Sei sulla pagina 1di 21

Gentile pubblico,

benvenuti!

È
il mio primo saluto in qualità di Direttore ed è con gioia
e orgoglio che vi presento la nuova stagione delle Serate
Musicali. Permettetemi una citazione:

L’uomo che non ha alcuna musica dentro di sé, che non si sente
commuovere dall’armonia dei dolci suoni è nato per il tradimento,
per gli inganni, per le rapine.
I motivi del suo animo sono foschi come la notte e i suoi appetiti
neri come l’erebo.
Non vi fidate di siffatto uomo. Ascoltate la musica.
W. Shakespeare
Più volte mi è capitato in tanti concerti di esprimere l’idea che la
Musica sia, e debba essere, considerata veramente come patrimonio
di tutti, che debba essere avvicinata e percepita come un’esperienza
che può solo arricchire: non solo la nostra Cultura ma ancor più la
nostra sensibilità umana, la nostra capacità di attenzione non solo
per il ‘bello’, ma anche per le relazioni umane.
In questi anni la Vostra presenza assidua e sempre più significativa
a tutte le manifestazioni del Conservatorio, a partire dalle Serate
Musicali, ci fa sentire con orgoglio di essere parte importante e
attiva nella vita culturale di Torino e ancor più di dare l’opportunità
ai nostri migliori allievi di costruirsi quell’esperienza irrinunciabile
della formazione professionale di ogni artista che è il rapporto con
il pubblico.
Tutto questo - e il livello di eccellenza che il Conservatorio ha
raggiunto in questi anni lo conferma - non sarebbe possibile senza
l’apporto dell’elevata professionalità del corpo docente, il lavoro
insostituibile del personale amministrativo e ausiliario nonché la
passione autentica e profonda dei nostri studenti.
Il 2016 sarà un anno importante: il Conservatorio compirà
ottant’anni dal riconoscimento statale e tante saranno le
manifestazioni che ci vedranno impegnati. Ne cito solo due:
una bellissima ‘maratona musicale’ il 13 febbraio e il Concorso
Internazionale di Violoncello intitolato a Benedetto Mazzacurati
che si svolgerà dal 3 all’8 ottobre 2016, unico in Italia.
Un particolare ringraziamento rivolgo - per il prezioso e costante
sostegno - alla Compagnia di San Paolo che ci consente di mantenere
una posizione di primissimo piano fra gli enti di Alta Formazione.
Il più affettuoso ‘Grazie’ lo indirizzo a Voi, che con la presenza e
l’affettuosa partecipazione alle iniziative ci spronate nelle nostre
progettualità.
Buon ascolto in questa bella sala che auspico consideriate sempre
casa vostra.
Il Direttore
Marco Zuccarini

1
C
are Amiche e Cari Amici del Conservatorio, La serata del 22 gennaio rappresenterà un omaggio al compositore
con l’inizio del nuovo anno accademico vi presentiamo, piemontese Giorgio Federico Ghedini, figura di primo piano del
come di consueto, la programmazione delle nostre Serate panorama musicale italiano del Novecento, del quale la nostra
Musicali. Esse sono parte integrante dell’offerta musicale del Biblioteca possiede un elevato numero di manoscritti.
Sistema Musica della nostra città. Torino è ormai riconosciuta Tra le belle consuetudini della prima parte delle Serate Musicali
come una città di cultura. E della cultura, specialmente nel nostro non mancherà il concerto conclusivo della maratona Mozart
Paese, è parte integrante la musica, che a Torino ha radici lontane Nacht und Tag giunta all’8ª edizione; quest’anno ascolterete un
ed una consolidata tradizione di eccellenza. rondò per flauto e orchestra di non frequente esecuzione, tre arie
L’offerta musicale del Conservatorio ha in più una caratteristica per soprano e uno dei capolavori sinfonici di Wolfgang Amadeus
propria: quella di affidarsi al talento dei nostri migliori allievi la Mozart: la Sinfonia KV 425 Linz.
cui bravura è anche il risultato della competenza e dell’impegno Il 5 febbraio sarà la volta di un percorso attraverso forme musicali
dei loro docenti. La passione ed il sostegno con cui ci seguite anche inusuali: una Suite dal titolo I tre Moschettieri di Pierre Max
testimoniano la consapevolezza di voler guardare al futuro della Dubois, il Preludio op.45 e la Ballata op.38 di Fryderyk Chopin e
formazione musicale nella nostra città per consolidare la tradizione un capolavoro cameristico del Novecento quale la Sonata op.119
della quale siamo giustamente orgogliosi. per violoncello e pianoforte di Sergej Prokof ’ev; il 19 febbraio una
Voglio pertanto esprimere un ringraziamento agli Enti che ci serata tra fiati, chitarre, un contrabbasso solista e un raro brano di
sostengono, in primo luogo la Compagnia di San Paolo, sia con Leoš Janáček il cui insolito organico prevede otto cantanti e un
risorse finanziarie sia collaborando con noi nella realizzazione delle ampio gruppo strumentale.
nostre attività. Chiuderà la prima parte della rassegna il concerto del 26 febbraio
Buon ascolto a tutte ed a tutti voi! Che la bella musica vi dedicato ai codici musicali e letterari nascosti nella Fantasia
accompagni nelle nostre Serate per offrirvi occasioni di serenità op.17 e nel ciclo di Lieder Frauenliebe und-leben op.48 di Robert
e di gioia. Schumann e in quello beethoveniano An die ferne Geliebte op.98:
amori eterni e lontani narrati in un intreccio di omaggi e dediche
Il Presidente che rivelano l’universalità e la profondità del linguaggio musicale.
Valentino Castellani
Tre appuntamenti meritano una presentazione a parte perché di
natura eccezionale rispetto ai consueti concerti; il primo è quello

