ultime tre partite (sono poter spedire il Livorno a -8, Porcino 6), Gasbarro 6,5; Murilo 6,5
di Raicevic hanno tenuto in bi-
mangia il tris sulla ribattuta), andati a segno Donnarumma al fin lì non ci aveva capito nul- (dal 25’ s.t. Giannetti 7,5), Raicevic 7. lico la gara, ma il Carpi non ha
la rasoiata del definitivo 3-2 al- 92’, Bisoli al 94’ e Ndoj al 90’) la. Con l’emergenza sugli PANCHINA Romboli, Lima, Marie mai dato la sensazione di poter-
lo scadere di Ndoj, che scara- esterni (Concas k.o., Pisci- Sainte, Luci, Iapichino, Gonnelli, la davvero pareggiare. Nemme-

7
venta in rete la respinta di Ari- tella acciaccato) Castori ave- Gemmi, Canessa. ALL. Breda 7. no quando Castori ha virato sul
ni su girata di Cortesi. Il Riga- va adattato Di Noia a sinistra ARBITRO Piccinini di Forlì 6 4-2-4 con Mokulu dopo gli in-
monti esplode, Corini pure e ed era stato proprio l’ex ce- ASSISTENTI Schirru 6-Pagliardini 6 fortuni a catena di Di Noia e Pi-
Maggioni lo espelle. Terza vol-
ta in questo campionato. Ma ● Le vittorie in casa, in 7
senate a firmare il pari. Un
tocco comodo sulla linea che
AMMONITI Pasciuti (C) e Di Gennaro
(L) per gioco scorretto, Giannetti (L) e
scitella. «E’ facile dire cosa non
è andato, perché non è andato
7,5
per l’allenatore che ha rilancia- partite, ottenute dal Brescia con aveva «scippato» ad Arrighi- Gasbarro (L) per comp. non reg. nulla. Abbiamo sbagliato gara e ● GIANNETTI
to il Brescia questo derby vinto l’arrivo di Corini in panchina. Il ni l’1-1 dopo l’assist smar- NOTE pag. 742, incasso di 6.304 euro, dietro eravamo come burro» ATTACCANTE LIVORNO
abb. 903, quota di 6585. Tiri in porta
è molto più di una consolazio- bilancio è di 18 gol segnati e 7 cante di Machach. Il franco 3 (con un palo)-12 (con 2 traverse). l’analisi di Castori. Difficile A secco da due mesi e con 43’ in
ne. subiti. algerino, confermato dietro Tiri fuori 3-3. Angoli 3-4. In fuorigioco dargli torto dopo che Giannetti 9 gare, entra e con due assist di
© RIPRODUZIONE RISERVATA all’unica punta, era stato il 0-3. Rec.: p.t. 1’, s.t. 5’ nei 12’ finali ha allargato la for- Maicon stende il Livorno
38 Serie B R 18a giornata

Pescara-Venezia,
Pillon sfida Zenga
Ruggiti diversi
ma identica fame
1Bepi, calmo e riflessivo, guida un gruppo frizzante
Walter, rock ed estroverso, ha sferzato i saggi veneti

1
samente rock: lo 0-0 è come
Matteo Brega una buca da evitare. Non si è
mai visto quest’anno con il Bepi

S
i dice sempre che gli op- in panchina e solo due volte la Bepi Pillon, 62 anni, da aprile 2018 al Pescara IPP Walter Zenga, 58, al Venezia da ottobre LAPRESSE
posti si attraggono. L’es- ● Le vittorie del Pescara difesa ha tirato le tende (contro
sere complementari aiu- in campionato nelle ultime Foggia e Carpi). Ci si diverte in- presidente Daniele Sebastiani sempre stato un sunto tra l’es- fare questo se in testa non si ha
ta, diciamo che fortifica l’un 5 uscite. Gli abruzzesi somma con questo Pescara, ul- che ha costruito una squadra sere istintivo ed estroverso. un pensiero chiaro. «A volte è
l’altro. Pescara e Venezia, av- hanno battuto solo il Carpi, timamente si divertono però forte, brillante, ricca di alterna- «Un quartiere incantato, vivibi- difficile gestire l’euforia e sono
versari oggi (è la gara d’apertu- poi 3 sconfitte e un pareggio anche le avversarie. Gli abruz- tive che vanno educate. «Il cen- le dal mio punto di vista» — di- stato buon profeta, abbiamo
ra del 18° turno di B), sono gui- zesi hanno vinto solo una volta trocampo è in difficoltà, serve ceva della sua zona. La quale mancato l’appuntamento con il

