Sei sulla pagina 1di 2

PAESE :Italia DIFFUSIONE :(686813)

PAGINE :37 AUTORE :Claudia Voltattorni


SUPERFICIE :29 %
PERIODICITÀ :Quotidiano

16 dicembre 2018

Accordotra Microsoft
e le Università
per il lavoro del futuro
Candiani:insiemeper formarele competenzedigitali
Il rettoreManfredi(FedericoII): grandepassoavanti
Microsoft Italia ha appena fir- con Microsoft — sottolinea
ROMA Migliaia di nuove pro- mato una collaborazione con GaetanoManfredi, presidente
fessioni. Migliaia di posti da la Conferenza dei Rettori ita- dalla Crui e rettore della Fede-
coprire. E pochissime perso- rico II — ci aiuta a fare un pas-
ne preparate per quel lavoro. liani (Crui) per offrire questo so avanti: l’incontro fra le evo-
L’Italia sempre più rischia di tipo di formazione specializ- luzioni dell’intelligenza artifi-
soffrire quello che viene defi- zata fin dall’università. Il co- ciale e i mutamenti del mer-
nito lo skills mismatch , lo losso Usa fornirà tutto il pro- cato del lavoro è una delle
scarto tra competenze richie- prio know how attraverso sfide più interessanti, soprat-
ste dal mercato del lavoro e corsi online e offline, labora- tutto in un Paesecome il no-
quelle attualmente reperibili. tori, lezioni frontali ed eserci- stro, ancora indietro sul fron-
Un gap che riguarda soprat- tazioni pratiche dedicati a In- te tecnologico, è fondamenta-
telligenza artificiale e Big Da-
tutto il settore dell’Ict, l’Infor- le per l’università preparare i
mation Communications and ta. Sei mesi di lezioni integra- giovani alle sfide che li atten-
Technology, in cui il nostro te nei corsi specifici di dono». Aggiunge Candiani:
Paeseè ancora molto carente. Ingegneria e Informatica, per
«Si stima che entro il 2020 — ora. «Ma il mio sogno — ag- «Investire sulla formazione
dice Silvia Candiani, ammini- giunge Candiani — è che ven- per Microsoft è importante: il
stratore delegato di Microsoft gano poi estesia tutte le facol- problema dello sviluppo di
Italia —, l’Italia avrà bisogno tà: perché l’Intelligenza artifi- competenze digitali non è so-
di almeno 135 mila nuovi po- ciale può essere utilizzata in lo italiano, ma certo l’Italia ha
qualsiasi professione». un gap più forte rispetto al re-
sti di lavoro nell’Ict, ma al mo- Si comincia a gennaio, al- sto d’Europa; e io — sorride
mento queste professionalità l’Università Federico II di Na- — sono una fan dell’universi-
non si riescono a trovare». poli e al Politecnico di Bari, tà italiana».
Data scientist, professionisti «si parte dal Sud perché è un La collaborazione con Crui
dell’intelligenza artificiale e po’ più indietro», ma poi il
digitali, esperti di robotica e progetto si allargherà a tutti è solo l’ultima novità del pro-
cybercrime, il nostro Paeseri- gli atenei italiani. L’obiettivo getto «Ambizione Italia» che
schia di restare troppo indie- di Microsoft è preparare i pri- Microsoft ha lanciato lo scor-
tro senon colmerà il vuoto la- mi 100data scientist certifica- so settembre per «accelerare
sciato da queste competenze ti entro l’anno accademico la trasformazione tecnologica
mancanti. 2018-2019,in modo che al ter- nel nostro Paese».Una ricerca
«È indispensabile investire mine del corso di studi abbia- di Adecco realizzata con l’Uni-
nella formazione dei giovani no già una specializzazione versità Bicocca di Milano e
— spiega Candiani — e pre- ad hoc sulle Ict, richiestissime Jobpricing ha rilevato come
pararli a diventare professio- dal mondo del lavoro. saranno sempre di più le soft
nisti qualificati». Ecco perché «Questa collaborazione skills a determinare l’occupa-
Microsoft Italia ha appena fir- con Microsoft — sottolinea bilità del futuro con un impat-

Tutti i diritti riservati


PAESE :Italia DIFFUSIONE :(686813)
PAGINE :37 AUTORE :Claudia Voltattorni
SUPERFICIE :29 %
PERIODICITÀ :Quotidiano

16 dicembre 2018

bilità del futuro con un impat-


to positivo anche sulle retri-
buzioni determinando au-
menti fino al 42% in più. Con
un investimento di oltre cento
milioni di euro, Microsoft in-
sieme a partner come Adecco,
Linkedin, Cariplo Factory, In-
vitalia e Fondazione Mondo
Digitale, offre quindi un pro-
gramma di formazione trien-
nale per giovani e adulti per
specializzare entro il 2020 ol-
tre 500 mila persone e certifi-
care almeno 50 mila profes-
sionisti (su www.ambizionei-
talia.it la piattaforma digitale
per aderire ai vari progetti).
Claudia Voltattorni
Claudia Voltattorni
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Le nuove professioni
C’è ancora un ampio
scarto tra le
competenze richieste
e quelle reperibili

Tutti i diritti riservati