L
’inaugurazione di questo Anno Accademico, affidata come dell’11 dicembre, che sarà permeato da un anticipo di spirito
sempre alla nostra Orchestra degli studenti e ad uno dei nostri natalizio e vedrà protagonisti la nostra Orchestra di fiati, la Fanfare
giovanissimi allievi nella veste di solista, sarà incentrata su du 27ème Batallion de Chasseurs Alpins e la Fanfara della Brigata
due grandi opere molto diverse tra loro, ma entrambe significative Alpina Taurinense, insieme in concerto in occasione della missione
del percorso creativo dei rispettivi compositori: il Concerto op.11 UNIFIL in Libano.
di Fryderyck Chopin e la Sinfonia op.98 di Johannes Brahms. Il secondo è rappresentato dalla Serata del 28 gennaio che sarà,
Come ormai tradizione, la prima parte delle Serate Musicali sarà invece, realizzata in occasione delle celebrazioni per la Giornata
dedicata principalmente ai migliori diplomati dello scorso anno; della Memoria 2016 e sarà caratterizzata da un concerto-spettacolo
inizieremo il 27 novembre con un viaggio musicale tra paesi e stili che vuole rendere omaggio all’eccezionale produzione musicale
molto differenti, tra i pezzi proposti la Ciaccona per violino solo che si registrò nella città-ghetto di Terezin, nella quale vennero
di Johann Sebastian Bach e la Sonata Appassionata di Beethoven, internati, prima di essere deportati ed uccisi ad Auschwitz, un
per proseguire il 4 dicembre con arditi accostamenti tra strumenti altissimo numero di artisti e intellettuali ebrei.
a fiato di epoche diverse e la rara esecuzione dell’integrale delle E infine… Buon compleanno Conservatorio: 80 anni… Suonati!
famose Variazioni su un tema di Paganini op.35 di Johannes Il 13 febbraio festeggeremo insieme con voi gli 80 anni del
Brahms. nostro Conservatorio, con una maratona musicale che vedrà la
Il 22 dicembre potrete ascoltare un programma che spazierà dal partecipazione di docenti e allievi coinvolti in una bellissima festa
Romanticismo appassionato della Sonata in la di César Franck, ai della musica che, siamo sicuri, saprà coinvolgervi e incantarvi.
contrasti timbrici tra le armoniose sonorità dell’arpa e l’unicità del Come sempre grazie per la vostra partecipazione e, soprattutto,
colore del sassofono di alcune composizioni del Novecento. per il sostegno e per l’affetto che continuate a dimostrarci.
Dopo la pausa natalizia, l’8 gennaio, gli strumenti a corda saranno
protagonisti assoluti con una serie di proposte tra le quali spicca la Buone Serate Musicali!
Sonata op.100 di Johannes Brahms; il 15 gennaio sarà la volta del
Focus sul pianoforte, con le Variazioni in Fa minore di Haydn e tre Claudio Voghera
sonate di Beethoven tra le quali la sublime Sonata op.110. Coordinatore delle Serate Musicali

