Sei sulla pagina 1di 18

Generalità

I serbatoi sono tra le opere più importanti negli acquedotti.


Essi sono degli invasi artificiali destinati all’accumulo
temporaneo e successivo rilascio controllato dell’acqua in
base alle richieste del sistema idrico a valle.
Le funzioni da essi svolte sono principalmente tre:
- regolare le portate in ingresso funzione di compenso
in modo da ottenere portate in
uscita adeguate alle richieste
- garantire la disponibilità di funzione di riserva
acqua per le emergenze
- determinare le pressioni nella funzione piezometrica
rete idraulica a valle, svinco-
landole da quelle della rete a
2
monte
Generalità - 2
I benefici ottenibili con i serbatoi sono molteplici.
Tra i principali ci sono:

- ridurre i costi del sistema idraulico di monte, che può


essere dimensionato per portate inferiori;
- aumentare l’affidabilità nella fornitura d’acqua, in
quanto fornisce una riserva nel caso di guasti nel
sistema idraulico di monte;
- ottimizzare il funzionamento di impianti di solleva-
mento e di trattamento delle acque, limitando la
variabilità delle loro portate nel tempo.

Possono essere a servizio di reti adduttrici o di reti di


distribuzione.
3
Serbatoi nelle reti di adduzione

Nel caso delle reti adduttrici, si hanno:

Serbatoi di origine Sono posti in corrispondenza o


o di presa immediatamente a valle delle opere
di captazione.

Serbatoi intermedi Sono ubicati lungo il percorso nelle


di riserva lunghe condotte; possono anche
fungere da vasche di disconnessione
idraulica.

Serbatoi intermedi Sono ubicati in corrispondenza delle


di sezionamento derivazioni dell’adduttrice principale
e servono sia come riserva ad
entrambe, che eventualmente come
compenso per la derivazione.
4
Serbatoi nelle reti di distribuzione

Nel caso delle reti di distribuzione, in base alla posizione


rispetto al centro urbano, si hanno:

Serbatoi di testata Sono interposti tra la rete di


adduzione e il centro abitato
Serbatoi di estremità Sono ubicati all’estremità del centro
abitato opposta rispetto all’arrivo
della rete di adduzione
Serbatoi interni Sono ubicati all’interno del centro
abitato

Questi serbatoi vengono chiamati urbani e sono


generalmente di dimensione minore rispetto a quelli delle
reti di adduzione.
5
Tipologie -1

In base alle modalità di funzionamento si distingue tra:

Serbatoi a gravità Lo svuotamento avviene per gravità


(nella rete alimentata le quote
piezometriche sono al di sotto del
livello dell’acqua nel serbatoio).

Serbatoi con Lo svuotamento avviene mediante


pompaggio pompaggio (nella rete alimentata le
quote piezometriche sono al di sopra
del livello dell’acqua nel serbatoio).

Serbatoi in pressione Lo svuotamento avviene per differenza


(idropneumatici) di pressione (nella rete alimentata le
quote piezometriche sono al di sopra
del livello dell’acqua nel serbatoio).
6
Tipologie - 2

I serbatoi possono essere classificati, in base alla loro


posizione rispetto al livello naturale del terreno, nelle
seguenti tipologie principali :

a terra

sotterranei

sopraelevati o pensili

misti

7
Tipologie – serbatoi a terra - 1

Serbatoi a terra
L’intera struttura del
serbatoio è realizzata
fuori terra, appoggiata
direttamente sul suolo,
generalmente in c.a.
Sono serbatoi che in
genere funzionano a
gravità e quindi sono
realizzati in zone a
quota maggiore della
rete idrica a valle.

8
Tipologie – serbatoi a terra - 2
Possono anche essere realizzati dentro edifici
dall’apparenza comune, che si inseriscono facilmente nel
tessuto urbano.

9
Tipologie – serbatoi a terra - 3
Pregi :

• sono generalmente più economici di altre tipologie;


• consentono facilmente adeguamenti successivi e
realizzazioni in tempi differenziati (modularità).

Difetti :

• sono più difficili da isolare termicamente;


• sono più visibili di quelli sotterranei e quindi più
vulnerabili.

10
Tipologie – serbatoi sotterranei - 1

Serbatoi sotterranei
Il loro funzionamento è analogo a quello dei serbatoi a
terra. In relazione al modo in cui sono realizzati, si può
distinguere tra i seguenti tipi:

interrati Hanno il massimo livello dell’acqua


sotto il livello naturale del terreno.

seminterrati Hanno il fondo e gran parte della


struttura sotto il livello naturale
del terreno, ma il massimo livello
dell’acqua è almeno in parte sopra.

in galleria o in Sono realizzati in cavità scavate


caverna all’interno di colline o montagne.
11
Tipologie – serbatoi sotterranei - 2

I serbatoi interrati e seminterrati sono realizzati in scavi a


cielo aperto e poi ricoperti totalmente o parzialmente di
terreno per un migliore isolamento termico.

12
Tipologie – serbatoi sotterranei - 3
Pregi :

• hanno un migliore isolamento termico;


• consentono adeguamenti successivi e realizzazioni in
tempi differenziati (modularità);
• sono meno vulnerabili dall’esterno;
• hanno un minore impatto visivo.

Difetti :
• sono più soggetti al pericolo di infiltrazioni esterne.

13
Tipologie – serbatoi sopraelevati o pensili - 1
Serbatoi sopraelevati o pensili
Sono costituiti da una vasca posta ad una
quota più elevata di quella del terreno me-
diante una struttura di sostegno. Si
adottano nelle zone pianeggianti.

14
Tipologie – serbatoi sopraelevati o pensili - 2

Hanno un forte impatto visivo, che può creare l’opposizione


della popolazione alla costruzione (sindrome NIMB). Se
progettati curandone anche l’estetica possono avere un
minore impatto e diventare elementi di riferimento nel
territorio.

15
Tipologie – serbatoi sopraelevati o pensili - 3
Pregi :

• consentono l’alimentazione a gravità della rete anche


in zone pianeggianti.

Difetti :

• sono difficili da isolare termicamente;


• hanno una minore capacità;
• hanno maggiori costi;
• non consentono adeguamenti successivi e
realizzazioni in tempi differenziati;
• hanno un forte impatto visivo. 16
Tipologie – serbatoi di tipo misto - 1

Serbatoi di tipo misto


Derivano dalla combi-
nazione di un serbatoio
a terra o sotterraneo
con un torrino piezo-
metrico, una vasca
pensile o un’autoclave.

17
Tipologie – serbatoi di tipo misto - 2
Consentono di avere serbatoi di grande capacità anche in
zone pianeggianti senza avere la necessità di pompare
l’acqua direttamente in rete, ma anzi svincolando la
pressione della rete dalle variazioni di carico a monte.
Questa tipologia deriva spesso dalla necessità di aumentare
la capacità esistente di un serbatoio pensile attraverso di
un’altra vasca a terra, che può anche essere utilizzata solo
nei mesi di maggior richiesta (centri turistici).

La soluzione con autoclave consente di limitare l’impatto


visivo del serbatoio, ma è praticabile solo per piccole
capacità.

18
Tipologie – serbatoi di tipo misto - 3
Pregi :

• consentono l’alimentazione a gravità della rete anche


in zone pianeggianti.
• maggiore capacità dei serbatoi pensili
• modularità

Difetti :
• maggiori costi di gestione;
• minore affidabilità, dovuta alla necessità del
pompaggio;
• possono avere un forte impatto visivo.
19