Sei sulla pagina 1di 3

Etica della cura

PROF. PAOLO GOMARASCA

OBIETTIVO DEL CORSO

Il corso intende proporre e discutere la teoria della ethics of care come modello di
riferimento del social work. In particolare, la riflessione punterà alla costruzione e
giustificazione di un nesso tra processi di aiuto e dinamiche cooperative-
partecipative, da un’angolatura strettamente etica e politica.

PROGRAMMA DEL CORSO

Il corso è diviso in due parti, con l’aggiunta di un laboratorio. Nella prima parte,
verranno analizzati e discussi due concetti fondamentali della ethics of care:
l’empatia e la partecipazione. Ogni punto della riflessione concettuale sarà trattato
in relazione al dibattito attualmente in corso a livello internazionale sul Social
Work come Human Rights profession e sulle sue pratiche di intervento nei contesti
di aiuto. Nella seconda parte, verrà approfondita la rilevanza etica e politica del
Social Work nel contesto della povertà. Nel laboratorio, verranno invece trattati i
gli aspetti etici e giuridici connessi alla responsabilità professionale e alla
deontologia nel servizio sociale (docenti responsabili: prof. Leonardo Lenzi e
prof.ssa Claudia Mazzuccato).
I PARTE: Ethics of care
1. L’importanza dell’empatia nelle relazioni di cura
2. Il valore etico dell’atto empatico e le sue potenziali derive
3. L’empatia nella pratica del lavoro di rete
4. La partecipazione come coping strategy
5. Il dinamismo partecipativo e la sua attivazione (agency/advocacy)
6. L’articolazione tra agire empatico e agire partecipativo: la “partecipazione
appassionata”
II PARTE: Focus di approfondimento
7. Social Work e povertà
8. Il poverty-aware social work paradigm (PAP).
Laboratorio: Responsabilità professionali e deontologia nei servizi sociali
Il programma dettagliato del Laboratorio, il calendario delle attività didattiche e la
bibliografia verranno comunicati agli studenti all'inizio dell'anno accademico.
BIBLIOGRAFIA1
Per gli studenti frequentanti, oltre agli argomenti trattati a lezione:
I Parte
L. BOELLA, Sentire l’altro. Conoscere e praticare l’empatia. Cortina, Milano, 2006.
M. BARNES, Passionate participation: Emotional experiences and expressions in deliberative
forums, in Critical Social Policy 28 (4), 2008, 461-481.

II Parte
P. FREIRE, La pedagogia degli oppressi (1968), EGA-Edizioni Gruppo Abele, Torino, 2018.
Acquista da VP
M. KRUMER-NEVO, Poverty-Aware Social Work: A Paradigm for Social Work Practice with
People in Poverty, 2016, in British Journal of Social Work, 46, 6: 1793-1808.
Gli studenti non-frequentanti aggiungeranno alla bibliografia precedente i seguenti testi:
S. BROTTO, Etica della cura. Una introduzione, Orthotes Editrice, Napoli-Salerno, 2013.
Acquista da VP
L. DOMINELLI, Servizio sociale. La professione del cambiamento, Erickson, Trento, 2015. Acquista
da VP

DIDATTICA DEL CORSO


Lezioni frontali, presentazione e discussione di case studies.
La frequenza del Laboratorio è obbligatoria ai fini della maturazione dei crediti
formativi dell’esame di Etica della cura e deontologia professionale. Sono considerati
frequentanti gli studenti che hanno partecipato ad almeno i 2/3 delle ore di Laboratorio. Gli
studenti che non hanno potuto frequentare le lezioni sono tenuti ad approfondire i temi del
Laboratorio mediante lo studio di apposita bibliografia, che verrà comunicata all’inizio
dell’anno accademico.

METODO DI VALUTAZIONE
La verifica dell’apprendimento prevede una prova orale secondo le seguenti modalità:
due domande relative al modello teorico (ethics of care) e una domanda relativa a un case
study. La prova è valutata in trentesimi e il voto finale terrà conto:
a) della capacità di argomentazione e rigore analitico relativamente a temi e concetti
sviluppati durante il corso (70%);
b) della proprietà di linguaggio e delle abilità comunicative mostrate durante il colloquio
(30%).

AVVERTENZE

1
I testi indicati nella bibliografia sono acquistabili presso le librerie di Ateneo; è possibile acquistarli
anche presso altri rivenditori.
Orario e luogo di ricevimento
Il Prof Paolo Gomarasca riceve gli studenti in Dipartimento di Filosofia, previo
appuntamento da concordare via e-mail (paolo.gomarasca@unicatt.it).

Potrebbero piacerti anche