2 3
Salone del Conservatorio - Piazza Bodoni - Torino

domenica Inaugurazione dell’A.A. 2015/2016


22 novembre Concerto di S. Cecilia pag. 6 domenica
Concerto conclusivo della maratona
ore 21 Tonalità comuni 24 gennaio pag. 25
Mozart Nacht und Tag 8
ore 21
martedì Replica
24 novembre Tonalità comuni pag. 9
ore 21 giovedì In occasione delle celebrazioni per la
I migliori diplomati 2014/15 28 gennaio Giornata della Memoria 2016 pag. 27
venerdì Viaggio in Europa: ore 21 Musica da Terezin 1941-1945
27 novembre Italia, Francia e Germania pag. 10
ore 21 Enrico Diale, Vincenzo Atanasio,
Mirko Bertolino venerdì I migliori diplomati 2014/15
Suite, Sonata e Sonatina
venerdì 5 febbraio pag. 29
I migliori diplomati 2014/15 Alessio Carnino, Gianluca Guida,
4 dicembre Danze, cavalieri e virtuosismi pag. 12
ore 18 Martino Maina
ore 21 Luisa Besenval, Elettra Pomponio
Maratona per gli 80 anni
venerdì sabato del Conservatorio
Un ponte di note,
11 dicembre pag. 14 13 febbraio “80 anni… Suonati!” pag. 31
una notte di Auguri
ore 21 ore 11.30-23 Studenti e docenti...
I migliori diplomati 2014/15 tutti insieme appassionatamente!
martedì Forme diverse: I migliori diplomati 2014/15
22 dicembre dalla Sonata al Divertissement pag. 16 venerdì
Di tutto un po’:
ore 21 Valerio Lisci, Riccardo Berutti, 19 febbraio pag. 32
dal XVI al XX secolo
Ruggero Mastrolorenzi ore 21
Marco Gervino, Alessandra Avico
venerdì I migliori diplomati 2014/15
Corde attraverso i secoli
8 gennaio pag. 18 I migliori diplomati 2014/15
Laura La Vecchia, Gregorio Fracchia, venerdì
ore 21 Paolo Chiesa Il Codice Beethoven:
26 febbraio pag. 34
cuori consacrati
venerdì ore 21
Focus sul pianoforte: Arianna Stornello
15 gennaio pag. 20
la scuola di Vienna
ore 21 I migliori diplomati 2014/15
venerdì Anticipazioni... continua
venerdì (Primo concerto della II parte
Ghedini: dallo spirito torinese 4 marzo pag. 35
22 gennaio pag. 22 ore 21 delle Serate Musicali)
alle suggestioni europee Ai Isawa, Michela D’Amico,
ore 21
Bartolomeo Audisio, Irina Zholudova

4 5
Domenica
22 novembre PROGRAMMA DI SALA
ore 21 SERATA INAUGURALE

Inaugurazione Il Concerto n.1 in mi minore op.11 di Fryderyk


Chopin, come la maggior parte delle altre composizioni
dell’A.A. 2015/2016 per pianoforte e orchestra, appartiene agli anni giovanili
Concerto di S. Cecilia della produzione del pianista-compositore polacco. Tale
concerto divenne poi conosciuto come ‘Primo’, sebbe-
Tonalità comuni ne, tra il 1829 e il 1830, Chopin avesse già dato alla
luce l’altro dei due concerti, quello in fa minore. L’or-
Fryderyk Chopin (1810-1849) dine di composizione fu però invertito; infatti, mentre
Concerto n.1 op.11 in mi minore l’op.11 venne pubblicata nel ‘33, il Concerto in fa mino-
Allegro maestoso re fu dato alle stampe solo nel 1836. Ad ogni modo, in
Larghetto entrambi i lavori si possono scorgere delizie e ingenuità:
Rondo: Vivace tuttora considerati approssimativi nell’utilizzo dell’or-
chestra, dal punto di vista prettamente pianistico essi
rivelano una personalità notevole. Non manca certo
Johannes Brahms (1833-1897) l’aspetto virtuosistico tipico del pianismo chopiniano,
Sinfonia n.4 op.98 in mi minore e l’utilizzo di melodie tanto semplici quanto profonde
Allegro non troppo è senza dubbio esempio della propensione di Chopin
verso un lirismo che era perfettamente in linea coi gusti
Andante
dell’epoca. Fra i due, il Concerto in mi minore fu quello
Allegro giocoso
che ebbe maggior fortuna, probabilmente per la sua na-
Allegro energico e passionato
tura più spettacolare. Lo stesso Liszt, grande estimatore
Francesco Maccarrone, e sostenitore di Fryderyk e della sua musica, lo eseguì
pianoforte diverse volte. Costituito dai tre movimenti “Allegro ma-
Orchestra degli Studenti estoso”, “Romanza (Larghetto)” e “Rondò (Vivace)”,
del Conservatorio esso vede un punto culminante soprattutto nel secondo
“G. Verdi” di Torino movimento, dal carattere lirico e sentimentale, forse le-
Giuseppe Ratti, direttore gato all’infatuazione del giovanissimo pianista per una
Scuola di esercitazioni orchestrali: Giuseppe Ratti
cantante polacca, Konstancja Gladkowska, benchè il
Scuola di pianoforte: Claudio Voghera concerto sia stato poi dedicato a Friedrich Kalkbrenner.
Dopo averlo presentato ai propri concittadini come
Prima del concerto verrà presentato sorta di regalo d’addio prima di lasciare Varsavia (nessu-
il progetto della Città di Torino no, compreso Chopin stesso, avrebbe mai immaginato
che non vi avrebbe fatto più ritorno), il ventenne suonò
per la prima volta il suo Concerto op.11, la sera dell’11
per il tuo Conservatorio ottobre 1830, sotto la direzione di Carlo Evasio Soliva.