1
dati da allenatori che comple- nelle ultime cinque uscite e in un piano B. Il nostro allenatore adesso ha meno cemento e più salto di qualità sempre, penso a
tano l’anima delle rispettive trasferta sono in fase «genero- deve essere acqua intorno. Il Foggia e in casa col Cosenza»
squadre. Da un lato il freddo sità» da un paio di mesi (un pa- pronto a cambia- suo Venezia è un — ha sussurrato ieri in confe-
Bepi Pillon, serafico. Dall’altro reggio, tre sconfitte, 9 gol subi- re. C’è bisogno di LA VIGILIA buon orologio. renza. L’animo ribelle, quello
il caliente Walter Zenga, pas- ● I successi del Venezia ti e solo tre fatti in quattro par- equilibrio tra le L’allenatore Sa battere il tem- che vorrebbe vedere il suo
sionale. in trasferta nelle ultime 10 gare tite). Tutto troppo rock per uno due fasi. Nelle po al momento gruppo già in scia a chi si gioca
lontano dal Penzo contando come il Bepi: «Forse ci siamo il- ultime 7-8 parti- degli abruzzesi: giusto. La scon- la Serie A è lì che galleggia. Lui
RIFLESSIVO Le loro creature anche la stagione scorsa: 6 k.o., lusi di essere diventati bravi, te è mancato «Dobbiamo tornare fitta interna con- ha portato una certa mentalità
sono agli antipodi. E forse è tre pareggi e una sola vittoria invece dobbiamo tornare umi- questo». Mondo umili e tosti». tro il Cosenza alla squadra, la squadra gli ha
proprio questo l’ingrediente li, tosti, cattivi, attenti e deter- capovolto. Un Il collega: «Ci manca non cambia la trasmesso certe risposte di re-
principale che ne fa un elabora- minati» — ha detto ieri il tecni- moderato come il salto di qualità» sostanza della golarità. Ma è il salto di qualità
to di successo. Prendiamo il Pe- co. Abbassare magari un po’ il il Bepi che deve squadra veneta. ciò che cerca come un rabdo-
scara. Il Bepi arriva da Pregan- volume di questa banda e tor- rimettere in sim- Con lui in pan- mante. Bepi e Walter a confron-
ziol, terra di prati, boschi, di nare a essere concreti come a metria la sua creatura... china, 10 volte, solo due scon- to, capigruppo agli antipodi di
terreni agricoli. Il lento scorre- inizio stagione. Perché da uno fitte. Una regolarità che cozza squadre opposte. Chissà che
re del tempo che ciclicamente che arriva dalla terra, fa brutto ISTINTO A Venezia è quasi l’op- con l’istrionismo del Walter. Il oggi il Bepi diventi un po’ più
fornisce i frutti della terra va gettare tutto ciò che la Natura ti posto. Il ragazzo di viale Un- suo Venezia ha pareggiato con rock e il Walter un po’ più ri-
quasi a scontrarsi con l’anima ha donato. In questo caso la Na- gheria — zona Est di Milano, il Verona, con il Palermo e ha flessivo...
di questo Pescara. Rock, deci- tura prende le sembianze del tra Rogoredo e Forlanini — è battuto il Brescia. Non si può © RIPRODUZIONE RISERVATA

STORICA RIVALITÀ IL DIFENSORE, IN SCADENZA, VA IN AMERICA OGGI, ore 21 1 X 2


C’è la Salernitana
PALERMO

IlPalermosalutaStruna
1.62 3.50 6.25
Stadio Barbera
19. ALEESAMI ARBITRO Piscopo di Imperia
Febbre Cosenza: ASSISTENTI Borzomì-Macaddino

«Nontratteniamonessuno»
1. BRIGNOLI 5 .RAJKOVIC IV Dionisi PREZZI 9-150 euro
10mila allo stadio 18. CHOCHEV
TV Dazn