6 7
Martedì
24 novembre
ore 21

Iniziata nel 1884 e conclusa all’incirca un


anno più tardi, la Quarta sinfonia in mi minore op.98,
ultima del breve ma intenso percorso della produzio-
ne sinfonica di Johannes Brahms, non si proponeva
certo di essere “innovativa”. Oltre a presentare quattro
movimenti (opposti ai molteplici adottati da diversi
sinfonisti da Beethoven in poi), essa mirava a “strin-
gere assieme cultura e spontaneità, passato e presen-
te, caratteristico e universale” (G. Pestelli). Diretta per Replica
la prima volta a Meiningen il 25 ottobre del 1885 da
Brahms stesso, la sinfonia riscosse immediato successo,
Tonalità comuni
che andò crescendo di esecuzione in esecuzione, mal-
grado le perplessità del compositore. Persino il critico Fryderyk Chopin (1810-1849)
Eduard Hanslick che, dopo il primo ascolto del mo- Concerto n.1 op.11 in mi minore
vimento iniziale trascritto per duo pianistico, affermò Allegro maestoso
di aver avuto “l’impressione di essere picchiato da due Larghetto
persone estremamente intelligenti”, dovette ricredersi. Rondo: Vivace
Nell’op.98 risaltano il costruttivismo brahmsiano e la
sua sensibilità tardottocentesca, espressa nel fitto in-
treccio di idee che si intersecano in un susseguirsi di Johannes Brahms (1833-1897)
momenti musicali ricchi di inventiva. La monumenta- Sinfonia n.4 op.98 in mi minore
le sinfonia si conclude con un’imponente passacaglia, Allegro non troppo
in cui il sofisticato contrappunto del sei-settecento si Andante
fonde con la struttura sinfonica del pieno Classicismo. Allegro giocoso
Tuttavia Brahms, pur dandoci l’impressione di rivolge- Allegro energico e passionato
re uno sguardo a compositori del passato quali Bach e
Beethoven (per quanto concerne la forma e lo sviluppo Francesco Maccarrone, pianoforte
di un’idea tematica), ci dimostra chiaramente di attin- Orchestra degli Studenti del Conservatorio
gere a tutto campo al materiale proprio del Romantici- “G. Verdi” di Torino
smo tedesco, attraverso le sfumature, i giochi timbrici Giuseppe Ratti, direttore
e i ricercati percorsi armonico-tonali.

Alessandro Ravera Scuola di esercitazioni orchestrali: Giuseppe Ratti
(studente di storia della musica, Prof. Giachin) Scuola di pianoforte: Claudio Voghera

8 9
Venerdì Sabato
27 novembre 22 novembre 2014
ore 21 ore 21.00
Ludwig van Beethoven (1770-1827)
Sonata op.57 in fa minore
Allegro assai
Andante con moto
I migliori diplomati 2014/15 Allegro ma non troppo - Presto

Viaggio in Europa: Mirko Bertolino, pianoforte


Italia, Francia e Germania
Jules Charles Pennequin (1864-1914)
Enrico Diale, Vincenzo Atanasio, Morceau de Concert
Mirko Bertolino
Gilles Martin (1971)
Suite Parisienne
Saint-Germain
Trocadéro
Notre-Dame
Moulin rouge
Vincenzo Atanasio, tromba
Francesco Maria Veracini (1690-1768) Giorgia Delorenzi, pianoforte
Sonata in re minore
Aria - Corrente - Ritornello - Giga

Scuola di violino: Guido Rimonda (A.A. 2014/15)


Johann Sebastian Bach (1685-1750) Scuola di tromba: Paolo Russo
Ciaccona dalla Partita n.2 BWV 1004 Scuola di pianoforte: Claudio Voghera
in re minore per violino solo
Enrico Diale, violino
Giorgia De Lorenzi, pianoforte
In collaborazione con:
Il progetto “DaRosa” è nato per istituire un Premio di
Ricerca in ambito oncologico intitolato a Daniele Rosa
e per raccogliere i fondi per sostenerlo. Il Premio è co-
stituito per diventare meta ambita tra i giovani ricer-
catori rientrando a pieno titolo nell’insieme delle pro-
poste esistenti, con la consapevolezza che la sensibilità
dei pochi può generare la sensibilità nei molti e con
l’obiettivo di aiutare chi ha scelto di aiutare gli altri.