2. BELLUSCI 20. FALLETTI


● COSENZA (v.l.) Il successo in ● PALERMO Il Palermo perde condizione. Foschi ha proposto 8. JAJALO
casa del Venezia ha portato un un pezzo, ma non è un rinnovo automatico per altri 3. RISPOLI
21. BERETTA
pieno di entusiasmo a Cosenza. intenzionato a perdere il due anni in caso di promozione 32. HAAS 9. MOREO
Le festività e soprattutto la sfida primato solitario. Aljaz con compensi di oltre 600 mila 10. TRAJKOVSKI 19. ADDAE
con la Salernitana, una delle più Struna ha salutato tutti alla euro. Dei tre quello che sta 37. LAVERONE
10. ROSSETI 11. NINKOVIC
sentite considerata la rivalità, vigilia di Natale. Lo sloveno riflettendo a gennaio è
porterà il pubblico delle grandi era in scadenza e non ha Aleesami. L’intenzione è di non 5. TROIANO 23. BROSCO
occasioni. Stasera saranno voluto aspettare i tempi e le smontare l’organico, in attesa di
almeno 10.000 a spingere la modalità della società per il un passaggio di proprietà che
squadra di Braglia. Ieri la rinnovo. Ha accettato dovrebbe trovare il suo epilogo 17. CAVION
14 .PADELLA 22. PERUCCHINI
prevendita si è chiusa a circa l’offerta dello Houston il 30 dicembre per il closing con
7.000 tagliandi, ai quali vanno Dynamo, club statunitense di gli inglesi. Roberto Stellone per
aggiunti i più di 1.000 sostenitori Mls. Al Palermo è andato il match con l’Ascoli, dopo due
attesi da Salerno e i 1.533 poco più di mezzo milione di pareggi, è chiaro: «Dobbiamo PALERMO 6. D’ELIA
ASCOLI
abbonati. In Serie B la sfida conguaglio. Dei quattro in tornare a vincere, abbiamo 4-3-2-1 4-3-1-2
mancava da 15 anni. Nel libro scadenza, Struna era quello raccolto meno di quanto PANCHINA 22 Pomini, 12 Avogadri, 14 Salvi, PANCHINA 12 Bacci, 40 Scevola, 2 Valentini,
dei ricordi lo storico spareggio che ha puntato i piedi per espresso — dice l’allenatore — 24 Szyminski, 31 Pirrello, 13 Ingegneri, 4 Accardi, 30 Frattesi, 20 Kupisz, 4 De Santis, 16 Casarini,
35 Murawski, 21 Fiordilino, 11 Embalo, 29 Puscas, 15 Quaranta, 39 Ngombo, 8 Carpani, 9 Ganz,
salvezza del 1990-91 deciso dal andare via, gli altri, Rispoli, Struna? Non tratteniamo 34 Cannavò ALLENATORE Stellone 18 Parlati ALL. Vivarini SQUAL. nessuno DIFF.
gol di Marulla al quale oggi è Jajalo e Aleesami, sembrano nessuno con la forza». SQUALIFICATI nessuno DIFF. Bellusci, Murawski Ardemagni, Laverone INDISP. Ardemagni,
intitolato lo stadio cosentino. vivere diversamente la Fabrizio Vitale INDISP. Nestorovski, Mazzotta, Alastra, Lo Faso Baldini, Coly, Ingrosso, Lanni, Valeau, Zebli
GIOVEDÌ 27 DICEMBRE 2018 LA GAZZETTA DELLO SPORT 39

OGGI, ore 19 1 X 2 OGGI, ore 21 1 X 2


PESCARA 3.25 4.55 COSENZA
1.87 2.40 2.85 3.40
Stadio Adriatico Stadio San Vito
3. DEL GROSSO ARBITRO Pezzuto di Lecce 18. LEGITTIMO ARBITRO Marinelli di Tivoli
ASSISTENTI Pagnotta-Cangiano ASSISTENTI Lanotte-Soricaro
1. FIORILLO 6. SCOGNAMIGLIO 33. PERINA
IV Marchetti PREZZI 12-80 euro 11. D’ORAZIO IV Pashuku PREZZI 13-40 euro
TV Dazn 3 .DERMAKU TV Rai Sport-Dazn
8. MEMUSHAJ
7. MUNGO
26. ANTONUCCI
5. GRAVILLON
16. BRUGMAN 6. PALMIERO
14. BALZANO 5. IDDA 19. MANIERO
7. MANCUSO 28. CITRO 21. BRUCCINI 24. BOCALON
20. PALAZZI 2. PUCINO
2. CORSI
19. MARRAS 8. SUCIU 25. TUTINO
3. BRUSCAGIN
32. VRIONI 30. JALLOW 18. AKPA AKPRO
10. ROSINA
21. SCHIAVI
7. BENTIVOGLIO 13. MODOLO
20. DI MARIANO
14. DI TACCHIO 25. MIGLIORINI
14. PINATO
6. DOMIZZI 12. VICARIO 12. MICAI

3. VITALE
13. GIGLIOTTI

PESCARA 26. GAROFALO


VENEZIA COSENZA SALERNITANA
4-3-3 4-3-3 3-5-2 3-4-1-2
PANCHINA 12 Kastrati, 23 Perrotta, PANCHINA 1 Facchin, 34 Bonato, 4 Andelkovic, PANCHINA 22 Saracco, 1 Cerofolini, 29 Pascali, PANCHINA 1 Vannucchi, 15 Casasola, 29 Perticone,
13 Fornasier, 15 Elizalde, 31 Ciofani, 25 Crecco, 5 Coppolaro, 25 Cernuto, 27 Zampano, 14 Tiritiello, 17 Varone, 15 Schetino, 28 Anastasio, 5 Mantovani, 23 Castiglia, 7 D. Anderson, 32 Mazzarani,
29 Melegoni, 10 Machin, 9 Monachello, 11 St Clair, 15 Zennaro, 18 Segre, 21 Schiavone, 24 Garritano, 32 Baez, 16 Baclet, 10 Di Piazza, 9 Perez 20 Palumbo, 28 A. Anderson, 27 Orlando, 9 Vuletich,
29 Del Sole, 19 Cocco ALLENATORE Pillon 17 Marsura, 29 Litteri ALLENATORE Zenga ALLENATORE Braglia 11 Djuric ALLENATORE Gregucci SQUAL. nessuno
SQUAL. nessuno DIFF. Del Grosso, Memushaj SQUAL. nessuno DIFFIDATI Di Mariano SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI Palmiero DIFFIDATI Migliorini, Akpa Akpro, Castiglia, Di Tacchio
INDISP. Capone, Campagnaro, Kanoutè INDISPONIBILI Lezzerini INDISPONIBILI Capela, Trovato INDISPONIBILI Bernardini, Odjer, Di Gennaro

OGGI, ore 21 1 X 2 OGGI, ore 21 1 X 2


CROTONE 2.95 3.60 PADOVA 3.05 2.30
2.25 3.35
Stadio Scida Stadio Euganeo
31. SAMPIRISI ARBITRO Marini di Roma 6. CECCARONI ARBITRO Illuzzi di Molfetta
ASSISTENTI Cipressa-Opromolla ASSISTENTI L. Rossi-Di Gioia
1. CORDAZ 26. MARTELLA 22. MERELLI 3. CONTESSA
IV Vigile PREZZI 10-50 euro IV Ros PREZZI 10-40 euro
23. VAISANEN TV Dazn 13. CAPELLI TV Dazn
20. MOLINA 7. PULZETTI

18. BARBERIS 11. PINZI


5. GOLEMIC 17. BUDIMIR 23. CAPPELLETTI 27. BONAZZOLI
7. PIERINI 15. BROH 9. CODA 3. LETIZIA
21. ZANELLATO

11. FARAONI 16. BARTOLOMEI 33. SALVIATO 28. CAPELLO


25. SIMY 24. VIGNALI
11. GYASI 19. INSIGNE 8. TELLO

4. DEL PINTO 14. VOLTA


8. RICCI 19. TERZI
26. BIDAOUI
25. BANDINELLI
6. MORA 6. BILLONG
13. CAPRADOSSI 1. LAMANNA 12. MONTIPÒ
17. BUONAIUTO
7. DI CHIARA