10 11
Venerdì
4 dicembre
ore 21

I migliori diplomati 2014/15


Danze, cavalieri e virtuosismi
Richard Strauss (1864-1949)
Concerto n.1 op.11
Luisa Besenval, Elettra Pomponio Allegro
Andante
Allegro
Irene Masullo, corno
Eleonora Siciliano, pianoforte

Johannes Brahms (1833-1897)


Michel Pignolet de Montéclair (1667-1737) Variazioni su un tema di Paganini op.35
Sixième Concert “La Paix” I e II libro
Rondeau, Mellange.
La sérénade: Ouverture, Légèrement, Elettra Pomponio, pianoforte
Air en rondeau, Air par imitation, Sommeil.
Les noces de village: Le réveil matin,
Scuola di flauto traverso storico
Carillon du moutier, Marche des mariés e Scuola di musica d’insieme per fiati: Francesca Odling
au moutier, Le retour du moutier. Scuola di corno: Natalino Ricciardo
Le bal: Gavotte, Musette, Contredance. Scuola di pianoforte: Bruno Bosio

Luisa Besenval, flauto Hotteterre, fifre militare


Gualtiero Marangoni, viola da gamba
Marco Crosetto, clavicembalo
Matteo Rabolini, percussioni Prima del concerto il Direttore Artistico
della De Sono Associazione per la Musica,
Francesca Gentile Camerana,
David Short (1951) consegnerà agli studenti
Tango Vincenzo Atanasio e Elisa Maccarone
le borse di studio
Niccolò Ricciardo e Mattia Gallo, tromba De Sono - Compagnia di San Paolo
Gregorio De Maria, corno
Manuel Innocenti, trombone
Federico Moscarola, tuba

12 13
Venerdì
11 dicembre
ore 21

Un ponte di note,
una notte di Auguri
Henry Fillmore (1881-1956)
in occasione della Missione delle Nazioni Unite Lassus Trombone
in Libano UNIFIL
Raffaele Cuconato
Musiche di Ordinanza e tradizionali La marcia dei coscritti piemontesi

Fanfare du 27ème Bataillon de Chasseurs Alpins Fanfara della Brigata Alpina Taurinense
Eric Moron - direttore Marco Calandri - direttore

James Pierpoint (1822-1893) Collegamento video con la base “Millevoi” di Shama


Jingle Bells in Libano per i saluti e gli auguri del Sindaco della Cit-
tà di Torino al contingente Italo-Francese di UNIFIL,
guidato dalla Brigata Alpina Taurinense
Anonimo/Marco Calandri
Montenero
(a ricordo della Grande Guerra) James Swearingen (1947)
In all its Glory
John Philip Sousa (1854-1932)
The Stars and Stripes forever Gioachino Rossini (1792-1868)
Ouverture dall’Opera “Tancredi”
AA.VV.
Un poco insolito Takashi Hoshide (arr.)
A Christmas Carol Fantasy
Orchestra di Fiati del Conservatorio
“G. Verdi” di Torino
Pietro Marchetti - direttore

In collaborazione con:

14 15
Martedì Sabato
22 dicembre 22 novembre 2014
ore 21 ore 21.00

I migliori diplomati 2014/15


Forme diverse:
dalla Sonata al Divertissement

Valerio Lisci, Riccardo Berutti,


Ruggero Mastrolorenzi
Pierre Max Dubois (1930-1995)
Divertissement
Allegro vivo,
Lent et doux,
Scherzando

Christian Lauba (1952)


Claude Debussy (1862-1918) Tadj
Ière Arabesque
Riccardo Berutti, sassofono
Eleonora Siciliano, pianoforte
Paul Hindemith (1895-1963)
Sonata
Mäßig schnell
Lebhaft
Cesar Franck (1822-1890)
Sonata in la maggiore
Lied: „Ihr Freunde, hänget“ (Hölty)
Allegretto ben moderato
Sehr langsam
Allegro
Recitativo-Fantasia: Ben moderato
Wilhelm Posse (1852-1925) Allegretto poco mosso
Variazioni sul carnevale
di Venezia Ruggero Mastrolorenzi, violino
Junco Watanabe, pianoforte
Valerio Lisci, arpa

Scuola di arpa: Gabriella Bosio
Scuola di sassofono: Pietro Marchetti
Scuola di violino: Paola Tumeo

16 17
Venerdì
8 gennaio
ore 21

I migliori diplomati 2014/15 Maurizio Colonna (1959)


Dance
Corde attraverso i secoli (from “Moments Live In My Memory”)
Gregorio Fracchia**, chitarra
Laura La Vecchia, Gregorio Fracchia,
Paolo Chiesa
Johannes Brahms (1833-1897)
Sonata op.100 n.2
Allegro amabile
Andante tranquillo
Allegretto grazioso (quasi Andante)

Pablo De Sarasate (1844-1908)


Giovanni Girolamo Kapsperger (1580-1651) Zigeunerweisen op.20
Toccata per tiorba
Paolo Chiesa, violino
Davide Cava, pianoforte
Nuccio D’angelo (1955)
Prima canzone Lidia
Scuole di chitarra: Dora Filippone* e Paolo Garganese**
Laura La Vecchia,* chitarra Scuola di violino: Guido Rimonda (A.A. 2014/15)

Johann Sebastian Bach (1685-1750)


Gavotta, dalla Suite BWV 1006 A

Alonso Mudarra (1510-1580)


Fantasia XI
(trascrizione di Gregorio Fracchia)

Gregorio Fracchia (1996)


Life
Secret (from “Playing)
The Sea (from “Ianus”)

18 19
Venerdì
15 gennaio
ore 21

Focus sul pianoforte:


la scuola di Vienna Sonata op.27 n.2 Al chiaro di luna
Adagio sostenuto
Allegretto
F.J. Haydn (1732-1809) Presto agitato
Variazioni in fa minore Hob. 17:6
Letizia Pent*
Stefania Stabile*
Sonata op.110
Moderato cantabile molto espressivo
Scherzo: Allegro molto
Adagio ma non troppo
Fuga: Allegro ma non troppo
Michela Sara De Nuccio**


Scuole di pianoforte: Luigi Dominici/Giacomo Fuga*
L. van Beethoven (1770-1827) e Daniela Carapelli**
Sonata op.53 Waldstein
Allegro con brio
Adagio molto
Rondo - Allegretto, moderato, prestissimo
Lorenzo Nguyen Ba*

20 21
Venerdì
22 gennaio
ore 21

Ghedini: dallo spirito torinese La canzone dell’anima mia


Datime a piena mano e rose e gigli
alle suggestioni europee
Wen Kaiwen, mezzosoprano
Gilberto Rabino, pianoforte

Elegia drammatica
Alessia Cargnino, violino
Michela Sara De Nuccio, pianoforte

Dalla sonata in la maggiore


(trascrizione di Mauro Bouvet)
Allegro risvegliato e giocoso
Vittorio Sebeglia, violino
Giorgio Federico Ghedini (1892-1965) Marco Prevosto, pianoforte
Entrata
Marco Palumbo, organo Concertato
Francesca Milano, flauto
Elegia Giulia Bombonati, viola
Alessandro Ravera, pianoforte Pinar Sivritepe, arpa

Poema Monteverdi/Ghedini Con che soavità…


per voce, quintetto d’archi e arpa
Ester Zaglia, violino (trascrizione di Annachiara Gedda)
Michela Sara De Nuccio, pianoforte
Wen Kaiwen, mezzosoprano
Diana Pellegrini, violino
Dai cinque canti greci (Alcmane) Lucia Caputo, violino
La quiete della notte Gabriele Totaro, viola
Wen Kaiwen, mezzosoprano Ada Guarneri, violoncello
Gilberto Rabino, pianoforte Davide Cravero, conrabbasso
Ginevra Giobbio, arpa

22 23
Domenica
Sabato
24 gennaio
22 novembre 2014
oreore 21
21.00

Scuola di organo: Gianluca Cagnani


Scuola di pianoforte: Claudio Voghera, Daniela Carapelli
Concerto conclusivo
e Marina Scalafiotti della maratona
Scuola di accompagnamento pianistico: Fulvio Galanti
Scuola di canto: Silvana Silbano Mozart Nacht und Tag 8
Scuola di violino: Piergiorgio Rosso e Sergio Lamberto
Scuola di musica da camera: Carlo Bertola

Con giornata di studi dalle ore 14,30 in poi


presso la Biblioteca del Conservatorio

Relatori: Gigliola Bianchini, Giulia Giachin, Annarosa Vannoni,


Andrea Lanza, Dario Tabbia, Lucio Cuomo, Giuseppe Viarengo,
Attilio Piovano

Per il Concerto dedicato a Ghedini, organizzato in


questa stagione 2015-2016, per ricordare il Maestro
nel 50° anniversario della morte, sono stati scelti
brani (conservati nella Biblioteca del Conservatorio
di Torino e talora inediti) compresi fra il 1913 e il W.A Mozart (1756-1791)
1943. Appartenenti quasi tutti (salvo i due più tardi) Rondò in Re Maggiore KV Anh. 184
al periodo torinese dell’attività dell’autore, essi ne
documentano la versatilità e le aperture stilistico- L’amerò, sarò costante da Il Re Pastore
idiomatiche, funzionali alla ricerca di svariate Ach ich fühl’s da Il Flauto Magico
atmosfere: dall’intimismo tardo-romantico, a forme Ch’io mi scordi di te KV 505
di neo-madrigalismo, all’asperità di opere nate
negli anni del secondo conflitto mondiale. Nella Silvia Ruffino, flauto
conclusione, è offerta un’immagine del Ghedini Maria Sole Mainini, soprano
trascrittore di antiche musiche italiane: in questo Lorenzo Nguyen Ba, pianoforte
caso, di una poetica pagina monteverdiana. Yulia Verbiskaya, violino