CROTONE 3. AUGELLO SPEZIA PADOVA BENEVENTO


3-5-2 4-3-3 3-5-2 3-5-2
PANCHINA 22 Festa, 12 Figliuzzi, 3 Cuomo, PANCHINA 22 Manfredini, 33 Barone, PANCHINA 1 Perisan, 12 Favaro, 29 Vogliacco, PANCHINA 1 Puggioni, 22 Gori, 2 Sparandeo,
27 Valietti, 6 Rohdén, 33 Romero, 10 Benali, 4 Crivello, 5 Giani, 23 De Col, 32 Bachini, 14 Zambataro, 18 Mazzocco, 4 Serena, 5 Antei, 11 Maggio, 15 Costa, 18 Gyamfi,
7 Firenze, 8 Stoian, 9 Nalini, 14 Tripicchio, 15 Crimi, 18 De Francesco, 20 Bastoni, 25 Belingheri, 38 Clemenza, 21 Marcandella, 10 Viola, 28 Volpicelli, 27 Ricci, 16 Improta,
32 Spinelli ALLENATORE Oddo SQUALIFICATI 29 Acampora, 10 Mastinu, 17 Gudjohnsen ALL. 8 Minesso, 26 Cisco, 34 Chinellato 29 Asencio ALLENATORE Bucchi
nessuno DIFFIDATI Benali, Golemic Marino SQUAL. nessuno DIFF. Crimi, Ricci ALL. Foscarini SQUAL. Trevisan DIFF. nessuno SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI Billong
INDISPONIBILI Marchizza, Curado, Crociata INDISP. Erlic, Galabinov, Maggiore, Okereke INDISP. Madonna, Mandorlini, Ravanelli INDISPONIBILI Bukata

OGGI, ore 21 1 X 2 OGGI, ore 21 1 X 2


PERUGIA 3.20 4.00 VERONA 2.95 3.75
2.00 2.20
Stadio Curi STADIO Bentegodi
3. FELICIOLI ARBITRO Abbattista di Molfetta 15. BALKOVEC ARBITRO Sacchi di Macerata
ASSISTENTI Formato-Grossi ASSISTENTI C. Rossi-Scatragli
22. GABRIEL 1. SILVESTRI 27. DAWIDOWICZ
21. CREMONESI IV Massimi PREZZI 14-60 euro IV Volpi PREZZI 12-100 euro
TV Dazn TV Dazn
24. DRAGOMIR 20. ZACCAGNI
32. GYOMBER 2. CARACCIOLO 16. LEE
8. BIANCO 14. COLOMBATTO
7. MAZZOCCHI 27. HAN
5. VERRE 29. ALMICI 10. MALCORE
19. MAZZEO 13. ZAMBELLI 10. DI CARMINE
14. KINGSLEY 4. HENDERSON
10. VIDO 7. MATOS 21. PROIA 24. GHIRINGHELLI
9. IEMMELLO 4. AGNELLI 17. PANICO
7. SCHENETTI

8. CARRARO 5. TONUCCI 18. DRUDI


4. IORI

30. BUSELLATO
6. LOIACONO 23. BRANCA
1. BIZZARRI 5. ADORNI 1. PALEARI
11. KRAGL
3. RANIERI

PERUGIA FOGGIA VERONA 3. BENEDETTI


CITTADELLA
4-3-1-2 3-5-2 4-3-3 4-3-1-2
PANCHINA 1 Leali, 12 Perilli, 13 Sgarbi, PANCHINA 22 Noppert, 12 Sarri, 27 Boldor, PANCHINA 26 Berardi, 32 Chiesa, 3 Eguelfi, PANCHINA 22 L. Maniero I, 27 Dalla
28 Kouan, 25 Falasco, 4 El Yamiq, 23 Moscati, 23 Rubin, 29 Ramè, 28 Arena, 18 Galano, 24 Kumbulla, 30 Bianchetti, 8 Gustafson, Bernardina, 9 Strizzolo, 20 Pasa, 28 Bussaglia,
16 Ranocchia, 18 Bordin, 20 Bianchimano, 17 Cicerelli, 20 Chiaretti, 32 Gori 21 Laribi, 25 Danzi, 11 Pazzini, 28 Tupta 30 Finotto, 25 L. Maniero II, 13 Camigliano,
9 Mustacchio, 11 Melchiorri ALL. Nesta ALLENATORE Padalino SQUALIFICATI Gerbo ALL. Grosso SQUALIFICATI nessuno 29 Cancellotti ALL. Venturato SQUAL.
SQUALIFICATI nessuno DIFFIDATI nessuno DIFFIDATI Ranieri INDISPONIBILI DIFFIDATI nessuno INDISP. Tozzo, Crescenzi, Settembrini, Siega DIFF. Benedetti, Branca,
INDISPONILE Ngawa Camporese, Deli, Martinelli, Rizzo Marrone, Empereur, Calvano, Ragusa, Cisse Iori, Schenetti INDISP. Rizzo, Frare, Scappini