24 25
Giovedì
28 gennaio
ore 21

Sinfonia in do maggiore KV. 425 Linz In occasione delle celebrazioni


Adagio - Allegro spiritoso per la Giornata
Andante con moto
Menuetto della Memoria 2016
Presto Musica da Terezin 1941-1945
Orchestra degli Studenti del Conservatorio
“G. Verdi” di Torino Musiche di Ilse Weber (1903-1944)
Giuseppe Ratti, direttore Viktor Ullmann (1898-1944)
Hans Krása (1899-1944)
Gideon Klein (1919-1945)

Scuola di esercitazioni orchestrali: Giuseppe Ratti
Pavel Haas (1899-1944)
Scuola di canto: Anna Maria Chiuri Zigmund Schul (1916-1944)
Scuola di violino: Enrico Groppo
Scuola di pianoforte: Luigi Dominici/Giacomo Fuga Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791)
Scuola di flauto: Edgardo Egaddi
Ludwig van Beethoven (1770-1827)
Johannes Brahms (1833-1897)
Aleksandr Borodin (1833-1887)
Antonín Dvořák (1841-1904)
Hugo Wolf (1860-1903)
Leoš Janáček (1854-1928)

26 27
Per introdurre il concerto-spettacolo delle ore 21,
alle ore 18 nella Saletta del Conservatorio Venerdì
si terrà un incontro di approfondimento
coordinato da Paolo Tonini Bossi. 5 febbraio
Interverranno Maria Teresa Milano
e Alberto Cavaglion,
ore 21
storici dell’ebraismo.

Scuola di musica vocale da camera: Erik Battaglia


Scuole di pianoforte: Marina Scalafiotti e Claudio Voghera
I migliori diplomati 2014/15
Scuole di musica da camera: Carlo Bertola e Antonio Valentino Suite, Sonata e Sonatina
Scuole di quartetto: Claudia Ravetto e Manuel Zigante
Scuola di esercitazioni corali: Dario Tabbia
Coro GiovanInVivaVoce: Grazia Abbà
Drammaturgia e recitazione: Valter Malosti
Alessio Carnino, Gianluca Guida,
Martino Maina
Esecutori:
Valentina Chirico, soprano -
Massimo Pitzianti, fisarmonica
- Anica Dumitrita Vieru, violi-
no - Giorgia Lenzo, viola - Mi-
lena Punzi, violoncello - Marco
Palmarucci, clarinetto - Ester
Bano, viola - Davide Maffolini,
violoncello - Yulia Verbitskaya,
violino - Lorenzo Guida, vio- Maximo Diego Pujol (1957)
loncello - Ester Zaglia, violino - Sonatina
Anna Castellani, viola - Cristian
Chiggiato, baritono - Stefano Alessio Carnino, chitarra
Gambarino, tenore - Cesare Co-
stamagna, basso - Davide Pirro-
ni, pianoforte Joseph Gabriel Rheinberger (1839-1901)
Suite
Yulia Verbitskaya, violino
Si ringrazia Massimo Pitzianti per la partecipazione amichevole
Matteo Cotti, organo

Pierre Max Dubois (1930-1995)


In collaborazione con: Le trois mousquetaires
Lentement Allegrement
Allegro
Andante
Presto
Serena Civra, flauto
Daniele Migliorini, clarinetto
Fiorenzo Pereno, sassofono
Luca Vacchetti, fagotto

28 29
Sabato
13 febbraio
ore 11.30-23

Maratona per gli 80 anni


Fryderyck Chopin (1810-1849) del Conservatorio
Preludio op.45 “80 anni… Suonati!”
Ballata n.2 op.38 in fa maggiore
Studenti e docenti...
Gianluca Guida, pianoforte tutti insieme appassionatamente!
Sergej Prokof ’ev (1891-1953)
Sonata op.119 In occasione dell’80° anniversario
Andante grave dell’istituzione del Conservatorio “G. Verdi”
Moderato di Torino - 13 febbraio 1936
Allegro ma non troppo
In collaborazione con
Martino Maina, violoncello
Lorenzo Morra, pianoforte


Scuola di chitarra: Dora Filippone
Scuola di violino: Enrico Groppo
Scuola di musica d’insieme per fiati: Francesca Odling
Scuola di pianoforte: Claudio Voghera
Scuola di violoncello: Massimo Macrì
CON LA MUSICA NEL CUORE
In occasione della Giornata Mondiale
delle Cardiopatie congenite
L’associazione TO.b, l’Associazione Amici dei Bambini
Cardiopatici e la Fondazione FORMA collaborano
attivamente con i professionisti impegnati nella
diagnosi e cura delle cardiopatie congenite presso
l’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino.
Insieme per promuovere la diagnosi precoce,
migliorare il trattamento e regalare ai nostri bimbi un
futuro più felice!

30 31
Venerdì Sabato
19 febbraio 22 novembre 2014
ore 21 ore 21.00

I migliori diplomati 2014/15


Di tutto un po’:
dal XVI al XX secolo

Marco Gervino, Alessandra Avico


Reinhold Glière (1875-1956)
Intermezzo
Tarantella Preludio op.32
Valse op.45
Alessandra Avico, contrabbasso
Silvia Bertani, pianoforte

Leoš Janáček (1854-1928)


Rikadla (Rime infantili)
Francesco Da Milano (1497-1543)
Ricercare XIII Valentina Chirico e Elisa Fagà, soprani
Laura Capretti e Wen Kaiwen, mezzosoprani
Roland Dyens (1955) Stefano Gambarino e Jang Minje, tenori
Libra sonatine Cesare Costamagna e Ran Xiaou, bassi
Giovanna Bono, flauto e ocarina
Marco Gervino, chitarra Takayo Hiramatsu e Davide Goegan, clarinetto
Luca Vacchetti e Gabriel Dominguez, fagotti
Marco Prevosto, pianoforte
Alessandra Avico, contrabbasso
Franz Doppler (1821-1883) Lorenzo Guidolin tamburo
Duettino hongrois op.36 Carlo Bertola, direttore
Silvia Ruffino e Diego De Marco, flauti

Elena Camerlo, pianoforte Scuola di chitarra: Dora Filippone
Scuola di composizione: Giuseppe Elos
Scuole di flauto: Edgardo Egaddi e Ubaldo Rosso
Scuola di contrabbasso: Davide Botto
Scuola di musica da camera: Carlo Bertola

32 33
Venerdì Venerdì
26 febbraio 4 marzo
ore 21 ore 21

I Migliori diplomati 2014/15 I Migliori diplomati 2014/15


Il Codice Beethoven: Anticipazioni... continua
cuori consacrati (Primo concerto della II parte
Arianna Stornello delle Serate Musicali)

Ai Isawa, Michela D’Amico,


Bartolomeo Audisio, Irina Zholudova

Ludwig van Beethoven (1770-1827)


Sonata op.30 n.3
Allegro assai
Ludwig van Beethoven (1770-1827) Tempo di Minuetto, ma molto moderato
An die ferne Geliebte op.98 (Jeitteles) e grazioso
Cristian Chiggiato, baritono Allegro vivace
Davide Pirroni, pianoforte Michela D’Amico, violino
Marco Prevosto, pianoforte
Robert Schumann (1810-1856)
Frauenliebe und-leben op.48 (Chamisso) Franz Schubert (1797-1828)
Arianna Stornello, soprano Introduzione e Variazioni D. 802
Cristina Laganà, pianoforte su “Trocke Blumen”
da “Die schöne Müllerin”
Fantasia op.17
Durchaus phantastisch und leidenschaftlich Bartolomeo Audisio, flauto
vorzutragen Elettra Pomponio, pianoforte
Mässig. Durchaus energisch
Langsam getragen. Durchweg leise zu halten
Marco Prevosto, pianoforte

Scuola di musica vocale da camera: Erik Battaglia
Scuola di pianoforte: Claudio Voghera

34 35
Sergej Prokof ’ev (1891-1953)
Sonata op.14 n.2
Allegro ma non troppo
Scherzo. Allegro marcato
Andante
Vivace
Ai Isawa, pianoforte

Musiche di:
Francesco Paolo Tosti (1846-1916)
Pëtr Il’ič Čajkovskij (1840-1893)
Sergej Rachmaninov (1873-1943)
Irina Zholudova, soprano
Sandro Zanchi, pianoforte


Scuola di violino: Guido Rimonda (A.A. 2014/15)
Scuola di flauto: Edgardo Egaddi
Scuola di pianoforte: Laura Richaud
Scuola di musica vocale da camera: Erik Battaglia

36
IL CONSERVATORIO PER IL CINEMA
Il Conservatorio partecipa alla cerimonia di apertura
del 33 TORINO FILM FESTIVAL con un intervento Presidenza
musicale dell’Ensemble di Sassofoni del Conservatorio
diretto da Pietro Marchetti.
Valentino Castellani
In programma musiche da film.
Direzione
Torino, 20 novembre 2015
Auditorium Giovanni Agnelli - Lingotto, ore 21.00 Marco Zuccarini
Vice-direzione
Claudio Voghera
Direzione Amministrativa
Marco Trimarchi
Cura e coordinamento
delle Serate Musicali
Claudio Voghera
Carlo Bertola
per ricevere informazioni
sugli eventi del Conservatorio scrivere a:
ufficiostampa@conservatoriotorino.eu